ClickCease
+ 1-915-850-0900 spinedoctors@gmail.com
Seleziona Pagina

Mal di schiena lombare

Team di chiropratica per il mal di schiena della clinica alla schiena. Più dell'80% della popolazione soffre di mal di schiena ad un certo punto della propria vita. La maggior parte dei casi può essere collegata alle cause più comuni: affaticamento muscolare, lesioni o uso eccessivo. Ma può anche essere attribuito a una condizione specifica della colonna vertebrale: ernia del disco, malattia degenerativa del disco, spondilolistesi, stenosi spinale e osteoartrite. Condizioni meno comuni sono la disfunzione dell'articolazione sacroiliaca, i tumori spinali, la fibromialgia e la sindrome del piriforme.

Il dolore è causato da danni o lesioni ai muscoli e ai legamenti della schiena. Il Dr. Alex Jimenez ha compilato articoli che delineano l'importanza di comprendere le cause e gli effetti di questo fastidioso sintomo. La chiropratica si concentra sul ripristino della forza e della flessibilità di una persona per aiutare a migliorare i sintomi del dolore lombare.


Sintomi della schiena IBD: clinica per la schiena di El Paso

Sintomi della schiena IBD: clinica per la schiena di El Paso

La malattia infiammatoria intestinale, o IBD, provoca l'infiammazione del rivestimento del tratto digerente, che spesso coinvolge gli strati più profondi. I problemi gastrointestinali o gastrointestinali dello stomaco e dell'intestino spesso includono diarrea, perdita di peso, sanguinamento rettale, affaticamento e mal di schiena. L'infiammazione può raggiungere le articolazioni della colonna vertebrale, causando rigidità, disagio e sintomi di dolore. Injury Medical Chiropractic and Functional Medicine Clinic può aiutare a gestire i sintomi e guidare le persone sulle opzioni di trattamento.

Sintomi alla schiena IBD: team di medicina funzionale chiropratica del PEMal di schiena IBD

IBD è un insieme di condizioni associate a infiammazione cronica o intermittente del tratto gastrointestinale. Include Malattia di Crohn – CD e colite ulcerosa - UC. Sebbene esistano componenti genetiche che predispongono gli individui all'IBD, fattori ambientali sembrano contribuire maggiormente. La ricerca mostra che l'IBD è probabilmente correlata a disturbi della flora intestinale, che includono:

  • batteri
  • Fungo
  • I virus

Questi hanno creato un risposta infiammatoria sistemica.

Sintomi

Altri fattori ambientali associati all'IBD includono l'uso a lungo termine di pillole anticoncezionali e farmaci antinfiammatori non steroidei/FANS. La ricerca teorizza che quando l'intestino si infiamma, la sua normale integrità e struttura vengono compromesse e iniziano a fuoriuscire, causando una reazione eccessiva del sistema immunitario. Ciò può causare sintomi non gastrointestinali che includono:

  • Febbre
  • Anemia
  • Gonfiore articolare
  • Sensazioni di dolore variabili
  • Infiammazione dei vasi sanguigni
  • Problemi respiratori
  • Problemi di vista

Altri sintomi possono includere:

  • Anoressia
  • Nausea
  • vomito
  • Dolore al petto
  • Bruciore di stomaco
  • Problemi al fegato - Ad esempio, calcoli biliari

Spina dorsale

L'IBD può causare lombalgia poiché l'IBD può infiammare le articolazioni della colonna vertebrale, in particolare l'osso sacro, oltre a causare crampi addominali e sensazioni rettali che si irradiano nella zona lombare. Tuttavia, l'irritazione, l'infiammazione o l'infezione di qualsiasi organo centrale, addominale o pelvico può causare lombalgia.

Diagnosi

  • La diagnosi richiede un esame fisico del colon - a sigmoidoscopia o colonscopia viene utilizzato.
  • Entrambe le procedure richiedono una biopsia dei tessuti intestinali, studiata per determinare l'estensione e il grado di infiammazione.
  • A seconda delle circostanze, potrebbe essere utilizzata una radiografia per mostrare la profondità o l'estensione della condizione.

Gestione chiropratica

A chiropratico può aiutare le persone a ridurre o alleviare completamente i sintomi muscoloscheletrici riallineando la colonna vertebrale e il bacino e massaggiando, rilasciando e rilassando i muscoli, il che aumenta la circolazione e lenisce l'infiammazione. Il motivo per cui la cura chiropratica può trattare efficacemente l'IBD è la sua capacità di stabilizzare i sistemi interni. Quando il sistema nervoso centrale e il sistema immunitario comunicano e funzionano correttamente, ciò impedisce al sistema immunitario di attaccare le cellule dei tessuti del corpo, prevenendo l'infiammazione. L'approccio chiropratico di tutto il corpo può anche aiutare con raccomandazioni riguardanti i cambiamenti dello stile di vita e le modifiche antinfiammatorie nutrizionali.


Colite ulcerosa


Riferimenti

Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie. "Cos'è la malattia infiammatoria intestinale (IBD)?" 2022, www.cdc.gov/ibd/what-is-IBD.htm

Danese S, Fiocchi C. Eziopatogenesi delle malattie infiammatorie intestinali. Mondo J Gastroenterol. 2006;12(30):4807-4812. doi:10.3748/wjg.v12.i30.4807

Limsrivilai, Julajak et al. "Risposte infiammatorie sistemiche nei pazienti con colite ulcerosa e infezione da Clostridium difficile". Malattie e scienze dell'apparato digerente vol. 63,7 (2018): 1801-1810. doi:10.1007/s10620-018-5044-1

van Erp, SJ et al. "Classificazione del mal di schiena e dei disturbi articolari periferici nei pazienti con malattie infiammatorie intestinali: uno studio prospettico di follow-up longitudinale". Journal of Crohn's & colitis vol. 10,2 (2016): 166-75. doi:10.1093/ecco-jcc/jjv195

Zeitz, Jonas, et al. "Dolore nei pazienti con IBD: molto frequente e spesso insufficientemente preso in considerazione". PloS uno vol. 11,6 e0156666. 22 giugno 2016, doi:10.1371/journal.pone.0156666

Sindrome del piriforme e sindrome del dolore miofasciale

Sindrome del piriforme e sindrome del dolore miofasciale

Introduzione

L' regione lombare della colonna vertebrale ha vari muscoli e radici nervose che lavorano insieme alle estremità inferiori del corpo, come il fianchi, glutei, gambe, ginocchia e piedi, per la mobilità e la funzione di deambulazione. I vari muscoli nella regione dei glutei includono i muscoli glutei. Hanno una relazione casuale con i muscoli dell'anca mentre lavorano insieme per la mobilità dell'anca e l'erezione buona postura nel corpo. Questi vari muscoli e nervi forniscono anche la funzione sensomotoria delle gambe per essere mobili e fornire mobilità dell'anca. Il piriforme è uno dei muscoli che assistono i fianchi e la regione dei glutei. Quando questo muscolo viene abusato, può causare problemi di mobilità alle gambe e influire sulla capacità di camminare di una persona. L'articolo di oggi esamina il muscolo piriforme, come i punti trigger sono associati alla sindrome del piriforme e come gestire la sindrome del piriforme associata ai punti trigger. Indirizziamo i pazienti a fornitori certificati che incorporano più metodi nelle estremità inferiori del corpo, come il dolore sciatico e i trattamenti della sindrome del piriforme relativi ai punti trigger, per aiutare le persone ad affrontare i sintomi del dolore lungo il muscolo piriforme. Incoraggiamo e apprezziamo i pazienti indirizzandoli a fornitori medici associati in base alla loro diagnosi, soprattutto quando è appropriato. Comprendiamo che l'istruzione è un'ottima soluzione per porre ai nostri fornitori domande complesse su richiesta del paziente. Il Dr. Jimenez, DC, utilizza queste informazioni solo come servizio educativo. Disclaimer

esercizi-per-dolore-collo-e-spalla-da-punti-trigger-miofasciali-del-dr-andrea-furlan-md-phd_63543ea0

Qual è il muscolo piriforme?

 

Hai avuto problemi a camminare da un posto all'altro? Senti tensione muscolare nei fianchi o nella regione dei glutei? O stai sperimentando un dolore radiante che viaggia alle ginocchia e ai piedi? Questi sintomi del dolore sono correlati con i punti trigger che colpiscono il muscolo piriforme. Il piriforme è un muscolo piatto, a forma di pera, uno dei sei gruppi muscolari rotatori corti nella regione glutea dei fianchi e delle cosce. I gruppi muscolari dei rotatori sono costituiti da:

  • Gemelli
  • Quadratus Femoris
  • Otturatore interno
  • Otturatore esterno

Questo muscolo è parallelo ai margini posteriori del gluteo medio e in profondità nel gluteo massimo. Questo muscolo è molto importante per il corpo in quanto fornisce il movimento della parte inferiore del corpo stabilizzando l'articolazione dell'anca e può sollevare e ruotare le cosce lontano dal corpo. Il muscolo piriformis circonda anche il nervo sciatico, poiché questo lungo nervo scorre in profondità sotto il piriforme ed entra nella regione glutea della parte posteriore. Quando il muscolo piriforme viene abusato o soffre di fattori traumatici associati, può aggravare il nervo sciatico e persino sviluppare piccoli noduli noti come punti trigger, causando problemi di mobilità. 

 

Punti trigger associati alla sindrome del piriforme

 

Quando fattori anormali influenzano i muscoli del piriforme, possono trasformarsi in punti trigger associati alla sindrome del piriforme e causare problemi nelle regioni pelviche e dell'anca del corpo. Secondo la dott.ssa Janet G. Travell, MD, "Dolore e disfunzione miofasciale", i punti trigger possono essere attivati ​​quando uno sforzo ripetitivo colpisce il muscolo piriforme e provoca sintomi di debolezza muscolare e dolore alle anche. Ciò causa problemi di sovrapposizione nei muscoli circostanti e nel nervo sciatico, rendendo difficile la diagnosi dei punti trigger. Gli studi rivelano che i punti trigger associati alla sindrome del piriforme possono potenzialmente causare spasmi muscolari o un processo infiammatorio per irritare il nervo sciatico che può essere presentato come identico alla sindrome del disco lombare senza risultati neurologici. I punti trigger associati alla sindrome del piriforme possono simulare problemi cronici come fibromialgia. Anche se i punti trigger sono difficili da individuare in un esame approfondito, ci sono vari modi per ridurre il dolore e impedire che i punti trigger influiscano sul muscolo piriforme causando dolore al nervo sciatico. 

 


Punto di innesco della settimana: Piriformis Muscle - Video

Hai avuto a che fare con il dolore al nervo sciatico? Hai trovato difficoltà a camminare per un breve periodo? O hai a che fare con dolorabilità muscolare o indolenzimento nei glutei o nei fianchi? Le persone che manifestano questi sintomi potrebbero avere a che fare con la sindrome del piriforme associata a punti trigger. Il piriforme è un piccolo muscolo a forma di ventaglio, uno dei sei gruppi muscolari rotatori corti che aiutano la mobilità dell'anca e della coscia attraverso la stabilizzazione. I muscoli piriformi circondano anche il nervo sciatico e possono soccombere alle lesioni. Quando le forze traumatiche colpiscono i fianchi e le cosce, il muscolo piriforme sviluppa noduli noti come punti trigger, che fanno sì che il muscolo irriti il ​​nervo sciatico e causi dolore alle gambe. Il video sopra mostra dove si trova il muscolo piriforme e come i punti trigger possono simulare il dolore del nervo sciatico alla gamba senza risultati neurologici. Gli studi rivelano che i punti trigger potrebbero essere una rara variazione anatomica che può essere correlata alla sindrome del piriforme associata alla sciatica. Tuttavia, ci sono alcune buone notizie, poiché esistono modi per gestire la sindrome del piriforme associata ai punti trigger.


Gestione della sindrome del piriforme associata ai punti trigger

 

Varie tecniche possono aiutare a gestire la sindrome del piriforme associata ai punti trigger per alleviare il muscolo piriforme. Gli studi rivelano che il nastro Kinesio sul muscolo piriforme può aiutare a ridurre il dolore e migliorare la gamma di movimento dell'articolazione dell'anca di molte persone. Altre tecniche come lo stretching o il massaggio dei tessuti profondi possono aiutare a sciogliere i muscoli rigidi e alleviare la formazione di punti trigger sul piriforme. Per il dolore da sciatica associato ai punti trigger lungo il muscolo piriforme, la terapia di decompressione può aiutare il muscolo piriforme a ridurre la pressione sul nervo sciatico e ridurre il dolore aggravato. Queste tecniche possono aiutare a migliorare la mobilità dell'articolazione dell'anca e aumentare la gamma di movimento dei fianchi e degli arti inferiori.

 

Conclusione

Il piriforme è un piccolo muscolo che fornisce mobilità dell'anca e della coscia. Questo piccolo muscolo circonda il nervo sciatico, che aiuta a dare la funzione motoria alle gambe. Quando i fattori traumatici colpiscono il muscolo piriforme, può sviluppare punti trigger e causare dolore sciatico ai fianchi. Ciò causa problemi di mobilità e dolore intorno ai fianchi. Vengono forniti vari trattamenti per aiutare a ridurre i punti trigger lungo il muscolo piriforme e ridurre il dolore del nervo sciatico dal causare più problemi alla mobilità dei fianchi e delle gambe.

 

Riferimenti

Chang, Carol, et al. "Anatomia, bacino osseo e arto inferiore, muscolo piriforme". In: StatPearls [Internet]. L'isola del tesoro (FL), StatPearls Publishing, 3 ottobre 2022, www.ncbi.nlm.nih.gov/books/NBK519497/.

Pfeifer, T e WF Fitz. "[La sindrome del piriforme]". Zeitschrift Fur Orthopadie Und Ihre Grenzgebiete, Biblioteca nazionale di medicina degli Stati Uniti, 1989, pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/2618150/.

R;, Hashemirad F; Karimi N; Keshavarz. "L'effetto della tecnica del Kinesio Taping sui punti trigger del muscolo piriforme". Journal of Bodywork e terapie di movimento, Biblioteca nazionale di medicina degli Stati Uniti, 8 febbraio 2016, pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/27814861/.

Ro, Tae Hoon e Lance Edmonds. "Diagnosi e gestione della sindrome del piriforme: una rara variante anatomica analizzata mediante risonanza magnetica". Giornale di scienza dell'imaging clinico, Medknow Publications & Media Pvt Ltd, 21 febbraio 2018, www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC5843966/.

Travell, JG, et al. Dolore miofasciale e disfunzione: il manuale del punto trigger: vol. 2: gli arti inferiori. Williams & Wilkins, 1999.

Disclaimer

Dolore alla sciatica e muscoli del gluteo minimo

Dolore alla sciatica e muscoli del gluteo minimo

Introduzione

Il gluteo e il parte bassa della schiena avere una relazione casuale con il corpo, poiché la parte bassa della schiena ha vari muscoli e nervi che circondano la colonna vertebrale. Al contrario, la regione dei glutei ha più muscoli e il nervo sciatico per mantenere il corpo eretto. Il nervo sciatico viaggia dal regione lombare della colonna vertebrale attraverso i muscoli glutei e fino alle gambe. I muscoli glutei includono il massimo, il medio e il minimo e lavorano con il nervo sciatico per quanto riguarda una buona postura. Quando fattori normali o traumatici iniziano a influenzare il corpo, come sciatica or cattiva postura, può portare allo sviluppo di punti trigger associati al gluteo minimo che colpisce il nervo sciatico. L'articolo di oggi esamina il gluteo minimo, come i punti trigger imitano il dolore sciatico sul gluteo minimo e vari trattamenti per alleviare il dolore del nervo sciatico. Indirizziamo i pazienti a fornitori certificati che incorporano più metodi nelle estremità inferiori del corpo, come i trattamenti per il dolore sciatico relativi ai punti trigger, per aiutare le persone ad affrontare i sintomi del dolore lungo i muscoli del gluteo medio associati alla sciatica. Incoraggiamo e apprezziamo i pazienti indirizzandoli a fornitori medici associati in base alla loro diagnosi, soprattutto quando è appropriato. Comprendiamo che l'istruzione è un'ottima soluzione per porre ai nostri fornitori domande complesse su richiesta del paziente. Il Dr. Jimenez, DC, utilizza queste informazioni solo come servizio educativo. Disclaimer

esercizi-per-dolore-collo-e-spalla-da-punti-trigger-miofasciali-del-dr-andrea-furlan-md-phd_63543ea0

Qual è il gluteo minimo?

 

Hai sentito un dolore radiante che arriva fino alla gamba? Hai difficoltà a camminare o a sederti? Senti tenerezza o dolore riferito vicino alla regione dei glutei? Alcuni dei problemi sono correlati ai punti trigger che colpiscono il gluteo minimo, causando dolore al nervo sciatico. Essendo il muscolo più piccolo nella regione glutea del gluteo, il gluteo minimus condivide caratteristiche simili al gluteo medio pur essendo situato sotto il muscolo medio. Una delle funzioni primarie del gluteo minimo è che agisce prevalentemente come stabilizzatore dell'anca e abduttore. I nervi dei muscoli glutei includono il nervo sciatico, che si trova sopra i muscoli glutei e gli altri nervi aiutano a fornire i muscoli per funzionare nella regione posteriore del corpo. Gli studi rivelano che l'integrità strutturale dei muscoli del gluteo minimo è la chiave del muscolo dell'anca laterale, che contribuisce alla stabilità pelvica e alla funzione degli arti inferiori. Tuttavia, quando i problemi interessano la regione posteriore dei muscoli glutei, potrebbe innescare un dolore puntuale che imita la sciatica.

 

In che modo i punti trigger imitano il dolore sciatico sul gluteo minimo?

Quando le estremità inferiori del corpo iniziano a soffrire di molteplici problemi che causano una disfunzione della mobilità nell'individuo, vari fattori potrebbero essere correlati alla disfunzione. Quando i muscoli del gluteo minimo sono stati abusati o hanno subito un'esperienza traumatica, possono sviluppare punti trigger lungo le fibre muscolari e persino causare l'intrappolamento del nervo lungo il nervo sciatico. I punti trigger lungo il gluteo minimo possono simulare il dolore del nervo sciatico fino alla schiena o anche ai lati delle gambe che provoca dolore lancinante e profondo nella regione posteriore. Gli studi rivelano che il dolore nella regione dei glutei è una sindrome glutea profonda causata da dolore non discogenico che causa l'intrappolamento del nervo sciatico.

 

 

Il libro, "Dolore e disfunzione miofasciale", scritto dalla dott.ssa Janet G. Travell, MD, afferma che molti pazienti con punti trigger attivi situati nel gluteo minimo si lamenterebbero del dolore all'anca che potrebbe indurli a camminare zoppicando quando sono andare in posti. Il dolore causato dai punti trigger attivi può rendere difficile alzarsi da una posizione seduta a causa dei movimenti dolorosi. Il dolore associato che i punti trigger stanno causando al gluteo minimo può essere costante e lancinante; anche piccoli allungamenti non possono alleviare il dolore. Il libro ha anche menzionato che i punti trigger potrebbero causare dolore riferito al gluteo minimo che può causare vari problemi somato-viscerali ai fianchi, alle gambe e alle ginocchia se il dolore peggiora.


Dolore di tipo sciatico: punti trigger del gluteo minimo - Video

Hai a che fare con dolore ai fianchi, alla parte bassa della schiena e alle gambe? Trovi difficile camminare o alzarti costantemente? O stai sperimentando dolore al nervo sciatico che si irradia lungo la gamba? Tutti questi sintomi simili al dolore sono associati a punti trigger lungo il gluteo minimo che colpiscono il nervo sciatico. Il gluteo minimo è il più piccolo dei muscoli glutei con la stessa funzione del gluteo medio e funge prevalentemente da stabilizzatore e abduttore dell'anca. Quando i muscoli del gluteo minimo sono stati abusati da eventi traumatici o fattori normali, possono sviluppare punti trigger nelle fibre muscolari, intrappolare il nervo sciatico e irritare il nervo causando la sciatica. Il video sopra spiega dove si trova il gluteo minimo e individua dove si trovano i punti trigger nelle fibre muscolari. I punti trigger lungo il gluteo minimo possono simulare la sciatica facendo sì che il dolore riferito viaggi lungo la gamba. Ciò può impedire all'individuo di camminare o addirittura di alzarsi in piedi a causa del dolore lancinante in cui si trova. Fortunatamente, i punti trigger sono curabili anche se sono difficili da diagnosticare.


Vari trattamenti per liberare il dolore al nervo sciatico

 

Anche se i punti trigger lungo il gluteo minimo sono difficili da diagnosticare, sono curabili attraverso vari trattamenti per alleviare il dolore che la persona sta vivendo e possono ridurre il dolore del nervo sciatico causando più problemi alle gambe. Gli studi rivelano che l'efficacia del rilascio attivo dei tessuti molli e dei trattamenti di blocco dei punti trigger combinati possono rilasciare i nervi intrappolati dal gluteo minimo e ridurre il dolore lombare e sciatico dagli arti inferiori. Ora i trattamenti da soli possono fare solo così tanto per l'individuo, poiché molti medici dicono ai loro pazienti di intraprendere azioni o tecniche correttive per ridurre le possibilità che i punti trigger si formino di nuovo sul gluteo minimo. Tecniche come allungamenti dei glutei, compressioni ischemiche o l'uso di un rullo di schiuma possono rompere i trigger miofasciali dai muscoli del gluteo minimo e ridurre il dolore ai glutei e alle gambe. Ciò contribuirà a riportare la mobilità agli arti inferiori.

 

Conclusione

Essendo il muscolo più piccolo della regione glutea del corpo, il gluteo minimo è lo stabilizzatore dell'anca e l'abduttore predominante della parte inferiore del corpo. Il gluteo minimo contribuisce alla stabilità pelvica e alla funzionalità degli arti inferiori che possono essere abusati e possono sviluppare punti trigger associati alla sciatica. I punti trigger lungo il gluteo minimo possono causare dolore riferito alle gambe e alla parte bassa della schiena mentre imitano il dolore del nervo sciatico. Per fortuna, vari trattamenti e tecniche possono aiutare a ridurre le possibilità che si formino punti trigger lungo il gluteo minimo e rilasciare l'intrappolamento del nervo dai muscoli aggravati che premono sul nervo sciatico, riportando la mobilità degli arti inferiori al corpo.

 

Riferimenti

Greco, Anthony J e Renato C Vilella. "Anatomia, bacino osseo e arto inferiore, muscolo gluteo minimo." In: StatPearls [Internet]. L'isola del tesoro (FL), StatPearls Publishing, 29 maggio 2022, www.ncbi.nlm.nih.gov/books/NBK556144/.

Kameda, Masahiro e Hideyuki Tanimae. "Efficacia del rilascio attivo dei tessuti molli e del blocco dei punti trigger per la diagnosi e il trattamento del dolore lombare e delle gambe di origine prevalentemente del gluteo medio: un rapporto di 115 casi". Giornale di scienza della terapia fisica, The Society of Physical Therapy Science, febbraio 2019, www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC6382483/.

Martin, Hal David, et al. "Sindrome del gluteo profondo". Giornale di chirurgia conservativa dell'anca, Oxford University Press, luglio 2015, www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC4718497/.

Travell, JG, et al. Dolore miofasciale e disfunzione: il manuale del punto trigger: vol. 2: gli arti inferiori. Williams & Wilkins, 1999.

Mentrer, Lisa, et al. "Struttura, forza e funzione del muscolo gluteo medio e minimo negli adulti sani: breve rapporto". Fisioterapia Canada. Fisioterapia Canada, Università di Toronto Press, 2017, www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC5963550/.

Disclaimer

Dolore lombare e dolore scatenante del gluteo medio

Dolore lombare e dolore scatenante del gluteo medio

Introduzione

Molte persone utilizzano la metà inferiore dei loro corpi per andare in luoghi diversi e usano i vari muscoli circostanti che forniscono stabilità al fianchi e basso indietro mentre sostiene il peso della parte superiore del corpo. Lungo la parte bassa della schiena si trova la regione dei glutei, dove i muscoli glutei aiutano a stabilizzare il bacino, estendi i fianchi e ruota le cosce. I muscoli glutei aiutano anche a modellare e sostenere la colonna vertebrale e ad avere una postura eretta nel corpo. Uno dei muscoli glutei che supportano la parte inferiore del corpo è il gluteo medio, che può soccombere alle ferite e affaticarsi se abusato o teso. Ciò porta allo sviluppo di punti trigger che possono causare vari problemi agli arti inferiori e portare a condizioni croniche corrispondenti. L'articolo di oggi si concentra sui muscoli del gluteo medio, su come la lombalgia è associata al dolore scatenante del gluteo medio e su varie tecniche per gestire i punti trigger lungo il muscolo gluteo medio. Indirizziamo i pazienti a fornitori certificati che incorporano più metodi nelle estremità inferiori del corpo, come trattamenti per la lombalgia e la lombalgia relativi ai punti trigger, per aiutare le persone ad affrontare i sintomi del dolore lungo i muscoli del gluteo medio vicino e intorno agli arti inferiori del corpo. Incoraggiamo e apprezziamo i pazienti indirizzandoli a fornitori medici associati in base alla loro diagnosi, soprattutto quando è appropriato. Comprendiamo che l'istruzione è un'ottima soluzione per porre ai nostri fornitori domande complesse su richiesta del paziente. Il Dr. Jimenez, DC, utilizza queste informazioni solo come servizio educativo. Disclaimer

trigger-point-anatomia-levatore-scapole

Qual è il gluteo medio?

 

Hai avuto dolore vicino ai glutei e alla parte bassa della schiena? Ti sei sentito instabile quando cammini? Che ne dici di sentire dolore al coccige che rende insopportabile sedersi? Molti di questi problemi sono associati al dolore riferito causato da punti trigger che colpiscono il gluteo medio. Come parte della regione del muscolo gluteo, il medio gluteo si trova tra il grande gluteo e il minimo è un muscolo piatto e triangolare ed è il principale abduttore dell'anca. Il gluteo medio e il minimo lavorano insieme per la rotazione interna delle cosce e la rotazione laterale per le ginocchia quando sono estese. I muscoli glutei medi aiutano anche a stabilizzare il bacino, mentre il tronco mantiene una posizione eretta quando le gambe sono in movimento. Gli studi rivelano che il gluteo medio è un muscolo chiave dell'anca laterale correlato alla funzione muscolare con altri gruppi muscolari come i quadricipiti e i muscoli addominali. Quando le lesioni o la mancata attivazione dei muscoli glutei spesso, vari problemi muscolari possono causare problemi ai muscoli glutei medi. 

 

Lombalgia associata a dolore da innesco del gluteo medio

La disfunzione alle anche può portare a vari problemi che possono essere acuti o cronici, a seconda di quanto gravemente i muscoli siano stati abusati o feriti. Gli studi rivelano che la lombalgia è stata identificata come la principale causa di disabilità e quando c'è una disfunzione nel complesso lombopelvico-anca, causando una riduzione della forza del gluteo medio. Quando i muscoli del gluteo medio sono stati abusati o feriti a causa di un trauma, possono sviluppare punti trigger sul muscolo causando problemi di lombalgia. Quando i punti trigger influenzano il gluteo medio, rivelano ulteriori studi che i punti trigger latenti lungo i muscoli del gluteo medio possono causare una limitazione del movimento articolare mentre causano sovraccarico influenzando l'attivazione muscolare dalle anche.

 

 

Secondo il libro della dott.ssa Janet G. Travell, "Dolore miofasciale e disfunzione: il manuale del punto trigger", i pazienti con punti trigger attivi lungo il gluteo medio lamentano dolore quando eseguono azioni normali come camminare o sedersi. La pressione dei punti trigger lungo il gluteo medio fa sì che l'individuo si trovi in ​​una posizione accasciata, causandogli disagio. Ciò provoca instabilità alle anche e alle estremità inferiori del corpo, rendendo molte persone infelici. Il libro spiega anche che i modelli di dolore riferiti causati dai punti trigger del gluteo medio possono sovrapporsi ad altre condizioni croniche come la disfunzione dell'articolazione sacroiliaca, la lombalgia e l'infiammazione della borsa del sottogluteo medio.

 


Punto di innesco della settimana: Gluteus Medius- Video

Hai avuto a che fare con il dolore all'anca? Senti dolore a disagio quando cammini o ti siedi? Oppure senti costantemente rigidità o tenerezza muscolare vicino al coccige? Se hai riscontrato questi sintomi dolorosi costantemente nella parte bassa della schiena o nei fianchi, potrebbe essere dovuto al fatto che i muscoli glutei medi sono interessati dai punti trigger. Il video sopra illustra la posizione del gluteo medio e come i punti trigger o la sindrome del dolore miofasciale causano dolore riferito alla parte bassa della schiena e ai fianchi. Quando i punti trigger interessano il gluteo medio, il dolore riferito può sovrapporsi e correlarsi al dolore lombare e all'anca, causando così vari problemi ai muscoli che circondano la regione lombare e dei glutei. Per quanto riguarda i punti trigger che interessano il gluteo medio, possono essere curati attraverso molteplici tecniche specifiche per la parte bassa della schiena, i glutei e i fianchi.


Varie tecniche per la gestione del dolore da innesco lungo il gluteo medio

 

Quando problemi di lombalgia o dolore all'anca iniziano a causare un problema agli arti inferiori, i muscoli glutei possono evocare sintomi simili al dolore nelle regioni muscolari interessate, sviluppando così punti trigger. Anche se i punti trigger sono difficili da diagnosticare, possono essere trattati con varie tecniche che molte persone possono incorporare nella loro vita quotidiana. Esercizi come allenamento di resistenza sul gluteo medio può aiutare a migliorare la funzionalità dell'abduttore dell'anca e aumentare la forza del gluteo medio. Per gestire i punti trigger lungo il gluteo medio, molte persone devono eseguire queste azioni correttive per ridurre il dolore che potrebbero causare ai glutei. Quando le persone si indossano i pantaloni, è meglio sedersi e poi indossare i pantaloni per prevenire lo sforzo muscolare dei fianchi e del gluteo medio. Un'altra azione correttiva consiste nel muoversi dopo essersi seduti per un periodo prolungato per evitare lo sviluppo del dolore scatenante. Queste azioni e tecniche correttive possono aiutare a rafforzare gli arti inferiori del corpo e migliorare la mobilità dell'anca. 

 

Conclusione

Come parte della regione del muscolo gluteo, il gluteo medio si trova tra il gluteo massimo e il minimo essendo un abduttore primario dell'anca. Il gluteo medio aiuta con la stabilizzazione pelvica e aiuta il tronco a mantenere una posizione eretta quando le gambe sono in movimento. Quando fattori normali o traumatici influenzano il gluteo medio, può sviluppare punti trigger sulle fibre muscolari, causando dolore riferito alle anche e alla parte bassa della schiena. I punti trigger lungo il gluteo medio sono gestibili attraverso varie tecniche che le persone possono utilizzare per prevenire problemi all'anca e alla parte bassa della schiena. Queste tecniche possono ridurre al minimo i punti trigger e rafforzare i muscoli glutei medi nei glutei.

 

Riferimenti

Bagcier, Fatih, et al. "La relazione tra il punto trigger latente del gluteo medio e la forza muscolare in soggetti sani". Journal of Bodywork e terapie di movimento, Biblioteca nazionale di medicina degli Stati Uniti, gennaio 2022, pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/35248262/.

Sadler, Sean, et al. "Funzione del muscolo gluteo medio nelle persone con e senza lombalgia: una revisione sistematica". Disturbi muscoloscheletrici BMC, BioMed Central, 22 ottobre 2019, www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC6805550/.

Shah, Aashin e Bruno Bordoni. "Anatomia, bacino osseo e arto inferiore, muscolo gluteo medio". In: StatPearls [Internet]. L'isola del tesoro (FL), StatPearls Publishing, 25 gennaio 2022, www.ncbi.nlm.nih.gov/books/NBK557509/.

Stastny, Petr, et al. "Rafforzare il gluteo medio usando vari esercizi di peso corporeo e resistenza." Diario di forza e condizionamento, Diario di forza e condizionamento, giugno 2016, www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC4890828/.

Travell, JG, et al. Dolore miofasciale e disfunzione: il manuale del punto trigger: vol. 2: gli arti inferiori. Williams & Wilkins, 1999.

Mentrer, Lisa, et al. "Struttura, forza e funzione del muscolo gluteo medio e minimo negli adulti sani: breve rapporto". Fisioterapia Canada. Fisioterapia Canada, Università di Toronto Press, 2017, www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC5963550/.

Disclaimer

Provare dolore nel tuo Gluteus Max? Potrebbero essere punti trigger

Provare dolore nel tuo Gluteus Max? Potrebbero essere punti trigger

Introduzione

Gli arti inferiori del corpo hanno vari muscoli che consentono alle gambe e ai piedi di spostarsi da una posizione all'altra. I diversi muscoli che compongono gli arti inferiori del corpo aiutano stabilizzare i fianchi e consentire mobilità alle gambe. Il gambe e i muscoli dell'anca hanno una relazione reciproca con un muscolo del corpo che aiuta la parte inferiore del corpo, e sono i glutei, in particolare il grande gluteo. Molte persone devono rendersi conto che i glutei devono essere attivati ​​durante l'allenamento. Quando i glutei non sono attivati, può portare al resto degli arti inferiori, come il parte bassa della schiena, fianchi e ginocchia, assumendo la maggior parte del peso caricato sul corpo. Ciò porta allo sviluppo di punti trigger associati al dolore al sedere lungo il gluteo massimo, causando dolore riferito lungo le gambe. L'articolo di oggi esamina i muscoli del gluteo massimo, come i punti trigger sono associati al dolore al sedere e alleviare il dolore è associato ai punti trigger lungo il gluteo massimo. Indirizziamo i pazienti a fornitori certificati che incorporano più tecniche nelle estremità inferiori del corpo, come trattamenti per il dolore di testa relativi ai punti trigger, per aiutare le persone ad affrontare i sintomi del dolore lungo i muscoli del gluteo massimo vicino e intorno agli arti inferiori del corpo. Incoraggiamo e apprezziamo i pazienti indirizzandoli ai nostri fornitori di servizi medici associati in base alla loro diagnosi, soprattutto quando è appropriato. Comprendiamo che l'istruzione è un'ottima soluzione per porre ai nostri fornitori domande complesse su richiesta del paziente. Il Dr. Jimenez, DC, utilizza queste informazioni solo come servizio educativo. Disclaimer

trigger-point-anatomia-levatore-scapole

Qual è il gluteo massimo?

 

Hai avuto dolore ai fianchi, alla zona lombare e alle ginocchia? Ti senti a disagio quando stai cercando di sederti? O stai riscontrando sintomi simili al dolore sciatico che vanno dal gluteo alla gamba? Questi problemi che colpiscono gli arti inferiori del corpo possono essere correlati ai punti trigger lungo il grande gluteo nel gluteo. Il grande gluteo è il più grande muscolo gluteo che costituisce la forma e la forma delle zone dei glutei e dell'anca del corpo. Il grande gluteo può avere dimensioni diverse a seconda del tipo di corpo dell'individuo. Questo grande muscolo svolge un ruolo di primo piano nel corpo in quanto aiuta a mantenere una postura eretta per la parte superiore del corpo. Gli studi rivelano che il grande gluteo è uno dei principali estensori dell'anca e alcune delle sue funzioni includono l'estensione e la rotazione esterna delle cosce. Il grande gluteo, se allenato correttamente attraverso l'esercizio, può aumentare di dimensioni e forza mentre sostiene la parte superiore del corpo. Tuttavia, solo poche persone si rendono conto che quando i loro muscoli del grande gluteo non sono adeguatamente allenati, possono portare a vari problemi che possono causare la formazione di punti trigger lungo il grande gluteo.

 

Punti trigger associati al dolore al sedere

 

Come accennato in precedenza, quando le persone non rafforzano adeguatamente il loro gluteo massimo attraverso gli esercizi, possono portare a sintomi di dolore indesiderati che colpiscono la parte bassa della schiena, i fianchi e le ginocchia nella parte inferiore del corpo. Quando i muscoli del gluteo massimo non sono completamente attivati ​​al massimo delle loro potenzialità, possono trasformarsi in punti trigger associati al dolore al sedere. Gli studi rivelano che i punti trigger o la sindrome del dolore miofasciale associati al grande gluteo possono influenzare il punto di ingresso del nervo gluteo inferiore, causando dolore e una gamma limitata di movimento alle articolazioni. La dott.ssa Janet G. Travell, MD, che ha scritto "Dolore e disfunzione miofasciale", ha affermato che i sintomi causati dai punti trigger attivi potrebbero mettere a disagio l'individuo e causare una sensazione di crampi al gluteo massimo. Allo stesso tempo, i punti trigger lungo il gluteo massimo possono essere correlati al dolore riferito che può intrappolare il nervo sciatico causando la sciatica a colpire le gambe. Quando ciò accade, molti altri problemi possono comparire e interessare gli arti inferiori, imitando la lombalgia.

 


Come rilasciare i punti trigger sul video del gluteo massimo

Stai provando una sensazione di crampi al gluteo? Che ne dici di sentire un senso elettrico che ti scorre lungo la gamba? O hai a che fare con la lombalgia? Molti di questi problemi sono associati a punti trigger che colpiscono il grande gluteo, causando dolore al sedere. Il grande gluteo è un grande muscolo superficiale che aiuta a sostenere i fianchi e assicura che la parte superiore del corpo abbia una postura eretta. Quando i problemi colpiscono il grande gluteo, possono causare dolore indesiderato nella parte bassa della schiena, nei fianchi e nelle ginocchia, causando un dolore costante all'individuo. Ciò porta allo sviluppo di punti trigger lungo il gluteo massimo, imitando così la sciatica. Il video sopra mostra dove si trovano i punti trigger nel grande gluteo e come possono potenzialmente sovrapporsi per causare dolore al nervo sciatico. Il video mostra anche come utilizzare varie tecniche per alleviare il dolore dai punti trigger e aiutare a liberare il muscolo intrappolato dal causare ulteriore dolore nella parte inferiore del corpo.


Alleviare il dolore associato ai punti trigger lungo il gluteo massimo

 

Poiché il grande gluteo è un muscolo grande e importante, è importante rafforzare i glutei per prevenire la lombalgia. Quando si tratta di alleviare il dolore associato ai punti trigger lungo il gluteo massimo, ci sono varie tecniche che molte persone possono utilizzare per rilasciare la tensione dal gluteo massimo e dal resto della parte inferiore del corpo. Vari allungamenti dei glutei possono aiutare ad allungare il muscolo gluteo massimo dopo un allenamento e ridurre le possibilità che si verifichino punti trigger e dolore riferito. Un'altra tecnica che molte persone dovrebbero fare è piegare le ginocchia quando si sollevano oggetti pesanti per ridurre il sovraccarico sulla parte bassa della schiena e causare più problemi al gluteo massimo.

 

Conclusione

Il grande gluteo è un grande muscolo superficiale con una funzione molto importante nel corpo. Questo muscolo aiuta ad estendere e ruotare esternamente le cosce e aiuta a mantenere la postura eretta per la parte superiore della schiena. Tuttavia, i muscoli del gluteo massimo non sono adeguatamente allenati e possono portare a problemi indesiderati che causano dolore riferito ai fianchi, alla zona lombare e alle ginocchia correlato ai punti trigger. Fortunatamente, però, attraverso un allenamento e uno stretching adeguati, la parte inferiore del corpo può impedire al grande gluteo di sviluppare punti trigger e aiutare a migliorare la postura di una persona.

 

Riferimenti

Akamatsu, Flavia Emi, et al. "Base anatomica dei punti trigger miofasciali del muscolo gluteo massimo". BioMed Research International, India, 2017, www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC5733974/.

Elzanie, Adel e Judith Borger. "Anatomia, bacino osseo e arto inferiore, muscolo gluteo massimo." In: StatPearls [Internet]. L'isola del tesoro (FL), StatPearls Publishing, 28 marzo 2022, www.ncbi.nlm.nih.gov/books/NBK538193/.

Neto, Walter Krause, et al. "Attivazione del gluteo massimo durante esercizi di forza e ipertrofia comuni: una revisione sistematica". Journal of Sports Science & Medicine, Università di Uludag, 24 febbraio 2020, www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC7039033/.

Travell, JG, et al. Dolore miofasciale e disfunzione: il manuale del punto trigger: vol. 2: gli arti inferiori. Williams & Wilkins, 1999.

Disclaimer

Dolore alla coscia e alla parte bassa della schiena causato da punti trigger

Dolore alla coscia e alla parte bassa della schiena causato da punti trigger

Introduzione

La sezione posteriore della metà inferiore del corpo è costituita da fianchibasso indietro, bacino, gambe e piedi, che forniscono stabilità al corpo mentre sostengono il peso della parte superiore del corpo. I vari muscoli circondano gli arti inferiori e compiono diversi movimenti per mobilità e funzionalità contraendosi e ritraendosi quando il gambe e i fianchi sono in movimento. I vari muscoli che forniscono stabilità ai fianchi e alle gambe sono i muscoli ileopsoas. Quando l'età normale o gli incidenti colpiscono le estremità inferiori del corpo, possono essere correlati allo sviluppo del dolore del punto trigger. L'articolo di oggi esamina i muscoli ileopsoas, come il dolore scatenante riferito colpisce le cosce e la parte bassa della schiena e il trattamento del dolore del punto trigger sulle cosce e sulla parte bassa della schiena. Indirizziamo i pazienti a fornitori certificati che incorporano più tecniche nelle terapie del dolore lombare e della coscia relative ai punti trigger per aiutare le persone ad affrontare i sintomi del dolore lungo il muscolo ileopsoas nella parte bassa della schiena, nella coscia e vicino al bacino. Incoraggiamo e apprezziamo i pazienti indirizzandoli ai nostri fornitori di servizi medici associati in base alla loro diagnosi, soprattutto quando è appropriato. Comprendiamo che l'istruzione è un'ottima soluzione per porre ai nostri fornitori domande complesse su richiesta del paziente. Il Dr. Jimenez, DC, utilizza queste informazioni solo come servizio educativo. Disclaimer

settimana-punto-trigger-spelenius-cervicis

Qual è il muscolo Ileopsoas?

Hai avuto a che fare con crampi muscolari alle cosce? Che ne dici di sentire la rigidità muscolare nella parte bassa della schiena quando fai stretching? O senti che i muscoli delle cosce diventano pesanti dopo un allenamento? Molti di questi problemi sono correlati all'uso eccessivo del muscolo ileopsoas e allo sviluppo di punti trigger, che interessano così le cosce e la parte bassa della schiena. Nelle estremità inferiori del corpo, i muscoli che aiutano a fornire stabilità alle anche sono i muscoli ileopsoas. I muscoli ileopsoas sono costituiti da tre muscoli: iliaco, psoas major e psoas minor, che possono lavorare individualmente o come unità. Quando si lavora individualmente, il muscolo iliaco fornisce stabilità al bacino, il muscolo psoas maggiore aiuta a stabilizzare la colonna lombare quando una persona è seduta e il muscolo psoas minore aiuta a flettere il tronco e ad allungare la fascia iliaca. Come unità, tuttavia, questi muscoli lavorano insieme per diventare i flessori primari delle cosce e consentire la flessione dell'anca. 

 

 

Gli studi rivelano che l'ileopsoas è un gruppo muscolare profondo che collega anatomicamente la colonna vertebrale agli arti inferiori del corpo. I muscoli ileopsoas hanno un'importante funzione negli arti inferiori del corpo come flessori primari dell'anca per le attività quotidiane, soprattutto per quelle sportive. Tuttavia, molte menomazioni e patologie colpiscono l'ileopsoas, il che causa limitazioni e sfide significative poiché i sintomi mascherano il dolore, inducendo le persone a pensare di avere a che fare con dolore lombare e all'anca. 

 

Dolore scatenante riferito sulle cosce e sulla parte bassa della schiena

 

Poiché i muscoli ileopsoas forniscono la flessione dell'anca e della coscia alla parte inferiore del corpo, molte menomazioni e patologie possono influenzare questo gruppo muscolare, causando problemi ai fianchi, alle cosce e persino alla parte bassa della schiena. Queste menomazioni possono causare un uso eccessivo e un allungamento eccessivo dei muscoli ileopsoas, potenzialmente sviluppando punti trigger lungo i muscoli ileopsoas, causando dolore riferito sulle cosce e sulla parte bassa della schiena. Gli studi rivelano che quando il muscolo ileopsoas diventa abusato o problemi traumatici lo influenzano, può portare a problemi di flessione dell'anca e compromissione degli arti inferiori. In "Dolore miofasciale e disturbi: il manuale del punto trigger", scritto dalla dott.ssa Janet G. Travell, MD, quando i punti trigger iniziano a influenzare i muscoli ileopsoas, è noto come il "burlone nascosto" poiché fattori normali come una cattiva postura possono sovraccaricare la schiena provocando la formazione di punti trigger non solo sui muscoli ileopsoas, ma anche sui muscoli posteriori della coscia, glutei, paraspinali toracolombari e cervicali posteriori. I punti trigger possono imitare altre condizioni croniche che causano dolore riferito in diverse aree del corpo. Trigger point dolore nel muscolo iliopsoas può portare a mal di schiena, dolore all'inguine, anche che si spezzano e alzarsi in piedi con difficoltà per l'individuo se non viene trattato immediatamente.

 


Terapia del punto trigger: muscolo Ileopsoas - Video

Poiché i muscoli ileopsoas forniscono la flessione dell'anca e della coscia alla parte inferiore del corpo, molte menomazioni e patologie possono influenzare questo gruppo muscolare, causando problemi ai fianchi, alle cosce e persino alla parte bassa della schiena. Queste menomazioni possono causare un uso eccessivo e un allungamento eccessivo dei muscoli ileopsoas, potenzialmente sviluppando punti trigger lungo i muscoli ileopsoas, causando dolore riferito nelle cosce e nella parte bassa della schiena. Gli studi rivelano che quando il muscolo ileopsoas diventa abusato o problemi traumatici lo influenzano, può portare a problemi di flessione dell'anca e compromissione degli arti inferiori. In "Dolore miofasciale e disturbi: il manuale del punto trigger", scritto dalla dott.ssa Janet G. Travell, MD, quando i punti trigger iniziano a influenzare i muscoli ileopsoas, è noto come il "burlone nascosto" poiché fattori normali come una cattiva postura possono sovraccaricare la schiena provocando la formazione di punti trigger non solo sui muscoli ileopsoas, ma anche sui muscoli posteriori della coscia, glutei, paraspinali toracolombari e cervicali posteriori. I punti trigger possono imitare altre condizioni croniche che causano dolore riferito in diverse aree del corpo. Trigger point dolore nel muscolo iliopsoas può portare a mal di schiena, dolore all'inguine, anche che si spezzano e alzarsi in piedi con difficoltà per l'individuo se non viene trattato immediatamente.


Trattare il dolore del punto trigger sulle cosce e sulla parte bassa della schiena

 

Quando il dolore del punto trigger inizia a causare problemi alle cosce e alla parte bassa della schiena, i muscoli ileopsoas soffriranno di spasmi muscolari, rigidità e difficoltà a stare in piedi. Ciò è dovuto all'intrappolamento dei nervi da muscoli ileopsoas aggravati causati da punti trigger. Tuttavia, vari trattamenti possono gestire il dolore del punto trigger nelle cosce e la parte bassa della schiena attraverso molteplici tecniche utilizzate dagli specialisti del dolore possono aiutare ad alleviare i sintomi del dolore dal muscolo ileopsoas e gestire il dolore del punto trigger. Gli studi rivelano che i trattamenti combinati come la manipolazione dei tessuti molli e la terapia dei punti trigger possono aiutare a rilasciare i piccoli noduli dal muscolo interessato e ridurre i sintomi che si ripresentano nel corpo. Altri trattamenti, come la correzione della postura, l'esercizio della forza e persino lo stretching, possono aiutare ad allungare i muscoli ileopsoas, allungare e rafforzare i muscoli circostanti e prevenire che sintomi simili al dolore colpiscano nuovamente la coscia e i muscoli lombari. Questi vari trattamenti possono persino migliorare la mobilità dell'anca nelle estremità inferiori del corpo. 

 

Conclusione

Nelle estremità inferiori del corpo, un ileopsoas è un gruppo di muscoli profondi che forniscono stabilità alla colonna lombare e consentono la flessione dell'anca e della coscia. Questi gruppi di muscoli profondi possono lavorare individualmente o insieme per consentire all'individuo di sedersi, stare in piedi e muoversi attraverso attività fisiche; tuttavia, quando i muscoli ileopsoas si abusano o soffrono di un evento traumatico, possono sviluppare punti trigger che possono causare problemi di mobilità su cosce, fianchi e parte bassa della schiena. Anche se i punti trigger sono difficili da diagnosticare, sono curabili attraverso vari trattamenti. Vari trattamenti, come massaggi dei tessuti molli, terapia dei punti trigger, esercizi di forza o allungamento dei muscoli ileopsoas, possono rilasciare punti trigger dalla parte del corpo interessata e aiutare a ripristinare la funzione di mobilità su fianchi, cosce e lombari.

 

Riferimenti

Bordoni, Bruno e Matteo Varacallo. "Anatomia, bacino osseo e arto inferiore, muscolo Ileopsoas". In: StatPearls [Internet]. L'isola del tesoro (FL), StatPearls Publishing, 2 aprile 2022, www.ncbi.nlm.nih.gov/books/NBK531508/.

Dydyk, Alexander M e Amit Sapra. "Sindrome dello Psoas". In: StatPearls [Internet]. L'isola del tesoro (FL), StatPearls Publishing, 12 giugno 2022, www.ncbi.nlm.nih.gov/books/NBK551701/.

Kameda, Masahiro e Hideyuki Tanimae. "Efficacia del rilascio attivo dei tessuti molli e del blocco dei punti trigger per la diagnosi e il trattamento del dolore lombare e delle gambe di origine prevalentemente del gluteo medio: un rapporto di 115 casi". Giornale di scienza della terapia fisica, The Society of Physical Therapy Science, febbraio 2019, www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC6382483/.

Lifshitz, Liran, et al. "Ileopsoas il muscolo nascosto: anatomia, diagnosi e trattamento". Attuali rapporti di medicina sportiva, Biblioteca nazionale di medicina degli Stati Uniti, giugno 2020, pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/32516195/.

Travell, JG, et al. Dolore miofasciale e disfunzione: il manuale del punto trigger: vol. 2: gli arti inferiori. Williams & Wilkins, 1999.

Disclaimer

Trigger miofasciale dolore che colpisce il quadrato del lomborum

Trigger miofasciale dolore che colpisce il quadrato del lomborum

Introduzione

L' parte bassa della schiena lavora con gli arti inferiori del corpo stabilizzando il fianchi e aiutando a sostenere il peso della parte superiore del corpo. Anche la parte bassa della schiena ha molte funzioni quando si tratta di mobilità. La parte bassa della schiena consente alla persona di piegare, torcere e ruotare il busto senza alcun dolore inflitto al corpo. Quando iniziano a causare fattori normali o problemi traumatici dolore alla schiena bassa nell'individuo, i sintomi simili al dolore possono essere correlati allo sviluppo di punti trigger nei muscoli lombari. L'articolo di oggi esamina il quadratus lumborum, come il dolore scatenante miofasciale colpisce la parte bassa della schiena e come gestire il dolore scatenante miofasciale attraverso vari trattamenti. Indirizziamo i pazienti a fornitori certificati che incorporano più tecniche nelle terapie per la lombalgia relative ai punti trigger per aiutare le persone ad affrontare i sintomi del dolore lungo il quadrato lomborum nella parte bassa della schiena. Incoraggiamo e apprezziamo i pazienti indirizzandoli ai nostri fornitori di servizi medici associati in base alla loro diagnosi, soprattutto quando è appropriato. Comprendiamo che l'istruzione è un'ottima soluzione per porre ai nostri fornitori domande complesse su richiesta del paziente. Il Dr. Jimenez, DC, utilizza queste informazioni solo come servizio educativo. Disclaimer

trigger-point-terapia-pettorale-major_634aeb8b

Cos'è il Quadratus Lumborum?

 

Hai avuto mal di schiena? Ti senti sollevato quando allunghi la parte bassa della schiena, solo per vedere il dolore tornare più tardi? Senti tenerezza o indolenzimento ai lati? Molti di questi disturbi sono correlati a lombalgia associata a punti trigger lungo il quadrato lomborum. Il quadratus lumborum è un muscolo piatto, di forma quadrangolare nella cresta iliaca e nella parte profonda della schiena. Questo muscolo svolge un ruolo importante nella fascia toracolombare che copre l'area posteriore del corpo mentre coinvolge le parti inferiore e superiore degli arti. Secondo "Myofascial Pain and Dysfunction: The Trigger Point Manual", scritto dalla dott.ssa Janet G. Travell, MD, ha affermato che il quadratus lumborum funziona per controllare il piegamento laterale sul lato opposto allungando la contrazione. Altri studi rivelano che al quadratus lumborum sono state attribuite varie azioni sulla colonna lombare. Quando il quadratus lumborum subisce queste diverse azioni, può causare un uso eccessivo dei muscoli o quando si verificano lesioni nella parte bassa della schiena, può portare a vari problemi che possono trasformarsi in condizioni di sovrapposizione nella parte bassa della schiena.

 

Trigger miofasciale dolore che colpisce la parte bassa della schiena

 

Quando si tratta della parte bassa della schiena, molte persone in tutto il mondo provano dolore alla schiena e la lombalgia è comune. Vari fattori causano dolore lombare dovuto al sollevamento di oggetti pesanti, allo sforzo eccessivo dei lati con una rotazione rapida o persino alla normale usura del corpo, che può causare dolore lombare. Quando la lombalgia colpisce il quadrato dei lombi, può sviluppare punti trigger o dolore trigger miofasciale. Gli studi rivelano che la lombalgia dal quadrato dei lombi può presentare dolore miofasciale, causando all'individuo un episodio di dolore acuto nella parte bassa della schiena. Il dolore trigger miofasciale si sviluppa quando il muscolo interessato è stato abusato e provoca la formazione di piccoli nodi lungo le fibre muscolari. Quando il dolore scatenante miofasciale è nel quadrato dei lombi, si attiva in modo acuto attraverso movimenti goffi o traumi improvvisi nella parte bassa della schiena, influenzando la mobilità della parte bassa della schiena e delle anche. Ulteriori studi rivelano che la prevalenza del dolore scatenante miofasciale nel quadrato dei lombi, quando viene diagnosticata, può mostrare una forza di abduzione dell'anca significativamente inferiore. La lombalgia associata al dolore scatenante miofasciale può essere correlata ad altri problemi cronici che colpiscono gli arti inferiori del corpo.

 


Rilascio del punto di innesco: Quadratus Lumborum - Video

Hai problemi di mobilità ai fianchi? Sente sintomi di tenerezza o rigidità nella parte bassa della schiena? Ti fa male quando ti chini per raccogliere un oggetto? La maggior parte di questi sintomi è correlata alla lombalgia, che potenzialmente coinvolge i punti trigger lungo il quadrato lomborum. I punti trigger si formano quando il muscolo è stato abusato o ha subito un evento traumatico come un incidente automobilistico e, poiché la lombalgia è comune in tutto il mondo, può mascherare altre condizioni croniche che si sovrappongono al dolore. Il video spiega dove si trova il quadratus lumborum nella parte posteriore, dove sono contrassegnati i punti trigger e come gestire i punti trigger attraverso la manipolazione manuale riducendo il dolore lontano dalla parte inferiore del corpo. Quando il dolore scatenante miofasciale inizia a devastare i muscoli colpiti nella parte bassa della schiena. Vari trattamenti applicati alla parte bassa della schiena possono aiutare ad alleviare i sintomi causati dai punti trigger associati alla parte bassa della schiena lungo il quadrato lomborum.


Gestione del dolore da trigger miofasciale attraverso vari trattamenti

 

Poiché la lombalgia è comune in tutto il mondo e può potenzialmente portare allo sviluppo di punti trigger lungo i vari muscoli lombari, in particolare il quadrato lomborum, molte persone utilizzererebbero farmaci specifici per la lombalgia per ridurre i sintomi del dolore; tuttavia, maschera solo il dolore causato dal dolore scatenante miofasciale. Gli studi rivelano tecniche manuali di terapia dei punti trigger che gli operatori sanitari utilizzano per valutare i pazienti che soffrono di dolore trigger miofasciale. Molti andranno da uno specialista del dolore per gestire i punti trigger quando il dolore diventa troppo per l'individuo. Un altro metodo che molte persone dovrebbero utilizzare come parte della loro pratica quotidiana è fare un leggero allungamento laterale sul quadrato lomborum per sciogliere i muscoli rigidi e ridurre le possibilità che si formino punti trigger nel muscolo interessato in futuro. 

 

Conclusione

Il quadratus lumborum è un muscolo piatto, di forma quadrangolare nella cresta iliaca e nella parte profonda della schiena. Questo muscolo aiuta con la mobilità posteriore degli arti inferiori e, se abusato, può sviluppare dolore miofasciale associato alla parte bassa della schiena. Ciò può portare a vari problemi comuni di mal di schiena che influenzano il modo in cui una persona si muove e diventano instabili quando è in movimento. Fortunatamente, la lombalgia associata al dolore trigger miofasciale è curabile attraverso vari trattamenti che possono ridurre il dolore e gestire i punti trigger situati nella parte bassa della schiena. Quando le persone incorporano trattamenti per alleviare il dolore nella parte bassa della schiena, inizieranno a provare sollievo e avranno il loro senso di scopo nelle loro vite.

 

Riferimenti

Bordoni, Bruno e Matteo Varacallo. "Anatomia, addome e bacino, Quadratus Lumborum." In: StatPearls [Internet]. L'isola del tesoro (FL), StatPearls Publishing, 18 luglio 2022, www.ncbi.nlm.nih.gov/books/NBK535407/.

de Franca, GG e LJ Levine. "Il Quadratus Lumborum e la lombalgia". Journal of Manipulative and Physiological Therapeutics, Biblioteca nazionale di medicina degli Stati Uniti, 11 febbraio d.C. pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/1826922/.

Grover, Casey, et al. "Dolore alla schiena atraumatico dovuto a spasmo del quadrante lombare trattato con terapia fisica con terapia manuale dei trigger point nel pronto soccorso". Pratica clinica e casi in medicina d'urgenza, Università della California Irvine, Department of Emergency Medicine Publishing Western Journal of Emergency Medicine, 29 maggio 2019, www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC6682240/.

Phillips, S, et al. "Anatomia e biomeccanica di Quadratus Lumborum." Atti dell'Istituto degli Ingegneri Meccanici. Parte H, Journal of Engineering in Medicine, Biblioteca nazionale di medicina degli Stati Uniti, febbraio 2008, pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/18441751/.

Roach, Sean, et al. "Prevalenza di punti trigger miofasciali nell'anca nel dolore femoro-rotuleo". Archivi di medicina fisica e riabilitazione, Biblioteca nazionale di medicina degli Stati Uniti, marzo 2013, pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/23127304/.

Travell, JG, et al. Dolore miofasciale e disfunzione: il manuale del punto trigger: vol. 2: gli arti inferiori. Williams & Wilkins, 1999.

Disclaimer

Punti trigger che colpiscono la parte inferiore del busto

Punti trigger che colpiscono la parte inferiore del busto

Introduzione

Gli arti inferiori del corpo hanno un ruolo molto importante in quanto aiutano a sostenere il peso della parte superiore del corpo e forniscono stabilità alla parte inferiore del corpo. La metà inferiore del corpo è costituita dagli addominali inferiori, fianchipelvico, e le regioni dei glutei, che hanno vari muscoli che circondano il lombare e aree pelviche della colonna vertebrale. Questi muscoli aiutano a proteggere gli organi vitali inferiori e lavorano con il sistema nervoso centrale per utilizzare la funzione senso-motoria delle gambe e dei piedi. Quando i fattori normali come seduta prolungata o la posizione eretta inizia a interessare la parte inferiore del corpo, può causare dolore riferito a viaggiare fino alle gambe e spingere le estremità inferiori a sviluppare sintomi associati ai punti trigger sulla parte inferiore del busto. L'articolo di oggi esamina la parte inferiore del busto, il modo in cui i punti trigger influiscono sulla parte inferiore del busto e i modi terapeutici per gestire i punti trigger nella parte inferiore del busto. Indirizziamo i pazienti a fornitori certificati che incorporano varie tecniche in trattamenti del dolore corporeo più inadeguati relativi ai punti trigger per aiutare le persone che soffrono di sintomi simili al dolore lungo i muscoli del busto inferiore lungo le estremità inferiori del corpo. Incoraggiamo e apprezziamo i pazienti indirizzandoli ai nostri fornitori di servizi medici associati in base alla loro diagnosi, soprattutto quando è appropriato. Comprendiamo che l'istruzione è un'ottima soluzione per porre ai nostri fornitori domande complesse su richiesta del paziente. Il Dr. Jimenez, DC, utilizza queste informazioni solo come servizio educativo. Disclaimer

trigger-point-terapia-pettorale-major_634aeb8b

Qual è la parte inferiore del busto?

 

Hai sentito rigidità intorno ai fianchi ultimamente? Hai notato che ti pieghi costantemente in avanti, causando tensioni alla parte bassa della schiena? O hai provato dolore in un punto della tua metà inferiore? Quando si affrontano questi problemi nella metà inferiore del corpo, potrebbe essere correlato a sintomi somato-viscerali associati a punti trigger nella parte inferiore del busto. Il parte inferiore del busto del corpo umano, o gli addominali inferiori, è definita come la regione anteriore del tronco tra il diaframma toracico e funge da cavità per ospitare l'apparato digerente, urinario, endocrino e parti del sistema riproduttivo. La parte inferiore del busto ha vari muscoli e nervi che circondano la parte bassa della schiena, i fianchi, il bacino e la regione dei glutei del corpo che stabilizza le gambe quando sono in movimento e sostiene la parte superiore del corpo. I muscoli della parte inferiore del busto circondano anche le aree lombare e pelvica della colonna vertebrale per proteggere le articolazioni e le vertebre da disfunzioni. Quando i problemi iniziano a sorgere e colpiscono la parte inferiore del busto, può portare a problemi sovrapposti che colpiscono gli arti inferiori del corpo.

 

In che modo i punti trigger influiscono sulla parte inferiore del busto?

 

Alcuni dei problemi che interessano la parte inferiore del busto di cui la maggior parte delle persone non si rende conto sono che stare seduti o in piedi prolungati può causare problemi alle gambe, ai fianchi, al bacino e ai piedi. Ciò fa sì che l'afflusso di sangue si accumuli nelle gambe e nei piedi, causando così gonfiore e debolezza muscolare nei muscoli della parte inferiore del busto. Un altro problema è quando la parte inferiore del busto ha subito un evento traumatico che può causare lo sviluppo di piccoli noduli noti come punti trigger da parte dei muscoli interessati che causano problemi nella parte bassa della schiena, fianchibacino, e la regione dei glutei del corpo. Gli studi rivelano che i punti trigger sono spesso caratterizzati da dolore che causa una gamma limitata di movimento nelle articolazioni mentre causa contrattura muscolare e imita altre condizioni croniche che colpiscono i muscoli. Quando i punti trigger colpiscono i muscoli della parte inferiore del busto, "Dolore e disfunzione miofasciale", scritto dalla dott.ssa Janet Travell, MD, il dolore associato al movimento può causare formicolio o sensazioni elettriche fino alle estremità inferiori causando dolore somato-viscerale riferito al parte inferiore del busto. Poiché le radici nervose del midollo spinale si diramano ai vari muscoli e si irritano, causando dolore riferito a diverse aree degli arti inferiori.

 


Terapia dei punti trigger per gli addominali - Video

Hai avuto a che fare con problemi di mobilità dell'anca? Che ne dici di provare dolore lombare dopo essere stati in una posizione di gobba per un lungo periodo? O hai avuto problemi nella tua regione pelvica? Molti di questi problemi sono correlati ai punti trigger associati alla parte inferiore del busto. I punti trigger o la sindrome del dolore miofasciale sono causati quando i muscoli interessati sono stati abusati o hanno subito un evento traumatico che causa dolore riferito a diverse posizioni del corpo. Il video spiega dove si trovano i punti trigger nella parte inferiore del busto, in particolare nell'addome e come rilasciarli attraverso la palpazione e il massaggio. Queste tecniche possono aiutare a ridurre i sintomi del dolore che colpiscono la parte inferiore del busto e gestire il dolore miofasciale che si sviluppa in futuro.


Modi terapeutici per gestire i punti trigger nella parte inferiore del busto

 

Specialisti del dolore come chiropratici e massaggiatori utilizzeranno varie tecniche per ridurre il dolore e alleviare i punti trigger dei muscoli colpiti. Molti spesso si rivolgono a uno specialista del dolore che si occupa dei punti trigger attraverso le raccomandazioni del proprio medico di base. Passeranno attraverso un processo di esame e spiegheranno allo specialista del dolore dove si trova il dolore. Successivamente, elaboreranno un piano di trattamento con il medico di base del paziente, consentendo loro di seguire una routine per evitare il ritorno del dolore. Varie tecniche come lo stretching degli addominali, l'esercizio e il riposo possono gestire i punti trigger dal ritorno ai muscoli colpiti e persino aiutare a riportare la forza muscolare al corpo.

 

Conclusione

La parte inferiore del busto è costituita da fianchi, parte bassa della schiena, bacino e regione dei glutei mentre protegge gli organi vitali del corpo. La parte inferiore del busto aiuta a stabilizzare, le estremità inferiori del corpo e sostiene il peso della parte superiore del corpo. Quando problemi normali come stare seduti o in piedi prolungati iniziano a causare affaticamento muscolare nella regione inferiore del busto, possono sviluppare punti trigger per causare vari problemi a quella regione e causare problemi di mobilità nell'area addominale inferiore. Quando il dolore diventa insopportabile, molte persone vanno da uno specialista del dolore per aiutare a gestire i punti trigger che colpiscono la regione inferiore del busto e riportare la funzione di mobilità agli arti inferiori.

 

Riferimenti

Akamatsu, Flavia Emi, et al. "Base anatomica dei punti trigger miofasciali del muscolo gluteo massimo". BioMed Research International, India, 2017, www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC5733974/.

Travell, JG, et al. Dolore miofasciale e disfunzione: il manuale del punto trigger: vol. 2: gli arti inferiori. Williams & Wilkins, 1999.

Wade, Christian I e Matthew J. Streitz. "Anatomia, addome e bacino, addome - Statpearls - Libreria NCBI". In: StatPearls [Internet]. L'isola del tesoro (FL), StatPearls Publishing, 25 luglio 2022, www.ncbi.nlm.nih.gov/books/NBK553104/.

Disclaimer

In che modo i punti trigger influiscono sul sistema muscolo-scheletrico

In che modo i punti trigger influiscono sul sistema muscolo-scheletrico

Introduzione

Il corpo è una macchina funzionale composta da muscoli, organi e articolazioni scheletriche che svolgono diverse parti nel rendere il corpo il più sano possibile. Ogni sezione ha una relazione casuale poiché lavorano insieme e svolgono il loro lavoro separatamente. Il muscoli fornire protezione e movimento dalle attività quotidiane. Il organi fornire ormoni, ossigeno e sostanze nutritive, in modo che le funzioni interne del corpo funzionino correttamente. E infine, il articolazioni scheletriche aiutare con la mobilità e la stabilizzazione per il corpo a rimanere in piedi. Quando fattori ambientali o lesioni traumatiche colpiscono il corpo, molti problemi nel tempo possono causare danni e il corpo può sviluppare sintomi correlati al dolore. L'articolo di oggi esamina come funziona il sistema muscolo-scheletrico nel corpo, come i punti trigger influenzano il sistema muscolo-scheletrico e come la cura chiropratica può aiutare ad alleviare il dolore dei punti trigger. Indirizziamo i pazienti a fornitori certificati specializzati in trattamenti muscolo-scheletrici per aiutare le persone che soffrono di dolori muscolari associati ai punti trigger. Inoltre, guidiamo i nostri pazienti indirizzandoli ai nostri fornitori di servizi medici associati in base al loro esame quando è appropriato. Riteniamo che l'istruzione sia la soluzione per porre domande approfondite ai nostri fornitori. Il Dr. Alex Jimenez DC fornisce queste informazioni solo come servizio educativo. Disclaimer

11_Shah Ruolo della sensibilizzazione centrale compresso

Come funziona il sistema muscolo-scheletrico?

 

Hai riscontrato rigidità muscolare in aree specifiche del tuo corpo? Senti la tenerezza nel collo, nelle spalle o nella schiena? Oppure senti dei nodi lungo i muscoli che ti stanno causando dolore? Alcuni di questi sintomi sono associati a dolore muscolare nel sistema muscolo-scheletrico. Il sistema muscolo-scheletrico nel corpo ha muscoli, legamenti e tessuti connettivi che circondano le articolazioni scheletriche. Gli studi rivelano che la struttura del sistema muscolo-scheletrico mostra come i muscoli circostanti proteggano le articolazioni e aiutino a fornire funzionalità al corpo. I vari muscoli del corpo offrono una gamma di movimento, funzioni senso-motorie, riflessi e forza quando funzionano normalmente. Tuttavia, quando i fattori ambientali iniziano a influenzare il corpo nel tempo, può portare a disturbi muscoloscheletrici associati al dolore. Gli studi rivelano che quando il corpo soccombe al dolore legato a disturbi muscolo-scheletrici. I disturbi muscoloscheletrici sono un problema comune che ha colpito molte persone in tutto il mondo e causa varie disabilità e sintomi che colpiscono il corpo. Alcuni dei sintomi del disturbo muscoloscheletrico che colpiscono il corpo includono:

  • Sensazioni di bruciore
  • Contrazioni muscolari
  • stanchezza 
  • Rigidità e dolore
  • Dolore scatenante miofasciale

 

In che modo i punti trigger influiscono sul corpo?

Uno dei sintomi muscoloscheletrici associati al dolore muscolare sono i punti trigger o il dolore miofasciale. Il dolore miofasciale è una condizione comune che coinvolge i muscoli e i tessuti connettivi circostanti che possono essere acuti o cronici a seconda di dove si trova il dolore. Mentre i punti trigger si riferiscono a noduli duri palpabili nelle fasce tese del muscolo scheletrico che possono essere attivi (causa dolore spontaneo o sintomi sensoriali anormali) o latenti (non provoca dolore spontaneo ma mostra caratteristiche dei punti trigger miofasciali operativi). Gli studi rivelano che il dolore miofasciale può essere associato a disfunzioni muscolari, debolezza e gamma limitata di movimento che colpisce il corpo. Un nodo nel muscolo in alcune aree del corpo può rendere il muscolo iperirritabile, causando una compressione dolorosa mentre invoca la caratteristica dolore riferito e fenomeni autonomici nel corpo. A quel punto, può essere difficile per i medici diagnosticare poiché i punti trigger sono causati da eventi traumatici nel corpo e possono verificarsi in punti diversi in persone diverse. I punti trigger possono formarsi su tutto il corpo, inclusi:

  • Collo 
  • Mid-back
  • Lombare

Una caratteristica comune quando i punti trigger influenzano il corpo è che possono viaggiare o addirittura diffondersi ai muscoli circostanti.

 


Sindrome del dolore miofasciale e punti trigger - Video

Hai sentito dolore localizzato al collo, alla schiena o in particolari aree del tuo corpo? Che ne dici di sentire dolore in una posizione diversa del tuo corpo? O hai sperimentato rigidità o dolorabilità muscolare in alcune aree del tuo corpo? Se hai riscontrato questi sintomi associati al dolore muscolare, potresti avere a che fare con dolore del punto trigger o dolore miofasciale nel tuo sistema muscolo-scheletrico. Il video sopra spiega il dolore miofasciale e i punti trigger e come influenzano il corpo. Gli studi rivelano che il dolore miofasciale è causato da punti trigger miofasciali che producono punti squisitamente teneri nelle fasce tese dei muscoli induriti. A quel punto, stimola il dolore locale e riferito tra gli altri sintomi sensoriali, motori e autonomi. I punti trigger miofasciali possono causare rigidità e debolezza nel muscolo coinvolto, rendendo difficile la diagnosi poiché possono causare dolore in diverse aree del corpo. Fortunatamente, ci sono modi per alleviare il dolore del punto trigger associato alla sindrome del dolore miofasciale dal corpo.


Come la cura chiropratica allevia il dolore del punto trigger

 

Dal dolore del punto trigger miofasciale può essere difficile da diagnosticare, può variare dal collo alla lombalgia in luoghi diversi e imitare altre condizioni di dolore che colpiscono il corpo. Può influenzare il corpo a diventare ipersensibile e iperirritabile mentre diminuisce il senso di benessere generale di una persona. Fortunatamente, trattamenti come la cura chiropratica possono aiutare ad alleviare il dolore del punto trigger e aiutare a gestire la sindrome del dolore miofasciale. La cura chiropratica non riguarda solo il sistema scheletrico, ma può aiutare ad alleviare il dolore muscolare associato al dolore miofasciale. Poiché i muscoli sono stratificati e intrecciati attorno alle articolazioni, svolgono un ruolo fondamentale nel sostenere il corpo. Gli studi rivelano che i chiropratici sono bravi a trovare punti trigger e utilizzano esercizi specifici e modalità fisiche per trattare i sintomi della sindrome del dolore miofasciale. Alcuni dei vantaggi dell'uso della cura chiropratica includono:

  • Rompere il tessuto cicatriziale
  • Applicare pressione sul punto di innesco
  • Allineamento della colonna vertebrale per ridurre la sublussazione spinale
  • Allevia il dolore muscolare

 

Conclusione

Il corpo è costituito da muscoli, organi e articolazioni in una relazione casuale che aiuta a funzionare e stabilizza l'ospite. Il sistema muscolo-scheletrico ha muscoli, tessuti e legamenti che sono intrecciati e stratificati, che circondano le articolazioni scheletriche per prevenire lesioni o eventi traumatici che colpiscono il corpo. Quando il corpo subisce danni causati da eventi traumatici, può portare a un disturbo muscoloscheletrico noto come dolore miofasciale o dolore scatenante. Il dolore scatenante è quando i muscoli hanno nodi lungo le bande tese del muscolo che possono causare rigidità e dolore muscolare. Il dolore del punto trigger può essere difficile da diagnosticare poiché il dolore può viaggiare da una posizione a un'altra sezione del corpo. Questo è il dolore riferito e il dolore scatenante miofasciale può imitare altri sintomi muscoloscheletrici cronici. Trattamenti come la cura chiropratica possono aiutare ad alleviare il dolore scatenante miofasciale attraverso la manipolazione spinale e la terapia dei punti trigger, alleviando così la rigidità muscolare che causa dolore. Incorporare trattamenti come la cura chiropratica può aiutare a sciogliere i muscoli rigidi, aumentare la libertà di movimento articolare e riportare il benessere di una persona.

 

Riferimenti

Bron, Carel e Jan D. Dommerholt. "Eziologia dei punti trigger miofasciali". Rapporti attuali su dolore e cefalea, Current Science Inc., ottobre 2012, www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC3440564/.

Morgan, William. "Trattamento chiropratico per la sindrome del dolore miofasciale". Spina dorsale, Salute della colonna vertebrale, 24 settembre 2014, www.spine-health.com/treatment/chiropractic/chiropractic-treatment-myofascial-pain-syndrome.

Murphy, Andrew C, et al. "Struttura, funzione e controllo della rete muscoloscheletrica umana". Biologia PLoSS, Biblioteca Pubblica della Scienza, 18 gennaio 2018, www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC5773011/.

Shah, Jay P, et al. "Punti trigger miofasciali allora e oggi: una prospettiva storica e scientifica". PM & R: il Journal of Injury, Function e Rehabilitation, Biblioteca nazionale di medicina degli Stati Uniti, luglio 2015, www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC4508225/.

Vilella, Renato C e Anil Kumar Reddy Reddivari. "Esame muscolo-scheletrico". In: StatPearls [Internet]. L'isola del tesoro (FL), StatPearls Publishing, 8 settembre 2021, www.ncbi.nlm.nih.gov/books/NBK551505.

Disclaimer

Acquaterapia per la lombalgia

Acquaterapia per la lombalgia

Introduzione

Quando si tratta del corpo, molti fattori possono causare dolore alla schiena bassa senza che una persona sappia di incontrarlo. Azioni semplici come sedersi, stare in piedi e camminare possono essere difficili o utili, a seconda delle azioni della persona. Dal momento che la lombalgia tende a variare da persona a persona e il possibili fattori che può causare mal di schiena rendono la diagnosi un po' difficile. Fortunatamente, ci sono trattamenti disponibili che possono aiutare a gestire i sintomi della lombalgia e possono aiutare ad alleviare i sintomi associati nel corpo. L'articolo di oggi esamina le cause e i sintomi della lombalgia, l'acquaterapia per la lombalgia e come la cura chiropratica va di pari passo con l'acquaterapia. Indirizziamo i pazienti a fornitori certificati specializzati in trattamenti muscolo-scheletrici e idroterapia per aiutare molte persone con lombalgia. Inoltre, guidiamo i nostri pazienti facendo riferimento ai nostri fornitori di servizi medici associati in base al loro esame quando è appropriato. Riteniamo che l'istruzione sia la soluzione per porre domande approfondite ai nostri fornitori. Il Dr. Alex Jimenez DC fornisce queste informazioni solo come servizio educativo. Disclaimer

Giornale di neuroimaging

Le cause del mal di schiena

 

Hai sentito dolori lungo i lati della schiena? Ti senti rigido quando sei curvo per un lungo periodo? O sedersi fa sparire il dolore o peggiorare? Molti di questi fattori sono associati ai segni che potresti soffrire di lombalgia. La lombalgia è considerata la principale causa di disabilità in tutto il mondo, come gli studi rivelano, che può essere influenzato da molti fattori che una persona sta attraversando. Chiunque può rischiare di sviluppare lombalgia in quanto può derivare da diverse fonti che si sovrappongono a molti potenziali problemi. Alcune delle cause associate alla lombalgia variano a seconda della gravità dei fattori che influenzano l'individuo, che include:

  • Distorsione muscolare e legamentosa (muscoli e legamenti abusati da lesioni, postura scorretta o sollevamento di oggetti pesanti)
  • Ernia del disco/malattia degenerativa del disco (compressione della radice del nervo spinale)
  • Disfunzione articolare (la cartilagine inizia a logorarsi)
  • Stenosi spinale 
  • Trauma
  • Deformità
  • L'osteoartrite
  • fratture

 

I sintomi

Quando si tratta dei sintomi della lombalgia, molte persone sperimenteranno un dolore che va da un dolore sordo a un improvviso dolore bruciante che viaggia lungo le gambe. Molte persone spesso avvertono dolore da una posizione della metà inferiore del corpo; invece, si trova sull'altro lato, noto come dolore riferito. La lombalgia può potenzialmente significare che un altro problema sta colpendo il corpo. Alcuni dei sintomi associati alla lombalgia includono:

  • Rigidità muscolare
  • Sciatica
  • Spasmi muscolari
  • Mobilità limitata su fianchi e bacino
  • Infiammazione
  • Tenerezza muscolare

Non tutto è perduto, poiché sono disponibili trattamenti per gestire i sintomi della lombalgia e alleviare il dolore del corpo.


Videoterapia in acqua per la salute della colonna vertebrale

Hai riscontrato rigidità muscolare nella parte bassa della schiena? Il dolore all'anca e i sintomi sciatici causano problemi di mobilità alle gambe? O fa male quando ti chini per raccogliere qualcosa? Potresti avere a che fare con la lombalgia associata a sintomi cronici che colpiscono il corpo, quindi perché non provare l'acquaterapia? Il video sopra mostra cosa fa l'acquaterapia al corpo e gli esercizi usati per alleviare la lombalgia. Gli studi rivelano che gli scopi terapeutici dell'acqua risalgono all'antico Egitto, alla civiltà greca e romana; che aiuta a purificare il corpo dai disturbi. Molti fisioterapisti utilizzano l'acquaterapia per consentire alle persone con lombalgia. L'acquaterapia coinvolge le acque, il galleggiamento, la resistenza e la pressione idrostatica che aiuta a riabilitare le lesioni e mantenere la salute. 


Acquaterapia per la lombalgia

 

Molte persone che soffrono di lombalgia cercheranno di trovare modi per alleviare il dolore. L'acquaterapia è un trattamento disponibile che non affatica la parte bassa della schiena e ha proprietà terapeutiche. Gli studi rivelano che le proprietà benefiche dell'acquaterapia consentono al corpo di migliorare la forza muscolare e la gamma di movimento riducendo l'affaticamento muscolare utilizzando la spinta dell'acqua per alleviare la pressione sulla colonna vertebrale. Poiché la lombalgia è un problema di salute comune associato a fattori ambientali per molte persone, gli studi rivelano che il galleggiamento dell'acqua può eliminare le forze gravitazionali che incidono sul peso corporeo contrastandolo. A quel punto, questo riduce lo stress articolare sul corpo per eseguire facilmente gli esercizi di aerobica in acqua. Gli individui che incorporano l'acquaterapia nel loro percorso di salute e benessere possono essere più motivati ​​a fare esercizio in acqua senza preoccuparsi del dolore costante.

 

L'acquaterapia va di pari passo con la cura chiropratica

Come ogni trattamento, la cura chiropratica e l'acquaterapia hanno un ottimo rapporto poiché lavorano insieme per valutare e analizzare il problema dell'individuo e ideare un piano per loro. I chiropratici utilizzano la manipolazione spinale per determinare dove si trova il dolore. Quindi, quando una persona ha a che fare con la lombalgia a causa di sublussazione o disallineamento spinale, un chiropratico può aiutare l'individuo allentando i muscoli rigidi e aumentando la gamma di movimento fino alla colonna vertebrale. Allo stesso tempo, acquaterapia incorpora gli stessi benefici associati alla terapia fisica a terra, compreso un piano di trattamento su misura per l'individuo. Chiropratici e fisioterapisti lavorano insieme per determinare la migliore azione possibile per accelerare il processo di recupero quando si tratta del dolore di una persona, dando loro la migliore possibilità di recuperare la qualità della propria vita.

 

Conclusione

La lombalgia è uno dei disturbi più comuni di molte persone in tutto il mondo. I molti fattori associati alla lombalgia variano e vanno da un dolore sordo a un dolore acuto che si irradia lungo le gambe come parte dei sintomi della lombalgia. Trattamenti come l'acquaterapia possono aiutare a scaricare il carico dalla colonna vertebrale attraverso il galleggiamento dell'acqua e possono aiutare a ridurre lo stress sulle articolazioni della colonna lombare riducendo l'affaticamento muscolare. In combinazione con la cura chiropratica, molte persone possono riprendersi più velocemente dalla lombalgia e ripristinare la qualità della loro vita senza soffrire così tanto.

 

Riferimenti

Abadi, Fariba Hossein, et al. "L'effetto del programma di esercizi acquatici sulla disabilità della lombalgia nelle donne obese". Diario di riabilitazione da esercizio, Società coreana di riabilitazione fisica, 31 dicembre 2019, www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC6944883/.

Allegri, Massimo, et al. "Meccanismi della lombalgia: una guida per la diagnosi e la terapia". F1000Research, Ricerca F1000, 28 giugno 2016, www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC4926733/.

Carayannopoulos, Alessio G, et al. "I vantaggi della combinazione di acqua e terapia a base di terra". Diario di riabilitazione da esercizio, Società coreana di riabilitazione fisica, 26 febbraio 2020, www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC7056478/.

Cole, Andrew e Bruce Becker. "Programma di esercizi di terapia dell'acqua". Spina dorsale, Salute della colonna vertebrale, 26 febbraio 2010, www.spine-health.com/wellness/exercise/water-therapy-exercise-program.

Disclaimer

Modi per migliorare il dolore all'anca e pelvico con la chiropratica

Modi per migliorare il dolore all'anca e pelvico con la chiropratica

Introduzione

Le articolazioni scheletriche possono mantenere il corpo eretto e stabilizzato proteggendo gli organi interni. Anche le articolazioni scheletriche sono a rischio di fattori (normali e traumatici) che possono avere un impatto sul corpo, causando potenzialmente sintomi dolorosi che interessano diverse aree del corpo. Dolore all'anca è tra le lamentele più comuni per molti individui, soprattutto gli anziani. A quel punto, quando il corpo soffre di dolore all'anca, può comportare dolore pelvico e sintomi associati che imitano altri problemi all'interno del corpo. L'articolo di oggi esamina le cause del dolore all'anca e al bacino, i sintomi correlati al dolore all'anca e al bacino e in che modo la cura chiropratica può alleviare il dolore all'anca e al bacino. Indirizziamo i pazienti a fornitori certificati specializzati in trattamenti osteopatici per aiutare molte persone con dolore all'anca e pelvico. Inoltre, guidiamo i nostri pazienti facendo riferimento ai nostri fornitori di servizi medici associati in base al loro esame quando è appropriato. Riteniamo che l'istruzione sia la soluzione per porre domande approfondite ai nostri fornitori. Il Dr. Alex Jimenez DC fornisce queste informazioni solo come servizio educativo. Disclaimer

Pratica del dolore

Le cause dell'anca e del dolore pelvico

Provi rigidità localizzata sulla parte bassa della schiena o sui fianchi? Che dire del dolore al nervo sciatico che viaggia lungo le gambe? O hai avuto crampi intorno alle regioni pelviche del tuo corpo? L'esperienza di questi sintomi potrebbe essere la potenziale causa che potresti avere a che fare con dolore all'anca e pelvico. Anche se il dolore all'anca è spesso associato a individui più anziani, può colpire molti individui di età diverse. Gli studi rivelano che le patologie esterne alle anche possono essere la causa e il dolore riferito, rendendo difficile la diagnosi del dolore all'anca. Le cause del dolore all'anca potrebbero essere articolazioni e tessuti molli abusati che supportano i fianchi a causa di movimenti ripetitivi, tensione dei muscoli multipli che supportano i fianchi o sintomi artritici. Gli studi rivelano che le persone che lavorano in un lavoro d'ufficio svilupperanno potenzialmente lombalgia a causa della seduta prolungata, diventando così associate a un'eccessiva mobilità della colonna lombare e a una ridotta mobilità dell'articolazione dell'anca. 

 

 

Gli individui con dolore all'anca potrebbero rischiare di sviluppare dolore pelvico associato all'uso eccessivo delle articolazioni e dei tessuti molli. Ora, in che modo il dolore pelvico è correlato al dolore all'anca e qual è la causa? Gli studi rivelano che i muscoli stabilizzatori (iliopsoas, pettineo, otturatore esterno, gluteo minimo e muscoli piriforme) siano sovraccarichi di lavoro e diventino conseguente destabilizzazione dell'anca e dell'articolazione. Ciò fa sì che i muscoli interessati diventino stanchi e deboli e innesca la compressione del nervo sciatico lungo il muscolo piriforme. Il dolore pelvico associato al dolore all'anca può causare sintomi muscoloscheletrici disfunzionali lungo gli addominali inferiori, i fianchi e la schiena lombosacrale.

 

I sintomi associati dell'anca e del dolore pelvico

I fattori coinvolti con il dolore all'anca e pelvico potrebbero potenzialmente avere sintomi associati che potrebbero influenzare gli arti inferiori del corpo. Uno dei sintomi più importanti del dolore all'anca è il dolore all'inguine, che potrebbe essere coinvolto nel dolore pelvico poiché i legamenti e i muscoli che circondano i fianchi e l'inguine possono essere deboli e abusati. A volte varie cause sottostanti contribuiscono al dolore all'anca e al bacino, causando sintomi associati che possono confondere l'individuo nel dolore. Il dolore all'anca e pelvico può riferirsi al dolore lombare e al nervo sciatico poiché la colonna vertebrale inferiore e le anche sono vicine; quindi, individuare dove si trova la vera fonte del dolore nella metà inferiore del corpo crea confusione. Alcuni dei sintomi associati al dolore all'anca e pelvico includono:

  • Dolore nella zona lombare
  • Debolezza muscolare
  • Disfunzione dell'articolazione sacroiliaca
  • Problemi alla vescica
  • Dolore nervoso sciatico
  • Sindrome di Piriformis

 


Le 3 cause comuni del dolore all'anca-Video

Hai avuto a che fare con rigidità muscolare intorno o lungo i fianchi e la parte bassa della schiena? Hai problemi alla vescica? O hai sperimentato debolezza muscolare negli arti inferiori del tuo corpo? Alcuni di questi sintomi potrebbero essere associati a dolore all'anca e pelvico. Il video sopra spiega le tre cause comuni del dolore all'anca e, cosa interessante, una delle cause del dolore all'anca potrebbe potenzialmente coinvolgere la parte bassa della schiena. Gli studi rivelano che poiché la parte bassa della schiena e le anche sono vicine tra loro, alterazioni nella regione lombopelvica potrebbero essere potenzialmente coinvolte con lombalgia. Alcuni dei problemi associati alle alterazioni nell'area lombopelvica includono:

  • Gamma di movimento limitata alla rotazione dell'anca 
  • Lesione tissutale
  • Capsule articolari rigide
  • Micro/macro traumi

Fortunatamente, la gestione del dolore dell'anca e del bacino può aiutare ad alleviare i problemi di dolore riferiti attraverso la cura chiropratica.


Sollievo chiropratico per dolore all'anca e pelvico

 

Gli individui che si occupano di dolore all'anca e pelvico possono trovare sollievo attraverso la cura chiropratica. Il bacino è una continuazione diretta della colonna vertebrale poiché l'osso sacro (le cinque vertebre fuse più basse) e il complesso della cintura pelvica interagiscono con le articolazioni del sistema scheletrico inferiore. Se c'è dolore nella parte inferiore del corpo e l'individuo non è sicuro se si tratti della schiena o dei fianchi, la prima cosa da fare è visitare il proprio medico di base o un chiropratico. Successivamente, esamineranno la storia medica dell'individuo mentre eseguiranno una serie di esami fisici come vari movimenti per fare una diagnosi accurata. Una volta identificata la diagnosi del dolore, i chiropratici utilizzano l'allineamento totale del corpo ripristinando l'equilibrio nel bacino e nella colonna vertebrale attraverso la manipolazione. Quando la colonna vertebrale e le anche soffrono di a sublussazione, può causare uno sforzo inutile sui muscoli circostanti intorno alla colonna vertebrale e ai fianchi. A quel punto, riallineare la colonna vertebrale da un aggiustamento chiropratico potrebbe ridurre o eliminare lo stress eccessivo che colpisce i muscoli circostanti. La cura chiropratica può anche promuovere varie terapie che aumentano l'equilibrio lungo i fianchi e la regione pelvica, che includono:

  • Stiramento
  • Massaggio terapeutico
  • Attività fisiche/Esercizio terapeutico
  • Nutrizione

Indipendentemente dal fatto che il dolore si trovi nei fianchi, nella parte bassa della schiena o nella regione pelvica, la cura chiropratica può aiutare a ripristinare, affrontare e alleviare il dolore mantenendo risultati ottimali a lungo termine.

 

Conclusione

Le articolazioni scheletriche possono aiutare a mantenere il corpo eretto e stabilizzato proteggendo gli organi interni da fattori normali e traumatici. Quando questi fattori iniziano a causare un impatto sul corpo, le articolazioni scheletriche sono a rischio di sviluppare dolore lungo la struttura muscolo-scheletrica. Il dolore dell'anca e quello pelvico hanno una relazione sovrapposta in quanto sono tra i disturbi più comuni per molti individui. A quel punto, il dolore ai fianchi o al bacino può imitare altri problemi associati a disturbi cronici. Incorporare trattamenti come la cura chiropratica può aiutare ad alleviare, indirizzare e ripristinare il corpo attraverso la manipolazione spinale. Ciò consente alle persone di essere indolore e di aiutare a ripristinare l'equilibrio nelle articolazioni.

 

Riferimenti

Harris-Hayes, Marcie, et al. "Rapporto tra l'anca e la lombalgia negli atleti che partecipano a sport legati alla rotazione". Giornale di riabilitazione sportiva, Biblioteca nazionale di medicina degli Stati Uniti, febbraio 2009, www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC2699456/.

Lee, Dae Wook, et al. "Dolore pelvico cronico derivante da muscoli stabilizzanti disfunzionali dell'articolazione dell'anca e del bacino". Il giornale coreano del dolore, The Korean Pain Society, ottobre 2016, www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC5061646/.

Lutra, Jatinder Singh, et al. "Capire l'anca dolorosa nei giovani adulti: un articolo di revisione". Anca e bacino, Società coreana dell'anca, settembre 2019, www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC6726866/.

Nishimura, Takaaki e Ryo Miyachi. "Relazione tra lombalgia e movimento articolare lombare e dell'anca negli impiegati". Giornale di scienza della terapia fisica, The Society of Physical Therapy Science, ottobre 2020, www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC7590845/.

Disclaimer

Una panoramica della polimialgia reumatica

Una panoramica della polimialgia reumatica

Introduzione

Il corpo è esposto a vari fattori ambientali quotidiano. Che si tratti dell'ambiente in cui vive una persona, degli alimenti consumati o del livello di attività fisica che una persona ha, gioca un ruolo nel corpo. Molte persone che vogliono vivere a stile di vita più sano inizierà in piccolo incorporando cibi nutrienti che possono aggiungere, attenendosi a un regime di esercizio potrebbero divertirsi e trovare il tempo per meditare. Coloro che non vogliono cambiare le loro abitudini di vita continueranno a mangiare cibi ricchi di grassi, non si esercitano abbastanza o hanno problemi a dormire. Nel tempo, il corpo sarà a rischio di sviluppare malattie autoimmuni associate a sintomi muscoloscheletrici se esposto a fattori ambientali che influiscono sullo stile di vita di una persona. L'articolo di oggi esamina una malattia autoimmune che provoca effetti infiammatori sulle articolazioni, nota come polimialgia reumatica, i sintomi associati a questo disturbo e come la cura chiropratica può aiutare a gestire i sintomi della polimialgia reumatica. Indirizziamo i pazienti a fornitori certificati specializzati in trattamenti autoimmuni per aiutare molte persone con malattie autoimmuni associate a disturbi muscoloscheletrici. Inoltre, guidiamo i nostri pazienti facendo riferimento ai nostri fornitori di servizi medici associati in base al loro esame quando è appropriato. Riteniamo che l'istruzione sia la soluzione per porre domande approfondite ai nostri fornitori. Il Dr. Alex Jimenez DC fornisce queste informazioni solo come servizio educativo. Disclaimer

10_Kaplan che ridefinisce il dolore cronico

Che cos'è la polimialgia reumatica?

 

Hai avuto dolore lungo le spalle, il collo, i fianchi o le cosce? Il tuo corpo si sente rigido al mattino e meglio durante il giorno? O hai sperimentato una gamma limitata di movimento in alcune aree del tuo corpo? Molti di questi sintomi indicano che potresti essere a rischio di sviluppare la polimialgia reumatica nelle articolazioni. Polimialgia reumatica è definito come un disturbo reumatico comune negli anziani di età superiore ai 50 anni. Polimialgia reumatica è una malattia infiammatoria muscoloscheletrica che provoca dolore muscolare e rigidità intorno alle articolazioni, soprattutto al mattino. Gli studi rivelano che la polimialgia reumatica è spesso caratterizzata da dolore muscolare doloroso alle spalle, al bacino e al collo; può imitare altre malattie reumatiche come RA (artrite reumatoide), LES (lupus eritematoso sistemico) e polimiosite. Quando il corpo ha a che fare con gli effetti infiammatori della polimialgia reumatica, molte persone credono di avere a che fare con un disturbo diverso che colpisce i loro corpi. A quel punto, diagnosticare la polimialgia reumatica è difficile.

 

I sintomi associati alla polimialgia reumatica

Poiché la polimialgia reumatica può imitare altre malattie reumatiche, alcuni dei sintomi associati a questo disturbo muscoloscheletrico infiammatorio sono simili ad altre malattie croniche comuni nel corpo. Gli studi rivelano che la causa della polimialgia è sconosciuta, ma fattori ambientali e genetici contribuiscono a questa malattia infiammatoria. Un'altra malattia che condivide sintomi simili con la polimialgia è una malattia nota come arterite a cellule giganti. Arterite a cellule giganti provoca effetti infiammatori lungo il rivestimento delle arterie e gli individui con questa malattia possono avere la polimialgia reumatica. Alcuni dei sintomi associati alla polimialgia reumatica includono:

  • Dolore alla spalla
  • Dolore pelvico
  • Gamma limitata di movimento
  • Rigidità muscolare
  • Il dolore alle articolazioni
  • Infiammazione
  • Dolore al collo

 


Una panoramica della polimialgia reumatica - Video

Hai provato dolore in alcune regioni del tuo corpo, come le spalle, il bacino e il collo? Senti rigidità muscolare ogni mattina, ma migliora durante il giorno? Hai avuto a che fare con un'infiammazione articolare? Se hai riscontrato questi sintomi muscoloscheletrici, potresti essere a rischio di sviluppare la polimialgia reumatica. Il video sopra offre una panoramica approfondita di cos'è la polimialgia e dei sintomi associati a questo disturbo muscoloscheletrico infiammatorio. La polimialgia reumatica è una malattia muscoloscheletrica autoinfiammatoria che colpisce molti adulti di età superiore ai 50 anni e provoca rigidità muscolare nel collo, nelle spalle e nelle regioni pelviche del corpo. Questo disturbo muscoloscheletrico infiammatorio imita altri disturbi reumatici come l'artrite reumatoide (artrite reumatoide) e il lupus. I sintomi associati alla polimialgia reumatica sono generalmente simili ad altri disturbi cronici comuni, rendendo la diagnosi difficile da individuare. Fortunatamente ci sono modi per gestire la polimialgia reumatica e i sintomi muscolo-scheletrici associati.


Gestire la polimialgia reumatica con la cura chiropratica

 

Poiché il corpo ha a che fare con i sintomi della polimialgia reumatica è difficile da diagnosticare poiché imita altri disturbi reumatici e i loro sintomi associati. Quando il corpo soffre di dolori articolari associati polimialgia reumatica, i muscoli circostanti e i legamenti che aiutano a stabilizzare le articolazioni si infiammano e causano disagio al corpo. Fortunatamente, sono disponibili trattamenti come la cura chiropratica per aiutare a gestire l'infiammazione articolare associata alla polimialgia reumatica. La cura chiropratica utilizza la manipolazione spinale del corpo manipolando la colonna vertebrale sublussazione o disallineamento delle articolazioni. La manipolazione spinale aiuta il corpo a rilassarsi e incorpora proprietà curative nelle articolazioni infiammate. La cura chiropratica aiuta a sciogliere i muscoli rigidi e i legamenti che circondano le articolazioni per ridurre la pressione sui nervi e aiutare a riportare la gamma di movimento alle articolazioni. Molte persone che incorporano la cura chiropratica per aiutare a gestire i sintomi muscolo-scheletrici associati a disturbi reumatici come la polimialgia reumatica saranno indolori nel loro percorso di benessere.

 

Conclusione

La polimialgia reumatica è un disturbo muscoloscheletrico infiammatorio comune negli anziani che induce dolore muscolare e rigidità intorno alle articolazioni. Questo disturbo muscoloscheletrico infiammatorio colpisce la spalla, il collo e la regione pelvica mentre imita altri disturbi reumatici come l'artrite reumatoide (artrite reumatoide) e il lupus. Poiché il corpo è esposto quotidianamente a vari ambienti ambientali, nel tempo può essere a rischio di sviluppare malattie autoimmuni associate a sintomi muscolo-scheletrici che possono avere un impatto sull'individuo. A quel punto, rendendo difficile la diagnosi. Fortunatamente, trattamenti come la cura chiropratica possono aiutare a gestire i sintomi muscoloscheletrici associati alla polimialgia reumatica. La cura chiropratica può aiutare a ridurre l'infiammazione delle articolazioni rigide manipolando il corpo, facendo rilassare i muscoli doloranti e aumentando il loro raggio di movimento. L'utilizzo della cura chiropratica può aiutare una persona a tornare al proprio viaggio di salute e benessere.

 

Riferimenti

Acharya, Saurav e Rina Musa. "Polimialgia reumatica - StatPearls - Libreria NCBI". In: StatPearls [Internet]. L'isola del tesoro (FL), StatPearls Publishing, 21 giugno 2022, www.ncbi.nlm.nih.gov/books/NBK537274/.

Al-Kaabi, Juma, et al. "Linfoma non Hodgkin che imita la polimialgia reumatica in un giovane paziente". Giornale medico dell'Oman, OMJ, luglio 2008, www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC3282323/.

Michet, Clement J e Eric L Matteson. "Polimialgia reumatica". BMJ (Ricerca clinica ed.), BMJ Publishing Group Ltd., 5 aprile 2008, www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC2287267/.

Milchert, Marcin e Marek Brzosko. "La diagnosi di polimialgia reumatica di solito significa un esito favorevole per il tuo paziente". L'Indian Journal of Medical Research, Medknow Publications & Media Pvt Ltd, maggio 2017, www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC5644293/.

Disclaimer

Il ruolo della sensibilizzazione centrale nella sindrome del dolore miofasciale

Il ruolo della sensibilizzazione centrale nella sindrome del dolore miofasciale

Introduzione

I muscoli, i tessuti e i legamenti aiutano a stabilizzare le articolazioni e la struttura della colonna vertebrale in modo che il corpo possa funzionare. Questi muscoli sono stratificati e intrecciati nella colonna vertebrale e nelle articolazioni che aiutano a facilitare il movimento. Quando il corpo subisce lesioni o eventi traumatici, i muscoli, i tessuti e i legamenti ne vengono colpiti, causando dolore muscolare e disagio. Questo fa sì che i muscoli siano teneri al tatto e sensibili. Questo è noto come sindrome del dolore miofasciale. L'articolo di oggi esamina la sindrome del dolore miofasciale, come è collegata alla sensibilizzazione centrale e i modi per gestire la sindrome del dolore miofasciale. Indirizziamo i pazienti a fornitori certificati specializzati in trattamenti muscolo-scheletrici per aiutare molti individui con sindrome del dolore miofasciale associata a sensibilizzazione centrale. Inoltre, guidiamo i nostri pazienti facendo riferimento ai nostri fornitori di servizi medici associati in base al loro esame quando è appropriato. Riteniamo che l'istruzione sia la soluzione per porre domande approfondite ai nostri fornitori. Il Dr. Alex Jimenez DC fornisce queste informazioni solo come servizio educativo. Disclaimer

11_Shah Ruolo della sensibilizzazione centrale compresso

Che cos'è la sindrome del dolore miofasciale?

 

Hai sperimentato tensione muscolare in diverse aree del tuo corpo? Hai sentito i tuoi muscoli teneri al tatto? O hai avuto problemi a dormire? Molti di questi fattori di rischio sovrapposti sono segni che potresti avere la sindrome del dolore miofasciale. Il termine "miofasciale" è diviso in due parti. "Myo" si riferisce ai muscoli, mentre "fascia" si riferisce ai tessuti connettivi presenti in tutto il corpo. Quindi la sindrome del dolore miofasciale è dove c'è dolore muscolare in varie forme, che include i tessuti muscolari, i tessuti connettivi o entrambi. Gli studi rivelano che la sindrome del dolore miofasciale ha origine da punti trigger nel muscolo scheletrico, causando dolore al muscolo interessato. I punti trigger nei muscoli scheletrici del corpo sono i "nodi" che le persone sentono quando i loro muscoli si irrigidiscono. Questi punti trigger sono difficili da identificare perché si verificano in diverse aree che causano dolore riferito (dolore in un punto ma in un'altra zona del corpo). 

 

In che modo la sensibilizzazione centrale si collega alla sindrome del dolore miofasciale?

Gli studi rivelano che la sensibilizzazione centrale nel corpo è rappresentata come un potenziamento della funzione neuronale e dei circuiti nelle vie nocicettive che aumenta l'eccitabilità della membrana e l'efficacia sinaptica. A quel punto riduce l'inibizione e manifesta la notevole plasticità del sistema nervoso somatosensoriale. Gli input dei nocicettori possono innescare e manifestare una sensibilizzazione centrale come ipersensibilità al dolore quando il corpo soffre di una lesione. Quindi, in che modo la sensibilizzazione centrale è collegata alla sindrome del dolore miofasciale? Usiamo fibromialgia come esempio. Molte persone che hanno a che fare con dolore miofasciale possono essere potenzialmente coinvolti con la fibromialgia. Ciò è dovuto al fatto che la fibromialgia è una condizione cronica che presenta dolore diffuso e questo rende il corpo più sensibile al dolore. La sensibilizzazione centrale legata alla sindrome del dolore miofasciale può imitare i sintomi della fibromialgia nel corpo, causando dolore e disagio muscolare. 

 


Una panoramica della sindrome del dolore miofasciale-Video

Stai sperimentando debolezza muscolare o indolenzimento in alcune regioni del tuo corpo? Hai avuto a che fare con stanchezza cronica o scarsa qualità del sonno? O hai avuto a che fare con mal di testa costantemente durante l'intera giornata? Molti di questi sintomi sono segni che potresti essere a rischio di sviluppare la sindrome del dolore miofasciale. Il video sopra spiega la sindrome del dolore miofasciale, i sintomi e le cause che colpiscono il corpo. Gli studi rivelano che il dolore miofasciale ha due tipi di punti trigger:

  • Punti trigger attivi associati a dolore muscolare senza movimento
  • Punti trigger latenti associati al dolore muscolare durante il movimento

Sindrome del dolore miofasciale può variare in forme acute o croniche e può variare da lieve a grave pur essendo in luoghi diversi, rendendo molto difficile individuare dove è localizzato il dolore. Fortunatamente, ci sono modi per gestire la sindrome del dolore miofasciale nel corpo che possono aiutare con il dolore.


Modi per gestire la sindrome del dolore miofasciale

 

Quando si gestisce la sindrome del dolore miofasciale, molte persone che si occupano di dolore muscolare assumeranno farmaci antidolorifici per alleviarlo; tuttavia, ciò riduce al minimo il dolore solo per un breve periodo. Un modo per gestire la sindrome del dolore miofasciale è utilizzare la cura chiropratica come parte del trattamento. La cura chiropratica non è invasiva e spesso è il trattamento preferito per le persone con sindrome del dolore miofasciale grazie alla sua efficacia e all'approccio senza farmaci. I chiropratici non sono solo bravi a trovare i punti trigger, ma sono bravi quando si tratta di trattarli usando varie tecniche. Gli studi rivelano che i chiropratici usano la pressione diretta sui punti trigger per alleviare il dolore con le mani o strumenti specifici. L'integrazione della cura chiropratica fornisce al corpo un aumento della forza muscolare, della flessibilità e della gamma di movimento. Poiché la cura chiropratica è un approccio per tutto il corpo, consente a molte persone con sindrome del dolore miofasciale di avere una migliore qualità della vita e di apprendere abitudini sane, che includono dieta, esercizio fisico e salute mentale, vivendo con meno o nessun dolore.

 

Conclusione

Il corpo ha muscoli, tessuti e legamenti che aiutano a stabilizzare le articolazioni e la struttura del corpo, quindi c'è funzionalità. Questi muscoli aiutano a facilitare il movimento poiché i muscoli sono intrecciati nella colonna vertebrale e nelle articolazioni. Quando il corpo subisce un evento traumatico o una lesione, i muscoli, i tessuti e i legamenti ne vengono colpiti. Ciò provoca dolore e disagio muscolare, noto come dolore miofasciale, in cui i punti trigger causano dolore nel corpo e possono verificarsi in diverse aree. Il dolore miofasciale può essere difficile da diagnosticare poiché può trovarsi su un lato del corpo ma interessa una sezione diversa, nota come dolore riferito. Fortunatamente, trattamenti come la cura chiropratica possono aiutare a gestire il dolore miofasciale trattando il dolore e usando la pressione diretta per alleviare il dolore. Incorporare la cura chiropratica per gestire il dolore miofasciale può aiutare molte persone a non soffrire nel loro percorso di salute e benessere.

 

Riferimenti

Bordoni, Bruno, et al. "Dolore miofasciale - Statpearls - Libreria NCBI". In: StatPearls [Internet]. L'isola del tesoro (FL), StatPearls Publishing, 18 luglio 2022, www.ncbi.nlm.nih.gov/books/NBK535344/.

Desai, Mehul J, et al. "Sindrome del dolore miofasciale: una revisione del trattamento". Dolore e terapia, Springer Healthcare, giugno 2013, www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC4107879/.

Latremolière, Alban e Clifford J. Woolf. "Sensibilizzazione centrale: un generatore di ipersensibilità al dolore dalla plasticità neurale centrale". The Journal of Pain, Biblioteca nazionale di medicina degli Stati Uniti, settembre 2009, www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC2750819/.

Morgan, William. "Trattamento chiropratico per la sindrome del dolore miofasciale". Spina dorsale, Salute della colonna vertebrale, 24 settembre 2014, www.spine-health.com/treatment/chiropractic/chiropractic-treatment-myofascial-pain-syndrome.

Disclaimer

Uno sguardo al pilates per il mal di schiena

Uno sguardo al pilates per il mal di schiena

Introduzione

Molte persone in tutto il mondo lo sanno esercizio ha notevoli benefici che aiutano a migliorare il benessere generale del corpo. Il corpo ha diversi gruppi muscolari che hanno una relazione casuale con gli organi vitali all'interno del corpo. Organi come il cuore, i polmoni, l'intestino e la vescica sono correlati ai diversi muscoli attraverso le radici nervose che li collegano. Quando il corpo soffre di vari fattori che lo influenzano, provoca dolore riferito al corpo dove un dolore si trova in un punto ma si irradia dall'altro lato. L'esercizio fisico può aiutare il corpo a riprendersi riabilitazione fisica riducendo l'infiammazione e le cicatrici sui tessuti muscolari. Uno dei tanti esercizi che aiuta a rafforzare i muscoli, aumentare la flessibilità e persino migliorare la postura è il Pilates. L'articolo di oggi esamina il Pilates, i suoi benefici e come può aiutare ad alleviare il mal di schiena. Indirizziamo i pazienti a fornitori certificati specializzati in trattamenti muscolo-scheletrici per aiutare molte persone con problemi di lombalgia che colpiscono i loro corpi. Inoltre, guidiamo i nostri pazienti facendo riferimento ai nostri fornitori di servizi medici associati in base al loro esame quando è appropriato. Riteniamo che l'istruzione sia la soluzione per porre domande approfondite ai nostri fornitori. Il Dr. Alex Jimenez DC fornisce queste informazioni solo come servizio educativo. Disclaimer

Studio Axiom-Giappone

Cos'è il Pilates?

 

Ti sei sentito pigro o hai poca energia durante l'intera giornata? Che ne dici di provare dolore nella parte bassa della schiena? Hai riscontrato rigidità muscolare in alcune aree del tuo corpo? Molti di questi sintomi sono associati a problemi muscolo-scheletrici correlati a diversi fattori che influenzano il corpo; perché non provare un regime di esercizi come il Pilates? Pilates è un sistema di esercizi che utilizza una macchina o un corpo particolare per migliorare la forza fisica e la postura di una persona, aumentando la flessibilità del corpo e migliorando la consapevolezza mentale. Joseph Pilates ha sviluppato Pilates all'inizio del XX secolo come an programma di allenamento per aiutare i soldati della prima guerra mondiale a migliorare i loro livelli di forma fisica. Il pilates è stato utilizzato come terapia riabilitativa per le persone ferite incorporando resistenza, allungamento e rafforzamento muscolare target. Pilates è ora utilizzato per tutti gli individui con diversi corpi e livelli di forma fisica e può fornire enormi benefici. 

 

Quali sono i benefici?

Il pilates, come qualsiasi altra forma di esercizio, ha molte proprietà benefiche che aiutano a migliorare la salute e il benessere di una persona. Gli studi rivelano che Pilates aiuta molte persone, compresi gli anziani, migliorando la loro postura diminuendo la flessione toracica e aumentando l'estensione lombare per alleviare il dolore. Alcune delle proprietà benefiche che il Pilates offre al corpo includono:

  • Aumentare la forza del nucleo: I muscoli profondi dell'addome, della schiena e delle regioni pelviche diventano più forti e aiutano a stabilizzare maggiormente il corpo.
  • Rafforza i gruppi muscolari: Pilates aiuta a rendere i muscoli non solo forti, ma aiuta anche ad allungarli in modo che possano sembrare lunghi e magri. Questo fa sembrare l'individuo tonico.
  • È un allenamento per tutto il corpo: Poiché molti esercizi lavorano su parti del corpo specifiche, il Pilates si concentra su ogni parte muscolare del corpo e aiuta lo sviluppo muscolare.
  • Miglioramento della postura: Pilates aiuta a mantenere la colonna vertebrale allineata rafforzando il corpo e il core. Nel tempo la postura di una persona migliorerà in modo naturale, facendola stare più alta, più forte e ancora più aggraziata.
  • Aumenta l'energia: Come tutti gli esercizi, il Pilates darà a una persona la carica di energia di cui ha bisogno. Ciò è dovuto alla respirazione focalizzata e all'aumento della circolazione sanguigna che stimola i muscoli e la colonna vertebrale.

 


Esercizi di Pilates per il mal di schiena-Video

Cerchi un nuovo esercizio per tonificare i muscoli? Hai avuto a che fare con il dolore nella parte bassa della schiena? Hai debolezza muscolare in alcune regioni del tuo corpo? Se hai riscontrato problemi legati al dolore, perché non provare il Pilates? Il video sopra mostra un allenamento Pilates di 10 minuti per il mal di schiena. Gli studi rivelano che la lombalgia non specifica è una condizione molto diffusa che molte persone associano alla disabilità e all'assenza dal lavoro in tutto il mondo. Molti fattori ambientali influenzano molte persone, causando loro problemi alla schiena. Il pilates può aiutare a incoraggiare molte persone a ritrovare la propria salute e benessere incorporando la forza e la stabilità del core e migliorando la postura.


Pilates allevia il mal di schiena

 

Molte persone non si rendono conto che alcuni sintomi della lombalgia sono legati a una cattiva postura. Una cattiva postura può portare a sintomi associati di mal di testa, mal di schiena, equilibrio improprio e problemi pelvici. Quello che fa Pilates è che crea consapevolezza del corpo e aiuta a migliorare i muscoli lombari rafforzandoli e rilassando i muscoli rigidi. Gli studi rivelano che incorporare il Pilates come terapia fisica per le persone che soffrono di lombalgia può aiutare ad affrontare gli aspetti del dolore fisico e mentale con il rafforzamento del core, la flessibilità e il rilassamento dei muscoli tesi. Molte persone non dovrebbero mai rimandare l'esercizio quando si tratta di mal di schiena. Incorporare una routine di esercizi può giovare al corpo e prevenire lesioni future.

 

Conclusione

Un regime di esercizio può fornire molti risultati benefici per coloro che cercano modi per essere in salute, per coloro che soffrono di infortuni o per coloro che vogliono aggiungere qualcos'altro alla loro routine di allenamento. Il pilates è uno di quegli esercizi che incorporano resistenza, stretching e targeting muscolare in quanto è un allenamento per tutto il corpo. Il pilates viene utilizzato nella terapia riabilitativa per le persone ferite e può fornire enormi benefici. Il pilates può aiutare molte persone con problemi alla schiena associati a fattori ambientali come una cattiva postura. Molte persone che utilizzano Pilates come parte del loro regime di esercizio inizieranno a sentirsi più forti e più sane poiché le loro schiene li ringrazieranno.

 

Riferimenti

Fornaio, Sara. "Esercizio di pilates per una colonna vertebrale sana - Spineuniverse". Spineuniverso, 28 Dec. 2019, www.spineuniverse.com/wellness/exercise/pilates-exercise-healthy-spine.

Kuo, Yi-Liang, et al. "Postura della colonna vertebrale sagittale dopo l'esercizio basato sul Pilates negli anziani sani". Spina dorsale, US National Library of Medicine, 1 maggio 2009, pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/19404180/.

Sorsky, Susan, et al. "Yoga e Pilates nella gestione della lombalgia". Recensioni attuali in Medicina Muscoloscheletrica, Humana Press Inc, marzo 2008, www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC2684152/.

Yamato, Tie P, et al. "Pilates per la lombalgia". Il database Cochrane di revisioni sistematiche, John Wiley & Sons, Ltd, 2 luglio 2015, www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC8078578/.

Disclaimer

Diarrea, mal di schiena e cure mediche chiropratiche

Diarrea, mal di schiena e cure mediche chiropratiche

L'esperienza di lombalgia e diarrea può essere un sintomo di a riflesso viscerosomatico, riflesso somatoviscerale, o una combinazione. Un riflesso è una risposta involontaria alla stimolazione del sistema nervoso. Un medico che picchietta sotto il ginocchio fa muovere il piede in avanti è un semplice esempio di riflesso. Questo è un riflesso somatoviscerale o del corpo. Il mal di schiena potrebbe derivare da una postura scomoda, da movimenti ripetitivi come piegarsi o torcersi o da lesioni che colpiscono la colonna vertebrale. Gli effetti potrebbero causare compressione e danni ai nervi che possono causare l'emissione di segnali interpretati erroneamente che incidono/danneggiano la funzione degli organi interni, causando dolore e altri sintomi.

Tuttavia, il danno causato ai nervi d'organo compressi/lesionati può anche causare sintomi di mal di schiena. Questo è un riflesso viscerosomatico o del corpo d'organo. Uno studio ha scoperto che un gruppo di pazienti chiropratici che si occupavano di lombalgia aveva anche un aumento dei problemi intestinali, anche se non esisteva una causa, un collegamento o un'associazione specifici tra i due. Il mal di schiena e la diarrea possono essere completamente estranei, ma se i sintomi si ripresentano, c'è una maggiore possibilità di un problema medico sottostante.

Diarrea e mal di schiena: cure mediche chiropratiche

Medicina chiropratica

La medicina chiropratica si basa sul controllo del sistema nervoso degli organi del corpo, i cui segnali impulsivi viaggiano attraverso il midollo spinale. Sistemi corporei includono l' muscoli, ossa e tutti gli organi. Eventuali problemi con la colonna vertebrale e/o le alterazioni nervose dovute alla normale usura, lesioni o infezioni possono influire sulle trasmissioni del segnale che possono alterare le funzioni del sistema. La conduzione nervosa alterata può avere un impatto sulla salute generale ed è indicata come vie riflesse nel sistema nervoso. Un riflesso somatoviscerale è il punto in cui il sistema muscolo-scheletrico provoca un'alterata conduzione nervosa creando disfunzioni e/o malattie del sistema d'organo. La diarrea causata dal mal di schiena è un esempio.

Cause di mal di schiena e diarrea

Appendicite

L'appendice si estende dal colon nell'addome inferiore destro. L'appendicite è un'infiammazione dell'appendice. Il dolore di solito appare vicino all'ombelico e si diffonde sul lato destro dello stomaco. L'appendice di alcuni individui si estende dietro il colon, che può anche causare lombalgia. I sintomi includono:

  • Perdita di appetito
  • Incapacità di scaricare il gas
  • Costipazione
  • Dolore addominale: da moderato a grave
  • Diarrea
  • Febbre
  • Nausea
  • vomito

L'appendicite può essere pericolosa per la vita e richiede un trattamento immediato; se non trattata, la condizione può peggiorare in poche ore, causando una rottura che può fuoriuscire attraverso la cavità addominale.

Impattazione fecale

Il fecaloma è costituito da feci che sono diventate dure, secche e bloccate nel retto e possono causare dolore e pressione addominale e lombare. È comunemente causato da costipazione cronica, che può essere associato a disidratazione, mancanza di fibre, inattività fisica, effetti collaterali dei farmaci o uso a lungo termine di lassativi. L'assunzione di lassativi per lungo tempo può causare l'interruzione dell'evacuazione automatica dell'intestino. Sebbene la condizione sia comune negli individui più anziani, può accadere a individui di qualsiasi età che soffrono di stitichezza cronica. I sintomi possono includere:

  • Gonfiore
  • Crampi
  • Pressione vescicale
  • Incontinenza della vescica
  • Perdita o diarrea improvvisa dopo costipazione a lungo termine.
  • Sanguinamento rettale

Artrite enteropatica

Artrite enteropatica è un'artrite infiammatoria cronica associata a malattia infiammatoria intestinale o IBD. I tipi includono:

  • La colite ulcerosa
  • Malattia di Crohn

Diverse malattie artritiche come la spondilite anchilosante e l'artrite psoriasica possono causare sintomi come diarrea e dolore addominale o essere associate allo sviluppo di malattie infiammatorie intestinali. I sintomi variabili dipendono dalla malattia intestinale e dal tipo di artrite e includono:

  • stanchezza
  • Crampi
  • Il dolore alle articolazioni
  • Rigidità articolare
  • Perdita di appetito
  • Diarrea sanguinolenta

Cancro del pancreas

I sintomi del cancro del pancreas variano a seconda del tipo, della posizione e dello stadio del cancro. Tumori del pancreas nelle prime fasi di solito non causano segni o sintomi. I possibili sintomi possono includere:

  • Dolore addominale
  • Mal di schiena
  • Scarso appetito
  • Perdita di peso
  • urine scure
  • Diarrea
  • Nausea
  • vomito
  • L'ittero

La chiropratica è l'ideale per affrontare i problemi di riflesso. Un medico chiropratico regola la colonna vertebrale per migliorare l'allineamento, il movimento articolare e la trasmissione dell'energia nervosa, migliorando la circolazione nervosa/il flusso del segnale, che può aiutare con condizioni di salute non correlate. Un chiropratico individuerà eventuali aree di disallineamento spinale; una volta individuato, un piano di trattamento personalizzato restituirà il corretto allineamento della colonna vertebrale, consentendo al sistema nervoso di tornare alla funzione ottimale.


Decompressione spinale non chirurgica


Riferimenti

www.arthritis.org/diseases/infiammatori-intestinale-malattia

www.mayoclinic.org/diseases-conditions/pancreatitis/symptoms-causes/syc-20360227

www.thieme-connect.de/products/ejournals/abstract/10.1055/s-0032-1301760

Sengupta, Jyoti N. "Dolore viscerale: il meccanismo neurofisiologico". Manuale di farmacologia sperimentale,194 (2009): 31-74. doi:10.1007/978-3-540-79090-7_2

Walden, Anna L et al. "Sintomi vescicali e intestinali tra gli adulti che presentano dolore lombare in una clinica chiropratica accademica: risultati di uno studio preliminare". Giornale di medicina chiropratica vol. 13,3 (2014): 178-87. doi:10.1016/j.jcm.2014.07.006

Wood, Jackie D. "Neurofisiologia dei disturbi gastrointestinali funzionali". Rivista mondiale di gastroenterologia vol. 13,9 (2007): 1313-32. doi:10.3748/wjg.v13.i9.1313