Fare clic su Fraud Monitoring
Seleziona Pagina

Ti senti:

  • Affamato tra un'ora o due dopo aver mangiato?
  • Aumento di peso inspiegabile?
  • Squilibri ormonali?
  • Un senso generale di gonfiore?
  • Un senso di pienezza durante e dopo i pasti?

Se si verifica una di queste situazioni, prova a considerare il digiuno intermittente.

Da quando è diventato popolare negli ultimi anni, il digiuno intermittente è un approccio dietetico che molte persone hanno utilizzato nel loro stile di vita sano. Durante il tempo della società dei cacciatori-raccoglitori, le persone hanno usato questo metodo per secoli come modo di sopravvivere. Gli studi hanno dimostrato che le persone lo hanno usato per scopi medicinali nel corso della storia come rimedio medicinale. Le antiche civiltà di Roma, Grecia e Cina hanno usato il digiuno intermittente nella loro vita quotidiana. Il digiuno è stato persino usato per ragioni spirituali in alcune religioni, come il buddismo, l'Islam e il cristianesimo, poiché gli individui lo usano come modo per riflettere su se stessi ed essere più vicini alle loro divinità.

Che cos'è il digiuno?

Dieta chetogenica e digiuno intermittente | Chiropratico El Paso, TX

Il digiuno è dove una persona non consuma cibo o bevande almeno per dodici ore durante il giorno. Quando una persona inizia a digiunare, noteranno che il loro metabolismo e i loro ormoni cambieranno nei loro corpi. C'è ricerca imminente che il digiuno intermittente può promuovere incredibili benefici per la salute del corpo. I benefici per la salute forniti dal digiuno intermittente sono la perdita di peso, gli effetti protettivi nel cervello, la diminuzione dell'infiammazione e il miglioramento dei livelli di glucosio nel sangue e di insulina nel corpo.

I diversi metodi

Ci sono altri metodi di digiuno ciò comporta il digiuno dal cibo per diversi giorni o settimane. Con questi diversi metodi, prevedono un periodo più breve compreso tra 16 e 24 ore. Diversi tipi di digiuno intermittente sono determinati dalla durata della finestra di alimentazione (quando mangiare il cibo) e dalla finestra di digiuno (quando evitare il cibo). Ecco alcuni degli altri metodi di digiuno, che includono:

  • Alimentazione a tempo limitato (TRF): Questo tipo di digiuno ha una finestra di alimentazione da 4 a 12 ore. Per il resto della giornata, l'acqua è l'unica cosa che può essere consumata. La variante comune per mangiare questo tipo di digiuno è 16 / 8. Ciò significa che una persona deve digiunare almeno 16 ore ogni giorno.
  • Alimentazione a tempo limitato (eTRF): Questa è una diversa varietà di digiuno a tempo limitato che va da 8 a 2 pm Dopo che le ore 6 sono scadute, il resto della giornata è composto da questo periodo di digiuno.
  • Digiuno a giorni alterni (ADF): Questo tipo di digiuno coinvolge una persona che mangia un giorno e il giorno successivo è completamente veloce. Si alternano tra mangiare e digiunare ogni giorno per ottenere i benefici.
  • Periodo di digiuno (digiuno ciclistico): Questo tipo di digiuno comporta uno o due giorni di digiuno a settimana e per il quinto o sesto giorno di mangiare quanto il desiderio di una persona. La varietà del digiuno periodico può essere un 5: 2 o un 6: 1.
  • Digiuno modificato: Questo tipo di digiuno ha alcuni metodi di digiuno intermittente simili al digiuno a giorni alterni, ma questo digiuno può essere modificato per chiunque. Una persona può consumare sostanze a basso contenuto calorico durante il periodo di digiuno.

Come funziona?

Il digiuno intermittente è il risultato di cambiamenti nel corpo in quanto i modelli ormonali e il metabolismo energetico sono interessati. Una volta che una persona ha finito di consumare cibo, il contenuto viene scomposto e trasformato in nutrienti, in modo che possa essere assorbito nel tratto digestivo. Quello che succede è che i carboidrati vengono scomposti e trasformati in glucosio e assorbiti nel flusso sanguigno, distribuendolo nel tessuto del corpo come fonte essenziale di energia. L'ormone dell'insulina aiuta quindi a regolare i livelli di glucosio nel sangue segnalando alle cellule di prendere gli zuccheri dal sangue e trasformandoli in carburante per il corretto funzionamento del corpo.

Con il digiuno intermittente, una persona ha finito con un pasto e i suoi livelli di glucosio sono esauriti dal corpo. Affinché l'energia soddisfi le sue esigenze, il corpo deve abbattere il glicogeno che si trova nel fegato e nei muscoli scheletrici causando la gluconeogenesi. La gluconeogenesi è quando il fegato produce zuccheri glucosio da fonti non di carboidrati nel corpo. Quindi, una volta che i livelli di insulina sono bassi dopo 18 ore di digiuno, inizia un processo chiamato lipolisi. Ciò che la lipolisi fa è che il corpo inizia a scomporre i componenti grassi in acidi grassi liberi. Quando c'è una bassa quantità di glucosio che il corpo consuma per produrre energia, il corpo stesso inizia con l'uso di acidi grassi e chetoni per produrre energia. La chetosi è uno stato metabolico dove le cellule del fegato iniziano a favorire la degradazione degli acidi grassi e la loro conversione in chetone acetoacetato e beta-idro butirrato.

Le cellule muscolari e le cellule neuronali usano questi chetoni per generare ATP (adenosina trifosfato) che è il principale vettore di energia. La ricerca ha dichiarato che l'uso e la disponibilità di acidi grassi combinati con chetoni in sostituzione dell'energia per il glucosio sono benefici per i tessuti vitali del corpo. Ciò include il cuore, il fegato, il pancreas e il cervello.

I quattro stati metabolici indotti dal digiuno sono definiti ciclo ad alimentazione rapida e sono:

  • Lo stato nutrito
  • Lo stato postassorbente
  • Lo stato di digiuno
  • Lo stato di fame

L'effetto fisiologico del digiuno intermittente può anche essere ottenuto seguendo una dieta chetogenica, che è una dieta molto ricca di grassi e carboidrati. Lo scopo di questa dieta è di spostare lo stato metabolico del corpo in chetosi.

I vantaggi del digiuno

Ci sono tonnellate di ricerche che hanno dimostrato come il digiuno intermittente abbia un'ampia varietà di benefici per la salute, tra cui:

  • Perdita di peso
  • Tipo 2 prevenzione e gestione del diabete
  • Fattori di rischio cardiometabolici migliorati
  • Pulizia cellulare
  • infiammazione Diminuzione
  • Neuroprotezione

Gli studi hanno dimostrato che diversi meccanismi proposti sono responsabili di questi effetti sulla salute del digiuno intermittente e hanno dimostrato di essere utili allo stile di vita di una persona.

Conclusione

Il digiuno intermittente è stato praticato per secoli e ha guadagnato popolarità negli ultimi anni. Implica l'astensione dal consumo di alimenti per almeno 12 ore consecutive trasformando le cellule adipose in energia affinché il corpo funzioni. I benefici per la salute che il digiuno intermittente offre sono benefici per un individuo che sta cercando di mantenere uno stile di vita sano. Alcuni prodotti aiutare a fornire supporto al sistema gastrointestinale e assicurarsi che il metabolismo dello zucchero sia a un livello sano per il funzionamento dell'organismo.

Lo scopo delle nostre informazioni è limitato a problemi di chiropratica, muscoloscheletrici e di salute nervosa o articoli, argomenti e discussioni di medicina funzionale. Utilizziamo protocolli sanitari funzionali per il trattamento di lesioni o disturbi del sistema muscoloscheletrico. Il nostro ufficio ha fatto un ragionevole tentativo di fornire citazioni di supporto e ha identificato gli studi di ricerca pertinenti o studi a supporto dei nostri posti. Facciamo anche copie degli studi di ricerca di supporto disponibili al consiglio e / o al pubblico su richiesta. Per discutere ulteriormente l'argomento di cui sopra, non esitate a chiedere al Dr. Alex Jimenez o contattarci al numero 915-850-0900.


Riferimenti:

Dhillon, Kiranjit K. "Biochimica, chetogenesi." StatPearls [Internet]., Biblioteca nazionale americana di medicina, 21 aprile 2019, www.ncbi.nlm.nih.gov/books/NBK493179/#article-36345.

Hue, Louis e Heinrich Taegtmeyer. "The Randle Cycle Revisited: una nuova testa per un vecchio cappello." American Journal of Physiology. Endocrinologia e Metabolismo, American Physiological Society, settembre 2009, www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC2739696/.

Stockman, Mary-Catherine, et al. "Il digiuno intermittente: l'attesa vale il peso?" Rapporti attuali sull'obesità, US National Library of Medicine, June 2018, www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC5959807/.

Zubrzycki, A, et al. "Il ruolo delle diete ipocaloriche e del digiuno intermittente nel trattamento dell'obesità e del diabete di tipo 2." Journal of Physiology and Pharmacology: una Gazzetta ufficiale della Polish Physiological Society, US National Library of Medicine, ottobre 2018, www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/30683819.