ClickCease
Seleziona Pagina

fitocannabinoidi: Con la scoperta del Sistema endocannabinoide (ECS) durante gli 1980 forniti ai ricercatori, una nuova prospettiva sui composti della canapa e della marijuana ha identificato 40 anni prima. E una delle nuove prospettive era il modo in cui questi composti interagivano con il corpo umano.

Phytocannabinoids: (Phyto) - Per la pianta era il nome dato a questi composti

Oltre i fitocannabinoidi 80 sono stati identificati in marijuana e canapa. Il phytocannabinoide psicoattivo in marijuana noto come tetraidrocannabinolo (THC) rappresenta solo uno dei tanti fitocannabinoidi studiati per i suoi benefici per la salute. 1

Più la scienza impara sugli effetti della ECS nel sostenere cervello salute, miglioramento della funzione immunitaria, mantenimento di una risposta infiammatoria sana e promozione della salute GI, della fertilità, della salute delle ossa, ecc. Ora c'è più interesse nel trovare fitofanninoidi in natura e imparare come influiscono sulla salute umana.

A causa di questo interesse, i fitocannabinoidi sono stati identificati in molte piante al di fuori delle specie di Cannabis. Un esempio è nelle piante come chiodi di garofano, pepe nero, echinacea, broccoli, ginseng e carote.2

Phytocannabinoids in canapa

La maggior parte delle persone ha sentito parlare cannabadiolo (CBD), ma questo è solo uno dei tanti componenti della canapa che interagisce con l'ECS.

phytocannabinoids el paso tx.

Altri due fitocannabinoidi includono:

Cannabichromene (CBC)

  • La ricerca CBC iniziò negli 1980 quando fu scoperto che avrebbe agito su una normale risposta infiammatoria nei ratti. 3 Recentemente la CBC ha dimostrato di promuovere la salute del cervello, la salute della pelle 4, 5 e mantenere il normale movimento nel sistema digestivo.6

Cannabigerolo (CBG)

  • La ricerca CBG si concentra su come supporta la salute del sistema nervoso. CBG ha più lavori nell'ECS. Questi includono l'inibizione del re-uptake di anandamide. Sebbene sia ancora sconosciuto, il CBG potrebbe fornire supporto per la funzione immunitaria, la salute della pelle e il buon umore. E il CBG si trova in livelli molto più alti nella canapa industriale che nella marijuana.7

Phytocannabinoids in altre piante

La ricerca attuale ha trovato fitocannabionidi in molte altre piante. Alcuni di questi includono:

Beta-cariofillene (BCP)

  • Il BCP si trova nei fiori e nelle foglie di canapa e poiché solo il gambo della canapa è usato negli integratori, il contenuto di BCP viene perso. Ma, BCP è contenuto in molte altre piante, cioè chiodi di garofano e pepe nero. BCP si unisce al recettore dei cannabinoidi CB2. Questo aiuta a mantenere una risposta infiammatoria sana e allo stesso tempo a promuovere la salute dell'apparato digerente, della pelle e del fegato.8,9

Diindolylmethane (DIM)

  • Il DIM è un composto che viene prodotto nei nostri corpi quando si consumano verdure come broccoli, cavolfiori e cavoli. DIM è un integratore dietetico facilmente disponibile. Proprio come il beta-caryofillene, il DIM si lega al recettore dei cannabinoidi CB2.10 Il sistema immunitario è abbondante nei recettori CB2, questo potrebbe spiegare i benefici di questi alimenti, specialmente nella salute del sistema immunitario.

alchilammidi

  • Anche gli alchilammidi svolgono un ruolo nell'ECS, che sta generando interesse. Si trova nell'erba Echinacea, Questi composti agiscono sul recettore CB2 per la regolazione di sintesi di citochine è e supporto della funzione immunitaria. 11 Questo aiuta a spiegare gli usi comuni di Echinacea.

falcarinol

  • Il falcarinolo si trova nelle carote, nel sedano, nel prezzemolo e Panax o ginseng asiatico. Il composto di falcarinolo si lega al recettore dei cannabinoidi CB1 ma ha l'effetto opposto dell'anandamide. Per questo motivo, il falcarinolo può causare reazioni allergiche cutanee a causa del blocco della nostra ECS dalla regolazione dell'infiammazione locale.12

yangonin

  • Questo phytocannabinoid si trova nel Pianta di Kava (Piper methysticum). Questo composto si lega ai recettori CB1 e agisce GABA recettori nel sistema nervoso. yangonin ha dimostrato di favorire il rilassamento e regolare le risposte allo stress, tuttavia, potrebbe essere dannoso per il fegato.13

L'informazione e la conoscenza del sistema endocannabinoide stanno crescendo rapidamente. Scienza e scienziati continuano le loro ricerche per trovare più fitocannabinoidi in alimenti / piante che possano beneficiare la salute umana.

Referenze

  1. Borgelt L, Franson K, Nussbaum A, Wang G. Gli effetti farmacologici e clinici della cannabis medica. Farmacoterapia 2013; 33 (2): 195-209.
  2. Gertsch J, Roger G, Vincenzo D. Phytocannabinoids oltre la pianta di cannabis - esistono? Br J Pharmacol 2010; 160 (3): 523-529.
  3. Wirth P, Watson E, ElSohly M, et al. Proprietà anti-infiammatorie del cannabichromene. Life Sci 1980; 26 (23): 1991-1995.
  4. Shinjyo N, Di Marzo V. L'effetto del cannabhrromene sulle cellule staminali / progenitrici neurali dell'adulto. Neurochem Int 2013; 63 (5): 432-437.
  5. Izzo A, Capasso R, Aviello G, et al. Effetto inibitorio del cannabromomene, un cannabinoide non psicotropico importante estratto dalla Cannabis sativa, sull'ipermotilità indotta da infiammazione nei topi. Br J Pharmacol 2012; 166 (4): 1444-1460.
  6. Oláh A, Markovics A, Szabó? Papp J, et al. L'efficacia differenziale di fitocannabinoidi non psicotropi selezionati sulle funzioni dei sebociti umani implica la loro introduzione nella pelle secca / seborroica e nel trattamento dell'acne. Exp Dermatol 2016; 25 (9): 701-707.
  7. De Meijer E, Hammond K. L'ereditarietà del fenotipo chimico in Cannabis sativa L. (II): cannabigerolo piante predominanti. Euphytica 2005; 145 (1-2): 189-198.
  8. Gertsch J, Leonti M, Raduner S, et al. Il beta-cariofillene è un cannabinoide alimentare. Proc Natl Acad Sci 2008; 105 (26): 9099-9104.
  9. Klauke A, Racz I, Pradier B, et al. Il beta-cariofillene, il fitocannabinoide selettivo del recettore CB2 dei cannabinoidi, esercita effetti analgesici nei modelli murini di dolore infiammatorio e neuropatico. Eur Neuropsychopharmacol 2014; 24 (4): 608-620.
  10. Yin H, Chu A, Li W, et al. Identificazione del ligando del recettore accoppiato a proteine ​​G lipidiche utilizzando il saggio PathHunter ™ β-arrestin. J Biol Chem 2009; 284 (18): 12328-12338.
  11. Raduner S, Majewska A, Chen J, et al. Gli alchilammidi da Echinacea sono una nuova classe di cannabinomimetici Effetti immunomodulatori dipendenti dal recettore e indipendenti dal recettore 2 di tipo cannabinoide. J Biol Chem 2006; 281 (20): 14192-14206.
  12. Leonti M, Casu L, Raduner S, et al. Il falcarinolo è un antagonista del recettore CB1 dei cannabinoidi covalenti e induce effetti pro-allergici sulla pelle. Biochem Pharmacol 2010; 79 (12): 1815-1826.
  13. Tang J, Dunlop R, Rowe A, et al. Kavalactones Yangonin e Methysticin inducono apoptosis in hepatocytes umano (HepG2) in vitro. Phytother Res 2011; 25 (3): 417-423.