Fare clic su Fraud Monitoring
Seleziona Pagina

Con tutto ciò che sta accadendo nel mondo di oggi l'immunità è particolarmente importante. Senza un sistema immunitario correttamente funzionante, i nostri corpi possono infiammarsi e essere più sensibili ai virus. L'infiammazione può causare un sistema immunitario indebolito, dolori articolari, mal di testa, affaticamento e altro!

Quindi cosa possiamo fare per rafforzare la nostra immunità e contribuire a dare ai nostri corpi una possibilità di combattere? Prima di tutto, lavarsi le mani è estremamente importante. Non solo ora, ma sempre. Assicurati di lavarti le mani con acqua calda e strofinare ovunque. Secondo, dormi molto. Il riposo è come il corpo recupera. Se non dai al tuo corpo un sonno adeguato, la forza delle tue cellule deve combattere le infezioni diminuisce. In terzo luogo, mangia cibo sano, idrata ed esercizio fisico. Infine, ultimo ma non meno importante, aiuta a potenziare il sistema immunitario integrando il corpo con integratori naturali.

Ci sono molti integratori che saranno benefici per il corpo. Tuttavia, due dei più importanti sono NAC e glutammina.

Quali sono?

NAC sta per N-acetil-cistina. Il NAC è un amminoacido che il corpo può produrre ma il corpo può anche trarre grandi benefici dall'assunzione di NAC aggiuntivo in forma supplementare. NAC svolge un ruolo importante nell'aiutare il fegato a disintossicarsi. Inoltre, il NAC aiuta a reintegrare i livelli di glutatione nei polmoni e può aiutare a ridurre l'infiammazione. Questo è molto utile per aiutare ad alleviare i sintomi di un'infezione respiratoria.

NAC è anche molto utile nel potenziare la salute del cervello. NAC aiuta a regolare i livelli di glutammato e reintegrare il glutatione. Tuttavia, uno dei fattori più importanti della NAC è la sua capacità di aumentare i livelli di glutatione.

La glutammina è un aminoacido che aiuta il corpo a svolgere molte funzioni. La glutammina svolge un ruolo cruciale nel sistema immunitario.

La connessione e come influisce sull'immunità

Tuttavia, uno dei fattori più importanti di NAC è la sua capacità di alcolizzare i livelli di glutatione. NAC e glutatione possono aiutare a rafforzare la salute immunitaria di un individuo. Negli studi di ricerca ha dimostrato, NAC ha dimostrato di ridurre gli effetti di un virus e la sua capacità di replicarsi. Quando si tratta di immunità, NAC e glutammina sono molecole potenti. L'interruzione della replica di un virus può aiutare a ridurre la diffusione e la lunghezza del virus in un individuo.

Molte infezioni e malattie sono state collegate a bassi livelli di glutatione. Quando i livelli di glutatione sono bassi, ciò è generalmente dovuto a radicali dell'ossigeno potenziati. Studi sono stati condotti e dimostrano che quando si integra NAC a coloro che hanno bassi livelli di glutatione, aumenta direttamente i loro livelli e aiuta con l'infezione.

Soprattutto con tutto ciò che accade oggi, vogliamo aumentare la nostra immunità e ridurre l'infiammazione nel corpo. In sostanza, pensa al corpo come a un viaggio. Per questo viaggio abbiamo bisogno di due cose principali: il gas per l'auto e l'auto per portarti alla destinazione finale. NAC è il gas che guida la macchina. Abbiamo bisogno del gas per raggiungere la nostra destinazione finale. La nostra destinazione finale è essere in buona salute e dare al nostro corpo le migliori possibilità di combattere le infezioni (aumento del glutatione). Quindi, dando al nostro gas corporeo (NAC), forniamo ciò di cui ha bisogno per portarci dove vogliamo andare (aumento del glutatione, portando ad una maggiore immunità).

Come posso beneficiare?

Nel complesso, NAC è ottimo per ridurre l'infiammazione. L'infiammazione è un problema di base estremamente comune relativo ad altre condizioni di salute di cui soffrono le persone. Fornendo al tuo corpo integratori aggiuntivi, puoi aiutare ad aumentare l'immunità e ridurre le possibilità di contrarre un virus e / o la lunghezza del virus. Discutere sempre gli integratori con il proprio medico di base prima di iniziare, ma considerare di aggiungerli alla routine quotidiana!

Consiglio sempre di parlare con il tuo medico di base e di assumere integratori ogni giorno. Gli integratori, in generale, sono un ottimo modo per aiutare a fornire al corpo le vitamine e i minerali essenziali che potresti perdere. Tuttavia, ora più che mai l'integrazione è la chiave. Costruendo e fornendo al corpo i nutrienti necessari per il corretto funzionamento, contribuirà a preparare il corpo a combattere un'infezione. Supplementi come NAC sono ottimi per avere già in esecuzione nel tuo sistema per aiutare a combattere un'infezione se dovessi prenderne uno. Ricorda di essere intelligente, parla con un medico di base prima di iniziare l'integrazione, e tieni presente che non tutti gli integratori sono uguali. -Kenna Vaughn, Senior Health Coach

Lo scopo delle nostre informazioni è limitato a problemi di chiropratica, muscoloscheletrici e di salute nervosa o articoli, argomenti e discussioni di medicina funzionale. Utilizziamo protocolli sanitari funzionali per il trattamento di lesioni o disturbi del sistema muscoloscheletrico. Il nostro ufficio ha fatto un ragionevole tentativo di fornire citazioni di supporto e ha identificato gli studi di ricerca pertinenti o studi a supporto dei nostri posti. Facciamo anche copie degli studi di ricerca di supporto disponibili al consiglio e / o al pubblico su richiesta. Per discutere ulteriormente l'argomento di cui sopra, non esitate a chiedere al Dr. Alex Jimenez o contattarci al numero 915-850-0900.

Riferimenti:
Dinicola S, De Grazia S, Carlomagno G, Pintucci JP. N-acetilcisteina come potente molecola per distruggere i biofilm batterici. Una revisione sistematica. Eur Rev Med Pharmacol Sci. 2014;18(19):2942–2948.
Goodson, Amy. "I 9 principali vantaggi del NAC (N-acetil cisteina)." Healthline, 2018, www.healthline.com/nutrition/nac-benefits#section3.
Wessner B, Strasser EM, Spittler A, Roth E. Effetto della fornitura singola e combinata di glutammina, glicina, N-acetilcisteina e R, acido S-alfa-lipoico sul contenuto di glutatione delle cellule mielomonocitiche. Clin Nutr. 2003;22(6):515–522. doi:10.1016/s0261-5614(03)00053-0