ClickCease
+ 1-915-850-0900 spinedoctors@gmail.com
Seleziona Pagina

Cura delle lesioni

Back Clinic Injury Care Team di chiropratica e terapia fisica. Esistono due approcci alla cura delle lesioni. Sono trattamento attivo e passivo. Mentre entrambi possono aiutare a portare i pazienti sulla strada verso il recupero, solo il trattamento attivo ha un impatto a lungo termine e mantiene i pazienti in movimento.

Ci concentriamo sul trattamento delle lesioni subite in incidenti automobilistici, lesioni personali, infortuni sul lavoro e infortuni sportivi e forniamo servizi completi di gestione del dolore interventistica e programmi terapeutici. Tutto da urti e lividi a legamenti strappati e mal di schiena.

Cura passiva delle lesioni

Un medico o un fisioterapista di solito fornisce cure passive per le lesioni. Include:

  • Agopuntura
  • Applicazione di calore / ghiaccio ai muscoli doloranti
  • Farmaci antidolorifici

È un buon punto di partenza per aiutare a ridurre il dolore, ma la cura passiva delle lesioni non è il trattamento più efficace. Mentre aiuta una persona ferita a sentirsi meglio in questo momento, il sollievo non dura. Un paziente non si riprenderà completamente dalla lesione a meno che non si attivi attivamente per tornare alla vita normale.

Cura ferita attiva

Il trattamento attivo fornito anche da un medico o da un fisioterapista si basa sull'impegno al lavoro della persona infortunata. Quando i pazienti si assumono la responsabilità della propria salute, il processo attivo di cura delle lesioni diventa più significativo e produttivo. Un piano di attività modificato aiuterà una persona infortunata a passare alla piena funzionalità e a migliorare il suo benessere fisico ed emotivo generale.

  • Colonna vertebrale, collo e schiena
  • Mal di testa
  • Ginocchia, spalle e polsi
  • Legamenti strappati
  • Lesioni dei tessuti molli (strappi muscolari e distorsioni)

Che cosa comporta la cura delle lesioni attive?

Un piano di trattamento attivo mantiene il corpo il più forte e flessibile possibile attraverso un piano di lavoro/transizione personalizzato, che limita l'impatto a lungo termine e aiuta i pazienti feriti a lavorare verso un recupero più rapido. Ad esempio, nella cura degli infortuni della clinica medica e chiropratica per lesioni, un medico lavorerà con il paziente per comprendere la causa della lesione, quindi creerà un piano di riabilitazione che mantenga attivo il paziente e lo riporti alla salute corretta in pochissimo tempo.

Per le risposte a qualsiasi domanda tu possa avere, chiama il Dr. Jimenez al 915-850-0900


Chiropratico di lesioni da skateboard: Back Clinic

Chiropratico di lesioni da skateboard: Back Clinic

Lo skateboard è un'attività popolare tra bambini, adolescenti e giovani adulti. È ricreativo, competitivo, divertente ed eccitante ma, come qualsiasi sport, comporta il rischio di infortuni. Ci sono circa 70,000 infortuni da skateboard che richiedono una visita al pronto soccorso ogni anno. Le lesioni più comuni coinvolgono stinchi, caviglie, avambracci, polsi, gomiti, viso e cranio, molte delle quali non trattate peggiorano man mano che guariscono in modo improprio, portando a ulteriori danni e complicazioni. La chiropratica può curare le lesioni, riabilitare i muscoli e le articolazioni e rafforzare il corpo per riportare il pattinatore sulla tavola.

Chiropratico di lesioni da skateboard

Lesioni da skateboard

Le lesioni da skateboard possono variare da graffi, tagli e contusioni a distorsioni, stiramenti, ossa rotte e commozioni cerebrali.

  • Le lesioni agli stinchi si verificano spesso durante i trick flip/twist in cui la tavola o l'asse colpisce lo stinco causando lividi e gonfiore.
  • Lesioni alla spalla, al polso e alla mano sono comuni quando i pattinatori perdono l'equilibrio e cadono con le braccia tese.
  • Caviglia le lesioni includono rotolamenti/distorsioni, nonché lussazioni e fratture.
  • Le lussazioni di solito si verificano alle spalle, ai polsi e alle dita.
  • Le lesioni facciali includono denti eliminati, naso rotto o mascella sono in genere causati da forti cadute in avanti veloce.
  • Le lesioni gravi includono commozioni cerebrali e Lesioni alla testa.

Cause di infortunio

Gli infortuni da skateboard si verificano in genere da:

  • Pattinare su superfici irregolari blocca le ruote e pregiudica l'equilibrio, provocando cadute.
  • Perdere l'equilibrio o perdere il controllo del tabellone e cadere violentemente/sbattere sul pavimento.
  • L'inesperienza, i tempi di reazione lenti e la minore coordinazione portano a cadute e slam.
  • Pattinare contro un altro pattinatore, una persona che cammina o va in bicicletta, un'auto o un pericolo stradale.
  • Provare un trucco/manovra avanzato troppo presto e oltre il loro livello di abilità.
  • L'inesperienza di sapere come cadere per evitare infortuni.

Terapia chiropratica

Un chiropratico può lavorare con altri medici e specialisti per:

  • Valutare e trattare l'infortunio/i da skateboard.
  • Ripristina la colonna vertebrale, i fianchi, le braccia, le mani e i piedi.
  • Riabilitare e rafforzare il corpo.
  • raccomandare educazione alla sicurezza e alla prevenzione.
  • Aiuta a prevenire ulteriormente lesioni ed effetti a lungo termine.

Trattamento delle lesioni da skateboard chiropratico


Referenze

Forsman, L e A Eriksson. "Lesioni da skateboard di oggi." Rivista britannica di medicina dello sport vol. 35,5 (2001): 325-8. doi:10.1136/bjsm.35.5.325

Cacciatore, Jamie. "L'epidemiologia delle lesioni nello skateboard." Medicina e scienze dello sport vol. 58 (2012): 142-57. doi:10.1159/000338722

Parziali, Benjamin, et al. "Lesioni alla testa e al viso dallo skateboard: un'analisi di 10 anni dagli ospedali del sistema di sorveglianza elettronica degli infortuni nazionali". Giornale di chirurgia orale e maxillofacciale: Gazzetta ufficiale dell'American Association of Oral and Maxillofacial Surgeons vol. 78,9 (2020): 1590-1594. doi:10.1016/j.joms.2020.04.039

Shuman, Kristin M e Michael C. Meyers. "Lesioni da skateboard: una recensione aggiornata." Il medico e la medicina dello sport vol. 43,3 (2015): 317-23. doi:10.1080/00913847.2015.1050953

Disagio e dolore al ginocchio Clinica chiropratica

Disagio e dolore al ginocchio Clinica chiropratica

Molti vivono regolarmente con disagio e dolore cronici in una o entrambe le ginocchia. Questo potrebbe essere dovuto a lesioni passate, sovrappeso, mancanza di condizionamento fisico, degenerazione o artrite. Molti prendono farmaci antidolorifici da prescrizione o da banco per affrontare il disagio. I farmaci antidolorifici attenuano e mascherano solo il dolore e il disagio associati ai sintomi. Di conseguenza, vivere con il dolore al ginocchio mascherato può peggiorare la condizione e le ossa, le articolazioni e i tessuti circostanti possono iniziare a deteriorarsi. La chiropratica combinata con il massaggio, la decompressione e la terapia di trazione può ridurre o eliminare significativamente il dolore al ginocchio.

Chiropratico dolore e disagio al ginocchio

Disagio e dolore al ginocchio

L'articolazione e i legamenti del ginocchio devono essere forti e sani per supportare le attività. I problemi più comuni che gli individui sviluppano includono:

Lesioni acute

  • Le lesioni al ginocchio possono essere causate da incidenti automobilistici, sforzi fisici, attività sportive, incidenti sul lavoro, ergonomia sul posto di lavoro e salire e scendere le scale.
  • Il più comune lesioni acute al ginocchio includono:
  • Contusioni al ginocchio.
  • Distorsione legamentosa.
  • Stiramenti muscolari.
  • Ferite da puntura.

Lesioni croniche

  • Condizioni mediche croniche o infiammatorie possono logorare il cuscino cartilagineo tra le ossa della parte superiore e inferiore della gamba.
  • I più comuni includono gotta, artrite settica, osteoartrite e artrite reumatoide.
  • Posture malsane e obesità possono anche contribuire al degrado cronico dell'articolazione del ginocchio.

Il disagio e il dolore al ginocchio possono presentarsi in vari modi. Alcuni potrebbero sentire un scoppio acuto nel ginocchio seguito da gonfiore. Altri potrebbero notare il graduale sviluppo di rigidità e debolezza nel tempo. Quando ferito o compromesso, il dolore localizzato è uno dei primi indicatori. Il dolore cronico al ginocchio e alle articolazioni può portare a debolezza, danni ai nervi o creare nuove lesioni/problemi. Non tutto il dolore al ginocchio è causato da un infortunio; in molti casi, un incidente scatenante, come un passo goffo o un passo falso, un allungamento troppo lungo o una camminata, può creare un infortunio. Anche uno stile di vita sedentario può contribuire alla degenerazione del ginocchio poiché i muscoli circostanti possono perdere forza, mettendo a dura prova le articolazioni quando è necessario il movimento.

Chiropratica

Un chiropratico esaminerà il ginocchio attraverso una serie di analisi, tra cui radiografie, imaging digitale e un esame fisico. Il chiropratico svilupperà un piano di trattamento personalizzato per trattare, riabilitare e rafforzare il ginocchio. Il trattamento può comprendere:

  • Terapia fisica
  • Terapia del punto di innesco
  • Rilascio miofasciale
  • Massoterapia
  • Manipolazione dell'anca
  • Manipolazione del ginocchio
  • Correzione della postura per distribuire uniformemente il peso corporeo, diminuendo lo stress su una persona colpita ginocchio.
  • Esercizi mirati e raccomandazioni nutrizionali garantiranno una guarigione a lungo termine.

Q Angolo del ginocchio


Referenze

Cimino, Francesca, et al. "Lesione del legamento crociato anteriore: diagnosi, gestione e prevenzione". medico di famiglia americano vol. 82,8 (2010): 917-22.

Donnell-Fink, Laurel A et al. "Efficacia dei programmi di prevenzione della lesione del ginocchio e del legamento crociato anteriore: una meta-analisi". PloS uno vol. 10,12 e0144063. 4 dic. 2015, doi:10.1371/journal.pone.0144063

Hoskins, Wayne, et al. "Trattamento chiropratico delle condizioni degli arti inferiori: una revisione della letteratura". Giornale di terapie manipolative e fisiologiche vol. 29,8 (2006): 658-71. doi:10.1016/j.jmpt.2006.08.004

Neogi, Tuhina, et al. "Sensibilità e sensibilizzazione in relazione alla gravità del dolore nell'artrosi del ginocchio: tratto o stato?." Annali delle malattie reumatiche vol. 74,4 (2015): 682-8. doi:10.1136/annrheumdis-2013-204191

Disallineamento costale, disfunzione e dolore: clinica chiropratica

Disallineamento costale, disfunzione e dolore: clinica chiropratica

Le costole sono progettate per proteggere i polmoni e il cuore e favorire la respirazione. Ventiquattro costole iniziano alle spalle nella regione della colonna vertebrale toracica e scendono lungo la parte centrale della schiena coprendo la parte anteriore, posteriore e laterale del torace. Quasi tutte le costole sono attaccate in due punti, inclusa la colonna vertebrale nella parte posteriore e lo sterno nella parte anteriore del torace, dalle articolazioni della cartilagine. Traumi, cattiva postura, tosse intensa, starnuti e ansante sono alcuni dei fattori che possono causare disfunzione costale meccanica or disallineamento delle costole.

La disfunzione e il disallineamento delle costole sono in genere causati da posture malsane come la schiena accasciata e le spalle arrotondate, indebolite muscoli posteriorie stress ripetitivo da lavoro, sport e attività fisica intensa. Qualsiasi costola può diventare disallineata, causando disfunzioni e stress sul corpo. Un chiropratico può regolare e ripristinare la costola come fanno per le articolazioni spinali disallineate e compresse.

Disallineamento costale, disfunzione, chiropratico del dolore

Disegno della gabbia toracica

La gabbia toracica è flessibile e si espande durante l'inalazione. Ogni costola è attaccata alla colonna vertebrale da tre articolazioni nella parte posteriore e lo sterno nella parte anteriore. La respirazione è un riflesso involontario che è impossibile evitare il movimento in queste articolazioni. Le articolazioni sono piccole ma consentono la flessione, quindi le costole si alzano e si abbassano ad ogni respiro. Queste articolazioni delle costole possono infiammarsi a causa del disallineamento delle costole causando problemi di movimento che possono limitare la respirazione.

Disallineamento delle costole

I sintomi del disallineamento delle costole possono includere:

  • Respirazione difficoltosa.
  • Difficoltà quando si cerca di sedersi.
  • Dolore sordo, doloroso e profondo vicino alla colonna vertebrale o sotto la scapola.
  • Mal di schiena inspiegabile.
  • Dolore quando si muove o cammina.
  • Starnuti dolorosi e/o tosse.
  • Tenerezza e dolore nella parte anteriore del torace.
  • La formazione di un nodulo sopra la costola interessata.
  • Gonfiore e/o lividi nella regione.
  • Intorpidimento nelle costole vicine o circostanti.
  • Dolore irradiato dalla schiena alla parte anteriore e viceversa.
  • Miglioramento quando viene applicata pressione sulla costola interessata.

Disfunzione costale

Fino al 50% delle visite al pronto soccorso per sintomi di dolore toracico derivano da fattori non cardiaci, la maggior parte è costituita da un disallineamento delle costole e che i muscoli e le articolazioni intorno alla gabbia toracica si irritano/infiammano.

Le nostre iniziative

Ci possono essere diverse ragioni per una costola disallineata. Le cause più comuni includono:

Posture malsane

  • Posture malsane stressano il corpo che può esercitare pressione sulla porzione posteriore della cassa toracica.
  • Con il tempo, le costole possono iniziare a spostarsi fuori allineamento.

Attività fisica, esercizio e sport

  • Allenarsi intensamente può far spostare le costole fuori posizione.
  • Il sollevamento pesi in modo improprio può far spostare il corpo insieme ai muscoli coinvolti che non sono abbastanza forti per gestire il peso e il movimento aggiunti, causando il disallineamento delle costole.

Gravidanza

  • Quando il corpo di una donna cambia, il peso si sposta in avanti.
  • Ciò può creare una spinta verso il basso sulla gabbia toracica, aumentando il rischio di disallineamento.

Tosse o starnuti intensi

  • Una tosse eccessiva o grave, associata ad asma, bronchite o polmonite, può affaticare significativamente la gabbia toracica.
  • La tosse causata da un comune raffreddore può generare stress per causare la lussazione di una costola.
  • Starnutire forte può anche far spostare una costola fuori posto.
  • Le malattie associate a tosse e starnuti costanti possono aumentare la suscettibilità di un individuo al disallineamento delle costole a causa dello stato indebolito dei muscoli.

Vomito intenso

  • Vomito intenso o ansante può causare la condizione.
  • Il vomito non coinvolge necessariamente i polmoni, ma l'azione convulsiva può causare lo spostamento/la fuoriuscita delle costole.

Trattamento Chiropratico

La chiropratica può diagnosticare e curare costola disallineamento/disfunzione utilizzando varie tecniche di stretching o massaggio per allentare l'area, rendendo i muscoli più flessibili, quindi applicando una pressione decisa per riallineare la parte posteriore della costola. Il piano di trattamento includerà allungamenti specifici, esercizi posturali, dieta e altre raccomandazioni per prevenire problemi alle costole.


Decompressione spinale in 90 secondi


Referenze

Flodine TE, Thomas M. Trattamento manipolativo osteopatico: disfunzione costale inalata. [Aggiornato 2021 agosto 15]. In: StatPearls [Internet]. Treasure Island (FL): StatPearls Publishing; 2022 gennaio-. Disponibile dal: www.ncbi.nlm.nih.gov/books/NBK560751/

A bocca aperta, Muzamil. e Bruno Bordoni. "Trattamento manipolativo osteopatico: procedura di energia muscolare - costole espirate". StatPearls, StatPearls Publishing, 19 febbraio 2022.

Disfunzione somatica costale (417242001); Disfunzione somatica costale (417242001); Disfunzione somatica della costola (417242001) www.ncbi.nlm.nih.gov/medgen/736159

Vemur, Adithi. e Kiyomi K. Goto. "Trattamento manipolativo osteopatico: procedura Counterstrain/FPR - Vertebre toraciche". StatPearls, StatPearls Publishing, 15 novembre 2021.

Dolore alla claudicatio

Dolore alla claudicatio

La claudicatio è un dolore muscolare che si manifesta quando il corpo è attivo e si interrompe quando il corpo è a riposo, noto anche come claudicatio intermittente. Gli individui in genere riferiscono dolore sordo, crampi, formicolio e/o intorpidimento. La claudicatio vascolare è causata da problemi circolatori come una cattiva circolazione sanguigna e malattie delle arterie periferiche. Tuttavia, anche le condizioni spinali possono causare claudicatio neurogena causati da problemi alla colonna vertebrale e al sistema nervoso.

Dolore muscolare e nervoso della claudicatio

Claudicatio neurogenico

La sciatica è il solito sospetto quando sono presenti dolore alla coscia, all'anca, alla natica, al polpaccio o alla gamba o altre sensazioni; tuttavia, potrebbe essere stenosi spinale con claudicatio neurogenico. La stenosi spinale è talvolta chiamata pseudo claudicatio, un restringimento dello spazio intorno alla parte bassa della schiena, che può esercitare pressione sul midollo spinale direttamente e comprimere i vasi sanguigni attorno alla colonna vertebrale, tagliando il sangue che trasporta ossigeno. Il dolore può iniziare nella parte bassa della schiena e circolare lungo le gambe e causare debolezza, formicolio o intorpidimento alle gambe e ai piedi. Le aree più comuni di compressione spinale includono:

Il restringimento può verificarsi in una qualsiasi di queste aree, con la causa più comune stenosi spinale lombare portato da malattia degenerativa lombare.

Sintomi

I sintomi più comuni della claudicatio neurogenico includono:

  • Il dolore agli arti inferiori, compresi i glutei, le cosce e il polpaccio, si manifesta solo con attività come camminare o stare in piedi.
  • Dolore che si manifesta allo stesso modo su entrambi i lati.
  • Non c'è dolore quando si è seduti o non si cammina.
  • Radicolopatia o dolore ai nervi che si irradia lungo un arto colpito. La sciatica è un tipico esempio.

Tuttavia, la i sintomi di claudicatio e radicolopatia sono diversi.

  • La claudicatio si farà sentire per tutta la lunghezza del nervo.
  • Il dolore da radicolopatia è più localizzato a glutei, cosce e polpacci e può peggiorare con l'attività ed è generalmente presente anche a riposo.

Trattamento

Il trattamento non chirurgico della claudicatio neurogenico include farmaci per aiutare a controllare il dolore, terapia manuale chiropratica, decompressione spinale non chirurgica, terapia riabilitativa fisica e iniezioni di steroidi per ridurre l'infiammazione. Un medico consiglierà esercizi di stretching, rafforzamento e tipi di attività per aiutare a migliorare la capacità del corpo di sostenersi. Ciò potrebbe includere nuoto, passeggiate e ciclismo stazionario. Tuttavia, il trattamento conservativo potrebbe non essere un'opzione per le persone con casi più gravi. Se le opzioni di trattamento conservativo non funzionano, potrebbe essere raccomandato un intervento chirurgico. Un operatore sanitario può aiutare a spiegare le opzioni di trattamento. Risultati positivi sono stati visti in casi che lo sono diagnosticata e curata precocemente.


Chiropratico di decompressione spinale non chirurgico


Referenze

Colak, Ahmet, et al. "Un approccio chirurgico meno invasivo nella stenosi del recesso laterale lombare: un approccio diretto alla parete mediale del peduncolo". The European Spine Journal: pubblicazione ufficiale della European Spine Society, della European Spinal Deformity Society e della Sezione Europea della Cervical Spine Research Society vol. 17,12 (2008): 1745-51. doi:10.1007/s00586-008-0801-z

Munakomi S, Foris LA, Varacallo M. Stenosi spinale e claudicatio neurogenico. [Aggiornato 2022 febbraio 12]. In: StatPearls [Internet]. Treasure Island (FL): StatPearls Publishing; 2022 gennaio-. Disponibile dal: www.ncbi.nlm.nih.gov/books/NBK430872/

Clinica di Cleveland. (2021) "Claudicazione". my.clevelandclinic.org/health/diseases/21972-claudication

Chirurgia spinale ambulatoriale

Chirurgia spinale ambulatoriale

Molti complessi interventi chirurgici spinali si svolgono in ambiente ospedaliero. L'individuo trascorre una o due notti in ospedale, quindi il personale medico può monitorarlo in caso di complicazioni. Tuttavia, gli interventi chirurgici ambulatoriali sono aumentati con i nuovi sviluppi nelle procedure minimamente invasive, nella gestione del dolore e nella casa reinserimento. I miglioramenti rispetto alle tradizionali procedure chirurgiche spinali sono significativi. Questi progressi hanno reso possibile eseguire interventi chirurgici più complessi al di fuori di un ospedale. Gli ambulatori hanno:

  • Tempi di recupero accelerati
  • Complicazioni diminuite
  • Infezioni diminuite
  • Risultati complessivi più sani

Chirurgia spinale ambulatoriale

Candidati alla chirurgia ambulatoriale

Determinare se la chirurgia ambulatoriale può essere eseguita in modo efficace dipende dalle lesioni e/o dalle condizioni che l'individuo sta attraversando. Un individuo che è debilitato o ha condizioni mediche di base che aumentano il rischio di complicanze o non ha supporto a casa per assistere con il recupero e la riabilitazione, si consiglia di sottoporsi all'intervento chirurgico in ospedale. Per essere considerato per la chirurgia ambulatoriale della colonna vertebrale, un chirurgo esamina:

Gli individui devono anche essere non fumatori o aver smesso prima dell'intervento chirurgico, poiché il fumo:

  • Interferisce con una corretta guarigione
  • Può accelerare la degenerazione del disco
  • Può causare effetti negativi sulla colonna vertebrale e su altre aree del corpo

I tempi di recupero variano da caso a caso e dal tipo di procedura. Il tempo di recupero della maggior parte delle procedure è compreso tra tre settimane e tre mesi.

Centri di Chirurgia Ambulatoriale

Un centro di chirurgia ambulatoriale o ASC è un ambulatorio che offre interventi chirurgici. Le procedure ambulatoriali standard includono:

  • Riparazione dell'ernia addominale
  • Interventi di cataratta
  • Terapie per la pelle

I centri di chirurgia ambulatoriale autonomi offrono procedure chirurgiche in giornata per individui che soddisfano criteri specifici. Il personale medico valuta le condizioni del paziente e determina la guarigione a casa. In caso di problemi, l'individuo può essere trasferito in ospedale. Alcune strutture sono strutture monospecialistiche, incentrate su una specialità medica, e altre sono multispecialistiche, il che significa che offrono una gamma di servizi medici da:

  • ortopedico
  • Podologia
  • Servizi di gestione del dolore

Procedure

Discectomia e fusione cervicale anteriore – ACDF

ACDF è un intervento chirurgico in due parti. In primo luogo, il chirurgo rimuove parte di un disco intervertebrale con nervi gonfi e compressi dal midollo spinale. Poiché c'è meno cuscino, le vertebre sopra e sotto sono fuse per prevenire ed eliminare i movimenti dolorosi. La discectomia:

  • Fornisce un accesso più accessibile alle vertebre
  • Riduce i tempi di guarigione
  • Provoca meno dolore

La procedura ambulatoriale ACDF tratta diverse condizioni del collo che includono:

  • Stenosi spinale cervicale
  • Radiculopatia cervicale
  • Malattia degenerativa del disco legata al collo
  • ernia del disco
  • Frattura della colonna vertebrale cervicale

Gli individui si riprendono nel centro chirurgico per una o diverse ore dopo l'intervento chirurgico prima di tornare a casa. La procedura ACDF tradizionale richiede da tre settimane a tre mesi per riprendersi.

Discectomia lombare

Una discectomia lombare è una procedura minimamente invasiva procedura che ripara un'ernia del disco lombare comprimendo i nervi circostanti. Questa procedura prevede sollievo dalla compressione e permette al nervo di guarire. Una discectomia lombare tradizionale richiede da quattro a sei settimane per riprendersi.

Laminectomia lombare

Questa procedura minimamente invasiva rimuove i legamenti ispessiti e foglio dalla parte bassa della schiena. Questo apre lo spazio del canale spinale, alleviando la pressione e portando sollievo dal dolore. L'intervento chirurgico tratta comunemente la stenosi spinale lombare. Una laminectomia tradizionale impiega da quattro a sei settimane per riprendersi.

Fusione spinale lombare

La fusione spinale lombare ambulatoriale collega permanentemente due o più vertebre nella parte bassa della schiena. L'intervento chirurgico aiuta a stabilizzare la colonna vertebrale dalla grave artrite o dalla rimozione dell'ernia del disco. La fusione spinale si è rivelata efficace per correggere alcuni deformità spinali. L'intervento prevede un breve periodo di convalescenza presso l'ambulatorio, al termine del quale l'individuo può rientrare a casa lo stesso giorno. Una fusione spinale tradizionale o aperta richiede una degenza in ospedale da due a tre giorni. Dopo quattro o sei settimane e con l'autorizzazione di un medico, gli individui possono tornare ad attività leggere, con un recupero completo che richiede sei mesi.


Decompressione spinale chiropratica


Referenze

Giornale internazionale di chirurgia della colonna vertebrale. (16 aprile 2021) "La frontiera in espansione della chirurgia ambulatoriale della colonna vertebrale". pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/33900984/

Mayo Clinica. (nd) "Fusione spinale". www.mayoclinic.org/tests-procedures/spinal-fusion/about/pac-20384523

Neurochirurghi del New Jersey. (21 luglio 2019) "Cronologia del recupero della discectomia lombare: la tua guida al recupero". www.neurosurgeonsofnewjersey.com/blog/lumbar-discectomy-recovery-time/#:~:text=The%20overall%20lumbar%20discectomy%20recovery,discectomy%20recovery%20time%20should%20progress

Ortopedia Rothman. (2 marzo 2017) "Chirurgia ambulatoriale della colonna vertebrale: un nuovo modo di guardare alla chirurgia". rothmanortho.com/stories/blog/outpatient-spine-surgery

Lesioni da collisione del veicolo – Vantaggi di decompressione

Lesioni da collisione del veicolo – Vantaggi di decompressione

Qualsiasi incidente automobilistico, collisione o incidente può causare varie lesioni, con problemi di mal di schiena come lesione primaria o effetto collaterale di altre lesioni. Di solito, i sintomi della lesione iniziano subito dopo la collisione, ma in altri casi, le persone potrebbero non iniziare a manifestare sintomi fino a ore, giorni o addirittura settimane dopo. Questo deriva dall'adrenalina che scorre in tutto il corpo durante la collisione/lotta o la risposta del volo ritardando i sintomi della lesione. Ci sono segnalazioni di individui che si allontanano incolumi da un incidente ma necessitano di cure mediche urgenti poco dopo. La cura chiropratica può fornire benefici di decompressione motorizzata manuale e spinale.

Vantaggi di decompressione

Lesioni da collisione del veicolo - Vantaggi di decompressione

Lesioni alla testa

  • Lesioni alla testa si verificano quando conducenti e/o passeggeri sbattono la testa sul volante, sui finestrini, sul cruscotto, sul telaio metallico e talvolta l'un l'altro.
  • Un trauma cranico è considerato una condizione grave che può causare commozioni cerebrali, fratture del cranio, coma, perdita dell'udito, problemi cognitivi e di memoria e problemi di vista.
  • Un trauma cranico significativo può causare cure mediche estese e costose con la possibilità di cure mediche a lungo termine.

Lesioni al collo

  • Le lesioni al collo sono comuni nelle collisioni di veicoli.
  • Il più comune è il colpo di frusta, con la testa e il collo che si spezzano a causa di una forza contundente indiretta, come se fossero tamponati.
  • Il colpo di frusta può causare danni significativi ai legamenti e ai muscoli, come gonfiore e dolore al collo e paralisi temporanea delle corde vocali.
  • I modelli di lesioni del colpo di frusta possono variare a seconda della velocità, della forza e della salute generale dell'individuo coinvolto.

Lesioni posteriori

  • Le lesioni alla schiena possono variare in gravità da distorsioni a danni significativi che coinvolgono i nervi e/o il midollo spinale.
  • Se il danno è grave, può portare a perdita di sensibilità nel corpo, perdita del controllo degli arti o paralisi permanente.
  • L'ernia del disco può portare a disabilità, debolezza muscolare, formicolio e intorpidimento degli arti e dolore corporeo radiante.

Lesioni al torace e al busto

  • Le forze di collisione del veicolo possono provocare gravi lesioni al torace che includono costole rotte.
  • Le costole rotte potrebbero non sembrare pericolose di per sé; possono perforare i polmoni causando altre lesioni ed emorragie interne.
  • Arresto cardiaco traumatico può derivare dalla forza dell'impatto.
  • Altre lesioni includono:
  • Lesioni addominali agli organi interni.
  • Danni al bacino.

Ossa rotte

  • Le gambe, i piedi, le braccia e le mani sono frequentemente ferite, rotte e talvolta lussate.
  • I motociclisti sono anche a maggior rischio di lesioni significative che includono:
  • Fratture multiple, lesioni interne, lesioni alla testa e gravi danni ai legamenti.
  • I pedoni colpiti da un veicolo hanno un rischio maggiore per una combinazione di tutte le lesioni contemporaneamente.

Benefici di decompressione non chirurgici

  • I chiropratici sono addestrati per identificare e curare le lesioni da collisione di veicoli.
  • La decompressione spinale non chirurgica allunga delicatamente la colonna vertebrale utilizzando un dispositivo di trazione motorizzato per aiutare a riposizionare la colonna vertebrale e rimuovere la pressione.
  • Quando la pressione viene rimossa, i dischi spinali riacquistano la loro altezza naturale, alleviando la pressione sui nervi e altre strutture spinali.
  • La guarigione ottimale è favorita da una migliore circolazione di nutrienti, acqua e ossigeno al sito della lesione.
  • La decompressione aiuta a rafforzare i muscoli nell'area interessata.
  • Fornisce cambiamenti strutturali spinali positivi.
  • Migliora la funzione del sistema nervoso.

Non-chirurgico decompressione è uno strumento per correggere le lesioni e alleviare il dolore, consentendo una salute ottimale per l'individuo.


Tabella di decompressione DOC


Referenze

Apfel, Christian C et al. "Il ripristino dell'altezza del disco attraverso la decompressione spinale non chirurgica è associato a una diminuzione della lombalgia discogenica: uno studio di coorte retrospettivo". BMC disturbi muscoloscheletrici vol. 11 155. 8 luglio 2010, doi:10.1186/1471-2474-11-155

Koçak, Fatmanur Aybala et al. “Confronto degli effetti a breve termine della trazione motorizzata convenzionale con la decompressione spinale non chirurgica eseguita con un dispositivo DRX9000 su dolore, funzionalità, depressione e qualità della vita in pazienti con lombalgia associata a ernia del disco lombare: studio controllato randomizzato cieco. Giornale turco di medicina fisica e riabilitazione vol. 64,1 17-27. 16 feb. 2017, doi:10.5606/tftrd.2017.154

Macario, Alessio e Giuseppe V Pergolizzi. "Revisione sistematica della letteratura sulla decompressione spinale tramite trazione motorizzata per la lombalgia discogenica cronica". Pratica del dolore: la Gazzetta ufficiale del World Institute of Pain vol. 6,3 (2006): 171-8. doi:10.1111/j.1533-2500.2006.00082.x

Complicazioni Postura scorretta

Complicazioni Postura scorretta

Man mano che il corpo invecchia, l'inclinazione, la poca o nessuna attività fisica e lo stretching regolare causano affaticamento muscolare, debolezza, tensione, portando a complicazioni di cattiva postura. Le complicazioni includono:

  • Dolore alla schiena e al collo
  • spalle arrotondate
  • Disfunzione spinale
  • Degenerazione articolare
  • Problemi di sonno
  • Dolore cronico

La postura può essere migliorata insieme al generale salute spinale e una migliore qualità della vita attraverso il trattamento chiropratico. La chiropratica migliorerà la postura attraverso aggiustamenti, allenamento posturale e stretching, educazione ergonomiae nutrizione per rafforzare il corpo.

Complicazioni Postura scorretta

Complicazioni Postura scorretta

Sintomi

I sintomi variano in quanto dipendono dalla gravità del caso e dalla condizione.

  • Stanchezza/debolezza muscolare
  • Dolori muscolari e indolenzimento
  • Mal di schiena
  • spalle arrotondate
  • Problemi in piedi e/o nella deambulazione
  • Mal di testa
  • ventre gonfio

meccanismi

Una cattiva postura porta a disfunzioni e interferenze con il corpo meccanismi posturali. Questi includono:

Fibre muscolari

Il muscolo scheletrico comprende due tipi di fibre muscolari. Sono muscoli statici o a contrazione lenta e muscoli fasici o a contrazione rapida. Le fibre muscolari statiche si trovano negli strati muscolari più profondi. Le fibre statiche bruciano energia lentamente e continuano a lavorare senza stancarsi. Aiutano il corpo a mantenere la postura senza sforzo e contribuiscono all'equilibrio rilevando la posizione del corpo e trasmettendo le informazioni al cervello. Le fibre muscolari fasiche vengono utilizzate per il movimento e l'attività, ma possono esaurire rapidamente l'energia. Una cattiva postura provoca affaticamento muscolare perché le fibre fasiche vengono utilizzate anziché le fibre statiche per mantenere la corretta posizione del corpo.

Forza muscolare e lunghezza

Nel tempo, il corpo ha costantemente bisogno del supporto delle fibre muscolari fasiche. Ciò fa deperire i muscoli di supporto più profondi perché non vengono utilizzati. I muscoli deboli e inutilizzati iniziano a contrarsi, causando un accorciamento della lunghezza muscolare che può compattare le ossa della colonna vertebrale e causare complicazioni alla schiena.

Feedback del sistema nervoso

Gli strati più profondi del muscolo percepiscono la posizione del corpo nello spazio e trasmettono queste informazioni al cervello. Il cervello non riceve la trasmissione completa se le fibre muscolari fasiche assumono questa funzione. Il cervello presume che il corpo debba essere sostenuto/corretto per contrastare gli effetti della cattiva postura, innescando un'ulteriore contrazione muscolare, aggiungendo affaticamento e dolore.

Ascoltando il corpo

L'obiettivo è quello di prendere l'abitudine di ascoltare regolarmente ciò che il corpo dice. Apporta piccoli aggiustamenti stando in piedi e seduto per tutto il giorno/notte. Spesso ciò che accade è che le persone si immergono così tanto nel loro lavoro, nei compiti scolastici che ignorano qualsiasi disagio fisico e si fanno avanti e dimenticano di cambiare posizione/spostarsi per far muovere i muscoli e far pompare il sangue. Se c'è tensione o affaticamento muscolare, non lavorare solo attraverso il dolore; spostati in un'altra posizione sana.

Miglioramento della postura

I suggerimenti includono:


Composizione corporea


Forza di formazione

Con l'invecchiamento, il corpo perde massa muscolare, nota come sarcopenia. Tra i 30 e gli 80 anni, uomini e donne possono perdere il 30-50% della loro forza muscolare. La diminuzione della forza può rendere una sfida condurre uno stile di vita attivo o avere livelli di energia per completare le commissioni quotidiane. Gli individui possono essere riluttanti a migliorare i livelli di forma fisica attraverso allenamenti di resistenza credendo che non sia rimasto nulla dopo anni di inattività. Questo non è vero perché chiunque può allenarsi con la forza. Con la giusta mentalità e il team di coaching sanitario, gli obiettivi possono essere impostati su:

  • Migliora la composizione corporea
  • Migliorare i livelli di energia
  • Mantieni uno stile di vita attivo
Referenze

Creze, Maud et al. "Mappatura della rigidità correlata alla postura dei muscoli paraspinali". Giornale di anatomia vol. 234,6 (2019): 787-799. doi:10.1111/joa.12978

Deliagina, Tatiana G et al. "Meccanismi fisiologici e circuitali del controllo posturale". Opinione attuale in neurobiologia vol. 22,4 (2012): 646-52. doi:10.1016/j.conb.2012.03.002

Korakakis, Vasileios et al. "Percezioni del fisioterapista di una postura ottimale seduta e in piedi." Scienze e pratiche muscoloscheletriche vol. 39 (2019): 24-31. doi:10.1016/j.msksp.2018.11.004

Pollock, AS et al. "Cos'è l'equilibrio?" Riabilitazione clinica vol. 14,4 (2000): 402-6. doi:10.1191/0269215500cr342oa

Waters, Thomas R e Robert B Dick. "Evidenza dei rischi per la salute associati a una posizione prolungata al lavoro e all'efficacia dell'intervento". Infermieristica riabilitativa: la Gazzetta ufficiale dell'Association of Rehabilitation Nurses vol. 40,3 (2015): 148-65. doi:10.1002/rnj.166

Segni di guarigione del nervo pizzicato

Segni di guarigione del nervo pizzicato

Un nervo schiacciato potrebbe non sentirsi come se stesse guarendo. Ciò è dovuto al dolore, ai dolori, al disagio e alle sensazioni / sensazioni di formicolio intorno all'area interessata. Questo potrebbe essere il collo, la spalla, il braccio, le mani, la schiena, le gambe e i piedi. Tuttavia, quando il dolore e il formicolio si muovono e si spostano, è un segno della guarigione del nervo schiacciato.

Segni di guarigione del nervo pizzicato

Quantità di tempo per la guarigione del nervo schiacciato

Aspettare che il nervo guarisca non è un'opzione di trattamento consigliata, poiché la maggior parte dei nervi schiacciati non si riprende completamente da sola. Un nervo schiacciato di solito impiega circa sei settimane per guarire con un trattamento adeguato. Più a lungo il nervo rimane schiacciato, più è probabile che ci siano danni permanenti. Per evitare che il nervo schiacciato torni e peggiori, si raccomanda alle persone di incorporare un piano di pre-abilitazione che preveda la continuazione di esercizi di riabilitazione per rafforzare e mantenere i muscoli, i legamenti e i nervi sciolti e la regolazione della postura, del lavoro, dell'esercizio e delle abitudini alimentari per evitare di ferire nuovamente il nervo o causare nuove lesioni /S. 

Siti nervosi comuni

I nervi corrono in tutto il corpo, quindi è possibile avvertire un nervo schiacciato ovunque. I siti nervosi pizzicati più comuni si verificano nelle articolazioni dove c'è un movimento costante. Queste aree includono:

  • Collo
  • Spalle
  • Lower Back
  • Braccia
  • Mani
  • Piedi

Segni di guarigione

Gli individui spesso credono che il loro nervo schiacciato stia peggiorando a causa di indolenzimento, dolori e sensazioni strane. Quando il dolore persiste in un'area, potrebbe essere un segno che il nervo non è stato completamente allungato/rilasciato e/o che è ancora in corso una compressione. Il trattamento e la guarigione includono la sensazione dei sintomi ma in un modo diverso. I sintomi si sposteranno su, giù o intorno a seconda di dove si trova il nervo schiacciato. Il trattamento prende il/i nervo/i e li allunga/allunga, ma il pizzico ha creato una piega, una piega, una piega nervosa che vuole tornare alla posizione di schiacciamento. Questo è il motivo per cui si consiglia di continuare il trattamento e lo stretching, poiché uno spasmo, un trauma o qualche movimento imbarazzante possono far ripiegare il nervo nella posizione schiacciata o causare un pizzico completamente nuovo.

Rilascio chiropratico

La chiropratica tratta i nervi schiacciati/compressi con diversi modalità terapeutiche. Questi includono:

  • Regolazioni del corpo
  • Flessione-distrazione
  • Massaggio terapeutico
  • Trazione
  • Inversione
  • Terapia laser
  • Ultrasuono

Combinati, questi metodi possono aiutare a curare i nervi schiacciati e impedire che si ripetano.


Composizione corporea


Muscolo scheletrico

Muscolo scheletrico è un importante gruppo muscolare. Questi muscoli sono attaccati all'osso dai tendini. I muscoli scheletrici incorporano nervi, vasi sanguigni e tessuto connettivo per funzionare come un'unità. Ogni muscolo scheletrico è costituito da cellule che si uniscono e formano fasci di fibre muscolari scheletriche.

  • L'allenamento di forza stimola le fibre muscolari. Se combinato con una corretta alimentazione provoca ipertrofia/crescita muscolare.
  • I muscoli si contraggono e si accorciano per tirare le ossa e le articolazioni, consentendo il movimento del corpo.
  • Il sistema nervoso segnala i nervi nel muscolo/i e innesca queste contrazioni.
  • Il muscolo scheletrico aiuta il corpo:
  • Mantieni la postura
  • Genera calore corporeo
  • Stabilità alle ossa e alle articolazioni
Referenze

Bowley, Michael P e Christopher T Doughty. "Neuropatie da intrappolamento dell'arto inferiore". Le cliniche mediche del Nord America vol. 103,2 (2019): 371-382. doi:10.1016/j.mcna.2018.10.013

Campbell, W. "Diagnosi e gestione delle neuropatie comuni da compressione e intrappolamento". Cliniche neurologiche vol. 15,3 (1997): 549-67. doi:10.1016/s0733-8619(05)70333-9

Inghilterra, J D. "Neuropatie da intrappolamento". Opinione attuale in neurologia vol. 12,5 (1999): 597-602. doi:10.1097/00019052-199910000-00014

Kane, Patrick Met et al. "Sindrome del doppio schiacciamento". Il Journal of American Academy of Orthopaedic Surgeons vol. 23,9 (2015): 558-62. doi:10.5435/JAAOS-D-14-00176

Neurorigenerazione: cellule nervose in crescita

Neurorigenerazione: cellule nervose in crescita

Neurorigenerazione potrebbe diventare un'opzione per i trattamenti delle lesioni del midollo spinale in futuro. Una lesione del midollo spinale o SCI è quando c'è un danno al fascio di nervi e cellule che inviano e ricevono segnali dal cervello e dal corpo. Una lesione del midollo spinale può essere causata da un trauma/lesione diretta al midollo o da danni ai tessuti e alle vertebre. Il danno può comportare modifiche temporanee o permanenti in:

  • Sensazione
  • Movimento
  • Forza
  • Funzione/i del corpo al di sotto del sito della lesione.

Ci sono lesioni incomplete e complete. Lesioni che causano una morte cellulare limitata o nulla possono ottenere un recupero completo. Lesioni più gravi e/o più alte del midollo spinale possono causare danni permanenti e/o paralisi. Incidenti automobilistici, incidenti e cadute gravi sono le cause più comuni di lesioni del midollo spinale.

  • An lesione incompleta significa che il cavo può ancora trasmettere messaggi, ma sono presenti interferenze/disturbi.
  • A lesione completa significa che la comunicazione e la funzione motoria/il movimento volontario del corpo non stanno trasmettendo.

Neurorigenerazione: cellule nervose in crescita

Sintomi

I sintomi di una lesione del midollo spinale includono:

  • Posizionamento innaturale o scomodo della colonna vertebrale o della testa.
  • Dolore o pressione alla testa, al collo o alla schiena.
  • Intorpidimento
  • Formicolio
  • Perdita o alterazioni della sensibilità alle mani e ai piedi.
  • Problemi con la deambulazione.
  • Debolezza o incapacità di muovere parti del corpo.
  • Perdita di movimento.
  • La paralisi può verificarsi immediatamente o svilupparsi nel tempo poiché gonfiore e sanguinamento colpiscono il midollo.
  • Perdita di controllo della vescica e dell'intestino.
  • Cambiamenti nella funzione sessuale.
  • Respirazione difficoltosa.

Controllo del danno SCI

Una lesione del midollo spinale colpisce il sistema nervoso centrale, la sede centrale del corpo. I danni possono causare complicazioni attraverso ciò che viene chiamato il cascata di lesioni secondarie, che è una serie di reazioni chimiche che il corpo attiva per aiutare la situazione. Tuttavia, se la risposta chimica non si ferma e rimane attiva, può peggiorare la lesione. Il corpo riconosce che si è verificata un'emergenza e cerca di entrare in una modalità di spegnimento che uccide alcune cellule del sistema nervoso centrale. Quando si verifica una lesione spinale, il trattamento si concentra sull'arresto del danno il più rapidamente possibile per fermare la cascata della lesione e prevenire il più possibile la morte cellulare. Questo atto è chiamato neuroconservazione, il che significa che il team sta cercando di preservare e salvare quante più cellule nervose possibile.

Studi sul trattamento della neurorigenerazione delle lesioni

Mentre il trattamento attuale si concentra principalmente sull'arresto del maggior numero possibile di danni, quindi sottoponendosi a terapie fisiche per mantenere l'allineamento spinale e riabilitare il corpo, il futuro del trattamento delle lesioni guarda alla ricrescita e alla riparazione delle cellule nervose danneggiate attraverso un processo noto come neurorigenerazione. Riparare i nervi che sono stati danneggiati potrebbe cambiare la vita di molti. I trattamenti di neurorigenerazione allo studio includono:

Chirurgia

  • Uno studio in The Lancet Neurology presenta come sottoporsi a un intervento chirurgico il prima possibile dopo un infortunio può fornire vantaggi significativi.
  • I risultati potrebbero cambiare tutte le linee guida per le lesioni del midollo spinale.

Medicazioni

  • A studio su Riluzolo, un farmaco che ha dimostrato di poter rallentare il danno delle cellule nervose.
  • Un team ha completato uno studio randomizzato controllato per il farmaco; a breve saranno disponibili i risultati finali.

Trattamento con anticorpi

Gli anticorpi sono in corso studiato in due modi.

  • Per impedire che le cellule nervose vengano danneggiate.
  • Per aiutare le cellule nervose danneggiate a rigenerarsi.

Cellule staminali

  • Gli scienziati stanno studiando modi per far crescere nuove cellule nervose da quelle di un individuo cellule staminali senza bisogno di cellule staminali embrionali.
  • Cellule staminali specializzate potrebbero essere utilizzate anche per aiutare altre cellule nervose a rigenerarsi.

La stimolazione elettrica

  • Un altro approccio utilizza la stimolazione elettrica per ripristinare la funzione nel midollo spinale.
  • Terapia che potrebbe aiutare un individuo paralizzato a camminare di nuovo.

Il futuro della neurorigenerazione

A parte l'intervento chirurgico precoce, la maggior parte dei trattamenti neurorigenerativi non sono ancora pronti o accessibili. C'è ancora molta più ricerca prima che possa diventare un'opzione di trattamento tradizionale. Il trattamento che prevede la rigenerazione delle cellule nervose richiederà più tempo rispetto a un trattamento progettato per proteggere le cellule nervose. Tuttavia, nei prossimi anni dovrebbero essere condotti più studi clinici, con le terapie con cellule staminali che impiegheranno più tempo. Alcune di queste terapie potrebbero essere pronte per essere utilizzate su pazienti reali in 5-10 anni.


Composizione corporea


L'importanza di misurare la composizione corporea

La maggior parte dei programmi di dieta e fitness si concentra sulla perdita o sull'aumento di peso. Tuttavia, tendono a trascurare che gli individui hanno composizioni corporee completamente diverse. La composizione corporea descrive la quantità di:

  • Grasso
  • Bone
  • Acqua
  • Muscolo
  • Nel corpo.

Misurare la composizione corporea può rivelare la composizione unica di un corpo e aiutare a identificare le aree su cui lavorare per migliorare la salute e il benessere generale. L'analisi della composizione corporea fornisce un'istantanea dei livelli di salute/forma fisica di un individuo per aiutare a raggiungere gli obiettivi di salute dall'interno verso l'esterno.

Referenze

Aguilar, Juan et al. "La lesione del midollo spinale cambia immediatamente lo stato del cervello". The Journal of neuroscience: la Gazzetta ufficiale della Society for Neuroscience vol. 30,22 (2010): 7528-37. doi:10.1523/JNEUROSCI.0379-10.2010

Badhiwala, Jetan H; Wilson, Jefferson R; Witiw, Christopher D; et al. (febbraio 2021). La neurologia della lancetta vol. 20, No. 2, P. 117. L'influenza della tempistica della decompressione chirurgica per la lesione acuta del midollo spinale: un'analisi combinata dei dati dei singoli pazienti. DOI: 10.1016/S1474-4422(20)30406-3

Chari, Aswin et al. "Neurostimolazione chirurgica per lesioni del midollo spinale". Scienze del cervello vol. 7,2 18. 10 feb. 2017, doi:10.3390/brainsci7020018

Frattura da compressione

Frattura da compressione

A volte il le ossa o le vertebre della colonna vertebrale possono rompersi e crollare sotto il loro peso. Questo è noto come frattura da compressione, frattura da compressione vertebrale o VCF. Ci sono quasi 1 milione di fratture da compressione ogni anno, di solito perché le ossa si indeboliscono e si rompono sotto il peso delle vertebre sopra di esse. Queste fratture possono causare debolezza spinale che influisce sulla postura e sulla capacità di stare in piedi. Sono spesso la causa per cui gli individui si curvano, chiamati anche cifosi.

Frattura da compressione

Frattura da compressione

Le fratture da compressione sono piccole rotture o crepe nelle vertebre. Le rotture si verificano nel corpo vertebrale, la parte spessa e arrotondata sulla parte anteriore di ciascuna vertebra. Queste fratture causano l'indebolimento e il collasso della colonna vertebrale. Con il tempo, queste fratture influenzano la postura quando la colonna vertebrale si curva in avanti. Le fratture si trovano spesso nella colonna vertebrale medio/toracica nell'area inferiore. Spesso derivano dall'osteoporosi ma possono verificarsi anche dopo un trauma come un incidente automobilistico, lavoro, infortunio sportivo o un tumore alla colonna vertebrale.

Sintomi

I sintomi della frattura da compressione vanno da lievi a gravi o assenti. Molte persone possono stare in piedi o camminare senza dolore. Vengono spesso scoperti quando i raggi X vengono presi per un'altra condizione. I sintomi includono:

  • Il mal di schiena può manifestarsi all'improvviso e durare per un tempo significativo, spesso diagnosticato come mal di schiena cronico.
  • Di solito si sviluppa tra le spalle e la parte bassa della schiena.
  • Il dolore e il disagio diminuiscono quando si è sdraiati e peggiorano quando si sta in piedi o si cammina.
  • Diminuzione della mobilità o flessibilità della colonna vertebrale. Gli individui non sono in grado di piegarsi o piegarsi.
  • Aspetto curvo, noto come gobba o gobbo della vedova.
  • Perdita di altezza dalla compressione delle vertebre e dalla curvatura della colonna vertebrale.
  • Nervi pizzicati
  • Il danno ai nervi può causare formicolio, intorpidimento e difficoltà a camminare.
  • Perdita del controllo della vescica o dell'intestino con fratture gravi non trattate.

Individui a rischio

  • Gli individui che hanno avuto una frattura da compressione hanno maggiori probabilità di averne un'altra.
  • Le donne sopra i 50 anni hanno un rischio maggiore a causa dell'osteoporosi.
  • Con l'età, il rischio aumenta per uomini e donne.

Diagnosi

Un medico eseguirà un esame e chiederà informazioni sui sintomi. L'esame comprenderà:

  • Controllo dell'allineamento spinale.
  • Analisi posturale.
  • Palpa delicatamente diverse aree della schiena per identificare la fonte del dolore.
  • Esaminare i segni di danni ai nervi che includono intorpidimento, formicolio o debolezza muscolare.

Un medico ordinerà studi di imaging per esaminare la spina dorsale, i muscoli e i tessuti molli. Gli studi di imaging includono:

  • Scansione TC, raggi X o risonanza magnetica della colonna vertebrale.
  • Scansione DEXA è un tipo di radiografia che misura la densità ossea della perdita ossea.
  • A mielogramma è una procedura utilizzata insieme agli studi di imaging. Un colorante di contrasto viene iniettato nel dorso prima della scansione, rendendo le immagini più facili da vedere.
  • A scintigrafia ossea trifase è uno studio di imaging che prende tre serie di immagini.

Trattamento

Il trattamento delle fratture da compressione si concentra sull'alleviare il dolore, sulla stabilizzazione delle vertebre e sulla prevenzione continua delle fratture. Il trattamento dipende dalla gravità della frattura e dalla salute generale dell'individuo. Il trattamento può includere:

Medicazione del dolore

  • Un medico può raccomandare farmaci antinfiammatori non steroidei da banco.
  • Un medico può prescrivere rilassanti muscolari o prescrizione di farmaci.
  • Seguire attentamente le istruzioni durante l'assunzione di farmaci.

Parentesi graffa posteriore

  • Un tipo speciale di rinforzo posteriore aiuta a sostenere le vertebre.
  • Il tutore può anche alleviare il dolore riducendo il movimento della colonna vertebrale.

Farmaci rinforzanti

Vertebroplastica o Cifoplastica

  • Questa procedura minimamente invasiva allevia il dolore, stabilizza le ossa e migliora la mobilità.
  • Durante vertebroplastica, il medico inserisce un ago nella vertebra e inietta cemento osseo.
  • Durante cifoplastica, il medico inserisce un dispositivo gonfiabile che riempiono di cemento.
  • Entrambe sono procedure ambulatoriali che consentono all'individuo di tornare a casa lo stesso giorno.

Gli individui di età superiore ai 65 anni o che hanno l'osteoporosi o una storia di cancro sono invitati a consultare il proprio medico. Agli individui che presentano un mal di schiena improvviso che non migliora dopo un giorno o due si consiglia di consultare un medico e valutare il mal di schiena in modo che il medico possa determinare la causa e sviluppare un piano di trattamento.


Composizione corporea


Vitamina D per costruire muscoli

La massa muscolare scheletrica diminuisce con l'invecchiamento del corpo, principalmente a causa della ridotta attività fisica. È stato segnalato che la vitamina D influenza la qualità muscolare. Questo potrebbe essere utile per gli adulti che invecchiano. La perdita muscolare diminuisce le prestazioni funzionali nelle attività che richiedono forza e coordinazione. Quando questa perdita di massa muscolare diventa significativa, diventa una condizione nota come sarcopenia. I trattamenti includono:

  • Dieta sana
  • Esercitare
  • Integrazione di vitamina D
  • Tutti sono stati trovati per rallentare la perdita muscolare e aiutare a ritrovare massa e forza muscolare.
  • La supplementazione di vitamina D è efficace, specialmente negli anziani i cui livelli ematici sono bassi.
Referenze

Accademia americana dei chirurghi ortopedici. Osteoporosi e fratture spinali. (orthoinfo.aaos.org/en/diseases–condizioni/osteoporosi-e-fratture-spinali/) Accesso il 10/25/2021.

Associazione americana dei chirurghi neurologici. Fratture da compressione vertebrale. (www.aans.org/en/Patients/Neurosurgical-Conditions-and-Treatments/Vertebral-Compression-Fractures) Accesso il 10/25/2021.

Bischoff-Ferrari, HA et al. "L'espressione del recettore della vitamina D nel tessuto muscolare umano diminuisce con l'età". Giornale di ricerca sulle ossa e sui minerali: la rivista ufficiale dell'American Society for Bone and Mineral Research vol. 19,2 (2004): 265-9. doi:10.1359/jbmr.2004.19.2.265

Donnally III CJ, DiPompeo CM, Varacallo M. Fratture da compressione vertebrale. [Aggiornato 2021 novembre 21]. In: StatPearls [Internet]. Treasure Island (FL): StatPearls Publishing; 2022 gennaio-. Disponibile dal: www.ncbi.nlm.nih.gov/books/NBK448171/

Hassan-Smith, Zaki K et al. "25-idrossivitamina D3 e 1,25-diidrossivitamina D3 esercitano effetti distinti sulla funzione del muscolo scheletrico umano e sull'espressione genica". PloS uno vol. 12,2 e0170665. 15 feb. 2017, doi:10.1371/journal.pone.0170665

McCarthy, Jason e Amy Davis. "Diagnosi e gestione delle fratture da compressione vertebrale". medico di famiglia americano vol. 94,1 (2016): 44-50.

Mal di schiena toracico

Mal di schiena toracico

colonna vertebrale toracica, noto anche come parte superiore o centrale della schiena, è progettato per la stabilità per ancorare la gabbia toracica e proteggere gli organi del torace. È altamente resistente alle lesioni e al dolore. Tuttavia, quando il mal di schiena toracico si presenta, di solito è dovuto a problemi di postura a lungo termine o a un infortunio. Il mal di schiena toracico è meno comune del dolore lombare e del collo, ma colpisce fino al 20% della popolazione, in particolare le donne. Le opzioni di trattamento includono la chiropratica per un sollievo dal dolore rapido ea lungo termine.

Mal di schiena toracico

Mal di schiena toracico e indolenzimento

L'area toracica è vitale per varie funzioni legate a:

  • Meccanica della respirazione
  • Funzione ottimale del braccio
  • Protezione degli organi
  • Supporto del bagagliaio
  • Salute dei tessuti nervosi

I motivi comuni per provare il mal di schiena toracico includono:

  • Un colpo diretto o una lesione ad alto impatto da una caduta.
  • Infortunio sportivo.
  • Incidente automobilistico.
  • Posture malsane che mettono la colonna vertebrale in un disallineamento cronico, causando tensione.
  • Lesioni da uso eccessivo ripetitivo da piegarsi, raggiungere, sollevare, torcere.
  • Cattiva meccanica del core o della spalla, che causa uno squilibrio muscolare.
  • Irritazione muscolare, i grandi muscoli della parte superiore della schiena sono inclini a sviluppare tensioni o tensioni che possono essere dolorose e difficili da alleviare.
  • Decondizionamento o mancanza di forza.
  • La disfunzione articolare può derivare da un infortunio improvviso o da una degenerazione naturale dovuta all'invecchiamento. Esempi inclusi lacerazione della cartilagine delle faccette articolari or rottura della capsula articolare.

Il mal di schiena di solito si sente come un dolore acuto e bruciante localizzato in un punto o un dolore generale che può divampare e diffondersi alla spalla, al collo e alle braccia.

Tipi di mal di schiena

Questi includono:

  • Dolore miofasciale
  • Degenerazione della colonna vertebrale
  • Disfunzione articolare
  • Disfunzione nervosa
  • Disallineamenti spinali generali

A seconda di quali tessuti specifici sono interessati, può verificarsi dolore durante la respirazione o l'uso del braccio. Si consiglia di far eseguire un esame da un operatore sanitario e ottenere una diagnosi accurata. Un chiropratico comprende il delicato equilibrio e le funzioni fornite dalla colonna vertebrale toracica e può sviluppare un piano di trattamento adeguato.

Chiropratica

Le opzioni di trattamento dipenderanno dai sintomi, dalle disfunzioni sottostanti e dalle preferenze individuali.​Le raccomandazioni per il trattamento spesso includono:

  • Regolazioni della colonna vertebrale per migliorare l'allineamento e l'integrità dei nervi.
  • Allenamento posturale per mantenere l'allineamento della colonna vertebrale.
  • Massaggio terapeutico.
  • Allenamento fisico per ripristinare l'equilibrio muscolare.
  • Tecniche antidolorifiche non invasive.
  • Allenamento per la salute.

Composizione corporea


Diete a base vegetale per la perdita di peso

Individui che seguono vegani, vegetariani e semivegetariano le diete hanno segnalato e dimostrato che hanno meno probabilità di essere sovrappeso o obesi. Ciò può indicare che ridurre l'assunzione di carne e prodotti animali è benefico per la perdita di peso. Gli studi hanno scoperto che le persone che seguono una dieta vegana possono perdere più peso rispetto alle persone che seguono una dieta dimagrante più convenzionale, anche con calorie simili consumate, e spesso hanno miglioramenti significativi nella glicemia e nei marcatori di infiammazione.

Guadagno di proteine ​​e muscoli a base vegetale

Alcuni proteine ​​a base vegetale sono efficaci quanto le proteine ​​animali nel promuovere il guadagno muscolare. UN studio ha scoperto che l'integrazione di proteine ​​del riso dopo l'allenamento di resistenza ha avuto benefici simili all'integrazione di proteine ​​del siero di latte. Entrambi i gruppi avevano:

Referenze

Briggs AM, Smith AJ, Straker LM, Bragge P. Dolore alla colonna vertebrale toracica nella popolazione generale: prevalenza, incidenza e fattori associati in bambini, adolescenti e adulti. Una revisione sistematica. Disturbo muscoloscheletrico BMC. 2009;10:77.

Cichoń, Dorota et al. "Efficacia della fisioterapia nella riduzione del mal di schiena e nel miglioramento della mobilità articolare nelle donne anziane". Ortopedia, traumatologia, rehabilitacja vol. 21,1 (2019): 45-55. doi:10.5604/01.3001.0013.1115

Fouquet N, Bodin J, Descatha A, et al. Prevalenza del dolore della colonna vertebrale toracica in una rete di sorveglianza. Occup Med (Londra). 2015;65(2):122-5.

Jäger, Ralf et al. "Confronto tra il tasso di digestione dell'isolato di proteine ​​​​del riso e del siero di latte e l'assorbimento degli aminoacidi". Giornale della Società Internazionale di Nutrizione Sportiva vol. 10, Supplemento 1 P12. 6 dic. 2013, doi:10.1186/1550-2783-10-S1-P12

Gioia, Jordan M et al. "Gli effetti di 8 settimane di integrazione di proteine ​​del siero di latte o di riso sulla composizione corporea e sulle prestazioni fisiche". Rivista nutrizionale vol. 12 86. 20 giugno 2013, doi:10.1186/1475-2891-12-86

Medawar, Evelyn et al. "Gli effetti delle diete a base vegetale sul corpo e sul cervello: una revisione sistematica". Psichiatria traslazionale vol. 9,1 226. 12 set. 2019, doi:10.1038/s41398-019-0552-0

Newby, PK et al. "Rischio di sovrappeso e obesità tra le donne semivegetariane, lattovegetariane e vegane". Il giornale americano di nutrizione clinica vol. 81,6 (2005): 1267-74. doi:10.1093/ajcn/81.6.1267

Pope, Malcolm H et al. "Ergonomia della colonna vertebrale". Revisione annuale dell'ingegneria biomedica vol. 4 (2002): 49-68. doi:10.1146/annurev.bioeng.4.092101.122107

Tensione muscolare del polpaccio e lesioni

Tensione muscolare del polpaccio e lesioni

Il dolore al polpaccio è comune nelle persone che trascorrono molto tempo in piedi, sia in piedi al lavoro, a scuola o durante l'allenamento di atleti. I muscoli del polpaccio assumono una quantità enorme di carico durante il giorno. Salire le scale, fare jogging, correre e fare escursioni aumenta la tensione sui muscoli. Nella maggior parte dei casi, il dolore al polpaccio deriva da una lesione da uso eccessivo dei muscoli del polpaccio. Calzature improprie può anche contribuire a problemi intorno al piede e alla caviglia che includono:

  • strettezza
  • Perdita di forza del piede
  • Diminuzione della mobilità

I polpacci corti o stretti possono portare a movimenti disfunzionali, sintomi di crampi, dolore cronico e rigidità. Una combinazione di trattamento chiropratico a rilascio attivo e terapia fisica può aiutare a eliminare rapidamente il dolore al polpaccio.

Tensione muscolare del polpaccio e lesioni

Anatomia

I polpacci sono costituiti da due muscoli, il gastrocnemio e il soleo.

  • Il gastroc ha origine appena sopra il ginocchio.
  • Il soleo è sotto il ginocchio.

Entrambi si inseriscono sul retro della caviglia mentre si uniscono per formare il Tendine di Achille. Il gastrocnemio è il muscolo di potenza utilizzato per movimenti esplosivi come il salto. Il muscolo soleo è prevalentemente un muscolo a contrazione lenta. Ciò significa che è molto attivo durante attività prolungate, come stare in piedi, camminare, fare esercizio e correre. Quando si tratta di problemi al polpaccio e alla caviglia, anche altri muscoli possono contribuire. Questi includono:

  • Il tibiale posteriore si trova in profondità nella porzione interna del polpaccio e svolge un ruolo nella funzione del piede e della caviglia.
  • Il tibiale posteriore è fortemente coinvolto con Sindrome da stress tibiale mediale o MTSS, chiamati anche stinchi.

Dolore muscolare al polpaccio

Più comunemente, il dolore al polpaccio è causato dall'uso eccessivo dei muscoli del polpaccio. Questo è spesso il risultato del costante martellamento dei piedi e della parte inferiore delle gambe dallo stare in piedi, camminare e lavorare. Nel tempo, i colpi ripetitivi possono causare piccoli strappi nei muscoli della parte inferiore delle gambe e dei polpacci. Se rilevato, si consiglia un riposo e un recupero precoci per consentire ai muscoli di rilassarsi, sciogliersi e guarire. Tuttavia, l'uso ripetuto può portare a lesioni più gravi senza un trattamento adeguato, come sindrome compartimentale. Alcuni tipi di dolore al polpaccio possono significare a emergenza medica che richiede un trattamento immediato.

Sindrome compartimentale

Un rivestimento duro e fibroso circonda il polpaccio chiamato fascia. Durante l'attività fisica o l'esercizio, il sangue scorre in questi muscoli, facendoli aumentare di dimensioni. Se la fascia non può allungarsi abbastanza quando questi muscoli si allargano, possono svilupparsi dolore e tensione. Questo è noto come sindrome cronica del compartimento posteriore. Il disagio in genere scompare quando l'attività si interrompe, ma è probabile che ritorni senza un trattamento adeguato.

Infortunio al polpaccio

Dolore, senso di oppressione e dolore si avvertono solitamente lungo la parte posteriore o all'interno della parte inferiore della gamba. I muscoli del polpaccio generalmente non sono dolorosi al tatto, ma possono essere doloranti quando viene applicata una pressione profonda. Dolore e senso di oppressione al polpaccio spesso si manifestano con un'attività fisica prolungata, si esercitano e scompaiono una volta interrotta l'attività. Se la lesione diventa cronica, la rigidità del polpaccio può presentarsi anche quando non è attivo, insieme a intorpidimento e/o formicolio nella parte inferiore della gamba o del piede.

Trattamento

Si raccomanda di non ignorare alcun disagio, dolore e rigidità ai polpacci. Un uso eccessivo continuato può portare alla formazione di tessuto cicatriziale e al potenziale dolore cronico senza cure adeguate. Rilascio attivo – ARTE, e la chiropratica trattano efficacemente questo tipo di lesione. L'ART rompe il tessuto cicatriziale, restituendo la normale funzione ai muscoli del polpaccio. E la chiropratica scioglie le articolazioni rigide di fianchi, caviglie e piedi che possono contribuire all'usura dei polpacci. Insieme possono rapidamente ed eliminare il dolore al polpaccio. Parte di un piano di trattamento include:

  • Manipolazione o mobilizzazione articolare
  • Mobilizzazione dei tessuti molli
  • Raccomandazioni nutrizionali
  • Esercizi basati sulla riabilitazione e si estende

Composizione corporea


Adattamenti metabolici

L'esercizio aerobico ha un impatto sostanziale sul sistema di produzione di energia dei muscoli del corpo e adattamento cardiovascolare. Il sangue fornisce ossigeno alle cellule muscolari per produrre energia che alimenta tutto l'esercizio svolto. L'esercizio aerobico si basa principalmente su produzione di energia ossidativa, che avviene all'interno delle cellule chiamate mitocondri. L'esercizio aerobico rompe anche le molecole di grasso per produrre energia, cosa che può avvenire solo all'interno dei mitocondri.

  • L'allenamento aerobico migliora la capacità delle cellule muscolari di bruciare i grassi generando più mitocondri e migliorando la loro funzionalità. Nello specifico, il corpo brucia più grasso del solito nelle ore successive ad ogni sessione di allenamento.
  • Con una qualità e una quantità più precise di macchinari per bruciare i grassi, l'allenamento aerobico può aumentare il tasso metabolico a riposo, con conseguente consumo di più calorie.
  • L'esercizio aerobico ad alta intensità aumenta anche il consumo di ossigeno in eccesso post-esercizio - EPOC, con conseguente aumento delle calorie bruciate oltre a quelle bruciate durante l'esercizio.
Referenze

Alfredson, H et al. "Allenamento dei muscoli del polpaccio eccentrico a carico pesante per il trattamento della tendinosi cronica di Achille." Il giornale americano di medicina dello sport vol. 26,3 (1998): 360-6. doi:10.1177/03635465980260030301

Brillante, Jacob Michael et al. "Diagnosi ecografica di lesioni al polpaccio". Salute sportiva vol. 9,4 (2017): 352-355. doi:10.1177/1941738117696019

Campbell, John T. "Lesione al polpaccio posteriore". Cliniche del piede e della caviglia vol. 14,4 (2009): 761-71. doi:10.1016/j.fcl.2009.07.005

Green, Brady e Tania Pizzari. "Lesioni da sforzo muscolare del polpaccio nello sport: una revisione sistematica dei fattori di rischio per le lesioni". Rivista britannica di medicina sportiva vol. 51,16 (2017): 1189-1194. doi:10.1136/bjsports-2016-097177

Instabilità della caviglia

Instabilità della caviglia

Le caviglie svolgono un ruolo essenziale nella funzione totale del corpo. Funzionano come un sistema complesso all'interno dei piedi per sostenere il peso del corpo e supportare il movimento. Qualsiasi squilibrio può causare instabilità della caviglia che può causare lo squilibrio di altre aree del corpo. Questo è più spesso causato da un infortunio, come una distorsione alla caviglia. Se non adeguatamente affrontato, può portare a instabilità cronica e problemi di salute a lungo termine in tutto il sistema muscolo-scheletrico. Il trattamento chiropratico può riabilitare le lesioni alla caviglia, rafforzare i muscoli per prevenire l'instabilità.

Instabilità della caviglia

Instabilità della caviglia

L'intero corpo è un sistema esteso, complicato e interconnesso. Ogni parte influenza la successiva mentre gli individui svolgono le loro routine quotidiane. Gli squilibri possono verificarsi nella colonna vertebrale, nei fianchi, nelle gambe e nelle ginocchia, portando a zoppia, dolore alla caviglia o lesioni. Le cause più comuni di instabilità della caviglia includono:

  • Scarsa meccanica del piede o della caviglia
  • Squilibri del ginocchio o dell'anca
  • Distorsioni della caviglia
  • Sforzo muscolare
  • tendinite
  • Artrite
  • fratture
  • Infiammazione cronica da malattia o infortunio.

Trovare gli squilibri

Capire dove si trovano gli squilibri e affrontarli sistematicamente è la linea d'azione raccomandata. Se è presente una lesione alla caviglia, è necessario affrontare i sintomi e la disfunzione locali. Tuttavia, è importante valutare altre aree del corpo per garantire che vengano affrontate anche altre disfunzioni. In questo modo si evitano lesioni, aggravamenti e altri problemi non necessari.

Chiropratica

Una o più opzioni di trattamento verranno utilizzate per un corretto recupero quando si tratta di instabilità della caviglia.

  • Regolazioni articolari della parte inferiore del corpo e della colonna vertebrale per supportare la circolazione nervosa e sanguigna.
  • Bendaggi compressivi per piedi e caviglie.
  • Ultrasuoni.
  • Stimolazione elettrica
  • Massaggio terapeutico dei tessuti lesi e doloranti.
  • Raccomandazioni per la modifica dell'attività per prevenire inutili aggravamenti e aumentare la stabilità.
  • Esercizio fisico e stretching.
  • Coaching per la salute su una dieta antinfiammatoria e alimenti per favorire il recupero.

Chiropratica è raccomandato per determinare eventuali squilibri del corpo che devono essere affrontati con cure di alta qualità basate sulla ricerca e possono accelerare il processo di recupero.


Composizione corporea


Indumenti e calze a compressione

Questi sono stati usati solo per il trattamento di individui con problemi circolatori, ma ora sono disponibili al pubblico. Il recupero consiste nel dare al corpo la possibilità di rilassarsi, recuperare e riprendersi dal gonfiore, con l'obiettivo di riprendere l'attività fisica. Gli indumenti a compressione sono disponibili in camicie, pantaloni, maniche e calzini. Gli indumenti e le calze vengono utilizzati per tempi di recupero più rapidi, migliore circolazione e apporto di ossigeno ai muscoli e per ridurre accumulo di acido lattico.

Referenze

Angoscia, Ben e Michelle A Sandrey. "Due programmi di allenamento per l'equilibrio di 4 settimane per l'instabilità cronica della caviglia". Rivista di preparazione atletica vol. 53,7 (2018): 662-671. doi:10.4085/1062-6050-555-16

Czajka, Cory M et al. "Distorsione alla caviglia e instabilità". Le cliniche mediche del Nord America vol. 98,2 (2014): 313-29. doi:10.1016/j.mcna.2013.11.003

Gribble, Phillip A. "Valutazione e differenziazione dell'instabilità della caviglia". Rivista di preparazione atletica vol. 54,6 (2019): 617-627. doi:10.4085/1062-6050-484-17

Lubbe, Danella et al. "Terapia manipolativa e riabilitazione per distorsione alla caviglia ricorrente con instabilità funzionale: uno studio randomizzato a breve termine, valutatore cieco, a gruppi paralleli". Journal of manipolative e terapie fisiologiche vol. 38,1 (2015): 22-34. doi:10.1016/j.jmpt.2014.10.001

La verità sottolineata sulla sciatica | El Paso, Texas (2021)

Introduzione

Nel podcast di oggi, il dott. Alex Jimenez e il dott. Mario Ruja discutono di cosa fa la sciatica al corpo e di come influisce sulla salute e sul benessere generale di una persona.

 

Quali sono le cause della sciatica?

[00:00:06] Dott. Alex Jimenez DC*: Ehi Mario, oggi abbiamo un nuovo podcast. Oggi parleremo della sciatica e delle sue complicazioni. Ho qui Mario e abbiamo deciso di parlare e discutere dei problemi della sciatica.

 

[00:00:29] Dott. Mario Ruja DC*: Sembra straziante.

 

[00:00:31] Dott. Alex Jimenez DC*: Sai, lascia che ti chieda questo. Nella tua pratica, Mario, in termini di lavoro con la sciatica, cosa hai imparato negli anni in termini di sciatica?

 

[00:00:41] Dott. Mario Ruja DC*: La sciatica ti abbatterà, Alex. Ti farà sentire un bambino e ti farà ricordare quanto sia vitale la chiropratica e la manutenzione. È come avere quella macchina. Ad esempio, se stai guidando una Buggati e non fai la manutenzione, metti solo benzina. È proprio come, strappalo ed eseguilo. E poi un giorno, ti lascia sospeso nel mezzo della I-10, e tutti ti passano accanto, e sei imbarazzato.

 

[00:01:15] Dott. Alex Jimenez DC*: È ciò che è la sciatica.

 

[00:01:18] Dott. Mario Ruja DC*: Non è molto piacevole.

 

[00:01:20] Dott. Alex Jimenez DC*: Sai, credo che sia un po' buffo che ne stiamo ridendo, ma è una piaga. Lo chiamo della parte bassa della schiena. Ti coglie di sorpresa. Ti si insinua. Incombe anche intorno. Sì. E quando ti mordono, lo intendo classicamente definito come dolore che scende lungo la gamba. Ci sono molte ragioni per cui ciò accade. Cosa ottieni quando i tuoi pazienti si presentano con quello? Cosa ti dicono? Che tipo di sintomi presentano?

 

[00:01:45] Dott. Mario Ruja DC*: Mi stai prendendo in giro. Prima di tutto, la loro moglie li porta dentro. Questo ti dice di cosa si tratta? Sì, è come un coltello che li pugnala alla schiena, e si irradia lungo la gamba, e poi di solito si piegano da una parte o dall'altra. E poi hanno questa storia. Alex, c'è questa pazza storia come "Beh, ero solo..." l'unica parte è ridicola. "Stavo solo prendendo in braccio mio figlio" o "Stavo solo lanciando il pallone da calcio, e all'improvviso la mia schiena è andata fuori. E poi provo ad allungarlo e lo faccio strofinare da mia moglie. E tutto questo non ha funzionato il giorno seguente. Non riuscivo ad alzarmi dal letto e dovevo strisciare in bagno". Questo è il momento in cui la tua attenzione è accesa.

 

[00:02:43] Dott. Alex Jimenez DC*: Sì.

 

Il Dr. Alex Jimenez e il Dr. Mario Ruja spiegano cosa fa la sciatica al corpo.

 

[00:02:44] Dott. Mario Ruja DC*: La nostra attenzione è sulla sciatica. Questo è un grande argomento, Alex.

 

[00:02:48] Dott. Alex Jimenez DC*: Questo è un argomento vasto, e lascia che lo butti là fuori dove inizieremo il processo di abbattimento della sciatica, non saremo in alcun modo in grado di conoscerne l'ampiezza e la larghezza poiché è come dire te può abbattere una sequoia con un morso. Non accadrà, e dovremo scacciarlo via. E mentre entriamo lì, andremo in profondità. Diventeremo cattivi con la scienza, Mario? 

 

[00:03:14] Dott. Mario Ruja DC*: Questo sta diventando profondo e cattivo. La gente dovrà allacciare le cinture di sicurezza per questo giro.

 

[00:03:21] Dott. Alex Jimenez DC*: Assolutamente. Mentre lo facciamo, saremo in grado di andare in profondità in esso. Toccheremo alcuni argomenti, ma seguici in questo processo perché discuteremo di questioni veramente essenziali sulla sciatica che colpisce così tanti milioni di persone in un dato momento. Oserei dire che una persona su quattro soffre di mal di schiena cronico, e la metà di queste persone soffre di sciatica in una forma o nell'altra o un dolore alla gamba. Quindi, in questo senso, abbiamo a che fare con un problema enorme che colpisce milioni di pazienti e milioni di persone in tutto il paese con tutti i diversi medici e diversi tipi di protocolli. E questi protocolli possono essere da molto esoterici a invasivi. E tutti noi vogliamo farlo in fretta, e tutti vogliamo farlo in modo semplice. Quindi penso che la medicina moderna Mario abbia deciso che dobbiamo andare di base e provare tutto prima di qualsiasi intervento chirurgico.

 

[00:04:16] Dott. Mario Ruja DC*: Voglio dire, è buon senso, e ho sempre usato il modello dell'auto come esempio. Prima di ottenere una trasmissione ricostruita, perché non la mantieni prima di far cadere un nuovo motore? Perché non cambi l'olio e fai una messa a punto? Sfortunatamente, ancora una volta, hai menzionato l'incredibile impatto della lombalgia nella nostra società. Credo di non sapere se posso essere nel campo da baseball. È il numero due o tre dei motivi per gli infortuni sul lavoro ed è uno dei motivi principali per cui i militari devono ritirare i medicinali dall'esercito. Voglio dire, questo è un grosso problema che ha un impatto sulla vita delle persone, e poi entreresti nella gestione del dolore cronico, cose del genere. Ma ancora una volta, se guardiamo alla soluzione più critica della nostra vita, come possiamo prevenirla? La prevenzione è l'utilizzo naturale di arti terapeutiche che riducono il disallineamento della colonna vertebrale. Ancora una volta, quel disallineamento è quella coppia in cui la tua schiena è fuori allineamento e calibrazione, giusto? Il che provoca un'usura irregolare del disco. Poi l'altro è la compressione costante della seduta e il movimento ripetitivo. L'altro sono solo gli infortuni delle attività sportive quotidiane. Sempre più bambini si infortunano nel calcio sportivo, basket, dolore più intenso, più coppia, e puoi vedere giocatori di basket professionisti e giocatori di calcio, tutti soffrono di sciatica.

 

[00:06:19] Dott. Alex Jimenez DC*: Sì. Ecco la cascata. La cascata inizia con una decalibrazione del bacino o delle anche, o qualche trauma da lesione, qualche lesione occupante spazio, o qualcosa su questo percorso. Andrò avanti e dimostrerò qui sul nostro percorso, e mostreremo un po' di cosa c'è nei nervi. 

 

[00:06:43] Dott. Mario Ruja DC*: Adoro questo modello 3D che stai mostrando qui.

 

[00:06:43] Dott. Alex Jimenez DC*: Grazie.

 

[00:06:44] Dott. Mario Ruja DC*: Questa è roba buona.

 

Il nervo sciatico

 

[00:06:46] Dott. Alex Jimenez DC*: Questa è l'anatomia completa fornita per noi e quello che possiamo vedere è un aspetto tridimensionale di come e perché qualcuno ha la sciatica. Ora, quando guardi questo, Mario, qual è la tua prima ripresa? Perché per me, dice che è una struttura complicata quando guardiamo a questo. Quando guardi la parte posteriore, da dove esce, vedi questo grosso vecchio cavo chiamato nervo sciatico, ma vedi tante aree prossimali e tante regioni che stanno diventando strane.

 

[00:07:11] Dott. Mario Ruja DC*: Ci sono un sacco di parti in movimento, Alex.

 

[00:07:15] Dott. Alex Jimenez DC*: Sì. E tu sai cosa? Una delle cose folli che sto guardando qui è l'osso sacro. 

 

[00:07:20] Dott. Mario Ruja DC*: E questa è la base.

 

[00:07:21] Dott. Alex Jimenez DC*: Questa è la base. Il modo in cui il creatore ci ha creati è che è qui che l'energia trasmette questo osso proprio qui. Il sacro, giusto? Ma poco al di sopra di esso. Hai le radici del nervo sacrale che escono mentre si formano. Puoi vedere su questa particolare area; puoi vedere le radici nervose che escono mentre vengono nell'aspetto posteriore, puoi in qualche modo girare questo e otteniamo questa piccola area qui e mentre ruotiamo questa cosa, possiamo vedere il nervo sciatico come esce da quello chiamiamo la tacca sacrale. Quelle tacche sacrali proprio lì sono enormi.

 

[00:08:03] Dott. Mario Ruja DC*: È pazzesco.

 

[00:08:04] Dott. Alex Jimenez DC*: Infatti, NO? Quindi quello che succede è quando lo vedi qui, puoi capire che questo grande vecchio nervo influenza l'intera creatura. Togli questa cosa e hai limitato la capacità della creatura di muoversi. Per favore guardalo come viene fuori; puoi guardare dal bordo inferiore al bordo superiore. Puoi vedere perché una donna è incinta; puoi determinare perché questo bambino potrebbe sedersi in questa cavità pelvica qui può causare molti danni al nervo sacrale. 

 

[00:08:31] Dott. Mario Ruja DC*: Molti di loro soffrono di mal di schiena e sciatica.

 

[00:08:34] Dott. Alex Jimenez DC*: Questo è uno dei motivi per cui proprio qui quel bambino si siede e balla in tutta questa zona qui. Quindi, quando guardiamo a questo tipo di cose, possiamo dare un senso a tutte le presentazioni. Quando ferisci un nervo in un'area, puoi vedere che ti farebbe male come faresti qualcosa del genere. E il nervo farà male a un distale o si allontanerà da esso. Una volta che hai ferito quella regione, il nostro obiettivo è determinare le radici nervose che scendono su quella particolare area. Se questo colpisce tutta la gamba, causerà dolore. Ora puoi vedere cosa succede in questa regione specifica.

 

[00:09:18] Dott. Mario Ruja DC*: Questo è ora. Ora vedi che questo è quello che mi piace, e questa è una creazione. Se credi nei miracoli, smetti di crederci e ti rendi conto che sei uno che cammina. Ecco il sacro sacro proprio qui, l'osso sacro, ed è per questo che si chiama sacro perché è sacro.

 

[00:09:42] Dott. Alex Jimenez DC*: Non lo sapevo. Ho saputo dell'osso spaventato, ed è la base della colonna vertebrale.

 

[00:09:48] Dott. Mario Ruja DC*: È qui che, come hai detto, è qui che viene fuori la nascita. È qui che viene creata la prossima eredità. Quindi ecco l'ileo. Ok, questo è il tuo osso dell'anca. Ne hai due. C'è simmetria nei nostri corpi, ed è così che Dio ci ha creati in sinergia simmetrica. Poi proprio qui ci sono le superfici pubiche, e poi ci sono gli operatori proprio lì, e poi ecco quel disco L5, e questo è quello in cui direi che probabilmente circa l'80 percento delle ernie del disco si è verificato proprio lì. Quindi, se vuoi fare un'ipotesi azzardata, è proprio qui.

 

Forame intervertebrale

 

[00:10:32] Dott. Alex Jimenez DC*: Fammi concentrare su quello proprio lì così posso portarlo un po' meglio. 

 

[00:10:42] Dott. Mario Ruja DC*: Questa cosa è ballare.

 

[00:10:43] Dott. Alex Jimenez DC*: Come stava spiegando il Dr. Ruja, sta parlando dello spazio su disco della colonna vertebrale proprio qui. 

 

[00:10:51] Dott. Mario Ruja: Giusto, quindi vedi, è lì che hai la fecondazione in vitro.

 

[00:11:00] Dott. Alex Jimenez DC*: Forame intervertebrale.

 

[00:11:01] Dott. Mario Ruja DC*: fecondazione in vitro. Forame intervertebrale. Eccolo, e tutto ciò che è come una parola di fantasia per esso. C'è un buco dove esce tutto quello che è giusto.

 

[00:11:06] Dott. Alex Jimenez DC*:  Quindi qui iniziamo a guardare il buco sul lato, e mentre lo guardiamo proprio lì. Puoi vedere dove escono le radici nervose proprio lì.

 

[00:11:29] Dott. Mario Ruja DC*: Quindi, a quel punto, lo vedi qui.

 

[00:11:35] Dott. Alex Jimenez DC*: Esatto, e mentre giri il modello.

 

[00:11:38] Dott. Mario Ruja DC*: Ok, proprio lì.

 

[00:11:41] Dott. Alex Jimenez DC*: Questo è il nervo proprio lì.

 

[00:11:43] Dott. Mario Ruja DC*: Quindi è qui che si siedono uno sopra l'altro proprio lì. Quindi puoi vederlo da sotto proprio lì dentro. Ora, a questo punto, questi nervi, come le fibre ottiche, stanno scendendo attraverso questi canali e aperture e tutto il resto. Quindi ci sono così tanti posti, Alex, che possono essere intrappolati, compressi e possono essere di nuovo contorti. Ricorda, la parola grossa per noi e nei nostri discorsi è infiammazione.

 

L'infiammazione causa problemi al corpo?

 

[00:12:23] Dott. Alex Jimenez DC*:  Infiammazione si.

 

[00:12:26] Dott. Mario Ruja DC*: Infiammazione profonda, sì. Ora, questi sono di nuovo tutti se sembri un elettricista perché adoro il modo in cui lavorano gli elettricisti. Guardi la fibra ottica e devi rintracciarla e scoprire dov'è il problema? È quassù? Giusto qui? È nel mezzo? È qui nel canale? È proprio lì in quella tacca c'è l'impacco muscolare.

 

[00:13:01] Dott. Alex Jimenez DC*: Oh sì, lo puoi vedere nell'impacco muscolare.

 

[00:13:12] Dott. Mario Ruja DC*: Guarda dov'è pizzicato proprio lì. Quel muscolo peraforma ora è critico. Di nuovo, è lì che vedi molte volte che devi rilasciare quel muscolo. Una volta che si comprime, va in tilt proprio lì.

 

[00:13:30] Dott. Alex Jimenez DC*: Già, perché chiamano il muscolo peraforma Mario?

 

[00:13:35] Dott. Mario Ruja DC*:  Dimmi, Alex.

 

[00:13:37] Dott. Alex Jimenez DC*: Perché sembra una pera. Quando lo prendi, è un muscolo grasso quando sembri un po' piatto qui.

 

[00:13:43] Dott. Mario Ruja DC*: E visualizzo nella pera, Alex.

 

[00:13:44] Dott. Alex Jimenez DC*: Sì. Ecco la parte superiore della pera, e questa è la parte larga della pera.

 

[00:13:49] Dott. Mario Ruja DC*: È carino, Alex. Non so che tipo di pera sia.

 

[00:13:52] Dott. Alex Jimenez DC*: Esattamente.

 

[00:13:52] Dott. Mario Ruja DC*: Ma sì, hai ragione, è a forma di pera. Ora posso vederlo.

 

[00:13:56] Dott. Alex Jimenez DC*: Questa è una parte pazzesca. C'è un'Escamilla superiore proprio qui in quella zona, così può essere intrappolata ovunque. Se osserviamo questo dal punto di vista di base, puoi vedere perché le persone iniziano ad avere questi sintomi.

 

[00:14:08] Dott. Mario Ruja DC*: Sì, se osserviamo questo schema, possiamo anche vedere un aumento dello stile di vita sedentario, Alex. Riesci a vedere come tutti questi muscoli sono qui? I glutei, gluteus minimus, Maximus, i muscoli posteriori della coscia. Principali muscoli squat e fianchi. Riesci a vedere tutti questi essere decondizionati e comprimersi su un nervo?

 

Il sistema linfatico

 

[00:14:40] Dott. Alex Jimenez DC*: Sì, lascia che ti mostri questo, Mario perché volevo mostrarti questo. Quando ho iniziato a vederlo per la prima volta, ho pensato a questo quando inizi a notare che hai il sistema venoso, ma ecco cosa le persone non sanno del sistema venoso. Accanto ad esso c'è il sistema linfatico. Ora lasciami rimuovere questi muscoli qui, e vedrai la complessità delle linee verdi. Queste linee verdi sono nel sistema circolatorio.

 

[00:15:02] Dott. Mario Ruja DC*: Wow, le linee verdi sono il sistema linfatico.

 

[00:15:05] Dott. Alex Jimenez DC*: Il verde è il linfatico e il rosso è arterioso. Quando inizi a vedere rosso ora, puoi vedere che hanno problemi con la circolazione quando qualcuno si siede molto. E come puoi vedere qui, immagina di sederti tutto il giorno sopra questa cosa? Riesci a vedere come si sarebbe verificata l'infiammazione in quella regione?

 

[00:15:25] Dott. Mario Ruja DC*: Alex, guarda quanto sta succedendo in quella zona pelvica. Voglio dire, è come una fibra ottica appena legata, e questo è come un impacco. Già, non c'è molto spazio da fare qui, Alex. Voglio dire, hai nervi, arterie, vene e linfa, tutti quelli che passano attraverso lo stesso canale. Quindi non c'è molto di quello che io chiamo, sai, spazio e perdono. Ecco perché questo dolore che si irradia lungo la gamba comprime quell'area in cui viene attivato il flusso lungo la gamba. Ecco perché la tua gamba diventa insensibile e i tuoi muscoli in larga misura dopo molto tempo di avere questo problema. Quello che succede, Alex, a molti dei miei pazienti è l'atrofia muscolare. Sai, guadagnano debolezza muscolare, ed è lì che i tuoi muscoli si restringono.

 

[00:16:40] Dott. Alex Jimenez DC*: Lascia che ti mostri i muscoli aggiuntivi qui. Vedete, è per questo che ci alleniamo perché tutti questi muscoli qui circondano e ricoprono quest'area, e il muscolo si decalibra.

 

[00:17:00] Dott. Mario Ruja DC*: Decalibrates. È come una parola di fantasia per dirlo solo...

 

[00:17:05] Dott. Alex Jimenez DC*: Decondizioni?

 

[00:17:06] Dott. Mario Ruja DC*: Che fallisce?

 

[00:17:08] Dott. Alex Jimenez DC*: Per me, mi piace la parola calibrazione perché è una struttura messa a punto. Filosoficamente parlando, hanno avuto un colpo a questa palla che li segue ovunque quando guardi gli umani. Questa unità di potenza, giusto? Questo sistema di throttling sono i glutei. Alcuni lo hanno più significativo di altri, giusto? Ma ecco da dove partiamo; è la fonte del potere. È il modo in cui la creatura crea la sua ancora. Se i fianchi sono andati, la bestia non sopravvive. Quindi, quando guardiamo a questo, e guardiamo a qualcuno che era una persona atletica quando era giovane e all'improvviso ottiene questo lavoro dove si siede davanti a un computer, non esce. Cosa succede a loro? Si sono scalibrati come un'auto. Non si abitua, e prima che tu te ne accorga, inizia ad affondare e ad essere lusingato, e alla fine, i meccanismi interni da cui siamo appena usciti iniziano davvero a macinare. Quindi, quando c'è congestione, il sistema linfatico è responsabile della circolazione. Ma il sistema linfatico, a differenza del sistema arterioso e venoso, che funziona principalmente con il pompaggio del cuore, è funzionale al movimento. Quindi, quando ti siedi, non ti muovi.

 

[00:18:16] Dott. Mario Ruja DC*: Sai una cosa, Alex? È la pompa occipitale sacrale; quando parli del liquido cerebrospinale del liquido cerebrospinale, posso dirti proprio ora che l'osso sacro non pompa avanti e indietro quando cammini, sai cosa succede? È stagnante fluire nel tuo cervello.

 

[00:18:36] Dott. Alex Jimenez DC*: Lo fa.

 

[00:18:37] Dott. Mario Ruja DC*: Sì, fino al tuo cervello. Poi l'area di cui hai parlato che penso sia critica. Devi mantenere il corpo in movimento. Siamo creati come bipedi. Non camminiamo come i gorilla che camminano a quattro zampe. So che a volte ti senti tale, ma non siamo scimmie. Giusto; non siamo scimmie silverback. Il fatto è che siamo bipedi. Quindi questo significa che tutto il corpo deve allinearsi e alzarsi in piedi. Alex, in ogni sport dico alla gente che sono impressionato dai tuoi bicipiti, ma il tuo core fa schifo. Sai cosa? Il tuo core determina la tua funzione complessiva. È lì che mantieni il tuo corpo in posizione eretta e crei quella calibrazione della tua colonna vertebrale. Una volta che quella lordosi, quella curva nella tua schiena. Una volta perso, stai degenerando; stai invecchiando. Eccolo, proprio lì.

 

[00:19:41] Dott. Alex Jimenez DC*: Andiamo avanti e diamo un'occhiata a quello proprio lì. Sì, è la lordosi di cui parli nella colonna vertebrale.

 

la lordosi

 

[00:19:56] Dott. Mario Ruja DC*: Riesci a tirare fuori la lordosi?

 

[00:19:59] Dott. Alex Jimenez DC*: Ovviamente.

 

[00:20:01] Dott. Mario Ruja DC*: Wow, è pazzesco, Alex.

 

[00:20:06] Dott. Alex Jimenez DC*: È pazzesco.

 

[00:20:10] Dott. Mario Ruja DC*: Ok, allora facciamo la penna rosa per il dolore alla lordosi.

 

[00:20:17] Dott. Alex Jimenez DC*: Quella curva insieme a questa curva fa una grande differenza. Quindi quello che succede è che finisci per capire che questo sacro o quest'area del gluteo influenza una vasta area. Quello che ho imparato nella mia pratica è che quando hai una persona con un problema di sciatica, ci sono problemi alla parte superiore della schiena e ora ci sono problemi alle spalle se la parte bassa della schiena ha problemi ...

 

[00:20:53] Dott. Mario Ruja DC*: Butta via tutto ed è come un effetto domino.

 

[00:20:56] Dott. Alex Jimenez DC*: Sì. A cosa pensi quando ti dicono, Hey, la persona si è fatta male solo alla parte bassa della schiena, e questo è un lavoro legato al lavoro? E allo stesso modo, dicono che è legato solo alla parte posteriore. Eppure arrivano con dolore alle gambe, al braccio, e per noi ha senso, ma nessuno vuole capirlo.

 

[00:21:11] Dott. Mario Ruja DC*: Sì, è perché non vogliono, Alex. È lì che vogliono mentire, ed è una bugia. Ricordi quando tua madre ti ha detto che non va bene mentire?

 

[00:21:34] Dott. Alex Jimenez DC*: Sai cosa? Perché non diciamo semplicemente per quello che è? Stanno mentendo. Hanno capito perché non capiscono che il corpo è una catena biomeccanica, e se colpisce i fianchi, inizia a colpire la parte bassa della schiena, che poi colpisce la parte superiore della schiena. E tutti sanno che se hai una schiena che si arrende, le tue spalle avranno problemi. Se hai problemi alla spalla, è ugualmente sul lato opposto della stanza; avrai problemi al ginocchio. Quindi quello che succede è che quando guardiamo a questo modello dinamico, vediamo che non possiamo raccontare una bugia qui.

 

Il Trapezio

 

[00:22:06] Dott. Mario Ruja DC*: La colonna vertebrale è un'unità composta da molti segmenti. OK, non è separato. Quindi non c'è modo che tu possa avere una lesione a una parte della colonna vertebrale, e puoi dirmi al 100% che non colpisce nessun'altra. È impossibile. Mi dispiace, Dio non l'ha creato. Se vuoi vederlo qui, guarda questo muscolo ischio mentre attraversa tutto il percorso. Guarda questo. Questo è incredibile. Ho intenzione di fare questo. Ecco qui c'è il muscolo proprio qui, trapezio. Ora guarda come va da qui a dove sono giù le spalle, poi vai al collo nella parte posteriore del collo.

 

[00:23:32] Dott. Alex Jimenez DC*: Fammi cancellare i segni della penna, ok?

 

[00:23:35] Dott. Mario Ruja DC*: Riesci a spostare il corpo verso il basso? 

 

[00:23:38] Dott. Alex Jimenez DC*: Sì, posso, ed ecco fatto.

 

[00:23:44] Dott. Mario Ruja DC*: Quindi voglio mostrare un esempio in modo che tu possa vedere fino alla base della testa.

 

[00:23:49] Dott. Alex Jimenez DC*: OK ti ho preso. 

 

[00:23:52] Dott. Mario Ruja DC*: Tutto apposto.

 

[00:23:57] Dott. Alex Jimenez DC*: Bene, ecco cosa vuoi mostrare. Penso che quello che stai cercando di mostrare sia che stai cercando di mostrare i muscoli negativi e vedere tutte le cose buone lì dentro. 

 

[00:24:06] Dott. Mario Ruja DC*: Sì, ma voglio mostrarti solo quello strato superiore, il trapezio.

 

[00:24:10] Dott. Alex Jimenez DC*: Oh, andiamo alla parte muscolare.

 

[00:24:11] Dott. Mario Ruja DC*: Quindi va tutto dalla base. Puoi rimpicciolire così possiamo vedere tutto?

 

[00:24:16] Dott. Alex Jimenez DC*: Certo che si può. 

 

[00:24:18] Dott. Mario Ruja DC*: Ok, solleva il modello.

 

[00:24:20] Dott. Alex Jimenez DC*: Vorrei poter.

 

[00:24:23] Dott. Mario Ruja DC*: Ora eccolo qui, e questo è quanto è dinamico. Quando la gente dice, oh, ti fai solo male al collo, ma non alla parte centrale della schiena. Ecco qui. Il trapezio proprio qui va dalla base del cranio giù per le spalle, proprio lì, fino al centro della schiena. OK, e questo è probabilmente come T10 T11, giusto? Da qualche parte lì intorno, proprio nel mezzo e dall'altra parte. Quindi tutta quest'area proprio lì, quello è un muscolo, e se hai un infortunio qui in quest'area, questo influenzerà fino in fondo qui, poi se vai più in profondità nel secondo e terzo strato del muscolo.

 

[00:25:50] Dott. Alex Jimenez DC*: Fammi fare clic qui per vederlo.

 

[00:25:53] Dott. Mario Ruja DC*: Adesso diventa pazzo.

 

[00:25:55] Dott. Alex Jimenez DC*: Quando iniziamo a rimuovere gli strati muscolari o ad aumentare gli strati muscolari, inizi a guardare a tutte le funzioni.

 

[00:26:02] Dott. Mario Ruja DC*: Oh, guarda quello, il super spinadeus, e guarda questo qui. Vader scapola e dalla spalla fino alla testa è scalenus calcolo.

 

[00:26:24] Dott. Alex Jimenez DC*: OK, quindi quello che stiamo guardando qui, stiamo guardando l'incredibile corpo, ma torniamo all'area di preoccupazione.

 

[00:26:33] Dott. Mario Ruja DC*: Ok, vedi com'è connesso, Alex.

 

Quali sono le cause della sciatica?

 

[00:26:36] Dott. Alex Jimenez DC*: Ecco l'accordo, ok? Tu ed io sappiamo che l'intera dannata cosa è collegata, giusto? Possiamo determinare cosa sta succedendo dopo aver affrontato i molti pazienti che abbiamo visto nel corso degli anni. E siamo come istruttori di violino. Tocchiamo il violino e facciamo muovere questo corpo. Il nostro compito è capire quando qualcuno entra e vedere fisicamente dove si trova questo problema. Scopri dove sono i problemi; ci sono tonnellate di problemi e non abbiamo nemmeno iniziato. Stiamo solo facendo una conversazione generale sulla sciatica e dove sono i problemi. Quello che non vogliamo è che non desideriamo un intervento chirurgico in uno stato precoce a meno che non sia veramente necessario. Ora quello che stiamo guardando è che quando vediamo questo, nessuno lo vuole. Quindi come lo sistemiamo? Quindi ci sono un sacco di modi per farlo.

 

[00:27:26] Dott. Mario Ruja DC*: Possiamo tornare alle slide del nesso di causalità per sciatica? 

 

[00:27:34] Dott. Alex Jimenez DC*:  Assolutamente. Ti riporterò al nesso di causalità quando arriverai laggiù tra un secondo. La causalità è proprio qui, e la stiamo esaminando.

 

[00:27:51] Dott. Mario Ruja DC*: Il primo è la compressione.

 

[00:27:52] Dott. Alex Jimenez DC*: Compressione del disco.

 

[00:27:54] Dott. Mario Ruja DC*: Compressione dovuta alla mancanza della bilancia di calibrazione all'interno del sistema. Quindi hai una compressione irregolare e poi molto seduto; ne abbiamo parlato, vero? E poi di nuovo l'infiammazione, il processo infiammatorio. Abbiamo parlato la scorsa settimana di sindrome metabolica, infiammazione. L'infiammazione colpisce tutto il corpo e il disco sporgente. Il numero due proprio lì è il disco rigonfio. Quello di nuovo è dovuto a cosa? La colonna vertebrale non è calibrata, non è allineata, esercita una pressione irregolare ed è proprio come spremere un palloncino o una ciambella. Questo è un classico esempio. Fai pressione su una ciambella da un lato e si spezzerà, poi passerai da questo rigonfiamento a un'ernia peggiore. Ernia e poi fratture. Certo, se hai un DDD da trauma, è una cosa divertente. Malattia degenerativa del disco.

 

Malattia degenerativa del disco

 

[00:28:58] Dott. Alex Jimenez DC*:  Sì, problemi degenerativi precoci.

 

[00:29:00] Dott. Mario Ruja DC*: Destra? E mi piace perché la maggior parte delle persone viene nella mia clinica e dice: "Oh, ho malattie degenerative del disco come se stessi invecchiando" e io dico: "No. Non hai avuto manutenzione sulla schiena e non sei vecchio. “Se ti fossi preso più cura del tuo corpo, non avresti degenerato. Si comportano come se fosse normale; tuttavia, non è normale; questo è solo un segno della rottura.

 

[00:29:23] Dott. Alex Jimenez DC*: Sai, la grandezza di uno di noi che scopriamo o scopriamo dove una persona ha un problema. Tutte queste cose hanno modi in cui possiamo aiutarlo. La cosa pazzesca è che dobbiamo andare controcorrente nei nostri metodi perché non penseresti che l'esercizio fisico sarebbe uno strumento utile proprio per questo. Tuttavia, l'esercizio è una delle cose migliori perché dobbiamo calibrare quel bacino se è appropriato. È un'ernia del disco, ed è una brutta cosa. Dobbiamo andare avanti e rimuoverlo chirurgicamente; in caso contrario, facciamo antinfiammatori, facciamo metodi naturali e facciamo lavorare e calibrare quel corpo. A volte quello che succede è che queste persone entrano. Questi individui sono pazienti che entrano e improvvisamente hanno un dolore che si è insinuato su di loro nelle ultime due settimane. A volte hanno una lesione scivolata, un disco scivolato o anche una vertebra che è stata fratturata per anni e ora presenta i problemi. A volte è una presentazione neurologica. A volte è un disturbo metabolico come la sindrome metabolica e hanno una condizione infiammatoria. Quello che ho notato, e sono sicuro che l'hai visto anche tu, è che queste persone che hanno la sciatica vivono con questo mostro incombente. È quasi come un serpente che vive nei loro pantaloni e quando li morde si prende tutta la loro gamba. Distrugge la vita delle persone. Capire dove è la causa è molto importante. Quindi, mentre esaminiamo queste cose, voglio dire, è essenziale esaminare le regioni. Ho persino visto pazienti in cui arrivavano pensando che fosse sciatica. E sicuramente è triste, ma è un tumore. E in quella situazione, andiamo avanti troppo velocemente. Devo dirvelo, nelle situazioni in cui l'abbiamo avuto, abbiamo avuto un ottimo lavoro di squadra e risolto molti problemi per molti pazienti.

 

[00:31:06] Dott. Mario Ruja DC*: Questa è la bellezza di come pensiamo, Alex. Pensiamo in termini di integrazione. Quindi, solo perché hai un martello, non tutto sembra un chiodo. Siamo chiropratici, ma allo stesso tempo siamo medici. E ciò significa che sappiamo di fisiologia, anatomia, neurologia, tutto questo. Quindi possiamo capire che il sensore del dolore non è il problema. Il dolore sciatica non è il problema. Cerchiamo la causa del problema, Alex. E questo è in molti modi, il disallineamento, la compressione, l'infiammazione, il disco che si gonfia di nuovo, gli speroni ossei, e molte volte la gente dirà, beh, ho gli speroni ossei perché sto invecchiando. No, gli speroni ossei vengono creati perché c'è un disallineamento e una mancanza di calibrazione nella colonna vertebrale dove il corpo sta tentando di autoregolarsi, autoallinearsi, e si chiama legge del lupo. Sai, la sua legge è lo stesso principio che si occupa della frattura che guarisce la frattura dove hai pressione, è lì che hai aumentato la calcificazione. Alex, è corretto?

 

[00:32:22] Dott. Alex Jimenez DC*: È la stessa cosa quando ti alleni; quando ti alleni, ti vengono i calli giusti perché il corpo risponde allo stress aumentando e proteggendo il tessuto. La stessa cosa accade con la colonna vertebrale. Supponiamo che inizi a scaricare in modo improprio, quindi prima che tu te ne accorga, entra in gioco la legge del lupo, gli osteoclasti iniziano a perdere, che sono quelli che tolgono l'osso, e gli osteoblasti iniziano a vincere. Quindi si ha un aumento della crescita ossea in una direzione, solitamente nella direzione della forza. Quindi, in sostanza, il corpo cerca di proteggerlo, quindi puoi immaginare se qualcuno sta andando come nella torre pendente. Ebbene, è da questo lato che il corpo lo protegge per evitare che cada. Quindi, in sostanza, mentre osserviamo queste malattie degenerative, cerchiamo di prenderle presto e cerchiamo di mobilitarci. Nella maggior parte degli scenari, possiamo aiutare l'individuo con metodi e tecniche diverse. E usiamo molti altri metodi e tecniche per aiutare le persone in questo processo.

 

Stenosi Spinale

 

[00:33:18] Dott. Mario Ruja DC*: Voglio passare attraverso un paio di punti. Sai, stiamo parlando di stenosi spinale. Ancora una volta, l'inizio della stenosi spinale è il disallineamento della colonna vertebrale, che la chiropratica ha la bella arte. Questa è l'arte e la scienza di correggerlo. Quindi più allineamento, più chiarezza, più equilibrio hai nella colonna vertebrale. Più manutenzione ricevi alla tua colonna vertebrale, meno stenosi spinale avrai più tardi nella tua vita. O ancora, stenosi spinale. Sai, l'altro che stiamo esaminando è la malattia degenerativa del disco o l'ernia del disco. Credo di guardare il corpo negli oltre 25 anni della mia pratica; la migliore manutenzione che dai al tuo corpo, meno problemi e meno usura da rottura che avrai più tardi nella tua vita. Quindi guardo è che siamo medici anti-invecchiamento in termini di biomeccanica, quindi aiutiamo il corpo a mantenere la sua funzione ottimale per un periodo più lungo. In questo modo, quando hai sessant'anni, settanta e ottanta, puoi camminare da solo senza bastone e puoi lavorare. Puoi fare uno squat. Adoro la calibrazione del fitness ogni volta, lo sai. Danny è fantastico. Con PUSH, Danny è straordinario in termini di core fitness. Ed è qui che entra in gioco la sinergia. Più miglia, più usura e strappi, più martellante metti sul tuo corpo. Maggiore è la manutenzione necessaria, maggiore sarà il lavoro di ripristino. E troppe persone, Alex, hanno quest'idea del tipo: Oh, mi fa male la schiena, ho solo bisogno di accovacciarmi di più. Ho solo bisogno di fare più pesi. Ho solo bisogno di essere in palestra, no. È come se ti dicessi che non ho bisogno di contare la manutenzione e le messe a punto sulla mia macchina. Ho solo bisogno di guidarla di più ora. Quindi più miglia metti sulla borsa, più ti accovacci, più calibrazione hai bisogno. Come mai? Perché alla fine, il tuo corpo andrà fuori allineamento.

 

[00:35:32] Dott. Alex Jimenez DC*: Sai, se guardiamo ai disturbi, come hai detto tu, la stenosi spinale. Ci sono molte ragioni per cui possiamo avere una stenosi spinale, da un disco a solo problemi artritici. Ma quando abbiamo un individuo che ha improvvisamente problemi, OK, questo non è un improvviso, sai, una cosa del genere che la stenosi spinale non si verifica a meno che non sia un'ernia del disco massiccia che si verifica in un momento. Sì, ma queste cose e ciò di cui stiamo parlando di stenosi spinale, ci sono ragioni diverse. E nei trattamenti ci sono molti metodi che sono solo, sai, la microanatomia. C'è anche una laminectomia che serve a rimuovere la pressione. Ma la linea di fondo è molto poco sbagliata con il nervo. Il problema sono le forze di compressione. Quindi cosa dobbiamo fare nella situazione in cui c'è uno squilibrio biomeccanico nella cintura pelvica per la maggior parte del tempo. 

 

[00:36:20] Dott. Mario Ruja DC*: Quindi è la struttura che impedisce al nervo.

 

[00:36:23] Dott. Alex Jimenez DC*: Sì. E mentre lo facciamo, valutiamo che ci sono alcune cose come l'età, l'obesità o anche meno di una vita di attività. Cosa sono le altre cose, Mario?

 

Quali sono le occupazioni che causano la sciatica?

 

[00:36:33] Dott. Mario Ruja DC*: Stile di vita sedentario, movimento occupazionale ripetitivo? 

 

[00:36:36] Dott. Alex Jimenez DC*: Che tipo di occupazioni avrebbe la sciatica? 

 

[00:36:40] Dott. Mario Ruja DC*: Camionisti. Come mai? Per vibrazione sedentaria. Dalle otto alle dieci ore seduti. Segretari, voglio dire, potete andare avanti all'infinito, anche persone che lavorano in banche e insegnanti.

 

[00:36:57] Dott. Alex Jimenez DC*: Abbiamo pazienti che vanno alla ferrovia della Southern Union, gli ingegneri, la vibrazione, il rimbalzo in 30 anni di vibrazioni. Alla fine, l'osso attiva le nuvole della colonna vertebrale, o hai una stenosi spinale, e hanno problemi al disco posteriore e hanno malattie degenerative.

 

[00:37:14] Dott. Mario Ruja DC*: Gli atleti hanno un toque ripetitivo come un giocatore di golf. Quanti giocatori di golf conosci che non hanno mal di schiena? Nessuno. E i giocatori di baseball?

 

[00:37:25] Dott. Alex Jimenez DC*: Che ne dici del nostro amico, Tiger Woods?

 

[00:37:27] Dott. Mario Ruja DC*: Già, cosa gli è successo?

 

[00:37:28] Dott. Alex Jimenez DC*: Già, cosa pensava la gente? La gente pensava che potesse avere problemi con l'alcol. Tuttavia, la realtà è che sta assumendo farmaci dopo l'intervento chirurgico e, all'improvviso, sta guidando e probabilmente si è dimenticato di prendere le medicine. Sai, hanno preso una pillola e hanno iniziato a diventare dipendenti, e questo è il problema. Dobbiamo capire come risolvere questi problemi con la calibrazione. Ma devo dirtelo; ci sono molti modi in cui possiamo aiutare le persone. Il problema è che una volta compreso da dove viene il problema, il piano di attacco può decollare. Ci sono diversi problemi e diversi tipi di diagnosi. Abbiamo qui una piccola finestra in cui puoi dare un'occhiata. Puoi vedere che la sciatica è un sintomo. È una presentazione di sindromi. È un dolore alla gamba, ma ci sono un sacco di ragioni.

 

[00:38:14] Dott. Mario Ruja DC*: Ora la causalità è proprio lì, giusto? 

 

[00:38:17] Dott. Alex Jimenez DC*: Bene, guarda tutte queste cose, ed è ridicolo.

 

[00:38:21] Dott. Mario Ruja DC*: Wow.

 

[00:38:22] Dott. Alex Jimenez DC*: L'unica cosa a cui la gente pensa molto è la sindrome della peraforma, e questa è solo una componente. Poi quando non funziona, i tuoi piccoli stiramenti, provi a capire cosa sta causando potrebbe essere tendinopatia, potrebbe essere borsite. Guarda tutti questi problemi quando entriamo qui; quando esaminiamo questi problemi particolari, possiamo esaminare altre aree successive che causano problemi. Ne hai parlato prima dei quattro set; questa degenerazione riqualifica sia il quadrante sia l'area morale.

 

[00:38:48] Dott. Mario Ruja DC*: Quindi rendiamolo semplice. Altrimenti, sai, la gente ci ascolterà e se ne andrà; è molto. È molto, e questo è come un idrante, e ci tengo la bocca sopra. Alex, questo è quello che abbiamo. Numero uno, tutto si riduce alle fondamenta e alla funzione, giusto? Se torniamo indietro su ognuna di queste cose da, sai, sindrome dei quattro set, questa degenerazione, anca ridicola, sai, per conflitto morale, femorale quadriennale, sai, tutte queste anomalie. La radice di tutto questo è il disallineamento e la mancanza di calibrazione del sistema neuromuscolare. Voglio dire, quando si arriva al punto, la maggioranza, non sto dicendo il 100%, non facciamolo. Non facciamo gli sciocchi stasera. No. Il punto è che la maggioranza, se possiamo fare un lavoro migliore per la nostra comunità, se possiamo fare un lavoro migliore in termini di nostri atleti, è creare un sistema di calibrazione di manutenzione per loro, ridurremmo molti di questi degenerativi malattie del disco e diagnosi, li fermeremmo prima che gli esplodano in faccia.

 

Diversi metodi per trattare la sciatica

 

[00:40:19] Dott. Alex Jimenez DC*: Lascia che ti chieda questo. Che tipo di cose in termini di capacità diagnostiche, cosa usiamo metodi diversi per diagnosticare?

 

[00:40:26] Dott. Mario Ruja DC*: Adoro la risonanza magnetica.

 

[00:40:28] Dott. Alex Jimenez DC*: In termini di sciatica, i raggi X sono buoni, ma la risonanza magnetica può dirti qual è il problema.

 

[00:40:34] Dott. Mario Ruja DC*: Questo è tutto, e stiamo parlando di come un dieci Tesla. Non so se ce l'hanno, e penso che sia dispiaciuto per questo. Sono appena diventato pazzo stasera. No, non ce l'hanno fatta. Riceveremo alcune chiamate. Tesla, cosa? 

 

[00:40:46] Dott. Alex Jimenez DC*: Abbiamo un ottimo radiologo e ci aiutano a perfezionare aree particolari.

 

[00:40:54] Dott. Mario Ruja DC*: Hanno un tre punti o qualcosa del genere?

 

Una relazione con il tuo radiologo

 

[00:40:59] Dott. Alex Jimenez DC*: L'intera idea è una relazione con i nostri radiologi. I nostri radiologi sono i nostri occhi e le nostre orecchie sui tessuti profondi. Posso dirvi che abbiamo i migliori radiologi che lavorano con noi. Noi facciamo. Voglio dire, la città ha alcuni radiologi di alto livello e quando li inviamo a loro, comunicano con noi e ci dicono dov'è il problema che da lì andiamo da una volta che sappiamo dove si trova. Usiamo le scansioni del gatto. Usiamo gli ultrasuoni. Usiamo scansioni ossee.

 

[00:41:29] Dott. Mario Ruja DC*:  Perché è una domanda? Ok, stasera diventerà un po' folle e un po' cattivo. Perché la maggior parte dei medici, Alex, ordina prima i raggi X? Perché? Non riesco mai a capire da solo. Sai quello che ho cercato di andare dritto al problema è stato fare una risonanza magnetica. Perché?

 

[00:41:51] Dott. Alex Jimenez DC*: Lo standard di cura è che molte compagnie assicurative vorranno prima una radiografia per vedere se si tratta di una struttura ossea degenerativa per poter sanguinare su quella. Ma capiamo tutti che la migliore opzione possibile per valutarlo effettivamente è escludere alcune cose. Se vuoi guardare l'osso, fai una scansione del gatto per fare i tessuti molli. Bene, questo è tessuto molle. Quindi fai una risonanza magnetica con contrasto e puoi vedere i tessuti profondi e la separazione e l'infiammazione per eventuali problemi prolungati che si verificano.

 

[00:42:21] Dott. Mario Ruja DC*: Ecco perché, per me, Alex, ha senso se stiamo cercando di diagnosticare problemi ai dischi e ai nervi, giusto? Perché usiamo uno strumento molte volte e lo vedo e sono d'accordo con te. Tutte le assicurazioni entrano e dicono: Ehi, prima devi fare una radiografia. Non ti lasceremo fare la risonanza magnetica, vero? Sono tipo, ma i raggi X non mostrano alcun tessuto molle.

 

[00:42:46] Dott. Alex Jimenez DC*: Penso che sia una cosa comune. È quasi come quando vai dal dentista, sai, scansionano tutti i denti. È abbastanza facile generalizzare. Sai, ci sono momenti in cui lo standard di cura è in questo oggi? Per la parte bassa della schiena, lo standard di cura è una radiografia come punto di ingresso iniziale. Quindi da lì ho imparato, e l'ho capito di recente, che la maggior parte delle compagnie assicurative sono molto aperte a consentire all'individuo in base a una presentazione di fare tutto il necessario. Non si fermano. È davvero un bel cambiamento quello che è successo da quando direi negli ultimi cinque anni; è un gioco completamente diverso. Quindi possiamo vedere che eseguiamo la conduzione nervosa e i test nervosi per vedere la velocità con cui il nervo pulsa. Quindi possiamo trovare l'elettromiografia dell'AMG e vedere come stanno i muscoli. Ma non è necessario che tu faccia quelle cose per la sciatica quando sai che la persona sta soffrendo molto. Ora, se vuoi dimostrarlo, è quando fai l'NCBI. A parte questo, la persona non verrà a dirti che ha dolore. Ora sciatica perché la chiamo il flagello perché ti dà solo fastidio. Ti impedisce di fare, non dormi, ti sdrai e la dannata cosa si attiva. Ed ecco che questa corrente elettrica ti impedisce di dormire. Le persone entrano con gli occhi iniettati di sangue e incapaci di godersi la vita. Questo cambia la qualità e dobbiamo sistemare queste cose. 

 

La sciatica provoca infiammazione?

 

[00:44:09] Dott. Mario Ruja DC*: Colpisce le famiglie. Alex, veniamo al dunque. Sai cosa? Colpisce il tuo rapporto con il tuo coniuge, con i tuoi figli, al lavoro. Sai, vai al lavoro e sei arrabbiato. Sì, sei solo arrabbiato con il mondo e le persone stanno cercando di capire, tipo, cosa c'è che non va, amico? Ed è come, "Sai una cosa? Mi occupo di cose". E poi quella cronicità dopo un po', dici: “Non so cosa fare. Sto prendendo troppe medicine. Prendo 800 milligrammi ogni giorno per tipo cinque mesi".

 

[00:44:39] Dott. Alex Jimenez DC*:  Diamo alle persone là fuori che potrebbero volere alcune informazioni un po' di informazioni sulle altre opzioni che hanno. Perché qual è il nome del gioco qui? Cosa sono la sciatica e l'infiammazione? È quello che ha sempre e sempre sarà. Quindi quello che dobbiamo fare è fare quello che possiamo, e molte persone mi chiedono, quali sono le mie opzioni? Bene, abbiamo qui una ripartizione di alcune cose e discuteremo di queste cose in modo molto dettagliato nei prossimi due mesi. E ci occuperemo di questa cosa perché avremo a che fare con la sciatica e la vitamina C, D, calcio. Stiamo approfondendo tutte queste cose, puoi fare uno screenshot di questo e puoi dire berberina. Abbiamo glucosamina, ACL, carnitina, acido alfa-lipoico, ashwagandha, fibra solubile, vitamina E, tè verde, curcuma. Molte di queste cose hanno molto a che fare con la sindrome metabolica. Ma indovina un po? Quando hai la sindrome metabolica, qual è cosa?

 

[00:45:36] Dott. Mario Ruja DC*: Infiammazione.

 

[00:45:37] Dott. Alex Jimenez DC*: Allora quello che abbiamo notato, Mario, e correggimi se vedi qualcosa di diverso. 

 

Ashwagandha

 

[00:45:44] Dott. Mario Ruja DC*:  Amo quella parola ashwagandha.

 

[00:45:47] Dott. Alex Jimenez DC*: Sì, lo amo anche io.

 

[00:45:55] Dott. Mario Ruja DC*: È come se mediteremo molto presto, Alex. 

 

[00:46:01] Dott. Alex Jimenez DC*: Quindi, mentre osserviamo queste opzioni, possiamo davvero discutere i livelli profondi della scienza biomedica qui, ok. Perché tutti vogliono sapere cosa possiamo fare, ma visto che abbiamo a che fare, diciamo, proprio sull'angolo della sindrome metabolica, di nuovo, dobbiamo collegare un'altra bestia all'insulina. Suscettibilità all'infiammazione dell'insulina. E qui, mettiamo in relazione. Può sembrare lontano, ma se prendi un centinaio di persone con sindrome metabolica, queste persone sono suscettibili alla sciatica e alle cose a cui ci aggrappiamo.

 

[00:46:46] Dott. Mario Ruja DC*: Rendiamolo semplice. Quante persone conosci con sindrome metabolica che non hanno mal di schiena o sciatica? OK, facciamolo. Rendiamolo semplice.

 

[00:46:58] Dott. Alex Jimenez DC*: Dobbiamo legare insieme, ed è qui che lo facciamo. Nazionale nella pratica clinica, quello che facciamo è fare queste connessioni. E la linea di fondo è che iniziamo a cambiare le abitudini delle persone, sai, cose semplici come invece di avere un pop o qualcos'altro l'unica opzione che dovresti avere come tè verde. Il tè verde è un antiossidante antinfiammatorio. Iniziamo a cambiare i processi metabolici, iniziamo a tagliare il grasso intestinale e tutto ciò inizia a succedere.

 

[00:47:27] Dott. Mario Ruja DC*: OK. Mescoliamo l'ashwagandha con il grasso intestinale. Sai cosa? La gente lo ricorderà per sempre, Alex.

 

[00:47:34] Dott. Alex Jimenez DC*: Se vedi cosa abbiamo, stiamo dicendo che è complesso. Possiamo andare in una tana del coniglio e dire che abbiamo il momento della verità o la cosa importante. Ma la realtà è che la parte bassa della schiena provoca dolore al collo. Molte persone lo guarderanno e diranno: Perché succede? Beh, come ha detto Mario, sai, Dio non l'ha chiamato dolore al collo. Dio non l'ha chiamata colonna lombare. L'abbiamo chiamata la colonna vertebrale. È l'intera dannata cosa che è collegata. Dal momento in cui guarisci, colpisci la tua testa senti l'onda d'urto, giusto? Quindi, quando osserviamo questo, quando lo valutiamo, possiamo vedere che il corpo ha un'implicazione enorme quando un grosso nervo, il nervo tardivo, viene compensato. Quindi quello che possiamo fare è prima capire, mitigare i problemi, controllarli e elaborare un piano di trattamento che funzioni in modo appropriato per i pazienti. Quindi, mentre facciamo queste cose, esamineremo tutte quelle belle idee che abbiamo qui. E volevo solo farti sapere che parleremo di molti altri argomenti.

 

Vitamina D3

 

[00:48:35] Dott. Mario Ruja DC*: C'è la vitamina D3. Ecco perché amo la vitamina D3, ed è ovunque.

 

[00:48:43] Dott. Alex Jimenez DC*: Quattrocento disordini. Una diminuzione del 400 per cento di tutti i rischi di mortalità o di tempi diminuisce la mortalità per malattia con la vitamina D. Questa è la cosa magica? Voglio dire, buon senso. Voglio dire, qual è il nostro organo più grande, giusto? È la pelle. Quindi, quando viviamo nella città del sole, giusto, cosa succede? 

 

[00:49:07] Dott. Mario Ruja DC*: Assorbiamo i raggi del sole.

 

[00:49:09] Dott. Alex Jimenez DC*: E questo dovrebbe essere il più sano.

 

[00:49:11] Dott. Mario Ruja DC*: Ehi, voglio impazzire stasera. Va bene. Sun City vitamina D. Dovremmo essere i più sani del pianeta.

 

[00:49:22] Dott. Alex Jimenez DC*: Questo è tutto. Voglio dire, è essenziale. Allora, cosa ci hanno chiamato circa un paio di decenni fa? Mario, ti ricordi che siamo stati nominati la città più grassa e sudata del paese? 

 

[00:49:35] Dott. Mario Ruja DC*: Questo mi fa arrabbiare e dovrebbe motivare e pompare le persone. Che proprio lì dovrebbe esserci il campanello d'allarme e il grido di battaglia di El Paso e dell'intera regione. Non aprirai mai più bocca e lo dirai perché siamo i migliori.

 

Protocolli di trattamento

 

[00:50:00] Dott. Alex Jimenez DC*: Noi siamo. Siamo molto basati sulla famiglia e un luogo e una comunità, ma soffriamo di sindrome metabolica, che implica problemi. E uno di questi è la sciatica. Devo dirtelo; non c'è un giorno in cui metà dei miei pazienti che arrivano hanno la sciatica, e tu ed io lo facciamo da 25 a 30 anni, giusto? Così come abbiamo martellato e risolto questi disturbi. E devi dirti che ci sono studi in cui vediamo che quando medici di tutti i tipi si riferiscono a un consulto chirurgico, c'è un'alta tendenza a fare un intervento chirurgico, sai, concentrarsi quando vai a uno speciale non muscoloscheletrico come un fisioterapista o chiropratico, filtriamo la situazione quando ci troviamo sul nostro percorso o una posizione disponibile per vedere il dolore lombare. Lo gettano nel chirurgo ortopedico e solo dal 10 al 50 percento della maggior parte degli studi mostra che quelli diventano chirurgici quelli che inviamo. Circa il XNUMX per cento sono chirurgici. Ciò significa che facciamo un ottimo lavoro di filtraggio prima che abbiano quel problema. In altre parole, risolviamo il problema, e quelli a cui ci riferiamo.

 

[00:51:17] Dott. Mario Ruja DC*: Sì, è giusto.

 

[00:51:19] Dott. Alex Jimenez DC*: Inizio partita. Quindi vogliamo assicurarci che tu sappia che sai che ne abbiamo bisogno per il tuo ortopedico là fuori. Richiediamo quell'opzione, quella modalità, ma non facciamo quel tipo di procedura. Ma è necessario per i termini del protocollo di trattamento comune, sai, il cardine della sciatica.

 

[00:51:38] Dott. Mario Ruja DC*: È gabapentin. In aggiunta a questo, ci riferiamo a casi reali, sai? Quando qualcuno entra, ne ha bisogno. Non è come, oh, sai una cosa? Faremo perdere tempo alle persone. Ne hanno bisogno. Perché ancora una volta, il nuovo modello ora per i problemi alla schiena e soprattutto la sciatica è non invasivo. Ok, prima cure non invasive per almeno due o tre mesi.

 

[00:52:10] Dott. Alex Jimenez DC*: Beh, sai, io sono del mio punto di vista su quelle linee guida. Sai, ogni persona è diversa.

 

[00:52:17] Dott. Mario Ruja DC*: Sì. Linee guida ODG, Alex.

 

[00:52:21] Dott. Alex Jimenez DC*: E quello che succede è che puoi supervisionare i protocolli di trattamento quando osserviamo queste dinamiche. 

 

[00:52:31] Dott. Mario Ruja DC*: Sì, eccolo. I protocolli di cura. Sai, guardo al trattamento. La cura chiropratica, un cambiamento nello stile di vita. Sindrome metabolica, stiamo guardando alla terapia fisica; abbiamo bisogno di tutti a bordo. Agopuntura, ancora droghe. Farmaco per il dolore. Rilassanti muscolari antinfiammatori. Nutraceutici, prodotti erboristici, iniezioni di steroidi. Sì, questo è ciò che chiamiamo mentire come il secondo te, anche con molti pazienti, è dopo la cura conservativa quando arrivano a quella fase. E poi, ovviamente, ci sono interventi chirurgici, procedure chirurgiche. Quindi sì, devi andare con i nostri pazienti. Passiamo da cure non invasive a cure invasive.

 

[00:53:36] Dott. Alex Jimenez DC*:  Queste procedure sono quelle che facciamo noi.

 

[00:53:47] Dott. Mario Ruja DC*: Ora con quelli. E questo è un rullo di schiuma proprio al momento del rotolamento della tempesta, che significa rilasciare le merci, la pura performance proprio lì. E ancora, molti dei nostri spettatori penseranno, resisti. Non riesco nemmeno a camminare, e non posso farlo. Ma di nuovo, questa è la fase secondaria, Alex. Questa è la seconda fase. Inoltre, non portiamo le persone fuori e all'improvviso non possono entrare. Stanno, sai, facendo salti di box. No, questa è la cura di sé secondaria, prima corretta rilasciare il freno a pressione e il modello del dolore e quindi stabilizzare e correggere lo squilibrio muscolare. Quindi queste sono cose perché penso un sacco di volte, sai, molte persone mi chiedono tipo: "Oh, sai una cosa? Voglio andare ad allenarmi". Proseguo tipo, Ehi, rallenta, superstar, non alleniamoci. Sai, non alleniamoci. Correggiamo il problema. Calibra la tua schiena. Poi ti alleni, e poi fai un processo di quello che chiamo periodicità. Ciò significa che lo ridimensiona. Devi gattonare prima di camminare e camminare prima di correre. Quindi non facciamo i supereroi, e molte persone semplicemente non sono pazienti. 

[00:55:08] Dott. Alex Jimenez DC*: Sono d'accordo con te.

 

[00:55:09] Dott. Mario Ruja DC*: Non sono pazienti. Vogliono le cose adesso. Sai che questo è stato creato. Questa sciatica e problemi alla schiena sono stati creati per anni. Nessuna manutenzione per tipo 10 20 anni. E si aspettano di entrare in ufficio e, in una sola visita, fare salti mortali. Sai cosa? Mi dispiace ma non succederà. Quindi è lì che la gente vuole di nuovo. Facciamo del nostro meglio, ma non cerchiamo soluzioni rapide. Se desideri che i sintomi scompaiano ma non vengono corretti, allora affronterai il problema. Questo durerà per anni e anni, e peggiorerà, sai, e quei sensori del dolore. Questo è ciò che è così importante. Dio ha creato un corpo come un tale sistema miracoloso, e non possiamo nemmeno duplicarlo. La tecnologia più potente sviluppata per indossare i sensori, la consapevolezza, la propriocezione all'interno del nostro corpo e il dolore è efficace. Dico spesso alle persone, non bloccare il dolore perché è salutare perché ti dice di fermarti. Quel dolore è quella luce rossa sul cruscotto che dice, non guidare la macchina, non parcheggiarla e aggiustarla. Si prega di non scollegare la luce e continuare a guidarla. Ed è qui che la nostra società e la nostra, sai, cure immediate. Voglio le cose adesso. Non vedo l'ora. Proprio come il fitness, sai, le persone vogliono mettersi in forma tipo una settimana.

[00:56:47] Dott. Alex Jimenez DC*: Tipo, dai, non succederà.

 

Conclusione

 

[00:56:50] Dott. Mario Ruja DC*: Stessa cosa con la tua salute. Ci vuole tempo e devi ottenere la diagnosi corretta. Sai, l'intenso lavoro di laboratorio, la genomica, l'infiammazione. Voglio dire, è come dico alla gente, devi investire nella tua salute o nella tua malattia. In entrambi i casi, spenderai i soldi, in entrambi i casi, ma una volta ti godrai i frutti di quell'investimento. L'altro lo trascinerai e basta. Quindi il processo diagnostico della risonanza magnetica, il processo diagnostico per esaminare la sindrome metabolica, per osservare il processo infiammatorio, è un investimento. E poi con quegli strumenti con quelle informazioni, devi aver creato delle linee di base, Alex. Se non sai dove sei, non sai dove stai andando. Questo è quello che vorrei dire è che voglio motivare e responsabilizzare le persone a investire in quel processo perché non è una cosa da un giorno all'altro e le persone lo vogliono. Dico loro che devono capire. Sii disciplinato, sii implacabile e vedi i risultati per tutta la vita invece di rattoppare la tua salute.

 

[00:58:15] Dott. Alex Jimenez DC*: Questo è molto caro e vicino a tutti noi qui perché la sciatica colpisce così tante persone. Discuteremo tutti questi problemi una sezione alla volta. Porteremo una spiegazione. Ti daremo una risposta. Ti forniremo delle opzioni. Ti forniremo i trattamenti. Troveremo un modo per trovare il miglior protocollo di trattamento possibile per te. E se no, ti daremo almeno una base per chiedere ai tuoi dottori qual è esattamente l'approccio migliore, e almeno conoscerai le diverse direzioni che puoi prendere perché dobbiamo capire questo disturbo. Può essere semplice per molte persone, ma ti debilita. Ti integri quando ce l'hai. Ve lo portiamo noi. Se vuoi farci domande personali e chiamarci personalmente, Mario si rende disponibile 24-7 tramite il numero di telefono (915)494-4468. Lo è sempre stato, e vieni chiamato tutto il tempo come lui adesso. Il mio numero di telefono è(915)850-0900. Ed eccoci qui, Mario, e voglio ringraziarvi tutti per averci permesso di ripassare queste cose. Questo è anche il sito web di Mario all'indirizzo: rujahealth.com. È facile ed è un sito fantastico. Mi abbiamo portato qui. Questo è il mio indirizzo e il mio telefono, e poi c'è Daniel Alvarado, dove lavora dal centro fitness PUSH. Quindi vi diamo il benvenuto ragazzi per vedere cosa sta cucinando qui e cosa sta succedendo, e vi auguriamo il meglio per tutto ciò che sta accadendo. Quindi, mentre lo attraversiamo. Mario, è stata una benedizione, fratello ed io non vediamo l'ora di esaminare maggiori dettagli con te nei prossimi due giorni, e inizieremo a registrare sempre di più col passare del tempo. Che Dio vi benedica.

 

Disclaimer

Lesioni da videogiochi

Lesioni da videogiochi

I videogiochi sono cresciuti fino a oltre 150 milioni di persone negli Stati Uniti che giocano. Circa il 60% degli americani gioca ai videogiochi ogni giorno, con un giocatore medio di 34 anni. Giocare ai videogiochi per un lungo periodo di tempo richiede un tributo al corpo. Gli individui stanno sperimentando lo stesso tipo di dolori e dolori stando seduti e in piedi tutto il giorno al lavoro oa scuola. Le posizioni di seduta, la presa dei controller e i diversi accessori possono influenzare i nervi, i muscoli e la postura. Professionisti dell'e-sport comprendere il costo fisico che i loro corpi subiscono con la pratica costante, i tornei, le cliniche, ecc. Fanno condizionamento cardiovascolare, allenamento della forza e stretching per migliorare le loro capacità di gioco e tengono anche in considerazione:

  • La corretta posizione di seduta.
  • Sedie ergonomiche.
  • Altezza dello schermo.
  • Controller ergonomici.
  • Supporti per mani/polsi.
  • Fai delle pause regolari.

L'adozione di misure può prevenire sforzi, lesioni e ridurre al minimo il rischio di danni a lungo termine. Se sono presenti sforzi e lesioni, il trattamento chiropratico professionale può aiutare ad alleviare il dolore, riabilitare/rafforzare muscoli, legamenti, tendini e consigliare esercizi e allungamenti.

Lesioni da videogiochi

Postura da videogioco

Una postura corretta è fondamentale per mantenere la colonna vertebrale e la salute generale. La cattiva postura è la causa più comune di dolore alla schiena e al collo.

Posizioni per i videogiochi

Le posizioni di gioco comuni includono il divano scomposto dove il giocatore è accasciato di nuovo sul divano con i piedi alzati. Questo può portare a lombalgia e sciatica. La posizione completa è quella in cui l'individuo si piega in avanti, i gomiti sulle ginocchia, la testa inclinata in avanti e fissa lo schermo. Le ore in queste posizioni fanno irrigidire il collo, la schiena e altre aree del corpo, generando dolore dal movimento limitato. Molti giocatori usano sedie da gioco ergonomiche. Hanno scoperto che l'uso della sedia da gioco migliora la postura, eliminando la testa in avanti e le spalle arrotondate. Le sedie da gioco possono fornire il beneficio per la salute di sedersi correttamente, riducendo ed eliminando la tensione o lo sforzo del collo e della schiena.

Lesioni e problemi di salute

I problemi muscoloscheletrici comuni causati dal gioco eccessivo e dalla mancanza di movimento includono:

  • Affaticamento degli occhi
  • Mal di testa
  • Dolore al collo
  • Dolore a gomito, braccio, polso
  • Dolore al pollice
  • Dolore generale alla mano
  • Sindrome del tunnel carpale
  • Stress posturale
  • Mal di schiena

Trattamento Chiropratico

Massaggio alle spalle

L'intensità del gioco può far irrigidire e irrigidire le spalle. Quando si utilizza il controller, le spalle possono sollevarsi leggermente, accumulando acido lattico, interrompendo la circolazione sanguigna, causando un accumulo di tossine indesiderate che infiammano i punti trigger. Un massaggio chiropratico rilascerà i muscoli tesi, fornirà rilassamento e aumenterà il flusso sanguigno.

Trattamento mani e polsi

Le parti del corpo più utilizzate per i videogiochi includono le mani e il polso. Gli individui impugnano i controller o usano costantemente la tastiera e il mouse. Indipendentemente dalla forma di input utilizzata, l'uso prolungato può causare lesioni alla mano e al polso. Le lesioni includono:

  • Infiammazione
  • Dolori muscolari della mano

La chiropratica si concentra su aree specifiche per aiutare a curare il corpo attraverso un massaggio alle mani e ai polsi. Le tecniche avanzate includono la stimolazione muscolare elettrica per aiutare a stimolare e sciogliere i muscoli. Un chiropratico lo consiglierà tratti ed esercizi, e supporti per mani/polsi, protezioni o guanti speciali per alleviare i dolori muscolari durante il gioco.

Regolazioni del collo e della schiena

Una cattiva postura può provocare una colonna vertebrale disallineata o spasmi muscolari della schiena. Durante sessioni di gioco prolungate, possono iniziare a manifestarsi dolore e stanchezza. Un aggiustamento chiropratico può riallineare i muscoli e riportarli in posizione. Il tessuto che circonda il collo può ispessirsi e concentrarsi su un'area specifica. Inclinarsi troppo in avanti o utilizzare una cuffia da gioco pesante può comportare una postura della testa in avanti che sottopone a uno sforzo costante il collo. Gli aggiustamenti chiropratici allenteranno il tessuto e rilasceranno qualsiasi tensione. Allunga ed esercita sarà anche consigliato.

raccomandazioni

  • Configura il stazione di gioco correttamente.
  • Il monitor o la TV dovrebbero essere direttamente davanti e intorno all'altezza degli occhi, in modo da non affaticare il collo.
  • Sostieni la parte bassa della schiena mantenendo la normale curva nota come lordosi.
  • Utilizzare cuscino di supporto lombare o un piccolo cuscino dietro la parte bassa della schiena per prevenire tensioni e dolori.
  • Fai pause frequenti ogni ora, prenditi 10 minuti per alzarti, andare in giro, e allungare.
  • Attività fisica/esercizio 30-60 minuti al giorno per migliorare la salute.
  • Dieta sana

Composizione corporea


Composizione corporea

La composizione corporea si riferisce a come sono proporzionate le varie sostanze nel corpo. Alcuni esempi dei componenti che compongono il corpo includono:

  • Acqua
  • Proteina
  • Grasso
  • Minerali

Tutti questi componenti generano equilibrio nel corpo. Quando gli individui si esercitano, iniziano a notare cambiamenti nella loro composizione corporea. Per gli individui che si allenano regolarmente, è fondamentale monitorare l'aumento di peso, la perdita di peso e i cambiamenti nella composizione corporea. Questo per garantire che non perdano massa muscolare. Quando gli individui si esercitano, le fibre muscolari vengono strappate. Durante il processo di recupero, i muscoli vengono ricostruiti. Il sovrallenamento può portare alla riduzione della massa muscolare perché il corpo non può recuperare e ricostruire il numero di fibre muscolari, portando infine alla perdita muscolare.

Referenze

Emara, Ahmed K et al. "Guida alla salute del giocatore: ottimizzazione delle prestazioni, riconoscimento dei rischi e promozione del benessere negli eSport". Rapporti attuali di medicina dello sport vol. 19,12 (2020): 537-545. doi:10.1249/JSR.0000000000000787

Geoghegan, Luke e Justin CR Wormald. "Lesioni alla mano legate allo sport: una nuova prospettiva degli e-sport". The Journal of Hand Surgery, volume europeo vol. 44,2 (2019): 219-220. doi:10.1177/1753193418799607

McGee, Caitlin, et al. "Più di un gioco: lesioni muscoloscheletriche e un ruolo chiave per il fisioterapista negli esport". Il Giornale di fisioterapia ortopedica e sportiva vol. 51,9 (2021): 415-417. doi:10.2519/jospt.2021.0109

McGee, Caitlin e Kevin Ho. "Tendinopatie nei videogiochi e negli eSport". Frontiere nello sport e nella vita attiva vol. 3 689371. 28 maggio. 2021, doi:10.3389/fspor.2021.689371

Zwibel, Hallie et al. "L'approccio di un medico osteopatico all'atleta di Esports". Il Journal of the American Osteopathic Association vol. 119,11 (2019): 756-762. doi:10.7556/jaoa.2019.125