ClickCease
+ 1-915-850-0900 spinedoctors@gmail.com
Seleziona Pagina

Questa articolo originariamente apparso su Time.com.

La corsa è un ottimo allenamento e viene fornito con tutti i benefici rafforzanti del cuore di aerobica esercizio fisico. Ma farlo per lunghe distanze, come in a maratona può avere conseguenze indesiderate sulla salute. UN piccolo nuovo studio trova quella maratona corridori può subire lesioni renali a breve termine dopo la gara.

Nello studio, pubblicato nella Giornale americano delle malattie renali, i ricercatori hanno prelevato campioni di sangue e urina da 22 persone che hanno corso la maratona di Hartford 2015 e hanno cercato prove di lesioni renali. I ricercatori hanno riferito che, sulla base dei marker osservati nei campioni, l'82% dei corridori aveva evidenza di danno renale acuto di stadio 1 dopo la gara. Il problema sembrava essere a breve termine e la maggior parte dei reni delle persone è tornata alla normalità entro 24-48 ore.

Tuttavia, i ricercatori affermano che i loro risultati sottolineano il fatto che correre una maratona è un evento stressante per il corpo e che alcune persone potrebbero voler essere più vigili. "Sapevamo che avremmo trovato qualcosa, ma sono rimasto sorpreso dal livello [di lesioni]", afferma l'autore dello studio, il dottor Chirag Parikh, professore di medicina presso l'Università di Yale. "È paragonabile a quello che vedo negli ospedali"

RELAZIONATO: 3 Esercizi di forza essenziali per i corridori

Sono necessarie ulteriori ricerche, ma Parikh dice che le persone che non hanno fattori di rischio per la malattia renale probabilmente non devono preoccuparsi. Le persone con diabete o ipertensione, o persone più anziane, potrebbero voler lavorare a stretto contatto con istruttori e medici per tenere d'occhio la loro salute renale se corrono maratone.

Sebbene i ricercatori non abbiano determinato in che modo correre una maratona possa danneggiare temporaneamente i reni, Parikh afferma che il danno potrebbe essere dovuto a un minore flusso di sangue ai reni, alla temperatura corporea elevata e alla disidratazione. Non è ancora noto se questa lesione renale di breve durata possa causare danni cumulativi o se alcune persone potrebbero non guarire a breve termine.

Lo studio non è il primo a scoprire che le maratone possono comportare rischi per la salute. Mentre è chiaro che fare esercizio è importante, la ricerca suggerisce che di più non è sempre meglio. UN 2015 recensione pubblicato sulla rivista Attuali rapporti di medicina sportiva Scoprimmo che mentre i corridori nello studio vivevano più a lungo dei non-corridori, uomini e donne guadagnavano i benefici salvavita della corsa se correvano a velocità lenta o moderata per circa una o due ore alla settimana. Tra i corridori, le persone che gestivano di più avevano tassi di sopravvivenza peggiori di quelli che correvano di meno.

Parikh dice che il suo studio non ha identificato chi potrebbe essere ad un rischio più alto, ma nota che le persone di età 40 si stanno sempre più iscrivendo alle maratone e potrebbero voler prendere più precauzioni. Oggi, le persone 40 e più vecchie costituiscono quasi il 50% di maratoneti negli Stati Uniti, rispetto a 1980 quando questa fascia d'età era composta solo da 26%.

C'è la giusta distanza per ogni persona? dice Parikh. Come tutto il resto, potrebbe esserci un equilibrio tra benefici e rischi. Le persone possono trovare la distanza giusta per loro e allenare il proprio corpo

professionista

Ambito professionale *

Le informazioni qui riportate su "Il rischio nascosto di una maratona" non intende sostituire un rapporto individuale con un operatore sanitario qualificato o un medico autorizzato e non è un consiglio medico. Ti incoraggiamo a prendere le tue decisioni sanitarie sulla base della tua ricerca e della collaborazione con un operatore sanitario qualificato .

Informazioni sul blog e discussioni sull'ambito

Il nostro ambito informativo è limitato a chiropratica, muscolo-scheletrico, medicine fisiche, benessere, contributo eziologico disturbo viscerosomaticos all'interno di presentazioni cliniche, dinamiche cliniche associate ai riflessi somatoviscerali, complessi di sublussazione, problemi di salute sensibili e/o articoli, argomenti e discussioni di medicina funzionale.

Forniamo e presentiamo collaborazione clinica con specialisti di una vasta gamma di discipline. Ogni specialista è regolato dal proprio ambito professionale di pratica e dalla propria giurisdizione di licenza. Utilizziamo protocolli funzionali di salute e benessere per trattare e supportare la cura delle lesioni o dei disturbi del sistema muscolo-scheletrico.

I nostri video, post, argomenti, argomenti e approfondimenti coprono questioni cliniche, problemi e argomenti che riguardano e supportano, direttamente o indirettamente, il nostro ambito clinico di pratica.*

Il nostro ufficio ha fatto un ragionevole tentativo di fornire citazioni di supporto e ha identificato lo studio o gli studi di ricerca pertinenti a sostegno dei nostri incarichi. Forniamo copie degli studi di ricerca di supporto a disposizione degli organi di regolamentazione e del pubblico su richiesta.

Comprendiamo che copriamo questioni che richiedono una spiegazione aggiuntiva su come può essere d'aiuto in un particolare piano di assistenza o protocollo di trattamento; pertanto, per discutere ulteriormente l'argomento di cui sopra, non esitate a chiedere Dr. Alex Jimenez DC o contattaci al 915-850-0900.

Siamo qui per aiutare te e la tua famiglia.

Blessings

Il dottor Alex Jimenez DC MSACP, CCST, IFMCP*, CIFM*, ATN*

e-mail: coach@elpasofunctionalmedicine.com

Licenza in: Texas & Nuovo Messico*

Dr. Alex Jimenez DC, MSACP, CIFM*, IFMCP*, ATN*, CCST
Il mio biglietto da visita digitale