ClickCease
+ 1-915-850-0900 spinedoctors@gmail.com
Seleziona Pagina

Lesioni nervose

Squadra di lesioni nervose della clinica della schiena. I nervi sono fragili e possono essere danneggiati da pressioni, stiramenti o tagli. Lesioni a un nervo possono interrompere i segnali da e verso il cervello, causando il malfunzionamento dei muscoli e la perdita di sensibilità nell'area lesa. Il sistema nervoso gestisce la maggior parte delle funzioni del corpo, dalla regolazione della respirazione di un individuo al controllo dei muscoli, nonché alla percezione del caldo e del freddo. Tuttavia, quando un trauma da una lesione o da una condizione sottostante provoca lesioni ai nervi, la qualità della vita di un individuo può essere notevolmente compromessa. Il Dr. Alex Jimenez spiega vari concetti attraverso la sua raccolta di archivi che ruotano attorno ai tipi di lesioni e condizioni che possono causare complicazioni nervose e discute le diverse forme di trattamenti e soluzioni per alleviare il dolore ai nervi e ripristinare la qualità della vita dell'individuo.

Disclaimer generale *

Le informazioni qui contenute non intendono sostituire un rapporto personale con un operatore sanitario qualificato o un medico autorizzato e non costituiscono un consiglio medico. Ti incoraggiamo a prendere le tue decisioni in materia di assistenza sanitaria sulla base della tua ricerca e della collaborazione con un professionista sanitario qualificato. La nostra portata delle informazioni è limitata alla chiropratica, muscoloscheletrica, medicina fisica, benessere, problemi di salute sensibili, articoli di medicina funzionale, argomenti e discussioni. Forniamo e presentiamo la collaborazione clinica con specialisti di una vasta gamma di discipline. Ogni specialista è disciplinato dal proprio ambito di attività professionale e dalla propria giurisdizione di abilitazione. Utilizziamo protocolli funzionali di salute e benessere per trattare e supportare la cura di lesioni o disturbi del sistema muscolo-scheletrico. I nostri video, post, argomenti, argomenti e approfondimenti coprono questioni cliniche, problemi e argomenti che riguardano e supportano, direttamente o indirettamente, il nostro ambito clinico di pratica.* Il nostro ufficio ha fatto un ragionevole tentativo di fornire citazioni di supporto e ha identificato lo studio di ricerca pertinente o gli studi a sostegno dei nostri post. Forniamo copie degli studi di ricerca di supporto a disposizione degli organi di regolamentazione e del pubblico su richiesta.

Comprendiamo che copriamo questioni che richiedono una spiegazione aggiuntiva su come può essere d'aiuto in un particolare piano di assistenza o protocollo di trattamento; pertanto, per discutere ulteriormente l'argomento di cui sopra, non esitate a chiedere Il dottor Alex Jimenez o contattaci al 915-850-0900.

Il dottor Alex Jimenez DC MSACP, CCST, IFMCP*, CIFM*, ATN*

e-mail: coach@elpasofunctionalmedicine.com

Licenza in: Texas & Nuovo Messico*

 


Il ruolo della sensibilizzazione centrale nella sindrome del dolore miofasciale

Il ruolo della sensibilizzazione centrale nella sindrome del dolore miofasciale

Introduzione

I muscoli, i tessuti e i legamenti aiutano a stabilizzare le articolazioni e la struttura della colonna vertebrale in modo che il corpo possa funzionare. Questi muscoli sono stratificati e intrecciati nella colonna vertebrale e nelle articolazioni che aiutano a facilitare il movimento. Quando il corpo subisce lesioni o eventi traumatici, i muscoli, i tessuti e i legamenti ne vengono colpiti, causando dolore muscolare e disagio. Questo fa sì che i muscoli siano teneri al tatto e sensibili. Questo è noto come sindrome del dolore miofasciale. L'articolo di oggi esamina la sindrome del dolore miofasciale, come è collegata alla sensibilizzazione centrale e i modi per gestire la sindrome del dolore miofasciale. Indirizziamo i pazienti a fornitori certificati specializzati in trattamenti muscolo-scheletrici per aiutare molti individui con sindrome del dolore miofasciale associata a sensibilizzazione centrale. Inoltre, guidiamo i nostri pazienti facendo riferimento ai nostri fornitori di servizi medici associati in base al loro esame quando è appropriato. Riteniamo che l'istruzione sia la soluzione per porre domande approfondite ai nostri fornitori. Il Dr. Alex Jimenez DC fornisce queste informazioni solo come servizio educativo. Disclaimer

11_Shah Ruolo della sensibilizzazione centrale compresso

Che cos'è la sindrome del dolore miofasciale?

 

Hai sperimentato tensione muscolare in diverse aree del tuo corpo? Hai sentito i tuoi muscoli teneri al tatto? O hai avuto problemi a dormire? Molti di questi fattori di rischio sovrapposti sono segni che potresti avere la sindrome del dolore miofasciale. Il termine "miofasciale" è diviso in due parti. "Myo" si riferisce ai muscoli, mentre "fascia" si riferisce ai tessuti connettivi presenti in tutto il corpo. Quindi la sindrome del dolore miofasciale è dove c'è dolore muscolare in varie forme, che include i tessuti muscolari, i tessuti connettivi o entrambi. Gli studi rivelano che la sindrome del dolore miofasciale ha origine da punti trigger nel muscolo scheletrico, causando dolore al muscolo interessato. I punti trigger nei muscoli scheletrici del corpo sono i "nodi" che le persone sentono quando i loro muscoli si irrigidiscono. Questi punti trigger sono difficili da identificare perché si verificano in diverse aree che causano dolore riferito (dolore in un punto ma in un'altra zona del corpo). 

 

In che modo la sensibilizzazione centrale si collega alla sindrome del dolore miofasciale?

Gli studi rivelano che la sensibilizzazione centrale nel corpo è rappresentata come un potenziamento della funzione neuronale e dei circuiti nelle vie nocicettive che aumenta l'eccitabilità della membrana e l'efficacia sinaptica. A quel punto riduce l'inibizione e manifesta la notevole plasticità del sistema nervoso somatosensoriale. Gli input dei nocicettori possono innescare e manifestare una sensibilizzazione centrale come ipersensibilità al dolore quando il corpo soffre di una lesione. Quindi, in che modo la sensibilizzazione centrale è collegata alla sindrome del dolore miofasciale? Usiamo fibromialgia come esempio. Molte persone che hanno a che fare con dolore miofasciale possono essere potenzialmente coinvolti con la fibromialgia. Ciò è dovuto al fatto che la fibromialgia è una condizione cronica che presenta dolore diffuso e questo rende il corpo più sensibile al dolore. La sensibilizzazione centrale legata alla sindrome del dolore miofasciale può imitare i sintomi della fibromialgia nel corpo, causando dolore e disagio muscolare. 

 


Una panoramica della sindrome del dolore miofasciale-Video

Stai sperimentando debolezza muscolare o indolenzimento in alcune regioni del tuo corpo? Hai avuto a che fare con stanchezza cronica o scarsa qualità del sonno? O hai avuto a che fare con mal di testa costantemente durante l'intera giornata? Molti di questi sintomi sono segni che potresti essere a rischio di sviluppare la sindrome del dolore miofasciale. Il video sopra spiega la sindrome del dolore miofasciale, i sintomi e le cause che colpiscono il corpo. Gli studi rivelano che il dolore miofasciale ha due tipi di punti trigger:

  • Punti trigger attivi associati a dolore muscolare senza movimento
  • Punti trigger latenti associati al dolore muscolare durante il movimento

Sindrome del dolore miofasciale può variare in forme acute o croniche e può variare da lieve a grave pur essendo in luoghi diversi, rendendo molto difficile individuare dove è localizzato il dolore. Fortunatamente, ci sono modi per gestire la sindrome del dolore miofasciale nel corpo che possono aiutare con il dolore.


Modi per gestire la sindrome del dolore miofasciale

 

Quando si gestisce la sindrome del dolore miofasciale, molte persone che si occupano di dolore muscolare assumeranno farmaci antidolorifici per alleviarlo; tuttavia, ciò riduce al minimo il dolore solo per un breve periodo. Un modo per gestire la sindrome del dolore miofasciale è utilizzare la cura chiropratica come parte del trattamento. La cura chiropratica non è invasiva e spesso è il trattamento preferito per le persone con sindrome del dolore miofasciale grazie alla sua efficacia e all'approccio senza farmaci. I chiropratici non sono solo bravi a trovare i punti trigger, ma sono bravi quando si tratta di trattarli usando varie tecniche. Gli studi rivelano che i chiropratici usano la pressione diretta sui punti trigger per alleviare il dolore con le mani o strumenti specifici. L'integrazione della cura chiropratica fornisce al corpo un aumento della forza muscolare, della flessibilità e della gamma di movimento. Poiché la cura chiropratica è un approccio per tutto il corpo, consente a molte persone con sindrome del dolore miofasciale di avere una migliore qualità della vita e di apprendere abitudini sane, che includono dieta, esercizio fisico e salute mentale, vivendo con meno o nessun dolore.

 

Conclusione

Il corpo ha muscoli, tessuti e legamenti che aiutano a stabilizzare le articolazioni e la struttura del corpo, quindi c'è funzionalità. Questi muscoli aiutano a facilitare il movimento poiché i muscoli sono intrecciati nella colonna vertebrale e nelle articolazioni. Quando il corpo subisce un evento traumatico o una lesione, i muscoli, i tessuti e i legamenti ne vengono colpiti. Ciò provoca dolore e disagio muscolare, noto come dolore miofasciale, in cui i punti trigger causano dolore nel corpo e possono verificarsi in diverse aree. Il dolore miofasciale può essere difficile da diagnosticare poiché può trovarsi su un lato del corpo ma interessa una sezione diversa, nota come dolore riferito. Fortunatamente, trattamenti come la cura chiropratica possono aiutare a gestire il dolore miofasciale trattando il dolore e usando la pressione diretta per alleviare il dolore. Incorporare la cura chiropratica per gestire il dolore miofasciale può aiutare molte persone a non soffrire nel loro percorso di salute e benessere.

 

Referenze

Bordoni, Bruno, et al. "Dolore miofasciale - Statpearls - Libreria NCBI". In: StatPearls [Internet]. L'isola del tesoro (FL), StatPearls Publishing, 18 luglio 2022, www.ncbi.nlm.nih.gov/books/NBK535344/.

Desai, Mehul J, et al. "Sindrome del dolore miofasciale: una revisione del trattamento". Dolore e terapia, Springer Healthcare, giugno 2013, www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC4107879/.

Latremolière, Alban e Clifford J. Woolf. "Sensibilizzazione centrale: un generatore di ipersensibilità al dolore dalla plasticità neurale centrale". The Journal of Pain, Biblioteca nazionale di medicina degli Stati Uniti, settembre 2009, www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC2750819/.

Morgan, William. "Trattamento chiropratico per la sindrome del dolore miofasciale". Spina dorsale, Salute della colonna vertebrale, 24 settembre 2014, www.spine-health.com/treatment/chiropractic/chiropractic-treatment-myofascial-pain-syndrome.

Disclaimer

Interferenza nervosa Chiropratica clinica per la schiena

Interferenza nervosa Chiropratica clinica per la schiena

neuromuscoloscheletrico sistema si riferisce a nervi, muscoli e ossa. I messaggi nervosi fluiscono attraverso il sistema nervoso per coordinare e controllare ogni funzione corporea. L'interferenza nervosa provoca uno squilibrio in questo sistema, compromettendo la funzione del corpo. Una funzione nervosa non coordinata o ridotta nel tempo può causare uno stato malsano o lo sviluppo di una malattia. I sintomi complessi o sconcertanti possono includere:

  • Stanchezza
  • Qualità del sonno malsana
  • Rigidezza
  • Disagio al collo
  • Mal di schiena
  • Dolore acuto
  • Digestione irregolare
  • Nausea
  • GERD
  • Neuropatia problemi correlati

Chiropratico con interferenza nervosa

Interferenza nervosa

I nervi del corpo sono collegati al midollo spinale e, quando le articolazioni della colonna vertebrale si spostano fuori posizione, possono comprimere o piegare i nervi, causando un malfunzionamento. Anche un piccolo disallineamento può creare tensione nervosa, articolare e muscolare che viaggia in tutto il corpo. Ciò provoca squilibri in quasi tutti gli altri sistemi corporei, costringendolo a cambiare in modi negativi e in genere peggiora con il tempo. Lesioni dovute a scivolate e cadute, sport, incidenti, ergonomia malsana e movimenti ripetitivi/uso eccessivo possono causare lesioni ai nervi. La disfunzione o il danno ai nervi possono irritare i nervi causando irritazione dei nervi che porta a interferenze nervose. Il danno ai nervi può causare intorpidimento, formicolio, disagio e dolore.

Vertigini e nebbia mentale

  • L'interferenza nervosa può causare cervello annebbiato, lentezza, vertigini e ansia.
  • Se la comunicazione del cervello e del sistema nervoso viene interrotta da danni o lesioni ai nervi, le capacità mentali possono diventare confuse e confuse.

Influiscono negativamente sul sonno

  • L'interferenza nervosa può produrre disagio in tutto il corpo, causando problemi di sonno.
  • Durante sonno ristoratore, l'interferenza nervosa può interrompere la memoria e la funzione cognitiva.

Problemi di stomaco

  • sistema nervoso enterico è un componente dell'apparato digerente.
  • Possono verificarsi danni al sistema fasi di digestione.
  • Sintomi gastrointestinali come indigestione, reflusso acido, costipazione, diarrea, GERD e nausea possono presentarsi improvvisamente.

Dolore alla schiena

  • Il disagio e il dolore alla schiena possono essere causati da problemi ai nervi.
  • Il dolore ai nervi può essere doloroso, pizzicare, palpitante o lancinante nella parte superiore, centrale e inferiore della schiena.

Intorpidimento

  • I segnali nervosi possono essere confusi o inviati alle aree sbagliate.
  • L'interferenza nervosa riduce la circolazione dell'energia nervosa, causando sensazioni di formicolio e intorpidimento in diverse regioni del corpo.

Problemi di recupero

  • Il dolore potrebbe derivare da un infortunio passato che rende le lesioni più difficili da curare.
  • L'interferenza nervosa può far diventare il corpo rigido, immobile e insensibile, esaurendo l'energia del corpo.
  • La trasmissione dell'energia nervosa è necessaria affinché il corpo possa reagire all'ambiente circostante e funzionare correttamente.

Chiropratica

Il blocco nervoso può essere eliminato attraverso la medicina chiropratica funzionale.

  • Il/i nervo/i bloccato/i viene/i lavorato/i attraverso massaggi terapeutici a percussione, regolazioni manuali, decompressione ed esercizi di stretching.
  • La stimolazione terapeutica dei tessuti profondi con o senza calore viene applicata direttamente alla regione nervosa per aumentare la circolazione.
  • Il corretto funzionamento dei nervi viene ripristinato e consente una maggiore circolazione sanguigna che fornisce maggiori nutrienti ossigenati accelerando il processo di guarigione.
  • Il disagio e il dolore vengono alleviati.
  • Il raggio di movimento aumenta.
  • Ripristino della funzione muscolare e della stabilità articolare.
  • La riparazione dei tessuti migliora attraverso il trattamento e la nutrizione.

Terapia di decompressione spinale


Referenze

Crawford, J P. "Intervento chiropratico nel trattamento dei disturbi articolari e dei tessuti molli". Giornale canadese di fisiologia applicata = Revue canadienne de physiologie appliquee vol. 24,3 (1999): 279-89. doi:10.1139/h99-023

Gu, Xiaosong, et al. "Opzioni di ingegneria dei tessuti neurali per la rigenerazione dei nervi periferici". Biomateriali vol. 35,24 (2014): 6143-56. doi:10.1016/j.biomaterials.2014.04.064

Mackinnon, Susan E. "fisiopatologia della compressione nervosa". Cliniche della mano vol. 18,2 (2002): 231-41. doi:10.1016/s0749-0712(01)00012-9

Norton, Charles E et al. "Ruolo del nervo perivascolare e della disfunzione dei neurotrasmettitori sensoriali nella malattia infiammatoria intestinale". Rivista americana di fisiologia. Fisiologia del cuore e della circolazione vol. 320,5 (2021): H1887-H1902. doi:10.1152/ajpheart.00037.2021

T Francio, Vinicio. "Cura chiropratica per la caduta del piede dovuta alla neuropatia del nervo peroneo". Journal of bodywork e terapie del movimento vol. 18,2 (2014): 200-3. doi:10.1016/j.jbmt.2013.08.004

Clinica chiropratica del dolore riflesso

Clinica chiropratica del dolore riflesso

Il dolore riflesso è una condizione complessa che coinvolge il corpo riflesso di astinenza dal dolore non riuscendo a spegnersi dopo l'evento che ha innescato il dolore, quindi le sensazioni di dolore continuano. Questa è una condizione neurologica nota come riflesso di astinenza. Si verifica quando il corpo e il cervello subiscono una catena di reazioni per rimuovere una parte del corpo interessata da situazioni/stimoli pericolosi. Un tipico esempio è un incidente automobilistico o un incidente. Durante il processo, i muscoli riflessi del corpo nell'area lesa si contraggono per proteggere la parte o le parti del corpo specifiche da ulteriori danni.

Chiropratico del dolore riflesso

Il riflesso può sembrare uno spasmo muscolare che scompare nel tempo. Tuttavia, nel caso del dolore riflesso, i segnali continuano a sparare. Il dolore riflesso può verificarsi su tutto il corpo poiché i muscoli compensano eccessivamente per gestire il dolore prolungato; secondario lesioni spesso si sviluppano. Un esempio potrebbe essere il dolore riflesso alla caviglia causato da un infortunio o problemi alle anche e alla schiena, dove l'individuo cerca di evitare di muovere la caviglia in un modo specifico per prevenire ed evitare i sintomi del dolore. Gli individui con dolore riflesso sperimentano anche mal di testa e dolore alla colonna vertebrale e alle estremità riferito. Il dolore riflesso può diventare un ciclo di sintomi che includono:

  • Tenuta insolita
  • Rigidezza
  • Dolore
  • Contrattura: indurimento o accorciamento dei muscoli, tendini o altri tessuti interessati.
  • Diminuzione delle capacità funzionali.

Dolore somatico

Il dolore somatico provoca recettori nei tessuti inclusi pelle, muscoli, tessuti connettivi, articolazioni e scheletro essere attivato. Stimoli come traumi da forza, vibrazioni, temperature estreme o infiammazione/gonfiore attivano questi recettori. Il dolore è spesso descritto come:

  • Dolorante
  • rosicchiando
  • Crampi
  • Sharp

Il dolore somatico è spesso localizzato in un'area particolare che è costante e stimolata dal movimento. Ci sono due tipi.

  • Dolore superficiale si verifica quando le lesioni quotidiane attivano i recettori del dolore nella pelle e nelle mucose.
  • Dolore somatico profondo si verifica quando gli stimoli attivano i recettori del dolore più in profondità nel corpo, inclusi tendini, articolazioni, ossa e muscoli. Il dolore profondo del corpo di solito sembra più doloroso.
  • Il dolore può essere limitato a un'area locale o irradiarsi ad altre aree del corpo, a seconda dell'entità della lesione.

Il dolore somatico può provenire da una varietà di diverse potenziali cause che includono:

  • Lesioni alle articolazioni o alle ossa.
  • Trauma.
  • Caduta o collisione che danneggia i tessuti connettivi.
  • Muscoli tesi da un uso eccessivo.
  • Frattura dell'osso.
  • Artrite che provoca gonfiore alle articolazioni.
  • Malattie che colpiscono i tessuti connettivi.
  • Tumori delle ossa o della pelle.

A volte questi riflessi possono rimanere in posizione attiva e impedire al corpo di raggiungere il pieno rilassamento.

Nel sistema nervoso, una parte del corpo viene stimolata e il messaggio viaggia attraverso il midollo spinale e nel cervello. L'informazione viene elaborata, quindi rimandata attraverso il midollo spinale al livello che attiva la parte specifica del corpo. I riflessi si trasmettono più velocemente rimanendo allo stesso livello spinale senza dover viaggiare al cervello e tornare indietro.

Durante il dolore riflesso, i muscoli del corpo non sono in grado di rilassarsi, cosa necessaria per il movimento. Questa contrazione prolungata genera ulteriore dolore e provoca squilibri che possono diminuire eccitabilità nei muscoli. Ciò può aumentare l'attivazione dei recettori cerebrali che ricevono segnali di dolore per rispondere dicendo loro di accorciarsi e contrarsi.

Terapia

Il disallineamento del corpo può causare spasmi muscolari, facendo sì che i nervi si allunghino in modo imbarazzante, si comprimano e si attorciglino e si aggroviglino attorno ad altri nervi o altri tessuti. Ciò interrompe la comunicazione con conseguente dolore, malattia e disturbi che possono portare ad altri problemi di salute. Cura chiropratica può affrontare il dolore riflesso riallineando la colonna vertebrale e migliorando il movimento articolare e la conduzione nervosa.

La chiropratica riporta l'organismo alla sua piena e corretta funzione attivando le naturali capacità curative. La decompressione spinale manuale e meccanica riallinea le vertebre, riducendo gonfiore, blocchi e stress nervoso. Un esame completo identificherà potenziali aree disfunzionali del corpo utilizzando le palpitazioni per identificare quali muscoli sono coinvolti. Una volta identificate, possono essere prescritte opzioni di chiropratica, massaggio e terapia fisica per riequilibrare i muscoli del corpo e ripristinare la loro capacità di contrarsi e rilassarsi normalmente.

  • Verrà fornita formazione al paziente sulle tecniche di autovalutazione, istruzioni su come trattare il dolore e una dieta antinfiammatoria.
  • Un programma di esercizi e stretching aiuterà a mantenere gli aggiustamenti, a mantenere il corpo flessibile e a rafforzare il corpo.
  • I pazienti vengono aiutati a capire come prendere il controllo del loro dolore.

Testimonianze di decompressione spinale


Referenze

Biurrun-Manresa J, Neziry A, Curatolo M, Arendt-Nielson L, Anderson O. Affidabilità test-retest del riflesso di astinenza nocicettiva e delle soglie del dolore elettrico dopo stimolazione singola e ripetuta in pazienti con lombalgia cronica. Eur J Appl Physiol. 2011;111:83-92

Derderian C, Tadi P. Fisiologia, risposta al ritiro. [Aggiornato 2021 novembre 12]. In: StatPearls [Internet]. Treasure Island (FL): StatPearls Publishing; 2022 gennaio-. Disponibile dal: www.ncbi.nlm.nih.gov/books/NBK544292/

Muir, JM e H. Vernon. "Sindrome del dolore regionale complesso e chiropratica". Giornale di terapie manipolative e fisiologiche vol. 23,7 (2000): 490-7. doi:10.1067/mmt.2000.108816

Neziri A, Haesler S, Steen P, et al. Espansione generalizzata dei campi ricettivi dei riflessi nocicettivi nei pazienti con dolore cronico. Dolore. 2010;151(3):798-805

Szynkowicz, Peter e Anthony Petrucci 4°. "Cura chiropratica di un paziente con sindrome dolorosa regionale complessa di tipo 1 (CRPS-1): un caso clinico". Giornale di medicina chiropratica vol. 19,2 (2020): 145-151. doi:10.1016/j.jcm.2020.05.001

Yezierski R, Vierck C. I comportamenti riflessi e dolorosi non sono equivalenti: lezioni dalla lesione del midollo spinale. Dolore. 2010;151(3):569-577

Dolore alla claudicatio

Dolore alla claudicatio

La claudicatio è un dolore muscolare che si manifesta quando il corpo è attivo e si interrompe quando il corpo è a riposo, noto anche come claudicatio intermittente. Gli individui in genere riferiscono dolore sordo, crampi, formicolio e/o intorpidimento. La claudicatio vascolare è causata da problemi circolatori come una cattiva circolazione sanguigna e malattie delle arterie periferiche. Tuttavia, anche le condizioni spinali possono causare claudicatio neurogena causati da problemi alla colonna vertebrale e al sistema nervoso.

Dolore muscolare e nervoso della claudicatio

Claudicatio neurogenico

La sciatica è il solito sospetto quando sono presenti dolore alla coscia, all'anca, alla natica, al polpaccio o alla gamba o altre sensazioni; tuttavia, potrebbe essere stenosi spinale con claudicatio neurogenico. La stenosi spinale è talvolta chiamata pseudo claudicatio, un restringimento dello spazio intorno alla parte bassa della schiena, che può esercitare pressione sul midollo spinale direttamente e comprimere i vasi sanguigni attorno alla colonna vertebrale, tagliando il sangue che trasporta ossigeno. Il dolore può iniziare nella parte bassa della schiena e circolare lungo le gambe e causare debolezza, formicolio o intorpidimento alle gambe e ai piedi. Le aree più comuni di compressione spinale includono:

Il restringimento può verificarsi in una qualsiasi di queste aree, con la causa più comune stenosi spinale lombare portato da malattia degenerativa lombare.

Sintomi

I sintomi più comuni della claudicatio neurogenico includono:

  • Il dolore agli arti inferiori, compresi i glutei, le cosce e il polpaccio, si manifesta solo con attività come camminare o stare in piedi.
  • Dolore che si manifesta allo stesso modo su entrambi i lati.
  • Non c'è dolore quando si è seduti o non si cammina.
  • Radicolopatia o dolore ai nervi che si irradia lungo un arto colpito. La sciatica è un tipico esempio.

Tuttavia, la i sintomi di claudicatio e radicolopatia sono diversi.

  • La claudicatio si farà sentire per tutta la lunghezza del nervo.
  • Il dolore da radicolopatia è più localizzato a glutei, cosce e polpacci e può peggiorare con l'attività ed è generalmente presente anche a riposo.

Trattamento

Il trattamento non chirurgico della claudicatio neurogenico include farmaci per aiutare a controllare il dolore, terapia manuale chiropratica, decompressione spinale non chirurgica, terapia riabilitativa fisica e iniezioni di steroidi per ridurre l'infiammazione. Un medico consiglierà esercizi di stretching, rafforzamento e tipi di attività per aiutare a migliorare la capacità del corpo di sostenersi. Ciò potrebbe includere nuoto, passeggiate e ciclismo stazionario. Tuttavia, il trattamento conservativo potrebbe non essere un'opzione per le persone con casi più gravi. Se le opzioni di trattamento conservativo non funzionano, potrebbe essere raccomandato un intervento chirurgico. Un operatore sanitario può aiutare a spiegare le opzioni di trattamento. Risultati positivi sono stati visti in casi che lo sono diagnosticata e curata precocemente.


Chiropratico di decompressione spinale non chirurgico


Referenze

Colak, Ahmet, et al. "Un approccio chirurgico meno invasivo nella stenosi del recesso laterale lombare: un approccio diretto alla parete mediale del peduncolo". The European Spine Journal: pubblicazione ufficiale della European Spine Society, della European Spinal Deformity Society e della Sezione Europea della Cervical Spine Research Society vol. 17,12 (2008): 1745-51. doi:10.1007/s00586-008-0801-z

Munakomi S, Foris LA, Varacallo M. Stenosi spinale e claudicatio neurogenico. [Aggiornato 2022 febbraio 12]. In: StatPearls [Internet]. Treasure Island (FL): StatPearls Publishing; 2022 gennaio-. Disponibile dal: www.ncbi.nlm.nih.gov/books/NBK430872/

Clinica di Cleveland. (2021) "Claudicazione". my.clevelandclinic.org/health/diseases/21972-claudication

Trattamenti di decompressione non chirurgici per la sindrome del piriforme

Trattamenti di decompressione non chirurgici per la sindrome del piriforme

Introduzione

 nervo sciatico è considerato il più grande nella metà inferiore del corpo che aiuta a controllare le funzioni sensoriali e motorie delle gambe. Come parte di sistema nervoso, il nervo sciatico risiede nella regione lombare della colonna vertebrale, viaggiando fino alle gambe e ai piedi mentre soccombe a lesioni e fattori indesiderati. Quando ci sono lesioni o sintomi indesiderati che iniziano a interessare le regioni lombari della colonna vertebrale come ernia o una ernia del disco, può premere sul nervo sciatico causando un dolore acuto e lancinante che può irradiarsi fino alle gambe e ai piedi. Questo tipo di dolore può portare a sciatica e smorzare l'umore di una persona se non trattata subito. Fortunatamente, sono disponibili trattamenti per ridurre il dolore del nervo sciatico e altri problemi che colpiscono gli arti inferiori del corpo. L'articolo di oggi si concentra su una condizione che può causare la sciatica nota come sindrome del piriforme, i suoi sintomi e come la terapia di decompressione può aiutare molte persone ad alleviare il nervo sciatico dalla sindrome del piriforme. Indirizzare i pazienti a fornitori qualificati e qualificati specializzati nella terapia di decompressione spinale. Guidiamo i nostri pazienti facendo riferimento ai nostri fornitori di servizi medici associati in base al loro esame quando è appropriato. Riteniamo che l'istruzione sia essenziale per porre domande approfondite ai nostri fornitori. Il Dr. Alex Jimenez DC fornisce queste informazioni solo come servizio educativo. Disclaimer

 

La mia assicurazione può coprirlo? Sì, può. Se sei incerto, ecco il link a tutti i fornitori di assicurazioni che copriamo. In caso di domande o dubbi, chiamare il Dr. Jimenez al numero 915-850-0900.

G-11 - Decompressione e nervi sensoriali

Cos'è la sindrome del piriforme?

 

Senti che si verificano spasmi muscolari nella parte bassa della schiena o nei glutei? Che ne dici di irradiare dolore che viaggia lungo le gambe? I muscoli della parte inferiore del corpo si sentono teneri e deboli al tatto? L'esperienza di questi sintomi significa che si soffre della sindrome del piriforme. Gli studi di ricerca hanno definito sindrome del piriforme come una condizione in cui i muscoli piriformi nella regione dei glutei irritano il vicino nervo sciatico, causandone l'intrappolamento. Quando il nervo sciatico rimane intrappolato nel muscolo piriforme, può causare sintomi simili al dolore della sciatica che scendono lungo la gamba. Ulteriori studi di ricerca citati che poiché la sciatica è un disturbo del dolore muscoloscheletrico associato alla sindrome del piriforme, la radice del nervo sciatico compressa e irritata fa sì che l'individuo soffra di sintomi dolorosi che causano la tensione del muscolo piriforme. La sindrome del piriforme può interessare la radice del nervo sciatico con o senza disturbi spinali come erniastenosi, o dischi scivolati.

 

I sintomi

Quando il muscolo piriforme aggrava il nervo sciatico, molti sintomi possono comparire nel tempo, causando problemi dolorosi che si scontrano con la sciatica e la sindrome del piriforme. Studi di ricerca hanno dimostrato che la sindrome del piriforme è una condizione deliberata causata da eventi traumatici, infiammazione nella parte bassa della schiena e degenerazione spinale. La maggior parte delle cause ostacola la qualità della vita di una persona. Poiché il nervo sciatico è intrappolato nel muscolo piriforme, può causare dolore lancinante e bruciante che colpisce la parte bassa della schiena fino ai muscoli delle gambe. Altri studi hanno trovato che altri sintomi causati dalla sindrome del piriforme sono:


Il video della tabella di decompressione DOC

Sente una gamma limitata di movimento sui fianchi? Che ne dici di irradiare, bruciare dolore che viaggia fino ai tuoi piedi? Fa male salire le scale? La sindrome del piriforme può causare sintomi simili al dolore della sciatica che possono ostacolare la capacità di camminare e funzionare. La terapia di decompressione può essere la soluzione che stai cercando. Il video sopra spiega e introduce la tabella di decompressione DOC e come viene utilizzata per alleviare i sintomi simili al dolore della sciatica che causano dolore all'individuo. La terapia di decompressione può aiutare con dolore lombare e alle gambe tirando delicatamente la colonna vertebrale per consentire i supplementi necessari per la colonna vertebrale e per alleviare la pressione dalle radici del nervo sciatico. La terapia di decompressione può giovare a molte persone che soffrono di dolore alle gambe e che vogliono riprendere il proprio percorso di benessere. Incorporare la decompressione spinale come parte del trattamento benessere è vantaggioso. Questo il collegamento spiegherà come la decompressione offra un comfort ottimale a molte persone che soffrono di sindrome del piriforme e le riporti al loro percorso di salute e benessere.


Come la terapia di decompressione può alleviare la sindrome del piriforme

 

Poiché il nervo sciatico è intrappolato nel muscolo piriforme e provoca dolore alle gambe, alcuni trattamenti gestiscono la sindrome del piriforme decomprimendo il nervo sciatico. Studi di ricerca hanno trovato che la chirurgia di decompressione dell'endoscopio può aiutare ad alleviare la sindrome del piriforme rilassando il nervo sciatico per alleviare il dolore che colpisce i muscoli dei glutei e delle gambe. Per la terapia di decompressione non chirurgica, ulteriori ricerche hanno trovato che la terapia di decompressione aiuta ad ampliare lo spazio del disco spinale nella colonna vertebrale creando una pressione negativa nelle aree interessate. Questa pressione negativa consente al nervo sciatico di rilassarsi e riposizionare il disco intervertebrale nella colonna vertebrale. I trattamenti di decompressione combinati con la terapia fisica possono persino ridurre le possibilità che la sindrome del piriforme si ripresenti e colpisca nuovamente il nervo sciatico.

 

Conclusione

Nel complesso, gli spasmi muscolari intorno alle regioni della parte inferiore del corpo possono causare lo sviluppo della sindrome del piriforme e causare il caos sul nervo sciatico. Poiché il muscolo piriforme è vicino al nervo sciatico, può intrappolarlo e aggravarlo costantemente inviando sintomi simili al dolore della sciatica alle gambe. Questa condizione provoca debolezza muscolare e disfunzione della mobilità delle gambe, rendendo complicata una semplice passeggiata sulle scale. Trattamenti come la terapia di decompressione fornita in forme chirurgiche e non chirurgiche possono essere utili per chi soffre di sindrome del piriforme e sciatica. La terapia di decompressione consente alla pressione negativa di liberare il nervo sciatico intrappolato e irritato dal causare più dolore alle gambe e aiuta a sciogliere i muscoli contratti nelle regioni inferiori del corpo. L'utilizzo della decompressione come parte del trattamento ti consentirà di continuare il tuo percorso di benessere senza dolore.

 

Referenze

Amjad, Fareeha, et al. “Effetti della terapia di decompressione non chirurgica in aggiunta alla terapia fisica di routine su dolore, gamma di movimento, resistenza, disabilità funzionale e qualità della vita rispetto alla sola terapia fisica di routine in pazienti con radicolopatia lombare; uno studio controllato randomizzato”. Disturbi muscoloscheletrici BMC, BioMed Central, 16 marzo 2022, www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC8924735/.

Hicks, Brandon L, et al. "Sindrome del piriforme". In: StatPearls [Internet]. L'isola del tesoro (FL), StatPearls Publishing, 12 febbraio 2022, www.ncbi.nlm.nih.gov/books/NBK448172/.

Hopayian, Kevork, et al. "Le caratteristiche cliniche della sindrome del piriforme: una revisione sistematica". European Spine Journal: pubblicazione ufficiale della European Spine Society, della European Spinal Deformity Society e della sezione europea della Cervical Spine Research Society, Springer-Verlag, dicembre 2010, www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC2997212/.

Revord, Giovanni. "Sintomi e diagnosi della sindrome del piriforme". Spina dorsale, Salute della colonna vertebrale, 14 settembre 2012, www.spine-health.com/conditions/sciatica/symptoms-and-diagnosis-piriformis-syndrome.

Ro, Tae Hoon e Lance Edmonds. "Diagnosi e gestione della sindrome del piriforme: una rara variante anatomica analizzata mediante risonanza magnetica". Journal of Clinical Imaging Science, Medknow Publications & Media Pvt Ltd, 21 febbraio 2018, www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC5843966/.

Vij, Neeraj, et al. "Opzioni di trattamento chirurgico e non chirurgico per la sindrome del piriforme: una revisione della letteratura". Anestesiologia e medicina del dolore, Kowsar, 2 febbraio 2021, www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC8241586/.

Disclaimer

Lesione del nervo da stress spinale

Lesione del nervo da stress spinale

Lo stress spinale può influire sulla salute dei nervi. La neuropatia si verifica quando una malattia o un danno sono sostenuti nei nervi che trasmettono messaggi dal cervello attraverso il midollo spinale a tutto il corpo. La fonte del danno può essere all'interno della colonna vertebrale, dove un'ernia del disco potrebbe comprimere i nervi, impedendo o bloccando completamente la circolazione sanguigna fino a quando il deterioramento non inizia a causare malattie o danneggiare i recettori nervosi. Rimuovere la pressione dalla colonna vertebrale e invertire lo stress sui nervi può essere eseguito manualmente o motorizzato decompressione spinale.

Lesione del nervo da stress spinale

Stress spinale e nervi

sistema nervoso periferico è composto da tre tipi di nervi che sono direttamente influenzati dal sistema nervoso centrale, ciascuno con una funzione distinta, motivo per cui esiste un'ampia gamma di sintomi associati alla neuropatia. I tipi di nervi includono:

  • Nervi autonomi regolare respirazione, frequenza cardiaca, pressione sanguigna, digestione, funzione vescicale, ecc.
  • Nervi motori controllare il movimento muscolare.
  • Nervi sensoriali ricevere sensazioni dalla pelle come calore, freddo, piacere e dolore.

I nervi spinali contengono fibre sensoriali e motorie che danno loro funzioni sensoriali e motorie. I nervi spinali ricevono messaggi sensoriali dalla pelle, dagli organi interni e dalle ossa. Qualsiasi interruzione da un gruppo nervoso piegato, schiacciato o aggrovigliato non consentirà una corretta circolazione sanguigna e trasmissione di messaggi, causando risposte ritardate, formicolio, intorpidimento e dolore. Se non trattata, potrebbe causare danni permanenti che possono portare a dolore cronico. La terapia di decompressione accelera la guarigione poiché inonda la colonna vertebrale di sangue, ossigeno e sostanze nutritive.

I nervi periferici originano dal midollo spinale ed estendono una rete di linee in tutto il corpo chiamate dermatomi. La lesione a un dermatomo può irradiarsi/diffondersi ad altri dermatomi e alle aree periferiche come mani e piedi. Una volta che la comunicazione con il cervello è compromessa, i risultati possono portare a sensazioni come intorpidimento e dolore intenso. Diversi fattori possono causare neuropatia periferica, tra cui:

Cause del dolore alla radice nervosa

Il dolore alla radice nervosa è solitamente causato da condizioni sottostanti che hanno causato la compressione o danno al nervo radice; questi includono:

  • Ernia del disco.
  • Lesione alla colonna vertebrale.
  • Speroni ossei.
  • Artrite.
  • Infezione.
  • Malattia infiammatoria.
  • Condizioni degenerative della colonna vertebrale, come stenosi spinale e spondilosi.
  • Tumori, cisti, ernie e ematomi.

Vivere senza dolore


DRX9000


Referenze

Gordon, Tessa. "Rigenerazione del nervo periferico e reinnervazione muscolare". Rivista internazionale di scienze molecolari vol. 21,22 8652. 17 nov. 2020, doi:10.3390/ijms21228652

Minorca, Ron MG et al. "Fisiologia del nervo: meccanismi di lesione e recupero". Cliniche della mano vol. 29,3 (2013): 317-30. doi:10.1016/j.hcl.2013.04.002

Wang, Mark L et al. "Lesione del nervo periferico, cicatrici e recupero". Ricerca sul tessuto connettivo vol. 60,1 (2019): 3-9. doi:10.1080/03008207.2018.1489381

Segni di guarigione del nervo pizzicato

Segni di guarigione del nervo pizzicato

Un nervo schiacciato potrebbe non sentirsi come se stesse guarendo. Ciò è dovuto al dolore, ai dolori, al disagio e alle sensazioni / sensazioni di formicolio intorno all'area interessata. Questo potrebbe essere il collo, la spalla, il braccio, le mani, la schiena, le gambe e i piedi. Tuttavia, quando il dolore e il formicolio si muovono e si spostano, è un segno della guarigione del nervo schiacciato.

Segni di guarigione del nervo pizzicato

Quantità di tempo per la guarigione del nervo schiacciato

Aspettare che il nervo guarisca non è un'opzione di trattamento consigliata, poiché la maggior parte dei nervi schiacciati non si riprende completamente da sola. Un nervo schiacciato di solito impiega circa sei settimane per guarire con un trattamento adeguato. Più a lungo il nervo rimane schiacciato, più è probabile che ci siano danni permanenti. Per evitare che il nervo schiacciato torni e peggiori, si raccomanda alle persone di incorporare un piano di pre-abilitazione che preveda la continuazione di esercizi di riabilitazione per rafforzare e mantenere i muscoli, i legamenti e i nervi sciolti e la regolazione della postura, del lavoro, dell'esercizio e delle abitudini alimentari per evitare di ferire nuovamente il nervo o causare nuove lesioni /S. 

Siti nervosi comuni

I nervi corrono in tutto il corpo, quindi è possibile avvertire un nervo schiacciato ovunque. I siti nervosi pizzicati più comuni si verificano nelle articolazioni dove c'è un movimento costante. Queste aree includono:

  • Collo
  • Spalle
  • Lower Back
  • Braccia
  • Mani
  • Piedi

Segni di guarigione

Gli individui spesso credono che il loro nervo schiacciato stia peggiorando a causa di indolenzimento, dolori e sensazioni strane. Quando il dolore persiste in un'area, potrebbe essere un segno che il nervo non è stato completamente allungato/rilasciato e/o che è ancora in corso una compressione. Il trattamento e la guarigione includono la sensazione dei sintomi ma in un modo diverso. I sintomi si sposteranno su, giù o intorno a seconda di dove si trova il nervo schiacciato. Il trattamento prende il/i nervo/i e li allunga/allunga, ma il pizzico ha creato una piega, una piega, una piega nervosa che vuole tornare alla posizione di schiacciamento. Questo è il motivo per cui si consiglia di continuare il trattamento e lo stretching, poiché uno spasmo, un trauma o qualche movimento imbarazzante possono far ripiegare il nervo nella posizione schiacciata o causare un pizzico completamente nuovo.

Rilascio chiropratico

La chiropratica tratta i nervi schiacciati/compressi con diversi modalità terapeutiche. Questi includono:

  • Regolazioni del corpo
  • Flessione-distrazione
  • Massaggio terapeutico
  • Trazione
  • Inversione
  • Terapia laser
  • Ultrasuono

Combinati, questi metodi possono aiutare a curare i nervi schiacciati e impedire che si ripetano.


Composizione corporea


Muscolo scheletrico

Muscolo scheletrico è un importante gruppo muscolare. Questi muscoli sono attaccati all'osso dai tendini. I muscoli scheletrici incorporano nervi, vasi sanguigni e tessuto connettivo per funzionare come un'unità. Ogni muscolo scheletrico è costituito da cellule che si uniscono e formano fasci di fibre muscolari scheletriche.

  • L'allenamento di forza stimola le fibre muscolari. Se combinato con una corretta alimentazione provoca ipertrofia/crescita muscolare.
  • I muscoli si contraggono e si accorciano per tirare le ossa e le articolazioni, consentendo il movimento del corpo.
  • Il sistema nervoso segnala i nervi nel muscolo/i e innesca queste contrazioni.
  • Il muscolo scheletrico aiuta il corpo:
  • Mantieni la postura
  • Genera calore corporeo
  • Stabilità alle ossa e alle articolazioni
Referenze

Bowley, Michael P e Christopher T Doughty. "Neuropatie da intrappolamento dell'arto inferiore". Le cliniche mediche del Nord America vol. 103,2 (2019): 371-382. doi:10.1016/j.mcna.2018.10.013

Campbell, W. "Diagnosi e gestione delle neuropatie comuni da compressione e intrappolamento". Cliniche neurologiche vol. 15,3 (1997): 549-67. doi:10.1016/s0733-8619(05)70333-9

Inghilterra, J D. "Neuropatie da intrappolamento". Opinione attuale in neurologia vol. 12,5 (1999): 597-602. doi:10.1097/00019052-199910000-00014

Kane, Patrick Met et al. "Sindrome del doppio schiacciamento". Il Journal of American Academy of Orthopaedic Surgeons vol. 23,9 (2015): 558-62. doi:10.5435/JAAOS-D-14-00176

Neurorigenerazione: cellule nervose in crescita

Neurorigenerazione: cellule nervose in crescita

Neurorigenerazione potrebbe diventare un'opzione per i trattamenti delle lesioni del midollo spinale in futuro. Una lesione del midollo spinale o SCI è quando c'è un danno al fascio di nervi e cellule che inviano e ricevono segnali dal cervello e dal corpo. Una lesione del midollo spinale può essere causata da un trauma/lesione diretta al midollo o da danni ai tessuti e alle vertebre. Il danno può comportare modifiche temporanee o permanenti in:

  • Sensazione
  • Movimento
  • Forza
  • Funzione/i del corpo al di sotto del sito della lesione.

Ci sono lesioni incomplete e complete. Lesioni che causano una morte cellulare limitata o nulla possono ottenere un recupero completo. Lesioni più gravi e/o più alte del midollo spinale possono causare danni permanenti e/o paralisi. Incidenti automobilistici, incidenti e cadute gravi sono le cause più comuni di lesioni del midollo spinale.

  • An lesione incompleta significa che il cavo può ancora trasmettere messaggi, ma sono presenti interferenze/disturbi.
  • A lesione completa significa che la comunicazione e la funzione motoria/il movimento volontario del corpo non stanno trasmettendo.

Neurorigenerazione: cellule nervose in crescita

Sintomi

I sintomi di una lesione del midollo spinale includono:

  • Posizionamento innaturale o scomodo della colonna vertebrale o della testa.
  • Dolore o pressione alla testa, al collo o alla schiena.
  • Intorpidimento
  • Formicolio
  • Perdita o alterazioni della sensibilità alle mani e ai piedi.
  • Problemi con la deambulazione.
  • Debolezza o incapacità di muovere parti del corpo.
  • Perdita di movimento.
  • La paralisi può verificarsi immediatamente o svilupparsi nel tempo poiché gonfiore e sanguinamento colpiscono il midollo.
  • Perdita di controllo della vescica e dell'intestino.
  • Cambiamenti nella funzione sessuale.
  • Respirazione difficoltosa.

Controllo del danno SCI

Una lesione del midollo spinale colpisce il sistema nervoso centrale, la sede centrale del corpo. I danni possono causare complicazioni attraverso ciò che viene chiamato il cascata di lesioni secondarie, che è una serie di reazioni chimiche che il corpo attiva per aiutare la situazione. Tuttavia, se la risposta chimica non si ferma e rimane attiva, può peggiorare la lesione. Il corpo riconosce che si è verificata un'emergenza e cerca di entrare in una modalità di spegnimento che uccide alcune cellule del sistema nervoso centrale. Quando si verifica una lesione spinale, il trattamento si concentra sull'arresto del danno il più rapidamente possibile per fermare la cascata della lesione e prevenire il più possibile la morte cellulare. Questo atto è chiamato neuroconservazione, il che significa che il team sta cercando di preservare e salvare quante più cellule nervose possibile.

Studi sul trattamento della neurorigenerazione delle lesioni

Mentre il trattamento attuale si concentra principalmente sull'arresto del maggior numero possibile di danni, quindi sottoponendosi a terapie fisiche per mantenere l'allineamento spinale e riabilitare il corpo, il futuro del trattamento delle lesioni guarda alla ricrescita e alla riparazione delle cellule nervose danneggiate attraverso un processo noto come neurorigenerazione. Riparare i nervi che sono stati danneggiati potrebbe cambiare la vita di molti. I trattamenti di neurorigenerazione allo studio includono:

Chirurgia

  • Uno studio in The Lancet Neurology presenta come sottoporsi a un intervento chirurgico il prima possibile dopo un infortunio può fornire vantaggi significativi.
  • I risultati potrebbero cambiare tutte le linee guida per le lesioni del midollo spinale.

Medicazioni

  • A studio su Riluzolo, un farmaco che ha dimostrato di poter rallentare il danno delle cellule nervose.
  • Un team ha completato uno studio randomizzato controllato per il farmaco; a breve saranno disponibili i risultati finali.

Trattamento con anticorpi

Gli anticorpi sono in corso studiato in due modi.

  • Per impedire che le cellule nervose vengano danneggiate.
  • Per aiutare le cellule nervose danneggiate a rigenerarsi.

Cellule staminali

  • Gli scienziati stanno studiando modi per far crescere nuove cellule nervose da quelle di un individuo cellule staminali senza bisogno di cellule staminali embrionali.
  • Cellule staminali specializzate potrebbero essere utilizzate anche per aiutare altre cellule nervose a rigenerarsi.

La stimolazione elettrica

  • Un altro approccio utilizza la stimolazione elettrica per ripristinare la funzione nel midollo spinale.
  • Terapia che potrebbe aiutare un individuo paralizzato a camminare di nuovo.

Il futuro della neurorigenerazione

A parte l'intervento chirurgico precoce, la maggior parte dei trattamenti neurorigenerativi non sono ancora pronti o accessibili. C'è ancora molta più ricerca prima che possa diventare un'opzione di trattamento tradizionale. Il trattamento che prevede la rigenerazione delle cellule nervose richiederà più tempo rispetto a un trattamento progettato per proteggere le cellule nervose. Tuttavia, nei prossimi anni dovrebbero essere condotti più studi clinici, con le terapie con cellule staminali che impiegheranno più tempo. Alcune di queste terapie potrebbero essere pronte per essere utilizzate su pazienti reali in 5-10 anni.


Composizione corporea


L'importanza di misurare la composizione corporea

La maggior parte dei programmi di dieta e fitness si concentra sulla perdita o sull'aumento di peso. Tuttavia, tendono a trascurare che gli individui hanno composizioni corporee completamente diverse. La composizione corporea descrive la quantità di:

  • Grasso
  • Bone
  • Acqua
  • Muscolo
  • Nel corpo.

Misurare la composizione corporea può rivelare la composizione unica di un corpo e aiutare a identificare le aree su cui lavorare per migliorare la salute e il benessere generale. L'analisi della composizione corporea fornisce un'istantanea dei livelli di salute/forma fisica di un individuo per aiutare a raggiungere gli obiettivi di salute dall'interno verso l'esterno.

Referenze

Aguilar, Juan et al. "La lesione del midollo spinale cambia immediatamente lo stato del cervello". The Journal of neuroscience: la Gazzetta ufficiale della Society for Neuroscience vol. 30,22 (2010): 7528-37. doi:10.1523/JNEUROSCI.0379-10.2010

Badhiwala, Jetan H; Wilson, Jefferson R; Witiw, Christopher D; et al. (febbraio 2021). La neurologia della lancetta vol. 20, No. 2, P. 117. L'influenza della tempistica della decompressione chirurgica per la lesione acuta del midollo spinale: un'analisi combinata dei dati dei singoli pazienti. DOI: 10.1016/S1474-4422(20)30406-3

Chari, Aswin et al. "Neurostimolazione chirurgica per lesioni del midollo spinale". Scienze del cervello vol. 7,2 18. 10 feb. 2017, doi:10.3390/brainsci7020018

Lesioni nervose

Lesioni nervose

Una lesione nervosa è spesso causata da un evento traumatico improvviso, come uno scivolamento e una caduta, lesioni personali o sul lavoro, un incidente automobilistico o un infortunio sportivo. Lo stress generale del corpo dovuto a una cattiva postura e al sovrappeso può anche portare nel tempo a dolore ai nervi, noto come trauma cumulativo. Dove i legamenti e le ossa non sono allineati correttamente, possono verificarsi dolore e danni ai nervi. Quando si presenta dolore ai nervi, viene esercitata una pressione su quel/i nervo/i. I sintomi del dolore nervoso includono sensazioni di bruciore, formicolio o intorpidimento nei tessuti controllati da quel nervo. I test ortopedici e neurologici determineranno quale nervo specifico è interessato. Gli aggiustamenti chiropratici riallineano la colonna vertebrale e alleviano la pressione sul nervo, eliminando così il dolore e correggendo il problema.

Lesioni nervose

Lesioni nervose

Ttroppa pressione dai tessuti circostanti comprime e irrita il nervo e interrompe la sua capacità di funzionare correttamente. I nervi schiacciati sono più vulnerabili nei punti del corpo in cui passano attraverso spazi ristretti e hanno poca o nessuna protezione dei tessuti molli. I sintomi includono:

  • Sensazione di spilli e aghi
  • Intorpidimento
  • Dolore
  • Debolezza

Un nervo schiacciato può ridurre la gamma di movimento e causare spasmi muscolari. Se non trattata, una lesione nervosa può lasciare un individuo con dolore cronico e portare a danni permanenti ai nervi.

Formicolio e intorpidimento

Formicolio e intorpidimento sono sensazioni fisiche insolite o spiacevoli, più comunemente sperimentate nelle braccia, nelle mani, nelle dita, nelle gambe, nei piedi e nelle dita dei piedi. Formicolio e intorpidimento si presentano in due forme:

Parestesia

  • Una sensazione di formicolio sulla pelle o la sensazione della mano o del braccio che si sono addormentati.
  • La parestesia può essere il risultato di una riduzione del flusso sanguigno nella regione. Ciò può essere causato dalla pressione esterna che restringe i vasi sanguigni.

disestesia

  • Questa è una sensazione più persistente che ricorda prurito, bruciore, scossa elettrica o dolore lancinante.

 Lesioni al sistema nervoso possono anche produrre intorpidimento e formicolio, anche in aree non vicine alla lesione reale. Esempi inclusi:

  • Il dolore al collo da una lesione al collo può causare intorpidimento o formicolio alla mano o al braccio.
  • Un infortunio alla parte bassa della schiena può causare formicolio nella parte posteriore della gamba.

Altre possibili cause includono:

  • Infiammazione che mette sotto pressione i nervi
  • Punti trigger nei muscoli
  • Vasi sanguigni ingrossati
  • Tumori
  • Adesioni miofasciali
  • Tessuto cicatriziale
  • Infezione
  • Lesioni sul disco o sui dischi spinali
  • Diabete
  • Carenza di calcio
  • Carenza di vitamina B12
  • Malattia del fegato
  • Malattie renali
  • Alcolismo
  • Abuso di droghe

Trattamento Chiropratico

Per determinare il corso appropriato del trattamento, un medico chiropratico deve diagnosticare la causa della lesione nervosa. A seconda della natura o della gravità della sensazione, l'esame includerà:

  • Test muscolari
  • Test del range di movimento
  • Test neurologici
  • Test ortopedici

Il chiropratico palperà le aree efficaci e ordinerà test di imaging come i raggi X, se necessario. Se sono necessari ulteriori test per diagnosticare la fonte della lesione nervosa, il medico può ordinare una risonanza magnetica o una TAC. Una volta diagnosticata la condizione sottostante, un chiropratico svilupperà un piano di trattamento per eliminare l'irritazione, correggere i disallineamenti che causano pressione e ripristinare la corretta funzione nervosa. I piani di trattamento variano da caso a caso ma possono includere:

  • Massaggio terapeutico
  • Regolazioni del corpo
  • Manipolazione spinale
  • Calore e ghiaccio

L'obiettivo è alleviare/rilasciare la pressione sui nervi. Gli aggiustamenti chiropratici aiutano a riposizionare i muscoli e i nervi. Il massaggio profondo dei tessuti aiuta a sciogliere le tensioni ed eliminare le tossine che peggiorano le sensazioni. Trattamento migliora la circolazione e allevia la pressione sui percorsi neurali necessari per ripristinare la normale segnalazione neurale tra il corpo e il cervello.


Composizione corporea


Perché il cervello ha bisogno di zucchero

Il cervello ha bisogno della metà di tutta la fornitura di energia del corpo a causa del suo complesso sistema di cellule nervose. Il cervello richiede glucosio per l'energia delle cellule cerebrali. Poiché i neuroni non possono immagazzinare energia, hanno bisogno di una fornitura continua di carburante per funzionare correttamente dal flusso sanguigno. La capacità di pensare, apprendere e ricordare le informazioni è strettamente associata ai livelli di glucosio. Quando i livelli di glucosio nel sangue sono bassi, la capacità di pensare è inibita dalla produzione di messaggeri chimici/neurotrasmettitori, sono ridotti, interrompendo la comunicazione tra i neuroni. Zucchero naturale può aumentare la salute del cervello perché richiede glucosio per funzionare. Lo zucchero viene rilasciato lentamente nel flusso sanguigno quando viene assunto naturalmente da fonti come mele e banane, mantenendo i livelli di energia costanti, senza desiderare più zucchero.

Referenze

Ameh, Victor e Steve Crane. "Lesione nervosa a seguito di lussazione della spalla: il punto di vista del medico di emergenza". Rivista europea di medicina d'urgenza: Gazzetta ufficiale della Società europea di medicina d'urgenza vol. 13,4 (2006): 233-5. doi:10.1097/01.mej.0000206190.62201.ad

Nichols, JS e KO Lillehei. "Danno nervoso associato a trauma vascolare acuto". Le cliniche chirurgiche del Nord America vol. 68,4 (1988): 837-52. doi:10.1016/s0039-6109(16)44589-5

Ruggiero, SL. "Lesione e riparazione del nervo trigemino". Il giornale dentale dello stato di New York vol. 62,8 (1996): 36-40.

Welch, JA. "Lesione del nervo periferico". Seminari di medicina e chirurgia veterinaria (piccolo animale) vol. 11,4 (1996): 273-84. doi:10.1016/s1096-2867(96)80020-x

WOODHALL, B. "Lesione del nervo periferico". Le cliniche chirurgiche del Nord America (1954): 1147-65. doi:10.1016/s0039-6109(16)34299-2

Aiuta ad alleviare i sintomi della neuropatia con la chiropratica

Aiuta ad alleviare i sintomi della neuropatia con la chiropratica

La neuropatia è una condizione dolorosa che provoca formicolio, intorpidimento, sensazioni di bruciore alle mani e ai piedi e altri sintomi in tutto il corpo. La neuropatia può rendere la vita difficile. Non esiste una cura per la neuropatia, ma i sintomi possono essere gestiti con farmaci, antidepressivi, anticonvulsivanti e antidolorifici. Un'altra opzione di trattamento per alleviare i sintomi della neuropatia è la chiropratica.

Aiuta ad alleviare i sintomi della neuropatia con la chiropratica

Sintomi

I sintomi variano da individuo a individuo a seconda delle loro condizioni di salute e del modo in cui i nervi sono stati colpiti. I sintomi comuni includono:

  • Dolore
  • Intorpidimento
  • Formicolio
  • Sensazione di spilli e aghi quando si tocca qualcosa di caldo o freddo.
  • Alcuni individui perdono la sensazione di sentirsi come un vestito sul proprio corpo, anche se sfregano contro la pelle, ma si sentono come se non ci fossero.
  • Altre modifiche possono essere oggetti familiari che sembrano diversi dal solito.
  • Senso dell'olfatto diminuito o aumentato.
  • Impatto negativo sull'umore.

Guaina Protettiva Dei Nervi

Il dolore neuropatico è causato da danni e degenerazione dei nervi o del rivestimento/guaina protettiva dei nervi. Varie cause includono:

  • Diabete.
  • Lesioni.
  • Infezioni.
  • Effetti collaterali dei farmaci.
  • Esposizione alle tossine.

stage

I sintomi della neuropatia dipendono dalla posizione e dalla gravità del danno nervoso. Le fasi includono:

Intorpidimento e dolore

  • La prima fase consiste in intorpidimento e dolore.
  • Alcuni individui descrivono una sensazione di formicolio o intorpidimento.
  • Quello che sembra una puntura di spillo nelle mani e/o nei piedi.
  • Questa fase può durare mesi, ma la maggior parte delle persone guarisce entro un anno.

Dolore costante

  • La fase due è caratterizzata da dolore continuo.
  • Alcuni individui possono provare dolori lancinanti che vanno e vengono.
  • Sensazioni di bruciore intenso intorno alla vita.
  • Intorpidimento su un lato del corpo con dolore lancinante.
  • Questa fase può durare per un anno o più e peggiorare fino a quando l'individuo è inabile.

Degenerazione del nervo

  • La terza fase è quando degenerazione nervosa inizia.
  • Perdita di sensibilità su entrambi i lati del corpo.
  • Perdita delle capacità motorie come camminare e cadere.
  • I medici trattano i sintomi in modo che non peggiorino.

Perdita di sensazione

  • Lo stadio finale è la perdita di sensibilità.
  • Ciò si verifica quando le terminazioni nervose vengono distrutte e non possono più inviare messaggi al cervello.

Trattamenti per alleviare i sintomi

I trattamenti di solito comportano:

  • Antidepressivi.
  • Farmaci antidolorifici.
  • Farmaci antiepilettici.
  • Creme antidolorifiche.
  • Tutto può aiutare a gestire il dolore e l'infiammazione.

La chiropratica può anche aiutare ad alleviare i sintomi

I chiropratici usano metodi pratici per regolare e riallineare articolazioni, muscoli, dischi spinali e legamenti per funzionare in modo più efficiente e portare sollievo dalla pressione sui nervi. Le neuropatie sono spesso causate dalla compressione dei nervi in ​​aree del corpo che sono state alterate da lesioni o malattie che colpiscono legamenti, dischi, muscoli spinali, disfunzione dell'articolazione sacroiliaca, aderenze dell'anca, discrepanze nella lunghezza delle gambe, ecc. Questi possono contribuire al dolore e all'intorpidimento nella zona periferica nervi che irrorano gambe, piedi, braccia, mani e collo. Mentre un chiropratico non può curare neuropatia, possono aiutare ad alleviare i sintomi, renderli molto più gestibili e migliorare la qualità della vita.


Composizione corporea


Raffreddore

Il comune raffreddore, noto anche come infiammazione del tratto respiratorio superiore, è la malattia respiratoria infettiva più comune a causa del suo effetto sul naso e sulla gola. L'adulto medio prenderà 2-3 raffreddori all'anno, secondo il CDC. Un virus che causa il raffreddore può entrare direttamente nel tratto respiratorio inalando le goccioline espulse da una persona infetta o per contatto diretto con la pelle, come toccare il viso con una mano che è venuta a contatto con il virus. I sintomi del raffreddore variano ma di solito includono:

  • Naso che cola o chiuso
  • starnuti
  • Tosse
  • Mal di testa
  • Dolori muscolari

La durata di un raffreddore è diversa; tuttavia, la maggior parte degli individui con un sistema immunitario sano guarisce in 7-10 giorni. Tuttavia, gli individui con un sistema immunitario compromesso, asma o BPCO hanno un rischio maggiore di sviluppare malattie più gravi come bronchite o polmonite. Centinaia di virus possono causare raffreddori. Rinovirus umani sono colpevoli comuni e sono in continua mutazione, motivo per cui non esiste una cura. Diversi farmaci o trattamenti naturali aiutano ad alleviare i sintomi del raffreddore; si raccomanda di combattere efficacemente la malattia attraverso una sana risposta del sistema immunitario. I medici raccomandano un riposo adeguato, una dieta ricca di sostanze nutritive e il mantenimento di un'adeguata idratazione H2O per rafforzare il sistema immunitario.

Referenze

D'Angelo, Kevin et al. "L'efficacia delle modalità fisiche passive per la gestione delle lesioni dei tessuti molli e delle neuropatie del polso e della mano: una revisione sistematica della collaborazione dell'Ontario Protocol for Traffic Injury Management (OPTIMa)." Journal of manipolative e terapie fisiologiche vol. 38,7 (2015): 493-506. doi:10.1016/j.jmpt.2015.06.006

Kissel, Jaclyn A e Cristina Leonardelli. "Neuropatia muscolocutanea isolata: un caso clinico". Il Journal of the Canadian Chiropractic Association vol. 63,3 (2019): 162-170.

Passioti, Maria et al. "Il comune raffreddore: potenziale per futura prevenzione o cura". Rapporti attuali di allergia e asma vol. 14,2 (2014): 413. doi:10.1007/s11882-013-0413-5

T Francio, Vinicio. "Cura chiropratica per la caduta del piede dovuta alla neuropatia del nervo peroneo". Journal of bodywork e terapie del movimento vol. 18,2 (2014): 200-3. doi:10.1016/j.jbmt.2013.08.004

Gli effetti della terapia laser bassa sulla riparazione del tendine calcaneare | El Paso, TX

Gli effetti della terapia laser bassa sulla riparazione del tendine calcaneare | El Paso, TX

Il corpo è una macchina ben funzionante che può sopportare tutto ciò che viene lanciato sulla sua strada. Tuttavia, quando subisce un infortunio, il processo di guarigione naturale del corpo farà sì che il corpo possa tornare alle sue attività quotidiane. Il processo di guarigione di un muscolo ferito varia in tutto il corpo. A seconda della gravità del danno e della durata del processo di guarigione, il corpo può riprendersi da pochi giorni a pochi mesi. Uno dei processi di guarigione più estenuanti che il corpo deve sopportare è la rottura del tendine calcaneare.

Il tendine calcaneare

Il tendine calcaneare o tendine di Achille è un tendine spesso che si trova nella parte posteriore della gamba. Questo muscolo-tendine è ciò che fa muovere il corpo mentre si cammina, si corre o si salta. Non solo, il tendine calcaneare è il tendine più forte del corpo e collega i muscoli gastrocnemio e soleo all'osso del tallone. Quando il tendine calcaneare si rompe, il processo di guarigione può durare da settimane a mesi fino a quando non è completamente guarito. 

 

 

Gli effetti curativi della terapia laser bassa

Uno dei modi che può aiutare il processo di guarigione dei tendini calcaneari danneggiati è la terapia laser a bassa. Studi hanno dimostrato che una bassa terapia laser può accelerare la riparazione del tendine danneggiato dopo una lesione parziale. Non solo quello, ma il pettineInazione degli ultrasuoni e della terapia laser a bassa è stata studiata per essere gli agenti fisici per il trattamento delle lesioni tendinee. Gli studi hanno mostrato che la combinazione di terapia laser a bassa e ultrasuoni ha proprietà benefiche durante il processo di recupero del trattamento delle lesioni del tendine calcaneare.

 

 

Lo studio ha trovato che quando i pazienti vengono trattati per i loro tendini calcaneari, i loro livelli di idrossiprolina intorno all'area trattata sono significativamente aumentati con ultrasuoni e laser a bassa tterapia. Le strutture biochimiche e biomeccaniche naturali del corpo sul tendine ferito aumentano, influenzando così il processo di guarigione. Un altro studio ha dimostrato che la terapia laser a bassa può aiutare a ridurre la fibrosi e prevenire lo stress ossidativo nel tendine calcaneare traumatizzato. Lo studio ha anche dimostrato che dopo che il tendine calcaneare è traumatizzato, nell'area interessata si formano infiammazione, angiogenesi, vasodilatazione e matrice extracellulare. Quindi, quando i pazienti vengono trattati con una terapia laser bassa per circa quattordici-ventuno giorni, le loro anomalie istologiche vengono alleviate, riducendo la concentrazione di collagene e la fibrosi; prevenire l'aumento dello stress ossidativo nel corpo.

 

Conclusione

Nel complesso, si dice che gli effetti della terapia laser a bassa velocità possano aiutare ad accelerare il processo di guarigione della riparazione del tendine calcaneare. I risultati promettenti sono stati dimostrati poiché una bassa terapia laser può aiutare a riparare il tendine danneggiato, riducendo lo stress ossidativo e prevenendo l'escalation della fibrosi, causando più problemi al tendine ferito. E con la combinazione degli ultrasuoni, il tendine calcaneare può riprendersi più velocemente in modo che il corpo possa continuare le sue attività quotidiane senza lesioni prolungate.

 

Riferimenti:

Demir, Huseyin, et al. "Confronto degli effetti di laser, ultrasuoni e trattamenti combinati laser + ultrasuoni nella guarigione sperimentale dei tendini". Laser in chirurgia e medicina, Biblioteca nazionale di medicina degli Stati Uniti, 2004, pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/15278933/.

Fillipin, Lidiane Isabel, et al. "La terapia laser a basso livello (LLLT) previene lo stress ossidativo e riduce la fibrosi nel tendine di Achille traumatizzato dai ratti". Laser in chirurgia e medicina, Biblioteca nazionale di medicina degli Stati Uniti, ottobre 2005, pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/16196040/.

Oliveira, Flavia Schlittler, et al. Effetto della terapia laser a basso livello (830 Nm … – Laser medico. 2009, medical.summuslaser.com/data/files/86/1585171501_uLg8u2FrJP7ZHcA.pdf.

Wood, Viviane T, et al. "Modifiche e riallineamento del collagene indotti dalla terapia laser a basso livello e dagli ultrasuoni a bassa intensità nel tendine calcaneare". Laser in chirurgia e medicina, Biblioteca nazionale di medicina degli Stati Uniti, 2010, pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/20662033/.

Sclerosi multipla, sciatica e dolore nervoso

Sclerosi multipla, sciatica e dolore nervoso

Sclerosi multipla e sciatica possono coesistere o avere sintomi sovrapposti. Il nervo sciatico inizia nella parte bassa della schiena, poi attraverso i fianchi nei glutei e si separa in entrambe le gambe nei piedi. La sciatica è un tipo di dolore causato da un nervo sciatico compresso/pizzicato o danneggiato/lesionato. La sensazione si irradia attraverso il nervo con frequenza e gravità a vari livelli, a seconda della posizione e/o del movimento del corpo dell'individuo. Gli individui con sclerosi multipla possono anche sperimentare la sciatica, credendo che sia la loro sclerosi multipla. Il dolore neuropatico è un sintomo comune nella sclerosi multipla o nella SM. È causato da lesioni o danni ai nervi del sistema nervoso centrale e può causare sensazioni di bruciore o acute e lancinanti.

Sclerosi multipla, sciatica e dolore nervoso

Differenza tra sclerosi multipla e dolore del nervo sciatico

La SM è una malattia autoimmune in cui il sistema immunitario attacca lo strato protettivo attorno alle fibre nervose noto come mielina. Ciò colpisce i percorsi del sistema nervoso centrale che regolano la sensazione e la sensazione nel corpo. Può causare sensazioni dolorose che includono:

  • Spasmi muscolari
  • Bruciore, formicolio o dolore nella parte inferiore delle gambe
  • Sensazioni simili a scosse elettriche viaggiano dalla parte posteriore verso le gambe.
  • Emicrania
  • Le sensazioni dolorose derivano dalle fibre nervose danneggiate che creano interferenze nei percorsi neurali del cervello.

La sciatica funziona diversamente

Una risposta autoimmune non danneggia il percorso del nervo sciatico, ma un ulteriore stress/pressione comprime il nervo sciatico. Il dolore è solitamente causato da un movimento rapido, a scatti, con torsione, flessione, raggiungimento che pizzica o torce il nervo. L'ernia del disco e gli speroni ossei sono un'altra causa comune, oltre al sovrappeso può esercitare un'intensa pressione sul nervo sciatico. La differenza fondamentale è che la sclerosi multipla causa il malfunzionamento delle vie di segnalazione del sistema nervoso centrale.

SM e sciatica

La maggior parte delle persone, circa il 40%, a un certo punto sperimenterà una qualche forma di sintomi della sciatica. Questo è dovuto all'età, e tutta l'usura della parte bassa della schiena passa quotidianamente. Questo è il motivo per cui non è insolito per le persone con SM sperimentare anche la sciatica. La SM può causare cambiamenti del corpo che influenzano i livelli di attività.

  • La ridotta mobilità può portare a stare seduti per lunghi periodi che possono affaticare muscoli, tendini e legamenti, causando la sciatica.
  • Ci sono prove che le lesioni che si presentano dalla SM possono estendersi al nervo sciatico.
  • One studio confrontato 36 individui con SM a 35 individui che non ce l'hanno.
  • Tutti i partecipanti sono stati sottoposti neurografia a risonanza magnetica per ottenere immagini nervose ad alta risoluzione.
  • La ricerca ha scoperto che quelli con SM avevano leggermente più lesioni sul nervo sciatico rispetto a quelli senza SM.

Cura della sciatica

Può essere difficile capire i tipi di dolore che si provano. La sciatica percorre in modo univoco la lunghezza del nervo ed è spesso percepita in una sola gamba. Il dolore, il formicolio, l'intorpidimento, le sensazioni elettriche possono presentarsi solo nella parte bassa della schiena, nel gluteo, nella parte posteriore della gamba, nel tendine del ginocchio, nel polpaccio e nel piede, o in una combinazione di tutte le aree. I trattamenti per la sciatica dipendono dalla gravità. Loro includono:

  • Chiropratica
  • Terapia fisica
  • Esercizi di postura
  • Adattamenti dello stile di vita
  • Attività fisica ed esercizio fisico
  • Perdita di peso
  • Impacchi freddi e caldi
  • Agopuntura
  • Sovradosaggio contro il dolore
  • Farmaci – antinfiammatori, miorilassanti, antidepressivi triciclicie farmaci antiepilettici.
  • Iniezioni di steroidi – corticosteroidi
  • La chirurgia è l'ultima risorsa riservata ai casi gravi che non sono migliorati con altri trattamenti e terapie.

Può essere facile confondere la sciatica come un sintomo o una condizione correlata alla sclerosi multipla. La chiropratica può aiutare ad alleviare la sciatica e, sebbene il trattamento non possa trattare direttamente la SM o i suoi sintomi, può alleviare il dolore e il disagio.


Composizione corporea


Nefropatia diabetica

La nefropatia diabetica o malattia renale diabetica è il risultato di un diabete mal gestito. L'insufficienza renale è una grave emergenza medica e può essere fatale se non trattata. La ridotta funzionalità renale cronica si traduce in:

  • Ritenzione di liquidi nel corpo.
  • Incapacità di filtrare i metaboliti e le scorie dal sangue.
  • Aumento del rischio di infezioni.

I sintomi comuni della malattia renale diabetica includono:

Aumento della pressione sanguigna

  • Questo è il risultato di un aumento dello stress sul corpo.
  • I reni non riescono più a filtrare tutti i metaboliti e i liquidi in eccesso necessari per stabilizzare la pressione sanguigna.

La proteinuria o proteine ​​nelle urine

  • Il danno renale cronico provoca l'escrezione della proteina attraverso l'urina.

stanchezza

  • La scarsa funzionalità renale colpisce ogni organo del corpo.
  • Gli organi devono lavorare di più per compensare, portando ad affaticamento e bassa energia.

Edema degli arti inferiori

  • La ritenzione di liquidi di solito si verifica negli arti inferiori.
  • Caviglie e gambe gonfie e gonfie possono apparire lucide o cerose.
  • Questo è comune negli individui che hanno una grave nefropatia diabetica.

Fiato corto

  • Man mano che il fluido si accumula nel corpo, il peso aggiuntivo può accumularsi sopra e intorno ai polmoni.
  • Questo può rendere molto difficile la respirazione quando si è sdraiati o quando si è impegnati in attività fisica.

cognizione alterata

  • I metaboliti nel sangue possono causare danni al cervello se non filtrati correttamente.
  • Perdita di memoria
  • Cambiamenti di umore
  • Perdita di conoscenza
Referenze

Jende JME, et al. (2017). Coinvolgimento dei nervi periferici nella sclerosi multipla: dimostrazione mediante neurografia a risonanza magnetica. DOI:
10.1002 / ana.25068

Personale della Mayo Clinic. (2019). Sciatica.
mayoclinic.org/diseases-conditions/sciatica/symptoms-causes/syc-20377435

Murphy KL, et al. (2017). Capitolo 4: Dolore neuropatico nella sclerosi multipla: intervento terapeutico attuale e prospettive di trattamento futuro.
http://ncbi.nlm.nih.gov/books/NBK470151/

Dolore e prurito. (ns).
nationalmssociety.org/Symptoms-Diagnosis/MS-Symptoms/Pain

Sansone K. (2017). Nella neurografia della sclerosi multipla in corso, la risonanza magnetica rivela lesioni dei nervi periferici nei pazienti con SM. DOI:
10.1097/01.NT.0000527861.27137.b0

Sciatica: Di tutti i nervi. (2016).
health.harvard.edu/pain/sciatica-of-all-the-nerve

Usare il calore e il ghiaccio per un nervo schiacciato

Usare il calore e il ghiaccio per un nervo schiacciato

La maggior parte di noi, se non tutti, probabilmente ha usato calore e/o ghiaccio su una distorsione, uno stiramento o un'area dolorante del corpo. Avere un nervo schiacciato, tuttavia, ha una sensazione diversa da una distorsione o uno stiramento. Si raccomanda un trattamento chiropratico per un nervo schiacciato, ma se il dolore non è troppo forte, l'assistenza domiciliare può funzionare. Quale è meglio per un nervo schiacciato, il calore o il ghiaccio? Entrambi. L'uso di calore e ghiaccio aiuta a ridurre il gonfiore, aumenta il flusso sanguigno nell'area e rilassa i muscoli attorno al nervo schiacciato. L'obiettivo è sapere quando usare il ghiaccio e/o il calore.

Usare il calore e il ghiaccio per un nervo schiacciato

Applicare calore su un nervo schiacciato

Applicare calore su un nervo schiacciato va bene. La linea guida generale per un nervo schiacciato è usare il calore solo dopo che il dolore si è attenuato/ridotto.

  • Quando il dolore si presenta o divampa, usa il ghiaccio prima di usare il calore.
  • Non applicare calore sull'area subito dopo aver applicato il ghiaccio.
  • Aspetta da 30 minuti a un'ora.
  • Mantieni il calore sulla zona interessata per 10-20 minuti alla volta.
  • Fai una pausa di almeno 30 minuti tra le sessioni.
  • Se il caldo aiuta, rendere il calore moderato e usarlo sull'area per un'ora o più.
  • La terapia del calore estesa è utile per il dolore severo da un nervo schiacciato.
  • L'equivalente è come immergersi in un bagno caldo.

Benefici del calore per un nervo schiacciato

  • Il calore calma e rilassa sia i muscoli che la mente.
  • Il calore aumenta le capacità di guarigione facendo circolare nuovo sangue nell'area lesa/interessata, aiutando a eliminare le tossine.
  • Diminuisce la tensione e gli spasmi muscolari.
  • Aumenta il raggio di movimento delle articolazioni.

Quando non usare la terapia del calore

Può essere pericoloso per le persone con condizioni preesistenti. Le condizioni includono:

  • Trombosi venosa profonda
  • Diabete
  • Malattia vascolare
  • La sclerosi multipla
  • Consultare un medico in caso di dubbi.

Applicare il ghiaccio

Suggerimenti per usare in sicurezza il ghiaccio su un nervo schiacciato.

  • Tieni l'impacco di ghiaccio per 15-20 minuti alla volta, quindi rimuovi.
  • Fai una pausa di un'ora tra le sessioni di glassa.
  • Massaggio con ghiaccio, applicare il ghiaccio direttamente sulla zona interessata per 5 minuti alla volta con movimenti circolari e massaggianti.

Ghiaccio per i benefici sui nervi pizzicati

  • Allevia rapidamente il dolore intorpidendo l'area.
  • Riduce il gonfiore rallentando il flusso sanguigno nell'area.
  • Raffredda le fibre muscolari.
  • Riduce gli spasmi muscolari.

Quando non usare il ghiaccio

  • Gli individui, specialmente quelli che hanno difficoltà a provare dolore, possono danneggiare la pelle con un impacco di ghiaccio.
  • Le persone con diabete dovrebbero prestare particolare attenzione, poiché i danni ai nervi possono rendere difficile sentire o discernere il dolore.
  • Se stai cercando di alleviare il dolore e/o la rigidità delle articolazioni o dei muscoli, usa invece il calore.

Peggiorare un nervo schiacciato

Un nervo schiacciato può peggiorare. Esempi di cose da evitare quando si gestisce un nervo schiacciato.

  • Sollevamento di oggetti pesanti.
  • Fare movimenti improvvisi, di torsione, di spostamento, a scatti.
  • Impegnarsi in esercizi ad alta intensità o ad alta velocità.
  • Praticare sport di contatto.
  • Stare troppo seduti.
  • Sdraiarsi troppo.
  • Non consultare un medico o un chiropratico se il dolore continua.

Rimedi casalinghi e prevenzione

Alcuni altri rimedi casalinghi e consigli di prevenzione per un nervo schiacciato.

  • Esercitati a mantenere una postura corretta.
  • Mantieni una dieta e un peso sani.
  • Incorporare cibi antinfiammatori.
  • Ottieni da 7 a 8 ore di sonno salutare.
  • Ottieni un massaggio terapeutico professionale.
  • Incorpora lo stretching e/o lo yoga.
  • Se i rimedi casalinghi non funzionano, sappi quando consultare un chiropratico.

Medici di chiropratica specializzati in nervi pizzicati/compressi. Un chiropratico è addestrato in diverse tecniche per alleviare la pressione e rilasciare il nervo nella sua posizione corretta.


Composizione corporea


Malattia delle arterie periferiche

La malattia delle arterie periferiche o PAD è il restringimento delle arterie che portano il sangue dal cuore alle altre aree del corpo. Cosa sapere sul PAD:

  • I rischi di malattia delle arterie periferiche aumentano con l'età.
  • Oltre la metà degli individui affetti non presenta sintomi.
  • Circa un quarto degli individui con malattia arteriosa periferica ha diabete mellito.
  • I fumatori hanno un rischio maggiore di sviluppare la PAD.
  • Ecco perché è importante monitorare la pressione sanguigna.
Referenze

Chandler, Anne, et al. “Utilizzare la terapia del calore per la gestione del dolore. (pratica clinica)." Standard infermieristico, vol. 17, nr. 9, 13 novembre 2002, pagine 40+. Consultato il 15 settembre 2021.

Edzard Ernst, Veronika Fialka, Il ghiaccio gela il dolore? Una revisione dell'efficacia clinica della terapia analgesica del freddo, Journal of Pain and Symptom Management, Volume 9, Issue 1, 1994, Pagine 56-59, ISSN 0885-3924, doi.org/10.1016/0885-3924(94)90150-3.

Shu, Jun e Gaetano Santulli. "Aggiornamento sulla malattia delle arterie periferiche: epidemiologia e fatti basati sull'evidenza". Aterosclerosi vol. 275 (2018): 379-381. doi:10.1016/j.atherosclerosis.2018.05.033

Sollievo chiropratico dai nervi schiacciati

Sollievo chiropratico dai nervi schiacciati

I nervi schiacciati si verificano quando viene applicata una pressione aggiuntiva a un nervo o una serie di nervi dai tessuti circostanti come ossa, cartilagine, muscoli o tendini. Il la pressione influisce sulla capacità del nervo di funzionare correttamente e di solito provoca dolore, formicolio, intorpidimento o debolezza. Un nervo schiacciato può verificarsi in vari siti del corpo. Se situato nel collo, spalla, braccio, mano, schiena o ginocchia, possono portare ad altre condizioni/lesioni debilitanti e danni permanenti ai nervi se non trattati.  

11860 Vista Del Sol, Ste. 128 Sollievo chiropratico dai nervi schiacciati
 

Nervi pizzicati

I nervi non vengono effettivamente pizzicati, ma vengono compressi. La pressione aggiunta su o intorno al nervo provoca sensazioni dolorose che possono includere anche:

I nervi schiacciati non sono nulla da respingere. Gli individui che soffrono di uno dei sintomi di cui sopra dovrebbero ottenere una diagnosi corretta da un chiropratico.  

 

La compressione scompare da sola

Un nervo compresso può andare via da solo se il dolore è iniziato di recente o non è grave. Inoltre, i rimedi casalinghi come riposo, calore, ghiaccio e stretching possono essere utilizzati per aiutare la compressione a ridursi da sola.  

Tempo necessario per la guarigione di un nervo schiacciato

La durata dipende dal motivo per cui il nervo è compresso e irritato. Ad esempio, alcuni nervi pizzicati sono causati da una cattiva postura e da muscoli tesi. Questi di solito possono guarire entro 4 settimane. Tuttavia, se il dolore dura da un po' di tempo, ad esempio più di 3 mesi, ci vorrà più tempo, soprattutto per identificare la causa o le cause alla radice e affrontarle in base alla loro gravità.  

11860 Vista Del Sol, Ste. 128 Sollievo chiropratico dai nervi schiacciati
 

Opzioni di trattamento

 

Aggiustamenti chiropratici e massaggi

Questi due tipi di trattamento / terapia si completano a vicenda. Un chiropratico comprende l'importanza del massaggio quando si tratta di guarigione e sollievo dallo stress. Alcuni casi di nervi schiacciati derivano da muscoli tesi e spasmi muscolari. Insieme alle regolazioni chiropratiche, la massoterapia è perfetta per rilasciare e allungare i nervi alla loro forma naturale.

Gli studi dimostrano che la massoterapia chiropratica offre sollievo dal dolore e aiuta anche a ridurre la depressione e l'ansia che i sintomi del dolore possono generare. Inoltre, è stato dimostrato che un trattamento chiropratico completo è il modo migliore e più veloce per trattare i nervi schiacciati.  

11860 Vista Del Sol, Ste. 128 Sollievo chiropratico dai nervi schiacciati
 

Prendi più sonno

Ogni volta che il corpo sta attraversando uno stress e ha bisogno di riparazioni, più sonno dà al corpo il tempo di guarire se stesso. Un'ora in più di sonno assicura anche che l'area lesa si muova di meno. Tuttavia, cerca di evitare di dormire sulla pancia e assicurati che i cuscini utilizzati forniscano un supporto sufficiente.  

Bagno lenitivo caldo / caldo

Il ghiaccio può davvero aiutare a ridurre il gonfiore e l'infiammazione, ma se il ghiaccio nell'area non ha alleviato il dolore dopo 72 ore, è il momento di un bagno caldo/caldo. L'acqua calda aumenta la circolazione sanguigna, che fornisce ossigeno e sostanze nutritive per aiutare a guarire e ripristinare. Inoltre, il calore rilassa i muscoli del corpo, che allevia la pressione sulla zona interessata.  

Riparazione delle articolazioni nervose del collagene

Collagene aggiunge un cuscino agli spazi tra le articolazioni e le ossa mentre i tessuti danneggiati vengono riparati. Collagene è la proteina naturale più abbondante nel corpo umano. Integratori con glucosamina, condroitina e acido ialuronico può aiutare e consumare brodo di ossa, una sana fonte di collagene. An dieta antinfiammatoria può anche aiutare. L'infiammazione contribuisce ai sintomi del dolore. Abbassare l'infiammazione abbassa anche il dolore.  

 

Postura corretta

La postura incurvata e scorretta, sia da seduti che in piedi, aumenta la pressione/stress sulle articolazioni. Quando questo va avanti per lunghi periodi o quando si verifica qualcosa di traumatico, può risultare un nervo schiacciato. Un chiropratico ripristinerà la curvatura naturale del corpo. Inoltre, a il chiropratico discuterà e mostrerà quale dovrebbe essere una postura corretta e come rafforzare il nucleo per mantenere una postura corretta.  

 

Altre opzioni di trattamento

I trattamenti convenzionali di solito includono:

  • Antidolorifici da banco
  • Antidolorifici da prescrizione per i casi gravi
  • I corticosteroidi
  • Microdiscectomia chirurgia spinale
  • Chirurgia regolare

La maggior parte delle persone desidera evitare qualsiasi delle opzioni di trattamento di cui sopra. Il corpo ha un'enorme capacità di guarire se stesso. La chiropratica ridurrà la quantità di tempo necessaria per guarire un nervo schiacciato. Si tratta di trattare l'intero corpo, non solo i sintomi. Verrà sviluppato un piano di trattamento / recupero personalizzato in base alle esigenze di ogni individuo. A Clinica medica di chiropratica e medicina funzionale delle lesioni, invitiamo chiunque provi dolore a chiamarci subito.


Composizione del corpo

 


 

Cosa succede al corpo quando smetti di mangiare

Non mangiare per alcune ore fa abbassare i livelli di glucosio nel sangue e il rilascio di insulina si interrompe. Le cellule alfa del pancreas producono un ormone chiamato glucagone che aiuta il fegato a scomporre il glicogeno immagazzinato nel corpo, convertendolo di nuovo in glucosio. Il il fegato può anche produrre glucosio utilizzando grassi, amminoacidi e rifiuti.

Se i livelli di zucchero nel sangue diminuiscono, si verifica una condizione troppo bassa chiamata ipoglicemia. Si verifica poche ore dopo aver mangiato quando c'è troppa insulina nel sangue o alcuni farmaci. Questo è il motivo per cui un individuo potrebbe sentirsi stordito, tremante, ansioso o irritabile quando non ha mangiato per diverse ore. Mangiare almeno 15-20 grammi di carboidrati invertirà i sintomi.  

Disclaimer del post sul blog del Dr. Alex Jimenez

L'ambito delle nostre informazioni è limitato alla chiropratica, muscoloscheletrica, medicina fisica, benessere, problemi di salute sensibili e/o articoli, argomenti e discussioni di medicina funzionale. Utilizziamo protocolli funzionali di salute e benessere per trattare e supportare la cura di lesioni o disturbi del sistema muscolo-scheletrico. I nostri post, argomenti, argomenti e approfondimenti riguardano questioni cliniche, problemi e argomenti che supportano direttamente o indirettamente il nostro ambito clinico di pratica.*

Il nostro ufficio ha fatto un ragionevole tentativo di fornire citazioni di supporto e ha identificato lo studio di ricerca pertinente o gli studi a sostegno dei nostri post. Su richiesta, mettiamo anche a disposizione del consiglio di amministrazione e / o del pubblico copie degli studi di ricerca di supporto. Comprendiamo che trattiamo questioni che richiedono una spiegazione aggiuntiva su come può aiutare in un particolare piano di assistenza o protocollo di trattamento; pertanto, per discutere ulteriormente l'argomento di cui sopra, non esitate a chiedere al Dr. Alex Jimenez o contattarci al 915-850-0900. Provider con licenza in Texas e New Mexico *

Referenze
  • Dubinsky RM, Miyasaki J.Valutazione: Efficacia della stimolazione nervosa elettrica transcutanea nel trattamento del dolore nei disturbi neurologici (una revisione basata sull'evidenza). Relazione del sottocomitato per la valutazione della terapia e della tecnologia dell'Accademia americana di neurologia.Neurologia. 2010; 74: 173-176.
  • Shrier I. Lo stretching aiuta a prevenire gli infortuni? Medicina dello sport basata sull'evidenza. Williston, VT: Libri BMJ; 2002.
Circolazione / comunicazione ottimale dell'energia nervosa con la chiropratica

Circolazione / comunicazione ottimale dell'energia nervosa con la chiropratica

funzionalità del corpo, circolazione e comunicazione sono significativamente influenzati da salute del sistema nervoso. Il cervello, il midollo spinale e le radici nervose collegano ogni parte del corpo in un'enorme autostrada di comunicazione. Se la circolazione e la comunicazione vengono interrotte, interferite o completamente bloccate, la salute del corpo inizia a deteriorarsi. Il trattamento chiropratico e l'allineamento della colonna vertebrale libereranno i percorsi e faranno scorrere l'energia nervosa ripristinando la salute generale.  
11860 Vista Del Sol, Ste. 128 Circolazione / comunicazione ottimale dell'energia nervosa con la chiropratica
 

Operazioni del sistema nervoso

Il sistema nervoso regola tutte le aree del corpo nella comunicazione, coordinazione e funziona nel controllo di tutte le principali funzioni corporee. Ciò comprende:
  • Funzione cellulare di base
  • Processi d'organo
  • Funzioni cerebrali di livello superiore che includono
  1. Formazione
  2. Pensiero
  3. Memorie
I nervi all'interno del sistema nervoso comunicano tramite messaggi chimici ed elettrici. Le cellule nervose comunicano principalmente attraverso rapidi percorsi e segnali elettronici.  
 

Energia nervosa compromessa

segnali che passano tra il cervello, il midollo spinale, i nervi e il resto del corpo mantenere la connettività, il coordinamento e il corretto funzionamento degli organi. L'energia elettrica necessaria per mantenere la circolazione / segnali che scorre senza intoppi avviene con una forza nervosa ottimale. Le cause che possono influenzare l'integrità del nervo includono:
  • Infiammazione cronica
  • ferita
  • Fattore di salute mentale
  • Disallineamento spinale
Se la circolazione / autostrada di comunicazione nel sistema nervoso è compromessa, può rapidamente trasformarsi in segnali mal interpretati, incrociati, falsi o non inviati. Alla fine, i segnali possono trasformarsi in totale confusione, facendo cadere il corpo in uno stato di totale disfunzione. Le linee di comunicazione devono rimanere chiare e disinibite. Ciò consente al corpo di funzionare con facilità mentre tutti i sistemi cooperano.  
 

Il disallineamento spinale influisce sull'energia nervosa

Con tutti i segnali che viaggiano attraverso il midollo spinale, qualsiasi disallineamento influirà sulla circolazione. Le cause comuni di disallineamento includono:
  • Cattiva postura
  • Stile di vita sedentario
  • Scarsa meccanica del corpo
  • Infortuni
  • Fattori di peso
Il disallineamento può essere risolto con aggiustamenti chiropratici professionali. Un chiropratico individuerà eventuali cambiamenti sottili, li affronterà e ripristinerà la circolazione dei nervi, oltre a ripristinare l'equilibrio del corpo.  
11860 Vista Del Sol, Ste. 128 Circolazione / comunicazione ottimale dell'energia nervosa con la chiropratica
 

Ripristina e massimizza la circolazione nervosa

La chiropratica è un approccio sistematico basato sulla ricerca alla cura di tutto il corpo ed è progettato per produrre risultati ottimali in modo non invasivo. Contatta Injury Medical Chiropractic per vedere cosa possono offrire per aiutare a raggiungere gli obiettivi di salute.

La composizione del corpo

 
Lo stress è già abbastanza difficile da gestire, ma lo stress cronico può avere effetti complessi e dannosi sulla salute emotiva. Nel tempo, lo stress può logorare sia la salute mentale che fisica. E non ci vogliono settimane o mesi per iniziare a vedere gli effetti. Possono essere necessari anche quattro giorni per notare un impatto significativo sui livelli di energia, affaticamento e dolore. Ricorda che raggiungere una composizione corporea sana è più che aumentare la massa muscolare e perdere grasso. Mantenere una dieta corretta e dormire a sufficienza è necessario per fare progressi costanti.

Disclaimer del post sul blog del Dr. Alex Jimenez

L'ambito delle nostre informazioni è limitato a chiropratica, muscoloscheletrica, medicine fisiche, benessere e problemi di salute sensibili e / o articoli, argomenti e discussioni di medicina funzionale. Utilizziamo protocolli funzionali di salute e benessere per trattare e supportare la cura di lesioni o disturbi del sistema muscolo-scheletrico. I nostri post, argomenti, argomenti e approfondimenti riguardano questioni cliniche, problemi e argomenti che riguardano e supportano direttamente o indirettamente il nostro ambito di pratica clinica. * Il nostro ufficio ha fatto un ragionevole tentativo di fornire citazioni di supporto e ha identificato lo studio di ricerca pertinente o gli studi a sostegno dei nostri post. Su richiesta, mettiamo anche a disposizione del consiglio di amministrazione e / o del pubblico copie degli studi di ricerca di supporto. Comprendiamo che trattiamo questioni che richiedono una spiegazione aggiuntiva su come può aiutare in un particolare piano di assistenza o protocollo di trattamento; pertanto, per discutere ulteriormente l'argomento di cui sopra, non esitate a chiedere al Dr. Alex Jimenez o contattarci al 915-850-0900. Provider con licenza in Texas e New Mexico *
Referenze
Lorei, MP e EB Hershman. Lesioni ai nervi periferici negli atleti. Trattamento e prevenzione . Medicina dello sport (Auckland, Nuova Zelanda) vol. 16,2 (1993): 130-47. doi: 10.2165 / 00007256-199316020-00005