ClickCease
+ 1-915-850-0900 spinedoctors@gmail.com
Seleziona Pagina

Riflesso viscerosomatico

Il Dr. Jimenez DC presenta le implicazioni cliniche del riflesso viscerosomatico.

Nell'odierna era informativa dei big data, ci sono molti disturbi, malattie e presentazioni cliniche che dimostrano associazioni concomitanti, coincidenze, correlazioni, cause, profili sovrapposti, profili di rischio sovrapposti, co-morbilità e rischi di disturbi associati che clinicamente si mescolano nelle presentazioni e risultati.

A questo punto, valutare il disfunzione viscerosomatica e disturbi somatoviscerali è di primaria importanza al fine di ottenere un quadro clinico completo dei pazienti.

Il clinico è obbligato dalla profondità delle nostre attuali comprensioni cliniche e dal nostro giuramento ai nostri pazienti di vedere il quadro clinico completo all'interno di questi paradigmi clinici integrati e di trattare di conseguenza.

La disfunzione somatica è definita come la "funzione alterata o alterata di componenti correlati del sistema somatico (struttura corporea): strutture scheletriche, artrodiali e miofasciali e relativi elementi vascolari, linfatici e neurali".

A riflesso viscerosomatico è la risultante dell'effetto di stimoli afferenti derivanti da a disturbo viscerale sui tessuti somatici. Il riflesso è avviato da impulsi afferenti dai recettori viscerali; questi impulsi vengono trasmessi al corno dorsale del midollo spinale, dove fanno sinapsi con i neuroni interconnessi. Questi, a loro volta, convogliano lo stimolo agli efferenti motori simpatici e periferici, determinando così cambiamenti sensoriali e motori nei tessuti somatici del muscolo scheletrico, dei visceri, dei vasi sanguigni e della pelle.

Come esempio solo, le afferenze viscerali svolgono un ruolo importante nel mantenimento dell'equilibrio interno e nei relativi aggiustamenti reciproci della funzione viscerale. Sono anche responsabili della conduzione degli impulsi dolorosi che possono essere causati da distensione di un viscere, anossia (in particolare dei muscoli), metaboliti irritanti, allungamento o schiacciamento dei vasi sanguigni, irritazione del peritoneo, contrazione delle pareti muscolari e distensione la capsula di un organo solido”. Poiché le terminazioni nervose sensibili al dolore non sono numerose nei visceri, la sensazione di dolore o una risposta riflessa viscerale possono derivare dall'input combinato di diversi tipi di recettori piuttosto che come una risposta specifica a un particolare recettore. Una varietà di recettori viscerali sono stati recettori mucosi ed epiteliali, che rispondono a stimoli meccanici ed epiteliali; recettori di tensione negli strati muscolari viscerali, che rispondono alla distensione meccanica, come il grado di riempimento; recettori sierologici, che sono meccanocettori ad adattamento lento nel mesentere o
sierosa e che controllano la pienezza viscerale; Corpuscoli paciniani nel mesentere e recettori del dolore; e terminazioni nervose libere nei visceri e nei vasi sanguigni.

https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/?term=Viscerosomatic+pathophysiology

https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/?linkname=pubmed_pubmed&from_uid=32644644

Disclaimer generale *

Le informazioni qui contenute non intendono sostituire un rapporto individuale con un operatore sanitario qualificato o un medico autorizzato e non costituiscono un consiglio medico. Ti incoraggiamo a prendere le tue decisioni sanitarie sulla base della tua ricerca e della collaborazione con un professionista sanitario qualificato.

Informazioni sul blog e discussioni sull'ambito

Il nostro ambito informativo è limitato a chiropratica, muscoloscheletrici, medicinali fisici, benessere, contribuendo a disturbi viscerosomatici eziologici all'interno presentazioni cliniche, dinamiche cliniche associate dei riflessi somatoviscerali, complessi di sublussazione, problemi di salute sensibili e/o articoli, argomenti e discussioni di medicina funzionale.

Forniamo e presentiamo collaborazione clinica con specialisti di una vasta gamma di discipline. Ogni specialista è regolato dal proprio ambito professionale di pratica e dalla propria giurisdizione di licenza. Utilizziamo protocolli funzionali di salute e benessere per trattare e supportare la cura delle lesioni o dei disturbi del sistema muscolo-scheletrico.

I nostri video, post, argomenti, argomenti e approfondimenti coprono questioni cliniche, problemi e argomenti che riguardano e supportano, direttamente o indirettamente, il nostro ambito clinico di pratica.*

Il nostro ufficio ha fatto un ragionevole tentativo di fornire citazioni di supporto e ha identificato lo studio o gli studi di ricerca pertinenti a sostegno dei nostri incarichi. Forniamo copie degli studi di ricerca di supporto a disposizione degli organi di regolamentazione e del pubblico su richiesta.

Comprendiamo che copriamo questioni che richiedono una spiegazione aggiuntiva su come può essere d'aiuto in un particolare piano di assistenza o protocollo di trattamento; pertanto, per discutere ulteriormente l'argomento di cui sopra, non esitate a chiedere Dott. Alex Jimenez DC o contattaci al 915-850-0900.

Siamo qui per aiutare te e la tua famiglia.

Blessings

Il dottor Alex Jimenez DC MSACP, CCST, IFMCP*, CIFM*, ATN*

e-mail: coach@elpasofunctionalmedicine.com

Licenza in: Texas & Nuovo Messico*

Dott. Alex Jimenez DC, MSACP, CIFM*, IFMCP*, ATN*, CCST
Il mio biglietto da visita digitale


Perché è importante il magnesio? (Parte 1)

Perché è importante il magnesio? (Parte 1)


Introduzione

L' sistema cardiovascolare consente al sangue ricco di ossigeno e ad altri enzimi di viaggiare in tutto il corpo e consentire ai vari gruppi muscolari e agli organi vitali di funzionare e svolgere il proprio lavoro. Quando più fattori come stress cronico o i disturbi iniziano a colpire il cuore, può portare a problemi cardiovascolari che imitano dolori al petto o disturbi cardiaci che possono influenzare lo stile di vita quotidiano di una persona. Fortunatamente, ci sono molti modi per garantire che il cuore rimanga sano e prevenire altri problemi cronici che possono interrompere la funzione del corpo. L'articolo di oggi esamina uno degli integratori essenziali noti come magnesio, i suoi benefici e come corrisponde alla salute del cuore in questa serie in 3 parti. La parte 2 esamina come il magnesio abbassa la pressione sanguigna. La parte 3 esamina i diversi alimenti contenenti magnesio e migliora la salute. Indirizziamo i nostri pazienti a fornitori certificati che consolidano molti trattamenti disponibili per molte persone che soffrono di bassi livelli di magnesio che interessano il sistema cardiovascolare e sono correlati a condizioni croniche che possono causare profili di rischio sovrapposti nel corpo. Incoraggiamo ogni paziente indirizzandolo a fornitori di servizi medici associati in base alla sua diagnosi quando è appropriato. Comprendiamo che l'educazione è un modo fantastico per porre ai nostri fornitori domande complesse su richiesta e comprensione del paziente. Il dottor Jimenez, DC, utilizza queste informazioni solo come servizio educativo. Disclaimer

 

Che cosa è il magnesio?

 

Hai notato che i tuoi livelli di glucosio nel sangue sono elevati? Che ne dici di sentirti a corto di energia? O hai avuto a che fare con continui mal di testa? Quando molte persone hanno a che fare con questi problemi che incidono sulla loro salute, potrebbe essere dovuto a bassi livelli di magnesio che colpiscono i loro corpi. Gli studi rivelano che il magnesio è il quarto catione più abbondante che è un cofattore per oltre 300 enzimi nel corpo. Il magnesio è un integratore essenziale che è un importante elettrolita che idrata l'assunzione di acqua intracellulare nel corpo. Ulteriori studi hanno rivelato che il magnesio svolge un ruolo enorme nel metabolismo del corpo e coinvolge i legami del recettore ormonale per consentire la contrazione muscolare, l'eccitabilità cardiaca, il rilascio di neurotrasmettitori e il tono vasomotorio. Il magnesio è anche necessario per il corpo in quanto è un trasporto attivo per il potassio e il calcio che attraversano la membrana cellulare per il corretto funzionamento. 

 

I benefici del magnesio

 

Quando si tratta di magnesio, sono molte le proprietà benefiche che può fornire all'organismo. Alcuni dei benefici dell'assunzione di magnesio includono:

  • Migliora le prestazioni degli esercizi
  • Regolazione dei neurotrasmettitori
  • Ridurre la depressione e l'ansia
  • Regola i livelli di glucosio nel sangue
  • Prevenire l'emicrania

Quando molte persone hanno bassi livelli di magnesio, gli studi rivelano che condizioni di salute comuni come emicrania, sindrome metabolica, diabete e aritmie cardiache. Queste varie condizioni di salute possono influenzare non solo gli organi vitali del corpo, ma quando una persona ha bassi livelli di magnesio, i suoi livelli di energia sono bassi e iniziano a sentirsi pigri. Inoltre, una persona con bassi livelli di energia a causa della carenza di magnesio può influire sulla sua salute e sul suo benessere. Gli studi rivelano che le carenze di magnesio potrebbero causare profili di rischio sovrapposti nel corpo, che possono svilupparsi in disturbi cronici come problemi cardiovascolari, ipotensione e osteoporosi.


Una panoramica del magnesio

Il fisiologo biomedico Alex Jimenez esaminerà con te il magnesio. Ma prima di iniziare, è importante definire alcune cose. Il primo è la glicolisi. Quindi, se lo scomponiamo, glico significa carboidrati o zucchero. La lisi implica la rottura di tale glicolisi, la rottura dei carboidrati. Il prossimo è il co-fattore. Un cofattore è definito come un composto chimico non proteico necessario per l'attività enzimatica. Puoi pensare a questo come all'enzima che è l'auto e il cofattore è la chiave. Con la chiave, il veicolo può essere avviato. Quindi cos'è il magnesio? Il magnesio è uno ione cationico caricato positivamente e un elettrolita di cui abbiamo bisogno per il nostro corpo. Allora perché il magnesio è importante? Perché supporta la corretta funzione muscolare e nervosa? Regola il metabolismo del glucosio o la scomposizione dei carboidrati nella glicolisi. E cinque dei dieci passaggi della glicolisi richiedono il magnesio come cofattore. Quindi oltre il 50% della scomposizione dei carboidrati richiede il magnesio come cofattore. Aiuta a regolare la nostra densità ossea.


Magnesio e salute del cuore

Come affermato in precedenza, il magnesio è un integratore essenziale che aiuta con l'assunzione di acqua intracellulare e aiuta con i livelli di energia del corpo. Quindi, in che modo il magnesio aiuta il cuore? Gli studi rivelano che i molti ruoli diversi che il magnesio offre all'organismo gli consentono di regolare la pressione sanguigna e il controllo glicemico associato al cuore. Molti pazienti cardiopatici assumono magnesio per garantire che le membrane intracellulari viaggino attraverso il cuore. Inoltre, ulteriori studi rivelano che gli alimenti ricchi di magnesio possono aiutare a ridurre il rischio di gravi rischi cardiovascolari come la cardiopatia ischemica e la malattia coronarica. Il magnesio aiuta anche a ridurre i sintomi simili al dolore associati alla sindrome metabolica e all'ipertensione che possono colpire i vari gruppi muscolari e le articolazioni. Quando la membrana intracellulare è supportata dal magnesio e viaggia dal cuore al resto di tutto il corpo, meno sintomi simili al dolore possono interessare articolazioni, muscoli e organi vitali. 

 

Conclusione

Il magnesio è il quarto integratore essenziale più abbondante che fornisce l'assunzione di acqua intracellulare nel corpo e può fornire supporto al sistema cardiovascolare. Questo integratore svolge un ruolo enorme nel corpo in quanto supporta il suo metabolismo e si assicura che riduca i problemi cardiovascolari. Quando molti individui hanno bassi livelli di magnesio, si svilupperanno problemi cronici come disturbi cardiovascolari, sindrome metabolica e disturbi muscoloscheletrici che influiranno sul corretto funzionamento del corpo. L'incorporazione di alimenti o integratori ricchi di magnesio può ridurre il rischio che questi problemi progrediscano ulteriormente e aiutare a regolare gli elevati livelli ormonali che colpiscono il corpo. La parte 2 esaminerà come si riduce la pressione sanguigna durante l'assunzione di magnesio.

 

Riferimenti

Al Alawi, Abdullah M, et al. "Magnesio e salute umana: prospettive e direzioni di ricerca". International Journal of Endocrinology, Biblioteca nazionale di medicina degli Stati Uniti, 16 aprile 2018, www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC5926493/.

Allen, Mary J e Sandeep Sharma. "Magnesio - Statpearls - Libreria NCBI." In: StatPearls [Internet]. L'isola del tesoro (FL), StatPearls Publishin, 3 marzo 2022, www.ncbi.nlm.nih.gov/books/NBK519036/.

DiNicolantonio, James J, et al. "Magnesio per la prevenzione e il trattamento delle malattie cardiovascolari". Cuore aperto, US National Library of Medicine, 1 luglio 2018, www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC6045762/.

Rosique-Esteban, Nuria, et al. "Magnesio alimentare e malattie cardiovascolari: una revisione con enfasi negli studi epidemiologici". Nutrienti, Biblioteca nazionale di medicina degli Stati Uniti, 1 febbraio 2018, www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC5852744/.

Schwalfenberg, Gerry K e Stephen J. Genuis. "L'importanza del magnesio nell'assistenza sanitaria clinica". scientifica, Biblioteca nazionale di medicina degli Stati Uniti, 2017, www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC5637834/.

Swaminathan, R. "Metabolismo del magnesio e suoi disturbi". Il biochimico clinico. Recensioni, Biblioteca nazionale di medicina degli Stati Uniti, maggio 2003, www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC1855626/.

Disclaimer

Quali sono i benefici del potassio?

Quali sono i benefici del potassio?


Introduzione

Man mano che sempre più persone iniziano a tenere traccia della propria salute, molti spesso cercano di capire quali alimenti contengono la giusta quantità di vitamine e integratori a beneficio dei loro corpi e sostenere gli organi vitali e i livelli genici del corpo. Molti frutti e verdure sono ricchi di vitamine e minerali di cui il corpo ha bisogno per produrre energia e per prevenire problemi cronici dall'influenzare il corpo. L'articolo di oggi esamina il minerale più benefico di cui il corpo ha bisogno, il potassio, i suoi benefici e che tipo di alimenti hanno potassio per il corpo. Indirizziamo i nostri pazienti a fornitori certificati che consolidano molti trattamenti disponibili per molte persone che soffrono di bassi livelli di potassio che interessano il corpo di una persona e correlati a condizioni croniche che possono causare profili di rischio sovrapposti. Incoraggiamo ogni paziente indirizzandolo a fornitori di servizi medici associati in base alla sua diagnosi quando è appropriato. Comprendiamo che l'educazione è un modo fantastico per porre ai nostri fornitori domande complesse su richiesta e comprensione del paziente. Il dottor Jimenez, DC, utilizza queste informazioni solo come servizio educativo. Disclaimer

[potassio-parte-1_63d8202f

Che cos'è il potassio?

Hai avuto crampi muscolari e dolori in tutto il corpo? Che ne dici di sentirti costantemente stanco o di avere poca energia? O hai notato che la tua pressione sanguigna è elevata? Molti di questi problemi cronici sono correlati a bassi livelli di potassio nel corpo. Gli studi rivelano che il potassio è un minerale essenziale di cui il corpo umano ha bisogno per funzionare correttamente. Il potassio è importante poiché è un elettrolita per ricostituire il corpo quando una persona suda. Molte persone atletiche hanno bisogno di riempire il proprio corpo di elettroliti dopo un'intensa sessione di allenamento per assicurarsi che i compartimenti extracellulari e intracellulari siano idratati. Ulteriori studi ha anche detto che il potassio è uno dei nutrienti carenti che molte persone spesso dimenticano a causa dell'assunzione adeguata che deve essere soddisfatta affinché il corpo abbia la quantità raccomandata di potassio per funzionare durante l'intera giornata. Tuttavia, incorporare diversi tipi di alimenti che contengono potassio può fornire la quantità raccomandata di cui l'individuo ha bisogno e fornire risultati positivi. 

 

I benefici del potassio

Quando si tratta del corpo e del potassio, ci sono molti fattori benefici che questo minerale essenziale può fornire. Studi di ricerca hanno rivelato che l'aumento dell'assunzione di potassio con cibi sani e nutrienti può giovare alla salute del corpo. Alcune delle proprietà benefiche che il potassio può fornire includono quanto segue:

  • Abbassando la pressione sanguigna
  • Ridurre la progressione della malattia renale
  • Diminuire il rischio di osteoporosi
  • Gestisce l'ipercalciuria
  • Prevenire lo sviluppo del diabete

Tutti questi problemi cronici che possono colpire il corpo sono correlati a bassi livelli di potassio. Quando il corpo non ha la giusta quantità di vitamine e integratori per aiutare a prevenire questi problemi, può portare a sintomi simili al dolore associati a muscoli, articolazioni e organi vitali. Quindi, quando specialisti del dolore come chiropratici o medici di medicina funzionale esaminano a fondo i pazienti e fanno domande per determinare se il corpo del paziente ha bassi livelli di potassio. Quando il corpo ha bassi livelli di potassio, gli studi rivelano che problemi cronici come ipertensione e livelli elevati di glucosio potrebbero potenzialmente portare a problemi cardiovascolari associati a dolore toracico e diabete. Quando questi problemi sovrapposti colpiscono il corpo, è noto come dolore somato-viscerale. Dolore somato-viscerale è quando gli organi colpiti causano problemi ai muscoli del corpo e causano dolore riferito in diverse posizioni. 


Una panoramica del potassio

L'esperto di fisiologo biomedico Alex Jimenez andrà oltre il potassio. Dice che il potassio è uno ione cat che è caricato positivamente. Quindi il potassio è importante per diversi motivi. Ci aiuta a regolare il nostro battito cardiaco. Ci aiuta a regolare il funzionamento dei nostri muscoli e del tessuto nervoso ed è importante per sintetizzare le proteine ​​e metabolizzare i carboidrati. La quantità giornaliera raccomandata di potassio è di 4.7 grammi per gli Stati Uniti e di 3.5 per il Regno Unito. Quindi, una media di tre grammi e mezzo. Quando pensiamo al potassio e a quali alimenti sono ricchi di potassio, qual è il primo che ci viene in mente? La banana, giusto? Una banana ha solo 420 o 422 milligrammi di potassio. Quindi, per ottenere la nostra quantità giornaliera di potassio, ci servirà mangiare otto banane e mezzo. Non conosco nessuno che mangi otto banane e mezzo a meno che tu non sia una scimmia. Quindi diamo un'occhiata ad altri cibi ricchi di potassio per controbilanciare la quantità nutrizionale invece di mangiare solo otto banane e mezzo. Alcuni cibi ricchi di potassio sono la frutta secca, in particolare le albicocche secche e l'uvetta, che contengono circa 250 milligrammi per porzione da mezza tazza.


Alimenti ad alto contenuto di potassio

È facile incorporare il potassio nelle abitudini quotidiane di una persona. Molti specialisti del dolore come i chiropratici lavorano con fornitori di servizi medici associati come nutrizionisti e fisioterapisti per ripristinare il corpo, prevenire l'ulteriore progressione delle condizioni croniche e ridurre il dolore muscolare e articolare. Tutti sanno che le banane sono uno dei frutti più conosciuti con potassio; tuttavia, mangiare banane da solo può essere noioso. Così tanti frutti e verdure hanno livelli di potassio più alti e possono aiutare a reintegrare gli elettroliti del corpo. Alcuni degli alimenti nutrienti che contengono potassio includono:

  • Banana
  • Avocado
  • Patate dolci
  • Spinaci
  • Frutta secca (albicocche, uvetta, pesche, prugne)

Ora mangiare cibi ricchi di potassio può aiutare l'assunzione di acqua intra ed extracellulare del corpo, ma combinato con trattamenti ed esercizi può prevenire problemi cronici associati a dolori muscolari e articolari. Quando le persone utilizzano queste sane abitudini nella loro vita quotidiana, possono sentirsi meglio e funzionare per tutto il giorno.

 

Conclusione

Cercare di essere più sani non dovrebbe essere difficile e può iniziare in piccolo con la giusta motivazione. Incorporare una dieta sana combinata con esercizi e trattamenti terapeutici può riportare il corpo alla sua versione più sana e prevenire problemi sovrapposti che interessano muscoli, articolazioni, organi vitali e livelli genici. Mangiare cibi integrali e nutrienti ricchi di potassio può aiutare a ripristinare gli elettroliti persi e aiutare a prevenire l'ulteriore progressione dei disturbi cronici nel corpo per evitare dolori muscolari e articolari.

 

Riferimenti

Lui, Feng J e Graham A MacGregor. "Effetti benefici del potassio sulla salute umana". Fisiologia Plantarum, Biblioteca nazionale di medicina degli Stati Uniti, agosto 2008, pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/18724413/.

Pietra, Michael S, et al. "Assunzione di potassio, biodisponibilità, ipertensione e controllo del glucosio". Nutrienti, US National Library of Medicine, 22 luglio 2016, www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC4963920/.

Sur, Moushumi e Shamim S Mohiuddin. "Potassio - StatPearls - Libreria NCBI". In: StatPearls [Internet]. L'isola del tesoro (FL), StatPearls Publishing, 11 maggio 2022, www.ncbi.nlm.nih.gov/books/NBK539791/.

Weaver, Connie M. "Potassio e salute". Advances in Nutrition (Bethesda, Md.), US National Library of Medicine, 1 maggio 2013, www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC3650509/.

Disclaimer

Il dottor Alex Jimenez presenta: L'impatto dello stress (parte 2)

Il dottor Alex Jimenez presenta: L'impatto dello stress (parte 2)


Introduzione

Dr. Alex Jimenez, DC, presenta come lo stress cronico può avere un impatto sul corpo e come è correlato con l'infiammazione in questa serie in 2 parti. Parte 1 ha esaminato in che modo lo stress è correlato a vari sintomi che influenzano i livelli genici del corpo. La parte 2 esamina come l'infiammazione e lo stress cronico sono correlati ai vari fattori che possono portare allo sviluppo fisico. Indirizziamo i nostri pazienti a fornitori di servizi medici certificati che forniscono trattamenti disponibili per molte persone che soffrono di stress cronico associato al sistema cardiovascolare, endocrino e immunitario che colpisce il corpo e sviluppa infiammazioni. Incoraggiamo ciascuno dei nostri pazienti menzionandoli ai fornitori di servizi medici associati in base alla loro analisi in modo appropriato. Comprendiamo che l'educazione è un modo delizioso per porre domande ai nostri fornitori su richiesta e comprensione del paziente. Il dottor Jimenez, DC, utilizza queste informazioni solo come servizio educativo. Disclaimer

 

In che modo lo stress può influire su di noi?

Il dottor Alex Jimenez, DC, presenta: Lo stress può creare molte emozioni che possono avere un impatto enorme su molti di noi. Che si tratti di rabbia, frustrazione o tristezza, lo stress può portare chiunque a raggiungere un punto di rottura e causare condizioni sottostanti che possono trasformarsi in problemi cardiovascolari. Quindi quelle persone con il più alto livello di rabbia, quando guardi la letteratura cardiovascolare, hanno la minima probabilità di sopravvivenza. La rabbia è un cattivo giocatore. La rabbia provoca aritmia. Questo studio ha esaminato, ora che abbiamo persone con ICD e defibrillatori, possiamo monitorare queste cose. E vediamo che la rabbia può scatenare aritmie ventricolari nei pazienti. Ed ora è facile da seguire, con parte della nostra tecnologia.

 

La rabbia è stata collegata a episodi di fibrillazione atriale. Quando ci pensi, è l'adrenalina che si riversa nel corpo e provoca la costrizione coronarica. Sta aumentando la frequenza cardiaca. Tutte queste cose possono portare all'aritmia. E non deve essere fibrillazione atriale. Può essere APC e VPC. Ora, sono emerse alcune ricerche molto interessanti sulla telomerasi e sui telomeri. I telomeri sono piccoli cappucci sui cromosomi e la telomerasi è l'enzima legato alla formazione dei telomeri. E ora, possiamo capire attraverso il linguaggio della scienza, e stiamo iniziando a usare la tecnologia e usare la scienza in un modo che non avremmo mai potuto fare prima per capire l'impatto dello stress sui telomeri e sugli enzimi telomerasi.

 

I fattori che portano allo stress cronico

Il dottor Alex Jimenez, DC, presenta: Quindi una delle persone chiave per studiare questo è la vincitrice del premio Nobel, la dottoressa Elizabeth Blackburn. E quello che ha detto è che questa è una conclusione, e torneremo ad alcuni dei suoi altri studi. Ci dice che i telomeri dei bambini delle donne in utero avevano molto stress o erano ancora più corti nella giovane età adulta rispetto alle madri che non avevano le stesse situazioni stressanti. Lo stress psicologico materno durante la gravidanza può esercitare un effetto di programmazione sullo sviluppo del sistema biologico dei telomeri che è già evidente alla nascita, come si evince dall'impostazione della lunghezza telemetrica dei leucociti appena nati. Quindi i bambini possono entrare impressi e, anche se lo fanno, questo può essere trasformato.

 

Che dire della discriminazione razziale, queste scatole qui mostrano un'elevata discriminazione razziale che porta a una bassa lunghezza dei telomeri, a cui la maggior parte di noi ha mai pensato. Quindi, la lunghezza più corta dei telomeri porta ad un aumento del rischio di cancro e mortalità generale. I tassi di incidenza del cancro sono 22.5 per 1000 anni-persona nel gruppo con telomeri più corti, contro 14.2 nel gruppo medio e 5.1 nel gruppo con telomeri più lunghi. Telomeri più corti possono portare all'instabilità del cromosoma e provocare la formazione del cancro. Quindi, ora comprendiamo, attraverso il linguaggio della scienza, l'impatto dello stress sull'enzima telomerasi e sulla lunghezza dei telomeri. Secondo la dottoressa Elizabeth Blackburn, 58 donne in premenopausa si prendevano cura dei loro figli malati cronici rispetto alle donne che avevano figli sani. Alle donne è stato chiesto come percepiscono lo stress nella loro vita e se influisce sulla loro salute influenzando il loro invecchiamento cellulare.

 

Questa era la domanda dello studio mentre osservavano la lunghezza dei telomeri e l'enzima telomerasi, e questo è ciò che hanno scoperto. Ora, la parola chiave qui è percepita. Non dobbiamo giudicare lo stress dell'altro. Lo stress è personale e alcune delle nostre risposte potrebbero essere genetiche. Ad esempio, qualcuno che ha comp omozigoti con un gene pigro può avere molta più ansia di qualcuno che non ha questo polimorfismo genetico. Qualcuno che ha un MAOA in un MAOB può avere più ansia di qualcuno che non ha quel polimorfismo genetico. Quindi c'è una componente genetica nella nostra risposta, ma quello che ha scoperto è stato lo stress psicologico percepito. E il numero di anni di cura dei bambini con malattie croniche è stato associato a una minore lunghezza dei telomeri e a una minore attività della telomerasi, fornendo la prima indicazione che lo stress può influire sul mantenimento e sulla longevità dei telomeri.

 

Come trasformare la nostra risposta allo stress?

Il dottor Alex Jimenez, DC, presenta: È potente e molti operatori sanitari sono sotto qualche forma di stress. E la domanda è: cosa possiamo fare per trasformare la nostra risposta? Framingham ha anche esaminato la depressione e ha identificato la depressione clinica come un rischio maggiore di eventi cardiovascolari e scarsi risultati rispetto a fumo, diabete, LDL alto e HDL basso, il che è pazzesco perché passiamo tutto il nostro tempo su queste cose. Tuttavia, non dedichiamo molto tempo ad affrontare gli aspetti emotivi delle malattie vascolari. Questo è depressione influenzata, inventario, un semplice test di screening per la depressione, guardando le persone con alti livelli di depressione rispetto a bassi livelli di depressione. E puoi vedere che mentre passi dal livello più basso a quello più alto, mentre ti fai strada, le possibilità di sopravvivenza diminuiscono.

 

E molti di noi hanno le nostre teorie sul motivo per cui ciò accade. Ed è perché se siamo depressi, non diciamo: "Oh, mangerò dei cavoletti di Bruxelles, prenderò quelle vitamine del gruppo B, e uscirò a fare esercizio, e farò un po' di meditazione". Quindi il fattore di rischio indipendente post-IM per un evento è la depressione. La nostra mentalità riguardo alla depressione ci rende incapaci di funzionare normalmente e può far sviluppare al nostro corpo problemi che colpiscono i nostri organi vitali, muscoli e articolazioni. Quindi, la depressione gioca un ruolo importante, poiché il 75% dei decessi post-IM è correlato alla depressione, giusto? Quindi guardando i pazienti, ora, dovete porre la domanda: è la depressione che causa il problema, o è la malattia da citochine che ha già portato alla malattia cardiaca che causa la depressione? Dobbiamo tenere conto di tutto questo.

 

E ancora un altro studio ha esaminato oltre 4,000 persone senza malattia coronarica al basale. Per ogni aumento di cinque punti sulla scala della depressione, il rischio aumentava del 15%. E quelli con i punteggi di depressione più alti avevano un tasso di malattia coronarica più alto del 40% e un tasso di mortalità più alto del 60%. Quindi quasi tutti pensano che sia una malattia da citochine che porta a IM, malattie vascolari e depressione. E poi, ovviamente, quando hai un evento e ne esci fuori con tutta una serie di problemi intorno, sappiamo che le persone depresse hanno un doppio aumento della mortalità, un aumento di cinque volte della morte dopo un attacco di cuore, e scarsi risultati con la chirurgia. È così, cosa è venuto prima, la gallina o l'uovo?

 

In che modo la depressione è collegata allo stress cronico?

Il dottor Alex Jimenez, DC, presenta: Ogni chirurgo lo sa. Non vogliono fare interventi chirurgici su persone depresse. Sanno che il risultato non è buono e, naturalmente, è meno probabile che seguano tutte le nostre ottime raccomandazioni di medicina funzionale. Quindi quali sono alcuni dei meccanismi della disfunzione autonomica sono stati valutati variabilità della frequenza cardiaca e bassi livelli di omega-3, che hanno un profondo effetto sul cervello, e bassi livelli di vitamina D. Ci sono quelle citochine infiammatorie di cui abbiamo parlato che non ottengono sonno ristoratore e molti dei nostri cardiopatici soffrono di apnea. E ricorda, non pensare solo che siano i cardiopatici robusti con il collo corto e spesso; può essere abbastanza ingannevole. Ed è davvero importante osservare la struttura del viso e, ovviamente, la connessione sociale, che è la salsa segreta. Quindi la disfunzione autonomica è un meccanismo? Uno studio ha esaminato la variabilità della frequenza cardiaca nelle persone con un IM recente e hanno esaminato oltre 300 persone con depressione e senza depressione. Hanno scoperto che quattro indici di variabilità della frequenza cardiaca si abbasseranno nelle persone con depressione.

 

Infiammazione intestinale e stress cronico

Il dottor Alex Jimenez, DC, presenta: Quindi ecco due gruppi di persone che hanno un infarto e variabilità della frequenza cardiaca, che salgono in cima come possibile eziologia. Una delle tante cose che possono anche influenzare lo stress cronico nel corpo è il modo in cui il microbioma intestinale svolge la sua parte nello stress ossidativo. L'intestino è tutto e molti cardiopatici ridono perché chiedono ai loro cardiologi: "Perché ti interessa il mio microbioma intestinale? Perché questo dovrebbe influenzare il mio cuore? Bene, tutta quell'infiammazione intestinale sta causando la malattia da citochine. E quello che molti di noi hanno dimenticato dai tempi della scuola di medicina è che molti dei nostri neurotrasmettitori provengono dall'intestino. Quindi l'infiammazione cronica e l'esposizione alle citochine infiammatorie sembrano portare ad alterazioni della funzione della dopamina e dei gangli della base, riflesse da depressione, affaticamento e rallentamento psicomotorio. Quindi non possiamo enfatizzare abbastanza il ruolo dell'infiammazione e della depressione se diamo uno sguardo alla sindrome coronarica acuta e alla depressione, che era associata a marcatori più alti per l'infiammazione, CRP più elevata, HS inferiore, variabilità della frequenza cardiaca inferiore e qualcosa che mai viene controllato in ospedale, che è carenze nutrizionali.

 

E in questo caso, hanno esaminato i livelli di omega-3 e vitamina D, quindi come minimo, un controllo di omega-3 e un livello di vitamina D sono giustificati in tutti i nostri pazienti. E certamente, se riesci a ottenere una diagnosi completa per l'infiammazione indotta dallo stress. Un'altra condizione che devi considerare quando si tratta di infiammazione indotta dallo stress è l'osteoporosi delle articolazioni. Molte persone con osteoporosi avranno perdita muscolare, disfunzione immunitaria, grasso intorno alla linea mediana e glicemia alta sono associati all'invecchiamento e possono derivare da livelli elevati di cortisolo nel corpo.

 

I rischi elevati di malattie cardiache da cortisolo sono due volte superiori nelle persone che assumono alte dosi di steroidi. Piccole quantità di steroidi non hanno lo stesso rischio, quindi non è un grosso problema. Certo, cerchiamo di liberare i nostri pazienti dagli steroidi. Ma il punto qui è che il cortisolo è un ormone dello stress ed è un ormone dello stress che aumenta la pressione sanguigna e aumenta il peso sulla linea mediana, ci rende diabetici, provoca insulino-resistenza e l'elenco è infinito. Quindi, il cortisolo gioca un ruolo importante, e quando si tratta di medicina funzionale, dobbiamo esaminare i vari test che riguardano livelli elevati di cortisolo come la sensibilità alimentare, una valvola delle feci di 3 giorni, una nutra-valvola e uno stress surrenale indice di prova per vedere cosa sta succedendo con i pazienti. Quando c'è un sistema nervoso simpatico intensificato e cortisolo alto, abbiamo discusso di tutto, dalla coagulopatia alla diminuzione della variabilità della frequenza cardiaca, all'obesità centrale, al diabete e all'ipertensione.

 

Relazioni parentali e stress cronico

Il dottor Alex Jimenez, DC, presenta: E l'attivazione del sistema renina-angiotensina è tutto legato allo stress. Diamo un'occhiata a questo studio che ha esaminato 126 studenti di medicina di Harvard, e sono stati seguiti per 35 anni, una lunga ricerca. E hanno detto, qual è l'incidenza di malattie significative, malattie cardiache, cancro, ipertensione? E hanno posto a questi studenti domande molto semplici, qual era il tuo rapporto con tua madre e tuo padre? Era molto vicino? Era caloroso e amichevole? Era tollerante? Era teso e freddo? Questo è quello che hanno trovato. Hanno scoperto che se gli studenti identificavano la loro relazione con i loro genitori come un'incidenza tesa del 100% di un rischio per la salute significativo. Trentacinque anni dopo, se dicevano che era caldo e vicino, i risultati dimezzavano quella percentuale. E sarebbe d'aiuto se pensassi a cos'è e cosa può spiegarlo, e vedrai come le esperienze infantili avverse ci fanno ammalare in pochi minuti e come apprendiamo le nostre capacità di coping dai nostri genitori.

 

Conclusione

Il dottor Alex Jimenez, DC, presenta: La nostra tradizione spirituale viene spesso dai nostri genitori. I nostri genitori sono quelli che spesso ci insegnano come arrabbiarsi o come risolvere i conflitti. Quindi i nostri genitori hanno avuto un profondo effetto su di noi. E se ci pensi, anche la nostra connessione non è molto sorprendente. Questo è uno studio di follow-up di 35 anni.

 

Lo stress cronico può portare a molteplici problemi che possono essere correlati a malattie e disfunzioni nei muscoli e nelle articolazioni. Può colpire il sistema intestinale e portare a infiammazioni se non viene curato immediatamente. Quindi, quando si tratta dell'impatto dello stress sulla nostra vita quotidiana, possono essere numerosi fattori, dalle condizioni croniche alla storia familiare. Mangiare cibi nutrienti ricchi di antiossidanti, fare esercizio fisico, praticare la consapevolezza e sottoporsi a trattamenti quotidiani può ridurre gli effetti dello stress cronico e ridurre i sintomi associati che si sovrappongono e causano dolore al corpo. Possiamo continuare il nostro percorso di salute e benessere senza dolore utilizzando vari modi per ridurre lo stress cronico nel nostro corpo.

 

Disclaimer

Il dottor Alex Jimenez presenta: L'impatto dello stress (parte 2)

Il dottor Alex Jimenez presenta: L'impatto dello stress


Introduzione

Il Dr. Alex Jimenez, DC, presenta come lo stress può avere un impatto su molti individui e correlarsi con molte condizioni nel corpo in questa serie in 2 parti. Indirizziamo i nostri pazienti a fornitori di servizi medici certificati che forniscono molteplici trattamenti disponibili per molte persone che soffrono di ipertensione associata al sistema cardiovascolare, endocrino e immunitario che colpisce il corpo. Incoraggiamo ciascuno dei nostri pazienti menzionandoli ai fornitori di servizi medici associati in base alla loro analisi in modo appropriato. Comprendiamo che l'educazione è un modo delizioso per porre domande ai nostri fornitori su richiesta e comprensione del paziente. Il dottor Jimenez, DC, utilizza queste informazioni solo come servizio educativo. Disclaimer

 

Come lo stress influisce sul corpo

Il dottor Alex Jimenez, DC, presenta: Ora ognuno risponde ai cambiamenti nell'ambiente in modo diverso. Quando si tratta di molte persone che svolgono attività quotidiane dal lavoro al lavoro, apertura nei fine settimana, ingorghi, sostenere esami o prepararsi per un discorso importante, il corpo passa attraverso uno stato costante di iperreattività a uno stadio di esaurimento emotivo e mentale che lascia l'individuo esausto e stressato. E la chiave è riconoscerlo prima che accada, poiché vediamo questo impatto dello stress sui nostri pazienti e su noi stessi. E la prima cosa da capire è quale sia l'evento scatenante che sta causando questo impatto.

 

Qualunque sia l'evento scatenante, la parte più importante è la nostra percezione dell'evento. Cosa significa per noi? È la nostra percezione? Quando il corpo attraversa questo evento iniziale, può far sì che la percezione porti alla risposta e all'effetto sul nostro corpo. Quindi la percezione è tutto mentre parliamo di stress e della risposta allo stress. Ora, abbiamo oltre 1400 reazioni chimiche che si verificano nel corpo. Quindi, ai fini di questo discorso, discuteremo i tre fattori chiave: adrenalina e neuro-adrenalina, aldosterone e, naturalmente, cortisolo.

 

E perché sono importanti? Perché ognuno di questi ha un enorme impatto sulle malattie cardiovascolari. Ora, negli anni '1990, molti medici stavano iniziando a comprendere l'effetto dello stress sul corpo fisico. E cosa succede alle persone quando il loro asse HPA segnala che sono minacciate e iniziano a inondare i loro corpi di ormoni dello stress? Bene, vediamo una coagulazione migliorata. Vediamo uno spostamento nel sistema renina e angiotensina. Aumenta di giri. Vediamo aumento di peso nelle persone e insulino-resistenza. Quello che molte persone non capiscono è che i lipidi diventano anormali con lo stress. Quasi tutti i nostri pazienti sanno che la tachicardia e l'aritmia si verificano quando la nostra adrenalina scorre e la nostra pressione sanguigna aumenta. Ora, pensa a questo attraverso il linguaggio della medicina.

 

Intorno agli anni '1990, all'epoca i medici somministravano aspirina e Plavix per la coagulazione. Continuiamo a fornire ACE e ARB ai nostri pazienti. L'impatto del cortisolo provoca aumento di peso e resistenza all'insulina. Diamo statine; diamo metformina. Forniamo beta-bloccanti per quello, tachicardia e calcio-antagonisti per quella pressione alta. Quindi ogni singolo ormone che viene attivato con lo stress, abbiamo un farmaco che stiamo usando per bilanciarlo. E francamente, per anni, abbiamo parlato di quanto fossero buoni i beta-bloccanti per il cuore. Bene, quando ci pensi, i beta-bloccanti bloccano l'adrenalina. Quindi, quando i medici guardano questo, iniziano a pensare: “Beh, forse abbiamo bisogno di medicare e meditare, giusto? Usiamo tutti questi farmaci, ma potremmo aver bisogno di cercare altri modi per trasformare la risposta allo stress".

 

Cos'è la vasocostrizione?

Il dottor Alex Jimenez, DC, presenta: Non leggeremo ognuno di questi sintomi perché ce ne sono così tanti, ma tutto si riduce alla stessa cosa. Fatica. Dobbiamo pensare a qualcuno che ha avuto un incidente d'auto, per esempio, e quella persona sta sanguinando. Quindi il corpo è bello in quanto mette insieme un modo per fermare l'individuo dal sanguinamento o dalla vasocostrizione. La vasocostrizione sta costruendo questi vasi sanguigni e rendendo le piastrine appiccicose in modo che formino un coagulo e il sangue possa fermarsi. Ciò aumenta la gittata cardiaca aumentando la frequenza cardiaca e aumenta l'aldosterone, che provoca ritenzione di acqua e sale per aumentare la pressione sanguigna. Quindi per qualcuno in un'emergenza medica, come un incidente, sanguinamento o perdita di volume, questa è la bellezza del corpo umano. Ma sfortunatamente, vediamo persone che vivono in questo modo, letteralmente 24 ore su 7, XNUMX giorni su XNUMX. Quindi conosciamo la vasocostrizione e la viscosità piastrinica e vediamo aumenti dei marcatori di infiammazione, omocisteina, CRP e fibrinogeno, che aumentano il rischio cardiovascolare.

 

Vediamo l'impatto del cortisolo, non solo aumentando la pressione sanguigna, non solo causando diabete e insulino-resistenza, ma anche depositando grasso addominale intorno alla linea mediana. E poi, come vedrai tra pochi minuti, ci sono collegamenti tra eventi stressanti e aritmie come la fibrillazione atriale e persino la fibrillazione ventricolare. Per la prima volta in medicina, in cardiologia, abbiamo una sindrome chiamata cardiomiopatia di takosubo, affettuosamente chiamata sindrome del cuore spezzato. E questa è una sindrome in cui il miocardio diventa acutamente stordito al punto da causare una grave funzione o disfunzione del ventricolo sinistro. E di solito, questo è innescato da cattive notizie e da un evento emotivamente stressante. Sembra che qualcuno abbia bisogno di un trapianto di cuore. Quindi, quando pensiamo ai vecchi fattori di rischio di Framingham, diciamo, quali di questi sono influenzati dallo stress?

 

Sintomi di stress

Il dottor Alex Jimenez, DC, presenta: Le persone hanno tutti i tipi di comportamenti disadattivi da sottolineare, che si tratti di 20 amici in questo pacchetto di sigarette, mangiando questo Cinnabon perché mi fa sentire bene in questo momento, o tutto il cortisolo mi farà ingrassare e diventare diabetico. I lipidi salgono sotto stress; la pressione sanguigna sale sotto stress. Quindi ognuno di questi fattori di rischio è influenzato dagli ormoni dello stress. E, naturalmente, sappiamo che con l'attivazione del sistema RAS o del sistema renina-angiotensina, assistiamo sempre a un peggioramento dell'insufficienza cardiaca. E questo è molto descritto in letteratura. E, per quelli di voi che potrebbero lavorare al pronto soccorso, chiedete ai vostri pazienti cosa stavano facendo prima di entrare con il loro episodio di insufficienza cardiaca congestizia o dolore toracico. E ascolterai storie come, stavo guardando un brutto film, o stavo guardando un film di guerra, o mi sono arrabbiato per la partita di football, o qualcosa del genere.

 

Parleremo della variabilità della frequenza cardiaca, che viene influenzata dallo stress. E, naturalmente, lo stress influisce sulla nostra capacità di resistere alle infezioni. E sappiamo che le persone sono sotto stress quando vengono vaccinate. Ad esempio, i laser Cleco funzionano ma non producono anticorpi contro il vaccino quando sono sotto stress. E, naturalmente, come vedrete tra un minuto, un forte stress può causare morte cardiaca improvvisa, infarto del miocardio e così via. Quindi è un cattivo giocatore che viene trascurato. E per molti dei nostri pazienti, lo stress guida il treno. Quindi, quando parliamo di mangiare cavoletti di Bruxelles e cavolfiore e, sai, un sacco di verdure a foglia verde, e qualcuno è così stressato che sta cercando di capire: “Come farò a superare la giornata? " Non sentono nessuna delle altre cose che raccomandiamo.

 

Quindi, lo stress cronico e i disturbi affettivi, che siano depressione, ansia o panico, mettono il piede sull'acceleratore e mandano su di giri il sistema nervoso simpatico. Sappiamo che le stesse cose che vediamo con l'invecchiamento, come vedrai tra un minuto, sono legate all'aumento dei livelli di ormoni dello stress, in particolare il cortisolo. Quindi, che si tratti di osteoporosi, diminuzione della densità ossea, disfunzione endoteliale, attivazione piastrinica, ipertensione, obesità centrale o insulino-resistenza, questo deriva da una risposta allo stress. E dobbiamo avere un piano per i nostri pazienti su come gestirlo. L'American Institute of Stress afferma che dal 75 al 90% di tutte le visite degli operatori sanitari derivano da disturbi legati allo stress. Ed è troppo alto, ma guardando i pazienti e dove stavano arrivando, raccontano le loro storie ai loro dottori. I risultati sono gli stessi; non importa se si trattava di mal di testa, tensione muscolare, angina, aritmia o intestino irritabile; ha quasi sempre avuto qualche fattore scatenante dello stress.

 

Stress acuto e cronico

Il dottor Alex Jimenez, DC, presenta: C'è una differenza tra stress acuto e cronico con la nostra percezione e connessione sociale. Anche se otteniamo un po' di forza da un potere superiore, lo stress può avere un impatto su chiunque e la maggior parte di noi potrebbe non essere in grado di gestirlo bene. Quindi un grande studio è stato fatto molti anni fa dal Dr. Ray e Holmes che affermava, 50 anni fa, messo insieme un metodo per quantificare gli eventi che cambiano la vita. Quindi diamo un'occhiata ad alcune aree, come gli eventi che cambiano la vita. In che modo gli eventi che cambiano la vita e come si classificano? Quali sono i grandi e quali i piccoli?

 

E in che modo questa classifica porta a gravi problemi medici come cancro, infarto e morte improvvisa in futuro? Quindi hanno esaminato 43 eventi che cambiano la vita, li hanno classificati in origine e li hanno riclassificati negli anni '1990. E alcuni di loro sono rimasti gli stessi. Hanno assegnato un punteggio di aggiustamento all'evento e poi hanno esaminato i numeri che sarebbero stati collegati a malattie gravi. Quindi, ad esempio, un evento che cambia la vita. Il numero uno, 100 unità che cambiano la vita, è la morte di un coniuge. Chiunque potrebbe identificarsi con quello. Il divorzio era il numero due, la separazione il numero tre e la fine di un familiare stretto. Ma ho anche notato che alcune cose sono state classificate che potrebbero non essere equiparate a essere un importante evento che cambia la vita che può avere un impatto su una risposta allo stress come il matrimonio o il pensionamento.

 

Conclusione

Il dottor Alex Jimenez, DC, presenta: Quindi non è stato il singolo evento a fare la differenza. Era la somma degli eventi. E quello che hanno scoperto dopo aver esaminato 67 medici è stato che se avevi un punteggio unitario che cambia la vita da qualche parte tra zero e uno 50, non è un grosso problema, nessuna vera malattia grave, ma una volta raggiunto quel limite di 300, c'era un 50% possibilità di malattia grave. Quindi questa cronologia degli eventi nella vita del paziente. Vogliamo sapere cosa stava succedendo nella loro vita quando sono iniziati i sintomi e poi riportarlo prima per capire l'ambiente in cui viveva questo individuo. L'impatto dello stress può far sviluppare a molte persone condizioni croniche e mascherare altri sintomi che possono portare a dolori muscolari e articolari. Nella parte 2, approfondiremo il modo in cui l'impatto dello stress influisce sul corpo e sulla salute di una persona.

 

Disclaimer

Il dottor Alex Jimenez presenta: come si spiega l'ipertensione (parte 2)

Il dottor Alex Jimenez presenta: come si spiega l'ipertensione (parte 2)


Introduzione

Il dottor Alex Jimenez, DC, presenta come l'ipertensione colpisce il corpo umano e come trovare modi per gestire i sintomi associati all'ipertensione che colpiscono molti individui in questa serie in 2 parti. Parte 1 ha esaminato i vari fattori correlati all'ipertensione e la parte 2 ha esaminato i diversi geni e livelli corporei influenzati dall'ipertensione. Indirizziamo i nostri pazienti a fornitori di servizi medici certificati che forniscono molteplici trattamenti disponibili per molte persone che soffrono di ipertensione associata al sistema cardiovascolare, endocrino e immunitario che colpisce il corpo. Incoraggiamo ciascuno dei nostri pazienti menzionandoli ai fornitori di servizi medici associati in base alla loro analisi in modo appropriato. Comprendiamo che l'educazione è un modo delizioso per porre domande ai nostri fornitori su richiesta e comprensione del paziente. Il Dr. Jimenez, DC, utilizza queste informazioni solo come servizio educativo. Disclaimer

 

Quali sono i livelli di ADMA nell'ipertensione

Il dottor Alex Jimenez, DC, presenta: Ok, quindi cosa influenza i livelli di ADMA? La sovraregolazione di NRF-2 può ridurre i livelli di ADMA. Quindi è fantastico. Quindi, guardando le cose ad alto contenuto di EGCG, pensa al tè verde, sulforafano, resveratrolo ed esercizi che riducono i livelli di ADMA nel corpo. Il miglioramento del controllo della glicemia migliora i livelli di ADMA, affrontando il percorso dell'omocisteina e osservando l'omocisteina acida. Quindi questo pone la domanda, qual è il farmaco da banco più comune negli Stati Uniti per il reflusso gastroesofageo o l'iperacidità dello stomaco che aumenta i livelli di ADMA? E questo è inibitori della pompa protonica, una dieta povera o omocisteina elevata. Questi sono un paio di punti di contatto sull'ADMA che puoi considerare.

Spostiamoci un po'. Ricordi che abbiamo parlato di un aumento dello stress ossidativo? C'è un'intera orchestra del sistema enzimatico che affronta lo stress ossidativo. E lo stress ossidativo cronico può portare all'ipertensione. Porta anche alla fibrosi o fibrosi graduale degli organi terminali. E così quando si hanno specie reattive dell'ossigeno elevate, proliferazione cellulare, cambiamenti nella migrazione, cambiamenti nell'apoptosi, c'è un aumento dell'infiammazione. Le specie reattive dell'ossigeno rendono più rigido il tessuto a livello della membrana basale; il tuo tessuto diventa più rigido quando hai aumentato lo stress ossidativo. Inizi a cambiare con un aumento dello stress ossidativo, degli enzimi della matrice extracellulare e della struttura, e poi inizi a soffrire di disfunzione endoteliale.

Molti enzimi sono influenzati dall'alimentazione e dal nostro corredo genetico che modificano il nostro equilibrio dello stress ossidativo. Alcuni di questi enzimi sono il glutatione e il glutatione perossidasi. Il quinto enzima verso il basso è il GPX, che è l'enzima che ci aiuta a reagire all'infiammazione e alle tossine alterando l'equilibrio del glutatione. Abbiamo menzionato più volte il glutatione. Parleremo del glutatione come biomarcatore che puoi controllare per valutare lo stress ossidativo nel tuo paziente. Quindi il tuo stress ossidativo è dovuto alla disfunzione mitocondriale o il tuo aumento dello stress ossidativo è dovuto all'infiammazione? Abbiamo visto questo come un effetto collaterale in molti pazienti, poiché l'aumento dell'infiammazione porta ad un aumento dello stress ossidativo associato ad una maggiore disfunzione mitocondriale. Questo triangolo è una matrice di interazione tra il nodo energetico, la disfunzione mitocondriale, le specie reattive dell'ossigeno e i marcatori infiammatori del nodo di difesa e riparazione. Abbiamo visto questo multiplo in molteplici condizioni diverse.

 

In che modo lo stress ossidativo è associato ai livelli di ADMA?

Il dottor Alex Jimenez, DC, presenta: Quando vediamo i risultati dello stress ossidativo in molti diversi sistemi di organi in molte altre condizioni nelle nostre pratiche mediche, in molti pazienti, spesso vediamo tutte queste condizioni croniche associate allo stress ossidativo come parte dei loro sintomi. Quando ciò accade, dobbiamo pensare a come modularli ponendo loro alcune semplici domande. Vorremmo chiedere loro che tipo di spezie ed erbe usano quando cucinano. O qual è il loro programma di dieta? Queste domande sono importanti per analizzare e assistere il paziente perché le spezie culinarie possono influenzare molti aspetti del metabolismo del nostro corpo che potrebbero influenzare la pressione sanguigna.

 

Guardando l'elenco delle varie spezie, è importante aggiungerle alle preparazioni alimentari o alterare il gusto del cibo per aggiungere sapore e migliorare la tua salute. Un'altra cosa da cercare quando si tratta di abbassare la pressione sanguigna è aggiungere queste varie spezie al cibo come parte della routine quotidiana e rivolgersi a un allenatore della salute o a un nutrizionista, il cui compito principale è aggiungere più spezie alla dieta di un paziente e inventando numerose ricette che hanno queste spezie. Ricorda, non ci vuole molto; un cucchiaino a un cucchiaio di erbe miste nel cibo durante il giorno potrebbe aiutare a normalizzare la pressione sanguigna.

Come trovare un piano per abbassare l'ipertensione

Il dottor Alex Jimenez, DC, presenta: Ok, come affronterai lo stress ossidativo e quali biomarcatori potresti guardare? Bene, lo stress ossidativo colpisce molti livelli diversi dei nostri livelli cellulari e subcellulari. Lo stress ossidativo può causare danni al DNA e modificare i grassi nelle membrane della cellula mitocondriale. Può indurre una maggiore lattazione e interrompere la struttura proteica nel nostro corpo. Quindi iniziamo a guardare la capacità antiossidante totale. La capacità antiossidante totale è influenzata dall'adeguatezza nutrizionale dei grassi essenziali di troppi carboidrati semplici di sufficienti minerali, vitamine e fitonutrienti. Quindi puoi controllare i livelli di glutatione nel siero, i livelli di cisteina, gli enzimi, la glutatione perossidasi, la superossido dismutasi e il perossido lipidico in questo elenco per vedere cosa è elevato nel corpo. Puoi controllare questi diversi marcatori e avere un'idea di quale parte delle cellule o del sistema di organi è influenzata dallo stress ossidativo.

 

Quando vediamo questi risultati, dobbiamo sviluppare un piano per aumentare gli antiossidanti liposolubili, che possono essere liposolubili e idrosolubili, come l'acido alfa-lipoico. Oppure, diciamo, per esempio, qualcuno ha livelli elevati di guanosina otto-idrossi-desossi. Quali sono le cose che ti aiutano a riparare la loro sequenza di DNA? Beh, sono i componenti di un metabolismo cellulare a un carbonio. Sono le tue vitamine del gruppo B. Sono i gruppi metilici dei grassi essenziali. Ma allora devi chiedere, perché questo è elevato? È elevato a causa di carenza di micronutrienti, tossicità mitocondriale, infiammazione cronica o iperglicemia? Quindi è normale che i tuoi pazienti cardiometabolici vedano frequentemente un aumento del marcatore di ossidazione del DNA otto-idrossi-deossi-guanosina.

 

Ok, questi sono biomarcatori che puoi controllare nelle urine o nel sangue. Qual è un altro biomarcatore che puoi controllare osservando l'equilibrio dell'ossido nitrico e dell'angiotensina? Quali sono i modi in cui è possibile controllare la funzione endoteliale? Quali sono i modi in cui puoi migliorare la funzione endoteliale anche senza controllare? Bene, ci sono diverse cose che puoi fare per migliorare l'ossido nitrico. Li abbiamo menzionati prima, come migliorare l'equilibrio batterico, mangiare più flavonoidi, aumentare i cibi ricchi di nitrati o persino aggiungere lo yoga al tuo regime. Ci sono modi in cui puoi migliorare la funzione endoteliale senza farmaci come il sildenafil, come notato, che potrebbe potenzialmente essere correlato all'apnea notturna. Può indicare se hanno l'apnea notturna, hanno bisogno di una divisione mandibolare e affrontano alcune delle condizioni che portano con sé. Oppure, in fondo, può gestire i loro pasti ricchi di grassi.

 

Ok, se hai qualcuno che segue una dieta chetogenica, devi riconoscere il potenziale stress ossidativo e affrontarlo con i tuoi pazienti. Quindi quali sono alcuni dei primi modi per rilevare la disfunzione vascolare o endoteliale? Uno degli strumenti ambulatoriali che puoi utilizzare è l'indice di reattività vascolare. Questo rileva la malattia vascolare e osserva la flessibilità della flessibilità dei piccoli capillari e quanto bene profuse il tessuto a valle di un'ostruzione. Quindi, invece di guardare le arterie coronarie o le carotidi, si guarda in basso a livello delle arterie, e si osserva quella che viene chiamata iperemia reattiva. Quindi, ti dà un'infiammazione prognostica.

Misurazione della pressione sanguigna

Il dottor Alex Jimenez, DC, presenta: E ci sono stati studi che seguono le persone con iperemia reattiva per esaminare la disfunzione endoteliale e come interagisce con il punteggio di rischio di Framingham. E sappiamo che quando qualcuno ha un indice anormale che predice eventi cardiovascolari, combinandolo con il percorso finale abbassa le letture della funzione endoteliale inferiore, che è associata a malattie cardiovascolari a lungo termine. Allora come succede? Ti metti un bracciale per la pressione sanguigna sul braccio con un monitor al dito. Alzi il bracciale per la pressione sanguigna per ostruire il flusso sanguigno. Quindi, dopo cinque minuti, lo rilasci e la tua risposta vascolare a quell'ondata di sangue dopo l'occlusione del flusso sanguigno predice l'ipertensione e la malattia coronarica. A sinistra, vedi la normale funzione endoteliale; la linea blu sul grafico in alto a sinistra è l'ostruzione del flusso sanguigno.

 

E poi, dopo cinque minuti, rilasci il bracciale e vedi questo flusso di sangue quasi a forma di campana che scende verso i capillari. Conosci la risposta, la funzione endoteliale. Questa è una curva normale a destra. È una scarsa funzione endoteliale. Puoi vedere che non ci sono segni di flessibilità capillare arteriosa. E quindi questo è predittivo fino a sette anni dopo. Quindi ti chiedi, c'è qualcosa che può migliorare la funzione endoteliale quando mi aspetto una disfunzione della funzione endoteliale o ho un indice di reattività vascolare anormale? E sì, scegliamone uno come esempio. Mangiare mirtilli due volte al giorno o assumerli in polvere è ricco di antociani. A quel punto, puoi aggiungerli a un frullato che hai incorporato nella tua dieta e avere antiossidanti nel tuo sistema. Gli antociani e i loro metaboliti possono aiutare a migliorare la funzione vascolare aumentando la dilatazione del flusso mediato e abbassando la pressione arteriosa sistolica nelle 24 ore.

 

Usiamo molta carotide nello spessore mediale perché se ho qualcuno con iperlipidemia, iperglicemia o ipertensione, voglio usarlo come punto di leva per vedere se ha un'infiammazione, il suo toro carotideo o la sua carotide interna su ciascun lato per tracciare per vedere se stiamo ottenendo un miglioramento sistemico dell'infiammazione o possiamo ottenere un'inversione con la placca. E così lo abbiamo fatto con successo testando la nostra clinica, i lipidi avanzati e l'educazione attraverso visite mediche di gruppo insieme a interventi sullo stile di vita con nutraceutici. E abbiamo avuto una riduzione della modulazione della placca e dei segni e un miglioramento dell'infiammazione. Se non si fa nulla di utile, l'aumento medio annuo dello spessore medio-intimo carotideo è compreso tra il 10 e il 20% del livello anormale. Puoi usarlo come strumento, in regime ambulatoriale, molto facilmente per monitorare la riduzione dell'infiammazione vascolare sistemica nella placca.

 

Guardando i marcatori emergenti

Il dottor Alex Jimenez, DC, presenta: Alcuni altri marcatori emergenti, come HSCRP, acido urico, metalli pesanti, carenze nutrizionali e TMAO, sono correlati all'ipertensione. E migliorando quei marcatori, ottieni un miglioramento della pressione sanguigna. Ecco la cosa da ricordare. Quando guardi un HSCRP e vedi che è sopra uno, ecco la connessione. Ora HSCRP inibisce l'ossido nitrico sintasi endoteliale. Quindi, quando vedi un HSCRP elevato, stabilisci una connessione con un ossido nitrico inferiore. Se vedi un HSCRP elevato che sottoregola i recettori dell'angiotensina-XNUMX, può aumentare la pressione sanguigna ed è associato ad un aumento del rischio cardiovascolare.

 

Ogni quanto controlli l'acido urico? È importante prevenire l'acido urico nei pazienti ipertesi. Se è superiore a sei, devi affrontarlo. Come gestisci livelli elevati di acido urico? Bene, rimuovendo cibi ricchi di purine o migliorando il metabolismo dell'urina attraverso il tuo unico metabolismo dei carboidrati, b12, completamente b6, limitando il loro alcol o evitando molto zucchero extra-fruttosio o migliorando il loro peso corporeo, o affrontando la resistenza all'insulina. Tutti questi mediano l'acido urico. Se hai qualcuno che è iperemico, ricorda queste cinque aree di squilibrio fisiologico modificabile. Quindi spero che tu abbia visto che l'ipertensione è una sindrome. Non è una cosa; non è rigidità; è una sindrome in quanto hai tre aree che devi considerare l'infiammazione, lo stress ossidativo e la risposta immunitaria. Puoi osservare molti dei diversi squilibri attorno a questo quadrante.

Conclusione

Il dottor Alex Jimenez, DC, presenta: Puoi guardare il tuo paziente; puoi vedere in che modo puoi valutarli ulteriormente. E così, quando vedi un paziente con ipertensione, considera i trattamenti delineati nel tuo albero decisionale clinico. E poi, puoi applicare i fattori dello stile di vita modificabili e le cose per abbassare la pressione sanguigna. Incorporare queste applicazioni sullo stile di vita può migliorare la causa principale e aiutarti a trovare la causa principale dell'ipertensione attraverso l'obiettivo della medicina funzionale.

 

Disclaimer

Il dottor Alex Jimenez presenta: come si spiega l'ipertensione (parte 2)

Il dottor Alex Jimenez presenta: come si spiega l'ipertensione


Introduzione

Dr. Alex Jimenez, DC, presenta come l'ipertensione colpisce il corpo umano e alcune cause che possono aumentare l'ipertensione in molti individui in questa serie in 2 parti. Indirizziamo i nostri pazienti a fornitori di servizi medici certificati che forniscono molteplici trattamenti disponibili per molte persone che soffrono di ipertensione associata al sistema cardiovascolare e immunitario che colpisce il corpo. Incoraggiamo ciascuno dei nostri pazienti menzionandoli ai fornitori di servizi medici associati in base alla loro analisi in modo appropriato. Comprendiamo che l'educazione è un modo delizioso per porre domande ai nostri fornitori su richiesta e comprensione del paziente. Il Dr. Jimenez, DC, utilizza queste informazioni solo come servizio educativo. Disclaimer

 

Come cercare l'ipertensione

Il dottor Alex Jimenez, DC, presenta: Torniamo all'albero decisionale in modo che possiate iniziare a pensare a come applicherete il modello go-to-it nella medicina funzionale all'ipertensione e come inizierete a valutare meglio qualcuno con ipertensione piuttosto che dire loro che la loro pressione sanguigna è elevata . Il corpo è influenzato da infiammazione, stress ossidativo o risposta immunitaria? Sta influenzando la funzione endoteliale o la muscolatura liscia vascolare da queste tre categorie di reazioni, infiammazione, stress ossidativo o risposta immunitaria? Scegliamo un calcioantagonista diuretico o un ACE inibitore? E quindi per farlo, è davvero importante nella nostra sezione di raccolta. Prendendo la storia medica e la sequenza temporale della loro ipertensione, dai questionari ottieni un indizio sul danno d'organo. Stai guardando i loro dati antropometrici.

 

Ciò include le seguenti domande:

  • Quali sono i marcatori infiammatori?
  • Quali sono i biomarcatori e gli indicatori clinici?

 

Questi sono delineati attraverso l'albero decisionale clinico. E già solo facendo questo, espanderai e perfezionerai la tua lente su ciò che potresti vedere nel tuo paziente iperteso. Aggiungiamo alla cronologia quando inizia l'ipertensione? Il lasso di tempo dell'ipertensione inizia effettivamente nel periodo prenatale. È importante chiedere al paziente se era in età precoce o in età scolare. La loro madre era stressata? Sono nati prematuri o prematuri? C'è stato stress nutrizionale durante la gravidanza? Se lo sanno, puoi avere due persone con la stessa dimensione renale, ma la persona che non ha avuto abbastanza proteine ​​durante la gravidanza può avere fino al 40% in meno di glomeruli. Sapere che cambierà il modo in cui aggiusti il ​​​​farmaco decenni dopo se sai che forse hanno il 40% in meno di glomeruli.

 

La cronologia per la pressione sanguigna

Il dottor Alex Jimenez, DC, presenta: Quindi è importante prendere la cronologia della loro pressione sanguigna. Poi è anche importante riconoscere cosa sta succedendo quando iniziamo a organizzare e raccogliere dati attraverso i biomarcatori; i biomarcatori di base ti daranno indizi sul fatto che abbiano problemi con i lipidi dell'insulina, se hanno problemi con la reattività vascolare, l'equilibrio del sistema nervoso autonomo, lo squilibrio, la coagulazione o gli effetti delle tossine immunitarie. Quindi questa è una cosa ragionevole da stampare perché, nel tuo paziente iperteso, è solo attraverso i biomarcatori che puoi iniziare a ottenere un indizio su quali aree di disfunzione influenzano l'infiammazione, lo stress ossidativo e la risposta immunitaria e come questi biomarcatori lo riflettono informazioni per te. Questo è molto ragionevole da avere davanti a te per aiutarti a cambiare i tuoi pensieri sull'ipertensione e ti consente anche di affinare alcune delle caratteristiche della persona dall'altra parte del tuo stetoscopio in un modo più personalizzato e preciso.

 

Ma cominciamo dall'inizio. Il tuo paziente ha la pressione alta? Sappiamo che a seconda degli effetti degli organi terminali delle loro comorbidità, potresti avere una pressione sanguigna leggermente più alta se hai un problema di profusione nel cervello, nei reni o nel cuore, ma ci sono alcune linee guida. Le nostre linee guida 2017 dell'American Heart Association per le categorie di pressione sanguigna sono elencate qui. Sono aumentati e diminuiti avanti e indietro negli ultimi due decenni, ma questo è molto chiaro. Avere una pressione sanguigna elevata, qualsiasi cosa al di sopra di 120, ha davvero cambiato il numero di persone che iniziamo a vedere o considerare di affrontare le cause alla radice della loro pressione sanguigna. Quindi torneremo su questo, specialmente nel caso per aiutarci a vedere come classifichiamo le persone con problemi di pressione sanguigna.

 

I criteri per misurare la pressione sanguigna

Il dottor Alex Jimenez, DC, presenta: Qual è il primo passo? È come fai a misurare la pressione sanguigna al tuo paziente? Lo controllano a casa? Ti portano quei numeri? Come monitorate la pressione sanguigna nella vostra clinica? Come si ottengono letture accurate nella propria clinica? Ecco i criteri per misurare con precisione la pressione sanguigna e le domande da considerare se stai facendo tutto questo. 

  • Chiedi al tuo paziente se ha assunto caffeina nell'ultima ora?
  • Se hanno fumato nell'ora precedente?
  • Sono stati esposti al fumo nell'ultima ora? 
  • Il luogo in cui stai misurando la pressione sanguigna è caldo e tranquillo?
  • Sono seduti con la schiena appoggiata su una sedia con i piedi per terra?
  • Usi il tavolino girevole per appoggiare il braccio all'altezza del cuore?
  • Sono seduti al tavolo degli esami con i piedi penzolanti e un assistente infermiere alza il braccio e mette la piega ascellare per tenergli il braccio lì?
  • Hanno i piedi per terra? 
  • Sono rimasti seduti lì per cinque minuti? 
  • Si sono esercitati nei 30 minuti precedenti? 

 

Potresti avere la pressione arteriosa sistolica se tutto rientra nei criteri. Ecco la sfida. Ci sono da 10 a 15 millimetri di mercurio in più quando si sta seduti e si misura la pressione sanguigna. E la misura del polsino? Conosciamo il secolo scorso; la maggior parte degli adulti aveva una circonferenza della parte superiore del braccio inferiore a 33 centimetri. Oltre il 61% delle persone ora ha una circonferenza del braccio superiore a 33 centimetri. Quindi la dimensione del bracciale è diversa per circa il 60% dei pazienti adulti, a seconda della popolazione. Quindi devi usare un polsino grande. Quindi dai un'occhiata a come viene raccolta la pressione sanguigna nel tuo ufficio. Diciamo che la pressione sanguigna è elevata nei tuoi pazienti; allora dobbiamo chiedere, è normale? Grande.

 

I diversi tipi di ipertensione

Il dottor Alex Jimenez, DC, presenta: È elevato a causa dell'ipertensione da camice bianco? Hanno una pressione sanguigna normale, elevata al di fuori della clinica o ipertensione mascherata? O hanno solo un'ipertensione sostenuta che è una sfida? Ne parleremo. Quindi, quando interpreti, è anche importante considerare il monitoraggio ambulatoriale della pressione arteriosa. Quindi, se hai qualcuno che è iperteso e non sai se la pressione sanguigna scende e stai cercando di capire se ha ipertensione sostenuta, puoi usare il monitoraggio della pressione sanguigna 24 ore su 130. La pressione arteriosa media diurna superiore a 80 su 110 è ipertensiva, la pressione arteriosa notturna media superiore a 65 su 15 è ipertensiva. Quindi perchè è importante? La pressione sanguigna media scende a circa il XNUMX% durante la notte a causa del problema con l'abbassamento della pressione sanguigna. Il mancato calo della pressione sanguigna durante il sonno notturno potrebbe sviluppare problemi che possono interessare una persona durante il giorno. 

 

Se il tuo paziente dorme di notte, dovrebbe diminuire di circa il 15% quando dorme. Se hanno una pressione sanguigna non discendente, è associata a comorbilità. Quali sono alcune di queste comorbilità nella pressione sanguigna non abbassata? Alcune delle condizioni correlate con la pressione sanguigna senza immersione includono:

  • Malattia cardiaca congestizia
  • Malattie Cardiovascolari
  • Malattia cerebrovascolare
  • Insufficienza cardiaca congestizia
  • Fallimento renale cronico
  • Infrazioni cerebrali silenziose

Co-morbidità associate a pressione non sanguigna

Il dottor Alex Jimenez, DC, presenta: Queste sono le comorbilità associate alla pressione non sanguigna. Siamo tutti d'accordo sul fatto che la pressione sanguigna elevata non è necessariamente buona in tutte quelle condizioni. Quindi, quando si osservano diversi gruppi di persone o altre comorbidità, la pressione arteriosa non abbassata è più comunemente associata a persone sensibili al sodio, persone che hanno insufficienza renale, persone che hanno il diabete, persone che hanno l'ipertrofia ventricolare sinistra, persone che hanno ipertensione refrattaria o disfunzione del sistema nervoso autonomo e, infine, apnea notturna. Quindi, la pressione sanguigna non abbassata aumenta la tua associazione con un danno cardiaco subclinico. Ok, l'immersione inversa significa che sei più iperteso di notte ed è più associato all'ascesa che durante il giorno è più correlato all'ictus emorragico. E se hai qualcuno con ipertensione notturna, devi iniziare a pensare a cose come le arterie carotidi e l'aumento dello spessore mediale interno della carotide. Inizi a pensare all'ipertrofia ventricolare sinistra e potresti vederlo sull'ECG. Ecco cosa sappiamo dell'ipertensione notturna. L'ipertensione notturna è una pressione arteriosa notturna superiore a 120 su 70. È associata a una maggiore prevedibilità di morbilità e mortalità cardiovascolare.

 

Se soffri di ipertensione notturna, aumenta il rischio di mortalità per malattie cardiovascolari dal 29 al 38%. Dobbiamo sapere cosa succede di notte quando dormiamo, giusto? Bene, qual è un'altra raffinatezza? Un altro perfezionamento è riconoscere che la pressione sanguigna a riposo è controllata dal sistema renina-angiotensina. La pressione sanguigna al risveglio è controllata dal sistema nervoso simpatico. Quindi parliamo di come il loro sistema renale di angiotensina guida la loro ipertensione notturna e pensi a quali farmaci stanno assumendo. Potresti cambiare il dosaggio del farmaco alla notte. Bene, gli studi hanno dimostrato che se hai l'ipertensione notturna e non sei un merlo acquaiolo, è meglio prendere i tuoi ACE-inibitori, ARB, calcio-antagonisti e alcuni beta-bloccanti la sera prima di andare a letto. Ma ha senso che tu non sposti i tuoi diuretici alla notte, o avrai un sonno disturbante.

 

Affrontare la pressione sanguigna diurna e notturna

Il dottor Alex Jimenez, DC, presenta: Quindi, se non affrontiamo la pressione sanguigna diurna e notturna, dobbiamo considerare l'effetto del carico pressorio. Qual è la tua pressione sanguigna media diurna e la tua pressione sanguigna moderata durante il sonno. Sappiamo che il carico pressorio nei giovani adulti è ipertensivo solo circa il 9% delle volte. Ciò significa che il carico sistolico è di circa il 9% rispetto agli anziani, circa l'80% del carico di pressione sanguigna è sistolico. E così quando hai un carico sistolico più alto, hai più complicazioni e danni agli organi terminali. Quindi quello di cui stiamo parlando è aiutare a identificare il tuo paziente con ipertensione; qual è la loro cronologia? Qual è il loro fenotipo? Sono ipertesi solo di giorno o anche di notte? Dobbiamo guardare a cosa aiuta a bilanciarlo.

 

Ecco l'altro punto, solo circa il 3.5% delle persone con ipertensione ha una causa genetica. Solo il 3.5% delle persone i loro geni causano l'ipertensione. Il potere è alla base della matrice e riconosce questi schemi, giusto? Quindi guardi l'esercizio, il sonno, la dieta, lo stress e le relazioni. Quindi sappiamo che questi quattro equilibri autonomici aiutano a determinare la pressione sanguigna. Esamineremo il sistema renale dell'angiotensina, il volume plasmatico in cui trattengono troppo fluido, il carico salino secondario e la disfunzione endoteliale. Anomalie in uno qualsiasi di questi possono portare all'ipertensione. Abbiamo parlato di un altro che può portare all'ipertensione: il legame tra insulino-resistenza e ipertensione.

 

Questo schematicamente ti dà un'idea delle interazioni fisiologiche tra insulino-resistenza e ipertensione. Colpisce l'aumento del tono simpatico e l'aumento dell'equilibrio del sistema renale-angiotensina. Quindi dedichiamo qualche minuto al percorso del sistema renina-angiotensina dall'angiotensinogeno fino all'angiotensina due. Approfittiamo di questi enzimi somministrando inibitori agli enzimi di conversione dell'angiotensina nei nostri pazienti ipertesi. L'angiotensina due elevata porta all'ipertrofia cardiovascolare, porta alla costrizione della fase simpatica, all'aumento del volume sanguigno, al fluido di sodio, alla ritenzione e al rilascio di aldosterone. Puoi chiedere informazioni sui biomarcatori dei tuoi pazienti? Puoi chiedere se hanno livelli elevati di renina?

 

Cerca i segni

Il dottor Alex Jimenez, DC, presenta: Beh, puoi. È possibile controllare l'attività della renina plasmatica e i livelli di aldosterone. È importante farlo se il paziente è iperteso e non ha mai assunto farmaci perché è qui che il protossido di azoto è così importante. È qui che è presente la tua ossido nitrico sintasi endoteliale. Qui è dove hai lo stress puro ed emodinamico. È qui che l'assunzione alimentare di arginina o l'ambiente che influenza l'ossido nitrico gioca un ruolo importante nella salute di questo strato di endotelio. Se metti tutto insieme in qualche modo, miracolosamente, o almeno con gli occhi della tua mente, coprirà sei campi da tennis nell'adulto medio. È una superficie enorme. E le cose che causano la disfunzione endoteliale non sono una novità per le persone in medicina funzionale. L'aumento dello stress ossidativo e dell'infiammazione sono due cose che abbiamo menzionato che hanno un effetto.

 

E poi, guarda alcuni di questi altri componenti, il tuo ADMA è elevato e correlato alla resistenza all'insulina. Tutto comincia a formarsi insieme in una matrice che interagisce. Quindi guardi una comorbidità nella sindrome cardiometabolica e colpisce un'altra comorbidità. All'improvviso vedi l'interrelazione tra loro o l'iperomocisteinemia, che è un marcatore del metabolismo a un carbonio, il che significa che stai osservando l'adeguatezza di folati, b12, b6, riboflavina e quell'attività del tuo metabolismo a un carbonio. Quindi diamo un'occhiata ad alcuni di questi marcatori di rischio emergenti per migliorare e monitorare i pazienti con ipertensione. Rianalizziamo nuovamente l'ADMA. ADMA sta per dimetil arginina asimmetrica. Asimmetrica, la dimetilarginina è un biomarcatore della disfunzione endoteliale. Quella molecola inibisce l'ossido nitrico sintasi compromettendo la funzione endoteliale e in tutte le comorbidità associate alla sindrome cardiometabolica, l'ADMA può essere elevata.

Conclusione

Quindi, come rapida rassegna, la L-arginina viene convertita in ossido nitrico tramite l'ossido nitrico sintasi e l'adeguatezza dell'ossido nitrico porta alla vasodilatazione. ADMA blocca questa conversione. E se i tuoi livelli di ADMA sono elevati e i tuoi livelli di ossido nitrico sono bassi, allora hai diminuito l'aumento dell'aggregazione piastrinica dell'ossido nitrico nell'ossidazione delle LDL. Così tante cose riducono l'ossido nitrico o sono associate a livelli più bassi di ossido nitrico, apnea notturna, arginina dietetica bassa, proteine, insufficienza di zinco e fumo.

 

Disclaimer

Il Dr. Alex Jimenez presenta: Gli effetti delle sostanze fitochimiche antinfiammatorie

Il Dr. Alex Jimenez presenta: Gli effetti delle sostanze fitochimiche antinfiammatorie


Introduzione

Il Dr. Alex Jimenez, DC, presenta come i fitochimici antinfiammatori possono ridurre l'infiammazione e trattare altre condizioni croniche con cui l'infiammazione è correlata. Ci immergiamo in quali farmaci possono innescare citochine infiammatorie e alcuni trattamenti che lavorano insieme per ridurre l'infiammazione cronica. Indirizziamo i nostri pazienti a fornitori di servizi medici certificati che incorporano terapie multiple per molte persone che soffrono di infiammazione cronica e dei sintomi correlati che colpiscono il corpo. Incoraggiamo ciascuno dei nostri pazienti menzionandoli ai fornitori di servizi medici associati in base alla loro analisi in modo appropriato. Comprendiamo che l'educazione è un modo delizioso per porre domande ai nostri fornitori su richiesta e comprensione del paziente. Il Dr. Jimenez, DC, utilizza queste informazioni solo come servizio educativo. Disclaimer

 

Come i farmaci si associano all'infiammazione

Il dottor Alex Jimenez, DC, presenta: Quando si tratta della salute e del benessere di una persona, è importante sapere che quando si introducono potenziali farmaci antigenici, il sistema immunitario di quella persona è già squilibrato ed è molto più probabile che produca risposte immunitarie anormali, che possono quindi portare a effetti infiammatori nel sistema del corpo. Li vedi principalmente con anticorpi marini umani chimerici, che sono quelli che producono anticorpi per il sistema immunitario, a quel punto, susciterà una risposta immunitaria molto più elevata. Quando ciò accade, diventa una sfida per la farmacoterapia a lungo termine. Quindi, quando le persone vanno dai loro medici per una prescrizione, circa il 20-30% delle prescrizioni di farmaci non viene mai compilato perché, la maggior parte delle volte, la prescrizione non le compilerà mai in farmacia, il che può portare a vari problemi.

 

E quando le persone seguono la loro prescrizione, a volte la prendono per un po', e dopo sei mesi smettono di prenderla. Quindi il calo delle prescrizioni prese per più di sei mesi è piuttosto basso. Nell'ultimo articolo, abbiamo discusso di FANS, DMARD e farmaci biologici e toccheremo la base con il paracetamolo. L'acetaminofene è un altro che è davvero ampiamente usato, ed è perché viene messo in tutti questi diversi prodotti per il raffreddore, l'influenza e il dolore. Lo intrufolano in molti altri farmaci; devi leggere le etichette. Questo perché alcune persone metabolizzano rapidamente il paracetamolo, che può diventare tossico. Questo può portare a individui che soffrono di mal di testa casuali durante il giorno e fa sì che i loro glutationi vengano utilizzati prontamente. Quindi, quando cerchi medicine per il raffreddore e l'influenza, è meglio guardare le etichette del paracetamolo perché non ha risposte antinfiammatorie poiché è usato per il controllo del dolore.

 

Come il paracetamolo influisce sul sistema immunitario

Il dottor Alex Jimenez, DC, presenta: Quindi, anche se non sappiamo esattamente come funzionano gli effetti analgesici quando le persone assumono farmaci per il raffreddore e l'influenza, sappiamo tuttavia che quando le persone assumono una quantità ubiquitaria di paracetamolo, potrebbe aumentare la soglia del dolore inibendo le vie dell'ossido nitrico nel corpo attraverso la mediazione attraverso i recettori per NMDA e sostanza P. Non abbiamo ancora una grande padronanza su questo, ma è così che funziona. Quindi, questi farmaci possono essere molto utili a breve termine, ma l'uso a lungo termine ha gravi effetti collaterali.

 

Quando si cercano farmaci, è importante leggere le etichette con un avviso di scatola nera, che è l'avvertimento più alto che la FDA emette per qualsiasi potenziale profilo di rischio sovrapposto che la FDA emette. Ciò può includere gravi lesioni al fegato o gravi possibili reazioni allergiche che possono svilupparsi in infiammazione cronica dei muscoli e delle articolazioni. Ora ci sono modi per ridurre l'infiammazione e impedire al corpo di provare più dolore introducendo lentamente sostanze botaniche e fitochimiche antinfiammatorie per disintossicare il farmaco che causa queste complicazioni. 

 

Alcuni individui potrebbero non rendersi conto che farmaci costanti per vari dolori e problemi che interessano il corpo possono mascherare altri problemi che coinvolgono i sistemi del corpo. Questo può includere:

  • Sistema endocrino
  • Sistema cardiovascolare
  • Sistema gastrointestinale
  • Sistema riproduttivo

Quando questi sistemi sono stati influenzati dai farmaci, possono sviluppare marcatori infiammatori negli organi vitali e causare disfunzioni viscerale-somatiche nel corpo. Quando i farmaci antidolorifici colpiscono il dolore localizzato in una posizione, ma il problema è in un'area diversa, questo è noto come dolore riferito. Il dolore riferito è dove il dolore si trova in una posizione del gruppo muscolare ma è sentito in un'altra area del corpo. Quando gli organi sono coinvolti, può causare sintomi infiammatori nel sistema. A quel punto, questo fa sì che il sistema immunitario venga indotto all'autoimmunità.

 

Come il sistema immunitario è indotto nell'autoimmunità

Il dottor Alex Jimenez, DC, presenta: Quando il sistema immunitario è stato indotto con l'autoimmunità, i corticosteroidi possono sviluppare effetti collaterali che possono essere a lungo termine e ritardare il processo di guarigione. Alcuni dei sintomi fisici che sono visibili con l'autoimmunità includono:

  • Debolezza muscolare
  • Diabete
  • Alta pressione sanguigna
  • Ossa sottili
  • Ritardare la guarigione delle ferite
  • Fiammate
  • Artrite reumatoide
  • Cambiamenti di umore

Quando si affrontano questi sintomi infiammatori associati al dolore, esistono fondamentali approcci terapeutici funzionali in grado di ridurre le citochine infiammatorie che causano dolori articolari e muscolari.

 

Trattamenti per colpire l'infiammazione

Il dottor Alex Jimenez, DC, presenta: Alcuni dei trattamenti che prendono di mira l'infiammazione includono quanto segue:

  • Incorporando fitonutrienti
  • Agopuntura
  • Cura chiropratica
  • Vitamine antinfiammatorie (Omega-3, curcumina, curcuma, ecc.)
  • Dieta 
  • Esercitare

Incorporare lentamente scelte di vita sane nello stile di vita quotidiano di una persona può ridurre gli effetti delle citochine infiammatorie che colpiscono gli organi vitali, i muscoli e le articolazioni. È importante sapere che incorporare antiossidanti, fitonutrienti e integratori antinfiammatori può ridurre i sintomi residui nel corpo. Tutti questi trattamenti sono alcune delle basi che possono affrontare questi fattori scatenanti dell'infiammazione e aiutare a ridurre il dolore muscolare e articolare associato all'infiammazione. 

 

Vitamine e integratori antinfiammatori

Il dottor Alex Jimenez, DC, presenta: Un'altra nota importante su questi trattamenti è che le vitamine e gli integratori possono combinarsi per aiutare a trattare gli effetti infiammatori che causano problemi nel corpo. Questi prodotti botanici antinfiammatori e agenti fitochimici non solo possono agire sui diversi percorsi del corpo, ma hanno anche meccanismi diversi simili a cibi nutrizionali sani. Incorporare prodotti botanici antinfiammatori e agenti fitochimici nel corpo aiuterà a modulare le cascate infiammatorie e fornirà molteplici attività sinergiche al corpo. 

 

Questi agenti down-regolano le vie infiammatorie causate da NF-kappaB. Possono agire come modulatori che dissociano le citochine dal causare più problemi come lo stress ossidativo o le infezioni che innescano l'infiammazione. Tuttavia, abbiamo bisogno dell'infiammazione per guarire il corpo da ferite e infezioni. Non dobbiamo volere che le citochine siano troppo alte per causare effetti infiammatori. Quindi l'incorporazione di sostanze botaniche e fitochimiche antinfiammatorie fornisce un'opzione molto più sicura per il corpo e può essere utilizzata in molte condizioni infiammatorie croniche.  

 

Conclusione

Poiché molti prodotti botanici e fitochimici hanno proprietà antinfiammatorie, può essere difficile trovare una buona quantità di cui il corpo ha bisogno per ridurre l'infiammazione cronica. Poiché molte culture e luoghi hanno utilizzato molte piante ed erbe nutritive per anni in tutto il mondo, può essere estenuante. Alcuni degli integratori botanici includono:

  • Zinco
  • Estratto di tè verde
  • Capsaicina
  • S-adenosilmetionina
  • Ginger                                                      

Per riassumere quanto sia importante sapere quali integratori hanno proprietà antinfiammatorie, fare ricerca e incorporare piccoli cambiamenti nello stile di vita quotidiano può fornire risultati sorprendenti e consentire all'individuo di essere indolore e avere una buona salute quando si combinano botanici e fitonutrienti.

 

Disclaimer

Il Dr. Alex Jimenez presenta: Gli effetti delle sostanze fitochimiche antinfiammatorie

Il Dr. Alex Jimenez presenta: Usi terapeutici di prodotti botanici antinfiammatori


Introduzione

Il Dr. Alex Jimenez, DC, presenta come i prodotti botanici e fitochimici antinfiammatori possono ridurre le citochine infiammatorie che possono causare problemi simili al dolore nel corpo. Ci immergiamo nel modo in cui i diversi prodotti farmaceutici potrebbero influenzare l'NF-kappaB e in che modo le condizioni croniche possono influenzare l'infiammazione. Indirizziamo i nostri pazienti a fornitori certificati che incorporano tecniche e terapie multiple per molte persone che soffrono di infiammazione e i sintomi correlati possono influenzare il sistema muscolo-scheletrico. Incoraggiamo e apprezziamo ogni paziente indirizzandolo a fornitori di servizi medici associati in base alla sua diagnosi quando è appropriato. Comprendiamo che l'educazione è un modo fantastico per porre ai nostri fornitori domande complesse su richiesta e comprensione del paziente. Il dottor Jimenez, DC, utilizza queste informazioni solo come servizio educativo. Disclaimer

 

In che modo il corpo affronta l'infiammazione

Il dottor Alex Jimenez, DC, presenta: I nostri obiettivi sono esaminare le prove per l'utilizzo di sostanze fitochimiche e botaniche selettive come agenti antinfiammatori e analgesici. Gli studi controllati sono diventati numeri di massa nel corso degli anni e possiamo sentirci più fiduciosi in alcuni dei loro risultati perché molti di questi studi sono stati condotti con ricercatori di buona qualità e studi ben progettati. E anche se pubblichiamo quegli studi, il problema è che raramente ne sentiamo parlare. I media devono raccoglierli e di solito non riescono a entrare nella comunità medica nonostante i loro studi. Se lo paragoni a quando viene fatta la ricerca farmaceutica, sai che spesso fa notizia e fa notizia. Diamo un'occhiata ad alcuni di questi prodotti botanici e fitochimici oggi.

 

Nelle condizioni autoimmuni, il dolore è un problema enorme nel corpo e vogliamo anche usare le sue proprietà analgesiche. E poi, dobbiamo identificare le sostanze fitochimiche e botaniche più appropriate per specifiche condizioni infiammatorie e dolorose. Quindi, prima di addentrarci in questo, vogliamo rivedere alcuni dei meccanismi dei farmaci che sono molto comunemente prescritti per le condizioni infiammatorie e autoimmuni. Anche alcuni dei più recenti prodotti biologici a cui abbiamo fatto riferimento un po', vogliamo esaminarli e, osservare come funzionano e alcuni dei loro svantaggi, e poi approfondiremo questi prodotti botanici che sono a nostra disposizione. Quindi è importante ricordare a chiunque che tutte le malattie degenerative hanno questo stato pro-infiammatorio o infiammazione come parte della loro sottostante ideologia biochimica. E quell'infiammazione è un percorso finale comune per tutte queste diverse disfunzioni. Il diabete, l'Alzheimer, l'aterosclerosi, il cancro e persino alcuni disturbi psichiatrici come la schizofrenia e la depressione hanno tutti l'infiammazione come una delle loro cause principali. Ora, in questo modulo, ci concentriamo su quelli che sono nei cerchi e su questi.

 

Come sapete, la maggior parte delle malattie croniche è legata a infiammazioni eccessive e persistenti. Abbiamo centrato abbastanza bene quel punto, poiché l'infiammazione cronica si verifica quando la lesione è in corso o quando un sistema immunitario predisposto non si spegne. Fallisce nella controregolazione e nell'infiammazione acuta, il che è benefico; tuttavia, può trasformarsi in un'infiammazione cronica se non trattata. Molte malattie croniche sono state associate a un'infiammazione eccessiva o persistente. Quando si tratta di infiammazione cronica si sviluppa quando è in corso una lesione o un evento traumatico, causando l'irrigidimento dei muscoli o quando il sistema immunitario inizia ad attaccare il corpo quando non ci sono agenti patogeni che stanno colpendo il corpo. E che il trattamento farmacologico convenzionale si concentra su percorsi specifici che spesso sono realmente a valle di quel processo infiammatorio, e dal punto di vista della medicina funzionale, vogliamo guardare un po' più a monte per capire qual è la causa dell'infiammazione cronica che sta causando così tante problemi a questa persona e come i prodotti botanici e fitochimici antinfiammatori possono smorzare questi effetti infiammatori nel corpo.

 

In che modo i prodotti farmaceutici influenzano il corpo?

Il dottor Alex Jimenez, DC, presenta: Uno dei fattori che possono migliorare i marcatori infiammatori sono i farmaci. Così, per esempio, i controlli farmacologici come i FANS possono inibire l'enzima COX, mentre gli inibitori dei leucotrieni inibiscono l'enzima LOX. I DMARD possono influenzare vari meccanismi immunitari che possono influenzare lo sviluppo dell'infiammazione cronica. I biologici possono inibire più citochine nel corpo, inclusi il TNF-alfa e gli steroidi, che possono influenzare NF-kappaB e fosfolipasi-A2. Quindi ci sono numerosi modi per influenzare il percorso infiammatorio e causare problemi di dolori muscolari e articolari.

 

I prodotti farmaceutici non sono gli unici fattori che possono causare trigger infiammatori che colpiscono il corpo; può essere il cibo che mangiamo o l'ambiente in cui viviamo che può innescare NF-kappaB, che si dissocia da I-kappaB entrando nel nucleo e legandosi al DNA. Quel punto porta alla trascrizione di molti geni diversi. I geni del corpo non solo producono il DNA, ma possono anche produrre l'RNA. Quando il corpo produce RNA, viene quindi biotrasformato in DNA, portando alla svolta di diversi percorsi infiammatori. Quindi, quando il farmaco inizia a entrare nel corpo, può inibire l'attivazione delle altre citochine ed enzimi e causare un'infiammazione cronica, causando così l'indebolimento dei marcatori antinfiammatori e facendo sì che il sistema immunitario si concentri sull'NF-kappaB.

 

FANS

Il dottor Alex Jimenez, DC, presenta: Quindi iniziamo a guardare gli antinfiammatori non steroidei o FANS, che sono onnipresenti in quanto sono molto comuni per molte persone quando provano dolore. E il motivo per cui li usano è che funzionano. I FANS inibiscono gli enzimi cicloossigenasi e prevengono quelle prostaglandine infiammatorie, che causano infiammazione e dolore ai muscoli o alle articolazioni. Ora il paracetamolo è qui, o il paracetamolo non è tecnicamente un FANS, ma lo esamineremo separatamente.

 

Ma questi FANS, sai, non sono privi di problemi, poiché ogni anno negli Stati Uniti vengono scritte 70 milioni di prescrizioni per i FANS. E gli usi da banco includevano 30 miliardi di dosi di FANS. È una quantità enorme, e non c'è da meravigliarsi che la maggior parte di noi li abbia presi; facciamo parte di quei 30 miliardi. Tuttavia, tale quantità può portare a una permeabilità intestinale nel nostro sistema corporeo. Conosciamo la loro associazione con ulcere peptiche e sanguinamento gastrointestinale mentre inibiscono quel percorso di risoluzione, che è importante per interrompere la risposta infiammatoria. Quindi diamo un'occhiata ai DMARD o agli agenti antireumatici modificanti la malattia. Sono la terapia di prima linea per l'artrite reumatoide. E uno dei motivi per cui sono la prima linea di trattamento è che sono economici ma agiscono lentamente e riducono l'infiammazione, ma non funzionano molto bene per alleviare il dolore direttamente.

 

Quindi il metotrexato è idrossiclorochina, o Plaquenil è molto conosciuto in questo momento, specialmente con il suo uso oggi. Tuttavia, il metotrexato inibisce la sintesi di RNA e DNA, che è stato utilizzato come agente chemioterapico nel cancro. E quando inibisce, colpisce la diidrofolato reduttasi, necessaria per produrre DNA e RNA; tuttavia, sopprime anche l'attivazione delle cellule T e B mentre inibisce IL1 beta dal legame ai suoi recettori. Quindi, sfortunatamente, anche se sono la terapia di prima linea, hanno diversi effetti collaterali abbastanza gravi. Ma continuiamo a parlare di questa idea di effetti collaterali; non ha effetti collaterali. Sono gli effetti diretti del farmaco.

 

Gli effetti dei prodotti farmaceutici

Il dottor Alex Jimenez, DC, presenta: Sai, potrebbero essere effetti indesiderati come eruzioni cutanee, mal di stomaco, fegato, midollo osseo, tossicità, disabilità congenite e, naturalmente, che vedremo ripetutamente. Ogni volta che chiudi il tuo sistema immunitario, ti esponi alle infezioni. Quindi diventi molto più suscettibile alle infezioni. Quindi, guarda questi DMARD biologici, che funzionano come bloccanti del TNF-alfa. Questi DMARD biologici funzionano frenando l'attivazione delle cellule T o bloccando il TNF, che è il più comune, ma possono anche fermare cose come IL-sei, esaurire le cellule T e lavorare in altri modi. Questi biologici sono chiamati biologici perché in realtà sono anticorpi monoclonali. E quindi questi anticorpi monoclonali, come gli anticorpi, hanno affinità di legame specifiche molto forti.

 

E così, usare gli anticorpi come farmaci è stato un grande progresso. Ora, come vedremo, potrebbero non essere la soluzione definitiva per il trattamento delle malattie autoimmuni, ma sono molto promettenti, specialmente quando abbiamo bisogno della loro specificità. Quindi ci sono molte condizioni croniche che i FANS DMARD o DMARD biologici possono mascherare l'infiammazione e causare dolore ai muscoli e alle articolazioni. Alcune delle condizioni croniche includono:

  • Spondilite anchilosante
  • Artrite
  • Malattia di Crohn
  • Endometriosi
  • Psoriasi
  • Artrite reumatoide
  • L'osteoartrite
  • fibromialgia
  • Lupus

 

Conclusione

Il dottor Alex Jimenez, DC, presenta: Questi farmaci possono ridurre il dolore che la persona sta provando con queste condizioni, ma sono a breve termine e mascherano il problema solo fino a quando una persona non entra in trattamento. Quando una persona ha un disturbo autoimmune o cronico associato all'infiammazione, il costo di qualsiasi farmaco è elevato. Anche se i buoni prodotti farmaceutici sono importanti, dobbiamo cercare trattamenti che possano esaminare le condizioni meno conosciute o più rare che possono ridurre gli effetti infiammatori che causano dolori articolari e muscolari.  Incorporando botanici antinfiammatori e integratori come:

  • Olio di pesce
  • Curcumina
  • Estratto di zenzero
  • Estratto di tè verde
  • Resveratrol

Tutti hanno proprietà antinfiammatorie che possono ridurre le citochine infiammatorie dai muscoli e dalle articolazioni e combinarsi con la terapia fisica. La terapia fisica può consentire al corpo di guarire se stesso e consentirà all'individuo di essere naturalmente senza dolore.

Disclaimer

Diversi allungamenti per migliorare la mobilità dell'anca

Diversi allungamenti per migliorare la mobilità dell'anca

Introduzione

I fianchi nella parte inferiore del corpo consentono alle gambe di spostare l'ospite da una posizione all'altra e forniscono stabilità per sostenere il peso della parte superiore del corpo. Il fianchi consentirà al busto di torcersi e girarsi senza provare dolore. Ciò è dovuto ai vari muscoli e legamenti che circondano l'osso pelvico e l'incavo dell'articolazione dell'anca che consentono il movimento. Tuttavia, quando varie lesioni o fattori iniziano a influenzare i muscoli multipli che circondano il bacino o c'è una condizione cronica come osteoartrite che causa l'usura delle articolazioni dell'anca può causare sintomi sottostanti associati ai fianchi e causare difficoltà a molti individui quando si muovono. Fortunatamente ci sono modi per migliorare la mobilità dell'anca e dei muscoli circostanti nell'anca e nella regione pelvica del corpo. L'articolo di oggi esamina le cause dello sviluppo dei fianchi stretti nel corpo e come i diversi allungamenti possono rilasciare i muscoli flessori dell'anca tesi. Indirizziamo i nostri pazienti a fornitori certificati che incorporano tecniche e terapie multiple per molte persone che soffrono di dolore all'anca e dei suoi sintomi correlati che possono influenzare il sistema muscolo-scheletrico nei fianchi, nelle gambe e nella regione lombare della colonna vertebrale. Incoraggiamo e apprezziamo ogni paziente indirizzandolo a fornitori di servizi medici associati in base alla sua diagnosi quando è appropriato. Comprendiamo che l'educazione è un modo fantastico per porre ai nostri fornitori domande complesse su richiesta e comprensione del paziente. Il dottor Jimenez, DC, utilizza queste informazioni solo come servizio educativo. Disclaimer

trigger-point-therapy-treating-the-abs_639e1158

Cosa fa sì che il corpo sviluppi fianchi stretti?

 

Hai avuto a che fare con problemi di mobilità dell'anca? Quando ti siedi, ti senti a disagio e i muscoli dell'anca si irrigidiscono? O hai una gamma di movimento ridotta quando muovi i fianchi? Potrebbe essere correlato ai fianchi se hai riscontrato problemi di dolore muscolare agli arti inferiori. I fianchi aiutano a stabilizzare le parti superiore e inferiore del corpo fornendo al contempo l'intera gamma di movimento della gamba. Quando una persona inizia a stare seduta per lunghi periodi o torce il proprio corpo in una posizione strana, può causare l'accorciamento dei muscoli che circondano i fianchi. Altri problemi, come le condizioni croniche, possono svolgere un ruolo nello sviluppo dei flessori dell'anca stretti. Gli studi rivelano che varie patologie che colpiscono i fianchi, la colonna lombare e gli arti inferiori potrebbero essere fortemente correlate con una mobilità limitata dell'anca che può causare effetti dannosi che possono colpire i fianchi. A quel punto, alcuni dei sintomi associati ai flessori dell'anca stretti includono:

  • Instabilità
  • Ipermobilità
  • Gamma limitata di movimento
  • Ridurre la forza muscolare all'inguine
  • Crampi muscolari
  • Dolore acuto e improvviso ai fianchi, al bacino o all'inguine
  • Dolore nella zona lombare
  • Sindrome di Piriformis

Altri studi di ricerca citati che i disturbi dell'ipermobilità potrebbero interessare le articolazioni dell'anca. I disturbi dell'ipermobilità come l'EDS (sindrome di Ehlers-Danlos) possono causare micro o macro traumi sull'articolazione dell'anca e influenzare i legamenti che circondano l'articolazione dell'anca. A quel punto, può causare la tensione dei muscoli flessori dell'anca e potenzialmente influenzare il modo in cui una persona si muove, causando lesioni ai tessuti molli e dolore cronico.


Allungamento dei flessori dell'anca-Video

Ti senti stretto lungo i fianchi? Ti vedi zoppicare mentre cammini? O senti dolori o stiramenti durante lo stretching? Molti di questi problemi sono correlati ai flessori dell'anca stretti che potrebbero derivare dal dolore all'anca negli arti inferiori. Quando una persona ha i flessori dell'anca stretti, potrebbe essere dovuto al fatto che si siedono costantemente, causando l'accorciamento dei muscoli dell'anca, o condizioni croniche che possono influenzare l'articolazione dell'anca e i muscoli. Tuttavia, ci sono vari modi per prevenire i flessori dell'anca stretti e recuperare la mobilità dei fianchi. Gli studi rivelano che lo stretching combinato con la stabilizzazione del core può aiutare a migliorare la gamma di movimento dell'anca, garantendo al contempo che gli esercizi di resistenza del core possano aiutare a rafforzare il muscoli circostanti nella zona dell'anca. Il video sopra mostra gli allungamenti mirati ai muscoli flessori dell'anca e aiuta a migliorare la mobilità dell'anca.


Diversi allungamenti per rilasciare i flessori dell'anca stretti

Studi hanno dimostrato che i muscoli flessori dell'anca sono i principali contributori alla stabilità della colonna lombare quando si rilasciano i muscoli flessori dell'anca tesi. Quindi, quando ci sono flessori dell'anca tesi, possono causare profili di rischio sovrapposti alla colonna lombare, che porta a dolore e compromissione delle prestazioni. Il modo migliore per ridurre i sintomi simili al dolore associati ai flessori dell'anca stretti è allungare la metà inferiore del corpo per ridurre la tensione muscolare e la tensione nei flessori dell'anca. Ulteriori studi hanno scoperto che lo stretching combinato con esercizi mirati alla parte bassa della schiena può ridurre il dolore causato nella parte bassa della schiena e contribuire a migliorare la stabilità e rafforzare i muscoli circostanti situati nei fianchi. Ora è importante ricordare che lo stretching per almeno 5-10 minuti prima e dopo l'allenamento consente ai muscoli di riscaldarsi e migliorare la flessibilità. Di seguito sono riportati alcuni tratti diversi che possono rilasciare i flessori dell'anca stretti.

 

Affondo ad alta mezzaluna

 

  • Mentre sei in piedi sul tappeto, fai un passo avanti per consentire al tuo piede destro di assumere una posizione sfalsata *Pensa in posizione di affondo.
  • Piega delicatamente il ginocchio anteriore mantenendo la gamba posteriore dritta, poiché ciò consente di sollevare il tallone della gamba posteriore dal tappeto; il ginocchio anteriore piegato consente alla coscia di essere parallela al pavimento e il piede destro viene premuto piatto sul tappeto.
  • Raddrizza i fianchi, in modo che siano rivolti verso la parte anteriore del tappetino.
  • Estendi il braccio verso il soffitto per allungarti verso l'alto mentre premi sul tappetino per sentire l'allungamento dei fianchi
  • Mantieni la posizione per cinque respiri prima di alzarti lentamente dalla posizione di affondo e ripetere dall'altra parte. 

Questo allungamento aiuta a rilasciare la tensione nei flessori dell'anca e nei quadricipiti mentre riscalda i muscoli e aumenta il flusso sanguigno alle gambe.

 

Stretch dal ginocchio al petto

 

  • Sdraiati sul tappeto con entrambe le gambe distese e i piedi flessi.
  • Tirare il ginocchio sinistro verso il petto mantenendo la gamba destra dritta e la parte lombare della schiena viene premuta contro il tappetino.
  • Mantieni la posizione mentre fai respiri profondi per 30 secondi a 2 minuti.
  • Rilascia lentamente e ripeti sulla gamba destra *In alternativa, puoi sollevare entrambe le ginocchia verso il petto e oscillare lentamente da un lato all'altro per alleviare la tensione lombare.

Questo allungamento è estremamente utile per i muscoli posteriori della coscia stretti e consente ai muscoli tesi sui fianchi e sulla parte bassa della schiena di rilassarsi aumentando il flusso sanguigno verso i muscoli.

 

Stretching Piriformis

 

  • Sul tappeto, siediti con entrambe le gambe distese.
  • Incrocia la gamba destra sulla sinistra e appoggia l'altra sul pavimento mentre il piede sinistro è flesso
  • Posiziona la mano destra dietro il corpo mentre il gomito sinistro è sul ginocchio destro.
  • Inspirando, premi la gamba destra verso sinistra mentre permetti al busto di ruotare verso destra.
  • Fai cinque respiri per un allungamento più profondo e cambia lato per ripetere l'azione con la mano sinistra *Se hai problemi di lombalgia, la versione modificata ti consente di usare la mano sinistra per tirare dentro e fuori il quadricipite destro a sinistra e viceversa.

Questo allungamento aiuta a sciogliere i muscoli tesi nella parte bassa della schiena, fianchi e glutei. Se hai dolore al nervo sciatico associato alla sindrome piriforme, questo allungamento aiuta a rilasciare la tensione muscolare dal muscolo piriforme aggravando il nervo sciatico.

Posa felice del bambino

 

  • Sdraiati sul tappeto con entrambe le ginocchia piegate e i piedi a terra.
  • Inspirando, solleva i piedi da terra e afferra le sezioni esterne dei piedi con le mani.
  • Quindi tirare delicatamente i piedi verso il petto e lasciare che le ginocchia si abbassino a terra, su entrambi i lati del corpo, mantenendo la schiena piatta durante l'espirazione.
  • Mantieni la posizione per almeno cinque respiri.

Questo allungamento aiuta i muscoli interni della coscia o gli adduttori dell'anca e li aiuta a diventare sciolti e mobili senza sentire alcuno sforzo o tensione.

 

Posa del ponte

 

  • Sul tappetino, sdraiati sulla schiena e sui fianchi ed estendi le braccia mentre i piedi sono appoggiati sul pavimento con le ginocchia piegate.
  • Premi con i talloni per sollevare i fianchi e consentire ai piedi di fare qualche passo verso il corpo. *Tieni i piedi e le ginocchia divaricati alla larghezza dei fianchi.
  • Unisci le mani sotto il corpo e premile contro il tappetino
  • Mantieni la posizione per cinque respiri.

Questo allungamento aiuta a togliere la pressione dai muscoli dell'anca rafforzando i glutei e i muscoli addominali.

 

Conclusione

Quando si tratta di rilasciare i flessori dell'anca stretti dopo essere stati seduti a lungo o avere problemi all'anca che colpiscono la parte bassa della schiena o il bacino, fare diversi allungamenti che mirano ai fianchi può ridurre il dolore e rilasciare i muscoli tesi associati ad altre condizioni che possono influenzare il corpo. I fianchi sono importanti da curare poiché forniscono mobilità e stabilità alle parti superiore e inferiore del corpo. Sostengono il peso della parte superiore del corpo fornendo allo stesso tempo una vasta gamma di movimenti alle gambe. Incorporare questi diversi tratti può ridurre il dolore che hanno subito e aiutare a riscaldare gli altri muscoli che circondano gli arti inferiori.

 

Riferimenti

Lee, Sang Wk e Suhn Yeop Kim. "Effetti degli esercizi dell'anca per i pazienti con dolore lombare cronico con instabilità lombare". Giornale di scienza della terapia fisica, Biblioteca nazionale di medicina degli Stati Uniti, febbraio 2015, www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC4339134/.

Moreside, Janice M e Stuart M McGill. "Miglioramenti della gamma di movimento dell'articolazione dell'anca utilizzando tre diversi interventi". Giornale della ricerca di forza e condizionamento, Biblioteca nazionale di medicina degli Stati Uniti, maggio 2012, pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/22344062/.

Reiman, Michael P e JW Matheson. "Mobilità dell'anca limitata: suggerimenti clinici per l'auto-mobilitazione e la rieducazione muscolare". Giornale internazionale di terapia fisica sportiva, Biblioteca nazionale di medicina degli Stati Uniti, ottobre 2013, www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC3811738/.

Reiman, Michael P e JW Matheson. "Mobilità dell'anca limitata: suggerimenti clinici per l'auto-mobilitazione e la rieducazione muscolare". Giornale internazionale di terapia fisica sportiva, Biblioteca nazionale di medicina degli Stati Uniti, ottobre 2013, www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articlhttps://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC8027473/es/PMC3811738/.

Disclaimer

Esercizi per il mal di schiena superiore

Esercizi per il mal di schiena superiore

Introduzione

I vari muscoli e legamenti che avvolgono la schiena aiutano a proteggere il regione toracica della colonna vertebrale. La colonna vertebrale ha tre sezioni: cervicale, toracica e lombare, che aiutano il corpo a piegarsi, girarsi e torcersi. Per la colonna vertebrale toracica, vari muscoli come il romboide, il trapezio e altri muscoli superficiali forniscono funzionalità alla scapola o alle scapole per stabilizzare la gabbia toracica. Quando il corpo soccombe a lesioni o forze traumatiche, può sviluppare la sindrome del dolore miofasciale associata al dolore alla parte superiore della schiena. Dolore alla parte superiore della schiena può portare a sintomi indesiderati che influenzano la loro qualità di vita. Fortunatamente, vari esercizi colpire la parte superiore della schiena e può rafforzare più muscoli da lesioni. L'articolo di oggi esamina gli effetti del mal di schiena nel corpo e mostra alcuni allungamenti ed esercizi che possono supportare i vari gruppi muscolari nella regione della parte superiore della schiena. Indirizziamo i nostri pazienti a fornitori certificati che incorporano tecniche e terapie multiple per molte persone che soffrono di mal di schiena e sintomi correlati che possono influenzare il sistema muscolo-scheletrico nel collo, nelle spalle e nella regione toracica della colonna vertebrale. Incoraggiamo e apprezziamo ogni paziente indirizzandolo a fornitori di servizi medici associati in base alla sua diagnosi quando è appropriato. Comprendiamo che l'educazione è un modo fantastico per porre ai nostri fornitori domande complesse su richiesta e comprensione del paziente. Il dottor Jimenez, DC, utilizza queste informazioni solo come servizio educativo. Disclaimer

cosa-sono-i-probiotici-gutdr-mini-explainer_63797c68

Gli effetti del mal di schiena superiore nel corpo

 

Hai riscontrato rigidità intorno o vicino alle scapole? Senti tensione muscolare quando ruoti le spalle? O fa male quando allunghi la parte superiore della schiena al mattino? Molti di questi problemi sono segni e sintomi di mal di schiena. Gli studi rivelano che il mal di schiena è una delle lamentele più comuni che molte persone andrebbero per cure di emergenza. Il mal di schiena può interessare le diverse regioni della schiena e causare sintomi indesiderati in varie aree della parte superiore della schiena. Ulteriori studi menzionati quel dolore persistente nella regione toracica potrebbe causare ipersensibilizzazione dei nervi intercostali che imitano altre condizioni che interessano la schiena. Alcune delle cause e degli effetti che possono portare allo sviluppo del mal di schiena includono:

  • Cattiva postura
  • Sollevamento improprio
  • Eventi traumatici o lesioni
  • Malattie croniche (osteoporosi, scoliosi, cifosi)

Quando ciò accade, può portare a condizioni sovrapposte che imitano altri problemi e, se non trattate immediatamente, lasciano gli individui con sintomi invalidanti cronici correlati al mal di schiena.

 


Video per alleviare il dolore nella parte superiore della schiena

Hai avuto rigidità alle spalle o al collo? Senti dolori e dolori quando allunghi le braccia? O che dire della tensione muscolare quando si solleva un oggetto pesante? Molti di questi fattori sono correlati al mal di schiena che colpisce la regione della colonna vertebrale toracica. Quando ciò accade, può portare a profili di rischio sovrapposti che possono svilupparsi in problemi diversi che possono causare ancora più dolore al corpo. Esistono vari modi per evitare che il mal di schiena superiore causi ulteriori problemi all'individuo e possa alleviare il dolore ad esso associato. Molte persone andrebbero in terapia chiropratica per riallineare la colonna vertebrale per portare un sollievo adeguato o incorporare esercizi e allungamenti della parte superiore della schiena per alleviare la tensione accumulata nelle regioni del collo e delle spalle. Il video sopra spiega come gli allungamenti funzionano per diverse regioni muscolari nella parte superiore della schiena e forniscono sollievo alla colonna vertebrale toracica.


Esercizi per il mal di schiena superiore

Per quanto riguarda la parte superiore della schiena, è importante capire che l'incorporazione di vari esercizi mirati alla regione toracica può causare lesioni prolungate. Gli studi rivelano che diversi esercizi per la schiena si concentrano non solo sulla schiena ma anche su spalle, braccia, petto, core e fianchi fornendo stabilità, equilibrio e coordinazione all'individuo. Ciò consente ai muscoli della regione posteriore di migliorare la forza e la resistenza nel tempo quando una persona continua ad allenarsi. Altri studi rivelano che protocolli come l'esercizio per la schiena McKenzie sono programmi efficaci per trattare varie condizioni muscoloscheletriche che possono causare dolore alla schiena. Molti fisioterapisti usano questo protocollo sui loro pazienti per alleviare il mal di schiena e aiutare a migliorare la loro struttura muscolare per avere una postura migliore.

 

Riscaldamento

Proprio come ogni individuo che sta iniziando a tornare alla propria salute e benessere attraverso l'esercizio, il passo più importante che chiunque deve fare è riscaldare i muscoli prima di iniziare un allenamento. Il riscaldamento di ciascun gruppo muscolare può prevenire lesioni future e aumentare il flusso sanguigno prima di iniziare l'esercizio. Molte persone incorporano allungamenti e rotolamento della schiuma per 5-10 minuti per garantire che ogni muscolo sia pronto per eseguire con il massimo sforzo.

esercizi

Dopo che il corpo si è riscaldato, è tempo di iniziare il regime di esercizio. Molti diversi movimenti di esercizio mirano a ciascun gruppo muscolare e aiutano a costruire la massa muscolare e migliorare la funzionalità. È importante aumentare lo slancio quando si tratta di allenarsi. Iniziare lentamente con un numero minimo di ripetizioni e serie è importante per garantire che l'esercizio venga eseguito correttamente. Successivamente, l'individuo può aumentare le ripetizioni dell'allenamento e andare con un peso maggiore. Di seguito sono riportate alcune delle routine di esercizi adatte per la parte superiore della schiena.

superuomo

 

  • Sdraiati sullo stomaco e allunga le braccia sopra la testa
  • Mantieni il collo in una posizione neutra e solleva contemporaneamente gambe e braccia dal pavimento
  • Assicurati di utilizzare la schiena e i glutei per sollevare
  • Fai una breve pausa in alto, quindi torna alla posizione di partenza
  • Completa tre serie da 10 ripetizioni

Questo esercizio aiuta a rafforzare la colonna vertebrale e i muscoli circostanti per sostenere la colonna vertebrale e ridurre eventuali lesioni future dovute al mal di schiena.

 

Il manubrio inverso vola

 

  • Afferra manubri leggeri
  • Cerniera in vita a 45 gradi stando in piedi
  • Assicurati che le braccia pendano con i pesi
  • Mantieni il collo in una posizione neutra mentre guardi in basso
  • Sollevare le braccia (con i manubri) lateralmente e verso l'alto
  • Stringi le spalle insieme in alto durante questo movimento
  • Completa tre serie da 8-12 ripetizioni

Questo esercizio è eccellente per rafforzare i muscoli che circondano la spalla e la parte superiore della schiena.

 

Righe

 

  • Usa una fascia di resistenza o un manubrio leggero.
  • Per la fascia di resistenza, fissa la fascia su una superficie stabile sopra il livello degli occhi. Per i manubri leggeri, estendi le braccia davanti al corpo sopra il livello degli occhi.
  • Usa una presa sopra la testa quando tieni le maniglie della fascia di resistenza e i manubri leggeri.
  • Tirare bande di resistenza o manubri verso il viso.
  • Svasare la parte superiore delle braccia ai lati
  • Stringi le spalle insieme
  • Fai una breve pausa e poi torna alla posizione di partenza
  • Completa tre serie da 12 ripetizioni

Questo esercizio aiuta a rafforzare i muscoli delle spalle e prevenire futuri infortuni nella parte superiore della schiena.

 

Conclusione

Alcuni vari muscoli e legamenti racchiudono la schiena e aiutano a proteggere la regione toracica della colonna vertebrale. Questi muscoli aiutano con la stabilizzazione della gabbia toracica e aiutano a fornire la funzionalità alla parte superiore della schiena. Quando più fattori causano lesioni traumatiche alla parte superiore della schiena, possono portare a sintomi simili al dolore che possono causare caratteristiche sovrapposte e influire sulla qualità della vita di una persona. Fortunatamente, vari esercizi mirano alla parte superiore della schiena e ai gruppi muscolari circostanti. Ogni attività si rivolge a tutti i muscoli della parte superiore della schiena e consente a una persona di ritrovare salute e benessere senza dolore costante.

 

Riferimenti

Atalay, Erdem, et al. "Effetto degli esercizi di rafforzamento degli arti superiori sulla forza lombare, sulla disabilità e sul dolore dei pazienti con lombalgia cronica: uno studio controllato randomizzato". Journal of Sports Science & Medicine, Biblioteca nazionale di medicina degli Stati Uniti, 1 dicembre 2017, www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC5721192/.

Casiano, Vincent E, et al. "Mal di schiena - Statpearls - Libreria NCBI." In: StatPearls [Internet]. L'isola del tesoro (FL), StatPearls Publishing, 4 settembre 2022, www.ncbi.nlm.nih.gov/books/NBK538173/.

Louw, Adriaan e Stephen G. Schmidt. "Dolore cronico e colonna vertebrale toracica". Il diario di terapia manuale e manipolativa, Biblioteca nazionale di medicina degli Stati Uniti, luglio 2015, www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC4534852/.

Mann, Steven J., et al. "Esercizi per la schiena di McKenzie - Statpearls - Libreria NCBI." In: StatPearls [Internet]. L'isola del tesoro (FL), StatPearls Publishing, 4 luglio 2022, www.ncbi.nlm.nih.gov/books/NBK539720/.

Disclaimer

Sindrome da dolore miofasciale associata a fibromialgia

Sindrome da dolore miofasciale associata a fibromialgia

Introduzione

Quando problemi come disturbi autoimmuni iniziano a colpire il corpo senza motivo, possono portare a problemi cronici e condizioni che possono colpire i vari muscoli e organi vitali che causano profili di rischio sovrapposti per l'ospite. Il corpo è una macchina complessa che permette il sistema immunitario per rilasciare citochine infiammatorie nell'area interessata quando una persona ha dolore acuto o cronico. Quindi, quando una persona ha una malattia autoimmune come la fibromialgia, può influire sulla qualità della vita mentre amplifica le sensazioni dolorose nella sua sistema muscoloscheletrico. L'articolo di oggi si concentra sulla fibromialgia e sui suoi sistemi, su come questo disturbo autoimmune sia correlato alla sindrome del dolore miofasciale e su come la cura chiropratica possa aiutare a ridurre i sintomi della fibromialgia. Indirizziamo i nostri pazienti a fornitori certificati che incorporano tecniche e varie terapie per molti individui con fibromialgia e i suoi sintomi correlati, come la sindrome del dolore miofasciale. Incoraggiamo e apprezziamo ogni paziente indirizzandolo a fornitori di servizi medici associati in base alla sua diagnosi quando è appropriato. Comprendiamo che l'educazione è un modo fantastico per porre ai nostri fornitori domande complesse su richiesta e comprensione del paziente. Il dottor Jimenez, DC, utilizza queste informazioni solo come servizio educativo. Disclaimer

sistemi-organi-tratti-somatosensoriali-mcat-khan-academy_6370432f

Cos'è la fibromialgia?

 

Hai avuto a che fare con un dolore indiscutibile che sta influenzando la tua vita quotidiana? Ti senti affaticato quando ti alzi appena dal letto? O hai avuto a che fare con la nebbia del cervello e dolori in tutto il corpo? Molti di questi sintomi si sovrappongono a una malattia autoimmune nota come fibromialgia. Gli studi rivelano che la fibromialgia è una condizione autoimmune caratterizzata da dolore muscoloscheletrico cronico diffuso che può essere correlato a disturbi neurosensoriali che colpiscono il sistema nervoso. La fibromialgia può colpire circa 4 milioni di adulti in America e circa il 2% della popolazione adulta generale. Quando le persone con fibromialgia vengono sottoposte a un esame fisico, i risultati del test sembrerebbero normali. Questo perché la fibromialgia può includere più punti teneri in specifiche aree del corpo e manifestarsi come condizione primaria o secondaria mentre si estende ben oltre i criteri di definizione. Ulteriori studi rivelano che la patogenesi della fibromialgia potrebbe essere potentemente collegata ad altri fattori cronici che influenzano i seguenti sistemi:

  • Infiammatorio
  • Immune
  • Endocrino
  • Neurologico
  • Intestinale

 

I sintomi

Molte persone, soprattutto donne, hanno la fibromialgia, che causa sintomi di molteplici problemi somato-viscerali. A quel punto, può spesso sovrapporsi e accompagnare la fibromialgia. Sfortunatamente, la fibromialgia è difficile da diagnosticare poiché il dolore può durare per diversi mesi o anni. Studi hanno dimostrato che anche se la fibromialgia è difficile da diagnosticare quando molti altri fattori come fattori genetici, immunologici e ormonali giocano potenzialmente un ruolo in questa malattia autoimmune. Inoltre, sintomi aggiuntivi e malattie specifiche come diabete, lupus, malattie reumatiche e disturbi muscoloscheletrici possono essere associati alla fibromialgia. Alcuni dei seguenti sintomi che molti individui con fibromialgia affrontano includono:

  • stanchezza
  • Rigidità muscolare
  • Problemi di sonno cronici
  • Punti trigger
  • Sensazione di intorpidimento e formicolio
  • Crampi mestruali anormali
  • Problemi urinari
  • Problemi cognitivi (cervello annebbiato, perdita di memoria, problemi di concentrazione)

 


Una panoramica della fibromialgia-Video

Hai avuto problemi a dormire bene la notte? Senti dolore in diverse zone del tuo corpo? O hai avuto a che fare con problemi cognitivi come la nebbia del cervello? Molti di questi sintomi sono correlati a una malattia autoimmune nota come fibromialgia. La fibromialgia è una malattia autoimmune che è difficile da diagnosticare e può causare immenso dolore al corpo. Il video sopra spiega come notare i segni e i sintomi della fibromialgia e quali condizioni associate sono correlate a questa malattia autoimmune. Poiché la fibromialgia provoca dolore muscoloscheletrico diffuso, può colpire anche il sistema nervoso periferico e centrale. Ciò fa sì che il cervello invii segnali neuronali per provocare un aumento della sensibilità al cervello e al midollo spinale, che quindi si sovrappone al sistema muscolo-scheletrico. Poiché la fibromialgia provoca dolore al corpo, può presentare sintomi non riconosciuti che possono essere difficili da riconoscere e possono essere correlati all'artrite.


In che modo la fibromialgia è correlata alla sindrome del dolore miofasciale

 

Poiché la fibromialgia può essere correlata a diverse condizioni croniche, uno dei disturbi più cronici può mascherare gli effetti della fibromialgia nel corpo: la sindrome del dolore miofasciale. La sindrome del dolore miofasciale, secondo il libro del Dr. Travell, MD, "Sindrome del dolore miofasciale e disfunzione", menziona che quando una persona ha la fibromialgia provoca dolore muscoloscheletrico, gli straordinari se non trattati, possono sviluppare punti trigger nei muscoli interessati. Ciò provoca rigidità muscolare e dolorabilità nella fascia muscolare tesa. Ulteriori studi menzionati che poiché la sindrome del dolore miofasciale e la fibromialgia hanno sintomi di dolore muscolare comuni, possono causare dolorabilità e riferire dolore a diverse posizioni del corpo. Fortunatamente, i trattamenti disponibili possono aiutare a ridurre i sintomi del dolore muscolare causati dalla fibromialgia associata alla sindrome del dolore miofasciale.

 

Cura chiropratica e fibromialgia associata a dolore miofasciale

 

Uno dei trattamenti disponibili che possono aiutare ad alleviare il dolore muscolare da fibromialgia associato alla sindrome del dolore miofasciale è la terapia chiropratica. La terapia chiropratica è un'opzione terapeutica sicura e non invasiva che può aiutare ad alleviare i sintomi del dolore corporeo e del gonfiore da una sublussazione spinale. La cura chiropratica utilizza la manipolazione manuale e meccanica per riallineare la colonna vertebrale e migliorare la circolazione nervosa aumentando il flusso sanguigno alle articolazioni e ai muscoli. Una volta che il corpo è stato riequilibrato dalla terapia chiropratica, il corpo può gestire meglio i sintomi e ridurre gli effetti della fibromialgia. La terapia chiropratica fornisce anche un piano di trattamento personalizzato e collabora con professionisti medici associati per ottenere i massimi risultati e garantire la massima qualità di vita per l'individuo.

 

Conclusione

La fibromialgia è una delle malattie autoimmuni più comuni che colpiscono la maggior parte della popolazione e può essere difficile da diagnosticare. La fibromialgia è caratterizzata da dolore muscoloscheletrico cronico diffuso che può essere correlato a disturbi neurosensoriali e causare sintomi dolorosi nel corpo. Le persone con fibromialgia affrontano anche la sindrome del dolore miofasciale, poiché entrambi i disturbi causano dolori muscolari e articolari. Fortunatamente, trattamenti come la terapia chiropratica consentono di riallineare la manipolazione spinale del corpo e ripristinare la funzionalità dell'ospite. Ciò riduce i sintomi causati dalla fibromialgia e fa sì che l'individuo sia indolore e funzioni normalmente.

 

Riferimenti

Bellato, Enrico, et al. "Sindrome fibromialgica: eziologia, patogenesi, diagnosi e trattamento". Ricerca e trattamento del dolore, Biblioteca nazionale di medicina degli Stati Uniti, 2012, www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC3503476/.

Bhargava, Juhi e John A Hurley. "Fibromialgia - Statpearls - Libreria NCBI". In: StatPearls [Internet]. L'isola del tesoro (FL), StatPearls Publishing, 10 ottobre 2022, www.ncbi.nlm.nih.gov/books/NBK540974/.

Gerwin, R D. "Dolore miofasciale e fibromialgia: diagnosi e trattamento". Journal of Back and Muscoloskeletal Rehabilitation, Biblioteca nazionale di medicina degli Stati Uniti, 1 gennaio 1998, pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/24572598/.

Simons, DG e LS Simons. Dolore miofasciale e disfunzione: il manuale del punto trigger: vol. 2: gli arti inferiori. Williams & Wilkins, 1999.

Siracusa, Rosalba, et al. "Fibromialgia: aggiornamento di patogenesi, meccanismi, diagnosi e opzioni di trattamento". International Journal of Molecular Sciences, Biblioteca nazionale di medicina degli Stati Uniti, 9 aprile 2021, www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC8068842/.

Disclaimer

Sintomi della schiena IBD: clinica per la schiena di El Paso

Sintomi della schiena IBD: clinica per la schiena di El Paso

La malattia infiammatoria intestinale, o IBD, provoca l'infiammazione del rivestimento del tratto digerente, che spesso coinvolge gli strati più profondi. I problemi gastrointestinali o gastrointestinali dello stomaco e dell'intestino spesso includono diarrea, perdita di peso, sanguinamento rettale, affaticamento e mal di schiena. L'infiammazione può raggiungere le articolazioni della colonna vertebrale, causando rigidità, disagio e sintomi di dolore. Injury Medical Chiropractic and Functional Medicine Clinic può aiutare a gestire i sintomi e guidare le persone sulle opzioni di trattamento.

Sintomi alla schiena IBD: team di medicina funzionale chiropratica del PEMal di schiena IBD

IBD è un insieme di condizioni associate a infiammazione cronica o intermittente del tratto gastrointestinale. Include Malattia di Crohn – CD e colite ulcerosa - UC. Sebbene esistano componenti genetiche che predispongono gli individui all'IBD, fattori ambientali sembrano contribuire maggiormente. La ricerca mostra che l'IBD è probabilmente correlata a disturbi della flora intestinale, che includono:

  • batteri
  • Fungo
  • I virus

Questi hanno creato un risposta infiammatoria sistemica.

Sintomi

Altri fattori ambientali associati all'IBD includono l'uso a lungo termine di pillole anticoncezionali e farmaci antinfiammatori non steroidei/FANS. La ricerca teorizza che quando l'intestino si infiamma, la sua normale integrità e struttura vengono compromesse e iniziano a fuoriuscire, causando una reazione eccessiva del sistema immunitario. Ciò può causare sintomi non gastrointestinali che includono:

  • Febbre
  • Anemia
  • Gonfiore articolare
  • Sensazioni di dolore variabili
  • Infiammazione dei vasi sanguigni
  • Problemi respiratori
  • Problemi di vista

Altri sintomi possono includere:

  • Anoressia
  • Nausea
  • vomito
  • Dolore al petto
  • Bruciore di stomaco
  • Problemi al fegato - Ad esempio, calcoli biliari

Spina dorsale

L'IBD può causare lombalgia poiché l'IBD può infiammare le articolazioni della colonna vertebrale, in particolare l'osso sacro, oltre a causare crampi addominali e sensazioni rettali che si irradiano nella zona lombare. Tuttavia, l'irritazione, l'infiammazione o l'infezione di qualsiasi organo centrale, addominale o pelvico può causare lombalgia.

Diagnosi

  • La diagnosi richiede un esame fisico del colon - a sigmoidoscopia o colonscopia viene utilizzato.
  • Entrambe le procedure richiedono una biopsia dei tessuti intestinali, studiata per determinare l'estensione e il grado di infiammazione.
  • A seconda delle circostanze, potrebbe essere utilizzata una radiografia per mostrare la profondità o l'estensione della condizione.

Gestione chiropratica

A chiropratico può aiutare le persone a ridurre o alleviare completamente i sintomi muscoloscheletrici riallineando la colonna vertebrale e il bacino e massaggiando, rilasciando e rilassando i muscoli, il che aumenta la circolazione e lenisce l'infiammazione. Il motivo per cui la cura chiropratica può trattare efficacemente l'IBD è la sua capacità di stabilizzare i sistemi interni. Quando il sistema nervoso centrale e il sistema immunitario comunicano e funzionano correttamente, ciò impedisce al sistema immunitario di attaccare le cellule dei tessuti del corpo, prevenendo l'infiammazione. L'approccio chiropratico di tutto il corpo può anche aiutare con raccomandazioni riguardanti i cambiamenti dello stile di vita e le modifiche antinfiammatorie nutrizionali.


Colite ulcerosa


Riferimenti

Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie. "Cos'è la malattia infiammatoria intestinale (IBD)?" 2022, www.cdc.gov/ibd/what-is-IBD.htm

Danese S, Fiocchi C. Eziopatogenesi delle malattie infiammatorie intestinali. Mondo J Gastroenterol. 2006;12(30):4807-4812. doi:10.3748/wjg.v12.i30.4807

Limsrivilai, Julajak et al. "Risposte infiammatorie sistemiche nei pazienti con colite ulcerosa e infezione da Clostridium difficile". Malattie e scienze dell'apparato digerente vol. 63,7 (2018): 1801-1810. doi:10.1007/s10620-018-5044-1

van Erp, SJ et al. "Classificazione del mal di schiena e dei disturbi articolari periferici nei pazienti con malattie infiammatorie intestinali: uno studio prospettico di follow-up longitudinale". Journal of Crohn's & colitis vol. 10,2 (2016): 166-75. doi:10.1093/ecco-jcc/jjv195

Zeitz, Jonas, et al. "Dolore nei pazienti con IBD: molto frequente e spesso insufficientemente preso in considerazione". PloS uno vol. 11,6 e0156666. 22 giugno 2016, doi:10.1371/journal.pone.0156666

Diagnosi diversa per la sindrome del dolore miofasciale nel corpo

Diagnosi diversa per la sindrome del dolore miofasciale nel corpo

Introduzione

Il corpo è una macchina complessa con vari muscoli, tendini, legamenti e organi vitali, ognuno dei quali svolge un ruolo specifico nel mantenere la funzionalità e la stabilità dell'ospite. Il corpo consente il movimento e la mobilità dal collo fino al piedi. Quando il corpo soffre di dolore o è stato colpito da vari problemi correlati al dolore, possono verificarsi due cose, una, dove dolore acuto può influenzare il corpo e causare dolore all'individuo per alcuni giorni o due, di cui il corpo soffre il dolore cronico che porta allo sviluppo della sindrome del dolore miofasciale che può portare a dolore riferito in diversi gruppi muscolari e causare disfunzioni del corpo. L'articolo di oggi esamina come diagnosticare la sindrome del dolore miofasciale, come il corpo reagisce a questa condizione e come vari trattamenti possono ridurre la sindrome del dolore miofasciale nel corpo. Indirizziamo i pazienti a fornitori certificati che incorporano tecniche e terapie per le persone che si occupano della sindrome del dolore miofasciale che colpisce diverse aree del corpo e ne causa la funzionalità. Individuando da dove provengono i punti trigger, molti specialisti del dolore utilizzano un piano di trattamento per ridurre gli effetti che i punti trigger stanno causando sul corpo mentre formulano una diagnosi per ridurre al minimo il dolore riferito che colpisce il corpo. Incoraggiamo e apprezziamo ogni paziente indirizzandolo a fornitori di servizi medici associati in base alla sua diagnosi quando è appropriato. Comprendiamo che l'educazione è un modo fantastico per porre ai nostri fornitori domande complesse su richiesta e comprensione del paziente. Il dottor Jimenez, DC, utilizza queste informazioni solo come servizio educativo. Disclaimer

sistemi-organi-tratti-somatosensoriali-mcat-khan-academy_6370432f

Come diagnosticare la sindrome del dolore miofasciale

Hai provato dolore in diverse parti del tuo corpo? Hai delle aree di reclamo che influenzano il tuo stile di vita quotidiano? O hai problemi di stabilità e mobilità quando sei in giro? Il più delle volte, circa il 25% degli americani soffre di dolori che possono avere un impatto sulla loro vita e, se non trattati immediatamente, possono causare disfunzioni del corpo. Quando c'è un dolore costante nel corpo, può causare profili di rischio sovrapposti, noti come sindrome del dolore miofasciale. Sindrome del dolore miofasciale è spesso definito come un dolore che origina lungo i gruppi muscolari muscolo-scheletrici e provoca punti iperirritabili all'interno della fascia tesa delle fibre muscolari, provocando lo sviluppo di punti trigger. Ciò significa che i movimenti ripetitivi causano affaticamento muscolare e tensione lungo le fibre muscolari quando il corpo esegue quotidianamente movimenti ripetitivi.

 

 

Quando molte persone hanno a che fare con la sindrome del dolore miofasciale, vanno dal loro medico di base e spiegano che hanno a che fare con il dolore in diverse aree del loro corpo, tra cui testa, collo, spalle, schiena, fianchi, ecc. Successivamente, i loro medici condurre un esame per vedere dove si verifica il problema. Molti medici spesso fanno numerose domande ai loro pazienti sulle loro attività quotidiane prima di giungere a una diagnosi che la sindrome del dolore miofasciale sta colpendo i loro corpi. Gli studi rivelano che l'eziologia della sindrome del dolore miofasciale non è completamente compresa. Tuttavia, quando i muscoli, i legamenti e i tessuti sono infiammati o subiscono traumi ripetuti, possono essere accompagnati da condizioni e disturbi correlati. A quel punto, i medici lavoreranno con i loro fornitori di servizi medici associati per sviluppare un piano di trattamento personalizzato per diagnosticare e ridurre la sindrome del dolore miofasciale associata a condizioni croniche che colpiscono il corpo.

 

Come reagisce il corpo alla sindrome del dolore miofasciale

 

Ora, quando il corpo ha a che fare con la sindrome del dolore miofasciale, gli studi rivelano che può essere un grave problema di salute quando non viene curato immediatamente; può causare quanto segue:

  • Mobilità compromessa
  • Dolore
  • Ipersensibilità muscolare
  • Problemi di sonno
  • Problemi neurologici

Secondo "Myofascial Pain and Dysfunction: The Trigger Point Manual", del Dr. Janet G. Travell, MD, il libro menzionava che quando la sindrome del dolore miofasciale diventa aberrante, può portare a un disturbo noto come disturbo della modulazione del dolore miofasciale. Ciò significa che quando una persona ha a che fare con punti trigger nel proprio corpo, può distorcere i modelli di dolore riferiti quando viene diagnosticata. I punti trigger attivi normalmente proiettano il dolore in diverse posizioni del corpo, noto come dolore riferito. Tuttavia, con il disturbo della modulazione del dolore miofasciale, il dolore non è localizzato ma aberrante, il che provoca una distorsione del del sistema nervoso centrale e invia segnali di dolore per causare danni strutturali ai muscoli interessati nel corpo.

 


Una panoramica del dolore riferito - Video

Hai provato dolore in diverse parti del tuo corpo? Hai problemi di mobilità quando giri il collo o i fianchi? Ti senti come se stessi perdendo la qualità della tua vita? Se hai avuto a che fare con problemi simili al dolore nel tuo corpo, potrebbe essere dovuto alla sindrome del dolore miofasciale che causa questi problemi. La sindrome del dolore miofasciale si verifica quando il corpo subisce movimenti ripetitivi o traumi che causano sintomi di affaticamento muscolare e rigidità correlati al dolore riferito. Il video sopra spiega cosa fa il dolore riferito al corpo e come può influenzare i muscoli e gli organi corrispondenti. Questo è noto come disfunzione somato-viscerale, in cui i muscoli e i relativi organi vitali sono colpiti, causando dolore. Un esempio potrebbe essere il dolore toracico associato a problemi cardiovascolari che simulano un attacco di cuore. Vari trattamenti possono ora trattare la sindrome del dolore miofasciale associata a punti trigger che possono ridurre il dolore localizzato che colpisce il corpo.


Vari trattamenti per ridurre la sindrome del dolore miofasciale

 

Diversi trattamenti disponibili possono aiutare il corpo e ripristinare la qualità della vita di una persona quando si tratta di ridurre i sintomi simili al dolore associati alla sindrome del dolore miofasciale. Come affermato in precedenza, quando a una persona viene diagnosticata la sindrome del dolore miofasciale dai suoi medici primari, i loro medici lavoreranno con altri specialisti del dolore, come fisioterapisti, massaggiatori e chiropratici, che possono individuare dove si trova il dolore riferito nel corpo e alleviare i sintomi. Ciò consente di personalizzare il piano di trattamento e di adattarlo all'individuo. Quando la sindrome del dolore miofasciale fa sì che i muscoli diventino tesi e rigidi a causa di fattori ripetitivi, gli specialisti del dolore lavorano con il corpo per ripristinare la funzionalità e aiutare a sciogliere i muscoli. Non solo, ma molte persone avrebbero accettato pratiche meditative per consentire ai loro corpi di rilassarsi e ridurre lo sviluppo di futuri punti trigger. Ciò consentirà loro di avere una mente chiara e di essere indolore.

 

Conclusione

La sindrome del dolore miofasciale è quando il corpo ha sintomi simili al dolore che interessano diversi gruppi muscolari. Può causare numerosi sintomi associati al dolore che possono causare mobilità e disfunzione nell'individuo. Poiché il corpo è una macchina complessa che incorpora vari muscoli, tendini, legamenti e organi vitali per mantenere la funzionalità, il dolore miofasciale può causare dolore riferito a una diversa posizione del corpo e può essere un grave problema di salute. Tuttavia, i trattamenti disponibili possono ridurre i sintomi simili al dolore causati dalla sindrome del dolore miofasciale. Quando i medici lavorano con fornitori di servizi medici associati specializzati nella sindrome del dolore miofasciale, possono sviluppare un piano di trattamento personalizzato per ridurre i futuri sintomi simili al dolore associati alla sindrome del dolore miofasciale dal causare più problemi al corpo e persino ridurre le condizioni correlate che si sovrappongono che scatenano il dolore miofasciale .

 

Riferimenti

Cao, Qi-Wang, et al. "Consenso degli esperti sulla diagnosi e il trattamento della sindrome del dolore miofasciale". Giornale mondiale dei casi clinici, US National Library of Medicine, 26 marzo 2021, www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC8017503/.

Desai, Mehul J, et al. "Sindrome del dolore miofasciale: una revisione del trattamento". Dolore e terapia, Biblioteca nazionale di medicina degli Stati Uniti, giugno 2013, www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC4107879/.

Jafri, M Saleet. "Meccanismi del dolore miofasciale". Annunci di ricerca accademici internazionali, Biblioteca nazionale di medicina degli Stati Uniti, 2014, www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC4285362/.

Niddam, DM, et al. "Cambiamenti strutturali del cervello nei pazienti con dolore miofasciale cronico". European Journal of Pain (Londra, Inghilterra), Biblioteca nazionale di medicina degli Stati Uniti, gennaio 2017, pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/27352085/.

Travell, JG, et al. Dolore miofasciale e disfunzione: il manuale del punto trigger: vol. 2: gli arti inferiori. Williams & Wilkins, 1999.

Disclaimer

I vantaggi del rotolamento della schiuma per ridurre il dolore al punto di innesco

I vantaggi del rotolamento della schiuma per ridurre il dolore al punto di innesco

Introduzione

Durante l'allenamento, è molto importante riscaldare ogni gruppo muscolare prevenire le lesioni dal verificarsi durante l'allenamento. Stiramento le braccia, le gambe e la schiena possono sciogliere i muscoli rigidi e aumentare il flusso sanguigno per consentire a ciascuna fibra muscolare di riscaldarsi e consentire la massima potenza quando viene eseguita ogni serie. Uno dei modi migliori per ridurre l'affaticamento muscolare o la rigidità prima dell'allenamento è eseguire il foam roll su ogni gruppo muscolare per almeno 1-2 minuti al massimo per fornire una funzionalità ottimale. Il rotolamento della schiuma consente ai muscoli di riscaldarsi prima di un allenamento esteso sessione di allenamento. Tuttavia, può anche offrire molti vantaggi se combinato con altre terapie per ridurre i sintomi simili al dolore, come il dolore del punto trigger, che causano ulteriori lesioni che si ripresentano nel corpo. L'articolo di oggi si concentra sui vantaggi del rotolamento della schiuma, su come riduce il dolore del punto trigger e su come viene combinato con la cura chiropratica per ottenere salute e benessere ottimali. Indirizziamo i pazienti a fornitori certificati che incorporano tecniche e terapie per le persone che si occupano di dolore da punto trigger che colpisce diverse aree del corpo. Individuando da dove provengono i punti trigger, molti specialisti del dolore utilizzano un piano di trattamento per ridurre gli effetti che i punti trigger stanno causando sul corpo, suggerendo strumenti diversi, come l'uso di un rullo di schiuma per ridurre il dolore negli altri gruppi muscolari. Incoraggiamo e apprezziamo ogni paziente indirizzandolo a fornitori di servizi medici associati in base alla sua diagnosi quando è appropriato. Comprendiamo che l'educazione è un modo fantastico per porre ai nostri fornitori domande complesse su richiesta e comprensione del paziente. Il dottor Jimenez, DC, utilizza queste informazioni solo come servizio educativo. Disclaimer

come-trovare-i-punti-trigger-popliteus_638bd9c4

I vantaggi del rotolamento della schiuma

Hai avuto a che fare con sintomi simili al dolore in diverse parti del tuo corpo? Senti rigidità nei muscoli? O ti sei sentito esausto per tutto il giorno? Molte persone spesso si sentono stressate, oberate di lavoro ed esauste dopo una lunga giornata e hanno bisogno di trovare modi diversi per alleviare lo stress. Sia che si vada in palestra per allenarsi o per una lezione di yoga, molte persone dovrebbero riscaldarsi per circa 5-10 minuti per allenare ogni gruppo muscolare per ridurre l'affaticamento muscolare e la rigidità. Uno degli strumenti che le persone dovrebbero utilizzare è usare un rullo di schiuma. Gli studi rivelano che il rotolamento della schiuma prima dell'allenamento può migliorare le prestazioni muscolari e la flessibilità e, allo stesso tempo, alleviare l'affaticamento muscolare e il dolore. 

 

Incorporare il foam rolling come parte del riscaldamento può impedire a problemi come il dolore al punto trigger di causare più problemi nel gruppo muscolare interessato e causare più danni. Il rotolamento della schiuma è noto come a rilascio auto-miofasciale (SMR) strumento per molte persone atletiche per alleviare l'indolenzimento muscolare a insorgenza ritardata (DOMS) e può aiutare il processo di recupero per le prestazioni muscolari. Studi mostrano che quando gli atleti hanno DOMS, i loro muscoli sono teneri e rigidi, il che causa movimenti limitati. Facendo rotolare la schiuma, ogni gruppo muscolare dolorante può essere srotolato su un rotolo di schiuma densa dal peso corporeo della persona per applicare pressione sui tessuti molli. Se eseguito correttamente, il raggio di movimento del corpo aumenterà e si previene la restrizione dei tessuti molli.

 

Rotolamento della schiuma per ridurre il dolore al punto di innesco

 

Quando il corpo è stato oberato di lavoro, le fibre muscolari inizieranno a allungarsi eccessivamente e causare vari problemi in diverse parti del corpo. Quando ciò accade, nel tempo si formano minuscoli noduli duri che causano dolore riferito ad altre parti del corpo in ciascun gruppo muscolare. Questo è noto come sindrome del dolore miofasciale o punti trigger. Gli studi rivelano quel dolore al punto trigger è quando i muscoli interessati sono acuti o cronici e causano dolore nei tessuti connettivi circostanti. Il libro del dottor Travell, MD, "Myofascial Pain and Dysfunction", ha affermato che il dolore miofasciale potrebbe causare disfunzione somato-viscerale nel corpo poiché i muscoli e i nervi interessati sono correlati con i corrispondenti organi vitali. Ciò significa che se qualcuno ha a che fare con il mal di schiena, potrebbe essere un problema con il suo sistema intestinale. Ora, in che modo il rotolamento della schiuma aiuta a prevenire il dolore al punto trigger? Come accennato in precedenza, il rotolamento della schiuma su ciascun gruppo muscolare può alleviare il dolore muscolare e migliorare la circolazione sanguigna. Gli studi rivelano quella schiuma che rotola sul gruppo muscolare colpito dal dolore al punto trigger può aumentare il flusso sanguigno al muscolo interessato e ridurre l'infiammazione fasciale nel corpo.

 


Cosa fa il rotolamento della schiuma al corpo - Video

Hai avuto a che fare con dolori muscolari? Ti senti come se stessi costantemente piegando o strascicando i piedi? O hai provato dolori e dolori costanti durante lo stretching? Se hai avuto a che fare con questi problemi muscoloscheletrici, perché non incorporare il foam rolling come parte della tua routine? Molte persone hanno un dolore che colpisce i loro muscoli che causa loro dolore. Per quanto riguarda la riduzione del dolore, incorporare il rotolamento della schiuma sui muscoli interessati può aumentare il flusso sanguigno al muscolo e ridurre qualsiasi sintomo associato a condizioni croniche. Gli studi rivelano che la combinazione di rotolamento della schiuma e stretching prima dell'allenamento può fornire questi incredibili benefici, che includono quanto segue:

  • Allevia il dolore muscolare
  • Aumenta la gamma di movimento
  • Riduce la cellulite
  • Alleviare il mal di schiena
  • Rivivi i punti trigger nei muscoli

Il video sopra fornisce un'eccellente spiegazione di ciò che il foam rolling fa al corpo e perché fornisce sollievo a quei diversi gruppi muscolari. Quando le persone fondono il rotolamento della schiuma con altri trattamenti, può giovare alla loro salute e al loro benessere.


Rotolamento della schiuma e cura chiropratica

 

Come affermato in precedenza, altri vari trattamenti possono combinare il rotolamento della schiuma per promuovere un corpo sano. Uno dei trattamenti è la cura chiropratica. La cura chiropratica incorpora la manipolazione meccanica e manuale della colonna vertebrale, specialmente nella sublussazione o nel disallineamento spinale. Quando la colonna vertebrale è disallineata, può causare affaticamento muscolare e problemi di mobilità che possono influenzare il corpo nel tempo. Quindi, in che modo il rotolamento della schiuma gioca un ruolo nella cura chiropratica? Ebbene, un chiropratico o un dottore in chiropratica può sviluppare un piano per aiutare a gestire il dolore durante il trattamento della condizione che colpisce il corpo. Poiché il rullo di schiuma viene utilizzato in una sessione di riscaldamento in associazione con la terapia fisica, molte persone che lavorano con un personal trainer possono incorporare il rullo di schiuma come parte del loro riscaldamento per sciogliere i muscoli rigidi e sottoporsi a regolari trattamenti chiropratici per migliorare la muscolatura. forza, mobilità e flessibilità.

 

Conclusione

Ci sono molte proprietà benefiche che il rotolamento della schiuma può fornire al corpo. Il rotolamento della schiuma può consentire la circolazione del sangue ai muscoli riducendo l'affaticamento muscolare e il dolore. Incorporare il foam rolling come parte di un riscaldamento quotidiano può anche prevenire la formazione di punti trigger nei gruppi muscolari e può risolvere i nodi stretti che si sono verificati nel muscolo. Allo stesso tempo, trattamenti come la cura chiropratica e la terapia fisica possono combinare il rotolamento della schiuma per promuovere la salute e il benessere del corpo e prevenire il dolore muscolare.

 

Riferimenti

Konrad A, Nakamura M, Bernsteiner D, Tilp M. Gli effetti accumulati del rotolamento della schiuma combinati con lo stretching sulla gamma di movimento e sulle prestazioni fisiche: una revisione sistematica e una meta-analisi. J Sport Sci Med. 2021 luglio 1;20(3):535-545. doi: 10.52082/jssm.2021.535. PMID: 34267594; PMCID: PMC8256518.

 

Pagaduan, Jeffrey Cayaban, et al. "Effetti cronici del rotolamento della schiuma su flessibilità e prestazioni: una revisione sistematica di studi controllati randomizzati". International Journal of Research Ambientale e Sanità Pubblica, Biblioteca nazionale di medicina degli Stati Uniti, 4 aprile 2022, www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC8998857/.

Pearcey, Gregory EP, et al. "Rotolamento della schiuma per indolenzimento muscolare a insorgenza ritardata e recupero delle misure delle prestazioni dinamiche". Giornale di preparazione atletica, Biblioteca nazionale di medicina degli Stati Uniti, gennaio 2015, www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC4299735/.

Shah, Jay P, et al. "Punti trigger miofasciali allora e oggi: una prospettiva storica e scientifica". PM & R: il Journal of Injury, Function e Rehabilitation, Biblioteca nazionale di medicina degli Stati Uniti, luglio 2015, www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC4508225/.

Travell, JG, et al. Dolore miofasciale e disfunzione: il manuale del punto trigger: vol. 2: gli arti inferiori. Williams & Wilkins, 1999.

Wiewelhove, Thimo, et al. "Una meta-analisi degli effetti del rotolamento della schiuma sulle prestazioni e sul recupero". Frontiers in fisiologia, Biblioteca nazionale di medicina degli Stati Uniti, 9 aprile 2019, www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC6465761/.

Disclaimer

Fascite plantare e punti trigger sui piedi

Fascite plantare e punti trigger sui piedi

Introduzione

Tutti in tutto il mondo sanno che i piedi sono importanti. I piedi consentono a molte persone di farlo eseguire il, camminare o fare jogging per lunghi periodi senza provare dolore per un periodo di tempo moderato. A quel punto, i vari muscoli e tendini che circondano il piede fornire flessione, estensione e stabilità di tutto il corpo. Anche se è molto facile ottenere la quantità raccomandata di passi per essere in buona salute, circa il 75% delle persone avrà dolore ai piedi che può influire sulla loro capacità di camminare. Uno dei dolori ai piedi più comuni è fasciite plantare, che può diventare una condizione dolorosa del piede se non viene trattata il prima possibile. L'articolo di oggi esamina la fascite plantare, i suoi sintomi, la correlazione tra i punti trigger e i trattamenti per essa. Indirizziamo i pazienti a fornitori certificati che incorporano tecniche e terapie per le persone che si occupano di fascite plantare. Individuando da dove provengono i punti trigger, molti specialisti del dolore possono sviluppare un piano di trattamento per ridurre gli effetti che la fascite plantare sta causando sui piedi. Incoraggiamo e apprezziamo ogni paziente indirizzandolo a fornitori di servizi medici associati in base alla sua diagnosi quando è appropriato. Comprendiamo che l'educazione è un modo fantastico per porre ai nostri fornitori domande complesse su richiesta e comprensione del paziente. Il dottor Jimenez, DC, utilizza queste informazioni solo come servizio educativo. Disclaimer

taping-for-trigger-point-peroneal-muscles_6394f3b4

Cos'è la fascite plantare?

 

Hai avuto a che fare con un dolore costante al tallone? Senti dolore salire alla gamba quando fai un passo o cammini? O senti un dolore lancinante al tallone? Molte di queste persone con problemi di dolore hanno a che fare con la fascite plantare. Gli studi rivelano che la fascite plantare derivi dall'irritazione degenerativa della fascia plantare e dei suoi legamenti. Questo fa sì che i legamenti muscolari si infiammino, si gonfino e si indeboliscano, causando dolore alla parte inferiore del piede o del tallone quando una persona cammina o sta in piedi. A quel punto, quando c'è uno sforzo ripetitivo sui piedi, provoca microlesioni nella fascia plantare. La fascia plantare del piede svolge un ruolo importante in quanto comprende tre segmenti che supportano l'arco mediale e l'assorbimento degli urti durante la discesa. Essendo una delle cause più comuni di dolore al tallone, il dolore residuo della fascite plantare tende ad essere una sensazione acuta e lancinante. La fascite plantare è più evidente nelle persone di mezza età. Tuttavia, chiunque a qualsiasi età può sviluppare la fascite plantare, soprattutto se ha un lavoro che richiede loro di stare costantemente in piedi.

 

Sintomi di fascite plantare

Poiché circa 2 milioni di americani potrebbero potenzialmente sviluppare la fascite plantare, è importante sapere che quando una persona è stata costantemente in piedi, ci sarà un'infiammazione lungo i tessuti dei piedi. Molte persone con uno stile di vita frenetico che richiede loro di stare in piedi frequentemente spesso ignorano il dolore o il disagio. Alcuni dei sintomi causati dalla fascite plantare includono quanto segue:

  • Dolore sul fondo del tallone
  • Dolore all'arco 
  • Dolore che di solito è peggiore al risveglio
  • Dolore che aumenta nel corso dei mesi
  • Gonfiore sul fondo del tallone

Tuttavia, quando il dolore diventa prepotente, molte persone spesso pensano di avere mal di piedi o mal di schiena a causa dell'eccessiva stanchezza del lavoro, dello stress costante o dello sforzo eccessivo del proprio corpo. Quando ciò accade, molti penserebbero che il dolore scomparirebbe in pochi giorni dopo un breve periodo di riposo.

 

Punti trigger associati a fascite plantare

 

Ora molte persone penserebbero spesso che la fascite plantare colpisca solo i talloni, tuttavia, può colpire qualsiasi parte della struttura del piede poiché tutti i tessuti muscolari circostanti sono a rischio di infiammazione. Quando le persone iniziano a ignorare il dolore e il disagio che la fascite plantare sta causando ai piedi, può sovrapporsi e sviluppare punti trigger in altre aree del corpo:

  • caviglie
  • ginocchia
  • Fianchi
  • Parte bassa della schiena

Gli studi rivelano che i punti trigger o la sindrome del dolore miofasciale sono piccoli noduli duri, discreti che si trovano lungo la fascia muscoloscheletrica tesa che causa numerosi problemi come infiammazione, ipersensibilità e dolore ai gruppi muscolari interessati nel corpo. Secondo "Myofascial Pain and Dysfunction" scritto dal Dr. Travell, MD, menziona che quando i muscoli intrinseci profondi che lavorano con la fascia plantare sono colpiti da punti trigger, causerebbero sintomi di intorpidimento e sensazione di gonfiore nel piede. Ciò fa sì che molte persone abbiano una mobilità limitata e un intenso dolore quando camminano, il che può avere un impatto negativo sul loro stile di vita.

 


Una panoramica della fascite plantare - Video

Hai avuto a che fare con i piedi doloranti? Senti un dolore acuto e radiante ai piedi? Oppure hai difficoltà a camminare? Molti spesso pensano di avere a che fare con mal di piedi o altri problemi che causano loro dolore. Circa il 75% degli americani ha spesso dolori ai piedi che compromettono la loro capacità di camminare, e uno di questi è la fascite plantare. Il video qui sopra spiega la fascite plantare e come può colpire i piedi. Quando i tendini della fascia plantare vengono abusati, provoca micro-lacerazioni nei legamenti muscolari. Quando la forza di compressione aggiunta inizia a spingere contro l'osso del tallone, può portare a uno stato patologico per cui la fascia plantare degenera e crea disfunzione e dolore. Quando ciò accade, può portare ad altre condizioni come il dolore al punto trigger lungo le fibre muscolari del piede. Il dolore e la tenerezza causati dai punti trigger nei muscoli plantari possono mascherarsi come fascite plantare. A quel punto, quando la fascite plantare diventa un problema e provoca un dolore immenso nell'individuo, può diventare problematico. Per fortuna, sono disponibili trattamenti per ridurre il dolore da fascite plantare.


Trattamenti per fascite plantare

 

Nel trattamento della fascite plantare, molti trattamenti disponibili possono ridurre gli effetti infiammatori nel tallone e prevenire il ritorno dei punti trigger. Uno dei trattamenti disponibili è la cura chiropratica. La cura chiropratica è un'opzione terapeutica alternativa per prevenire, diagnosticare e trattare numerose lesioni e condizioni associate alla colonna vertebrale, principalmente sublussazioni o disallineamenti spinali. La chiropratica si concentra sul ripristino e il mantenimento della salute e del benessere generale del sistema muscolo-scheletrico e nervoso attraverso la manipolazione e gli aggiustamenti della colonna vertebrale. Un chiropratico può riallineare attentamente la colonna vertebrale, migliorando la forza, la mobilità e la flessibilità del paziente. Per quanto riguarda la fascite plantare, la cura chiropratica può funzionare con altri trattamenti, tra cui fisioterapia, massaggi e persino iniezioni, per gestire il dolore e trattare la condizione. Anche se la fascite plantare richiede diversi mesi per guarire, la cura chiropratica può comportare una tecnica precisa che comporta aggiustamenti ai piedi, alle caviglie e all'allineamento della colonna vertebrale. Ciò offre diversi vantaggi, che includono quanto segue:

  • Riduce lo stress nella fascia plantare 
  • Promuove la guarigione 
  • Fornisce un'efficace gestione del dolore 
  • Riduce il rischio di ulteriori lesioni 

 

Conclusione

Poiché molte persone in tutto il mondo sono costantemente in piedi, il dolore ai piedi può ostacolare la capacità di movimento. Uno dei dolori al piede più comuni è la fascite plantare che può essere correlata a punti trigger lungo i vari muscoli del piede. La fascite plantare deriva dall'irritazione degenerativa della fascia plantare e dei suoi legamenti, che provoca un dolore acuto e lancinante al tallone. Quando ciò accade, può causare infiammazione, gonfiore e debolezza del tallone. A quel punto, provoca instabilità e dolore quando si cammina. Tuttavia, la fascite plantare può essere trattata quando viene colta precocemente attraverso vari trattamenti come la cura chiropratica. La cura chiropratica può ridurre lo stress nella fascia plantare e contribuire a ridurre il rischio di ulteriori lesioni. In combinazione con altre terapie, molte persone possono funzionare normalmente e riguadagnare la capacità di camminare senza dolore.

 

Riferimenti

Buchanan, Benjamin K, e Donald Kushner. "Fascite plantare - StatPearls - Libreria NCBI". In: StatPearls [Internet]. L'isola del tesoro (FL), StatPearls Publishing, 30 maggio 2022, www.ncbi.nlm.nih.gov/books/NBK431073/.

Petrofsky, Jerrold, et al. "Il riscaldamento locale dei punti trigger riduce il dolore al collo e alla fascia plantare". Journal of Back and Muscoloskeletal Rehabilitation, Biblioteca nazionale di medicina degli Stati Uniti, 2020, pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/31594202/.

Shah, Jay P, et al. "Punti trigger miofasciali allora e oggi: una prospettiva storica e scientifica". PM & R: il Journal of Injury, Function e Rehabilitation, Biblioteca nazionale di medicina degli Stati Uniti, luglio 2015, www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC4508225/.

Travell, JG, et al. Dolore miofasciale e disfunzione: il manuale del punto trigger: vol. 2: gli arti inferiori. Williams & Wilkins, 1999.

Disclaimer