Il bilancio annuale delle vittime della malattia di Alzheimer quasi raddoppia

Share

La malattia di Alzheimer reclama quasi il doppio delle vite americane ogni anno, come ha fatto solo 15 anni fa, un nuovo rapporto mostra.

"E questo è francamente allarmante", ha detto Keith Fargo, direttore dei programmi scientifici e di sensibilizzazione all'Alzheimer's Association, che ha prodotto il rapporto. "Ora, molte persone penseranno che è perché viviamo più a lungo", ha aggiunto. "E c'è del vero in quello. Ma c'è anche il presupposto che dovremmo solo aspettarci di ottenere la malattia di Alzheimer quando invecchiamo. E questo non è vero.

"La maggior parte delle persone non ottiene l'Alzheimer, anche se vivono nei loro 80 o 90. Non è normale. Non è qualcosa che dovremmo accettare. Dobbiamo sicuramente fare qualcosa al riguardo ", ha detto Fargo.

Il costo della malattia di Alzheimer

Il rapporto ha anche scoperto che più di 5 milioni di anziani americani di età 65 e anziani ora vivono con la malattia che distrugge la memoria. Questo rappresenta approssimativamente la percentuale di 10 di tutti gli anziani della nazione, e tale numero è destinato a passare a quasi 14 milioni da 2050. In effetti, circa mezzo milione di anziani dovrebbero sviluppare la malattia solo in 2017.

Un altro 200,000 americano sotto l'età di 65 ha anche difficoltà con la malattia, secondo il rapporto. E quelle statistiche hanno un pesante prezzo: costa $ 259 miliardi l'anno per l'assistenza dell'Alzheimer. Si prevede che tale importo raggiunga $$ 1.1 trilioni da 2050, il rapporto stimato.

Il dott. Anton Porsteinsson è direttore del programma di cura, ricerca e istruzione del morbo di Alzheimer presso l'Università di Rochester School of Medicine a Rochester, New York. Ha affermato che i numeri in crescita probabilmente riflettono una serie di fattori diversi in gioco.

"In parte, è dovuto al crescente numero di individui più anziani, in parte dovuto al successo nel trattamento di altre principali cause di morte, e in parte alla crescente consapevolezza che l'AD [l'Alzheimer] è una malattia letale", ha detto Porsteinsson.

Tra le ulteriori scoperte del rapporto: l'Alzheimer è ora la quinta principale causa di morte tra gli anziani; la sesta causa principale di morti tra tutti gli americani; e l'unica malattia tra i maggiori assassini della nazione 10 per i quali non esiste prevenzione, nessun modo per rallentare la progressione e nessuna cura.

"E ora i costi sono completamente fuori controllo", ha aggiunto Fargo, con il costo totale annuo per l'Alzheimer e la cura della demenza in eccesso di un quarto di trilioni di dollari.

Un'altra preoccupazione sottolineata: l'esperienza "particolarmente onerosa" del malato di Alzheimer mentre si assiste ai bisogni dei propri cari mentre il paziente soffre di un declino mentale e fisico generalizzato.

In 2016, più di 15 milioni di caregivers di Alzheimer hanno erogato poco più di 18 miliardi di ore di cure non pagate, del valore di $ 230 miliardi.

Malattia di Alzheimer: declino mentale e fisico

E questi caregivers subiscono le proprie conseguenze sulla salute: Più di un terzo (35 per cento) segnalano che la loro salute è peggiorata dall'assunzione di caregiver, rispetto ai 19 per cento dei caregivers per anziani senza demenza. La depressione e l'ansia affliggono anche i caregivers della demenza più spesso, ha rilevato il rapporto. Tuttavia, la relazione non era del tutto pessima, mettendo in luce i crescenti sforzi per individuare segni rivelatori di sviluppo di malattie.

L'obiettivo è quello di affinare i segni neurologici - compresi i cambiamenti nelle dimensioni del cervello, i cambiamenti nel contenuto di fluido spinale e / o la crescita delle placche nervose nel cervello - che potrebbe consentire una rapida individuazione del morbo di Alzheimer pre-sintomatico.

"È una finestra sul futuro", ha detto Fargo. "Se chiedi dove è diretta la ricerca sul morbo di Alzheimer, è lì che va." "Crediamo che nei prossimi anni avremo dei test che puoi fare nello studio del dottore che ti faranno sapere il tuo rischio per l'Alzheimer", ha notato. E questo, ha suggerito, "potrebbe aprire la porta alla prevenzione".

Fargo ha osservato che, anche in assenza di trattamenti efficaci o di una cura, la diagnosi precoce sarebbe un vantaggio per la ricerca e darebbe ai pazienti un passo avanti nella pianificazione del loro futuro. Eppure, Porsteinsson ha suggerito che il futuro di questi segni rivelatori, noti come biomarcatori, rimane ancora chiaro.

"I biomarcatori sono particolarmente importanti quando si tratta di ricerca e sviluppo di potenziali trattamenti futuri", ha affermato.

D'altra parte, ha sottolineato che "l'utilità dei biomarcatori nella cura attuale è intensamente dibattuta.

"I biomarcatori sono costosi", ha osservato Porsteinsson. "Ed è una domanda quanto una scoperta positiva o negativa cambierà approccio alla cura. "Detto questo", ha aggiunto, "spesso è importante per i pazienti e le loro famiglie sapere esattamente cosa hanno e cosa aspettarsi".

FONTI: Keith Fargo, Ph.D., direttore, programmi scientifici e sensibilizzazione, Alzheimer's Association, New York City; Anton Porsteinsson, MD, professore, psichiatria e direttore del programma di cura delle malattie di Alzheimer, ricerca e istruzione, Università di Rochester School of Medicine, Rochester, NY; Marzo 7, 2017, Dati e cifre della malattia di Alzheimer di 2017

La portata delle nostre informazioni è limitata a lesioni e condizioni di chiropratica e spinale. Per discutere di opzioni sul tema, si prega di contattare il dottor Jimenez o contattarci 915-850-0900

Argomenti aggiuntivi: Comprensione di lesione cerebrale lieve

Le lesioni cerebrali sono complicazioni comuni nel nostro mondo moderno. Circa 2 milioni di individui sperimentano una lesione alla testa negli Stati Uniti da soli ogni anno. Anche se la maggior parte delle lesioni cerebrali o di testa non sono considerate minacce alla vita, potrebbero riassumere fino a miliardi di dollari in entrate annue. Le lesioni cerebrali sono spesso classificate in base alla risposta del paziente. Solo 1 su 4 ha riportato lesioni cerebrali considerate moderate o gravi.

 

 

TEMPO DI TRENDING: EXTRA EXTRA: Nuovo centro fitness PUSH 24 / 7®</s>

 

 

Dr. Alex Jimenez DC, CCST

Benvenuto-Bienvenido's nel nostro blog. Ci concentriamo sul trattamento di gravi disabilità e lesioni spinali. Trattiamo anche sciatica, dolore al collo e alla schiena, colpo di frusta, mal di testa, lesioni al ginocchio, lesioni sportive, vertigini, cattivo sonno, artrite. Utilizziamo terapie avanzate e comprovate incentrate su mobilità, salute, fitness e condizionamento strutturale ottimali. Usiamo piani dietetici personalizzati, tecniche chiropratiche specializzate, allenamento mobilità-agilità, protocolli adattati cross-fit e il "sistema PUSH" per trattare i pazienti che soffrono di varie lesioni e problemi di salute. Se desideri saperne di più su un dottore in chiropratica che utilizza tecniche progressive avanzate per facilitare la salute fisica completa, ti preghiamo di connetterti con me. Ci concentriamo sulla semplicità per aiutare a ripristinare la mobilità e il recupero. Mi piacerebbe vederti Collegare!

Post Recenti

Alzarsi la mattina con la schiena, la chiropratica del dolore al collo porta sollievo

Per le persone che si alzano con dolore e rigidità alla schiena, al collo, alle spalle praticamente ogni ... Leggi

Dormire meglio con l'artrite spinale infiammatoria

L'artrite spinale infiammatoria può causare dolore articolare significativo e danneggiare gravemente la qualità del sonno. Qualsiasi… Leggi

Trattamento chiropratico per la mobilità con conflitto di spalle

La spalla è soggetta a diverse irritazioni, lesioni e condizioni. L'impingement della spalla è un comune ... Leggi

Disallineamenti della colonna vertebrale Dolore e fastidio alla radice

Quando si verificano disallineamenti della colonna vertebrale, il corpo avverte dolore, incapacità di ruotare il collo o dopo ... Leggi

I migliori coprimaterassi per la revisione chiropratica del mal di schiena

Un coprimaterasso per il mal di schiena può aiutare conformandosi strettamente al corpo, correttamente ... Leggi

Compressione nervosa della sindrome della cauda equina

La sindrome della cauda equina è un'emergenza che deve essere trattata il prima possibile ... Leggi

Cronologia e registrazione in linea 🔘
Chiamaci oggi 🔘