ClickCease
+ 1-915-850-0900 spinedoctors@gmail.com
Seleziona Pagina

Sindrome metabolica

Torna Clinica Sindrome Metabolica Team di Medicina Funzionale. Questo è un gruppo di condizioni che includono aumento della pressione sanguigna, glicemia alta, grasso corporeo in eccesso intorno alla vita e livelli anormali di colesterolo o trigliceridi. Questi si verificano insieme, aumentando il rischio individuale di malattie cardiache, ictus e diabete. Avere solo una di queste condizioni non significa che un individuo abbia la sindrome metabolica. Tuttavia, una qualsiasi di queste condizioni aumenta il rischio di malattie gravi. Avere più di uno di questi potrebbe aumentare ancora di più il rischio. La maggior parte dei disturbi associati alla sindrome metabolica non presenta sintomi.

Tuttavia, una grande circonferenza della vita è un segno visibile. Inoltre, se la glicemia di un individuo è molto alta, potrebbe avere segni e sintomi di diabete, tra cui aumento della sete, minzione, affaticamento e visione offuscata. Questa sindrome è strettamente legata al sovrappeso/obesità e all'inattività. È anche legato a una condizione chiamata insulino-resistenza. Normalmente, il sistema digestivo scompone gli alimenti in zucchero (glucosio). L'insulina è un ormone prodotto dal pancreas che aiuta lo zucchero a entrare nelle cellule per alimentare. Le persone con insulino-resistenza, le loro cellule normalmente non rispondono all'insulina e il glucosio non può entrare facilmente nelle cellule. Di conseguenza, i livelli di glucosio nel sangue aumentano nonostante il tentativo del corpo di controllare il glucosio producendo sempre più insulina.


Il dottor Alex Jimenez presenta: Prevenire l'aterosclerosi con la cura chiropratica

Il dottor Alex Jimenez presenta: Prevenire l'aterosclerosi con la cura chiropratica


Introduzione

Il dottor Jimenez, DC, presenta come prevenire l'aterosclerosi attraverso varie terapie che possono aiutare a ridurre gli effetti delle malattie cardiovascolari. Comprendendo i fattori di rischio che causano questi problemi, molti specialisti associati ai disturbi cardiovascolari possono sviluppare una soluzione per ridurre al minimo questi sintomi correlati agli organi vitali e ai muscoli con un piano di trattamento personalizzato. Riconosciamo i pazienti a fornitori certificati che forniscono opzioni di trattamento per i disturbi cardiovascolari che possono ripristinare la funzionalità del corpo e migliorare la salute di una persona. Valutiamo ogni individuo e i suoi sintomi affidandoli ai nostri fornitori di servizi medici associati in base ai risultati della loro diagnosi per una migliore comprensione. Riconosciamo che l'educazione è un modo straordinario per porre domande ai nostri fornitori sulla conoscenza e sui sintomi del paziente. Il Dr. Jimenez, DC, implementa queste informazioni come servizio educativo. Disclaimer

 

Il sistema cardiovascolare e l'aterosclerosi

Il dottor Alex Jimenez, DC, presenta: Quando il corpo affronta vari problemi che causano dolori muscolari e articolari, potrebbe essere dovuto a profili di rischio sovrapposti che interessano il sistema cardiovascolare. In un corpo che funziona normalmente, il sistema cardiovascolare funziona con diversi sistemi, tra cui il sistema muscoloscheletrico, il sistema polmonare, il sistema endocrino, il sistema nervoso centrale e il sistema intestinale. Il cuore è uno dei principali organi vitali del sistema cardiovascolare che fornisce sangue ricco di ossigeno ai diversi muscoli, tessuti e organi per funzionare correttamente. Il sangue ricco di ossigeno trasporta anche altri elementi da far circolare nel corpo, come ormoni, proteine ​​e sostanze nutritive, da utilizzare in seguito. Tuttavia, quando i fattori ambientali iniziano a disturbare il corpo, possono influenzare il sistema cardiovascolare e causare gravi danni. A quel punto, può sviluppare malattie cardiovascolari nel tempo e causare dolore al corpo. Molti studi e ricerche hanno dimostrato che le malattie cardiovascolari sono ancora le prime al mondo a causare mortalità e morbilità nel corpo. Possono causare altri problemi che possono influenzare il corpo.

 

Una delle malattie cardiovascolari che possono portare a disfunzioni cardiache è l'aterosclerosi. L'aterosclerosi è un accumulo di placca (grassi, colesterolo e altre sostanze dure e appiccicose) che si accumula nel tempo lungo le pareti delle arterie che possono rallentare il flusso sanguigno, causando una minore circolazione nelle arterie. Quando la circolazione si ostruisce, può portare a ischemia associata a un coagulo di sangue a causa delle diverse aree del corpo che non ricevono abbastanza sangue e ossigeno per funzionare correttamente. 

 

Infiammazione associata all'aterosclerosi

Il dottor Alex Jimenez, DC, presenta: Quando ciò accade, può esserci uno squilibrio delle LDL (lipoproteine ​​a bassa densità) che possono quindi sviluppare nel tempo vari sintomi che possono portare a dolori muscolari e articolari. Alcuni dei motivi sottostanti più comuni che possono causare squilibri LDL associati all'aterosclerosi potrebbero includere quanto segue:

  • Infiammazione cronica
  • Disfunzione immunitaria
  • Lo stress ossidativo nel sistema vascolare
  • Dieta povera
  • Esposizione al tabacco
  • Genetica
  • Malattie cardiovascolari preesistenti

Quando vari disgregatori possono danneggiare le LDL, possono ossidarsi nel tempo, danneggiare la parete dell'endotelio cardiovascolare e causare l'attivazione di macrofagi e piastrine. A quel punto, una volta che i macrofagi iniziano a mangiare, si formano in cellule schiumose e poi esplodono e rilasciano perossidazione, il che significa che danneggiano il rivestimento del vaso sanguigno. 

 

Osservando più da vicino l'LDL ossidato, può biotrasformarsi in marcatori pro-infiammatori ed è correlato all'infiammazione vascolare. Quando si ha a che fare con l'infiammazione vascolare, il corpo può sviluppare endotossiemia metabolica. L'endotossiemia metabolica è dove i livelli di LPS (lipopolisaccaridi) aumentano anche se c'è una presenza di infezioni nel corpo. A quel punto, può essere correlato alla disbiosi intestinale e alle malattie infiammatorie croniche per stimolare il sistema immunitario ad aumentare le citochine infiammatorie NFkB e causare dolori muscolari e articolari. 

 

 

Quando c'è un aumento dell'infiammazione dovuto all'aterosclerosi o a qualsiasi malattia cardiovascolare che un individuo può avere, i segni e i sintomi possono variare a seconda del loro ambiente. Eccessivo aumento di peso, ipertensione, aumento dello stress ossidativo, alti livelli di trigliceridi, bassi livelli di HDL, ecc., possono influenzare il corpo e renderlo disfunzionale. Questi fattori meccanici possono influenzare la disbiosi nei sistemi cardiovascolare e intestinale, portando a condizioni croniche come IBS, sindrome metabolica e malattie cardiovascolari. 

Trattamenti per abbassare l'infiammazione

Il dottor Alex Jimenez, DC, presenta: Quindi cosa possiamo fare per ridurre l'infiammazione associata all'aterosclerosi che causa dolori muscolari e articolari? Bene, uno dei modi in cui molte persone possono farlo è mangiare carboidrati meno raffinati e un alto livello di zucchero può abbassare i livelli glicemici elevati nel corpo può ridurre il rischio di malattie cardiovascolari. Un altro modo è provare la dieta mediterranea, che include proteine ​​magre, noci, olio extra vergine di oliva, verdure salutari per il cuore, frutta fresca e cereali integrali per ridurre i marcatori infiammatori dal procedere oltre a causare problemi nel corpo. Anche gli integratori e i nutraceutici come il glutatione e gli omega-3 possono ridurre l'infiammazione cronica e le complicanze delle malattie cardiovascolari migliorando le loro proprietà antiossidanti per preservare l'omeostasi redox regolando allo stesso tempo lo stress ossidativo nel corpo.

 

Un altro modo in cui le persone possono prevenire l'aterosclerosi è esercitarsi regolarmente. Una routine di esercizi è un ottimo modo per mantenere il battito cardiaco e consentire ai muscoli di muoversi. Qualsiasi esercizio come lo yoga, il crossfit, la danza, il nuoto, la camminata e la corsa consentirà un maggiore apporto di ossigeno ai polmoni, consentendo al cuore di pompare più sangue per consentire una maggiore circolazione ai vari organi, muscoli e tessuti. Inoltre, qualsiasi esercizio può ridurre l'accumulo di placca nelle arterie e ridurre l'infiammazione nei muscoli e nelle articolazioni che colpiscono il corpo.

 

Cura chiropratica e infiammazione

Il dottor Alex Jimenez, DC, presenta: E infine, trattamenti come la cura chiropratica possono aiutare a ripristinare la funzionalità del corpo attraverso la manipolazione spinale. Ora, come si correla la cura chiropratica con le malattie cardiovascolari come l'aterosclerosi? Quando il corpo ha a che fare con l'infiammazione e lo stress cronico associato all'aterosclerosi, la diminuzione della circolazione sanguigna può causare disfunzioni degli organi interni e interrompere i segnali trasmessi per raggiungere il cervello. Quindi, quando i segnali trasmessi vengono bloccati, può causare sublussazione spinale alla colonna vertebrale e invocare dolore nelle sezioni superiore, media e inferiore della schiena, del collo, dei fianchi e delle spalle. A quel punto, un chiropratico incorpora la manipolazione meccanica e manuale per riallineare la colonna vertebrale e consentire la funzione articolare e muscolare al corpo. Allo stesso tempo, la cura chiropratica può lavorare con altri fornitori di servizi medici associati per sviluppare un piano di trattamento personale che consenta al corpo di iniziare il suo processo di recupero. 

 

Conclusione

Il nostro obiettivo è ridurre l'infiammazione e lo stress ossidativo nel corpo per smorzare gli effetti delle malattie cardiovascolari associate al dolore. Coprire alcuni dei diversi modi per impedire che l'aterosclerosi colpisca il sistema cardiovascolare nel corpo può aiutare gli organi vitali e i muscoli a produrre più infiammazione associata al dolore. Incorporare cibo salutare per il cuore e antinfiammatorio, assumere integratori, fare esercizio fisico e sottoporsi a trattamenti può apportare grandi cambiamenti al corpo. Il processo può essere noioso, ma i risultati miglioreranno lentamente la funzionalità del corpo e aiuteranno l'individuo a rimanere sulla via della salute e del benessere.

 

Disclaimer

Il dottor Alex Jimenez presenta: Prevenire l'aterosclerosi con la cura chiropratica

Il Dr. Alex Jimenez presenta: Invertire la dislipidemia e l'aterosclerosi


Introduzione

Il dottor Jimenez, DC, presenta come invertire la dislipidemia e l'aterosclerosi attraverso varie terapie che possono aiutare il corpo a funzionare. Comprendendo i fattori di rischio che causano questi problemi, molti specialisti associati a questi fattori di rischio cardiovascolare possono sviluppare una soluzione per ridurre questi e altri sintomi preesistenti correlati agli organi vitali e ai muscoli. Riconosciamo i pazienti a fornitori certificati che forniscono opzioni di trattamento per i disturbi cardiovascolari che possono ripristinare la funzionalità del corpo e migliorare la salute di una persona. Valutiamo ogni individuo e i suoi sintomi affidandoli ai nostri fornitori di servizi medici associati in base ai risultati della loro diagnosi per una migliore comprensione. Riconosciamo che l'educazione è un modo straordinario per porre ai nostri fornitori domande che si applicano alle conoscenze e ai sintomi del paziente. Il Dr. Jimenez, DC, implementa queste informazioni come servizio educativo. Disclaimer

 

Elaborazione di un piano di trattamento

Il dottor Alex Jimenez, DC, presenta: Oggi vedremo come invertire funzionalmente la dislipidemia e l'aterosclerosi. Nel precedente articolo, abbiamo osservato i fattori di rischio della dislipidemia e come è associata alla sindrome metabolica. L'obiettivo di oggi esamina i biomarcatori emergenti che potrebbero portare a dislipidemia e aterosclerosi. Osservare le linee guida fondamentali dello stile di vita, dell'alimentazione, dell'attività fisica, della risposta allo stress e incorporare integratori e nutraceutici può aiutare molte persone a trasformare la propria salute da una prospettiva personale. A quel punto, ognuno è diverso e i loro piani di trattamento sono unici in quanto soddisfano ogni individuo in termini di salute e benessere. 

 

Quando si tratta di medicina funzionale, strumenti come Living Matrix e IFM consentono ai medici di esaminare i risultati che vengono presentati al paziente consentendo loro di vedere il loro colesterolo e la storia che potrebbe portare a questi disturbi cardiovascolari. Alcuni degli studi precedenti avrebbero consentito ai medici di prescrivere ai loro pazienti di sottoporsi all'esaurimento dei nutrienti dalla terapia con statine per ridurre gli effetti delle malattie cardiovascolari. Integratori come CoQ10, vitamina K2, acidi grassi omega-3, vitamina D, zinco e rame sono tutti integratori salutari per il cuore che possono dare un'idea di ciò che manca all'individuo per prevenire la dislipidemia e l'aterosclerosi. Un'altra cosa è che le terapie con statine potrebbero anche notare come anche i livelli ormonali vengano influenzati nel corpo poiché questi fattori di rischio cardiovascolare possono causare livelli ormonali inferiori a quelli che sono e possono colpire sia uomini che donne.

 

prevenire-e-revertire-le-dislipidemie-amp-aterosclerosi-el-paso-tx-2023_63a20ad0

 

Fattori e trattamenti di rischio cardiovascolare

Il dottor Alex Jimenez, DC, presenta: Ora, questa può essere un'arma a doppio taglio perché sappiamo che la disfunzione erettile è un problema vascolare e consente il flusso sanguigno al sistema riproduttivo. Quindi diciamo, ad esempio, se qualcuno ha una scarsa riduzione della funzione endoteliale nella malattia vascolare dell'ossido nitrico, avrà una disfunzione erettile. Quindi, quando ciò accade, la terapia con statine può aiutare l'individuo e migliorare la funzione endoteliale. L'utilizzo di queste terapie è importante quando la disfunzione nel corpo può causare profili di rischio sovrapposti per il sistema cardiovascolare e interrompere la riproduzione ormonale. Senza questi vari trattamenti, può portare a dolore associato a questi sintomi che fanno sì che il corpo abbia uno squilibrio di ormoni, colesterolo alto e altri problemi che colpiscono il corpo. Come affermato in precedenza, ognuno è diverso e i piani di trattamento sono unici in quanto soddisfano ogni individuo. 

 

Come possiamo sapere quando una persona ha a che fare con dislipidemia e aterosclerosi? Dopo l'esame e l'ascolto di come sta il paziente, molti medici combinano il AAPIER e SBAR protocollo per formulare una diagnosi ed esaminare i fattori di rischio correlati a questi disturbi. Quando il corpo ha a che fare con vari fattori ambientali come la scarsa qualità del sonno, essere sotto stress costante, mangiare cibi ricchi di grassi saturi e non fare abbastanza esercizio fisico, può causare al corpo lo sviluppo di colesterolo alto che può portare alla formazione di placca nel pareti delle arterie, causando dolore toracico associato al cuore. Questo è noto come dolore riferito somato-viscerale, in cui il muscolo interessato sta causando problemi agli organi corrispondenti correlati al dolore. Un'altra cosa è che questi fattori di rischio ambientale potrebbero sovrapporsi all'infiammazione e causare dolori muscolari e articolari, che possono causare lamentele di mobilità limitata e rigidità che possono far sentire una persona tesa e infelice. 

 

L'infiammazione è un fattore chiave

Il dottor Alex Jimenez, DC, presenta: Considerare l'infiammazione come un attore chiave che colpisce il corpo è il primo passo nella medicina funzionale. Quando si tratta di un dolore costante del corpo a causa di infiammazione, stress cronico, dislipidemia o aterosclerosi, può indurre il cervello a trasmettere segnali attraverso il midollo spinale e rendere sensibili i muscoli circostanti. I marcatori infiammatori possono indurre molte persone a essere facilmente confuse poiché pensano di avere a che fare con il mal di schiena invece che con il dolore somato-viscerale. Questo perché l'infiammazione può essere buona o cattiva, a seconda della gravità. Quando il sistema immunitario inizia a rilasciare citochine infiammatorie, nonostante l'assenza di infezioni, batteri o virus, nei sistemi cardiovascolare, intestinale e muscoloscheletrico, può causare sintomi di gonfiore, dolore, arrossamento e calore che possono colpire gli organi corrispondenti. Quindi l'infiammazione colpisce il cuore; può causare sintomi sovrapposti di mancanza di respiro, accumulo di liquidi e simulare dolori al petto. Allo stesso tempo, l'infiammazione nell'intestino può portare a fattori indesiderati che possono causare cambiamenti dannosi che possono compromettere il meccanismo omeostatico e attivare molteplici percorsi che possono innescare fattori di rischio di malattie cardiovascolari come l'aterosclerosi e la dislipidemia.

 

Ora, in che modo l'aterosclerosi sarebbe correlata al cuore? Quando il corpo si occupa di fattori che possono essere correlati all'infiammazione, molti fattori come l'ipertensione o l'accumulo di placca causano un blocco nelle arterie, che può causare la riduzione del flusso sanguigno al cuore per la circolazione. Quando ciò accade, può portare a malattie cardiovascolari associate a dolori al petto. Nella medicina funzionale, capire da dove provengono gli effetti infiammatori, che è molto probabilmente nell'intestino, può aiutare molte persone a ridurre e invertire la dislipidemia e l'aterosclerosi. 

 

Riduzione dei fattori di rischio cardiovascolare

Il dottor Alex Jimenez, DC, presenta: Quando si tratta di ridurre lo sviluppo di dislipidemia e aterosclerosi, vari modi possono aiutare a proteggere gli organi vitali e ridurre gli effetti infiammatori nel sistema muscolo-scheletrico. Uno dei trattamenti a cui corrisponde la medicina funzionale è il trattamento chiropratico. Quando si tratta di organi e nervi spinali nel corpo, c'è una connessione, poiché tutti gli organi interni sono collegati attraverso il midollo spinale che invia segnali al cervello. Quando i segnali trasmessi sono bloccati o interrotti da fattori di rischio che sono entrati nel corpo, gli organi vitali non possono funzionare correttamente. Quindi, in che modo il trattamento chiropratico aiuterebbe in questo? Un chiropratico userebbe la manipolazione manuale e meccanizzata per riallineare la colonna vertebrale dalla sublussazione. Ciò consentirà al blocco di interrompere i segnali trasmessi per funzionare correttamente e ripristinare la funzione articolare prevenendo la degenerazione, rallentando il progresso della malattia nelle ossa, nei muscoli e negli organi.

 

Un altro modo per ridurre gli effetti infiammatori nel corpo è incorporare cibi salutari per il cuore e l'intestino che possono ridurre l'infiammazione e migliorare la salute del microbioma intestinale. Mangiare cibi nutrienti ricchi di prebiotici, con proprietà antinfiammatorie e fibre solubili può aiutare il corpo a trasformarli in SCFA (acidi grassi a catena corta) che consentono all'intestino crasso di creare più energia per il corpo. Incorporare questi vari modi come parte del piano di trattamento per le persone che si occupano di dislipidemia o aterosclerosi può aiutare a invertire lentamente gli effetti.

Conclusione

La combinazione di cibi salutari per il cuore, l'esercizio fisico regolare e il cambiamento delle abitudini di vita possono fornire risultati sorprendenti quando questi piccoli cambiamenti vengono incorporati gradualmente. Ciò consentirà alla persona di vedere cosa funziona e cosa no mentre comunica costantemente con i propri fornitori di servizi medici per assicurarsi di ottenere gli incredibili benefici che miglioreranno la propria salute e il proprio benessere.

 

Disclaimer

Il dottor Alex Jimenez presenta: Uno sguardo ai fattori di rischio di dislipidemia

Il dottor Alex Jimenez presenta: Uno sguardo ai fattori di rischio di dislipidemia


Introduzione

Il dottor Jimenez, DC, presenta come la dislipidemia può aumentare le possibilità di vari problemi associati a molteplici fattori di rischio che possono causare dolori muscolari e articolari. Comprendendo dove questi problemi colpiscono il corpo, molti specialisti associati alla dislipidemia possono trovare una soluzione per ridurre i sintomi della dislipidemia e altri sintomi preesistenti correlati al colesterolo alto. Riconosciamo i pazienti a fornitori certificati che forniscono opzioni di trattamento per la dislipidemia che possono ripristinare la funzionalità del corpo e migliorare la salute di una persona. Valutiamo ogni individuo e i suoi sintomi affidandoli ai nostri fornitori di servizi medici associati in base ai risultati della loro diagnosi per una migliore comprensione. Riconosciamo che l'educazione è un modo straordinario per porre ai nostri fornitori domande che si applicano alle conoscenze e ai sintomi del paziente. Il Dr. Jimenez, DC, implementa queste informazioni come servizio educativo. Disclaimer

dislipidemia-fattori-di-rischio-must-watch-el-paso-tx-2023_63a0bb26

I fattori di rischio della dislipidemia

Il dottor Alex Jimenez, DC, presenta: Oggi esamineremo le linee guida ei fattori di rischio della dislipidemia. Quando gli specialisti utilizzano queste linee guida che coinvolgono la produzione di lipidi nel corpo del paziente, usano queste linee guida per enfatizzare le terapie dello stile di vita che possono incoraggiare un maggiore coinvolgimento del paziente e il processo decisionale in merito alla sua salute. Quando un problema comporta un aumento o una diminuzione della produzione di lipidi nel corpo, può essere dovuto a scelte di stile di vita che possono colpire chiunque e correlare alla sindrome metabolica. Nella medicina funzionale, è importante guardare, seguire e conoscere queste linee guida per capire meglio cosa sta succedendo con i pazienti e elaborare un piano di trattamento che possa aiutare a ridurre i fattori di rischio di dislipidemia e trattare i sintomi associati a questi rischi fattori.

 

Per quanto riguarda queste linee guida, i medici lavorano con specialisti medici associati che esaminano la produzione di lipidi e sviluppano un elenco personalizzato per i pazienti che mostra i fattori di aumento del rischio che causano la dislipidemia associata a malattie cardiovascolari che causano la sindrome metabolica. La dislipidemia è quando uno squilibrio della produzione di lipidi nel corpo provoca un aumento del colesterolo alto a causa di vari fattori che possono portare a malattie cardiovascolari. A quel punto, quando un paziente ha a che fare con il colesterolo alto a causa di uno stile di vita sedentario o di essere costantemente stressato, può portare a uno squilibrio nella produzione di lipidi e indurre i medici non solo a guardare i pannelli lipidici standard, ma anche a capire come venire con un piano di trattamento per i loro pazienti per regolare la loro produzione di lipidi. 

 

Come cercare i fattori di rischio della dislipidemia?

Il dottor Alex Jimenez, DC, presenta: Quindi, quando si tratta di esaminare i fattori di rischio che stanno sviluppando la dislipidemia, la medicina funzionale consente ai medici di esaminare i test lipidici avanzati e valutare i fattori di rischio che causano la dislipidemia. Le valutazioni di questi test rilevano vari fattori di rischio che la medicina convenzionale non vedrebbe e mostra ai pazienti l'importanza di questi risultati e attira la loro attenzione. A quel punto, molti fattori di rischio possono migliorare il progresso della dislipidemia. I fattori di rischio includono:

  • Avere una storia familiare di malattie cardiovascolari aterosclerotiche premature (ASCVD).
  • Alti livelli di lipoproteine ​​e trigliceridi.
  • Eccessivo stile di vita sedentario.
  • Mancanza di attività fisica
  • Avere disturbi infiammatori cronici preesistenti che possono causare ipersensibilità al corpo.

Tutti questi fattori di rischio possono causare lo sviluppo di dislipidemia e possono anche sovrapporsi a fattori di rischio legati alla sindrome metabolica che possono causare dolori muscolari e articolari. Ora, in che modo la sindrome metabolica è associata alla dislipidemia?

 

Sindrome metabolica e dislipidemia

Il dottor Alex Jimenez, DC, presenta: La sindrome metabolica è un gruppo di disturbi che potrebbero essere associati alla dislipidemia, in quanto può far sentire una persona infelice e influire sulla qualità della vita. Quando le persone hanno il colesterolo alto a causa dell'inattività fisica, non consumano molta frutta, verdura, proteine ​​e cereali integrali sani, fumano o sono in costante stress, può influenzare il corpo sia dentro che fuori in quanto può causare a una persona di avere squilibri della funzione lipidica e ormonale. Quando questi squilibri colpiscono il corpo, possono influenzare la mentalità dell'individuo, ridurre la sua energia per sentirsi pigro e causare problemi infiammatori alle articolazioni e ai muscoli che possono portare a varie lesioni e malattie.

 

 

 

Un esempio potrebbe essere un individuo che ha a che fare con il mal di schiena associato all'obesità e ha avuto a che fare con l'ipertensione e il colesterolo alto. Quando quella persona viene esaminata dal proprio medico, i risultati mostrano uno squilibrio di quanto il suo corpo produce lipidi. A quel punto, molte persone non sono consapevoli di avere la dislipidemia a meno che non abbiano un esame del sangue di routine e se è diventata grave. Altri sintomi che la dislipidemia può causare nel corpo includono:

  • Dolore alla gamba
  • Dolore al petto e senso di oppressione
  • Dolore al collo, mascella, spalle e schiena
  • Palpitazioni
  • Problemi di sonno
  • Gonfiore alle gambe

Se non viene trattato immediatamente, può portare a più problemi che possono causare dolore al corpo e lasciarli senza speranza. Quando questi sintomi e agenti patogeni indesiderati iniziano a colpire il corpo, possono causare la disfunzione degli organi vitali che monitorano la produzione di lipidi e causare un aumento dei sintomi cronici nel tempo. 

 

Trattamenti e linee guida per la dislipidemia

Il dottor Alex Jimenez, DC, presenta: Osservando le linee guida, possiamo valutare la situazione che il paziente sta affrontando, elaborare una valutazione su come ridurre questi fattori di rischio che stanno causando disfunzioni nel corpo del paziente e elaborare un piano di trattamento personalizzato che incoraggi il paziente a partecipare e lavorare con altri fornitori di servizi medici associati per garantire salute e benessere alla persona. Non tutto è perduto, poiché ci sono modi per ridurre la dislipidemia associata alla sindrome metabolica.

 

Trattamenti come la cura chiropratica possono aiutare a ripristinare i sistemi del corpo attraverso la manipolazione spinale nelle regioni cervicale, toracica e lombare per ridurre la rigidità e ripristinare la mobilità della persona. Una dieta antinfiammatoria e l'esercizio fisico possono aiutare a ridurre gli effetti infiammatori e abbassare il colesterolo alto con cui la persona ha a che fare. E infine, l'esercizio fisico può aiutare a ridurre lo stress e migliorare la gamma di movimento delle articolazioni e dei muscoli del corpo. Tutti questi trattamenti lavorano insieme per quanto riguarda la salute e il benessere di una persona, poiché il corpo è una macchina complessa. La combinazione di medicina funzionale e cura chiropratica può consentire alle persone di iniziare a fare piccoli cambiamenti nelle loro vite per ripristinare la loro salute e liberarsi dal dolore dalla sindrome metabolica associata alla dislipidemia. Ricordare che ci vuole tempo perché questi trattamenti mostrino i risultati di sentirsi bene può far valere il viaggio verso una versione più sana di te stesso.

 

Disclaimer

Il dottor Alex Jimenez presenta: Gli effetti della sindrome metabolica

Il dottor Alex Jimenez presenta: Gli effetti della sindrome metabolica


Introduzione

Il dottor Alex Jimenez, DC, presenta gli effetti della sindrome metabolica che possono interrompere la funzionalità del corpo. La sindrome metabolica è un disturbo comune che può variare dall'insulino-resistenza all'infiammazione e al dolore muscolare. Considerando come ogni persona è diversa, osserviamo come la sindrome metabolica è associata alla disfunzione dell'insulina e correlata all'infiammazione. Indirizziamo i pazienti a fornitori certificati che forniscono trattamenti di medicina funzionale correlati alla sindrome metabolica per ripristinare la funzionalità del corpo. Riconosciamo ogni paziente e i suoi sintomi indirizzandoli ai nostri fornitori di servizi medici associati in base alla loro diagnosi per una migliore comprensione di ciò con cui hanno a che fare. Comprendiamo che l'istruzione è un modo straordinario per porre ai nostri fornitori varie domande che si applicano alla conoscenza del paziente. Il Dr. Jimenez, DC, applica queste informazioni come servizio educativo. Disclaimer

 

Gli effetti della sindrome metabolica

Il dottor Alex Jimenez, DC, presenta: La sindrome metabolica è un gruppo di disturbi che possono colpire il corpo e causare altri problemi agli organi vitali e alla funzionalità muscolare e articolare. La sindrome metabolica può anche essere correlata ad altre condizioni come il diabete e l'insulino-resistenza, che possono causare dolore riferito in diverse parti del corpo. Ad esempio, il mal di schiena associato alla sindrome metabolica potrebbe sovrapporsi all'obesità. Quindi, nell'ultimo articolo, abbiamo visto come riconoscere le cause della sindrome metabolica. Nel cercare di capire quante persone sono inclini a sviluppare la sindrome metabolica, dobbiamo guardare cosa mangiano, che tipo di stile di vita hanno e se hanno condizioni preesistenti. Tutte queste questioni quando si sottopongono a un esame con il loro medico di base.

 

Un'altra cosa da esaminare quando si diagnosticano i pazienti per la sindrome metabolica è osservare i loro geni. Che si tratti dello stile di vita o dell'ambiente di una persona, guardando i geni di una persona, otterrai un certo fenotipo nella sequenza del DNA. A quel punto, se qualcuno ha uno stile di vita infiammatorio combinato con un codice genetico univoco, i medici di medicina funzionale possono identificare una serie di comorbilità che colpiscono l'individuo. Con queste informazioni, i medici possono informare i loro pazienti che se non apportano piccoli cambiamenti allo stile di vita, potrebbero essere a rischio di sviluppare condizioni sovrapposte che possono influenzare i loro corpi e provocare dolore a muscoli, organi e articolazioni. 

 

Medicina funzionale e sindrome metabolica

Il dottor Alex Jimenez, DC, presenta: Questo è l'argomento della conversazione sulla medicina funzionale perché stiamo cercando di cogliere il problema prima ancora che le complicanze microvascolari e macrovascolari si stabiliscano nel corpo. Poiché la sindrome metabolica è un insieme di disturbi, può potenzialmente essere correlata ad altri problemi come la disfunzione insulinica?

 

effetti della sindrome metabolica

 

Beh, può. Quando il corpo non produce abbastanza insulina per fornire energia al corpo, può portare a un'infiammazione cronica. Quindi, che si tratti di uno stile di vita povero, disfunzione del microbioma, adiposità viscerale o stress costante, l'infiammazione associata alla disfunzione dell'insulina può portare l'asse HPA in overdrive. A volte potrebbe non essere basato sull'infiammazione. Potrebbe essere correlato alla disfunzione mitocondriale. Quindi, osservando l'analisi della persona che ha a che fare con la sindrome metabolica, guardi la sua sequenza temporale, il suo stile di vita e gli squilibri clinici che guidano i marcatori infiammatori a influenzare il corpo. I dati possono anche cercare segni di insulti mitocondriali e comorbilità che potrebbero creare disfunzioni insuliniche che possono portare allo sviluppo della sindrome metabolica. Queste informazioni daranno ai medici di medicina funzionale un'idea di ciò a cui sono geneticamente predisposti nei loro corpi.

 

Ognuno è diverso e provvedere a piani di trattamento unici per loro può fornire risultati duraturi in futuro. Quindi, quando si tratta degli approcci funzionali e convenzionali alla sindrome metabolica associata ad altri vari disturbi, è importante confrontare e contrastare entrambi i metodi per determinare cosa il paziente dovrebbe considerare di fare per ritrovare la propria salute e il proprio benessere. Ciò potrebbe derivare dai trattamenti che possono funzionare per l'individuo, che tipo di alimenti possono ridurre i marcatori infiammatori e regolare la produzione di ormoni o il loro livello di attività fisica. A quel punto, tratteremo il più possibile la causa attraverso varie tecniche oltre ai prodotti farmaceutici e alla chirurgia e, contemporaneamente, incontreremo i pazienti dove si trovano perché a volte le persone si comportano bene con l'intervento sullo stile di vita. Al contrario, altri con più rischi hanno bisogno di più tempo di screening e test diagnostici.

 

Disfunzione insulinica associata a infiammazione

Il dottor Alex Jimenez, DC, presenta: Il nostro obiettivo principale è rilevare la disfunzione insulinica associata all'infiammazione correlata alla sindrome metabolica precoce. I risultati di laboratorio dei nostri fornitori di servizi medici associati possono raccontarci una storia di ciò che il paziente sta attraversando e determinare se dobbiamo inserire i nutrienti di cui il corpo ha bisogno per correggere o eliminare le tossine, diciamo, che stanno interferendo con la capacità del corpo per auto-correggere la disfunzione insulinica. Perché prevenire queste comorbilità associate alla sindrome metabolica può aiutare molte persone a ritrovare salute e benessere. 

 

Poiché tutti abbiamo microbiomi diversi, la cosa bella della medicina funzionale è che porta consapevolezza che deve essere affrontata quando i nostri corpi hanno a che fare con l'infiammazione e la disfunzione dell'insulina che ci fa rispondere e utilizzare quella risposta come comprensione del nostro microbioma. Ci consente di ridurre gli effetti di molti problemi e sintomi associati alla sindrome metabolica di cui potremmo anche non essere a conoscenza se non li trattassimo. Essendo consapevoli di ciò che sta causando problemi nel nostro corpo, possiamo apportare piccoli cambiamenti nella nostra vita quotidiana per migliorare noi stessi e la nostra salute.

 

Conclusione

Il dottor Alex Jimenez, DC, presenta: Detto questo, come affermato in precedenza, la sindrome metabolica può essere un insieme di condizioni che include infiammazione, insulino-resistenza, obesità e disfunzione ormonale che possono svilupparsi in problemi somato-viscerali o viscerale-somatici che colpiscono gli organi e i gruppi muscolari. Quando tutti questi problemi iniziano a colpire il corpo, possono portare a condizioni preesistenti che possono portare a dolori articolari e muscolari. Per quanto riguarda la salute e il benessere, trattare gli effetti della sindrome metabolica può fare miracoli per il corpo, la mente e l'anima. Apportare piccole modifiche a uno stile di vita può fornire numerosi risultati positivi e può restituire funzionalità al corpo. 

 

Disclaimer

Il dottor Alex Jimenez presenta: Gli effetti della sindrome metabolica

Il dottor Alex Jimenez presenta: Riconoscere le cause della sindrome metabolica


Introduzione

Il dottor Alex Jimenez, DC, presenta quante persone possono riconoscere la causa della sindrome metabolica. La sindrome metabolica è un gruppo di condizioni che vanno dall'insulino-resistenza al dolore muscolare e articolare. Considerando come ogni persona è diversa, esaminiamo come la sindrome metabolica è associata ai disturbi cardiovascolari. Indirizziamo i pazienti a fornitori certificati che forniscono trattamenti cardiovascolari associati alla sindrome metabolica per alleviare i problemi che interessano il corpo garantendo al contempo un benessere ottimale per il paziente attraverso vari trattamenti. Riconosciamo ogni paziente indirizzandolo ai nostri fornitori di servizi medici associati in base alla loro diagnosi per capire meglio con cosa hanno a che fare in modo appropriato. Comprendiamo che l'istruzione è un modo eccellente per porre ai nostri fornitori varie domande complesse a conoscenza del paziente. Il Dr. Jimenez, DC, utilizza queste informazioni come servizio educativo. Disclaimer

 

Cos'è la sindrome metabolica?

Il dottor Alex Jimenez, DC, presenta: Oggi inizieremo ad allargare la lente sulla sindrome metabolica. Dal punto di vista della medicina funzionale, molti non l'hanno sempre chiamata sindrome metabolica. Altri termini usati per descrivere la diagnosi erano: 

  • Sindrome dismetabolica
  • Girovita ipertrigliceridemico
  • Sindrome da insulino-resistenza
  • Sindrome da obesità
  • Sindrome X

La sindrome metabolica è un gruppo di disturbi che possono influenzare la vita quotidiana di un individuo e causare vari problemi che possono causare disfunzioni del corpo. Quindi, nel 2005, le tre linee guida dell'ATP ci hanno detto che i pazienti devono soddisfare tre criteri su cinque per ottenere la diagnosi di sindrome metabolica. Quindi questi sono intorno alla circonferenza della vita, che riguarda l'adiposità viscerale, la pressione sanguigna, la glicemia, i trigliceridi e l'HDL. E poi vedi i tagli lì. Quindi, nei criteri diagnostici della International Diabetes Federation, si noti che è necessario avere un'obesità centrale, ma tagli specifici per etnia per la circonferenza della vita. Quindi invece di tre su cinque, devi averne uno, e poi gli altri due su quattro devono essere soddisfatti. Quindi vedi gli altri come prima, ma sono solo compartimentati in modo diverso in questo schema diagnostico. Ora parliamo di questi tagli specifici per etnia.

 

Quindi, se sei un americano nutrito con mais standard, la circonferenza della tua vita è di 40 pollici come maschio e 35 pollici come femmina. Ora, se provenivi da diverse parti del mondo, i numeri per la circonferenza della vita sono diversi se l'etnia è asiatica, ispanica, africana, europea o mediorientale. Esaminando la diagnosi di sindrome metabolica esaminando maggiormente i limiti specifici dell'etnia, è possibile vedere che più persone inizierebbero a soddisfare i criteri per la sindrome metabolica se i medici utilizzassero i rigorosi standard specifici dell'etnia per diagnosticare ai loro pazienti la sindrome metabolica. Altre diagnosi noteranno anche dove si trova l'adiposità viscerale durante il taglio e vedranno ulteriori indizi di insulino-resistenza. Altri fattori oltre all'insulino-resistenza possono causare la disfunzione dei sistemi del corpo, il che spingerà i fattori di rischio comuni a causare il dolore associato alla sindrome metabolica a colpire i muscoli e i gruppi muscolari. Quando il corpo diventa disfunzionale a causa della sindrome metabolica, può anche influenzare i sistemi di organi vitali come il sistema cardiovascolare. Ora, come si correla la sindrome metabolica con il sistema cardiovascolare?

 

Come funziona la sindrome metabolica associata al sistema cardiovascolare?

Il dottor Alex Jimenez, DC, presenta: Se osservi come le abitudini di vita di una persona influenzano il suo corpo, puoi vedere che i dati mostrano come i fattori metabolici contribuiscono al rischio cardiometabolico totale. Queste informazioni consentono ai medici e ai pazienti di conoscere il loro colesterolo LDL, il BMI, la storia familiare e la pressione sanguigna. Supponiamo che una persona abbia problemi cardiovascolari preesistenti associati alla sindrome metabolica. In tal caso, è importante sapere se i loro livelli di glucosio sono elevati o diminuiti e vedere come controllare i fattori di rischio associati alla sindrome cardiometabolica. Questi sono importanti fattori di rischio che devono essere sollevati in una conversazione sulla disfunzione metabolica per avere una migliore comprensione.

 

Ora ci sono modi per ridurre gli effetti della sindrome metabolica associata alle malattie cardiovascolari. Espandendo i dati dai risultati dei test del paziente, possiamo guardare oltre il rischio cardiometabolico; possiamo determinare le cause che sono la progressione di questi problemi che interessano il corpo. Questi possono essere numerosi problemi come la quantità di esercizio che la persona sta facendo, come affronta lo stress e l'infiammazione e quali cibi mangia. 

 

sindrome-metabolica-cause-amp-effetti-el-paso-tx-2023_6398d399

 

Riconoscendo questi risultati, possiamo identificare cose oltre la sindrome metabolica e capire quali altri disturbi stanno contribuendo alla sindrome metabolica. Molti medici informeranno i loro pazienti su come i loro livelli di insulina possono diventare elevati, il che può indurli a sviluppare insulino-resistenza e perdere le loro cellule beta. Quando l'insulino-resistenza corrisponde alla sindrome metabolica, molte persone devono rendersi conto che anche i loro geni possono agire. Alcune persone hanno geni che le guidano con lo stesso tipo di disfunzione dello stile di vita, infiammazione, disfunzione e insulino-resistenza. I loro geni eguaglieranno anche problemi di pressione sanguigna o folli disturbi lipidici. Quando i fattori di rischio cardiometabolico stanno contribuendo a problemi sottostanti che interessano il corpo, è davvero importante che la medicina funzionale sia l'obiettivo principale per capire dove i problemi stanno causando disfunzioni nel corpo.

 

Resistenza all'insulina e sindrome metabolica

Il dottor Alex Jimenez, DC, presenta: Quindi, quando si tratta di insulino-resistenza, è importante prendere nota della funzione anormale delle cellule beta nel corpo se il pancreas non può produrre abbastanza insulina da trasformare in glucosio. Quando ciò accade, le persone inizieranno ad avere livelli elevati di glucosio e, se continua a salire a un certo punto, saranno già inclini ad avere il diabete di tipo 2. A quel punto, il corpo avrà questa relativa carenza di insulina, facendo sì che i recettori del corpo non siano così appiccicosi e funzionali. 

 

Quando una quantità sufficiente di insulina circola nel corpo e fa il suo lavoro, i livelli di glucosio nel sangue non raggiungono la soglia per diventare diabete. Supponiamo ora che il corpo mantenga la normale funzione delle cellule beta. In tal caso, tuttavia, i recettori dell'insulina non funzionano, il che consente al pancreas di iniziare a pompare insulina per essere in grado di tenere il passo con questa resistenza, portando l'individuo a uno stato compensativo di insulina elevata. Stabilizzando i livelli di insulina, molte persone possono controllare la quantità di glucosio presente nei loro corpi. Tuttavia, supponiamo che una persona sia incline a diventare diabetica. In tal caso, tutta l'insulina che viene espulsa è una massiccia disfunzione della biologia del sistema che segnala molte altre malattie a valle non diabetiche.

 

Conclusione

Quindi la disfunzione insulinica può essere associata a malattie cardiovascolari a causa di cattive scelte di vita, abitudini alimentari e attività fisica. Quando si ha a che fare con la sindrome metabolica associata a questi fattori di rischio, può causare disfunzioni del corpo e causare dolore agli organi, ai muscoli e alle articolazioni. Questo può portare all'obesità e al diabete se non viene gestito correttamente. Iniziare una routine può aiutare a ridurre la resistenza all'insulina mangiando correttamente, dormendo adeguatamente, praticando la consapevolezza e l'esercizio fisico può aiutare a migliorare il corpo e la mente. 

 

Disclaimer

Il dottor Alex Jimenez presenta: la causa e gli effetti del rischio cardiometabolico

Il dottor Alex Jimenez presenta: la causa e gli effetti del rischio cardiometabolico


Introduzione

Il Dr. Alex Jimenez, DC, presenta come la causa e gli effetti del rischio cardiometabolico possono influenzare la salute e il benessere di una persona. La sindrome cardiometabolica può colpire qualsiasi persona attraverso fattori dello stile di vita e causare sintomi simili al dolore che possono influire sul loro benessere. Indirizziamo i pazienti a fornitori certificati che forniscono trattamenti cardiovascolari associati alla sindrome metabolica per alleviare i problemi che interessano il corpo garantendo al contempo un benessere ottimale per il paziente attraverso vari trattamenti. Riconosciamo ogni paziente indirizzandolo ai nostri fornitori di servizi medici associati in base alla loro diagnosi per capire meglio con cosa hanno a che fare in modo appropriato. Comprendiamo che l'istruzione è un modo eccellente per porre ai nostri fornitori varie domande complesse a conoscenza del paziente. Il Dr. Jimenez, DC, utilizza queste informazioni come servizio educativo. Disclaimer

 

La causa e gli effetti del rischio cardiometabolico

Il dottor Alex Jimenez, DC, presenta: Ora, mentre entriamo in questa nuova era, molte persone stanno cercando di trovare modi per gestire il rischio cardiometabolico. Quindi, in questa presentazione, esamineremo il killer numero uno in molti paesi moderni; le malattie cardiovascolari sono definite come un gruppo di condizioni che colpiscono il cuore. Molti fattori sono associati a malattie cardiovascolari che si sovrappongono alla sindrome metabolica. La parola cardiometabolico suggerisce che discuteremo qualcosa di più ampio del rischio cardiovascolare.

 

L'obiettivo è acquisire una prospettiva sulla vecchia conversazione sul rischio cardiovascolare associato al sistema circolatorio. Sappiamo tutti che i sistemi circolatorio, respiratorio e scheletrico del corpo hanno compartimenti diversi che hanno compiti diversi per rendere il corpo funzionale. Il problema è che il corpo opera in vari sistemi indipendenti l'uno dall'altro. Si uniscono e si interconnettono come una rete.

 

Il sistema circolatorio

Il dottor Alex Jimenez, DC, presenta: Quindi il sistema circolatorio aiuta a trasportare i vasi sanguigni e consente ai vasi linfatici di trasportare cellule e altri elementi come gli ormoni da un luogo all'altro. Un esempio potrebbe essere i tuoi recettori dell'insulina che spostano le informazioni in tutto il tuo corpo e i tuoi recettori del glucosio vengono utilizzati per produrre energia. E ovviamente, tutti gli altri tipi di comunicatori governano il modo in cui avviene il trasporto nel corpo. Ora il corpo non è un circuito fisso chiuso collegato attraverso l'esterno. Molti fattori possono influenzare il corpo all'interno e all'esterno che possono influenzare la parete arteriosa e causare problemi sovrapposti che interessano il sistema cardiovascolare. Ora, cosa sta succedendo alla parete arteriosa causando la sovrapposizione di materie nel corpo?

 

Quando i fattori iniziano a influenzare la parete arteriosa all'interno, può causare la formazione di placca nelle pareti arteriose e persino influire sull'integrità delle pareti esterne delle arterie. Quando ciò accade, le LDL o le lipoproteine ​​a bassa densità potrebbero aumentare di dimensioni e causare un picco nei livelli di colesterolo. A quel punto, quando il corpo ha a che fare con cattive abitudini di vita, può influenzare il corpo ad essere ad alto rischio cardiovascolare. Quando il corpo ha a che fare con malattie cardiovascolari ad alto rischio, può causare una correlazione con l'ipertensione, il diabete o la sindrome metabolica. Ciò fa sì che il corpo abbia dolori muscolari e articolari alla schiena, al collo, ai fianchi e al torace, solo per citarne alcuni, e può far sì che l'individuo affronti l'infiammazione dell'intestino, delle articolazioni e dei muscoli.  

 

rischio-cardiometabolico-cause-amp-effetti-el-paso-tx-2022_639796a5

Fattori associati a fattori di rischio cardiometabolico

Il dottor Alex Jimenez, DC, presenta: Ma, curiosamente, è solo di recente che le istituzioni che governano il nostro standard di cura lo prendono sul serio, affermando che deve far parte delle linee guida perché i dati sono così evidenti che l'importanza dello stile di vita di una persona quando si tratta della sua salute. I dati possono variare dalla correlazione di come certe diete, come la dieta mediterranea, possono cambiare le abitudini nutrizionali di una persona. A come lo stress è associato ai disturbi cardiometabolici. O quanto esercizio o quanto sonno stai ricevendo. Questi fattori ambientali sono correlati al modo in cui i fattori di rischio cardiometabolico influenzano il corpo. Informando i pazienti su cosa sta succedendo al loro corpo, possono finalmente apportare piccoli cambiamenti alle loro abitudini di vita. Ora diamo un'occhiata a come la nutrizione può avere un impatto su una persona con profili di rischio cardiometabolico.

 

Conversando sulla nutrizione, molte persone possono vedere l'impatto della dieta americana standard e come può portare a un aumento calorico dell'adiposità centrale. Quando si parla di nutrizione, è meglio notare ciò che la persona sta mangiando, causando problemi di rischio cardiometabolico nei loro corpi. I medici collaborano con i nutrizionisti per escogitare una soluzione per implementare la giusta quantità di proteine ​​di cui l'individuo ha bisogno, la quantità di frutta e verdura che possono consumare e quali allergie o sensibilità alimentari evitare. A quel punto, informare i pazienti su come mangiare cibi sani, biologici e nutritivi permetterà loro di capire cosa immettono nel loro corpo e come invertire gli effetti. Ora ogni persona è diversa poiché alcune diete lo sono per alcune persone mentre altre no, ed è anche importante consigliare i pazienti su ciò che stanno assumendo e consumando, ma anche sui tempi. Alcune persone praticano il digiuno per purificare il proprio corpo dalle tossine e consentire alle cellule del corpo di trovare modi diversi per consumare energia.

 

Come la nutrizione gioca un ruolo nella sindrome cardiometabolica

Il dottor Alex Jimenez, DC, presenta: Ma sapevi che la qualità delle calorie nella dieta americana standard può danneggiare il nostro rivestimento intestinale, rendendolo vulnerabile alla permeabilità, creando questo scenario molto comune chiamato endotossiemia metabolica che innesca l'infiammazione? La qualità e la quantità degli alimenti possono interrompere il nostro microbioma, portando alla disbiosi come diverso meccanismo di infiammazione. E così ottieni questa attivazione immunitaria e disregolazione che crea un bagno costante in cui i tuoi geni si bagnano. L'infiammazione può essere buona o cattiva a seconda della gravità di ciò che sta accadendo nel corpo. Se il corpo soffre di un infortunio o si occupa di problemi minori, l'infiammazione può aiutare a guarire. Oppure, se l'infiammazione è grave, può infiammare il rivestimento della parete intestinale e far fuoriuscire tossine e altri microbi nel resto del corpo. Questo è noto come un intestino che perde, che potenzialmente porta a dolori muscolari e articolari associati all'obesità. Quindi vogliamo ampliare la conversazione sulla nutrizione perché l'obesità ha un impatto sulla cattiva alimentazione. Si dice comunemente che siamo sovralimentati e denutriti come popolazione umana. Quindi vogliamo essere in grado di mitigare responsabilmente le tendenze dell'obesità. E vogliamo introdurre questa conversazione più ampia sui determinanti sociali della salute. Con il passare degli anni, molte persone sono più consapevoli di come il loro ambiente e il loro stile di vita svolgano un ruolo nello sviluppo di condizioni cardiovascolari o cardiometaboliche.

 

Dobbiamo riconoscere che il corpo umano vive in questo ecosistema sociale che determina il potenziale di salute. Vogliamo coinvolgere il paziente per portare consapevolezza al più potente segnale antinfiammatorio nelle loro vite e nella loro scelta di stile di vita. E non stiamo discutendo di mode come indossare spandex e andare in palestra una volta al mese; stiamo parlando di movimento quotidiano e di come ridurre il comportamento sedentario associato alla sindrome cardiometabolica. Abbiamo discusso di come anche l'impatto dello stress possa promuovere l'aterosclerosi, le aritmie e la disfunzione metabolica nel corpo e causare vari problemi che possono influire sul benessere di una persona.

 

Il ruolo dello stress e dell'infiammazione nel corpo

Il dottor Alex Jimenez, DC, presenta: Lo stress, come l'infiammazione, può essere buono o cattivo, a seconda dello scenario. Quindi lo stress può influire sulla capacità di una persona di funzionare nel mondo mentre ci immergiamo nelle disfunzioni della biologia dei sistemi che si verificano a causa dello stress acuto e cronico e come possiamo aiutare i nostri pazienti. Dobbiamo capire che dovremmo metterci nei panni del nostro paziente cercando di capire come abbassare lo stress cronico per ridurre i fattori di rischio cardiometabolico e migliorare la qualità della vita.

 

Quindi, non essendo così ossessionato dal provare tutto in una volta per ridurre i fattori di rischio cardiometabolico, prendere tutto ciò che impariamo e incorporarlo lentamente nella nostra vita quotidiana può avere un enorme impatto su come appariamo, ci sentiamo e ciò che mangiamo può migliorare il nostro benessere -essendo. Il dottor David Jones ha dichiarato: "Se tutto ciò che facciamo è parlare di questo e tutto ciò che facciamo è sapere queste cose, non fa il servizio completo che abbiamo come intenzione per i nostri pazienti".

 

Dobbiamo portarci dalla fase del conoscere alla fase del fare perché è lì che si avranno i risultati. Quindi, guardando il quadro più ampio, possiamo riprenderci la nostra salute dalla sindrome cardiometabolica concentrandoci su dove si sta verificando il problema nel nostro corpo e rivolgendoci a vari specialisti che possono sviluppare un piano di trattamento per ridurre lo stress e l'infiammazione nel nostro corpo che può ridurre gli effetti della sindrome cardiometabolica.

 

Conclusione

Il dottor Alex Jimenez, DC, presenta: Quindi, se molte persone hanno a che fare con rischi cardiometabolici, hanno questi sistemi molto comuni, le disfunzioni biologiche, siano esse legate all'infiammazione, allo stress ossidativo o alla disfunzione dell'insulina, si verificano tutte sotto la superficie. . Nella medicina funzionale, vogliamo andare controcorrente in questa nuova era della salute cardiometabolica. Vogliamo sfruttare l'ambiente e lo stile di vita per manipolare la biologia del sistema in modo che possa trovarsi in un ambiente favorevole per consentire al potenziale epigenetico del paziente di essere alla sua massima espressione di salute. 

 

Fornendo gli strumenti giusti per i pazienti, molti medici di medicina funzionale possono educare i loro pazienti su come riprendersi un po' di salute ogni volta. Ad esempio, una persona ha a che fare con lo stress cronico, che causa rigidità al collo e alla schiena, rendendola incapace di muoversi. I loro medici possono escogitare un piano per incorporare la meditazione o seguire un corso di yoga per alleviare lo stress dai loro corpi e diventare consapevoli. Quindi, raccogliendo importanti informazioni cliniche su come una persona soffre di cardiometabolismo, molti medici possono lavorare con i loro fornitori di servizi medici associati per ideare un piano di trattamento per soddisfare ogni persona che soffre di sintomi associati al cardiometabolismo.

 

Il dottor Alex Jimenez presenta: Trattamenti per l'insufficienza surrenalica

Il dottor Alex Jimenez presenta: Trattamenti per l'insufficienza surrenalica


Introduzione

Il Dr. Alex Jimenez, DC, presenta come vari trattamenti possono aiutare con l'insufficienza surrenalica e possono aiutare a regolare i livelli ormonali nel corpo in questa serie in 2 parti. Poiché gli ormoni svolgono un ruolo vitale nel corpo controllando come funziona il corpo, è importante sapere qual è il fattore scatenante che sta causando problemi sovrapposti nel corpo. In Parte 1, abbiamo osservato come le insufficienze surrenaliche influenzano diversi ormoni e i loro sintomi. Indirizziamo i pazienti a fornitori certificati che includono trattamenti ormonali che alleviano le insufficienze surrenaliche che colpiscono il corpo, garantendo al contempo salute e benessere ottimali per il paziente attraverso varie terapie. Apprezziamo ogni paziente indirizzandolo a fornitori di servizi medici associati in base alla sua diagnosi quando è opportuno capire meglio cosa sta provando. Comprendiamo che l'istruzione è un modo eccellente e curioso per porre ai nostri fornitori varie domande complesse su richiesta e conoscenza del paziente. Il Dr. Jimenez, DC, utilizza queste informazioni come servizio educativo. Disclaimer

trattamenti-di-insufficienza-surrenale-must-watch-el-paso-tx-2022_6393859b

Trattamenti per le insufficienze surrenaliche

Il dottor Alex Jimenez, DC, presenta: Quando si tratta di insufficienza surrenalica, il corpo presenta vari sintomi che possono far sentire la persona a corto di energia e dolore in diverse aree. Poiché gli ormoni sono prodotti nelle ghiandole surrenali, aiutano a mantenere il funzionamento di organi e muscoli vitali per mantenere il corpo funzionale. Quando vari fattori influenzano il corpo, interrompendo le ghiandole surrenali, può causare una produzione eccessiva o insufficiente di ormoni. A quel punto, può essere correlato a numerosi sintomi che causano disfunzioni del corpo. Fortunatamente, ci sono vari trattamenti che molte persone possono incorporare nella loro vita quotidiana per promuovere la regolazione ormonale. 

 

Ora ognuno ha modi diversi per ridurre lo stress, il che va bene in quanto ci sono vari trattamenti che una persona potrebbe voler provare, e se sono in un piano di trattamento che il loro medico ha sviluppato per loro, possono trovare modi per ottenere la loro salute e benessere indietro. Molte persone a volte partecipano alla meditazione e allo yoga per praticare la consapevolezza. Ora la meditazione e lo yoga hanno incredibili benefici nell'abbassare lo stress ossidativo e i livelli di cortisolo associati allo stress cronico. Osservando come le insufficienze surrenaliche possono causare un aumento della disfunzione di insulina, cortisolo e DHEA nell'asse HPA, molti medici escogiterebbero un piano di trattamento per i loro pazienti che può aiutare a ridurre i marcatori dello stress ossidativo e regolare la produzione ormonale. Quindi, se uno dei trattamenti è la meditazione o lo yoga, molte persone che praticano yoga e meditazione inizieranno a notare come si sentono dopo aver fatto alcuni respiri profondi e inizieranno a sentirsi consapevoli di ciò che li circonda. Ciò fa sì che molte persone migliorino la qualità della vita associata a livelli ridotti di cortisolo.

 

Come la consapevolezza può ridurre lo stress

Il dottor Alex Jimenez, DC, presenta: Un altro trattamento disponibile che può aiutare con l'insufficienza surrenalica è un trattamento di consapevolezza di 8 settimane che può aiutare a ridurre i livelli di cortisolo dall'escalation nel corpo per causare più problemi di quelli che una persona sta affrontando. A seconda dello stadio in cui la disfunzione dell'asse HPA sta colpendo il corpo, dedicare del tempo a te stesso può avvantaggiarti a lungo termine. Un esempio potrebbe essere fare un'escursione su un sentiero naturalistico. Il cambiamento nell'ambiente può aiutare una persona a rilassarsi e sentirsi a proprio agio. Ciò consente al corpo di lasciar andare lo stress represso non necessario che influisce sull'umore, sulla funzionalità e sulla salute mentale di una persona quando un cambiamento di scenario può aiutarla a rilassarsi e ricaricarsi. A quel punto, consente anche all'asse HPA di rilassarsi.

 

Un altro esempio di come la consapevolezza può aiutare a trattare le insufficienze surrenaliche associate alla disfunzione ormonale è fornire il neurofeedback a coloro che soffrono di disturbo da stress post-traumatico cronico. Gli individui con esperienze traumatiche hanno PTSD, che può ostacolare la loro capacità di funzionare nel mondo. Quando attraversano un episodio di disturbo da stress post-traumatico, i loro corpi inizieranno a bloccarsi e a tendersi, causando un aumento dei livelli di cortisolo. A quel punto, questo provoca una sovrapposizione di sintomi associati a dolori muscolari e articolari. Ora, in che modo la consapevolezza gioca il suo ruolo quando si tratta di trattamento? Bene, molti medici specializzati nel trattamento del disturbo da stress post-traumatico eseguiranno un test EMDR. EMDR sta per occhio, movimento, desensibilizzazione e riprogrammazione. Ciò consente ai pazienti con disturbo da stress post-traumatico di ricablare il loro asse HPA e ridurre i segnali dei neuroni nel loro cervello e aiutare ad abbassare i livelli di cortisolo che causano insufficienza surrenalica nei loro corpi. Incorporare il test EMDR nei pazienti con disturbo da stress post-traumatico consente loro di trovare il problema che causa il trauma attraverso l'individuazione del cervello, in cui il cervello riproduce i ricordi traumatici e aiuta a ricablare il cervello per liberare il trauma dal corpo e avviare il processo di guarigione.

Vitamine e integratori

Il dottor Alex Jimenez, DC, presenta: Un'altra tecnica che molte persone possono iniziare se vogliono regolare i propri ormoni è l'assunzione di integratori e prodotti nutraceutici per aiutare a ricostituire la funzione ormonale e il corpo. Scegliere le vitamine e gli integratori giusti non è difficile se non vuoi consumarli sotto forma di pillola. Molte vitamine e integratori possono essere trovati in cibi integrali nutrienti con nutrienti specifici che possono migliorare la produzione di ormoni e far sentire una persona sazia. Alcune delle vitamine e degli integratori che possono aiutare con l'equilibrio ormonale includono:

  • Magnesio
  • Vitamine del gruppo B
  • Probiotici
  • Vitamina C
  • Acido alfa lipoico
  • Acidi Grassi Omega-3
  • Vitamina D

Queste vitamine e integratori possono aiutare a comunicare con gli altri ormoni prodotti dal corpo e aiutare a bilanciare la produzione ormonale. Ora, questi trattamenti possono aiutare molte persone con squilibri ormonali nei loro corpi e ci sono momenti in cui il processo può essere difficile. Ricorda solo che apportare questi piccoli cambiamenti può avere un effetto enorme a lungo termine per quanto riguarda la tua salute e il tuo benessere. Attenendosi al piano di trattamento che il tuo medico ti ha escogitato, ti sentirai meglio nel tempo e riprenderai anche la tua salute.

 

Disclaimer

Il dottor Alex Jimenez presenta: i sintomi dell'insufficienza surrenalica

Il dottor Alex Jimenez presenta: i sintomi dell'insufficienza surrenalica


Introduzione

Il dottor Alex Jimenez, DC, presenta come le insufficienze surrenali possono influenzare i livelli ormonali nel corpo. Gli ormoni svolgono un ruolo vitale nella regolazione della temperatura corporea e aiutano a far funzionare gli organi vitali e i muscoli. Questa serie in 2 parti esaminerà come le insufficienze surrenaliche influenzano il corpo e i suoi sintomi. Nella parte 2, esamineremo il trattamento per l'insufficienza surrenalica e quante persone possono incorporare questi trattamenti nella loro salute e benessere. Indirizziamo i pazienti a fornitori certificati che includono trattamenti ormonali che alleviano vari problemi che interessano il corpo garantendo al contempo salute e benessere ottimali per il paziente. Apprezziamo ogni paziente indirizzandolo a fornitori di servizi medici associati in base alla sua diagnosi quando è opportuno capire meglio cosa sta provando. Comprendiamo che l'istruzione è un modo eccellente e curioso per porre ai nostri fornitori varie domande complesse su richiesta e conoscenza del paziente. Il Dr. Alex Jimenez, DC, utilizza queste informazioni come servizio educativo. Disclaimer

 

Cosa sono le insufficienze surrenaliche?

Il dottor Alex Jimenez, DC, presenta: Molti fattori possono influenzare il corpo, sia che le abitudini alimentari, la salute mentale o le abitudini di vita svolgano un ruolo nel mantenimento della funzione ormonale nel corpo. Oggi applicheremo questi modelli di cortisolo disfunzionali comuni che i pazienti presentano quando si sottopongono a un esame quotidiano. La maggior parte dei pazienti spesso arriva e spiega ai propri medici che soffre di disfunzione surrenalica perché diversi sintomi sono associati a vari stadi di disfunzione surrenalica o disfunzione HPA. Ora la disfunzione surrenale o disfunzione ipotalamo-ipofisaria surrenale (HPA) si verifica quando le ghiandole surrenali non producono abbastanza ormoni per regolare il corpo. Ciò fa sì che il corpo attraversi diversi stadi di disfunzione surrenale se non viene trattato in questo modo, facendo sì che il corpo affronti dolori muscolari e articolari che una persona non ha affrontato per tutta la vita. 

 

Molti medici e operatori sanitari utilizzano un approccio sistematico che può aiutare molte persone a capire se hanno o meno una disfunzione surrenale nei loro corpi. Oggi discuteremo della relazione tra ormoni femminili e disturbi dell'umore associati alla disfunzione surrenale. Quando si tratta di disfunzione surrenale associata agli ormoni, molte persone vengono spesso curate per malattie mentali come il disturbo bipolare o la depressione quando i loro ormoni sono squilibrati. Quando gli squilibri ormonali iniziano a colpire le donne sulla cinquantina a causa della premenopausa, il disturbo mentale spesso peggiora e causa molti altri problemi sovrapposti che possono influenzare i loro ormoni e il loro corpo. 

 

La disfunzione surrenale colpisce il corpo

Il dottor Alex Jimenez, DC, presenta: Molte donne seguirebbero diete sane, prenderebbero yoga, sarebbero coinvolte in pratiche spirituali e uscirebbero con i loro amici; tuttavia, quando i loro livelli ormonali sono squilibrati, hanno a che fare con altri problemi associati agli squilibri dell'HPA o alla disfunzione surrenale. Osservando l'attività corticotropa di 24 ore e determinando come il ritmo circadiano la controlla, molti medici possono esaminare i dati presentati al paziente. Il modo in cui i dati vengono presentati al paziente su come i suoi livelli ormonali fluttuano nel corpo al mattino e su come aumentano o diminuiscono durante l'intera giornata fino a quando non vanno a dormire.

 

Con queste informazioni, molti medici possono diagnosticare il motivo per cui questa persona ha difficoltà ad addormentarsi, si sveglia costantemente presto la notte o non riposa abbastanza, rendendola esausta per tutto il giorno. Quindi, in che modo la disfunzione surrenalica è associata all'attività corticotropa di 24 ore? Molti fattori possono causare disfunzione surrenale nel corpo e influenzare i livelli ormonali. Quando il corpo inizia a produrre troppo o meno ormoni dalle ghiandole surrenali o dalla tiroide, può causare la perdita di controllo dei livelli di cortisolo e insulina nel corpo e causare vari problemi che provocano dolori muscolari e articolari. A volte la disfunzione ormonale può causare dolore somato-viscerale o viscerale-somatico colpendo gli organi vitali come l'intestino e il cervello e iniziare a causare problemi ai muscoli e alle articolazioni circostanti. Quando i muscoli e le articolazioni circostanti causano dolore nel corpo, potrebbero causare problemi sovrapposti che possono influenzare la mobilità di una persona e renderla infelice.

 

insufficienza surrenalica-sintomi-diagnosi-e-trattamenti-parte-1-el-paso-tx-2022_639250fc

 

Come diagnosticare le insufficienze surrenali?

Il dottor Alex Jimenez, DC, presenta: Quando i medici diagnosticano un paziente affetto da disfunzione surrenalica, inizieranno a guardare la storia medica del paziente. Molti pazienti inizieranno a compilare un questionario lungo e completo e i medici inizieranno a esaminare gli antropometrici, i biomarcatori e gli indicatori clinici trovati negli esami fisici. I medici devono ottenere la storia del paziente per cercare i segni ei sintomi della disfunzione dell'HPA e della disfunzione surrenale per determinare il problema che colpisce l'individuo. Dopo l'esame, i medici userebbero la medicina funzionale per vedere dove si trova la disfunzione nel corpo e come sono collegati i sintomi. I numerosi fattori che causano la disfunzione surrenale nel corpo potrebbero essere il modo in cui le abitudini alimentari di una persona stanno causando questi problemi, la quantità di esercizio che stanno incorporando nella loro vita quotidiana o l'impatto dello stress su di loro. 

  

La medicina funzionale fornisce un approccio olistico che considera i componenti dello stile di vita che causano problemi nel corpo della persona. Collegando i punti su ciò che il paziente sta dicendo e su come questi fattori stanno causando insufficienza surrenalica, è importante ottenere l'intera storia dal paziente per elaborare un piano di trattamento adatto all'individuo. Apprezzerebbero che qualcuno capisca finalmente cosa stanno attraversando e inizi a ripristinare la loro salute e il loro benessere. Cercando le cause alla radice, i fattori scatenanti e i mediatori che causano la disfunzione surrenale, possiamo esaminare la storia estesa che il paziente ci sta raccontando, sia che si tratti della sua storia familiare, dei suoi hobby o di ciò che gli piace fare per divertimento. Tutte queste cose sono importanti da considerare per cercare di collegare i punti della causa alla base delle insufficienze surrenaliche nel corpo che influenzano i livelli ormonali di una persona.

 

Le insufficienze surrenaliche influenzano il cortisolo

Il dottor Alex Jimenez, DC, presenta: Ora, le insufficienze surrenaliche sono correlate con l'aumento dei livelli di DHEA e cortisolo? Ebbene, il DHEA è un ormone prodotto naturalmente dalle ghiandole surrenali. La funzione principale del DHEA è quella di produrre altri ormoni come gli estrogeni e il testosterone per regolare il corpo maschile e femminile. Il cortisolo è un ormone dello stress che aumenta i livelli di glucosio nel sangue. La funzione principale del cortisolo è quella di consentire al cervello di utilizzare il glucosio nel corpo mentre ripara i tessuti muscolari interessati. Quando il corpo inizia a produrre troppo o meno ormoni dalle ghiandole surrenali, può aumentare i livelli di cortisolo per causare resilienza al corpo e l'asse HPA inizia a diminuire. Quando ciò accade, il corpo inizia a sentirsi pigro, il che può farti sentire esausto per tutto il giorno, anche se potresti aver dormito bene la notte.

 

Sintomi di insufficienza surrenalica

Il dottor Alex Jimenez, DC, presenta: Questo è noto come affaticamento surrenale e può essere associato a vari sintomi che influenzano l'equilibrio ormonale nel corpo. Ciò può includere sintomi non specifici come disturbi del sonno, problemi digestivi, affaticamento e dolori muscolari che possono influenzare i livelli ormonali all'interno del corpo. Questo fa sì che molte persone si sentano infelici a causa della sensazione di poca energia. L'affaticamento surrenale può anche essere associato ai diversi stadi della disfunzione dell'asse HPA. Questi possono includere:

  • Trauma
  • Allergie e sensibilità alimentari
  • disbiosi
  • Cambiamenti nel microbiota intestinale
  • Tossine
  • Stress
  • Resistenza all'insulina
  • Sindrome metabolica

 

Tutti questi problemi possono influenzare i livelli ormonali di una persona e far sì che il cortisolo elevato si sovrapponga a molti fattori che causano problemi somato-viscerali. Un esempio potrebbe essere qualcuno che ha problemi intestinali associati a stress cronico che può iniziare a sentire dolore alle articolazioni dalle ginocchia, alla schiena e ai fianchi che causano fluttuazioni dei livelli ormonali.

 

Disclaimer

Il dottor Alex Jimenez presenta: trattamenti per disfunzioni ormonali e disturbo da stress post-traumatico

Il dottor Alex Jimenez presenta: trattamenti per disfunzioni ormonali e disturbo da stress post-traumatico


Introduzione

Il dottor Alex Jimenez, DC, presenta una panoramica approfondita di come la disfunzione ormonale può influenzare il corpo, aumentare i livelli di cortisolo ed essere associata al disturbo da stress post-traumatico in questa serie in 3 parti. Questa presentazione fornisce informazioni importanti a molte persone che hanno a che fare con la disfunzione ormonale associata al disturbo da stress post-traumatico. La presentazione offre anche diverse opzioni di trattamento per ridurre gli effetti della disfunzione ormonale e del disturbo da stress post-traumatico attraverso la medicina funzionale. Parte 1 esamina la panoramica della disfunzione ormonale. Parte 2 esaminerà come vari ormoni nel corpo contribuiscono alla funzionalità del corpo e come la sovrapproduzione o la sottoproduzione possono causare effetti drastici sulla salute di una persona. Indirizziamo i pazienti a fornitori certificati che incorporano vari trattamenti ormonali per garantire salute e benessere ottimali per il paziente. Apprezziamo ogni paziente indirizzandolo a fornitori di servizi medici associati in base alla sua diagnosi quando è opportuno avere una migliore comprensione. Comprendiamo che l'istruzione è un modo eccellente e curioso per porre ai nostri fornitori varie domande complesse su richiesta e conoscenza del paziente. Il Dr. Alex Jimenez, DC, utilizza queste informazioni come servizio educativo. Disclaimer

 

Uno sguardo alla disfunzione ormonale

Il dottor Alex Jimenez, DC, presenta: Ora, esaminando l'entusiasmante didattica qui, discuteremo qualcosa di raro ma importante da capire quando si osservano questi percorsi di steroidi. E questa è una cosa chiamata iperplasia surrenale congenita. Ora, l'iperplasia surrenale congenita può verificarsi nel corpo attraverso un difetto enzimatico ereditario o 21 idrossilasi che può causare una grave diminuzione della produzione surrenale di glucocorticoidi. Quando il corpo soffre di iperplasia surrenale congenita, può causare un aumento dell'ACTH per produrre più cortisolo.

 

Quindi, quando l'ACTH aumenta per produrre più cortisolo nel corpo, potrebbe portare a dolori muscolari e articolari se non viene trattato immediatamente. Spesso pensiamo anche che il cortisolo sia cattivo, ma devi avere un'iperplasia surrenale congenita quando hai il deficit di 21 idrossido. A quel punto, il tuo corpo non sta producendo abbastanza glucocorticoidi, causando un alto livello di ACTH. Quando c'è una disfunzione ormonale dovuta a vari fattori scatenanti ambientali, può causare una sovrapproduzione di ormoni non necessari da parte degli ormoni nel corpo. Ad esempio, se hai troppo progesterone, non può scendere nel percorso per produrre cortisolo a causa di quegli enzimi mancanti. Può essere convertito in androstenedione, causando la virilizzazione delle persone.

 

trattamento-disfunzione ormonale-PTSD

Cosa succede quando il corpo non crea abbastanza ormoni?

Il dottor Alex Jimenez, DC, presenta: Quindi, quando i pazienti diventano virili, non producono cortisolo; è importante fare la terapia ormonale per diminuire la stimolazione dell'ACTH per riportare i livelli ormonali alla normalità. Quando ciò accade, diminuisce lo stress all'interno del sistema corporeo per produrre più androgeni. Nel corpo femminile, invece, il progesterone non ha conversione periferica di steroidi da produrre se non durante la gravidanza. Il progesterone proviene dalle ovaie e non viene prodotto nelle ghiandole surrenali. Il progesterone viene escreto principalmente nelle urine poiché molti diversi prodotti di degradazione tendono ad essere più alti del normale a causa della carenza di 21 idrossidi.

 

Parliamo ora degli androgeni nelle donne in premenopausa. Quindi i principali androgeni provengono dalle ovaie, il DHEA, l'androstenedione e il testosterone. Allo stesso tempo, la corteccia surrenale produce glucocorticoidi, mineralcorticoidi e steroidi sessuali per produrre un po' di testosterone e circa la metà dell'ormone DHEA. Il corpo ha anche una conversione periferica responsabile della produzione di DHEA e testosterone per normalizzare i livelli ormonali. Ciò è dovuto a tutti i diversi tessuti che hanno questi enzimi per produrre questi vari ormoni in diverse concentrazioni. Le donne in premenopausa hanno maggiori probabilità di perdere più estrogeni dopo aver rimosso le ovaie. Questo fa sì che perdano la produzione di DHEA, androstenedione e testosterone nei loro corpi.

 

PTSD e disfunzione ormonale

Il dottor Alex Jimenez, DC, presenta: Ora il testosterone è trasportato dall'SHBG proprio come gli estrogeni, e molti fattori che modificano l'SHBG sono importanti per il testosterone e gli estrogeni. È interessante notare che il testosterone può ridurre l'SHBG in piccole quantità per consentire al corpo di avere testosterone libero, che provoca un effetto fisiologico. Quando si tratta di testare i livelli di testosterone, molte persone non lo rilasciano quando i loro livelli di testosterone sono elevati, potrebbe essere dovuto a bassi livelli di SHBG. Misurando il testosterone totale nel corpo, molti medici possono determinare se i loro pazienti stanno producendo troppi androgeni, che causano un'eccessiva crescita dei peli nel loro corpo, o se hanno bassi livelli di SHBG a causa dell'ipotiroidismo associato all'obesità o all'aumento dell'insulina.

Ora, quando si tratta di PTSD, come si correla alla disfunzione ormonale e influenza il corpo? Il disturbo da stress post-traumatico è un disturbo comune di cui soffrono molte persone quando hanno vissuto un'esperienza traumatica. Quando le forze traumatiche iniziano a colpire l'individuo, possono causare un aumento dei livelli di cortisolo e portare il corpo in uno stato di tensione. I sintomi di PTSD possono variare per molti individui; per fortuna, varie terapie possono aiutare a ridurre i sintomi riportando i livelli ormonali alla normalità. Molti operatori sanitari svilupperanno un piano di trattamento che può aiutare a ridurre i sintomi del disturbo da stress post-traumatico e aiutare i livelli ormonali a funzionare correttamente nel corpo.

 

Trattamenti per regolare l'ormone

Il dottor Alex Jimenez, DC, presenta: Lo stress nel corpo può influenzare il sistema muscolo-scheletrico causando il blocco del muscolo, causando problemi ai fianchi, alle gambe, alle spalle, al collo e alla schiena. Vari trattamenti come la meditazione e lo yoga possono aiutare ad abbassare i livelli di cortisolo fluttuando più in alto, facendo sì che il corpo affronti la tensione muscolare che potrebbe sovrapporsi al dolore articolare. Un altro modo per ridurre lo stress nel corpo è allenarsi con un regime di esercizi. Fare esercizio o partecipare a una lezione di ginnastica può aiutare a sciogliere i muscoli rigidi del corpo e mantenere una routine di allenamento può esercitare qualsiasi energia repressa per alleviare lo stress. Tuttavia, i trattamenti per bilanciare gli ormoni associati al disturbo da stress post-traumatico possono andare solo così lontano per molti individui. Mangiare cibi nutrienti e integrali con vitamine e minerali può aiutare a regolare la produzione di ormoni e fornire energia al corpo. Le verdure a foglia verde scuro, la frutta, i cereali integrali e le proteine ​​non solo possono aiutare a regolare la produzione di ormoni. Mangiare questi cibi nutritivi può anche abbassare le citochine infiammatorie che causano più danni agli organi vitali come l'intestino.

 

Conclusione

Incorporare una dieta sana, una routine di esercizi e ricevere cure può aiutare molte persone ad affrontare la disfunzione ormonale associata al disturbo da stress post-traumatico. Ogni persona è diversa e i sintomi si sovrappongono alla disfunzione ormonale associata al disturbo da stress post-traumatico e variano da persona a persona. Quando i medici lavorano con i fornitori di servizi medici associati, consente loro di sviluppare un piano di trattamento adatto all'individuo e consente loro di regolare la produzione di ormoni. Una volta regolata la produzione di ormoni nei loro corpi, i sintomi che causano dolore alla persona miglioreranno lentamente ma inesorabilmente. Ciò consentirà all'individuo di continuare il proprio viaggio verso il benessere.

 

Disclaimer

Il dottor Alex Jimenez presenta: trattamenti per disfunzioni ormonali e disturbo da stress post-traumatico

Il dottor Alex Jimenez presenta: uno sguardo alla disfunzione ormonale


Introduzione

Il dottor Alex Jimenez, DC, presenta una panoramica della disfunzione ormonale che può influenzare i vari ormoni nel corpo che possono aumentare i livelli di cortisolo in questa serie in 3 parti. Questa presentazione fornisce informazioni preziose a molte persone che si occupano di disfunzioni ormonali e su come conoscerne i segni e utilizzare approcci olistici per il loro benessere. Parte 1 guarderà la panoramica di disfunzione ormonale. La parte 3 esaminerà vari trattamenti olistici disponibili per la disfunzione ormonale. Indirizziamo i pazienti a fornitori certificati che incorporano varie terapie ormonali per garantire una salute ottimale. Incoraggiamo e apprezziamo ogni paziente indirizzandolo a fornitori di servizi medici associati in base alla sua diagnosi quando è appropriato. Comprendiamo che l'educazione è un modo eccellente per porre ai nostri fornitori domande complesse su richiesta e comprensione del paziente. Il dottor Alex Jimenez, DC, utilizza queste informazioni solo come servizio educativo. Disclaimer

 

Una panoramica dell'espressione ormonale

Il dottor Alex Jimenez, DC, presenta: Quindi l'insegnamento classico sugli ormoni è che sono prodotti in una ghiandola endocrina e poi trasportati alle cellule dove il corpo li utilizzerà. Ma le cose sono un po' più complesse. Quindi ogni cellula contiene i geni necessari per l'espressione e la funzionalità degli ormoni nel corpo.

 

E lo sappiamo perché quando de-differenziate dalla fase avanzata, purtroppo, le cellule tumorali scoprono l'espressione genica. Quelle cellule producono ormoni in luoghi inappropriati e in momenti scomodi. Ciò significa che qualsiasi cellula può produrre qualsiasi ormone nel corpo. Tuttavia, l'espressione ormonale di determinati geni indica la presenza di determinati enzimi, che determinano quali ormoni si riprodurranno. Quindi, ad esempio, è necessario disporre dei precursori e degli enzimi giusti. Quindi in una femmina riproduttiva, le cellule della granulosa, il luteinize e il corpo luteo sono prodotti nel corpo. Le cellule della granulosa sono follicoli, mentre il corpus odium è dopo l'ovulazione. E queste cellule iniziano la formazione degli ormoni steroidei in risposta a FSH e LH. Quindi FSH e LH provengono dalle ghiandole pituitarie e stimolano le cellule della granulosa a iniziare a produrre estrogeni. La produzione di steroidi inizierà se il messaggio di FSH e LH arriva alla parte della cellula che produce estrogeni. Ciò consente al corpo di regolare la produzione ormonale e mantenerla funzionale. Quando i problemi interrompono la regolazione ormonale, il corpo può produrre una produzione ormonale eccessiva o insufficiente, portando a problemi metabolici associati a dolori muscolari e articolari.

Uno sguardo alla disfunzione ormonale

Quindi questo è un processo complesso e ci sono molte aree in cui può andare storto. Quindi puoi avere la giusta quantità di ormone, ma non stai ottenendo la produzione di ormoni. Quindi i messaggi devono prima entrare nella cellula e FSH e LH sono troppo grandi per entrare nella struttura cellulare. Quindi, devono attivare un enzima a base di membrana chiamato adenilato ciclasi per produrre AMP ciclico per entrare nella rete cellulare e avviare la formazione ormonale nel corpo. Questa è la P, o la produzione di ormoni. Quindi, pensando alla salute della membrana cellulare, se un medico esegue un'analisi degli acidi grassi essenziali, i pazienti potrebbero avere un livello molto basso di omega-3; pertanto, le loro membrane cellulari sono più rigide e influenzano il processo ormonale del corpo. Quando i pazienti non assumono i loro omega-3, le citochine infiammatorie potrebbero causare più problemi di dolore articolare quando vari fattori influenzano il corpo internamente. Poiché l'infiammazione può essere buona o cattiva nel corpo, può causare disfunzioni ormonali quando attaccano strutture cellulari sane. Ciò influenzerà questo processo di produzione ormonale. 

 

Processo di produzione ormonale nel corpo

Il dottor Alex Jimenez, DC, presenta: Una volta prodotto, l'estradiolo entra direttamente nel sangue e non viene immagazzinato, ma è legato all'SHBG e all'albumina. E l'SHBG è modificato dall'obesità e dall'insulina associata all'ipotiroidismo. Quindi, quando le donne sono obese o iperinsulinemiche avranno meno SHBG o ipotiroidismo per trasportare gli estrogeni alle cellule. Questo dice al corpo che gli ormoni non sono più FSH o LH e AMP ciclico, ma questo è estrogeno. E così, l'estradiolo è sensibile poiché l'estradiolo deve entrare e avere un recettore citoplasmatico. Quindi il recettore degli estrogeni è nel citoplasma. Dopo essersi legato al recettore, entra nel nucleo, viene trascritto e quindi esce e tradotto per consentire al corpo di produrre proteine ​​che causano la proliferazione cellulare. L'estrogeno è un ormone proliferativo. E una volta che ha agito sulla cellula dopo la proliferazione, viene degradato nella cellula con proteine ​​da shock termico o rilasciato nuovamente nella circolazione nel sistema corporeo.

 

Parliamo di alcune delle basi della biochimica perché il percorso steroidogenico nel corpo ha diversi modi per ridurre i carboni nel corpo. Il sistema del corpo potrebbe convertirlo in estrone o estriolo, con meno estrogeni in circolazione. E poi estradiolo, estrone, estriolo, tutto viene eliminato attraverso le vie di disintossicazione. Quindi nella matrice vivente, una sana disintossicazione e percorsi metabolici degli estrogeni aiutano il corpo a rimanere funzionale. Quando il corpo passa attraverso la disintossicazione, aiuta a ridurre i problemi capendo cosa sta causando i problemi che interessano il sistema del corpo e rallentando l'introduzione o l'eliminazione del dolore che può consentire la normale regolazione ormonale. Quando il corpo riduce il carbonio in eccesso, può abbassare il colesterolo dal raggiungere livelli pericolosi. 

 

Colesterolo e ormoni

Il dottor Alex Jimenez, DC, presenta: Quindi tutto inizia con il colesterolo e il corpo non può produrre abbastanza colesterolo, quindi consumiamo cibo per consentirgli di entrare nel corpo e iniziare a biotrasformarsi in LDL (lipoproteine ​​a bassa densità) per avviare la sintesi dell'ormone steroideo. Quindi abbiamo bisogno di LDL nel corpo per diminuire i carboni poiché è un'unione direzionale. Quando si tratta di casi di carenza ormonale, a volte le donne possono presentarsi con LDL estremamente bassi perché assumono statine, sottopeso o troppo atletiche; queste sono connessioni e riconoscimento di schemi. Nel corpo di una donna, le ovaie sul lato sinistro e destro del sistema riproduttivo femminile producono tutti e tre gli steroidi sessuali: estrogeni, progesteroni e androgeni, per una funzione corporea ottimale. Sono diversi dal sistema di riproduzione del maschio, che comprende i testicoli, a causa degli altri enzimi. Differiscono dai testicoli in molti modi a causa della produzione ormonale aggiuntiva nel corpo, che è diversa dagli ormoni surrenali. Ad esempio, se il corpo non riesce a produrre aldosterone o cortisolo nelle ghiandole endocrine, queste verranno deviate per produrre ormoni sessuali. E poiché ogni corpo è diverso, maschio o femmina, alcuni ormoni non possono produrre glucocorticoidi o corticoidi minerali.

 

Quindi dobbiamo pensare alla salute mitocondriale per la produzione di ormoni, che è fondamentale per la produzione di ormoni. Per le mamme in attesa, permette la formazione della gravidanza solo nei mitocondri. Quindi l'energia della salute mitocondriale è correlata alla salute degli ormoni, che provoca l'assorbimento del colesterolo da parte dei mitocondri nelle ghiandole surrenali e nelle ovaie che possono stimolare l'ACTH. Quindi i mitocondri possono produrre ormoni mentre procediamo consentendo agli enzimi nel corpo femminile di indurre la formazione di pregnenolone. Tuttavia, portare il colesterolo alla membrana interna e l'LDL alla membrana interna ai mitocondri è il passo che limita la velocità in tutta la sintesi dell'ormone steroideo. Ora può svilupparsi ed entrare in due diversi percorsi nel corpo. Può creare DHEA o può includere progesterone quando il colesterolo sta formando pregnenolone e può apparire schematicamente nei risultati del test.

 

DHEA e ormoni

Il dottor Alex Jimenez, DC, presenta: Quindi, se i mitocondri possono consentire al pregnenolone del corpo di formare DHEA o progesterone, iniziamo con l'esaminare le cose con lo sviluppo del progesterone poiché è idrossilato. Crea un enzima chiamato 17 idrossi progesterone, il precursore immediato degli androgeni e degli estrogeni. Quindi il 17 idrossi progesterone alla fine formerà androgeni o estrogeni, e l'androstenedione può sviluppare testosterone, ed entrambi possono diventare estrogeni per aromatizzazione. Che cosa significa questo? Significa che devi essere preoccupato per troppi androgeni in giro perché possono diventare estrogeni. Il modo migliore per ricordarlo è che l'androstenedione può diventare estrone e il testosterone può diventare estradiolo. Ciò può far sì che il progesterone sia il precursore del cortisolo nel corpo e può andare in due direzioni diverse. 

 

Quindi il progesterone è anche il precursore dell'aldosterone, che chiede cosa accadrà quando il corpo avrà bisogno di cortisolo o aldosterone. Il corpo produrrà quindi meno progesterone, causando la sua esclusione nella produzione ormonale e causando una sovrapproduzione di cortisolo. Questo è noto come furto di cortisolo e, se non viene trattato al momento, può causare infiammazioni muscolari e articolari nel corpo, portando a vari problemi che la persona sta affrontando. 

 

Una ridotta formazione di androgeni ed estrogeni può inibire la via del DHEA. Quindi, quando il corpo produce più cortisolo, può far sì che gli ormoni sviluppino una forma dominata dagli estrogeni, inducendo l'ormone cortisolo a stimolare l'aromatasi. A quel punto, può portare a cancro al seno, fibromi e endometriosi a lungo termine. Le donne possono soffrire di stress, vampate di calore e diminuzione della libido a causa di quella diminuzione ormonale nei loro corpi.

Conclusione

Altri problemi come lo stress possono causare un aumento della formazione di cortisolo, ansia, infiammazione, carboidrati semplici, eccetera al corpo associato a dolori articolari e muscolari. Possono anche inibire il sesso e la produzione di ormoni sessuali direttamente e indirettamente. Quindi è qui che le persone devono preoccuparsi se stanno dando DHEA perché il DHEA può convertirsi in ormoni sessuali. Quindi può essere una buona cosa se hai a che fare con una carenza ormonale. Ma se dai troppo DHEA, puoi produrre una funzione ormonale eccessiva.

 

Disclaimer

Il dottor Alex Jimenez presenta: trattamenti per disfunzioni ormonali e disturbo da stress post-traumatico

Il Dr. Alex Jimenez presenta: Valutazione e trattamento della disfunzione ormonale


Dr. Alex Jimenez, DC, presenta come la disfunzione ormonale può essere valutata e trattata attraverso varie terapie specializzate in ormoni e come regolarli in questa serie in 3 parti. Questa presentazione fornirà preziose informazioni a molte persone che hanno a che fare con disfunzioni ormonali e su come utilizzare diversi metodi olistici per ottimizzare la loro salute e il loro benessere. La parte 2 esaminerà la valutazione della disfunzione ormonale. La parte 3 esaminerà i vari trattamenti disponibili per la disfunzione ormonale. Indirizziamo i pazienti a fornitori certificati che incorporano varie terapie ormonali per garantire salute e benessere ottimali. Incoraggiamo e apprezziamo ogni paziente indirizzandolo a fornitori di servizi medici associati in base alla sua diagnosi quando è appropriato. Comprendiamo che l'educazione è un modo eccellente per porre ai nostri fornitori domande complesse su richiesta e comprensione del paziente. Il dottor Alex Jimenez, DC, utilizza queste informazioni solo come servizio educativo. Disclaimer

 

Cosa sono gli ormoni?

Il dottor Alex Jimenez, DC, presenta: Oggi esamineremo l'utilizzo dei passaggi fondamentali della strategia di trattamento del disturbo da stress post-traumatico. Come strategia di trattamento, riguarda la produzione, il trasporto, la sensibilità e la disintossicazione dell'ormone nel disturbo da stress post-traumatico. Quindi iniziamo con il modo in cui gli interventi ei principali fattori che influenzano questi percorsi all'interno dell'accesso hanno un impatto su altre aree del corpo. In che modo un intervento su un ormone influisce su altri ormoni? Quindi sapevi che la sostituzione della tiroide può modificare l'accesso HPATG nel corpo? Quindi, quando le persone hanno a che fare con l'ipotiroidismo o l'ipertiroidismo subclinico e vengono trattate con la sostituzione soppressiva dell'ormone tiroideo, ciò induce cambiamenti nei loro corpi. Ciò significa che diventeranno ipersensibili dall'ACTH al CRH o all'ormone di rilascio della corticotropina.

 

Ciò significa che produrranno e rilasceranno più ACTH. Quando il paziente diventa ipersensibile a causa di un afflusso di ormoni, potrebbe portare a vari problemi con gli altri sistemi del corpo che influenzano la funzionalità degli organi e dei muscoli. Questo è un altro motivo per cui i pazienti si sentono bene anche con basse dosi di sostituzione della tiroide; stimola le ghiandole surrenali. Molti pazienti tendono a sovraccaricare le loro ghiandole surrenali e, quando ricevono un trattamento, subiscono un piccolo colpo alle loro ghiandole surrenali quando i loro medici stanno aiutando la loro tiroide. Quindi, osservando la tiroide, vediamo che la ghiandola tiroidea sta producendo t4, formando T3 e t3 invertite. Quindi, quando i medici esaminano le dosi farmacologiche tiroidee di glucocorticoidi, che è ciò che danno per la terapia antinfiammatoria ai loro pazienti, o se le persone hanno livelli elevati di glucocorticoidi come nella sindrome di Cushing, ciò che fa è inibire la secrezione tiroidea perché riduce il TSH risposta al TRH, che produce meno TSH. Quando c'è meno secrezione nella tiroide può portare a problemi di sovrapposizione associati a un aumento di peso non necessario, dolori articolari e persino sindrome metabolica.

 

 

A quel punto, lo stress inibisce la tiroide. Al contrario, gli estrogeni hanno l'effetto opposto, dove aumentano la secrezione di TSH e l'attività della ghiandola tiroidea. Quindi questo è un motivo per cui le donne si sentono molto meglio anche con basse dosi di sostituzione degli estrogeni. Quindi, proprio come la sostituzione della tiroide in piccole quantità che stimolano le ghiandole surrenali, se diamo basse dosi di estrogeni, può aumentare la funzione tiroidea. Tuttavia, molti medici devono rallentare quando forniscono trattamenti ormonali ai pazienti perché gli ormoni aggiuntivi influenzeranno gli altri ormoni nel corpo. Quando si tratta di terapia ormonale sostitutiva, è importante imparare come gli interventi all'interno del nodo di comunicazione hanno un impatto su altri nodi della matrice. Quindi, per esempio, diamo un'occhiata a come il nodo di comunicazione influenza il nodo di difesa e riparazione nel corpo. Gli studi di ricerca rivelano gli effetti della terapia ormonale sostitutiva sui marcatori di infiammazione e osservano 271 donne che hanno utilizzato solo estrogeni equini coniugati, che hanno avuto un aumento del 121% della CRP dopo un anno.

 

E se l'hanno usato in aggiunta al progestinico sintetico, hanno avuto un aumento del 150% della CRP dopo un anno. Quindi l'estrogeno sintetico non è bioidentico; questa è l'urina sintetica della cavalla incinta e i progestinici sintetici sono pro-infiammatori. E il nodo di comunicazione e il nodo di assimilazione? Questo è uno studio interessante perché molti medici stanno cercando di aiutare i loro pazienti e le generazioni future nella società. Quindi è importante sapere quando la madre è stressata durante la gravidanza poiché ciò può modificare il microbioma del bambino. Ciò significa che i medici hanno l'opportunità di sostenere un intervento precoce nel supporto del microbioma. Sapere che questo è vitale per lo stress prenatale basato su questionari o cortisolo elevato è stato fortemente e persistentemente associato al microbioma e ai modelli di colonizzazione dei neonati.

 

Quindi siamo qui anche per imparare come gli interventi sulla matrice influenzano il nodo ormonale o il nodo della comunicazione. Quindi, come esempio, vedremo cosa succede nel nodo di assimilazione che coinvolge il nodo di comunicazione, in quanto questo influenza gli antibiotici sul metaboloma intestinale. Tutti conoscono l'impatto degli antibiotici sul microbioma, ma un metaboloma è un cambiamento nella funzione metabolica di un particolare organo, l'intestino. A quel punto, quando ci sono così tante vie metaboliche influenzate dagli antibiotici, il metabolismo degli ormoni steroidei è stato il più profondamente influenzato. Quindi otto metaboliti che fanno parte di questo percorso ormonale, che ci dà il disturbo da stress post-traumatico, sono aumentati nelle feci dopo il trattamento antibiotico. Poi abbiamo un altro modo in cui l'intestino influenza gli ormoni, e questo sta osservando l'endotossiemia metabolica. Molti medici vengono a conoscenza dell'endotossiemia metabolica nell'AFMCP, che menziona l'intestino permeabile o l'aumento della permeabilità intestinale. Quando molte persone hanno a che fare con problemi intestinali che influiscono sul loro benessere, come problemi alle articolazioni o ai muscoli che causano loro dolore, forniamo varie soluzioni e sviluppiamo un piano di trattamento con i nostri fornitori associati in base alla diagnosi.

 

Endotossine che influenzano gli ormoni

Il dottor Alex Jimenez, DC, presenta: Le endotossine o lipopolisaccaridi provengono dalle membrane cellulari dei batteri. Quindi le endotossine batteriche vengono traslocate dal lume intestinale a causa dell'aumentata permeabilità intestinale. Quindi con quella maggiore permeabilità, quelle endotossine vengono traslocate, il che avvia una cascata infiammatoria. Quando le endotossine causano problemi gastrointestinali, i marcatori infiammatori possono influenzare le parti superiore e inferiore del corpo e l'asse intestino-cervello. Quando l'asse intestino-cervello è interessato dall'infiammazione, potrebbe portare a dolori articolari e muscolari associati a problemi somato-viscerali e viscerale-somatici. A quel punto, la cascata infiammatoria della permeabilità intestinale colpisce l'ovaio, riduce la produzione di progesterone e contribuisce alla carenza di fase luteale. È incredibilmente importante per i medici prendersi cura dei pazienti che sono lì per ottimizzare la fertilità. È particolarmente importante che i pazienti informino i loro medici quando hanno un eccesso di estrogeni e che stanno producendo quanto più progesterone possibile. Quindi dobbiamo preoccuparci della permeabilità intestinale durante l'ovulazione, del deficit di fase luteale e dello squilibrio estrogeno-progesterone. E il nodo di biotrasformazione? In che modo ciò influisce sul nodo di comunicazione? Nei bambini in età prescolare, gli ftalati e la funzione tiroidea hanno un'associazione inversa tra i metaboliti o la quantità di folato e la funzione tiroidea nel sistema misurata nei bambini all'età di tre anni. Quando i problemi infiammatori influenzano la funzione tiroidea nei bambini, possono influenzare i risultati cognitivi, riducendo così la produzione di ftalati nella tiroide, portando a problemi mentali.

 

In che modo le considerazioni mentali, emotive e spirituali contribuiscono al nodo della comunicazione? Vogliamo iniziare con il fondo della matrice come facciamo sempre, che coinvolge la medicina funzionale. La medicina funzionale fornisce approcci olistici per identificare il problema alla radice che colpisce il corpo e sviluppare un piano di trattamento personalizzato per il paziente. Osservando i fattori dello stile di vita alla base della Matrice Vivente, possiamo vedere come la disfunzione ormonale influenzi i nodi di comunicazione nel corpo. Un recente articolo ha rilevato che esisteva una relazione positiva tra i sintomi della menopausa e il supporto sociale e che i sintomi della menopausa diminuiscono con l'aumentare del supporto sociale. Ora parliamo di come lo stress influisce sull'accesso all'HPA. Osservando come la stimolazione delle parti del corpo che producono ormoni sessuali o dei pungoli, l'accesso alla tiroide, le ghiandole surrenali e il sistema nervoso simpatico (lotta o fuga) possono sommare tutti i fattori di stress che ci colpiscono, chiamati carico allostatico.

 

E l'allostasi si riferisce alla nostra capacità di rispondere a quei fattori di stress attraverso meccanismi di gestione dello stress. Molti pazienti ci chiedono una guida. Stanno chiedendo come possono inquadrare le loro esperienze personali e i fattori di stress. Tuttavia, stanno anche chiedendo come preparano gli eventi sociali in un contesto più ampio, e molti di noi come professionisti della medicina funzionale stanno cercando la stessa cosa. E così, vi mostreremo in dettaglio cosa fa lo stress al corpo e come trovare modi per diminuire l'ansia o lo stress nel corpo per prevenire problemi futuri negli organi, nei muscoli e nelle articolazioni.

 

Come lo stress inibisce gli estrogeni

Il dottor Alex Jimenez, DC, presenta: Lo stress crea stress surrenale e influisce sul nostro ormone di risposta primaria di lotta o fuga (adrenalina)? Lo stress può far sì che il sistema nervoso simpatico aumenti la pressione sanguigna, la respirazione, la frequenza cardiaca e la vigilanza generale mentre reindirizza il nostro sangue per aumentare la nostra adrenalina. Quindi, quando ti trovi in ​​​​una situazione, la tua adrenalina può farti combattere o correre, il che fa sì che i tuoi muscoli ricevano sangue, il che riduce il sangue al tuo nucleo o ai tuoi organi non essenziali. Quindi il modello di medicina funzionale identificherebbe vari fattori scatenanti o mediatori, sia acuti che cronici, che possono agire come istigatori della disfunzione ormonale che può creare problemi sovrapposti che possono interrompere la funzione surrenale nella tiroide.

 

Quindi, osservare queste risposte può aiutarci a vedere i problemi fisici che si verificano se l'adrenalina è cronicamente aumentata a lungo termine, portando ad ansia, problemi di digestione, eccetera. Ora il cortisolo è il nostro ormone della vigilanza che aiuta a mantenere la risposta di emergenza per sostenere o supportare l'adrenalina. Un esempio potrebbe essere un camion dei pompieri o la polizia che entrano dopo il primo soccorritore immediato. Quindi il cortisolo facilita la rapida risposta dell'adrenalina per mantenere il corpo in funzione secondo necessità. E ha anche molti altri ruoli. Aiuta con l'aumento della glicemia e provoca l'accumulo di grasso. Quindi, quando le persone arrivano con un peso intorno alla metà e affrontano problemi sovrapposti nel loro corpo, pensa al cortisolo poiché è antinfiammatorio e regola il sistema nervoso. Il cortisolo può essere sia buono che cattivo per il corpo, specialmente quando un individuo deve affrontare eventi stressanti che incidono sulla sua salute e causano problemi che incidono sulla sua mobilità.

 

Quindi ora parliamo di come lo stress influisce sull'intero corpo e sul sistema immunitario. Lo stress può aumentare la suscettibilità alle infezioni, aumentandone la gravità nel corpo. Quindi qui vediamo lo stress che colpisce il nodo di difesa e riparazione, portando a disfunzione immunitaria e disfunzione immunitaria indotta dallo stress. Un esempio potrebbe essere se una persona ha a che fare con un disturbo che colpisce il suo intestino, come SIBO o permeabilità intestinale; può aumentare la produzione di citochine pro-infiammatorie e causare dolori articolari e muscolari alla parte bassa della schiena, ai fianchi, alle ginocchia e benessere generale. Quando le citochine pro-infiammatorie colpiscono il sistema intestinale, possono anche causare disfunzione tiroidea, interrompendo la produzione di ormoni.

 

 

Quindi, se qualcuno sta prendendo quella terapia ormonale sostitutiva (HRT), può aumentare la loro infiammazione, specialmente se sono stressati. Quindi, come professionisti della medicina funzionale, pensiamo sempre e cerchiamo il riconoscimento di schemi mentre iniziamo a pensare alle cose in modo diverso dai metodi convenzionali riguardanti la salute e il benessere.

 

Che cos'è quando vedi una persona alle prese con lo stress cronico e qual è la sua risposta? Di solito rispondono: “Sudo molto; Divento nervoso e ansioso al solo ricordo di quello che mi è successo. Ho paura di sperimentarlo mai più. A volte questi percorsi mi danno gli incubi. Ogni volta che sento un forte rumore, penso agli anelli di carbonio e mi viene la nausea”. Questi sono alcuni segni rivelatori di qualcuno che ha a che fare con lo stress cronico associato al disturbo da stress post-traumatico, che può influenzare i livelli ormonali nel corpo. Molti fornitori di medicina funzionale possono utilizzare il trattamento disponibile per quanto riguarda la disfunzione ormonale nel PTSD. Quindi la strategia generale per il trattamento della disfunzione ormonale è la produzione, la sensibilità al trasporto e la disintossicazione degli ormoni nel corpo. Ricorda che quando hai qualcuno che si occupa di problemi ormonali, è meglio escogitare una strategia per affrontare questo problema.

 

Quindi cosa possiamo fare per influenzare il modo in cui gli ormoni vengono prodotti o sono stati prodotti in eccesso nel corpo? Vogliamo esaminare come vengono prodotti gli ormoni, come possono essere secreti all'interno del corpo e come vengono trasportati. Perché cosa succede se vengono trasportati in modo che la molecola di trasporto sia a bassa concentrazione, consentendo loro di essere ormoni liberi? Quindi questa è l'interazione con la sensibilità ad altri ormoni, e come cambiamo o osserviamo la sensibilità cellulare al segnale ormonale? Ad esempio, il progesterone colpisce i recettori degli estrogeni che causano la disintossicazione o l'escrezione dell'ormone.

 

Quindi, prima di pensare a somministrare o sostituire un ormone, ci chiediamo cosa possiamo fare per influenzare quell'ormone nel corpo. Nello specifico, come possiamo influenzare la produzione, il trasporto, la sensibilità, la disintossicazione o l'eliminazione dell'ormone? Quindi, quando si tratta di produzione di ormoni, quali sono gli elementi costitutivi degli ormoni tiroidei e del cortisolo? Quindi, se siamo a corto di ormoni tiroidei, vogliamo assicurarci di avere i mattoni della serotonina. Quindi cosa influenza la sintesi? Se una ghiandola è infiammata da tiroidite autoimmune, potrebbe non essere in grado di produrre abbastanza ormone tiroideo. Ed è per questo che le persone con tiroidite autoimmune hanno una bassa funzionalità tiroidea. E il trasporto degli ormoni? I livelli di un ormone nel corpo influiscono sui livelli di un altro? Estrogeni e progesterone sono spesso in una danza nel corpo. Quindi un ormone trasporta dalle ghiandole di origine al tessuto bersaglio, il che può influire sulla sua efficacia?

 

Se c'è una sovrapproduzione di ormoni legati alla proteina di trasporto, non ci sarà abbastanza ormone libero e potrebbero esserci sintomi di carenza ormonale. Oppure può essere l'opposto se c'è bisogno di più proteine ​​di trasporto, quindi ci saranno troppe molecole ormonali libere e sintomi di eccesso di ormoni. Pertanto, vogliamo sapere se possiamo influenzare il livello dell'ormone libero e vedere se si trasforma. Quindi sappiamo che il T4 diventa la forma attiva del T3 o un inibitore della tiroide, il t3 inverso, e possiamo modulare questi percorsi? E la sensibilità? I fattori nutrizionali o dietetici influenzano la risposta cellulare al cortisolo, agli ormoni tiroidei, al testosterone, agli estrogeni, eccetera? Con molte proteine ​​leganti la membrana cellulare, la membrana cellulare è coinvolta nel metabolismo ormonale. E se le membrane cellulari sono rigide, l'insulina, per esempio, fa fatica a entrarvi ora mentre esaminiamo la disintossicazione ormonale. Come modifichiamo il metabolismo degli estrogeni o del testosterone?

 

E cosa possiamo fare per influenzare il legame e l'escrezione degli estrogeni? Quindi, gli estrogeni devono essere eliminati in modo sano? E questo dipende dal fatto che ci sia idrossilazione su un particolare carbonio, ma deve anche essere espulso in termini di quantità totali. Quindi la stitichezza, ad esempio, ridurrà la quantità di estrogeni escreti. Quindi usiamo la volta come metafora e il tema, come abbiamo detto, è trattare prima la matrice prima di affrontare direttamente la disfunzione ormonale.


valutazione-e-trattamenti-delle-disfunzioni-ormonali-el-paso-tx-2022_6389185e

Cortisolo che colpisce i nodi di comunicazione

Il dottor Alex Jimenez, DC, presenta: In Living Matrix, dobbiamo sbloccare o trattare tutti i nodi per aprire il caveau per entrare e affrontare gli ormoni. Questo perché il sistema endocrino è così complesso che spesso si corregge da solo quando vengono affrontati altri squilibri. E ricorda, lo squilibrio ormonale è spesso una risposta appropriata da parte del corpo agli squilibri altrove. Ecco perché il trattamento di altri squilibri spesso risolve il problema ormonale. Inoltre, ricorda che gli ormoni come i picogrammi sono in concentrazioni molto basse. Quindi è molto difficile essere precisi quando diamo ormoni ai pazienti e permettiamo al corpo di autocorreggersi. Ecco perché diciamo di trattare prima la matrice. E quando entriamo nel nodo di comunicazione nel corpo, guardiamo al centro della matrice e scopriamo le funzioni emotive, mentali e spirituali del corpo per aiutare a normalizzare gli ormoni. E mentre questi vengono affrontati, come possiamo riparare i nodi di comunicazione ormonali?

 

All'interno del nodo di comunicazione, il trattamento deve seguire un ordine: surrenale, tiroideo e steroidi sessuali. Quindi questi sono concetti importanti da ricordare, trattare le ghiandole surrenali, la tiroide e, infine, gli steroidi sessuali. E il modo in cui rappresentiamo i percorsi sarà coerente. Quindi qui vedi la rappresentazione standard che useremo per il percorso steroidogenico. E vedi tutti i diversi ormoni qui. Gli enzimi nel percorso steroidogenico sono codificati a colori, quindi molti medici possono sapere quale enzima influisce su quale passaggio. Successivamente, esamineremo la modulazione dei percorsi degli steroidi attraverso lo stile di vita, come l'esercizio fisico, e come lo stress influisce sull'aromatasi, producendo estrogeni.

 

Ora, mentre entriamo nella parte vera e pesante qui sui percorsi degli steroidi, informiamo molti dei nostri pazienti di fare un respiro profondo poiché dimostra che fare un respiro profondo può aumentare la cognizione di una persona e fornire la capacità di capire tutto. Quindi il quadro generale qui è che tutto inizia con il colesterolo e come influisce sugli ormoni nel corpo. Quindi il colesterolo forma il minerale corticoide aldosterone, che poi sviluppa il cortisolo, creando infine androgeni ed estrogeni. Quando i pazienti vengono consultati su ciò che sta accadendo con i loro corpi, molti non si rendono conto che il colesterolo alto potrebbe potenzialmente portare a stress cronico, che è associato a problemi cardiovascolari che alla fine possono invocare disturbi viscerale-somatici.

 

Infiammazione, insulina e cortisolo che influenzano gli ormoni

Il dottor Alex Jimenez, DC, presenta: Quando una paziente ha a che fare con fibromi o endometriosi, molti medici escogitano un piano di trattamento con altri operatori sanitari per ridurre la formazione degli ormoni estrogeni inibendo e modulando gli enzimi aromatasi. Ciò consente al paziente di apportare piccole modifiche alle proprie abitudini di vita assicurandosi che i livelli di zinco siano normali, non bevendo costantemente bevande alcoliche, trovando modi per ridurre i livelli di stress e normalizzando l'assunzione di insulina. Ogni piano di trattamento si rivolge all'individuo mentre trova modi per ridurre i livelli di cortisolo e regolare la produzione di ormoni sani. Ciò consentirà al corpo di aumentare la produzione di estrogeni diminuendo l'aromatasi. Quindi, quando discutiamo di stress, può avere un impatto negativo direttamente sui percorsi ormonali aumentando il cortisolo, facendo sì che le ghiandole pituitarie aumentino il CTH quando lo stress risponde al corpo. Molte persone hanno a che fare con lo stress cronico nei loro corpi, che può causare profili di rischio sovrapposti al sistema muscolo-scheletrico, causando dolori muscolari e articolari.

 

Quindi il sistema pituitario produce cortisolo quando il corpo lo richiede direttamente quando l'individuo ha a che fare con uno stress acuto. Tuttavia, lo stress cronico può aumentare indirettamente i livelli di cortisolo; provoca l'inibizione dell'enzima 1720 liasi nel corpo, provocando una diminuzione dell'anabolismo, rallentando così i livelli di energia del corpo. Quindi lo stress inibisce questo enzima. Quindi, quando lo stress inibisce l'enzima liasi 1720 nel corpo, può indurre il sistema pituitario a produrre più cortisolo e causare più problemi come le articolazioni che colpiscono l'individuo. Quindi questi sono i due modi in cui lo stress porta a più cortisolo direttamente attraverso l'ACTH e indirettamente inibendo la 1720 liasi.

 

 

L'infiammazione è importante nel corpo in quanto ha anche un percorso a doppio senso, poiché può influire su questi percorsi allo stesso modo dello stress. L'infiammazione può inibire l'enzima liasi 1720, facendo sì che il corpo sia pro-infiammatorio e può stimolare l'aromatasi. Come lo stress, quando il corpo ha a che fare con l'infiammazione, le citochine pro-infiammatorie stimolano gli enzimi dell'aromatasi per provocare un aumento della formazione di estrogeni. Quando ciò accade, consente ai medici di notare perché i loro pazienti sono eccessivamente stressati e hanno marcatori infiammatori nell'intestino, nei muscoli e nelle articolazioni. A quel punto, l'infiammazione può anche aumentare un enzima chiamato 5alfa reduttasi. Ora, la 5alfa reduttasi provoca la formazione di un ormone chiamato diidrotestosterone (la forma attiva del testosterone nelle cellule del corpo diverse dai muscoli, causando la caduta dei capelli. Quindi l'insulina, lo stress e l'infiammazione contribuiscono alla caduta dei capelli perché l'insulina ha lo stesso effetto. L'insulina o lo zucchero nel sangue dà al corpo l'energia per muoversi durante il giorno.Quando le persone hanno troppa o troppo poca insulina nel corpo, può portare all'insulino-resistenza, correlata alla sindrome metabolica associata alla caduta dei capelli.

 

Metodi olistici per gli ormoni

Il dottor Alex Jimenez, DC, presenta: In che modo l'insulina, il cortisolo e l'infiammazione giocano un ruolo nella tiroide? Bene, tutti questi ormoni aiutano a rendere il corpo funzionale. Quando la tiroide ha una condizione di base come l'ipo o l'ipertiroidismo, può causare una produzione eccessiva o insufficiente di ormoni per regolare le normali funzioni corporee sane. Quindi questo ciclo di alimentazione in avanti può far sì che l'individuo abbia vari problemi che interessano il proprio corpo a causa di disfunzioni ormonali. Questa combinazione di resistenza all'insulina, insulina alta, aumento di peso e stress colpisce molti pazienti, causando la sindrome metabolica. Per normalizzare la funzione ormonale, dobbiamo esaminare tutti questi fattori che guidano la disfunzione ormonale nei pazienti.

 

Quando si va per un trattamento ormonale, è importante conoscere i diversi nutraceutici e prodotti botanici perché prima si chiamava un cambiamento dello stile di vita nel corso della giornata. In una clinica sanitaria, specifici prodotti nutraceutici e botanici possono influenzare la formazione di estrogeni attraverso l'enzima aromatasi. Tuttavia, vari fattori come malattie, farmaci, tossine e insulina elevata possono anche aumentare gli enzimi dell'aromatasi, portando a più estrogeni nel corpo. E poi le malattie, i farmaci e le tossine fanno la stessa cosa. Uno studio di ricerca rivela che quando uomini e donne interagiscono, le prestazioni cognitive degli uomini diminuiscono, seguite da un incontro misto. Questo può cambiare il modo in cui gli ormoni funzionano nel corpo quando ci sono cambiamenti nella funzione formale che possono influenzare la funzione cognitiva del sistema nervoso centrale nel corpo.

 

Quando i pazienti di mezza età vengono esaminati dai loro medici, i risultati possono mostrare se hanno un'insulina elevata, un aumento dello stress e se c'è un'infiammazione nei loro corpi. Ciò consente ai medici di lavorare con specialisti associati per sviluppare un piano di trattamento che si rivolga al paziente per iniziare piccoli cambiamenti nel proprio percorso di salute e benessere.

 

Disclaimer

Il dottor Alex Jimenez presenta: valutare gli ormoni

Il dottor Alex Jimenez presenta: valutare gli ormoni


Il Dr. Alex Jimenez, DC, presenta come valutare diversi ormoni nel corpo e come diversi test ormonali possono essere utilizzati per determinare il livello nel corpo. Questa presentazione consente a molte persone di sapere cosa aspettarsi quando vengono diagnosticate dai loro medici primari. Indirizziamo i pazienti a fornitori certificati che incorporano varie terapie ormonali per garantire salute e benessere ottimali. Incoraggiamo e apprezziamo ogni paziente indirizzandolo a fornitori di servizi medici associati in base alla sua diagnosi quando è appropriato. Comprendiamo che l'educazione è un modo eccellente per porre ai nostri fornitori domande complesse su richiesta e comprensione del paziente. Il dottor Alex Jimenez, DC, utilizza queste informazioni solo come servizio educativo. Disclaimer

Valutazione degli ormoni

Il dottor Alex Jimenez, DC, presenta: Benvenuto a tutto ciò che devi sapere sulla valutazione degli ormoni e su come eseguire i test. Abbiamo deciso di farlo come webinar perché abbiamo poco tempo per farlo durante il modulo. Dopotutto, questo ti semplificherà la vita. Dovrai avere queste informazioni sotto la cintura perché qui è la cosa più importante che devi sapere. La terapia ormonale è un'arte, non una scienza. Se trovi cinque o sei professionisti che fanno la terapia ormonale, troverai cinque o sei modi diversi per fare una prescrizione e molti più modi di fare effettivamente test per monitorarla.

Il dottor Alex Jimenez, DC, presenta: L'importante è tenere a mente ciò che sappiamo scientificamente è un modo migliore o meno buono di prendersi cura dei pazienti in termini di test. Quindi trova ciò che funziona per te e diventa l'esperto in questo. Perché se sei coerente nel tempo, puoi aggirare i pro e i contro di ogni data modalità di test e capire cosa devi fare, indipendentemente dal tipo di test che finisci per fare. Va bene, quindi di cosa dobbiamo preoccuparci? Ci sono molti potenziali problemi nella misurazione dei livelli ormonali perché tanti livelli ormonali fluttuano in modo significativo. Per valutare gli ormoni nel corpo, i medici devono sapere cosa, quando e chi testare. Quindi parleremo di tutto questo.

Diagnosi Di Ormoni In Un Paziente

Il dottor Alex Jimenez, DC, presenta: Alcuni variano durante il giorno, alcuni variano durante un ciclo e alcuni ormoni non variano affatto. Quindi devi ricordare di quali devi preoccuparti in termini di fluttuazione. Gli studi che sono stati fatti non misurano i livelli ormonali. Quindi, trovare livelli ormonali normali a volte è problematico. Potrebbe essere diverso da quello che usano attualmente i laboratori. E negli studi in cui sono emersi livelli ormonali normali, molti di loro sono studi molto più vecchi e la metodologia era più inaffidabile di quella che usiamo ora. Quindi, tenendo presente ciò per quanto riguarda ciò che le persone chiamano normali livelli ormonali, molti di questi studi farebbero anche la media di gruppi non comparabili. Ciò significa che confronterebbero, diciamo, un gruppo di mele, arance e uva e li metterebbero tutti insieme e direbbero, oh sì, quindi questa media funzionerà.

Il dottor Alex Jimenez, DC, presenta: Quindi è come fare una meta-analisi, e se stai prendendo un sacco di dati diversi, non puoi necessariamente dire che questa media ha senso. Probabilmente sei già a conoscenza del fatto che altri laboratori finiscono per sviluppare gamme di riferimento diverse. Quindi, se utilizzi più laboratori diversi, non puoi necessariamente confrontare i risultati del test che stai ottenendo perché gli intervalli di riferimento sono diversi. E, a volte, anche all'interno di un determinato laboratorio, a seconda del kit di test utilizzato dai pazienti, come un test di Quest, un giorno potrebbero utilizzare un kit di test. Quindi un intervallo di riferimento sarà XYZ, e sono andati nello stesso laboratorio un altro giorno, ma hanno usato un kit di test diverso e hanno un intervallo di riferimento completamente diverso. E quindi devi farlo notare ai pazienti. Se hai un paziente intelligente che cerca di tenere traccia di ciò che sta accadendo a se stesso, potrebbe avere un'impressione sbagliata durante un esame.

Estrogeni e progesterone

Il dottor Alex Jimenez, DC, presenta: Se hai diversi intervalli di riferimento visualizzati nei risultati del test, è meglio tenerne traccia nel caso in cui sia necessario ricordarli. Ora ci sono grandi variazioni tra gli individui e anche all'interno dello stesso individuo. Potrebbe essere necessario chiarire le concentrazioni sieriche di steroidi naturali e sintetici tra altri individui. C'è un'enorme variazione indipendentemente dalla radice della somministrazione degli ormoni. Ciò che ti aspetti da una persona potrebbe essere diverso dalla persona successiva. E, naturalmente, all'interno di ogni individuo, otterrai livelli di fluttuazione durante il giorno basati su molte cose diverse. Tutto, dallo stress percepito o reale che cambierà i loro livelli ormonali ai cibi che stavano mangiando quel giorno, può fare la differenza. Lo stato di idratazione può fare la differenza. Quindi alcune delle variazioni che vedi all'interno di una persona, ma con diversi prelievi di sangue, possono essere basate su ciò che stava accadendo quel giorno.

Il dottor Alex Jimenez, DC, presenta: Quindi cerca di impressionare i tuoi pazienti mentre fai i test per mantenere gli stessi giorni di prelievo di sangue. Ora misurare diversi fluidi corporei come siero, urina o saliva non ci dice necessariamente della concentrazione in altri tessuti, e i medici devono tenerlo a mente perché il paziente può avere un falso senso di sicurezza, e non necessariamente hanno qualcosa a che fare con il tessuto che stanno cercando di trattare. Ora, molti medici devono ricordare tutti i diversi tipi di estrogeni di cui potrebbero aver bisogno per tenere traccia durante l'esame. Quindi, quando notano gli estrogeni, c'è un pool di estrogeni. C'è estrogeno libero e legato nel corpo e produzione di estrogeni nella donna o in un uomo in se stessi. Ci sono estrogeni esogeni che potresti dare loro. Ci sono estrogeni immagazzinati, metaboliti e tutti questi diversi estrogeni di cui i medici devono tenere traccia. Quindi questo è solo un esempio di avere molti livelli di estrogeni nel corpo, e il paziente si chiede, cosa sta guardando il dottore? Un test potrebbe darmi tutte queste informazioni diverse? E questo è solo estrogeno. La stessa cosa è vera, anche se non così complicata. La stessa cosa vale per gli altri ormoni nel corpo.

Il dottor Alex Jimenez, DC, presenta: Ora per il progesterone, è la stessa prova. Altri risultati assomigliano a questo per estrogeni e testosterone, e questo per ricordarci tutta la diversa variabilità che c'è. Mostrando la variazione tra persone diverse nelle loro fasi biologiche, ad esempio, premenopausa e postmenopausa. I risultati che il medico presenta al paziente stabiliscono una sfumatura di verde più chiara all'esterno della variabilità interciclo all'interno di una data donna. E poi il verde giallastro è la variabilità tra le donne, ovvero da una donna all'altra. E poi quella linea blu nel mezzo è la media; questo fornisce le informazioni di cui potrebbero aver bisogno per diagnosticare.

Test dei livelli ormonali

Il dottor Alex Jimenez, DC, presenta: Va bene, quindi diamo un'occhiata al test e alla valutazione degli ormoni mentre esaminiamo tutti i tipi di ormoni, i diversi modi di testarli e i pro e i contro. Esistono decenni di ricerche ben convalidate sui livelli sierici di ormoni. Quindi per gli estrogeni, l'estrone, l'estradiolo e l'estriolo, così come i metaboliti degli estrogeni nel siero, la buona notizia è che misura la produzione ormonale endogena. Quindi, se ottieni un livello di ormone sierico, sappiamo cosa significano questi risultati.

Il dottor Alex Jimenez, DC, presenta: La cattiva notizia è che questi risultati ti danno l'ormone libero e legato. Ti mostra gli estrogeni totali. Tuttavia, non è possibile ordinare il test dell'estradiolo totale e dell'estradiolo gratuito in quanto non li offrono. Esistono dati limitati sui livelli sierici di questi metaboliti in termini di previsione del rischio per la salute. E può essere difficile per alcuni laboratori ottenere una quantificazione accurata nelle donne in postmenopausa perché i livelli di estrogeni sono molto bassi. Quindi, tenerlo a mente è una questione di conoscere il tuo laboratorio e quanto sono accurati. Ora, quando si tratta di saliva, la buona notizia è che non è invasiva. I pazienti possono farlo a casa, il che rende conveniente se i medici cercano di eseguire una misurazione seriale degli estradioli durante un intero ciclo in una donna in premenopausa. Perché nessuno sano di mente andrà in laboratorio a farsi prelevare il sangue ogni giorno.

Il dottor Alex Jimenez, DC, presenta: Sapere che l'estradiolo salivare si correla bene con l'estradiolo libero nel siero consente ai medici di vedere cosa c'è nella saliva e cosa vogliono vedere nel siero. La cattiva notizia sulla saliva è che ci sono meno studi di convalida rispetto al siero. Ce ne sono ancora parecchi, quindi è un metodo di test valido. È solo che non è validato come un siero perché deve ancora essere fatto. Ancora una volta, può essere molto impegnativo per alcuni laboratori perché i livelli di estrogeni nella saliva sono molto più bassi che nel siero. Quindi i medici devono assicurarsi che il laboratorio stia facendo un lavoro abbastanza buono valutando questi livelli molto bassi. Tutti i test della saliva possono essere contaminati dal sangue della mucosa orale.

Test della saliva

Il dottor Alex Jimenez, DC, presenta: Quindi, se il paziente ha la parodontite o qualcosa del genere, i medici non vogliono che raggiungano livelli salivari; è importante dire loro di farlo prima di lavarsi i denti, non dopo, nel caso in cui sanguinino quando si lavano i denti. Ma questo è vero per qualsiasi test salivare; non puoi ottenere i metaboliti degli estrogeni attraverso la saliva. E il problema più grande in una donna in postmenopausa è che molte hanno la bocca secca dopo la menopausa. E quindi, può essere davvero difficile fare il test perché hanno bisogno di produrre più saliva per ottenere un campione adeguato. Ora, se ciò accade, possono fare un test delle 24 urine. Il test delle urine delle 24 ore per gli estrogeni e i metaboliti degli estrogeni può essere utile se stai cercando di ottenere la produzione giornaliera totale di ormoni. È possibile ottenere misurazioni dei metaboliti degli estrogeni, che sono stabili per lungo tempo.

Il dottor Alex Jimenez, DC, presenta: Hai un sacco di tempo per l'elaborazione e ottieni misurazioni di estrogeni sia liberi che coniugati. Quindi è utile. La cattiva notizia, che vale per qualsiasi test delle urine delle 24 ore, è che si basa su accurate misurazioni del volume e raccolte complete da parte dei pazienti. Molti pazienti lo rovineranno inavvertitamente. Quando hanno una giornata impegnativa, vanno a fare pipì e devono ricordare cosa dovrebbero fare, il che può essere un problema. Quindi, assicurarsi che il paziente capisca può aiutare con i risultati del test. Non puoi usarlo per le persone con disfunzione renale perché si basa sulla correzione della creatinina. Quindi, se la loro creatinina è anormale, dovranno essere in grado di darti un livello adeguato e appropriato e talvolta farti alcuni di questi test che fanno le urine delle 24 ore ti forniranno molti metaboliti che potrebbero essere più clinicamente utili ma non lo sono .

Il dottor Alex Jimenez, DC, presenta: Ora per il punto secco, sei in fase di test e puoi ottenere metaboliti di estrogeni, il che è positivo perché i metaboliti sono stabili per molto tempo, quindi non è un problema. E puoi misurare sia gli estrogeni liberi che quelli coniugati su questi punti nei test delle urine. Il problema più grande qui è che ha il minor numero di studi di convalida clinica. Quindi, è un nuovo modo di testare. È popolare e facile per i pazienti, ma c'è poca preoccupazione a causa dei pochi studi di convalida clinica che hanno fatto. Ora vengono menzionate ulteriori sfide: pensare a cosa deve fare un laboratorio; le misurazioni che devono essere in grado di fornire possono variare enormemente perché ci sono livelli molto bassi di estrogeni nelle donne anziane, non in terapia ormonale sostitutiva.

Il dottor Alex Jimenez, DC, presenta: E poi fino a misurare queste dosi super alte nelle donne che si preparano per la fecondazione in vitro. E, sai, i livelli possono variare di 10,000. È ragionevole presumere che qualsiasi test sarà accurato per tutte queste circostanze? È anche difficile valutare i livelli di estrogeni nelle donne trattate con inibitori dell'aromatasi perché probabilmente avranno concentrazioni di estrogeni molto basse. Quindi potrebbe non essere rilevato con precisione dai test standardizzati. E poi la specificità è un problema perché parliamo di come l'estradiologia si concentri principalmente su come viene scomposto in estrone e poi su come gli estroni vengono scomposti. Ma la realtà è che gli estradioli lo convertono in più di cento diversi metaboliti, il che può interferire con una quantificazione accurata.

Test del siero

 Il dottor Alex Jimenez, DC, presenta: Quindi, i laboratori devono tenerlo a mente e assicurarsi di ottenere un'adeguata specificità per te. Un'altra notizia interessante è che le fonti esogene di S-trial possono portare a livelli di estradiolo falsamente elevati. Quindi tienilo a mente se hai un risultato divertente del test che non ha senso.

Il dottor Alex Jimenez, DC, presenta: Progesterone e metaboliti del progesterone nel siero; c'è molta letteratura a sostegno dell'utilizzo di un livello di progesterone disegnato, si spera, il giorno 21 di un ciclo di 28 giorni per confermare l'ovulazione. Il progesterone ha problemi in quanto differisce dall'estradiolo. Quindi è accettabile utilizzare i livelli sierici di progesterone per questo, poiché la riproducibilità dei livelli sierici è limitata se i livelli sierici sono bassi. Quindi, se ciò significa che se prendi una persona nella prima metà del suo ciclo e disegni un livello di progesterone per tre giorni di fila proprio all'inizio del processo e il progesterone dovrebbe essere basso, potresti non ottenere numeri simili solo perché i livelli ormonali sono bassi.

Il dottor Alex Jimenez, DC, presenta: Quindi la riproducibilità rende i medici un po' pazzi, ma è qualcosa che devono tenere a mente con il siero. Ancora una volta, il test della saliva non è invasivo; è conveniente se vuoi seguire un intero ciclo in una donna in premenopausa. Inoltre, la ricerca mostra che un livello salivare di 17 alfa idrossiprogesterone è accettabile tanto quanto un livello sierico per la diagnosi di iperplasia surrenale congenita. Ora, lo svantaggio dei livelli salivari di progesterone nei metaboliti del progesterone nei suoi metaboliti è che hai una rapida fluttuazione dei livelli di progesterone nella saliva. Quindi, se hai qualcuno che non vuole farsi prelevare il sangue e non si preoccupa di sputare in un tubo, puoi usare questo invece.

Il dottor Alex Jimenez, DC, presenta: Quindi dovresti usare più di un risultato del test per prendere una decisione; potresti aver bisogno di un campionamento seriale per avere un'idea della media. C'è anche un problema con la reattività crociata che potrebbe interferire con i test immunologici e influenzare i risultati. E ancora, lo stesso problema è avere livelli di progesterone molto più bassi nella saliva che nel siero. Quindi per alcuni laboratori può essere difficile ottenere analisi preliminari e lo stesso problema in termini di contaminazione da sangue; tuttavia, questo è vero per tutti i test cellulari. L'urina delle 24 ore e il test delle urine secche per il progesterone hanno lo stesso problema perché i metaboliti del progesterone saranno correlati ai sintomi. Quindi hanno studiato, per esempio, l'allopregnanolone nelle urine. Il livello di ciò si collega alla qualità del sonno nelle donne in perimenopausa.


Valutazione degli ormoni

Le diverse implicazioni dei test ormonali

Il dottor Alex Jimenez, DC, presenta: L'implicazione è che se è correlato, è probabilmente un livello accurato; tuttavia, il progesterone è difficile da quantificare nelle urine. E così, usano i metaboliti per la valutazione e determinano il livello di progesterone in base ai metaboliti. È fantastico, tranne per il fatto che non c'è letteratura che descriva l'utilità clinica dei metaboliti del progesterone. Quindi il progesterone nelle urine è relativamente problematico per quanto riguarda l'accuratezza e ciò che stai ricevendo. Parte del problema con il progesterone sierico è che ne è disponibile molto poco e non è un terreno proteico, la maggior parte è legata a tutte e ad altre proteine; è il progesterone libero disponibile per i tessuti bersaglio e anche per la saliva. Quindi il progesterone che stai misurando nel siero è principalmente il progesterone legato, non ciò che è clinicamente importante.

Il dottor Alex Jimenez, DC, presenta: Il progesterone transdermico è estremamente difficile da misurare perché chiunque ottiene il metabolismo da cinque alfa reduttasi nella pelle. Viene rapidamente assorbito dalle membrane dei globuli rossi e consegnato al tessuto. E in realtà, si riduce al fatto che dopo che il paziente usa la crema o il gel di progesterone esogeno, ottiene questi livelli incredibilmente alti di progesterone nella saliva e nei letti capillari, ma non nel siero. E quindi potrebbe esserci un modo migliore per misurare ciò che sta accadendo al paziente. Quindi progesterone transdermico, cercare di seguirlo con qualsiasi test è difficile.

Il dottor Alex Jimenez, DC, presenta: Ci sono decenni di ricerca sui livelli sierici di ormoni. Nel test del siero, del testosterone e dei suoi metaboliti, puoi ottenere sia un test del livello ormonale totale che uno libero e puoi anche ottenere un livello di DHT, che è utile. Esistono range sierici stabiliti per la diagnosi di insufficienza androgena. Quindi i livelli sierici di testosterone vanno bene in generale. Può essere difficile assistere l'intero siero se i livelli sono bassi, come nelle donne e nei bambini e negli uomini ipogei. Quindi, devi conoscere il tuo laboratorio e la sua metodologia. Supponiamo che tu stia valutando il testosterone in donne, uomini ipogei o bambini perché devono assicurarsi di eseguire il test del siero appropriato per ottenere questi livelli veramente bassi in modo accurato.

Il dottor Alex Jimenez, DC, presenta: Per il test della saliva, è molto conveniente ottenere il campione. Esistono intervalli stabiliti per la diagnosi di insufficienza antigenica ed è facile utilizzare questo test per differenziare tra uomini gonadici e ipogonadici. E puoi ottenere un livello ormonale gratuito come molte ricerche pubblicate sull'uso dei livelli salivari per valutare il testosterone. Tuttavia, il problema è come con il progesterone; ottieni questa rapida fluttuazione della saliva. Potrebbe essere necessario più di un risultato del test della saliva per ottenere informazioni affidabili. Quindi non vuoi necessariamente decidere in base a un solo risultato. E ancora, devi conoscere il tuo laboratorio perché i livelli sono molto più bassi che nel siero. Quindi è difficile ottenere una storia accurata e fare attenzione alla contaminazione del sangue. Nei test delle urine, l'urina delle 24 ore e quella spot hanno problemi leggermente diversi.

Il dottor Alex Jimenez, DC, presenta: Il test delle urine delle 24 ore per il testosterone può essere utilizzato per ottenere una produzione giornaliera totale di testosterone. I pazienti riceveranno un livello ormonale libero e metaboliti, il che è bello. Possono utilizzare queste informazioni per valutare indirettamente cinque attività alfa-reduttasi e aromatasi in base a quanti diversi metaboliti stanno assumendo. Solo pochi dati supportano l'utilità clinica di tutti i metaboliti misurati. C'è un polimorfismo di UGT a B17; se il paziente lo ha, il suo livello di testosterone urinario tornerà a zero, quindi tienilo a mente se dovessi ottenere un risultato del test. Dopotutto, è così basso perché potrebbe essere che il tuo paziente abbia questo problema. Ora l'urina spot ti darà alcuni degli stessi vantaggi in quanto otterrai livelli ormonali e metaboliti liberi. Ciò consente di utilizzare tali informazioni per valutare le cinque attività dell'aromatasi alfa-reduttasi; tuttavia, il problema è lì; come con gli altri ormoni di cui abbiamo discusso, questo test generalmente ha meno studi di convalida clinica perché è una nuova forma di test, quindi tienilo a mente.

Cortisolo

Il dottor Alex Jimenez, DC, presenta: Il cortisolo e i suoi metaboliti nel siero sono simili agli altri ormoni menzionati, poiché esistono intervalli di riferimento convalidati per il cortisolo. Molta letteratura di revisione tra pari descrive in dettaglio l'uso di questo test e i pazienti possono sentirsi a proprio agio nell'ottenere questi risultati. Dirà loro solo il cortisolo totale, non il loro cortisolo libero. Quindi, tenendolo a mente, otterranno lo schema diurno. Possono solo ottenere un test a quattro punti come farebbero con la saliva perché non hanno intervalli normali per quattro diversi momenti della giornata. E molti pazienti menzionano ai loro dottori quando ricevono il cortisolo sierico, dicono: “Aspetta, non capisci. Ho così tanta paura che mi venga prelevato il sangue che spara il mio cortisolo, e normalmente non ho un aspetto così cattivo.

Il dottor Alex Jimenez, DC, presenta: Tieni presente che nel siero hanno intervalli di riferimento normali solo per due ore del giorno, dalle 7:9 alle 00:3 e dalle 5:00 alle 10:11. Quindi devi assicurarti che se usi il cortisolo sierico, entrino a digiuno prima delle nove o possano andare più tardi nel corso della giornata. E se vanno più tardi nel corso della giornata, non devono digiunare. Quindi se prendi il cortisolo alle XNUMX o alle XNUMX del mattino, non è molto utile per i risultati. Ora i test salivari, molte persone stanno acquisendo familiarità con questo.

Il dottor Alex Jimenez, DC, presenta: Puoi ottenere il tuo schema diurno perché molte aziende hanno kit in cui hai quattro o cinque campioni durante il giorno. Esiste un'abbondante letteratura sottoposta a revisione paritaria che descrive in dettaglio l'uso di questo. E questo è per il cortisolo, non per il cortisolo metabolico. Riflette la concentrazione plasmatica non legata, che non è quella che vediamo con il siero. Il problema è che l'11 beta idrossi steroide deidrogenasi è un enzima nelle ghiandole salivari che converte in modo significativo il cortisolo in cortisone. Quindi ci sono alcune domande sui risultati che i medici stanno ottenendo nel cortisolo salivare e cosa sta succedendo o è stato convertito in cortisone, e non lo stai rilevando nel test?

Il dottor Alex Jimenez, DC, presenta: Quindi, quando si osservano i metaboliti del cortisolo nella saliva, cosa che alcune aziende fanno e altre no, il cortisone salivare è correlato all'esposizione al cortisolo nell'arco di 24 ore. C'è un livello moderato di letteratura che utilizza questo test, ma abbastanza da farti sentire a tuo agio. Ci sono problemi quando il tuo cortisolo sierico è molto basso, facendo sembrare che il paziente stia crollando o sia in terapia con idrocortisone. Ciò rende il cortisone salivare un marcatore sierico superiore rispetto al cortisolo salivare. In queste circostanze, a causa del modo in cui viene elaborato, solo poche aziende stanno guardando il cortisone direttamente nella saliva. Quindi a questo punto, a causa soprattutto del livello di letteratura moderato, farai principalmente i livelli di cortisolo nella saliva.

Test delle urine per gli ormoni

Il dottor Alex Jimenez, DC, presenta: Quindi passiamo al test delle urine. Ora, in un test delle urine delle 24 ore, puoi valutare il rapporto del cortisolo, che può essere utile durante la diagnosi. E il cortisolo libero nelle 24 ore è correlato al livello di cortisolo libero nel siero; tuttavia, l'unico problema è che ci sono limitati studi di convalida clinica per questo. E, nel test delle urine delle 24 ore, non ottieni un pattern di cortisolo diurno. E, nell'urina spot, puoi ottenere il rapporto di cortisolo, che può essere utile. Puoi chiedere al paziente di eseguire il test delle urine spot più volte al giorno in modo da poter ottenere il cambiamento diurno proprio come faresti con la saliva. Ma sfortunatamente, il posto che stai testando ha il minor numero di studi di convalida clinica. Quindi devi tenerlo a mente. Quindi, con questo, in primo luogo, le persone si sentono più a loro agio nell'usare i livelli sierici fatti al momento giusto della giornata, capendo che non stai ricevendo il cortisolo non legato, o stanno facendo un test salivare a quattro punti.

Il dottor Alex Jimenez, DC, presenta: Il test salivare a quattro punti ha potuto vedere uno schema tra ciò che il paziente ha detto ai propri medici sul proprio livello di energia durante il giorno e come si sentiva e lo ha confrontato con ciò che il risultato ha restituito. Molti medici notano quello che si aspettavano fosse il risultato del test prima ancora che i laboratori nazionali lo rendessero disponibile.

Test DHEA

Il dottor Alex Jimenez, DC, presenta: Discuteremo separatamente di DHEA e DHEA solfati poiché il DHEA nel siero ha molti studi di convalida clinica che possono farti sentire a tuo agio nell'ottenere risultati adeguati. Ora, DHEA ha uno schema diurno. Quindi devi assicurarti che lo facciano al momento giusto della giornata poiché questo è il digiuno prima delle nove del mattino, proprio come con il cortisolo. Un DHEA fatto nel corso della giornata non significa nulla; tuttavia, un solfato di DHEA nel siero non segue uno schema circadiano, quindi un singolo test eseguito in qualsiasi momento va bene.

Il dottor Alex Jimenez, DC, presenta: Esistono numerosi studi di validazione clinica sul DHEA; sfortunatamente, c'è un problema con il solfato di DHEA poiché ha un piccolo schema circadiano. Potresti perdere piccole variazioni in un DHEA nel tempo in una persona in base a come si sente e stressata. Quindi, occasionalmente, è bello controllare il DHEA in un paziente fintanto che viene fatto al mattino perché poi avrai un'idea dei cambiamenti nel tempo nello stesso individuo che non vedresti con il solfato di DHEA.

Il dottor Alex Jimenez, DC, presenta: Il test salivare per DHEA è dove si misura il DHEA libero nel corpo, il che è fantastico. C'è una correlazione con i livelli sierici e non è invasivo. Il problema è che la concentrazione è inversamente proporzionale alla portata salivare ed è influenzata anche dal pH salivare. Un esempio potrebbe essere qualcuno che passa davanti al panificio, iniziando a salivare pesantemente in base a ciò che ha appena annusato. Questo potrebbe cambiare i loro risultati per il loro tasso di salivazione quando stanno facendo il loro test DHEA. Il solfato di DHEA ha lo stesso problema di base nella saliva, correlato alla velocità del flusso salivare e al pH salivare. Quindi tienilo a mente se stai osservando i livelli salivari nelle urine, sia che si tratti di urina delle 24 ore o spot; non ci sono studi di convalida clinica sulla ricerca di DHEA o DHEA solfato nelle urine. Quindi, tienilo a mente se stai facendo un test delle urine e ti stanno dando un intero pannello che include DHEA o DHEA solfato, potresti aver bisogno di sapere cosa significano questi risultati.

Il dottor Alex Jimenez, DC, presenta: Per gli ormoni ipofisari, il test preferito è l'FSH, l'LH e il siero di prolattina. Ad esempio, non è conveniente per misurazioni seriali durante il giorno per rilevare il picco di LH, ma i risultati sono molto accurati. E nella saliva, c'è una limitata letteratura peer-reviewed che descrive in dettaglio gli ormoni ipofisari salivari e se sono adeguati o meno. I kit per il rilevamento di LH a casa sono convenienti per i test delle urine poiché sono ampiamente utilizzati e sono in circolazione da molto tempo. Il picco di LH è correlato con l'urina e funziona bene con il siero del picco di LH. Quindi, se stai cercando di aiutare le persone a capire dove si trovano nel loro ciclo e se hanno o meno ovulato, questo test è la strada da percorrere. Non fa un buon lavoro nel quantificarlo; ti dice solo che c'è un aumento perché questi sono ormoni più grandi, quindi non entrano molto facilmente nelle urine.

Il dottor Alex Jimenez, DC, presenta: Quindi saprai se hai avuto o meno l'impennata, non saprai qual è il livello effettivo, e va bene perché la maggior parte delle volte non importa quale sia il livello dell'ormone. Quindi essenzialmente, a meno che tu non stia solo cercando di scoprire se hanno avuto un picco di LH, vuoi usare il siero per FSH, LH o prolattina. Per la globulina legante gli ormoni sessuali, la maggior parte degli studi di validazione clinica sono nel siero; non puoi misurarlo nella saliva o nelle urine, quindi è facile da ricordare. Quindi abbiamo già parlato dei problemi con diverse forme di test e ci sono solo alcune forme di test che ti daranno tutto ciò che devi sapere su ogni ormone che devi sapere.

Qual è il momento migliore per gli ormoni?

Il dottor Alex Jimenez, DC, presenta: Allora, qual è il momento migliore per testare gli ormoni? La mattina presto è quando gli ormoni saranno i più alti per la maggior parte degli ormoni. Quindi, il modo migliore per andare a testare i livelli ormonali come il cortisolo e gli ormoni gonadici è la prima cosa al mattino poiché devi essere costante e veloce perché ciò che hai mangiato può cambiare i livelli ormonali. Quindi se hai sempre digiunato, almeno troverai coerenza tra i provini e la stessa persona. Devi anche sapere dove si trovavano nel loro ciclo per alcuni test. Quindi, le pazienti donne che stanno ancora pedalando devono registrare il primo giorno del ciclo successivo per sapere in che giorno hai eseguito il test. Altrimenti, dovranno usare i kit di ovulazione per sapere esattamente dove si trovano.

Il dottor Alex Jimenez, DC, presenta: E, naturalmente, lo svantaggio qui è che se stai cercando, per esempio, di assumere un progesterone al giorno 21, e lei di solito ha un ciclo di 28 giorni, allora le dici di andare il giorno 21, ma quel particolare mese lei ha un ciclo di 35 giorni, non hai raggiunto il livello che stavi cercando. Quindi può essere un po' problematico, ma ricorda loro di tenerne traccia in modo che tu non possa guardare indietro e sapere dov'erano quando hanno fatto i test. Quindi, quando vogliamo questi test nelle donne in pre e perimenopausa? Supponi di volere il progesterone il giorno 21. Puoi anche fare una globulina legante gli ormoni sessuali quel giorno. Le donne mestruate si avvicinano al terzo giorno per estradiolo, estrone, FSH, testosterone o una globulina legante gli ormoni sessuali.

Il dottor Alex Jimenez, DC, presenta: Ora, anche se questi sono l'ideale, puoi prenderli in altri giorni del loro ciclo? Sì, ma avranno una precisione diversa. E, naturalmente, potrebbe essere un giorno in più rispetto al terzo giorno perché cosa succede se il terzo giorno arriva nel fine settimana e il laboratorio non è aperto? Quindi, per favore considera che quello che stai cercando qui è testare i livelli ormonali quando sono al massimo. Ed è per questo che stiamo girando per tre e 21. Quindi, sai, ecco il terzo e il quarto giorno. E quindi l'FSH sarà un buon livello qui. L'estradiolo rimbalza molto a questo punto, quindi cercare di ottenerlo in questa parte del ciclo sarebbe meno utile. E, con il progesterone, otterrai il tuo picco qui, quindi è per questo che vuoi provare a sparare per 21 giorni perché sai che sarà il modo più semplice per assicurarti di ottenerlo. Inoltre, ti aiuterà a essere più coerente da un ciclo all'altro se cerchi sempre di ottenerlo nello stesso momento del processo.

Terapia ormonale sostitutiva

Il dottor Alex Jimenez, DC, presenta: Ora qui è dove diventa complicato poiché una cosa è scoprire dove si trova la persona prima di sottoporla a qualsiasi terapia ormonale sostitutiva; tuttavia, il monitoraggio della terapia ormonale sostitutiva diventa ancora più problematico. Se stai usando estrogeni orali, si raccomanda di ottenere un valore basale sierico prima della terapia ormonale sostitutiva e quindi monitorare durante il trattamento; se stai facendo estrogeni orali, i livelli salivari non riflettono affatto l'uso di estrogeni esogeni, quindi non sono molto utili.

Il dottor Alex Jimenez, DC, presenta: E gli estrogeni orali o qualsiasi ormone sottoposto a questo test devono riflettere accuratamente il metabolismo di primo passaggio del fegato ei livelli delle urine. Quindi, se stai facendo una terapia sostitutiva con estrogeni orali, l'unico modo per valutarla è con il siero perché i medici convinceranno il paziente con il modulo, quindi probabilmente non vorrai comunque usare estrogeni orali. Se stai usando estrogeni sublinguali, i livelli aumenteranno e diminuiranno rapidamente entro poche ore. E quindi il siero non è efficace in termini di misurazione. La saliva non avrà senso se stai sublinguale perché hai appena avuto il tuo estrogeno lì. Quindi cosa vuol dire? Significa che l'urina delle 24 ore e il test delle urine di guida con ormoni sublinguali non sono raccomandati perché c'è sempre una domanda su quanto stai deglutendo e quanto viene assorbito per via sublinguale.

Il dottor Alex Jimenez, DC, presenta: Ora, se noti che è scritto in sublinguale, potrebbero esserci metodi di test migliori. Dal momento che non sai quanto è stato ingerito e ha ottenuto l'effetto del metabolismo di primo passaggio, potrebbe essere necessario chiarire il risultato in un'urina delle 24 ore o secca. Quindi è problematico. Puoi ancora fare la terapia sostitutiva con estrogeni sublinguali; significa solo che non esiste un ottimo modo per testarlo. Se stai usando creme a base di estrogeni, i test del siero possono essere efficaci e sappiamo che i parametri clinici sono correlati ai livelli sierici quando usi creme a base di estrogeni, quindi possiamo farlo. Nella saliva, l'estradiolo e l'estriolo vengono trasportati attivamente nella saliva; i livelli sono molto più alti di quelli che vedresti nel siero e sono molto variabili. Quindi i livelli salivari per le creme non hanno senso e non ci sono buoni studi peer-reviewed che descrivono in dettaglio l'efficacia della crema di estrogeni sui livelli urinari.

Utilizzo di creme e cerotti ormonali

Il dottor Alex Jimenez, DC, presenta: Probabilmente non è una buona idea usare i livelli di urina per qualcuno che usa creme a base di estrogeni in quel momento. Se stai usando estrogeni labiali o vaginali, il test del siero sembra essere la scelta migliore per monitorare l'assorbimento. I livelli salivari non riflettono alcun cambiamento di dose. Quindi, in pratica, è probabilmente una perdita di tempo ottenere un livello salivare cercando di fare il test delle urine; l'uso di estrogeni vaginali o labiali potrebbe essere problematico perché come fai a sapere di non aver contaminato il campione di urina. E se stai usando un cerotto, i valori sierici aumenteranno in modo dose-dipendente e poi diminuiranno rapidamente alla successiva rimozione. Può essere utile, sappiamo che i valori sierici cambiano in base a quando metti il ​​cerotto e quando lo togli, ma è comunque problematico.

Il dottor Alex Jimenez, DC, presenta: Non ci sono prove peer-reviewed che dimostrino che gli estrogeni salivari possono essere utilizzati per monitorare il cerotto di estrogeni. E quando si tratta del test delle urine e del cerotto di estrogeni, sembra che i valori nelle urine aumenteranno in modo dose-dipendente. Può essere relativamente accurato, ma non è il miglior test validato clinicamente per un cerotto di estrogeni. Il messaggio da portare a casa qui è che nessun test è perfetto e molti di noi regolano la dose alla quantità più bassa, al livello più basso che possiamo ottenere e continuano a controllare i nostri sintomi. Ciò non significa che non eseguano test; devi cercare di assicurarti di non andare in overdose con questa persona. Ma tieni presente che ci sono molte limitazioni su quali test possono essere utili a seconda della forma di sostituzione degli estrogeni che stai utilizzando.

Il dottor Alex Jimenez, DC, presenta: Ora, progesterone e progesterone orale, se lo stai usando, i livelli aumentano e diminuiscono rapidamente. Potresti non essere in grado di rilevare un livello sierico sensato se assumi il progesterone la sera e poi lo misuri al mattino. Perché la maggior parte delle donne, se assumono progesterone per via orale, lo prenderanno la sera perché le aiuta a dormire. C'è anche un problema con la reattività crociata dei metaboliti con i test immunologici. Quindi la terapia sostitutiva del progesterone, se orale, deve prendere i livelli sierici con le pinze. La stessa cosa con la saliva e il test delle urine delle 24 ore. Abbiamo parlato di come non ricevi il progesterone; stai ricevendo metaboliti del progesterone, quindi potrebbe essere utile. Ma c'è il problema di quanto sia clinicamente valido l'uso dei metaboliti del progesterone. Quindi l'uso orale del progesterone, ottenere un livello e seguirlo è un po' complicato.

Il dottor Alex Jimenez, DC, presenta: Ora, con le creme e il progesterone transdermico, nessuno dei test ha alcun senso perché ottieni livelli mentalmente aumentati nel siero che non aumentano in un modo particolare che abbia senso. Come tutti gli ormoni steroidei, questi sono liposolubili, quindi se va a depositarsi nell'adiposo anziché entrare nel flusso sanguigno, non riflette necessariamente un livello sierico. Non riflette necessariamente i livelli di tessuto nell'utero e nel seno, che è dove ci interessa. Quindi un livello sierico per la crema di progesterone è problematico. I livelli salivari dopo la crema al progesterone salgono e non corrispondono affatto ai sintomi. Quindi non preoccuparti di ottenere il livello salivare dopo una crema al progesterone. Ci sono alcune prove nei test delle urine che puoi ottenere piccoli aumenti nel quadrante di tre glucosidi in gravidanza se usi la crema al progesterone. E quindi potrebbe risultare che possiamo usarlo come misura di ciò che sta facendo il tuo progesterone.

Il dottor Alex Jimenez, DC, presenta: Ma questo ha ancora bisogno di ulteriori test. Quindi sarebbe meglio se ti ricordassi che deve esserci un metodo affidabile per tenere traccia di ciò che accade quando una persona usa la crema al progesterone. Quindi, per favore, prenditi il ​​tuo tempo per ottenere un livello e prendere una decisione basata su di esso. Ora, le supposte vaginali di progesterone hanno lo stesso problema. Ottieni livelli minimamente aumentati nel siero, che non ti daranno un risultato adeguato. Il progesterone si scioglie o è atroce; puoi usare i livelli sierici in at troche perché ottieni un livello più accurato nel siero che se lo avessi assunto per via orale. C'è una mancanza di ricerca peer-reviewed sui livelli salivari dopo supposte vaginali di progesterone. E devi stare attento se stai cercando di fare il test delle urine perché come fai a sapere che non hai contaminato il campione?

Il dottor Alex Jimenez, DC, presenta: Non puoi usare una livella salivare perché hai appena avuto la troche o il fuso in bocca alla persona. E poi, c'è almeno un potenziale problema con l'ottenimento di un livello di urina per un troche o melt perché, come un sublinguale, quanto di questo stai ingoiando? Gli individui possono consumarne una parte e sono soggetti al metabolismo di primo passaggio, il che significa che non sarai in grado di raccoglierlo nelle urine. La parte più grande verrà assorbita nel sangue capillare e probabilmente sarà accurata nel test delle 24 ore o nelle urine secche. Ma questo deve essere adeguatamente studiato, quindi tienilo a mente se stai usando atrocious o melts. E questo è uno studio che ha dimostrato che dopo l'applicazione topica di progesterone, i livelli della saliva e del sangue capillare erano molto diversi rispetto a quelli osservati nel siero o nel sangue intero.

È importante fare ricerca

Il dottor Alex Jimenez, DC, presenta: Quindi questo è solo un importante studio di ricerca per ricordarti la dipendenza dai livelli sierici per il progesterone. Se stai monitorando, il dosaggio topico può portare a livelli tissutali sottostimati, quindi darai più del necessario. Quindi, fai attenzione a fare affidamento sui livelli sierici per il progesterone topico perché andrai in overdose alla gente come un matto. E ricorda, se hai un'overdose di progesterone, è in alto nel percorso degli ormoni steroidei e non sai cosa ne farà il corpo di questa persona; potrebbero trasformarlo praticamente in qualsiasi altra cosa. Ora, creme o gel per la terapia sostitutiva del testosterone possono causare livelli ematici e il livello sierico aumenta rapidamente con l'applicazione e non riflette in modo affidabile il cambiamento della dose, eventuali modifiche della dose. Quindi i livelli sierici e ematici non sono probabilmente l'ottima strada da percorrere. Nella saliva, i livelli sono molto più alti rispetto al siero e sono molto variabili poiché possono dare una falsa indicazione di sovradosaggio.

Il dottor Alex Jimenez, DC, presenta: Nel test delle urine, non c'è niente di buono nelle urine delle 24 ore. Probabilmente vuoi usare qualcosa di diverso dall'urina delle 24 ore. La buona notizia è l'urina secca. Ora nell'urina essiccata, l'epitestosterone può essere misurato se ci sarà soppressione dovuta alla produzione esogena di testosterone, se è quello che pensi stia succedendo. Puoi misurare l'epitestosterone nel test delle urine secche, che ti dirà se hai soppresso o meno la produzione di testosterone di questa persona dandogli un po'. Ora, l'applicazione vaginale o labiale di testosterone, non esiste un buon modo per ottenere un livello ematico sensato. I livelli salivari, come qualsiasi altra crema o applicazione che potremmo avere tra le mani, devi stare attento perché se stai maneggiando le fiale dei campioni, per ottenere la saliva, potresti farla entrare nel mezzo di prova.

Il dottor Alex Jimenez, DC, presenta: E poi, proprio come qualsiasi applicazione vaginale o labiale, se stai cercando di ottenere campioni di urina, devi stare attento a non contaminare l'urina e ottenere un livello falsamente elevato. I livelli ematici sono buoni se stai facendo iniezioni di testosterone, iniezione o pellet. Ottieni un terzo della linea di base e usali per il monitoraggio. Ti dà livelli adeguati. Otterrai un aumento significativo della saliva dopo un'iniezione IM, ma c'è un'ampia variabilità da persona a persona. Quindi devi prenderlo con le pinze per quanto riguarda l'accuratezza del tuo risultato. La stessa cosa accade nel campione di urina delle 24 ore. Otterrai un'elevazione dopo un'iniezione IM, ma poi c'è una grande variabilità, quindi chissà quanto è accurato?

Il dottor Alex Jimenez, DC, presenta: A livello salivare, c'è solo qualche correlazione con il testosterone biodisponibile. Se stai usando un cerotto di testosterone, puoi ottenere livelli adeguati e ci sono buoni studi per dimostrare che un livello nel sangue andrà bene. Se stai usando un cerotto di testosterone, i livelli urinari, sia nelle urine delle 24 ore che nei livelli urinari secchi, rifletteranno le dosi crescenti. Stai ottenendo un livello ragionevolmente buono usando quello. Ora, se stai usando il trattamento con DHEA o DHEA orale, otterrai un rapido aumento dei livelli ematici subito dopo l'integrazione orale come si ottiene con la saliva. Lo ottieni anche nella saliva e anche nelle urine. Quindi stai raccogliendo il fatto che hai fatto il test DHEA.

Conclusione

Il dottor Alex Jimenez, DC, presenta: Il problema è la variabilità nei risultati del sangue, della saliva e delle urine. Molti non apprezzano particolarmente l'uso di molto DHEA orale comunque perché, come tutti gli ormoni steroidei, il tuo corpo lo porterà al fegato e il fegato ha l'opportunità di trasformarlo in qualcos'altro prima ancora che entri nel flusso sanguigno per fare il suo lavoro. Altre applicazioni possono essere più utili, come il DHEA transdermico o il DHEA topico; dovrai vedere come si sente il paziente in termini di sintomi perché se usi DHEA topico, i livelli ematici otterranno un forte aumento subito dopo l'applicazione iniziale.

Il dottor Alex Jimenez, DC, presenta: Quindi cosa significa perché cade subito? Quindi, nella saliva dopo l'applicazione transdermica di DHEA, i livelli aumenteranno, ma non linearmente. Quindi non ha alcun senso. E non esiste una ricerca peer-reviewed che descriva in dettaglio cosa succede nei livelli di DHEA nelle urine dopo l'applicazione transdermica. Il problema più grande diventa quindi che potresti voler tenere d'occhio ciò che stanno facendo i prodotti di degradazione a valle perché se non sei in grado di ottenere un buon livello di DHEA, potresti voler almeno guardare il testosterone e l'estradiolo. E questo ti darà un po' di carburante se hai assunto una dose eccessiva o insufficiente di DHEA. Ora, con l'applicazione vaginale o labiale, i livelli nel sangue non diminuiscono affatto.

Il dottor Alex Jimenez, DC, presenta: Non ci sono ricerche che dettagliano i livelli dopo l'applicazione vaginale guardando i livelli salivari o urinari. Quindi non puoi usarlo come un modo per monitorarlo. Quindi, di nuovo, sarà solo questione di seguire la persona e come si sente dopo averla usata. Non dovrai preoccuparti di ottenere alcuna misurazione in seguito. È semplicemente clinico. Il test che scegli dipende da cosa stai dando alla persona, dalla forma in cui lo stai dando e poi da cosa stai cercando di scoprire. Trovando un modulo di trattamento che ti piace e con cui ti senti a tuo agio, capisci se eseguire o meno il test a seconda della struttura e della sostituzione che stai utilizzando. E poi, assicurati di ottenere informazioni utili e non informazioni fuorvianti.

Sindrome metabolica ed effetti | El Paso, TX

Nel podcast di oggi, il dott. Alex Jimenez DC, l'allenatore della salute Kenna Vaughn, Truide Torres, Alexander Jimenez e Astrid Ornelas discutono e si concentrano su uno sguardo più approfondito sulla comprensione della sindrome metabolica.

 

Dott. Alex Jimenez DC*: È un giorno speciale, ragazzi. Oggi parleremo di sindrome metabolica. Ci concentreremo sulle scienze e sulla comprensione di cos'è la sindrome metabolica. Oggi faremo emergere alcuni specialisti e persone da tutto il mondo in diverse direzioni per discutere i temi dei disturbi metabolici e di come colpiscono le persone nelle nostre comunità locali. Il problema particolare di cui parleremo oggi è la sindrome metabolica. La sindrome metabolica colpisce un sacco di persone ora in termini di diagnosi di sindrome metabolica; dobbiamo avere un paio di situazioni di disturbo che li presentano che sono cose come problemi di zucchero nel sangue, ipertensione, capacità di eliminare i trigliceridi dalle lipoproteine ​​​​ad alta densità e anche le misurazioni del grasso della pancia nella nostra dieta. Quindi oggi, una delle cose straordinarie che faremo è portare un panel a voi ragazzi per vedere cos'è la sindrome metabolica ora. Oggi è un giorno speciale perché andiamo in diretta su Facebook Live e presentiamo le informazioni per la prima volta. Quindi questo è il nostro primo tentativo, ragazzi. Quindi dacci un pollice in su se ritieni che abbiamo fatto bene. In caso contrario, faccelo sapere anche perché stiamo imparando e attraversando un processo per raggiungere le nostre comunità e insegnare loro i disordini metabolici. Oggi abbiamo Astrid Ornelas, che parlerà di sindrome metabolica e specifiche dinamiche nutrizionali dietetiche per aiutarla a migliorarla. Abbiamo anche Kenna Vaughn, che è il nostro coach, che parlerà di come interagiamo con i pazienti. Abbiamo anche qui la nostra paziente, Trudy, un individuo vivo che ha avuto la sindrome metabolica. E in lontananza, abbiamo anche Alexander Jimenez, che è alla National Unity, Health Science e Medical School, per discutere dei disordini metabolici associati e collegati per darci informazioni dettagliate. Approfondimenti su cos'è la sindrome metabolica e come colpisce le nostre comunità. Ora, ciò che è critico è che questo è un argomento severo. Sembra che abbiamo scelto questo particolare argomento perché sta interessando così tante persone. Tanti dei miei pazienti che vediamo oggi, anche se ho una pratica muscoloscheletrica, sono direttamente correlati a disturbi infiammatori. E quando avremo a che fare con problemi infiammatori, avremo a che fare con l'insulina e come colpisce il corpo. Ora, mentre l'insulina procede in questo processo, ognuna di queste particolari dinamiche di cui parleremo e nei nostri futuri podcast quando affronteremo la sindrome metabolica è direttamente correlata all'insulina e ai suoi effetti sul corpo. Quindi, mentre attraversiamo queste dinamiche, ciò che vogliamo fare è far emergere ogni punto. Posso presentare oggi Kenna Vaughn; chi parlerà di cosa succede quando offriamo un paziente e cosa facciamo quando un paziente ha disturbi metabolici? Quindi lo presenteremo a Kenna.  

 

Kenna Vaughn: Mi piacerebbe. Quindi, quando il paziente arriva per la prima volta e vediamo quei segni di sindrome metabolica, il paziente non è sempre consapevole perché, di per sé, questi sintomi che compongono la sindrome metabolica non sono necessariamente un campanello d'allarme. Tuttavia, quando iniziamo a vederli combinati, ci rendiamo conto che dobbiamo prendere il controllo di questo in questo momento. Quindi, quando quel paziente arriva per la prima volta e ci parla dei sintomi che sta avendo, iniziamo a seguirlo e gli facciamo una storia dettagliata per vedere se è qualcosa che sta succedendo da molto tempo , se è più recente, cose del genere. E poi partiremo da lì. E facciamo un lavoro di laboratorio più dettagliato, e poi osserviamo il tipo di genetica. La genetica ne è una parte enorme. E vediamo quale dieta funzionerebbe meglio per loro e solo fare quegli obiettivi realistici. Ma vogliamo anche assicurarci di dare loro l'istruzione di cui hanno bisogno per avere successo. L'istruzione è tremenda, soprattutto quando si tratta di qualcosa che può creare confusione come la sindrome metabolica.

 

Dott. Alex Jimenez DC*: Discutiamo di come possiamo dare ai nostri pazienti dinamiche e cose di valore da portare a casa per cambiare la sindrome metabolica una volta stabilito che qualcuno ha problemi metabolici. Ora l'idea è creare un percorso diretto dalla cucina alla genetica. E in qualche modo dobbiamo portare la scienza in cucina per capire cosa possiamo mangiare e cosa possiamo fare e come possiamo evitare che certi cibi cambino le dinamiche espresse a livello del nostro codice genetico. Quindi cercheremo di dare un po' di comprensione ampia, sai, espansiva dei processi che possono assumere ciascuno di questi cinque problemi particolari. Uno alla volta. Quindi in termini di, diciamo, cucina, come aiutiamo le persone ad aiutarsi in cucina, Kenna?

 

Kenna Vaughn: Una cosa che amiamo fare in cucina sono i frullati. I frullati sono così benefici perché non solo dai al tuo corpo i nutrienti giusti di cui hai bisogno. Puoi anche fornire i giusti nutrienti alle tue cellule, che faranno la differenza all'interno del tuo corpo. E ti sentirai comunque soddisfatto e sazio, non sarà qualcosa che, sai, rimarrai affamato come se avessi appena mangiato un po' di becchime. Quindi è qualcosa che consiglio a tutti di iniziare. Un'ottima cosa da aggiungere a questi frullati saranno i semi di lino. Quindi i semi di lino sono molto ricchi di fibre, una buona fibra. Quindi, se metti prima quei semi di lino nel frullatore e li frulla, aprendoli, inizi ad aggiungere i tuoi grassi sani come gli avocado per rendere il tuo frullato bello e liscio. E il latte di mandorle, la frutta a basso contenuto calorico e a basso contenuto di carboidrati, cose del genere. Scatenerà una centrale elettrica dentro quell'intestino. Quindi una cosa principale che farà è che la fibra si attaccherà. Quindi alimenterà i tuoi prebiotici e i tuoi probiotici con ogni singolo insetto in quell'intestino. E ti aiuterà anche a togliere dal tuo sistema corporeo le cose che di solito vengono riassorbite, come il sale, e lasciare che sia in grado di essere espulso nel modo in cui dovrebbe essere, piuttosto che restare, come ho detto, riassorbito e semplicemente causando questi problemi di fondo.

 

Dott. Alex Jimenez DC*:  Quindi queste dinamiche e soprattutto quando si tratta di semi di lino, so che Alexander conosce un po' le dinamiche dei semi di lino in termini di come funziona con il colesterolo. E questo è uno dei problemi, il componente HDL. Dimmi un po' quello che hai visto in termini di semi di lino, Alex, in termini di nostre esperienze con i semi di lino e la diminuzione del colesterolo e aiutando con la sindrome metabolica.

 

Alessandro Isaia: Quindi, i semi di lino sono adatti non solo per i nutrienti, ma come ha detto Kenna, sono eccezionali nella fibra alimentare. Quindi dobbiamo chiederci, perché la fibra alimentare è essenziale? Non possiamo digerirlo, ma può legarsi ad altre cose che sono nel nostro intestino. E una delle cose principali che fa per abbassare il colesterolo è che si lega alla bile. Ora, la bile della nostra cistifellea è intorno al novantacinque percento di colesterolo. E mi dispiace, l'80% di colesterolo e il novantacinque percento di esso vengono riciclati e riutilizzati per la maggior parte del tempo. Allora perché avere una grande quantità di fibre nell'intestino? La fibra si lega al colesterolo. Il meccanismo del corpo per compensare ciò è estrarre il colesterolo da altre parti del corpo, in particolare dal siero del sangue, e riportarlo indietro per ringiovanire quei livelli di bile. Quindi non solo stai costringendo il tuo intestino a funzionare correttamente come dovrebbe, ma stai anche abbassando il colesterolo all'interno del lato interno del corpo.

 

Dott. Alex Jimenez DC*: Quindi la componente del colesterolo può essere coadiuvata dalla fibra. Ora, so che Astrid ha avuto qualche idea su come abbassare la pressione sanguigna e portare un po' di controllo nei nutraceutici. E a questo proposito, ha affrontato alcuni argomenti particolari, ed è la scienziata residente che ci aiuta a vedere l'NCBI, che è il centro di ricerca nazionale che fornisce informazioni quotidiane su ciò che sta accadendo con la sindrome metabolica là fuori. Quindi presenterà un po' di alcuni argomenti nutraceutici che possiamo toccare in questo momento. Astrid, ciao.

 

Astrid Ornella: Ciao. Quindi, prima di tutto, per quelle persone che entrano a malapena nel podcast che vengono a malapena ad ascoltarci. Voglio sollevare ancora una volta cos'è la sindrome metabolica. Quindi la sindrome metabolica, come molti di voi sapranno, non è una condizione o una malattia in sé. È più un insieme di una raccolta di, immagino, altri problemi di salute che possono aumentare il rischio di cose come malattie cardiache, ictus e persino diabete. Detto questo, la sindrome metabolica non ha sintomi apparenti, ma probabilmente uno dei più visibili, immagino. Sai che i problemi di salute che sono ovvi nelle persone con sindrome metabolica sono il grasso della vita. Quindi, detto questo, alcuni dei nutraceutici di cui voglio parlare oggi, come puoi vedere, ho elencato diversi nutraceutici di cui ho discusso l'ultima volta. E questi nutraceutici possono aiutare con la sindrome metabolica in vari modi. Ma ne ho aggiunti diversi qui che mirano specificamente alla perdita di peso. Poiché, come ho detto, uno dei segni evidenti della sindrome metabolica è l'eccesso di grasso in vita. Quindi voglio introdurre uno dei nutraceutici, ovvero che diversi studi di ricerca e ho scritto articoli su di esso che possono aiutare a promuovere la perdita di peso nelle persone con sindrome metabolica è la niacina. Ora la niacina, è una vitamina B3 e di solito la puoi trovare quando acquisti quegli integratori che hanno una specie di complesso B. Ha una raccolta di varie delle diverse vitamine del gruppo B. Quindi la niacina, diversi studi di ricerca hanno scoperto che può aiutare a ridurre l'infiammazione associata alle persone obese che hanno un eccesso di peso, ovviamente. Di solito, queste persone hanno un aumento della glicemia e dei livelli di zucchero nel sangue, che porta all'infiammazione. Quindi l'assunzione di vitamine del gruppo B, in particolare la vitamina B3, o come è ben noto per la niacina, può aiutare a ridurre l'infiammazione. Può anche aiutare a promuovere il metabolismo, la capacità del nostro corpo di convertire carboidrati, proteine ​​e grassi in energia. Quindi, quando assumiamo la vitamina B e in particolare la vitamina B3 della niacina, voglio sottolineare che gli studi di ricerca hanno scoperto che può aiutare a bruciare calorie in modo molto più efficiente.

 

Dott. Alex Jimenez DC*: Quando abbiamo a che fare con la niacina e i nutraceutici, stiamo andando. So che Alexander ha dei problemi. Sei ancora con noi, Alexander? Si, sono qui. Va bene. Va tutto bene. Vedo che abbiamo a che fare con e stiamo imparando a conoscere i nostri problemi tecnici mentre li affrontiamo. Tornerò ad Astrid, in particolare sul grasso della pancia. Ora aveva menzionato il grasso della pancia. Cerchiamo di essere molto specifici quando abbiamo a che fare con il grasso della pancia. Abbiamo a che fare con problemi in cui un maschio ha una vita maggiore di 40 pollici. OK. E per le femmine, hanno un maggiore di 35. È corretto? Sì. Quindi, quando facciamo le misurazioni, quello è uno dei componenti. Quindi, mentre discutiamo di questi problemi particolari, vogliamo assicurarci che quando parliamo del grasso della pancia e dell'aumento di peso e dei problemi di BMI e BIA, siano il tasso metabolico basale e le valutazioni dell'impedenza che facciamo. Stiamo cercando quegli aspetti particolari. Quindi sta menzionando la niacina e i termini della niacina, qual è la tua esperienza con la niacina, Alex con le tue dinamiche che hai messo in atto?

 

Alessandro Isia: La niacina, o vitamina B3, è un'ottima vitamina B perché è un prodotto gratuito. Reagisce a una risposta specifica proprio nel punto in cui prende piede durante la glicolisi e il ciclo dell'acido citrico. Svolge un ruolo significativo nel ciclo dell'acido citrico perché viene utilizzato come pre-prodotto per sintetizzare NADH. Ora, se qualcuno ha la sindrome metabolica, questo può sovraregolare il ciclo dell'acido citrico. Quindi, se stanno cercando di bruciare i grassi o utilizzare i loro carboidrati a un ritmo più efficiente, aiuterà a sovraregolare quel ciclo e consentirà loro di utilizzare molto meglio il loro metabolismo mitocondriale.

 

Dott. Alex Jimenez DC*: È fantastico. Ora, tornando ad Astrid, dimmi un po' di quali integratori abbiamo qui. Potremmo non superarli tutti, ma a poco a poco. Rompiamo questa cosa, quindi vi daremo dei bocconcini. In modo che le informazioni utili in modo che possiamo affrontare la sindrome metabolica e cambiare la vita delle persone. Andare avanti.

 

Astrid Ornella: OK, quindi i prossimi nutraceutici di cui parlerò, parlerò di questi due insieme vitamina D e calcio, in particolare la vitamina D3. Voglio sottolinearlo. Ma entrambi questi nutraceutici possono anche aiutare a promuovere la perdita di massa grassa. E diversi studi di ricerca hanno anche scoperto che questo, proprio come le vitamine del gruppo B, proprio come la niacina, la vitamina B3, potrebbe anche aiutare a migliorare il metabolismo per fare in modo che il corpo bruci calorie in modo più efficiente. E poi il prossimo nutraceutico di cui voglio parlare è il DHEA. Ora voglio, credo, una delle cose che voglio evidenziare sul DHEA è che, prima di tutto, questo è un ormone. Questo è un ormone che viene prodotto naturalmente nel corpo. Ma poi, ovviamente, alcune persone possono integrarlo se parli con il tuo medico. E hanno determinato che hai bisogno di più DHEA nel tuo corpo perché il tuo corpo non ne produce naturalmente abbastanza, quindi possono integrare anche quello. Quindi, in particolare riguardo al DHEA, secondo la Washington University School of Medicine, il DHEA può anche aiutare a metabolizzare il grasso in modo molto più efficiente. Immagino che una delle cose di cui volevo discutere vada di pari passo con il DHEA. Quindi, quando consumiamo calorie in eccesso, sai, l'apporto calorico giornaliero in media, secondo i ricercatori, dobbiamo assumere 2000 calorie. Ma allora cosa succede al corpo quando mangiamo calorie in eccesso ora? Queste calorie vengono immagazzinate nel corpo come grasso. Quindi, quando il corpo produce naturalmente, immagino, quantità sufficienti di DHEA, il nostro corpo può metabolizzare il DHEA. Voglio dire, metabolizzare il grasso. Mi dispiace, in modo molto più efficiente in modo che il nostro corpo si sbarazzi del grasso in eccesso piuttosto che immagazzinarlo.

 

Dott. Alex Jimenez DC*: Fatto! Quindi lascia che ti chieda, il DHEA è un ormone e una delle cose che noto è che è un ormone che si trova al banco. E una delle cose uniche con alcuni passaggi delle leggi recenti è che il DHEA è riuscito a passare attraverso la FDA per essere usato al banco. Quindi vedrai che il prodotto è disperso in tutti i negozi e, a seconda della qualità, puoi vederlo di più ogni giorno. E il motivo per cui lo vedi più comune negli ultimi due anni è che la FDA l'ha trovato e poi, attraverso una scappatoia, gli è stato permesso di rimanere nei mercati. Andare avanti. Kenna vuole menzionare qualcosa riguardo a questo particolare componente nella valutazione di quei problemi specifici.

 

Kenna Vaughn: Stavo per aggiungere qualcosa quando si tratta di parlare del grasso corporeo e di come Astrid diceva che il grasso corporeo viene immagazzinato. Quindi quello che succede è che quando hai quelle calorie in eccesso, crei queste cose nel tuo corpo chiamate trigliceridi. E i trigliceridi sono composti da glicerolo e acidi grassi; e tuttavia, quelli in generale i trigliceridi sono troppo grandi per entrare in quella membrana cellulare. Quindi quello che succede è un altro ormone che controlla quasi tutto, e si chiama insulina, e l'insulina viene chiamata. E da qui, abbiamo la lipo...

 

Dott. Alex Jimenez DC*: Lipasi lipoproteica?

 

Kenna Vaughn: Sì, quello. È uno scioglilingua, quindi viene chiamato e poi li fa a pezzi. L'insulina sta entrando di nuovo e attiva qualcosa chiamato glut4transporter, che aprirà quella membrana cellulare. E ora vedremo che le cellule adipose vengono immagazzinate piene di glucosio, trigliceridi e grasso. Ecco come quelle cellule adipose passano dal non avere nulla all'avere quelle calorie in eccesso. Ora vengono convertiti attraverso questo processo. Ora stanno diventando belle e piene, e stanno intorno alla tua pancia.

 

Dott. Alex Jimenez DC*: Ho notato che alcune persone hanno LPL più efficienti, che è la lipoproteina lipasi. Alcune persone potrebbero dire che sai cosa? Ingrasso solo guardando il cibo e può succedere di più man mano che invecchi. Un sistema di controllo completamente diverso controlla questo particolare problema. Che tipo di sistemi di controllo sono quelli che controllano le labbra lipoproteiche e il glut4, insieme alla lipasi sensibile agli ormoni, che hai lì?

 

Kenna Vaughn: L'insulina controlla tutto il resto. Ed è come ho detto, è quell'ormone, e sta per entrare. E inoltre, abbiamo il PH che influenza gli enzimi, la temperatura e cose del genere.

 

Dott. Alex Jimenez DC*: Sapete, molte cose che quando guardiamo agli enzimi, ci rendiamo conto che ciò che determina l'attività o la sensibilità o la capacità di funzionamento dell'enzima è codificato nella genetica in termini di lipoproteina lipasi e scomposizione degli acidi grassi. Lo so, Alex, hai alcuni punti in termini di informazioni sulla ripartizione del grasso. Cosa hai lì che puoi aiutare il pubblico a capire un po' di più?

 

Alessandro Isaia: Quindi, senza entrare troppo nelle vie biochimiche, questo mostra solo la matrice mitocondriale interna dei mitocondri. Quindi, dopo che immagino che tu sia stato ben nutrito e tutte le tue cellule siano soddisfatte della produzione di energia attraverso la sintesi di ATP, se hai un consumo eccessivo di apporto calorico, in particolare attraverso il glucosio, finisci per avere una grande quantità di acetil-CoA prodotta o in giro alla fine qui. Quindi quello che fa il corpo è comprare alti livelli di insulina. Questo enzima, chiamato citrato sintasi, viene indotto. Quindi quello che fa la citrato sintasi è usare acetato di ossigeno e acetil-CoA per produrre citrato. Ora, il citrato può quindi uscire dalla matrice mitocondriale e quindi accumuli significativi di citrato inizieranno ad accumularsi nella parete laterale della cellula. Mentre ciò accade, le bugie del citrato di ATP li romperanno di nuovo e porteranno acetil-CoA e auxtil-acetato. Poiché l'auxtil-acetato e l'acetil-CoA non hanno trasportatori di membrana specifici, non possono attraversare quella membrana mitocondriale. Solo quelli specifici come il citrato lo fanno quando l'acetil-CoA viene espulso nella cellula; dando un'occhiata qui, abbiamo l'acetil-CoA, che viene trasformato in metilmalonil-CoA. Ed è proprio questo enzima acetil-CoA carbossilico indotto dall'insulina. Quindi, di solito, l'acetil-CoA carbossilico ha un gruppo fosfato su di esso, che ne inibisce l'attività. Ma quando interagisce con l'insulina, l'insulina attiva una proteina fosfatasi. Quindi le fosfatasi sono enzimi che eliminano i fosfati e poi diventano acetil-CoA carbossilico. Quindi ora l'acetil-CoA carbossilico è attivo per produrre metilmalonil-CoA. Ora, perché è importante? Quindi il metilmalonil-CoA è come mettere il masso in cima alla collina; inizierai un processo chimico diverso. Quindi il metilmalonil-CoA inibisce la degradazione degli acidi grassi e inizia la sintesi degli acidi grassi. Quindi, quando inizi a produrre metilmalonil-CoA, lo farai, senza entrare troppo nella sintesi degli acidi grassi. L'obiettivo finale è il palmitato, che è il tipo di acido grasso. Ora, le catene di palmitato si uniranno al glucosio per formare i trigliceridi. Quindi, qui, possiamo vedere come un grande apporto alimentare di carboidrati, livelli di glucosio, proteine ​​e insulina attiva i trigliceridi. E se hai il diabete, vieni praticamente bloccato in percorsi specifici. Ed è per questo che ti ritrovi con troppo acetil-CoA. Hai troppi corpi chetonici che fluttuano nel sangue, quindi stai attraversando senza andare troppo in profondità; possiamo vedere che avendo un gran numero di trigliceridi alimentari, grandi quantità di glucosio forzeranno più trigliceridi o proveranno il glicerolo sigillato all'interno di questi tipi di micron all'interno del lume dei vasi sanguigni. E questo provocherà una catena di reazioni. Quindi senza scomporre troppo qui, stiamo mostrando dove sta andando tutto, quindi abbiamo acetil-CoA che va a metilmalonil-CoA, che va a palmitato, e poi abbiamo palmitato che forma questi trigliceridi. Quindi, come ha detto Kenna, questi trigliceridi non possono entrare negli adipociti. Gli adipociti sono cellule adipose prive di lipoproteina lipasi. Quindi, con la combinazione di lipidi lipoproteici, queste cellule entrano lì. Consenti la conservazione del grasso, quindi la parte interessante da notare è che così facendo, il primo utilizzerà gli acidi grassi per essere il tuo cuore. Il cuore fa affidamento per circa l'80% della sua energia dagli acidi grassi. Allora saranno le tue cellule muscolari. Ma questo è in combinazione se ti alleni regolarmente. Se non lo fai, le cellule adipose favoriranno la conservazione dei trigliceridi o del triglicerolo più spesso.

 

Dott. Alex Jimenez DC*: Sai, mentre attraversi questo processo, sembra naturale, ma per molti di noi è una storia profonda, profonda, ed è lontana ed è dinamica. E quello che voglio fare è riportare le persone a Kenna per quanto riguarda le diete. In termini di ottenere questa comprensione di base. Come è possibile che valutiamo un individuo in cui questi problemi particolari? Posso assicurarti che quando valutiamo per la prima volta un paziente con sindrome metabolica. Facciamo un sacco di analisi del sangue, analisi del sangue, molti test enzimatici. Possiamo anche fare il test del DNA. Quindi dobbiamo tornare da un paziente e descrivere con precisione come possiamo migliorare meglio le loro vite con le nostre valutazioni. Allora, Kenna, hai delle cose interessanti per noi. Cosa hai davanti a te?

 

Kenna Vaughn: Sì, di fronte a me ho un rapporto campione di uno dei nostri pazienti su cui abbiamo eseguito l'analisi del sangue del DNA. E una di quelle cose che possiamo vedere è un gene estratto proprio qui, e si chiama TAS1R2. E ciò che fa questo gene è un tessuto che si trova nel tratto gastrointestinale, nell'ipotalamo e nel pancreas. Ed è noto per regolare il metabolismo, l'energia e l'omeostasi. Colpisce anche quell'assunzione di cibo oltre la rilevazione del tuo sapore dolce sulla lingua. Che cosa significa? Quindi ciò significa che è soprannominato il gene dolce. Quindi, è più probabile che qualcuno con questo gene sia attratto dai cibi dolci perché è quasi come se la loro dolcezza fosse aumentata. Quindi, quando assaggiano il gelato, è un 10 su 10, indipendentemente dal sapore, rispetto a qualcuno che non ha questo gene. Forse è più di un sette su dieci. Li colpisce in modo diverso.

 

Dott. Alex Jimenez DC*: Ha perfettamente senso. O alcune persone che, sai, amano quel gelato e quella dinamica, so che voglio fare una piccola deviazione perché molti pazienti si chiederanno, beh, cosa faremo per essere valutato e che tipo di cose possiamo? Come si ottiene qualcuno? Dove vanno? E per questo, qui abbiamo il nostro referente clinico, Trudy, che accompagna i pazienti e prima determina che il paziente è qualificato perché abbiamo questionari che valutano la determinazione se qualcuno è un individuo di talento o ha presentazioni che predispongono al metabolismo sindrome che richiede un'ulteriore valutazione. E una volta che lo facciamo nella situazione in cui una persona ce l'ha, vuole capire cosa fare. Quindi in realtà, Trudy, ci aiuti le persone e le guidi attraverso il processo. Cosa facciamo in ufficio per aiutare a guidare un individuo attraverso gli inizi della valutazione metabolica?

 

Trudy Torres: Ok, beh, in pratica, quando le persone chiamano, andiamo avanti e mandiamo loro un questionario via email. Ci vogliono circa 45 minuti perché è un questionario molto approfondito. Vogliamo individuare e andare a fondo delle loro principali preoccupazioni. I problemi principali che affronteremo affinché il processo abbia successo. Una volta ricevuto il questionario, fissiamo un appuntamento con il Dr. Jimenez e il nostro allenatore della salute Kenna, e approfondiranno le aree target che dobbiamo affrontare affinché il processo abbia successo. E questa è una delle cose che volevo chiedere a Kenna perché so che può essere un po' opprimente per quello che ottengono? E per quanto riguarda il seguente processo? Quindi, una volta ricevuto il questionario, so che è il momento in cui andranno avanti e faranno i diversi tipi di lavoro di laboratorio per determinare cosa avrà successo in cucina.

 

Dott. Alex Jimenez DC*: So che vedi i pazienti quando entrano; come si sentono in termini di quella Trudy? Che cosa ti diranno in genere prima di essere ulteriormente valutati?

 

Trudy Torres: Beh, sono stanchi, sai, di tutti i diversi cambiamenti che subisci mentre, sfortunatamente, invecchiamo. Sai, alcuni dei geni del DNA che abbiamo, che sono dormienti, sai, diventano attivi. Ed è allora che inizi a sperimentare un diverso tipo di sindromi negative, sai, come la sindrome metabolica. E questa è una delle cose che affrontiamo. Sai che andiamo avanti e facciamo il test del DNA e vediamo quali diversi geni sono dormienti e non lo sono.

 

Dott. Alex Jimenez DC*: Penso anche che, sai, se anche tu l'hai notato e me ne hai parlato, sono solo stanchi di sentirsi male. Sono solo stanchi di sentirsi come; Immagino che schifezza sia una buona parola, giusto? Quindi sono stanchi di non recuperare. Non dormono bene. Si sentono stressati. Si sentono come soffocati dalla pressione alta. Non è. Le loro vite sono diverse. Sono in difficoltà. Non dormono. Quindi questi sono problemi che i pazienti ti presentano e so che li aiuti a guidarli. E poi, Kenna, dimmi un po' della valutazione che fai per qualificare un individuo sui programmi di sindrome metabolica che abbiamo?

 

Kenna Vaughn: Come dicevamo prima, esaminiamo quella storia dettagliata per guardare quella storia familiare. E poi decidiamo anche, come ha notato la signorina Trudy, che il lavoro di laboratorio ci dà molte di queste risposte di fondo perché il lavoro di laboratorio che facciamo è più dettagliato di quello di base. Quindi otteniamo più numeri, più codici genetici e più di tutte queste cose. E da lì, siamo in grado di prenderlo e vedere quale sarà il percorso di maggior successo per questo paziente. Quali integratori potranno assumere meglio? Qual è la dieta migliore per loro, che si tratti della dieta chetogenica o della dieta mediterranea? Il corpo di ognuno è diverso perché la sensibilità all'insulina di ognuno è diversa e gli ormoni di ognuno cambiano, specialmente per le donne. È diverso dai pazienti di sesso maschile e creiamo per loro quel pacchetto personalizzato perché vogliamo che se ne vadano alla fine di tutto, non solo alla prima visita. Tuttavia, vogliamo che se ne vadano sentendosi pieni di potere, sani e forti e non solo che sono vivi, ma che stanno vivendo. E questo fa un'enorme differenza per le loro famiglie e i loro amici. E tutto viene influenzato, tutto dall'inizio di questi questionari.

 

Dott. Alex Jimenez DC*: Hai toccato un argomento lì sull'essere lasciato solo. Seguiamo un processo e manteniamo la connettività con i nostri pazienti. Con la tecnologia di oggi, non c'è motivo per cui non possiamo avere una persona o un individuo connesso al nostro ufficio e fornirci informazioni come le informazioni BMI BIA, che è roba metabolica basale, il peso della bilancia, la densità del grasso. Possiamo avere queste informazioni oggi. Abbiamo Fitbit che si collegano a noi e possiamo capire che quei dati sono ora disponibili in modo privato, e qualcuno dall'altra parte sta leggendo che ci dice cosa fai con le persone in termini di coaching che offriamo alle persone; per sindrome metabolica specifica?

 

Kenna Vaughn: Certo. Per il coaching, abbiamo una scala. E come stava dicendo il dottor Jimenez, questa bilancia non solo ti dice il tuo peso, ma ti invia anche il tuo peso, la tua assunzione di acqua, quanto del tuo peso è peso dell'acqua, quanto del tuo peso è massa muscolare magra? E può anche tracciarlo e vedere le percentuali di dove stai cambiando. Quindi possiamo seguire che forse il numero sulla scala non si è spostato. E alcune persone potrebbero iniziare a sentirsi scoraggiate. Ma quando osserviamo i numeri di ciò che ci dice quella scala, possiamo vedere che stai perdendo grasso corporeo e sei sostituito da muscoli. Quindi, anche se quel numero è lo stesso, il tuo corpo all'interno sta cambiando chimicamente. Stai facendo quelle differenze che devi fare per stare al passo e non smettere perché, come ho detto, può essere scoraggiante per alcune persone.

 

Dott. Alex Jimenez DC*: Quindi c'è una connessione mente-corpo qui. Una componente mentale, la dinamica del lavoro di squadra, è essenziale quando si lavora sulla sindrome metabolica. Non possiamo lasciare la gente qui, qui, prendere il pallone e fare 80 spettacoli. No, devi stringerti ogni volta per discutere e modificare i processi di adattamento. Per quanto riguarda le altre aree con l'analisi del grasso, so che Alex ha alcune aree aggiuntive e Astrid che discuteranno tra pochi minuti. Ma adesso mi concentrerò su Alex per dirci un po' di cosa le persone possono fare con l'esercizio o il fitness che potrebbero stimolare o modificare dinamicamente i loro processi metabolici a livello biochimico.

 

Alessandro Isaia: Beh, vorrei prima, in tutta onestà, essere onesto con te stesso; probabilmente sarai il miglior osservatore della tua situazione. Sappiamo tutti con quali cibi andiamo bene. Sappiamo tutti con quali cibi non andiamo bene. Abbiamo sempre avuto una certa intuizione mentre siamo cresciuti nelle persone che siamo oggi, sapendo quali cibi funzionano bene per noi e quali cibi non funzionano bene per noi. Ad esempio, so che se consumo un elevato consumo di carboidrati, tendo a ingrassare abbastanza rapidamente. Ma sono piuttosto attivo. Quindi, nei giorni in cui svolgo un'attività faticosa, mi assicuro di avere un pasto equilibrato con proteine, grassi e una discreta quantità di carboidrati. Ma i giorni in cui non sono molto attivo o non sono andato in palestra. Mi assicuro che la maggior parte del mio apporto calorico a volte provenga da grassi o proteine ​​buone. E questa sarà la cosa migliore, essere onesto con te stesso. Guarda come stai, trova il tuo indice di massa corporea, trova il tuo metabolismo basale e poi metti i numeri su carta. Perché se tieni traccia delle cose. È probabile che farai meglio e controllerai il modo in cui il tuo corpo risponde. La prossima cosa è che troverei un allenatore della salute come Kenna, per rimanere in pista e trovare consigli. La parte buona è che abbiamo Internet là fuori e fonti come te, Dr. Jimenez, che possono fornire informazioni al pubblico a un nuovo livello ed essere in grado di comprendere e afferrare il concetto da una prospettiva diversa e dare alle persone più informazioni che non sapevano di avere a portata di mano.

 

Dott. Alex Jimenez DC*: Lo riporterò ad Astrid. Grazie, Alessio. Ma una delle cose è che voglio che la gente capisca che stiamo per attaccare. Stiamo per attaccare la sindrome metabolica perché questo è un grosso problema e colpisce molti in tutte le comunità degli Stati Uniti. E dobbiamo avere un forum aperto per poterci aprire. E a volte, non abbiamo 10 secondi, e questa non è una cosa di 10 secondi, due minuti. Dobbiamo capire che è necessario un approccio di medicina integrativa del lavoro di squadra che aiuti i pazienti. Quindi so che andremo con una coppia, non credo che ce la faremo tutti, ma ce la faremo nel miglior modo possibile perché tutto questo è registrato e può essere dinamico e sincronizzato scopi utilizzati in seguito. Raccontaci un po' dell'omega, della berberina e di tutti gli altri integratori di cui avevi programmato di parlare.

 

Astrid Ornella: OK. Bene, prima di tutto, per quelli di voi che stanno entrando a malapena nel podcast in questo momento, i nutraceutici che sono attualmente elencati lì possono tutti aiutare a migliorare la sindrome metabolica in un modo o nell'altro. La maggior parte di questi mira specificamente a ridurre in modo specifico aiuta a ridurre i fattori di rischio che possono causare che potrebbero aumentare il rischio di sviluppare problemi come malattie cardiache, ictus e diabete. Ma voglio sottolineare molti di questi perché sono più efficienti nel promuovere la perdita di peso associata alla sindrome metabolica. Sai, se hai intenzione di migliorare la sindrome metabolica, vuoi promuovere la perdita di peso, quindi l'ultimo nutraceutico di cui abbiamo parlato è stato il DHEA. Il prossimo nutraceutico di cui voglio parlare è NRF2. Quindi, proprio come il DHEA, è un ormone prodotto naturalmente nel nostro corpo. Bene, NRF2 si trova anche nel nostro corpo naturalmente. Ma a differenza di DHEA, che è un ormone, il vero nome di NRF2, immagino che il nome completo sia il percorso NRF2. È ciò che è noto come fattore di trascrizione, o è un elemento che regola diversi processi cellulari, se vuoi. E così ho scritto parecchi articoli su questo da solo, e ci sono diversi studi di ricerca là fuori, parecchi per l'esattezza, ma NFR2 può anche aiutare a migliorare il metabolismo. Quindi, se migliori il tuo metabolismo, specialmente nelle persone che hanno la sindrome metabolica, il tuo metabolismo può rendere molto più efficiente per te bruciare calorie e quindi bruciare i grassi in modo più efficiente.

 

Dott. Alex Jimenez DC*: Gli Omega e NRF2, quello di cui abbiamo a che fare qui, insieme alla berberina, sono problemi infiammatori, ok? Quindi quello che vogliamo affrontare è quando qualcuno ha la sindrome metabolica, soffriamo di infiammazione e l'infiammazione è dilagante. Ed è questo che causa il disagio, il dolore articolare, il gonfiore generale, il gonfiore. Quelle sono il tipo di cose che aiutano, e influenzano la pressione sanguigna nell'insulina, accadono e non ne abbiamo ancora parlato. Ma ne parleremo. So che Alex ha alcune idee sui fattori Nrf2 e Omega e berberina, e dimmi un po' di quello che hai visto in termini di nutraceutici, e hai letto in termini di effetto sulla sindrome metabolica. 

 

Alessandro Isaia:  Quindi il modo in cui dobbiamo guardare i diversi tipi di acidi grassi è che la maggior parte della superficie di ogni cellula è composta da un acido grasso. Dipende da quale tipo viene incorporato in base al consumo o all'assunzione con la dieta quotidiana. Quindi i due componenti principali che il tuo corpo utilizzerà è il colesterolo. Ecco perché abbiamo ancora bisogno di colesterolo e grassi sani che otteniamo. Ma allo stesso tempo, se assumi molte carni rosse, utilizzerai anche l'acido arachidonico, che produce diversi tipi di acidi grassi. E crea anche un fattore di trascrizione chiamato PGE due, noto per il suo processo o i suoi aspetti molto informativi. Quindi ciò che fanno gli oli di pesce, in particolare EPA e DHEA, è incorporarli nella membrana cellulare. Tu regoli NRF2 e sottoregola NF Kappa B, che è la risposta infiammatoria. E non solo così, ma come abbiamo detto prima con l'estratto di tè verde e la curcuma, altrimenti nota come curcumina. Questi inibiscono anche le vie per l'infiammazione. Ora potrebbe esserci l'argomento Bene, questi percorsi inibiscono l'infiammazione? Quindi diciamo che mi ammalo o qualcosa del genere, giusto? Bene, la parte interessante è che due percorsi diversi stimolano la stessa risposta. Seguendo il regime dietetico di curcumina, oli di pesce o persino tè verde, lo stai inibendo dal corpo che sovraesprime questi geni. Ora, supponi di ammalarti ancora in un certo senso, giusto. In tal caso, potresti comunque consentire a queste cellule di proliferare, in particolare ai tuoi macrofagi, per svolgere correttamente il loro lavoro, quindi non le inibisci stimolandole eccessivamente. Stai permettendo loro di essere più abili nel loro lavoro. E supponiamo che tu sia infetto da virus o con qualche agente patogeno sconosciuto o diciamo. In tal caso, una cellula decide di diventare canaglia e iniziare a produrre cellule cancerose, consentendo al corpo di essere più abile nell'estrazione di questi agenti patogeni.

 

Dott. Alex Jimenez DC*: In sostanza, abbiamo imparato che se proviamo a sopprimere l'infiammazione, creiamo un problema enorme. La domanda è: fermiamo l'infiammazione dal progredire fino a diventare troppo estrema. Quindi, in sostanza, per mantenerlo in una dinamica praticabile, ed è quello che fanno queste curcumine e i tè verdi. So che Astrid ha qualcosa da menzionare in termini di questo particolare concetto. Dimmi un po' cosa stai pensando.

 

Astrid Ornella: Sì. Quindi, come ha detto Alex, il tè verde è una bevanda fantastica. In realtà è nella mia lista di nutraceutici che è lassù, e volevo parlare del tè verde perché è una bevanda molto facilmente accessibile, sai, per quelli di voi a cui piace il tè. Anche il tè verde è delizioso. E il tè verde ha una varietà di studi di ricerca che hanno dimostrato di essere super benefico per le persone con sindrome metabolica. Quindi, come molti di voi sanno, il tè verde contiene caffeina. Certo, ha molta meno caffeina di una tazza di caffè, ad esempio, ma ha ancora caffeina e anche il tè verde è un potente antiossidante. Questa è un'altra delle cose per cui è molto noto. Ma proprio come NF2, sai che il percorso interrotto, il tè verde, ha dimostrato di aiutare a migliorare enormemente il metabolismo. Vedete, promuove la capacità del corpo di bruciare calorie, di bruciare i grassi. E a causa della sua caffeina, immagino quantità perché anche se è meno di una tazza di caffè, ma è appena sufficiente, può aiutare a migliorare le prestazioni dell'esercizio. E sai, per quelle persone che stanno cercando di perdere peso a causa dei problemi che hanno associato alla sindrome metabolica. Bere tè verde può aiutare a promuovere e migliorare le loro prestazioni fisiche in modo che siano più in grado di impegnarsi e partecipare in modo più efficiente all'esercizio e all'attività fisica per bruciare i grassi.

 

Dott. Alex Jimenez DC*: Quindi, in pratica, stai indicando che come una buona opzione invece di, diciamo, un qualsiasi tipo di bevanda o una bevanda succosa, è saggio tenere il tè verde in sottofondo per tutto il giorno. È corretto? O quanto l'acqua è buona? Il tè verde è buono; un po' di caffè e un po' di questo fluido sono essenziali per mantenere il nostro corpo idratato durante il processo. Poiché è già disponibile, il tè verde è un'ottima opzione non solo per i processi metabolici per fermare l'infiammazione, ma anche per aiutare a bruciare i grassi?

 

Astrid Ornella: Sì, sicuramente. Il tè verde è un'ottima bevanda. Puoi praticamente averlo per tutta la giornata. Sai che ha meno caffeina di, diciamo, sai, caffè, come ho detto. E lo sarà, sai, per coloro che hanno il tè verde, io amo il tè verde, e lo avrò. E ottieni quel poco, quella quantità extra di energia. Lo senti quando bevi il tè verde. Ma, sì, puoi averlo per tutta la giornata. E si sa, è fondamentale mantenersi idratati, bere molta acqua. E vuoi solo assicurarti che se ti alleni abbastanza, non vuoi perdere i tuoi elettroliti. Quindi, sai, bevi molta acqua e rimani idratato.

 

Dott. Alex Jimenez DC*: So che stiamo andando laggiù. So che Kenna vuole dire qualcosa e andremo in quella direzione proprio ora perché Kenna vuole parlare di cambiamenti dietetici specifici e di cose che possiamo fare dal punto di vista di un allenatore della salute.

 

Kenna Vaughn: Volevo solo dire che il tè verde è super benefico dal punto di vista di Astrid. Ma non apprezzo particolarmente bere il tè verde, il che significa che ogni speranza è persa. Hanno anche tè verde e capsule, quindi puoi comunque ottenere tutti quei grandi benefici senza berlo davvero perché, per alcune persone, è, sai, il loro caffè sul tè. Quindi non devi bere il tè. Puoi ancora ottenere tutti quei grandi benefici di cui parlava l'atteggiamento, ma attraverso le capsule.

 

Dott. Alex Jimenez DC*: sì, abbiamo modi entusiasmanti e subdoli per aiutare le persone. Per aiutare le persone a capire e ad entrare nel nostro ufficio. Che cosa possono fare, Trudy, in termini di essere facilitati in ufficio se vogliono fare, se hanno domande o per qualsiasi dottore, hanno ovunque si trovino perché questo sta arrivando lontano.

 

Trudy Torres: So che questo può essere molto opprimente solo per la popolazione normale. Vedi, siamo andati troppo in profondità, sai, per quanto riguarda tutta la fisiologia che c'è dietro e tutto il resto. Una delle cose che posso dirti è che quando chiamerai il nostro ufficio, ti guideremo passo dopo passo. Non sarai solo. Uscirai con molte informazioni e saprai cosa funziona per te. Come diceva Kenna, tutti sono diversi. Questo non è un programma di cookie cutter. Ci prendiamo il tempo e parliamo uno contro uno con tutti quelli che entrano e ci assicuriamo che quando escono e hanno molte informazioni con loro, escano anche solo con il lavoro di laboratorio; usciranno con le ricette. Kenna ti seguirà costantemente. È un approccio di grande successo quando si ha la responsabilità di un allenatore della salute. Quindi non sarai da solo.

 

Dott. Alex Jimenez DC*:  Sapete ancora dove il nostro obiettivo è rendere la cucina ai geni e dai geni alla cucina, dobbiamo dare la comprensione forse non della biochimica profonda in cui ci ha portato Alex o delle dinamiche nutraceutiche, sappi solo che ci sono modi che possiamo monitorare. Possiamo valutare; possiamo valutare periodicamente. Abbiamo strumenti diagnostici per determinare le valutazioni del sangue che vanno ben oltre ciò che è stato fatto dieci anni fa. Abbiamo test metabolici dinamici nel nostro ufficio per determinare gli aspetti critici fondamentali della densità del peso, il modo in cui gli arti raggiungono il corpo e quanta acqua hai. Usiamo cose come l'angolo di fase per valutare la salute delle cellule e come stanno funzionando. Quindi c'è molto che accade in questo processo. Quindi voglio cogliere l'occasione per ringraziare i miei ospiti di oggi perché da Alexander, fino al nord degli Stati Uniti, ad Astrid, che valuta le cose all'NCBI perché dobbiamo avere il dito giusto sulla ricerca che è stato fatto. Al nostro referente clinico, che è Trudy, e uno dei nostri allenatori dinamici della salute. Posso essere un allenatore della salute, ma a volte sto con un paziente, ma lei è davvero con te tutto il tempo e può connettersi con te via e-mail, che è Kenna. Quindi, insieme, siamo venuti con un'intenzione e il nostro scopo è capire qual è il processo. Una sindrome metabolica per abbatterlo a livelli profondi arriverà a loro come puoi vedere, ai geni, alla cucina. Ed è questo il nostro obiettivo: educare le persone su come nutrire i nostri figli. Sappiamo intuitivamente come nutrire le nostre famiglie. Le mamme sanno cosa fare. Tuttavia, la tecnologia e la ricerca di oggi ci offrono la capacità di scomporre e specificarla nelle scienze. E a volte, quando diventiamo un po' più grandi, ci rendiamo conto che i nostri corpi cambiano e la nostra genetica cambia, e questo è preordinato in base al nostro passato, alla nostra gente, alla nostra ontogenesi, che sono le generazioni nel passato. Ma dobbiamo renderci conto che possiamo fare un cambiamento e possiamo stimolare. Possiamo attivare codici genetici. Possiamo sopprimere i geni che vogliono attivarsi se segui una dieta scorretta o fai una dieta adeguata. Quindi il nostro obiettivo oggi è portare questa consapevolezza, e voglio ringraziarvi ragazzi per averci permesso di ascoltare. Non vediamo l'ora di affrontare argomenti diversi, forse non così intensi o dinamici, ma questa è stata la nostra prima corsa al processo. E impareremo, e ti preghiamo di fare domande in modo che possiamo in qualche modo renderlo migliore per te e darti le informazioni di cui hai bisogno. Quindi ti ringraziamo molto e voglio dirti da tutti noi qui a El Paso che non vediamo l'ora di offrire al mondo informazioni sulla sindrome metabolica che colpisce così tante persone. Quindi grazie, ragazzi. Grazie di tutto.

 

Uno sguardo più approfondito sulla sindrome metabolica | El Paso, Texas (2021)

Uno sguardo più approfondito sulla sindrome metabolica | El Paso, Texas (2021)

Nel podcast di oggi, il dottor Alex Jimenez, l'allenatore della salute Kenna Vaughn, il caporedattore Astrid Ornelas discutono della sindrome metabolica da un punto di vista diverso e di diversi nutraceutici per combattere l'infiammazione.

 

Dott. Alex Jimenez DC*: Benvenuti, ragazzi, benvenuti nel podcast del Dr. Jimenez e l'equipaggio. Stiamo discutendo della sindrome metabolica di oggi, e la discuteremo da un punto di vista diverso. Ti daremo ottimi consigli utili che possono avere un senso e sono facilmente realizzabili a casa. La sindrome metabolica è un concetto molto vasto. Contiene cinque problemi principali. Ha glicemia alta, ha misurazioni del grasso della pancia, ha trigliceridi, ha problemi di HDL e ha praticamente un intero conglomerato di dinamiche che devono essere misurate nell'intero motivo per cui discutiamo della sindrome metabolica perché colpisce molto la nostra comunità tanto. Quindi, discuteremo di questi problemi particolari e di come possiamo risolverli. E darti la possibilità di adattare il tuo stile di vita in modo da non avere. È uno dei disturbi più importanti che affliggono la medicina moderna oggi, figuriamoci una volta che l'abbiamo capito. Ovunque tu vada, vedrai molte persone con la sindrome metabolica. Ed è parte di una società, ed è qualcosa che si vede tanto in Europa. Ma in America, poiché abbiamo molti cibi e i nostri piatti sono generalmente più grandi, abbiamo la capacità di adattare il nostro corpo in modo diverso solo per ciò che mangiamo. Nessun disturbo cambierà così rapidamente e velocemente come un buon meccanismo e un buon protocollo per aiutarti con i disordini metabolici e la sindrome metabolica. Detto questo, oggi abbiamo un gruppo di individui. Abbiamo Astrid Ornelas e Kenna Vaughn, che discuteranno e aggiungeranno informazioni per aiutarci durante il processo. Ora, Kenna Vaughn è il nostro allenatore della salute. È lei che lavora nel nostro ufficio; quando sono un medico che pratica la medicina fisica e quando lavoro con le persone uno contro uno, abbiamo altre persone che lavorano con problemi dietetici e bisogni dietetici. La mia squadra qui è molto, molto brava. Abbiamo anche il nostro miglior ricercatore clinico e l'individuo che cura gran parte della nostra tecnologia ed è all'avanguardia in ciò che facciamo e nelle nostre scienze. È la sig. Ornella. Sig.ra. Ornelas o Astrid, come la chiamiamo noi, è un ghetto con la conoscenza. Diventa cattiva con la scienza. Ed è davvero, davvero dove siamo. Oggi viviamo in un mondo in cui la ricerca sta arrivando e sputando fuori dall'NCBI, che è il repository o PubMed, che le persone possono vedere che usiamo queste informazioni e usiamo ciò che funziona e cosa lo fa. Non tutte le informazioni sono accurate in PubMed perché hai diversi punti di vista, ma è quasi come un dito sul polso quando abbiamo il dito dentro. Possiamo vedere le cose che lo influenzano. Con determinate parole chiave e determinati avvisi, riceviamo notifiche di modifiche per, ad esempio, problemi di zucchero nella dieta o problemi di trigliceridi con problemi di grasso, qualsiasi cosa riguardante i disturbi metabolici. Possiamo creare un protocollo di trattamento che è adattato dal vivo da medici, ricercatori e dottori di ricerca di tutto il mondo quasi istantaneamente, letteralmente anche prima che vengano pubblicati. Ad esempio, oggi è il primo febbraio. Non lo è, ma otterremo risultati e studi presentati dal National Journal of Cardiology che usciranno a marzo se ciò avrà senso. Quindi quell'informazione è appena uscita dalla stampa, e Astrid ci aiuta a capire queste cose e vede: "Ehi, sai, abbiamo trovato qualcosa di veramente interessante e qualcosa per aiutare i nostri pazienti" e porta N uguale a uno, che è paziente- dottore uguale a uno. Un paziente e un terapeuta sono uguali a quello che non facciamo protocolli specifici per tutti in generale. Facciamo protocolli specifici per ogni persona durante il processo. Quindi, mentre lo facciamo, il viaggio per comprendere la sindrome metabolica è molto dinamico e molto profondo. Possiamo iniziare dal guardare qualcuno alle analisi del sangue, fino ai cambiamenti nella dieta, ai cambiamenti metabolici, fino all'attività cellulare che sta lavorando attivamente. Misuriamo i problemi con BIA e BMI, cosa che abbiamo fatto con i podcast precedenti. Ma possiamo anche entrare nel livello, nella genomica e nel cambiamento dei cromosomi e dei telomeri nei cromosomi, che possiamo influenzare con la nostra dieta. OK. Tutte le strade portano alle diete. E quello che dico in un modo strano, tutte le strade portano a frullati, ok, frullati. Perché quando guardiamo ai frullati, osserviamo i componenti dei frullati e troviamo dinamiche che sono capacità di cambiare ora. Quello che cerco è quando cerco trattamenti, guardo cose che migliorano la vita delle persone, e come possiamo farlo? E per tutte quelle madri, capiscono che potrebbero non rendersi conto che lo fanno, ma una mamma non si sveglia dicendo, darò da mangiare a mio figlio. No, sta facendo un lavaggio mentale per portare l'intera cucina perché vuole infondere la migliore nutrizione per il loro bambino e offrire il loro miglior tipo di opzioni per il loro bambino per andare attraverso il mondo o l'asilo o la scuola elementare, attraverso la scuola media, attraverso il liceo in modo che il bambino possa svilupparsi bene. Nessuno esce pensando che darò a mio figlio solo cianfrusaglie e. E se è così, beh, probabilmente non è una buona genitorialità. Ma non ne parleremo bene; parleremo di una buona alimentazione e dell'adattamento di queste cose. Quindi vorrei presentarvi Kenna adesso. E parlerà un po' di quello che facciamo quando vediamo qualcuno con disordini metabolici e il nostro approccio ad esso. Quindi, mentre lo farà, sarà in grado di capire come valutiamo e valutiamo un paziente e lo introduciamo in modo che possiamo iniziare a ottenere un po' di controllo per quell'individuo.

 

Kenna Vaughn: Va bene. Quindi, per prima cosa, voglio solo parlare un po' di più dei frullati. Sono una mamma, quindi al mattino le cose si fanno pazze. Non hai mai tutto il tempo che pensi di avere, ma hai bisogno di quei nutrienti nutrienti e anche i tuoi figli. Quindi adoro i frullati. Sono super veloci. Ottieni tutto ciò di cui hai bisogno. E la maggior parte delle persone pensa che quando mangi, mangi per riempire lo stomaco, ma mangi per riempire le cellule. Le tue cellule sono ciò che ha bisogno di quei nutrienti. Questo è ciò che ti porta avanti con l'energia, il metabolismo, tutto questo. Quindi quei frullati sono un'ottima opzione che diamo ai nostri pazienti. Abbiamo persino un libro con 150 ricette di frullati che sono ottime per l'anti-invecchiamento, per aiutare il diabete, per abbassare il colesterolo, per controllare l'infiammazione e cose del genere. Quindi è una risorsa che diamo ai nostri pazienti. Ma abbiamo molte altre opzioni per i pazienti che arrivano con malattie metaboliche.

 

Dott. Alex Jimenez DC*:  Prima di entrare, Kenna. Vorrei solo aggiungere che quello che ho imparato è che dobbiamo renderlo semplice. Dobbiamo portare a casa o da asporto. E quello che stiamo cercando di fare è darti gli strumenti che possono aiutarti in questo processo. E ti porteremo in cucina. Ti prenderemo per l'orecchio, per così dire, e ti mostreremo le aree in cui dobbiamo guardare. Quindi Kenna sta per darci le informazioni in termini di frullati che ci aiuteranno con i cambiamenti dietetici che possiamo fornire alle nostre famiglie e cambiare il suo disastro metabolico che colpisce così tante persone chiamate sindrome metabolica. Andare avanti.

 

Kenna Vaughn: OK, quindi come stava dicendo con quei frullati. Una cosa che dovresti aggiungere al tuo frullato è che quello che amo aggiungere nel mio sono gli spinaci. Gli spinaci sono una scelta eccellente perché danno al tuo corpo più nutrienti. Stai ricevendo una porzione extra di verdura, ma non puoi assaggiarla, soprattutto quando viene coperta dalla dolcezza naturale che trovi nella frutta. Quindi questa è un'ottima opzione quando si tratta di frullati. Ma un'altra cosa di cui parlava il dottor Jiménez sono altre cose in cucina. Quindi ci sono altri sostituti che vogliamo che i nostri pazienti utilizzino e implementino. Puoi iniziare in piccolo e farà un'enorme differenza semplicemente sostituendo gli oli con cui stai cucinando. E inizierai a vedere un miglioramento nelle tue articolazioni, nei tuoi figli e tutti miglioreranno immensamente. Quindi una cosa che vogliamo far usare ai nostri pazienti sono quegli oli, come l'olio di avocado, l'olio di cocco e... l'olio d'oliva? Olio d'oliva. Sì, grazie, Astrid.

 

Dott. Alex Jimenez DC*: Quello era olio d'oliva. Quella era Astrid in sottofondo. Stiamo tirando fuori i fatti in modo eccellente e continuiamo.

 

Kenna Vaughn: Quando li sostituisci, il tuo corpo scompone le cose in modo diverso con quei grassi insaturi. Quindi questa è solo un'altra opzione che hai in quella cucina oltre a fare quei frullati. Ma come ho detto prima, sono tutto veloce, facile, semplice. È molto più facile cambiare il tuo stile di vita quando hai un'intera squadra intorno a te. E quando è facile, non lo fai. Non vuoi uscire e rendere tutto super difficile perché le possibilità che tu ti attenga non sono molto alte. Quindi una cosa che vogliamo fare è assicurarci che tutto ciò che diamo ai nostri pazienti sia facile da fare e raggiungibile per la vita di tutti i giorni.

 

Dott. Alex Jimenez DC*: Sono molto visivo. Quindi, quando vado in cucina, mi piace far sembrare la mia cucina come la cocina o come la chiamano in Italia, la cucina e ho tre bottiglie lì, e ho una di olio di avocado. Ho quello all'olio di cocco e ho l'olio d'oliva proprio lì. Ci sono grandi bottiglie lì. Li fanno belli e sembrano toscani. E, sai, non mi interessa se è un uovo, non mi interessa. A volte, anche quando sto bevendo il caffè, prendo quello all'olio di cocco, lo verso dentro e mi preparo una java con dentro l'olio di cocco. Quindi, sì, vai avanti.

 

Kenna Vaughn: Stavo per dire che anche questa è un'ottima opzione. Quindi bevo tè verde e aggiungo anche olio di cocco in quel tè verde per aiutare a potenziare tutto e dare al mio corpo un'altra dose di quegli acidi grassi che vogliamo.

 

Dott. Alex Jimenez DC*: Ho una domanda per te quando prendi il caffè così; quando hai l'olio dentro, ti lubrifica le labbra.

 

Kenna Vaughn: Fa un po'. Quindi è anche come il burro cacao.

 

Dott. Alex Jimenez DC*: Sì, lo fa. È come, oh, lo adoro. Ok, vai avanti.

 

Kenna Vaughn: Sì, devo anche mescolare un po' di più solo per assicurarmi che tutto vada bene. Sì. E poi un'altra cosa parlando di qualcosa che i nostri pazienti possono fare quando si tratta di casa, ci sono tonnellate di opzioni diverse con mangiare pesce. Anche aumentare la tua buona assunzione di pesce durante la settimana ti aiuterà. E proprio perché il pesce fornisce così tante cose fantastiche come gli omega, so che Astrid ha anche qualche informazione in più sugli omega.

 

Dott. Alex Jimenez DC*: Ho una domanda prima che arrivi Astrid. Sapete, ascoltate, quando parliamo di carboidrati, gente, è cos'è un carboidrato? Oh, la gente dice che una mela, una banana, barrette di cioccolato e tutti i tipi di cose le persone possono snocciolare carboidrati o proteine. Pollo, manzo, qualunque cosa possano infastidire. Ma una delle cose con cui ho scoperto che le persone hanno difficoltà è cosa sono i grassi buoni? ne voglio cinque. Dammi dieci grassi buoni per un milione di dollari. Dammi dieci grassi buoni come lo strutto, come la carne. No, è di questo che stiamo parlando. Perché il semplice fatto che usiamo e ne aggiungeremo altro relativamente cattivo sarà l'olio di avocado. Olio d'oliva. È olio di cocco? Possiamo usare cose come oli di burro, diversi tipi di margini e non margini, ma tipi di burro che provengono, sai, da mucche nutrite con erba. Fondamentalmente possiamo finire le creme, sai, creme non non casearie, creme molto specifiche, quelle le finiamo, giusto? Veramente veloce. Quindi è tipo, cos'altro è grasso, giusto? E poi lo cerchiamo. Quindi uno dei modi migliori per farlo è che non metteremo sempre sopra la panna o il nostro burro, che tra l'altro, alcuni caffè che hanno, ci mettono il burro e lo frullano, e fanno un fantastico piccolo successo java. E tutti vengono con il loro piccolo zenzero e oli e il loro caffè e fanno l'espresso dal paradiso, giusto? Quindi cos'altro possiamo fare?

 

Kenna Vaughn: Possiamo, come ho detto, aggiungere quei pesci, il che aiuterà a dare ai nostri corpi più di quegli omega. E poi possiamo anche fare più verdure viola, e quelle forniranno al tuo corpo più antiossidanti. Quindi questa è una buona opzione quando si tratta di fare la spesa. Una regola empirica che amo e che ho sentito molto tempo fa è quella di non fare acquisti nei corridoi è provare a fare acquisti sui bordi perché i bordi sono dove troverai tutti quei prodotti freschi e tutte quelle carni magre. È quando inizi a entrare in quei corridoi, ed è lì che inizierai a trovare, sai, i cereali, quei carboidrati cattivi, quei carboidrati semplici che la dieta americana ha imparato ad amare ma non necessariamente ha bisogno. Gli Oreo?

 

Kenna Vaughn: Sì.

 

Dott. Alex Jimenez DC*: Il reparto delle caramelle che ogni bambino conosce. Ok si. 

 

Kenna Vaughn: Quindi questo è solo un altro grande punto lì. Quindi quando entri nel nostro studio, se soffri di sindrome metabolica o qualsiasi cosa in generale, realizziamo i tuoi piani super personalizzati e ti diamo tanti consigli. Ascoltiamo il tuo stile di vita perché ciò che funziona per una persona potrebbe non funzionare per un'altra. Quindi ci assicuriamo di fornirti informazioni con le quali sappiamo che avrai successo e di fornire istruzione perché questa è un'altra parte importante.

 

Dott. Alex Jimenez DC*: Tutte le strade portano alla cucina, eh? Destra? Si lo fanno. OK, allora ingrandiamo precisamente per il grasso e i nutraceutici. Voglio darvi un'idea di quale tipo di nutraceutici è appropriato per noi perché vogliamo abbattere questi cinque problemi che riguardano la sindrome metabolica di cui abbiamo discusso. Quali sono i cinque ragazzi? Andiamo avanti e avviarli. È glicemia alta, giusto?

 

Kenna Vaughn: Glicemia alta, HDL bassi, che sarà quel buon colesterolo di cui tutti hanno bisogno. Sì. E sarà l'alta pressione sanguigna, che non è considerata alta dallo standard di un medico, ma è considerata elevata. Quindi questa è un'altra cosa; vogliamo assicurarci che questa sia una sindrome metabolica, non una malattia metabolica. Quindi se vai dal dottore e la tua pressione sanguigna è 130 su ottantacinque, questo è un indicatore. Tuttavia, il tuo fornitore potrebbe non necessariamente dire che la tua pressione sanguigna è molto alta. 

 

Dott. Alex Jimenez DC*: Nessuno di questi disturbi qui da soli sono stati clinici e, individualmente, sono praticamente solo cose. Ma se combini tutti questi cinque, hai la sindrome metabolica e non ti senti troppo bene, giusto?

 

Astrid Ornella: Si si.

 

Kenna Vaughn: Un altro sarà il peso in eccesso intorno alla pancia e i trigliceridi più alti.

 

Dott. Alex Jimenez DC*: Facile da vedere. Puoi vedere quando qualcuno ha una pancia che pende come una fontana, giusto? Quindi possiamo vedere che a volte puoi andare in ristoranti italiani e vedere il grande cuoco. E a volte te lo devo dire, a volte è solo, sai, abbiamo parlato con lo chef Boyardee non era un ragazzo magro. Penso che lo chef Boyardee, sai una cosa? E il tipo Pillsbury, giusto? Beh, non era molto salutare, giusto? Entrambi soffrono di sindrome metabolica fin dall'inizio. Quindi è facile da vedere. Quindi queste sono le cose su cui rifletteremo. Astrid esaminerà alcuni nutraceutici, vitamine e alcuni alimenti che possiamo migliorare le cose. Quindi ecco Astrid, ed ecco il nostro curatore scientifico. Ma ecco Astrid, vai avanti.

 

Astrid Ornella: Sì, immagino che prima di entrare nei nutraceutici, voglio chiarire una cosa. Come se stessimo parlando di sindrome metabolica. La sindrome metabolica non è una, e immagino di per sé, una malattia o un problema di salute in sé. La sindrome metabolica è un insieme di condizioni che possono aumentare il rischio di sviluppare altri problemi di salute come diabete, ictus e malattie cardiache. Perché la sindrome metabolica non è, sai, un vero problema di salute in sé, lo è più questo gruppo, questa raccolta di altre condizioni, di altri problemi che possono trasformarsi in problemi di salute molto peggiori. Proprio per questo motivo, la sindrome metabolica non ha sintomi apparenti. Ma ovviamente, come stavamo parlando, cinque fattori di rischio sono più o meno quelli di cui abbiamo discusso: eccesso di grasso in vita, pressione alta, glicemia alta, trigliceridi alti, HDL basso e secondo gli operatori sanitari. Per medici e ricercatori, sai di avere la sindrome metabolica se hai tre di questi cinque fattori di rischio.

 

Dott. Alex Jimenez DC*: Sì. Tre. Ora, questo non significa che se ce l'hai, hai dei sintomi. Come vedo era evidente su. Ma devo dirti nella mia esperienza quando qualcuno ne ha più di tre o tre. Cominciano a sentirsi scadenti. Non si sentono bene. Sentono solo che, sai, la vita non è bella. Hanno solo una tuta. Non sembrano a posto. Quindi e io non li conosco, forse. Ma la loro famiglia sa che non hanno un bell'aspetto. Come se la mamma non avesse un bell'aspetto. Papà ha un bell'aspetto.

 

Astrid Ornella: Yeah Yeah. E la sindrome metabolica, come ho detto, non ha sintomi apparenti. Ma sai, stavo pensando a uno dei fattori di rischio con il grasso in vita, ed è qui che vedrai persone con quello che chiami corpo a forma di mela o pera, quindi hanno grasso in eccesso intorno all'addome. E sebbene questo non sia tecnicamente considerato un sintomo, è un fattore che può; Immagino che possa dare un'idea ai medici o ad altri operatori sanitari che questa persona che è, sai, ha il prediabete o il diabete. E, sai, hanno peso in eccesso e obesità. Potrebbero avere un aumentato rischio di sindrome metabolica e quindi di sviluppare, sai, se non viene trattato, sviluppando altri problemi di salute come malattie cardiache e ictus. Immagino che detto questo; poi entriamo nel nutraceutico.

 

Dott. Alex Jimenez DC*: Amo questo, amo questo. Stiamo ricevendo alcune cose buone e stiamo ottenendo alcune informazioni.

 

Astrid Ornella: E immagino che detto questo, entreremo nei nutraceutici. Un po' come Kenna parlava di cosa c'è da asporto? Sai, stiamo parlando di questi problemi di salute, e stiamo parlando di sindrome metabolica oggi. Ma qual è l'asporto? Cosa possiamo dire alle persone? Cosa possono portare a casa del nostro discorso? Cosa possono fare a casa? Quindi qui abbiamo diversi nutraceutici, che ho scritto diversi articoli nel nostro blog e ho guardato. 

 

Dott. Alex Jimenez DC*:  Pensi, Astrid? Se guardi 100 articoli scritti a El Paso, almeno nella nostra zona, sono stati tutti curati da qualcuno. Sì. Va bene.

 

Astrid Ornella: Sì. Quindi abbiamo diversi nutraceutici qui che sono stati studiati. I ricercatori hanno letto tutti questi studi di ricerca e hanno scoperto che possono aiutare in qualche modo e in qualche forma a migliorare, sai, la sindrome metabolica e queste malattie associate. Quindi il primo di cui voglio discutere sono le vitamine del gruppo B. Quindi quali sono le vitamine del gruppo B? Questi sono quelli che di solito li trovi insieme. Li trovi in ​​negozio. Li vedrai come vitamine del complesso B. Vedrai come un vasetto, e poi arriva con molte delle vitamine del gruppo B. Ora, perché parlo di vitamine del gruppo B per la sindrome metabolica? Quindi uno dei motivi per cui i ricercatori hanno scoperto che una di queste, immagino, una delle cause della sindrome metabolica potrebbe essere lo stress. Detto questo, abbiamo bisogno di vitamine del gruppo B perché quando siamo stressati quando abbiamo una dura giornata di lavoro quando abbiamo, immagino che molti di voi sappiano, molte cose stressanti a casa o con la famiglia, il nostro nervosismo sistema utilizzerà queste vitamine del gruppo B per supportare la nostra funzione nervosa. Quindi, quando siamo molto stressati, utilizzeremo queste vitamine, il che aumenta lo stress; sai, il nostro corpo produrrà cortisolo. Sai, che ha una funzione. Ma sappiamo tutti che troppo cortisolo, troppo stress possono effettivamente. Può essere dannoso per noi. Può aumentare il nostro rischio di malattie cardiache.

 

Dott. Alex Jimenez DC*: Sai, come ricordo quando l'abbiamo fatto, tutte le strade portano alla cucina in termini di recupero del cibo nel tuo corpo. Tutte le strade portano ai mitocondri quando si tratta dell'area della rottura. Il mondo della produzione di energia di ATP è circondato e avvolto da nicotinamide, NADH, HDP, ATPS, ADP. Tutte queste cose hanno una connessione con la vitamina B di tutti i tipi. Quindi la vitamina B è nel motore della turbina delle cose che ci aiutano. Quindi ha senso che questa fosse la parte superiore della vitamina e la più importante. E poi ha altri punti finali qui sulla niacina. Che cos'è la niacina? Cosa hai notato lì?

 

Astrid Ornella: Bene, la niacina è un'altra vitamina del gruppo B, sai, ci sono diverse vitamine del gruppo B. Ecco perché ce l'ho lì sotto il suo plurale e niacina o vitamina B3, come è più noto. Molti sono così intelligenti. Molti studi di ricerca hanno scoperto che l'assunzione di vitamina B3 può aiutare a ridurre il colesterolo LDL o cattivo, aiutare a ridurre i trigliceridi e aumentare l'HDL. E diversi studi di ricerca hanno scoperto che la niacina, in particolare la vitamina B3, può aiutare ad aumentare l'HDL del 30 percento.

 

Dott. Alex Jimenez DC*: Incredibile. Quando guardi NADP e NADH, questi sono N è la niacina, la nicotinamide. Quindi nel composto biochimico, la niacina è quella che la gente ha saputo che quando la prendi quella buona o quella che dovrebbe essere, hai questa sensazione di rossore e ti fa grattare tutta la tua parte del corpo, e si sente bene quando ti gratti perché ti fa sentire così. Giusto, così adorabile. E questo enorme.

 

Astrid Ornella: Sì. Sì, e inoltre, voglio solo evidenziare un punto sulle vitamine del gruppo B. Le vitamine del gruppo B sono essenziali perché possono aiutare a sostenere il nostro metabolismo quando mangiamo, sai, carboidrati e grassi, naturalmente grassi buoni e proteine. Quando il corpo passa attraverso il processo di metabolismo, converte questi carboidrati, grassi e proteine. Le proteine ​​si trasformano in energia e le vitamine del gruppo B sono i componenti principali incaricati di farlo.

 

Dott. Alex Jimenez DC*: I latinos, nella nostra popolazione generale, sanno che abbiamo sempre sentito parlare dell'infermiera o della persona che fa l'iniezione di vitamina B. Quindi hai sentito di queste cose. Destra. Perché sei depresso, sei triste, cosa farebbero? Bene, sai cosa li inietterebbe con B12, giusto? Quali sono le vitamine del gruppo B, giusto? E la persona direbbe, sì, e sarebbero eccitati, giusto? Quindi lo sapevamo, e questo è l'elisir del passato. Quei venditori ambulanti, che avevano le pozioni e le lozioni, si guadagnavano da vivere somministrando il complesso vitaminico B. Le prime bevande energetiche sono state progettate per la prima volta con un complesso B, sai, impacchettandole. Ora ecco l'affare. Ora che abbiamo imparato che le bevande energetiche causano così tanti problemi, stiamo tornando ai complessi B per aiutare le persone a stare meglio. Quindi la seguente vitamina che abbiamo è quella che abbiamo la D, abbiamo la vitamina D.

 

Astrid Ornella: Sì, il prossimo di cui volevo parlare è la vitamina D. Quindi ci sono diversi studi di ricerca sulla vitamina D e sui benefici, i benefici della vitamina D per la sindrome metabolica, e proprio come ho discusso di come le vitamine del gruppo B siano benefiche per il nostro metabolismo. La vitamina D è anche utile per il nostro metabolismo e può aiutare a regolare il nostro zucchero nel sangue, essenzialmente il nostro glucosio. E questo di per sé è molto importante perché, come uno dei fattori predisponenti della sindrome metabolica, la glicemia alta. E sai, se hai la glicemia alta incontrollata, può portare a, sai, può portare a prediabete. E se non viene trattato, può portare al diabete. Quindi gli studi di ricerca hanno anche scoperto che la stessa vitamina D può anche migliorare la resistenza all'insulina, che è praticamente una che può portare al diabete.

 

Dott. Alex Jimenez DC*:  Sai, volevo solo far notare che la vitamina D non è nemmeno una vitamina; è un ormone. È stato scoperto dopo C da Linus Pauling. Quando l'hanno trovata, hanno continuato a nominare la seguente lettera. Ok, dato che è un ormone, devi solo guardarlo. Questa particolare vitamina D o questo ormone tocoferolo. Fondamentalmente può cambiare così tanti problemi di metabolismo nel tuo corpo. Sto parlando letteralmente di quattro o cinquecento processi diversi che stiamo trovando. L'anno scorso erano 400. Ora siamo quasi 500 altri processi biochimici che sono direttamente interessati. Beh, ha senso. Ascolta, il nostro organo più importante nel corpo è la nostra pelle, e la maggior parte del tempo, correvamo in giro con una specie di vestiti succinti, ed eravamo molto al sole. Beh, non avevamo ragione che quel particolare organo potesse produrre un'enorme quantità di energie curative, e la vitamina D lo fa. È prodotto dalla luce del sole e attivato. Ma nel mondo di oggi, che siamo armeni, iraniani, culture diverse nel nord, come Chicago, le persone non ricevono molta luce. Quindi, a seconda dei cambiamenti culturali e delle persone chiuse che vivono e lavorano in queste luci fluorescenti, perdiamo l'essenza della vitamina D e ci ammaliamo molto. La persona che prende la vitamina D è molto più sana e il nostro obiettivo è aumentare la vitamina D è una vitamina liposolubile e una che si incorpora da essa e viene salvata nel fegato insieme al grasso nel corpo. Quindi puoi aumentarlo lentamente mentre lo prendi, ed è difficile ottenere livelli tossici, ma quelli sono a circa centoventicinque nanogrammi per decilitro che sono troppo alti. Ma la maggior parte di noi va in giro con 10-20, che è basso. Quindi, in sostanza, aumentandolo, vedrai che avverranno i cambiamenti di zucchero nel sangue di cui parla Astrid. Quali sono alcune delle cose che notiamo, in particolare la vitamina D? Nulla?

 

Astrid Ornella: Voglio dire, tornerò alla vitamina D tra un po'; Voglio discutere prima di alcuni degli altri nutraceutici. OK. Ma praticamente la vitamina D è benefica perché aiuta a migliorare il metabolismo e aiuta a migliorare la resistenza all'insulina, almeno verso la sindrome metabolica.

 

Dott. Alex Jimenez DC*: Che ne dici di calcio?

 

Astrid Ornella: Quindi il calcio va di pari passo con la vitamina D, e la cosa di cui volevo parlare con la vitamina D e il calcio insieme. Pensiamo spesso a questi cinque fattori che abbiamo menzionato prima che potrebbero causare una sindrome metabolica. Tuttavia, sai, se vuoi pensarci, quali sono le cause alla base di molti di questi fattori di rischio? E come, sai, l'obesità, uno stile di vita sedentario, le persone che non si impegnano in un esercizio o un'attività fisica. Una delle cose che possono predisporre una persona o aumentare il rischio di sindrome metabolica. Fammi mettere lo scenario. Cosa succede se una persona ha una malattia da dolore cronico? E se hanno qualcosa come la fibromialgia? Soffrono costantemente. Non vogliono muoversi, quindi non vogliono fare esercizio. Non vogliono aggravare questi sintomi. A volte, alcune persone hanno dolore cronico o cose come la fibromialgia. Andiamo un po' più di base. Alcune persone hanno solo mal di schiena cronico e non vuoi allenarti. Quindi non stai scegliendo come alcune di queste persone non scelgono di essere inattive perché lo vogliono. Alcune di queste persone soffrono legittimamente, e ci sono diversi studi di ricerca, e questo è ciò che stavo per collegare alla vitamina D e al calcio con quella vitamina D e calcio. Sai, possiamo prenderli insieme. Possono aiutare a migliorare il dolore cronico in alcune persone.

 

Dott. Alex Jimenez DC*: Incredibile. E sappiamo tutti che il calcio è una delle cause di spasmi muscolari e rilassanti. Tonnellate di ragioni. Andremo ad approfondire ognuno di questi. Faremo un podcast solo sulla vitamina D e sui problemi del calcio perché possiamo andare in profondità. Andremo in profondità, e andremo fino al genoma. Il genoma è la genomica, che è la scienza per capire come la nutrizione ei geni danzano insieme. Quindi andremo lì, ma siamo come se stessimo penetrando lentamente in questo processo perché dobbiamo prendere la storia lentamente. Cosa c'è dopo?

 

Astrid Ornella: Quindi, abbiamo gli omega 3, e voglio sottolineare in modo specifico che stiamo parlando di omega 3 con EPA, non DHA. Quindi questi sono EPA, che è quello elencato lassù, e DHA. Sono due tipi essenziali di omega 3. Essenzialmente, sono entrambi molto importanti, ma diversi studi di ricerca e ho anche fatto articoli su questo hanno scoperto che immagino che assumere omega 3 specificamente con EPA, sia solo più superiore nei suoi benefici rispetto al DHA. E quando si parla di omega 3, questi si trovano nel pesce. La maggior parte delle volte, vuoi assumere omega 3; li vedi sotto forma di oli di pesce. E questo sta tornando a ciò che Kenna ha discusso prima, come seguire una dieta mediterranea, che si concentra principalmente sul mangiare molto pesce. È qui che ottieni l'assunzione di omega 3 e studi di ricerca hanno scoperto che gli stessi omega 3 possono aiutare a promuovere la salute del cuore e possono aiutare a ridurre il colesterolo cattivo al tuo LDL. E questi possono anche migliorare il nostro metabolismo, proprio come la vitamina D.

 

Dott. Alex Jimenez DC*: Voglio andare avanti e coprire tutte queste cose con il fatto che stiamo anche cercando, e quando abbiamo a che fare con la sindrome metabolica, abbiamo a che fare con l'infiammazione. L'infiammazione e gli omega sono noti. Quindi quello che dobbiamo fare è far emergere il fatto che gli omega sono stati nella dieta americana, anche nella dieta della nonna. E poi, come di nuovo, sentiamo dire ai tempi in cui la nonna o la bisnonna ti davano olio di fegato di merluzzo. Bene, il pesce che trasporta più omega è l'aringa, che è di circa 800 milligrammi per porzione. Il merluzzo è il prossimo quando è intorno ai 600. Ma a causa della disponibilità, la carta è molto più disponibile in alcune culture. Quindi tutti avrebbero avuto olio di fegato di merluzzo, e ti avrebbero fatto chiudere il naso e berlo, e sapevano che era correlato. Penserebbero che è un buon lubrificante. Tuttavia, era un antinfiammatorio specifico per le persone e, di solito, le nonne che sapevano di questo diritto aiutano l'intestino, aiutano l'infiammazione, aiutano le articolazioni. Conoscevano tutta la storia dietro a quello. Quindi approfondiremo gli Omega nel nostro podcast successivo. Ne abbiamo un altro che è qui. Si chiama berberina, vero? Qual è la storia della berberina?

 

Astrid Ornella: Bene, praticamente la prossima serie di nutraceutici che sono elencati qui, berberina, glucosamina, condroitina, acetil L-carnitina, acido alfa-lipoico, ashwagandha, praticamente tutti questi sono stati collegati a ciò che ho detto prima sul dolore cronico e tutto il resto di questi problemi di salute. Li ho elencati qui perché ho fatto diversi articoli. Ho letto vari studi di ricerca che li hanno trattati in diversi studi e in più studi di ricerca con numerosi partecipanti. E questi hanno praticamente trovato, sai, questo gruppo di nutraceutici qui elencati; questi sono stati anche legati per aiutare a ridurre il dolore cronico. Sai, e come ho discusso prima, come il dolore cronico, sai, le persone che hanno la fibromialgia o anche come, sai, andiamo un po' più semplici persone che hanno mal di schiena, sai, queste persone inattive che hanno stili di vita sedentari semplicemente a causa del loro dolore e possono essere a rischio di sindrome metabolica. Molti di questi studi di ricerca hanno scoperto che questi stessi nutraceutici possono anche aiutare a ridurre il dolore cronico.

 

Dott. Alex Jimenez DC*: Penso che quello nuovo si chiami acido alfa-lipoico. Vedo acetil L-carnitina. Avremo il nostro biochimico residente nel seguente podcast per approfondire questi aspetti. Ashwagandha è un nome affascinante. Ashwagandha. Dillo. Ripetilo. Kenna, puoi dirmi qualcosa sull'ashwagandha e su cosa siamo stati in grado di scoprire sull'ashwagandha? Poiché è un nome univoco e un componente che esaminiamo, ne parleremo di più. Torneremo da Astrid tra un secondo, ma le darò una piccola pausa e tipo, lascia che Kenna mi dica un po' di ashwagandha.

 

Kenna Vaughn: Stavo per aggiungere qualcosa su quella berberina.

 

Dott. Alex Jimenez DC*: Oh, beh, torniamo alla berberina. Questi sono berberina e ashwagandha.

 

Kenna Vaughn: OK, quindi è stato anche dimostrato che la berberina aiuta a ridurre l'HB A1C nei pazienti con disregolazione della glicemia, che tornerà a tutte le situazioni di prediabete e diabete di tipo due che possono verificarsi nel corpo. Quindi è stato anche dimostrato che uno è in grado di ridurre quel numero per stabilizzare lo zucchero nel sangue.

 

Dott. Alex Jimenez DC*:  C'è tutta una cosa che avremo sulla berberina. Ma una delle cose che abbiamo fatto in termini di sindrome metabolica è sicuramente entrata nella top list qui per il processo. Quindi ci sono l'ashwagandha e la berberina. Quindi raccontaci tutto di ashwagandha. Inoltre, ashwagandha è l'unico. Quindi, in termini di zucchero nel sangue, l'A1C è il calcolo della glicemia che ti dice esattamente cosa fa la glicemia in circa tre mesi. La glicosilazione dell'emoglobina può essere misurata dai cambiamenti molecolari che avvengono all'interno dell'emoglobina. Ecco perché l'emoglobina A1C è il nostro marker da determinare. Quindi, quando ashwagandha e berberina si uniscono e usano queste cose, possiamo alterare l'A1C, che è il tipo di tre mesi come lo sfondo storico di ciò che sta accadendo. Abbiamo visto cambiamenti su questo. E questa è una delle cose che facciamo ora in termini di dosaggi e cosa facciamo. Ne parleremo, ma non oggi perché è un po' più complesso. Anche le fibre solubili sono state un componente delle cose. Quindi ora, quando ci occupiamo di fibre solubili, perché parliamo di fibre solubili? Prima di tutto, è cibo per i nostri insetti, quindi dobbiamo ricordare che il mondo dei probiotici è qualcosa che non possiamo dimenticare. Le persone devono capire che, tuttavia, che i probiotici, che si tratti dei ceppi Lactobacillus o Bifidobacterium, che si tratti di un intestino tenue, intestino crasso, all'inizio dell'intestino tenue, ci sono diversi batteri fino alla fine da vedere arrivare alla fine. Quindi chiamiamolo il luogo in cui escono le cose. Ci sono batteri ovunque a diversi livelli, e ognuno ha lo scopo di scoprirlo. C'è vitamina E e tè verde. Allora parlami, Astrid, di queste dinamiche in termini di tè verde. Cosa notiamo per quanto riguarda la sindrome metabolica?

 

Astrid Ornella: OK. Quindi il tè verde ha molti benefici, sai? Ma, sai, ad alcune persone non piace il tè, e ad alcune piace di più il caffè, sai? Ma se vuoi iniziare a bere il tè, sai, sicuramente per i suoi benefici per la salute. Il tè verde è un ottimo punto di partenza e in termini di sindrome metabolica. È stato dimostrato che il tè verde aiuta a migliorare la salute del cuore e può aiutare a ridurre questi fattori di rischio che riguardano la sindrome metabolica. Può aiutare, sai, diversi studi di ricerca che hanno scoperto che il tè verde può aiutare a ridurre il colesterolo, il colesterolo cattivo, le LDL.

 

Dott. Alex Jimenez DC*: Il tè verde ci aiuta con il nostro grasso della pancia?

 

Astrid Ornella: Sì. C'è uno dei benefici del tè verde di cui ho letto. Praticamente uno di quelli per cui è probabilmente più noto è che il tè verde può aiutare con la perdita di peso.

 

Dott. Alex Jimenez DC*: Oh mio Dio. Quindi fondamentalmente acqua e tè verde. Ecco, ragazzi. È tutto. Limitiamo le nostre vite che sono anche, voglio dire, abbiamo dimenticato anche la cosa più potente. Si prende cura di quei ROS, che sono specie reattive dell'ossigeno, i nostri antiossidanti o ossidanti nel nostro sangue. Quindi in pratica li schiaccia e li tira fuori e li raffredda e previene anche il normale deterioramento che si verifica o l'eccessivo deterioramento che si verifica nella rottura del normale metabolismo, che è un sottoprodotto che è ROS, le specie reattive dell'ossigeno sono selvagge, pazze ossidanti, che abbiamo un nome preciso per le cose che li schiacciano e li calmano e li mette nell'ordine che chiamano antiossidanti. Quindi le vitamine che sono antiossidanti sono A, E e C sono anche antiossidanti. Quindi questi sono potenti strumenti con cui ci occupiamo quando abbassiamo il peso corporeo. Liberiamo molte tossine. E mentre il tè verde schizza, schiacciali, li raffredda e li sgancia. Indovina dov'è l'altro organo che aiuta con l'intera produzione di insulina, ovvero i reni. I reni vengono lavati con il tè verde e quindi aiuta anche. Ho notato che una cosa che non hai fatto, Astrid, sono articoli sulla curcuma, giusto?

 

Astrid Ornella: Oh, ho scritto molti articoli sulla curcuma. Lo so perché, dalla lista che c'è lassù, la curcuma e la curcumina sono probabilmente uno dei miei nutraceutici preferiti di cui parlare.

 

Dott. Alex Jimenez DC*: Sì, è come rosicchiare una radice e un paio di volte.

 

Astrid Ornella: Sì, ne ho un po' in frigo adesso.

 

Dott. Alex Jimenez DC*: Sì, tocchi quella curcuma e puoi perdere un dito. Cos'è successo al mio dito? Ti sei avvicinato alla mia curcuma? La radice, giusto? Così. Quindi parlaci un po' delle proprietà della curcuma e della curcumina in termini di sindrome metabolica.

 

Astrid Ornella: OK. Ho fatto diversi, sai, molti articoli sulla curcuma e la curcumina. E ne abbiamo anche discusso prima, e molti dei nostri podcast passati e la curcuma è che è quel giallo giallastro che potrebbe sembrare arancione per alcune persone, ma di solito viene indicato come una radice gialla. Ed è molto popolare nella cucina indiana. È quello che è uno degli ingredienti principali che troverai nel curry. E la curcumina, sono abbastanza sicuro che alcuni di voi abbiano sentito parlare della curcumina o della curcuma, sai? Qual è la differenza? Bene, la curcuma è la pianta da fiore, ed è la radice. Mangiamo la radice della curcuma e la curcumina è solo l'ingrediente attivo della curcuma che le conferisce un colore giallo.

 

Dott. Alex Jimenez DC*: Ragazzi, non permetterò che nient'altro che il miglior tipo di curcumina e prodotti a base di curcuma siano disponibili per i loro pazienti perché c'è una differenza. Alcuni sono prodotti letteralmente, voglio dire, abbiamo dei solventi, e con il modo in cui tiriamo fuori le cose e la curcumina e la curcuma o anche cose come la cocaina, devi usare un distillato. OK? E che si tratti di acqua, acetone, benzene, OK o una sorta di sottoprodotto, oggi sappiamo che il benzene viene utilizzato per elaborare molti tipi di integratori e alcune aziende usano il benzene per ottenere il meglio dalla curcuma. Il problema è che il benzene è cancerogeno. Quindi dobbiamo stare molto attenti a quali aziende utilizziamo. Acetone, immaginalo. Quindi ci sono processi in atto per estrarre correttamente la curcuma e che sono utili. Quindi, trovando la curcuma adatta, tutte le curcume non sono uguali. E questa è una delle cose che dobbiamo valutare dal momento che ha così tanti prodotti nel mondo che sta impazzendo per cercare di elaborare la curcuma e precisamente, anche se è l'ultima cosa di cui discutiamo oggi sul nostro argomento. Ma è una delle cose più importanti oggi. Non capiamo nemmeno l'aspirina. Sappiamo che funziona, ma l'entità totale deve ancora essere detta. Tuttavia, la curcuma è nella stessa barca. Stiamo imparando così tanto al riguardo che ogni giorno, ogni mese, vengono prodotti studi sul valore della curcuma nella dieta naturale, quindi Astris è in sintonia con l'obiettivo. Quindi sono sicuro che ce ne darà di più, giusto?

 

Astrid Ornella: Sì certamente. 

 

Dott. Alex Jimenez DC*: Quindi penso che quello che possiamo fare oggi è quando osserviamo questo, vorrei chiedere a Kenna, quando osserviamo una sindrome metabolica dalle presentazioni dei sintomi o anche dagli studi di laboratorio. La sicurezza di sapere che N è uguale a uno è uno dei componenti essenziali che abbiamo ora nella medicina funzionale e nelle pratiche di benessere funzionale che molti medici di medicina fisica stanno facendo nel loro ambito di pratica. Perché nei problemi metabolici, non puoi eliminare il metabolismo dal corpo. Il metabolismo avviene in un problema alla schiena? Notiamo una correlazione con lesioni alla schiena, mal di schiena, problemi alla schiena, disturbi cronici al ginocchio, disturbi muscoloscheletrici articolari cronici e sindrome metabolica. Quindi non possiamo prenderlo in giro. Quindi dicci un po', Kenna, mentre chiudiamo oggi un po' di quello che un paziente può aspettarsi quando viene nel nostro studio, e viene messo in una sorta di "Oops, hai la sindrome metabolica". Quindi boom, come lo gestiamo?

 

Kenna Vaughn: Vogliamo conoscere il loro background perché, come hai detto, tutto è connesso; tutto è approfondito. Ci sono dettagli che vogliamo conoscere tutti in modo da poter fare quel piano personalizzato. Quindi una delle prime cose che facciamo è un lungo questionario di Living Matrix, ed è un ottimo strumento. Ci vuole un po' di tempo, ma ci dà così tante informazioni sul paziente, il che è fantastico perché ci permette, come ho detto, di scavare in profondità e capire, sai, i traumi che potrebbero essere accaduti che stanno portando all'infiammazione , che, come stava dicendo Astrid, conduce a quello stile di vita sedentario, che poi porta a questa sindrome metabolica o semplicemente a quella strada. Quindi una delle prime cose che facciamo è fare quel lungo questionario, e poi ci sediamo e parliamo con te uno contro uno. Costruiamo una squadra e ti rendiamo parte della nostra famiglia perché queste cose non sono facili da affrontare da soli, quindi il maggior successo è quando hai quella famiglia affiatata, e hai quel supporto, e noi cerchiamo di esserlo per tu.

 

Dott. Alex Jimenez DC*: Abbiamo preso queste informazioni e ci siamo resi conto che erano molto complesse cinque anni fa. È stato impegnativo. 300 Questionario di 300 pagine. Oggi abbiamo un software che possiamo capire. È sostenuto dall'IFM, l'Istituto di Medicina Funzionale. L'Istituto di Medicina Funzionale ha avuto origine nell'ultimo decennio ed è diventato molto popolare, comprendendo l'intera persona come individuo. Non puoi separare un bulbo oculare dal tipo di corpo come non puoi separare il metabolismo da tutti gli effetti che ha. Una volta che quel corpo e quel cibo, quel nutraceutico quel nutriente entra nel nostro corpo. Dall'altra parte della nostra bocca ci sono queste piccole cose chiamate cromosomi. Girano e si agitano e creano enzimi e proteine ​​in base a ciò che gli diamo da mangiare. Per scoprire cosa sta succedendo, dobbiamo fare un elaborato questionario sulla spiritualità del corpo mentale. Introduce i meccanismi della normale digestione, come funziona l'entanglement e come l'esperienza di vita complessiva avviene nell'individuo. Quindi, quando prendiamo in considerazione Astrid e Kenna insieme, troviamo l'approccio migliore e abbiamo un processo su misura per ogni persona. Lo chiamiamo IFM uno, due e tre, che sono domande complesse che ci consentono di darti una valutazione dettagliata e una ripartizione accurata di dove può essere la causa e dei nutraceutici i nutrienti nutritivi su cui ci concentriamo. Ti spingiamo nella giusta direzione verso il luogo in cui conta in cucina. Finiamo per insegnare a te e ai tuoi familiari come nutrirti in modo che tu possa essere buono con quei genomi genetici, che sei, come dico sempre, ontogenesi, ricapitola la filogenesi. Siamo quello che siamo dal passato alle persone, e quelle persone hanno un filo tra noi e il mio passato, e tutti qui sono passati. E questa è la nostra genetica, e la nostra genetica risponde all'ambiente. Quindi, che vada nel sud veloce o esposto o predisposto, ne discuteremo, e presto entreremo nel mondo della genomica in questo processo mentre andiamo più in profondità nel processo della sindrome metabolica. Quindi vi ringrazio tutti per averci ascoltato e so che possiamo essere contattati qui e vi lasceranno il numero. Ma abbiamo Astrid qui che sta facendo ricerche. Abbiamo un team formato da molte persone che possono darti le migliori informazioni che si applicano a te; N è uguale a uno. Abbiamo Kenna qui che è sempre disponibile e siamo qui a prenderci cura delle persone nella nostra bellissima cittadina di El Paso. Quindi grazie ancora e attendo con ansia il seguente podcast, che sarà probabilmente entro le prossime due ore. Stavo solo scherzando. Va bene, ciao, ragazzi. 

Sindrome metabolica che colpisce il corpo | El Paso, Texas (2021)

Sindrome metabolica che colpisce il corpo | El Paso, Texas (2021)

Nel podcast di oggi, il dottor Alex Jimenez, l'allenatore della salute Kenna Vaughn, Astrid Ornelas, Truide Torres e il biochimico Alexander Isaiah Jimenez discutono di cos'è la sindrome metabolica e dei passaggi per risolverla.

Dott. Alex Jimenez DC*:  Bene, ragazzi, siamo arrivati ​​a un altro podcast e benvenuti nel Dr. Podcast Jimenez e Crew. Benvenuto, e qui hai una famiglia. Oggi parleremo della sindrome metabolica. La sindrome metabolica è un disturbo che alla fine colpisce molte persone. E quello che succede è che colpisce una delle più grandi popolazioni che colpiscono El Paso, praticamente in questa regione. E quello che abbiamo è che non è una malattia, ok? Prima di tutto, è una combinazione di presentazioni che i medici e l'Organizzazione mondiale della sanità hanno determinato fattori ad alto rischio per avere un ictus, disturbi renali e persino problemi di demenza. Ma nel complesso, è più o meno se hai la sindrome metabolica, ti senti scadente. Quindi oggi, quello che faremo è discutere i problemi e vorremmo almeno presentarveli in modo che diventino utili per voi e le informazioni fornite da noi saranno utili per tu o un membro della famiglia. Quindi, se hai l'opportunità e qualcosa che ti piace, vai avanti e nell'area inferiore. C'è una campanella a cui iscriversi. E una piccola cintura nei mercati in modo che tu possa essere la prima persona a ottenere informazioni in futuro quando abbiamo pubblicato. E ti consente anche di presentare o chiederci cose che sono importanti per te nel campo della salute. Ora, cosa faremo oggi? Mi chiamo Dr. Alex Jiménez. Ho tutto il mio staff qui. Andremo e presenteremo ognuno di loro in momenti diversi. E faremo alcune dinamiche affascinanti. Avremo anche il nostro biochimico residente presso l'Università Nazionale di Scienze della Salute, che interverrà e ci darà un po' di biochimica fondamentale. Queste informazioni saranno utili. Cercheremo di renderlo il più semplice ma il più utile possibile. Ora, tieni a mente tutto ciò di cui parleremo e oggi ruota intorno alla sindrome metabolica. La sindrome metabolica è ciò che le organizzazioni sanitarie hanno determinato e i dipartimenti cardiaci hanno cinque sintomi principali. Ora devi averne tre, almeno per essere classificati come sindrome metabolica. OK, ora la prima cosa da chiedere... Cosa provi? Praticamente ti senti una merda, ok? E non è una bella sensazione sentirsi così, ma vedrai che se hai queste presentazioni, noterai che il tuo medico potrebbe darti una diagnosi di sindrome metabolica. Ora, la prima cosa che succede è che di solito hai un po' di grasso addominale. Ora, il grasso della pancia che le persone hanno, le persone lo misurano. Per gli uomini, è un tipo di pancia come la lonja, la pancia che pende sopra, e si tratta di una buona, direi, di circa 40 pollici o più nel maschio. Nelle donne è di 35 pollici o più. Questa è una delle prime presentazioni. Ora l'altra presentazione è la pressione alta. Ora che la pressione alta che usano è di 135 milligrammi su decilitro. Mi dispiace, sì. Millimetri di mercurio di Miller Mercury su questi leader per determinare esattamente sulla diastolica e la sistolica. Quindi la diastolica andrà alla sistolica sarà 135, la diastolica sarà oltre 85. Ora ciò non accade di nuovo; noterai qualcosa. Questi non sono intervalli estremi da OK. La sindrome metabolica ha trigliceridi alti. Ora gli alti trigliceridi saranno notati nel sangue. OK, ora una delle cose che possono essere determinate all'inizio è l'ipertensione, che è anche così associata alla sindrome metabolica. Quindi l'altro finale è l'elevazione o la diminuzione effettivamente di HDL. HDL o i buoni frammenti di colesterolo. Alexander sarà un biochimico residente e ce ne parlerà di più nell'ultima parte dello spettacolo. Ora, tieni a mente, ho dato cinque cose a. il grasso, b. la pressione alta, c. i livelli di glucosio nel sangue, e anche i trigliceridi, insieme all'abbassamento delle HDL. La domanda è: come saremo in grado di controllarlo ora? Ti darò alcuni ottimi metodi di base per controllare la sindrome metabolica. E quando avremo finito oggi, saremo in grado di valutare la situazione. E anche se ce l'hai, in pratica sarai in grado di controllarlo. Ci sono malattie rare che possono essere disordinate. E ancora, questa non è una malattia; è una combinazione di sindromi o sintomi da chiamare una sindrome collettivamente. Quindi la sindrome metabolica può essere interpretata. Ora noterai che il livello di glucosio nel sangue sarà elevato, di solito oltre 100; questi sono numeri relativamente medi che le persone hanno. Ma se sono più alti, ora creano problemi. Inoltre, quando hai il grasso della pancia 40, e non è così tanto, molte persone ce l'hanno. Le persone hanno anche livelli di glucosio nel sangue superiori a 5.6 sulla loro glicemia A1C. Questi numeri ei 150 mg per decilitro di trigliceridi sono tutti normali ma in combinazione. Insieme, alla fine creano uno scenario che non è favorevole ai problemi cardiaci. Di conseguenza si presentano problemi cardiovascolari. Quindi quello che cercheremo di fare è cercare di abbattere e controllare questi problemi. Ora, quali sono le cose che causano la sindrome metabolica? Una delle cose è lo stress, il fumo, uno stile di vita sedentario e persino problemi e disturbi del sonno. Possiamo elaborare ciascuno di questi, possiamo elaborare nei podcast futuri. Tuttavia, saremo in grado di dire esattamente cosa sta succedendo in un modo migliore. Abbiamo anche problemi con l'infiammazione e gli alimenti trasformati. Al centro della sindrome metabolica, il problema principale sono i problemi di sensibilità all'insulina, i problemi di ipertensione e l'infiammazione. Quindi cosa faremo per controllarlo? Voglio che tu sappia che ognuno di questi cinque problemi, che si tratti di glucosio nel sangue, trigliceridi alti, bassi conteggi di HDL o glicemia, sono tutti riconducibili a un disturbo. È la sensibilità all'insulina. La sensibilità all'insulina controlla ognuno di questi fattori dall'aumento della pressione alta. I reni sono controllati dall'insulina, causando un aumento della pressione sanguigna, e discuteremo di questo problema e della sua correlazione. Quindi, se possiamo controllare la glicemia, alla fine abbiamo il modo più rapido e sicuro per fornire il percorso più veloce per guarire e curare un individuo con sindrome metabolica. Quindi andiamo avanti sui problemi che ne deriveranno. Ora che ho questo, noteremo che se per un po' di tempo continui ad avere uno stile di vita che ha livelli elevati di questi cinque particolari fattori, noterai che tenderai a presentano rischi cardiaci elevati. Ora abbiamo una squadra qui e voglio presentarle ognuna. Abbiamo Kenna Vaughn, che è la nostra allenatrice della salute. Il nostro allenatore della salute è quello che spiegherà ai nostri pazienti cosa sta succedendo. La porterò dentro. Abbiamo anche il referente clinico, che è Trudy. Trudy è l'individuo che sarà in grado di far emergere le domande e determinare quale tipo di problemi è appropriato per te. Quindi discuteremo di quelli. E abbiamo il nostro caporedattore residente, Astrid Ornelas, che sarà quello che spiegherà gli studi su di esso. Dall'Illinois, abbiamo anche Alexander, che abbiamo proprio sul retro dove non puoi vederlo, ma si presenta e dice: Ciao, Alex, puoi portarli lì? Ciao. Tutto ok. Quindi è là fuori, e discuterà i problemi e il lato biochimico delle cose, e non vediamo l'ora di spiegare questi problemi. Ora, una delle cose che dobbiamo fare è tornare al problema della sensibilità all'insulina. La sensibilità all'insulina è alla base di tutti questi problemi. Quindi quello che faremo è discutere esattamente come l'insulina può essere controllata. Ma quello che abbiamo imparato attraverso questi studi, e porterò a Mrs. Ornelas, è qui per discutere gli studi su come controllare la glicemia e la sensibilità del sangue.

 

Astrid Ornella: Ok, prima di tutto, proprio come sai, come hai detto, la sindrome metabolica è un insieme di problemi di salute che possono aumentare il rischio di sviluppare malattie cardiache, ictus e diabete. È fondamentalmente come, sai, può influenzare la nostra salute e il benessere generale. E ho fatto parecchie ricerche, e le ho trovate attraverso il National Center of Biotechnology Information, l'NCBI. Una varietà di ricerche afferma che la sindrome metabolica o le persone con sindrome metabolica, uno dei modi più facili, sai, tra virgolette più facili o uno dei migliori modi là fuori che può essere usato per aiutare... Ripristinare? Sì, per aiutare a ripristinare o invertire tutta la sindrome metabolica sarebbe attraverso la dieta chetogenica. Quindi la dieta chetogenica o la dieta cheto è una dieta povera di carboidrati e ricca di grassi, che, secondo studi di ricerca, offre molti benefici alle persone con sindrome metabolica. Può aiutare a migliorare o promuovere la perdita di peso e può aiutare a ridurre il diabete.

 

Dott. Alex Jimenez DC*: Sai, voglio menzionare proprio lì, che non ho trovato niente di più veloce per abbassare la glicemia e invertire i problemi di trigliceridi e HDL rispetto alla dieta chetogenica. Quindi, in sostanza, se vuoi farlo velocemente, è incredibile la velocità con cui riporta il corpo a quello che è. Cosa altro c'è?

 

Astrid Ornella: Sì. Quindi, come il corpo umano, di solito usiamo glucosio o zucchero. Dovrebbe essere la nostra principale fonte di carburante, la nostra principale fonte di energia. Ma, naturalmente, per le persone che hanno la sindrome metabolica, le persone che hanno l'obesità, l'insulino-resistenza, il diabete o l'aumento del rischio di diabete. La dieta chetogenica può essere molto utile perché è una dieta a basso contenuto di carboidrati, i carboidrati si trasformano essenzialmente in zucchero o glucosio, e noi non lo vogliamo. Ad esempio, se le persone hanno la sindrome metabolica, hanno, sai, diabete e insulino-resistenza. Non vuoi lo zucchero nel tuo corpo perché ne producono troppo. Hanno troppo zucchero nel sangue. E ma aumentando la tua altezza, aumentando il numero di grassi che mangi e diminuendo il numero di carboidrati, mantieni una quantità bassa. Mantieni bassa l'insulina e tu, mangiando più grassi, fondamentalmente quello che faresti è far entrare il corpo in uno stato di chetosi.

 

Dott. Alex Jimenez DC*: Sai cosa? Lascia che ti chieda qualcosa. Lo darò subito a Kenna e chiederò a Kenna le tue esperienze con i problemi di zucchero nel sangue. Com'è che conteniamo e impariamo a gestire la glicemia di qualcuno? Il veloce è il più veloce. Cosa fai in termini di coaching degli individui, aiutandoli a tornare?

 

Kenna Vaughn: Per il coaching individuale. Valuto sempre la loro dieta e la cosa principale su cui mi piace concentrarmi è l'educazione perché così tante persone non sono istruite, come diceva Astrid, sui carboidrati e su come alimentano il tuo corpo. Un Big Mac potrebbe avere 54 carboidrati e una patata dolce potrebbe avere 30 carboidrati e le persone non si rendono conto che sono così diversi e vedono solo 20 punti o qualcosa del genere. Ma il modo in cui i carboidrati si scompongono nel corpo è enorme. Ed è per questo che la dieta chetogenica funziona così bene perché stai usando quei buoni carboidrati interi che in realtà conterranno anche proteine. E quindi aiuterà a scomporlo più lentamente rispetto a un Big Mac, che non farà altro che aumentare la tua insulina.

 

Dott. Alex Jimenez DC*: E quale parte del Big Mac è la cosa che fa aumentare lo zucchero? Voglio dire, in termini di questo?

 

Kenna Vaughn:  Destra. Quindi il pane, i carboidrati nel pane, in realtà si scompongono in modo diverso nel tuo corpo rispetto a una patata dolce. E quindi è quello che ti darà quel livello di glucosio alto. E poi dopo, avrai la caduta del livello di glucosio, che è il tuo zucchero nel sangue che va su e giù non si sente benissimo. Quindi è qualcosa che vuoi evitare.

 

Dott. Alex Jimenez DC*: Ho una domanda per voi. Per gli zuccheri. Quando hai chiesto i tipi di zuccheri che hai, hai appena detto che la varietà di carboidrati è importante. Sì. Dimmelo un po'.

 

Kenna Vaughn: La qualità, come dicevo, patate dolci, avocado, cose del genere. Avranno i carboidrati che sono migliori per te, il che significa che li scomponi in modo diverso da come faresti. Zuccheri più veloci come il saccarosio e cose del genere.

 

Dott. Alex Jimenez DC*: Quindi gli zuccheri semplici sono fuori, in fondo, motivo per cui, prima di tutto, la sindrome metabolica non esisteva nemmeno prima dell'avvento dei cibi raffinati. Quindi gli zuccheri raffinati hanno causato questo problema. Quindi quello che vogliamo fare è che lo zucchero porta all'infiammazione. Lo zucchero porta a problemi di trigliceridi. Problemi di sensibilità allo zucchero o all'insulina sono le cose che stanno alla base di questo processo. Tutte le strade portano alla sensibilità all'insulina in questo processo. E l'organo che ci fornisce l'insulina, la quantità più significativa è il pancreas. Il pancreas non si ferma. E a seconda di come il pancreas risponde a questo dramma della glicemia, determina il destino dell'individuo. Altererà i trigliceridi. Trasformerà la pressione sanguigna trattenendo direttamente il sodio nei reni, i reni che il corpo prepara. Mantiene il sodio e, per la natura del sodio, la pressione sanguigna aumenta. Quindi il modo più veloce per abbassare la pressione sanguigna è una dieta chetogenica. E questo è sorprendente perché è semplice. Non è così complesso. Possiamo andare all'estremo. E so che Astrid aveva un eccellente documento di ricerca su questo. Dimmi un po' cosa hai notato.

 

Astrid Ornella: Sì, in pratica, quello che stava dicendo Kenna. Prima, molte persone non conoscevano la differenza tra il tipo di carboidrati che vogliono mangiare, come, ad esempio, come hai detto tu, sai, molte persone mangeranno un Big Mac e mangeranno quella patata dolce e non conoscono la differenza tra un buon carboidrato; fondamentalmente, vogliamo mangiare quelli che chiami carboidrati complessi, che è più come se vogliamo mangiare come il grano intero o vogliamo mangiare come dei buoni amidi perché quelli che si rompono nel corpo li scompongono in glucosio, in zucchero. Ma sono usati molto più lentamente dove non lo farà. Il corpo non li userà direttamente. E poi avrai quel crollo, quel crollo dello zucchero.

 

Dott. Alex Jimenez DC*: A causa del picco di insulina, giusto? Controlla il picco di insulina. Sai cosa? Voglio portare qui il nostro biochimico residente. OK, quindi il nostro brillante biochimico è Alexander. Ha una presentazione qui, in realtà, se riesco a vederla lì e vedere se faccio un salto qui. Ed eccolo lì. Alex, puoi dirci qualcosa su quello che stai cercando di spiegare qui dal lato della biochimica delle cose?

 

Alessandro Isaia: Come avete detto voi, in generale, il glucosio è la fonte di energia primaria nel modo in cui lo usiamo per la scomposizione. La sua ripartizione sul consumo di energia è chiamata glicolisi. Quindi, senza addentrarci troppo, il nostro obiettivo finale qui è il piruvato, che poi entra nel ciclo dell'acido citrico per essere trasformato in acetilcolina. In condizioni normali è bene consumare un pasto a base di carboidrati, ma quando è in eccesso si produce troppa acetilcolina? Quando si usa troppa acetilcolina? Si finisce per indurre la sintesi degli acidi grassi, che è indotta da livelli significativi di insulina. Quindi, così facendo, hai acetilcolina, che finisce per trasformarsi in palmitato. E una cosa che Kenna ha menzionato è che non tutti gli alimenti sono della stessa qualità. Quindi qui possiamo vedere tutti i diversi tipi di acidi grassi. Quindi senza entrare troppo in biochimica, ma solo per darti un'idea di cosa sta succedendo qui? Questi numeri sul lato sinistro rappresentano il numero di atomi di carbonio in una riga, quindi i numeri a destra del punto e virgola sono il numero di doppi legami. E di solito, i doppi legami non giocano un ruolo significativo finché non si entra nella digestione e nel modo in cui il corpo li usa. Quindi, avendo più doppi legami, è più fluido. Così si nota la differenza tra un pezzo di strutto e l'olio d'oliva. Qual è la differenza? L'unica differenza è il numero di atomi di carbonio e il numero di doppi legami. Quindi qui abbiamo l'acido oleico, l'olio d'oliva e poi abbiamo dei grassi saturi. Possiamo vedere che la differenza è evidente nel numero di atomi di carbonio e doppi legami. I doppi legami consentono un punto di fusione più basso. Ecco perché l'olio d'oliva è un liquido a temperatura ambiente rispetto agli acidi grassi, e questo gioca un ruolo significativo nel modo in cui il corpo usa questo tipo di cose.

 

Dott. Alex Jimenez DC*: Alex, lo stai dicendo? Sappiamo tutti che l'eccellente lavoro dell'olio d'oliva, dell'olio di avocado e dell'olio di cocco è la cosa migliore, ecco perché questo accade.

 

Alessandro Isaia: Esattamente. Quindi più doppi legami hanno, più fluido sarà all'interno del corpo e consentirà al corpo di utilizzare quei grassi in tempo contro l'ostruzione delle arterie arteriose e la creazione di placche all'interno di tali arterie.

 

Dott. Alex Jimenez DC*: Eccellente. Sai cosa? Una delle cose che fa l'insulina, è impacchettare i carboidrati sotto forma di energia nella cellula. Se lo fai, cosa succede con questo zucchero nel sangue? Alla fine, l'insulina lo aumenta e lo immette nelle cellule. Infine, la cellula cresce, da qui il grasso della pancia. Alla fine, la pancia inizia verde e guadagna le cellule adipose, e iniziano a diventare più grandi, più grandi, più grandi perché vengono iniettate lì dentro. Quella roba inizia a fuoriuscire e, una volta che non può più entrare, finisce in posti come il pancreas. Finisce in posti come il fegato. Finisce nell'intramuscolare nel tessuto muscolare. Ed è per questo che abbiamo l'accumulo. E quando hai una grande pancia, questo è ciò che suggerisce al medico, non solo con i trigliceridi nei livelli di glucosio nel sangue, ma anche con il grasso della pancia. E questa è una delle cose che dobbiamo valutare. Quindi questi sono ora questi acidi grassi? A cosa servono gli acidi grassi, in genere, per Alexander?

 

Alessandro Isaia: Gli acidi grassi sono usati quasi per tutto all'interno del corpo, specialmente per il consumo di energia. È come dire, preferiresti essere in grado di percorrere cinque miglia o 10 miglia? Vuoi sempre fare 10 miglia, giusto? Quindi grammo per grammo di grasso come fonte di energia è molto più efficiente in termini di carburante rispetto al glucosio o ai carboidrati. Quindi i carboidrati forniscono i nostri quattro grammi di quattro calorie per grammo e i grassi sono circa nove. Quindi è quasi più del doppio della quantità di energia che stai producendo da questi acidi grassi. La parte difficile è solo sapere quali sono buoni. Quindi entrando negli acidi grassi buoni, che saranno quelli con i doppi legami. Quindi voglio dire, qualsiasi olio vegetale, grasso animale, a seconda di quali, tendiamo a voler stare lontano da grandi quantità di acido ionico miserabile, poiché tendono a causare risposte infiammatorie attraverso il percorso dell'infiammazione. Ma il resto di questi sono buoni, specialmente EPA e DHEA. Quindi DHEA viene utilizzato all'interno del sistema nervoso. Si è trasformato anche in acido nevrotico ed EPA. Quindi ottenere questi oli marini sarà adatto al tuo sistema in generale.

 

Dott. Alex Jimenez DC*: Sapete una cosa, quando capisco questi processi e comincio a realizzare la biochimica dietro di esso, portandolo a casa a questo processo fino al componente cellulare che onora. Mostra apprezzamento in termini di ciò che crea l'eccesso di acidi grassi. Ora di nuovo, cosa succede a causa di troppi di questi acidi grassi o carboidrati nel sangue? Il corpo cerca di immagazzinarlo. Cerca di accumularsi sotto forma di grasso e viene spinto nel pancreas. Quindi ottieni questo grasso nel pancreas. Se non può farlo lì, alla fine lo mette nel fegato. E come abbiamo detto, lo prende nello stomaco, o questo è quando lo vediamo come una cosa finale. Allora mi piace prendere la spiegazione e scomporre un altro punto, la componente dell'ipertensione. L'insulina ha un effetto diretto sui reni. L'insulina dice ai reni, guarda, dobbiamo mettere questa roba nel grasso. E senza andare oltre le dinamiche chimiche, puoi vedere che ciò che accadrà è che ai reni verrà comandato di contenere più sodio. In chimica, biochimica e scienze cliniche, abbiamo appreso che più sodio si conserva, più la pressione sanguigna aumenta. In sostanza, è così che va veloce la pressione sanguigna. Quindi lo fai per un po', e poi forzi la raccolta delle placche aterosclerotiche perché quel grasso è lì dentro e non può andare da nessuna parte. Avrai un problema a lungo termine, nel futuro a lungo termine. Quindi, parlando degli oli, come ha appena fatto Alexander, una delle cose che ci chiediamo è: beh, quali oli non possiamo sapere? Usiamo olio di colza, olio di mais, olio di semi di sesamo. Adoro i semi di sesamo. Ma il problema è che l'olio di semi di sesamo provoca infiammazione, come ha detto Alex, con gli acidi arachidonici. Quindi quello che dobbiamo fare è capire esattamente quali tipi di oli possiamo fare e gli avocado, come aveva detto Kenna, sono un'ottima fonte di grassi che possiamo usare e rendere le cose più lavorate. I nostri corpi e la vecchia piramide della dieta sono davvero cattivi perché è pesante sui carboidrati. Quindi una delle cose che guardiamo è mantenere tutti quei componenti. Quindi abbiamo parlato dei trigliceridi, del grasso della pancia, di come sono messi insieme. E ognuno di questi, voglio sottolinearlo di nuovo. L'alta pressione sanguigna, che è 135 alta pressione sanguigna, non è considerata a 135. Di solito è a 140. OK. Quindi, se è così, perché stiamo usando i trigliceridi a 150 non sono considerati eccessivi. Sai, l'HDL è inferiore a 50 non è considerato orribile, ma in combinazione insieme, se ne hai uno, questi tre di questi componenti sono i cinque. Questo è ciò che porta a una preposizione di essere malato e sentirsi scadente, per non parlare di un periodo prolungato di questo finirà per portare a disordini metabolici, problemi cardiaci, problemi di ictus, demenze che si verificano a causa di stati di sindrome metabolica prolungata che sono all'interno dell'individuo. Voglio chiedere ad Alessandro. Ha alcune dinamiche affascinanti, come voglio presentarle in questo momento, e mostreremo il suo schermo proprio qui perché ha alcune componenti interessanti su ciò che influenza anche la sindrome metabolica.

 

Alessandro Isaia: Quindi tipo di entrare in quello che è, immagino chetosi, perché tutti si chiedono cosa succede. Quindi ho qui questo diagramma che ho disegnato per voi ragazzi. Stiamo ignorando il percorso dell'efedrina qui, ma solo in generale. Quindi quello che succederà prima è che esaurirai tutto il glucosio che hai. Quindi il corpo immagazzina in genere circa 100 grammi di glucosio nel fegato e circa 400 grammi all'interno dei componenti muscolari dell'intero corpo. Quindi, se ripeti 500 volte, sono circa 2000 calorie, che è il tuo limite giornaliero, quindi hai quasi un giorno di glucosio sempre immagazzinato nel tuo corpo. Ma una volta che lo esaurisci, il tuo corpo inizierà a cercare altre cose. Nel frattempo, il tuo corpo impiega alcuni giorni per passare dallo zucchero bruciato, che è il glucosio, alla combustione dei corpi chetonici dal grasso. Allora cosa succederà? Le tue, prima di tutto, le tue ghiandole surrenali inizieranno a rilasciare adrenalina, i suoi precursori, la noradrenalina. E questo è dovuto a un paio di cose diverse. All'inizio diventerai un po' nervoso e ti sentirai male per i primi due giorni, ma poi il tuo corpo e inizierà a cambiare quando il tuo cervello inizierà a usare questi corpi chetonici come fonte di energia. Quindi, mentre produci norepinefrina, queste sono proprio come, questa è la superficie cellulare qui. Questi sono solo diversi marcatori precursori. Quindi abbiamo B1, B2, B3 e A2. Fare questi segnerà e segnalerà alla proteina del gas, che consentirà agli aminoglicosidi di attivare l'ATP in AMP ciclico. Ora, l'AMP ciclico è un componente essenziale della degradazione degli acidi grassi. La parte interessante è che è inibito dalla fosfodiesterasi. Quindi, quando le persone entrano e dicono, perché la caffeina è un buon bruciagrassi? Il motivo principale è perché la caffeina inibisce la fosfodiesterasi in una certa misura. Non vuoi impazzire troppo con la caffeina e iniziare a fare un sacco di tazze di caffè.

 

Dott. Alex Jimenez DC*: Dovrei avere otto bicchieri di caffè o quante tazze?

 

Alessandro Isaia: Penso che un bicchiere di caffè sia più che sufficiente. Quindi, facendo in modo che l'amplificatore ciclico sia più attivo, attivi la cosa chiamata proteina chinasi A, che attiva l'ATP, e quindi avvia una base vitale sensibile agli ormoni. Una volta attivata, la lipasi sensibile agli ormoni inizia a degradarsi. Comincia a scomporre gli acidi grassi. Una volta che questi acidi grassi entrano e vengono scomposti, entrano poi nei mitocondri e i mitocondri produrranno quindi calore da questo. Ecco perché le persone che soffrono di chetosi sono sempre molto calorose. Quindi cosa consiglio quando le persone iniziano a fare una dieta chetosi? Acqua? Dieta cheto, sicuramente acqua e oltre, direi, L-carnitina. Quindi, guardando la L-carnitina qui, potremmo vedere che durante la degradazione degli acidi grassi, usi la L-carnitina come trasportatore primario tra la membrana mitocondriale esterna e la membrana mitocondriale interna. Quindi, usando gli acidi grassi, ecco l'asceloca grassa; dopo aver scomposto questi acidi grassi, entrerà in uno di CPT, che è carnitina, un sigillo traslocato o uno di politransferasi. Entrerà e interagirà con la carnitina, e poi si trasformerà in carnitina di foca. Una volta che la carnitina di foca si trasforma in essa, può entrare nella membrana mitocondriale interna attraverso questi due enzimi di traslocazione e CPT due per essere scomposta in un codice di foca, che alla fine fa lo stesso sottoprodotto del glucosio. Inoltre, i tuoi mitocondri possono usarli nella beta-ossidazione. Una cosa da sapere è che devi bere molta acqua perché le persone che stanno attraversando la chetosi sovraregolano il ciclo dell'urea. Quindi devi assicurarti di tirare molta acqua o bere molta acqua durante il giorno. Chiunque faccia una dieta keto oggi ha un minimo di un litro d'acqua durante il giorno, non tutto in una volta, ma per tutto il giorno.

 

Dott. Alex Jimenez DC*: È incredibile, Alex, che tu l'abbia messo insieme perché ha perfettamente senso per me e spiega anche perché le persone dicono quando li mettiamo a dieta chetogenica, che aumentano la temperatura corporea e l'acqua ti aiuta in qualche modo a mantenere l'intero sistema pompaggio perché è quello di cui siamo fatti praticamente. Inoltre, i percorsi che hai indicato per l'idrogeno nell'acqua sono necessari affinché il processo avvenga.

 

Alessandro Isaia: Sì. Alcuni aspetti all'interno di ciascuno di questi si alimentano a vicenda; è tutto un percorso interconnesso. Ma aumenterai il ciclo dell'urea durante la chetosi molto più di quando non lo sei. Ad esempio, tutti sono famosi o i gatti sono notoriamente noti per avere un odore di urina marcia. E dobbiamo dare un'occhiata a questo dal motivo per cui giusto? Quindi in generale negli esseri umani lì, il contenuto di urea nelle urine è del tre percento. Nei gatti, d'altra parte, è compreso tra il sei e il nove percento. Quindi devi pensarci. Qual è l'unico mammifero del pianeta che è un animale carnivoro che mangia solo carne? Poiché mangiano solo carne, la famiglia felina sovraregola il ciclo dell'urea, avendo così più urea nelle urine. Quindi, se sei solo un mangiatore di carne, avrai più urea. Pertanto è necessario bere più acqua per eliminarla dai reni.

 

Dott. Alex Jimenez DC*: È fantastico perché spiega perché ci assicuriamo che tutti bevano molta acqua e poi si sentano meglio. E immagino che se non la monitoriamo correttamente, se non la facciamo bene, otteniamo quella cosa chiamata influenza chetogenica, giusto? E poi il corpo si sente un po' scadente finché non si ripristina e stabilizza il glucosio nel sangue attraverso i chetoni. Ora, il corpo può usare i chetoni per lo zucchero, come è noto. Quindi una delle cose che facciamo è insegnare alle persone esattamente come affrontare il processo. E so che abbiamo alcuni articoli di ricerca qui, e Astrid vuole discuterne un po'.

 

Astrid Ornella: Quindi, in pratica, come ha detto Alex, quando le persone iniziano ad andare, iniziano a seguire la dieta chetogenica, vogliamo, sai, come ha detto, vogliamo assicurarci che rimangano idratati, ma più di questo. Immagino che un'altra cosa su cui vogliamo educare le persone è che non molte persone sanno, sai, che abbiamo bisogno di immagazzinare il corpo con grassi buoni in modo che quando il corpo si adatta, inizia a bruciare i grassi come combustibile rispetto allo zucchero o al glucosio. Quindi vogliamo insegnare alle persone, quali sono i grassi buoni che vogliamo che mangino, sai, perché come, abbiamo bisogno di immagazzinare in questi grassi che il corpo può andare in chetosi e possiamo passare attraverso l'intero processo che Alex ha appena spiegato.

 

Dott. Alex Jimenez DC*: Sai cosa? Vorrei portare qui Trudy perché è quella che si connette con i pazienti in questo momento. Valutiamo che qualcuno abbia la sindrome metabolica. In termini di risorse, come affronti il ​​processo di presentazione? Ciao, Trudy. Trudy, cosa faremo lì? Ti chiederò, come lo porti? Perché lei è la nostra referente clinica, la nostra referente per il benessere, ed è quella che sostanzialmente ci darà le informazioni che aiutano il paziente nella giusta direzione.

 

Trudy Torres: Bene, ciao. E io, sai, queste sono tutte informazioni eccellenti, il che è fantastico che possiamo fornirle al pubblico. E so che questo può essere molto opprimente per le persone che non hanno queste informazioni. Quindi è qui che intervengo io quando le persone vengono, sai, o ci chiamano o vengono a chiedere informazioni sui loro diversi sintomi. Non sanno necessariamente che stanno vivendo la sindrome metabolica. Ma sai, una delle loro preoccupazioni principali è che si stanno svegliando. Sulla base delle loro preoccupazioni, li collego al nostro primario è con Kenna, e loro vanno avanti e dicono, OK, bene, quali sono i passi che dobbiamo fare e Kenna certamente li istruirà fino a, OK, questo è il laboratorio lavoro che dovrai affrontare. Li mettiamo in contatto con il Dr. Jimenez dopo aver saputo esattamente la loro preoccupazione principale, e inizieremo a sbucciare le cose come una cipolla per arrivare al fondo delle cose e farli sentire meglio. Non solo se ne andranno con i risultati specifici, ma se ne andranno anche con, come ha detto Astrid, quali sono i grassi buoni da avere? Cosa dovrei mangiare? Quindi se ne andranno con molte informazioni, ma anche con una struttura. Un'altra cosa che offriamo è che Kenna sarà sempre lì, sai, per rispondere a qualsiasi domanda e anche il dottor Jimenez, quindi non devono sentirsi sopraffatti dal processo mentre stanno attraversando un periodo migliore , uno stile di vita sano.

 

Dott. Alex Jimenez DC*: Sai, una delle cose è che c'è molta confusione là fuori, e devo essere onesto con te. C'è molta disinformazione là fuori. Questa disinformazione può essere classificata come intenzionale o vecchia, o semplicemente non è aggiornata, con questi cinque elementi e un individuo che ne ha tre. È essenziale ripetere esattamente come risolvere questo problema con l'individuo e cambiare la sua vita perché non c'è niente di più veloce per cambiare il corpo della dieta chetogenica. Dobbiamo anche monitorare gli individui e monitorarli durante il processo. Ora abbiamo Kenna Vaughn che ha alcuni metodi che usiamo in ufficio e che le sono utili. I medici lo fanno in tutto il paese, ma è utile per aiutare a guidare e consentire l'interazione e la comunicazione tra noi, i fornitori e il paziente. Che tipo di cose offriamo, Kenna?

 

Kenna Vaughn: Abbiamo un coaching individuale, che è ottimo per quando stai appena iniziando qualcosa. Come se stessero parlando della dieta chetogenica. Potresti essere confuso e c'è disinformazione. Quindi, con questo coaching individuale, è fantastico perché possiamo connetterci tramite un'app che abbiamo e tu estrai il tuo telefono. Puoi inviare un messaggio di testo veloce; ehi, ho visto un sito web che diceva che potevo mangiare questo, ma un altro ha detto, questo, posso avere questo? Cose così. Possiamo chiarire rapidamente questa confusione, il che può tenerti sulla buona strada piuttosto che fare quel gioco di ipotesi. Abbiamo anche bilance che si collegano a questa app, che ci consente di monitorare il peso dell'acqua che hanno e il grasso che hanno. E possiamo anche monitorare la loro attività tramite un braccialetto per monitorare costantemente i passi che stanno facendo. Assicurati che stiano facendo esercizio perché l'esercizio è ottimo anche per aiutare a ridurre il livello di glucosio nel sangue.

 

Dott. Alex Jimenez DC*: Sai, l'hai detto a proposito del monitoraggio. Lo facciamo in ufficio dove mandiamo i pazienti a casa con bilance reali che sono le mini BIA e le loro mani e il loro polso. Possiamo fare molto per i pazienti che vogliono connettersi con il nostro studio. Possiamo scaricare direttamente le informazioni e possiamo vedere i loro BIA cambiare. Usiamo anche il sistema in-body, in cui eseguiamo un'analisi approfondita del tasso metabolico basale di base, insieme ad altri fattori di cui abbiamo discusso in precedenza nel podcast. Questo ci consente di mettere insieme un metodo quantificabile per valutare come il corpo sta cambiando e ripristinando rapidamente il corpo da o verso un episodio di sindrome metabolica. È una sensazione molto spiacevole che può davvero. Non c'è niente che distrugga il corpo in queste combinazioni di problemi in una volta. Tuttavia, è facile vedere che il corpo fa tutto rapidamente. Fissa una dieta chetogenica, rimuove il peso corporeo, diminuisce il grasso nel fegato, diminuisce il grasso intramuscolare, ripristina la glicemia. Fa funzionare meglio la mente. Aiuta le HDL attraverso alcuni studi, e so che Astrid sa che c'è uno studio là fuori che estrae le informazioni su come le HDL sono elevate con e con una dieta chetogenica. Abbiamo uno studio qui. Puoi metterlo sullo schermo proprio lì che penso tu abbia trovato che mostra gli HDL. Ho ragione? E anche l'apolipoproteina, la parte lipidica dell'HDL, si alza e attiva la componente genetica. Parlami di questo.

 

Astrid Ornella: Quindi fondamentalmente qualcosa che molti ricercatori, molti professionisti della salute là fuori, dottori, dicono spesso, è che quando le persone hanno il colesterolo alto, sai, e di solito parliamo di colesterolo cattivo. Secondo diversi articoli di ricerca, è generalmente associato a una predisposizione genetica quando hanno il colesterolo alto cattivo o il frammento LDL. Se i tuoi genitori, se i tuoi nonni avevano il colesterolo alto, c'è anche un aumento del rischio che tu abbia una predisposizione genetica ad avere già il colesterolo alto e aggiungilo come la tua dieta. E se segui uno stile di vita sedentario e sai di non fare abbastanza esercizio o attività fisica, hai un rischio maggiore di avere un colesterolo cattivo più alto.

 

Dott. Alex Jimenez DC*: Sai, estrarrò le informazioni da Ho notato che Alexander sta ricavando informazioni qui sullo schermo. Sta presentando il monitor dove puoi vedere la sua glicemia e gli schermi che sta andando avanti e mettendolo lì per lui. Ecco qua. Alex, dimmi di cosa stai parlando proprio lì perché vedo che stai parlando dell'apolipoproteina, delle lipoproteine ​​e dei frammenti di HDL lì.

 

Alessandro Isaia: Quindi tipo di entrare in un po' di tutto qui. Quindi cosa succede quando mangi qualcosa che sta per causare un aumento del colesterolo? Quindi, prima di tutto, hai questi geni chiamati Callum micron all'interno del lume intestinale o del tuo tratto gastrointestinale, e hanno l'apolipoproteina B 48. Hanno una B 48 perché è il 48 percento dell'apolipoproteina B 100, quindi è solo una variazione leggermente diversa. Questi micron li porteranno attraverso il corpo e li trasferiranno nei capillari usando l'apolipoproteina C e l'apolipoproteina E. Una volta che entrano nei capillari, si degraderanno e consentiranno a diversi aspetti del corpo di usarli. Quindi ho tre fazzoletti. Abbiamo tessuto adiposo, tessuto cardiaco e muscolo scheletrico. Quindi il tessuto cardiaco ha il KM più basso e il tessuto adiposo ha il KM più alto. Allora, cos'è il KM? KM è solo una misura del modo in cui vengono utilizzati gli enzimi. Quindi un KM basso significa un'alta specificità per il legame a questi acidi grassi e un Km alto significa una bassa specificità per loro. Quindi quali sono le tre parti del corpo? Usano più energia. Sono il cervello, il cuore e i reni. Queste sono le parti del corpo che consumano più calorie per rimanere in vita. Quindi, prima di tutto, il cuore fa affidamento su grandi quantità di questi acidi grassi qui, e il loro trasferimento al cuore utilizza principalmente acidi grassi. Penso che sia circa l'80 percento; Dal 70 all'80 percento del suo carburante proviene da acidi grassi. E per consegnarli, il tuo corpo usa questi micron Callum. Quindi una volta che i micron di Callum escono dai capillari, è già un LDL. Ha due scelte: l'LDL, può essere riportato al fegato o può scambiare il suo contenuto con l'HDL, e i sigilli possono consegnarli correttamente nei posti giusti. Ecco perché le HDL sono così importanti perché le consegnano nei luoghi appropriati se questi micron di Callum o queste LDL non vengono trasferite correttamente al fegato. Allora perché LDL è così dannoso per il sistema del nostro corpo? Quindi ecco un paio di ragioni per cui. Quindi, quando l'LDL viene eliminato in tutto il corpo, viene visto come un oggetto estraneo dai nostri macrofagi e i nostri macrofagi sono le nostre cellule utilizzate per la risposta immunitaria. Quindi i macrofagi finiscono per inghiottire queste LDL e si trasformano in queste cose chiamate cellule schiumose. Le cellule schiumose alla fine diventano placca aterosclerotica. Ma quello che fanno è inserirsi all'interno o sotto la superficie del rivestimento epiteliale, causando un accumulo di queste cellule di schiuma qui e alla fine bloccando i percorsi, causando una placca. Quindi mangiando grassi migliori, avendo una maggiore quantità di HDL, puoi evitare queste placche ed evitare le placche aterosclerotiche, che ostruiscono le arterie.

 

Dott. Alex Jimenez DC*: Sai qual è, in realtà, il legame tra placche aterosclerotiche e sindrome metabolica che hai chiarito molto, molto a questo punto, e questo è il motivo per cui gli stati prolungati della sindrome metabolica creano questi disturbi. Voglio prendermi un momento per ringraziare l'intero equipaggio qui perché quello che stiamo facendo è portare molte informazioni e molte squadre. E se qualcuno ha un problema, voglio che incontri la faccia che vedrà quando entrerà in ufficio. Quindi, Trudy, dì loro come li salutiamo e cosa facciamo con loro quando entrano se sentono di essere una vittima della sindrome metabolica.

 

Trudy Torres: Bene, siamo molto fortunati ad avere un ufficio molto eccitante ed energico. Ti sentirai sempre a casa. Se non abbiamo la risposta corretta in quel momento, faremo sicuramente delle ricerche. Non ti getteremo dalla parte. Ti risponderemo sempre. Ognuno viene trattato come un individuo. Sai, ogni nave che abbiamo, è unica nel suo genere. Quindi di certo non creiamo un approccio con lo stampino. Faremo sempre in modo che, come ho detto, te ne vada con l'opzione più preziosa e informata per te stesso. Siamo solo a una telefonata. Siamo a portata di clic. E, sai, non pensare mai che non ci sia una domanda ragionevole. Vogliamo sempre assicurarci che tutte le domande e le preoccupazioni che hai sempre ottenuto la migliore risposta possibile.

 

Dott. Alex Jimenez DC*: Ragazzi, voglio dirvi, grazie. E voglio anche condividere con voi che ci troviamo in strutture fantastiche quando lo facciamo; c'è l'esercizio coinvolto nel riportare il corpo a uno stato normale. Operiamo fuori dal PUSH Fitness Center. Stiamo facendo il podcast dal centro fitness. E puoi vedere le informazioni qui con Danny Alvarado. Ed è lui o Daniel Alvarado, il direttore di Push Fitness con cui collaboriamo con una serie di terapie e fisioterapisti per aiutarti a riportare il tuo corpo dove dovrebbe essere. Non vediamo l'ora di tornare e, come ho detto, se apprezzi, sei come quello che abbiamo qui, allunga la mano sul piccolo fondo, premi il piccolo pulsante e premi iscriviti. E poi assicurati di suonare il campanello in modo da poter essere il primo a sentire cosa dobbiamo fare. OK, grazie, ragazzi, e vi diamo il benvenuto di nuovo. E Dio benedica. Avere una buona.