ClickCease
+ 1-915-850-0900 spinedoctors@gmail.com
Seleziona Pagina
Cura chiropratica di scarsa qualità respiratoria

Cura chiropratica di scarsa qualità respiratoria

Il corpo è un insieme di sistemi complessi, tra cui ossa, organi, nervi, muscoli e tessuti. I disturbi respiratori sono in aumento, tra cui bronchite cronica, asma, enfisema e altre condizioni. Riflessi viscerosomatici includono una scarsa qualità respiratoria causata da allergie, disturbi respiratori come la BPCO che possono causare tosse intensa, starnuti, incurvamenti, inarcamenti della schiena e ansimante che causano mal di schiena e dolore riferito.

Il cervello invia impulsi elettronici alle diverse aree del corpo attraverso la colonna vertebrale/sistema nervoso. Se i nervi vengono spostati, allungati, compressi o spostati fuori posizione, il cervello potrebbe iniziare a inviare messaggi di dolore e disagio, che possono anche causare il malfunzionamento di altri sistemi corporei. Se il corpo trasmette costantemente segnali di dolore, può interrompere il sonno, le abitudini alimentari e il benessere generale. Il disallineamento può interrompere le informazioni fornite dal sistema nervoso, portando a infiammazioni, irritazioni e squilibri nel corpo.

La chiropratica regolare mantiene il sistema nervoso a funzionare nel modo in cui è stato progettato. Il corretto allineamento della colonna vertebrale e del corpo migliorerà la salute e la funzione del sistema nervoso, incoraggiando il cervello a rilasciare endorfine ottenendo sollievo dal dolore e portando a una salute ottimale. Quando il sistema nervoso funziona in modo ottimale, seguiranno gli altri sistemi, inclusa una migliore qualità della respirazione.

Scarsa qualità della respirazione e miglioramento della chiropratica

Scarsa respirazione

Le difficoltà respiratorie sono diffuse con varie cause che includono:

  • Allergie
  • Inquinanti ambientali
  • Infezioni virali e batteriche che causano infiammazione
  • La salute fisica
  • Ansia
  • Problemi digestivi
  • Malattia o condizione non trattata
  • Una risposta immunitaria iperattiva può contribuire a una scarsa qualità della respirazione.

Gli individui potrebbero non notare che la loro qualità respiratoria è scarsa, ma invece notare che sono:

  • Stanchezza frequente
  • Doversi fermare costantemente nel bel mezzo delle attività.
  • Sperimenta la nebbia del cervello.
  • Problemi di memoria/dimenticanza.
  • Prestazioni fisiche: resistenza, flessibilità e muscoli si stanno deteriorando.

La qualità della respirazione influisce sul modo in cui i sistemi del corpo possono svolgere le loro funzioni essenziali ed essere preparati per eventi imprevisti. Il corpo regola la capacità di assunzione di ossigeno in linea con l'energia necessaria per svolgere l'attività fisica. Tutti i sistemi corporei, compresi i sistemi cardiovascolare, immunitario e muscolare, dipendono dal sistema respiratorio per generare energia.

Migliori benefici respiratori

Il raggiungimento di una migliore funzionalità polmonare può aiutare con:

  • Digestione
  • Pernottamento
  • Attività cognitive
  • La salute del cuore
  • Eliminazione dei rifiuti
  • Protezione immunitaria contro virus, batteri, funghi e altre malattie.

Chiropratica

Una parte cruciale della funzione del sistema respiratorio è il trasporto di nutrienti e ossigeno in tutto il corpo. Il trattamento chiropratico rilascia la tensione muovendosi fascia muscolare e la colonna vertebrale che potrebbe essersi bloccata, compressa o spostata fuori posizione, causando una cattiva postura e lesioni. La chiropratica elimina le tossine e i rifiuti cellulari dalle aree strette e annodate rompendo i tessuti stagnanti.

Miglioramento della circolazione

La chiropratica aumenta la circolazione, consentendo al sangue fresco, al fluido linfatico, ai nutrienti e all'ossigeno di entrare nei tessuti privati. Queste regioni includono:

  • Muscoli della spalla, del collo, della schiena
  • Ossa e articolazioni lungo la colonna vertebrale
  • Tessuti corporei
  • legamenti
  • tendini

Il trattamento chiropratico può essere di trazione/decompressione manuale/meccanica, combinato con massaggio terapeutico dei tessuti, esercizio e raccomandazioni dietetiche.


Decompressione De La Espalda


Referenze

McCarty, Justin C e Berrylin J Ferguson. "Identificare i fattori scatenanti dell'asma". Cliniche otorinolaringoiatriche del Nord America vol. 47,1 (2014): 109-18. doi:10.1016/j.otc.2013.08.012

Purnomo, Ariana Tulus, et al. "Monitoraggio senza contatto e classificazione del modello respiratorio per la supervisione delle persone infette da COVID-19." Sensori (Basilea, Svizzera) vol. 21,9 3172. 3 maggio. 2021, doi:10.3390/s21093172

Schend, Jason, et al. "Un approccio modulare osteopatico all'asma: una revisione narrativa". Il Journal of American Osteopathic Association vol. 120,11 (2020): 774-782. doi:10.7556/jaoa.2020.121

Dolore pelvico e disturbi intestinali

Dolore pelvico e disturbi intestinali

Introduzione

Il corpo è sostenuto da articolazioni scheletriche che mantengono il corpo in posizione verticale e forniscono movimenti quotidiani affinché il corpo possa andare ovunque e in qualsiasi momento. Il sistema muscoloscheletrico fornisce i muscoli, i tessuti e i legamenti che racchiudono le articolazioni scheletriche proteggendole da fattori sconosciuti che possono causare danni al corpo. Anche gli organi interni hanno uno scopo nel corpo in quanto aiutano a fornire il nutrienti e necessario ormoni ai muscoli e alle articolazioni che hanno bisogno di questi nutrienti per funzionare. Quando i fattori ambientali influenzano il corpo, sia interni che esterni, possono causare disfunzioni del corpo e persino causare sintomi indesiderati che colpiscono gli organi interni che corrispondono ai muscoli sofferenti. L'articolo di oggi esamina il dolore pelvico, come i disturbi intestinali sono associati al dolore pelvico e come il dolore viscerosomatico colpisce il bacino. Indirizziamo i pazienti a fornitori qualificati e certificati, specializzati in trattamenti osteopatici e intestinali che aiutano chi ha disturbi intestinali e problemi di dolore pelvico. Inoltre, guidiamo i nostri pazienti facendo riferimento ai nostri fornitori di servizi medici associati in base al loro esame quando è appropriato. Riteniamo che l'istruzione sia fondamentale per porre domande approfondite ai nostri fornitori. Il Dr. Alex Jimenez DC fornisce queste informazioni solo come servizio educativo. Disclaimer

 

La mia assicurazione può coprirlo? Sì, può. Se sei incerto, ecco il link a tutti i fornitori di assicurazioni che copriamo. In caso di domande o dubbi, chiamare il Dr. Jimenez al numero 915-850-0900.

06 - Dismotilità integrativa di Clarke John

Cos'è il dolore pelvico?

 

Hai avuto problemi intestinali che interessano la tua regione pelvica? Il tuo intestino ha avuto effetti infiammatori? Hai notato che devi andare in bagno più spesso del solito? Molti di questi sintomi sono alcuni dei segni associati al dolore pelvico. Gli studi di ricerca hanno definito dolore pelvico come dolore invalidante, cronico e persistente che colpisce comunemente le donne. Il dolore pelvico può variare da acuto a cronico a seconda della gravità del dolore che colpisce la regione pelvica del corpo. Ulteriori studi di ricerca hanno menzionato che il dolore pelvico nella sua forma cronica può diventare un disturbo multifattoriale che può causare dolore al sistema gastrointestinale, muscolo-scheletrico pelvico o nervoso, rendendo disfunzionale il metabolismo immunitario, neurologico ed endocrino. Quando il dolore pelvico inizia a colpire il sistema gastrointestinale, può portare a vari disturbi intestinali che possono peggiorare il dolore se non viene trattato.

 

In che modo i disturbi intestinali associano il dolore pelvico?

Gli studi di ricerca hanno menzionato che poiché il dolore pelvico è un disturbo multifattoriale, può causare dolore agli organi interni del sistema gastrointestinale. Quando il dolore pelvico inizia a colpire il sistema gastrointestinale, può causare lo sviluppo di disturbi intestinali a influenzare ulteriormente il corpo. Quando i disturbi intestinali coesistono con il dolore pelvico, può causare un miglioramento dei sintomi generali del dolore che stanno diventando il risultato di una disfunzione viscerosomatica attraverso i meccanismi di sensibilizzazione tra organi. Ulteriori studi di informazioni hanno menzionato che i disturbi intestinali come l'IBS (sindrome dell'intestino irritabile) possono causare cambiamenti nella sensibilità al dolore termico/viscerale che si sovrappongono nella regione pelvica della parte inferiore del corpo, aumentando ulteriormente il dolore rettale/termico. Ciò può far diventare una persona infelice e persino influenzare la qualità della sua vita poiché soffre di così tanto dolore.


Nervi afferenti viscerali colpiti dal video del dolore pelvico

Hai avuto problemi intestinali come IBS (sindrome dell'intestino irritabile), infiammazione o IBD (malattia infiammatoria intestinale)? Hai sentito costantemente dolore nella tua regione pelvica? Il dolore ha influenzato alcune aree del tuo corpo, non solo il bacino? Se hai questi sintomi, potrebbe essere dovuto al coinvolgimento dei tuoi nervi viscerali. Il video sopra spiega cosa stanno facendo i nervi afferenti viscerali della regione pelvica per mantenere il corpo funzionante negli arti inferiori. I nervi afferenti viscerali sono aggravati da fattori ambientali che colpiscono il corpo, compreso il sistema intestinale. I sintomi di infiammazione e disturbi intestinali derivanti da aspetti persistenti di molte forme di stress o traumi possono causare dolore viscerale a colpire il corpo, causando così dolore pelvico, problemi intestinali, lombalgia e altri dolori muscolari.


Come il dolore viscerosomatico colpisce il bacino

 

Il dolore viscerosomatico del corpo può essere complesso poiché gli organi colpiscono anche i muscoli corrispondenti. Il modo in cui il dolore è descritto nel corpo dal dolore viscerosomatico varia dal dolore sordo a quello lancinante. Gli studi di ricerca hanno menzionato che il carico del dolore viscerosomatico proviene dagli organi interni toracici, pelvici e addominali associati ai muscoli. Affinché il dolore viscerale colpisca la regione pelvica, studi di ricerca hanno dimostrato che il dolore nocicettivo dell'area pelvica è solitamente viscerale dai risultati degli organi pelvici che sono scarsamente localizzati e possono sovrapporsi ai tratti sensoriali somatici che si trovano nel midollo spinale. Quando ciò accade, può causare un notevole disagio agli organi pelvici nel corpo e influenzare l'individuo con sintomi dolorosi lancinanti. 

 

Conclusione

Il corpo fornisce i movimenti quotidiani tenuti dalle articolazioni scheletriche che aiutano il corpo ad andare ovunque. Mentre il sistema muscolo-scheletrico e gli organi interni aiutano a fornire muscoli, tessuti, legamenti e sostanze nutritive di cui il corpo ha bisogno per funzionare. Quando i fattori ambientali influenzano il corpo, possono portare a vari problemi che causano disturbi intestinali e persino dolore nella regione pelvica, noto come dolore viscerale. Il dolore viscerale è un disturbo complesso poiché gli organi colpiti colpiscono anche i muscoli corrispondenti. Affinché il dolore viscerale colpisca l'area pelvica, può portare a un dolore lancinante sordo negli organi pelvici e influenzare l'individuo. Il dolore viscerale può anche sovrapporsi ai tratti somatici sensoriali nel midollo spinale, causando sintomi dolorosi insopportabili al corpo mentre si sviluppano problemi infiammatori nel sistema intestinale. Quando le persone si rendono conto che il dolore li sta colpendo, possono iniziare a trovare trattamenti dai loro fornitori specializzati per alleviare il loro dolore.

 

Referenze

Dydyk, Alexander M e Nishant Gupta. "Dolore pelvico cronico - Statpearls - Libreria NCBI". In: StatPearls [Internet]. L'isola del tesoro (FL), StatPearls Publishing, 11 novembre 2021, www.ncbi.nlm.nih.gov/books/NBK554585/.

Grinberg, Keren, et al. "Nuove informazioni sulla sindrome del dolore pelvico cronico (CPPS)." International Journal of Research Ambientale e Sanità Pubblica, MDPI, 26 aprile 2020, www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC7246747/.

Origoni, Massimo, et al. "Meccanismi neurobiologici del dolore pelvico". BioMed Research International, Hindawi Publishing Corporation, 2014, www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC4119661.

Udoji, Mercy A e Timothy J Ness. "Nuove direzioni nel trattamento del dolore pelvico". Gestione del dolore, Biblioteca nazionale di medicina degli Stati Uniti, settembre 2013, www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC3979473/.

Verne, G Nicholas, et al. "Facilitazione viscerosomatica in un sottogruppo di pazienti con IBS, un effetto mediato dai recettori N-metil-D-aspartato". The Journal of Pain, Biblioteca nazionale di medicina degli Stati Uniti, settembre 2012, www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC3489925/.

Yuan, Tian e Beverley Greenwood-Van Meerveld. "Dolore addominale e pelvico: sfide attuali e opportunità future". Frontiere nella ricerca sul dolore (Losanna, Svizzera), Frontiers Media SA, 4 febbraio 2021, www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC8915637/.

Disclaimer

Conseguenze sulla salute da una cattiva postura

Conseguenze sulla salute da una cattiva postura

La postura è il posizionamento del corpo. Ci sono due tipi di postura. Postura dinamica è il modo in cui gli individui si posizionano quando si muovono, come camminare, correre o piegarsi per sollevare un oggetto. E postura statica è il modo in cui gli individui si posizionano quando non sono in movimento, come stare in piedi, seduti o dormire. Quando si pratica una postura sana, viene applicato uno stress minimo ai muscoli e alle articolazioni. Il lavoro e la scuola ad alto stress combinati con posizioni del corpo malsane possono causare conseguenze sulla salute della colonna vertebrale, delle estremità e degli squilibri muscolo-scheletrici.

Conseguenze sulla salute da una cattiva postura

Conseguenze sulla salute

Posture sbagliate non sempre si presentano subito con dolore alla colonna vertebrale o alle estremità. Questo perché gli individui si sentiranno a disagio e avranno la forza e la mobilità per correggere posizioni malsane/imbarazzanti e ridurre al minimo lo stress. Tuttavia, alla fine, il dolore inizierà a presentarsi poiché i muscoli e le articolazioni possono richiedere solo così tanto che la capacità di correggere un posizionamento errato non ha importanza in quanto c'è si verifica una lesione in via di sviluppo, che provoca infiammazione, facendo sapere al corpo che c'è qualcosa che non va. Questo spesso porta a stress cronico e all'usura non necessaria delle articolazioni per compensare le posizioni malsane.

I primi segni

I primi segni di problemi posturali possono includere:

  • Incapacità di sedersi o stare in piedi per molto tempo.
  • Rigidità quando ci si alza da una sedia.
  • Sensazione di ulteriore esaurimento fisico.

Lasciare la condizione non trattata spesso porta a:

  • Squilibri muscolari.
  • Perdita della normale flessibilità.
  • Disagio e dolore presenti senza una ragione apparente.

Sintomi di postura malsana

I sintomi possono includere:

  • dinoccolato
  • Spalle arrotondate.
  • panciuto.
  • Ginocchia piegate quando si sta in piedi o si cammina.
  • Affaticamento muscolare.
  • Dolori e dolori.
  • Mal di schiena.
  • Mal di testa.

Struttura posturale

Una cattiva postura interferisce e interrompe molte delle strutture posturali del corpo. Questi includono:

  • Feedback del sistema nervoso.
  • Forza muscolare e lunghezza.
  • Le fibre muscolari statiche a contrazione lenta aiutano a mantenere la postura senza esercitare troppa energia e contribuiscono all'equilibrio rilevando la posizione del corpo.
  • Le fibre muscolari statiche bruciano energia lentamente e possono lavorare a lungo senza stancarsi.
  • Le fibre muscolari a contrazione rapida o fasiche vengono utilizzate per il movimento e l'attività. Queste fibre consumano rapidamente la loro energia.

Perché le fibre fasiche devono fare gli straordinari invece delle fibre statiche per mantenere il posizione del corpo, affaticamento muscolare, debolezza e dolore iniziano a manifestarsi.

Salute

Le conseguenze per la salute possono includere:

  • Sistema muscolo-scheletrico disallineato.
  • L'usura avanzata della colonna vertebrale la rende fragile e soggetta a lesioni.
  • Dolore cronico.
  • Flessibilità ridotta.
  • La mobilità articolare è compromessa.
  • Problemi di equilibrio.
  • Aumento del rischio di caduta.
  • Difficoltà a digerire il cibo.
  • Respirazione difficoltosa.

Chiropratica e terapia fisica

Chiropratici e fisioterapisti sono specializzati nella valutazione e nel trattamento di disfunzioni e disturbi muscolo-scheletrici, nell'identificazione e nello screening di disfunzioni posturali. Gli aggiustamenti chiropratici possono essere altamente efficaci in combinazione con altre modalità di trattamento come massaggiare i tessuti molli per migliorare la circolazione, ridurre l'infiammazione del gonfiore e favorire la guarigione. Decompressione spinale la terapia può aiutare ad allungare e riallineare la colonna vertebrale per alleviare il dolore alla schiena e/o alle gambe. Un programma di esercizi personalizzato allungherà e rafforzerà il corpo per mantenere una postura sana. Coaching della salute combinato con la gestione della dieta può aiutare con dolore e infiammazione e rafforzare muscoli e ossa.


Decompressione spinale DRX9000


Referenze

Associazione americana di chiropratica. Mantenere una buona postura. acatoday.org/content/posture-power-how-to-correct-your-body-alignment. Accesso il 28 gennaio 2019.

Accademia americana dei chirurghi ortopedici. Nozioni di base sulla colonna vertebrale. orthoinfo.aaos.org/en/diseases–conditions/spine-basics/. Accesso il 30 gennaio 2019.

Bauer BA. Manipolazione chiropratica o osteopatica. In: Mayo Clinic Guide to Integrative Medicine. Rochester, Minnesota: Mayo Foundation for Medical Education and Research; 2017.

Muscolino JE. Postura e ciclo del passo. In: Kinesiologia: il sistema scheletrico e la funzione muscolare. 3a ed. Altro; 2017.

Wang G. Dispositivi di trazione elettrica per la decompressione intervertebrale: aggiornamento della valutazione della tecnologia sanitaria. Dipartimento del lavoro e delle industrie di Washington, 14 giugno 2004.

Waters, Thomas R e Robert B Dick. "Evidenza dei rischi per la salute associati a una posizione prolungata al lavoro e all'efficacia dell'intervento". Infermieristica riabilitativa: la Gazzetta ufficiale dell'Association of Rehabilitation Nurses vol. 40,3 (2015): 148-65. doi:10.1002/rnj.166

Nutrizione muscoloscheletrica

Nutrizione muscoloscheletrica

Nutrizione muscoloscheletrica: Muscoloscheletrico le condizioni sono non comunicabile condizioni/disturbi e sono le condizioni più comuni trattate da chiropratici e fisioterapisti. Pratiche di stile di vita malsane come il fumo, una dieta malsana e poco o nessun esercizio o attività fisica hanno un impatto sui disturbi muscoloscheletrici e rimangono le cause più comuni di disabilità fisica e dolore. Le condizioni muscoloscheletriche includono:

  • Mal di schiena
  • Sindrome del Tunnel Carpale
  • Tendinite – infiammazione dei tessuti fibrosi che collegano i muscoli alle ossa.
  • Artrite reumatoide
  • L'osteoartrite
  • Fratture ossee
  • fibromialgia

Nutrizione muscoloscheletrica

La mancanza di nutrienti adeguati aumenta il rischio di malattie ossee, muscolari e articolari. Una dieta corretta combinata con il rafforzamento e lo stretching aiuterà a recuperare le lesioni e aiuterà a prevenire disturbi, lesioni e dolore. Per esempio, un consumo inadeguato di calcio e vitamina D può portare all'osteoporosi. Entrambi i nutrienti sono necessari per la salute muscolo-scheletrica. Il calcio aiuta a costruire il tessuto osseo e la vitamina D favorisce l'assorbimento del calcio.

Nutrizione muscoloscheletrica

Anche le persone fisicamente attive e sane possono subire un'assunzione nutrizionale inadeguata, aumentando il rischio di lesioni dovute ai suoi effetti sulla riabilitazione e sul recupero. Esistono meccanismi per un'assunzione insufficiente di nutrienti che possono portare a lesioni muscolari.

  • L'allenamento intenso provoca la rottura del muscolo scheletrico che può peggiorare a causa di una scarsa assunzione di proteine ​​nella dieta.
  • Non idratare il corpo può compromettere il flusso sanguigno ai muscoli che lavorano, aumentando il rischio di lesioni e altro problemi di salute.
  • L'idratazione influenza la quantità e la composizione del liquido articolare e aiuta a mantenere cartilagine articolare.
  • Carenze di nutrienti come:
  • Potassio
  • Ferro
  • Zinco
  • Magnesio
  • cromo
  • Rame
  • Vitamine
  • La mancanza di micronutrienti e il loro ruolo nel metabolismo osseo e muscolare aumenta il rischio di lesioni e lo sviluppo di patologie muscoloscheletriche.

Salute generale

Il tessuto connettivo tiene unite le ossa e i muscoli del corpo ed è essenziale per l'integrità delle articolazioni. Gli atleti e le persone con lavori e stili di vita fisicamente impegnativi devono prendersi cura dei propri tessuti connettivi per prevenire il degrado, le lesioni e le condizioni articolari, come l'artrite e le lesioni ai tendini. Si consiglia di seguire una dieta che sia:

Una corretta alimentazione aiuterà il corpo a costruire, riparare e mantenere sano il tessuto connettivo. Cose come:

Il raggiungimento di una salute ottimale richiede scelte di vita sane a XNUMX gradi e un'alimentazione muscolo-scheletrica.


Composizione corporea


supercibi

Molti cibi ricchi di nutrienti può essere incorporato nella dieta di un individuo per migliorare il benessere generale. supercibi sono ricchi di antiossidanti e contengono grandi quantità di vitamine e minerali. Un superfood è un alimento ricco di composti benefici per la salute di un individuo. Questi composti includono:

  • phytochemicals – includono antiossidanti come i polifenoli che forniscono proprietà antinfiammatorie.
  • Fibra
  • Gli acidi grassi Omega-3

I superfood sono riconosciuti dalle linee guida nutrizionali nazionali come Powerhouse frutta e verdura o PFV. Gli antiossidanti riducono i radicali liberi e prevengono e riparano i danni causati da lo stress ossidativo. Lo stress ossidativo si verifica quando i radicali liberi si accumulano nel corpo e possono portare a malattie croniche e degenerative come l'artrite, le malattie cardiovascolari e il cancro. Una dieta ricca di antiossidanti può accelerare i tempi di recupero da infortuni, malattie e attività fisica/stress indotto dall'esercizio.

Gli antociani sono un tipo di polifenoli che diventano antiossidanti che aiutano a ridurre l'incidenza di malattie croniche. Sono diversi tipi di pigmenti presenti nelle piante, che conferiscono a frutta e verdura i loro colori vivaci. Questi includono:

  • Fagioli neri
  • Bacche
  • Ciliegie
  • Melograni
  • Pesche
  • Melanzana
  • Patate dolci viola

Una dieta ricca di antociani può ridurre lo stress ossidativo e l'infiammazione, aiutare a prevenire le malattie cardiovascolari e controllare e prevenire il diabete.

Referenze

Craddock, Joel C, et al. "Nutrizione vegetariana e onnivora: confronto delle prestazioni fisiche". Rivista internazionale di nutrizione sportiva e metabolismo dell'esercizio vol. 26,3 (2016): 212-20. doi:10.1123/ijsnem.2015-0231

Mendonça, Carolina Rodrigues et al. "Effetti degli interventi nutrizionali nel controllo del dolore muscoloscheletrico: una revisione integrativa". Nutrienti vol. 12,10 3075. 9 ottobre 2020, doi:10.3390/nu12103075

Sale, Craig e Kirsty Jayne Elliott-Sale. "Nutrizione e salute delle ossa degli atleti". Medicina dello sport (Auckland, NZ) vol. 49, Suppl 2 (2019): 139-151. doi:10.1007/s40279-019-01161-2

Slavin, Joanne L e Beate Lloyd. "Benefici per la salute di frutta e verdura." Progressi nella nutrizione (Bethesda, Md.) vol. 3,4 506-16. 1 luglio 2012, doi:10.3945/an.112.002154

Tucker, KL et al. "L'assunzione di potassio, magnesio e frutta e verdura è associata a una maggiore densità minerale ossea negli uomini e nelle donne anziani". Il giornale americano di nutrizione clinica vol. 69,4 (1999): 727-36. doi:10.1093/ajcn/69.4.727

Disordini muscolo-scheletrici

Disordini muscolo-scheletrici

I disturbi muscoloscheletrici, o DMS, sono lesioni, condizioni e disturbi che colpiscono il corpo sistema muscoloscheletrico. Comprende muscoli, tendini, legamenti, nervi, dischi, vasi sanguigni, ossa e articolazioni. I MSD sono comuni e il rischio di svilupparli aumenta con l'età. La gravità di un MSD può variare. Provocano disagio, dolore ricorrente, rigidità, gonfiore e dolore che interferiscono con le attività quotidiane. La diagnosi e il trattamento precoci possono alleviare i sintomi e migliorare la salute a lungo termine. I disturbi comuni includono:

  • tendinite
  • Tensione tendinea
  • epicondilite
  • Sindrome del Tunnel Carpale
  • Dito sul grilletto
  • Sindrome del tunnel radiale
  • Sindrome di DeQuervain
  • Tendinite della cuffia dei rotatori
  • Sforzo muscolare
  • Distorsione legamentosa
  • Artrite reumatoide – AR
  • L'osteoartrite
  • Sindrome del collo teso
  • Compressione dell'uscita toracica
  • Sindrome della schiena meccanica
  • Malattia degenerativa del disco
  • Disco rotto
  • ernia del disco
  • fibromialgia
  • Neurite digitale
  • Fratture ossee

Disordini muscolo-scheletrici

Disturbi muscoloscheletrici Disagio e dolore

Il termine disturbo muscoloscheletrico viene utilizzato in quanto descrive accuratamente la lesione o la condizione. Altri termini utilizzati sono lesioni da movimento ripetitivo, lesioni da stress ripetitivo e lesioni da uso eccessivo. Quando gli individui sono esposti a fattori di rischio MSD, iniziano ad affaticarsi. Questo può iniziare a squilibrio muscolo-scheletrico. Con il tempo, la fatica supera completamente il recupero/guarigione e lo squilibrio muscolo-scheletrico continua, si sviluppa un disturbo muscolo-scheletrico. I fattori di rischio sono suddivisi in due categorie: legate al lavoro/ergonomiche fattori di rischio e relativo all'individuo fattori di rischio.

Fattori ergonomici:

  • forza
  • Ripetizione
  • Posizione

Ripetizione elevata del compito

  • Molti lavoro le attività e i cicli sono ripetitivi e sono generalmente controllati da obiettivi di produzione e processi di lavoro orari o giornalieri.
  • L'elevata ripetizione dei compiti combinata con altri fattori di rischio come l'elevata forza e/o le posture scomode possono contribuire alla formazione di MSD.
  • Un lavoro è considerato altamente ripetitivo se il tempo di ciclo è pari o inferiore a 30 secondi.

Sforzi energici

  • Molte attività lavorative richiedono carichi di forza elevati sul corpo.
  • Lo sforzo muscolare aumenta in risposta a requisiti di forza elevati. Ciò aumenta l'affaticamento associato.

Posture imbarazzanti ripetitive o sostenute

  • Le posizioni scomode esercitano una forza eccessiva sulle articolazioni, sovraccaricano i muscoli e i tendini intorno alle articolazioni colpite.
  • Le articolazioni del corpo sono più efficienti quando operano vicino al movimento a medio raggio dell'articolazione.
  • Il rischio di MSD aumenta quando le articolazioni vengono lavorate al di fuori di questa fascia media ripetutamente per periodi prolungati senza un adeguato tempo di recupero.

Fattori individuali

  • Pratiche di lavoro malsane
  • Mancanza di attività fisica/fitness
  • Abitudini malsane
  • Dieta povera

Pratiche di lavoro malsane

  • Gli individui che si impegnano in pratiche di lavoro scadenti, meccanica del corpo e tecniche di sollevamento stanno introducendo fattori di rischio non necessari.
  • Queste cattive pratiche creano uno stress inutile sul corpo che aumenta l'affaticamento e diminuisce la capacità del corpo di riprendersi correttamente.

Cattive abitudini sanitarie

  • Gli individui che fumano, bevono eccessivamente, sono obesi o mostrano numerose altre cattive abitudini di salute si mettono a rischio di disturbi muscoloscheletrici e altre malattie croniche.

Riposo e recupero insufficienti

  • Gli individui che non ottengono un riposo e un recupero adeguati si mettono a rischio più elevato.
  • I DMS si sviluppano quando la fatica supera il sistema di recupero dell'individuo, causando uno squilibrio muscolo-scheletrico.

Dieta, forma fisica e idratazione scadenti

  • Gli individui che mangiano in modo malsano sono disidratati, con uno scarso livello di forma fisica e non si prendono cura del proprio corpo si espongono a un rischio maggiore di sviluppare problemi di salute muscoloscheletrici e cronici.

Le nostre iniziative

Le cause dei disturbi muscoloscheletrici sono varie. Il tessuto muscolare può essere danneggiato dall'usura del lavoro quotidiano, della scuola e delle attività fisiche. I traumi al corpo possono derivare da:

  • Sforzo posturale
  • Movimenti ripetitivi
  • Uso eccessivo
  • Immobilizzazione prolungata
  • Movimenti a scatti
  • distorsioni
  • dislocazioni
  • Lesioni da caduta
  • Lesioni da incidente d'auto
  • fratture
  • Trauma diretto al muscolo/i

Una scarsa meccanica del corpo può causare problemi di allineamento della colonna vertebrale e accorciamento muscolare, causando lo sforzo di altri muscoli, causando problemi e dolore.

Trattamento Riabilitazione

Un medico consiglierà un piano di trattamento basato sulla diagnosi e sulla gravità dei sintomi. Potrebbero consigliare esercizio moderato e farmaci da banco come l'ibuprofene o il paracetamolo per affrontare il disagio o il dolore occasionali. Spesso raccomandano la riabilitazione chiropratica e fisioterapica per imparare a gestire il dolore e il disagio, mantenere la forza, la libertà di movimento e regolare le attività quotidiane. Diversi tipi di terapia manuale, o mobilizzazione, possono trattare i problemi di allineamento del corpo. Un medico può prescrivere farmaci come i FANS antinfiammatori non steroidei per ridurre l'infiammazione e il dolore per i sintomi più gravi. Per le persone con disturbi muscoloscheletrici come la fibromialgia, possono essere prescritti farmaci per aumentare il livello corporeo di serotonina e noradrenalina a basse dosi per modulare il sonno, il dolore e la funzione del sistema immunitario.


Composizione corporea


Tipi di dolore

Il dolore può essere raggruppato in tre categorie:

Dolore di preallarme

  • Questo è più riconoscibile dopo aver appena toccato una padella, e la mano si allontana di scatto prima di rendersi conto di quanto sia calda la padella, nota anche come riflesso di ritiro.
  • Questo è un meccanismo protettivo che aiuta a evitare il pericolo ed è vitale per la sopravvivenza.

Dolore infiammatorio

  • Questo tipo di dolore si verifica dopo un infortunio o un intervento chirurgico mentre il corpo sta guarendo e riprendendosi.
  • L'infiammazione impedisce al corpo di eseguire movimenti per prevenire ed evitare re-infortuni.

Dolore patologico

  • Questo tipo di dolore può verificarsi dopo che il corpo è guarito, ma il sistema nervoso è stato danneggiato.
  • Questo è spesso il caso delle persone che subiscono un infortunio e informano i medici che l'area lesa non è mai la stessa.
  • Se la riabilitazione non guarisce correttamente il sistema nervoso, le misure protettive contro il dolore possono generare un falso allarme provocando l'attivazione dei segnali di dolore.
Referenze

Asada, Fuminari e Kenichiro Takano. Nihon eiseigaku zasshi. Giornale giapponese di igiene vol. 71,2 (2016): 111-8. doi:10.1265/jjh.71.111

da Costa, Bruno R e Edgar Ramos Vieira. "Fattori di rischio per i disturbi muscoloscheletrici legati al lavoro: una revisione sistematica di recenti studi longitudinali". Rivista americana di medicina industriale vol. 53,3 (2010): 285-323. doi:10.1002/ajim.20750

Malińska, Marzena. “Dolegliwości układu mięśniowo-szkieletowego u operatorów komputerowych” [Disturbi muscoloscheletrici tra operatori di computer]. Medycyna pracy vol. 70,4 (2019): 511-521. doi:10.13075/mp.5893.00810

Malattie dell'apparato locomotore. (nd). dmu.edu/medterms/sistema-muscoloscheletrico/malattie-del-sistema-muscoloscheletrico/

Roquelaure, Yves et al. “Troubles musculo-squelettiques liés au travail” [Disturbi muscoloscheletrici legati al lavoro]. La Revue du praticien vol. 68,1 (2018): 84-90.

Villa-Forte A. (nd). Diagnosi dei disturbi muscolo-scheletrici. merckmanuals.com/home/bone,-joint,-and-muscle-disorders/diagnosis-of-musculoskeletal-disorders/introduzione

Disturbi muscoloscheletrici legati al lavoro (WMSD). (2014). ccohs.ca/oshanswers/diseases/rmirsi.html

Lesione del midollo spinale non traumatica

Lesione del midollo spinale non traumatica

Le lesioni del midollo spinale o le LM non si verificano solo a causa di traumi intensi o ad alta energia come cadute violente o incidenti automobilistici. Le lesioni del midollo spinale non traumatiche sono più comuni. Tuttavia, le lesioni traumatiche del midollo spinale tendono a ricevere la massima attenzione. Ciò può causare problemi in quanto può ritardare il trattamento per le persone con lesioni non traumatiche. La consapevolezza è fondamentale perché i disturbi del midollo spinale tendono a non essere riconosciuti per il loro impatto sulla salute generale.

Lesione del midollo spinale non traumatica

Lesione del midollo spinale non traumatica

Lesioni non traumatiche del midollo spinale è un termine generico che include diversi disturbi, come:

  • Mielopatia cervicale degenerativa
  • Spondilosi degenerativa
  • Artrite reumatoide
  • Morbo di Paget
  • La sclerosi multipla
  • Carcinoma metastatico
  • Disturbi dello sviluppo come Spina bifida e paralisi cerebrale
  • Mielite trasversa
  • Sclerosi laterale amiotrofica o morbo di Lou Gehrig
  • L'atassia di Friedreich

Comprendere questi disturbi aiuta a determinare una diagnosi corretta. Mielopatia cervicale degenerativa o DCM è la forma più comune di lesione del midollo spinale non traumatica. È una lesione lenta e progressiva che causa una compressione continua solitamente causata da spondilosi o artrosi delle articolazioni della colonna vertebrale. Il DCM può avere un effetto devastante sulla qualità della vita se non diagnosticato e trattato in quanto può avere un effetto a catena aumentando il rischio di cadute, portando a una lesione traumatica del midollo spinale. Essere consapevoli può aiutare a prevenire il danno.

Altre cause e complicazioni

Altre cause di lesioni del midollo spinale non traumatiche includono:

  • Danno al nervo
  • Perdita di afflusso di sangue al midollo spinale
  • Compressione da un tumore o da un coagulo di sangue
  • Infezione
  • Ascesso spinale
  • Aterosclerosi

Uno dei fattori di rischio più significativi è l'età. Ciò è dovuto a un aumento del rischio di condizioni come l'artrosi e l'ipertensione quando gli individui invecchiano, motivo per cui gli individui con una lesione del midollo spinale non traumatica sono, in media, più anziani degli individui che subiscono una lesione del midollo spinale traumatica. Debolezza, instabilità e perdita di controllo muscolare sono complicazioni comuni che possono svilupparsi man mano che la lesione del midollo spinale non traumatica progredisce. Altre complicazioni che possono presentarsi includono:

  • Dolore cronico
  • Disturbi del sonno
  • Costipazione
  • Incontinenza urinaria
  • Infezioni del tratto urinario
  • Impotenza
  • Ulcere da decubito/piaghe da decubito se immobilizzati
  • Possibili coaguli di sangue che possono portare a trombosi venosa profonda
  • Depressione e ansia

Trattamento

Con una lesione traumatica del midollo spinale, il trattamento dipende dalla gravità della lesione. Insieme a lesioni del midollo spinale non traumatiche, il trattamento dipende dal tipo di condizione coinvolta. Il trattamento primario per le lesioni del midollo spinale non traumatiche comporta tipicamente varie forme di riabilitazione per ridurre al minimo ulteriori danni al midollo spinale. Chirurgia può essere necessario se la colonna vertebrale deve essere decompressa.


Composizione corporea


Acqua extracellulare e acqua intracellulare

Acqua extracellulare – ECW

  • Extracellulare è l'acqua situata al di fuori delle cellule del corpo.
  • L'acqua nel sangue rientra in questa categoria.
  • Circa 1/3 del fluido corporeo è attribuito all'ECW e quest'acqua si trova nel fluido interstiziale, fluido transcellularee plasma del sangue.
  • Quest'acqua è importante perché:
  • Aiuta a controllare il movimento degli elettroliti.
  • Consente l'apporto di ossigeno alle cellule.
  • Elimina i rifiuti dai processi metabolici.

Acqua intracellulare – ICW

  • Intracellulare è l'acqua che si trova all'interno delle cellule del corpo.
  • Comprende il 70% del citosol, che è una miscela di acqua e altri elementi disciolti.
  • Costituisce gli altri 2/3 dell'acqua all'interno del corpo.
  • L'acqua intracellulare è importante perché:
  • Aiuta a processi cellulari.
  • Consente alle molecole di essere trasportate ai diversi organelli all'interno della cellula.
  • Riprende da dove l'acqua extracellulare si interrompe continuando il percorso per il trasporto di carburante/energia alle cellule.
Referenze

Badhiwala, Jetan H et al. "Mielopatia cervicale degenerativa: aggiornamento e direzioni future". Recensioni di natura. Neurologia vol. 16,2 (2020): 108-124. doi:10.1038/s41582-019-0303-0

Manuale di neurologia clinica (2012) "Lesione del midollo spinale". www.sciencedirect.com/topics/medicine-and-dentistry/non-traumatic-spinal-mid-injury

Milligan, James et al. "Mielopatia cervicale degenerativa: diagnosi e gestione nelle cure primarie". Il medico di famiglia canadese Medecin de famille canadien vol. 65,9 (2019): 619-624.

Gestione fisica nella riabilitazione neurologica (2004) "Lesione del midollo spinale". www.sciencedirect.com/topics/medicine-and-dentistry/non-traumatic-spinal-mid-injury

Compressione nervosa della sindrome della cauda equina

Compressione nervosa della sindrome della cauda equina

Sindrome di cauda equina è un'emergenza che deve essere trattata il prima possibile. È una forma di compressione del nervo spinale, ma se non viene trattato, esso può portare alla paralisi permanente di una o entrambe le gambe e alla perdita permanente del controllo dell'intestino / della vescica. Il dolore lombare dopo essere stati seduti troppo a lungo o aver sollevato in modo improprio qualcosa di pesante accade alla maggior parte se non a tutti noi.
Però, i a volte il dolore nella parte bassa della schiena può essere un indicatore di qualcosa di più serio. Soprattutto per le persone che hanno a che fare o che gestiscono il mal di schiena. Una condizione è la sindrome della cauda equina. Non è come la sciatica o l'artrite, ma ha sintomi specifici di cui le persone dovrebbero essere consapevoli.

Sindrome di Cauda Equina

termine viene da Latino che significa coda di cavallo. La cauda equina forma il gruppo di nervi che attraversano il canale spinale lombare. Generalmente, la condizione significa due cose:
  • C'è compressione nervosa della maggior parte del canale spinale lombare
  • Sintomi di compressione come intorpidimento o debolezza della gamba / e
In che modo la sindrome della cauda equina differisce dalla tipica compressione del canale spinale lombare è che può essere causata da problemi diversi, da fratture, tumori e infezioni. Più comunemente, lo è ernie del disco che causano i problemi. la differenza fondamentale è il grado di compressione nervosa e il numero di nervi compressi. Per esempio, la compressione di un singolo nervo non causerà la perdita della funzione della vescica. Ma la compressione di più nervi, in particolare i nervi sacrali, può causare la perdita di funzionalità. La compressione nervosa che porta a dolore o intorpidimento può essere trattata in modo diverso. La chirurgia è riservata ai casi gravi e alle persone che non stanno migliorando con un trattamento non invasivo.
11860 Vista Del Sol, Ste. 128 Diagnosi chiropratica della compressione nervosa della sindrome della cauda equina

Presentazione subdola

Uno di fattori principali è la compressione a lungo termine che gli individui non si rendono conto di averee. È più probabile che gli individui siano consapevoli dei sintomi di un'altra condizione spinale prima che si presenti la sindrome della cauda equina. Tuttavia, la condizione si presenta rapidamente ma spesso mascherano altri problemi alla schiena che si sovrappongono sindrome di cauda equina.

Le nostre iniziative

La sindrome può essere causata da qualsiasi cosa che comprima i nervi. Più comunemente, è una compressione della radice da processi degenerativi, in particolare ernie del disco lombare. Altre cause includono:
  • emorragia come un ematoma epidurale
  • Trauma come fratture o trauma penetrante
  • Tumori cresce nel canale o il collasso di un osso colpito da tumore
  • Ernie del disco può crescere progressivamente di dimensioni, il che porta a una sindrome della cauda equina a lenta evoluzione.
  • Un'ernia del disco in espansione o la cisti sinoviale possono ulteriormente compromettere i nervi già compressi.
  • Crescita eccessiva di articolazioni artritiche o speroni ossei nel canale spinale può portare a una compressione a lungo termine.

Sintomi

I sintomi variano in base al grado di interessamento del canale spinale:
  • Mal di schiena
  • Dolore alla gamba
  • Sciatica
  • Intorpidimento della sella che si estende in altre aree delle gambe
  • Disfunzione della vescica neurogena. Questo può variare da difficoltà a iniziare a urinare or controllo limitato e / o non volontario della minzione.
  • Disfunzione intestinale
  • Disfunzione sessuale

Diagnosi

Un medico esaminerà qualsiasi cambiamento significativo nella funzione della vescica, dell'intestino o delle gambe che sono considerati bandiere rosse sollecitando una valutazione precoce e completa. Un medico chiederà a cronologia completa / dettagliata dell'inizio e della progressione dei sintomi. Il secondo è un file esame fisico ravvicinato che prevede sensazione di prova e forza insieme a un esame rettale per valutare la contrazione volontaria. Anche controllare i riflessi del corpo, valutare andatura e allineamento a piedi. Se la maggior parte o tutti i sintomi si presentano, ciò si avvierà imaging spinale o una risonanza magnetica. Se l' sintomi, esame e corrispondenza delle immagini, porterà a un ricovero d'urgenza in ospedale.
11860 Vista Del Sol, Ste. 128 Diagnosi chiropratica della compressione nervosa della sindrome della cauda equina

Riflettori sulla composizione corporea


 

Obesità e connessione con osteoartrite

Una varietà di fattori contribuisce allo sviluppo di osteoartrite, Compreso fattori genetici e scelte di vita. La ricerca sostiene che l'obesità è un fattore di rischio significativo nello sviluppo dell'osteoartrite. È abbastanza semplice poiché il peso corporeo aumenta, ciò equivale a un aumento del carico sul spina dorsalee articolazioni, in particolare il quelli portanti come i fianchi e le ginocchia. L'aumento della pressione porta a usura precoce, lacrimazione e l'eventuale sviluppo di artrosi. Il peso aggiunto influisce sulla biomeccanica del corpo e sui modelli di andatura. Tuttavia, l'obesità ha anche dimostrato di essere un fattore di rischio anche sulle articolazioni non portanti. Questo si basa sul tessuto adiposo, che è più di un semplice isolamento. Il tessuto adiposo è metabolicamente attivo ed è coinvolto nella secrezione di adipochine e citochine che promuovono una risposta infiammatoria. Proinfiammatorio adipochine e citochine può avere effetti dannosi sul tessuto articolare, inclusi danni alla cartilagine, alle articolazioni sinoviali e osso subcondrale. L'effetto dell'infiammazione sulle articolazioni del corpo può contribuire allo sviluppo dell'osteoartrosi.

Disclaimer del post sul blog del Dr. Alex Jimenez

L'ambito delle nostre informazioni è limitato a chiropratica, muscoloscheletrica, medicine fisiche, benessere e problemi di salute sensibili e / o articoli, argomenti e discussioni di medicina funzionale. Utilizziamo protocolli funzionali di salute e benessere per trattare e supportare la cura di lesioni o disturbi del sistema muscolo-scheletrico. I nostri post, argomenti, argomenti e approfondimenti riguardano questioni cliniche, problemi e argomenti che riguardano e supportano direttamente o indirettamente il nostro ambito di pratica clinica. * Il nostro ufficio ha fatto un ragionevole tentativo di fornire citazioni di supporto e ha identificato lo studio di ricerca pertinente o studi a sostegno dei nostri post. Su richiesta, mettiamo anche a disposizione del consiglio e / o del pubblico copie degli studi di ricerca di supporto. Comprendiamo che trattiamo questioni che richiedono una spiegazione aggiuntiva su come può essere d'aiuto in un particolare piano di assistenza o protocollo di trattamento; pertanto, per discutere ulteriormente l'argomento di cui sopra, non esitate a chiedere al Dr. Alex Jimenez o contattarci al 915-850-0900. I fornitori autorizzati in Texas& Nuovo Messico*
Referenze
Cause di Cauda Equina: Focus neurochirurgico(Giugno 2004) Ematoma epidurale spinale che causa la sindrome della cauda equina acuta pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/15202871/ Arrivare a una diagnosi: British Journal of Neurosurgery. (Agosto 2010) Affidabilità della valutazione clinica nella diagnosi della sindrome della cauda equina www.tandfonline.com/doi/abs/10.3109/02688697.2010.505987
Sintomi dei disturbi della cervice superiore

Sintomi dei disturbi della cervice superiore

Ci sono diversi tipi di disturbi cervicali e della testa che sono anche conosciuti come:

  • Disturbi del collo superiore
  • Giunzione craniovertebrale - CVJ - anomalia
  • Patologie cranio-cervicali

Alcuni sono presenti alla nascita mentre altri sono sviluppati più avanti nella vita. Congeniti o acquisiti, condividono molti degli stessi sintomi.

 

11860 Vista Del Sol, Ste. 126 Sintomi dei disturbi cervicali superiori El Paso, TX.

 

Dolore al collo / mal di testa

Dove il cranio e la colonna vertebrale si incontrano è dove tusi verificano disturbi cervicali. Dolore al collo insieme al mal di testa lungo la parte posteriore della testa sono i sintomi più comuni. Le persone con disturbi cranio-cervicali spesso avvertono dolore al collo e mal di testa combinazione e sintomi peggiorano con il movimento della testa e del collo. Anche solo a starnuti o tosse possono causare dolore. Il dolore al collo può anche diffondersi alle braccia se i nervi spinali sono compressi.

 

11860 Vista Del Sol, Ste. 126 Sintomi dei disturbi cervicali superiori El Paso, TX.

 

Compressione del midollo spinale

Il più complesso disturbi cervicali superiori coinvolgere compressione del midollo spinale. Quando il midollo spinale viene compresso, possono verificarsi problemi ai nervi che rendono difficile il funzionamento quotidiano.

Con compressione del midollo spinale, i sintomi neurologici possono presentare come:

  • Debolezza nelle braccia, nelle gambe o in entrambi
  • Perdita di sensibilità e consapevolezza degli arti detto senso posizionale
  • Ci può essere un dolore elettrico / lancinante o formicolio che corre lungo la colonna vertebrale e nelle gambe quando inclinando il collo in avanti detto Segno Lhermitte
  • Perdita sensazionale calda e fredda nelle mani, nei piedi o in entrambi
  • Ridotta sensazione di dolore

 

radiculopatie cura chiropratica el paso tx.

 

Altri sintomi del disturbo craniocervicale

Alcuni disturbi hanno i loro sintomi.

  • Cambia l'aspetto del collo
  • Portata ridotta

Ci sono anomalie come:

  1. Invaginazione basilare
  2. platibasia
  3. Klippel-Feil

Tutti questi possono causare malformazione e cambiamenti fisici nel collo. Potrebbe apparire il collo corto, palmato o attorcigliato. Ci può anche essere un limitata capacità di muovere il collo.

I sintomi possono anche essere causato dalla pressione del cervello e dei nervi cranici

Condizioni come platibasia, invaginazione basilare e tumori cranio-cervicali possono esercitare pressione sul tronco encefalico e sui nervi cranici circostanti. In questo caso, possono verificarsi i seguenti sintomi:

  • Problemi agli occhi come movimenti oculari anomali e visione doppia
  • Problemi alla gola e al linguaggio come raucedine, linguaggio confuso e problemi di deglutizione
  • Perdita di coordinazione
  • Problemi di sonno come l'apnea notturna

 

Vertigini Sensazione di svenimento

Alcuni individui potrebbero manifestare una serie di sintomi che non si verificano troppo spesso chiamati ischemia vertebro-basilare.

Questo succede quando il la posizione della testa cambia ponendo pressione sulle arterie craniche e interrompere l'afflusso di sangue.

Il risultato è:

  • Debolezza
  • Confusione
  • Sensazione di testa vuota
  • Sensazione di svenimento
  • Vertigini o vertigini

Siringomielia

La siringomielia è una cisti piena di liquido noto come siringa che si forma all'interno del midollo spinale. Se la la cisti cresce, può danneggiare il midollo spinale causando dolorosi sintomi neurologici in tutto il corpo che includono debolezza e intorpidimento. In casi estremi perdita della capacità di sentire calore o freddo nel collo, nelle mani e possibilmente in tutta la colonna vertebrale. I muscoli della mano possono diventare paralizzati.

 

Qualità della vita con disturbo cervicale superiore

Mentre alcuni individui non hanno sintomi associati a un disturbo craniocervicale, altri sperimentano dolore intenso e disfunzione neurologica. Ci sono opzioni di trattamento che possono aiutarti a gestire ed eliminare con successo i sintomi.

 

11860 Vista Del Sol, Ste. 126 Suggerimenti per la prevenzione del dolore al collo El Paso, Texas

Chiropratica

Quando il mal di testa è presente di solito significa che c'è un disallineamento nella colonna cervicale. Questo è spesso combinato con muscoli tesi nel collo, nelle spalle e nell'area circostante. La pressione sui nervi può causare forti dolori lancinanti insieme a una sensazione pulsante e continua.

A il chiropratico valuterà l'area e quindi avanzerà con una regolazione per alleviare la pressione e il dolore. La medicina chiropratica non si concentra solo sull'alleviamento dei sintomi, ma sulla ricerca della causa principale e sulla correzione del problema. Inoltre, il il chiropratico si prenderà il tempo necessario per educarti sull'importanza della dieta, dell'esercizio fisico, dello stretching e delle scelte di vita sane.


 

Terapia con massaggio al colpo di frusta

 


 

NCBI

L'efficacia della cura chiropratica per il mal di testa è stata dimostrata da numerosi studi di ricerca. La chiropratica non è solo eccellente per il trattamento del mal di testa, ma è delicata, non invasiva, non richiede farmaci ed è nota per essere priva di effetti collaterali.

Disturbi del movimento ripetitivo (RMD) e The Spine El Paso, TX.

Disturbi del movimento ripetitivo (RMD) e The Spine El Paso, TX.

In che modo le RMD influenzano la colonna vertebrale

ponte lesioni da movimento ripetitivo o RMD influenzare le braccia e le mani. Tuttavia, possono anche accadere nella colonna vertebrale.

La maggior parte delle lesioni alla schiena, in particolare nel sul posto di lavoro, sono spesso il risultato di usura ripetitiva a lungo termine su:

  • Muscoli
  • legamenti
  • tendini
  • Dischi spinali

Movimenti di lavoro ripetitivi come:

  • Tirando
  • raggiungendo
  • Torsione
  • Curvatura

Tutti questi movimenti possono indebolire e stressare la colonna vertebrale e aumentare il rischio di lesioni.

 

11860 Vista Del Sol, Ste. 126 Ripetitive Motion Disorders (RMDs) e The Spine El Paso, TX.

Trattamento per RMD

Quando si tratta per la prima volta di un RMD, il il primo passo è ridurre o arrestare i movimenti che causano i sintomi. Altre terapie includono:

  • Terapia del ghiaccio riduce il dolore e il gonfiore.
  • Farmaci come il cortisone e gli antinfiammatori riducono anche il dolore e il gonfiore.
  • / ChiropraticaTerapia fisica allevia il dolore e il dolore nei muscoli e nelle articolazioni e rafforza i muscoli per aiutare a prevenire lesioni future.
  • stecche alleviare la pressione su muscoli e nervi.
  • La chirurgia in rari casi può aiutare ad alleviare i sintomi e prevenire danni permanenti.

 

11860 Vista Del Sol Ste. 128 Cambiamenti meteorologici che peggiorano il mal di schiena El Paso, TX.

Prevenzione

Gli RMD possono essere prevenuti. Ecco alcuni suggerimenti importanti per ridurre lesioni da movimento ripetitivo:

  • Fai delle pause frequenti per evitare un uso eccessivo dei muscoli con piccole pause di riposo di qualsiasi muscolo / legamento che stai utilizzando.
  • L'esercizio fisico regolare insieme allo stretching e al rilassamento aiuta costruire forza, aumentare la mobilità, la gamma di movimento e prevenire lesioni future.
  • Controlla la tua postura per assicurarti che sia corretta per l'attività da svolgere. Ciò aiuta i gomiti, i polsi, le mani e la colonna vertebrale a mantenere l'allineamento durante i movimenti ripetitivi.
  • Non rimanere in una singola posizione per troppo tempo. Cambia frequentemente la tua postura durante qualsiasi tipo di attività per rilassare una serie di muscoli e utilizzare un altro set, quindi passare e così via e così via.
  • Praticare la forma e la tecnica corrette farà molto per prevenire lesioni ripetitive.
  • Evitare al di sopra-rearea, stretching e torsione.
  • Utilizzare dispositivi di protezione e equipaggiamento.
  • Avere un workstation progettata correttamente con attrezzature per ufficio o di lavoro alla giusta altezza, distanza e consente di lavorare in sicurezza e comodamente.

 

11860 Vista Del Sol, Ste. 126 Ripetitive Motion Disorders (RMDs) e The Spine El Paso, TX.

Stare in buona salute

Rimanere in buona salute ed evitare RMD è la prima priorità se si lavorare in un posto di lavoro o partecipare regolarmente ad attività in cui vengono utilizzati movimenti e movimenti ripetitivi.

Concediti il ​​tempo di riposare, esercitare e attuare tecniche adeguate. Vedi un medico o chiropratico per lesioni se si verifica uno dei sintomi elencati. Ergonomicamente ela valutazione delle cause è una parte importante della valutazione diagnostica per i pazienti con queste condizioni.

Pertanto, mappando a Il piano di trattamento personalizzato per cambiare il modo in cui lavori / esegui questi movimenti è l'obiettivo finale.

Ci concentriamo su ciò che funziona per te. Ci impegniamo anche a creare forma fisica e migliorare il corpo attraverso metodi ricercati e programmi di benessere totale. Questi programmi sono naturali e utilizzano la capacità del corpo di raggiungere obiettivi di miglioramento, piuttosto che introdurre sostanze chimiche dannose, controverse sostituzioni ormonali, interventi chirurgici o farmaci che creano dipendenza.

Vogliamo che tu viva una vita che si compia con più energia, un atteggiamento positivo, un sonno migliore, meno dolore, un peso corporeo adeguato ed educato su come mantenere questo stile di vita. Ho fatto una vita prendendomi cura di ognuno dei miei pazienti.


 

L'ortesi per i piedi “LIFE CHANGING” | El Paso, Tx (2020)

 


 

Risorse NCBI

Escludendo lesioni traumatiche dovute a un incidente, lavorare in un ambiente di fabbrica può causare problemi di mobilità, dolore e flessibilità. Il natura del lavoroPone richieste specifiche al corpo umano che possono portare a determinati tipi di lesioni e condizioni di salute, tra cui:

  • Lesioni da movimento ripetitivo Quando un lavoratore esegue la stessa attività che prevede gli stessi movimenti più e più volte, può portare a determinati tipi di infortuni. Il tunnel carpale è una comune lesione da movimento ripetitivo.
  • overexertion Sollevare, tirare, anche stare in piedi può mettere a dura prova il corpo, soprattutto quando viene fatto senza pause adeguate. La persona può soffrire di affaticamento muscolare, stiramenti muscolari e stiramento dei tendini.
  • Lesioni al movimento del corpo Quando il lavoratore raggiunge, si torce, striscia e si piega continuamente, può causare problemi ai muscoli e alle articolazioni.

 

Disturbi della colonna vertebrale 6 che la chiropratica aiuta

Disturbi della colonna vertebrale 6 che la chiropratica aiuta

La chiropratica può aiutare con un'ampia varietà di condizioni di salute, in particolare quelle che coinvolgono la colonna vertebrale. La capacità del tuo chiropratico di regolare la colonna vertebrale rende possibile correggere molti problemi con la schiena e il collo. La chiropratica offre anche il vantaggio di essere priva di farmaci e non invasiva, quindi gli effetti collaterali di cui devi preoccuparti sono minimi.

Disturbi della colonna vertebrale 6 che la chiropratica aiuta

1. Malattia degenerativa del disco

Molto spesso, la malattia degenerativa del disco è una condizione che colpisce le persone che invecchiano. I dischi che si trovano tra le vertebre dovrebbero essere relativamente morbidi per fornire cuscino e flessibilità alla colonna vertebrale. Sfortunatamente, anni di utilizzo e lesioni varie possono causare l'usura dei dischi. Quando si logorano può portare a pressione sui nervi e osso sul contatto osseo.

2. Ernia del disco

A volte un disco può rompersi, permettendo alla materia interna di sporgere dal guscio esterno e premere contro i nervi nella colonna vertebrale. Le aree più comuni del corpo con ernia del disco sono la parte bassa della schiena e il collo.

3. Sciatica

Il nervo sciatico viaggia dalla parte bassa della schiena e giù per le gambe. Il nervo può diventare irritato se ci sono problemi con la parte bassa della schiena, come la malattia degenerativa del disco, ernia del disco o disallineamento. La pressione sul nervo può causare sintomi come dolori lancinanti, intorpidimento, formicolio, dolore sordo e altri disagi.

4. Colpo di frusta

Il colpo di frusta è più comune negli incidenti stradali posteriori, in cui un'auto ti colpisce da dietro e fa frustare la testa in avanti e indietro. La forza generata dal movimento della frusta può causare danni significativi al collo. Rigidità e dolore sono sintomi comuni. Il colpo di frusta deve essere trattato il prima possibile in seguito a un incidente.

5. Dolore miofasciale

La fascia è il materiale simile a una guaina che circonda i muscoli. Possono verificarsi adesioni nella fascia a causa di un uso eccessivo o lesioni. A volte i punti dolorosi possono sembrare nodi duri sotto la pelle. Il dolore miofasciale provoca spesso disagio in altre aree del corpo che non si presumono correlate all'area problematica.

6. Distorsioni e stiramenti posteriori

Ci sono molti modi in cui la schiena può slogarsi o sforzarsi. Una distorsione coinvolge i legamenti che sono attaccati alle tue ossa, mentre una tensione coinvolge i tuoi muscoli e / o tendini. Entrambe le condizioni possono causare dolore significativo e perdita di mobilità.

11860 Vista Del Sol Ste. 128 6 Disturbi della colonna vertebrale che la chiropratica aiuta El Paso, TX.

 

La chiropratica può aiutare a

Il tuo chiropratico ti offrirà diverse opzioni per curare la tua condizione spinale. Questi possono includere:

Regolazioni

Molte volte i problemi con la colonna vertebrale possono essere migliorata riallineare le vertebre. Lesioni e condizioni della colonna vertebrale sono spesso associate a disallineamento, dove le vertebre non si trovano una sopra l'altra come dovrebbero essere. Un aggiustamento chiropratico riporta delicatamente le vertebre all'allineamento.

Massage Therapy

Il massaggio è un'ottima terapia complementare agli aggiustamenti chiropratici. Può aiutare a rilassare i muscoli, eliminare le aderenze e migliorare la mobilità. Può anche aiutare le tue regolazioni spinali a rimanere al loro posto mentre vai avanti nella tua vita quotidiana.

Ultrasuono

I trattamenti a ultrasuoni sono un modo efficace per incoraggiare i meccanismi di guarigione del tuo corpo senza causare effetti collaterali indesiderati. Le onde sonore penetrano in profondità nei tessuti per creare energia termica, che favorisce la circolazione e favorisce la guarigione.

Ottieni assistenza per il tuo disturbo spinale

Se stai lottando con un disturbo spinale come quelli sopra menzionati, apprezzeremmo l'opportunità di aiutarti. Il nostro team di chiropratica comprende come amministrare trattamenti sicuri, efficaci, non invasivi e che lavorano insieme per migliorare i risultati di guarigione.

Vi preghiamo di contattarci oggi per discutere delle vostre condizioni spinali e fissare un appuntamento.


Heel Spurs

 

11860 Vista Del Sol Ste. 128 6 Disturbi della colonna vertebrale che la chiropratica aiuta El Paso, TX.

Hai un forte dolore al tallone? Quando fai un passo, ti senti come se un coltello ti stesse pugnalando il tallone? Se la risposta è sì, allora potresti avere uno sperone calcaneare.

Uno sperone calcaneare è una crescita degenerativa dell'osso sul calcagno. Mentre lo sperone calcaneare è talvolta indolore, la condizione è comunemente associata alla fascite plantare.

  • Sperone calcaneare essi stessi non sono ciò che causa dolore
  • Gli speroni si verificano nel 50-75% dei talloni affetti fasciite plantare
  • Chi soffre di sperone calcaneare di solito racconta di un forte dolore al tallone, che si irradia sul fondo del piede.
  • I sintomi possono impedire la deambulazione e il movimento in generale.

Trattamento

La chirurgia può essere costosa, rischiosa, ma di solito non è necessaria.

I tempi di recupero:

  • Tra 3 e 6 mesi o più per tornare alle funzioni portanti
  • D'altra parte, il trattamento conservativo si dimostra abbastanza efficace.
  • Il dolore e l'irritazione sperimentati da circa il 90% delle persone rispondono abbastanza bene al trattamento conservativo.

Cura della casa:

  1. Allunga il piede e il polpaccio in modo coerente
  2. Ghiacci il tallone per ridurre il gonfiore
  3. Indossa plantari personalizzati
  4. Esercizi mirati sul rafforzamento dei muscoli dei piedi e delle caviglie
  5. Perdita di peso e scarpe migliori se necessario

Presso la clinica medica e chiropratica:

Regolazioni del piede:

  • Navicolare inferiore
  • Cuboide fisso
  • Calcagno posteriore e / o teste metatarsali "cadute".
  • Sebbene gli aggiustamenti possano aiutare a ridurre i sintomi, non ripristinano la lassità dell'aponeurosi plantare o la conseguente pronazione eccessiva.

I plantari personalizzati supportano tutti gli archi 3, che aiutano a controllare la pronazione e proteggono dagli shock del tallone.

Il tuo medico e il centro personalizzato di Orthotic può offrire uno speciale ritagliareNel sito di inserimento della fascia plantare per ridurre la pressione.

Conclusione

Il dolore allo sperone calcaneare può essere ridotto vedendo i tuoi schemi di movimento del piede e della caviglia. Mentre non esiste una cura per gli speroni calcaneari, possono essere d'aiuto gli aggiustamenti chiropratici del piede, i plantari e lo stretching a casa.


El Paso, TX Chiropractic Heel Spur Treatment

 

 

Blanca, nata e cresciuta a El Paso, in Texas, soffre di speroni calcaneari da circa due anni. Come infermiera registrata, i suoi sintomi hanno influenzato sensibilmente la sua capacità di lavorare e la sua generale qualità della vita. Determinata a migliorare la sua salute, Blanca credeva che si curasse. Una volta che iniziò il trattamento con il dottor Alex Jimenez, tuttavia, Blanca provò un enorme sollievo dai suoi speroni calcaneari, quasi immediatamente. Blanca raccomanda vivamente la cura chiropratica con il Dr. Alex Jimenez come selezione non chirurgica per il trattamento degli speroni calcaneari. Uno sperone calcaneare è un residuo di calcio che provoca una sporgenza ossea sul fondo dell'osso del tallone.

Sebbene gli speroni calcaneari siano spesso indolori, possono causare dolore al tallone. Sono spesso associati a fascite plantare, una dolorosa infiammazione della banda fibrosa del tessuto connettivo (fascia plantare) che attraversa la parte inferiore del piede e collega l'osso del tallone alla sfera del piede. Gli speroni del tallone sono generalmente causati da tensioni sui legamenti e tendini del piede, stiramento della fascia plantare e ripetuti strappi della membrana che copre l'osso del tallone. Gli speroni calcaneari sono particolarmente comuni tra gli atleti.


 

Orthotics

Disfunzione del piede può facilmente causare un effetto domino che si estende fino alla parte posteriore. I piedi sono il fondamento del corpo e quando c'è un problema con il modo in cui funzionano può causare lo spostamento dell'intero corpo fuori allineamento. L'iperpronazione e l'iperpronazione possono causare una serie di lesioni e condizioni che colpiscono non solo i piedi e le caviglie, ma anche le ginocchia, fianchie anche indietro.

 

Take2_PB_Outback


 

Hallux Limitus funzionale

L'alluce limite funzionale è purtroppo ancora considerato un raro problema di salute che spesso non viene affrontato. I risultati per molti diversi disturbi del piede saranno compromessi se il trattamento non affronta il limite funzionale dell'alluce. Le anomalie posturali e del piede hanno una base in una scarsa funzione di stabilizzazione e nel meccanismo del verricello della struttura del piede attraverso la fascia plantare.

 

VasyliMedical Functional Hallux Limitus


 

Risorse NCBI

Sebbene molte persone provino a trattare la propria lombalgia da sole, uno dei modi più veloci e migliori per curarla è attraverso ortesi personalizzate, che ottimizzano effettivamente le prestazioni di tutto il corpo, non solo dei piedi e della parte bassa della schiena. Ad esempio, l'iperpronazione del piede provoca una serie di cambiamenti interni che si estendono attraverso la gamba. Il femore può ruotare causando dolore all'anca e infiammazione dell'articolazione sacroiliaca che porta a mal di schiena. Altri disallineamenti nel corpo causati da problemi ai piedi possono anche portare a mal di schiena cronico.

 

Disordini dello sviluppo neurologico infantile

Disordini dello sviluppo neurologico infantile

El Paso, TX. Chiropratico, il Dr. Alexander Jimenez esamina i disturbi dello sviluppo infantile, insieme ai loro sintomi, cause e trattamento.

Paralisi cerebrale

  • Tipi 4
  • Paralisi cerebrale spastica
  • ~ 80% di casi CP
  • Paralisi cerebrale fotoskinetica (include anche paralisi cerebrale atetoide, coreoatetoide e distonica)
  • Paralisi cerebrale atassica
  • Paralisi cerebrale mista

Disturbo dello spettro autistico

  • Disturbo autistico
  • Disturbo di Asperger
  • Disturbo pervasivo dello sviluppo non altrimenti specificato (PDD-NOS)
  • Disordine dell'integrazione infantile (CDD)

Bandiere rosse di disturbo dello spettro autistico

  • Comunicazione sociale
  • Uso limitato di gesti
  • Discorso ritardato o mancanza di chiacchiere
  • Suoni strani o tono di voce insolito
  • Difficoltà nel rendere il contatto visivo, i gesti e le parole allo stesso tempo
  • Piccola imitazione degli altri
  • Non usa più le parole che usavano
  • Usa la mano di un'altra persona come strumento
  • Interazione sociale
  • Difficoltà a stabilire un contatto visivo
  • Mancanza di espressione gioiosa
  • Mancanza di risposta al nome
  • Non cerca di mostrarti le cose a cui sono interessati
  • Comportamenti ripetitivi e interessi limitati
  • Modo insolito di muovere le mani, le dita o il corpo
  • Sviluppa rituali, come allineare oggetti o ripetere cose
  • Si concentra su oggetti insoliti
  • Eccessivo interesse per un particolare oggetto o attività che interferisce con l'interazione sociale
  • Interessi sensoriali insoliti
  • Sotto o sopra la reazione agli input sensoriali

Criteri diagnostici ASD (DSM-5)

  • Deficit persistenti nella comunicazione sociale e nell'interazione sociale tra più contesti, come manifestato dal seguente, attualmente o dalla storia (esempi sono illustrativi, non esaustivi, vedi testo):
  • Deficit nella reciprocità socio-emotiva, che vanno, ad esempio, dall'approccio sociale anormale e dal fallimento della normale conversazione avanti e indietro; a ridotta condivisione di interessi, emozioni o affetti; al fallimento di iniziare o rispondere alle interazioni sociali.
  • Deficit nei comportamenti comunicativi non verbali utilizzati per l'interazione sociale, che vanno, ad esempio, da comunicazioni verbali e non verbali poco integrate; alle anomalie del contatto visivo e del linguaggio del corpo o deficit nella comprensione e nell'uso dei gesti; a una totale mancanza di espressioni facciali e comunicazione non verbale.
  • Deficit nello sviluppo, nel mantenimento e nella comprensione delle relazioni, che vanno, ad esempio, dalle difficoltà che regolano il comportamento per adattarsi ai vari contesti sociali; alle difficoltà nel condividere il gioco immaginativo o nel fare amicizia; all'assenza di interesse per i pari.

Criteri diagnostici ASD

  • Modelli ripetuti, ripetitivi di comportamento, interessi o attività, come manifestati da almeno due dei seguenti, attualmente o per cronologia (gli esempi sono illustrativi, non esaustivi, vedi testo):
  • Movimenti motori stereotipati o ripetitivi, uso di oggetti o linguaggio (es. Semplici stereotipi motori, allineamento di giocattoli o oggetti flipping, ecolalia, frasi idiosincratiche).
  • Insistenza sull'identità, adesione inflessibile alla routine o schemi ritualizzati di comportamento verbale o non verbale (es. angoscia a piccoli cambiamenti, difficoltà con le transizioni, schemi di pensiero rigidi, rituali di saluto, bisogno di prendere lo stesso percorso o mangiare lo stesso cibo ogni giorno).
  • Interessi altamente ristretti e fissati che sono anormali per intensità o concentrazione (ad esempio, forte attaccamento o preoccupazione per oggetti insoliti, eccessivamente circoscritti o perseverative interessi).
  • Iper - o Iporia reattività a input sensoriali o interesse insolito negli aspetti sensoriali dell'ambiente (ad esempio apparente indifferenza al dolore / temperatura, risposta avversa a suoni o trame specifici, eccessivo odore o tocco di oggetti, fascino visivo con luci o movimento).

Criteri diagnostici ASD

  • I sintomi devono essere presenti nel primo periodo di sviluppo (ma potrebbero non manifestarsi pienamente fino a quando le richieste sociali non supereranno le capacità limitate o potrebbero essere mascherate da strategie apprese in età avanzata).
  • I sintomi causano una menomazione clinicamente significativa nelle aree sociali, lavorative o di altre importanti aree del funzionamento corrente.
  • Questi disturbi non sono meglio spiegati dalla disabilità intellettiva (disturbo dello sviluppo intellettuale) o dal ritardo dello sviluppo globale. La disabilità intellettiva e il disturbo dello spettro autistico spesso si verificano in concomitanza; per fare diagnosi di comorbidità del disturbo dello spettro autistico e della disabilità intellettiva, la comunicazione sociale dovrebbe essere inferiore a quella prevista per il livello di sviluppo generale.

Criteri diagnostici ASD (ICD-10)

A. Lo sviluppo anormale o alterato è evidente prima dell'età di 3 anni in almeno una delle seguenti aree:
  • Linguaggio ricettivo o espressivo usato nella comunicazione sociale;
  • Lo sviluppo di attaccamenti sociali selettivi o di interazione sociale reciproca;
  • Gioco funzionale o simbolico.
B. Devono essere presenti almeno sei sintomi da (1), (2) e (3), con almeno due da (1) e almeno uno da ciascuno (2) e (3)
1. La compromissione qualitativa dell'interazione sociale si manifesta in almeno due delle seguenti aree:

un. insufficiente utilizzo dello sguardo, dell'espressione facciale, delle posizioni corporee e dei gesti per regolare l'interazione sociale;

b. incapacità di sviluppare (in modo appropriato all'età mentale e nonostante le ampie opportunità) relazioni tra pari che comportano una condivisione reciproca di interessi, attività ed emozioni;

c. mancanza di reciprocità socio-emotiva, come dimostrato da una risposta alterata o deviante alle emozioni di altre persone; o mancanza di modulazione del comportamento secondo
contesto sociale; o una debole integrazione di comportamenti sociali, emotivi e comunicativi;

d. mancanza di ricerca spontanea di condivisione di godimento, interessi o risultati con altre persone (ad esempio mancanza di mostrare, portare o segnalare ad altre persone oggetti di interesse per l'individuo).

2. Anomalie qualitative nella comunicazione come manifest in almeno una delle seguenti aree:

un. ritardo o mancanza totale di sviluppo del linguaggio parlato che non è accompagnato da un tentativo di compensare l'uso di gesti o mimo come modalità alternativa di comunicazione (spesso preceduta da una mancanza di chiacchiere comunicative);

b. incapacità relativa di iniziare o sostenere lo scambio conversazionale (a qualsiasi livello di abilità linguistica è presente), in cui vi è una reciproca reattività alle comunicazioni dell'altra persona;

c. uso stereotipato e ripetitivo del linguaggio o uso idiosincratico di parole o frasi;

d. mancanza di giochi di fantasia spontanei vari o (quando giovani) giochi imitativi sociali

3. Modelli di comportamento, interessi e attività ristretti, ripetitivi e stereotipati si manifestano in almeno uno dei seguenti aspetti:

un. Una preoccupante preoccupazione per uno o più modelli di interesse stereotipati e ristretti che sono anormali nel contenuto o nel focus; o uno o più interessi che sono anormali nella loro intensità e nella loro natura circoscritta sebbene non nel loro contenuto o focus;

b. Aderenza apparentemente compulsiva a routine o rituali specifici, non funzionali;

c. Manierismi motori stereotipati e ripetitivi che coinvolgono le mani o le dita che si agitano o si torcono o movimenti complessivi di tutto il corpo;

d. Preoccupazioni con oggetti di parti di elementi non funzionali di materiali di gioco (come il loro odore, la sensazione della loro superficie o il rumore o la vibrazione
creare).

C. Il quadro clinico non è attribuibile alle altre varietà di disturbi pervasivi dello sviluppo; disturbo specifico dello sviluppo del linguaggio ricettivo (F80.2) con problemi socio-emotivi secondari, disturbo dell'attaccamento reattivo (F94.1) o disturbo dell'attaccamento disinibito (F94.2); ritardo mentale (F70-F72) con alcuni disturbi emotivi o comportamentali associati; schizofrenia (F20.-) di insorgenza insolitamente precoce; e sindrome di Rett (F84.12).

Criteri diagnostici della sindrome di Asperger (ICD-10)

  • A. Compromissione qualitativa nell'interazione sociale, come manifestato da almeno due dei seguenti:
  • svantaggi marcati nell'uso di molteplici comportamenti non verbali come lo sguardo dell'occhio, l'espressione facciale, le posizioni corporee e i gesti per regolare l'interazione sociale.
  • incapacità di sviluppare relazioni tra pari adeguate al livello di sviluppo.
  • una mancanza di ricerca spontanea di condividere il godimento, gli interessi o le realizzazioni con altre persone (ad esempio con la mancanza di mostrare, portare o indicare oggetti di interesse per altre persone).
  • mancanza di reciprocità sociale o emotiva.
  • B. Modelli ristretti ripetitivi e stereotipati di comportamento, interessi e attività, come manifestati da almeno uno dei seguenti:
  • che comprende la preoccupazione per uno o più schemi di interesse stereotipati e ristretti che sono anormali sia nell'intensità che nella concentrazione.
  • aderenza apparentemente inflessibile a routine o rituali specifici, non funzionali.
  • manierismi motori stereotipati e ripetitivi (ad es. sbattere o torcere le mani o le dita o movimenti complessi di tutto il corpo).
  • preoccupazione persistente con parti di oggetti.
    C. Il disturbo causa menomazione clinicamente significativa in aree sociali, lavorative o di altre importanti aree di funzionamento
    D. Non vi è alcun ritardo generale clinicamente significativo nella lingua (ad es., Parole singole usate dagli anni 2 di età, frasi comunicative usate dagli anni 3 di età).
    E. Non vi è alcun ritardo clinicamente significativo nello sviluppo cognitivo o nello sviluppo di capacità di auto-aiuto appropriate all'età, comportamento adattivo (diverso dall'interazione sociale) e curiosità per l'ambiente nell'infanzia.
    F. I criteri non sono soddisfatti per un altro specifico Disturbo dello Sviluppo Pervasivo o Schizofrenia.

Disturbo da deficit di attenzione / iperattività (ADHD)

  • Disattenzione - ottiene facilmente il compito
  • Iperattività - sembra muoversi costantemente
  • impulsività - fa azioni affrettate che si verificano nel momento senza prima pensarci

Fattori di rischio ADHD

  • Genetica
  • Sigaretta, consumo di alcool o uso di droghe durante la gravidanza
  • Esposizione a tossine ambientali durante la gravidanza
  • Esposizione a tossine ambientali, come alti livelli di piombo, in giovane età
  • Basso peso alla nascita
  • Cervello lesioni

screening dello sviluppo

disordini del neurosviluppo dell'infanzia el paso tx.

www.cdc.gov/ncbddd/autismo/hcp-screening.html

Riflessi primitivi

  • Moro
  • Spinal Galant
  • Tonic Neck Reflex asimmetrico
  • Riflesso del collo tonico simmetrico
  • Tonic Labrynthine Reflex
  • Riflesso palmomental
  • Muso riflesso

Trattamento dei ritardi dello sviluppo

  • Risanare eventuali riflessi conservati
  • Educare i genitori a fornire un ambiente strutturato
  • Promuovere attività di bilanciamento del cervello
  • Affrontare le sensibilità alimentari e rimuovere i probabili alimenti problematici
  • Trattare l'intestino del paziente, i probiotici, la glutammina, ecc.

Sindrome neuropsichiatrica a insorgenza acuta pediatrica

(Padelle)

  • Esordio drammatico improvviso di OCD o assunzione di cibo severamente limitata
  • I sintomi non sono meglio spiegati da un noto disturbo neurologico o medico
  • Inoltre almeno due dei seguenti:
  • Ansia
  • Labilità emotiva e / o depressione
  • Irritabilità, aggressività e / o comportamenti fortemente oppositivi
  • Regressione comportamentale / evolutiva
  • Deterioramento delle prestazioni scolastiche
  • Anomalie sensoriali o motorie
  • Segni somatici inclusi disturbi del sonno, enuresi o frequenza urinaria
  • * L'inizio delle PANS può iniziare con agenti infettivi diversi dallo streptococco. Include anche l'inizio da fattori scatenanti ambientali o disfunzioni immunitarie

Disturbi autoimmuni pediatrici associati allo streptococco

(PANDAS)

  • Presenza di ossessioni, compulsioni e / o tic significativi
  • Esordio brusco dei sintomi o decorso recidivante-remittente della gravità dei sintomi
  • Insorgenza pre-puberale
  • Associazione con infezione streptococcica
  • Associazione con altri sintomi neuropsichiatrici (incluso uno qualsiasi dei sintomi "associati" PANS)

Prove di PANS / PANDAS

  • Tampone / coltura di Strep
  • Esami del sangue per lo streptococco
  • Strep ASO
  • Titolo anti-DNase B
  • Streptozyme
  • Test per altri agenti infettivi
  • Preferibile la risonanza magnetica ma il PET può essere utilizzato se necessario
  • EEG

Falsi negativi

  • Non tutti i bambini che hanno lo streptococco hanno laboratori elevati
  • Solo 54% di di bambini con streptococco ha mostrato un aumento significativo di ASO.
  • Solo 45% di ha mostrato un aumento dell'anti-DNasi B.
  • Solo 63% di ha mostrato un aumento di ASO e / o anti-DNasi B.

Trattamento di PANS / PANDAS

  • Antibiotici
  • IVIG
  • plasmaferesi
  • Protocolli anti-infiammatori
  • Farmaci steroidei
  • Omega-3 di
  • FANS
  • Probiotici

Injury Medical Clinic: Chiropractor (consigliato)

fonti

  1. "Disturbo da deficit di attenzione e iperattività". National Institute of Mental Health, US Department of Health and Human Services, www.nimh.nih.gov/health/topics/attention-deficit-hyperactivity-disorder-adhd/index.shtml.
  2. Autism Navigator, www.autismnavigator.com/.
    Disturbo dello spettro autistico (ASD). Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie, Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie, 29 maggio 2018, www.cdc.gov/ncbddd/autism/index.html.
  3. Introduction to Autism . Interactive Autism Network, iancommunity.org/introduction-autism.
  4. Shet, Anita, et al. "Risposta immunitaria alla peptidasi C5a streptococcica di gruppo A nei bambini: implicazioni per lo sviluppo di vaccini" The Journal of Infectious Diseases, vol. 188, n. 6, 2003, pagg. 809-817., Doi: 10.1086 / 377700.
  5. "Cos'è PANDAS?" Rete PANDAS, www.pandasnetwork.org/understanding-pandaspans/what-is-pandas/.
Disturbi da colpo di frusta e trattamenti chiropratici in El Paso, TX.

Disturbi da colpo di frusta e trattamenti chiropratici in El Paso, TX.

Disturbi acuti associati al colpo di frusta:

Colpo di frusta acuto

Ogni anno in America ci sono tra 6.5 milioni e 7 milioni Incidenti automobilistici o (Di MVA) che colpisce molti. Di questi incidenti, circa tre milioni riguardano una qualche forma di lesioni personali. Circa due terzi di queste lesioni, sebbene non debilitanti, sono permanenti. Quando sei in coda, il tuo corpo viene espulso da sotto la tua testa. Sebbene ci sia una grande quantità di stiramento dei tessuti molli che si verifica nei tessuti molli (LIGAMENTI, TENDINI, MUSCOLI, FASCIA), come il tuo corpo viaggia in avanti ad una velocità significativamente più alta della tua testa; ad un certo punto, questi "tessuti molli" non possono più allungarsi. Questo è il primo punto in cui si verifica la lacerazione del tessuto microscopico. Questo è l'inizio del processo di lesioni.

La testa ora sta accelerando in avanti più velocemente di tutto il corpo. Quando il corpo si ferma (ovvero il veicolo sbatte contro ciò che si trova di fronte), la testa continuerà a viaggiare in avanti. Questo è in realtà il termine "colpo di frusta"Viene, e dove si verifica. È esattamente il principio della fisica che si traduce nella punta di una frusta a "spezzarsi" quando rompe la barriera del suono. Se questo tipo di movimento di "frustata" si verifica nel collo, può provocare una grande quantità di danni ai tessuti molli e conseguente formazione di fibrosi e tessuto cicatriziale. Inoltre, può portare a una grande quantità di traumi occulti (nascosti) e del sistema nervoso.

Dr. Alexander Jimenez DC

colpo di frusta acuto el paso tx.

Disegno dello studio:

Uno studio sperimentale sulla funzione motoria / sensoriale e sofferenza psicologica in soggetti con lesioni da colpo di frusta acuta.

Obbiettivo:

Caratterizzazione delle lesioni da colpo di frusta acuta in termini di disfunzione dei sistemi motori / sensoriali e sofferenza psicologica. Ciò comporta il confronto di soggetti con livelli più alti e minori di dolore e disabilità.

Riepilogo dei dati di background:

La disfunzione del sistema motorio, l'ipersensibilità sensoriale e il disagio psicologico sono presenti nella cronica disturbi associati al colpo di frusta (WAD), ma poco è noto di tali fattori nella fase acuta della lesione. Poiché livelli più elevati di dolore e disabilità nel WAD acuto sono accettati come segni di esito negativo, è importante caratterizzare ulteriormente questo gruppo da quelli con sintomi minori.

Materiali e metodi:

Funzione motoria (range di movimento cervicale [ROM], errore di posizione congiunta [JPE]; attività dei flessori superficiali del collo [EMG] durante un test di flessione cranio-cervicale), i test sensoriali quantitativi (pressione, soglie del dolore termico e risposte al test di provocazione del plesso brachiale) e il disagio psicologico (GHQ-28, TAMPA, IES) sono stati misurati in soggetti di colpo di frusta 80 (WAD II o III) entro il mese di ferimento di 1, così come i soggetti di controllo 20.

risultati:

Tre sottogruppi sono stati identificati nella coorte utilizzando l'analisi dei cluster basata sull'indice di disabilità del collo: quelli con dolore e disabilità lieve, moderato o grave. Tutti i gruppi del colpo di frusta hanno dimostrato una riduzione del ROM e un aumento dell'EMG rispetto ai controlli (tutti P <0.01). Solo i gruppi moderati e gravi hanno dimostrato maggiore JPE e ipersensibilità generalizzata a tutti i test sensoriali (tutti P <0.01). I tre sottogruppi del colpo di frusta hanno dimostrato prove di disagio psicologico, sebbene questo fosse maggiore nei gruppi moderati e gravi. Le misure del disagio psicologico non hanno avuto un impatto sulle differenze tra i gruppi nei test motori o sensoriali.

Conclusioni:

Soggetti acuti di colpo di frusta con livelli più elevati di dolore e disabilità sono stati caratterizzati da ipersensibilità sensoriale a una varietà di stimoli, indicativi di sensibilizzazione del sistema nervoso centrale che si verifica subito dopo l'infortunio. Queste risposte si sono verificate indipendentemente dal disagio psicologico. Questi risultati possono essere importanti per la diagnosi differenziale di danno da colpo di frusta acuto e potrebbero essere una delle ragioni per cui quelli con dolore iniziale e disabilità più elevati dimostrano un risultato peggiore.

Sterling M1, Jull G, Vicenzino B, Kenardy J.

Information Autore

Whiplash Research Unit, Dipartimento di Fisioterapia, Università del Queensland, Brisbane, Australia. m.sterling@shrs.uq.edu.au

John F. Kennedy e dolore alla schiena cronico

John F. Kennedy e dolore alla schiena cronico

Il racconto di JFK mostra la difficoltà nella diagnosi e nel trattamento dei disturbi spinali.

All'età 43, John F. Kennedy è stato il presidente più giovane eletto nel posto di lavoro degli Stati Uniti ed è stato ritratto come pieno di gioventù e vitalità. Ma era molto lontano dalla salute, e ha trascorso la maggior parte della sua vita adulta combattendo con molte questioni mediche, tra cui il mal di schiena che ha avuto inizio durante il college e continua fino alla sua morte, secondo un recente articolo di rassegna Giornale di Neurochirurgia: Spina.

Il dolore alla schiena di John F. Kennedy è stato pensato per aver subito un infortunio al calcio, mentre Kennedy era in scuola universitaria a Harvard, ha chiarito coautore Justin T. Dowdy, MD, neurochirurgo presso la Hot Springs Clinic of Neurosurgery, a Hot Springs, in Arkansas.

Secondo 10 anni di studio sui documenti medici di Kennedy e sintomi segnalati, l'autore maggiore T. Glenn Pait, MD, crede che Kennedy ha avuto una malattia discogena derivante da un incidente nella sua infanzia che ha iniziato una cascata di problemi nella schiena bassa. Dr. Pait è direttore del Jackson T. Stephens Spine e Neuroscienze Institute presso l'Università di Arkansas per le Scienze Mediche.

Kennedy fu respinto originariamente quando cercava di iscriversi nell'esercito a causa dei suoi problemi medici, come il dolore alla schiena, ma fu accettato alla riserva marina statunitense durante le connessioni di suo padre. "Questo è un testamento della sua decisione di servire il suo paese", ha detto il dottor Pait. "Kennedy era stato originariamente dotato di un posto di lavoro, ma non era sufficiente per lui e fu poi ammesso in un programma di siluro di pattuglia".

Le questioni posteriori di Kennedy si peggiorarono quando la sua barca navale fu colpita da un cacciatorpediniere giapponese e Kennedy si allontanò per ore 5 ad un'isola vicina mentre tracceva un equipaggio ferito a terra, tenendo l'anello della giacca di vita dell'uomo tra i denti, Drs. Dowdy e Pait hanno notato nel loro giornale.

L'articolo di revisione si riferisce ad una serie di interventi di iniezione 4 inefficaci, tra cui una fusione sacroiliacale (SI) e lombosacrale. Vari medici che hanno curato Kennedy avevano diverse teorie sulla ragione del suo mal di schiena, ha anche suggerito una varietà di diversi trattamenti che vanno da iniezioni punto innesco e un programma di esercizi (nuoto e sollevamento pesi), per massaggiare e un brace posteriore, a colpi contenenti metanfetamine. Il programma di esercizi, iniziato più tardi nella sua vita, ha prodotto un miglioramento "drammatico", secondo i ricercatori. Il programma consisteva di sollevamento pesi tre volte alla settimana e nuoto quotidiano con massaggio e terapia termica.

"La narrazione di JFK illustra la difficoltà e la complessità nella diagnosi e nel trattamento dei disturbi della colonna vertebrale, soprattutto nel contesto del dolore cronico", ha detto il dottor Dowdy a SpineUniverse. "Le nostre spine invecchiano quando invecchiamo se si tratta di malattie degenerative del disco, nervi schiacciati o anomalie della formazione di stenosi spinale. Trattamento e prevenzione di questi disturbi è altrettanto di un'arte come una scienza, specialmente nel determinare quegli individui che probabilmente beneficeranno dell'intervento chirurgico ".

Il Dott. Dowdy ha notato che sono stati compiuti molti progressi in come le condizioni spinali sono diagnosticate e trattate come il momento in cui Kennedy cercava l'attenzione, come "che la raffinatezza sia dei metodi di chirurgia spinale meno invasiva che della diagnosi". Dr. Dowdy ha anche sottolineato un punto importante che si applica a qualsiasi epoca: "il significato di avere un chirurgo di spina affidabile che sia preparato e in grado di fornire la giusta chirurgia nelle condizioni appropriate".

La storia di John F. Kennedy suggerisce inoltre che "i metodi più favorevoli per prevenire il dolore cronico cronico possono essere accessibili e accessibili", ha dichiarato Dowdy. "Spesso la strategia più appropriata per il dolore cronico del basso indietro sta attivamente perseguendo una corretta igiene della colonna vertebrale: mantenere un peso corporeo sano, astenersi dal fumo e perseguire una nutriente dieta e di esercizi - in particolare gli allenamenti che comprendono tratti di yoga", ha sottolineato Dr. Dowdy. "Si riduce a perseguire un modo sano e sano di vita".

"Gli individui che soffrono di dolore cronico possono sperare di essere ispirati a sapere che Kennedy rimase fisicamente energico e guidato per raggiungere i suoi obiettivi nonostante la sua fastidio", ha concluso il dottor Dowdy.

Il sistema McKenzie

Il sistema McKenzie

Il sistema McKenzie è un modo di valutare e trattare disturbi spinali. È praticato comunemente in tutto il mondo. I fisioterapisti contengono la maggior parte dei professionisti di McKenzie, ma i medici e i chiropratici praticano il processo in aggiunta.

Numerosi regimi di esercizio sono stati raccomandati per il trattamento del dolore spinale. Sebbene l'affidabilità della classificazione e del sistema di valutazione di McKenzie sia stata messa in discussione in letteratura, questo metodo di riabilitazione spinale ha fornito un notevole sollievo dal dolore per i pazienti che erano innumerevoli. Come tutti i piani di esercizio della colonna vertebrale, la prescrizione precisa dell'esercizio dovrebbe essere personalizzata in base ai risultati dell'esame fisico dell'individuo.

Corsi

La formazione include una sequenza di quattro corsi su una determinata quantità di tempo che culmina in una valutazione di certificazione. Per molti che perseguono una formazione supplementare, viene offerto un programma di diploma (composto da una residenza di un mese 3). Il McKenzie Institute è un'organizzazione senza fini di lucro che sovrintende all'istruzione e alla formazione di medici interessati.

Tecnica spinale Nel sistema McKenzie, i medici svolgono una storia e una valutazione approfondite. Ciò consiste nel trovare la risposta del paziente a movimenti spinali duplicati e di fine gamma. Al paziente viene quindi somministrata una "analisi meccanica". La maggior parte dei pazienti viene diagnosticata con disfunzioni, disfunzioni o sindromi posturali. I pazienti sono trattati da un insieme di alterazioni posturali, esercizi specifici e, in alcuni casi, mobilizzazione o manipolazione spinale.

Analisi comune

La diagnosi più comune è la sindrome da derangement. Si ritiene che derivi da un'alterazione della struttura e della meccanica del disco intervertebrale. Nella sindrome da derangement, vengono evidenziate le posizioni e gli esercizi che "centralizzano" il dolore (spostandolo più vicino alla schiena). Quei movimenti e posizioni che marginalizzano il dolore (allontanandolo dalla schiena) sono evitati.

I pazienti assumono un ruolo attivo nel recupero

Il paziente deve prendere parte attiva nella propria guarigione. Il processo è stato creato per ottenere risultati favorevoli in pochi trattamenti possibile. Si spera che la continuazione di opportune posizioni di manutenzione e di esercizi impedisca la ricorrenza. I pazienti probabilmente avranno la capacità di trattare se stessi, senza intervento, se il dolore si ripete.

Il processo è stato esaminato ampiamente e è supportato dalla ricerca. Per ulteriori informazioni, rivolgersi a un professionista certificato. I pazienti sono invitati a richiedere il trattamento da un medico certificato o da un diploma, anche se le tecniche di McKenzie sono utilizzate da molti professionisti. I praticanti credenziali avranno le sigle Cert. MDT o Dip.

 

Chiamata oggi!