ClickCease
+ 1-915-850-0900 spinedoctors@gmail.com
Seleziona Pagina

Quasi la metà di tutti i decessi per malattie cardiache, ictus e diabete negli Stati Uniti sono associati a diete che lesina su determinati alimenti e sostanze nutritive, come le verdure, e superano i livelli ottimali di altri, come il sale, rileva un nuovo studio.

Utilizzando studi disponibili e studi clinici, i ricercatori hanno identificato i fattori alimentari 10 con la più forte evidenza di associazione protettiva o dannosa con la morte a causa di malattia "cardiometabolica".

"Non era solo troppo" cattivo "nella dieta americana; non è abbastanza 'buono' ", ha detto l'autore principale Renata Micha. "Gli americani non mangiano abbastanza frutta, verdura, noci / semi, cereali integrali, oli vegetali o pesce", ha detto.

Micha è un assistente ricercatore alla Tufts University School of Nutrition Science and Policy di Boston.

I dati rivelano statistiche travolgenti

I ricercatori hanno utilizzato dati provenienti da più fonti nazionali per esaminare le morti da malattie cardiometaboliche - malattie cardiache, ictus e tipo di diabete 2 - in 2012 e il ruolo che la dieta può aver giocato.

"Negli Stati Uniti in 2012, abbiamo osservato delle morti di 700,000 a causa di quelle malattie", ha detto Micha. "Quasi la metà di questi erano associati a prese subottimali dei fattori dietetici 10 combinati."

Troppo sale nella dieta delle persone è stato il fattore principale, che rappresenta la percentuale di 10 delle morti cardiometaboliche, secondo l'analisi.

Lo studio identifica 2,000 milligrammi al giorno, o meno di 1 cucchiaino di sale, come quantità ottimale. Mentre gli esperti non sono d'accordo su quanto in basso, c'è ampio consenso sul fatto che le persone consumano troppo sale, ha osservato Micha. Altri fattori chiave nella morte cardiometabolica comprendevano un basso apporto di noci e semi, grassi omega-3 di frutti di mare, verdure, frutta e cereali integrali e un elevato consumo di carni lavorate (come i salumi) e bevande zuccherate.

Ognuno di questi fattori ha rappresentato tra il 6 percento e il 9 percento delle morti per malattie cardiache, ictus e diabete.

L'assunzione "ottimale" di alimenti e sostanze nutritive si è basata su livelli associati a un più basso rischio di malattia negli studi e negli studi clinici. Micha ha avvertito che questi livelli non sono conclusivi. L'assunzione ottimale "potrebbe essere modestamente inferiore o superiore", ha spiegato.

Il basso consumo di grassi polinsaturi (trovato negli oli di soia, girasole e mais) ha rappresentato poco più del 2 delle morti cardiometaboliche, secondo lo studio. L'alto consumo di carni rosse non trasformate (come la carne di manzo) è stato responsabile di meno della metà della percentuale di 1 di questi decessi, ha dimostrato l'analisi.

Il messaggio da portare a casa: "Mangia più del bene e meno del male", ha detto Micha.

Nutrizione corretta per una salute ottimale

L'assunzione di verdura, per esempio, era considerata ottimale in quattro porzioni al giorno. Sarebbe più o meno equivalente a tazze 2 di tazzine cotte o 4 di verdure crude, ha detto. L'assunzione di frutta è stata ritenuta ottimale in tre porzioni giornaliere: "Per esempio, una mela, un'arancia e metà di una banana di dimensioni medie", ha continuato.

"E mangia meno sale, carni lavorate e bevande zuccherate", ha detto.

Lo studio ha anche rilevato che una dieta povera era associata a una percentuale maggiore di decessi tra giovani e anziani, tra le persone con livelli di istruzione più bassi rispetto a quelli più alti e tra le minoranze rispetto ai bianchi. Il dott. Ashkan Afshin è assistente alla cattedra di salute globale presso l'Institute for Health Metrics and Evaluation dell'Università di Washington.

"Raccomando gli autori dello studio corrente per esplorare i fattori sociodemografici, come l'etnia e l'istruzione, e il loro ruolo nel rapporto tra la dieta e la malattia cardiometabolica", ha detto Afshin, che non è stato coinvolto nello studio. "Questa è un'area che merita più attenzione in modo da poter comprendere appieno la connessione tra alimentazione e salute", ha affermato.

Lo studio non dimostra che il miglioramento della dieta riduce il rischio di morte per malattie cardiache, ictus e diabete, ma suggerisce che i cambiamenti nella dieta possono avere un impatto.

"È importante sapere quali abitudini alimentari influiscono maggiormente sulla salute in modo che le persone possano apportare cambiamenti salutari nel modo in cui mangiano e in che modo alimentano le loro famiglie", ha detto Afshin.

Lo studio è stato pubblicato marzo 7 nel Journal of the American Medical Association.

In un editoriale di un giornale di accompagnamento, i ricercatori della Johns Hopkins University hanno sollecitato la cautela nell'interpretazione dei risultati.

Secondo Noel Mueller e Dr. Lawrence Appel, i risultati potrebbero essere influenzati dal numero di fattori dietetici inclusi, dall'interazione dei fattori dietetici e dalla "forte ipotesi" degli autori secondo cui le prove degli studi osservazionali implicano una relazione causa-effetto.

Tuttavia, gli editorialisti hanno concluso che i probabili benefici di una dieta migliorata "sono sostanziali e giustificano politiche volte a migliorare la qualità della dieta".

FONTI: Renata Micha, RD, Ph.D., assistente professore di ricerca, Friedman School of Nutrition Science and Policy, Tufts University, Boston; Ashkan Afshin, MD, Sc.D., assistente professore di salute globale, Institute for Health Metrics and Evaluation, Università di Washington, Seattle; Marzo 7, 2017, Journal of the American Medical Association

La portata delle nostre informazioni è limitata a lesioni e condizioni di chiropratica e spinale. Per discutere di opzioni sul tema, si prega di contattare il dottor Jimenez o contattarci 915-850-0900

Ulteriori argomenti: La perdita di peso facilita il mal di schiena

Dolori alla schiena e sintomi della sciatica possono influenzare la maggioranza della popolazione per tutta la vita. Studi di ricerca hanno dimostrato che le persone che sono in sovrappeso o obesi hanno più complicazioni della schiena rispetto alle persone con un peso sano. Una nutrizione adeguata insieme alla regolare forma fisica può aiutare con la perdita di peso oltre a contribuire a mantenere un peso sano per eliminare i sintomi del dolore alla schiena e della sciatica. La cura chiropratica è anche un'altra forma naturale di trattamento che tratta il dolore alla schiena e la sciatica usando manuali aggiustamenti e manipolazioni spinali.

 

foto di blog di cartone animato grande notizie

 

ARGOMENTO DI TENDENZA: EXTRA EXTRA: Nuovo PUSH 24/7? Centro fitness

 

 

Ambito professionale *

Le informazioni qui riportate su "Nutrizione impropria legata a malattie cardiache, diabete" non intende sostituire un rapporto individuale con un operatore sanitario qualificato o un medico autorizzato e non è un consiglio medico. Ti incoraggiamo a prendere le tue decisioni sanitarie sulla base della tua ricerca e della collaborazione con un operatore sanitario qualificato .

Informazioni sul blog e discussioni sull'ambito

Il nostro ambito informativo è limitato a chiropratica, muscolo-scheletrico, medicine fisiche, benessere, contributo eziologico disturbo viscerosomaticos all'interno di presentazioni cliniche, dinamiche cliniche associate ai riflessi somatoviscerali, complessi di sublussazione, problemi di salute sensibili e/o articoli, argomenti e discussioni di medicina funzionale.

Forniamo e presentiamo collaborazione clinica con specialisti di una vasta gamma di discipline. Ogni specialista è regolato dal proprio ambito professionale di pratica e dalla propria giurisdizione di licenza. Utilizziamo protocolli funzionali di salute e benessere per trattare e supportare la cura delle lesioni o dei disturbi del sistema muscolo-scheletrico.

I nostri video, post, argomenti, argomenti e approfondimenti coprono questioni cliniche, problemi e argomenti che riguardano e supportano, direttamente o indirettamente, il nostro ambito clinico di pratica.*

Il nostro ufficio ha ragionevolmente tentato di fornire citazioni di supporto e ha identificato lo studio o gli studi di ricerca pertinenti a supporto dei nostri post. Forniamo copie degli studi di ricerca di supporto a disposizione degli organi di regolamentazione e del pubblico su richiesta.

Comprendiamo che copriamo questioni che richiedono una spiegazione aggiuntiva su come può essere d'aiuto in un particolare piano di assistenza o protocollo di trattamento; pertanto, per discutere ulteriormente l'argomento di cui sopra, non esitate a chiedere Dr. Alex Jimenez DC o contattaci al 915-850-0900.

Siamo qui per aiutare te e la tua famiglia.

Blessings

Il dottor Alex Jimenez DC MSACP, CCST, IFMCP*, CIFM*, ATN*

e-mail: coach@elpasofunctionalmedicine.com

Licenza in: Texas & Nuovo Messico*

Dr. Alex Jimenez DC, MSACP, CIFM*, IFMCP*, ATN*, CCST
Il mio biglietto da visita digitale