ClickCease
+ 1-915-850-0900 spinedoctors@gmail.com
Seleziona Pagina

Parcheggiarsi davanti al televisore potrebbe renderlo probabile che sviluppi la demenza come persone geneticamente predisposte alla condizione, suggerisce uno studio canadese. In uno studio di più di 1,600 adulti di età 65 e più anziani, quelli che hanno condotto una vita sedentaria sembrano avere lo stesso rischio di sviluppare la demenza di quelli che hanno portato la mutazione del gene apolipoproteina E (APOE), aumentando le probabilità di sviluppare la demenza.

Al contrario, le persone che esercitavano sembravano avere meno probabilità di sviluppare demenza rispetto a quelle che non lo facevano, lo studio di cinque anni trovato.

"Essere inattivi può negare completamente gli effetti protettivi di un insieme sano di geni", ha detto la ricercatrice principale Jennifer Heisz, assistente professore nel dipartimento di kinesiologia presso la McMaster University di Hamilton, nell'Ontario.

Tuttavia, lo studio non ha dimostrato che la mancanza di esercizio causasse un aumento del rischio di demenza. Ha trovato solo un'associazione tra i due.

Prevalenza della demenza dovuta all'inattività

La mutazione APOE è il più forte fattore di rischio genetico per la demenza vascolare, la demenza del corpo di Lewy, il morbo di Parkinson e, soprattutto, la malattia di Alzheimer, hanno detto i ricercatori. Le persone con un singolo "allele" APOE possono avere un rischio di demenza da tre a quattro volte maggiore rispetto ai non portatori, hanno affermato gli autori dello studio. Non è noto come l'esercizio possa ridurre il rischio di demenza, ha detto Heisz.

Questi risultati dello studio, tuttavia, suggeriscono che il tuo livello di attività fisica può influenzare il tuo rischio di demenza tanto quanto la tua genetica, ha detto Heisz. "Non puoi cambiare i tuoi geni, ma puoi cambiare il tuo stile di vita", ha aggiunto.

Il tipo di esercizio che è meglio non è noto, anche se le persone che erano fisicamente attive nello studio hanno riferito di camminare tre volte alla settimana, ha detto Heisz.

"Il che significa che non devi allenarti come un olimpionico per ottenere i benefici per la salute del cervello di essere fisicamente attivi", ha detto.

La relazione è stata pubblicata il gennaio 10 nella Journal of Alzheimer's Disease.

Il Dr. Sam Gandy dirige il Centro per la salute cognitiva nell'ospedale Mount Sinai di New York. Ha detto che i risultati dello studio non sono "davvero una sorpresa, ma è bello vederlo dimostrato". Altri scienziati hanno mostrato alcuni anni fa che le persone con la mutazione APOE potevano praticamente cancellare il rischio di sviluppare placche amiloidi nel cervello se diventavano corridori regolari, ha detto Gandy. Le placche amiloidi sono uno dei segni distintivi dell'Alzheimer.

"È stato un rapporto straordinario che, credo, è stato sottovalutato", ha detto Gandy.

Tuttavia, questo nuovo studio suggerisce che se sei benedetto con i geni che riducono il rischio per l'Alzheimer, potresti perdere quel beneficio se non ti alleni, ha detto.

"Non riesco a capire perché la paura della demenza non sia sufficiente per indurre tutti ad adottare un regolare programma di esercizi", ha detto Gandy. "Dico a tutti i miei pazienti che se se ne vanno con uno, e solo uno, un consiglio, che l'unica cosa che possono fare per ridurre il rischio di demenza o rallentare la progressione della demenza è di esercitare", ha detto.

Circa 47.5 milioni di persone in tutto il mondo vivono con demenza, hanno detto i ricercatori, e questo numero dovrebbe aumentare a 115 milioni di 2050. Senza una cura conosciuta, c'è un'urgente necessità di esplorare, identificare e modificare i fattori di stile di vita che possono ridurre il rischio di demenza, hanno detto gli autori dello studio.

FONTI: Jennifer Heisz, Ph.D., Assistente Professore, Dipartimento di Kinesiologia, McMaster University, Hamilton, Ontario, Canada; Sam Gandy, MD, Ph.D., direttore, Centro per la salute cognitiva, Ospedale Mount Sinai, New York City; Gen. 10, 2017, Journal of Alzheimer's Disease

La portata delle nostre informazioni è limitata a lesioni e condizioni di chiropratica e spinale. Per discutere di opzioni sul tema, si prega di contattare il dottor Jimenez o contattarci 915-850-0900

Argomenti aggiuntivi: cure chiropratiche per gli adulti più anziani

La cura chiropratica è un'opzione alternativa di trattamento che si concentra sulla diagnosi, il trattamento e la prevenzione di lesioni e / o condizioni associate al sistema muscolo-scheletrico e nervoso, in primo luogo la colonna vertebrale. Chiropratica utilizza regolazioni spinali e manipolazioni manuali per trattare una serie di lesioni e condizioni. Come la gente invecchia, le lesioni degenerative e le condizioni possono verificarsi comunemente. Fortunatamente, il trattamento chiropratico è stato dimostrato a vantaggio degli adulti più anziani con degenerazione spinale, aiutando a ripristinare la propria salute e benessere originali.

 

foto di blog di cartone animato grande notizie

 

ARGOMENTO DI TENDENZA: EXTRA EXTRA: Nuovo PUSH 24/7? Centro fitness

 

 

Ambito professionale *

Le informazioni qui riportate su "La demenza negli anziani anziani causata dall'inattività" non intende sostituire un rapporto individuale con un operatore sanitario qualificato o un medico autorizzato e non è un consiglio medico. Ti incoraggiamo a prendere le tue decisioni sanitarie sulla base della tua ricerca e della collaborazione con un operatore sanitario qualificato .

Informazioni sul blog e discussioni sull'ambito

Il nostro ambito informativo è limitato a chiropratica, muscolo-scheletrico, medicine fisiche, benessere, contributo eziologico disturbo viscerosomaticos all'interno di presentazioni cliniche, dinamiche cliniche associate ai riflessi somatoviscerali, complessi di sublussazione, problemi di salute sensibili e/o articoli, argomenti e discussioni di medicina funzionale.

Forniamo e presentiamo collaborazione clinica con specialisti di una vasta gamma di discipline. Ogni specialista è regolato dal proprio ambito professionale di pratica e dalla propria giurisdizione di licenza. Utilizziamo protocolli funzionali di salute e benessere per trattare e supportare la cura delle lesioni o dei disturbi del sistema muscolo-scheletrico.

I nostri video, post, argomenti, argomenti e approfondimenti coprono questioni cliniche, problemi e argomenti che riguardano e supportano, direttamente o indirettamente, il nostro ambito clinico di pratica.*

Il nostro ufficio ha ragionevolmente tentato di fornire citazioni di supporto e ha identificato lo studio o gli studi di ricerca pertinenti a supporto dei nostri post. Forniamo copie degli studi di ricerca di supporto a disposizione degli organi di regolamentazione e del pubblico su richiesta.

Comprendiamo che copriamo questioni che richiedono una spiegazione aggiuntiva su come può essere d'aiuto in un particolare piano di assistenza o protocollo di trattamento; pertanto, per discutere ulteriormente l'argomento di cui sopra, non esitate a chiedere Dr. Alex Jimenez DC o contattaci al 915-850-0900.

Siamo qui per aiutare te e la tua famiglia.

Blessings

Il dottor Alex Jimenez DC MSACP, CCST, IFMCP*, CIFM*, ATN*

e-mail: coach@elpasofunctionalmedicine.com

Licenza in: Texas & Nuovo Messico*

Dr. Alex Jimenez DC, MSACP, CIFM*, IFMCP*, ATN*, CCST
Il mio biglietto da visita digitale