ClickCease
+ 1-915-850-0900 spinedoctors@gmail.com
Seleziona Pagina

Mal di schiena lombare

Team di chiropratica per il mal di schiena della clinica alla schiena. Più dell'80% della popolazione soffre di mal di schiena ad un certo punto della propria vita. La maggior parte dei casi può essere collegata alle cause più comuni: affaticamento muscolare, lesioni o uso eccessivo. Ma può anche essere attribuito a una condizione specifica della colonna vertebrale: ernia del disco, malattia degenerativa del disco, spondilolistesi, stenosi spinale e osteoartrite. Condizioni meno comuni sono la disfunzione dell'articolazione sacroiliaca, i tumori spinali, la fibromialgia e la sindrome del piriforme.

Il dolore è causato da danni o lesioni ai muscoli e ai legamenti della schiena. Il Dr. Alex Jimenez ha compilato articoli che delineano l'importanza di comprendere le cause e gli effetti di questo fastidioso sintomo. La chiropratica si concentra sul ripristino della forza e della flessibilità di una persona per aiutare a migliorare i sintomi del dolore lombare.


Calzature per alleviare il mal di schiena: scegliere le scarpe giuste

Calzature per alleviare il mal di schiena: scegliere le scarpe giuste

Le calzature possono causare mal di schiena e problemi ad alcuni individui. Comprendere la connessione tra calzature e problemi alla schiena può aiutare le persone a trovare le scarpe giuste per mantenere la salute della schiena e alleviare il dolore?

Calzature per alleviare il mal di schiena: scegliere le scarpe giuste

Mal di schiena da calzature

La schiena fornisce la forza per le attività fisiche. Il mal di schiena influisce sulla vita quotidiana e può avere diverse cause. Una postura malsana, camminare, torcersi, girarsi, piegarsi e allungarsi possono contribuire a problemi alla schiena che provocano dolore. Secondo il CDC, il 39% degli adulti riferisce di convivere con il mal di schiena (Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie, 2019). Anche calzature inadeguate possono contribuire al mal di schiena. Selezionare attentamente le calzature può aiutare ad alleviare il dolore e a mantenere la salute della colonna vertebrale. Gli individui possono provare meno dolore e gestire i sintomi scegliendo scarpe che mantengano l’allineamento della colonna vertebrale e proteggano i piedi dagli impatti violenti.

Comprendere la connessione mal di schiena-calzature

Calzature inadeguate potrebbero essere la causa del mal di schiena. Ciò che colpisce le ossa nella parte inferiore del sistema neuromuscoloscheletrico si irradia verso l’alto e colpisce la colonna vertebrale e i muscoli della schiena. Le calzature utilizzate viaggiano verso l'alto, influenzando l'andatura, la postura, l'allineamento della colonna vertebrale e altro ancora. Quando i problemi alla schiena provengono dai piedi, si tratta di problemi biomeccanici. Biomeccanica significa come le ossa, le articolazioni e i muscoli lavorano insieme e come i cambiamenti nelle forze esterne influenzano il corpo.

Meccanismo

Quando i piedi toccano il suolo, sono le prime estremità ad assorbire gli urti del resto del corpo. Gli individui inizieranno a camminare in modo diverso se hanno un problema o cambiano i piedi. Indossare scarpe con un supporto inadeguato può aumentare l’usura dei muscoli e delle articolazioni, portando a movimenti scomodi e innaturali. Ad esempio, considera la differenza tra stare in punta di piedi con i tacchi alti e lo stato naturale di piede piatto. Le scarpe ben imbottite aiutano ad assorbire l'impatto e ad attenuare le sensazioni di dolore. Le pressioni su ciascuna articolazione spostano l’equilibrio, causando problemi di instabilità con una pressione minore su alcune e maggiore su altre. Ciò crea uno squilibrio che porta a dolore e condizioni articolari.

Posizione

Mantenere una postura sana è un altro fattore per prevenire o alleviare il mal di schiena. Con le calzature giuste, il corpo può mantenere una posizione più sana e la giusta curvatura su tutta la colonna vertebrale, oltre a distribuire il peso in modo uniforme. Ciò si traduce in una diminuzione dello stress su legamenti, muscoli e articolazioni. (Pubblicazione sulla salute di Harvard. 2014) Si consiglia di consultare un ortopedico per arrivare alla radice della condizione di un individuo. Per alcuni, un’ernia del disco, una sciatica, un incidente automobilistico, una caduta, un’ergonomia malsana o una combinazione di questi, così come altri problemi di fondo, possono contribuire al mal di schiena.

Tipi di scarpe e loro impatto sulla schiena

In che modo le varie scarpe influiscono sulla postura, causando o alleviando potenzialmente il mal di schiena.

Tacchi alti

I tacchi alti possono sicuramente contribuire al mal di schiena. Cambiano la postura del corpo, provocando un effetto domino sulla colonna vertebrale. Il peso del corpo viene spostato per aumentare la pressione sugli avampiedi e l'allineamento della colonna vertebrale viene alterato. I tacchi alti influenzano anche il modo in cui le caviglie, le ginocchia e i fianchi si muovono quando si cammina, l’equilibrio e il modo in cui funzionano i muscoli della schiena, tutti fattori che possono peggiorare il mal di schiena.

Scarpe basse

Le scarpe basse potrebbero non essere la scelta migliore per la salute della colonna vertebrale. Se mancano di supporto all’arco plantare, possono causare la rotazione del piede verso l’interno, fenomeno noto come pronazione. Ciò può contribuire al disallineamento, che può affaticare le ginocchia, i fianchi e la parte bassa della schiena. Tuttavia, possono essere una buona scelta se forniscono supporto all’arco plantare. Indossando scarpe basse con un sostegno sano, il peso viene distribuito uniformemente sui piedi e sulla colonna vertebrale. Ciò aiuta a mantenere una postura corretta, che può aiutare a prevenire e/o alleviare il mal di schiena.

Scarpe da ginnastica, tennis e scarpe da ginnastica

Scarpe da ginnastica, tennis e Scarpe da ginnastica può alleviare il mal di schiena con un'ammortizzazione e un supporto completi. Scegliere quelli giusti implica determinare l'attività che verrà svolta in essi. Ci sono tennis, corsa, basket, pickleball, scarpe da pattinaggio e altro ancora. Ricerca quali caratteristiche saranno necessarie per lo sport o l'attività. Ciò potrebbe includere:

  • Coppe del tallone
  • Ammortizzazione della soletta
  • Ampia base
  • Altre caratteristiche per soddisfare le esigenze individuali del piede.

Si consiglia di cambiare le scarpe da ginnastica ogni 300-500 miglia di camminata o corsa o quando presentano segni di irregolarità quando posizionate su una superficie piana, poiché suole usurate e materiali degradati possono aumentare il rischio di lesioni e mal di schiena. (Accademia americana di medicina sportiva podiatrica, 2024). Se un certo paio mette le gambe, i fianchi o le caviglie in una posizione innaturale o impedisce il movimento regolare, potrebbe essere il momento di sostituirli.

Scegliere le scarpe giuste

La soluzione ideale per scegliere l'abbigliamento delle scarpe è ottenere un'analisi dell'andatura e una revisione di come cammini e corri. Diversi operatori sanitari possono offrire questo servizio per personalizzare la ricerca di ogni individuo delle scarpe giuste per il mal di schiena. Nell'analisi dell'andatura, alle persone viene chiesto di correre e camminare, a volte davanti alla telecamera, mentre un professionista annota le tendenze fisiche, come quando il piede tocca il suolo e se rotola verso l'interno o verso l'esterno. Ciò fornisce dati sulla postura, sul movimento, sui livelli di dolore, sulla quantità di supporto dell'arco plantare necessario e sul tipo da indossare per prevenire il mal di schiena. Una volta completata l'analisi, ti guiderà su cosa cercare, ad esempio quale livello di supporto dell'arco plantare, altezza del tallone o materiale è più adatto a te.

La clinica di medicina funzionale e chiropratica per lesioni mediche è specializzata in terapie progressive e all'avanguardia e procedure di riabilitazione funzionale incentrate sulla fisiologia clinica, salute totale, allenamento pratico della forza e condizionamento completo. Ci concentriamo sul ripristino delle normali funzioni corporee dopo traumi e lesioni dei tessuti molli. Utilizziamo protocolli chiropratici specializzati, programmi benessere, nutrizione funzionale e integrativa, allenamento fitness per agilità e mobilità e sistemi di riabilitazione per tutte le età. I nostri programmi sono naturali e sfruttano la capacità del corpo di raggiungere specifici obiettivi misurati invece di introdurre sostanze chimiche dannose, controverse sostituzioni ormonali, interventi chirurgici indesiderati o farmaci che creano dipendenza. Abbiamo collaborato con i migliori medici, terapisti e formatori della città per fornire trattamenti di alta qualità che consentano ai nostri pazienti di mantenere uno stile di vita più sano e vivere una vita funzionale con più energia, un atteggiamento positivo, un sonno migliore e meno dolore .


Vantaggi dell'utilizzo di plantari personalizzati


Riferimenti

Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie. (2019). Dolore alla schiena, agli arti inferiori e agli arti superiori tra gli adulti statunitensi, 2019. Estratto da www.cdc.gov/nchs/products/databriefs/db415.htm

Pubblicazione sulla salute di Harvard. (2014). Postura e salute della schiena. Educazione sanitaria ad Harvard. www.health.harvard.edu/pain/posture-and-back-health

Accademia americana di medicina sportiva podiatrica. Ayne Furman, DF, AAPSM. (2024). Come faccio a sapere quando è il momento di sostituire le mie scarpe da ginnastica?

Opzioni di trattamento efficaci per la stenosi spinale lombare: decompressione spinale

Opzioni di trattamento efficaci per la stenosi spinale lombare: decompressione spinale

Gli individui con stenosi spinale lombare possono utilizzare la decompressione spinale per ridurre la lombalgia e ripristinare la mobilità?

Introduzione

Molte persone in tutto il mondo hanno avuto a che fare, ad un certo punto della loro vita, con lombalgia che ha influito sulla loro mobilità e sulla loro routine. Numerosi fattori ambientali possono portare allo sviluppo della lombalgia, come il sollevamento di carichi pesanti inadeguati, una postura scorretta, lesioni traumatiche e incidenti che possono colpire i muscoli circostanti, il midollo spinale e le radici nervose. Quando ciò accade, può portare alla stenosi spinale lombare e causare profili di rischio sovrapposti correlati alla lombalgia. Quando le persone hanno a che fare con la stenosi spinale lombare, potrebbero pensare che il loro dolore sia negli arti inferiori. A quel punto, molte persone cercano un trattamento non solo per ridurre la lombalgia, ma anche per ridurre gli effetti della stenosi spinale lombare. Alcuni trattamenti, come la decompressione spinale, che è un trattamento non chirurgico, possono aiutare a ripristinare la mobilità del corpo. L'articolo di oggi esamina il modo in cui la stenosi spinale lombare influisce sulla parte bassa della schiena e la sua diagnosi, osservando al tempo stesso come la decompressione spinale può fornire sollievo all'individuo e avere benefici positivi nel ripristino della mobilità. Parliamo con fornitori medici certificati che consolidano le informazioni dei nostri pazienti per valutare come la stenosi spinale lombare sia correlata al dolore lombare, causando problemi di mobilità. Informiamo e guidiamo inoltre i pazienti su come la decompressione spinale sia un'eccellente forma di trattamento che può essere combinata con altre terapie. Incoraggiamo i nostri pazienti a porre ai loro operatori sanitari associati domande complesse e importanti sull'integrazione della terapia di decompressione per alleviare gli effetti del dolore causati dalla stenosi lombare riducendo al contempo gli effetti del dolore sovrapposti come la lombalgia per riacquistare la mobilità di una persona. Il Dr. Jimenez, DC, include queste informazioni come servizio accademico. Negazione di responsabilità.

 

Come la stenosi spinale lombare influisce sulla parte bassa della schiena

Senti sensazioni di formicolio nella parte posteriore delle gambe che incidono sulla tua capacità di muoverti? Oppure la parte bassa della schiena sembra meno mobile del solito? Quando molte persone soffrono di lombalgia durante la loro vita, spesso può essere correlata alla stenosi spinale lombare. La stenosi spinale lombare di solito si verifica quando il canale spinale nella parte bassa della schiena si restringe, portando a cambiamenti degenerativi. Quando il canale spinale inizia a restringersi nella colonna vertebrale, può causare notevole disagio, interferire con le attività quotidiane e provocare disabilità progressiva in molti individui. (Munakomi et al., 2024) I sintomi causati dalla stenosi spinale lombare vanno da lievi a gravi e dipendono da fattori ambientali. Allo stesso tempo, la stenosi spinale lombare è caratterizzata da sintomi come la lombalgia che può causare cambiamenti spondilotici che inducono lombalgia che può avere un impatto negativo sulla qualità della vita di una persona. (Ogon et al., 2022) Ciò induce molte persone a rivolgersi ai propri medici di base per ottenere una diagnosi e imparare come gestire il dolore associato alla stenosi spinale lombare.

 

La diagnosi della stenosi spinale lombare

Quando si tratta di diagnosticare la stenosi spinale lombare, molti operatori sanitari incorporano una valutazione completa, che include un esame fisico per vedere quanto è mobile la schiena di una persona e test di imaging come risonanza magnetica e scansioni TC per visualizzare il canale spinale e valutare l'estensione della stenosi spinale lombare. restringimento che causa dolore agli arti inferiori. Questo perché quando gli individui sono affetti da stenosi spinale lombare, questa può manifestarsi con claudicatio neurogena negli arti inferiori, specialmente quando una persona è in piedi o seduta. Il dolore diminuisce quando la loro posizione viene cambiata. (Sobanski et al., 2023) Inoltre, la stenosi spinale lombare è uno dei disturbi spinali più comunemente diagnosticati e valutato da molti professionisti sanitari. Quando c'è un restringimento del canale spinale, che porta allo sviluppo della colonna lombare, movimenti semplici come camminare possono esacerbare i sintomi alle estremità inferiori e aumentare l'ossigeno nei nervi spinali, che può superare il flusso sanguigno disponibile alle estremità. (Cervi et al., 2019) A quel punto, trattamenti come la decompressione spinale possono aiutare a ridurre il dolore lombare associato alla stenosi spinale lombare.

 


L'approccio non chirurgico al benessere - Video


Un percorso verso il sollievo utilizzando la decompressione spinale

Quando si tratta di persone che soffrono di dolore causato dalla stenosi spinale lombare, molte persone possono cercare trattamenti non chirurgici come la decompressione spinale per alleviare il dolore lombare. La decompressione spinale è emersa come un'opzione di trattamento non invasiva ed efficace per la stenosi spinale lombare. Utilizza una delicata trazione meccanica sulla colonna vertebrale da allungare, alleviando i nervi spinali creando più spazio all'interno del canale spinale. La decompressione spinale diminuisce il processo degenerativo mentre i muscoli circostanti vengono allungati delicatamente e l'altezza del disco spinale aumenta a causa della pressione negativa. (Kang et al., 2016

 

I vantaggi della decompressione spinale e del ripristino della mobilità

Inoltre, la delicata trazione derivante dalla decompressione spinale aiuta a migliorare il flusso di produzione di nutrienti e ossigeno verso i dischi vertebrali e la colonna vertebrale interessati per favorire un migliore ambiente di guarigione per il corpo. Poiché la decompressione spinale può essere combinata con altri trattamenti non chirurgici, come la terapia fisica e la manipolazione spinale, può fornire effetti positivi a lungo termine per le persone con stenosi spinale lombare. (Ammendolia et al., 2022) Alcuni dei risultati benefici della decompressione spinale includono:

  • Sollievo dal dolore alleviando la pressione sui nervi spinali per ridurre significativamente il dolore e il disagio negli arti inferiori. 
  • Una migliore mobilità consente all’individuo di tornare facilmente alle proprie attività quotidiane.

Molte persone possono trarre beneficio dalla decompressione spinale per ridurre gli effetti della stenosi spinale lombare e ripristinare la mobilità degli arti inferiori dopo sessioni consecutive per ridurre le possibilità che il dolore si ripresenti. Pensando di più alla propria salute e al proprio benessere, molte persone possono apportare piccoli cambiamenti di routine nelle proprie attività per mitigare il dolore e rimanere mobili per tutta la vita. Ciò consente loro di avere un senso di speranza per alleviare il dolore che hanno subito. 

 


Riferimenti

Ammendolia, C., Hofkirchner, C., Plener, J., Bussieres, A., Schneider, MJ, Young, JJ, Furlan, AD, Stuber, K., Ahmed, A., Cancelliere, C., Adeboyejo, A ., & Ornelas, J. (2022). Trattamento non chirurgico per la stenosi spinale lombare con claudicatio neurogena: una revisione sistematica aggiornata. BMJ Aperto, 12(1), e057724. doi.org/10.1136/bmjopen-2021-057724

Deer, T., Sayed, D., Michels, J., Josephson, Y., Li, S. e Calodney, AK (2019). Una revisione della stenosi spinale lombare con claudicatio neurogena intermittente: malattia e diagnosi. Dolore Med, 20(Suppl 2), S32-S44. doi.org/10.1093/pm/pnz161

Kang, JI, Jeong, DK e Choi, H. (2016). Effetto della decompressione spinale sull'attività muscolare lombare e sull'altezza del disco in pazienti con ernia del disco intervertebrale. Giornale di scienza della terapia fisica, 28(11), 3125-3130. doi.org/10.1589/jpts.28.3125

Munakomi, S., Foris, LA, & Varacallo, M. (2024). Stenosi spinale e claudicatio neurogena. In StatPerle. www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/28613622

Ogon, I., Teramoto, A., Takashima, H., Terashima, Y., Yoshimoto, M., Emori, M., Iba, K., Takebayashi, T., & Yamashita, T. (2022). Fattori associati alla lombalgia in pazienti con stenosi spinale lombare: uno studio trasversale. BMC Musculoskelet Disord, 23(1), 552. doi.org/10.1186/s12891-022-05483-7

Sobanski, D., Staszkiewicz, R., Stachura, M., Gadzielinski, M., & Grabarek, BO (2023). Presentazione, diagnosi e gestione del dolore lombare associato alla stenosi spinale: una revisione narrativa. Med Sci Monit, 29, E939237. doi.org/10.12659/MSM.939237

 

Negazione di responsabilità

Nastro kinesiologico per il dolore dell'articolazione sacroiliaca: sollievo e gestione

Nastro kinesiologico per il dolore dell'articolazione sacroiliaca: sollievo e gestione

Per le persone che soffrono di disfunzione e dolore dell'articolazione sacroiliaca/SIJ, l'applicazione del nastro kinesiologico potrebbe aiutare a portare sollievo e a gestire i sintomi?

Nastro kinesiologico per il dolore dell'articolazione sacroiliaca: sollievo e gestione

Nastro kinesiologico per dolore all'articolazione sacroiliaca

Un disturbo lombare comune durante la gravidanza. Il dolore si manifesta solitamente su uno o entrambi i lati della schiena, appena sopra i glutei, va e viene e può limitare la capacità di piegarsi, sedersi e svolgere varie attività fisiche. (Moayad Al-Subahi et al., 2017) Il nastro terapeutico fornisce supporto consentendo il movimento e può aiutare a trattare e gestire il dolore all'articolazione sacroiliaca/SIJ:

  • Diminuzione degli spasmi muscolari.
  • Facilitare la funzione muscolare.
  • Aumento della circolazione sanguigna verso e attorno alla sede del dolore.
  • Diminuzione dei punti trigger muscolari.

Meccanismo

Alcuni studi hanno scoperto che il taping dell’articolazione sacroiliaca presenta vantaggi che includono:

  1. Una teoria è che aiuta a sollevare e trattenere i tessuti sovrastanti dall’articolazione SI, il che aiuta a ridurre la pressione attorno ad essa.
  2. Un'altra teoria è che il sollevamento dei tessuti aiuta a creare un differenziale di pressione sotto il nastro, come una decompressione non chirurgica, consentendo una maggiore circolazione ai tessuti che circondano l'articolazione sacroiliaca.
  3. Questo inonda l'area di sangue e sostanze nutritive, creando un ambiente di guarigione ottimale.

Applicazioni

Un'articolazione sacroiliaca sui lati destro e sinistro collega il bacino all'osso sacro o alla parte più bassa della colonna vertebrale. Per applicare correttamente il nastro kinesiologico, individuare la parte più bassa della schiena all'interno dell'area pelvica. (Francisco Selva et al., 2019) Chiedi aiuto a un amico o un familiare se non riesci a raggiungere la zona.

Immagine del blog che tratta il diagramma sacroiliacoPassaggi di registrazione:

  • Taglia tre strisce di nastro, ciascuna lunga da 4 a 6 pollici.
  • Sedersi su una sedia e piegare leggermente il corpo in avanti.
  • Se qualcuno ti sta aiutando, puoi alzarti e piegarti leggermente in avanti.
  • Rimuovi la striscia di sollevamento al centro e allunga il nastro per esporre diversi centimetri, lasciando le estremità coperte.
  • Applicare il nastro esposto ad angolo sopra l'articolazione sacroiliaca, come se si tracciasse la prima linea di una X, appena sopra i glutei, con il nastro completamente teso.
  • Staccare le strisce staccabili dalle estremità e farle aderire senza allungarle.
  • Ripetere i passaggi dell'applicazione con una seconda striscia, aderendo con un angolo di 45 gradi alla prima striscia, formando una X sopra l'articolazione sacroiliaca.
  • Ripeti l'operazione con l'ultima striscia orizzontalmente attraverso la X ricavata dai primi due pezzi.
  • Dovrebbe esserci un nastro a forma di stella sopra l'articolazione sacroiliaca.
  1. Il nastro kinesiologico può rimanere sull'articolazione sacroiliaca per tre o cinque giorni.
  2. Fai attenzione ai segni di irritazione attorno al nastro.
  3. Rimuovi il nastro se la pelle si irrita e consulta il tuo medico di base, il fisioterapista o il chiropratico per altre opzioni di trattamento.
  4. Alcuni individui con condizioni specifiche dovrebbero evitare di utilizzare il nastro e ottenere conferma che sia sicuro.
  5. Gli individui con grave dolore sacroiliaco in cui l'autogestione non funziona dovrebbero consultare un operatore sanitario, un fisioterapista e/o un chiropratico per una valutazione e per apprendere esercizi terapeutici e trattamenti per aiutare a gestire la condizione.

Sciatica durante la gravidanza


Riferimenti

Al-Subahi, M., Alayat, M., Alshehri, MA, Helal, O., Alhasan, H., Alalawi, A., Takrouni, A., & Alfaqeh, A. (2017). L'efficacia degli interventi fisioterapici per la disfunzione dell'articolazione sacroiliaca: una revisione sistematica. Giornale di scienza della terapia fisica, 29(9), 1689–1694. doi.org/10.1589/jpts.29.1689

Do-Yun Shin e Ju-Young Heo. (2017). Gli effetti del kinesiotaping applicato sull'erettore della colonna vertebrale e sull'articolazione sacroiliaca sulla flessibilità lombare. Il giornale della terapia fisica coreana, 307-315. doi.org/https://doi.org/10.18857/jkpt.2017.29.6.307

Selva, F., Pardo, A., Aguado, X., Montava, I., Gil-Santos, L., & Barrios, C. (2019). Uno studio sulla riproducibilità delle applicazioni del nastro kinesiologico: revisione, affidabilità e validità. Disturbi muscoloscheletrici BMC, 20(1), 153. doi.org/10.1186/s12891-019-2533-0

Comprendere l'elettroagopuntura e come allevia l'infiammazione dell'intestino

Comprendere l'elettroagopuntura e come allevia l'infiammazione dell'intestino

Le persone che soffrono di infiammazione intestinale possono trovare sollievo con l’elettroagopuntura per ridurre i sintomi della lombalgia e migliorare la funzione intestinale?

Introduzione

Quando si tratta del corpo, il sistema intestinale ha una relazione molto interessante con i vari gruppi corporei. Il sistema intestinale collabora con il sistema nervoso centrale, immunitario e muscolo-scheletrico poiché aiuta a proteggere il corpo dai batteri nocivi regolando l’infiammazione. Tuttavia, quando i fattori ambientali iniziano a influenzare il corpo e mandano in tilt il sistema intestinale, possono causare numerosi problemi di dolore e disagio al corpo. Uno dei problemi che l’intestino può influenzare è il sistema muscolo-scheletrico, causando problemi di mal di schiena associati all’infiammazione dell’intestino. Tuttavia, numerosi trattamenti possono aiutare a ridurre gli effetti dell’infiammazione intestinale che causa il mal di schiena. L'articolo di oggi esamina la connessione del dolore intestino-schiena, come l'elettroagopuntura può essere integrata come trattamento e come può ridurre l'infiammazione. Parliamo con operatori sanitari certificati che consolidano le informazioni dei nostri pazienti per valutare l'impatto dell'infiammazione intestinale sui loro corpi, causando mal di schiena. Informiamo e guidiamo inoltre i pazienti su come la terapia con elettroagopuntura può aiutare a ridurre gli effetti infiammatori che causano problemi all’intestino e alla schiena e a ripristinare la funzione intestinale. Incoraggiamo i nostri pazienti a porre ai loro fornitori medici associati domande complesse e importanti sull'integrazione di vari trattamenti non chirurgici per ridurre l'infiammazione intestinale correlata al mal di schiena. Il Dr. Jimenez, DC, include queste informazioni come servizio accademico. Negazione di responsabilità.

 

La connessione del dolore intestino-schiena

Senti dolori muscolari o dolori allo stomaco o alla parte bassa della schiena? Che ne dici di irradiare calore in varie aree del tuo corpo? Oppure hai vissuto momenti di basso consumo energetico durante la giornata? Sebbene l'intestino sia noto come il secondo cervello poiché collabora con il sistema immunitario, uno dei suoi ruoli cruciali è la regolazione del sistema immunitario del corpo. Questo perché il microbioma intestinale ospita trilioni di batteri per digerire il cibo e proteggere il corpo dai batteri cattivi. Quando i fattori ambientali iniziano a influenzare il delicato ecosistema dell'intestino, il sistema immunitario può diventare iperattivo, provocando la produzione di massa di citochine infiammatorie e questo effetto può diffondersi in tutto il corpo, manifestandosi così in vari sintomi e condizioni simili al dolore, tra cui mal di schiena. Poiché l'infiammazione è la risposta di difesa del corpo a lesioni o infezioni, elimina il problema dannoso nell'area interessata e aiuta a guarire. Pertanto, quando le citochine infiammatorie iniziano a produrre massa a causa dell’infiammazione intestinale, possono compromettere il sistema intestinale, consentendo alle tossine e ai batteri di entrare nel flusso sanguigno e viaggiare in diverse aree del corpo, causando dolore. Ora, ciò è dovuto a vari fattori ambientali che portano allo sviluppo del mal di schiena. Quando i batteri nocivi dell’infiammazione iniziano a causare mal di schiena, possono attaccarsi e influenzare l’omeostasi del disco intervertebrale, inducendo il sistema immunitario ad attaccare il disco intervertebrale e causare mal di schiena. (Yao et al., 2023) Ciò è dovuto alla connessione tra l'intestino e la schiena attraverso complessi percorsi nervosi che inviano informazioni dall'intestino alla schiena e fino al cervello.

 

 

Pertanto, quando l’infiammazione inizia a causare problemi nel corpo, può portare a problemi muscoloscheletrici come il mal di schiena. L’infiammazione intestinale può causare uno squilibrio tra la composizione del simbionte e del patobionte per diminuire l’integrità e la funzione delle barriere intestinali, indurre dolore e aumentare le molecole infiammatorie. (Ratna et al., 2023) Le molecole infiammatorie possono esacerbare i recettori del dolore e la tensione muscolare, provocando disagio e dolore nella parte bassa della schiena. Per coincidenza, fattori ambientali come una cattiva postura, l’inattività fisica e cattive abitudini alimentari possono far sì che il sistema intestinale induca l’infiammazione dei muscoli della schiena. Quando c’è disbiosi nel microbiota intestinale, gli effetti infiammatori possono essere indirettamente associati al dolore viscerale e al funzionamento del sistema nervoso centrale per alterare il corpo e portarlo in uno stato persistente di infiammazione sistemica cronica per indurre mal di schiena. (Dekker Nitert et al., 2020). Tuttavia, esistono numerosi trattamenti non chirurgici e approcci olistici per ridurre l’infiammazione intestinale e alleviare il mal di schiena.

 

Integrazione dell'elettroagopuntura come trattamento

Quando le persone avvertono mal di schiena associato a infiammazione intestinale, si rivolgeranno al proprio medico di base e spiegheranno la situazione. Data la connessione tra infiammazione intestinale e mal di schiena, affrontando i fattori ambientali che causano questi profili di rischio sovrapposti, molti medici possono collaborare con specialisti del dolore per ridurre sia l’infiammazione intestinale che il mal di schiena. Specialisti del dolore come chiropratici, agopuntori e massaggiatori possono aiutare a rafforzare i muscoli interessati che causano mal di schiena e fornire approcci olistici come vitamine antinfiammatorie e integratori per ridurre l’infiammazione intestinale. Uno dei trattamenti non chirurgici più antichi che possono fare entrambe le cose è l’elettroagopuntura. L'elettroagopuntura combina la terapia tradizionale cinese e la tecnologia moderna che utilizza la stimolazione elettrica e sottili aghi solidi da inserire nei punti terapeutici del corpo per ottenere qi o energia. Ciò che fa è fornire stimolazione elettrica ed effetti antinfiammatori per indurre riflessi colinergici nell’intestino e nell’asse HPA. (Yang et al., 2024) L'elettroagopuntura può anche essere combinata con altre terapie per ridurre gli effetti infiammatori associati al mal di schiena.

 

In che modo l'elettroagopuntura riduce l'infiammazione intestinale

Poiché l’elettroagopuntura può ridurre l’infiammazione intestinale che causa mal di schiena, può aiutare a regolare la flora intestinale promuovendo la motilità intestinale e bloccando i segnali del dolore che colpiscono i muscoli della schiena. (An et al., 2022) Questo perché l'elettroagopuntura può aiutare a rilassare i muscoli tesi che causano mal di schiena. Inoltre, quando le persone si avvicinano a questo trattamento, è sotto la guida di agopuntori altamente qualificati che possono inserire gli aghi correttamente adattando al contempo la terapia di elettroagopuntura alle esigenze e al dolore specifici della persona. Poiché l’elettroagopuntura può essere combinata con altre terapie, può ridurre efficacemente il peso corporeo e ripristinare la digestione e l’assorbimento per modellare il microbiota intestinale. (Xia et al., 2022) Ciò consente alle persone di apportare piccole modifiche alla loro routine e prevenire che l'infiammazione intestinale colpisca il corpo e causi mal di schiena. Possono migliorare la qualità della vita incorporando l’elettroagopuntura come parte del loro trattamento di salute e benessere. 

 


Svelare i segreti dell'infiammazione-Video


Riferimenti

An, J., Wang, L., Song, S., Tian, ​​L., Liu, Q., Mei, M., Li, W., & Liu, S. (2022). L’elettroagopuntura riduce la glicemia regolando la flora intestinale nei topi diabetici di tipo 2. J Diabete, 14(10), 695-710. doi.org/10.1111/1753-0407.13323

Dekker Nitert, M., Mousa, A., Barrett, HL, Naderpoor, N., & de Courten, B. (2020). La composizione alterata del microbiota intestinale è associata al mal di schiena negli individui in sovrappeso e obesi. Front Endocrinol (Lausanne), 11 605. doi.org/10.3389/fendo.2020.00605

Ratna, HVK, Jeyaraman, M., Yadav, S., Jeyaraman, N., & Nallakumarasamy, A. (2023). L’intestino disbiotico è la causa della lombalgia? Cureus, 15(7), e42496. doi.org/10.7759/cureus.42496

Xia, X., Xie, Y., Gong, Y., Zhan, M., He, Y., Liang, X., Jin, Y., Yang, Y., & Ding, W. (2022). L’elettroagopuntura ha promosso le difese intestinali e ha salvato il microbiota cecale disbiotico di topi obesi indotti da una dieta ad alto contenuto di grassi. Scienza della vita, 309 120961. doi.org/10.1016/j.lfs.2022.120961

Yang, Y., Pang, F., Zhou, M., Guo, X., Yang, Y., Qiu, W., Liao, C., Chen, Y., & Tang, C. (2024). L'elettroagopuntura riduce la malattia infiammatoria intestinale nei topi obesi attivando le vie di segnalazione Nrf2/HO-1 e riparando la barriera intestinale. Diabete Metab Syndr Obes, 17, 435-452. doi.org/10.2147/DMSO.S449112

Yao, B., Cai, Y., Wang, W., Deng, J., Zhao, L., Han, Z., & Wan, L. (2023). L'effetto del microbiota intestinale sulla progressione della degenerazione del disco intervertebrale. chirurgia ortopedica, 15(3), 858-867. doi.org/10.1111/os.13626

Negazione di responsabilità

La guida definitiva per rafforzare i muscoli multifidi

La guida definitiva per rafforzare i muscoli multifidi

Per le persone che soffrono di lombalgia, la comprensione dell’anatomia e della funzione del muscolo multifido può aiutare nella prevenzione degli infortuni e nello sviluppo di un piano di trattamento altamente efficace?

La guida definitiva per rafforzare i muscoli multifidi

Muscolo multifido

I muscoli multifidi sono lunghi e stretti su entrambi i lati della colonna vertebrale, il che aiuta a stabilizzare la regione inferiore della colonna vertebrale o della colonna lombare. (Maryse Fortin, Luciana Gazzi Macedo 2013) Sedersi troppo, praticare posture non salutari e la mancanza di movimento possono progredire fino all'indebolimento o all'atrofia del muscolo multifido, che può portare all'instabilità della colonna vertebrale, alla compressione vertebrale e al mal di schiena. (Paul W. Hodges, Lieven Danneels 2019)

Anatomia

Conosciuto come strato profondo, è lo strato più interno dei tre strati muscolari della schiena e controlla il movimento della colonna vertebrale. Gli altri due strati, conosciuti come intrinseco e superficiale, sono responsabili della gabbia toracica/toracica e del movimento delle spalle. (Anouk Agten et al., 2020) Il multifidus ha punti di attacco in:

  • La colonna vertebrale toracica della parte centrale della schiena.
  • La colonna lombare della parte bassa della schiena.
  • La spina iliaca – la base dell'osso iliaco a forma di ala del bacino.
  • Sacro – serie di ossa alla base della colonna vertebrale collegate al coccige.
  • Quando si è in piedi o in movimento, il muscolo multifido lavora con i muscoli trasversali dell’addome e del pavimento pelvico per stabilizzare la colonna lombare. (Christine Lynders 2019)

Funzione muscolare

La funzione principale è quella di stabilizzare la parte bassa della schiena, ma aiuta anche ad estendere la parte inferiore della colonna vertebrale ogni volta che si allunga o si allunga. (Jennifer Padwal et al., 2020) Poiché il muscolo ha numerosi punti di attacco ed è servito da uno specifico ramo di nervi noto come rami posteriori, consente a ciascuna vertebra di lavorare individualmente e in modo più efficiente.

  • Ciò protegge dal deterioramento della colonna vertebrale e dallo sviluppo dell'artrite. (Jeffrey J. Hebert et al., 2015)
  • Il muscolo multifido lavora con altri due gruppi muscolari profondi per stabilizzare e muovere la colonna vertebrale. (Jeffrey J. Hebert et al., 2015)
  • Il muscolo rotatore consente la rotazione unilaterale, girando da un lato all'altro, e l'estensione bilaterale o piegandosi indietro e in avanti.
  • Il muscolo semispinale sopra il multifido consente l'estensione e la rotazione della testa, del collo e della parte superiore della schiena.
  • Il muscolo multifido garantisce la forza della colonna vertebrale perché ha più punti di attacco alla colonna vertebrale rispetto agli altri strati, il che riduce la flessibilità e la rotazione della colonna vertebrale ma aumenta la forza e la stabilità. (Anouk Agten et al., 2020)

Mal di schiena lombare

Un muscolo multifido debole destabilizza la colonna vertebrale e fornisce meno supporto alla vertebra. Ciò aggiunge pressione sui muscoli e sui tessuti connettivi tra e adiacenti alla colonna vertebrale, aumentando il rischio di sintomi di lombalgia. (Paul W. Hodges, Lieven Danneels 2019) La perdita di forza e stabilità muscolare può causare atrofia o deperimento. Ciò può causare compressione e altri problemi alla schiena. (Paul W. Hodges et al., 2015) I problemi alla schiena associati al deterioramento del muscolo multifido includono (Paul W. Hodges, Lieven Danneels 2019)

  • Ernia del disco – anche disco sporgente o scivolato.
  • Intrappolamento del nervo o compressione del nervo schiacciato.
  • Sciatica
  • Dolore riferito: dolore nervoso proveniente dalla colonna vertebrale avvertito in altre aree.
  • Osteoartrosi: artrite da usura
  • Osteofiti spinali – speroni ossei
  • I muscoli deboli del pavimento addominale o pelvico possono compromettere il core, aumentando il rischio di dolore lombare cronico e lesioni.

Si consiglia agli individui di consultare un fisioterapista e un chiropratico che possano aiutare a sviluppare il trattamento appropriato trattamento, riabilitazione e piano di rafforzamento basato sull'età, sull'infortunio, sulle condizioni di base e sulle capacità fisiche.


Gli esercizi per il core possono aiutare con il mal di schiena?


Riferimenti

Fortin, M. e Macedo, LG (2013). Aree trasversali del gruppo muscolare multifido e paraspinale di pazienti con lombalgia e pazienti di controllo: una revisione sistematica con particolare attenzione all'accecamento. Terapia fisica, 93(7), 873–888. doi.org/10.2522/ptj.20120457

Hodges, PW e Danneels, L. (2019). Cambiamenti nella struttura e nella funzione dei muscoli della schiena nella lombalgia: diversi punti temporali, osservazioni e meccanismi. The Journal of fisioterapia ortopedica e sportiva, 49(6), 464–476. doi.org/10.2519/jospt.2019.8827

Agten, A., Stevens, S., Verbrugghe, J., Eijnde, BO, Timmermans, A., & Vandenabeele, F. (2020). Il multifido lombare è caratterizzato da fibre muscolari di tipo I più grandi rispetto agli erettori spinali. Anatomia e biologia cellulare, 53(2), 143–150. doi.org/10.5115/acb.20.009

Lynders C. (2019). Il ruolo critico dello sviluppo del trasverso dell'addome nella prevenzione e nel trattamento della lombalgia. Rivista HSS: la rivista muscolo-scheletrica dell'Hospital for Special Surgery, 15(3), 214–220. doi.org/10.1007/s11420-019-09717-8

Padwal, J., Berry, DB, Hubbard, JC, Zlomislic, V., Allen, RT, Garfin, SR, Ward, SR, & Shahidi, B. (2020). Differenze regionali tra multifido lombare superficiale e profondo in pazienti con patologia cronica della colonna lombare. Disturbi muscoloscheletrici BMC, 21(1), 764. doi.org/10.1186/s12891-020-03791-4

Hebert, JJ, Koppenhaver, SL, Teyhen, DS, Walker, BF e Fritz, JM (2015). La valutazione della funzione del muscolo multifido lombare tramite palpazione: affidabilità e validità di un nuovo test clinico. Il diario della colonna vertebrale: giornale ufficiale della North American Spine Society, 15(6), 1196–1202. doi.org/10.1016/j.spinee.2013.08.056

Hodges, PW, James, G., Blomster, L., Hall, L., Schmid, A., Shu, C., Little, C., & Melrose, J. (2015). I cambiamenti muscolari del multifido dopo una lesione alla schiena sono caratterizzati da un rimodellamento strutturale del tessuto muscolare, adiposo e connettivo, ma non da atrofia muscolare: prove molecolari e morfologiche. Dorso, 40(14), 1057–1071. doi.org/10.1097/BRS.0000000000000972

Trattamenti efficaci per la lombalgia: soluzioni di elettroagopuntura

Trattamenti efficaci per la lombalgia: soluzioni di elettroagopuntura

Le persone con lombalgia possono utilizzare la terapia con elettroagopuntura per ridurre il dolore e ripristinare la mobilità nei loro corpi?

Introduzione

Molte persone in tutto il mondo hanno a che fare con lombalgie dovute a numerosi fattori e lesioni traumatiche che possono causare sintomi simili al dolore attorno ai dischi spinali, ai muscoli, ai legamenti e alle radici nervose. Questo perché il corpo esegue movimenti ripetitivi che causano uno stiramento eccessivo e una tensione eccessiva dei muscoli e dei legamenti circostanti, aggravando le radici nervose e causando dolore riferito. Oppure possono trattarsi di lesioni traumatiche che colpiscono i dischi vertebrali nella regione lombare che possono diventare erniati o degenerare fino ad aggravare le radici nervose e portare a dolore agli arti inferiori. Indipendentemente dall’esito, la lombalgia è un problema muscoloscheletrico comune e molte persone spesso cercano un trattamento per ridurre i suoi effetti simili al dolore e aiutare molte persone a ripristinare la mobilità. L'articolo di oggi esamina perché la lombalgia è un problema globale, come l'elettroagopuntura può aiutare a ridurla e come può riacquistare la mobilità. Parliamo con fornitori medici certificati che consolidano le informazioni dei nostri pazienti per capire meglio perché la lombalgia è un problema nei loro corpi. Informiamo e guidiamo inoltre i pazienti su come la terapia con elettroagopuntura può aiutare a ridurre la lombalgia e persino aiutare a ripristinare la mobilità del corpo. Incoraggiamo i nostri pazienti a porre ai loro fornitori medici associati domande complesse e importanti sulla riduzione dell'impatto della lombalgia e su come trovare varie terapie da incorporare. Il Dr. Jimenez, DC, include queste informazioni come servizio accademico. Negazione di responsabilità.

Perché la lombalgia è un problema globale?

Senti rigidità nella parte bassa della schiena dopo aver trasportato o sollevato un oggetto pesante? Senti un dolore irradiato che scende fino alle gambe? Oppure senti dolori muscolari nella parte bassa della schiena perché sei rimasto curvo per un lungo periodo? Molti di questi problemi simili al dolore sono correlati a fattori ambientali che possono causare lo sviluppo della lombalgia nel corpo. Quando si parla di lombalgia, si tratta di un problema socio-economico che ha un impatto a livello globale su molti individui, in particolare sui lavoratori. Quando molte persone eseguono vari movimenti o eseguono compiti, questi movimenti possono allentare gradualmente i legamenti nella parte bassa della schiena. Ciò fa sì che il corpo percepisca che qualcosa non va nella parte bassa della schiena e nelle strutture vitali della colonna vertebrale, adottando così altri metodi per mantenere la stabilità della colonna vertebrale. (Hauser et al., 2022

 

 

Inoltre, la maggior parte dei sintomi della lombalgia non sono specifici e i movimenti di sollevamento di carichi pesanti, piegamenti, torsioni e vibrazioni di tutto il corpo sono fattori di rischio professionale che portano allo sviluppo della lombalgia. (Becker & Childress, 2019) Ciò fa sì che molte persone con lombalgia debbano affrontare il peso di perdere il lavoro o di interrompere la loro routine quotidiana. Quando ciò accade, molte persone iniziano a cercare un trattamento per ridurre i sintomi causati dalla lombalgia.


Sbloccare il sollievo dal dolore - Video


Elettroagopuntura per la lombalgia

Quando si tratta di ridurre la lombalgia, molte persone si sottopongono a vari trattamenti per alleviare il dolore nella parte bassa della schiena e i sintomi associati. Pertanto, questo è il motivo per cui i trattamenti non chirurgici come l’elettroagopuntura possono aiutare ad alleviare il dolore lombare e aiutare gli arti inferiori a ritrovare la mobilità. L'elettroagopuntura è un'altra forma di agopuntura che utilizza la stimolazione elettrica sui punti terapeutici del corpo per bloccare i segnali del dolore. L'elettroagopuntura è stata ampiamente utilizzata per i disturbi muscoloscheletrici, inclusa la lombalgia, poiché è stata utilizzata come opzione terapeutica per ridurre l'uso di farmaci pur essendo un'opzione efficace se combinata con altre terapie. (Sung et al., 2021)

 

 

Inoltre, l'elettroagopuntura viene eseguita da professionisti altamente qualificati e, quando viene utilizzata per trattare la lombalgia, consente la stimolazione su ampie aree del corpo attorno al punto terapeutico per consentire parametri che includono l'intensità, la durata e la frequenza per consentire al dolore di scomparire. il luogo che dovrà essere individuato dagli operatori sanitari. (Francescato Torres et al., 2019) L'elettroagopuntura può aiutare a ridurre il dolore nella parte bassa della schiena e supportare molte persone attraverso varie tecniche per ripristinare la mobilità. (Kong, 2020)

 

Elettroagopuntura per ripristinare la mobilità

Quando si ripristina la mobilità del corpo dalla lombalgia, l'elettroagopuntura può fornire effetti terapeutici bloccando i segnali del dolore, provocando l'immobilità del corpo e consentendo ai muscoli di rilassarsi. (Sheng et al., 2021) L'elettroagopuntura combinata con altre terapie come la terapia fisica può aiutare ad allungare e rafforzare i muscoli e i legamenti circostanti della schiena per ridurre il dolore aggravante che colpisce la mobilità e rendere molte persone più consapevoli di quali movimenti causano la lombalgia. Quando le persone iniziano ad apportare piccoli o grandi cambiamenti alla propria salute e al proprio benessere, inizieranno a notare come si comportano evitando gli stessi movimenti ripetitivi che causano problemi alla parte bassa della schiena e vivendo una vita più sana. 

 


Riferimenti

Becker, BA, e Childress, MA (2019). Lombalgia aspecifica e ritorno al lavoro. Medico di famiglia americano, 100(11), 697-703. www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/31790184

www.aafp.org/pubs/afp/issues/2019/1201/p697.pdf

Francescato Torres, S., Brandt de Macedo, AC, Dias Antunes, M., Merllin Batista de Souza, I., Dimitre Rodrigo Pereira Santos, F., de Sousa do Espirito Santo, A., Ribeiro Jacob, F., Torres Cruz, A., de Oliveira Januario, P., & Pasqual Marques, A. (2019). Effetti delle frequenze dell'elettroagopuntura sulla lombalgia cronica negli anziani: protocollo in triplo cieco di 12 mesi per uno studio randomizzato e controllato. trials, 20(1), 762. doi.org/10.1186/s13063-019-3813-6

Hauser, RA, Matias, D., Woznica, D., Rawlings, B. e Woldin, BA (2022). Instabilità lombare come eziologia della lombalgia e suo trattamento mediante proloterapia: una revisione. J Indietro Riabilitazione Muscoloscheletrica, 35(4), 701-712. doi.org/10.3233/BMR-210097

Kong, JT (2020). Elettroagopuntura per il trattamento della lombalgia cronica: risultati preliminari della ricerca. Med Agopuntura, 32(6), 396-397. doi.org/10.1089/acu.2020.1495

Sheng, X., Yue, H., Zhang, Q., Chen, D., Qiu, W., Tang, J., Fan, T., Gu, J., Jiang, B., Qiu, M., & Chen, L. (2021). Efficacia dell'elettroagopuntura in pazienti con sindrome da fallimento chirurgico della schiena: protocollo di studio per uno studio randomizzato e controllato. trials, 22(1), 702. doi.org/10.1186/s13063-021-05652-4

Sung, WS, Park, JR, Park, K., Youn, I., Yeum, HW, Kim, S., Choi, J., Cho, Y., Hong, Y., Park, Y., Kim, EJ , & Nam, D. (2021). L'efficacia e la sicurezza dell'elettroagopuntura per la lombalgia cronica non specifica: un protocollo per la revisione sistematica e/o una meta-analisi. Medicina (Baltimora), 100(4), e24281. doi.org/10.1097/MD.0000000000024281

Negazione di responsabilità

L'agopuntura può aiutare a ridurre il dolore infiammatorio dell'intestino

L'agopuntura può aiutare a ridurre il dolore infiammatorio dell'intestino

Le persone che soffrono di infiammazione intestinale possono trovare sollievo dalla terapia con l’agopuntura per ridurre i sintomi del dolore associati come il mal di schiena?

Introduzione

Quando molti iniziano a pensare alla propria salute e al proprio benessere, noteranno i vari fattori che influenzano negativamente la loro routine quotidiana. Fattori ambientali o lesioni traumatiche possono causare un impatto sul corpo della persona, che quindi causa problemi muscolo-scheletrici e problemi agli organi. Uno dei problemi simili al dolore che molte persone sembrano affrontare è l'infiammazione dell'intestino e può causare un effetto a cascata sul corpo e portare a dolore riferito nelle parti superiore e inferiore del corpo. Ciò può influenzare la routine quotidiana di una persona e causare profili di rischio sovrapposti, portando a condizioni muscoloscheletriche come il mal di schiena. Allo stesso tempo, l’infiammazione intestinale può trovarsi in uno stadio acuto o cronico e diventare un problema per le persone con patologie preesistenti. Fortunatamente, numerosi trattamenti riducono l’infiammazione intestinale associata al mal di schiena e hanno un impatto positivo sugli individui. L'articolo di oggi esamina l'effetto dell'infiammazione intestinale sul corpo, come l'infiammazione intestinale è correlata al mal di schiena e come la terapia con agopuntura può aiutare a ridurre l'infiammazione intestinale. Parliamo con operatori sanitari certificati che consolidano le informazioni dei nostri pazienti per valutare l'impatto dell'infiammazione intestinale sui loro corpi e la correlazione con il mal di schiena. Informiamo e guidiamo inoltre i pazienti su come la terapia con agopuntura può aiutare a ridurre gli effetti infiammatori che causano problemi all’intestino e alla schiena. Incoraggiamo i nostri pazienti a porre ai loro operatori sanitari associati domande complesse e importanti su come il loro dolore sta causando problemi ai loro corpi. Il Dr. Jimenez, DC, include queste informazioni come servizio accademico. Negazione di responsabilità.

 

Gli effetti dell'infiammazione intestinale sul corpo

Ti senti estremamente stanco al mattino, anche dopo una notte intera? Hai avvertito dolore o tenerezza nell'intestino o in altre parti della schiena? Oppure avverti dolori muscolari o rigidità articolare nella parte bassa della schiena? Quando le persone sperimentano questi problemi infiammatori, potrebbe essere dovuto al fatto che il loro sistema intestinale avverte questi problemi simili al dolore. Il sistema intestinale è in relazione con il sistema nervoso centrale poiché fa parte dell’asse intestino-cervello e aiuta il sistema autonomo a influenzare attivamente il sistema immunitario. Ciò consente al sistema muscolo-scheletrico di promuovere la normale funzione corporea. Quando fattori ambientali o lesioni traumatiche iniziano a influenzare negativamente l’asse intestino-cervello e inducono il sistema immunitario a produrre in massa citochine infiammatorie e cortisolo che causano problemi muscoloscheletrici e intestinali. Gli effetti infiammatori del sistema intestinale causano danni alla funzione della barriera intestinale e alla traslocazione dei microbi intestinali e promuovono anche l’iperattivazione del sistema immunitario della mucosa per produrre citochine proinfiammatorie che alimentano l’infiammazione intestinale. (Amoroso et al., 2020) Quando ciò accade, può avere un impatto notevole sul sistema immunitario e il microbiota intestinale può essere attivato da fattori ambientali come la sindrome metabolica, l'obesità e il diabete di tipo 2, che hanno conseguenze dannose per il corpo umano. (Scheithauer et al., 2020) Ciò che questo fa al corpo è che l'infiammazione intestinale può influenzare il sistema immunitario, gli organi vitali e il sistema muscolo-scheletrico. 

 

L'infiammazione intestinale è correlata al mal di schiena

 

Quindi, il mal di schiena di solito si verifica quando molte persone hanno problemi intestinali associati a fattori ambientali. Quando la permeabilità intestinale inizia a gestire l’infiammazione, tutti i batteri e le citochine del sistema immunitario si produrranno rapidamente e viaggeranno verso i vari muscoli, tessuti e legamenti che iniziano a essere colpiti. Poiché il mal di schiena è una condizione muscoloscheletrica comune che molte persone soffrono, può essere presente anche un’infiammazione intestinale. Poiché i microbi batterici e le citochine infiammatorie raggiungono i muscoli della schiena e le strutture scheletriche della colonna vertebrale, possono iniziare a causare problemi degenerativi, portando al mal di schiena. La struttura scheletrica della colonna vertebrale è dotata di faccette articolari, dischi spinali e ossa che proteggono il midollo spinale e possono anche essere colpite dall’infiammazione dell’intestino. La barriera del disco sanguigno all’interno della colonna vertebrale protegge il disco spinale dagli effetti infiammatori che possono provocare problemi muscoloscheletrici. Tuttavia, quando i microbi batterici dell’intestino iniziano ad attaccarsi e ad abbattere la barriera del disco sanguigno, possono moltiplicarsi rapidamente poiché la sorveglianza del sistema immunitario non è disponibile, causando bassi livelli di ossigeno che degenerano i dischi spinali e causano problemi di mal di schiena. (Ratna et al., 2023) Allo stesso tempo, anche i fattori ambientali contribuiscono allo sviluppo del mal di schiena associato all'infiammazione dell'intestino. Fortunatamente, numerosi trattamenti possono aiutare non solo a ridurre l’infiammazione intestinale, ma anche a fornire sollievo dal dolore alla schiena.


Combattere l'infiammazione naturalmente- Video

Hai avuto a che fare con vari cambiamenti di umore che influenzano la tua routine quotidiana? Ti senti costantemente fiacco o stanco durante il giorno? Oppure senti dolori e dolori nella parte centrale e nella parte bassa della schiena? Molte persone che soffrono di questi problemi simili al dolore nel corpo hanno a che fare con un’infiammazione intestinale che colpisce la schiena. Quando i fattori ambientali iniziano a causare una sovrapproduzione di microbi batterici nella permeabilità intestinale, le citochine infiammatorie iniziano a indurre infiammazione nel sistema muscolo-scheletrico. Ciò può portare allo sviluppo di mal di schiena e causare problemi al corpo se non viene trattato immediatamente. È qui che vari trattamenti aiutano a ridurre gli effetti infiammatori del sistema intestinale e aiutano a ridurre i numerosi problemi che ha causato. Molti trattamenti non sono chirurgici e personalizzabili per le persone che soffrono di infiammazione intestinale associata al mal di schiena. Il video sopra mostra come i trattamenti non chirurgici possono aiutare a ridurre l’infiammazione in modo naturale e portare benefici a molte persone che soffrono di infiammazione intestinale.


L'agopuntura riduce l'infiammazione dell'intestino

 

Vari trattamenti non chirurgici possono variare dalla terapia di trazione alla cura chiropratica, a seconda della gravità del dolore e dei fattori ambientali che causano il problema. Per l’infiammazione dell’intestino, molte persone potrebbero provare l’agopuntura, una delle più antiche forme di trattamento non chirurgico che può aiutare a ridurre le citochine infiammatorie. L'agopuntura è originaria della Cina ed è utilizzata da professionisti medici altamente qualificati che utilizzano aghi fini, solidi e sottili da posizionare su vari punti terapeutici del corpo per ripristinare l'energia del corpo. L’agopuntura può anche fungere da terapia regolatoria multiforme che coinvolge molteplici meccanismi terapeutici per regolare l’asse HPA e ridurre i livelli di citochine proinfiammatorie. (Landgraaf et al., 2023) Allo stesso tempo, l'agopuntura può aiutare a recuperare la disfunzione gastrointestinale da vari disturbi intestinali bloccando i segnali neuronali del cervello che causano risposte infiammatorie all'intestino e al sistema muscolo-scheletrico. (Jang et al., 2020). L’agopuntura può anche essere combinata con altre terapie non chirurgiche per aiutare a migliorare la funzionalità del corpo, poiché gli agopuntori trovano i punti terapeutici all’interno del corpo per regolare il microbiota intestinale e l’infiammazione, regolando così la funzione del sistema nervoso centrale per migliorare la qualità della vita di una persona. (Bao et al., 2022) Incorporando l'agopuntura come parte della salute e del benessere di una persona, molte persone possono apportare piccoli cambiamenti nella loro routine quotidiana per ridurre l'eccessiva produzione di infiammazione intestinale e prevenire il ritorno delle comorbidità associate.

 


Riferimenti

Amoroso, C., Perillo, F., Strati, F., Fantini, MC, Caprioli, F., & Facciotti, F. (2020). Il ruolo dei biomodulatori del microbiota intestinale sull’immunità delle mucose e sull’infiammazione intestinale. Celle, 9(5). doi.org/10.3390/cells9051234

Bao, C., Wu, L., Wang, D., Chen, L., Jin, X., Shi, Y., Li, G., Zhang, J., Zeng, X., Chen, J., Liu, H. e Wu, H. (2022). L'agopuntura migliora i sintomi, il microbiota intestinale e l'infiammazione dei pazienti con malattia di Crohn da lieve a moderata: uno studio randomizzato e controllato. EMedicina clinica, 45 101300. doi.org/10.1016/j.eclinm.2022.101300

Jang, JH, Yeom, MJ, Ahn, S., Oh, JY, Ji, S., Kim, TH e Park, HJ (2020). L’agopuntura inibisce la neuroinfiammazione e la disbiosi microbica intestinale in un modello murino di malattia di Parkinson. Brain Behav Immun, 89, 641-655. doi.org/10.1016/j.bbi.2020.08.015

Landgraaf, RG, Bloem, MN, Fumagalli, M., Benninga, MA, de Lorijn, F., & Nieuwdorp, M. (2023). L’agopuntura come terapia multi-mirata per la malattia multifattoriale dell’obesità: una complessa interazione neuro-endocrino-immunitaria. Front Endocrinol (Lausanne), 14 1236370. doi.org/10.3389/fendo.2023.1236370

Ratna, HVK, Jeyaraman, M., Yadav, S., Jeyaraman, N., & Nallakumarasamy, A. (2023). L’intestino disbiotico è la causa della lombalgia? Cureus, 15(7), e42496. doi.org/10.7759/cureus.42496

Scheithauer, TPM, Rampanelli, E., Nieuwdorp, M., Vallance, BA, Verchere, CB, van Raalte, DH, & Herrema, H. (2020). Il microbiota intestinale come fattore scatenante dell’infiammazione metabolica nell’obesità e nel diabete di tipo 2. Immunol anteriore, 11 571731. doi.org/10.3389/fimmu.2020.571731

Negazione di responsabilità