Terapia per iniezione di corticosteroidi: opzioni di trattamento

Share

Le iniezioni di corticosteroidi sono ampiamente utilizzate per aiutare la riabilitazione delle lesioni, ma sappiamo ancora molto poco sul loro meccanismo. Chiropratico, il Dr. Alexander Jimenez esamina il pensiero attuale e discute su come questo potenzialmente influisca sulle opzioni di trattamento ...

I corticosteroidi sono usati per i loro effetti antinfiammatori e antidolorifici. Possono anche ridurre gli spasmi muscolari e influenzare il metabolismo del tessuto locale per una guarigione più rapida. La terapia iniettiva è ora ampiamente disponibile presso medici generici, fisioterapisti e consulenti specializzati e può essere offerta per una vasta gamma di condizioni cliniche. A causa di questa ampia disponibilità e del crescente desiderio di lesioni "soluzioni rapide", è importante che vengano utilizzate correttamente e che tutte le conseguenze siano comprese prima dell'iniezione.

Le principali indicazioni per l'uso dell'iniezione di corticosteroidi sono (1):

  • Borsite acuta e cronica
  • Capsulite acuta (capsula articolare stretta)
  • Tendinopatia cronica
  • Artrite infiammatoria
  • Distorsioni del legamento cronico

Le iniezioni di steroidi dell'idrocortisone sono una forma sintetica di un ormone prodotto naturalmente nell'organismo chiamato cortisolo. Il cortisolo è importante per la regolazione del metabolismo dei carboidrati, delle proteine ​​e dei grassi. È anche coinvolto nelle risposte metaboliche in periodi di stress come problemi emotivi, traumi e infezioni, in cui i livelli di infiammazione sono elevati. Le iniezioni di steroidi agiscono sul sistema immunitario bloccando la produzione di sostanze chimiche che attivano le reazioni infiammatorie, riducendo quindi l'infiammazione e il dolore nei punti di lesione.

Le iniezioni di steroidi possono essere dirette in un'articolazione, un muscolo, un tendine, una borsa o uno spazio attorno a queste strutture. La figura 1 mostra un'iniezione che mira alla borsa all'interno dell'articolazione della spalla. Questa è spesso una fonte di irritazione e provoca impingement quando la spalla si muove. La posizione dipenderà da quale tessuto sta causando i sintomi. Quando iniettati localmente nella struttura specifica, gli effetti vengono prodotti principalmente lì e gli effetti dannosi diffusi sono minimi (2).

Quando usare

Identificare il momento giusto per effettuare un'iniezione di steroidi a seguito di una lesione richiede un'attenta valutazione. Il meccanico lo stato del tessuto è importante perché varierà a seconda dello stadio di guarigione e quindi anche l'efficacia dell'iniezione varierà.

La Figura 2 mostra le diverse fasi in cui un tendine può progredire attraverso un trauma. Questo è ugualmente applicabile anche a muscoli, fascia e altri tessuti. Una tendinopatia reattiva (degenerazione / danno del tendine) si presenterà poco dopo una lesione / trauma / stress / carico eccessivo e mostrerà gonfiore e infiammazione acuti. La cura iniziale dovrebbe essere 2-3 settimane di riposo, analgesia, applicazione del ghiaccio e fisioterapia delicata. Se i sintomi non sono significativamente migliorati dopo questo periodo, l'introduzione di un'iniezione di corticosteroidi è appropriata per fornire un sollievo sintomatico riducendo l'infiammazione ed eliminando l'insorgenza di ulteriori danni poiché la normalità meccanica verrà rapidamente ripristinata (3).

Se il tendine continua a essere sottoposto a un carico eccessivo, il gonfiore e l'infiammazione rimarranno o aumenteranno e il carico continuo alla fine causerà micro traumi e ulteriore degenerazione del tendine. Se questo viene prolungato abbastanza a lungo, il tendine non funzionerà strutturalmente (4).

L'uso di corticosteroidi qui è discutibile perché è improbabile che ci sia un'infiammazione presente nel combattimento e l'iniezione da sola non riparerà questo danno fisico. Il trattamento di iniezione in questa fase può essere indicato solo se l'atleta ha troppi dolori per partecipare a una riabilitazione significativa. Il sollievo sintomatico che l'iniezione può portare a questo punto potrebbe consentire l'esecuzione di esercizi, che possono aiutare ad accelerare la riparazione del danno fisico. In definitiva, l'esercizio fisico è un componente chiave nel recupero a seguito di iniezioni di corticosteroidi.

Impatto sul trattamento e sulle prestazioni

Per il miglior risultato, la cura post-iniezione - in particolare per quanto riguarda i tempi - è importante. Si raccomanda il riposo relativo per le prime due settimane dopo l'iniezione. Durante queste prime due settimane i tessuti si indeboliscono e i loro punti deboli si riducono fino allo 35%; questo significa che la forza a cui fallirebbero (lacrima) è molto più bassa e più suscettibile alla rottura (8).

Entro sei settimane viene ristabilita l'integrità biomeccanica e i tessuti vengono nuovamente considerati "normali", con maggiore forza e funzionalità (8). I benefici sono ottimali in questo periodo di una settimana 6 e spesso di breve durata; pertanto l'atleta deve attenersi rigorosamente a un programma di riabilitazione per caricare gradualmente i tessuti e garantire che venga applicato il carico corretto durante questo periodo (9). La ricerca ha anche dimostrato che a dodici settimane dall'iniezione c'è poca importanza nella differenza tra coloro che hanno ricevuto un'iniezione di steroidi e quelli che si sono concentrati sulla sola terapia fisica, suggerendo che questo sollievo precoce dai sintomi dovrebbe essere usato per migliorare la riabilitazione (10). Se il carico viene accelerato nelle prime fasi, l'atleta rischia di aggravare ulteriormente la lesione, ritardare la guarigione, indebolire ulteriormente e quindi la rottura.

Se viene seguito questo protocollo di riabilitazione, l'atleta probabilmente massimizzerà il suo esito. Possono tornare all'allenamento e, con la gravità dei sintomi ridotta, ciò può consentire la progressione alla fase successiva dell'allenamento. Se la lesione è abbastanza grave da poter prendere in considerazione un intervento chirurgico entro tre mesi, un'iniezione di steroidi non deve essere eseguita in quanto ciò può influire sul successo dell'intervento.

Prove per lesioni sportive

Qui considereremo alcune delle lesioni sportive più comuni e riassumeremo ciò che suggeriscono le prove attuali sull'iniezione di steroidi.

Spalle

La terapia di iniezione è indicata nell'impingement subacromiale o nella borsite (come nella Figura 3 di seguito) per consentire la riduzione dell'infiammazione e il ripristino del normale movimento. È anche indicato nella patologia della cuffia dei rotatori in cui i tendini sono di nuovo infiammati, ma anche danneggiati e incapaci di sottoporsi a terapia fisica. È stato dimostrato che le iniezioni di spalla producono miglioramenti precoci nel dolore e nella funzione con un alto livello di soddisfazione del paziente (10). I sintomi sono simili a quelli senza iniezione alle settimane 12, tuttavia suggerisce che anche la terapia fisica è importante (10). L'iniezione non è appropriata per l'instabilità della spalla in quanto può rendere più instabile l'articolazione. La sola terapia fisica è raccomandata per questa condizione.

Dolore all'anca

Due condizioni dei tessuti molli che traggono i maggiori benefici dall'iniezione sono la sindrome del piriforme (tensione muscolare che scorre in profondità fino ai muscoli dei glutei) e la sindrome del dolore del trocantere maggiore (che colpisce la borsa che circonda l'articolazione dell'anca, oi tendini glutei che sono tutti in stretta vicinanza al anca laterale) (11). Il successo dell'iniezione è riferito essere di circa il 60-100% se la diagnosi è accurata e vengono rispettati i protocolli corretti (12). Altre regioni come l'adduttore e i tendini del tendine del ginocchio possono anche essere trattate per tendiniti o dolori all'inguine. Tuttavia, le iniezioni in queste regioni sono profonde e dolorose e richiedono un riposo prolungato in seguito.

Dolore al ginocchio

Le iniezioni dell'articolazione del ginocchio per le condizioni artritiche sono più comunemente utilizzate, con l'iniezione ai tessuti molli molto meno comune a causa della diagnosi complessa e il rischio di effetti collaterali dannosi. Le varie borse intorno al ginocchio, la banda iliotibiale, i quadricipiti e i tendini rotulei hanno dimostrato di avere benefici significativi a breve termine; tuttavia una posizione accurata è essenziale per garantire che il tendine stesso non penetri - solo le regioni circostanti (13).

Fascite plantare

Questa è un'iniezione dolorosa da ricevere e il dolore può durare per oltre una settimana dopo l'iniezione (vedere la figura 4). Esiste un rischio approssimativo 2-4% che la fascia possa rompersi. Inoltre, c'è il rischio di danni ai nervi locali e spreco del cuscinetto adiposo all'interno del tallone. Gli studi hanno dimostrato che a settimane 4 il dolore post-iniezione e lo spessore della fascia plantare lesa sono ridotti e questi benefici rimangono tre mesi dopo, suggerendo un buon risultato se si evitano i rischi (14).

Referenze
1. Tecniche di iniezione in medicina muscoloscheletrica, Stephanie Saunders. 2012; 4th Ed.pg 82
2. BMJ. 2009; 338: a3112 doi: 10.1136 / bmj.a3112
3. J Musculoskel Med. 2008; 25: 78-98
4. BJSM. 43: 409-416
5. Reumatologia. 1999; 38: 1272-1274
6. Fr. Med J. 1998; 316: 1442-1445
7. Ann Rheum Dis. 2009; 68 (12): 1843-1849
8.Am J Sports Med. 1976; 4 (1): 11-21
9. BJ Gen Pract; 2002; Febbraio: 145-152
10. BMJ. 2010;340:c3037doi:10.1136/bmj.c3037
11. J Muscuoloskel Med. 2009; 26: 25-27
12.Anest Analg. 2009; 108: 1662-1670
13. Oper Tech Sports Med. 2012; 20: 172-184
14. BMJ. 2012; 344: e3260

Condividi Ebook gratuito!

Dr. Alex Jimenez DC, CCST

Benvenuto-Bienvenido's nel nostro blog. Ci concentriamo sul trattamento di gravi disabilità e lesioni spinali. Trattiamo anche sciatica, dolore al collo e alla schiena, colpo di frusta, mal di testa, lesioni al ginocchio, lesioni sportive, vertigini, cattivo sonno, artrite. Utilizziamo terapie avanzate e comprovate incentrate su mobilità, salute, fitness e condizionamento strutturale ottimali. Usiamo piani dietetici personalizzati, tecniche chiropratiche specializzate, allenamento mobilità-agilità, protocolli adattati cross-fit e il "sistema PUSH" per trattare i pazienti che soffrono di varie lesioni e problemi di salute. Se desideri saperne di più su un dottore in chiropratica che utilizza tecniche progressive avanzate per facilitare la salute fisica completa, ti preghiamo di connetterti con me. Ci concentriamo sulla semplicità per aiutare a ripristinare la mobilità e il recupero. Mi piacerebbe vederti Collegare!

Post Recenti

Self-cracking e self-popping the spine

L'auto-cracking e lo schiocco della colonna vertebrale possono far sentire bene, ma dovrebbe essere fatto senza professionista / chiropratica ... Leggi

Colpo di frusta, quanto dura?

Gli incidenti automobilistici, gli infortuni sportivi, gli infortuni sul lavoro e le cadute sono alcune delle cause del colpo di frusta ... Leggi

Vedere regolarmente un chiropratico per la prevenzione e la manutenzione degli infortuni

Vedere regolarmente un chiropratico per la prevenzione e la manutenzione degli infortuni. Una domanda comune che sorge ... Leggi

Flessori dell'anca stretti e come rilasciare

I flessori dell'anca stretti sono un disturbo comune tra gli individui. Stare seduti troppo a lungo è ... Leggi

Specialista in chiropratica per lesioni personali e lesioni comuni

La maggior parte delle persone vede il proprio medico di famiglia o il medico generico dopo un incidente automobilistico o altro ... Leggi

Vitamina D per la salute delle ossa e la prevenzione delle lesioni

La vitamina D, nota anche come pillola del sole, può aiutare a mantenere sano il sistema muscolo-scheletrico ... Leggi

Cronologia e registrazione in linea 🔘
Chiamaci oggi 🔘