ClickCease
+ 1-915-850-0900 spinedoctors@gmail.com
Seleziona Pagina

Ci sono alcune notizie importanti per milioni di persone - molte delle quali donne - che soffrono della sindrome fibromialgia: un nuovo studio suggerisce che la privazione del sonno è associata ad un aumentato rischio di sviluppare fibromialgia.

Lo studio è stato condotto presso l'Università norvegese di scienza e tecnologia. Lo studio ha incluso le donne 12,350. All'inizio dello studio, tutte le donne erano libere da menomazioni fisiche, dolori muscoloscheletrici e fibromialgia. Un decennio dopo, 327 delle donne - 2.6% della popolazione dello studio - aveva sviluppato fibromialgia. I ricercatori hanno chiesto a tutte le donne dello studio di riferire sulle loro abitudini di sonno e sui loro problemi di sonno. Hanno scoperto che le donne che hanno segnalato problemi di sonno avevano significativamente più probabilità di sviluppare fibromialgia rispetto alle donne senza problemi di sonno. I ricercatori hanno anche scoperto che il rischio di fibromialgia aumenta con l'età di una donna e con la gravità dei problemi del sonno:

  • Le donne che hanno riferito di avere difficoltà a dormire "sempre" o "spesso" hanno avuto un rischio di fibromialgia quasi 3 volte maggiore rispetto alle donne che non hanno avuto problemi a dormire
  • Le donne di età 45 e anziani che "sempre" o "spesso" avevano problemi di sonno avevano più di 5 volte il rischio di sviluppare fibromialgia come donne senza problemi di sonno
  • Le donne più giovani, di età 20-44, che "sempre" o "spesso" avevano difficoltà a dormire erano a 3 volte più a rischio di sviluppare fibromialgia rispetto alle loro controparti che non avevano problemi con il sonno

È importante chiarire che questo studio non dimostra che le carenze del sonno causano la fibromialgia. Quello che fa, per la prima volta, è stabilire una forte connessione tra i problemi del sonno e la fibromialgia, mostrando l'aumento del rischio di fibromialgia associato alla mancanza di sonno.

Cos'è la fibromialgia? È una sindrome la cui principale caratteristica è il dolore cronico. Il dolore è spesso sentito in tutto il corpo, nei muscoli, nei tendini e nei tessuti molli. Con la fibromialgia, il dolore è spesso sentito in determinati punti trigger e si irradia da quei punti verso l'esterno. Le persone con fibromialgia spesso soffrono di stanchezza durante il giorno, che può essere grave, così come depressione, ansia e problemi di memoria. Le donne di età 20-50 sono a più alto rischio di fibromialgia. Gli uomini sviluppano la fibromialgia, ma le donne sono più che 10 volte più probabili degli uomini a sviluppare la sindrome.

La fibromialgia ha una storia controversa e misteriosa. Per molto tempo, non vi era consenso nella comunità medica circa la sua esistenza, se si trattasse di un disturbo "reale" o di un "immaginario". Questo è cambiato, e l'establishment medico ora accetta in modo schiacciante che la fibromialgia esiste come un disturbo molto reale. Ma gran parte della sindrome - incluso e soprattutto ciò che la causa - rimane sconosciuta. Per questo motivo, e poiché non esiste un singolo test che possa identificare positivamente la fibromialgia, rimane difficile da diagnosticare. Dal momento che non può essere testato, una diagnosi di fibromialgia arriva eliminando altre possibili condizioni.

Vi sono segni di possibili legami genetici e ambientali, dal momento che la fibromialgia a volte sembra funzionare in famiglie. I ricercatori hanno esplorato i collegamenti tra fibromialgia e altre malattie e disturbi, tra cui l'artrite, la depressione, l'ansia, l'affaticamento cronico e la sindrome delle gambe senza riposo, ma non è stata trovata alcuna prova conclusiva per dimostrare un nesso causale tra fibromialgia e queste condizioni. Detto questo, tutti questi disturbi si riscontrano più spesso nelle persone con fibromialgia che nella popolazione generale.

Il sonno è una causa di fibromialgia? Ancora una volta, semplicemente non lo sappiamo, e questo studio attuale non risponde a questa domanda. La relazione tra il sonno e il dolore cronico è complicata e c'è molto che non capiamo su causa ed effetto. Ecco alcune delle cose che sappiamo.

La presenza di dolore cronico, come nella fibromialgia, rende più difficile addormentarsi e rimanere addormentati. La privazione del sonno, a sua volta, può rendere le persone più sensibili al dolore. L'evidenza che il sonno interrotto può portare ad una soglia inferiore del dolore include questo studio. I ricercatori hanno preso un gruppo di donne di mezza età sane e indolori e hanno interrotto il loro ciclo del sonno, privandole del sonno profondo e lento, per tre notti consecutive. Hanno quindi testato la loro soglia per il dolore muscolo-scheletrico, la tenerezza e anche l'umore. Dopo solo poche notti di sonno interrotto, le donne hanno sperimentato una soglia del dolore significativamente ridotta (nel senso che avvertivano dolore più rapidamente e intensamente), così come un aumento dell'affaticamento e del disagio generale.

Sourced tramite Scoop.it da: www.psychologytoday.com

Mentre la fibromialgia può svilupparsi dopo un trauma o una lesione da un incidente o una procedura medica fallita, o semplicemente da cause incomprese, recenti ricerche hanno concluso che la privazione del sonno può causare sintomi della condizione di sviluppare, in particolare nelle donne, che sono più prevalenti a sviluppare fibromialgia in il primo posto. Diversi studi hanno anche collegato abitudini e problemi del sonno alla condizione dolorosa.

Per ulteriori informazioni, non esitate a contattare il dottor Jimenez o contattarci 915-850-0900 .

Ambito professionale *

Le informazioni qui riportate su "Il legame tra la fibromialgia e il sonno" non intende sostituire un rapporto individuale con un operatore sanitario qualificato o un medico autorizzato e non è un consiglio medico. Ti incoraggiamo a prendere le tue decisioni sanitarie sulla base della tua ricerca e della collaborazione con un operatore sanitario qualificato .

Informazioni sul blog e discussioni sull'ambito

Il nostro ambito informativo è limitato a chiropratica, muscolo-scheletrico, medicine fisiche, benessere, contributo eziologico disturbo viscerosomaticos all'interno di presentazioni cliniche, dinamiche cliniche associate ai riflessi somatoviscerali, complessi di sublussazione, problemi di salute sensibili e/o articoli, argomenti e discussioni di medicina funzionale.

Forniamo e presentiamo collaborazione clinica con specialisti di una vasta gamma di discipline. Ogni specialista è regolato dal proprio ambito professionale di pratica e dalla propria giurisdizione di licenza. Utilizziamo protocolli funzionali di salute e benessere per trattare e supportare la cura delle lesioni o dei disturbi del sistema muscolo-scheletrico.

I nostri video, post, argomenti, argomenti e approfondimenti coprono questioni cliniche, problemi e argomenti che riguardano e supportano, direttamente o indirettamente, il nostro ambito clinico di pratica.*

Il nostro ufficio ha ragionevolmente tentato di fornire citazioni di supporto e ha identificato lo studio o gli studi di ricerca pertinenti a supporto dei nostri post. Forniamo copie degli studi di ricerca di supporto a disposizione degli organi di regolamentazione e del pubblico su richiesta.

Comprendiamo che copriamo questioni che richiedono una spiegazione aggiuntiva su come può essere d'aiuto in un particolare piano di assistenza o protocollo di trattamento; pertanto, per discutere ulteriormente l'argomento di cui sopra, non esitate a chiedere Dott. Alex Jimenez DC o contattaci al 915-850-0900.

Siamo qui per aiutare te e la tua famiglia.

Blessings

Il dottor Alex Jimenez DC MSACP, CCST, IFMCP*, CIFM*, ATN*

e-mail: coach@elpasofunctionalmedicine.com

Licenza in: Texas & Nuovo Messico*

Dott. Alex Jimenez DC, MSACP, CIFM*, IFMCP*, ATN*, CCST
Il mio biglietto da visita digitale