Diete

I rischi per la salute degli alimenti geneticamente modificati (GM)

Facebook

OGM: Conosciamo tutti storie di tabacco, amianto e DDT. Originariamente dichiarati sicuri, hanno causato morti e malattie diffuse. Anche se il loro impatto era vastissimo, la maggior parte della popolazione è stata risparmiata. Lo stesso non si può dire per i cambiamenti essenziali nell'approvvigionamento alimentare. Tutti mangiano; tutti sono colpiti. L'aumento di diverse malattie in Nord America può essere dovuto ai profondi cambiamenti nella nostra dieta. Il cambiamento più radicale si è verificato poco più di un decennio fa quando sono stati introdotti colture geneticamente modificate (GM). La loro influenza sulla salute è stata ampiamente ignorata, ma gli studi recenti mostrano gravi problemi. Gli organismi geneticamente modificati (OGM) sono stati collegati a migliaia di reazioni tossiche o allergiche, migliaia di animali malati, sterili e morti e danni a praticamente ogni organo e sistema studiato negli animali di laboratorio.1 Quasi tutti gli studi indipendenti sull'alimentazione degli animali mostra effetti negativi o non spiegati.

Gli alimenti geneticamente modificati sono stati resi possibili da una tecnologia sviluppata negli anni '1970 in base alla quale i geni di una specie sono forzati nel DNA di altre specie. I geni producono proteine, che a loro volta possono generare caratteristiche o tratti. I tratti promessi associati agli OGM sono stati le altissime verdure che crescono nel deserto, cereali arricchiti con vitamine e colture altamente produttive che sfamano milioni di affamati. Nessuno di questi è disponibile. In effetti, le uniche due caratteristiche che si trovano in quasi tutte le piante GM commercializzate sono la tolleranza agli erbicidi e / o la produzione di pesticidi.

Le piante di soia, mais, cotone e canola resistenti agli erbicidi sono progettate con geni batterici che consentono loro di sopravvivere a dosi altrimenti mortali di erbicidi. Ciò offre agli agricoltori una maggiore flessibilità nel diserbo e offre molti più profitti all'azienda di sementi GM. Quando gli agricoltori acquistano semi GM, firmano un contratto per acquistare solo la marca di erbicida di quel produttore di semi. Le colture resistenti agli erbicidi comprendono circa l'80% di tutte le piante GM. L'altro 20% sono varietà di mais e cotone che producono un pesticida in ogni cellula. Ciò si ottiene grazie a un gene di un batterio del suolo chiamato Bacillus thuringiensis o Bt, che produce un veleno naturale che uccide gli insetti chiamato tossina Bt. Oltre a queste due caratteristiche, ci sono anche papaia, zucchine e zucca hawaiana GM resistenti alle malattie, che rappresentano ben meno dell'1% della superficie coltivata a OGM.

OGM: il "non regolamento" della FDA sugli alimenti geneticamente modificati

La retorica del governo degli Stati Uniti dall'inizio degli anni '1990 proclama che gli alimenti GM non sono diversi dalle loro controparti naturali che esistono da secoli. La Food and Drug Administration (FDA) li ha etichettati come "Generalmente riconosciuti come sicuri" o GRAS. Questo stato consente di commercializzare un prodotto senza ulteriori test. Secondo la legge statunitense, per essere considerata GRAS la sostanza deve essere oggetto di una quantità sostanziale di studi pubblicati peer-reviewed (o equivalenti) e ci deve essere un consenso schiacciante tra la comunità scientifica sul fatto che il prodotto sia sicuro. Gli alimenti GM non avevano né l'uno né l'altro. Tuttavia, in una mossa che ha stabilito precedenti nel 1992 che alcuni esperti sostengono fosse illegale, la FDA ha dichiarato che le colture GM sono GRAS fintanto che i loro produttori affermano che lo sono. Pertanto, la FDA non richiede alcuna valutazione di sicurezza o etichettatura degli OGM. Un'azienda può persino introdurre sul mercato un alimento GM senza avvisare l'agenzia.

Un approccio così indulgente è stato in gran parte il risultato dell'influenza di grandi società agricole.Secondo Henry Miller, che ha avuto un ruolo di primo piano nelle questioni biotecnologiche presso la FDA dal 1979 al 1994, `` In quest'area, le agenzie governative degli Stati Uniti hanno fatto esattamente ciò che l'agrobusiness ha chiesto loro di fare e gli ha detto di farlo.2 L'azienda di biotecnologia Ag con la maggiore influenza è stata chiaramente la Monsanto. Secondo il New York Times, “ciò che Monsanto desiderava da Washington, Monsanto e, per estensione, l'industria biotecnologica ha ottenuto. . . . Quando la società ha deciso bruscamente che aveva bisogno di abolire i regolamenti e accelerare i suoi alimenti sul mercato, la Casa Bianca ha rapidamente inaugurato una politica di auto-vigilanza insolitamente generosa.

Questa politica è stata annunciata dal Vice Presidente Dan Quayle il 26 maggio 1992. Ha presieduto il Council on Competitiveness, che aveva identificato le colture GM come un'industria che potrebbe aumentare le esportazioni degli Stati Uniti. Per trarne vantaggio, Quayle ha annunciato `` riforme '' per accelerare e semplificare il processo di immissione sul mercato di prodotti GM senza `` essere ostacolato da normative non necessarie '' .4 Tre giorni dopo, è stata svelata la politica della FDA sulla non regolamentazione.

La persona che ha supervisionato il suo sviluppo era il vice commissario per la politica della FDA, Michael Taylor, la cui posizione era stata creata appositamente per lui nel 1991. In precedenza, Taylor era un avvocato esterno sia per la Monsanto che per il Food Biotechnology Council. Dopo aver lavorato presso la FDA, è diventato il vicepresidente della Monsanto. L'amministrazione Obama ha rimesso Talyor nella FDA come lo zar della sicurezza alimentare degli Stati Uniti.

La FDA copre i rischi sanitari

La politica di Taylor sugli OGM doveva creare l'impressione che gli effetti indesiderati delle colture GM non fossero un problema. In caso contrario, il loro status GRAS sarebbe compromesso e avrebbero bisogno di numerosi test ed etichette normalmente richiesti per gli additivi alimentari. Ma i promemoria interni resi pubblici da una causa hanno mostrato che il consenso schiacciante tra gli scienziati dell'agenzia era che le colture GM possono avere effetti collaterali imprevedibili e difficili da rilevare. Vari dipartimenti ed esperti li hanno descritti in dettaglio, elencando allergie, tossine, effetti nutrizionali e nuove malattie come potenziali pericoli. Hanno esortato i superiori a richiedere studi sulla sicurezza a lungo termine.5 Nonostante gli avvertimenti, secondo l'avvocato di interesse pubblico Steven Druker che ha studiato i file interni della FDA, `` I riferimenti agli effetti negativi non intenzionali della bioingegneria sono stati progressivamente cancellati dalle bozze del dichiarazione politica (sulle proteste degli scienziati dell'agenzia) .6

Il microbiologo della FDA Louis Pribyl, PhD, ha scritto sulla politica: “Cosa è successo agli elementi scientifici di questo documento? Senza una solida base scientifica su cui poggiare, questo diventa un documento di tipo ampio, generale, "Cosa devo fare per evitare problemi". . . . Sembrerà e probabilmente sarà solo un documento politico. . . . Si legge molto a favore dell'industria, specialmente nell'area degli effetti indesiderati. 7

Le preoccupazioni degli scienziati non solo furono ignorate, ma la loro stessa esistenza fu negata. La politica ufficiale della FDA affermava: "L'agenzia non è a conoscenza di alcuna informazione che dimostri che gli alimenti derivati ​​da questi nuovi metodi differiscono da altri alimenti in modo significativo o uniforme" 8. In netto contrasto, un rapporto interno della FDA afferma: "I processi di l'ingegneria genetica e l'allevamento tradizionale sono diversi e, secondo gli esperti tecnici dell'agenzia, comportano rischi diversi.9 La nozione ingannevole di nessuna differenza della FDA è stata coniata come `` equivalenza sostanziale '' e ha costituito la base della posizione del governo degli Stati Uniti su OGM.

Molti scienziati e organizzazioni hanno criticato la posizione degli Stati Uniti. La National Academy of Sciences e persino la Royal Society of London, pro-GM10, descrivono il sistema statunitense come inadeguato e imperfetto. Il direttore della prestigiosa rivista Lancet ha dichiarato: `` È sbalorditivo che la Food and Drug Administration degli Stati Uniti non abbia cambiato la propria posizione sugli alimenti geneticamente modificati adottata nel 1992.. . . La politica è che le colture geneticamente modificate riceveranno la stessa considerazione per i potenziali rischi per la salute di qualsiasi altra nuova pianta. Questa posizione viene presa nonostante buone ragioni per ritenere che possano esistere rischi specifici. . . . I governi non avrebbero mai dovuto consentire a questi prodotti di entrare nella catena alimentare senza insistere su test rigorosi per gli effetti sulla salute.11 La Royal Society of Canada ha descritto l'equivalenza sostanziale come `` scientificamente ingiustificabile e incoerente con la regolamentazione precauzionale della tecnologia ''. 12

Gli OGM sono insignificanti pericolosi

Ci sono diversi motivi per cui le piante GM presentano pericoli unici. Il primo è che il processo stesso dell'ingegneria genetica crea alterazioni impreviste, indipendentemente dal gene trasferito. Il processo di inserimento genico, ad esempio, viene eseguito sparando i geni da una "pistola genica" in una piastra di cellule o utilizzando batteri per infettare la cellula con DNA estraneo. Entrambi creano mutazioni all'interno e intorno al sito di inserzione e altrove.13 La cellula `` trasformata '' viene quindi clonata in una pianta attraverso un processo chiamato coltura tissutale, che si traduce in ulteriori centinaia o migliaia di mutazioni in tutto il genoma della pianta. Alla fine, il DNA della pianta GM può essere un incredibile 2-4% diverso dal suo genitore naturale.14 I geni nativi possono essere mutati, cancellati o permanentemente attivati ​​o disattivati. Inoltre, il processo di inserimento provoca cambiamenti olistici e non ben compresi tra un gran numero di geni nativi. Uno studio ha rivelato che fino al 5% dei geni naturali alterava i propri livelli di espressione proteica come risultato di un singolo inserimento.

La Royal Society of Canada ha riconosciuto che `` la previsione predefinita '' per le colture GM includerebbe una serie di cambiamenti collaterali nell'espressione di altri geni, cambiamenti nel modello delle proteine ​​prodotte e / o cambiamenti nelle attività metaboliche.15 Sebbene gli scienziati della FDA valutando gli OGM nel 1992 non erano consapevoli della misura in cui il DNA geneticamente modificato è danneggiato o modificato, anch'essi hanno descritto le potenziali conseguenze. Hanno riferito che "la possibilità di cambiamenti inaspettati e accidentali nelle piante geneticamente modificate" potrebbe produrre "alte concentrazioni inaspettate di sostanze tossiche per le piante". di nuove tossine non identificate in precedenza.16 Lo stesso meccanismo può anche produrre allergeni, agenti cancerogeni o sostanze che inibiscono l'assimilazione dei nutrienti.

La maggior parte di questi problemi passerebbe inosservati attraverso valutazioni di sicurezza sugli alimenti geneticamente modificati, che sono in gran parte progettati sulla falsa premessa che i geni sono come Legos che schiattano in posizione. Ma anche se ignoriamo i cambiamenti inattesi del DNA per il momento, un gene funzionante correttamente funzionante porta ancora un rischio significativo. La sua nuova proteina GM genera, come la Bt-tossina, può essere pericolosa per la salute umana (vedi sotto). Inoltre, anche se questa proteina è sicura nell'organismo naturale, una volta trasferita in una nuova specie, può essere trattata in modo diverso. Una proteina innocua può essere trasformata in una versione pericolosa o mortale. Ciò accadde con almeno un colture geneticamente modificate in fase di sviluppo, piselli GM, distrutti prima di essere commercializzati.

Gli scienziati della FDA erano anche piuttosto preoccupati per la possibilità che i geni inseriti si trasferissero spontaneamente nel DNA dei batteri all'interno del nostro tratto digestivo. Erano particolarmente allarmati dalla possibilità di trasferimento dei geni dei marcatori resistenti agli antibiotici (ARM). I geni ARM vengono utilizzati durante l'inserimento del gene per aiutare gli scienziati a identificare quali cellule hanno integrato con successo il gene estraneo. Questi geni ARM, tuttavia, rimangono nella cellula e vengono clonati nel DNA di tutte le piante GM prodotte da quella cellula. Un rapporto della FDA ha scritto in tutte le lettere maiuscole che i geni ARM sarebbero "UN GRAVE RISCHIO PER LA SALUTE", a causa della possibilità che possano trasferirsi a batteri e creare super malattie, non trattabili con antibiotici.

Sebbene l'industria biotecnologica affermasse con fiducia che il trasferimento di generi da alimenti geneticamente modificati non era possibile, l'unico studio alimentare umano sugli alimenti geneticamente modificati dimostrò successivamente che esso avvenisse. Il materiale genetico in soia che li rende tolleranti agli erbicidi trasferito nel DNA dei batteri dell'intestino umano e ha continuato a funzionare 18. Ciò significa che molto tempo dopo che smettiamo di mangiare una coltura GM, le sue proteine ​​GM straniere possono essere prodotte all'interno del nostro intestino. È anche possibile che i geni stranieri possano finire all'interno del nostro DNA, all'interno delle cellule dei nostri organi e tessuti.

Un'altra preoccupazione espressa dagli scienziati della FDA era che le piante GM potessero raccogliere "sostanze tossiche dall'ambiente" come "pesticidi o metalli pesanti" 19 o che le sostanze tossiche nei mangimi GM per animali potessero bioaccumularsi nel latte e nei prodotti a base di carne. Sebbene nessuno studio abbia esaminato il problema del bioaccumulo, le colture resistenti agli erbicidi hanno certamente livelli più elevati di residui di erbicidi. In effetti, molti paesi hanno dovuto aumentare i loro livelli legalmente consentiti fino a 50 volte per consentire l'introduzione di colture GM.

L'abuso di erbicidi dovuto alle colture GM ha portato allo sviluppo di piante infestanti resistenti agli erbicidi. Le statistiche dell'USDA mostrano che l'uso di erbicidi sta rapidamente accelerando. Il suo utilizzo è aumentato di 527 milioni di libbre nei primi 16 anni di colture GM (1996-2011) . L'uso di glifosato per acro sui semi di soia Roundup Ready è aumentato del 227%, mentre l'uso su superfici a soia non OGM è diminuito del 20% in più lo stesso periodo di tempo. Il tasso di applicazione sta accelerando in gran parte a causa dell'emergere di erbe infestanti resistenti agli erbicidi, ora presenti su milioni di acri. Secondo uno studio di Charles Benbrook, l'aumento incrementale all'anno è stato di 1.5 milioni di sterline nel 1999, 18 milioni nel 2003, 79 milioni nel 2009 e circa 90 milioni nel 2011. E poiché Roundup diventa meno efficace, gli agricoltori stanno usando erbicidi più tossici, come 2-4D.

Le colture Bt che producono pesticidi riducono la quantità di irrorazione sugli insetticidi, ma la quantità totale prodotta dalle colture è di gran lunga superiore alla quantità di spray spostati. Ad esempio, il mais Bt che uccide il verme del mais produce da uno a due libbre di tossina Bt per acro, ma riduce gli insetticidi spruzzati solo di circa 0.19 libbre. Il mais SmartStax con otto geni produce 3.7 libbre di tossina Bt per acro, ma rimuove solo 0.3 libbre di insetticidi spruzzati. 20

Tutti i rischi di cui sopra associati ai cibi GM sono ingranditi per i gruppi ad alto rischio, come le donne in gravidanza, i bambini, i malati e gli anziani. La sezione seguente evidenzia alcuni dei problemi identificati.

La dieta GM mostra le reazioni tossiche nel tratto digestivo

Il primissimo raccolto sottoposto al processo di consultazione volontaria della FDA, il pomodoro FlavrSavr, ha mostrato prove di tossine. Su 20 femmine di ratto nutrite con pomodoro GM, 7 hanno sviluppato lesioni allo stomaco.21 Il direttore dell'FDA's Office of Special Research Skills ha scritto che i pomodori non hanno dimostrato una ragionevole certezza di nessun danno, 22 che è il loro normale standard di sicurezza. Il dipartimento di valutazione degli additivi ha convenuto che `` le questioni irrisolte rimangono ancora.23 Gli incaricati politici, tuttavia, non hanno richiesto il ritiro del pomodoro.1

Secondo Arpad Pusztai, PhD, uno dei massimi esperti mondiali nelle valutazioni della sicurezza alimentare degli OGM, il tipo di lesioni gastriche legate ai pomodori - potrebbe portare a emorragie potenzialmente letali, in particolare negli anziani che usano l'aspirina per prevenire il [sangue coaguli] . 24 Il dott. Pusztai ritiene che il tratto digerente, che è il primo e il più grande punto di contatto con gli alimenti, possa rivelare varie reazioni alle tossine e dovrebbe essere il primo obiettivo della valutazione del rischio degli alimenti GM. Fu allarmato, tuttavia, nello scoprire che gli studi sul FlavrSavr non sembravano mai passare dallo stomaco all'intestino. Altri studi che sembravano riscontrare problemi.

I topi alimentati alle patate progettati per produrre la Bt-tossina hanno sviluppato cellule anomale e danneggiate, nonché la crescita cellulare proliferativa nella parte inferiore dei loro piccoli intestini (ileum). 25 I ratti hanno alimentato patate progettate per produrre un tipo diverso di insetticidi (GNA lectin da la pianta della neve) ha anche mostrato una crescita proliferativa delle cellule sia nello stomaco che nelle pareti intestinali (vedi foto). 26 Anche se i sisati dei ratti alimentati con piselli GM non sono stati esaminati per la crescita cellulare, l'intestino era misteriosamente più pesante; forse come conseguenza di tale crescita. La proliferazione cellulare può essere un precursore del cancro ed è di particolare preoccupazione.

Le diete GM causano danni al fegato

Lo stato del fegato, un principale disintossicante per il corpo, è un altro indicatore delle tossine.

  • I ratti che alimentavano le patate di Lectin GNA sopra descritte avevano più piccoli e parzialmente atrofati i fegati.28
  • I ratti nutriti con mais Mon 863 della Monsanto, progettato per produrre tossina Bt, presentavano lesioni al fegato e altre indicazioni di tossicità.29
  • I conigli alimentati con soia GM hanno mostrato un'alterazione dell'enzima alterata nei fegati e un'attività metabolica più alta.30
  • I fegati dei ratti nutriti con la canola Roundup Ready erano del 12% -16% più pesanti, probabilmente a causa di malattie del fegato o infiammazioni.31
  • L'analisi microscopica del fegato di topi nutriti con soia Roundup Ready ha rivelato un'espressione genica alterata e cambiamenti strutturali e funzionali (vedi foto) .32 Molti di questi cambiamenti si sono invertiti dopo che la dieta dei topi era passata alla soia non GM, indicando che la soia GM era il colpevole . I risultati, secondo il genetista molecolare Michael Antoniou, PhD, "non sono casuali e devono riflettere qualche" insulto "al fegato da parte della soia GM. '' Antoniou, che fa ricerca sulla terapia genica umana al King's College di Londra, ha detto che sebbene le conseguenze a lungo termine della dieta a base di soia GM non sono note, potrebbe portare a danni al fegato e di conseguenza a tossiemia generale.
  • I ratti alimentati Roundup Ready soia hanno anche mostrato cambiamenti strutturali nel loro fegato. 34

Gli animali nutriti con OGM avevano tassi di mortalità e danni agli organi più elevati

Nello studio sul pomodoro FlavrSavr, una nota in appendice indicava che 7 ratti su 40 morirono entro due settimane e furono sostituiti.35 In un altro studio, i polli nutriti con mais tollerante agli erbicidi `` Liberty Link '' morirono a una velocità doppia rispetto a quelli nutriti con mais naturale. .36 Ma in questi due studi finanziati dall'industria, i decessi sono stati archiviati senza un'adeguata spiegazione o follow-up.

Inoltre, le cellule del pancreas dei topi alimentati con soia Roundup Ready hanno subito profondi cambiamenti e hanno prodotto enzimi digestivi significativamente inferiori; 37 nei ratti nutriti con una patata GM, il pancreas è stato ingrandito.38 In varie analisi dei reni, animali nutriti con OGM hanno mostrato lesioni , tossicità, produzione di enzimi alterata o infiammazione.39,40 La produzione di enzimi nel cuore dei conigli è stata alterata dalla soia GM.41 E le patate GM hanno causato una crescita più lenta nel cervello dei ratti.42 Un team di scienziati indipendenti ha riesaminato i dati grezzi in tre studi Monsanto sull'alimentazione dei ratti della durata di 90 giorni e hanno riscontrato segni di tossicità nel fegato e nei reni, nonché effetti nel cuore, nelle ghiandole surrenali, nella milza e nel sangue.43 In uno degli unici studi sull'alimentazione a lungo termine, i ratti nutriti Il mais Roundup Ready per tre anni per 24 mesi (o anche solo a basse concentrazioni di Roundup nella loro acqua potabile) ha subito danni significativi ai reni, al fegato e alle ghiandole pituitarie. Sono anche morti prematuramente e hanno avuto molti tumori massicci, fino al 25% del loro peso corporeo

Insuccessi riproduttivi e mortalità infantile

I testicoli di topi e ratti nutriti con soia Roundup Ready hanno mostrato cambiamenti radicali. Nei ratti, gli organi erano blu scuro invece che rosa (vedere le foto nella pagina successiva) .45 Nei topi, i giovani spermatozoi erano alterati.46 Anche gli embrioni di topi alimentati con soia GM hanno mostrato cambiamenti temporanei nella loro funzione del DNA, rispetto a quelli il cui i genitori sono stati nutriti con soia non GM.47 Ratti femmine alimentati con soia GM hanno mostrato cambiamenti nel loro utero, ovaie e equilibrio ormonale.48 Alla terza generazione, la maggior parte dei criceti nutriti con soia GM non erano in grado di avere figli. La mortalità infantile era 4-5 volte maggiore rispetto ai controlli e molti dei soggetti di terza generazione nutriti con OGM avevano i capelli che crescevano in bocca.49

Uno studio australiano di governo ha mostrato che i topi alimentati con mais GM (Bt e Roundup Ready) avevano meno neonati e neonati più piccoli. 50 Risultati più drammatici sono stati scoperti da uno scienziato principale presso l'Accademia Nazionale Russa delle Scienze. I ratti femminili sono stati nutriti di soia GM, partendo due settimane prima di essere stati accoppiati.

  • In una serie di tre esperimenti, 51.6 percentuale della prole del gruppo alimentato da GM è morto nelle prime tre settimane, rispetto al 10 per cento del gruppo di soia non GM e del 8.1 per i controlli non soia.
  • "L'elevata mortalità dei cuccioli era caratteristica di ogni figliata di madri alimentate con farina di soia GM." 51
  • La dimensione e il peso medio dei genitori alimentati da GM erano piuttosto un po 'più piccoli (vedi foto nella pagina successiva) .52
  • In uno studio preliminare, i genitori alimentati da GM non erano in grado di concepire. 53 Dopo i tre processi di alimentazione, il fornitore di alimenti a base di ratto impiegato presso il laboratorio russo ha iniziato a utilizzare GM soia nella loro formulazione. Poiché tutti i ratti ospitati presso l'impianto stavano ora mangiando soia GM, non erano disponibili controlli alimentari non GM per i successivi test di alimentazione GM; gli studi di follow-up sono stati annullati. Dopo due mesi sulla dieta di soia GM, tuttavia, il tasso di mortalità infantile di ratti in tutto l'impianto era salito a quota 55.3 (99 di 179) .54

Gli agricoltori segnalano sterilità e decessi del bestiame

Circa due dozzine di agricoltori hanno riferito che i loro suini avevano problemi riproduttivi quando alimentarono alcune varietà di mais Bt. I maiali erano sterili, avevano gravidanze false, o partorivano bagagli d'acqua. Anche le mucche ei tori diventarono sterili. Il mais Bt era anche implicato dagli agricoltori nelle morti di mucche, cavalli, bufali e polli.55

Quando i pastori indiani lasciavano che le loro pecore pascolassero continuamente sulle piante di cotone Bt, entro 5-7 giorni, una pecora su quattro moriva. Ci sono state circa 10,000 morti di pecore nella regione nel 2006, con più segnalate nel 2007. Le post mortem sulle pecore hanno mostrato grave irritazione e macchie nere sia nell'intestino che nel fegato (così come i dotti biliari allargati). Gli investigatori hanno detto che le prove preliminari suggeriscono fortemente che la mortalità delle pecore era dovuta a una tossina. . . . molto probabilmente la tossina Bt. 56 In un piccolo studio sull'alimentazione, il 100% delle pecore alimentate con cotone Bt è morto entro 30 giorni. Quelli nutriti con piante naturali non avevano sintomi.

Buffalo che pascolava su piante naturali di cotone per anni senza incidenti reagire alla varietà Bt. Ad esempio, in un villaggio di Andhra Pradesh, i bufali 13 pascolavano su piante di cotone Bt per un solo giorno. Tutti sono morti entro 3 days.57 Gli investigatori nello stato di Haryana, India, riferiscono che la maggior parte delle bufale che mangiava il cotone GM avevano complicazioni riproduttive come le consegne prematose, gli aborti, l'infertilità e le utero prolasse. Molti giovani vitelli e bufali adulti sono morti.

I raccolti geneticamente modificati innescano reazioni immunitarie e possono causare allergie

Le reazioni allergiche si verificano quando il sistema immunitario interpreta qualcosa come estraneo, diverso e offensivo e reagisce di conseguenza. Tutti gli alimenti geneticamente modificati, per definizione, hanno qualcosa di estraneo e diverso. E diversi studi dimostrano che provocano reazioni. I ratti nutriti con mais GM della Monsanto, ad esempio, hanno avuto un aumento significativo delle cellule del sangue legate al sistema immunitario.58 Le patate GM hanno fatto sì che il sistema immunitario dei ratti rispondesse più lentamente.59 E i piselli GM hanno provocato una risposta infiammatoria nei topi, suggerendo che potrebbe causare reazioni allergiche mortali nelle persone.60

Potrebbe essere difficile identificare se gli alimenti geneticamente modificati provocano risposte allergiche nella popolazione, poiché pochissimi paesi effettuano studi regolari o conservano registri accurati. Un paese che ha una valutazione annuale è il Regno Unito. Subito dopo che la soia GM è stata introdotta nella dieta britannica, i ricercatori del Laboratorio di York hanno riferito che le allergie alla soia erano aumentate in base al 50% in un solo anno.61 Anche se non sono stati condotti studi di follow-up per vedere se la soia GM fosse la causa è una prova che dimostra diversi modi in cui potrebbe aver contribuito all'aumento dell'incidenza di allergie:

  • L'unica varietà significativa di soia GM è la varietà "Roundup Ready" della Monsanto, piantata nell'89% degli acri di soia degli Stati Uniti. Viene inserito un gene estraneo da batteri (con parti di virus e DNA della petunia), che consente alla pianta di resistere all'erbicida Roundup. La proteina prodotta dal gene batterico non ha mai fatto parte dell'approvvigionamento alimentare umano. Poiché le persone di solito non sono allergiche a un alimento fino a quando non lo hanno mangiato più volte, sarebbe difficile sapere in anticipo se la proteina fosse un allergene. Senza un metodo infallibile per identificare le colture GM allergeniche, l'Organizzazione mondiale della sanità (OMS) e altri raccomandano di esaminare le proprietà della proteina per vedere se condividono caratteristiche con allergeni noti. Un metodo consiste nel confrontare la sequenza di amminoacidi della nuova proteina con un database di allergeni. Se c'è una corrispondenza, secondo l'OMS, la coltura GM non dovrebbe essere commercializzata o dovrebbero essere eseguiti ulteriori test. Le sezioni della proteina prodotta nella soia GM sono identiche agli allergeni dei gamberetti e degli acari della polvere, 62 ma la soia è stata introdotta prima che fossero stabiliti i criteri dell'OMS e non sono stati condotti i test aggiuntivi raccomandati. Se la proteina innesca reazioni, il pericolo è aggravato dalla scoperta che il gene Roundup Ready si trasferisce nel DNA dei batteri intestinali umani e può produrre continuamente la proteina dall'interno del nostro intestino.63
  • Oltre alla proteina resistente agli erbicidi, i semi di soia GM contengono una proteina unica e inaspettata, che probabilmente è derivata dai cambiamenti subiti durante il processo di ingegneria genetica. Gli scienziati hanno scoperto che questa nuova proteina era in grado di legarsi con gli anticorpi IgE, suggerendo che potrebbe provocare pericolose reazioni allergiche. Lo stesso studio ha rivelato che un soggetto umano ha mostrato una risposta immunitaria da puntura cutanea solo alla soia GM, ma non alla soia naturale.64 Questi risultati devono essere considerati preliminari, poiché la soia non GM era un tipo selvatico e non necessariamente paragonabile al Varietà GM. Un altro studio ha mostrato che i livelli di un noto allergene della soia, chiamato inibitore della tripsina, erano fino a sette volte superiori nella soia GM cotta rispetto a un controllo non GM.65 Questo era lo studio della Monsanto e utilizzava controlli comparabili.
  • La soia GM produce anche un effetto collaterale imprevisto nel pancreas dei topi: la quantità di enzimi digestivi prodotti è drasticamente ridotta.66 Se una carenza di enzimi causava la degradazione più lenta delle proteine ​​alimentari, allora hanno più tempo per scatenare reazioni allergiche. Pertanto, i problemi digestivi della soia GM potrebbero promuovere allergie a un'ampia gamma di proteine, non solo alla soia.
  • La maggiore quantità di residui di herbicidi Roundup sulla soia GM potrebbe generare reazioni nei consumatori. Infatti, molti dei sintomi identificati nello studio di allergia soia britannica sono tra quelli correlati all'esposizione di glifosato. [Lo studio di allergia ha identificato sindrome dell'intestino irritabile, problemi di digestione, stanchezza cronica, mal di testa, letargia e disturbi della pelle, inclusi acne ed eczema, tutti correlati al consumo di soia. I sintomi dell'esposizione al glifosato includono nausea, mal di testa, letargia, eruzioni cutanee e bruciore o prurito. È anche possibile che l'acido amminometilfosfonico (AMPA) del glifosato, che si accumula nella soia GM dopo ogni spruzzo, possa contribuire alle allergie.]

È interessante notare che nei cinque anni immediatamente dopo la introduzione di soia GM, le allergie degli arachidi americane si sono raddoppiate. È noto che una proteina in soia naturale interviene con le allergie di arachidi, cioè la soia può scatenare reazioni in alcune persone che sono allergiche alle arachidi. 67 Considerato il sorprendente aumento delle allergie di arachidi, gli scienziati dovrebbero studiare se questa cross-reattività è stata amplificata nella soia GM.

Roundup, tumori, ecc.

La tossina BT, prodotta con mais e cotone GM, può causare allergie

Per anni, gli agricoltori biologici e altri hanno spruzzato colture con soluzioni contenenti batteri naturali di Bt come metodo di controllo degli insetti. La tossina crea fori nel loro stomaco e li uccide. Gli ingegneri genetici prendono il gene che produce la tossina nei batteri e lo inserisce nel DNA delle colture in modo che l'impianto fa il lavoro, non l'agricoltore. Il fatto che consumiamo questo pesticida tossico in ogni morso di mais Bt non è appetitoso.

Le aziende biotecnologiche affermano che la tossina Bt ha una storia di utilizzo sicuro, viene rapidamente distrutta nel nostro stomaco e non reagirebbe in nessun caso con gli esseri umani oi mammiferi. Gli studi verificano, tuttavia, che la tossina Bt naturale non viene completamente distrutta durante la digestione e reagisce con i mammiferi. I topi alimentati con la tossina Bt, ad esempio, hanno mostrato una risposta immunitaria potente quanto la tossina del colera, 68 anni, sono diventati sensibili ai composti precedentemente innocui, 69 e avevano cellule danneggiate e alterate nel loro intestino tenue.70 Uno studio del governo italiano del 2008 ha scoperto che Bt Il mais ha provocato risposte immunitarie nei topi.71 Inoltre, quando Bt naturale è stato spruzzato su aree intorno a Vancouver e nello Stato di Washington per combattere le tarme zingare, circa 500 persone hanno riportato reazioni - per lo più sintomi allergici o simil-influenzali.72,73 Anche i lavoratori agricoli e altri riferiscono reazioni gravi7475767778 e le autorità hanno da tempo riconosciuto che `` le persone con un sistema immunitario compromesso o allergie preesistenti possono essere particolarmente suscettibili agli effetti di Bt. '79

La tossina Bt prodotta nelle colture GM è molto diversa dalle [tossine Bt] batteriche utilizzate nell'agricoltura e nella silvicoltura organiche e tradizionali. 80 La versione prodotta dalla pianta è progettata per essere più tossica delle varietà naturali, 81 ed è di circa 3,000 -5,000 volte più concentrato rispetto alla forma spray. E proprio come la proteina di soia GM, la proteina Bt nelle varietà di mais GM ha una sezione della sua sequenza di amminoacidi identica a un allergene noto (tuorlo d'uovo). La proteina Bt non soddisfa anche altri criteri allergenici raccomandati dall'OMS, ovvero la proteina è troppo resistente per essere scomposta durante la digestione e il calore.

Uno studio del 2011 pubblicato sul Journal of Applied Toxicology ha mostrato che quando la tossina Bt derivata dal mais della Monsanto è stata esposta a cellule umane, la tossina distrugge la membrana in sole 24 ore, provocando la fuoriuscita di un certo fluido attraverso le pareti cellulari. Gli autori notano specificamente: "Ciò potrebbe essere dovuto alla formazione di pori come nelle cellule degli insetti". In altre parole, la tossina potrebbe creare piccoli fori nelle cellule umane nello stesso modo in cui uccide gli insetti. I ricercatori hanno documentato che le tossine Bt modificate [da piante GM] non sono inerti sulle cellule umane, ma possono esercitare tossicità. 82 Uno studio canadese del 2011 condotto allo Sherbrooke Hospital ha scoperto che il 93% delle donne incinte che hanno testato aveva la tossina Bt dal grano di Monsanto nel loro sangue. E così ha fatto l'80% dei loro feti non nati. 83

Se Bt-tossina causa allergie, il trasferimento genico porta gravi conseguenze. Se i geni Bt si trasferiscono ai batteri dell'intestino umano, la nostra flora intestinale può essere trasformata in fabbriche di pesticidi viventi, probabilmente produrre Bt-tossina all'interno di noi anno dopo anno. Il gruppo britannico per la sicurezza alimentare e gli standard ha anche descritto il trasferimento del gene da un percorso diverso. Avvertono che i geni del polline inalato possono trasferire nel DNA dei batteri nel sistema respiratorio.84 Anche se nessun studio ha esaminato questa possibilità, polline da un campo di mais Bt sembra essere stato responsabile di reazioni allergiche.

Nel 2003, durante il periodo in cui un campo di mais Bt adiacente stava impollinando, praticamente un intero villaggio filippino di circa 100 persone è stato colpito da misteriose reazioni cutanee, respiratorie e intestinali.85 I sintomi sono iniziati con coloro che vivevano più vicini al campo e si sono diffusi a quelli più lontano. Campioni di sangue di 39 individui hanno mostrato anticorpi in risposta alla tossina Bt, supportando, ma non dimostrando, un collegamento. Quando lo stesso mais fu piantato in altri quattro villaggi l'anno successivo, tuttavia, i sintomi tornarono in tutte e quattro le aree solo durante il periodo dell'impollinazione.86

La tossina Bt potrebbe anche causare reazioni a contatto con la pelle. In 2005, un team medico ha riferito che centinaia di lavoratori agricoli in India stanno sviluppando sintomi allergici quando sono esposti al cotone Bt, ma non quando
assegnati alle varietà naturali. 87 Dicono che le reazioni provengono da raccogliere il cotone, pulirlo in fabbriche, caricarlo su camion o addirittura appoggiarlo. I loro sintomi sono praticamente identici a quelli descritti dalle persone 500 a Vancouver e Washington che sono stati spruzzati con Bt.

Le valutazioni del governo perdono la maggior parte dei problemi di salute

Anche se il numero di studi sulla sicurezza sugli alimenti geneticamente modificati è abbastanza piccolo, ha validato le preoccupazioni espresse dagli scienziati della FDA e da altri. Purtroppo, le valutazioni di sicurezza del governo in tutto il mondo non sono competenti per identificare anche la maggior parte dei potenziali problemi sanitari sopra descritti, anzi proteggere i propri cittadini dagli effetti.88

Una revisione del 2000 delle colture GM approvate in Canada dalla professoressa E. Ann Clark, PhD, ad esempio, rivela che il 70% (28 su 40) delle colture GM attualmente disponibili. . . non sono stati sottoposti ad alcun test di laboratorio o di tossicità sugli animali, né come oli raffinati destinati al consumo umano diretto né indirettamente come mangimi per il bestiame. La stessa scoperta riguarda tutte e tre le decisioni sui pomodori GM, l'unico lino GM e cinque colture di mais GM. Nel restante 30% (12) delle altre colture testate, gli animali non sono stati nutriti con l'intero mangime GM. È stata data loro solo la proteina GM isolata che la pianta era stata progettata per produrre. Ma anche questa proteina non è stata estratta dalla pianta geneticamente modificata. Piuttosto, è stato prodotto in batteri geneticamente modificati. Questo metodo di test non identificherebbe mai problemi associati a danni collaterali al DNA di piante GM, cambiamenti imprevisti nella proteina GM, trasferimento di geni a batteri o cellule umane, residui di erbicidi eccessivi o accumulo di tossine nella catena alimentare, tra gli altri. Clark chiede: "Dove sono le prove che dimostrano l'assenza di danni al bestiame nutrito o che la carne e il latte del bestiame alimentato con mangimi GM sono sicuri?" 89

Epidemiologo e esperto di sicurezza GM Judy Carman, PhD, MPH, dimostra che le valutazioni della Food Safety Australia Nuova Zelanda (FSANZ) trascurano anche gravi problemi potenziali, tra cui il cancro, i difetti di nascita o gli effetti a lungo termine delle carenze nutrizionali. 90

"Una revisione di dodici rapporti riguardanti ventotto colture GM - quattro soia, tre mais, dieci patate, otto canola, una barbabietola da zucchero e due cotone" non ha rivelato alcuna sperimentazione alimentare sulle persone. Inoltre, una delle varietà di mais GM non era stata testata sugli animali. Circa diciassette alimenti prevedevano test con un solo sondino orale (un tipo di alimentazione forzata), con osservazione per sette-quattordici giorni, e solo della sostanza che era stata geneticamente modificata per apparire [la proteina GM], non l'intero cibo . Tali test presumono che l'unica nuova sostanza che apparirà nel cibo sia quella geneticamente modificata per apparire, che la sostanza GM prodotta da piante agirà allo stesso modo della sostanza testata che è stata ottenuta da un'altra fonte [batteri GM], e che la sostanza creerà la malattia entro pochi giorni. Sono tutte ipotesi non testate e prendono in giro i sostenitori degli OGM, affermando che la valutazione del rischio degli alimenti GM si basa su una solida scienza. Inoltre, laddove il cibo intero veniva dato agli animali da mangiare, "le dimensioni dei campioni erano spesso molto basse, ad esempio da cinque a sei mucche per gruppo per la soia Roundup Ready" e venivano nutrite solo per quattro settimane.

Il dottor Carman sottolinea che gli esperimenti GM hanno utilizzato alcuni modelli animali molto insoliti per la salute umana, come polli, mucche e trote. Alcune delle misurazioni prese da questi animali sono anche misure insolite della salute umana, come il peso del cuscinetto adiposo addominale, la resa totale della carne del seno disossata e la produzione di latte. Nuova Zelanda, afferma che non esisteva una valutazione adeguata di "biochimica, immunologia, patologia dei tessuti e funzione intestinale, epatica e renale" .92 Scrivendo a nome della Public Health Association of Australia, il dottor Carman afferma: "Gli effetti di nutrire persone alte concentrazioni della nuova proteina per decine di anni non possono essere determinate alimentando 20 topi con un singolo sondino orale di una data alta concentrazione della proteina e prendendo dati molto basilari per 13-14 giorni. 93

Le valutazioni di sicurezza false dell'FDA

Le richieste alla Food and Drug Administraion (FDA) degli Stati Uniti potrebbero essere peggiori che in altri paesi, poiché l'agenzia in realtà non richiede alcun dato. La loro politica afferma che le aziende biotecnologiche possono determinare se i propri alimenti sono sicuri. Tutto ciò che viene inviato è volontario e, secondo l'ex scienziato dell'Agenzia per la protezione ambientale Doug Gurian-Sherman, PhD, "spesso manca di dettagli sufficienti, come le analisi statistiche necessarie per un'adeguata valutazione della sicurezza." Utilizzando Freedom of Information Requests, il dott. Gurian-Sherman ha analizzato più di un quarto delle sintesi dei dati (14 su 53) delle colture GM esaminate dalla FDA. Dice: `` Il processo di consultazione della FDA non consente all'agenzia di richiedere la presentazione di dati, non rileva errori evidenti nei riepiloghi dei dati presentati dall'azienda, fornisce una guida insufficiente per i test e non richiede dati sufficientemente dettagliati per consentire alla FDA di garantire che le colture geneticamente modificate sono sicuri da mangiare. 94 Allo stesso modo, una revisione dei documenti aziendali e della FDA di Friends of the Earth ha concluso:

Se l'industria sceglie di presentare studi difettosi e non pubblicabili, lo fa senza conseguenze. Se deve rispondere a una richiesta dell'agenzia con dati carenti, lo fa senza rimproveri o follow-up. . . . Se un'azienda trova svantaggioso caratterizzare il proprio prodotto, le sue proprietà rimangono incerte o sconosciute. Se una società sceglie di ignorare gli standard di test scientificamente validi. . . quindi vengono condotti test difettosi ei risultati sono considerati legittimi. Nell'area della regolamentazione alimentare geneticamente modificata, le agenzie `` competenti '' raramente, se non mai, (sanno come) condurre ricerche indipendenti per verificare o integrare i risultati del settore. 95

Alla fine della consultazione, la FDA non approva effettivamente le colture. Piuttosto, emettono una lettera che include una dichiarazione come la seguente:

In base alla valutazione nutrizionale e di sicurezza che avete condotto, ci risulta che Monsanto abbia concluso che i prodotti a base di mais derivati ​​da questa nuova varietà non sono sostanzialmente diversi per composizione, sicurezza e altri parametri rilevanti dal mais attualmente sul mercato, e che il mais geneticamente modificato non solleva questioni che richiederebbero una revisione prima dell'immissione sul mercato o l'approvazione da parte della FDA. . . . Come sapete, è responsabilità di Monsanto garantire che gli alimenti commercializzati dall'azienda siano sicuri, sani e conformi a tutti i requisiti legali e normativi applicabili.

La ricerca aziendale è segreta, inadeguata e difettosa

Gli studi di settore non pubblicati presentati alle autorità di regolamentazione sono in genere tenuti segreti sulla base dell'affermazione che si tratta di `` informazioni commerciali riservate ''. La Royal Society of Canada è una delle tante organizzazioni che condannano questa pratica. Scrissero:

`` A giudizio del gruppo di esperti, più le agenzie di regolamentazione limitano il libero accesso ai dati su cui si basano le loro decisioni, più viene compromessa l'affermazione che il processo di regolamentazione è `` basato sulla scienza ''. Ciò è dovuto a un semplice ma efficace - compreso il requisito del metodo scientifico stesso - che sia un'impresa aperta, completamente trasparente in cui tutti gli aspetti della ricerca scientifica siano aperti a una revisione completa da parte di colleghi scientifici. La revisione tra pari e la conferma indipendente dei risultati della ricerca sono assiomi del metodo scientifico e fanno parte del significato stesso dell'obiettività e della neutralità della scienza.97

Ogni volta che le presentazioni private vengono rese pubbliche tramite azioni legali o richieste del Freedom of Information Act, diventa chiaro il motivo per cui le aziende traggono vantaggio dalla segretezza. La qualità della loro ricerca è spesso misera, incompetente e inaccettabile per la revisione tra pari. Nel 2000, ad esempio, dopo che si è scoperto che il mais StarLink potenzialmente allergenico aveva contaminato l'approvvigionamento alimentare, il produttore di mais, Aventis CropScience, ha presentato dati di sicurezza del tutto inadeguati al gruppo consultivo scientifico dell'EPA. Un membro del panel frustrato, Dean Metcalfe, MD, `` il principale allergologo del governo '', ha detto durante un'audizione, `` La maggior parte di noi recensisce molte riviste. E se questo fosse presentato per la pubblicazione nelle riviste che recensisco, verrebbe rispedito agli autori con tutte queste domande. Sarebbe rifiutato. 98

Gli assunti non scientifici sono il fondamento delle approvazioni

Il professor Clark, che ha analizzato le richieste alle autorità di regolamentazione canadesi, ha concluso: "La maggior parte o tutte le conclusioni sulla sicurezza alimentare per le singole colture GM si basano su inferenze e ipotesi, piuttosto che su test effettivi." la sequenza di amminoacidi prodotta dal loro gene inserito è corretta, "la pratica standard", secondo l'analista di ricerca William Freese, è quella di sequenziare solo da 5 a 25 amminoacidi, 99 anche se la proteina ha più di 600 in totale. Se il campione breve corrisponde a ciò che ci si aspetta, presumono che anche il resto vada bene. Se si sbagliano, tuttavia, una proteina riorganizzata potrebbe essere piuttosto pericolosa.

La sottomissione della Monsanto ai regolatori australiani sul loro mais GM ad alto contenuto di lisina fornisce un eccellente esempio di ipotesi eccessivamente ottimistiche utilizzate al posto della scienza. Il gene inserito nel mais produce una proteina che si trova naturalmente nel suolo. Monsanto ha affermato che poiché le persone consumano piccoli residui di terreno su frutta e verdura, la proteina ha una storia di consumo sicuro. Sulla base della quantità di proteine ​​del mais GM che un cittadino americano medio consumerebbe (se tutto il mais fosse della varietà Monsanto), mangerebbe fino a 4 trilioni di volte la quantità normalmente consumata attraverso il suolo. In altre parole, "per un'esposizione equivalente" delle proteine ​​del suolo "le persone dovrebbero mangiare". . . quasi fino a 10,000 kg [22,000 libbre, ogni] secondo 24 ore al giorno sette giorni alla settimana. 100

Gli studi sono regolati per evitare problemi di individuazione

Inoltre, basandosi su ipotesi non testate, la ricerca finanziata dall'industria è spesso progettata specificamente per forzare una conclusione di sicurezza. Nel grano di lisina sopra descritto, ad esempio, i livelli di alcuni componenti nutrizionali (cioè contenuto proteico, fibra totale dietetica, fibra detergente acida e fibra detergente neutra) erano ben al di fuori della gamma normale per il grano. Invece di confrontare il loro mais con i controlli normali, che avrebbero rivelato questa disparità, Monsanto lo ha paragonato ad oscurare le varietà di mais che erano anche sostanzialmente al di fuori della gamma normale proprio su questi valori. Pertanto, il loro studio non ha trovato differenze statistiche per progettazione.

post correlati

Quando la Monsanto ha appreso che ricercatori indipendenti dovevano pubblicare uno studio nel luglio 1999 che mostrava che la soia GM contiene il 12% -14% in meno di fitoestrogeni che combattono il cancro, la società ha risposto con il proprio studio, concludendo che i livelli di fitoestrogeni della soia variano troppo effettuare un'analisi statistica. I ricercatori non sono riusciti a rivelare, tuttavia, di aver incaricato il laboratorio di utilizzare un metodo di rilevamento obsoleto, soggetto a risultati altamente variabili.101

Quando Aventis preparò campioni per vedere se il potenziale allergene in StarLink mais è rimasto intatto dopo la cottura, invece di utilizzare il trattamento standard di 30 minuti, hanno riscaldato il grano per due ore.102

Per dimostrare che la pastorizzazione ha distrutto l'ormone della crescita bovino nel latte delle mucche trattate con rbGH, gli scienziati hanno pastorizzato il latte 120 volte più a lungo del normale. Incapaci di distruggere più del 19%, hanno quindi aggiunto al latte un'enorme quantità di ormone e hanno ripetuto la lunga pastorizzazione, distruggendo il 90% .103 (La FDA ha riferito che la pastorizzazione distrugge il 90% dell'ormone.104) Per dimostrare che le iniezioni di rbGH non ha interferito con la fertilità della vacca, apparentemente la Monsanto ha aggiunto allo studio le vacche che erano incinte prima dell'iniezione.105

E per dimostrare che la proteina dalle colture GM scompare rapidamente durante la digestione simulata, le aziende biotech utilizzano migliaia di volte la quantità di enzimi digestivi e un acido molto più forte rispetto a quello raccomandato dall'Organizzazione Mondiale della Sanità.

Altri metodi usati per nascondere i problemi sono variati e abbondanti. Ad esempio, i ricercatori:

  • Utilizzare pesi di partenza animali molto variabili per ostacolare la rilevazione dei cambiamenti correlati all'alimentazione
  • Tenere gli studi di nutrizione corto per perdere impatti a lungo termine
  • Effetti testati di Roundup Ready soia che non sono stati spruzzati con Roundup
  • Evitare l'alimentazione degli animali la coltura GM effettiva, ma dar loro invece una singola dose di proteina GM che è stata prodotta all'interno di batteri GM
  • Utilizzare troppi argomenti per ottenere risultati statisticamente significativi
  • Utilizzare metodi statistici scarsi o semplicemente escludere metodi, dati o statistiche essenziali
  • Utilizzare gruppi di controllo irrilevanti e impiegare tecniche di valutazione insensibili

Roundup Ready Soybeans: studio di casi di ricerca errata

Gli studi del 1996 del Journal of Nutrition della Monsanto sui semi di soia Roundup Ready107,108 forniscono molti esempi di trasgressioni scientifiche. Sebbene lo studio sia stato utilizzato spesso dall'industria come convalida per affermazioni sulla sicurezza, gli esperti che lavorano nel campo non sono rimasti colpiti. Ad esempio, il dottor Arpad Pusztai fu incaricato all'epoca dal governo del Regno Unito di guidare un consorzio di 20 membri in tre istituzioni per sviluppare rigorosi protocolli di test sui protocolli di alimenti GM che non furono mai implementati. Il dottor Pusztai, che aveva pubblicato diversi studi nella stessa rivista nutrizionale, ha detto che l'articolo della Monsanto non era "all'altezza dei normali standard della rivista". Ha detto: "Era ovvio che lo studio era stato progettato per evitare di trovare problemi. Tutti nel nostro consorzio lo sapevano. Alcuni dei difetti includono:

  • I ricercatori hanno testato la soia GM su animali maturi, non giovani. I giovani animali usano le proteine ​​per costruire i muscoli, i tessuti e gli organi. I problemi con gli alimenti geneticamente modificati potrebbero quindi manifestarsi nell'organo e nel peso corporeo. Ma gli animali adulti usano la proteina per il rinnovamento dei tessuti e l'energia. "Con uno studio nutrizionale su animali maturi", afferma il dottor Pusztai, "non vedresti mai alcuna differenza nel peso degli organi anche se il cibo si rivelasse antinutrizionale. Gli animali dovrebbero essere emaciati o avvelenati per mostrare qualsiasi cosa
  • Se ci fosse un problema di sviluppo degli organi, lo studio non lo avrebbe rilevato poiché i ricercatori non hanno nemmeno pesato gli organi.
  • In una delle prove, i ricercatori hanno sostituito solo un decimo delle proteine ​​naturali con proteine ​​di soia GM. In altri due, hanno diluito la loro soia GM sei e dodici volte. 109 Gli scienziati Ian Pryme, PhD, della Norvegia e Rolf Lembcke, PhD, della Danimarca hanno scritto che il "livello di soia GM era troppo basso e probabilmente avrebbe assicurato che non si verificassero eventuali effetti GM indesiderati".
  • Pryme e Lembcke, che hanno pubblicato un documento Nutrizione e Health, che hanno analizzato tutti gli studi sull'alimentazione sottoposti a revisione paritaria pubblicati sugli alimenti GM (10 a partire dal 2003), hanno anche sottolineato che la percentuale di proteine ​​nel mangime utilizzata nello studio Roundup Ready era "artificialmente troppo alta". mascherare, o almeno ridurre efficacemente, ogni possibile effetto della [soia GM]. Hanno detto che era molto probabile che tutti gli effetti GM sarebbero stati diluiti. 110
  • Studi appropriati di composizione filtrano gli effetti del tempo o della geografia confrontando piante cresciute allo stesso tempo nella stessa posizione. Monsanto, tuttavia, ha poolato dati da diverse località, il che rende difficile per le differenze essere statisticamente significative. Tuttavia, i dati hanno rivelato significative differenze nel contenuto di cenere, grasso e carboidrati. Roundup Preparato pasto di soia conteneva anche 27% più inibitore della tripsina, un potenziale allergene. Inoltre, le mucche alimentate con soia GM producono latte con un maggior contenuto di grassi, dimostrando un'altra disparità tra i due tipi di soia.
  • Una prova sul campo, tuttavia, ha fatto crescere piante GM e non GM una accanto all'altra, ma questi dati non sono stati inclusi nel documento. Anni dopo la pubblicazione dello studio, la scrittrice medica Barbara Keeler ha recuperato i dati che erano stati omessi. Ha dimostrato che la soia GM della Monsanto aveva livelli significativamente più bassi di proteine, un acido grasso e fenilalanina, un amminoacido essenziale. Inoltre, la farina di soia GM tostata conteneva quasi il doppio della quantità di una sostanza lectina che può interferire con la capacità del corpo di assimilare altri nutrienti. E la quantità di inibitore della tripsina nella soia GM cotta era fino a sette volte superiore a quella di un controllo non GM cotto.
  • Lo studio ha anche omesso molti dettagli normalmente richiesti per un articolo pubblicato. Secondo Pryme e Lembcke, "Non sono stati forniti dati per la maggior parte dei parametri"
  • E quando i ricercatori hanno testato gli effetti della proteina Roundup Ready sugli animali, non hanno estratto la proteina dai semi di soia. Invece, l'hanno derivato da batteri GM, sostenendo che le due forme di proteine ​​erano equivalenti. Esistono numerosi modi, tuttavia, in cui le proteine ​​della soia possono essere diverse. Infatti, nove anni dopo la pubblicazione di questo studio, un altro studio ha dimostrato che il gene inserito nei semi di soia produceva filamenti di RNA aberranti non intenzionali, il che significa che la proteina potrebbe essere molto diversa da ciò che era previsto.111

Nell'analisi di Pryme e Lembcke, non è stata una sorpresa che questo studio della Monsanto, insieme agli altri quattro studi sull'alimentazione animale sottoposti a revisione paritaria che sono stati `` eseguiti più o meno in collaborazione con società private '', non abbiano riportato effetti negativi del GM dieta. "D'altra parte," hanno scritto, "gli effetti negativi sono stati riportati (ma non spiegati) in [i cinque] studi indipendenti." Hanno aggiunto: "È notevole che questi effetti siano stati tutti osservati dopo aver mangiato solo per 10-14 giorni. 112

Gli alimenti GM tossici potrebbero essere approvati

Due alimenti geneticamente modificati la cui commercializzazione è stata arrestata a causa dei risultati di test negativi dare un esempio raffreddore di quello che potrebbe essere attraverso. I ratti alimentati con patate GM avevano una crescita cellulare potenzialmente precancerosa nello stomaco e negli intestini, cervelli meno sviluppati, fegati e testicoli, atrofia parziale del fegato e sistemi immunitari danneggiati. Il peperone GM ha provocato una risposta infiammatoria nei topi, suggerendo che i piselli potrebbero innescano uno shock anafilattico mortale negli umani allergici.113 Entrambe queste colture pericolose, tuttavia, potrebbero essere state facilmente approvate. I problemi sono stati scoperti solo perché i ricercatori hanno utilizzato test avanzati che non sono mai stati applicati alle colture GM già presenti sul mercato. Entrambi avrebbero superato i test normali che le aziende utilizzano tipicamente per ottenere i loro prodotti approvati.

Ironia della sorte, quando alla Monsanto è stato chiesto di commentare lo studio sui piselli, il loro portavoce ha detto che ha dimostrato che il sistema di regolamentazione funziona. Non ha rivelato che nessuna delle colture GM della sua azienda era stata sottoposta a test così rigorosi.

Diffondere l'industria irriverente e indifferente

La ricerca finanziata dall'industria che favorisce i finanziatori non è nuova. Il bias è stato identificato in diversi settori. Nei prodotti farmaceutici, ad esempio, i risultati positivi sono quattro volte più probabili se il produttore del farmaco finanzia lo studio.115 Quando le aziende pagano per le analisi economiche dei propri farmaci antitumorali, i risultati hanno una probabilità otto volte maggiore di essere favorevoli.116 Rispetto per la ricerca sui farmaci, il potenziale di manipolazione dell'industria negli studi sulle colture GM è considerevolmente più alto. A differenza dei test farmaceutici, la ricerca sugli OGM non ha procedure standardizzate dettate dalle autorità di regolamentazione. Gli studi sugli OGM non sono generalmente pubblicati su riviste sottoposte a revisione paritaria e sono generalmente tenuti segreti da aziende e governi. Ci sono pochi soldi disponibili per una rigorosa ricerca indipendente, quindi le prove aziendali di solito non vengono contestate e non verificate. Soprattutto, mentre i farmaci possono mostrare gravi effetti collaterali ed essere ancora approvati, gli alimenti GM non possono. Non c'è tolleranza per le reazioni avverse; le prove di alimentazione non devono mostrare problemi.

Pertanto, quando gli studi di settore mostrano problemi (nonostante i loro sforzi per evitarli), le reazioni avverse gravi e persino i decessi tra gli animali nutriti con OGM vengono ignorati o liquidati come "non biologicamente significativi" o dovuti a "variazioni naturali". nell'arena della ricerca sulla sicurezza alimentare, l'industria delle biotecnologie è priva di responsabilità, standard o revisione tra pari. Hanno trasformato la cattiva scienza in una scienza.

Promuovere e regolamentare Non mescolare

Anche se ci si può aspettare un tale comportamento egoistico dalle aziende, come mai gli enti governativi lasciano passare senza commenti tali sfacciate contorsioni scientifiche? Uno dei motivi è che diverse agenzie di regolamentazione sono incaricate anche di promuovere gli interessi della biotecnologia. Questa è la posizione ufficiale della FDA e di altri organi del governo degli Stati Uniti, per esempio. Suzanne Wuerthele, PhD, tossicologa dell'EPA statunitense, afferma: `` Questa tecnologia viene promossa, di fronte alle preoccupazioni di scienziati rispettabili e di fronte ai dati contrari, dalle stesse agenzie che dovrebbero proteggere la salute umana e l'ambiente. La linea di fondo, a mio avviso, è che ci troviamo di fronte alla tecnologia più potente che il mondo abbia mai conosciuto, e viene rapidamente implementata senza quasi pensare alle sue conseguenze.

I regolatori canadesi sono ugualmente in conflitto. La Royal Society of Canada ha riferito che, In riunioni con i senior manager dei vari dipartimenti normativi canadesi. . . le loro risposte hanno sottolineato in modo uniforme l'importanza di mantenere un clima favorevole all'industria della biotecnologia per sviluppare nuovi prodotti e presentarli per l'approvazione sul mercato canadese. . . . Il conflitto di interessi coinvolto sia nella promozione che nella regolamentazione di un'industria o di una tecnologia. . . è anche un fattore nella questione del mantenimento della trasparenza, e quindi dell'integrità scientifica, del processo di regolamentazione. In effetti, l'interesse pubblico in un sistema di regolamentazione che è `` basato sulla scienza ''. . . è significativamente compromessa quando tale apertura viene negoziata dalle autorità di regolamentazione in cambio di rapporti cordiali e di supporto con le industrie che vengono regolamentate.

Molti scienziati del gruppo GMO dell'Autorità europea per la sicurezza alimentare (EFSA) sono personalmente allineati con gli interessi delle biotecnologie. Secondo Friends of the Earth (FOE), Un membro ha legami finanziari diretti con l'industria biotech e altri hanno legami indiretti, come uno stretto coinvolgimento con le principali conferenze organizzate dall'industria biotech. Due membri sono persino apparsi in video promozionali prodotti dall'industria biotecnologica. . . . Diversi membri del gruppo, compreso il presidente, il professor Kuiper, sono stati coinvolti nel progetto ENTRANSFOOD finanziato dall'UE. Lo scopo di questo progetto era quello di concordare procedure di valutazione della sicurezza, gestione del rischio e comunicazione del rischio che facilitassero l'introduzione sul mercato degli OGM in Europa e quindi portassero l'industria europea in una posizione competitiva. Il progetto ENTRANSFOOD faceva parte di un gruppo di lavoro che includeva anche personale di Monsanto, Bayer CropScience e Syngenta. In una dichiarazione che ricorda l'ingannevole dichiarazione politica della FDA, il rapporto FOE conclude che l'EFSA è `` utilizzata per creare una falsa impressione di accordo scientifico quando la situazione reale è di intenso e continuo dibattito e incertezza

La Commissione Europea pro-GM ripete lo stesso stratagemma. Secondo i documenti trapelati ottenuti dal FOE, mentre apprezzano privatamente le incertezze e le lacune nella conoscenza che esistono in relazione alla sicurezza delle colture GM,. . . la Commissione normalmente tiene nascosta questa incertezza al pubblico, pur presentando le sue decisioni sulla sicurezza delle colture e degli alimenti GM come certe e scientificamente fondate. Ad esempio, la Commissione ha condannato privatamente le informazioni fornite per una coltura in quanto "miste, scarse, fornite consecutivamente nel corso degli anni, e non convincenti. '' Hanno detto che non ci sono prove sperimentali sufficienti per valutare la sicurezza.

Con un programma per promuovere gli alimenti GM, i regolatori violano regolarmente le loro stesse leggi. In Europa, la legge richiede che quando l'EFSA e gli Stati membri hanno opinioni diverse, sono obbligati a cooperare al fine di risolvere la divergenza o preparare un documento comune che chiarisca le questioni scientifiche controverse e identifichi le incertezze rilevanti nei dati . 121 Secondo FOE, nel caso di tutte le revisioni di colture GM, nessuno di questi obblighi legali è stato rispettato.122 La dichiarazione dello status di GRAS da parte della FDA si discostava anche dal Food and Cosmetic Act e da anni di precedente legale. Alcune violazioni sono più evidenti. In India, un funzionario ha manomesso il rapporto sul cotone Bt per aumentare le cifre sulla resa a favore della Monsanto.123 In Messico, un alto funzionario del governo avrebbe minacciato un professore dell'Università della California, sottintendendo che `` sappiamo dove vanno a scuola i tuoi figli ''. per convincerlo a non pubblicare prove incriminanti che avrebbero ritardato l'approvazione dei GM.124 In Indonesia, la Monsanto ha dato tangenti e pagamenti discutibili ad almeno 140 funzionari, tentando di ottenere l'approvazione del loro cotone geneticamente modificato (GM ).125

Manipolazione di opinione pubblica

Quando i governi falliscono nel loro dovere di tenere sotto controllo le società, il ruolo di `` protettore '' dovrebbe spostarsi sui media, che fungono da cane da guardia per esporre i pericoli pubblici e le carenze del governo. Ma i principali media di tutto il mondo hanno ampiamente trascurato i gravi problemi associati alle colture GM e alla loro regolamentazione. La ragione di questa svista è varia e include i contributi di un'aggressiva campagna di pubbliche relazioni e disinformazione da parte dell'industria biotecnologica, minacce legali da parte delle società biotecnologiche e, in alcuni casi, la paura di perdere account pubblicitari. Quest'ultimo motivo è particolarmente diffuso tra la stampa agricola, che riceve gran parte del suo reddito dall'industria biotech.

Lettere minacciose degli avvocati della Monsanto hanno portato alla cancellazione di una serie di notizie in cinque parti sul loro ormone della crescita bovino geneticamente modificato programmata per una stazione televisiva Fox in Florida, così come la cancellazione di un libro critico sui prodotti OGM della Monsanto. . Una tipografia ha anche distrutto 14,000 copie del numero della rivista Ecologist intitolato "The Monsanto Files", per paura di una causa legale Monsanto. (Vedere il capitolo "Muovere i media" in Seeds of Deception126 per ulteriori esempi.)

I metodi che i sostenitori della biotecnologia utilizzano per manipolare la ricerca sull'opinione pubblica sono diventati una forma d'arte. I sondaggi sui consumatori dell'International Food Information Council (IFIC), ad esempio, i cui sostenitori includono le principali società di sementi biotecnologiche, offrono conclusioni come: "Una maggioranza crescente di americani sostiene i benefici della biotecnologia alimentare e della Food and Drug Administration statunitense" s (FDA) etichettatura politica. Ma il professore di comunicazione James Beniger, che era stato presidente dell'American Association for Public Opinion Research, ha descritto i sondaggi come `` così prevenuti con domande principali che favoriscono risposte positive che qualsiasi risultato è privo di significato ''. 127 Il 2003 il sondaggio, ad esempio, includeva gemme come:

A parità di condizioni, con quale probabilità acquisteresti una varietà di prodotti, come pomodori o patate, se fossero stati modificati dalla biotecnologia per avere un sapore migliore o più fresco? e

La biotecnologia è stata utilizzata anche per migliorare le piante che producono alimenti come gli oli da cucina. Se fosse disponibile olio da cucina a ridotto contenuto di grassi saturi ottenuto da queste nuove piante, che effetto avrebbe l'uso della biotecnologia sulla tua decisione di acquistare questo olio da cucina? 128

Una tattica simile è stata utilizzata in un focus group dell'11 dicembre 2007 a Columbus, Ohio, `` progettato '' per dimostrare che i consumatori volevano rendere illegale per i caseifici etichettare il loro latte come esente dall'ormone bovino geneticamente modificato della Monsanto rBST. Il facilitatore ha detto: “Tutto il latte contiene ormoni. Non esiste il latte senza ormoni. La composizione di entrambi i tipi di latte è la stessa in tutti gli aspetti. Ora, cosa ne pensi di un'etichetta che dice `` senza ormoni aggiunti? '' Non pensi che sia ingannevole e inappropriato mettere sulle etichette `` priva di BST ''? Non solo il facilitatore stava guidando il testimone, ha presentato false informazioni. Il latte delle mucche trattate con rBST ha livelli sostanzialmente più elevati di fattore di crescita simile all'insulina-1,129 che è stato collegato a un rischio più elevato di cancro, 130 e una maggiore incidenza di gemelli fraterni.131 Ha anche livelli più alti di ormone della crescita bovina, pus e in alcuni casi, antibiotici.

Un altro esempio di opinione manipolata dei consumatori è stato trovato in un articolo del 2004 sul British Food Journal, scritto da quattro sostenitori degli alimenti geneticamente modificati (GM ).132 Secondo il documento peer-reviewed, quando gli acquirenti in un negozio agricolo canadese si sono trovati di fronte a un scelta informata e imparziale tra mais GM e mais non GM, la maggior parte ha acquistato la varietà GM. Questa scoperta è volata di fronte alla resistenza dei consumatori mondiali agli alimenti GM, che aveva chiuso i mercati in Europa, Giappone e altrove. Ha anche messo in discussione gli studi che hanno dimostrato che più informazioni sugli organismi geneticamente modificati (OGM) hanno i consumatori, meno si fidano di loro.133 Lo studio, finanziato dal gruppo di facciata dell'industria biotecnologica, dal Council for Biotechnology Information e dall'industria associazione di categoria, il Crop Protection Institute of Canada (ora Croplife Canada), ha ricevuto il prestigioso Award for Excellence del Journal per il documento più eccezionale del 2004 ed è stata spesso citata dai sostenitori delle biotecnologie.

Stuart Laidlaw, giornalista canadese Toronto Star, ha visitato più volte il negozio della fattoria durante lo studio e ha descritto lo scenario nel suo libro Secret Ingredients. Lungi dall'offrire scelte imparziali, gli elementi chiave sembravano truccati per favorire gli acquisti di mais GM. Le schede informative sull'educazione del consumatore erano interamente a favore degli OGM e Doug Powell, il ricercatore capo, ha dimostrato con entusiasmo a Laidlaw come poteva convincere gli acquirenti ad acquistare le varietà GM. Ha affrontato un agricoltore che aveva già acquistato mais non GM. Dopo aver presentato la sua causa a favore degli OGM, Powell fece dire con orgoglio all'agricoltore a Laidlaw che aveva cambiato opinione e che avrebbe acquistato mais GM nel suo prossimo viaggio di shopping.

L'interferenza di Powell con le scelte degli acquirenti `` sbilanciate '' non era nulla in confronto all'effetto dei cartelli posti sui contenitori del mais. Il segno sopra il mais non OGM diceva: "Mangeresti mais dolce contro i vermi?" Elencava ulteriormente le sostanze chimiche spruzzate durante la stagione. Al contrario, il segno sopra il mais GM affermava: "Ecco cosa è andato a produrre mais dolce di qualità". Non c'è da meravigliarsi che il 60% degli acquirenti abbia evitato il "mais verme". In effetti, potrebbe essere una testimonianza per le persone "La sfiducia degli OGM che il 40% continuava a optare per l'opzione" verme ".

Powell ei suoi colleghi non hanno menzionato la controversa segnaletica nel loro studio. Affermavano che i contenitori per il mais nel negozio della fattoria erano `` etichettati con cura '' o `` mais dolce Bt geneticamente modificato '' o `` mais dolce regolare ''. Quando il libro di Laidlaw è uscito, tuttavia, era presente il segno `` verme '' di Powell in una fotografia, 134 esponendo ciò che è stato successivamente descritto dal dottor Richard Jennings dell'Università di Cambridge come una `` frode lampante ''. Jennings, che è uno dei principali ricercatori di etica scientifica, afferma: `` È stato un peccato di omissione non divulgare le informazioni che avrebbe dovuto chiaramente essere divulgato. 135

In sua difesa, Powell ha affermato che i suoi segni usavano semplicemente il linguaggio dei consumatori e non erano destinati a manipolare i modelli di acquisto dei consumatori.Ha inoltre affermato che il segno di mais `` verme '' era lì solo per la prima settimana del processo ed era allora sostituito da altri messaggi educativi. Ma testimoni oculari e fotografie dimostrano la presenza del segno molto tempo dopo la data di sostituzione suggerita da Powell

Diversi scienziati e cittadini indignati dicono che il documento dovrebbe essere ritirato, ma il Journal ha rifiutato. In effetti, l'editore del Journal non ha nemmeno accettato di riconsiderare il suo Award for Excellence. Un palese esercizio di propaganda è ancora convalidato come scienza esemplare.

Critici e scienziati indipendenti vengono attaccati

Uno degli aspetti più preoccupanti del dibattito sulle biotecnologie è la strategia di attacco utilizzata contro i critici degli OGM e gli scienziati indipendenti. Non solo i risultati negativi degli scienziati indipendenti sono spesso soppressi, ignorati o negati, ma i ricercatori che scoprono problemi con gli alimenti GM sono stati licenziati, privati ​​delle responsabilità, privati ​​del mandato e persino minacciati. Considera il dottor Pusztai, il principale scienziato mondiale nel suo campo, che ha scoperto inavvertitamente nel 1998 che cambiamenti imprevedibili nelle colture GM hanno causato enormi danni nei ratti. È diventato pubblico con le sue preoccupazioni, è stato un eroe nel suo prestigioso istituto per due giorni e poi, dopo che il direttore ha ricevuto due telefonate presumibilmente dall'ufficio del Primo Ministro britannico, è stato licenziato dopo 35 anni e messo a tacere con minacce di querela. . False dichiarazioni sono state fatte circolare per distruggere la sua reputazione, che vengono recitate oggi dai sostenitori degli OGM.

Dopo che il professor Ignacio Chapela, PhD dell'Università della California, ha pubblicato le prove che il mais GM ha contaminato le varietà autoctone del Messico, due personaggi fittizi di Internet creati dalla società di pubbliche relazioni della Monsanto, il Bivings Group, hanno avviato una brutale campagna diffamatoria su Internet, mentendo sul dottor Chapela. e la sua ricerca.

Irina Ermakova, PhD, uno scienziato di spicco presso l'Accademia nazionale russa delle scienze, ha nutrito ratti femmine di soia GM ed è rimasta sbalordita nello scoprire che più della metà della loro prole è morta entro tre settimane, rispetto a solo il 10% delle madri nutrite con soia non GM. Senza finanziamenti per estendere la sua analisi, ha etichettato il suo lavoro come "preliminare", lo ha pubblicato su una rivista russa e ha implorato la comunità scientifica di ripetere lo studio. Due anni dopo, nessuno l'ha ripetuto, ma i sostenitori usano argomenti falsi o irrilevanti per distogliere l'attenzione dai risultati scioccanti e hanno cercato di diffamare la dottoressa Ermakova.

Un parlamentare neozelandese ha testimoniato presso la Royal Commission of Inquiry on Genetic Modification del 2001, “Sono stato contattato per telefono ed e-mail da un certo numero di scienziati che nutrono serie preoccupazioni. . . ma che ne sono convinti se esprimono pubblicamente queste paure. . . o anche se avessero posto le domande scomode e difficili, sarebbero stati allontanati dalla loro istituzione. '' Infatti nel 2007, dopo che il professor Christian Velot, PhD, ha sollevato le difficili domande sugli OGM in conferenze pubbliche, i suoi fondi per la ricerca del 2008 sono stati confiscati, i suoi gli studenti assistenti sono stati riassegnati e la sua posizione presso l'Università di Paris-Sud rischia di essere licenziata anticipatamente.

Siamo i Porci Guinea

Poiché gli alimenti geneticamente modificati non vengono adeguatamente testati prima di essere immessi sul mercato, i consumatori sono le cavie. Ma questo non si qualifica nemmeno come esperimento. Non ci sono controlli e nessun monitoraggio. Data la crescente evidenza di danni, è probabile che gli alimenti geneticamente modificati stiano contribuendo al deterioramento della salute negli Stati Uniti, in Canada e in altri paesi in cui vengono consumati. Ma senza sorveglianza post-marketing, le possibilità di far risalire i problemi di salute agli alimenti GM sono basse. L'incidenza di una malattia dovrebbe aumentare notevolmente prima di essere notata, il che significa che milioni di persone potrebbero doversi ammalare prima di indagare su un cambiamento. Monitorare l'impatto degli alimenti GM è ancora più difficile in Nord America, dove gli alimenti non sono etichettati.

I regolatori della Health Canada hanno annunciato nel 2002 che avrebbero monitorato i canadesi per problemi di salute dovuti al consumo di alimenti GM. Un portavoce ha detto: "Penso che sia solo prudente e ciò che il pubblico si aspetta, che terremo un occhio attento sulla salute dei canadesi." Ma secondo le notizie della CBC TV, Health Canada ha abbandonato quella ricerca meno di un anno dopo dicendo che era `` troppo difficile mettere in atto un sistema di sorveglianza efficace ''. Il conduttore di notizie ha aggiunto: `` Quindi, a questo punto, ci sono poche ricerche sugli effetti sulla salute degli alimenti geneticamente modificati. Quindi sapremo mai con certezza se è sicuro? 137

Non con le società biotecnologiche in carica. Considera la seguente dichiarazione in un rapporto presentato ai funzionari della contea in California da membri pro-GM di una task force. [È] generalmente accettato che il monitoraggio a lungo termine dei rischi per la salute umana degli alimenti GM attraverso studi epidemiologici non sia necessario perché non ci sono prove scientifiche che suggeriscano alcun danno a lungo termine da questi alimenti . 138 Notare la logica circolare: perché non sono in atto studi epidemiologici a lungo termine, non abbiamo prove che dimostrino danni a lungo termine. E poiché non abbiamo alcuna prova di danno a lungo termine, non abbiamo bisogno di studi per cercarlo.

Cosa pensano queste persone? L'intuizione della mentalità pro-GM è stata fornita da Dan Glickman, segretario di agricoltura americano sotto il presidente Clinton.

`` Quello che ho visto genericamente sul lato pro-biotech è stato l'atteggiamento che la tecnologia era buona, e che era quasi immorale dire che non era buona, perché avrebbe risolto i problemi della razza umana e nutrito affamato e vesti gli ignudi. . . . E c'erano molti soldi che erano stati investiti in questo, e se sei contrario, sei luddista, sei stupido. Questo, francamente, era il lato da cui stava il nostro governo. Senza pensarci, avevamo sostanzialmente preso questo problema come una questione commerciale e loro, chiunque fossero, volevano mantenere il nostro prodotto fuori dal loro mercato. Ed erano sciocchi o stupidi e non avevano un sistema di regolamentazione efficace. C'era una retorica del genere anche qui in questo dipartimento. Ti sei sentito come se fossi quasi un alieno, sleale, cercando di presentare una visione di mentalità aperta su alcune delle questioni sollevate. Quindi ho praticamente sputato la retorica che tutti gli altri qui intorno hanno pronunciato; era scritto nei miei discorsi. 139

Fortunatamente, non tutti sanno che l'interrogatorio degli alimenti GM è disonesto. Al contrario, milioni di persone in tutto il mondo non sono disposte a partecipare a questo esperimento incontrollato. Rifiutano di mangiare alimenti geneticamente modificati. I produttori in Europa e in Giappone si sono impegnati a evitare l'uso di ingredienti GM. E l'industria degli alimenti naturali statunitensi, non aspettando il governo di testare o etichettare gli OGM, è ora impegnata a rimuovere tutti gli altri ingredienti GM dal loro settore utilizzando un sistema di verifica di terze parti. La campagna per mangiare più sano in America distribuirà guide commerciali non-OGM nei negozi a livello nazionale in modo che i consumatori possano avere buone e sane scelte non OGM. Senza una regolamentazione governativa delle corporazioni biotecnologiche, è lasciato ai consumatori proteggere noi stessi.

Per una guida per evitare gli OGM, vai a www.NonGMOShoppingGuide.com.

L'autore di bestseller internazionale e regista indipendente Jeffrey M. Smith è il direttore esecutivo dell'Istituto per la tecnologia responsabile e uno dei principali portavoce dei pericoli per la salute degli OGM. Il suo primo libro, Seeds of Deception, è il libro più venduto al mondo sull'argomento. Il suo secondo, Genetic Roulette: The Documented Health Risks of Genetically Engineered Foods, identifica 65 rischi di OGM e dimostra come le approvazioni governative superficiali non siano competenti per trovarne la maggior parte. Il signor Smith ha aperto la strada alla campagna per un'alimentazione più sana in America, progettata per creare il punto di svolta del rifiuto dei consumatori contro gli OGM. Vedere www.ResponsibleTechnology.org, www.NonGMOShoppingGuide.com.

luminoso
Riferimenti:

1 Jeffrey M. Smith, Roulette genetica: i rischi sanitari documentati di alimenti geneticamente progettati, sì! Libri, Fairfield, IA USA 2007
2 Kurt Eichenwald, et al, New York Times, "Biotechnology Food: From the Lab to a Debacle", 25 gennaio 2001
http://www.nytimes.com/2001/01/25/business/25FOOD.html?pagewanted=all
3 Kurt Eichenwald, et al, New York Times, "Biotechnology Food: From the Lab to a Debacle", 25 gennaio 2001
http://www.nytimes.com/2001/01/25/business/25FOOD.html?pagewanted=all
4 Dan Quayle, "Discorso nella sala del trattato indiano del vecchio edificio per uffici esecutivi", 26 maggio 1992.
5 Per le copie dei memo FDA, vedere l'Alliance for Bio-Integrity, www.biointegrity.org
6 Steven M. Druker, “In che modo la Food and Drug Administration statunitense ha approvato gli alimenti geneticamente modificati nonostante i decessi che uno aveva causato e
gli avvertimenti dei suoi stessi scienziati sui loro rischi unici, Alliance for Bio-Integrity, http://www.biointegrity.org/ext-summary.html
7 Louis J. Pribyl, "Biotechnology Draft Document, 2/27/92," 6 marzo 1992, www.biointegrity.org
http://www.biointegrity.org/FDAdocs/04/view1.html
8 Dichiarazione di politica: alimenti derivati ​​da nuove varietà vegetali, Registro federale 57, n. 104 (29 maggio 1992): 22991.
9 Linda Kahl, Memo a James Maryanski sul documento del registro federale `` Dichiarazione di politica: alimenti da piante geneticamente modificate '',
Alleanza per la Biointelligenza (gennaio 8, 1992) http://www.responsibletechnology.org/fraud/fda-quotes
10 Vedi ad esempio `` Good Enough To Eat? '' New Scientist (9 febbraio 2002), 7.
11 `` Rischi per la salute degli alimenti geneticamente modificati '', editoriale, Lancet, 29 maggio 1999.
12 Elementi di precauzione: raccomandazioni per la regolamentazione della biotecnologia alimentare in Canada; Un rapporto del gruppo di esperti sul futuro di
Biotecnologia alimentare preparata dalla Royal Society of Canada su richiesta dell'Agenzia canadese di ispezione alimentare Health Canada e
Environment Canada The Royal Society of Canada, gennaio 2001.
13 JR Latham, et al., "The Mutational Consequences of Plant Transformation", The Journal of Biomedicine and Biotechnology 2006, ID articolo
25376: 1-7; vedi anche Allison Wilson, et. al., Mutazioni indotte dalla trasformazione in piante transgeniche: analisi e implicazioni di biosicurezza,
Revisioni di biotecnologia e ingegneria genetica Vol. 23, dicembre 2006.
14 PH Bao, S. Granata, S. Castiglione, G. Wang, C. Giordani, E. Cuzzoni, G. Damiani, C. Bandi, SK Datta, K. Datta, I. Potrykus, A.
Callegarin e F. Sala, "Prove per i cambiamenti genomici nel riso transgenico (Oryza sativa L.) recuperati dai protoplasti" Transgen Res 5 (1996):
97-103 .; M. Labra, C. Savini, M. Bracale, N. Pelucchi, L. Colombo, M. Bardini e F. Sala, "Cambiamenti genomici nel riso transgenico (Oryza sativa L.)
piante prodotte infettando calli con Agrobacterium tumefaciens, "Plant Cell Rep 20 (2001): 325-330.
15 Elementi di precauzione: raccomandazioni per la regolamentazione della biotecnologia alimentare in Canada; Un rapporto del gruppo di esperti sul futuro di
Biotecnologia alimentare preparata dalla Royal Society of Canada su richiesta dell'Agenzia canadese di ispezione alimentare Health Canada e
Environment Canada The Royal Society of Canada, gennaio 2001.
16 Edwin J. Mathews, Ph.D., in un memorandum alla sezione Tossicologia del gruppo di lavoro biotecnologico. Oggetto: Analisi del maggiore
Tossici delle piante. Dato ottobre 28, 1991
17 Divisione di chimica e tecnologia alimentare e Divisione di chimica dei contaminanti, punti da considerare per la valutazione della sicurezza
Alimenti geneticamente modificati: informazioni supplementari, 1 novembre 1991, http://www.responsibletechnology.org/fraud/fda-quotes
18 Netherwood et al, "Valutazione della sopravvivenza del DNA vegetale transgenico nel tratto gastrointestinale umano", Nature Biotechnology 22 (2004): 2.
19 Divisione di chimica e tecnologia alimentare e Divisione di chimica dei contaminanti, punti da considerare per la valutazione della sicurezza
Alimenti geneticamente modificati: informazioni supplementari, 1° novembre 1991, www.biointegrity.org
20 Charles Benbrook, "Impatti delle colture geneticamente modificate sull'uso di pesticidi negli Stati Uniti - i primi sedici anni", SCIENZE AMBIENTALI
EUROPE, vol. 24: 24 doi: 10.1186 / 2190-4715-24-24, 28 settembre 2012. http://www.enveurope.com/content/24/1/24/abstract.
21 Department of Veterinary Medicine, FDA, corrispondenza del 16 giugno 1993. Come citato in Fred A. Hines, Memo to Dr. Linda Kahl. Flavr Savr
Pomodoro: . . . Valutazione del ramo patologico dei ratti con lesioni allo stomaco da tre studi di tossicità orale di quattro settimane (gavage). . . e un
Rapporto del gruppo di esperti, Alliance for Bio-Integrity (16 giugno 1993) http://www.biointegrity.org/FDAdocs/17/view1.html
22 Robert J. Scheuplein, Memo to the FDA Biotechnology Coordinator e altri, Response to Calgene Amended Petition, Alliance for BioIntegrity
(Ottobre 27, 1993) http://www.responsibletechnology.org/fraud/fda-quotes
23 Carl B. Johnson a Linda Kahl e altri, Flavr Savr Tomato: Significance of Pending DHEE Question, Alliance for Bio-Integrity
(Dicembre 7, 1993) http://www.responsibletechnology.org/fraud/fda-quotes
24 Arpad Pusztai, "Alimenti geneticamente modificati: sono un rischio per la salute umana / animale?" Giugno 2001 Action Bioscience
www.actionbioscience.org/biotech/pusztai.html
25 Nagui H. Fares, Adel K. El-Sayed, `` Belle modifiche strutturali nell'ileo di topi nutriti con patate trattate con endotossine e transgeniche
Patate, Tossine Naturali 6, no. 6 (1998): 219-233.
26 Stanley WB Ewen e Arpad Pusztai, Effetto di diete contenenti patate geneticamente modificate che esprimono la lectina di Galanthus nivalis sul ratto
intestino tenue, Lancet, 1999 ottobre 16; 354 (9187): 1353-4.
27 Arpad Pusztai, "Facts Behind the GM Pea Controversy: Epigenetics, Transgenic Plants & Risk Assessment", Atti della conferenza,
Dicembre 1st 2005 (Frankfurtam Main, Germania: Literaturhaus, 2005). http://www.oeko.de/oekodoc/277/2006-002-en.pdf
28 Arpad Pusztai, "La scienza può darci gli strumenti per riconoscere i possibili rischi per la salute degli alimenti GM", Nutrition and Health, 2002, Vol 16 Pp 73-84.
29 John M. Burns, studio comparativo subcronico dietetico di 13 settimane con mais MON 863 nei ratti preceduto da un alimento basale di 1 settimana
Determinazione del consumo con la dieta per roditori certificata PMI # 5002, 17 dicembre 2002
http://www.monsanto.com/pdf/products/fullratstudy863.pdf
30 R. Tudisco, P. Lombardi, F. Bovera, D. d Angelo, MI Cutrignelli, V. Mastellone, V. Terzi, L. Avallone, F. Infascelli, Genetically Modified
Fagioli di soia nell'alimentazione dei conigli: rilevamento di frammenti di DNA e valutazione degli effetti metabolici mediante analisi enzimatica, Animal Science 82
(2006): 193.
31 Commenti a ANZFA sulle applicazioni A346, A362 e A363 del gruppo di consulenza alimentare e regolamento (FLRAG) del
Public Health Association of Australia (PHAA) per conto della PHAA, Alimenti prodotti dalla linea di canola tollerante al glifosato GT73.
32 M. Malatesta, C. Caporaloni, S. Gavaudan, MB Rocchi, S. Serafini, C. Tiberi, G. Gazzanelli, Ultrastrutturale Morfometrico e
Analisi immunocitochimiche dei nuclei degli epatociti da topi nutriti con soia geneticamente modificata, Cell Struct Funct. 27 (2002): 173-180
33 Jeffrey M. Smith, Roulette genetica: i rischi sanitari documentati di alimenti geneticamente progettati, sì! Libri, Fairfield, IA USA 2007
34 Irina Ermakova, Evidenza sperimentale dei pericoli degli OGM, Presentazione a Scientists for a GM Free Europe, Parlamento europeo, Bruxelles, giugno
12, 2007
35 Arpad Pusztai, "La scienza può fornirci gli strumenti per riconoscere i possibili rischi per la salute degli alimenti GM?" Nutrizione e salute 16 (2002): 73-84.
36 S. Leeson, "The Effect of Glufosinate Resistant Corn on Growth of Male Broiler Chickens," Department of Animal and Poultry Sciences,
Università di Guelph, rapporto n. A56379, luglio 12, 1996.
37 Malatesta, et al, Ultrastructural Analysis of Pancreatic Acinar Cells from Mice Fed on Genetically modified Soybean, J Anat. 2002
Novembre; 201 (5): 409; si vedano anche M. Malatesta, M. Biggiogera, E. Manuali, MBL Rocchi, B. Baldelli, G. Gazzanelli, Fine Structural
Analisi dei nuclei cellulari acinosi pancreatici di topi nutriti con soia GM, Eur J Histochem 47 (2003): 385 388.
38 Arpad Pusztai, "La scienza può darci gli strumenti per riconoscere i possibili rischi per la salute degli alimenti GM", Nutrition and Health, 2002, Vol 16 Pp 73-84
39 R. Tudisco, P. Lombardi, F. Bovera, D. d Angelo, MI Cutrignelli, V. Mastellone, V. Terzi, L. Avallone, F. Infascelli, Genetically Modified
Fagioli di soia nell'alimentazione dei conigli: rilevamento di frammenti di DNA e valutazione degli effetti metabolici mediante analisi enzimatica, Animal Science 82
(2006): 193.
40 John M. Burns, studio comparativo subcronico dietetico di 13 settimane con mais MON 863 nei ratti preceduto da un alimento basale di 1 settimana
Determinazione del consumo con la dieta per roditori certificata PMI # 5002, 17 dicembre 2002
http://www.monsanto.com/pdf/products/fullratstudy863.pdf
41 R. Tudisco, P. Lombardi, F. Bovera, D. d Angelo, MI Cutrignelli, V. Mastellone, V. Terzi, L. Avallone, F. Infascelli, Genetically Modified
Fagioli di soia nell'alimentazione dei conigli: rilevamento di frammenti di DNA e valutazione degli effetti metabolici mediante analisi enzimatica, Animal Science 82
(2006): 193.
42 Arpad Pusztai, "La scienza può darci gli strumenti per riconoscere i possibili rischi per la salute degli alimenti GM", Nutrition and Health, 2002, Vol 16 Pp 73-84
43 de Vend mois JS, Roullier F, Cellier D, S ralini GE. Un confronto degli effetti di tre varietà di mais GM sulla salute dei mammiferi. Int J
Biol Sci 2009; 5: 706-726. Disponibile da http://www.biolsci.org/v05p0706.htm
44 S ralini, G.-E., et al. Tossicità a lungo termine di un erbicida Roundup e di un mais geneticamente modificato tollerante al Roundup. Cibo
Chem. Toxicol. (2012), http://dx.doi.org/10.1016/j.fct.2012.08.005
45 Irina Ermakova, Evidenza sperimentale dei pericoli degli OGM, Presentazione a Scientists for a GM Free Europe, Parlamento europeo, Bruxelles, giugno
12, 2007
46 L. Vecchio et al, Ultrastructural Analysis of Testes from Mice Fed on Genetically Modified Soybean, European Journal of Histochemistry
48, n. 4 (ottobre-dicembre 2004): 449-454.
47 Oliveri et al., `` Depressione temporanea della trascrizione in embrioni di topo preimpianto da topi nutriti con soia geneticamente modificata ''
48th Symposium of the Society for Histochemistry, Lake Maggiore (Italy), September 7, 10.
48 Fl via Bittencourt Brasil, et al, The Impact of Dietary Organic and Transgenic Soy on the Reproductive System of Female Adult Rat, ​​The
Record anatomico: avanzamenti nell'anatomia integrativa e nella biologia evolutiva Volume 292, numero 4, pagine 587-594, aprile 2009
http://onlinelibrary.wiley.com/doi/10.1002/ar.20878/abstract
49 Jeffrey M. Smith, `` Soia geneticamente modificata legata alla sterilità, mortalità infantile '', basato sulla corrispondenza con gli autori dello studio e la stampa
relazioni, Istituto per la tecnologia responsabile http://www.responsibletechnology.org/article-gmo-soy-linked-to-sterility
50 Alberta Velimirov e Claudia Binter, `` Effetti biologici del mais transgenico NK603xMON810 alimentato in studi sulla riproduzione a lungo termine in
topi, Forschungsberichte der Sektion IV, Band 3/2008. Rapporto del Ministero federale della salute, della famiglia e della gioventù. 2008.
http://www.biosicherheit.de/pdf/aktuell/zentek_studie_2008.pdf
51 IVErmakova, "Organismi geneticamente modificati e rischi biologici," Atti della Conferenza internazionale sulla riduzione dei disastri (IDRC)
Davos, Svizzera 27 agosto - 1 settembre 2006: 168 172. http://eco-irina-ermakova.narod.ru/eng/art/art16.html
52 Irina Ermakova, `` La soia geneticamente modificata porta alla diminuzione del peso e all'elevata mortalità dei cuccioli di ratto di prima generazione. Preliminare
studi, Ecosinform 1 (2006): 4 9.
53 Irina Ermakova, Evidenza sperimentale dei pericoli degli OGM, Presentazione a Scientists for a GM Free Europe, Parlamento europeo, Bruxelles, giugno
12, 2007
54 IVErmakova GMO: Life stessa è intervenuta negli esperimenti, Letter, EcosInform N2 (2006): 3 4.
55 Jeffrey M. Smith, Roulette genetica: i rischi sanitari documentati di alimenti geneticamente progettati, sì! Libri, Fairfield, IA USA 2007
56 Mortalità negli allevamenti di pecore dopo il pascolo sui campi di cotone Bt Distretto di Warangal, Andhra Pradesh Rapporto della valutazione preliminare,
Aprile 2006, http://gmwatch.org/latest-listing/1-news-items/6416-mortality-in-sheep-flocks-after-grazing-on-bt-cotton-fields-warangal-districtandhra-pradesh-2942006

57 Comunicazione personale e visita di Jeffrey Smith con i membri del villaggio, nei pressi di Warangal, Andhra Pradesh, gennaio 2009.
58 John M. Burns, studio comparativo subcronico dietetico di 13 settimane con mais MON 863 nei ratti preceduto da un alimento basale di 1 settimana
Determinazione del consumo con la dieta per roditori certificata PMI # 5002, 17 dicembre 2002
http://www.monsanto.com/monsanto/content/sci_tech/prod_safety/fullratstudy.pdf, see also St�phane Foucart, �Controversy Surrounds a GMO,�
Le Monde, 14 dicembre 2004; e Jeffrey M. Smith, "Lo studio sul mais geneticamente modificato rivela danni alla salute e insabbiamento",
Fagioli, giugno 2005, http://www.seedsofdeception.com/Public/Newsletter/June05GMCornHealthDangerExposed/index.cfm
59 Arpad Pusztai, "La scienza può darci gli strumenti per riconoscere i possibili rischi per la salute degli alimenti GM", Nutrition and Health, 2002, Vol 16 Pp 73-84
60 VE Prescott, et al, `` L'espressione transgenica dell'inibitore della r-amilasi del fagiolo nei piselli si traduce in struttura alterata e
Immunogenicità, Journal of Agricultural Food Chemistry (2005): 53.
61 Valutazione annuale della sensibilità alimentare dello York Laboratory, come riportato da Mark Townsend, "Perché la soia è un distruttore nascosto", Daily Express,
12 Marzo 1999.
62 GA Kleter e AACM Peijnenburg, Screening delle proteine ​​transgeniche espresse in colture alimentari transgeniche per la presenza di brevi aminoacidi
sequenze acide indentiche al potenziale, epitopi lineari leganti IgE di allergeni, BMC Structural Biology 2 (2002): 8-19.
63 Netherwood et al, "Valutazione della sopravvivenza del DNA vegetale transgenico nel tratto gastrointestinale umano", Nature Biotechnology 22 (2004): 2.
64 Hye-Yung Yum, Soo-Young Lee, Kyung-Eun Lee, Myung-Hyun Sohn, Kyu-Earn Kim, "semi di soia geneticamente modificati e selvatici: un
confronto immunologico, Allergy and Asthma Proceedings 26, no. 3 (maggio-giugno 2005): 210-216 (7).
65 Stephen R. Padgette et al, "La composizione dei semi di soia resistenti al glifosato è equivalente a quella dei semi di soia convenzionali",
Journal of Nutrition 126, n. 4, (aprile 1996); compresi i dati negli archivi di giornale dello stesso studio; vedi anche A. Pusztai e S. Bardocz,
GMO nella nutrizione animale: potenziali benefici e rischi, Capitolo 17, Biology of Nutrition in Growing Animals (Elsevier, 2005).
66 Manuela Malatesta, et al, Ultrastructural Analysis of Pancreatic Acinar Cells from Mice Fed on Genetically modified Soybean, Journal of
Anatomia 201, n. 5 (novembre 2002): 409; si vedano anche M. Malatesta, M. Biggiogera, E. Manuali, MBL Rocchi, B. Baldelli, G. Gazzanelli, Fine
Analisi strutturali dei nuclei cellulari acinosi pancreatici di topi nutriti con soia GM, Eur J Histochem 47 (2003): 385 388.
67 Si veda, ad esempio, Scott H.Sicherer et al., `` Prevalenza dell'allergia alle arachidi e alle noci negli Stati Uniti determinata mediante una cifra casuale
indagine telefonica: uno studio di follow-up di 5 anni, Journal of allergy and clinical immunology, marzo 2003, vol. 112, n 6, 1203-1207); e Ricki
Helm et al., Hypoallergenic Foods Soybeans and Peanuts, Information Systems for Biotechnology News Report, 1 ottobre 2002.
68 Vazquez et al., "La somministrazione intragastrica e intraperitoneale di protoxina Cry1Ac da Bacillus thuringiensis induce sistemica e mucosa
risposte anticorpali nei topi ", Life Sciences, 64, no. 21 (1999): 1897-1912; Vazquez et al, Caratterizzazione del sistema immunitario mucoso e sistemico
risposta indotta dalla proteina Cry1Ac da Bacillus thuringiensis HD 73 nei topi, Brazilian Journal of Medical and Biological Research 33 (2000):
147 155.
69 RI V zquez, L. Moreno-Fierros, L. Neri-Baz n, et al., Bacillus thuringiensis Cry1Ac La protossina è un potente adiuvante sistemico e mucoso,
Scandinavian Journal of Immunology 49 (1999): 578-84. Vedi anche Vazquez-Padron, RI. Et al. (2000b) Caratterizzazione della mucosa e
risposta immunitaria sistemica indotta dalla proteina Cry1Ac da Bacillus thuringiensis HD 73 nei topi. Giornata brasiliana di medicina e biologia
Ricerca 33, 147-155.
70 Nagui H. Fares, Adel K. El-Sayed, `` Belle modifiche strutturali nell'ileo di topi nutriti con patate trattate con endotossine e transgeniche
Patate, Tossine Naturali 6, no. 6 (1998): 219-233.
71 Alberto Finamore, et al, "Risposta immunitaria intestinale e periferica all'ingestione di mais MON810 nello svezzamento e nei topi anziani", J. Agric. Cibo
Chem., 2008, 56 (23), pp 11533-11539, 14 novembre 2008
72 Washington State Department of Health, "Rapporto sulle attività di sorveglianza sanitaria: programma asiatico per il controllo delle tarme zingare" (Olympia, WA:
Washington State Dept. of Health, 1993).
73 M. Green, et al., "Implicazioni sulla salute pubblica del pesticida microbico Bacillus thuringiensis: An epidemiological study, Oregon, 1985-86,"
Amer. J. Public Health 80, n. 7 (1990): 848-852.
74 MA Noble, PD Riben e GJ Cook, programma di sorveglianza microbiologica ed epidemiologica per monitorare gli effetti sulla salute di Foray
48B BTK spray (Vancouver, BC: Ministry of Forests, Province of British Columbi, 30 settembre 1992).
75 A. Edamura, MD, Affidavit della Corte Federale del Canada, Trial Division. Dale Edwards e Citizens Against Aerial Spraying vs. Her
Maestà la Regina, Rappresentata dal Ministro dell'Agricoltura, (6 maggio 1993); come riportato in Carrie Swadener, "Bacillus thuringiensis (Bt),"
Giornale della riforma del pesticidi, 14, no, 3 (Fall 1994).
76 JR Samples, e H. Buettner, "Infezione oculare causata da un insetticida biologico", J. Infectious Dis. 148, n. 3 (1983): 614; come riportato in
Carrie Swadener, "Bacillus thuringiensis (Bt)", Journal of Pesticide Reform 14, no. 3 (autunno 1994)
77 M. Green, et al., "Implicazioni sulla salute pubblica del pesticida microbico Bacillus thuringiensis: An epidemiological study, Oregon, 1985-86,"
Amer. J. Public Health, 80, n. 7 (1990): 848-852.
78 A. Edamura, MD, Affidavit della Corte Federale del Canada, Trial Division. Dale Edwards e Citizens Against Aerial Spraying vs. Her
Maestà la Regina, Rappresentata dal Ministro dell'Agricoltura, (6 maggio 1993); come riportato in Carrie Swadener, "Bacillus thuringiensis (Bt),"
Giornale della riforma del pesticidi, 14, no, 3 (Fall 1994).
79 Carrie Swadener, "Bacillus thuringiensis (Bt)," Journal of Pesticide Reform 14, no. 3 (autunno 1994).
80 Terje Traavik e Jack Heinemann, "Ingegneria genetica e ricerca sulla salute omessa: ancora nessuna risposta alle domande sull'invecchiamento", 2006. Citato in
la loro citazione era: G. Stotzky, "Rilascio, persistenza e attività biologica nel suolo di proteine ​​insetticide da Bacillus thuringiensis", trovate in
Deborah K. Letourneau e Beth E. Burrows, organismi geneticamente modificati. Valutazione degli effetti ambientali e della salute umana (cBoca
Raton, FL: CRC Press LLC, 2002), 187.
81 Si vedano ad esempio A. Dutton, H. Klein, J. Romeis e F.Bigler, `` Assunzione della tossina Bt da parte degli erbivori che si nutrono di mais transgenico e
conseguenze per il predatore Chrysoperla carnea, Ecological Entomology 27 (2002): 441 7; e J. Romeis, A. Dutton e F. Bigler, “Bacillus
la tossina thuringiensis (Cry1Ab) non ha alcun effetto diretto sulle larve della Chrysoperla carnea (Stephens) (Neuroptera: Chrysopidae),
Journal of Insect Physiology 50, n. 2 3 (2004): 175 183.
82 Mesnage R, Clair E, Gress S, Then C, Sz k cs A, S ralini, GE. (2012). Citotossicità su cellule umane di Cry1Ab e Cry1Ac Bt insetticida
tossine da solo o con un erbicida a base di glifosati. J. Appl. Toxicol. doi: 10.1002 / jat.2712
83 Aris A, Leblanc S. Esposizione materna e fetale ai pesticidi associati a cibi geneticamente modificati nelle municipalità orientali di Quebec, Canada.
Reprod Toxicol (2011), doi: 10.1016 / j.reprotox.2011.02.004 http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/21338670
84 N. Tomlinson del Regno Unito MAFF's Joint Food Safety and Standards Group 4, lettera di 1998 di dicembre alla FDA americana, commentando il suo progetto
documento, Guidance for Industry: Use of Antibiotic Resistance Marker Genes in Transgenic Plants.
85 Jeffrey M. Smith, "Bt-mais (mais) durante l'impollinazione, può scatenare malattie nelle persone che vivono vicino al campo di grano", Comunicato stampa, febbraio 2004,
http://www.responsibletechnology.org/gmo-dangers/health-risks/articles-about-risks-by-jeffrey-smith/Genetically-Engineered-Foods-May-CauseRising-Food-Allergies-Genetically-Engineered-Corn-June-2007;
e Allen V. Estabillo, “Il gruppo di agricoltori sollecita il divieto di piantare mais Bt; lo dice
potrebbe essere causa di malattie, Mindanews, 19 ottobre 2004 http://www.gmwatch.org/latest-listing/43-2004/5635-farmers-group-urges-ban-onplanting-bt-corn-20102004
86 Mae-Wan Ho, "GM Ban Long Overdue, Dozens Il & Five Deaths in the Philippines", Comunicato stampa ISIS, 2 giugno 2006. http://www.isis.org.uk/GMBanLongOverdue.php
87 Ashish Gupta et. al., Impact of Bt Cotton on Farmers Health (in Barwani and Dhar District of Madhya Pradesh), Investigation Report, Oct
Dec. 2005.
88 Jeffrey M. Smith, Roulette genetica: i rischi sanitari documentati di alimenti geneticamente progettati, sì! Libri, Fairfield, IA USA 2007
89 E. Ann Clark, "Sicurezza alimentare delle colture GM in Canada: tossicità e allergenicità", GE Alert, 2000.
http://www.plant.uoguelph.ca/research/homepages/eclark/safety.htm
90 FLRAG della PHAA per conto della PHAA, Commenti ad ANZFA sulle applicazioni A372, A375, A378 e A379.
91 Judy Carman, "Gli alimenti geneticamente modificati sono sicuri da mangiare?" In R. Hindmarsh, G. Lawrence, eds., Recoding Nature Critical Perspectives on Genetic Engineering
(Sydney: UNSW Press, 2004): 82-93.
92 Judy Carman, "Gli alimenti geneticamente modificati sono sicuri da mangiare?" In R. Hindmarsh, G. Lawrence, eds., Recoding Nature Critical Perspectives on Genetic Engineering
(Sydney: UNSW Press, 2004): 82-93.
93 FLRAG, Commenti all'ANZFA sulle applicazioni A346, A362 e A363, http://www.iher.org.au/
94 Doug Gurian-Sherman, Holes in the Biotech Safety Net, FDA Policy Does Not Assure the Safety of Genetically Engineered Foods, Center
per la scienza nell'interesse pubblico, http://www.cspinet.org/new/pdf/fda_report__final.pdf
95 Bill Freese, "The StarLink Affair, Submission by Friends of the Earth to the FIFRA Scientific Advisory Panel considerando Assessment of
Ulteriori informazioni scientifiche relative al mais StarLink, 17 luglio 19, 2001.
Lettera 96 FDA, lettera di Alan M. Rulis, ufficio di approvazione premarket, centro per la sicurezza alimentare e nutrizione applicata, FDA al dottor Kent Croon,
Direttore Affari Regolamentari, Monsanto Company, Settembre 25, 1996. Vedi Lettera per BNF No. 34 a
http://www.fda.gov/Food/Biotechnology/Submissions/ucm161107.htm
97 Elementi di precauzione: raccomandazioni per la regolamentazione della biotecnologia alimentare in Canada; Un rapporto del gruppo di esperti sul futuro di
Biotecnologia alimentare preparata dalla Royal Society of Canada su richiesta dell'Agenzia canadese di ispezione alimentare Health Canada e
Environment Canada The Royal Society of Canada, gennaio 2001. http://www.canadians.org/food/documents/rsc_feb05.pdf
Pannello consultivo scientifico 98 FIFRA (SAP), Open Meeting, luglio 17, 2001. http://www.epa.gov/scipoly/sap/meetings/2001/july/julyfinal.pdf
99 Bill Freese, Test di coltura, New Scientist, Lettera all'editore, issue 2530, dicembre 17, 2005
100 M. Cretenet, J. Goven, JA Heinemann, B. Moore e C. Rodriguez-Beltran, `` Presentazione del DAR per la domanda A549 Food Derived
da High-Lysine Corn LY038: per consentire l'uso nei prodotti alimentari di mais ad alto contenuto di lisina, 2006, www.inbi.canterbury.ac.nz
101 Marc Lapp e Britt Bailey, "ASA Response", 25 giugno 1999, www.environmentalcommons.org/cetos/articles/asaresponse.html
102 Bill Freese, "The StarLink Affair, Submission by Friends of the Earth to the FIFRA Scientific Advisory Panel considerando Assessment of
Ulteriori informazioni scientifiche relative al mais StarLink, 17-19 luglio 2001
103 Paul P. Groenewegen, Brian W. McBride, John H. Burton, Theodore H. Elsasser. "Bioattività del latte delle mucche trattate con la bST." J. Nutrition
120, 1990, pp. 514-519
104 Judith C. Juskevich e C. Greg Guyer. "Ormone della crescita bovino: valutazione della sicurezza alimentare umana". Science, vol. 249. Agosto 24, 1990, pp.
875-884
105 Pete Hardin, rbGH: Appropriate Studies Haven t Been Done, The Milkweed, luglio 2000
106 Si veda, ad esempio, Doug Gurian-Sherman, Holes in the Biotech Safety Net, FDA Policy Does Not Assure the Safety of Genetically Engineered
Foods, Center for Science in the Public Interest, http://www.cspinet.org/new/pdf/fda_report__final.pdf
107 SR Padgette, NBTaylor, DL Nida, MR Bailey, J. MacDonald, LR Holden, RL Fuchs, `` La composizione di tollerante al glifosato
semi di soia è equivalente a quello dei semi di soia convenzionali, J. Nutr. 126 (1996): 702-716.
108 BG Hammond, JL Vicini, GF Hartnell, MW Naylor, CD Knight, EH Robinson, RL Fuchs e SR Padgette, `` L'alimentazione
il valore dei semi di soia somministrati a ratti, polli, pesce gatto e bovini da latte non è alterato dall'incorporazione genetica della tolleranza al glifosato, J. Nutr. 126
(1996): 717.
109 A. Pusztai e S. Bardocz, GMO nella nutrizione animale: potenziali benefici e rischi, Capitolo 17, Biologia della nutrizione negli animali in crescita
(Elsevier, ottobre 2005). prima
110 Ian F. Pryme e Rolf Lembcke, "Studi in vivo sulle possibili conseguenze sulla salute di alimenti e mangimi geneticamente modificati" con particolari
Per quanto riguarda gli ingredienti costituiti da materiali del piano geneticamente modificati, Nutrition and Health 17 (2003): 1 8.
111 Andreas Rang, et al, "Rilevamento di varianti di RNA trascritte dal transgene nella soia Roundup Ready," Eur Food
Res Technol 220 (2005): 438.
112 Ian F. Pryme e Rolf Lembcke, "Studi in vivo sulle possibili conseguenze sulla salute di alimenti e mangimi geneticamente modificati" con particolari
Per quanto riguarda gli ingredienti costituiti da materiali del piano geneticamente modificati, Nutrition and Health 17 (2003): 1 8.
113 Arpad Pusztai, "La scienza può darci gli strumenti per riconoscere i possibili rischi per la salute degli alimenti GM", Nutrition and Health, 2002, Vol 16 Pp 73-84;
Stanley WB Ewen e Arpad Pusztai, Effetto di diete contenenti patate geneticamente modificate che esprimono la lectina di Galanthus nivalis su ratti piccoli
intestine, Lancet, 1999 ottobre 16; 354 (9187): 1353-4; Arpad Pusztai, `` Alimenti modificati geneticamente: sono un rischio per la salute umana / animale? ''
giugno 2001 Action Bioscience http://www.actionbioscience.org/biotech/pusztai.html; e A. Pusztai e S. Bardocz, OGM nell'alimentazione animale:
potenziali benefici e rischi, Capitolo 17, Biologia della nutrizione negli animali in crescita, R. Mosenthin, J. Zentek e T. Zebrowska (a cura di) Elsevier,
ottobre 2005
114 VE Prescott, et al, Transgenic Expression of Bean r-Amylase Inhibitor in Peas Results in Altered Structure and Immunogenity, Journal
della chimica alimentare agricola (2005): 53.
115 J. Lexchin, LA Bero, B. Djulbegovic e O. Clark, `` Sponsorizzazione dell'industria farmaceutica e risultati e qualità della ricerca: sistematica
revisione, BMJ 326 (2003): 1167 1176.
116 Mark Friedberg, et al, "Valutazione del conflitto di interessi nelle analisi economiche dei nuovi farmaci utilizzati in oncologia", JAMA 282 (1999): 1453.
1457
117 Suzanne Wuerthele citato qui: http://archive.sare.org/sanet-mg/archives/html-home/23-html/0195.html
118 "Elements of Precaution", The Royal Society of Canada, gennaio 2001. http://www.canadians.org/food/documents/rsc_feb05.pdf
119 Friends of the Earth Europe, Throwing Caution to the Wind: A review of the European Food Safety Authority and its work on genetically
alimenti e colture modificati, novembre 2004.
120 28, 2005, XNUMX, segnalazioni di incertezze nascoste - rischi di
OGM, 23 Aprile 2006, Amici della Terra / Greenpeace http://www.non-gm-farmers.com/news_print.asp?ID=2731
121 Regolamento UE 178 / 2002 (Articolo 30.4)
122 Friends of the Earth Europe, Throwing Caution to the Wind: A review of the European Food Safety Authority and its work on genetically
alimenti e colture modificati, novembre 2004.
123 Greenpeace espone il legame tra governo e Monsanto per ingannare gli agricoltori indiani: chiede a GEAC di revocare il permesso di cotone BT, Comunicato stampa,
Marzo 3, 2005, http://www.greenpeace.org/india_it/news/details?item_id=771071
124 Jeffrey M. Smith, semi di inganno, (Iowa: Sì, libri, 2003), 224.
125 Accuse di corruzione di Monsanto in Indonesia da parte del DoJ e della USSEC, Third World Network, Malaysia, 27 gennaio 2005,
http://www.mindfully.org/GE/2005/Monsanto-Indonesia-Bribery27jan05.htm
126 Jeffrey M. Smith, semi di inganno, sì! Libri, Fairfield, Iowa 2003
127 Karen Charman, il professore che può leggere la tua mente, PR Newsletter Quarto trimestre 1999, Volume 6, No. 4
128 http://www.gmwatch.org/latest-listing/41-2002/3068-support-for-food-biotechnology-holds-in-the-us-
129 Le stime di un aumento dei livelli di IGF-1 variano considerevolmente. In Mepham et al, "Sicurezza del latte di vacche trattate con somatotropina bovina",
Lancet 2 (1994): I livelli 197, IGF-1 erano fino a 10 volte più alti. I metodi utilizzati possono anche sottovalutare notevolmente i livelli di IGF-1. Vedi Samuel
S. Epstein, "Latte senza etichetta di mucche trattate con ormoni della crescita biosintetici: un caso di abdicazione normativa", International Journal
of Health Services 26 (1996): 173-185; e Samuel S. Epstein, Cosa c'è nel tuo latte? (Victoria, British Columbia, Canada: Trafford Publishing,
2006), 197-204.
130 Per una revisione della letteratura che collega elevati livelli di IGF-1 con aumentati rischi di tumori del seno, del colon e della prostata, vedere Samuel S. Epstein,
Cosa c'è nel tuo latte ?, 197-204.
131 Gary Steinman, "Meccanismi di gemellaggio VII. Effetto della dieta e dell'ereditarietà sul tasso di gemellaggio umano, Journal of Reproductive
Medicine, maggio 2006; SE Echternkamp et al, "Sviluppo follicolare ovarico nei bovini selezionati per ovulazioni e nascite gemellari", Journal of
Animal Science 82 n. 2 (2004): 459; e SE Echternkamp et al, Concentrazioni del fattore di crescita insulino-simile-I nel sangue e nelle ovaie
fluido follicolare di bovini selezionati per gemelli, Biology of Reproduction, 43 (1990): 8 14.
132 Powell DA; Blaine K .; Morris S .; Wilson J., Considerazioni agronomiche e consumatori per Bt e dolciumi convenzionali, British Food
Giornale, Volume: 105, Edizione: 10, Pagina: 700-713 (Nov 2003)
133 GM Nazione? I risultati del dibattito pubblico, http://www.gmnation.org.uk/ut_09/ut_9_6.htm#summary
134 Per vedere la foto della Toronto Star nel libro di Laidlaw, vai su http://www.gmwatch.org/p1temp.asp?pid=72&page=1 o
http://www.powerbase.info/index.php/Shane_Morris
135 Corn Fakes, Eye Privato, No. 1194, 28 Settembre-11 Ottobre 2007 http://www.gmwatch.org/latest-listing/46-2007/7525-award-winningpaper-qa-flagrant-fraudq-cambridge-expert -2692007
136 Tim Lambert, Vuoi mangiare il mais senza verme ?, settembre 7 2007
http://scienceblogs.com/deltoid/2007/09/would_you_eat_wormy_sweet_corn.php
137 `` Alimenti geneticamente modificati, chissà quanto sono sicuri? '' CBC News and Current Affairs, 25 settembre 2006.
138 Mike Zelina, et al., The Health Effects of Genetically Engineered Crops on San Luis Obispo County, A Citizen Response to the SLO Health
Rapporto della task force della GMO della Commissione, 2006.
139 Bill Lambrecht, Cena al New Gene Café, St.Martin's Press, settembre 2001, p. 139
Crediti fotografici
Stanley WB Ewen e Arpad Pusztai, Effetto di diete contenenti patate geneticamente modificate che esprimono la lectina di Galanthus nivalis su ratti piccoli
intestine, Lancet, 1999 ottobre 16; 354 (9187): 1353-4.
M. Malatesta, C. Caporaloni, S. Gavaudan, MB Rocchi, S. Serafini, C. Tiberi, G. Gazzanelli, Ultrastrutturale Morfometrico e
Analisi immunocitochimiche dei nuclei degli epatociti da topi nutriti con soia geneticamente modificata, Cell Struct Funct. 27 (2002): 173-180
Irina Ermakova, Evidenza sperimentale dei pericoli degli OGM, Presentazione a Scientists for a GM Free Europe, Parlamento europeo, Bruxelles, 12 giugno
2007
Irina Ermakova, `` La soia geneticamente modificata porta alla diminuzione del peso e all'elevata mortalità dei cuccioli di ratto di prima generazione. Preliminare
studi, Ecosinform 1 (2006): 4 9.

Chiudi fisarmonica

professionista

Ambito professionale *

Le informazioni qui riportate su "I rischi per la salute degli alimenti geneticamente modificati (GM)" non intende sostituire un rapporto individuale con un operatore sanitario qualificato o un medico autorizzato e non è un consiglio medico. Ti incoraggiamo a prendere le tue decisioni sanitarie sulla base della tua ricerca e della collaborazione con un operatore sanitario qualificato .

Informazioni sul blog e discussioni sull'ambito

Il nostro ambito informativo è limitato a chiropratica, muscolo-scheletrico, medicine fisiche, benessere, contributo eziologico disturbo viscerosomaticos all'interno di presentazioni cliniche, dinamiche cliniche associate ai riflessi somatoviscerali, complessi di sublussazione, problemi di salute sensibili e/o articoli, argomenti e discussioni di medicina funzionale.

Forniamo e presentiamo collaborazione clinica con specialisti di una vasta gamma di discipline. Ogni specialista è regolato dal proprio ambito professionale di pratica e dalla propria giurisdizione di licenza. Utilizziamo protocolli funzionali di salute e benessere per trattare e supportare la cura delle lesioni o dei disturbi del sistema muscolo-scheletrico.

I nostri video, post, argomenti, argomenti e approfondimenti coprono questioni cliniche, problemi e argomenti che riguardano e supportano, direttamente o indirettamente, il nostro ambito clinico di pratica.*

Il nostro ufficio ha fatto un ragionevole tentativo di fornire citazioni di supporto e ha identificato lo studio o gli studi di ricerca pertinenti a sostegno dei nostri incarichi. Forniamo copie degli studi di ricerca di supporto a disposizione degli organi di regolamentazione e del pubblico su richiesta.

Comprendiamo che copriamo questioni che richiedono una spiegazione aggiuntiva su come può essere d'aiuto in un particolare piano di assistenza o protocollo di trattamento; pertanto, per discutere ulteriormente l'argomento di cui sopra, non esitate a chiedere Dr. Alex Jimenez DC o contattaci al 915-850-0900.

Siamo qui per aiutare te e la tua famiglia.

Blessings

Il dottor Alex Jimenez DC MSACP, CCST, IFMCP*, CIFM*, ATN*

e-mail: coach@elpasofunctionalmedicine.com

Licenza in: Texas & Nuovo Messico*

Dr. Alex Jimenez DC, MSACP, CIFM*, IFMCP*, ATN*, CCST
Il mio biglietto da visita digitale

Il dottor Alex Jimenez

Benvenuto-Bienvenido nel nostro blog. Ci concentriamo sul trattamento di gravi disabilità spinali e lesioni. Trattiamo anche sciatica, dolore al collo e alla schiena, colpo di frusta, mal di testa, lesioni al ginocchio, lesioni sportive, vertigini, scarso sonno, artrite. Utilizziamo terapie avanzate e comprovate incentrate su mobilità ottimale, salute, fitness e condizionamento strutturale. Utilizziamo piani dietetici personalizzati, tecniche chiropratiche specializzate, allenamento per la mobilità e l'agilità, protocolli Cross-Fit adattati e il "Sistema PUSH" per il trattamento di pazienti affetti da varie lesioni e problemi di salute. Se desideri saperne di più su un dottore in chiropratica che utilizza tecniche progressive avanzate per facilitare la completa salute fisica, contattami. Ci concentriamo sulla semplicità per aiutare a ripristinare la mobilità e il recupero. Mi piacerebbe vederti. Collegare!

Post Recenti

Memoria muscolare: mal di schiena e sciatica

I muscoli della parte bassa della schiena avviano e controllano il movimento e la postura. Iniziano i movimenti di tutto il corpo... Continua a leggere...

Dopo il viaggio allevia il dolore muscoloscheletrico con il massaggio chiropratico

Dopo il viaggio, dolori e dolori muscolari/muscoloscheletrici possono presentarsi dal continuo stare in fila, seduti, stare... Continua a leggere...

Come la dieta e gli integratori alimentari influiscono sul dolore cronico

La nutrizione è il modo in cui il corpo utilizza il cibo consumato. L'alimentazione gioca un ruolo nel dolore cronico;... Continua a leggere...

La cistifellea e la funzione del sistema nervoso parasimpatico

Introduzione L'apparato digerente del corpo aiuta nel processo di digestione del cibo che l'ospite… Continua a leggere...

Problemi alle orecchie: Chiropratico con connessione dorsale

Problemi alle orecchie come ostruzioni o congestione possono causare irritazione e dolore, oltre a sintomi... Continua a leggere...

Problemi di lombalgia che mascherano diversi problemi nel corpo

Introduzione Tutti nel mondo hanno affrontato un dolore che li fa sentire a disagio e... Continua a leggere...