ClickCease
+ 1-915-850-0900 spinedoctors@gmail.com
Seleziona Pagina
Neurologia funzionale: bevande dietetiche associate a ictus e demenza

Neurologia funzionale: bevande dietetiche associate a ictus e demenza

Per le persone che amano bere bibite dietetiche, recenti studi di ricerca hanno scoperto che le bevande dietetiche possono aumentare il rischio di ictus e demenza. Sebbene le bevande dietetiche siano state precedentemente pubblicizzate come un'alternativa molto più sana e ipocalorica rispetto alle normali bevande gassate, uno sguardo più attento ai risultati di questi recenti studi di ricerca suggerisce in ultima analisi il contrario.

 

Uno studio di ricerca, composto da 2,888 partecipanti, di età pari o superiore a 45 anni, nel Framingham Heart Study, ha chiesto di compilare le voci di dieta fino a tre volte entro un periodo di sette anni. Secondo lo studio di ricerca, i partecipanti che hanno affermato di aver bevuto una bibita dietetica al giorno avevano circa il doppio delle probabilità di avere un ictus entro il prossimo decennio rispetto alle persone che non bevevano bibite dietetiche. Bere regolarmente bevande gassate zuccherate non sembra aumentare il rischio di ictus.

 

Tuttavia, questi tipi di studi di ricerca sono stati solo in grado di dimostrare un'associazione tra bevande dietetiche, ictus e demenza. "Inoltre, solo 97 persone (circa il 3%) hanno avuto ictus durante il follow-up, il che significa che solo due o anche tre di questi ictus possono essere associati al consumo di bibite dietetiche", ha affermato la dott.ssa Kathryn Rexrode, professore associato di medicina al Brigham and Women's Hospital, affiliato ad Harvard, che è coautore di uno studio di ricerca sull'assunzione di soda e sul rischio di ictus.

 

Rischio di ictus associato a bevande dietetiche

 

Lo studio di ricerca ha rilevato un lieve aumento del rischio di ictus nelle persone che bevevano più di una soda al giorno, indipendentemente dal fatto che contenesse o meno qualsiasi tipo di dolcificante artificiale. Sebbene lo studio di ricerca non abbia mostrato in particolare un aumento considerevole del rischio di ictus, ciò non suggerisce necessariamente che siano un'opzione migliore rispetto alle bibite dietetiche. Studi di ricerca hanno dimostrato che bere bevande gassate può portare ad aumento di peso, diabete, ipertensione, malattie cardiache e ictus ", ha affermato.

 

È un dato di fatto, i ricercatori ritengono che una possibile spiegazione del motivo per cui le normali bevande gassate zuccherate non fossero associate all'ictus nel recente studio di ricerca sia un fenomeno noto come bias di sopravvivenza. In questo caso, significherebbe che le persone che bevono molte bevande gassate potrebbero essere morte per problemi di salute come malattie cardiache.

 

Al contrario, le bevande dietetiche possono essere associate a un aumentato rischio di ictus a causa di una serie di problemi di salute noti come causalità inversa. Nel tentativo di essere più sani, le persone che sono in sovrappeso o hanno il diabete possono essere più inclini a scegliere bevande dietetiche rispetto a quelle normali. Il loro aumento del rischio di ictus può derivare dai loro problemi di salute piuttosto che dalla loro opzione di bere. "Alla fine potremmo misurare solo l'effetto residuo dell'aumento di peso, dell'obesità e del diabete", afferma il dottor Rexrode.

 

Dolcificanti e ictus artificiali

Sebbene i ricercatori necessitino di ulteriori prove per determinare perché i dolcificanti artificiali possono aumentare il rischio di ictus, ci sono altri motivi per cui questi dovrebbero essere evitati. Studi di ricerca dimostrano che i dolcificanti artificiali possono indurre le persone a desiderare pasti zuccherini e ipercalorici, riducendo quindi lo scopo del dolcificante artificiale di ridurre il consumo calorico totale.

 

Inoltre, molti ricercatori ritengono che le persone che usano questi dolcificanti artificiali, che possono essere molte volte più dolci dello zucchero, possano arrivare a trovare cibi naturalmente dolci, come la frutta, per essere meno appetibili e cibi meno dolci, come le verdure, per essere del tutto sgradevole. Inoltre, le persone potrebbero perdere i molti nutrienti presenti negli alimenti freschi e naturali.

 

"Incoraggio i miei pazienti a smettere di bere regolarmente bibite gassate e altre bevande gassate zuccherate per evitare calorie vuote", dice. "Tuttavia, se qualcuno dice che non può fare a meno della soda al mattino per svegliarsi, lo incoraggerò a passare alla soda dietetica." L'acqua è una scelta molto migliore, tuttavia. "Ci sono molti modi per renderlo più attraente, sia visivamente che dal punto di vista del gusto." Aggiunge. Prova ad aromatizzare l'acqua frizzante o piatta o aggiungi menta tritata, cetriolo o frutta congelata.

 

Rischio di demenza associato a bevande dietetiche

 

In un altro studio di ricerca, le persone che bevevano bibite dietetiche erano associate a un aumentato rischio di sviluppare demenza. "Lo studio di ricerca non può dimostrare una connessione tra abitudini di consumo di alcol e problemi di salute, tuttavia, suggerisce fortemente un'associazione", ha affermato il dott. Matthew Pase, collega di neurologia alla Boston University School of Medicine e autore collaboratore.

 

Lo studio di ricerca iniziale ha valutato questionari alimentari, scansioni MRI e test cognitivi di circa 4,000 persone dai 30 anni in su. I ricercatori hanno scoperto che le persone che consumavano più di tre bibite dietetiche a settimana avevano maggiori probabilità di avere problemi di memoria, un volume cerebrale ridotto e un ippocampo più piccolo, un'area del cervello utilizzata nella memoria e nell'apprendimento. Nello studio di ricerca, bere almeno una soda dietetica al giorno è stato anche associato a un volume cerebrale ridotto.

 

Durante un secondo studio di ricerca, i ricercatori hanno monitorato due diversi gruppi di adulti per dieci anni. Secondo lo studio di ricerca, su quasi 3,000 adulti di età superiore ai 45 anni, circa 97 adulti hanno subito un ictus durante quel periodo e da quasi 1,500 adulti di età superiore ai 60 anni, circa 81 adulti hanno sviluppato la malattia di Alzheimer o un altro tipo di demenza.

 

Precedenti studi di ricerca hanno collegato le bevande dietetiche a un aumento del rischio di aumento di peso e ictus. I ricercatori ritengono che i dolcificanti artificiali possano alla fine influenzare il corpo umano in molti modi diversi, ad esempio trasformando i batteri intestinali e inducendo il cervello a desiderare più calorie. Questa è la prima volta che le bibite dietetiche sono state associate alla demenza. Poiché le persone con diabete bevono più bibite dietetiche, i ricercatori ritengono che il problema di salute possa in parte spiegare l'aumento della demenza, anche se non completamente. Quando le persone con diabete sono state escluse dallo studio di ricerca, l'associazione è rimasta.

 

Come dichiarato dal Dipartimento dell'Agricoltura degli Stati Uniti, gli americani hanno consumato 11 milioni di tonnellate di zucchero nel 2016, in gran parte sotto forma di bevande gassate zuccherate. Poiché sarebbe stato difficile misurare il consumo totale di zucchero da tutti i tipi di diverse fonti alimentari, lo studio di ricerca si è concentrato su bevande gassate zuccherate e zuccherate.

 

Un numero crescente di studi di ricerca suggerisce che le bevande dietetiche potrebbero non essere un'alternativa sicura alle bevande zuccherate e zuccherate. Anche piccoli effetti causali possono avere conseguenze molto più grandi sulla salute, data la popolarità sia della dieta che delle bibite regolari. Lo studio di ricerca ha concluso che sia il glucosio che le bevande analcoliche zuccherate artificialmente "possono essere dannose per il cervello".

 

Chiropratico El Paso Dr. Alex Jimenez

La soda dietetica è fondamentalmente una miscela di acqua gassata, dolcificante naturale o artificiale, colori, aromi e altri additivi alimentari. Sebbene le bevande dietetiche generalmente abbiano pochissime o nessuna calorie, queste essenzialmente non hanno un valore nutrizionale significativo. Molti studi di ricerca hanno dimostrato che bere soda dietetica è associato ad un aumentato rischio di ictus e demenza. I ricercatori hanno anche scoperto che le bevande dietetiche possono causare una varietà di altri problemi di salute. È essenziale per evitare di bere troppe bibite dietetiche. - Dr. Alex Jimenez DC, CCST Insight

 

Recenti studi di ricerca hanno scoperto che le bevande dietetiche sono associate ad un aumentato rischio di ictus e demenza. Sebbene le bevande dietetiche siano pubblicizzate come un'alternativa molto più sana e ipocalorica rispetto alle normali bevande gassate, uno sguardo più attento ai risultati di questi recenti studi di ricerca suggerisce in definitiva il contrario. Lo scopo delle nostre informazioni è limitato a problemi di chiropratica, salute muscoloscheletrica e nervosa, nonché articoli, argomenti e discussioni di medicina funzionale. Per discutere ulteriormente l'argomento di cui sopra, non esitate a chiedere al Dr. Alex Jimenez o contattarci al numero 915-850-0900 .

 

A cura del Dr. Alex Jimenez

 

Referenze ï ¿½

 

  1. Corliss, Julie. "Bere soda dietetica aumenta il rischio di ictus?" Blog sulla salute di Harvard, 31 July 2017, www.health.harvard.edu/blog/drinking-diet-soda-raise-risk-stroke-2017073112109.
  2. MacMillan, Amanda. "Un'abitudine quotidiana per le bibite dietetiche può essere collegata alla demenza". Health.com, 21 aprile 2017, www.health.com/alzheimers/diet-soda-linked-to-dementia-stroke.

 


 

Discussione argomento aggiuntiva: dolore cronico

 

Il dolore improvviso è una risposta naturale del sistema nervoso che aiuta a dimostrare possibili lesioni. Ad esempio, i segnali del dolore viaggiano da una regione lesa attraverso i nervi e il midollo spinale al cervello. Il dolore è generalmente meno grave poiché la lesione guarisce, tuttavia, il dolore cronico è diverso dal tipo medio di dolore. Con dolore cronico, il corpo umano continuerà a inviare segnali di dolore al cervello, indipendentemente dal fatto che la lesione sia guarita. Il dolore cronico può durare da alcune settimane a persino diversi anni. Il dolore cronico può influenzare enormemente la mobilità di un paziente e può ridurre la flessibilità, la forza e la resistenza.

 

 


 

Zoomer Plus neuronale per la malattia neurologica

Neural Zoomer Plus | Chiropratico El Paso, TX

 

Il dottor Alex Jimenez utilizza una serie di test per aiutare a valutare le malattie neurologiche. Lo zoom neuraleTM Plus è una gamma di autoanticorpi neurologici che offre un riconoscimento specifico anticorpo-antigene. Il vibrante Neural ZoomerTM Plus è progettato per valutare la reattività di un individuo a 48 antigeni neurologici con connessioni a una varietà di malattie neurologicamente correlate. Il vibrante zoomer neuraleTM Plus mira a ridurre le condizioni neurologiche fornendo ai pazienti e ai medici una risorsa vitale per la diagnosi precoce del rischio e una maggiore attenzione alla prevenzione primaria personalizzata.

 

Formule per il supporto alla metilazione

 

Formule Xymogen - El Paso, TX

 

XYMOGEN s Le formule professionali esclusive sono disponibili tramite professionisti sanitari selezionati. La vendita e lo sconto su Internet delle formule XYMOGEN sono severamente vietati.

 

Orgogliosamente, Il dottor Alexander Jimenez rende le formule XYMOGEN disponibili solo per i pazienti sotto la nostra cura.

 

Si prega di chiamare il nostro ufficio in modo da poter assegnare una consulenza medica per l'accesso immediato.

 

Se sei un paziente di Injury Medical & Chiropractic Clinica, puoi chiedere informazioni su XYMOGEN chiamando 915-850-0900.

xymogen el paso, tx

 

Per vostra comodità e revisione del XYMOGEN prodotti si prega di rivedere il seguente link. *XYMOGEN-Catalog-Scaricareï ¿½

 

* Tutte le precedenti politiche XYMOGEN rimangono rigorosamente in vigore.

 


 

ï ¿½