ClickCease
+ 1-915-850-0900 spinedoctors@gmail.com
Seleziona Pagina
Atleti Chiropratici Sportivi

Atleti Chiropratici Sportivi

Atleti di chiropratica sportiva: Un chiropratico sportivo è uno specialista che lavora con gli atleti per migliorare le loro prestazioni. Questi medici sono specializzati nella valutazione e nel trattamento degli infortuni sportivi. Il trattamento previene anche danni/lesioni future fornendo un programma personalizzato di riabilitazione, rafforzamento, flessibilità e mobilità, che include:

  • Prescrizione dell'esercizio
  • Raccomandazioni ergonomiche
  • Coaching/consulenza sanitaria
  • Massaggio terapeutico sportivo

La chiropratica sportiva si occupa della prevenzione, della diagnosi e del trattamento di lesioni a base di atleti di sport a muscoli, tendini, legamenti e articolazioni. I chiropratici sportivi hanno una formazione approfondita nella valutazione dei problemi muscolo-scheletrici legati all'uso eccessivo della partecipazione sportiva. La diagnosi si acquisisce attraverso:

Atleti Chiropratici Sportivi

Atleti Chiropratici Sportivi

I chiropratici sono maestri del corpo umano e addestrati all'uso di strumenti diagnostici avanzati. Un chiropratico sportivo valuta gli individui di tutti i livelli di sport e fitness, tra cui:

  • Atleti – professionisti o ricreativi
  • Guerrieri del fine settimana
  • Personale militare

L'obiettivo è identificare i problemi muscolo-scheletrici legati all'attività sportiva o all'abuso, alleviare il dolore, riabilitare e rafforzare per prevenire futuri infortuni. Possono diagnosticare e trattare lesioni legate allo sport da comuni lesioni da uso eccessivo come:

  • Dolore all'anca dovuto alla corsa frequente sul marciapiede.
  • Dolore alla spalla causato da danni causati da continui lanci o colpi sopra la testa.
  • Problemi alla zona lombare e alle gambe dovute a torsioni, piegamenti, salti e allungamenti.

Equilibrio

Gli atleti hanno bisogno di un sano equilibrio tra resistenza, forza e struttura. Attraverso l'allenamento biomeccanico, la chiropratica sportiva ripristina il naturale equilibrio e il corretto funzionamento del corpo. L'obiettivo è quello di coinvolgere nuovamente l'atleta e proteggerlo da ulteriori infortuni e giocare senza problemi o limitazioni. Gli atleti di chiropratica sportiva possono tornare in breve tempo da infortuni che includono:

  • ACL strappati
  • Distorsione MCL
  • Distorsione alla caviglia
  • Tendonite di Achille
  • Rottura della cuffia dei rotatori
  • Ceppi del quadricipite
  • Ceppi posteriori della coscia
  • Shin Splints
  • Ernia sportiva
  • Dolore Cervicale
  • Dolore alla schiena
  • spondilolistesi

Regime di prevenzione

Possono consigliare programmi di prevenzione per prevenire potenziali problemi prima che un atleta si faccia male. A chiropratico rileverà lo sviluppo di squilibri muscolari prima che si trasformino in una condizione cronica che può causare danni al resto del corpo. Ulteriori terapie includono:

  • Massaggio
  • Trattamenti caldo/freddo
  • Terapia ad ultrasuoni
  • Terapia laser di basso livello

Regolazioni, stretching, core training, massaggio sportivo terapeutico, coaching sanitario e consulenza nutrizionale rafforzeranno il corpo, consentendo di svolgere attività fisiche e sport a livelli ottimali.


Composizione corporea


Prestazioni sportive

Lavorare con gli atleti di chiropratica sportiva significa raggiungere un equilibrio di massa magra per mantenere le prestazioni sportive e ridurre il rischio di infortuni. Atleti, medici e allenatori monitorano i guadagni nel tempo per massimizzare le prestazioni e osservare i segni di potenziali lesioni. Un metodo di monitoraggio per potenziali lesioni è il Analisi ECW/TBW. Quando ci si allena e si fa sport, il corpo è sotto stress fisico. La giusta quantità di riposo e recupero è necessaria per consentire ai muscoli di recuperare e ricrescere. L'infiammazione si riflette nell'ECW/TBW monitorando i cambiamenti nel tempo. Un aumento costante può indicare un segno di sovrallenamento o recupero improprio. Il monitoraggio di questa progressione può avvisare medici e allenatori che un atleta ha bisogno di un allenamento meno intenso o di un recupero più lungo per ridurre il rischio di lesioni da sovrallenamento.

Referenze

Corcoran, Kelsey L et al. "Associazione tra uso chiropratico e ricezione di oppioidi tra i pazienti con dolore spinale: una revisione sistematica e una meta-analisi". Medicina del dolore (Malden, Mass.) vol. 21,2 (2020): e139-e145. doi:10.1093/pm/pnz219

Naqvi U, Sherman Al. Classificazione della forza muscolare. [Aggiornato 2021 settembre 2]. In: StatPearls [Internet]. Treasure Island (FL): StatPearls Publishing; 2022 gennaio-. Disponibile dal: www.ncbi.nlm.nih.gov/books/NBK436008/

Nelson, Luca et al. "Uno studio descrittivo di chiropratici sportivi con una qualifica di International Chiropractic Sports Science Practitioner: un'indagine trasversale." Chiropratica e terapie manuali vol. 29,1 51. 13 dic. 2021, doi:10.1186/s12998-021-00405-1

Williams, Sean et al. "Kinesio taping nel trattamento e nella prevenzione degli infortuni sportivi: una meta-analisi delle prove per la sua efficacia." Medicina dello sport (Auckland, NZ) vol. 42,2 (2012): 153-64. doi:10.2165/11594960-000000000-00000

Tensione muscolare del polpaccio e lesioni

Tensione muscolare del polpaccio e lesioni

Il dolore al polpaccio è comune nelle persone che trascorrono molto tempo in piedi, sia in piedi al lavoro, a scuola o durante l'allenamento di atleti. I muscoli del polpaccio assumono una quantità enorme di carico durante il giorno. Salire le scale, fare jogging, correre e fare escursioni aumenta la tensione sui muscoli. Nella maggior parte dei casi, il dolore al polpaccio deriva da una lesione da uso eccessivo dei muscoli del polpaccio. Calzature improprie può anche contribuire a problemi intorno al piede e alla caviglia che includono:

  • strettezza
  • Perdita di forza del piede
  • Diminuzione della mobilità

I polpacci corti o stretti possono portare a movimenti disfunzionali, sintomi di crampi, dolore cronico e rigidità. Una combinazione di trattamento chiropratico a rilascio attivo e terapia fisica può aiutare a eliminare rapidamente il dolore al polpaccio.

Tensione muscolare del polpaccio e lesioni

Anatomia

I polpacci sono costituiti da due muscoli, il gastrocnemio e il soleo.

  • Il gastroc ha origine appena sopra il ginocchio.
  • Il soleo è sotto il ginocchio.

Entrambi si inseriscono sul retro della caviglia mentre si uniscono per formare il Tendine di Achille. Il gastrocnemio è il muscolo di potenza utilizzato per movimenti esplosivi come il salto. Il muscolo soleo è prevalentemente un muscolo a contrazione lenta. Ciò significa che è molto attivo durante attività prolungate, come stare in piedi, camminare, fare esercizio e correre. Quando si tratta di problemi al polpaccio e alla caviglia, anche altri muscoli possono contribuire. Questi includono:

  • Il tibiale posteriore si trova in profondità nella porzione interna del polpaccio e svolge un ruolo nella funzione del piede e della caviglia.
  • Il tibiale posteriore è fortemente coinvolto con Sindrome da stress tibiale mediale o MTSS, chiamati anche stinchi.

Dolore muscolare al polpaccio

Più comunemente, il dolore al polpaccio è causato dall'uso eccessivo dei muscoli del polpaccio. Questo è spesso il risultato del costante martellamento dei piedi e della parte inferiore delle gambe dallo stare in piedi, camminare e lavorare. Nel tempo, i colpi ripetitivi possono causare piccoli strappi nei muscoli della parte inferiore delle gambe e dei polpacci. Se rilevato, si consiglia un riposo e un recupero precoci per consentire ai muscoli di rilassarsi, sciogliersi e guarire. Tuttavia, l'uso ripetuto può portare a lesioni più gravi senza un trattamento adeguato, come sindrome compartimentale. Alcuni tipi di dolore al polpaccio possono significare a emergenza medica che richiede un trattamento immediato.

Sindrome compartimentale

Un rivestimento duro e fibroso circonda il polpaccio chiamato fascia. Durante l'attività fisica o l'esercizio, il sangue scorre in questi muscoli, facendoli aumentare di dimensioni. Se la fascia non può allungarsi abbastanza quando questi muscoli si allargano, possono svilupparsi dolore e tensione. Questo è noto come sindrome cronica del compartimento posteriore. Il disagio in genere scompare quando l'attività si interrompe, ma è probabile che ritorni senza un trattamento adeguato.

Infortunio al polpaccio

Dolore, senso di oppressione e dolore si avvertono solitamente lungo la parte posteriore o all'interno della parte inferiore della gamba. I muscoli del polpaccio generalmente non sono dolorosi al tatto, ma possono essere doloranti quando viene applicata una pressione profonda. Dolore e senso di oppressione al polpaccio spesso si manifestano con un'attività fisica prolungata, si esercitano e scompaiono una volta interrotta l'attività. Se la lesione diventa cronica, la rigidità del polpaccio può presentarsi anche quando non è attivo, insieme a intorpidimento e/o formicolio nella parte inferiore della gamba o del piede.

Trattamento

Si raccomanda di non ignorare alcun disagio, dolore e rigidità ai polpacci. Un uso eccessivo continuato può portare alla formazione di tessuto cicatriziale e al potenziale dolore cronico senza cure adeguate. Rilascio attivo – ARTE, e la chiropratica trattano efficacemente questo tipo di lesione. L'ART rompe il tessuto cicatriziale, restituendo la normale funzione ai muscoli del polpaccio. E la chiropratica scioglie le articolazioni rigide di fianchi, caviglie e piedi che possono contribuire all'usura dei polpacci. Insieme possono rapidamente ed eliminare il dolore al polpaccio. Parte di un piano di trattamento include:

  • Manipolazione o mobilizzazione articolare
  • Mobilizzazione dei tessuti molli
  • Raccomandazioni nutrizionali
  • Esercizi basati sulla riabilitazione e si estende

Composizione corporea


Adattamenti metabolici

L'esercizio aerobico ha un impatto sostanziale sul sistema di produzione di energia dei muscoli del corpo e adattamento cardiovascolare. Il sangue fornisce ossigeno alle cellule muscolari per produrre energia che alimenta tutto l'esercizio svolto. L'esercizio aerobico si basa principalmente su produzione di energia ossidativa, che avviene all'interno delle cellule chiamate mitocondri. L'esercizio aerobico rompe anche le molecole di grasso per produrre energia, cosa che può avvenire solo all'interno dei mitocondri.

  • L'allenamento aerobico migliora la capacità delle cellule muscolari di bruciare i grassi generando più mitocondri e migliorando la loro funzionalità. Nello specifico, il corpo brucia più grasso del solito nelle ore successive ad ogni sessione di allenamento.
  • Con una qualità e una quantità più precise di macchinari per bruciare i grassi, l'allenamento aerobico può aumentare il tasso metabolico a riposo, con conseguente consumo di più calorie.
  • L'esercizio aerobico ad alta intensità aumenta anche il consumo di ossigeno in eccesso post-esercizio - EPOC, con conseguente aumento delle calorie bruciate oltre a quelle bruciate durante l'esercizio.
Referenze

Alfredson, H et al. "Allenamento dei muscoli del polpaccio eccentrico a carico pesante per il trattamento della tendinosi cronica di Achille." Il giornale americano di medicina dello sport vol. 26,3 (1998): 360-6. doi:10.1177/03635465980260030301

Brillante, Jacob Michael et al. "Diagnosi ecografica di lesioni al polpaccio". Salute sportiva vol. 9,4 (2017): 352-355. doi:10.1177/1941738117696019

Campbell, John T. "Lesione al polpaccio posteriore". Cliniche del piede e della caviglia vol. 14,4 (2009): 761-71. doi:10.1016/j.fcl.2009.07.005

Green, Brady e Tania Pizzari. "Lesioni da sforzo muscolare del polpaccio nello sport: una revisione sistematica dei fattori di rischio per le lesioni". Rivista britannica di medicina sportiva vol. 51,16 (2017): 1189-1194. doi:10.1136/bjsports-2016-097177