ClickCease
+ 1-915-850-0900 spinedoctors@gmail.com
Seleziona Pagina
Frattura da compressione

Frattura da compressione

A volte il le ossa o le vertebre della colonna vertebrale possono rompersi e crollare sotto il loro peso. Questo è noto come frattura da compressione, frattura da compressione vertebrale o VCF. Ci sono quasi 1 milione di fratture da compressione ogni anno, di solito perché le ossa si indeboliscono e si rompono sotto il peso delle vertebre sopra di esse. Queste fratture possono causare debolezza spinale che influisce sulla postura e sulla capacità di stare in piedi. Sono spesso la causa per cui gli individui si curvano, chiamati anche cifosi.

Frattura da compressione

Frattura da compressione

Le fratture da compressione sono piccole rotture o crepe nelle vertebre. Le rotture si verificano nel corpo vertebrale, la parte spessa e arrotondata sulla parte anteriore di ciascuna vertebra. Queste fratture causano l'indebolimento e il collasso della colonna vertebrale. Con il tempo, queste fratture influenzano la postura quando la colonna vertebrale si curva in avanti. Le fratture si trovano spesso nella colonna vertebrale medio/toracica nell'area inferiore. Spesso derivano dall'osteoporosi ma possono verificarsi anche dopo un trauma come un incidente automobilistico, lavoro, infortunio sportivo o un tumore alla colonna vertebrale.

Sintomi

I sintomi della frattura da compressione vanno da lievi a gravi o assenti. Molte persone possono stare in piedi o camminare senza dolore. Vengono spesso scoperti quando i raggi X vengono presi per un'altra condizione. I sintomi includono:

  • Il mal di schiena può manifestarsi all'improvviso e durare per un tempo significativo, spesso diagnosticato come mal di schiena cronico.
  • Di solito si sviluppa tra le spalle e la parte bassa della schiena.
  • Il dolore e il disagio diminuiscono quando si è sdraiati e peggiorano quando si sta in piedi o si cammina.
  • Diminuzione della mobilità o flessibilità della colonna vertebrale. Gli individui non sono in grado di piegarsi o piegarsi.
  • Aspetto curvo, noto come gobba o gobbo della vedova.
  • Perdita di altezza dalla compressione delle vertebre e dalla curvatura della colonna vertebrale.
  • Nervi pizzicati
  • Il danno ai nervi può causare formicolio, intorpidimento e difficoltà a camminare.
  • Perdita del controllo della vescica o dell'intestino con fratture gravi non trattate.

Individui a rischio

  • Gli individui che hanno avuto una frattura da compressione hanno maggiori probabilità di averne un'altra.
  • Le donne sopra i 50 anni hanno un rischio maggiore a causa dell'osteoporosi.
  • Con l'età, il rischio aumenta per uomini e donne.

Diagnosi

Un medico eseguirà un esame e chiederà informazioni sui sintomi. L'esame comprenderà:

  • Controllo dell'allineamento spinale.
  • Analisi posturale.
  • Palpa delicatamente diverse aree della schiena per identificare la fonte del dolore.
  • Esaminare i segni di danni ai nervi che includono intorpidimento, formicolio o debolezza muscolare.

Un medico ordinerà studi di imaging per esaminare la spina dorsale, i muscoli e i tessuti molli. Gli studi di imaging includono:

  • Scansione TC, raggi X o risonanza magnetica della colonna vertebrale.
  • Scansione DEXA è un tipo di radiografia che misura la densità ossea della perdita ossea.
  • A mielogramma è una procedura utilizzata insieme agli studi di imaging. Un colorante di contrasto viene iniettato nel dorso prima della scansione, rendendo le immagini più facili da vedere.
  • A scintigrafia ossea trifase è uno studio di imaging che prende tre serie di immagini.

Trattamento

Il trattamento delle fratture da compressione si concentra sull'alleviare il dolore, sulla stabilizzazione delle vertebre e sulla prevenzione continua delle fratture. Il trattamento dipende dalla gravità della frattura e dalla salute generale dell'individuo. Il trattamento può includere:

Medicazione del dolore

  • Un medico può raccomandare farmaci antinfiammatori non steroidei da banco.
  • Un medico può prescrivere rilassanti muscolari o prescrizione di farmaci.
  • Seguire attentamente le istruzioni durante l'assunzione di farmaci.

Parentesi graffa posteriore

  • Un tipo speciale di rinforzo posteriore aiuta a sostenere le vertebre.
  • Il tutore può anche alleviare il dolore riducendo il movimento della colonna vertebrale.

Farmaci rinforzanti

Vertebroplastica o Cifoplastica

  • Questa procedura minimamente invasiva allevia il dolore, stabilizza le ossa e migliora la mobilità.
  • Durante vertebroplastica, il medico inserisce un ago nella vertebra e inietta cemento osseo.
  • Durante cifoplastica, il medico inserisce un dispositivo gonfiabile che riempiono di cemento.
  • Entrambe sono procedure ambulatoriali che consentono all'individuo di tornare a casa lo stesso giorno.

Gli individui di età superiore ai 65 anni o che hanno l'osteoporosi o una storia di cancro sono invitati a consultare il proprio medico. Agli individui che presentano un mal di schiena improvviso che non migliora dopo un giorno o due si consiglia di consultare un medico e valutare il mal di schiena in modo che il medico possa determinare la causa e sviluppare un piano di trattamento.


Composizione corporea


Vitamina D per costruire muscoli

La massa muscolare scheletrica diminuisce con l'invecchiamento del corpo, principalmente a causa della ridotta attività fisica. È stato segnalato che la vitamina D influenza la qualità muscolare. Questo potrebbe essere utile per gli adulti che invecchiano. La perdita muscolare diminuisce le prestazioni funzionali nelle attività che richiedono forza e coordinazione. Quando questa perdita di massa muscolare diventa significativa, diventa una condizione nota come sarcopenia. I trattamenti includono:

  • Dieta sana
  • Esercitare
  • Integrazione di vitamina D
  • Tutti sono stati trovati per rallentare la perdita muscolare e aiutare a ritrovare massa e forza muscolare.
  • La supplementazione di vitamina D è efficace, specialmente negli anziani i cui livelli ematici sono bassi.
Referenze

Accademia americana dei chirurghi ortopedici. Osteoporosi e fratture spinali. (orthoinfo.aaos.org/en/diseases–condizioni/osteoporosi-e-fratture-spinali/) Accesso il 10/25/2021.

Associazione americana dei chirurghi neurologici. Fratture da compressione vertebrale. (www.aans.org/en/Patients/Neurosurgical-Conditions-and-Treatments/Vertebral-Compression-Fractures) Accesso il 10/25/2021.

Bischoff-Ferrari, HA et al. "L'espressione del recettore della vitamina D nel tessuto muscolare umano diminuisce con l'età". Giornale di ricerca sulle ossa e sui minerali: la rivista ufficiale dell'American Society for Bone and Mineral Research vol. 19,2 (2004): 265-9. doi:10.1359/jbmr.2004.19.2.265

Donnally III CJ, DiPompeo CM, Varacallo M. Fratture da compressione vertebrale. [Aggiornato 2021 novembre 21]. In: StatPearls [Internet]. Treasure Island (FL): StatPearls Publishing; 2022 gennaio-. Disponibile dal: www.ncbi.nlm.nih.gov/books/NBK448171/

Hassan-Smith, Zaki K et al. "25-idrossivitamina D3 e 1,25-diidrossivitamina D3 esercitano effetti distinti sulla funzione del muscolo scheletrico umano e sull'espressione genica". PloS uno vol. 12,2 e0170665. 15 feb. 2017, doi:10.1371/journal.pone.0170665

McCarthy, Jason e Amy Davis. "Diagnosi e gestione delle fratture da compressione vertebrale". medico di famiglia americano vol. 94,1 (2016): 44-50.