ClickCease
+ 1-915-850-0900 spinedoctors@gmail.com
Seleziona Pagina

Lesioni complesse

Team di chiropratica per lesioni complesse della clinica posteriore. Le lesioni complesse si verificano quando le persone subiscono lesioni gravi o catastrofiche o i cui casi sono più complessi a causa di traumi multipli, effetti psicologici e storie mediche preesistenti. Le lesioni complesse possono essere lesioni seriali dell'arto superiore, gravi traumi dei tessuti molli e lesioni concomitanti (naturalmente accompagnate o associate), lesioni ai vasi o ai nervi. Queste lesioni vanno oltre la comune distorsione e tensione e richiedono un livello di valutazione più profondo che potrebbe non essere facilmente evidente.

El Paso, specialista in lesioni di TX, chiropratico, il Dr. Alexander Jimenez discute le opzioni di trattamento, nonché la riabilitazione, l'allenamento muscolare/forza, la nutrizione e il ritorno alle normali funzioni corporee. I nostri programmi sono naturali e utilizzano la capacità del corpo di raggiungere obiettivi specifici misurati, piuttosto che introdurre sostanze chimiche dannose, sostituzione ormonale controversa, interventi chirurgici indesiderati o droghe che creano dipendenza. Vogliamo che tu viva una vita funzionale che sia soddisfatta con più energia, un atteggiamento positivo, un sonno migliore e meno dolore. Il nostro obiettivo è in definitiva consentire ai nostri pazienti di mantenere il modo di vivere più sano.


Lesioni a tendini e legamenti Chiropratica Back Clinic

Lesioni a tendini e legamenti Chiropratica Back Clinic

Tendini e legamenti: A tendine è un tessuto fibroso, flessibile e resistente, simile a una corda che attacca i muscoli alle ossa. I tendini consentono il movimento degli arti del corpo e aiutano a prevenire lesioni muscolari assorbendo l'impatto dei muscoli durante la corsa, il salto o l'esecuzione di altre azioni. legamenti sono fasce di tessuto elastico solido che collegano osso a osso, tengono insieme le strutture e le mantengono stabili, sostengono le articolazioni e ne limitano il movimento.Tendini e legamenti lesioni Team chiropratico

Tendini e legamenti

  • I tendini sono forti e non flessibili.
  • I legamenti sono flessibili ed elastici.
  • Entrambi comprendono collagene e cellule viventi, essenziali nelle articolazioni e nelle ossa e fondamentali per la locomozione.
  • I tendini consentono il movimento del corpo trasmettendo la forza dal muscolo all'osso, consentendo al corpo di stare in piedi, camminare e saltare.
  • I legamenti funzionano consentendo l'intera gamma di movimento.
  • I legamenti sono intorno alle ginocchia, caviglie, gomiti, spalle e altre articolazioni.

Tessuto connettivo

  • Il collagene tessuto connettivo che compone tendini e legamenti è lo stesso; i loro modelli sono diversi.
  • Le fibre tendinee sono disposte in uno schema parallelo.
  • Il tessuto connettivo tendineo deve avere più elasticità per aiutare a muovere i muscoli.
  • Le fibre del legamento sono disposte in uno schema incrociato. 
  • Il tessuto connettivo legamentoso stabilizza e rafforza la struttura articolare delle ossa.

Infortunio al tendine

Un tendine che si allunga eccessivamente o si strappa è noto come ceppo. Le aree comuni interessate dai ceppi sono:

  • Posare
  • Calcio
  • Di ritorno

Gli sforzi spesso derivano da movimenti di lavoro ripetitivi, attività fisica intensa e sport. Gli individui che abusano del proprio corpo senza un adeguato riposo e il recupero della riparazione muscolare hanno un rischio maggiore di lesioni. I sintomi includono:

  • Infiammazione
  • Gonfiore
  • Dolore
  • Crampi
  • Debolezza

Lesione ai legamenti

Un legamento che si allunga eccessivamente o si strappa provoca una distorsione. Le distorsioni possono verificarsi improvvisamente a causa di una caduta, di un movimento goffo o di un trauma. Le distorsioni si verificano comunemente in:

  • Caviglia
  • Ginocchio
  • Polso

Gli esempi includono:

  • Passo falso che fa torcere la caviglia in una posizione scomoda, spezzando un legamento e causando instabilità o traballamento.
  • Potrebbe esserci una sensazione di scoppiettio o la sensazione di una lacrima quando si verifica la lesione.
  • Le distorsioni del polso si verificano spesso quando si allungano e si allungano le mani per fermare una caduta e il polso iperestensione indietro.
  • L'iperestensione allunga eccessivamente il legamento.

I sintomi di un legamento slogato includono:

  • Infiammazione
  • Gonfiore
  • lividi
  • Dolore
  • L'articolazione può sentirsi allentata o debole e incapace di assumere peso.

L'intensità dei sintomi varia a seconda che il legamento sia sovraesteso o strappato. Le distorsioni sono classificate per grado:

  • Grado 1: lieve distorsione con lieve allungamento del legamento.
  • Grado 2: una lesione legamentosa moderata, ma non completa.
  • Grado 3: rottura completa del legamento, che rende l'articolazione instabile.

Cura chiropratica

Tendini e legamenti non ricevono la circolazione sanguigna completa come altri tessuti molli. A seconda della gravità della lesione e del trasferimento più lento di ossigeno e sostanze nutritive, le lesioni ai legamenti e ai tendini possono richiedere da sei a dodici settimane per guarire e lo stress ripetuto dell'area lesa per un uso eccessivo può prolungare il recupero. Gli aggiustamenti chiropratici e la massoterapia, combinati con esercizi correttivi e allungamenti, ridurranno l'infiammazione, diminuiranno il dolore, miglioreranno la gamma di movimento, aumenteranno la funzione nervosa e muscolare e rafforzeranno i muscoli. Il trattamento chiropratico comporta:

  • Lavoro sui tessuti molli
  • Massaggio percussivo
  • Massaggio ad attrito incrociato
  • Massaggio dei tessuti profondi
  • Terapia del punto di innesco
  • Riposo
  • Ice
  • Compressione
  • Elevazione
  • Ultrasuono
  • Raccomandazioni nutrizionali antinfiammatorie

Regolazione delle lesioni al ginocchio


Referenze

Bambina, Marc A, e Anthony Beutler. "Gestione delle lesioni tendinee croniche". medico di famiglia americano vol. 87,7 (2013): 486-90.

Fenwick, Steven A et al. "La vascolarizzazione e il suo ruolo nel tendine danneggiato e in guarigione". Ricerca sull'artrite vol. 4,4 (2002): 252-60. doi:10.1186/ar416

Leong, Natalie L et al. "Guarigione di tendini e legamenti e approcci attuali alla rigenerazione di tendini e legamenti". Giornale di ricerca ortopedica: pubblicazione ufficiale della Società di ricerca ortopedica vol. 38,1 (2020): 7-12. doi:10.1002/jor.24475

orthoinfo.aaos.org/en/diseases–condizioni/distorsioni-ceppi-e-altre-lesioni-dei-tessuti-molli

Scalcione, Luca R et al. “La mano dell'atleta: lesione ai legamenti e ai tendini”. Seminari di radiologia muscoloscheletrica vol. 16,4 (2012): 338-49. doi:10.1055/s-0032-1327007

Clinica per la schiena chiropratica con spalle irregolari disallineate

Clinica per la schiena chiropratica con spalle irregolari disallineate

Quando il corpo è allineato correttamente, le spalle hanno la stessa altezza e sono rivolte in avanti. Le spalle irregolari sono quando una spalla inizia a sollevarsi più in alto dell'altra. Di solito inizia con una leggera differenza, ma può trasformarsi in uno squilibrio più grave causando disagio, senso di oppressione e dolore al collo, alle spalle, ai fianchi e alla schiena. Il trattamento chiropratico può riportare il corpo in equilibrio e allineamento attraverso varie tecniche e modalità terapeutiche.Chiropratico con spalle irregolari disallineate

Spalle irregolari disallineate

Diversi fattori possono portare a spalle irregolari. I disallineamenti possono essere causati da:

  • Spesso la spalla sul lato dominante tende ad essere leggermente più bassa.
  • Usando costantemente una mano o un lato per tutto.
  • Portare una borsa pesante sulla spalla dominante.
  • Problemi strutturali o squilibri muscolo-scheletrici in altre aree del corpo.

Ad esempio, se la caviglia o l'anca si feriscono, può indurre un individuo a spostare il proprio corpo fuori allineamento per adattarsi al modo in cui si posiziona e si muove. Altre cause comuni includono:

  • Uso eccessivo delle spalle
  • Muscoli della parte superiore della schiena tesi
  • Postura malsana
  • Fianchi irregolari
  • Nervo pizzicato
  • Muscoli deboli
  • Piedi piatti
  • Stile di vita sedentario
  • Lunghezza delle gambe variabile
  • Osteoporosi
  • Scoliosi
  • Lesioni alla spalla
  • Posizione errata per dormire o dormire su un lato
  • Sport come tennis, golf e baseball hanno un rischio maggiore di causare spalle disallineate e irregolari e squilibri posturali.

Sintomi

Le spalle irregolari possono causare disagio, tensione e rigidità al collo, alle spalle e alla parte bassa della schiena.

  • Tensione continua e tirando la spalla più alta.
  • spalle arrotondate
  • Mal di testa
  • Disallineamento della testa
  • Disallineamento dell'anca
  • Spostamento del bacino
  • Borsite
  • tendinite

Chiropratico

Un team di massaggio chiropratico e medicina funzionale riporterà le spalle al normale allineamento.

  • Terapeutico rilascio miofasciale il massaggio allenterà la tensione, rilasserà i muscoli e aumenterà la flessibilità.
  • Aggiustamenti chiropratici
  • Terapia di decompressione spinale
  • Allungamenti ed esercizi di potenziamento muscolare per equilibrare le spalle.
  • Istruzioni per la regolazione dello stile di vita per cambiare spalla quando si trasportano borse, si usano i braccioli, si usa il telefono, si usa un mouse e si usano sedie ergonomiche.
  • L'allenamento posturale include imparare a rimanere consapevoli della propria postura durante il giorno stando in piedi o seduti e completando le attività regolari.
  • Imparare a usare il braccio non dominante per bilanciare il carico di lavoro.
  • incorporando relax, meditazione e tecniche di respirazione per alleviare lo stress, la tensione e la tensione.

Trattamento del dolore alla spalla


Referenze

Burbank, Kelton Met al. "Dolore cronico alla spalla: parte I. Valutazione e diagnosi." Medico di famiglia americano vol. 77,4 (2008): 453-60.

Foroozan Mahmoodi et al. L'effetto degli esercizi correttivi sul dolore e sul grado di deformità irregolare della spalla rsr.basu.ac.ir/article_625_en.html

Personale della clinica Mayo. (2017). Gestione dello stress. mayoclinic.org/healthy-lifestyle/stress-management/in-depth/relaxation-technique/art-20045368

Mitchell, Caroline, et al. "Dolore alla spalla: diagnosi e gestione nelle cure primarie". BMJ (Ricerca clinica ed.) vol. 331,7525 (2005): 1124-8. doi:10.1136/bmj.331.7525.1124

Pu Chu, Eric Chun e Kevin Hsu Kai Huang. "Colmare il divario tra l'osservazione e il trattamento del corsetto per la scoliosi idiopatica adolescenziale". Giornale di medicina di famiglia e cure primarie vol. 6,2 (2017): 447-449. doi:10.4103/jfmpc.jfmpc_52_17

Clinica per la schiena del chiropratico con lesioni da baseball

Clinica per la schiena del chiropratico con lesioni da baseball

Il gioco del baseball ha un impatto sul corpo, specialmente quando i giocatori avanzano dalla piccola lega al liceo, all'università, alla lega minore e ai professionisti. Le lesioni da baseball più comuni possono variare da lievi a gravi, dalla normale usura delle articolazioni e dei muscoli a lesioni da stress ripetitivo, collisioni con altri giocatori, colpi di palla o traumi fisici. Un chiropratico può fornire il trattamento ideale per i giocatori di tutte le età e livelli con tempi di inattività ridotti e guarigione e recupero accelerati.

Chiropratico di lesioni da baseball

Infortuni da baseball

Sebbene ci siano stati molti progressi nella sicurezza e salute dei giocatori, dai caschi con protezioni per il viso alle imbottiture per tibia e braccio, l'attrezzatura riduce l'impatto e i rischi di lesioni. Il gioco prevede ancora correre, scivolare, torcersi e saltare, facendo muovere il corpo in modo goffo. I giocatori spesso riferiscono di scivolare per primi, di sentire uno schiocco o di girarsi per prendere una volata e di sentire qualcosa che si spezza. Le lesioni più comuni includono:

Labrum strappato

  • Cartilagine che circonda il spalla la presa articolare, nota come labbro, spesso si strappa.
  • Il tessuto molle mantiene le ossa in posizione e fornisce stabilità.
  • I movimenti di lancio e lancio sollecitano il labbro.
  • Con il tempo, la cartilagine inizia ad allungarsi eccessivamente e a lacerarsi, causando gonfiore, dolore alla spalla, debolezza e instabilità generale.

Rotator Cuff Tears

  • La struttura della cuffia dei rotatori coinvolge un complesso insieme di tendini e muscoli che stabilizzano la spalla.
  • I lanciatori sono i più vulnerabili, ma tutti i giocatori sono suscettibili.
  • I casi sono causati dal mancato riscaldamento e dall'allungamento corretto e da movimenti ripetitivi/abusati.
  • Gonfiore e dolore sono i sintomi più comuni.
  • Con uno strappo grave, un giocatore perderà la capacità di ruotare correttamente la spalla.

Instabilità della spalla o braccio morto

  • Questo è quando i muscoli della spalla diventano eccessivamente affaticati e l'articolazione diventa instabile, perdendo la capacità di lanciare con precisione.
  • La condizione è chiamata braccio morto da giocatori e allenatori.
  • Questo tipo di lesione è causata da un uso eccessivo e da stress ripetuto.
  • La guarigione implica lasciare riposare la spalla per un periodo prolungato, ma a seconda della gravità potrebbe essere raccomandato un trattamento, come la chiropratica o la terapia fisica.

Gomito di brocche

  • A gomito del lanciatore la lesione è causata da un uso eccessivo e da danni prolungati/ripetuti ai tendini che ruotano il polso.
  • Dolore e gonfiore si verificano lungo l'interno del gomito e dell'avambraccio.

Tendinite e trauma del polso

  • Tendinite del polso o tenosinovite accade quando i legamenti e i tendini diventano teneri, gonfi, rotti o strappati.
  • Ciò provoca infiammazione, dolore e debolezza.
  • Lesioni traumatiche possono derivare da collisioni con un altro giocatore, il terreno o una palla.

Lacrime e traumi al ginocchio

  • Le lesioni al ginocchio possono essere causate da normale usura, uso eccessivo o impatto traumatico.
  • Le fasce fibrose sono ciò che stabilizza e ammortizza il ginocchio.
  • L'uso eccessivo e qualsiasi movimento goffo possono causare la rottura dei vari legamenti.
  • Le bande possono sviluppare micro-lacrime o rotture complete, causando infiammazione, dolore e instabilità.

Chiropratica e Riabilitazione

È stato scoperto che il trattamento chiropratico e la terapia fisica aiutano gli atleti a mantenere la flessibilità e la libertà di movimento, a riabilitare il corpo dopo un infortunio e a prevenire nuove lesioni o il peggioramento delle lesioni attuali.

  • La chiropratica aiuta ad allungare e flettere i muscoli per rimanere agili e meno soggetti a lesioni.
  • La chiropratica è un analgesico naturale per dolori muscolari e articolari.
  • La terapia fisica può rafforzare un'area lesa durante il recupero ed educare alla forma e alle tecniche adeguate.
  • Fissare e legare può aiutare a sostenere i gomiti, i polsi, le caviglie e le ginocchia, riducendo lo stress.
  • Una combinazione di approcci terapeutici può aiutare a ridurre i tempi di recupero in modo che i giocatori possano tornare in campo.

Regolazione della spalla Lesioni da baseball


Referenze

Bullock, Garrett S et al. "Gamma di movimento della spalla e lesioni al braccio da baseball: una revisione sistematica e una meta-analisi". Giornale di preparazione atletica vol. 53,12 (2018): 1190-1199. doi:10.4085/1062-6050-439-17

Lyman, Stephen e Glenn S Fleisig. "Infortuni da baseball". Medicina e scienze dello sport vol. 49 (2005): 9-30. doi:10.1159/000085340

Matsel, Kyle A et al. "Concetti attuali nei programmi di esercizi per la cura delle braccia e nella riduzione del rischio di lesioni nei giocatori di baseball adolescenti: una revisione clinica". Salute sportiva vol. 13,3 (2021): 245-250. doi:10.1177/1941738120976384

Shitara, Hitoshi, et al. "L'intervento di allungamento delle spalle riduce l'incidenza di lesioni alla spalla e al gomito nei giocatori di baseball delle scuole superiori: un'analisi temporale". Rapporti scientifici vol. 7 45304. 27 marzo 2017, doi:10.1038/srep45304

Wilk, Kevin E e Christopher A Arrigo. "Riabilitazione delle lesioni del gomito: non operatoria e operativa". Cliniche di medicina dello sport vol. 39,3 (2020): 687-715. doi:10.1016/j.csm.2020.02.010

Il dolore alla sciatica può irradiarsi al ginocchio: clinica per la schiena

Il dolore alla sciatica può irradiarsi al ginocchio: clinica per la schiena

Il dolore alla sciatica può irradiarsi al ginocchio. Gli individui con sciatica riferiscono dolore al ginocchio unico / insolito che non è mai stato presente e nessun trauma fisico passato o recente. La sciatica è il colpevole, poiché i muscoli del ginocchio sono alimentati e controllati dai nervi nella parte inferiore della colonna vertebrale. L'irritazione o la compressione di questi nervi può causare sintomi che possono includere: mal di schiena casuale, tensione del tendine del ginocchio, debolezza nei fianchi o quadricipiti, lo sviluppo di borsiti, e dolore al ginocchio e/o debolezza. Il trattamento chiropratico può rilasciare la compressione, curare il nervo sciatico e alleviare i problemi al ginocchio.

Il dolore alla sciatica può irradiarsi al ginocchio: lesione medica chiropratica

Il dolore alla sciatica può irradiarsi al ginocchio

Le condizioni della colonna vertebrale che possono causare la sciatica includono:

  • Ernia del disco – Dove l'interno dei dischi fuoriesce e comprime e/o irrita i nervi circostanti.
  • Degenerazione dei dischi – I dischi tra le vertebre si consumano naturalmente con l'invecchiamento del corpo.
  • Stenosi spinale – Il canale spinale inizia a restringersi, non lasciando spazio sufficiente ai nervi per riposare comodamente, con conseguente compressione dei nervi.
  • spondilolistesi – Una condizione che si verifica quando una vertebra scivola in avanti sulle vertebre sotto di essa.

Qualsiasi può causare irritazione, infiammazione o compressione del nervo sciatico portando a sensazioni dolorose che si estendono dalla parte bassa della schiena fino alla gamba.

Sintomi

I sintomi comuni del ginocchio che possono verificarsi con la sciatica includono:

  • Dolore sordo, sensazione di calore o dolore acuto intorno al ginocchio.
  • Tensione ai muscoli posteriori della coscia.
  • Debolezza nel fianchi o quadricipiti.
  • Incapace di caricare il ginocchio.
  • Inarcamento/Crolling cedevole dal ginocchio.
  • Difficoltà o incapacità di raddrizzare il ginocchio.
  • Debolezza quando si estende il ginocchio.
  • I borsiti si formano da muscoli stabilizzatori indeboliti che influenzano la camminata, la corsa e la postura eretta.

Poiché il dolore da sciatica può irradiarsi al ginocchio, le persone di solito sperimenteranno anche dolore ai glutei, alla coscia, al polpaccio e/o al piede. Le sensazioni nervose e altri sintomi del ginocchio possono essere avvertiti attraverso un ramo del nervo sciatico noto come il nervo peroneo.

Durata

Il dolore al ginocchio durerà quanto la sciatica, a seconda del tipo di sciatica, sia acuta che cronica.

  • An sciatico acuto l'episodio di solito si risolve dopo alcune settimane, con possibili riacutizzazioni future.
  • Sciatica cronica è una condizione a lungo termine che non si risolve in modo indipendente e richiede l'intervento di uno specialista.

Piano di trattamento chiropratico

A seconda della diagnosi, un chiropratico svilupperà un piano di trattamento personalizzato per affrontare la causa principale e curare la lesione. Il piano di trattamento includerà massaggi terapeutici, allenamento posturale e cura di sé a casa per aiutare a guarire e prevenire la sciatica futura.

Massaggio riabilitativo

  • La terapia fisica e il massaggio terapeutico allenteranno e rilasseranno i muscoli, i nervi, i tendini e i legamenti.
  • Calore e ghiaccio, esercizi e allungamenti prepareranno i muscoli e i nervi per gli aggiustamenti di decompressione chiropratica.

Allenamento posturale

  • Verrà fornito un allenamento per mantenere la schiena, i fianchi, le ginocchia e i piedi in un corretto allineamento.
  • Allenamento per rimuovere la pressione dalla parte bassa della schiena e ristabilire il resto del corpo.
  • Formazione sulla corretta meccanica del corpo, tecniche di sollevamento sicure e prevenzione degli infortuni.

Gestione del dolore personale

  • Allenamento sulle abitudini di cura di sé che includono un peso sano, esercizi di rafforzamento del core e allungamenti per i muscoli della schiena e un riposo adeguato per un pieno recupero.
  • Capacità di gestione del disagio e del dolore.

Coaching sulla salute

  • Una dieta antinfiammatoria per ridurre/eliminare l'infiammazione e raggiungere un peso sano e a nutrizione piano per mantenere la salute generale.

Chirurgia

  • La chirurgia è l'ultima opzione quando i trattamenti conservativi non funzionano.


Referenze

Dydyk AM, Khan MZ, Singh P. Mal di schiena radicolare. [Aggiornato 2021 novembre 2]. In: StatPearls [Internet]. Treasure Island (FL): StatPearls Publishing; 2022 gennaio-. Disponibile dal: www.ncbi.nlm.nih.gov/books/NBK546593/

Hirabayashi, Hiroki, et al. "Caratteristiche della radicolopatia della radice nervosa L3". Neurologia chirurgica vol. 72,1 (2009): 36-40; discussione 40. doi:10.1016/j.surneu.2008.08.073

Jandre Reis, Felipe Jose e Adriana Ribeiro Macedo. "Influenza della tensione del tendine del ginocchio nella gamma di movimento pelvica, lombare e del tronco nella lombalgia e nei volontari asintomatici durante il piegamento in avanti." Diario della colonna vertebrale asiatica vol. 9,4 (2015): 535-40. doi:10.4184/asj.2015.9.4.535

Jeong, Ui-Cheol, et al. "Gli effetti delle tecniche di automobilizzazione dei nervi sciatici sulle funzioni fisiche e sulla salute dei pazienti con lombalgia con dolore radiante agli arti inferiori". Giornale di scienza della terapia fisica vol. 28,1 (2016): 46-50. doi:10.1589/jpts.28.46

Chiropratico con lussazione articolare: clinica per la schiena

Chiropratico con lussazione articolare: clinica per la schiena

Le lussazioni hanno un impatto sull'articolazione e sono lesioni che forzano/sbattono le ossa fuori posizione. Le lussazioni possono essere causate da una collisione di veicoli a motore, cadute, traumi sportivi o muscoli e tendini indeboliti. Tuttavia, è necessario un minore impatto/forza per dislocare le articolazioni più piccole. Le lussazioni si verificano comunemente alle spalle, alle caviglie, alle ginocchia, ai fianchi, ai gomiti, alle dita delle mani e dei piedi e alla mascella. L'esperienza provoca gonfiore, incapacità di muoversi e dolore. Un chiropratico per lussazione articolare può manipolare, ripristinare, riabilitare e rafforzare l'area interessata e riequilibrare il corpo.

Chiropratico con lussazione articolare

Lussazione articolare

La regione in cui due o più ossa si uniscono è un'articolazione. Ognuno ha una funzione primaria, ma le loro funzioni si sovrappongono. Le articolazioni consentono alle ossa di muovere/articolare il sistema scheletrico. Il mantenimento dell'equilibrio del corpo richiede mobilità e stabilità.

  • La mobilità è la capacità di muovere il corpo senza restrizioni.
  • La stabilità è mantenere l'equilibrio, una postura sana e il supporto durante i movimentit.
  • Le articolazioni stabili non si dislocano facilmente perché le loro strutture non sono così flessibili.
  • Le articolazioni mobili sono maggiormente a rischio, poiché possono muoversi in quasi tutte le direzioni.

articolazioni di stabilità sono i seguenti:

  • Colonna vertebrale cervicale
  • Gomito
  • Zona lombare
  • Ginocchio
  • Calcio

articolazioni della mobilità includono:

  • Spalla
  • Polso
  • Colonna toracica
  • Fianchi
  • Caviglia

La catena cinetica è una sequenza di articolazioni che formano uno schema alternato di stabilità e mobilità che crea una solida piattaforma per il movimento dinamico. Tuttavia, qualsiasi articolazione può lussarsi, rendendo l'area interessata instabile o immobile, sforzando o strappando i muscoli, i nervi e i tendini circostanti che sono i tessuti che collegano le ossa a un'articolazione.

  • Un giunto può essere lussazione parziale/sublussazione o lussazione totale.
  • Le articolazioni lussate in precedenza hanno un rischio maggiore di ridislocazione perché i tessuti circostanti che trattengono l'articolazione sono stati strappati o eccessivamente allungati.

Sintomi

I sintomi variano a seconda della gravità e della posizione della lesione. I sintomi comuni includono:

  • Instabilità
  • Perdita della capacità di movimento
  • Gonfiore
  • lividi
  • Dolore
  • Deformazione visibile

Rischio aumentato

Vari fattori possono portare alla lussazione articolare, tra cui:

  • Debolezza dei legamenti e dei muscoli portanti per usura naturale/età o mancanza di condizionamento fisico.
  • Gli anziani con scarso equilibrio sono più vulnerabili alle cadute che possono far cadere le articolazioni fuori posto.
  • I bambini piccoli in via di sviluppo hanno legamenti di supporto più elastici e sono soggetti a cadute, collisioni e altre lesioni.
  • Precedenti lussazioni con tessuti di supporto tesi o strappati.
  • È probabile che ripetute lussazioni seguano la spalla, il ginocchio e l'anca.
  • Le condizioni ereditarie possono causare un allungamento eccessivo dei tessuti elastici. Esempi inclusi La sindrome di Ehlers-Danlos e Sindrome di Marfan.
  • Attività fisiche come sport estremi, sport di contatto o sport che comportano rapidi spostamenti del corpo, torsioni e giri dei piedi.
  • Lavoro fisicamente impegnativo.
  • Utilizzo di macchinari/attrezzature pesanti.
  • Ipermobilità articolare è comune nei bambini e circa il 5% degli adulti. Può essere causato da legamenti deboli o sciolti, muscoli deboli o sciolti e/o cavità articolari poco profonde.

Chiropratica con lussazione articolare

Il trattamento varierà in base alla gravità della lesione e all'articolazione lussata. A seconda della posizione e della gravità, un chiropratico eseguirà diversi movimenti/manipolazioni per riallineare l'articolazione e rafforzare l'area.

  • Potrebbe essere necessaria una forza significativa per separare le ossa per riallinearle nella posizione corretta.
  • Potrebbe essere necessario estrarre il giunto e ruotarlo leggermente prima di essere riposizionato.
  • L'obiettivo è aumentare la forza dei legamenti.
  • Una volta che l'articolazione è di nuovo in posizione, potrebbe essere necessario rimanere immobile, possibilmente utilizzando un'imbracatura o una stecca per aiutare a guarire completamente la lesione.
  • Saranno consigliati esercizi di fisioterapia per rafforzare i muscoli e i legamenti intorno all'articolazione per sostenerla in modo ottimale.

Chiropratica del dolore alla spalla


Referenze

Dizdarevic, Ismar, et al. "Epidemiologia delle lussazioni del gomito negli atleti delle scuole superiori". La rivista americana di medicina dello sport vol. 44,1 (2016): 202-8. doi:10.1177/0363546515610527

Hodge, Duncan K e Marc R Safran. "Gestione laterale delle lussazioni comuni". Rapporti attuali di medicina dello sport vol. 1,3 (2002): 149-55. doi:10.1249/00149619-200206000-00005

Prechel, Ulla et al. "Il trattamento della lussazione dell'articolazione temporo-mandibolare". Deutsches Arzteblatt internazionale vol. 115,5 (2018): 59-64. doi:10.3238/arztebl.2018.0059

Skelley, Nathan We et al. "Gestione in-game delle comuni lussazioni articolari". Salute sportiva vol. 6,3 (2014): 246-55. doi:10.1177/1941738113499721

Clinica chiropratica del dolore riflesso

Clinica chiropratica del dolore riflesso

Il dolore riflesso è una condizione complessa che coinvolge il corpo riflesso di astinenza dal dolore non riuscendo a spegnersi dopo l'evento che ha innescato il dolore, quindi le sensazioni di dolore continuano. Questa è una condizione neurologica nota come riflesso di astinenza. Si verifica quando il corpo e il cervello subiscono una catena di reazioni per rimuovere una parte del corpo interessata da situazioni/stimoli pericolosi. Un tipico esempio è un incidente automobilistico o un incidente. Durante il processo, i muscoli riflessi del corpo nell'area lesa si contraggono per proteggere la parte o le parti del corpo specifiche da ulteriori danni.

Chiropratico del dolore riflesso

Il riflesso può sembrare uno spasmo muscolare che scompare nel tempo. Tuttavia, nel caso del dolore riflesso, i segnali continuano a sparare. Il dolore riflesso può verificarsi su tutto il corpo poiché i muscoli compensano eccessivamente per gestire il dolore prolungato; secondario lesioni spesso si sviluppano. Un esempio potrebbe essere il dolore riflesso alla caviglia causato da un infortunio o problemi alle anche e alla schiena, dove l'individuo cerca di evitare di muovere la caviglia in un modo specifico per prevenire ed evitare i sintomi del dolore. Gli individui con dolore riflesso sperimentano anche mal di testa e dolore alla colonna vertebrale e alle estremità riferito. Il dolore riflesso può diventare un ciclo di sintomi che includono:

  • Tenuta insolita
  • Rigidezza
  • Dolore
  • Contrattura: indurimento o accorciamento dei muscoli, tendini o altri tessuti interessati.
  • Diminuzione delle capacità funzionali.

Dolore somatico

Il dolore somatico provoca recettori nei tessuti inclusi pelle, muscoli, tessuti connettivi, articolazioni e scheletro essere attivato. Stimoli come traumi da forza, vibrazioni, temperature estreme o infiammazione/gonfiore attivano questi recettori. Il dolore è spesso descritto come:

  • Dolorante
  • rosicchiando
  • Crampi
  • Sharp

Il dolore somatico è spesso localizzato in un'area particolare che è costante e stimolata dal movimento. Ci sono due tipi.

  • Dolore superficiale si verifica quando le lesioni quotidiane attivano i recettori del dolore nella pelle e nelle mucose.
  • Dolore somatico profondo si verifica quando gli stimoli attivano i recettori del dolore più in profondità nel corpo, inclusi tendini, articolazioni, ossa e muscoli. Il dolore profondo del corpo di solito sembra più doloroso.
  • Il dolore può essere limitato a un'area locale o irradiarsi ad altre aree del corpo, a seconda dell'entità della lesione.

Il dolore somatico può provenire da una varietà di diverse potenziali cause che includono:

  • Lesioni alle articolazioni o alle ossa.
  • Trauma.
  • Caduta o collisione che danneggia i tessuti connettivi.
  • Muscoli tesi da un uso eccessivo.
  • Frattura dell'osso.
  • Artrite che provoca gonfiore alle articolazioni.
  • Malattie che colpiscono i tessuti connettivi.
  • Tumori delle ossa o della pelle.

A volte questi riflessi possono rimanere in posizione attiva e impedire al corpo di raggiungere il pieno rilassamento.

Nel sistema nervoso, una parte del corpo viene stimolata e il messaggio viaggia attraverso il midollo spinale e nel cervello. L'informazione viene elaborata, quindi rimandata attraverso il midollo spinale al livello che attiva la parte specifica del corpo. I riflessi si trasmettono più velocemente rimanendo allo stesso livello spinale senza dover viaggiare al cervello e tornare indietro.

Durante il dolore riflesso, i muscoli del corpo non sono in grado di rilassarsi, cosa necessaria per il movimento. Questa contrazione prolungata genera ulteriore dolore e provoca squilibri che possono diminuire eccitabilità nei muscoli. Ciò può aumentare l'attivazione dei recettori cerebrali che ricevono segnali di dolore per rispondere dicendo loro di accorciarsi e contrarsi.

Terapia

Il disallineamento del corpo può causare spasmi muscolari, facendo sì che i nervi si allunghino in modo imbarazzante, si comprimano e si attorciglino e si aggroviglino attorno ad altri nervi o altri tessuti. Ciò interrompe la comunicazione con conseguente dolore, malattia e disturbi che possono portare ad altri problemi di salute. Cura chiropratica può affrontare il dolore riflesso riallineando la colonna vertebrale e migliorando il movimento articolare e la conduzione nervosa.

La chiropratica riporta l'organismo alla sua piena e corretta funzione attivando le naturali capacità curative. La decompressione spinale manuale e meccanica riallinea le vertebre, riducendo gonfiore, blocchi e stress nervoso. Un esame completo identificherà potenziali aree disfunzionali del corpo utilizzando le palpitazioni per identificare quali muscoli sono coinvolti. Una volta identificate, possono essere prescritte opzioni di chiropratica, massaggio e terapia fisica per riequilibrare i muscoli del corpo e ripristinare la loro capacità di contrarsi e rilassarsi normalmente.

  • Verrà fornita formazione al paziente sulle tecniche di autovalutazione, istruzioni su come trattare il dolore e una dieta antinfiammatoria.
  • Un programma di esercizi e stretching aiuterà a mantenere gli aggiustamenti, a mantenere il corpo flessibile e a rafforzare il corpo.
  • I pazienti vengono aiutati a capire come prendere il controllo del loro dolore.

Testimonianze di decompressione spinale


Referenze

Biurrun-Manresa J, Neziry A, Curatolo M, Arendt-Nielson L, Anderson O. Affidabilità test-retest del riflesso di astinenza nocicettiva e delle soglie del dolore elettrico dopo stimolazione singola e ripetuta in pazienti con lombalgia cronica. Eur J Appl Physiol. 2011;111:83-92

Derderian C, Tadi P. Fisiologia, risposta al ritiro. [Aggiornato 2021 novembre 12]. In: StatPearls [Internet]. Treasure Island (FL): StatPearls Publishing; 2022 gennaio-. Disponibile dal: www.ncbi.nlm.nih.gov/books/NBK544292/

Muir, JM e H. Vernon. "Sindrome del dolore regionale complesso e chiropratica". Giornale di terapie manipolative e fisiologiche vol. 23,7 (2000): 490-7. doi:10.1067/mmt.2000.108816

Neziri A, Haesler S, Steen P, et al. Espansione generalizzata dei campi ricettivi dei riflessi nocicettivi nei pazienti con dolore cronico. Dolore. 2010;151(3):798-805

Szynkowicz, Peter e Anthony Petrucci 4°. "Cura chiropratica di un paziente con sindrome dolorosa regionale complessa di tipo 1 (CRPS-1): un caso clinico". Giornale di medicina chiropratica vol. 19,2 (2020): 145-151. doi:10.1016/j.jcm.2020.05.001

Yezierski R, Vierck C. I comportamenti riflessi e dolorosi non sono equivalenti: lezioni dalla lesione del midollo spinale. Dolore. 2010;151(3):569-577

Cura chiropratica del dolore dell'avambraccio

Cura chiropratica del dolore dell'avambraccio

Il dolore all'avambraccio si riferisce a indolenzimento, dolori o disagio tra il polso e il gomito. Un lesioni o infiammazioni possono interessare qualsiasi tessuto, inclusi muscoli, ossa, vasi sanguigni, tendini e pelle. Le cause di solito includono lesioni da uso eccessivo, nervi schiacciati, incidenti che causano traumi, sollevamento o sollevamento di oggetti pesanti, lesioni sportive e fratture. Se non trattati, possono svilupparsi problemi come dolore muscolare cronico e circolazione sanguigna/nervosa ridotta e interrotta, che portano a intorpidimento e debolezza. Il trattamento chiropratico può rilasciare la tensione, massaggiare, ripristinare e allungare i muscoli per accelerare la guarigione.

Chiropratico del dolore all'avambraccio

Anatomia

L'avambraccio comprende il radio e l'ulna, che estendono la lunghezza dell'avambraccio e si incrociano al polso.

Il raggio

  • Questo osso inizia dal gomito e si collega al polso sul lato del pollice.

Ulna

  • Questo osso inizia al gomito e si collega al polso sul lato del mignolo.

Muscoli

  • Diversi muscoli operano per ruotare l'avambraccio su/supinazione e giù/pronazione e flettere ed estendere le dita.

Le nostre iniziative

Il dolore all'avambraccio può capitare a chiunque ed è solitamente correlato a lesioni traumatiche o ripetute. In altri casi, il dolore può essere associato a una crescita benigna, come a cisti o forse un tumore maligno. Le cause comuni includono:

  • Muscoli tirati e/o tesi
  • Rotture muscolari o piccoli strappi
  • Un colpo diretto, una caduta o qualsiasi azione estrema di torsione, flessione o inceppamento.
  • Tendinite del gomito del tennista o del golfista.
  • Il gomito del tennista è causato da un'infiammazione o da piccoli strappi nei muscoli dell'avambraccio e nei tendini al di fuori del gomito.
  • Il gomito del golfista si trova all'interno del gomito.
  • La sindrome del tunnel carpale è un disturbo da stress ripetitivo che colpisce i nervi e i tendini del polso e dell'avambraccio.

Cause muscoloscheletriche

Le cause muscoloscheletriche comportano problemi nel modo in cui i componenti dell'avambraccio operano insieme.

  • Azioni ripetitive come il sollevamento, la presa e la digitazione possono comprimere i nervi e i vasi sanguigni in tutto l'avambraccio.
  • Lesioni posizionali ripetute può portare a gonfiore.
  • Problemi all'avambraccio come lussazioni o distorsioni possono anche portare a infiammazioni e dolore cronici.

Cause traumatiche

Le cause traumatiche includono quelle che provocano lesioni ai componenti dell'avambraccio.

  • Tutto ciò che provoca una lesione diretta all'avambraccio, inclusi un incidente automobilistico o un incidente, una caduta o un colpo diretto, può fratturare le ossa dell'avambraccio.
  • Una distorsione può torcere o allungare un legamento o un tendine.
  • Le attività che causano piegamenti, torsioni, rapidi movimenti improvvisi o impatti diretti possono provocare la distorsione di più legamenti dell'avambraccio.

Trattamento Chiropratico

La guarigione del dolore all'avambraccio dipende dal tipo di lesione, dalla posizione e dalla causa del dolore. La chiropratica affronta il dolore al braccio, il formicolio e l'intorpidimento in modi spesso trascurati dai medici generici.

  • Un chiropratico eseguirà un esame fisico per determinare se ci sono cause sottostanti.
  • Possono applicare un impacco di ghiaccio per aiutare a controllare l'infiammazione prima del massaggio.
  • Il chiropratico eseguirà regolazioni delicate al polso, al braccio e alla spalla.
  • Possono consigliare a tutore dell'avambraccio per aiutare a riqualificare il posizionamento e il movimento.
  • Consiglieranno esercizi e allungamenti per rafforzare e mantenere gli aggiustamenti.

Trattamento del dolore al tunnel carpale


Referenze

Ellenbecker, Todd S et al. "Concetti attuali nell'esame e nel trattamento della lesione del tendine del gomito". Salute sportiva vol. 5,2 (2013): 186-94. doi:10.1177/1941738112464761

Shamsoddini, Alireza e Mohammad Taghi Hollisaz. "Effetti del taping sul dolore, forza di presa e forza di estensione del polso nei pazienti con gomito del tennista." Trauma mensile vol. 18,2 (2013): 71-4. doi:10.5812/traumamon.12450

Suito, Motomu, et al. "Cisti epidermoide intertendinea dell'avambraccio". Casi clinici in chirurgia plastica e chirurgia della mano vol. 6,1 25-28. 28 gennaio 2019, doi:10.1080/23320885.2018.1564314

Decompressione spinale medica della lesione

Decompressione spinale medica della lesione

Decompressione spinale medica della lesione: la terapia/trattamento di decompressione spinale può essere chirurgica o non chirurgica, con differenze nella procedura, nei tempi di recupero e nei risultati. Gli individui che soffrono di problemi legati alla compressione possono avere condizioni spinali gravi e prolungate che possono portare a vari problemi di salute. Gli individui che soffrono di dolore persistente o cronico al collo, alla schiena o alle gambe dovrebbero conoscere le differenze tra la decompressione spinale chirurgica e non chirurgica. La decompressione spinale mira ad alleviare la pressione sui dischi e ridurre lo stress sui nervi per eliminare il dolore associato alla compressione sulla colonna vertebrale, ripristinare la circolazione ottimale e migliorare la funzione spinale.

Decompressione spinale medica della lesione

Operazione chirurgica

  • È invasivo, deve essere eseguito da un chirurgo e può avere un tempo di recupero fino a 6 settimane.
  • La chirurgia è solitamente suggerita come ultima risorsa dopo che le terapie alternative non hanno avuto successo o quando la compressione è così grave che la chirurgia è l'unica opzione.
  • La decompressione spinale chirurgica è diretta alla rimozione per ridurre la pressione invece di regolare o allungare i dischi.
  • In caso di grave compressione del nervo, la chirurgia può essere un'opzione efficace.
  • I rischi includono infezioni, danni al midollo spinale e coaguli di sangue.

Tipi di chirurgia di decompressione spinale

Tipi di interventi chirurgici; la fusione spinale potrebbe essere necessaria per stabilizzare la colonna vertebrale. Tipi comuni di chirurgia alla schiena:

discectomia

  • Questa procedura rimuove una parte del disco per alleviare la pressione sui nervi.

Laminotomia

  • procedura rimuove una piccola porzione dell'osso o una sezione dell'arco osseo per aumentare le dimensioni del canale spinale e alleviare la pressione.

laminectomia

  • procedura rimuove il file intero arco osseo o lamina per aumentare le dimensioni del canale spinale e alleviare la pressione.

foraminotomia

  • Questa procedura rimuove l'osso e altri tessuti per allargare le aperture per il passaggio delle radici nervose.

Rimozione osteofiti

  • procedura comporta la rimozione delle escrescenze ossee.

corpectomy

  • procedura rimuove un corpo vertebrale insieme ai dischi.

Decompressione spinale medica della lesione

La chirurgia per una colonna vertebrale danneggiata/lesa non è sempre necessaria. I regimi di trattamento variano a seconda delle condizioni mediche di ciascun individuo. La decompressione spinale motorizzata non chirurgica è un trattamento non invasivo per la schiena che utilizza un tavolo di decompressione meccanizzato per allungare lentamente e delicatamente la colonna vertebrale. La terapia allevia gradualmente la pressione sulla/e radice/e nervosa/e compressa/e con conseguente riduzione o completa attenuazione del dolore.

Trattamenti di decompressione spinale non chirurgici

  • Dolore al collo
  • Mal di schiena
  • Sciatica
  • Radici nervose ferite, danneggiate o malate
  • Dischi danneggiati
  • Dischi deteriorati
  • Dischi sporgenti o erniati
  • L'osteoartrite
  • Sindrome delle faccette articolari

Benefici

  • Indolore
  • Non invasivo
  • Le sessioni richiedono solo 30-45 minuti
  • Senti risultati immediati

Programma di decompressione

Un medico infortunato Decompressione spinale programma comprende:

Sessioni di decompressione spinale medica per lesioni

  • Le sessioni di trattamento di decompressione durano circa 30-45 minuti per 4-6 settimane.
  • Le sessioni sono condotte nell'ufficio del chiropratico.

Trattamento post decompressione

  • Ciò è necessario per garantire che le aree lese siano completamente rilassate e condizionate per le regolazioni manuali chiropratiche.
  • Massoterapia
  • Massaggio percussivo
  • Laser a freddo
  • Calore e/o ghiaccio
  • Questi trattamenti facilitano la circolazione sanguigna e nervosa.

Regolazioni di Chiropratica

  • Chiropratica le regolazioni migliorano la decompressione ottimizzando i disallineamenti meccanici e strutturali.

Coaching sulla salute

Integratori e vitamine essenziali:

  • Supporto, riparazione e ripristino dei dischi
  • Ridurre l'infiammazione
  • Aumenta la guarigione

Rafforzamento del core/riabilitazione posturale

  • Si consigliano esercizi di base per rafforzare i muscoli e i tessuti molli.
  • Esercizi di postura

Ossigeno, acqua e sostanze nutritive circolano abbondantemente, favorendo la guarigione mentre i dischi si reidratano e vengono rinutriti, migliorando e potenziando la funzione della colonna vertebrale. Gli individui possono godere di maggiori livelli di mobilità, forza nella colonna vertebrale e nei muscoli e maggiore flessibilità.


Descompresión Espinal Con La DRX9000


 

Referenze

Associazione americana di decompressione spinale: "Terapia di decompressione spinale".

Daniel, DM Chiropratica e Osteopatia, 2007.

Macario, Alessio e Giuseppe V Pergolizzi. "Revisione sistematica della letteratura sulla decompressione spinale tramite trazione motorizzata per la lombalgia discogenica cronica". Pratica del dolore: la rivista ufficiale del World Institute of Pain vol. 6,3 (2006): 171-8. doi:10.1111/j.1533-2500.2006.00082.x

O'Hara K, editore. Decompressione: un trattamento per il mal di schiena. vol. 11. Associazione Nazionale Professionisti Sanitari; 2004. pagg. 1-2.www.naohp.com/menu/publications/mccu/bibliography.htm#10 [Google Scholar]

Frattura sacrale

Frattura sacrale

Per le persone anziane, sperimentare frequenti lombalgie potrebbe rivelarsi a frattura sacrale. Tendono a verificarsi in individui di età superiore ai 60 anni spesso perché c'è stato un certo grado di perdita ossea. Le fratture sacrali tendono a non essere la prima cosa a cui i medici pensano quando si presentano i sintomi della lombalgia. Spesso non vengono rilevati dai raggi X e non vengono diagnosticati abbastanza presto per prendere provvedimenti o non vengono diagnosticati affatto. Tuttavia, sono comuni.

Frattura sacrale

sacro

sacro ha la forma di un triangolo e comprende cinque segmenti fusi in un grande osso. Si trova alla base della colonna vertebrale, tra le due metà del bacino, collegando la colonna vertebrale alla metà inferiore del corpo. Stabilizza il corpo quando si cammina, si è seduti o in piedi. I nervi nella parte inferiore della colonna vertebrale controllano la vescica intestinale e forniscono sensazioni alla regione.

  • Le due fossette che si possono vedere sulla schiena degli individui sono dove il sacro si unisce alle ossa dell'anca o all'articolazione sacroiliaca.
  • Il punto in cui la parte bassa della schiena si unisce all'osso sacro può sviluppare disagio, indolenzimento e dolore.
  • Questa zona subisce lo stress da piegarsi, torcersi, raggiungere, sollevare, trasportare durante le attività fisiche o stare seduti per lunghi periodi.

Frattura sacrale

La maggior parte delle fratture sacrali deriva da traumi, come scivolate, cadute e incidenti automobilistici. Vengono anche chiamate fratture da stress che si verificano senza una lesione specifica fratture da insufficienza.

Tipi di fratture sacrali

  • Fratture a bassa energia di solito capita a individui più anziani con ossa deboli a causa dell'osteoporosi.
  • Un individuo inciampa su qualcosa, atterra con forza sul sedere, solleva goffamente un oggetto pesante o si sovraccarica da qualche attività fisica.
  • Quindi inizia a presentarsi un dolore persistente alla schiena o ai glutei.
  • Il dolore è spesso centrato nella parte bassa della schiena, nei fianchi e nel sedere.
  • È più di un semplice mal di schiena.
  • L'individuo va dal medico e gli vengono ordinate le radiografie.
  • Molte volte, queste fratture non vengono rilevate ai raggi X.
  • Il medico può diagnosticare una distorsione, ma i sintomi del dolore non migliorano.
  • A volte non c'è una causa apparente per il dolore.
  • Può essere diagnosticata erroneamente come una frattura da compressione lombare o un'infezione del tratto urinario.

 

  • Fratture ad alta energia sono dovute a traumi e sono più comuni tra i giovani.
  • L'individuo subisce lesioni a causa di un incidente automobilistico, è caduto da un'altezza significativa o subisce un infortunio sportivo.
  • Si traduce in un forte dolore.
  • Una donna che ha appena avuto un bambino e ha subito una perdita ossea a causa della gravidanza può subire una frattura da stress sacrale.

Diagnosi

Le cause più comuni per la lombalgia includono:

  • Postura scorretta frequente.
  • Debolezza o tensione muscolare.
  • Ceppo legamentoso.
  • Infiammazione articolare
  • A cisti pilonidale o un ragade anale può anche causare dolore.

Per le persone che sono state da un medico e hanno avuto una radiografia che non rivela alcuna frattura e non ci sono miglioramenti dopo 5-7 giorni, si consiglia di fissare un altro appuntamento e richiedere una TAC o una risonanza magnetica, che è altamente efficace nel trovare una frattura sacrale.

Trattamento

Il trattamento consiste nel far riposare l'osso ma nella maggior parte dei casi rimanendo comunque attivo in modo sicuro.

  • I farmaci sono prescritti per alleviare il dolore.
  • È stato riscontrato che molte persone si comportano bene con farmaci antinfiammatori, farmaci topici e cerotti alla lidocaina.
  • Alle persone anziane può essere consigliato l'uso di un deambulatore durante il processo di trattamento/guarigione.
  • A seconda della gravità, possono essere consigliate le stampelle.
  • Impegnarsi in un regolare esercizio fisico non è raccomandato, ma anche troppo riposo a letto non è raccomandato.
  • Troppo riposo potrebbe non consentire alla ferita di guarire correttamente, peggiorare la lesione e/o causare nuove lesioni.
  • La chiropratica e la terapia fisica non sono raccomandate per far guarire naturalmente l'osso sacro.
  • Dopo che il dolore si è attenuato, è possibile implementare la chiropratica e la terapia fisica per mantenere l'agilità e la flessibilità e rafforzare i muscoli pelvici e del core.

In alcuni casi, se l'osso non guarisce correttamente o qualche altro problema, sacroplastica potrebbe essere raccomandato. Questa è una procedura minimamente invasiva che inietta cemento osseo nella frattura. Offre un sollievo dal dolore rapido e duraturo con una bassa percentuale di complicanze. È considerato a basso rischio e può essere eseguito da un radiologo interventista o da un chirurgo della colonna vertebrale.

Prevenzione

Per ridurre al minimo il rischio di una frattura sacrale, si raccomanda vivamente di mantenere la forza ossea. Questo consiste in:


Composizione corporea


Regolazioni della postura seduta

Regola la posizione seduta

Cambia sedia

  • Prova una solida sedia di legno se non riesci a usare una palla o una scrivania in piedi.
  • Farà sedere il corpo dritto e aumenterà la postura corretta.

Sveglia Muoversi

Referenze

Gibbs, Wende Nocton e Amish Doshi. "Fratture sacrali e sacroplastiche". Cliniche di neuroimaging del Nord America vol. 29,4 (2019): 515-527. doi:10.1016/j.nic.2019.07.003

Holmes, Michael WR, et al. "Valutazione dell'attività muscolare addominale e lombare durante l'esecuzione di esercizi di base su una palla di stabilità e una sedia da ufficio dinamica." Fattori umani vol. 57,7 (2015): 1149-61. doi:10.1177/0018720815593184

Santolini, Emanuele et al. “Fratture sacrali: problemi, sfide, soluzioni”. EFORT recensioni aperte vol. 5,5 299-311. 5 maggio. 2020, doi:10.1302/2058-5241.5.190064

ATM: disturbi della mascella

ATM: disturbi della mascella

L'ATM dell'articolazione temporo-mandibolare (tem-puh-roe-man-dib-u-lur) funge da cerniera scorrevole che collega l'osso mascellare al cranio. C'è un'articolazione su ciascun lato della mascella. I disturbi della mascella dell'ATM sono anche noti come disturbi temporo-mandibolari - TMD. Questi disturbi colpiscono il punto di connessione tra la mascella e il cranio che provoca gonfiore e dolore all'articolazione e ai muscoli che controllano il movimento. Il disturbo può essere causato da una combinazione di fattori, come stress, genetica, artrite o lesioni. I sintomi, il dolore e il disagio sono spesso temporanei e possono essere alleviati con la cura di sé e un trattamento non chirurgico come la chiropratica.

ATM: disturbi della mascella

Disturbi della mascella

Se la mascella non si muove correttamente o diventa sbilanciata, può sollecitare l'articolazione temporo-mandibolare. Se ciò accade, i muscoli della mascella e i muscoli del collo e delle spalle possono irrigidirsi e nel tempo si affaticano mentre lavorano troppo per compensare e mantenere la mascella in equilibrio. Le ossa che interagiscono nell'articolazione sono ricoperte di cartilagine e sono separate da un piccolo disco ammortizzante per mantenere un movimento regolare. I disturbi della mascella possono verificarsi se:

  • Il disco si erode o si sposta fuori allineamento.
  • La cartilagine dell'articolazione è danneggiata dall'artrite.
  • L'articolazione è danneggiata da un trauma da impatto come un colpo alla testa a causa di una caduta o un incidente sportivo.
  • Individui che hanno avuto un incidente automobilistico.

Altri fattori includono:

Sintomi

I sintomi dell'ATM variano da caso a caso. Questi sintomi potrebbero includere:

  • Problemi con l'apertura o la chiusura della bocca
  • Difficoltà o dolore durante la masticazione
  • Dolore o tenerezza della mascella
  • Dolore in una o entrambe le articolazioni temporo-mandibolari
  • Dolore facciale doloroso
  • Dolore al collo e alle spalle
  • Mal di testa
  • Dolore doloroso dentro e intorno all'orecchio
  • Vertigini
  • Bloccaggio del giunto
  • Suono di clic
  • Sensazione di grattugia

Rilievo chiropratico

Chiropratici può aiutare con l'ATM alleviando la tensione e la disfunzione della spalla, del collo e della mascella. Una volta che la disfunzione è stata alleviata, riduce la pressione sui vari nervi. Il trattamento include:


Composizione corporea


L'indice glicemico

Non tutti i carboidrati sono uguali, alcuni hanno un effetto più significativo sui livelli di insulina rispetto ad altri. Per le persone con diabete o insulino-resistenza, questo è importante. Un cibo Indice glicemico – compreso tra 0 e 100 – indica come un particolare carboidrato influenzerà i livelli di zucchero nel sangue e di insulina.

  • Gli alimenti che si digeriscono rapidamente sono in cima all'indice.
  • Gli alimenti che digeriscono lentamente sono inferiori all'indice.

Gli alimenti con un alto indice glicemico, tra cui patate e pane bianco, vengono rapidamente scomposti. Questo è ciò che accade quando si attraversa una corsa allo zucchero che si abbatte pochi minuti dopo. Gli alimenti a basso indice glicemico, tra cui patate dolci e avena intera, vengono digeriti gradualmente. Ciò si traduce in un aumento costante dei livelli di zucchero nel sangue. I seguenti fattori possono influenzare la scala GI:

Alimentare

  • Più elaborato è il cibo, maggiore è l'IG.

Contenuto di grassi e acidi

  • Gli alimenti ricchi di grassi, acidi o carboidrati mangiati con grassi o acidi tendono ad avere un IG più basso.

Contenuto di fibre

  • La fibra rallenta il tasso di digestione, portando a un aumento graduale e salutare dei livelli di zucchero nel sangue.

Maturità

  • Maturato i frutti tendono ad avere un IG più alto rispetto ai frutti non maturati.
Referenze

Alcantara, Joel et al. "Cura chiropratica di un paziente con disturbo temporo-mandibolare e sublussazione dell'atlante". Giornale di terapie manipolative e fisiologiche vol. 25,1 (2002): 63-70. doi:10.1067/mmt.2002.120415

DeVocht, James We et al. "Uno studio pilota di un intervento chiropratico per la gestione del disturbo temporo-mandibolare miofasciale cronico". Giornale dell'American Dental Association (1939) vol. 144,10 (2013): 1154-63. doi:10.14219/jada.archive.2013.0034

Pavia, Steven et al. "Trattamento chiropratico della disfunzione temporo-mandibolare: una serie di casi retrospettivi". Giornale di medicina chiropratica vol. 14,4 (2015): 279-84. doi:10.1016/j.jcm.2015.08.005

Rubis, Lisa Met al. "Un approccio collaborativo tra chiropratica e odontoiatria per affrontare la disfunzione temporo-mandibolare: un caso clinico". Giornale di medicina chiropratica vol. 13,1 (2014): 55-61. doi:10.1016/j.jcm.2013.10.003

Mal di schiena toracico

Mal di schiena toracico

colonna vertebrale toracica, noto anche come parte superiore o centrale della schiena, è progettato per la stabilità per ancorare la gabbia toracica e proteggere gli organi del torace. È altamente resistente alle lesioni e al dolore. Tuttavia, quando il mal di schiena toracico si presenta, di solito è dovuto a problemi di postura a lungo termine o a un infortunio. Il mal di schiena toracico è meno comune del dolore lombare e del collo, ma colpisce fino al 20% della popolazione, in particolare le donne. Le opzioni di trattamento includono la chiropratica per un sollievo dal dolore rapido ea lungo termine.

Mal di schiena toracico

Mal di schiena toracico e indolenzimento

L'area toracica è vitale per varie funzioni legate a:

  • Meccanica della respirazione
  • Funzione ottimale del braccio
  • Protezione degli organi
  • Supporto del bagagliaio
  • Salute dei tessuti nervosi

I motivi comuni per provare il mal di schiena toracico includono:

  • Un colpo diretto o una lesione ad alto impatto da una caduta.
  • Infortunio sportivo.
  • Incidente automobilistico.
  • Posture malsane che mettono la colonna vertebrale in un disallineamento cronico, causando tensione.
  • Lesioni da uso eccessivo ripetitivo da piegarsi, raggiungere, sollevare, torcere.
  • Cattiva meccanica del core o della spalla, che causa uno squilibrio muscolare.
  • Irritazione muscolare, i grandi muscoli della parte superiore della schiena sono inclini a sviluppare tensioni o tensioni che possono essere dolorose e difficili da alleviare.
  • Decondizionamento o mancanza di forza.
  • La disfunzione articolare può derivare da un infortunio improvviso o da una degenerazione naturale dovuta all'invecchiamento. Esempi inclusi lacerazione della cartilagine delle faccette articolari or rottura della capsula articolare.

Il mal di schiena di solito si sente come un dolore acuto e bruciante localizzato in un punto o un dolore generale che può divampare e diffondersi alla spalla, al collo e alle braccia.

Tipi di mal di schiena

Questi includono:

  • Dolore miofasciale
  • Degenerazione della colonna vertebrale
  • Disfunzione articolare
  • Disfunzione nervosa
  • Disallineamenti spinali generali

A seconda di quali tessuti specifici sono interessati, può verificarsi dolore durante la respirazione o l'uso del braccio. Si consiglia di far eseguire un esame da un operatore sanitario e ottenere una diagnosi accurata. Un chiropratico comprende il delicato equilibrio e le funzioni fornite dalla colonna vertebrale toracica e può sviluppare un piano di trattamento adeguato.

Chiropratica

Le opzioni di trattamento dipenderanno dai sintomi, dalle disfunzioni sottostanti e dalle preferenze individuali.​Le raccomandazioni per il trattamento spesso includono:

  • Regolazioni della colonna vertebrale per migliorare l'allineamento e l'integrità dei nervi.
  • Allenamento posturale per mantenere l'allineamento della colonna vertebrale.
  • Massaggio terapeutico.
  • Allenamento fisico per ripristinare l'equilibrio muscolare.
  • Tecniche antidolorifiche non invasive.
  • Allenamento per la salute.

Composizione corporea


Diete a base vegetale per la perdita di peso

Individui che seguono vegani, vegetariani e semivegetariano le diete hanno segnalato e dimostrato che hanno meno probabilità di essere sovrappeso o obesi. Ciò può indicare che ridurre l'assunzione di carne e prodotti animali è benefico per la perdita di peso. Gli studi hanno scoperto che le persone che seguono una dieta vegana possono perdere più peso rispetto alle persone che seguono una dieta dimagrante più convenzionale, anche con calorie simili consumate, e spesso hanno miglioramenti significativi nella glicemia e nei marcatori di infiammazione.

Guadagno di proteine ​​e muscoli a base vegetale

Alcuni proteine ​​a base vegetale sono efficaci quanto le proteine ​​animali nel promuovere il guadagno muscolare. UN studio ha scoperto che l'integrazione di proteine ​​del riso dopo l'allenamento di resistenza ha avuto benefici simili all'integrazione di proteine ​​del siero di latte. Entrambi i gruppi avevano:

Referenze

Briggs AM, Smith AJ, Straker LM, Bragge P. Dolore alla colonna vertebrale toracica nella popolazione generale: prevalenza, incidenza e fattori associati in bambini, adolescenti e adulti. Una revisione sistematica. Disturbo muscoloscheletrico BMC. 2009;10:77.

Cichoń, Dorota et al. "Efficacia della fisioterapia nella riduzione del mal di schiena e nel miglioramento della mobilità articolare nelle donne anziane". Ortopedia, traumatologia, rehabilitacja vol. 21,1 (2019): 45-55. doi:10.5604/01.3001.0013.1115

Fouquet N, Bodin J, Descatha A, et al. Prevalenza del dolore della colonna vertebrale toracica in una rete di sorveglianza. Occup Med (Londra). 2015;65(2):122-5.

Jäger, Ralf et al. "Confronto tra il tasso di digestione dell'isolato di proteine ​​​​del riso e del siero di latte e l'assorbimento degli aminoacidi". Giornale della Società Internazionale di Nutrizione Sportiva vol. 10, Supplemento 1 P12. 6 dic. 2013, doi:10.1186/1550-2783-10-S1-P12

Gioia, Jordan M et al. "Gli effetti di 8 settimane di integrazione di proteine ​​del siero di latte o di riso sulla composizione corporea e sulle prestazioni fisiche". Rivista nutrizionale vol. 12 86. 20 giugno 2013, doi:10.1186/1475-2891-12-86

Medawar, Evelyn et al. "Gli effetti delle diete a base vegetale sul corpo e sul cervello: una revisione sistematica". Psichiatria traslazionale vol. 9,1 226. 12 set. 2019, doi:10.1038/s41398-019-0552-0

Newby, PK et al. "Rischio di sovrappeso e obesità tra le donne semivegetariane, lattovegetariane e vegane". Il giornale americano di nutrizione clinica vol. 81,6 (2005): 1267-74. doi:10.1093/ajcn/81.6.1267

Pope, Malcolm H et al. "Ergonomia della colonna vertebrale". Revisione annuale dell'ingegneria biomedica vol. 4 (2002): 49-68. doi:10.1146/annurev.bioeng.4.092101.122107

Disordini muscolo-scheletrici

Disordini muscolo-scheletrici

I disturbi muscoloscheletrici, o DMS, sono lesioni, condizioni e disturbi che colpiscono il corpo sistema muscoloscheletrico. Comprende muscoli, tendini, legamenti, nervi, dischi, vasi sanguigni, ossa e articolazioni. I MSD sono comuni e il rischio di svilupparli aumenta con l'età. La gravità di un MSD può variare. Provocano disagio, dolore ricorrente, rigidità, gonfiore e dolore che interferiscono con le attività quotidiane. La diagnosi e il trattamento precoci possono alleviare i sintomi e migliorare la salute a lungo termine. I disturbi comuni includono:

  • tendinite
  • Tensione tendinea
  • epicondilite
  • Sindrome del Tunnel Carpale
  • Dito sul grilletto
  • Sindrome del tunnel radiale
  • Sindrome di DeQuervain
  • Tendinite della cuffia dei rotatori
  • Sforzo muscolare
  • Distorsione legamentosa
  • Artrite reumatoide – AR
  • L'osteoartrite
  • Sindrome del collo teso
  • Compressione dell'uscita toracica
  • Sindrome della schiena meccanica
  • Malattia degenerativa del disco
  • Disco rotto
  • ernia del disco
  • fibromialgia
  • Neurite digitale
  • Fratture ossee

Disordini muscolo-scheletrici

Disturbi muscoloscheletrici Disagio e dolore

Il termine disturbo muscoloscheletrico viene utilizzato in quanto descrive accuratamente la lesione o la condizione. Altri termini utilizzati sono lesioni da movimento ripetitivo, lesioni da stress ripetitivo e lesioni da uso eccessivo. Quando gli individui sono esposti a fattori di rischio MSD, iniziano ad affaticarsi. Questo può iniziare a squilibrio muscolo-scheletrico. Con il tempo, la fatica supera completamente il recupero/guarigione e lo squilibrio muscolo-scheletrico continua, si sviluppa un disturbo muscolo-scheletrico. I fattori di rischio sono suddivisi in due categorie: legate al lavoro/ergonomiche fattori di rischio e relativo all'individuo fattori di rischio.

Fattori ergonomici:

  • forza
  • Ripetizione
  • Posizione

Ripetizione elevata del compito

  • Molti lavoro le attività e i cicli sono ripetitivi e sono generalmente controllati da obiettivi di produzione e processi di lavoro orari o giornalieri.
  • L'elevata ripetizione dei compiti combinata con altri fattori di rischio come l'elevata forza e/o le posture scomode possono contribuire alla formazione di MSD.
  • Un lavoro è considerato altamente ripetitivo se il tempo di ciclo è pari o inferiore a 30 secondi.

Sforzi energici

  • Molte attività lavorative richiedono carichi di forza elevati sul corpo.
  • Lo sforzo muscolare aumenta in risposta a requisiti di forza elevati. Ciò aumenta l'affaticamento associato.

Posture imbarazzanti ripetitive o sostenute

  • Le posizioni scomode esercitano una forza eccessiva sulle articolazioni, sovraccaricano i muscoli e i tendini intorno alle articolazioni colpite.
  • Le articolazioni del corpo sono più efficienti quando operano vicino al movimento a medio raggio dell'articolazione.
  • Il rischio di MSD aumenta quando le articolazioni vengono lavorate al di fuori di questa fascia media ripetutamente per periodi prolungati senza un adeguato tempo di recupero.

Fattori individuali

  • Pratiche di lavoro malsane
  • Mancanza di attività fisica/fitness
  • Abitudini malsane
  • Dieta povera

Pratiche di lavoro malsane

  • Gli individui che si impegnano in pratiche di lavoro scadenti, meccanica del corpo e tecniche di sollevamento stanno introducendo fattori di rischio non necessari.
  • Queste cattive pratiche creano uno stress inutile sul corpo che aumenta l'affaticamento e diminuisce la capacità del corpo di riprendersi correttamente.

Cattive abitudini sanitarie

  • Gli individui che fumano, bevono eccessivamente, sono obesi o mostrano numerose altre cattive abitudini di salute si mettono a rischio di disturbi muscoloscheletrici e altre malattie croniche.

Riposo e recupero insufficienti

  • Gli individui che non ottengono un riposo e un recupero adeguati si mettono a rischio più elevato.
  • I DMS si sviluppano quando la fatica supera il sistema di recupero dell'individuo, causando uno squilibrio muscolo-scheletrico.

Dieta, forma fisica e idratazione scadenti

  • Gli individui che mangiano in modo malsano sono disidratati, con uno scarso livello di forma fisica e non si prendono cura del proprio corpo si espongono a un rischio maggiore di sviluppare problemi di salute muscoloscheletrici e cronici.

Le nostre iniziative

Le cause dei disturbi muscoloscheletrici sono varie. Il tessuto muscolare può essere danneggiato dall'usura del lavoro quotidiano, della scuola e delle attività fisiche. I traumi al corpo possono derivare da:

  • Sforzo posturale
  • Movimenti ripetitivi
  • Uso eccessivo
  • Immobilizzazione prolungata
  • Movimenti a scatti
  • distorsioni
  • dislocazioni
  • Lesioni da caduta
  • Lesioni da incidente d'auto
  • fratture
  • Trauma diretto al muscolo/i

Una scarsa meccanica del corpo può causare problemi di allineamento della colonna vertebrale e accorciamento muscolare, causando lo sforzo di altri muscoli, causando problemi e dolore.

Trattamento Riabilitazione

Un medico consiglierà un piano di trattamento basato sulla diagnosi e sulla gravità dei sintomi. Potrebbero consigliare esercizio moderato e farmaci da banco come l'ibuprofene o il paracetamolo per affrontare il disagio o il dolore occasionali. Spesso raccomandano la riabilitazione chiropratica e fisioterapica per imparare a gestire il dolore e il disagio, mantenere la forza, la libertà di movimento e regolare le attività quotidiane. Diversi tipi di terapia manuale, o mobilizzazione, possono trattare i problemi di allineamento del corpo. Un medico può prescrivere farmaci come i FANS antinfiammatori non steroidei per ridurre l'infiammazione e il dolore per i sintomi più gravi. Per le persone con disturbi muscoloscheletrici come la fibromialgia, possono essere prescritti farmaci per aumentare il livello corporeo di serotonina e noradrenalina a basse dosi per modulare il sonno, il dolore e la funzione del sistema immunitario.


Composizione corporea


Tipi di dolore

Il dolore può essere raggruppato in tre categorie:

Dolore di preallarme

  • Questo è più riconoscibile dopo aver appena toccato una padella, e la mano si allontana di scatto prima di rendersi conto di quanto sia calda la padella, nota anche come riflesso di ritiro.
  • Questo è un meccanismo protettivo che aiuta a evitare il pericolo ed è vitale per la sopravvivenza.

Dolore infiammatorio

  • Questo tipo di dolore si verifica dopo un infortunio o un intervento chirurgico mentre il corpo sta guarendo e riprendendosi.
  • L'infiammazione impedisce al corpo di eseguire movimenti per prevenire ed evitare re-infortuni.

Dolore patologico

  • Questo tipo di dolore può verificarsi dopo che il corpo è guarito, ma il sistema nervoso è stato danneggiato.
  • Questo è spesso il caso delle persone che subiscono un infortunio e informano i medici che l'area lesa non è mai la stessa.
  • Se la riabilitazione non guarisce correttamente il sistema nervoso, le misure protettive contro il dolore possono generare un falso allarme provocando l'attivazione dei segnali di dolore.
Referenze

Asada, Fuminari e Kenichiro Takano. Nihon eiseigaku zasshi. Giornale giapponese di igiene vol. 71,2 (2016): 111-8. doi:10.1265/jjh.71.111

da Costa, Bruno R e Edgar Ramos Vieira. "Fattori di rischio per i disturbi muscoloscheletrici legati al lavoro: una revisione sistematica di recenti studi longitudinali". Rivista americana di medicina industriale vol. 53,3 (2010): 285-323. doi:10.1002/ajim.20750

Malińska, Marzena. “Dolegliwości układu mięśniowo-szkieletowego u operatorów komputerowych” [Disturbi muscoloscheletrici tra operatori di computer]. Medycyna pracy vol. 70,4 (2019): 511-521. doi:10.13075/mp.5893.00810

Malattie dell'apparato locomotore. (nd). dmu.edu/medterms/sistema-muscoloscheletrico/malattie-del-sistema-muscoloscheletrico/

Roquelaure, Yves et al. “Troubles musculo-squelettiques liés au travail” [Disturbi muscoloscheletrici legati al lavoro]. La Revue du praticien vol. 68,1 (2018): 84-90.

Villa-Forte A. (nd). Diagnosi dei disturbi muscolo-scheletrici. merckmanuals.com/home/bone,-joint,-and-muscle-disorders/diagnosis-of-musculoskeletal-disorders/introduzione

Disturbi muscoloscheletrici legati al lavoro (WMSD). (2014). ccohs.ca/oshanswers/diseases/rmirsi.html

Spasmi muscolari, crampi al freddo

Spasmi muscolari, crampi al freddo

Gli spasmi muscolari, noti anche come crampi muscolari, sono contrazioni dolorose e irrigidimento dei muscoli. Sono comuni, involontari e imprevedibili. Le cadute di temperatura e il freddo possono far contrarre e stringere i muscoli e le articolazioni, causando spasmi e dolore. La chiropratica, il massaggio fisioterapico, gli esercizi, lo stretching e una dieta antinfiammatoria possono portare sollievo e aiutare a rafforzare i muscoli per prevenire episodi futuri.

Spasmi muscolari, crampi al freddo

Spasmi muscolari

Gli spasmi sono comuni e possono colpire qualsiasi muscolo. Possono coinvolgere parte di un muscolo, tutto un muscolo o più muscoli di un gruppo. Gli spasmi si verificano quando i muscoli si contraggono forzatamente e involontariamente in modo incontrollabile e non sono in grado di rilassarsi. I siti più comuni per gli spasmi muscolari includono:

  • Mani
  • Braccia
  • Addome
  • Di ritorno
  • Gambe
  • Cosce
  • vitelli
  • Cosce
  • Piedi

Come il freddo colpisce i muscoli

Quando il clima si fa più freddo, questo fa sì che i muscoli del corpo perdano calore, facendoli contrarre. Di conseguenza, i muscoli e le articolazioni diventano più tesi, più rigidi e diminuiscono la mobilità e la gamma di movimento. Questo costringe i muscoli a lavorare più duramente del solito per compensare. Ciò può aumentare l'affaticamento dei muscoli, portando a periodi più prolungati di dolore e disagio dopo l'attività fisica, il movimento, l'esercizio, ecc.

Sintomi e cause

Un crampo può durare pochi secondi o durare fino a 15 minuti. Durante uno spasmo muscolare, si può verificare quanto segue:

  • Contrazione nel muscolo.
  • Dolore al muscolo.
  • Palpitante.
  • Durezza e/o rigidità.
  • I muscoli appaiono fisicamente distorti.

Poiché i muscoli devono lavorare di più, il il freddo può aumentare gli spasmi muscolari. Una delle cause più comuni di spasmi muscolari è l'uso eccessivo e l'affaticamento. Però, le cause esatte variano da persona a persona. Alcuni esperti ritengono che uno o più dei seguenti fattori contribuiscano agli spasmi/crampi e includono:

  • Disidratazione.
  • Stress.
  • Non allungare il corpo regolarmente.
  • Affaticamento muscolare.
  • Circolazione sanguigna limitata.
  • Scarico/i nervoso/i involontario/i.
  • Sovra-esercizio.
  • Allenarsi al caldo.
  • Esaurimento di sali e minerali:
  • Potassio
  • Magnesio
  • Calcio

Le possibili cause di crampi alle gambe durante la notte o crampi notturni alle gambe includono in particolare:

  • Stare seduti troppo a lungo senza muoversi per mantenere la circolazione sana.
  • Sedersi con una postura malsana.
  • Uso eccessivo dei muscoli.
  • Stare in piedi o lavorare su pavimenti duri.

Affrontare il freddo

Un modo per affrontare il freddo è riscaldarsi prima di qualsiasi attività fisica. Prendersi qualche minuto per aumentare la frequenza cardiaca può aumentare il flusso sanguigno e la flessibilità dei muscoli. Ciò garantirà che i muscoli funzionino correttamente ed eviterà la necessità di lavorare di più per fermare gli spasmi. Quando un crampo colpisce, ci sono alcuni passaggi per cercare di alleviare lo spasmo:

  • Allungando l'area interessata.
  • Massaggiare manualmente l'area interessata con un rullo massaggiante, massaggiatore a percussione.
  • Alzati.
  • Muoviti.
  • Applicare calore o ghiaccio.
  • Un bagno caldo, una doccia con impostazione massaggio se possibile.
  • Ibuprofene e paracetamolo.
  • Complesso di vitamina B12 può aiutare a prevenire i crampi.

Composizione corporea


Tornare in forma

Torna all'esercizio regolare con alcuni suggerimenti per rendere la transizione il più agevole possibile.

Inizia lentamente

  • Non cercare di tornare all'esercizio cercando di eliminare un allenamento impegnativo.
  • Impegnati in pochi allenamenti leggeri a settimana che integrano lo stretching prima e dopo l'esercizio.
  • Lo sforzo eccessivo del corpo aumenta il rischio di lesioni, perdita di motivazione e esaurimento prolungato.

Crea un programma di allenamento che funzioni per te

  • Le routine e le abitudini possono aiutare a rimanere in carreggiata.
  • Crea una routine di esercizi sostenibile per rimanere concentrato e impegnato.
  • Trova volte quel lavoro.
Referenze

Accademia americana dei chirurghi ortopedici. Crampo muscolare. (orthoinfo.aaos.org/topic.cfm?topic=A00200) Accesso il 3/1/2021.

Associazione americana di osteopatia. Crampi muscolari: un dolore comune. (www.osteopathic.org/osteopathic-health/about-your-health/health-conditions-library/general-health/Pages/muscle-cramp.aspx) Accesso il 3/1/2021.

Herzberg J. Stevermer J. Trattamenti per i crampi notturni alle gambe. (www.aafp.org/afp/2017/1001/od3.pdf) Am Fam Physician 2017;96(7):468-469. Accesso il 3/1/2021.

Giovani G. Crampi alle gambe. (www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC4429847/) BMJ Clin Evid 2015; 13 maggio;1113. Accesso il 3/1/2021.

Dolore che scorre lungo la gamba

Dolore che scorre lungo la gamba

Un sintomo comune della sciatica è il dolore che si irradia o si diffonde lungo la gamba. Tuttavia, il dolore alle gambe potrebbe avere a che fare con i vasi sanguigni. Se il dolore viaggia dalla parte bassa della schiena all'anca, attraverso i glutei, lungo la gamba e nel piede, allora molto probabilmente è sciatica. Tuttavia, la sciatica è solo una condizione che causa dolore alle gambe; altre cause di dolore alle gambe includono:

  • Speroni ossei
  • ernia del disco
  • Artrite
  • Tutti possono irritare il nervo sciatico causando la sciatica.

Il sistema vascolare, chiamato anche sistema circolatorio, comprende i vasi che fanno circolare il sangue e la linfa in tutto il corpo. I problemi con il sistema vascolare sono una causa meno comune di dolore alle gambe, ma possono essere gravi. Pertanto, è fondamentale imparare a distinguere.

Dolore che scorre lungo la gamba

Trombosi venosa profonda

Trombosi venosa profonda – TVP si verifica quando a si forma un coagulo di sangue in una vena profonda del corpo e non le vene superficiali appena sotto la pelle. Le vene profonde delle gambe sono suscettibili alla coagulazione. La formazione di un coagulo può avvenire:

  • Dopo l'intervento chirurgico
  • Da un incidente
  • Durante il recupero, riposo a letto e non movimento.
  • Quando il corpo è nella stessa posizione per molto tempo con poco o nessun movimento, come un lungo viaggio in aereo.
  • On lunghi viaggi in aereo, cerca di alzarti e camminare ogni ora. Se non sei in grado di camminare, esegui tre serie da 20 ripetizioni di esercizi dal tallone alla punta ogni ora.

La trombosi venosa profonda può causare dolore o gonfiore alle gambe, ma può anche presentarsi senza causare alcun sintomo. Altri fattori di rischio includono:

Coaguli di sangue

Tre fattori principali mettono gli individui a rischio di coaguli di sangue. Loro sono:

ipercoagulabilità

  • Questo è quando il sangue è più incline alla coagulazione. Ciò può avvenire attraverso:
  • Genetica
  • Farmaci
  • Gravidanza
  • Malattie renali
  • Trauma

stasi venosa

  • Questo è quando la circolazione del flusso sanguigno è più lenta di quanto dovrebbe essere. Questo di solito accade da:
  • Stile di vita sedentario
  • Condizioni cardiache
  • Obesità
  • Sigarette
  • Disturbi della coagulazione

Trauma vascolare

  • Lesione contundente o penetrante al vaso sanguigno e/o alle sue pareti.

Il dolore che scorre lungo la gamba da un coagulo di sangue si sente come:

  • strettezza
  • Dolore crampiforme
  • Pulsazione
  • Possibile calore
  • Gonfiore.

Si dice che i coaguli di sangue e la sciatica si sentano relativamente diversi. Il dolore di un coagulo di sangue non si diffonde e non si estende da o verso la schiena. La sciatica non provoca gonfiore, arrossamento e calore. Se un medico sospetta che un coagulo di sangue stia causando il dolore, ordinerà un'ecografia per confermare la diagnosi. Se si tratta di trombosi venosa profonda, i fluidificanti del sangue potrebbero essere raccomandati per tre-sei mesi.

  • Un medico può raccomandare l'aspirina, che può aiutare nella prevenzione dei coaguli di sangue.
  • Calze/calze a compressione potrebbe anche essere consigliato.
  • In alcuni casi, potrebbe essere necessario rimuovere chirurgicamente il coagulo.

Condizioni vascolari e dolore che scorre lungo la gamba

Altre condizioni dei vasi sanguigni che possono indurre le persone a credere di avere la sciatica includono:

Malattia delle arterie periferiche – PAD

Questo si presenta spesso in individui con diabete o che fumano. Provoca dolore nella zona del polpaccio ma non si irradia su tutta la gamba. Il dolore di solito si presenta con il movimento di sforzo fisico. Se il dolore si manifesta a riposo, potrebbe trattarsi di una grave emergenza medica. La malattia delle arterie periferiche è una condizione cronica che può peggiorare se non vengono apportate modifiche allo stile di vita per ridurre i fattori di rischio.

Ischemia acuta degli arti

Questa condizione può causare dolore alle gambe, ma non è lo stesso della sciatica. Quello che succede è che la gamba non riceve sangue, causando:

  • Dolore intenso all'estremità
  • Cambia il colore della pelle
  • Intorpidimento
  • Debolezza
  • Perdita di polso

Questa condizione vascolare è un'emergenza medica e richiede un trattamento immediato.

Sindrome compartimentale acuta

Questo può accadere dopo un qualche tipo di trauma alla gamba.

  • Il dolore è acuto, con la gamba che si gonfia e un aumento di pressione.
  • Di solito colpisce la parte inferiore della gamba.
  • Questa condizione può anche causare:
  • Intorpidimento
  • Formicolio
  • Gonfiore visibile
  • lividi

È considerata un'emergenza medica e deve essere trattata rapidamente per evitare complicazioni.

Vene varicose

Vene varicose può causare dolore che scorre lungo la gamba e/o dolore, ma il disagio non è così intenso. Il trattamento ha fatto molta strada, è meno invasivo e include:

  • Calze a compressione, compresi calzini/calze graduati
  • Trattamenti laser
  • Procedure minimamente invasive
  • Non stare troppo in piedi
  • Elevare le gambe
  • Mantenere un peso ideale può aiutare

Prevenzione dei disturbi vascolari

Si raccomandano abitudini di vita sane per mantenere il sistema vascolare funzionare correttamente. Ciò comprende:

Trattamento per la Sciatica

Se si tratta di sciatica, fortunatamente, la maggior parte dei casi va via da sola, ma se è necessario un trattamento, si consiglia di iniziare con trattamenti conservativi come:

  • Chiropratica
  • Terapia fisica
  • Farmaci anti-infiammatori
  • rilassanti muscolari
  • Iniezioni di corticosteroidi
  • Nei casi più gravi, verrà eseguito un intervento chirurgico come una microdiscectomia o laminectomia per alleviare la pressione sul nervo sciatico.

Composizione corporea


Perché la pressione sanguigna potrebbe essere diversa quando si misura su ciascun braccio?

Il cuore si trova appena a sinistra della linea mediana nella cavità toracica. L'aorta è il vaso sanguigno più grande del corpo. Lascia il lato sinistro del cuore e trasporta il sangue a una rete di vasi sanguigni che si diramano, fornendo al corpo ossigeno e sostanze nutritive. Le arterie che si diramano dall'aorta e vanno ai lati sinistro e destro del corpo sono diverse.

A destra, il tronco brachiocefalico si stacca dall'aorta e si divide in arteria carotide comune destra e arteria succlavia destra. La carotide comune sinistra e l'arteria succlavia sinistra si diramano direttamente dall'aorta. Le differenze significano che il rischio di trombosi arteriosa non è lo stesso per le arterie succlavia destra e sinistra. La trombosi arteriosa fa irrigidire i vasi sanguigni, causando ostruzione nel tempo ed è più probabile che si verifichi nella succlavia sinistra che nella destra. La differenza nella ramificazione arteriosa influisce sulle misurazioni della pressione sanguigna sulle braccia sinistra e destra. I vasi sanguigni sono circondati da:

  • Muscolo
  • Grasso
  • Tessuto connettivo

Quando i muscoli esercitano pressione sui vasi sanguigni intorno al cuore, possono causare cambiamenti di turbolenza a breve termine che possono influenzare la pressione sanguigna.

Referenze

Associazione americana del cuore. Aterosclerosi e colesterolo. www.heart.org/en/health-topics/cholesterol/about-cholesterol/aterosclerosi

Associazione americana del cuore. Che cos'è un'eccessiva coagulazione del sangue (ipercoagulazione?) www.heart.org/en/health-topics/venous-thromboembolism/what-is-excessive-blood-coagulazione-ipercoagulazione

Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie. Che cos'è il tromboembolismo venoso? www.cdc.gov/ncbddd/dvt/facts.html

Clinica di Cleveland. Sindrome compartimentale. my.clevelandclinic.org/health/diseases/15315-compartment-syndrome

Mayo Clinica. Panoramica sulla trombosi venosa profonda. www.mayoclinic.org/diseases-conditions/deep-vein-thrombosis/symptoms-causes/syc-20352557

Mayo Clinica. Sciatica. www.mayoclinic.org/diseases-conditions/sciatica/diagnosis-treatment/drc-20377441

Mayo Clinica. Panoramica della sciatica. www.mayoclinic.org/diseases-conditions/sciatica/symptoms-causes/syc-20377435

Mayo Clinica. Vene varicose. www.mayoclinic.org/diseases-conditions/varicose-veins/diagnosis-treatment/drc-20350649

Obara, Hideaki et al. "Ischemia acuta degli arti". Annali delle malattie vascolari vol. 11,4 (2018): 443-448. doi:10.3400/avd.ra.18-00074

ScienceDirect. (nd) "Triade di Virchow". www.sciencedirect.com/topics/medicine-and-dentistry/virchows-triad

Polimiosite: miopatia infiammatoria

Polimiosite: miopatia infiammatoria

La polimiosite è una malattia che provoca irritazione e infiammazione dei muscoli del corpo. Può colpire i muscoli di tutto il corpo. I muscoli iniziano gradualmente a cedere e ad indebolirsi, rendendo difficili i movimenti quotidiani. Questa malattia rientra in una categoria nota come miopatie infiammatorie.

Polimiosite: miopatia infiammatoria

Polimiosite Causa sconosciuta

Le cause della polimiosite sono attualmente sconosciute. Tuttavia, gli esperti ritengono che potrebbe essere associato o innescato da un virus o reazione autoimmune. Una risposta autoimmune è quando il corpo attacca se stesso insieme ai tessuti del corpo. È riscontrato in individui di età compresa tra 31 e 60 anni e raramente in individui di età inferiore ai 18 anni. In alcuni casi, i farmaci possono portare a una reazione/risposta allergica che provoca irritazione e danni muscolari. Ma nella maggior parte dei casi, gli esperti sanitari non sono in grado di trovare la causa esatta.

Sintomi

La condizione può colpire i muscoli di tutto il corpo. Le attività fisiche come camminare, alzarsi da una sedia o sollevare oggetti possono diventare difficili da eseguire. Può anche influenzare i muscoli che consentono di mangiare e respirare. I muscoli al centro del corpo tendono ad essere maggiormente colpiti. I sintomi comuni includono:

  • Dolore muscolare.
  • Rigidità muscolare.
  • Debolezza muscolare, in particolare nell'addome, nelle spalle, nella parte superiore delle braccia e nelle anche.
  • Dolore articolare e rigidità.
  • Problemi respiratori
  • Problemi di deglutizione.
  • La perdita di peso anormale può diventare un problema se ci sono problemi con la deglutizione.
  • Ritmi cardiaci irregolari se il muscolo cardiaco/miocardio si infiamma.
  • Gli individui possono notare di avere difficoltà a salire le scale o ad alzare le braccia.
  • L'infiammazione può peggiorare, causando dolore e debolezza che colpisce i polsi, gli avambracci e le caviglie.

Diagnosi

La diagnosi inizia con l'anamnesi dell'individuo, l'anamnesi familiare se necessario e un esame fisico. L'esame include vedere e sentire la forza dei muscoli. Saranno richiesti test che includano:

Analisi del sangue

  • Gli esami del sangue consentono al medico di vedere se ci sono segni di infiammazione muscolare.
  • Mostrano anche se ci sono proteine ​​anormali che si formano nelle malattie autoimmuni.

Elettromiogramma EMG

  • Questo test può essere utilizzato per trovare attività elettrica anormale nei muscoli colpiti.

MRI

  • Magneti e immagini grafiche computerizzate vengono utilizzati per aiutare il medico a ispezionare l'infiammazione nel corpo.

Biopsia muscolare

  • Un piccolo pezzo di tessuto muscolare viene rimosso per essere analizzato al microscopio.

Trattamento

Il trattamento dipende dalla gravità della condizione, sintomi individuali, età e salute generale. Attualmente non esiste una cura per la polimiosite, ma i sintomi possono essere gestiti. Si consiglia agli individui di utilizzare più di un tipo di trattamento perché potrebbe anche essere necessario modificare il piano di trattamento man mano che il trattamento progredisce. I trattamenti includono:

Farmaco antinfiammatorio

Si farmaci steroidei possono aiutare a gestire la malattia e ridurre i sintomi e i corticosteroidi possono aiutare ad alleviare l'infiammazione nel corpo. I sintomi migliorano entro 4-6 settimane e un operatore sanitario può ridurre il dosaggio dopo che i sintomi sono diminuiti per ridurre e alleviare eventuali effetti collaterali.

Farmaci immunosoppressivi

  • Strumenti Bowman per analizzare le seguenti finiture: farmaci bloccare o rallentare le risposte del sistema immunitario.
  • Parla con un medico dei rischi, dei benefici e degli effetti collaterali di tutti i farmaci.

Chiropratica e Fisioterapia

  • Il trattamento chiropratico e la terapia fisica possono aiutare:
  • Allineamento della colonna vertebrale per fornire energia nervosa e circolazione sanguigna ottimali.
  • Massaggio terapeutico per stimolare e mantenere i muscoli sciolti.
  • Esercizi specifici per aiutare ad allungare e rafforzare i muscoli.
  • Questi possono aiutare a mantenere i muscoli dal restringimento.

Termoterapia e Riposo

  • La terapia del calore e il riposo completo del corpo possono aiutare a diminuire dolore sintomi.

Bretelle speciali

  • I tutori per il corpo, l'anca e le gambe possono aiutare a sostenere i muscoli e aiutare con la mobilità.

Complicazioni

La polimiosite non trattata può portare a gravi complicazioni. I muscoli si indeboliscono, aumentando il rischio di cadute e limitando le attività quotidiane.

  • Se i muscoli del torace sono interessati, potrebbero esserci problemi di respirazione che possono portare a insufficienza respiratoria.
  • Se il tratto digestivo è interessato, possono verificarsi malnutrizione e perdita di peso involontaria.
  • La polimiosite mal gestita bene può causare grave disabilità.

Composizione corporea


Nutrizione e Crescita Muscolare

Proteina

  • Le proteine ​​sono la base per aumentare la massa muscolare.
  • Questo componente essenziale è per tutte le funzioni quotidiane del corpo.
  • È essenziale bilanciare l'aumento di proteine ​​con la dieta generale.

Carboidrati complessi

  • I carboidrati sono la fonte di carburante del corpo.
  • I carboidrati dovrebbero essere un elemento quotidiano dell'apporto nutrizionale perché sono il componente principale.
  • Acquisire energia
  • Prevenire la debolezza muscolare e il degrado

Consumo di carboidrati

  • Capire come i risultati accurati si ottengono solo quando entrambe le parti lavorano insieme.
  • Il consumo sano di proteine ​​e carboidrati può aiutare la crescita muscolare e sostenere una salute ottimale per tutti i tipi di corpo.
Referenze

Corrado, Bruno et al. "Terapia fisica supervisionata e polimiosite / dermatomiosite: una revisione sistematica della letteratura". Neurologia internazionale vol. 12,3 77-88. 24 novembre 2020, doi:10.3390/neurolint12030015

Findlay, Andrew R et al. "Una panoramica di polimiosite e dermatomiosite". Muscolo e nervo vol. 51,5 (2015): 638-56. doi:10.1002/mus.24566

Sasaki, Hirokazu e Hitoshi Kohsaka. "Diagnosi e trattamento attuali della polimiosite e della dermatomiosite". Reumatologia moderna vol. 28,6 (2018): 913-921. doi:10.1080/14397595.2018.1467257

Van Thillo, Anna et al. "Terapia fisica nei pazienti affetti da miopatia infiammatoria adulta: una revisione sistematica". Reumatologia clinica vol. 38,8 (2019): 2039-2051. doi:10.1007/s10067-019-04571-9