ClickCease
+ 1-915-850-0900 spinedoctors@gmail.com
Seleziona Pagina
Diete antinfiammatorie: nutrizione chiropratica Back Clinic

Diete antinfiammatorie: nutrizione chiropratica Back Clinic

Circa il 60% degli individui ha una condizione causata o complicata da un'infiammazione cronica. Il corpo reagisce con infiammazione acuta, che è benefico in quanto il sistema immunitario combatte i batteri che potrebbero infettare la lesione. Esempi potrebbero essere un taglio sul dito che si gonfia per un giorno o giù di lì per riparare la ferita o prendere un raffreddore e tossire muco per espellere i germi. Tuttavia, l'infiammazione acuta dura solo il tempo necessario; l'infiammazione cronica può durare per settimane, mesi e anni. Gli individui possono avere un'infiammazione cronica e non conoscere il danno arrecato alle arterie e agli organi fino a quando non iniziano a presentarsi dolore o altri problemi. Ci sono alcune diete antinfiammatorie, che sono piani nutrizionali che possono aiutare a ridurre l'infiammazione.

Diete antinfiammatorie Nutrizione chiropratica

Diete anti-infiammatorie

Le sostanze che promuovono la salute includono vitamine, minerali, fibre, omega-3 acidi grassi, flavan-3-oli nel tè e nel cacao, e antociani in mirtilli, fragole, lamponi e altro cibi vegetali rossi e viola. Alcune sostanze chimiche nel corpo causano infiammazioni e le sostanze chimiche presenti in natura negli alimenti possono prevenire e combattere l'infiammazione fornendo nutrienti essenziali.

Dieta nordica

Ciò include Danimarca, Svezia e Finlandia, che hanno cucine diverse, ma tradizionalmente condividono cibi sani che forniscono benefici anti-infiammatori, tra cui:

  • Mele
  • Bacche
  • Broccoli
  • Cavolo
  • Carote
  • L'olio di canola è l'olio principale
  • Pesce
  • Pere
  • Patate
  • Crauti
  • Segale intera

La segale è un cereale indicato per aiutare a ridurre la glicemia, il marcatore infiammatorio proteina C-reattiva. Gli individui che seguono questo modo di mangiare hanno livelli ematici più bassi di proteina C-reattiva e altro marcatori di infiammazione. Uno studio randomizzato è stato condotto in vari paesi nordici ed è durato da 24 a XNUMX settimane. A un gruppo è stata assegnata una sana dieta nordica mentre l'altro ha mantenuto la dieta moderna e meno sana del paese. Gli studi hanno scoperto che gli individui che praticavano una sana dieta nordica anche per un breve periodo miglioravano i marcatori infiammatori e perdevano peso.

Dieta messicana

La ricerca ha collegato una dieta messicana tradizionale per ridurre l'infiammazione. Gli alimenti base di una dieta tradizionale messicana includono:

  • Formaggio
  • Tortillas di mais
  • Frutta e verdura, compresi i peperoncini piccanti
  • Riso – marrone e bianco
  • Legumi/Fagioli

Legumi / fagioli sono legati alla protezione da condizioni infiammatorie che includono:

  • Obesità
  • Alta pressione sanguigna
  • Colesterolo alto nel sangue
  • Diabete di tipo 2
  • Le malattie cardiovascolari

I legumi sono ricchi di fibre, che aiutano a:

 Uno studio del National Cancer Institute su donne in post-menopausa di origine messicana che vivono negli Stati Uniti ha rilevato che coloro che seguono una dieta messicana più tradizionale avevano livelli di proteina C-reattiva in media inferiori del 23%.

Nutrizionista Health Coach e Chiropratica

In alcuni casi, l'infiammazione cronica può derivare da un'infiammazione acuta che non si spegne, cosa che può verificarsi quando l'organismo non produce abbastanza sostanze chimiche responsabili di disattivare la risposta immunitaria. Gli esami del sangue per l'infiammazione possono includere test che rilevano la proteina C-reattiva e velocità di sedimentazione eritrocitaria, che misura la velocità di sedimentazione dei globuli rossi in una provetta che mostra se sono presenti più composti infiammatori. Un approccio combinato e un team di professionisti medici, tra cui chiropratica, massoterapia, coaching sanitario e nutrizione, può aiutare ad alleviare e prevenire l'infiammazione.

Dietologo

  • Si consiglia di consultare un nutrizionista per capire e determinare il miglior piano dietetico/nutrizionale per l'individuo.
  • Un nutrizionista può anche suggerire integratori come integratori di vitamina D, magnesio e olio di pesce.
  • L'analisi della composizione corporea scompone gli elementi corporei di acqua, proteine, minerali e grassi che possono anche scoprire i marcatori di infiammazione.

Chiropratica

Gli aggiustamenti chiropratici aiutano a ridurre la produzione di citochine o proteine ​​che regolano le cellule del sistema immunitario. La sovrapproduzione di citochine può causare una grave risposta infiammatoria. Lo scopo della chiropratica è di riequilibrare il corpo riallineando le vertebre per ridurre la pressione sui nervi e promuovere un sistema nervoso sano. Quando la colonna vertebrale e le altre articolazioni sono allineate correttamente, i nervi funzionano correttamente, riportando la biomeccanica del corpo alla normalità.


Risultati InBody


Referenze

Galbete C, Kröger J, Jannasch F, et al. Dieta nordica, dieta mediterranea e rischio di malattie croniche: lo studio EPIC-Potsdam. BMC Med. 2018;16(1):99.

Lankinen M, Uusitupa M, Schwab U. Dieta nordica e infiammazione: una rassegna di studi osservazionali e di intervento. Nutrienti. 2019;11(6):1369.

Ricker MA, Haas WC. Dieta antinfiammatoria nella pratica clinica: una revisione. La nutrizione nella pratica clinica. 2017;32(3):318-325.

Santiago-Torres M, Tinker LF, Allison MA, et al. Sviluppo e utilizzo di un punteggio della dieta messicana tradizionale in relazione all'infiammazione sistemica e alla resistenza all'insulina tra le donne di origine messicana. J Nutr. 2015;145(12):2732-2740.

Valerino-Perea, Selene, et al. "Definizione della dieta messicana tradizionale e del suo ruolo nella salute: una revisione sistematica". Nutrienti vol. 11,11 2803. 17 nov. 2019, doi:10.3390/nu11112803

Yang, Yoon Jung, et al. "Assunzione di flavan-3-oli dietetici e rischio di sindrome metabolica negli adulti coreani". Ricerca e pratica nutrizionale vol. 6,1 (2012): 68-77. doi:10.4162/nrp.2012.6.1.68

Clinica della schiena per spondilite anchilosante da fatica

Clinica della schiena per spondilite anchilosante da fatica

Spondilite anchilosante da fatica: stanchezza è un reclamo significativo per le persone che si occupano di spondilite anchilosante. La spondilite anchilosante è un'infiammazione cronica delle articolazioni della colonna vertebrale che può causarne la fusione o il blocco. Il processo può causare l'irrigidimento della colonna vertebrale, limitando i movimenti, riducendo la flessibilità e generando una postura curva grave. I sintomi possono includere mal di schiena, rigidità e incapacità di fare un respiro profondo se sono coinvolte le costole. La fatica può avere una varietà di cause, ma nella spondilite anchilosante, nell'infiammazione e citochine svolgere un ruolo significativo. La causa alla base della spondilite anchilosante è ancora oggetto di ricerca, ma attualmente colpisce circa 300,000 americani.

Spondilite anchilosante da fatica

Spondilite anchilosante da fatica

La maggior parte delle persone con spondilite anchilosante avverte dolore nella parte bassa della schiena ma può anche sentire dolore nel loro fianchi e collo, Hanno dolore addominale, o riscontrare problemi con visione. Il mal di schiena infiammatorio è solitamente più forte al mattino, ma può anche derivare dall'inattività.

Condizione spinale ed estremo esaurimento

L'incapacità di muoversi insieme a una ridotta gamma di movimento della colonna vertebrale influisce sulla funzionalità del corpo, sulla qualità del sonno e sulla funzione respiratoria, influenzando i livelli di energia e portando a un affaticamento da lieve a grave. Gli studi hanno dimostrato che il 50% - 85% delle persone con spondilite anchilosante soffre di affaticamento.

La fatica è causata dall'infiammazione, poiché il corpo genera le stesse sostanze chimiche quando combatte il raffreddore o l'influenza; il corpo di un individuo lavora costantemente per ridurre l'infiammazione, lasciandoli prosciugati e incapaci di svolgere i compiti ordinari. Le malattie infiammatorie hanno un impatto significativo su tutto il corpo, aumentando il rischio di depressione e aumentando i livelli di affaticamento.

Esercizio, massaggio e dieta

Molte persone scoprono che i loro sintomi si infiammano dopo lunghi periodi di inattività, come il sonno. Questo può rendere complicato il desiderio di addormentarsi e dormire, esacerbando la stanchezza e viceversa, creando un circolo vizioso. Anche se può essere difficile muoversi, si consiglia un esercizio leggero. L'esercizio fisico può aiutare a rallentare la progressione della malattia, costruire muscoli e migliorare il sonno. Si consiglia di parlare con uno specialista della colonna vertebrale, un medico, un chiropratico, un fisioterapista o un istruttore di esercizi su un programma di trattamento dell'esercizio personalizzato.

Molte persone con spondilite anchilosante trovano il massaggio terapeutico utile per alleviare temporaneamente il dolore e la rigidità, ridurre lo stress e migliorare la flessibilità grazie all'aumento della circolazione sanguigna. Per molti casi è raccomandata una combinazione di delicato massaggio chiropratico, esercizio fisico, regolazioni ergonomiche e trattamento reumatologico. An dieta antinfiammatoria composto da alimenti come il pesce grasso, la frutta, le noci e le verdure a foglia verde possono combattere l'infiammazione e ridurre l'affaticamento.


AS cause, sintomi, diagnosi, trattamento e patologia


Referenze

Cornelson, Stacey M et al. "Cura chiropratica nella gestione della spondilite anchilosante inattiva: una serie di casi". Rivista di medicina chiropratica vol. 16,4 (2017): 300-307. doi:10.1016/j.jcm.2017.10.002

Li, Ting, et al. "La fatica nella spondilite anchilosante è associata a fattori psicologici e alla materia grigia del cervello". Frontiere in medicina vol. 6 271. 21 nov. 2019, doi:10.3389/fmed.2019.00271

Zhang, Jun-Ming e Jianxiong An. "Citochine, infiammazione e dolore". Cliniche internazionali di anestesiologia vol. 45,2 (2007): 27-37. doi:10.1097/AIA.0b013e318034194e

Tensione del tessuto connettivo, chiropratico del dolore

Tensione del tessuto connettivo, chiropratico del dolore

La tensione muscolare si verifica quando i muscoli rimangono contratti dopo il lavoro, lo sport, l'esercizio fisico e lo stress, presentandosi con rigidità e dolore che progredisce in dolore miofasciale cronico. Miofasciale è usato per descrivere i tessuti connettivi in ​​tutto il corpo. Myo si riferisce ai muscoli e fascia si riferisce ai tessuti del corpo. Sindrome del dolore miofasciale descrive il dolore muscolare in varie forme. La maggior parte delle persone ha sperimentato una tensione muscolare cronica nel dolore muscolare o mal di testa da tensione. Il dolore miofasciale può variare, da lieve a grave. La chiropratica può fornire piani di trattamento e post-prevenzione per eliminare il dolore e rafforzare il corpo.

Tessuto connettivo corporeo/fascia: tensione, dolore e chiropratica

Tessuto connettivo

La sindrome del dolore miofasciale è una condizione complessa che potrebbero essere lesioni da stress ripetuto sui muscoli o malfunzionamento del sistema nervoso ed è spesso caratterizzato da sintomi come:

  • Dolorabilità muscolare, indolenzimento e dolori.
  • Zone sensibili su tutto il corpo – punti trigger.
  • stanchezza
  • Problemi di sonno

Ogni sintomo non è un segno della condizione, ma potrebbe essere la sindrome del dolore miofasciale quando combinato e non si risolve con un po' di tempo. Questo disturbo del dolore cronico è associato al dolore riferito che appare in una parte del corpo ma la causa principale in un'altra regione.

Cura chiropratica

La medicina chiropratica arriverà alla radice del problema con una diagnosi approfondita. Questo sarà fatto attraverso l'esame fisico, l'anamnesi e la revisione dei sintomi. Il chiropratico eseguirà un esame dettagliato dei muscoli interessati, tra cui un range di test di movimento, test di forza e palpazioni di punti trigger sospetti per vedere come i muscoli rispondono, si contraggono e/o causano dolore in uno specifico schema o regione. A volte vengono prescritti esami del sangue per cercare altre cause, come carenza di vitamina D o ipotiroidismo. La chiropratica può combinare terapie terapeutiche che includono:

Massoterapia

  • Il massaggio terapeutico scioglierà i muscoli tesi e annodati e allevierà i crampi e/o gli spasmi.

Fisioterapia

  • Include esercizi di stretching, posturale e rafforzamento.

Medicazioni

Iniezioni

  • Gli antidolorifici vengono iniettati direttamente nei punti trigger.

Chiropratica i medici lavorano su tutto il corpo e non solo sulle aree doloranti. I chiropratici sono formati per incorporare il trattamento con cure primarie e specialisti. I pazienti ricevono istruzione su programmi di esercizio, esercizi correttivi, raccomandazioni nutrizionali e coaching sanitario.


Decompressione della colonna vertebrale


Referenze

Associazione americana del dolore cronico. Guida alle risorse per la gestione del dolore cronico. (www.theacpa.org/wp-content/uploads/2018/05/ACPA_Resource_Guide_2018-Final_Feb.pdf) Accesso il 4/17/2019.

Lavelle, Elizabeth Demers, et al. "Punti trigger miofasciali". Ambulatori di anestesiologia vol. 25,4 (2007): 841-51, vii-iii. doi:10.1016/j.anclin.2007.07.003

Stults-Kolehmainen, Matthew A et al. "Lo stress psicologico cronico compromette il recupero della funzione muscolare e delle sensazioni somatiche per un periodo di 96 ore". Giornale di ricerca sulla forza e il condizionamento vol. 28,7 (2014): 2007-17. doi:10.1519/JSC.0000000000000335

Tantanatip A, Chang KV. Sindrome del dolore miofasciale. [Aggiornato 2021 agosto 14]. In: StatPearls [Internet]. Treasure Island (FL): StatPearls Publishing; 2022 gennaio-. Disponibile dal: www.ncbi.nlm.nih.gov/books/NBK499882/

Vernon, Howard e Michael Schneider. "Gestione chiropratica dei punti trigger miofasciali e della sindrome del dolore miofasciale: una revisione sistematica della letteratura". Giornale di terapie manipolative e fisiologiche vol. 32,1 (2009): 14-24. doi:10.1016/j.jmpt.2008.06.012

Come la dieta e gli integratori alimentari influiscono sul dolore cronico

Come la dieta e gli integratori alimentari influiscono sul dolore cronico

La nutrizione è il modo in cui il corpo utilizza il cibo consumato. L'alimentazione gioca un ruolo nel dolore cronico; i comportamenti legati allo stile di vita possono influenzare il modo in cui il cibo contribuisce a malattie/malattie. Una causa comune di dolore cronico è infiammazione sistemica cronica. L'infiammazione gioca un ruolo in molte condizioni di malattie croniche, tra cui diabete, malattie cardiache e cancro. La riduzione dell'infiammazione può essere ottenuta regolando la dieta per riportare le persone a sentirsi meglio rapidamente e per aiutarle a mantenere e migliorare la loro salute generale. Injury Medical Chiropratica e Medicina Funzionale Clinica offrono una guida dietetica e integratori alimentari come parte di un piano di trattamento personalizzato.

Come la dieta e gli integratori alimentari influiscono sul dolore cronico

Infiammazione

Lo scopo della risposta infiammatoria include:

  • Isolare i batteri pericolosi, i virus o le cellule danneggiate.
  • Elimina le cellule morte e altre sostanze dannose.
  • Avviare il processo di riparazione/guarigione.

Tipi di infiammazione

  • Infiammazione localizzata si verifica nel sito di una lesione o di un'infezione.
  • Una distorsione alla caviglia che diventa gonfia e dolorosa o un taglio che si infetta e diventa rosso e gonfio sono esempi di infiammazione localizzata.
  • Infiammazione sistemica avviene in tutto il corpo. Fattori esterni possono scatenare questo tipo di infiammazione.
  • Infezioni virali e batteriche.
  • Allergeni o tossine negli alimenti e nell'ambiente.
  • Sigarette
  • Consumo di alcool
  • Può anche essere innescato da fattori interni, tra cui:
  • Stress
  • Obesità
  • Condizioni autoimmuni
  • Variazioni genetiche

Ottimizzazione dell'effetto di integratori alimentari e dietetici sul dolore cronico

Il corpo ha bisogno di proteine, carboidrati, grassi, fibre, vitamine e minerali per la salute e la prevenzione delle malattie croniche.

  • L'assunzione dietetica può migliorare la funzione del sistema nervoso, del sistema immunitario e del sistema endocrino che colpisce direttamente i sintomi e gli episodi del dolore.
  • Perdere peso diminuisce la pressione aggiunta sulle articolazioni e riduce infiammazione.
  • L'assunzione dietetica e lo stato di peso influiscono sul rischio e/o sulla gravità di altre malattie croniche che includono:
  • Le malattie cardiovascolari
  • Diabete
  • Ansia
  • Depressione
  • Spesso si verificano contemporaneamente al dolore cronico.

Modifica della dieta prescritta, noto anche come terapia dietetica include:

  • Modifica dell'intera dieta.
  • Integrare la dieta con nutrienti specifici.
  • Cambiare i modelli dietetici per indurre uno stato di digiuno.

I vantaggi includono:

  • Riduzione delle calorie
  • Antiossidanti aumentati
  • Integrazione di prebiotici per la salute gastrointestinale.

Questi approcci hanno un impatto positivo comorbidità del dolore cronico e promuovere guadagni secondari, tra cui:

  • Alleviamento e gestione del dolore.
  • Una promozione positiva della salute e del benessere.
  • Riduzioni di comorbidità come obesità e malattie cardiovascolari.
  • Ridurre i costi sanitari.

Integratori di vitamine e minerali

La dieta e gli integratori alimentari forniscono nutrienti essenziali aggiunti a un corpo danneggiato, infiammato o ferito. Gli integratori alimentari migliorano la salute e il benessere generale.

  • Vitamina D e calcio le compresse aiutano a mantenere una salute ottimale delle ossa, poiché possono portare a bassi livelli di vitamina D mal di schiena.
  • Gli acidi grassi Omega-3 aiutano a ridurre l'infiammazione.
  • Vitamine E e C, combinati con rame, aiutano con la produzione di sangue, la riparazione dei tessuti e la salute del cervello e della pelle.
  • Acido folico può aiutare con dolori articolari e miofasciali.
  • B Vitamine può aiutare con il dolore e prevenire la disfunzione epatica.

Gli integratori alimentari supportano il corpo fino alla corretta guarigione del corpo e/o degli organi. Il recupero da un infortunio potrebbe causare stress corporeo che può interferire con il processo di guarigione. La dieta e gli integratori alimentari accelerano il processo di guarigione e recupero:

  • Aiutare a superare le carenze alimentari.
  • Miglioramento della funzione del sistema immunitario.
  • Tossine disintossicanti.
  • Contengono antiossidanti che aiutano il corpo a rimanere libero dalle tossine.

La chiropratica ripristina e riallinea il corpo incorporando integratori per nutrire i tessuti del corpo e recuperare in modo ottimale dalle lesioni.


Nutrizione corporea


Referenze

Dragan, Simona, et al. "Schemi alimentari e interventi per alleviare il dolore cronico". Nutrienti vol. 12,9 2510. 19 agosto 2020, doi:10.3390/nu12092510

Lee, Mi Kyung, et al. "L'uso della guida nutrizionale nella gestione del paziente chiropratico: un'indagine su 333 chiropratici della rete di ricerca pratica ACORN". Chiropratica e terapie manuali vol. 26 7. 20 feb. 2018, doi:10.1186/s12998-018-0175-1

Li, Chuan, et al. "Polarizzazione dei macrofagi e meta-infiammazione". Ricerca traslazionale: il giornale di laboratorio e medicina clinica vol. 191 (2018): 29-44. doi:10.1016/j.trsl.2017.10.004

Alimentazione e dolore cronico www.iasp-pain.org/resources/fact-sheets/nutrition-and-chronic-pain/

Pahwa R, Goyal A, Jialal I. Infiammazione cronica. [Aggiornato 2021 settembre 28]. In: StatPearls [Internet]. Treasure Island (FL): StatPearls Publishing; 2022 gennaio-. Disponibile dal: www.ncbi.nlm.nih.gov/books/NBK493173/

Problemi di gonfiore dell'intestino viscerosomatico

Problemi di gonfiore dell'intestino viscerosomatico

Gonfiore viscerosomatico dell'intestino: Tutti hanno batteri sani nell'intestino, ma possono perdere l'equilibrio con batteri malsani che iniziano a prendere il sopravvento. Stress, virus e antibiotici possono alterare i livelli di batteri sani. L'equilibrio batterico noto come microbioma nell'intestino è un fattore essenziale per il benessere del corpo. La connessione tra la salute intestinale e quella generale è importante poiché l'intestino è responsabile della produzione serotonina, una sostanza chimica primaria necessaria per il benessere emotivo. UN riflesso viscerosomatico è uno o più organi che provocano la comparsa del dolore nell'area in cui si trova l'organo danneggiato, infetto o disfunzionale o, come indicato, dolore in altre aree del corpo. Lo stress e i cibi malsani contribuiscono all'aumento di peso, allo stress degli organi e al dolore cronico.

Gonfiore viscerosomatico dell'intestino

Gonfiore viscerosomatico dell'intestino

Gonfiore

Il gonfiore è la sensazione di pressione o gas nell'addome. Distensione si riferisce all'espansione fisica dell'addome. Tuttavia, questi sintomi possono presentarsi separatamente o in combinazione. Il gonfiore può essere un sintomo di per sé, ma spesso si presenta insieme ad altri disturbi gastrointestinali come:

Dopo aver mangiato, flatulenza, eruttazione, gonfiore e distensione sono una parte normale del processo digestivo. Questi problemi non sono considerati problemi finché non causano dolore e/o interrompono la vita di tutti i giorni.

Stress

Lo stress può causare infiammazioni nel tratto digestivo, aumentare i recettori del dolore e gonfiore dovuto allo stress. Lo stress può interrompere il normale microbioma, creando intestino disbiosi e proliferazione batterica. Questo può portare a problemi digestivi e sintomi che includono gonfiore. Questo può essere in parte dovuto alla produzione eccessiva di gas che causa la sensazione di gonfiore e distensione fisica combinata con lo stress, creando una maggiore percezione del gonfiore.

Gli alimenti possono causare infiammazioni

Prodotti animali può causare infiammazioni perché carne, pollame e pesce contengono endotossine/lipopolisaccaridi si trova nella membrana esterna delle cellule batteriche. Questi composti sono classificati come tossine in quanto possono causare problemi di salute. Indipendentemente dal modo in cui questi alimenti vengono cucinati o preparati, le endotossine sono ancora presenti, assorbite nel corpo e possono innescare risposte immunitarie come l'infiammazione. Uova possono causare infiammazioni perché contengono alti livelli di colesterolo e acido arachidonico, che è un acido che fa parte della risposta infiammatoria. Anche l'eccesso di colesterolo nel sangue può scatenare l'infiammazione.

Latticini può anche innescare la risposta infiammatoria in individui che non producono il enzima lattasi, che scompone il lattosio nei latticini, sono intolleranti alla caseina e al siero di latte, due proteine ​​del latte vaccino, o agli ormoni e agli antibiotici somministrati alle mucche per stimolare la produzione di latte e prevenire le infezioni. Il consumo di latticini è stato collegato a un aumentato rischio di cancro e condizioni infiammatorie che includono:

  • Acne
  • Asma
  • Diabete di tipo 1
  • Artrite
  • La sclerosi multipla

Altre cause di gonfiore

Altre condizioni di salute possono presentarsi con gonfiore e distensione dell'intestino viscerale. Ciò include disturbi e altre cause sottostanti che includono:

  • Farmaci
  • Obesità
  • Ipotiroidismo
  • mestruazione
  • Cisti ovariche
  • Diabete di tipo 2
  • autoimmunità

I disturbi muscoloscheletrici possono aumentare il gonfiore e la distensione addominale e possono essere scatenati dallo stress. Due includono:

Disfunzione muscolare addominale

  • Si tratta di contrazioni anormali del diaframma e dei muscoli della pancia che possono verificarsi dopo aver mangiato e che possono causare al sistema nervoso un senso di gonfiore.
  • Questo riflesso viscerosomatico porta a posture malsane e all'allargamento dei muscoli addominali che possono peggiorare le sensazioni di gonfiore.
  • esercizi può essere raccomandato per riqualificare i muscoli a contrarsi, di solito dopo aver mangiato, il che può aiutare a ridurre il gonfiore.

Disfunzione del pavimento pelvico

  • Le situazioni stressanti causano naturalmente un irrigidimento dei muscoli, portando ad un aumento delle contrazioni muscoli del pavimento pelvico.
  • Questi muscoli controllano la vescica, l'intestino e la funzione sessuale.
  • Muscoli eccessivamente contratti/tirati può creare una condizione nota come disfunzione del pavimento pelvico ad alto tono.
  • Il contrario può accadere quando i muscoli del pavimento pelvico diventano troppo rilassati. Questo può rendere difficile avere movimenti intestinali regolari.
  • Un tono aumentato e/o muscoli eccessivamente rilassati possono portare a vari sintomi, incluso il gonfiore.

Chiropratica e coaching della salute

Il sistema nervoso controlla il processo digestivo. Allineare correttamente la colonna vertebrale rilascia lo stress e la tensione su ossa, muscoli e nervi per funzionare correttamente. Gli aggiustamenti chiropratici del corpo, gli aggiustamenti della dieta/stile di vita, le raccomandazioni supplementari e gli esercizi possono ridurre le cause alla base del gonfiore intestinale viscerosomatico. Problemi digestivi come:

  • Bruciore di stomaco cronico
  • Gas
  • Costipazione
  • Diarrea
  • Gonfiore
  • Sindrome del colon irritabile

La chiropratica offre un approccio senza farmaci per il trattamento dei problemi digestivi.


Descompressione Espinal DRX9000


Referenze

Dragan, Simona, et al. "Schemi alimentari e interventi per alleviare il dolore cronico". Nutrienti vol. 12,9 2510. 19 agosto 2020, doi:10.3390/nu12092510

Fifi, Amanda C e Kathleen F Holton. "Cibo nel dolore cronico: amico o nemico?." Nutrienti vol. 12,8 2473. 17 ago. 2020, doi:10.3390/nu12082473

Lacy, Brian E et al. "Gestione della distensione addominale cronica e del gonfiore". Gastroenterologia clinica ed epatologia: la rivista ufficiale di pratica clinica dell'American Gastroenterological Association vol. 19,2 (2021): 219-231.e1. doi:10.1016/j.cgh.2020.03.056

Mari, Amir et al. "Gonfiore e distensione addominale: approccio e gestione clinica". I progressi nella terapia vol. 36,5 (2019): 1075-1084. doi:10.1007/s12325-019-00924-7

Riso, Amanda D et al. "Diminuzione delle ostruzioni intestinali ricorrenti, miglioramento della qualità della vita con la fisioterapia: studio controllato". Rivista mondiale di gastroenterologia vol. 24,19 (2018): 2108-2119. doi:10.3748/wjg.v24.i19.2108

L'impatto stressante dell'omeostasi del corpo

L'impatto stressante dell'omeostasi del corpo

Introduzione

Tutti si occupano stress ad un certo punto della loro vita. Che si tratti di un colloquio di lavoro, di una scadenza enorme, di un progetto o anche di un test, lo stress è lì per mantenere il corpo funzionante in ogni scenario che il corpo sta attraversando. Lo stress può aiutare a regolare il corpo sistema immunitario e aiuto metabolizzare l'omeostasi poiché il corpo aumenta la sua energia durante il giorno. Quando si ha a che fare con stress cronico può causare disfunzioni metaboliche nel corpo come disturbi intestinali, infiammazioni e un aumento dei livelli di glucosio nel sangue. Lo stress cronico può anche influenzare l'umore e la salute di una persona, le abitudini alimentari e la qualità del sonno. L'articolo di oggi esaminerà se lo stress è positivo o negativo, come influisce sul corpo e gli effetti di ciò che lo stress cronico fa al corpo. Indirizzare i pazienti a fornitori certificati e qualificati specializzati in trattamenti intestinali per individui che soffrono di neuropatia autonomica. Guidiamo i nostri pazienti facendo riferimento ai nostri fornitori di servizi medici associati in base al loro esame quando è appropriato. Riteniamo che l'istruzione sia fondamentale per porre domande approfondite ai nostri fornitori. Il Dr. Alex Jimenez DC fornisce queste informazioni solo come servizio educativo. Disclaimer

 

La mia assicurazione può coprirlo? Sì, può. Se sei incerto, ecco il link a tutti i fornitori di assicurazioni che copriamo. In caso di domande o dubbi, chiamare il Dr. Jimenez al 915-850-0900

02 LaValle Triad 1 Tiroide surrenale Pancreas

Avere lo stress fa bene o male?

 

Ti senti sempre ansioso? Che ne dici di provare mal di testa che sono costantemente una seccatura? Ti senti sopraffatto e perdi concentrazione o motivazione? Tutti questi segni sono situazioni stressanti che una persona sta attraversando. Gli studi di ricerca hanno definito stress o cortisolo come ormone del corpo che fornisce una varietà di effetti su diverse funzioni in ciascun sistema. Il cortisolo è il glucocorticoide primario che proviene dalla corteccia surrenale. Allo stesso tempo, l'asse HPA (ipotalamo-ipofisi-surrene) aiuta a regolare la produzione e la secrezione di questo ormone al resto del corpo. Ora il cortisolo può essere benefico e dannoso per il corpo, a seconda della situazione in cui si trova una persona. Ulteriori studi di ricerca hanno menzionato che il cortisolo inizia e colpisce il cervello e il resto del corpo poiché lo stress nella sua forma acuta può indurre il corpo ad adattarsi e sopravvivere. Le risposte acute del cortisolo consentono la funzione neurale, cardiovascolare, immunitaria e metabolica nel corpo. 

 

In che modo influisce sul metabolismo del corpo?

Ora il cortisolo influenza il metabolismo del corpo quando viene controllato in un ciclo del sonno lento e costante che diminuisce l'ormone di rilascio della corticotropina (CRH) e aumenta l'ormone della crescita (GH). Studi di ricerca hanno dimostrato che quando le ghiandole surrenali secernono cortisolo, inizia ad avere una complessa interazione con l'ipotalamo e le ghiandole pituitarie nel sistema nervoso ed endocrino. Ciò fa sì che la funzione surrenale e tiroidea nel corpo sia strettamente collegata mentre è sotto il controllo dell'ipotalamo e degli ormoni tropici. La tiroide compete con gli organi surrenali per la tirosina. Studi di ricerca hanno trovato che la tirosina viene utilizzata per produrre cortisolo sotto stress prevenendo il declino della funzione cognitiva che risponde allo stress fisico. Tuttavia, quando il corpo non è in grado di produrre abbastanza tirosina, può causare ipotiroidismo e causare la cronicizzazione dell'ormone cortisolo.


Una panoramica sullo stress-Video

Hai avuto mal di testa che si manifestano casualmente dal nulla? Hai costantemente guadagnato peso o perso peso? Ti senti sempre ansioso o stressato perché influisce sul tuo sonno? Questi sono tutti segni e sintomi dei livelli di cortisolo che si stanno trasformando nel loro stato cronico. Il video sopra mostra cosa fa lo stress al tuo corpo e come può causare sintomi indesiderati. Quando c'è stress cronico nel corpo, l'asse HPA (neuro-endocrino) è sbilanciato a causa degli attivatori mediati dallo stress coinvolti nelle malattie autoimmuni della tiroide (AITD). Quando c'è stress cronico nel corpo, può causare un'eccessiva produzione di composti infiammatori nel corpo che possono generare IR. Le sostanze infiammatorie possono danneggiare o inattivare i recettori dell'insulina portando all'insulino-resistenza. Ciò contribuisce quindi alla rottura di uno o più fattori necessari per completare il processo di trasporto del glucosio nel corpo.


Gli effetti del cortisolo cronico nel corpo

 

Quando c'è stress cronico nel corpo e non è stato trattato o ridotto subito, può portare a qualcosa noto come carico allostatico. Il carico allostatico è definito come l'usura del corpo e del cervello dovuta all'iperattività cronica o all'inattività dei sistemi corporei tipicamente coinvolti nelle sfide ambientali e nell'adattamento. Studi di ricerca hanno dimostrato quel carico allostatico provoca un'eccessiva secrezione di ormoni come il cortisolo e la catecolamina per rispondere a fattori di stress cronici che colpiscono il corpo. Ciò fa sì che l'asse HPA faccia una delle due cose: essere sovraccarico di lavoro o non riuscire a spegnersi dopo eventi stressanti che causano disturbi del sonno. Altri problemi che lo stress cronico causa al corpo possono includere:

  • Aumento della secrezione di insulina e deposito di grasso
  • Funzione immunitaria alterata
  • Ipotiroidismo (esaurimento surrenale)
  • Ritenzione di sodio e acqua
  • Perdita del sonno REM
  • Instabilità mentale ed emotiva
  • Aumento dei fattori di rischio cardiovascolare

Questi sintomi fanno sì che il corpo diventi disfunzionale e hanno evidenziato studi di ricerca che vari fattori di stress possono danneggiare il corpo. Questo può rendere estremamente difficile per una persona far fronte allo stress e alleviarlo.

Conclusione

Nel complesso, lo stress o il cortisolo è un ormone di cui il corpo ha bisogno per funzionare correttamente. Lo stress cronico nel corpo dovuto a vari fattori di stress può causare molte disfunzioni metaboliche come ipotiroidismo, aumento di peso, insulino-resistenza e sindrome metabolica, solo per citarne alcuni. Lo stress cronico può anche causare disturbi del sonno poiché l'asse HPA è cablato e può sembrare minimamente calmarsi. Quando le persone iniziano a trovare modi per affrontare questi vari fattori di stress, possono ridurre i loro livelli di stress alla normalità ed essere senza stress.

 

Referenze

Jones, Carol e Christopher Gwenin. "Disregolazione del livello di cortisolo e sua prevalenza: è la sveglia della natura?" Relazioni fisiologiche, John Wiley and Sons Inc., gennaio 2021, www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC7749606/.

McEwen, Bruce S. "Effetti centrali degli ormoni dello stress nella salute e nella malattia: comprensione degli effetti protettivi e dannosi dello stress e dei mediatori dello stress". European Journal of Pharmacology, Biblioteca nazionale di medicina degli Stati Uniti, 7 aprile 2008, www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC2474765/.

McEwen, Bruce S. "Stressato o stressato: qual è la differenza?" Journal of Psychiatry & Neuroscience: JPN, Biblioteca nazionale di medicina degli Stati Uniti, settembre 2005, www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC1197275/.

Rodriquez, Erik J, et al. "Carico allostatico: importanza, indicatori e determinazione del punteggio nelle popolazioni di minoranze e disparità". Journal of Urban Health: Bollettino della New York Academy of Medicine, Springer USA, marzo 2019, www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC6430278/.

Thau, Lauren, et al. "Fisiologia, cortisolo - Statpearls - Libreria NCBI". In: StatPearls [Internet]. L'isola del tesoro (FL), StatPearls Publishing, 6 settembre 2021, www.ncbi.nlm.nih.gov/books/NBK538239/.

Young, Simon N. "L-tirosina per alleviare gli effetti dello stress?" Journal of Psychiatry & Neuroscience: JPN, Biblioteca nazionale di medicina degli Stati Uniti, maggio 2007, www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC1863555/.

Disclaimer

Ripercussioni Sciatica a lungo termine

Ripercussioni Sciatica a lungo termine

La sciatica è una radicolopatia, che è un'irritazione del nervo quando esce dalla colonna vertebrale ed è tipicamente causata da compressione/pizzicando lungo il percorso del nervo. La maggior parte dei casi di sciatica migliora entro poche settimane dall'incidente. Se non trattata, può diventare sciatica cronica e può avere ripercussioni ed effetti a lungo termine. Un'ernia del disco è la causa più comune se si gonfia vicino al nervo; può pizzicare il nervo o perdere liquido sul nervo, causando infiammazione, gonfiore, dolore, intorpidimento e debolezza. Un'altra causa comune è la stenosi spinale. Con l'invecchiamento del corpo, il canale attraverso il quale scorrono il nervo e il midollo spinale può iniziare a restringersi, esercitando una pressione sui nervi. Poi ci sono spasmi muscolari, fratture spinali e cancro spinale. Tutto ciò che cambia la curvatura della colonna vertebrale, inclusa la gravidanza, può causare sciatica.

Ripercussioni Sciatica a lungo termine

Ripercussioni dalla sciatica

Le ripercussioni possono variare o essere una combinazione che include:

Dolore cronico

Il dolore può essere ovunque lungo il nervo; in genere, viaggia dalla parte inferiore della colonna vertebrale attraverso i glutei, lungo la parte posteriore della gamba e nel piede.

  • La condizione può causare vari tipi di dolore: bruciore, elettrico o dolore lancinante nella parte bassa della schiena.
  • I sintomi possono andare e venire e può presentarsi solo quando è seduto, in piedi, sdraiato o impegnato in una particolare attività.
  • La gravità del dolore può variare da lieve a grave, leggermente sgradevole, a funzione limitante.

Problemi di postura

  • Quando il corpo avverte dolore cronico in un'area localizzata, la reazione naturale del corpo è evitare di esercitare pressione, torcersi o piegarsi, o utilizzare una parte specifica del corpo, manipolare una postura sana o un'andatura a piedi per proteggere la zona lombare o le gambe dal dolore.
  • Questo è indicato come protezione muscolare/posturale, che rimuove la pressione dal sito ma altera l'allineamento naturale del corpo, influenzando le caratteristiche della colonna vertebrale e causando effetti collaterali negativi, come dolore alla parte superiore della schiena e al collo, mal di testa e affaticamento.
  • Posture malsane e goffe possono influenzare negativamente la digestione, la funzione degli organi e la respirazione.

Perdita di equilibrio

  • La sciatica provoca comunemente intorpidimento e formicolio alla gamba, al polpaccio, al piede e alle dita dei piedi.
  • Il pericolo nascosto dietro l'intorpidimento; altera la propriocezione del corpo o la consapevolezza della sua posizione.
  • Quando la propriocezione viene inibita o alterata, i segnali di comunicazione dal corpo al cervello/viceversa vengono confusi/interrotti, confondendo il cervello, sbilanciando il corpo.
  • Questo può provocare ferite da caduta.

Intorpidimento o debolezza

  • La sciatica è più problematica se arriva il dolore sintomi neurologici come intorpidimento, debolezza muscolare o alle gambe.
  • Ciò significa che c'è un aumento del livello di possibili danni ai nervi in ​​caso di debolezza muscolare, che richiede un trattamento aggressivo.

Riflessi in declino

  • A seconda di dove viene compresso il nervo, dolore e intorpidimento possono interessare la parte inferiore della gamba e i piedi.
  • Il danno al nervo può causare l'incapacità di flettere il piede verso l'alto.
  • Il riflesso istintivo, noto come il riflesso rotuleo, è il movimento del calcio della parte inferiore della gamba quando viene toccato il tendine rotuleo.
  • La sciatica può intorpidire l'area, causando una reazione ritardata o una grave mancanza di risposta alla stimolazione.

Danno nervoso permanente

  • Se non trattati, sintomi neurologici come intorpidimento e debolezza alle gambe possono evolvere in danni permanenti ai nervi.
  • Tuttavia, questo accade raramente, ma spiega l'importanza di prendere sul serio l'infortunio in modo che sia possibile ottenere il pieno recupero.

Sollievo sciatica non chirurgico


Referenze

Berry, James A et al. "Una rassegna di radicolopatia, diagnosi e trattamento lombare". Cureo vol. 11,10 e5934. 17 ottobre 2019, doi:10.7759/cureus.5934

Davis D, Maini K, Vasudevan A. Sciatica. [Aggiornato 2022 febbraio 4]. In: StatPearls [Internet]. Treasure Island (FL): StatPearls Publishing; 2022 gennaio-. Disponibile dal: www.ncbi.nlm.nih.gov/books/NBK507908/

Giuffre BA, Jeanmonod R. Anatomy, Nervo sciatico. [Aggiornato 2021 luglio 29]. In: StatPearls [Internet]. Treasure Island (FL): StatPearls Publishing; 2022 gennaio-. Disponibile dal: www.ncbi.nlm.nih.gov/books/NBK482431/

Nori, Subhadra L. e Michael F. Stretanski. "Piede cadente". StatPearls, StatPearls Publishing, 15 dicembre 2021.

Conseguenze sulla salute da una cattiva postura

Conseguenze sulla salute da una cattiva postura

La postura è il posizionamento del corpo. Ci sono due tipi di postura. Postura dinamica è il modo in cui gli individui si posizionano quando si muovono, come camminare, correre o piegarsi per sollevare un oggetto. E postura statica è il modo in cui gli individui si posizionano quando non sono in movimento, come stare in piedi, seduti o dormire. Quando si pratica una postura sana, viene applicato uno stress minimo ai muscoli e alle articolazioni. Il lavoro e la scuola ad alto stress combinati con posizioni del corpo malsane possono causare conseguenze sulla salute della colonna vertebrale, delle estremità e degli squilibri muscolo-scheletrici.

Conseguenze sulla salute da una cattiva postura

Conseguenze sulla salute

Posture sbagliate non sempre si presentano subito con dolore alla colonna vertebrale o alle estremità. Questo perché gli individui si sentiranno a disagio e avranno la forza e la mobilità per correggere posizioni malsane/imbarazzanti e ridurre al minimo lo stress. Tuttavia, alla fine, il dolore inizierà a presentarsi poiché i muscoli e le articolazioni possono richiedere solo così tanto che la capacità di correggere un posizionamento errato non ha importanza in quanto c'è si verifica una lesione in via di sviluppo, che provoca infiammazione, facendo sapere al corpo che c'è qualcosa che non va. Questo spesso porta a stress cronico e all'usura non necessaria delle articolazioni per compensare le posizioni malsane.

I primi segni

I primi segni di problemi posturali possono includere:

  • Incapacità di sedersi o stare in piedi per molto tempo.
  • Rigidità quando ci si alza da una sedia.
  • Sensazione di ulteriore esaurimento fisico.

Lasciare la condizione non trattata spesso porta a:

  • Squilibri muscolari.
  • Perdita della normale flessibilità.
  • Disagio e dolore presenti senza una ragione apparente.

Sintomi di postura malsana

I sintomi possono includere:

  • dinoccolato
  • Spalle arrotondate.
  • panciuto.
  • Ginocchia piegate quando si sta in piedi o si cammina.
  • Affaticamento muscolare.
  • Dolori e dolori.
  • Mal di schiena.
  • Mal di testa.

Struttura posturale

Una cattiva postura interferisce e interrompe molte delle strutture posturali del corpo. Questi includono:

  • Feedback del sistema nervoso.
  • Forza muscolare e lunghezza.
  • Le fibre muscolari statiche a contrazione lenta aiutano a mantenere la postura senza esercitare troppa energia e contribuiscono all'equilibrio rilevando la posizione del corpo.
  • Le fibre muscolari statiche bruciano energia lentamente e possono lavorare a lungo senza stancarsi.
  • Le fibre muscolari a contrazione rapida o fasiche vengono utilizzate per il movimento e l'attività. Queste fibre consumano rapidamente la loro energia.

Perché le fibre fasiche devono fare gli straordinari invece delle fibre statiche per mantenere il posizione del corpo, affaticamento muscolare, debolezza e dolore iniziano a manifestarsi.

Salute

Le conseguenze per la salute possono includere:

  • Sistema muscolo-scheletrico disallineato.
  • L'usura avanzata della colonna vertebrale la rende fragile e soggetta a lesioni.
  • Dolore cronico.
  • Flessibilità ridotta.
  • La mobilità articolare è compromessa.
  • Problemi di equilibrio.
  • Aumento del rischio di caduta.
  • Difficoltà a digerire il cibo.
  • Respirazione difficoltosa.

Chiropratica e terapia fisica

Chiropratici e fisioterapisti sono specializzati nella valutazione e nel trattamento di disfunzioni e disturbi muscolo-scheletrici, nell'identificazione e nello screening di disfunzioni posturali. Gli aggiustamenti chiropratici possono essere altamente efficaci in combinazione con altre modalità di trattamento come massaggiare i tessuti molli per migliorare la circolazione, ridurre l'infiammazione del gonfiore e favorire la guarigione. Decompressione spinale la terapia può aiutare ad allungare e riallineare la colonna vertebrale per alleviare il dolore alla schiena e/o alle gambe. Un programma di esercizi personalizzato allungherà e rafforzerà il corpo per mantenere una postura sana. Coaching della salute combinato con la gestione della dieta può aiutare con dolore e infiammazione e rafforzare muscoli e ossa.


Decompressione spinale DRX9000


Referenze

Associazione americana di chiropratica. Mantenere una buona postura. acatoday.org/content/posture-power-how-to-correct-your-body-alignment. Accesso il 28 gennaio 2019.

Accademia americana dei chirurghi ortopedici. Nozioni di base sulla colonna vertebrale. orthoinfo.aaos.org/en/diseases–conditions/spine-basics/. Accesso il 30 gennaio 2019.

Bauer BA. Manipolazione chiropratica o osteopatica. In: Mayo Clinic Guide to Integrative Medicine. Rochester, Minnesota: Mayo Foundation for Medical Education and Research; 2017.

Muscolino JE. Postura e ciclo del passo. In: Kinesiologia: il sistema scheletrico e la funzione muscolare. 3a ed. Altro; 2017.

Wang G. Dispositivi di trazione elettrica per la decompressione intervertebrale: aggiornamento della valutazione della tecnologia sanitaria. Dipartimento del lavoro e delle industrie di Washington, 14 giugno 2004.

Waters, Thomas R e Robert B Dick. "Evidenza dei rischi per la salute associati a una posizione prolungata al lavoro e all'efficacia dell'intervento". Infermieristica riabilitativa: la Gazzetta ufficiale dell'Association of Rehabilitation Nurses vol. 40,3 (2015): 148-65. doi:10.1002/rnj.166

Decompressione spinale non chirurgica per lombalgia cronica

Decompressione spinale non chirurgica per lombalgia cronica

Introduzione

Il corpo si assicura che la colonna vertebrale la mantenga in posizione verticale poiché il corpo consente alla colonna vertebrale di ruotare, piegarsi e girare in diverse posizioni. Quando il corpo subisce un infortunio, il sistema immunitario inizia ad avere effetto e inizia a guarire naturalmente il corpo nelle zone colpite. Quando la schiena viene ferita a causa di un incidente o ferita, il disco spinale nella colonna vertebrale verrà danneggiato e porterà a problemi cronici che può rendere una persona infelice se non viene trattata immediatamente. Tuttavia, ci sono trattamenti non chirurgici che possono alleviare sintomi di mal di schiena e procura immenso sollievo all'individuo. In questo articolo, esamineremo le cause del mal di schiena cronico, i suoi sintomi e come la decompressione non chirurgica può fornire sollievo per il mal di schiena cronico. Inviando i pazienti a fornitori qualificati e qualificati specializzati nella terapia di decompressione spinale. A tal fine, e quando appropriato, consigliamo ai nostri pazienti di rivolgersi ai nostri fornitori medici associati in base al loro esame. Riteniamo che l'istruzione sia la chiave per porre domande preziose ai nostri fornitori. Il Dr. Alex Jimenez DC fornisce queste informazioni solo come servizio educativo. Disclaimer

 

La mia assicurazione può coprirlo? Sì, può. Se sei incerto, ecco il link a tutte le compagnie assicurative che copriamo. In caso di domande, chiamare il Dr. Jimenez al 915-850-0900.

Nuovo studio n. 2

Quali sono le cause della lombalgia cronica?

Per lo più tutti vedrebbero un dottore o perderebbero un paio di giorni al lavoro a causa di alcuni mal di schiena che li fa soffrire e non svolgere le loro attività quotidiane perché è comune. Studi di ricerca hanno dimostrato quel mal di schiena può variare da un dolore sordo e costante a un dolore improvviso e acuto che può essere molto lieve o grave a seconda della lesione. Le cause di mal di schiena può essere dovuto a un incidente che ha subito una persona, sollevamento di oggetti pesantio può svilupparsi quando una persona invecchia naturalmente quando il disco spinale perde liquidi e sostanze nutritive. 

 

 

Due tipi di mal di schiena possono influenzare lo stile di vita di una persona a seconda della gravità della lesione. Acuto dolore alla schiena può durare da pochi giorni a poche settimane e può essere risolto con pochi giorni di cura di sé, e una persona può prendersela comoda con un'attività leggera. Mal di schiena cronico è quando il dolore continua per circa 12 settimane o più, facendolo persistere dove l'individuo ha bisogno di cure mediche per alleviare il dolore. Altri studi di ricerca hanno trovato molti disturbi come disturbi infiammatori, trauma, DDD  (malattia degenerativa del disco) e altri disturbi cronici che possono causare sintomi di mal di schiena cronico. Mal di schiena cronico può anche causare tassi significativi di disabilità pur essendo un contributo alla morbilità e alla mortalità in una persona.

 

I sintomi

Poiché il dolore cronico è spesso definito come dolore persistente che va oltre il normale tempo di guarigione, studi di ricerca hanno dimostrato che il dolore cronico può causare un impatto significativo sulle condizioni muscoloscheletriche come il mal di schiena cronico. La presenza di dolore cronico può creare problemi più cronici che una persona sta vivendo. Altri studi di ricerca hanno affermato che i sintomi che la lombalgia cronica provoca in una persona includono:

 


Una panoramica sulla lombalgia cronica-Video

Studi di ricerca hanno dimostrato che la lombalgia cronica è una sindrome da dolore cronico nella regione lombare della colonna vertebrale che può durare per almeno tre mesi. Dolore cronico della schiena è spesso la seconda causa di disabilità nel mondo. È influenzato da fattori psicologici come stressDepressione, o ansia che possono influenzare lo stile di vita di una persona. Altri studi di ricerca hanno dimostrato che la lombalgia può causare dolore, Rigidità muscolare, o tensione localizzato al di sotto del margine costale e al di sopra della piega glutea inferiore, caratterizzato da sintomi di sciatica. La lombalgia cronica può essere persistente per più di 12 settimane. Può causare un immenso dolore individuale, soprattutto se le cause della lombalgia cronica sono state associate a fattori individuali e lavorativi che causano il passaggio alla lombalgia cronica.


Decompressione non chirurgica per lombalgia cronica

Ci sono modi in cui molte persone possono trovare sollievo dopo aver sofferto di lombalgia cronica e non richiedono un intervento chirurgico. Terapia di decompressione non chirurgica è dove l'individuo è sdraiato su una macchina di trazione e la sua colonna vertebrale ottiene un leggero allungamento per alleviare la pressione del disco spinale compresso. Studi di ricerca hanno dimostrato che la terapia di decompressione non chirurgica crea una pressione intradiscale negativa sulla colonna vertebrale, consentendo al materiale dell'ernia del disco di essere ritirato nel disco spinale. La terapia di decompressione non chirurgica promuove anche il passaggio dei nutrienti curativi nel disco, favorendo al contempo un migliore ambiente di guarigione per la colonna vertebrale.

 

Molte persone che seguono una terapia di decompressione non chirurgica hanno riportato almeno il 90% di miglioramento del mal di schiena e hanno una funzione migliore quando svolgono attività quotidiane. Studi di ricerca hanno dimostrato che la terapia di decompressione spinale e la trazione generale migliorano efficacemente il dolore e la disabilità problemi di lombalgia cronica per le persone che soffrono di ernia del disco intervertebrale e che recuperano la loro qualità di vita.

 

Conclusione

La lombalgia cronica è causata da sollevamento di carichi pesanti, lesioni, età o incidenti che causano la compressione del disco spinale sotto un'enorme pressione. A volte i livelli di dolore possono variare da lievi a gravi, causando dolore dalla parte bassa della schiena alle gambe e ai piedi. Quando una persona soffre di lombalgia cronica, può renderla disfunzionale e rovinare la sua vita quotidiana. Trattamenti non chirurgici come la decompressione spinale possono aiutare ad alleviare i sintomi del mal di schiena cronico allungando delicatamente la colonna vertebrale e consentendo ai nutrienti di tornare alla colonna vertebrale. Ciò allevierà la colonna vertebrale della persona e allevierà i sintomi dolorosi che causano il mal di schiena, facendo sì che la persona sia priva di dolore e continui nel suo percorso di benessere.

 

Referenze

Allegri, Massimo, et al. "Meccanismi della lombalgia: una guida per la diagnosi e la terapia". F1000Research, Ricerca F1000, 28 giugno 2016, www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC4926733/.

Casiano, Vincent E, et al. "Mal di schiena - Statpearls - Libreria NCBI." StatPearls [Internet]. L'isola del tesoro (FL), StatPearls Publishing, 22 febbraio 2022, www.ncbi.nlm.nih.gov/books/NBK538173/.

Choi, Jiun, et al. "Influenze della terapia di decompressione spinale e della terapia generale di trazione sul dolore, sulla disabilità e sul sollevamento della gamba dritta di pazienti con ernia del disco intervertebrale". Giornale di scienza della terapia fisica, Biblioteca nazionale di medicina degli Stati Uniti, febbraio 2015, pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/25729196/.

Tu, Ruggero. "Lombalgia (cronica)." Evidenza clinica di BMJ, Gruppo editoriale BMJ, 8 ottobre 2010, www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC3217809/.

Gay, Ralph. "Come si pensa che la terapia di decompressione spinale funzioni." Spina dorsale, Salute della colonna vertebrale, 24 settembre 2013, www.spine-health.com/treatment/chiropractic/how-spinal-decompression-therapy-thinkt-work.

Husky, Matilde M, et al. "Il mal di schiena cronico e la sua associazione con la qualità della vita in un'ampia indagine sulla popolazione francese". Risultati sulla salute e sulla qualità della vita, BioMed Central, 26 settembre 2018, www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC6158815/.

Professionisti medici, NINDS. "Scheda informativa sulla lombalgia". Istituto Nazionale di Malattie Neurologiche e Stroke, Dipartimento della salute e dei servizi umani degli Stati Uniti, 15 novembre 2021, www.ninds.nih.gov/Disorders/Patient-Caregiver-Education/Fact-Sheets/Low-Back-Pain-Fact-Sheet.

Peloza, Giovanni. "Sintomi del mal di schiena". Spina dorsale, Salute della colonna vertebrale, 20 aprile 2017, www.spine-health.com/conditions/lower-back-pain/lower-back-pain-symptoms.

Disclaimer

Nutrizione muscoloscheletrica

Nutrizione muscoloscheletrica

Nutrizione muscoloscheletrica: Muscoloscheletrico le condizioni sono non comunicabile condizioni/disturbi e sono le condizioni più comuni trattate da chiropratici e fisioterapisti. Pratiche di stile di vita malsane come il fumo, una dieta malsana e poco o nessun esercizio o attività fisica hanno un impatto sui disturbi muscoloscheletrici e rimangono le cause più comuni di disabilità fisica e dolore. Le condizioni muscoloscheletriche includono:

  • Mal di schiena
  • Sindrome del Tunnel Carpale
  • Tendinite – infiammazione dei tessuti fibrosi che collegano i muscoli alle ossa.
  • Artrite reumatoide
  • L'osteoartrite
  • Fratture ossee
  • fibromialgia

Nutrizione muscoloscheletrica

La mancanza di nutrienti adeguati aumenta il rischio di malattie ossee, muscolari e articolari. Una dieta corretta combinata con il rafforzamento e lo stretching aiuterà a recuperare le lesioni e aiuterà a prevenire disturbi, lesioni e dolore. Per esempio, un consumo inadeguato di calcio e vitamina D può portare all'osteoporosi. Entrambi i nutrienti sono necessari per la salute muscolo-scheletrica. Il calcio aiuta a costruire il tessuto osseo e la vitamina D favorisce l'assorbimento del calcio.

Nutrizione muscoloscheletrica

Anche le persone fisicamente attive e sane possono subire un'assunzione nutrizionale inadeguata, aumentando il rischio di lesioni dovute ai suoi effetti sulla riabilitazione e sul recupero. Esistono meccanismi per un'assunzione insufficiente di nutrienti che possono portare a lesioni muscolari.

  • L'allenamento intenso provoca la rottura del muscolo scheletrico che può peggiorare a causa di una scarsa assunzione di proteine ​​nella dieta.
  • Non idratare il corpo può compromettere il flusso sanguigno ai muscoli che lavorano, aumentando il rischio di lesioni e altro problemi di salute.
  • L'idratazione influenza la quantità e la composizione del liquido articolare e aiuta a mantenere cartilagine articolare.
  • Carenze di nutrienti come:
  • Potassio
  • Ferro
  • Zinco
  • Magnesio
  • cromo
  • Rame
  • Vitamine
  • La mancanza di micronutrienti e il loro ruolo nel metabolismo osseo e muscolare aumenta il rischio di lesioni e lo sviluppo di patologie muscoloscheletriche.

Salute generale

Il tessuto connettivo tiene unite le ossa e i muscoli del corpo ed è essenziale per l'integrità delle articolazioni. Gli atleti e le persone con lavori e stili di vita fisicamente impegnativi devono prendersi cura dei propri tessuti connettivi per prevenire il degrado, le lesioni e le condizioni articolari, come l'artrite e le lesioni ai tendini. Si consiglia di seguire una dieta che sia:

Una corretta alimentazione aiuterà il corpo a costruire, riparare e mantenere sano il tessuto connettivo. Cose come:

Il raggiungimento di una salute ottimale richiede scelte di vita sane a XNUMX gradi e un'alimentazione muscolo-scheletrica.


Composizione corporea


supercibi

Molti cibi ricchi di nutrienti può essere incorporato nella dieta di un individuo per migliorare il benessere generale. supercibi sono ricchi di antiossidanti e contengono grandi quantità di vitamine e minerali. Un superfood è un alimento ricco di composti benefici per la salute di un individuo. Questi composti includono:

  • phytochemicals – includono antiossidanti come i polifenoli che forniscono proprietà antinfiammatorie.
  • Fibra
  • Gli acidi grassi Omega-3

I superfood sono riconosciuti dalle linee guida nutrizionali nazionali come Powerhouse frutta e verdura o PFV. Gli antiossidanti riducono i radicali liberi e prevengono e riparano i danni causati da lo stress ossidativo. Lo stress ossidativo si verifica quando i radicali liberi si accumulano nel corpo e possono portare a malattie croniche e degenerative come l'artrite, le malattie cardiovascolari e il cancro. Una dieta ricca di antiossidanti può accelerare i tempi di recupero da infortuni, malattie e attività fisica/stress indotto dall'esercizio.

Gli antociani sono un tipo di polifenoli che diventano antiossidanti che aiutano a ridurre l'incidenza di malattie croniche. Sono diversi tipi di pigmenti presenti nelle piante, che conferiscono a frutta e verdura i loro colori vivaci. Questi includono:

  • Fagioli neri
  • Bacche
  • Ciliegie
  • Melograni
  • Pesche
  • Melanzana
  • Patate dolci viola

Una dieta ricca di antociani può ridurre lo stress ossidativo e l'infiammazione, aiutare a prevenire le malattie cardiovascolari e controllare e prevenire il diabete.

Referenze

Craddock, Joel C, et al. "Nutrizione vegetariana e onnivora: confronto delle prestazioni fisiche". Rivista internazionale di nutrizione sportiva e metabolismo dell'esercizio vol. 26,3 (2016): 212-20. doi:10.1123/ijsnem.2015-0231

Mendonça, Carolina Rodrigues et al. "Effetti degli interventi nutrizionali nel controllo del dolore muscoloscheletrico: una revisione integrativa". Nutrienti vol. 12,10 3075. 9 ottobre 2020, doi:10.3390/nu12103075

Sale, Craig e Kirsty Jayne Elliott-Sale. "Nutrizione e salute delle ossa degli atleti". Medicina dello sport (Auckland, NZ) vol. 49, Suppl 2 (2019): 139-151. doi:10.1007/s40279-019-01161-2

Slavin, Joanne L e Beate Lloyd. "Benefici per la salute di frutta e verdura." Progressi nella nutrizione (Bethesda, Md.) vol. 3,4 506-16. 1 luglio 2012, doi:10.3945/an.112.002154

Tucker, KL et al. "L'assunzione di potassio, magnesio e frutta e verdura è associata a una maggiore densità minerale ossea negli uomini e nelle donne anziani". Il giornale americano di nutrizione clinica vol. 69,4 (1999): 727-36. doi:10.1093/ajcn/69.4.727

Dieta chiropratica anti-infiammatoria

Dieta chiropratica anti-infiammatoria

I chiropratici comprendono la necessità di trattare tutto il corpo per ridurre e alleviare il dolore. Molti tipi di dolore sono causati dall'infiammazione. L'infiammazione è una risposta naturale e salutare al danno; tuttavia, l'infiammazione cronica non lo è. L'infiammazione cronica di basso grado può portare a problemi di salute come obesità, diabete, artrite, demenza, malattie cardiache, ictus e cancro. Se non trattata, l'infiammazione cronica può diffondersi in tutto il corpo, causando dolore e aggravamento. Quando si tratta di salute nutrizionale, gli alimenti possono peggiorare il dolore cronico. Chiropratici e medici raccomandano una dieta antinfiammatoria per il dolore cronico.

Dieta chiropratica anti-infiammatoria

Dieta antinfiammatoria

Quando il corpo viene ferito, il sistema nervoso invia segnali al sistema immunitario per inviare sostanze chimiche e nuovi globuli rossi e bianchi necessari per la guarigione. Il sistema immunitario funziona correttamente quando combatte le infezioni attivandosi quando il corpo riconosce qualcosa di estraneo che entra nel sistema. Potrebbe trattarsi di polline delle piante, sostanze chimiche o microbi invasori. Gli studi dimostrano che le persone ottengono il 50 percento delle loro calorie da zucchero, farina bianca, olio vegetale e oli di semi industriali. Questi alimenti sono noti per aumentare l'infiammazione nel corpo. Mangiare cibi che attivano il sistema immunitario, come le farine bianche raffinate o lo zucchero, crea un'infiammazione che non si spegne perché le informazioni inviate segnalano costantemente una lesione che esacerba l'infiammazione e il dolore.

Alimenti che causano infiammazione

I seguenti alimenti dovrebbero essere evitati o limitati il ​​più possibile:

  • Bevande zuccherate e bibite gassate.
  • Margarina e lardo.
  • Glutine e pasta bianca.
  • Carboidrati raffinati in pane bianco e pasticceria.
  • Carne lavorata come salsicce e hot dog.
  • Carni rosse come bistecche e hamburger.
  • Cibi fritti ad alto contenuto di grassi trans, come patatine e patatine fritte.
  • Alcool eccessivo.

Alcuni di questi alimenti sono stati associati a malattie croniche che includono:

  • Diabete di tipo 2
  • Malattia del cuore
  • Artrite reumatoide
  • Morbo di Crohn
  • Psoriasi
  • Tutti sono legati a infiammazione cronica.

Possono contribuire all'aumento di peso in eccesso, un altro fattore di rischio per l'infiammazione.

Alimenti consigliati per una dieta antinfiammatoria

Gli alimenti che dovrebbero essere inclusi nella dieta per la riduzione dell'infiammazione includono:

  • Cioccolato fondente.
  • Vino rosso con moderazione.
  • Noci come noci e mandorle.
  • Frutta come mirtilli, arance, fragole e ciliegie.
  • Verdure a foglia verde come broccoli, cavoli e spinaci.
  • Pesce ricco di omega 3 come salmone, tonno, sardine e sgombro.
  • Olio d'oliva.
  • Tè verde.
  • È stato scoperto che il caffè contiene composti antinfiammatori che può fornire una certa protezione con moderazione poiché è ricco di caffeina.

Gli alimenti ricchi di antiossidanti naturali includono mele e mirtilli. Gli antiossidanti sono molecole reattive che possono ridurre il numero di radicali liberi nella dieta. Un radicale libero è una molecola che ha il potenziale di alterare e danneggiare le cellule del corpo. Le cellule danneggiate aumentano il rischio di sviluppo di malattie.

Sollievo dall'infiammazione chiropratica

La fisioterapia chiropratica rafforza il corpo rafforzando il sistema immunitario rimuovendo qualsiasi blocco. Ciò mantiene il flusso naturale di sangue e sostanze nutritive in tutto il corpo, aumentando le difese del sistema immunitario. Passare a una dieta anti-infiammatoria può aiutare a rafforzare il sistema immunitario, ma può essere un adattamento difficile. Discutere le opzioni disponibili per gestire il sollievo dal dolore e l'infiammazione.


Composizione corporea


I muscoli non sono solo per gli atleti

Molte persone pensano che il guadagno muscolare sia necessario solo per gli atleti. Non tutti vogliono essere muscolosi, ma tutti devono essere in grado di combattere la malattia da infezione/i. I muscoli sono costituiti principalmente da acqua e proteine. Le proteine ​​sono un macronutriente essenziale di cui il corpo ha bisogno per funzionare correttamente. Quando il corpo entra in uno stato di stress come quello di ammalarsi, il fabbisogno proteico del corpo aumenta improvvisamente fino a quattro volte la quantità normalmente richiesta. Se il corpo non ottiene le proteine ​​necessarie dal cibo, inizierà a prendere ciò di cui ha bisogno dai muscoli e inizierà a scomporli. Se i muscoli non sono sufficientemente sviluppati o sottosviluppati, il corpo si riduce nella sua capacità e forza di combattere le infezioni e aumenta le possibilità per quelle future.

Referenze

Haß, Ulrike et al. "Diete antinfiammatorie e stanchezza". Nutrienti vol. 11,10 2315. 30 set. 2019, doi:10.3390/nu11102315

Owczarek, Danuta et al. "Dieta e fattori nutrizionali nelle malattie infiammatorie intestinali". Rivista mondiale di gastroenterologia vol. 22,3 (2016): 895-905. doi:10.3748/wjg.v22.i3.895

Sears, Barry. "Diete antinfiammatorie". Giornale dell'American College of Nutrition vol. 34 Suppl 1 (2015): 14-21. doi:10.1080/07315724.2015.1080105

Chiropratica e salute della colonna vertebrale

Chiropratica e salute della colonna vertebrale

Chiropratica e salute spinale. La maggior parte delle persone cerca la cura chiropratica solo dopo un infortunio e quando si presenta dolore. Poiché l'assistenza medica tradizionale tende a concentrarsi sul trattamento di disturbi e malattie, gli individui sono abituati a cercare assistenza solo quando qualcosa è squilibrato. Per molti, la chiropratica è nota per la sua capacità di risolvere il dolore alla schiena e al collo, correggere i disallineamenti posturali, gestire condizioni acute o croniche e accelerare la guarigione delle lesioni. La chiropratica è diversa in quanto è uno strumento per aumentare il benessere generale e la vitalità quando non sono presenti lesioni o squilibri.

Chiropratica e salute della colonna vertebrale

Chiropratica e salute della colonna vertebrale

La chiropratica è un trattamento inestimabile che aumenta la linea di base della salute di un individuo:

  • Aumento delle prestazioni
  • Estendere la durata e la longevità
  • Miglioramento del comfort generale
  • Aumento dell'agilità nel corpo

La chiropratica aiuta a raggiungere questi risultati trasformativi migliorando la funzione di:

  • Sistema circolatorio
  • Sistema immunitario
  • Sistema respiratorio
  • Sistema muscolare
  • Sistema nervoso
  • Sistema scheletrico

Circolazione aumentata

Il sistema circolatorio comprende il cuore e le sue camere, arterie, vene, polmoni, lobi e capillari. Le strutture all'interno di questo sistema spostano sangue, sostanze nutritive e rifiuti in tutto il corpo. La qualità della salute e della vita dipende dal livello di funzionamento di questo sistema. Più i tessuti ricevono sangue pulito, sostanze nutritive e ossigeno migliori e più efficienti, meglio il corpo è in grado di utilizzare questi elementi costitutivi per ottenere qualsiasi funzione sia richiesta. Più lenti e sporchi sono questi elementi costitutivi, minore è la qualità della funzione. Il sistema nervoso è il sistema di comunicazione che include il cervello, il midollo spinale e i nervi che corrono in tutto il corpo. Tutto nel corpo e nel lavoro funziona come risultato di questo sistema di comunicazione.

Il sistema circolatorio si basa sulla comunicazione che attraversa il sistema nervoso, che è alloggiato nella colonna vertebrale. Se la colonna vertebrale è disallineata, si muove in modo improprio o subisce un infortunio, può interferire con la funzione della comunicazione. Una regolare cura chiropratica aumenta i livelli di salute del sistema nervoso mantenendo la colonna vertebrale il più sana e flessibile possibile. I muscoli sono mantenuti sciolti, il che favorisce il flusso sanguigno e il flusso e il movimento dei rifiuti nel sistema linfatico. Gli individui che ricevono adeguamenti regolari segnalano:

  • Percezione migliorata delle sensazioni nelle loro estremità.
  • Mani e piedi più caldi.
  • Migliore risposta cognitiva e chiarezza.
  • Diminuire o eliminare formicolio e intorpidimento.
  • Mantenere la giusta gamma di movimento della colonna vertebrale facilita anche una migliore funzione e movimento di tutto il corpo.

Miglioramento della risposta immunitaria

La chiropratica regolare migliora le risposte immunitarie che portano a una migliore risposta contro gli invasori stranieri e le malattie, meno casi di malattia, esaurimento, affaticamento e infiammazione. Quando viene fornito un intervento chiropratico e spinale esperto, aiuta a riallineare ossa e articolazioni, alleviare la tensione muscolare e ripristinare la funzione nervosa. Il corpo sperimenta immediatamente una diminuzione dello stress, la sottoregolazione degli ormoni dello stress e delle sostanze chimiche nel corpo porta a una riduzione dell'infiammazione.

Maggiore mobilità e flessibilità

La chiropratica aiuta a migliorare la mobilità fisica e la flessibilità del sistema muscolare e scheletrico. Ciò si ottiene attraverso la manipolazione manuale per ripristinare la postura ideale e ottenere una struttura scheletrica equilibrata. La manipolazione manuale viene utilizzata anche per ammorbidire e rilassare i muscoli tesi che hanno sviluppato anomalie per compensare una postura scorretta. Quando la struttura scheletrica, gli squilibri muscolari e lo sforzo vengono corretti, il risultato è una migliore mobilità e flessibilità.

I sintomi del dolore sono diminuiti

Il dolore ha origine dal sistema nervoso, muscolare e scheletrico. La chiropratica può aiutare con mal di schiena, dolore al collo, dolore alla spalla, emicrania, dolore ai nervi e sciatico e altre condizioni e forme di disagio. L'origine del dolore può includere:

  • Squilibrio posturale
  • Tensione muscolare
  • Danni da incidenti o lesioni
  • Degenerazione spinale

Chiropratica e assistenza sanitaria spinale aiuta a lenire e disinfiammare le aree comprese, consentendo ai sistemi curativi naturali di intervenire e promuovere la riduzione a lungo termine del disagio e del dolore.

Le attività di piegamento, in piedi e seduti migliorano

Per molte persone, piegarsi, stare in piedi e sedersi sono movimenti normali in cui si impegnano ogni giorno. Questo può far parte dell'occupazione lavorativa, della scuola, delle faccende domestiche, ecc. e per molti questi movimenti e posizioni possono diventare dolorosi per lunghi periodi di tempo e quando sono ripetitivi. Un regolare trattamento chiropratico e di salute della colonna vertebrale può ripristinare la postura ottimale nel corpo, lenire i muscoli tesi e tesi e risolvere il flusso di energia nervosa interrotto che spesso porta a dolore ai nervi come la sciatica.


Composizione corporea


Ipertensione in gravidanza

L'ipertensione in gravidanza rientra in una delle tre categorie. Può variare da benigno e facilmente controllabile a grave con maggiori rischi medici. Ciò rende il monitoraggio della pressione sanguigna importante per i rischi per la salute individuale. I rischi per l'ipertensione in gravidanza includono:

  • Consegna anticipata
  • Diminuzione dell'ossigeno alla placenta
  • Potenziale malattia cardiaca

I principali tipi di ipertensione in gravidanza.

Ipertensione cronica

Ipertensione cronica è una condizione preesistente nota prima della gravidanza.

  • Gli individui che sono a conoscenza dell'elevata pressione sanguigna prima di rimanere incinta, un medico diagnosticherà l'individuo con ipertensione cronica.
  • Un medico userà criteri diagnostici per determinare se è presente ipertensione cronica prima di rimanere incinta.

Ipertensione gestazionale

Ipertensione gestazionale si sviluppa durante la gravidanza.

  • L'ipertensione gestazionale non è prevenibile e in genere ritorna a livelli normali dopo il parto.
  • Tuttavia, l'aumento del rischio per lo sviluppo successivo di ipertensione cronica è maggiore se si presenta ipertensione gestazionale.
  • Secondo Mayo Clinic, l'ipertensione gestazionale viene diagnosticata in base ai seguenti criteri:
  1. Almeno 20 settimane di gestazione
  2. La pressione sanguigna è maggiore di 140/90 in due occasioni
  3. Deve essere documentato a più di quattro ore di distanza
  4. Non sono presenti altri danni d'organo

preeclampsia

preeclampsia è il più grave.

La preeclampsia si sviluppa dopo 20 settimane di gravidanza ed è associato a un forte aumento dei livelli di pressione sanguigna. I sintomi notevoli includono:

  • Gonfiore improvviso di liquidi
  • Mal di testa cronici
  • Cambiamenti nella visione
  • Nausea
  • vomito
  • Aumento di peso
Referenze

Brown, Richard A. "Salute spinale: la spina dorsale dell'identità della chiropratica". Giornale di studi umanistici chiropratici vol. 23,1 22-28. 8 settembre 2016, doi:10.1016/j.echu.2016.07.002

Bussières, André E et al. "Terapia manipolativa spinale e altri trattamenti conservativi per la lombalgia: una linea guida dalla Canadian Chiropractic Guideline Initiative". Giornale di terapie manipolative e fisiologiche vol. 41,4 (2018): 265-293. doi:10.1016/j.jmpt.2017.12.004

Maher, Jennifer L et al. "Rischi legati all'esercizio e alla salute del decondizionamento fisico dopo una lesione del midollo spinale". Argomenti nella riabilitazione delle lesioni del midollo spinale vol. 23,3 (2017): 175-187. doi:10.1310/sci2303-175

Meeker, William C e Scott Haldeman. "Chiropratica: una professione al crocevia tra medicina tradizionale e alternativa". Annali di medicina interna vol. 136,3 (2002): 216-27. doi:10.7326/0003-4819-136-3-200202050-00010

Mal di testa e trattamento

Mal di testa e trattamento

Mal di testa e trattamento: Il mal di testa può variare da dolori lievi e sordo a forti dolori lancinanti. Possono essere episodici e cronici. I mal di testa da tensione sono i più comuni che si presentano con dolore intorno alla testa, al cuoio capelluto o al collo. Le emicranie sono spesso croniche, con il dolore che dura da poche ore a pochi giorni. La posizione del mal di testa e il tipo di dolore sperimentato possono indicare il tipo di mal di testa. Le fonti di mal di testa includono, ma non sono limitate a:

  • Alcuni tipi di alimenti
  • Suoni
  • Rumore eccessivo
  • Luci brillanti
  • Cambiamenti nella glicemia
  • Troppo esercizio fisico

Mal di testa e trattamento

Il sollievo dal mal di testa può derivare da farmaci da banco, farmaci da prescrizione, riposo e impacchi di ghiaccio/caldo sulla fronte o sul collo. La ricerca mostra che le persone che soffrono di mal di testa cronico ed emicrania beneficiano maggiormente della chiropratica a lungo termine rispetto alla sola terapia farmacologica. I medici in chiropratica offrono un sollievo sicuro, efficace e a lungo termine. Questo perché la maggior parte dei mal di testa ha uno schema spinale, muscolare o ripetuto, che i chiropratici sono stati addestrati a identificare e trattare.

Mal di testa da tensione e trattamento

Tensione Il mal di testa di solito peggiora nel pomeriggio e alla sera e spesso è correlato al lavoro, alla scuola e allo stress. Il dolore si avverte solitamente su entrambi i lati della fronte e/o nella parte superiore del collo. Questi mal di testa possono durare per lunghi periodi e possono essere scatenati da qualcosa di semplice come un viaggio in aereo. Il mal di testa da tensione è causato dalla tensione e dai punti trigger all'interno dei muscoli che si contraggono costantemente e non si rilassano. Gli aggiustamenti chiropratici e le tecniche di rilascio muscolare si sono dimostrati molto efficaci.

Mal di testa e trattamento dell'emicrania

Le emicranie sono suddivise in due categorie:

A aura di emicrania di solito viene prima dell'inizio di un'emicrania e consiste in:

  • Visualizzazione di una strana luce
  • Odori strani
  • Pensieri o esperienze confuse

Le emicranie sono più comuni nelle donne, ma si verificano negli uomini. Le cose che possono scatenare l'emicrania includono ma non sono limitate a:

  • Farmaci
  • Certi cibi
  • Esposizione ambientale
  • Abitudini del sonno

Si consiglia di tenere un diario del mal di testa per:

  • Conta tutti i cibi mangiati
  • Abitudini del sonno
  • Bere modelli
  • Farmaci
  • Esercizio fisico
  • Scenari di stress
  • Frequenza, durata, aree di dolore e disagio del mal di testa.

La ricerca ha mostrato risultati positivi dalla manipolazione chiropratica applicata a individui che soffrono di emicrania. Oltre agli aggiustamenti chiropratici, anche la nutrizione e l'integrazione hanno mostrato effetti positivi ea lungo termine.

Mal di testa e trattamento chiropratico

Lo stress può manifestarsi in molti modi che portano a mal di testa. Gli aggiustamenti chiropratici possono migliorare il dolore al collo acuto e cronico, riducendo il numero di mal di testa, che si tratti di emicranie, mal di testa da tensione o di altro tipo. chiropratici regolare l'allineamento della colonna vertebrale per migliorare la funzione e alleviare lo stress sul sistema nervoso utilizzando una metodologia mirata. Ciò consente al corpo di funzionare correttamente e riduce lo stress e la tensione. Un chiropratico consiglierà anche postura, allungamenti, esercizi e tecniche di rilassamento.

Regolazioni dello stile di vita

Capire come lo stile di vita influisce sulla gravità e sulla frequenza può essere una parte importante del successo prevenzione del mal di testa. Le regolazioni specifiche possono includere:

  • Mantenere modelli di sonno regolari.
  • Vai a dormire e svegliati alla stessa ora ogni giorno.
  • Esercitare regolarmente.
  • Esercizi di aerobica per almeno 30 minuti tre volte a settimana.
  • Mangia regolarmente pasti sani.
  • Non saltare i pasti.
  • Limita lo stress evitando i conflitti e risolvendo le controversie con calma.
  • Fai pause dallo stress quotidiano.
  • Non esagerare con i farmaci antidolorifici, poiché un uso eccessivo può peggiorare il mal di testa.

Composizione corporea


Apparato respiratorio

Il sistema respiratorio si riferisce agli organi del corpo coinvolti nella respirazione, nell'inalazione dell'ossigeno e nell'espirazione dell'anidride carbonica. Questi includono:

  • Naso cavità nasale
  • Gola – faringe
  • Voicebox – laringe
  • Trachea – trachea
  • Polmoni

Il sistema respiratorio è fondamentale perché fornisce ossigeno a tutti gli organi del corpo, supportando le funzioni di sostegno alla vita. Se l'apporto di ossigeno è insufficiente, la produzione di energia necessaria per la funzione degli organi viene compromessa, portando a una cattiva salute generale. L'apparato respiratorio si divide nelle vie respiratorie superiori e inferiori:

  • Il tratto respiratorio superiore comprende naso, cavità nasale, bocca, gola e laringe.
  • Il tratto respiratorio inferiore è costituito dalla trachea, dai polmoni e da tutte le sezioni del albero bronchiale.
  • Quando si respira, i peli/ciglia nel naso e nella trachea impediscono ai batteri e alle sostanze estranee di entrare nel corpo.
  • Occasionalmente, gli agenti patogeni superano le ciglia ed entrano nel corpo, causando malattie.
  • Questo è quando il sistema immunitario va a lavorare neutralizzando eventuali agenti patogeni invasori.
Referenze

Bryans, Roland et al. "Linee guida basate sull'evidenza per il trattamento chiropratico degli adulti con cefalea". Journal of manipolative e terapie fisiologiche vol. 34,5 (2011): 274-89. doi:10.1016/j.jmpt.2011.04.008

Chaibi, A et al. "Terapia manipolativa spinale chiropratica per l'emicrania: uno studio controllato randomizzato a tre braccia, in singolo cieco, placebo". Rivista europea di neurologia vol. 24,1 (2017): 143-153. doi:10.1111/ene.13166

Côté, Pierre et al. "Gestione non farmacologica del mal di testa persistente associato al dolore al collo: una linea guida di pratica clinica dalla collaborazione OPTIMa (Protocollo dell'Ontario per la gestione delle lesioni da traffico)". Rivista europea del dolore (Londra, Inghilterra) vol. 23,6 (2019): 1051-1070. doi:10.1002/ejp.1374

Daghlas, Iyas et al. "Disturbi del sonno abituale ed emicrania: uno studio di randomizzazione mendeliana". Annali di neurologia clinica e traslazionale vol. 7,12 (2020): 2370-2380. doi:10.1002/acn3.51228

Iwasaki, Akiko et al. "Difese immunitarie locali precoci nel tratto respiratorio". Recensioni di natura. Immunologia vol. 17,1 (2017): 7-20. doi:10.1038/nri.2016.117

Instabilità della caviglia

Instabilità della caviglia

Le caviglie svolgono un ruolo essenziale nella funzione totale del corpo. Funzionano come un sistema complesso all'interno dei piedi per sostenere il peso del corpo e supportare il movimento. Qualsiasi squilibrio può causare instabilità della caviglia che può causare lo squilibrio di altre aree del corpo. Questo è più spesso causato da un infortunio, come una distorsione alla caviglia. Se non adeguatamente affrontato, può portare a instabilità cronica e problemi di salute a lungo termine in tutto il sistema muscolo-scheletrico. Il trattamento chiropratico può riabilitare le lesioni alla caviglia, rafforzare i muscoli per prevenire l'instabilità.

Instabilità della caviglia

Instabilità della caviglia

L'intero corpo è un sistema esteso, complicato e interconnesso. Ogni parte influenza la successiva mentre gli individui svolgono le loro routine quotidiane. Gli squilibri possono verificarsi nella colonna vertebrale, nei fianchi, nelle gambe e nelle ginocchia, portando a zoppia, dolore alla caviglia o lesioni. Le cause più comuni di instabilità della caviglia includono:

  • Scarsa meccanica del piede o della caviglia
  • Squilibri del ginocchio o dell'anca
  • Distorsioni della caviglia
  • Sforzo muscolare
  • tendinite
  • Artrite
  • fratture
  • Infiammazione cronica da malattia o infortunio.

Trovare gli squilibri

Capire dove si trovano gli squilibri e affrontarli sistematicamente è la linea d'azione raccomandata. Se è presente una lesione alla caviglia, è necessario affrontare i sintomi e la disfunzione locali. Tuttavia, è importante valutare altre aree del corpo per garantire che vengano affrontate anche altre disfunzioni. In questo modo si evitano lesioni, aggravamenti e altri problemi non necessari.

Chiropratica

Una o più opzioni di trattamento verranno utilizzate per un corretto recupero quando si tratta di instabilità della caviglia.

  • Regolazioni articolari della parte inferiore del corpo e della colonna vertebrale per supportare la circolazione nervosa e sanguigna.
  • Bendaggi compressivi per piedi e caviglie.
  • Ultrasuoni.
  • Stimolazione elettrica
  • Massaggio terapeutico dei tessuti lesi e doloranti.
  • Raccomandazioni per la modifica dell'attività per prevenire inutili aggravamenti e aumentare la stabilità.
  • Esercizio fisico e stretching.
  • Coaching per la salute su una dieta antinfiammatoria e alimenti per favorire il recupero.

Chiropratica è raccomandato per determinare eventuali squilibri del corpo che devono essere affrontati con cure di alta qualità basate sulla ricerca e possono accelerare il processo di recupero.


Composizione corporea


Indumenti e calze a compressione

Questi sono stati usati solo per il trattamento di individui con problemi circolatori, ma ora sono disponibili al pubblico. Il recupero consiste nel dare al corpo la possibilità di rilassarsi, recuperare e riprendersi dal gonfiore, con l'obiettivo di riprendere l'attività fisica. Gli indumenti a compressione sono disponibili in camicie, pantaloni, maniche e calzini. Gli indumenti e le calze vengono utilizzati per tempi di recupero più rapidi, migliore circolazione e apporto di ossigeno ai muscoli e per ridurre accumulo di acido lattico.

Referenze

Angoscia, Ben e Michelle A Sandrey. "Due programmi di allenamento per l'equilibrio di 4 settimane per l'instabilità cronica della caviglia". Rivista di preparazione atletica vol. 53,7 (2018): 662-671. doi:10.4085/1062-6050-555-16

Czajka, Cory M et al. "Distorsione alla caviglia e instabilità". Le cliniche mediche del Nord America vol. 98,2 (2014): 313-29. doi:10.1016/j.mcna.2013.11.003

Gribble, Phillip A. "Valutazione e differenziazione dell'instabilità della caviglia". Rivista di preparazione atletica vol. 54,6 (2019): 617-627. doi:10.4085/1062-6050-484-17

Lubbe, Danella et al. "Terapia manipolativa e riabilitazione per distorsione alla caviglia ricorrente con instabilità funzionale: uno studio randomizzato a breve termine, valutatore cieco, a gruppi paralleli". Journal of manipolative e terapie fisiologiche vol. 38,1 (2015): 22-34. doi:10.1016/j.jmpt.2014.10.001

Cinestesia: posizionamento del senso del corpo

Cinestesia: posizionamento del senso del corpo

La cinestesia è la capacità del corpo di percepire il movimento, la posizione, l'azione e la posizione, nota anche come propriocezione. Un esempio è quando si sposta il braccio, il cervello e il corpo sono consapevoli che il braccio si è mosso. Quando si ha a che fare con il mal di schiena cronico, gli individui non sono in grado di funzionare normalmente con i normali movimenti quotidiani causando disagio.

Il mal di schiena cronico può far sentire un individuo come un estraneo nel proprio corpo, alterandone la percezione. La tensione si sviluppa in tutto il corpo a causa del dolore, causando rigidità e adattamenti posizionali non familiari, scomodi e malsani per il sistema muscolo-scheletrico. Questi cambiamenti di posizionamento del corpo continuano mentre l'individuo non è consapevole di ciò che sta facendo, causando ulteriori sforzi e lesioni.

Cinestesia: posizionamento del senso del corpo

Kinestesia

La cinestesia è essenziale per la coordinazione, l'equilibrio e la postura in generale, purché i movimenti siano eseguiti correttamente con la forma corretta. Il mal di schiena cronico può influenzare la cinestesia in modo diverso. Gli individui possono giudicare male e stimare che la capacità del loro corpo di sollevare, trasportare o aprire qualcosa sia più complicata o più facile di quanto non sia. Questo può superare le tolleranze del corpo, causando:

  • Tensioni
  • distorsioni
  • Ferite gravi

Una volta che la schiena inizia a ferire, questo fa sì che il senso di cinestesia dell'individuo compensi il dolore. Di conseguenza, gli individui possono tentare consapevolmente o inconsapevolmente di eseguire movimenti e posizioni scoordinati e scomodi, peggiorando le cose.

Controllo del motore

Il controllo motorio è la capacità di controllare il movimento. Quando avvertono mal di schiena, gli individui regolano il loro controllo motorio per evitare movimenti specifici che causano mal di schiena. Gli adattamenti del controllo motorio e la cinestesia coinvolgono il posizionamento del corpo e una maggiore reattività agli stimoli, come gli spasmi muscolari. Anche il mal di schiena moderato può causare risposte imbarazzanti e pericolose, inducendo gli individui a compensare eccessivamente oa diventare troppo cauti, peggiorando o creando nuove lesioni nel processo. Il corpo sta eseguendo movimenti che non seguono la forma corretta, anche se un individuo pensa di proteggersi.

Costruire una sana propriocezione

Una strategia consigliata per costruire la cinestesia a beneficio della schiena e del resto del corpo è lo yoga. Lo yoga aiuta a costruire la consapevolezza sensoriale corporea. Allena il corpo inviando segnali significativi da muscoli, articolazioni e tendini ai centri propriocettivi nel cervello. Questo accade immediatamente e aumenta nel tempo.

Yoga pone

Creare una consapevolezza positiva dei movimenti del corpo aiuterà ad alleviare il mal di schiena mentre il corpo impara a sentire, comprendere e controllare i muscoli. Ecco alcune pose per aiutare, insieme a collegamenti video.

Posa reclinabile mano-alluce

  • Sdraiati con la schiena piatta sul pavimento.
  • Afferra l'alluce, il piede o la caviglia con entrambe le mani, oppure usa una cinghia da yoga o un asciugamano se non riesci a raggiungere le dita dei piedi.
  • Mantieni la posa il più a lungo possibile mentre sei a tuo agio.
  • Ripeti i passaggi due e tre sull'altro lato.
  • Eseguire due volte al giorno.
  • Questa posa allunga i muscoli lombari, previene gli spasmi e allevia il dolore.
  • Evita questa posa se hai un'ernia del disco o retrolistesi.

Posa del ponte

  • Sdraiati sul pavimento con le ginocchia piegate.
  • Braccia piegate sul pavimento.
  • Premere sui gomiti e sui piedi per sollevare il busto dal pavimento.
  • Tieni premuto e ripeti da 4 a 5 volte
  • Eseguire quotidianamente per alleviare l'ernia del disco, la retrolistesi e il dolore da frattura vertebrale.
  • Evita questa posizione se hai a che fare con la stenosi spinale, anterolistesi, sindrome delle faccette o spasmo del quadrato dei lombi.

Posa del signore dei pesci

Consapevolezza del corpo è fondamentale, ma se un individuo si muove in un modo non naturale per il corpo, può causare lesioni. La cinestesia e una postura sana possono aiutare a evitare il mal di schiena e altri problemi di salute. Un chiropratico professionista può alleviare il mal di schiena, educare alla forma corretta e consigliare tratti ed esercizi specifici per rafforzare il corpo per prevenire lesioni.


Composizione corporea


Magnesio

Il magnesio supporta un sistema immunitario sano. Aiuta a mantenere:

  • Struttura ossea sana
  • Funzione muscolare
  • Livelli di insulina

Il magnesio aiuta il corpo con Energia ATP metabolismo e agisce come un calcio-bloccante. Questo riduce i crampi e aiuta il rilassamento muscolare dopo l'attività fisica/esercizio. Il magnesio è essenziale nelle reazioni biochimiche nel corpo. Una leggera carenza può comportare un aumento del rischio di malattie cardiovascolari e un maggior rischio di insulino-resistenza. Molti gli alimenti ricchi di magnesio sono ricchi di fibre, piace:

  • Foglia di colore verde scuro
  • Noccioline, arachidi, ecc.
  • Legumi
  • I cereali integrali

Gli studi hanno dimostrato che il consumo di una dieta ricca di magnesio fornisce anche un maggiore apporto di fibre alimentari. La fibra alimentare aiuta in:

  • Digestione
  • Aiuta a controllare il peso
  • Riduce il colesterolo
  • Stabilizza la glicemia

Le migliori fonti di magnesio includono:

  • Spinaci, bietole e cime di rapa
  • Mandorle e anacardi
  • Semi di lino, zucca e chia
  • Cacao

Referenze

Meier, Michael Lukas et al. "Lombalgia: il potenziale contributo del controllo motorio sopraspinale e della propriocezione". The Neuroscientist: una rivista di revisione che porta neurobiologia, neurologia e psichiatria vol. 25,6 (2019): 583-596. doi:10.1177/1073858418809074

Tong, Matthew Hoyan et al. “Esiste una relazione tra propriocezione lombare e lombalgia? Una revisione sistematica con meta-analisi.” Archivi di medicina fisica e riabilitazione vol. 98,1 (2017): 120-136.e2. doi:10.1016/j.apmr.2016.05.016

Wang, Jinsong, et al. "L'assunzione di magnesio nella dieta migliora la resistenza all'insulina tra gli individui non diabetici con sindrome metabolica che partecipano a una sperimentazione dietetica". Nutrienti vol. 5,10 3910-9. 27 settembre 2013, doi:10.3390/nu5103910