ClickCease
+ 1-915-850-0900 spinedoctors@gmail.com
Seleziona Pagina
Dieta chiropratica anti-infiammatoria

Dieta chiropratica anti-infiammatoria

I chiropratici comprendono la necessità di trattare tutto il corpo per ridurre e alleviare il dolore. Molti tipi di dolore sono causati dall'infiammazione. L'infiammazione è una risposta naturale e salutare al danno; tuttavia, l'infiammazione cronica non lo è. L'infiammazione cronica di basso grado può portare a problemi di salute come obesità, diabete, artrite, demenza, malattie cardiache, ictus e cancro. Se non trattata, l'infiammazione cronica può diffondersi in tutto il corpo, causando dolore e aggravamento. Quando si tratta di salute nutrizionale, gli alimenti possono peggiorare il dolore cronico. Chiropratici e medici raccomandano una dieta antinfiammatoria per il dolore cronico.

Dieta chiropratica anti-infiammatoria

Dieta antinfiammatoria

Quando il corpo viene ferito, il sistema nervoso invia segnali al sistema immunitario per inviare sostanze chimiche e nuovi globuli rossi e bianchi necessari per la guarigione. Il sistema immunitario funziona correttamente quando combatte le infezioni attivandosi quando il corpo riconosce qualcosa di estraneo che entra nel sistema. Potrebbe trattarsi di polline delle piante, sostanze chimiche o microbi invasori. Gli studi dimostrano che le persone ottengono il 50 percento delle loro calorie da zucchero, farina bianca, olio vegetale e oli di semi industriali. Questi alimenti sono noti per aumentare l'infiammazione nel corpo. Mangiare cibi che attivano il sistema immunitario, come le farine bianche raffinate o lo zucchero, crea un'infiammazione che non si spegne perché le informazioni inviate segnalano costantemente una lesione che esacerba l'infiammazione e il dolore.

Alimenti che causano infiammazione

I seguenti alimenti dovrebbero essere evitati o limitati il ​​più possibile:

  • Bevande zuccherate e bibite gassate.
  • Margarina e lardo.
  • Glutine e pasta bianca.
  • Carboidrati raffinati in pane bianco e pasticceria.
  • Carne lavorata come salsicce e hot dog.
  • Carni rosse come bistecche e hamburger.
  • Cibi fritti ad alto contenuto di grassi trans, come patatine e patatine fritte.
  • Alcool eccessivo.

Alcuni di questi alimenti sono stati associati a malattie croniche che includono:

  • Diabete di tipo 2
  • Malattia del cuore
  • Artrite reumatoide
  • Morbo di Crohn
  • Psoriasi
  • Tutti sono legati a infiammazione cronica.

Possono contribuire all'aumento di peso in eccesso, un altro fattore di rischio per l'infiammazione.

Alimenti consigliati per una dieta antinfiammatoria

Gli alimenti che dovrebbero essere inclusi nella dieta per la riduzione dell'infiammazione includono:

  • Cioccolato fondente.
  • Vino rosso con moderazione.
  • Noci come noci e mandorle.
  • Frutta come mirtilli, arance, fragole e ciliegie.
  • Verdure a foglia verde come broccoli, cavoli e spinaci.
  • Pesce ricco di omega 3 come salmone, tonno, sardine e sgombro.
  • Olio d'oliva.
  • Tè verde.
  • È stato scoperto che il caffè contiene composti antinfiammatori che può fornire una certa protezione con moderazione poiché è ricco di caffeina.

Gli alimenti ricchi di antiossidanti naturali includono mele e mirtilli. Gli antiossidanti sono molecole reattive che possono ridurre il numero di radicali liberi nella dieta. Un radicale libero è una molecola che ha il potenziale di alterare e danneggiare le cellule del corpo. Le cellule danneggiate aumentano il rischio di sviluppo di malattie.

Sollievo dall'infiammazione chiropratica

La fisioterapia chiropratica rafforza il corpo rafforzando il sistema immunitario rimuovendo qualsiasi blocco. Ciò mantiene il flusso naturale di sangue e sostanze nutritive in tutto il corpo, aumentando le difese del sistema immunitario. Passare a una dieta anti-infiammatoria può aiutare a rafforzare il sistema immunitario, ma può essere un adattamento difficile. Discutere le opzioni disponibili per gestire il sollievo dal dolore e l'infiammazione.


Composizione corporea


I muscoli non sono solo per gli atleti

Molte persone pensano che il guadagno muscolare sia necessario solo per gli atleti. Non tutti vogliono essere muscolosi, ma tutti devono essere in grado di combattere la malattia da infezione/i. I muscoli sono costituiti principalmente da acqua e proteine. Le proteine ​​sono un macronutriente essenziale di cui il corpo ha bisogno per funzionare correttamente. Quando il corpo entra in uno stato di stress come quello di ammalarsi, il fabbisogno proteico del corpo aumenta improvvisamente fino a quattro volte la quantità normalmente richiesta. Se il corpo non ottiene le proteine ​​necessarie dal cibo, inizierà a prendere ciò di cui ha bisogno dai muscoli e inizierà a scomporli. Se i muscoli non sono sufficientemente sviluppati o sottosviluppati, il corpo si riduce nella sua capacità e forza di combattere le infezioni e aumenta le possibilità per quelle future.

Referenze

Haß, Ulrike et al. "Diete antinfiammatorie e stanchezza". Nutrienti vol. 11,10 2315. 30 set. 2019, doi:10.3390/nu11102315

Owczarek, Danuta et al. "Dieta e fattori nutrizionali nelle malattie infiammatorie intestinali". Rivista mondiale di gastroenterologia vol. 22,3 (2016): 895-905. doi:10.3748/wjg.v22.i3.895

Sears, Barry. "Diete antinfiammatorie". Giornale dell'American College of Nutrition vol. 34 Suppl 1 (2015): 14-21. doi:10.1080/07315724.2015.1080105

Lesione del nervo sciatico

Lesione del nervo sciatico

La lesione del nervo sciatico si verifica a causa di un trauma al nervo e può causare intorpidimento, formicolio, perdita di potenza muscolare e dolore. L'esperienza traumatica può essere uno spasmo muscolare che tira e/o pizzica il nervo sciatico, una lesione da impatto di forza/pressione, una lesione da stiramento eccessivo o una lesione da lacerazione/taglio. Un'ernia del disco, o ernia del disco, è la causa più comune di irritazione del nervo sciatico. Un disco scivolato si verifica quando uno si sposta leggermente, spingendo fuori dalla colonna vertebrale. Questo pone pressione/compressione sul nervo sciatico.

Lesione del nervo sciatico

Cause di lesione del nervo sciatico

Trauma

  • Lussazione dell'anca
  • Frattura acetabolare
  • Trauma alla parte bassa della schiena, ai glutei o alla gamba a causa di un incidente automobilistico, un infortunio sportivo, un infortunio sul lavoro.

Cause di trattamento medico:

  • Trauma chirurgico diretto.
  • Può causare un intervento chirurgico di sostituzione totale dell'anca nervo compressione e allungamento durante la procedura, causando danni al nervo sciatico con conseguente disfunzione.
  • Posizionamento errato durante l'anestesia.
  • Iniezione di sostanze neurotossiche.
  • Lesioni da iniezione tramite iniezione intramuscolare nella regione glutea. Questa è una situazione in cui c'è una perdita di movimento eo mancanza di sensibilità all'estremità inferiore colpita con o senza dolore.
  • La paralisi da iniezione può iniziare improvvisamente o ore dopo il danno al nervo sciatico.
  • Un'iniezione intramuscolare fuori luogo nella regione dei glutei è la causa più comune di lesione. È attribuita a frequenti iniezioni oa tecniche scadenti risultanti da personale non adeguatamente formato o non qualificato.
  • Lesione del nervo sciatico indotta da laccio emostatico.
  • Condimenti troppo stretti.
  • Cast che colpiscono il nervo.
  • Plantari difettosi.
  • Il trattamento post-radioterapia può causare danni muscolari acuti e ritardati.

Sintomi di presentazione clinica

I sintomi comuni sono dolore e anormale andatura da passeggio. Altri sintomi clinici includono:

Anamnesi

  • Reclami di irradiazione del dolore alla gamba, che segue un pattern nervoso sensoriale.
  • Il dolore si irradia sotto il ginocchio, nel piede.
  • Reclami di lombalgia, che spesso è meno grave del dolore alle gambe.
  • Segnalazione di sensazioni elettriche, di bruciore, di intorpidimento.

Diagnosi

Un dettagliato esame obiettivo soggettivo e oggettivo è necessario per capire la gravità della lesione del nervo sciatico. Gli studi diagnostici includono:

  • Raggi X
  • Elettromiografia
  • Risonanza Magnetica

Gestione della chiropratica e della terapia fisica

Trattamento conservativo è l'approccio di prima linea per la gestione di una lesione del nervo sciatico.

Gestione del dolore

Esercizio e allungamenti

  • Gli esercizi e gli allungamenti di chiropratica e terapia fisica migliorano la rigenerazione dei nervi dopo un danno nervoso.

Stimolazione muscolare elettrica

  • La TENS e l'elettroagopuntura hanno dimostrato di aiutare a migliorare la ricrescita del nervo.
  • La stimolazione del biolaser può aiutare con la nutrizione e la rigenerazione dei nervi.

Mobilitazione articolare o dei tessuti molli

  • Aiuta a mantenere la flessibilità di muscoli, nervi e tessuti molli e a prevenire le deformità.

Allenamento dell'equilibrio

  • Esercizi di coordinazione, forza e flessibilità aiutano a ripristinare l'equilibrio.

Splintaggio

  • Nelle prime fasi dopo una lesione del nervo sciatico, potrebbe essere necessario un rinforzo per prevenire deformità e nuove lesioni o rischi di re-infortunio.
  • Ortesi per caviglia e piede – L'AFO può aiutare a prevenire la caduta del piede, il danno muscolare e il rischio di cadute.

Composizione corporea


Ottimizza la dieta per la perdita di grasso

Gli individui che vogliono perdere grasso devono creare un deficit calorico. Gli individui hanno bisogno di mangiare costantemente meno del necessario Spesa energetica giornaliera totale – TDEE. Il modo più sicuro per gestire una riduzione calorica è ridurre l'apporto calorico a piccole dosi come 200-300 calorie, per esempio. Dopo una o due settimane, eseguire un'analisi della composizione corporea. Se i numeri di massa grassa iniziano a diminuire o meno, regolare di conseguenza il fabbisogno calorico. Limitare le calorie è il modo più comune, un deficit può anche essere creato aumentando il fabbisogno calorico attraverso l'esercizio.

Referenze

Kline, DG et al. "Gestione e risultati delle lesioni del nervo sciatico: un'esperienza di 24 anni." Giornale di neurochirurgia vol. 89,1 (1998): 13-23. doi:10.3171/jns.1998.89.1.0013

Schmalzried, TP et al. "Aggiornamento sulla paralisi nervosa associata alla sostituzione totale dell'anca". Ortopedia clinica e ricerca correlata,344 (1997): 188-206.

Shim, Ho Yong et al. "Lesione del nervo sciatico causata da un esercizio di stretching in un ballerino addestrato." Annali di medicina riabilitativa vol. 37,6 (2013): 886-90. doi:10.5535/arm.2013.37.6.886

Suszyński, Krzysztof et al. "Tecniche fisioterapiche utilizzate nella gestione di pazienti con lesioni dei nervi periferici". Ricerca sulla rigenerazione neurale vol. 10,11 (2015): 1770-2. doi:10.4103/1673-5374.170299

Chiropratica e salute della colonna vertebrale

Chiropratica e salute della colonna vertebrale

Chiropratica e salute spinale. La maggior parte delle persone cerca la cura chiropratica solo dopo un infortunio e quando si presenta dolore. Poiché l'assistenza medica tradizionale tende a concentrarsi sul trattamento di disturbi e malattie, gli individui sono abituati a cercare assistenza solo quando qualcosa è squilibrato. Per molti, la chiropratica è nota per la sua capacità di risolvere il dolore alla schiena e al collo, correggere i disallineamenti posturali, gestire condizioni acute o croniche e accelerare la guarigione delle lesioni. La chiropratica è diversa in quanto è uno strumento per aumentare il benessere generale e la vitalità quando non sono presenti lesioni o squilibri.

Chiropratica e salute della colonna vertebrale

Chiropratica e salute della colonna vertebrale

La chiropratica è un trattamento inestimabile che aumenta la linea di base della salute di un individuo:

  • Aumento delle prestazioni
  • Estendere la durata e la longevità
  • Miglioramento del comfort generale
  • Aumento dell'agilità nel corpo

La chiropratica aiuta a raggiungere questi risultati trasformativi migliorando la funzione di:

  • Sistema circolatorio
  • Sistema immunitario
  • Sistema respiratorio
  • Sistema muscolare
  • Sistema nervoso
  • Sistema scheletrico

Circolazione aumentata

Il sistema circolatorio comprende il cuore e le sue camere, arterie, vene, polmoni, lobi e capillari. Le strutture all'interno di questo sistema spostano sangue, sostanze nutritive e rifiuti in tutto il corpo. La qualità della salute e della vita dipende dal livello di funzionamento di questo sistema. Più i tessuti ricevono sangue pulito, sostanze nutritive e ossigeno migliori e più efficienti, meglio il corpo è in grado di utilizzare questi elementi costitutivi per ottenere qualsiasi funzione sia richiesta. Più lenti e sporchi sono questi elementi costitutivi, minore è la qualità della funzione. Il sistema nervoso è il sistema di comunicazione che include il cervello, il midollo spinale e i nervi che corrono in tutto il corpo. Tutto nel corpo e nel lavoro funziona come risultato di questo sistema di comunicazione.

Il sistema circolatorio si basa sulla comunicazione che attraversa il sistema nervoso, che è alloggiato nella colonna vertebrale. Se la colonna vertebrale è disallineata, si muove in modo improprio o subisce un infortunio, può interferire con la funzione della comunicazione. Una regolare cura chiropratica aumenta i livelli di salute del sistema nervoso mantenendo la colonna vertebrale il più sana e flessibile possibile. I muscoli sono mantenuti sciolti, il che favorisce il flusso sanguigno e il flusso e il movimento dei rifiuti nel sistema linfatico. Gli individui che ricevono adeguamenti regolari segnalano:

  • Percezione migliorata delle sensazioni nelle loro estremità.
  • Mani e piedi più caldi.
  • Migliore risposta cognitiva e chiarezza.
  • Diminuire o eliminare formicolio e intorpidimento.
  • Mantenere la giusta gamma di movimento della colonna vertebrale facilita anche una migliore funzione e movimento di tutto il corpo.

Miglioramento della risposta immunitaria

La chiropratica regolare migliora le risposte immunitarie che portano a una migliore risposta contro gli invasori stranieri e le malattie, meno casi di malattia, esaurimento, affaticamento e infiammazione. Quando viene fornito un intervento chiropratico e spinale esperto, aiuta a riallineare ossa e articolazioni, alleviare la tensione muscolare e ripristinare la funzione nervosa. Il corpo sperimenta immediatamente una diminuzione dello stress, la sottoregolazione degli ormoni dello stress e delle sostanze chimiche nel corpo porta a una riduzione dell'infiammazione.

Maggiore mobilità e flessibilità

La chiropratica aiuta a migliorare la mobilità fisica e la flessibilità del sistema muscolare e scheletrico. Ciò si ottiene attraverso la manipolazione manuale per ripristinare la postura ideale e ottenere una struttura scheletrica equilibrata. La manipolazione manuale viene utilizzata anche per ammorbidire e rilassare i muscoli tesi che hanno sviluppato anomalie per compensare una postura scorretta. Quando la struttura scheletrica, gli squilibri muscolari e lo sforzo vengono corretti, il risultato è una migliore mobilità e flessibilità.

I sintomi del dolore sono diminuiti

Il dolore ha origine dal sistema nervoso, muscolare e scheletrico. La chiropratica può aiutare con mal di schiena, dolore al collo, dolore alla spalla, emicrania, dolore ai nervi e sciatico e altre condizioni e forme di disagio. L'origine del dolore può includere:

  • Squilibrio posturale
  • Tensione muscolare
  • Danni da incidenti o lesioni
  • Degenerazione spinale

Chiropratica e assistenza sanitaria spinale aiuta a lenire e disinfiammare le aree comprese, consentendo ai sistemi curativi naturali di intervenire e promuovere la riduzione a lungo termine del disagio e del dolore.

Le attività di piegamento, in piedi e seduti migliorano

Per molte persone, piegarsi, stare in piedi e sedersi sono movimenti normali in cui si impegnano ogni giorno. Questo può far parte dell'occupazione lavorativa, della scuola, delle faccende domestiche, ecc. e per molti questi movimenti e posizioni possono diventare dolorosi per lunghi periodi di tempo e quando sono ripetitivi. Un regolare trattamento chiropratico e di salute della colonna vertebrale può ripristinare la postura ottimale nel corpo, lenire i muscoli tesi e tesi e risolvere il flusso di energia nervosa interrotto che spesso porta a dolore ai nervi come la sciatica.


Composizione corporea


Ipertensione in gravidanza

L'ipertensione in gravidanza rientra in una delle tre categorie. Può variare da benigno e facilmente controllabile a grave con maggiori rischi medici. Ciò rende il monitoraggio della pressione sanguigna importante per i rischi per la salute individuale. I rischi per l'ipertensione in gravidanza includono:

  • Consegna anticipata
  • Diminuzione dell'ossigeno alla placenta
  • Potenziale malattia cardiaca

I principali tipi di ipertensione in gravidanza.

Ipertensione cronica

Ipertensione cronica è una condizione preesistente nota prima della gravidanza.

  • Gli individui che sono a conoscenza dell'elevata pressione sanguigna prima di rimanere incinta, un medico diagnosticherà l'individuo con ipertensione cronica.
  • Un medico userà criteri diagnostici per determinare se è presente ipertensione cronica prima di rimanere incinta.

Ipertensione gestazionale

Ipertensione gestazionale si sviluppa durante la gravidanza.

  • L'ipertensione gestazionale non è prevenibile e in genere ritorna a livelli normali dopo il parto.
  • Tuttavia, l'aumento del rischio per lo sviluppo successivo di ipertensione cronica è maggiore se si presenta ipertensione gestazionale.
  • Secondo Mayo Clinic, l'ipertensione gestazionale viene diagnosticata in base ai seguenti criteri:
  1. Almeno 20 settimane di gestazione
  2. La pressione sanguigna è maggiore di 140/90 in due occasioni
  3. Deve essere documentato a più di quattro ore di distanza
  4. Non sono presenti altri danni d'organo

preeclampsia

preeclampsia è il più grave.

La preeclampsia si sviluppa dopo 20 settimane di gravidanza ed è associato a un forte aumento dei livelli di pressione sanguigna. I sintomi notevoli includono:

  • Gonfiore improvviso di liquidi
  • Mal di testa cronici
  • Cambiamenti nella visione
  • Nausea
  • vomito
  • Aumento di peso
Referenze

Brown, Richard A. "Salute spinale: la spina dorsale dell'identità della chiropratica". Giornale di studi umanistici chiropratici vol. 23,1 22-28. 8 settembre 2016, doi:10.1016/j.echu.2016.07.002

Bussières, André E et al. "Terapia manipolativa spinale e altri trattamenti conservativi per la lombalgia: una linea guida dalla Canadian Chiropractic Guideline Initiative". Giornale di terapie manipolative e fisiologiche vol. 41,4 (2018): 265-293. doi:10.1016/j.jmpt.2017.12.004

Maher, Jennifer L et al. "Rischi legati all'esercizio e alla salute del decondizionamento fisico dopo una lesione del midollo spinale". Argomenti nella riabilitazione delle lesioni del midollo spinale vol. 23,3 (2017): 175-187. doi:10.1310/sci2303-175

Meeker, William C e Scott Haldeman. "Chiropratica: una professione al crocevia tra medicina tradizionale e alternativa". Annali di medicina interna vol. 136,3 (2002): 216-27. doi:10.7326/0003-4819-136-3-200202050-00010

ATM: disturbi della mascella

ATM: disturbi della mascella

L'ATM dell'articolazione temporo-mandibolare (tem-puh-roe-man-dib-u-lur) funge da cerniera scorrevole che collega l'osso mascellare al cranio. C'è un'articolazione su ciascun lato della mascella. I disturbi della mascella dell'ATM sono anche noti come disturbi temporo-mandibolari - TMD. Questi disturbi colpiscono il punto di connessione tra la mascella e il cranio che provoca gonfiore e dolore all'articolazione e ai muscoli che controllano il movimento. Il disturbo può essere causato da una combinazione di fattori, come stress, genetica, artrite o lesioni. I sintomi, il dolore e il disagio sono spesso temporanei e possono essere alleviati con la cura di sé e un trattamento non chirurgico come la chiropratica.

ATM: disturbi della mascella

Disturbi della mascella

Se la mascella non si muove correttamente o diventa sbilanciata, può sollecitare l'articolazione temporo-mandibolare. Se ciò accade, i muscoli della mascella e i muscoli del collo e delle spalle possono irrigidirsi e nel tempo si affaticano mentre lavorano troppo per compensare e mantenere la mascella in equilibrio. Le ossa che interagiscono nell'articolazione sono ricoperte di cartilagine e sono separate da un piccolo disco ammortizzante per mantenere un movimento regolare. I disturbi della mascella possono verificarsi se:

  • Il disco si erode o si sposta fuori allineamento.
  • La cartilagine dell'articolazione è danneggiata dall'artrite.
  • L'articolazione è danneggiata da un trauma da impatto come un colpo alla testa a causa di una caduta o un incidente sportivo.
  • Individui che hanno avuto un incidente automobilistico.

Altri fattori includono:

Sintomi

I sintomi dell'ATM variano da caso a caso. Questi sintomi potrebbero includere:

  • Problemi con l'apertura o la chiusura della bocca
  • Difficoltà o dolore durante la masticazione
  • Dolore o tenerezza della mascella
  • Dolore in una o entrambe le articolazioni temporo-mandibolari
  • Dolore facciale doloroso
  • Dolore al collo e alle spalle
  • Mal di testa
  • Dolore doloroso dentro e intorno all'orecchio
  • Vertigini
  • Bloccaggio del giunto
  • Suono di clic
  • Sensazione di grattugia

Rilievo chiropratico

Chiropratici può aiutare con l'ATM alleviando la tensione e la disfunzione della spalla, del collo e della mascella. Una volta che la disfunzione è stata alleviata, riduce la pressione sui vari nervi. Il trattamento include:


Composizione corporea


L'indice glicemico

Non tutti i carboidrati sono uguali, alcuni hanno un effetto più significativo sui livelli di insulina rispetto ad altri. Per le persone con diabete o insulino-resistenza, questo è importante. Un cibo Indice glicemico – compreso tra 0 e 100 – indica come un particolare carboidrato influenzerà i livelli di zucchero nel sangue e di insulina.

  • Gli alimenti che si digeriscono rapidamente sono in cima all'indice.
  • Gli alimenti che digeriscono lentamente sono inferiori all'indice.

Gli alimenti con un alto indice glicemico, tra cui patate e pane bianco, vengono rapidamente scomposti. Questo è ciò che accade quando si attraversa una corsa allo zucchero che si abbatte pochi minuti dopo. Gli alimenti a basso indice glicemico, tra cui patate dolci e avena intera, vengono digeriti gradualmente. Ciò si traduce in un aumento costante dei livelli di zucchero nel sangue. I seguenti fattori possono influenzare la scala GI:

Alimentare

  • Più elaborato è il cibo, maggiore è l'IG.

Contenuto di grassi e acidi

  • Gli alimenti ricchi di grassi, acidi o carboidrati mangiati con grassi o acidi tendono ad avere un IG più basso.

Contenuto di fibre

  • La fibra rallenta il tasso di digestione, portando a un aumento graduale e salutare dei livelli di zucchero nel sangue.

Maturità

  • Maturato i frutti tendono ad avere un IG più alto rispetto ai frutti non maturati.
Referenze

Alcantara, Joel et al. "Cura chiropratica di un paziente con disturbo temporo-mandibolare e sublussazione dell'atlante". Giornale di terapie manipolative e fisiologiche vol. 25,1 (2002): 63-70. doi:10.1067/mmt.2002.120415

DeVocht, James We et al. "Uno studio pilota di un intervento chiropratico per la gestione del disturbo temporo-mandibolare miofasciale cronico". Giornale dell'American Dental Association (1939) vol. 144,10 (2013): 1154-63. doi:10.14219/jada.archive.2013.0034

Pavia, Steven et al. "Trattamento chiropratico della disfunzione temporo-mandibolare: una serie di casi retrospettivi". Giornale di medicina chiropratica vol. 14,4 (2015): 279-84. doi:10.1016/j.jcm.2015.08.005

Rubis, Lisa Met al. "Un approccio collaborativo tra chiropratica e odontoiatria per affrontare la disfunzione temporo-mandibolare: un caso clinico". Giornale di medicina chiropratica vol. 13,1 (2014): 55-61. doi:10.1016/j.jcm.2013.10.003

Sindrome da stress tibiale mediale: Shin Splint

Sindrome da stress tibiale mediale: Shin Splint

Quando lo stress viene posto sugli stinchi con l'attività fisica derivante dalla camminata, dalla corsa o dall'esercizio fisico, i tessuti connettivi che attaccano i muscoli delle gambe alla tibia possono infiammarsi, causando la sindrome da stress tibiale mediale, più comunemente nota come stecche di stinco. Questa infiammazione è causata da piccoli strappi nei muscoli e nei tendini dello stinco. Il dolore cronico alla tibia potrebbe essere correlato a problemi all'arco plantare, problemi sottostanti con i muscoli o scarpe che non supportano correttamente i piedi. Sebbene di solito scompaia in pochi giorni, è importante monitorare per assicurarsi che non si trasformi in una frattura da stress. Un chiropratico può offrire trattamenti per alleviare il dolore e aiutare a prevenire il ripetersi di stecche tibiali.

Sindrome da stress tibiale mediale: Shin Splint

Sindrome da stress tibiale mediale

La sindrome da stress tibiale mediale può avere un impatto su chiunque. Può provenire dal camminare per lunghe distanze o in posizioni scomode come scendere le scale con piccoli gradini, saltare la corda e giocare con i bambini nel parco giochi può causare bruciore, senso di oppressione e dolore agli stinchi. Le stecche per lo stinco colpiscono gli individui in modo diverso. Per alcuni, il dolore si attenua quando l'attività scatenante viene interrotta. Per altri, il dolore può diventare una condizione cronica che si traduce in un dolore continuo, anche a riposo.

Lo stinco

  • Lo stinco è una parte dell'osso della tibia nella parte inferiore della gamba.
  • Questo osso assorbe gli urti quando ci si sposta attraverso le attività quotidiane.
  • I muscoli che corrono lungo lo stinco sostengono l'arco del piede e sollevano le dita dei piedi durante il movimento.
  • La sindrome da stress tibiale mediale è causata da una forza eccessiva sulla tibia e sul tessuto circostante, che fa gonfiare i muscoli e aumenta la pressione intorno all'osso.
  • Se non trattate, possono formarsi piccole lacerazioni nei muscoli e nell'osso, che portano a dolore cronico e fratture da stress.

È più probabile che la sindrome da stress tibiale mediale si verifichi da:

  • Non fare stretching prima dell'attività fisica o dell'esercizio.
  • Camminare o correre costantemente su superfici dure.
  • Indossare le scarpe sbagliate che non forniscono abbastanza ammortizzazione o supporto per l'arco plantare.
  • Sforzo eccessivo del corpo con attività e movimento.
  • Al corpo non viene data la giusta quantità di tempo per riprendersi.
  • Gli atleti spesso sperimentano stecche tibiali quando hanno intensificato la loro routine di allenamento o l'hanno modificata.

Sintomi

  • Dolore durante l'esercizio o l'attività.
  • Dolore nella parte anteriore della parte inferiore della gamba.
  • Dolore nella parte inferiore della gamba.
  • Gonfiore nella parte inferiore della gamba.
  • Shin è caldo al tatto.

Trattamento

Ogni volta che si prova dolore, alcuni muscoli si irrigidiranno o si indeboliranno in risposta. Identificando i muscoli deboli e/o tesi, un chiropratico può prescrivere allungamenti ed esercizi che aiuteranno ad alleviare il dolore e prevenirlo. Uno dei principi fondamentali della chiropratica è trattare il corpo come un sistema interconnesso. Un chiropratico può lavorare su una parte non correlata del corpo per trattare l'area sintomatica. Per esempio, possono lavorare per allineare la colonna vertebrale e il bacino per ridurre l'impatto sulla parte inferiore delle gambe.

Parte di un piano di trattamento può includere:

Mobilitazione dei tessuti molli

  • Uno strumento portatile scioglie i tessuti tesi durante la terapia di mobilizzazione dei tessuti molli e rompe il tessuto cicatriziale intorno alla tibia.
  • Massaggiare i muscoli tesi della gamba li mantiene sciolti e allevia il dolore.
  • Il massaggio a percussione può essere aggiunto per ridurre i nodi muscolari, migliorare il flusso sanguigno e sciogliere il tessuto cicatriziale.
  • Il trattamento allevia il dolore e può aiutare a evitare stecche tibiali quando si torna alle normali attività.

Ultrasuoni e Laserterapia Basso

  • L'ecografia e la terapia a basso laser utilizzano il calore per riscaldare delicatamente i tessuti profondi della parte inferiore della gamba.
  • Il trattamento allevia il dolore, riduce l'infiammazione, il gonfiore e aumenta il flusso sanguigno.

Kinesio Taping

  • L'applicazione di un nastro Kinesio flessibile sul piede e sulla parte inferiore della gamba può ridurre lo stress sugli stinchi.
  • Il chiropratico o il fisioterapista mostreranno come applicare correttamente il nastro.

Foot Orthotics

  • Gli individui possono avere maggiori probabilità di sviluppare stecche per lo stinco se hanno archi alti o bassi o se i loro piedi tendono a rotolare verso l'interno o verso l'esterno quando camminano.
  • I plantari su prescrizione possono essere realizzati per mantenere i piedi correttamente bilanciati e supportati.

Esercizi di stretching

  • Le stecche dello stinco potrebbero essere correlate muscoli tesi nella schiena del polpaccio e muscoli deboli nella parte anteriore della parte inferiore della gamba.
  • Un chiropratico o un fisioterapista mostrerà esercizi di stretching e rafforzamento per mantenere l'equilibrio muscolare.

Composizione corporea


Ritenzione dell'acqua a causa dell'assunzione di sale

Il sale/sodio è ovunque e difficile da evitare.

Potrebbe non sorprendere che un singolo cheeseburger contenga oltre 500 mg di sodio, quasi un quarto del livello giornaliero raccomandato, ma è una sorpresa sapere che il condimento ranch su un'insalata contiene fino a 270 mg o un cucchiaio di salsa di soia su una sana saltata in padella di sole verdure ha 879 mg di sodio. La Mayo Clinic stima che l'individuo medio consumi circa 3,400 mg di sodio al giorno: quasi il doppio di quanto raccomandato. Il sodio è legato alla ritenzione idrica ed è compito dei reni espellere il sodio non necessario dal corpo. Fino all'attivazione dei reni, un individuo tratterrà temporaneamente acqua in più. Se le abitudini quotidiane di assunzione di acqua e sodio cambiano quotidianamente, ciò può contribuire alla ritenzione idrica, causando fluttuazioni del peso giornaliero. Quindi, se un individuo era a dieta ma ha inondato il corpo con più sale del solito, aspettati di vedere un temporaneo aumento di peso.

Referenze

Bates, P. "Shin splint: una revisione della letteratura". Rivista britannica di medicina dello sport vol. 19,3 (1985): 132-7. doi:10.1136/bjsm.19.3.132

Economia chiropratica: la scienza dietro il massaggio a percussione.

Lordo, ML et al. "Efficacia degli inserti per scarpe ortesi nel corridore di lunga distanza." La rivista americana di medicina dello sport vol. 19,4 (1991): 409-12. doi:10.1177/036354659101900416

Ehi, Martina et al. "L'aumento dell'assunzione di sodio da una precedente assunzione bassa o alta influisce in modo diverso sull'equilibrio di acqua, elettroliti e acido-base". Il giornale britannico della nutrizione vol. 101,9 (2009): 1286-94. doi:10.1017/S0007114508088041

McClure, Charles J. e Robert Oh. "Sindrome da stress tibiale mediale". StatPearls, StatPearls Publishing, 11 agosto 2021.

Benessere fisico, dieta e chiropratica

Benessere fisico, dieta e chiropratica

Una dieta sana e una corretta alimentazione sono essenziali per la salute generale e il benessere fisico del corpo. Un'alimentazione scorretta può portare all'incapacità del corpo di riparare i muscoli, influenzare la densità muscolare, influenzare i livelli di liquidi nelle cellule, la funzione degli organi e la funzione nervosa. Gli individui che ricevono regolarmente un trattamento chiropratico tendono a sperimentare meno raffreddori e malattie, dolori e dolori ridotti e un migliore umore in generale. Ci sono opzioni nutrizionali e alcuni cibi che le persone sono consigliate di seguire per ottenere i maggiori benefici dal trattamento chiropratico. Una dieta sana, una corretta idratazione, esercizio e riposo possono aiutare a mantenere il corpo sulla strada per una salute ottimale.

Benessere fisico, dieta e chiropratica

Infiammazione da dieta povera

Una cattiva alimentazione e cattive abitudini alimentari fanno sì che il corpo non funzioni in modo efficiente. Il corpo diventa stanco e stanco, provocando la rottura. Coloro che prediligono cibi trasformati, zucchero e calorie vuote che non hanno valore nutritivo mettono il proprio corpo a rischio di infiammazione. L'infiammazione può portare a dolori muscolari, dolori articolari e altro condizioni sanitarie. L'infiammazione cronica nel tempo può portare a:

  • Danno al DNA
  • Morte dei tessuti
  • Cicatrici interne
  • Tutti sono legati allo sviluppo di diverse malattie, incluso il cancro.

Alimenti per il benessere fisico

Gli individui iniziano a sentirsi molto meglio e più sani quando mangiano cibi integrali. Può essere difficile fare il passaggio per coloro che mangiano male da anni, ma una volta iniziato, la maggior parte delle persone si sente meglio quasi immediatamente.

Verdure al vapore

  • Mangia una varietà di verdure tollerabili.
  • La cottura a vapore migliora l'utilizzo/disponibilità delle sostanze alimentari e riduce il residuo irritante nell'intestino, permettendogli di rigenerarsi.
  • Per antinfiammatori, si consiglia di evitare pomodori, patate, melanzane e peperoni.

Noccioline, arachidi, ecc.

  • Si consiglia di utilizzare qualsiasi noce tollerabile, ad eccezione delle arachidi, come mandorle, anacardi, noci brasiliane, semi di girasole e noci.

Legumi

  • Qualsiasi legume tollerabile come piselli spezzati, lenticchie, fagioli, fagioli borlotti, semi di soia, fagioli mung, ceci e fagioli adzuki.

Grani

  • Si consiglia di mangiare da una a due tazze di cereali cotti al giorno.
  • Questi includono miglio, riso basmati o integrale, quinoa, orzo, grano saraceno, farina d'avena e amaranto.
  • Si raccomanda di non mangiare grano, cereali integrali o altro.
  • Niente pane, pianifica i pasti in modo che il pane non sia necessario, poiché il pane può aumentare i livelli di zucchero e aumentare un marker infiammatorio.

Pesce

  • Si preferisce il pesce d'altura che comprende salmone, halibut, merluzzo, sardine, tonno, sgombro.
  • Il pesce deve essere in camicia, al forno, al vapore o alla griglia.
  • Niente crostacei o pesce spada.

Pollo e Tacchino

  • Mangia solo carne bianca e non mangiare la pelle.
  • Il pollo deve essere cotto al forno, alla griglia o al vapore.
  • È preferibile il pollo ruspante o biologico.

Per frutta

  • Crudo è il migliore, può essere cotto a bassa temperatura e trasformato in succo.
  • Mele, avocado, mirtilli, ciliegie, ananas fresco, guaiave, limoni, lime, arance, papaia, lamponi, fragole.

dolcificanti

  • Una delle cose essenziali consigliate dai chiropratici è eliminare i dolcificanti artificiali e lo zucchero in eccesso.
  • È possibile utilizzare piccole quantità di sciroppo d'acero, sciroppo di riso, sciroppo d'orzo e miele.
  • Il desiderio di zucchero può essere evitato mangiando proteine ​​ad ogni pasto.

Acqua e Tisane

  • Bere 8-10 bicchieri d'acqua ogni giorno.
  • Bere da 2 a 4 tazze di tè alle erbe, sorseggiato lentamente la sera.

Composizione corporea


Antibiotici

Antibiotici sono progettati per curare le infezioni batteriche uccidendo i batteri invasori. Tuttavia, gli antibiotici non separano i batteri buoni da quelli cattivi. Di conseguenza, la terapia antibiotica di solo tre o quattro giorni può alterare la popolazione e la diversità dei microbi intestinali. Gli studi hanno dimostrato che i bambini sono particolarmente a rischio poiché la ridotta diversità dei batteri intestinali è stata collegata all'obesità infantile. Per questo motivo, assicurati di farlo seguire le istruzioni di un medico quando si utilizzano antibiotici. Trascorrere regolarmente del tempo all'aperto può aiutare ad aumentare l'esposizione del corpo alla diversità microbica. Il giardinaggio è un ottimo modo per sporcarsi di terra per riacquistare la flora intestinale e mantenere il benessere fisico del corpo.

Referenze

Fritsche, Kevin L. "La scienza degli acidi grassi e dell'infiammazione". Progressi nella nutrizione (Bethesda, Md.) vol. 6,3 293S-301S. 15 maggio. 2015, doi:10.3945/an.114.006940

Kapczuk, Patrycja et al. “Żywność wysokoprzetworzona i jej wpływ na zdrowie dzieci i osób dorosłych” [Alimenti altamente trasformati e i suoi effetti sulla salute di bambini e adulti]. Postepy biochemii vol. 66,1 23-29. 23 marzo 2020, doi:10.18388/pb.2020_309

Ricker, Mari Anoushka e William Christian Haas. "Dieta antinfiammatoria nella pratica clinica: una revisione". La nutrizione nella pratica clinica: pubblicazione ufficiale dell'American Society for Parenteral and Enteral Nutrition vol. 32,3 (2017): 318-325. doi:10.1177/0884533617700353

Serafini, Mauro e Ilaria Peluso. "Alimenti funzionali per la salute: il ruolo antiossidante e antinfiammatorio correlato di frutta, verdura, erbe, spezie e cacao negli esseri umani". L'attuale design farmaceutico vol. 22,44 (2016): 6701-6715. doi:10.2174/1381612823666161123094235

Wahlqvist, Mark L. "La struttura del cibo è fondamentale per una salute ottimale". Cibo e funzione vol. 7,3 (2016): 1245-50. doi:10.1039/c5fo01285f

Mal di schiena toracico

Mal di schiena toracico

Il colonna vertebrale toracica, noto anche come parte superiore o centrale della schiena, è progettato per la stabilità per ancorare la gabbia toracica e proteggere gli organi del torace. È altamente resistente alle lesioni e al dolore. Tuttavia, quando il mal di schiena toracico si presenta, di solito è dovuto a problemi di postura a lungo termine o a un infortunio. Il mal di schiena toracico è meno comune del dolore lombare e del collo, ma colpisce fino al 20% della popolazione, in particolare le donne. Le opzioni di trattamento includono la chiropratica per un sollievo dal dolore rapido ea lungo termine.

Mal di schiena toracico

Mal di schiena toracico e indolenzimento

L'area toracica è vitale per varie funzioni legate a:

  • Meccanica della respirazione
  • Funzione ottimale del braccio
  • Protezione degli organi
  • Supporto del bagagliaio
  • Salute dei tessuti nervosi

I motivi comuni per provare il mal di schiena toracico includono:

  • Un colpo diretto o una lesione ad alto impatto da una caduta.
  • Infortunio sportivo.
  • Incidente automobilistico.
  • Posture malsane che mettono la colonna vertebrale in un disallineamento cronico, causando tensione.
  • Lesioni da uso eccessivo ripetitivo da piegarsi, raggiungere, sollevare, torcere.
  • Cattiva meccanica del core o della spalla, che causa uno squilibrio muscolare.
  • Irritazione muscolare, i grandi muscoli della parte superiore della schiena sono inclini a sviluppare tensioni o tensioni che possono essere dolorose e difficili da alleviare.
  • Decondizionamento o mancanza di forza.
  • La disfunzione articolare può derivare da un infortunio improvviso o da una degenerazione naturale dovuta all'invecchiamento. Esempi inclusi lacerazione della cartilagine delle faccette articolari or rottura della capsula articolare.

Il mal di schiena di solito si sente come un dolore acuto e bruciante localizzato in un punto o un dolore generale che può divampare e diffondersi alla spalla, al collo e alle braccia.

Tipi di mal di schiena

Questi includono:

  • Dolore miofasciale
  • Degenerazione della colonna vertebrale
  • Disfunzione articolare
  • Disfunzione nervosa
  • Disallineamenti spinali generali

A seconda di quali tessuti specifici sono interessati, può verificarsi dolore durante la respirazione o l'uso del braccio. Si consiglia di far eseguire un esame da un operatore sanitario e ottenere una diagnosi accurata. Un chiropratico comprende il delicato equilibrio e le funzioni fornite dalla colonna vertebrale toracica e può sviluppare un piano di trattamento adeguato.

Chiropratica

Le opzioni di trattamento dipenderanno dai sintomi, dalle disfunzioni sottostanti e dalle preferenze individuali.​Le raccomandazioni per il trattamento spesso includono:

  • Regolazioni della colonna vertebrale per migliorare l'allineamento e l'integrità dei nervi.
  • Allenamento posturale per mantenere l'allineamento della colonna vertebrale.
  • Massaggio terapeutico.
  • Allenamento fisico per ripristinare l'equilibrio muscolare.
  • Tecniche antidolorifiche non invasive.
  • Allenamento per la salute.

Composizione corporea


Diete a base vegetale per la perdita di peso

Individui che seguono vegani, vegetariani e semivegetariano le diete hanno segnalato e dimostrato che hanno meno probabilità di essere sovrappeso o obesi. Ciò può indicare che ridurre l'assunzione di carne e prodotti animali è benefico per la perdita di peso. Gli studi hanno scoperto che le persone che seguono una dieta vegana possono perdere più peso rispetto alle persone che seguono una dieta dimagrante più convenzionale, anche con calorie simili consumate, e spesso hanno miglioramenti significativi nella glicemia e nei marcatori di infiammazione.

Guadagno di proteine ​​e muscoli a base vegetale

Alcuni proteine ​​a base vegetale sono efficaci quanto le proteine ​​animali nel promuovere il guadagno muscolare. UN studio ha scoperto che l'integrazione di proteine ​​del riso dopo l'allenamento di resistenza ha avuto benefici simili all'integrazione di proteine ​​del siero di latte. Entrambi i gruppi avevano:

Referenze

Briggs AM, Smith AJ, Straker LM, Bragge P. Dolore alla colonna vertebrale toracica nella popolazione generale: prevalenza, incidenza e fattori associati in bambini, adolescenti e adulti. Una revisione sistematica. Disturbo muscoloscheletrico BMC. 2009;10:77.

Cichoń, Dorota et al. "Efficacia della fisioterapia nella riduzione del mal di schiena e nel miglioramento della mobilità articolare nelle donne anziane". Ortopedia, traumatologia, rehabilitacja vol. 21,1 (2019): 45-55. doi:10.5604/01.3001.0013.1115

Fouquet N, Bodin J, Descatha A, et al. Prevalenza del dolore della colonna vertebrale toracica in una rete di sorveglianza. Occup Med (Londra). 2015;65(2):122-5.

Jäger, Ralf et al. "Confronto tra il tasso di digestione dell'isolato di proteine ​​​​del riso e del siero di latte e l'assorbimento degli aminoacidi". Giornale della Società Internazionale di Nutrizione Sportiva vol. 10, Supplemento 1 P12. 6 dic. 2013, doi:10.1186/1550-2783-10-S1-P12

Gioia, Jordan M et al. "Gli effetti di 8 settimane di integrazione di proteine ​​del siero di latte o di riso sulla composizione corporea e sulle prestazioni fisiche". Rivista nutrizionale vol. 12 86. 20 giugno 2013, doi:10.1186/1475-2891-12-86

Medawar, Evelyn et al. "Gli effetti delle diete a base vegetale sul corpo e sul cervello: una revisione sistematica". Psichiatria traslazionale vol. 9,1 226. 12 set. 2019, doi:10.1038/s41398-019-0552-0

Newby, PK et al. "Rischio di sovrappeso e obesità tra le donne semivegetariane, lattovegetariane e vegane". Il giornale americano di nutrizione clinica vol. 81,6 (2005): 1267-74. doi:10.1093/ajcn/81.6.1267

Pope, Malcolm H et al. "Ergonomia della colonna vertebrale". Revisione annuale dell'ingegneria biomedica vol. 4 (2002): 49-68. doi:10.1146/annurev.bioeng.4.092101.122107

Lesioni nervose

Lesioni nervose

Una lesione nervosa è spesso causata da un evento traumatico improvviso, come uno scivolamento e una caduta, lesioni personali o sul lavoro, un incidente automobilistico o un infortunio sportivo. Lo stress generale del corpo dovuto a una cattiva postura e al sovrappeso può anche portare nel tempo a dolore ai nervi, noto come trauma cumulativo. Dove i legamenti e le ossa non sono allineati correttamente, possono verificarsi dolore e danni ai nervi. Quando si presenta dolore ai nervi, viene esercitata una pressione su quel/i nervo/i. I sintomi del dolore nervoso includono sensazioni di bruciore, formicolio o intorpidimento nei tessuti controllati da quel nervo. I test ortopedici e neurologici determineranno quale nervo specifico è interessato. Gli aggiustamenti chiropratici riallineano la colonna vertebrale e alleviano la pressione sul nervo, eliminando così il dolore e correggendo il problema.

Lesioni nervose

Lesioni nervose

Ttroppa pressione dai tessuti circostanti comprime e irrita il nervo e interrompe la sua capacità di funzionare correttamente. I nervi schiacciati sono più vulnerabili nei punti del corpo in cui passano attraverso spazi ristretti e hanno poca o nessuna protezione dei tessuti molli. I sintomi includono:

  • Sensazione di spilli e aghi
  • Intorpidimento
  • Dolore
  • Debolezza

Un nervo schiacciato può ridurre la gamma di movimento e causare spasmi muscolari. Se non trattata, una lesione nervosa può lasciare un individuo con dolore cronico e portare a danni permanenti ai nervi.

Formicolio e intorpidimento

Formicolio e intorpidimento sono sensazioni fisiche insolite o spiacevoli, più comunemente sperimentate nelle braccia, nelle mani, nelle dita, nelle gambe, nei piedi e nelle dita dei piedi. Formicolio e intorpidimento si presentano in due forme:

Parestesia

  • Una sensazione di formicolio sulla pelle o la sensazione della mano o del braccio che si sono addormentati.
  • La parestesia può essere il risultato di una riduzione del flusso sanguigno nella regione. Ciò può essere causato dalla pressione esterna che restringe i vasi sanguigni.

disestesia

  • Questa è una sensazione più persistente che ricorda prurito, bruciore, scossa elettrica o dolore lancinante.

 Lesioni al sistema nervoso possono anche produrre intorpidimento e formicolio, anche in aree non vicine alla lesione reale. Esempi inclusi:

  • Il dolore al collo da una lesione al collo può causare intorpidimento o formicolio alla mano o al braccio.
  • Un infortunio alla parte bassa della schiena può causare formicolio nella parte posteriore della gamba.

Altre possibili cause includono:

  • Infiammazione che mette sotto pressione i nervi
  • Punti trigger nei muscoli
  • Vasi sanguigni ingrossati
  • Tumori
  • Adesioni miofasciali
  • Tessuto cicatriziale
  • Infezione
  • Lesioni sul disco o sui dischi spinali
  • Diabete
  • Carenza di calcio
  • Carenza di vitamina B12
  • Malattia del fegato
  • Malattie renali
  • Alcolismo
  • Abuso di droghe

Trattamento Chiropratico

Per determinare il corso appropriato del trattamento, un medico chiropratico deve diagnosticare la causa della lesione nervosa. A seconda della natura o della gravità della sensazione, l'esame includerà:

  • Test muscolari
  • Test del range di movimento
  • Test neurologici
  • Test ortopedici

Il chiropratico palperà le aree efficaci e ordinerà test di imaging come i raggi X, se necessario. Se sono necessari ulteriori test per diagnosticare la fonte della lesione nervosa, il medico può ordinare una risonanza magnetica o una TAC. Una volta diagnosticata la condizione sottostante, un chiropratico svilupperà un piano di trattamento per eliminare l'irritazione, correggere i disallineamenti che causano pressione e ripristinare la corretta funzione nervosa. I piani di trattamento variano da caso a caso ma possono includere:

  • Massaggio terapeutico
  • Regolazioni del corpo
  • Manipolazione spinale
  • Calore e ghiaccio

L'obiettivo è alleviare/rilasciare la pressione sui nervi. Gli aggiustamenti chiropratici aiutano a riposizionare i muscoli e i nervi. Il massaggio profondo dei tessuti aiuta a sciogliere le tensioni ed eliminare le tossine che peggiorano le sensazioni. Trattamento migliora la circolazione e allevia la pressione sui percorsi neurali necessari per ripristinare la normale segnalazione neurale tra il corpo e il cervello.


Composizione corporea


Perché il cervello ha bisogno di zucchero

Il cervello ha bisogno della metà di tutta la fornitura di energia del corpo a causa del suo complesso sistema di cellule nervose. Il cervello richiede glucosio per l'energia delle cellule cerebrali. Poiché i neuroni non possono immagazzinare energia, hanno bisogno di una fornitura continua di carburante per funzionare correttamente dal flusso sanguigno. La capacità di pensare, apprendere e ricordare le informazioni è strettamente associata ai livelli di glucosio. Quando i livelli di glucosio nel sangue sono bassi, la capacità di pensare è inibita dalla produzione di messaggeri chimici/neurotrasmettitori, sono ridotti, interrompendo la comunicazione tra i neuroni. Zucchero naturale può aumentare la salute del cervello perché richiede glucosio per funzionare. Lo zucchero viene rilasciato lentamente nel flusso sanguigno quando viene assunto naturalmente da fonti come mele e banane, mantenendo i livelli di energia costanti, senza desiderare più zucchero.

Referenze

Ameh, Victor e Steve Crane. "Lesione nervosa a seguito di lussazione della spalla: il punto di vista del medico di emergenza". Rivista europea di medicina d'urgenza: Gazzetta ufficiale della Società europea di medicina d'urgenza vol. 13,4 (2006): 233-5. doi:10.1097/01.mej.0000206190.62201.ad

Nichols, JS e KO Lillehei. "Danno nervoso associato a trauma vascolare acuto". Le cliniche chirurgiche del Nord America vol. 68,4 (1988): 837-52. doi:10.1016/s0039-6109(16)44589-5

Ruggiero, SL. "Lesione e riparazione del nervo trigemino". Il giornale dentale dello stato di New York vol. 62,8 (1996): 36-40.

Welch, JA. "Lesione del nervo periferico". Seminari di medicina e chirurgia veterinaria (piccolo animale) vol. 11,4 (1996): 273-84. doi:10.1016/s1096-2867(96)80020-x

WOODHALL, B. "Lesione del nervo periferico". Le cliniche chirurgiche del Nord America (1954): 1147-65. doi:10.1016/s0039-6109(16)34299-2

Migliora il programma di esercizi con la chiropratica

Migliora il programma di esercizi con la chiropratica

La chiropratica può migliorare l'efficacia di un programma di esercizi. La chiropratica agisce sul sistema neuromuscoloscheletrico, che comprende i sistemi nervoso, muscolare e scheletrico. Produce un effetto indiretto sul sistema immunitario, coinvolgendo i processi del corpo derivanti dall'esercizio e dallo sviluppo muscolare. La maggior parte delle persone ha familiarità con i benefici dell'esercizio fisico regolare e dell'attività fisica. Attività fisica regolare ed esercizio fisico:

  • Aumenta la circolazione
  • Migliora la forza
  • Aumenta la funzione del sistema immunitario
  • Produce endorfine e sostanze chimiche che stimolano il cervello
  • Migliora l'umore
  • Aumentare la massa muscolare
  • Contribuisce a una maggiore flessibilità e mobilità

Le pratiche di potenziamento dell'esercizio possono moltiplicare l'efficacia di un programma di allenamento. I metodi di miglioramento dell'esercizio che sono ben noti includono:

  • Incorporando i giorni di riposo
  • Rimanere idratati
  • Sonno costante e di alta qualità
  • Utilizzando integratori che migliorano la capacità del corpo di produrre e sostenere i muscoli.

A chiropratico può sviluppare un piano di trattamento personalizzato per supportare e migliorare il programma di allenamento/esercizio di un individuo. Questo piano può includere interventi specifici per migliorare l'allineamento o mantenere il rilassamento muscolare e allungamenti e movimenti prescritti per ridurre lo sforzo di un regime di esercizio.

Migliora il programma di esercizi con la chiropratica

Sistema Nervoso

La chiropratica aiuta a riequilibrare il sistema nervoso. Il trattamento consente di rimuovere la pressione dai nervi compressi, contusi e recisi. La chiropratica riduce ed elimina il dolore originato da muscoli, articolazioni e tessuti infiammati. Quando si tratta di esercizio, il dolore ai nervi di solito ha origine da movimenti vigorosi. Il gonfiore e l'infiammazione nel corpo possono causare l'infiammazione o la compressione dei nervi. Il disallineamento della struttura spinale e delle articolazioni può verificarsi durante l'esercizio fisico intenso, in particolare quando è coinvolta la resistenza al peso. Può anche restringere/pizzicare i nervi, contribuendo al dolore sciatico, che ha origine nella parte bassa della schiena e si diffonde lungo i muscoli glutei e la parte posteriore delle gambe. La chiropratica può aiutare:

  • Riduci il dolore e il disagio
  • Migliora la reattività fisica
  • Ridurre l'infiammazione
  • Migliora la funzione immunitaria

Sistema muscolare

Il sistema muscolare è interconnesso con il sistema nervoso e scheletrico. La manipolazione chiropratica manuale aiuta a:

  • Ridurre il dolore nei muscoli infiammati che sono stati utilizzati durante l'esercizio
  • Rilascia i muscoli tesi e tesi
  • Elimina i nodi muscolari
  • Accelera la riparazione muscolare
  • Migliora le prestazioni dell'esercizio

Sistema scheletrico

Il sistema scheletrico è alla base di tutti i movimenti e le attività fisiche. Svolge un ruolo nell'attività fisica/esercizio, nel recupero e nello sviluppo della forza e della muscolatura. Durante le routine di allenamento, le articolazioni possono disallinearsi, specialmente durante le attività di sollevamento pesi o sollevamento. La chiropratica per il sistema scheletrico può:

  • Riequilibrare il sistema
  • Riallineare ossa e articolazioni
  • Diminuire lo sforzo muscolare
  • Migliora la postura e la forma
  • Riduci ed elimina il dolore alle ginocchia, ai polsi e alle spalle
  • Aumenta la capacità del corpo di assumere peso aggiuntivo in modo sano

Tieni informato il chiropratico

Per ricevere un maggiore esercizio e benefici legati alle prestazioni dalla cura chiropratica, le persone devono tenere il proprio chiropratico informato sugli obiettivi e sullo stile di attività fisica. Più il chiropratico conosce i tipi di esercizi, più fornirà un piano di trattamento personalizzato per le esigenze specifiche di un individuo. Qualsiasi lesione o sforzo sperimentato durante una sessione di esercizio o una parte specifica del corpo sembra riprendersi a un ritmo più lento rispetto al resto del corpo, informa il chiropratico. Possono esaminare la postura, la posizione, determinare gli squilibri e scoprire altre aree del corpo che potrebbero essere sovraccariche per compensare.

Sessioni a tempo in modo appropriato

A seconda del tipo di attività fisica e degli esercizi, si può consigliare alle persone di cercare assistenza nei giorni di riposo o negli stessi giorni dell'allenamento. Discuti con il chiropratico quali giorni della settimana sono i migliori per il trattamento e prima o dopo gli allenamenti.

Obiettivi di salute

Le pratiche di movimento ed esercizio sono uniche e variano da individuo a individuo. Gli individui hanno obiettivi diversi per i loro regimi che vanno da:

  • Aumentare la flessibilità e l'agilità
  • Costruire forza, resistenza e massa muscolare.

identificare obiettivi di salute e condividerli con il chiropratico. A seconda dello scopo dell'esercizio di routine, il trattamento può variare per supportare e migliorare obiettivi specifici.


Composizione corporea


Migliora la sensibilità all'insulina

Quando si consumano carboidrati, viene scomposto in zucchero. Il corpo ha bisogno di una certa quantità di zucchero per funzionare. Tuttavia, il danno cellulare si verifica se i livelli diventano troppo alti per troppo tempo, come nel diabete. Il ruolo dell'insulina è quello di guidare lo zucchero in eccesso – il glucosio nella sicurezza delle cellule. Tuttavia, più individui stanno sperimentando livelli elevati di insulina nel sangue, chiamato iperinsulinemia. È pericoloso lasciare che i livelli di glucosio rimangano elevati, motivo per cui viene prodotta più insulina per abbassare la glicemia. Dopo un po', l'iperinsulinemia costante provoca una condizione chiamata insulino-resistenza, in cui le cellule diventano resistenti agli effetti dell'insulina e meno efficaci.

Sensibilità all'insulina e perdita di peso

Un alto livello di insulina nel sangue può innescare un aumento di peso e rendere difficile la perdita di grasso in eccesso. La ricerca mostra che l'insulina alta:

  • inibisce lipolisi
  • Impedisce la scomposizione del grasso
  • Aumenta il possibile accumulo di grasso
  • Aumenta il rischio di recuperare peso dopo una dieta ipocalorica

Migliora la sensibilità all'insulina

Referenze

Erion, Karel A e Barbara E Corkey. "Iperinsulinemia: una causa di obesità?." Gli attuali rapporti sull'obesità vol. 6,2 (2017): 178-186. doi:10.1007/s13679-017-0261-z

Falco, Cheryl et al. "Best practice per la gestione chiropratica dei pazienti con dolore muscoloscheletrico cronico: una linea guida per la pratica clinica". Journal of medicina alternativa e complementare (New York, NY) vol. 26,10 (2020): 884-901. doi:10.1089/acm.2020.0181

Hoogvliet, Peter et al. "L'efficacia della terapia fisica e delle tecniche di mobilizzazione offre una guida per il trattamento dell'epicondilite laterale e mediale? Una revisione sistematica”. Rivista britannica di medicina dello sport vol. 47,17 (2013): 1112-9. doi:10.1136/bjsports-2012-091990

Peluso, Marco Aurélio Monteiro e Laura Helena Silveira Guerra de Andrade. "Attività fisica e salute mentale: l'associazione tra esercizio e umore". Cliniche (San Paolo, Brasile) vol. 60,1 (2005): 61-70. doi:10.1590/s1807-59322005000100012

Sindrome della schiena piatta

Sindrome della schiena piatta

Gli individui credono che mantenere una schiena dritta/piatta sia salutare. Tuttavia, la schiena è formata da curve naturali che consentono flessibilità e movimento ottimale. La mancanza di queste curve può causare problemi alla colonna vertebrale, disagio e dolore. Un problema comune che si sviluppa da una colonna vertebrale priva di curvatura naturale è la cifosi anormale. Questo è quando la curva naturale della colonna vertebrale toracica - parte centrale della schiena o colonna lombare - parte bassa della schiena scompare, il che si traduce in una schiena piatta. Ripristinare la curvatura può essere difficile, poiché la sindrome della schiena piatta richiede aggiustamenti chiropratici per spostare delicatamente e riallineare la colonna vertebrale in una curva sana e riqualificare la colonna vertebrale per mantenere la curva.

Sindrome della schiena piatta

Cause della sindrome della schiena piatta

Sindrome da flatback è solitamente il risultato della tensione muscolare nei muscoli lombari, in particolare nel muscolo psoas. Oppure potrebbe essere una malattia degenerativa del disco, in cui la cartilagine che sostiene la colonna vertebrale inizia a indebolirsi. Altre cause includono l'artrite e l'osteoporosi. Praticare abitudini posturali malsane può peggiorare queste condizioni, accelerando la perdita della curvatura della colonna vertebrale. La perdita della curvatura spinale non si verifica rapidamente, poiché il corpo inizierà a presentare sintomi. I seguenti sintomi potrebbero essere un'indicazione:

  • Fatica quando si cerca di stare in piedi
  • Problemi di equilibrio
  • Mobilità limitata
  • Spasmi muscolari
  • Dolore cronico della schiena
  • Dolore alla coscia
  • Dolore all'inguine
  • Ernia del disco

Il mal di schiena e i problemi di equilibrio sono i primi segni premonitori della sindrome della schiena piatta.

Sintomi

I sintomi di flatback di solito peggiorano con l'avanzare della giornata, con un senso di affaticamento e una crescente difficoltà a stare in piedi. Gli individui tendono a flettere o piegare i fianchi e le ginocchia per mettersi in posizione eretta. Questo può diventare un processo estenuante con l'avanzare della giornata. Gli individui possono anche avere sintomi di sciatica e/o stenosi spinale con dolore alle gambe e debolezza che peggiora quando si cammina. Il dolore al collo e alla parte superiore della schiena può iniziare a presentarsi mentre si sforzano di allinearsi. I sintomi diventano invalidanti, richiedendo spesso farmaci antidolorifici che limitano la capacità dell'individuo di svolgere le attività quotidiane.

Trattamento di riallineamento

Un chiropratico deve determinare la gravità della deviazione attraverso una valutazione e un esame approfonditi. Questo mostra la perdita di curvatura per aiutare un chiropratico a pianificare un programma di riallineamento/rimodellamento. Il ripristino di una cifosi naturale avviene attraverso una combinazione di aggiustamenti e rinforzi. Le regolazioni spinali programmate si riallineeranno e riporteranno le vertebre in posizione neutra, mentre un tutore per la schiena supporta per prevenire qualsiasi deviazione. Anche lo stretching e l'esercizio di gruppi muscolari rilevanti fa parte di un piano di trattamento chiropratico. Un esempio è esercizi di base per rafforzare i muscoli che sostengono la colonna vertebrale.


Composizione corporea


Nutrizione personalizzata

Poiché il corpo è così complesso e dinamico, non c'è una misura perfetta quando si tratta di dieta, esercizio o una combinazione. Le diete alla moda in genere raccomandano che le persone aderiscano alle stesse linee guida alimentari, indicando che raggiungeranno un risultato atteso come la perdita di grasso. Queste diete funzionano perché si concentrano su una semplice riduzione dell'apporto calorico, in particolare dei cibi elaborati e dei fast food. Il problema è che alcune di queste diete alla moda possono limitare i nutrienti critici che influiscono negativamente sulla salute di un individuo. Maggiori informazioni sul corpo di un individuo e su come funziona è un'ottima risorsa per migliorare la composizione corporea e la salute generale. Nutrizione personalizzata è un approccio innovativo e favorevole alla prevenzione e al trattamento dell'obesità e condizioni correlate. Questo approccio identifica:

  • Marcatori genetici
  • Modelli dietetici
  • Ambiente
  • Metabolismo

Sulla base di questi fattori possono essere formulate raccomandazioni informate.

Referenze

Drabsch, Theresa e Christina Holzapfel. "Una prospettiva scientifica di raccomandazioni dietetiche personalizzate basate su geni per la gestione del peso". Nutrienti vol. 11,3 617. 14 marzo 2019, doi:10.3390/nu11030617

Farcy, JP e FJ Schwab. "Gestione della schiena piatta e delle relative sindromi da scompenso cifotico". Colonna vertebrale vol. 22,20 (1997): 2452-7. doi:10.1097/00007632-199710150-00025

Lee, Chang-Hyun, et al. "'Cifosi degenerativa lombare' non è sinonimo di squilibrio sagittale degenerativo: è ora di sostituire un malinteso." Journal of Korean Neurosurgical Society vol. 60,2 (2017): 125-129. doi:10.3340/jkns.2016.0607.001

Lu, Daniel C e Dean Chou. "Sindrome del flatback". Cliniche di neurochirurgia del Nord America vol. 18,2 (2007): 289-94. doi:10.1016/j.nec.2007.01.007

Wiggins, Gregory C et al. "Gestione della sindrome della schiena piatta iatrogena". Focus neurochirurgico vol. 15,3 E8. 15 settembre 2003, doi:10.3171/foc.2003.15.3.8

Disordini muscolo-scheletrici

Disordini muscolo-scheletrici

I disturbi muscoloscheletrici, o DMS, sono lesioni, condizioni e disturbi che colpiscono il corpo sistema muscoloscheletrico. Comprende muscoli, tendini, legamenti, nervi, dischi, vasi sanguigni, ossa e articolazioni. I MSD sono comuni e il rischio di svilupparli aumenta con l'età. La gravità di un MSD può variare. Provocano disagio, dolore ricorrente, rigidità, gonfiore e dolore che interferiscono con le attività quotidiane. La diagnosi e il trattamento precoci possono alleviare i sintomi e migliorare la salute a lungo termine. I disturbi comuni includono:

  • tendinite
  • Tensione tendinea
  • epicondilite
  • Sindrome del Tunnel Carpale
  • Dito sul grilletto
  • Sindrome del tunnel radiale
  • Sindrome di DeQuervain
  • Tendinite della cuffia dei rotatori
  • Sforzo muscolare
  • Distorsione legamentosa
  • Artrite reumatoide – AR
  • L'osteoartrite
  • Sindrome del collo teso
  • Compressione dell'uscita toracica
  • Sindrome della schiena meccanica
  • Malattia degenerativa del disco
  • Disco rotto
  • ernia del disco
  • fibromialgia
  • Neurite digitale
  • Fratture ossee

Disordini muscolo-scheletrici

Disturbi muscoloscheletrici Disagio e dolore

Il termine disturbo muscoloscheletrico viene utilizzato in quanto descrive accuratamente la lesione o la condizione. Altri termini utilizzati sono lesioni da movimento ripetitivo, lesioni da stress ripetitivo e lesioni da uso eccessivo. Quando gli individui sono esposti a fattori di rischio MSD, iniziano ad affaticarsi. Questo può iniziare a squilibrio muscolo-scheletrico. Con il tempo, la fatica supera completamente il recupero/guarigione e lo squilibrio muscolo-scheletrico continua, si sviluppa un disturbo muscolo-scheletrico. I fattori di rischio sono suddivisi in due categorie: legate al lavoro/ergonomiche fattori di rischio e relativo all'individuo fattori di rischio.

Fattori ergonomici:

  • forza
  • Ripetizione
  • Posizione

Ripetizione elevata del compito

  • Molti lavoro le attività e i cicli sono ripetitivi e sono generalmente controllati da obiettivi di produzione e processi di lavoro orari o giornalieri.
  • L'elevata ripetizione dei compiti combinata con altri fattori di rischio come l'elevata forza e/o le posture scomode possono contribuire alla formazione di MSD.
  • Un lavoro è considerato altamente ripetitivo se il tempo di ciclo è pari o inferiore a 30 secondi.

Sforzi energici

  • Molte attività lavorative richiedono carichi di forza elevati sul corpo.
  • Lo sforzo muscolare aumenta in risposta a requisiti di forza elevati. Ciò aumenta l'affaticamento associato.

Posture imbarazzanti ripetitive o sostenute

  • Le posizioni scomode esercitano una forza eccessiva sulle articolazioni, sovraccaricano i muscoli e i tendini intorno alle articolazioni colpite.
  • Le articolazioni del corpo sono più efficienti quando operano vicino al movimento a medio raggio dell'articolazione.
  • Il rischio di MSD aumenta quando le articolazioni vengono lavorate al di fuori di questa fascia media ripetutamente per periodi prolungati senza un adeguato tempo di recupero.

Fattori individuali

  • Pratiche di lavoro malsane
  • Mancanza di attività fisica/fitness
  • Abitudini malsane
  • Dieta povera

Pratiche di lavoro malsane

  • Gli individui che si impegnano in pratiche di lavoro scadenti, meccanica del corpo e tecniche di sollevamento stanno introducendo fattori di rischio non necessari.
  • Queste cattive pratiche creano uno stress inutile sul corpo che aumenta l'affaticamento e diminuisce la capacità del corpo di riprendersi correttamente.

Cattive abitudini sanitarie

  • Gli individui che fumano, bevono eccessivamente, sono obesi o mostrano numerose altre cattive abitudini di salute si mettono a rischio di disturbi muscoloscheletrici e altre malattie croniche.

Riposo e recupero insufficienti

  • Gli individui che non ottengono un riposo e un recupero adeguati si mettono a rischio più elevato.
  • I DMS si sviluppano quando la fatica supera il sistema di recupero dell'individuo, causando uno squilibrio muscolo-scheletrico.

Dieta, forma fisica e idratazione scadenti

  • Gli individui che mangiano in modo malsano sono disidratati, con uno scarso livello di forma fisica e non si prendono cura del proprio corpo si espongono a un rischio maggiore di sviluppare problemi di salute muscoloscheletrici e cronici.

Le nostre iniziative

Le cause dei disturbi muscoloscheletrici sono varie. Il tessuto muscolare può essere danneggiato dall'usura del lavoro quotidiano, della scuola e delle attività fisiche. I traumi al corpo possono derivare da:

  • Sforzo posturale
  • Movimenti ripetitivi
  • Uso eccessivo
  • Immobilizzazione prolungata
  • Movimenti a scatti
  • distorsioni
  • dislocazioni
  • Lesioni da caduta
  • Lesioni da incidente d'auto
  • fratture
  • Trauma diretto al muscolo/i

Una scarsa meccanica del corpo può causare problemi di allineamento della colonna vertebrale e accorciamento muscolare, causando lo sforzo di altri muscoli, causando problemi e dolore.

Trattamento Riabilitazione

Un medico consiglierà un piano di trattamento basato sulla diagnosi e sulla gravità dei sintomi. Potrebbero consigliare esercizio moderato e farmaci da banco come l'ibuprofene o il paracetamolo per affrontare il disagio o il dolore occasionali. Spesso raccomandano la riabilitazione chiropratica e fisioterapica per imparare a gestire il dolore e il disagio, mantenere la forza, la libertà di movimento e regolare le attività quotidiane. Diversi tipi di terapia manuale, o mobilizzazione, possono trattare i problemi di allineamento del corpo. Un medico può prescrivere farmaci come i FANS antinfiammatori non steroidei per ridurre l'infiammazione e il dolore per i sintomi più gravi. Per le persone con disturbi muscoloscheletrici come la fibromialgia, possono essere prescritti farmaci per aumentare il livello corporeo di serotonina e noradrenalina a basse dosi per modulare il sonno, il dolore e la funzione del sistema immunitario.


Composizione corporea


Tipi di dolore

Il dolore può essere raggruppato in tre categorie:

Dolore di preallarme

  • Questo è più riconoscibile dopo aver appena toccato una padella, e la mano si allontana di scatto prima di rendersi conto di quanto sia calda la padella, nota anche come riflesso di ritiro.
  • Questo è un meccanismo protettivo che aiuta a evitare il pericolo ed è vitale per la sopravvivenza.

Dolore infiammatorio

  • Questo tipo di dolore si verifica dopo un infortunio o un intervento chirurgico mentre il corpo sta guarendo e riprendendosi.
  • L'infiammazione impedisce al corpo di eseguire movimenti per prevenire ed evitare re-infortuni.

Dolore patologico

  • Questo tipo di dolore può verificarsi dopo che il corpo è guarito, ma il sistema nervoso è stato danneggiato.
  • Questo è spesso il caso delle persone che subiscono un infortunio e informano i medici che l'area lesa non è mai la stessa.
  • Se la riabilitazione non guarisce correttamente il sistema nervoso, le misure protettive contro il dolore possono generare un falso allarme provocando l'attivazione dei segnali di dolore.
Referenze

Asada, Fuminari e Kenichiro Takano. Nihon eiseigaku zasshi. Giornale giapponese di igiene vol. 71,2 (2016): 111-8. doi:10.1265/jjh.71.111

da Costa, Bruno R e Edgar Ramos Vieira. "Fattori di rischio per i disturbi muscoloscheletrici legati al lavoro: una revisione sistematica di recenti studi longitudinali". Rivista americana di medicina industriale vol. 53,3 (2010): 285-323. doi:10.1002/ajim.20750

Malińska, Marzena. “Dolegliwości układu mięśniowo-szkieletowego u operatorów komputerowych” [Disturbi muscoloscheletrici tra operatori di computer]. Medycyna pracy vol. 70,4 (2019): 511-521. doi:10.13075/mp.5893.00810

Malattie dell'apparato locomotore. (nd). dmu.edu/medterms/sistema-muscoloscheletrico/malattie-del-sistema-muscoloscheletrico/

Roquelaure, Yves et al. “Troubles musculo-squelettiques liés au travail” [Disturbi muscoloscheletrici legati al lavoro]. La Revue du praticien vol. 68,1 (2018): 84-90.

Villa-Forte A. (nd). Diagnosi dei disturbi muscolo-scheletrici. merckmanuals.com/home/bone,-joint,-and-muscle-disorders/diagnosis-of-musculoskeletal-disorders/introduzione

Disturbi muscoloscheletrici legati al lavoro (WMSD). (2014). ccohs.ca/oshanswers/diseases/rmirsi.html

Posizioni yoga delicate dopo l'intervento chirurgico di fusione spinale

Posizioni yoga delicate dopo l'intervento chirurgico di fusione spinale

Recupero e riabilitazione dopo fusione spinale chirurgia prendere tempo. Posizioni yoga delicate possono aiutare ad accelerare il recupero da un intervento chirurgico di fusione spinale e sono consigliate in un programma di riabilitazione. La colonna vertebrale è la struttura di supporto centrale del corpo che consente al corpo di stare in piedi, piegarsi e rimanere in equilibrio. Tuttavia, un individuo potrebbe aver bisogno di fondere le vertebre per riparare i dolorosi problemi alla schiena. La fusione spinale è una procedura chirurgica che collega/fonde permanentemente due o più vertebre in un unico osso. La procedura viene eseguita per aiutare:

  • Correggere una deformità
  • Migliorare la stabilità
  • Ridurre il dolore

All'inizio del processo di recupero, il medico può raccomandare un'attività fisica leggera come camminare. Poiché la colonna vertebrale continua a guarire, un esercizio moderato è essenziale per un recupero ottimale. I medici raccomandano lo yoga delicato per aumentare la mobilità, la flessibilità e ritrovare la forza.

Posizioni yoga delicate dopo l'intervento chirurgico di fusione spinale

Recupero di yoga delicato e chirurgia della colonna vertebrale

Lo yoga è diventato un modo per allungare il corpo, fare esercizio, promuovere il benessere fisico e mentale. Esistono diversi stili di yoga, che vanno dallo stretching delicato alle pose avanzate. Lo yoga si concentra su stretching, coordinazione ed equilibrio. Quando si allunga il corpo, la gamma di movimento è migliorata. Lo yoga aiuta anche a migliorare l'equilibrio e aumenta la forza per ridurre il rischio di cadute e lesioni. I benefici dello yoga delicato dopo la fusione spinale includono:

  • Sollievo dal dolore
  • Riduzione dello stress
  • Miglioramento della salute mentale
  • Maggiore flessibilità e forza
  • Miglioramento dell'equilibrio
  • Aumento dei livelli di energia

Lo yoga delicato dopo l'intervento chirurgico si concentra su una migliore gamma di movimento/coordinazione delle braccia e delle gambe con il busto. Ciò consente alla colonna vertebrale di flettersi in sicurezza, non irrigidirsi ed evitare sforzi, portando a un'attività più completa.

Quando iniziare lo yoga dopo la fusione spinale?

Nelle settimane e nei mesi successivi all'intervento è prevista una ridotta mobilità e una perdita di massa muscolare. Il team sanitario/riabilitativo affronterà questo problema attraverso l'esercizio e la terapia fisica una volta che il medico autorizza l'individuo a iniziare l'allenamento riabilitativo. Il medico utilizzerà una qualche forma di imaging diagnostico per determinare se le vertebre si sono completamente fuse prima di dare l'ok per l'esercizio. La maggior parte delle persone può iniziare un'attività fisica leggera da quattro a sei settimane dopo la procedura. Se la chirurgia di fusione fosse fusa in un solo punto, le persone potrebbero iniziare dolci posizioni yoga entro due o tre mesi. Per un intervento chirurgico di fusione multilivello, le persone potrebbero dover attendere da quattro a sei mesi dopo la procedura prima di poter iniziare in sicurezza.

Programma di recupero yoga

È essenziale prenderlo in modo lento e costante quando si inizia lo yoga per la prima volta dopo la fusione spinale. Mentre il corpo continua a guarire, aggiungi gradualmente pose e allungamenti più impegnativi alla routine. Questo è un programma di recupero graduale suddivisi in fasi per aiutare l'individuo a ricostruire forza e flessibilità. Nelle prime fasi del recupero si consigliano pose dolci che hanno effetti minimi sulla colonna vertebrale. Questi includono:

Da poche settimane a un mese dopo, con l'autorizzazione del medico, l'individuo può passare a pose che allungano/flettono un po' di più la colonna vertebrale, tra cui:

Alla fine, le persone possono lentamente aumentare ulteriormente la sfida, con pose come:

Garudasana: posa dell'aquila
Gomukhasana – Posa del muso di vacca
Vasisthasana - Posa della plancia laterale

È fondamentale per ascolta il corpo come guida quando ti muovi attraverso le pose, indipendentemente dallo stadio del recupero. La fusione ha bisogno di tempo per guarire e stabilizzarsi, quindi tutte le pose che comportano movimenti di torsione e flessione dovrebbero essere evitate. Chiedi consiglio se c'è confusione su come o se procedere o meno. Si consiglia di lavorare con un insegnante di yoga esperto dopo la fusione spinale. Un istruttore esperto può guidare con le pose, informare quali pose evitare e apportare modifiche per ottenere il massimo dalle pose delicate.


Composizione corporea


Come il calore influenza il tasso metabolico basale

Sesso, altezza ed età influenzano il tasso metabolico basale. Questi sono fattori che gli individui non possono controllare o cambiare. Tuttavia, le persone possono aumentare le calorie bruciate dal corpo regolando la temperatura corporea. Sia la temperatura interna che quella esterna influenzano il tasso metabolico. Le reazioni chimiche che contribuiscono al metabolismo avvengono più rapidamente se la temperatura è più alta, poiché il corpo lavora di più per ripristinare il normale equilibrio termico. Per esempio, quando è presente la febbre, il tasso metabolico basale salirà a un tasso molto più alto del solito per aumentare la velocità delle reazioni metaboliche cellulari per combattere la febbre e riportare il corpo in uno stato di salute. Quando si tratta di temperatura esterna, è solo l'esposizione prolungata al calore che aumenta il tasso metabolico basale.

Referenze

Accademia americana dei chirurghi ortopedici. (giugno 2018). "Fusione spinale". https://orthoinfo.aaos.org/en/treatment/spinal-fusion/

Gillooly, James F e Andrew P. Allen. "I cambiamenti nella temperatura corporea influenzano il ridimensionamento del VO2max e l'ambito aerobico nei mammiferi". Lettere di biologia vol. 3,1 (2007): 99-102. doi:10.1098/rsbl.2006.0576

Centro Nazionale per la Salute Complementare e Integrativa. (febbraio 2020) "Yoga per la salute: cosa dice la scienza". https://www.nccih.nih.gov/health/providers/digest/yoga-for-health-science

Centro Nazionale per la Salute Complementare e Integrativa. (aprile 2021) "Yoga: cosa devi sapere". https://www.nccih.nih.gov/health/yoga-what-you-need-to-know

Dolore al pavimento pelvico e mal di schiena

Dolore al pavimento pelvico e mal di schiena

Il pavimento pelvico è essenzialmente la colonna vertebrale e, quando si presenta dolore, può essere scambiato per mal di schiena. Tuttavia, queste due condizioni sono spesso collegate. Il National Institutes of Health-NIH ha riferito che un quarto delle donne è colpito da disturbi del pavimento pelvico e fino al 16% degli uomini. Il pavimento pelvico è costituito da muscoli. Se i muscoli iniziano a contrarsi, possono diffondere il dolore verso l'alto e persino verso il basso. È qui che entra in gioco la diagnosi errata del mal di schiena.

Dolore al pavimento pelvico e mal di schiena

Il pavimento pelvico

Il pavimento pelvico è composto da muscoli e tessuto connettivo, noto come fascia. I muscoli e la fascia si intrecciano, creando un sistema di supporto per gli organi pelvici. I muscoli del pavimento pelvico agiscono come un sistema elastico che sostiene gli organi. Quando viene applicata una pressione verso il basso e il sistema a molle funziona correttamente, si spingono verso l'alto per sostenere i muscoli. Questi muscoli creano la base conosciuta come il nucleo. I muscoli centrali supportano l'addome, il diaframma e i muscoli della schiena, sostenendo la colonna vertebrale. Ecco perché indietro, dolore pelvico è prevalente in quanto questi muscoli sono interconnessi.

Disfunzione del pavimento pelvico e mal di schiena

Se c'è una disfunzione del pavimento pelvico, c'è un'incapacità di controllare i muscoli. La tensione può essere eccessiva o insufficiente, con conseguente incontinenza urinaria o incapacità di completare i movimenti intestinali. Può anche essere scambiato per mal di schiena o contribuisce al dolore pelvico e alla lombalgia. I muscoli centrali supportano il busto e promuovono la stabilizzazione durante il movimento. Se non funzionano correttamente, il busto e il bacino diventano instabili. Le articolazioni sacroiliache legate al bacino e alla colonna vertebrale inferiore possono iniziare a presentare dolore pelvico e alla schiena posteriori.

Sintomi

La disfunzione può presentarsi in diversi modi, tra cui:

Cause di disfunzione

Le cause di disfunzione includono:

  • Debolezza dei muscoli o muscoli tesi.
  • Secchezza vaginale da mancanza di estrogeni durante la menopausa.
  • Muscoli interni della coscia tesi.
  • Il mal di schiena stesso può causare disfunzioni.

Le donne costituiscono la maggior parte dei casi che derivano da:

  • Gravidanza
  • Parto
  • Endometriosi – una condizione in cui il tessuto uterino cresce al di fuori dell'utero.

Anche gli uomini possono sviluppare problemi. Quando il corpo di un uomo invecchia, i problemi alla prostata possono causare perdite urinarie e problemi di frequenza. Può svilupparsi da attività come andare in bicicletta. Il sedile può comprimere il nervo pudendo, causando dolore e disfunzione.

Riqualificare i muscoli

La disfunzione può essere aiutata riattivare e rafforzare i muscoli pelvici e del core. Allenare il pavimento pelvico e i muscoli centrali aiuterà a rafforzare il supporto per la colonna vertebrale e alleviare il disagio e il dolore. In primo luogo, si consiglia di ottenere una valutazione fisica da un chiropratico o un fisioterapista per determinare se i muscoli del pavimento pelvico sono troppo tesi o deboli. L'obiettivo è migliorare la forza dei muscoli del pavimento pelvico o rilassarli se sono troppo tesi. Un chiropratico e un fisioterapista possono lavorare sui muscoli, educare su allungamenti, esercizi, alimentazione e offrire ulteriore aiuto e supporto.


Composizione corporea


Adattamento muscolare

Lo scopo dell'allenamento di resistenza è far funzionare i muscoli in modo più efficace. Inizia con il proteine ​​contrattili che controllano l'accorciamento e l'allungamento muscolare. L'esercizio di resistenza può causare la rottura di alcune proteine. Lo stress che subiscono i muscoli è lo stimolo per i muscoli a ricostruirsi più grandi, più forti o più potenti. Dopo l'esercizio di resistenza, il muscolo sintetizza le proteine ​​aiutate dagli stimoli nutrizionali e dal consumo di proteine. Celle satellitari attiva anche per aiutare a costruire il muscolo rotto. L'esercizio di resistenza provoca l'attivazione.

Referenze

Clinica di Cleveland. (2020). "Disfunzione del pavimento pelvico". https://my.clevelandclinic.org/health/diseases/14459-disfunzione-del-pavimento-pelvico

Istituto Nazionale della Salute. (settembre 2008) "Circa un quarto delle donne statunitensi colpite da disturbi del pavimento pelvico" https://www.nih.gov/news-events/news-releases/roughly-one-quarter-us-women-affected-pelvic- disturbi del pavimento

Smith, Christopher P. "Dolore pelvico cronico maschile: un aggiornamento". Rivista indiana di urologia: IJU: rivista della Urological Society of India vol. 32,1 (2016): 34-9. doi:10.4103/0970-1591.173105

Organizzazione mondiale della Sanità. (2013) "Lombalgia" https://www.who.int/medicines/areas/priority_medicines/Ch6_24LBP.pdf

Tensione muscolare del polpaccio e lesioni

Tensione muscolare del polpaccio e lesioni

Il dolore al polpaccio è comune nelle persone che trascorrono molto tempo in piedi, sia in piedi al lavoro, a scuola o durante l'allenamento di atleti. I muscoli del polpaccio assumono una quantità enorme di carico durante il giorno. Salire le scale, fare jogging, correre e fare escursioni aumenta la tensione sui muscoli. Nella maggior parte dei casi, il dolore al polpaccio deriva da una lesione da uso eccessivo dei muscoli del polpaccio. Calzature improprie può anche contribuire a problemi intorno al piede e alla caviglia che includono:

  • strettezza
  • Perdita di forza del piede
  • Diminuzione della mobilità

I polpacci corti o stretti possono portare a movimenti disfunzionali, sintomi di crampi, dolore cronico e rigidità. Una combinazione di trattamento chiropratico a rilascio attivo e terapia fisica può aiutare a eliminare rapidamente il dolore al polpaccio.

Tensione muscolare del polpaccio e lesioni

Anatomia

I polpacci sono costituiti da due muscoli, il gastrocnemio e il soleo.

  • Il gastroc ha origine appena sopra il ginocchio.
  • Il soleo è sotto il ginocchio.

Entrambi si inseriscono sul retro della caviglia mentre si uniscono per formare il Tendine di Achille. Il gastrocnemio è il muscolo di potenza utilizzato per movimenti esplosivi come il salto. Il muscolo soleo è prevalentemente un muscolo a contrazione lenta. Ciò significa che è molto attivo durante attività prolungate, come stare in piedi, camminare, fare esercizio e correre. Quando si tratta di problemi al polpaccio e alla caviglia, anche altri muscoli possono contribuire. Questi includono:

  • Il tibiale posteriore si trova in profondità nella porzione interna del polpaccio e svolge un ruolo nella funzione del piede e della caviglia.
  • Il tibiale posteriore è fortemente coinvolto con Sindrome da stress tibiale mediale o MTSS, chiamati anche stinchi.

Dolore muscolare al polpaccio

Più comunemente, il dolore al polpaccio è causato dall'uso eccessivo dei muscoli del polpaccio. Questo è spesso il risultato del costante martellamento dei piedi e della parte inferiore delle gambe dallo stare in piedi, camminare e lavorare. Nel tempo, i colpi ripetitivi possono causare piccoli strappi nei muscoli della parte inferiore delle gambe e dei polpacci. Se rilevato, si consiglia un riposo e un recupero precoci per consentire ai muscoli di rilassarsi, sciogliersi e guarire. Tuttavia, l'uso ripetuto può portare a lesioni più gravi senza un trattamento adeguato, come sindrome compartimentale. Alcuni tipi di dolore al polpaccio possono significare a emergenza medica che richiede un trattamento immediato.

Sindrome compartimentale

Un rivestimento duro e fibroso circonda il polpaccio chiamato fascia. Durante l'attività fisica o l'esercizio, il sangue scorre in questi muscoli, facendoli aumentare di dimensioni. Se la fascia non può allungarsi abbastanza quando questi muscoli si allargano, possono svilupparsi dolore e tensione. Questo è noto come sindrome cronica del compartimento posteriore. Il disagio in genere scompare quando l'attività si interrompe, ma è probabile che ritorni senza un trattamento adeguato.

Infortunio al polpaccio

Dolore, senso di oppressione e dolore si avvertono solitamente lungo la parte posteriore o all'interno della parte inferiore della gamba. I muscoli del polpaccio generalmente non sono dolorosi al tatto, ma possono essere doloranti quando viene applicata una pressione profonda. Dolore e senso di oppressione al polpaccio spesso si manifestano con un'attività fisica prolungata, si esercitano e scompaiono una volta interrotta l'attività. Se la lesione diventa cronica, la rigidità del polpaccio può presentarsi anche quando non è attivo, insieme a intorpidimento e/o formicolio nella parte inferiore della gamba o del piede.

Trattamento

Si raccomanda di non ignorare alcun disagio, dolore e rigidità ai polpacci. Un uso eccessivo continuato può portare alla formazione di tessuto cicatriziale e al potenziale dolore cronico senza cure adeguate. Rilascio attivo – ARTE, e la chiropratica trattano efficacemente questo tipo di lesione. L'ART rompe il tessuto cicatriziale, restituendo la normale funzione ai muscoli del polpaccio. E la chiropratica scioglie le articolazioni rigide di fianchi, caviglie e piedi che possono contribuire all'usura dei polpacci. Insieme possono rapidamente ed eliminare il dolore al polpaccio. Parte di un piano di trattamento include:

  • Manipolazione o mobilizzazione articolare
  • Mobilizzazione dei tessuti molli
  • Raccomandazioni nutrizionali
  • Esercizi basati sulla riabilitazione e si estende

Composizione corporea


Adattamenti metabolici

L'esercizio aerobico ha un impatto sostanziale sul sistema di produzione di energia dei muscoli del corpo e adattamento cardiovascolare. Il sangue fornisce ossigeno alle cellule muscolari per produrre energia che alimenta tutto l'esercizio svolto. L'esercizio aerobico si basa principalmente su produzione di energia ossidativa, che avviene all'interno delle cellule chiamate mitocondri. L'esercizio aerobico rompe anche le molecole di grasso per produrre energia, cosa che può avvenire solo all'interno dei mitocondri.

  • L'allenamento aerobico migliora la capacità delle cellule muscolari di bruciare i grassi generando più mitocondri e migliorando la loro funzionalità. Nello specifico, il corpo brucia più grasso del solito nelle ore successive ad ogni sessione di allenamento.
  • Con una qualità e una quantità più precise di macchinari per bruciare i grassi, l'allenamento aerobico può aumentare il tasso metabolico a riposo, con conseguente consumo di più calorie.
  • L'esercizio aerobico ad alta intensità aumenta anche il consumo di ossigeno in eccesso post-esercizio - EPOC, con conseguente aumento delle calorie bruciate oltre a quelle bruciate durante l'esercizio.
Referenze

Alfredson, H et al. "Allenamento dei muscoli del polpaccio eccentrico a carico pesante per il trattamento della tendinosi cronica di Achille." Il giornale americano di medicina dello sport vol. 26,3 (1998): 360-6. doi:10.1177/03635465980260030301

Brillante, Jacob Michael et al. "Diagnosi ecografica di lesioni al polpaccio". Salute sportiva vol. 9,4 (2017): 352-355. doi:10.1177/1941738117696019

Campbell, John T. "Lesione al polpaccio posteriore". Cliniche del piede e della caviglia vol. 14,4 (2009): 761-71. doi:10.1016/j.fcl.2009.07.005

Green, Brady e Tania Pizzari. "Lesioni da sforzo muscolare del polpaccio nello sport: una revisione sistematica dei fattori di rischio per le lesioni". Rivista britannica di medicina sportiva vol. 51,16 (2017): 1189-1194. doi:10.1136/bjsports-2016-097177

Lesioni muscoloscheletriche da clima più freddo

Lesioni muscoloscheletriche da clima più freddo

Quando il clima si fa più freddo, le persone possono avere la sensazione che i loro muscoli e le loro articolazioni siano spesso rigidi e avvertano più dolori e dolori. Ciò è ancora più evidente per le persone che lavorano all'aperto in inverno o con disturbi/condizioni specifiche. Il clima più freddo può aumentare il rischio di subire lesioni muscoloscheletriche e intensificare la condizione.

Lesioni muscoloscheletriche da clima più freddo

In che modo il clima più freddo influisce sui muscoli?

Individui con condizioni artritiche potrebbe scoprire che i sintomi si aggravano. Questo può tenere le persone lontane dalle attività regolari. Condizioni come l'artrite reumatoide e l'osteoartrite tendono a non reagire bene ai cambiamenti atmosferici improvvisi, peggiorando i sintomi. Tuttavia, gli individui sono ben consapevoli di come si sente e si muove il loro corpo quando è presente un clima più freddo con o senza condizioni esistenti. Il movimento rallenta e, quando si cerca di muoversi, i muscoli possono contrarsi involontariamente, causando tensione e rigidità. Questo di solito provoca indolenzimento e dolore. Sentirsi al caldo, al sicuro e a proprio agio è essenziale per la salute generale del corpo. Un uso eccessivo e uno sforzo eccessivo possono aumentare il rischio di lesioni a temperature più fredde.

Pressione barometrica

  • Quando il tempo si fa più freddo, perdite di pressione barometriche. I tessuti del corpo come muscoli, tendini e legamenti si espandono. Questo mette pressione sui nervi vicino alle articolazioni, causando disagio e dolore.
  • Quando fa freddo, la densità del fluido nelle articolazioni diminuisce, causando uno sfregamento delle ossa l'una contro l'altra più forte perché il fluido non è abbastanza denso da consentire una corretta lubrificazione.
  • Il freddo fa tremare, contrarre e stringere i muscoli. Questo può comprimere i nervi delle articolazioni e aumentare i sintomi del dolore.

Prevenire rigidità e lesioni muscoloscheletriche

Mantieni uno stile di vita attivo

Vestiti caldi

  • Indossare indumenti adeguati per mantenere il corpo caldo e protetto.
  • Indossare stivali adeguati, impermeabili e con un buon battistrada per prevenire le cadute.
  • Indossa un cappello caldo per mantenere il calore della testa, riducendo il calore corporeo che fuoriesce dalla testa.

Riscaldamento durante le pause

  • Cerca di non stare al freddo troppo a lungo. Se lavori all'aperto, spostati al chiuso durante le pause, se possibile.

Mangia una dieta sana

  • Una buona alimentazione aiuta a mantenere tutto il corpo.
  • Gli acidi grassi Omega 3 aiutano a ridurre l'infiammazione. Salmone e noci sono consigliati.
  • Le verdure a foglia verde come spinaci e cavoli sono ricche di vitamina K, che aiuta a lenire i sintomi del dolore.
  • La vitamina C di agrumi come arance, pompelmi, peperoni rossi e pomodori aiuta anche a fermare la perdita di cartilagine riducendo l'attrito nelle articolazioni.

Sonno adeguato

Chiropratica


Composizione corporea


Esercitando

Esercizi di aerobica

L'esercizio aerobico può includere:

  • corsa
  • Ciclismo
  • Trekking
  • Danza
  • Passeggiate

Allenamento di resistenza

  • Ricerca ha dimostrato che l'allenamento di resistenza con elastici o pesi può integrare l'esercizio aerobico per ridurre la pressione sanguigna.
  • Si consiglia di completare da 2 a 4 serie da 8 a 12 ripetizioni per ciascun gruppo muscolare principale durante le sessioni di allenamento.
  • Le sessioni di allenamento di resistenza dovrebbero essere distanziate durante la settimana per limitare l'indolenzimento muscolare e le lesioni.

L'allenamento di resistenza può includere: 

  • Fasce di resistenza con movimenti a mano libera, squat, flessioni, curl bicipiti
  • Manubri con pesi liberi, bilancieri
  • Macchine per pesi da palestra come la pressa per il petto e la pressa per le spalle
Referenze

https://www.cdc.gov/niosh/topics/coldstress/

Heil, Kieran et al. "Lesioni da freddo da congelamento e non da congelamento: una revisione sistematica". Bollettino medico britannico vol. 117,1 (2016): 79-93. doi:10.1093/bmb/ldw001

Kowtoniuk, Robert A et al. "Lesioni cutanee da freddo nelle forze armate statunitensi". Cutis vol. 108,4 (2021): 181-184. doi:10.12788/cutis.0363

Lungo, William B 3rd et al. "Lesioni da freddo". Journal of effetti a lungo termine degli impianti medici vol. 15,1 (2005): 67-78. doi:10.1615/jlongtermeffmediimplants.v15.i1.80

Mal di testa e trattamento

Mal di testa e trattamento

Mal di testa e trattamento: Il mal di testa può variare da dolori lievi e sordo a forti dolori lancinanti. Possono essere episodici e cronici. I mal di testa da tensione sono i più comuni che si presentano con dolore intorno alla testa, al cuoio capelluto o al collo. Le emicranie sono spesso croniche, con il dolore che dura da poche ore a pochi giorni. La posizione del mal di testa e il tipo di dolore sperimentato possono indicare il tipo di mal di testa. Le fonti di mal di testa includono, ma non sono limitate a:

  • Alcuni tipi di alimenti
  • Suoni
  • Rumore eccessivo
  • Luci brillanti
  • Cambiamenti nella glicemia
  • Troppo esercizio fisico

Mal di testa e trattamento

Il sollievo dal mal di testa può derivare da farmaci da banco, farmaci da prescrizione, riposo e impacchi di ghiaccio/caldo sulla fronte o sul collo. La ricerca mostra che le persone che soffrono di mal di testa cronico ed emicrania beneficiano maggiormente della chiropratica a lungo termine rispetto alla sola terapia farmacologica. I medici in chiropratica offrono un sollievo sicuro, efficace e a lungo termine. Questo perché la maggior parte dei mal di testa ha uno schema spinale, muscolare o ripetuto, che i chiropratici sono stati addestrati a identificare e trattare.

Mal di testa da tensione e trattamento

Tensione Il mal di testa di solito peggiora nel pomeriggio e alla sera e spesso è correlato al lavoro, alla scuola e allo stress. Il dolore si avverte solitamente su entrambi i lati della fronte e/o nella parte superiore del collo. Questi mal di testa possono durare per lunghi periodi e possono essere scatenati da qualcosa di semplice come un viaggio in aereo. Il mal di testa da tensione è causato dalla tensione e dai punti trigger all'interno dei muscoli che si contraggono costantemente e non si rilassano. Gli aggiustamenti chiropratici e le tecniche di rilascio muscolare si sono dimostrati molto efficaci.

Mal di testa e trattamento dell'emicrania

Le emicranie sono suddivise in due categorie:

A aura di emicrania di solito viene prima dell'inizio di un'emicrania e consiste in:

  • Visualizzazione di una strana luce
  • Odori strani
  • Pensieri o esperienze confuse

Le emicranie sono più comuni nelle donne, ma si verificano negli uomini. Le cose che possono scatenare l'emicrania includono ma non sono limitate a:

  • Farmaci
  • Certi cibi
  • Esposizione ambientale
  • Abitudini del sonno

Si consiglia di tenere un diario del mal di testa per:

  • Conta tutti i cibi mangiati
  • Abitudini del sonno
  • Bere modelli
  • Farmaci
  • Esercizio fisico
  • Scenari di stress
  • Frequenza, durata, aree di dolore e disagio del mal di testa.

La ricerca ha mostrato risultati positivi dalla manipolazione chiropratica applicata a individui che soffrono di emicrania. Oltre agli aggiustamenti chiropratici, anche la nutrizione e l'integrazione hanno mostrato effetti positivi ea lungo termine.

Mal di testa e trattamento chiropratico

Lo stress può manifestarsi in molti modi che portano a mal di testa. Gli aggiustamenti chiropratici possono migliorare il dolore al collo acuto e cronico, riducendo il numero di mal di testa, che si tratti di emicranie, mal di testa da tensione o di altro tipo. chiropratici regolare l'allineamento della colonna vertebrale per migliorare la funzione e alleviare lo stress sul sistema nervoso utilizzando una metodologia mirata. Ciò consente al corpo di funzionare correttamente e riduce lo stress e la tensione. Un chiropratico consiglierà anche postura, allungamenti, esercizi e tecniche di rilassamento.

Regolazioni dello stile di vita

Capire come lo stile di vita influisce sulla gravità e sulla frequenza può essere una parte importante del successo prevenzione del mal di testa. Le regolazioni specifiche possono includere:

  • Mantenere modelli di sonno regolari.
  • Vai a dormire e svegliati alla stessa ora ogni giorno.
  • Esercitare regolarmente.
  • Esercizi di aerobica per almeno 30 minuti tre volte a settimana.
  • Mangia regolarmente pasti sani.
  • Non saltare i pasti.
  • Limita lo stress evitando i conflitti e risolvendo le controversie con calma.
  • Fai pause dallo stress quotidiano.
  • Non esagerare con i farmaci antidolorifici, poiché un uso eccessivo può peggiorare il mal di testa.

Composizione corporea


Apparato respiratorio

Il sistema respiratorio si riferisce agli organi del corpo coinvolti nella respirazione, nell'inalazione dell'ossigeno e nell'espirazione dell'anidride carbonica. Questi includono:

  • Naso cavità nasale
  • Gola – faringe
  • Voicebox – laringe
  • Trachea – trachea
  • Polmoni

Il sistema respiratorio è fondamentale perché fornisce ossigeno a tutti gli organi del corpo, supportando le funzioni di sostegno alla vita. Se l'apporto di ossigeno è insufficiente, la produzione di energia necessaria per la funzione degli organi viene compromessa, portando a una cattiva salute generale. L'apparato respiratorio si divide nelle vie respiratorie superiori e inferiori:

  • Il tratto respiratorio superiore comprende naso, cavità nasale, bocca, gola e laringe.
  • Il tratto respiratorio inferiore è costituito dalla trachea, dai polmoni e da tutte le sezioni del albero bronchiale.
  • Quando si respira, i peli/ciglia nel naso e nella trachea impediscono ai batteri e alle sostanze estranee di entrare nel corpo.
  • Occasionalmente, gli agenti patogeni superano le ciglia ed entrano nel corpo, causando malattie.
  • Questo è quando il sistema immunitario va a lavorare neutralizzando eventuali agenti patogeni invasori.
Referenze

Bryans, Roland et al. "Linee guida basate sull'evidenza per il trattamento chiropratico degli adulti con cefalea". Journal of manipolative e terapie fisiologiche vol. 34,5 (2011): 274-89. doi:10.1016/j.jmpt.2011.04.008

Chaibi, A et al. "Terapia manipolativa spinale chiropratica per l'emicrania: uno studio controllato randomizzato a tre braccia, in singolo cieco, placebo". Rivista europea di neurologia vol. 24,1 (2017): 143-153. doi:10.1111/ene.13166

Côté, Pierre et al. "Gestione non farmacologica del mal di testa persistente associato al dolore al collo: una linea guida di pratica clinica dalla collaborazione OPTIMa (Protocollo dell'Ontario per la gestione delle lesioni da traffico)". Rivista europea del dolore (Londra, Inghilterra) vol. 23,6 (2019): 1051-1070. doi:10.1002/ejp.1374

Daghlas, Iyas et al. "Disturbi del sonno abituale ed emicrania: uno studio di randomizzazione mendeliana". Annali di neurologia clinica e traslazionale vol. 7,12 (2020): 2370-2380. doi:10.1002/acn3.51228

Iwasaki, Akiko et al. "Difese immunitarie locali precoci nel tratto respiratorio". Recensioni di natura. Immunologia vol. 17,1 (2017): 7-20. doi:10.1038/nri.2016.117

Tecniche di regolazione del collo

Tecniche di regolazione del collo

Gli individui si rivolgono alle regolazioni del collo per la cura chiropratica per alleviare i problemi al collo e alleviare il dolore. Alcuni dei diversi tipi di condizioni cervicali del collo che la chiropratica tratta includono:

  • Lesioni del disco intervertebrale cervicale
  • Lesioni da distorsione cervicale
  • Sindrome degenerativa articolare del collo
  • Distorsione articolare sfaccettatura
  • Colpo di frusta

Un chiropratico valuterà l'intera colonna vertebrale perché altre regioni potrebbero essere interessate e/o contribuire ai problemi. Determinano le aree di movimento limitato e osservano l'andatura, la postura generale e l'allineamento della colonna vertebrale. Prima di decidere quale approccio utilizzare, il chiropratico esaminerà a fondo la causa specifica dei problemi. Regolazioni del collo consistono in varie tecniche e metodi.

Tecniche di regolazione del collo

Regolazioni del collo

Mobilizzazione cervicale

  • La mobilizzazione cervicale si concentra sull'uso di movimenti delicati intorno al collo.
  • Incorpora il tecnica ad alta velocità a bassa ampiezza, che utilizza una pressione rapida per rilasciare un'area.
  • Questa regolazione è la migliore per ridurre il dolore e aumentare il raggio di movimento del collo.

Goccia cervicale

  • La tecnica della caduta cervicale richiede che l'individuo si sdrai sullo stomaco o sul fianco mentre il chiropratico regola il collo e, per prevenire qualsiasi ulteriore pressione intorno al collo, il poggiatesta cade.
  • Dopo che il chiropratico ha preparato il collo per la regolazione, lavorerà su punti specifici, rilascerà il poggiatesta e torcerà rapidamente il collo.
  • Tutto questo viene fatto in pochi secondi.
  • Uno standard la caduta cervicale è flessione-distrazione.
  • Questo rilascerà la tensione nella colonna vertebrale.
  • Questa tecnica migliora la flessibilità della colonna vertebrale posizionando le vertebre nella posizione corretta.

Trazione manuale

  • Il paziente si siede su una sedia per questa regolazione del collo.
  • La trazione manuale consente al chiropratico di muovere il collo con diverse angolazioni e lo aiuta a determinare la giusta quantità di forza durante la regolazione.
  • Un chiropratico cullerà la testa tra i palmi delle mani e la sposterà rapidamente da un lato all'altro.

Massaggio dei tessuti molli

  • Questa per l'esame viene spesso utilizzato dopo una regolazione completa.
  • Un chiropratico massaggia delicatamente il collo e applica pressione su tutte le aree infiammate.
  • Ciò aumenta la circolazione sanguigna e previene la tensione e la contrazione dei muscoli.

Benefici chiropratici

I vantaggi che derivano dall'uso di aggiustamenti del collo chiropratici includono.

Migliora la flessibilità

  • Un vantaggio degli aggiustamenti del collo chiropratici è che migliorano la tua flessibilità.
  • I muscoli tesi o le articolazioni fuori posto rendono più difficile il movimento del collo, limitando la sua gamma di movimento.
  • La chiropratica lavora per ridurre la scarsa flessibilità assicurando che le ossa e i muscoli siano nella loro posizione corretta.

Previene la tensione

  • Gli individui che affrontano una forte tensione spesso notano che il collo e la parte superiore della schiena si sentono doloranti.
  • La tensione stringe i muscoli e può farli premere sui nervi.
  • Se c'è troppa pressione su di loro, i nervi possono inviare impulsi dolorosi.
  • Un chiropratico si sentirà intorno al collo e alle spalle per identificare le aree di preoccupazione. Dopo l'esame, effettueranno le dovute regolazioni per ridurre la pressione sui nervi e calmare i muscoli infiammati.

Previene l'artrite

  • L'artrite provoca infiammazione in tutto il corpo. Se non trattata, questa infiammazione può aumentare l'usura delle ossa.
  • Le ossa consumate riducono la forza e possono irritare i nervi.
  • Il dolore cronico al collo potrebbe indicare che le articolazioni del collo sono fuori posto.
  • Se queste articolazioni non sono riallineate correttamente, l'attrito costante può iniziare a rompere le ossa portando all'artrite.
  • Le regolazioni chiropratiche del collo prevengono ciò assicurando che le articolazioni siano a posto e mantenendo la salute delle articolazioni lavando le tossine dentro e intorno a loro.

Cibo antinfiammatorio

La maggior parte del dolore al collo è il risultato di un'infiammazione. Gli individui possono assumere farmaci sintetici per ridurre l'infiammazione, ma hanno effetti collaterali. Si consiglia di aggiungere alla propria dieta cibi antinfiammatori naturali. Questi non solo ridurranno l'infiammazione, ma possono aumentare i livelli di energia e aiutare il corpo a guarire più rapidamente. Alcuni alimenti consigliati includono:

  • Avocado
  • Peperoni
  • Fragole
  • mirtilli
  • Curcuma
  • Salmone

Composizione corporea


Malattia del cuore

Le malattie cardiache sono la principale causa di morte degli adulti negli Stati Uniti. Molti fattori possono contribuire alle malattie cardiache e la ricerca ha indicato l'infiammazione causata dall'obesità come uno dei fattori più significativi che contribuiscono allo sviluppo. I principali colpevoli sono citochine prodotto dal grasso in eccesso nel corpo. Queste citochine causano l'infiammazione delle pareti delle arterie, provocando danni e aumentando la pressione sanguigna. La pressione sanguigna è la forza del sangue che spinge contro le pareti dei vasi sanguigni. quando alta pressione sanguigna è presente, il cuore non pompa il sangue in modo efficace, causandone l'allargamento. Un cuore ingrossato è un fattore di rischio significativo per l'insufficienza cardiaca se non vengono prese misure per porvi rimedio.

Referenze

Bradley S. Polkinghorn, Christopher J. Colloca, Trattamento chiropratico della sindrome del collo postchirurgico con regolazioni spinali a leva corta assistite manualmente dalla forza meccanica, Journal of Manipulative and Physiological Therapeutics, Volume 24, Issue 9,
2001, pagine 589-595, ISSN 0161-4754, https://doi.org/10.1067/mmt.2001.118985. (https://www.sciencedirect.com/science/article/pii/S0161475401836915)

Haldeman S. Principi e pratica della chiropratica. York, Pennsylvania: McGraw-Hill; 2005.

Falco, Cheryl et al. "Best practice per la gestione chiropratica dei pazienti con dolore muscoloscheletrico cronico: una linea guida per la pratica clinica". Journal of medicina alternativa e complementare (New York, NY) vol. 26,10 (2020): 884-901. doi:10.1089/acm.2020.0181

Eric L. Hurwitz, Hal Morgenstern, Philip Harber, Gerald F. Kominski, Fei Yu e Alan H. Adams, 2002: uno studio randomizzato di manipolazione e mobilizzazione chiropratica per pazienti con dolore al collo: risultati clinici dello studio UCLA sul dolore al collo American Journal of Public Health 92, 1634_1641, https://doi.org/10.2105/AJPH.92.10.1634

Wang, Zhaoxia e Tomohiro Nakayama. "Infiammazione, un legame tra obesità e malattie cardiovascolari". Mediatori dell'infiammazione vol. 2010 (2010): 535918. doi:10.1155/2010/535918

Plank per il supporto della colonna vertebrale e la prevenzione del mal di schiena

Plank per il supporto della colonna vertebrale e la prevenzione del mal di schiena

Fare regolarmente i plank può supportare/rafforzare la colonna vertebrale e prevenire il mal di schiena, indipendentemente dal livello di forma fisica. Si stima che il 70% degli adulti sperimenterà problemi alla schiena e dolore. Uno dei modi migliori per mantenere la colonna vertebrale sana è rafforzare i muscoli centrali. Più questi muscoli sono costruiti, più sano diventerà il corpo. Il posizione della tavola attiva l'intero nucleo togliendo la pressione dalla colonna vertebrale.

Plank per il supporto della colonna vertebrale e la prevenzione del mal di schiena

Anatomia di base

Il nucleo è il centro del corpo. Contiene tutti i muscoli che circondano il busto. Questi muscoli lavorano insieme per:

  • Stabilizzare il corpo durante il movimento.
  • Prevenire lesioni durante l'attività fisica/esercizio.
  • Fornire supporto spinale.

Il core è diviso in due gruppi di muscoli: Il nucleo interno e il nucleo esterno.

Nucleo interno

Il nucleo interno è composto da:

Muscoli multifido

Quadratus Lumborum

  • Il muscolo addominale profondo nella parte bassa della schiena si trova su entrambi i lati della regione lombare della colonna vertebrale.

Trasverso dell'addome

  • Situato tra le costole inferiori e la parte superiore del bacino.

Pavimento pelvico

  • Questo gruppo base di muscoli si estende dal coccige all'osso pubico.

Diaframma

  • Un muscolo a forma di cupola che riposa sotto i polmoni.

Nucleo esterno

retto dell'addome

  • Questi sono più comunemente conosciuti come gli addominali.

obliqui esterni

  • Questi muscoli si trovano su entrambi i lati del retto addominale.

obliqui interni

  • Questi muscoli si trovano sotto gli obliqui esterni, all'interno delle ossa dell'anca.

Erettore Spinae

  • Questi muscoli circondano la colonna vertebrale e si estendono su entrambi i lati della colonna vertebrale.

Plank e prevenzione del mal di schiena

Quando il nucleo non è abbastanza forte, i muscoli della colonna vertebrale e della schiena compensano eccessivamente per mantenere il corpo in piedi correttamente. Gli studi hanno dimostrato come i plank attivino efficacemente i muscoli responsabili della stabilizzazione spinale. L'esercizio mira all'intero core e rafforza le spalle e i glutei. Il rafforzamento di questi muscoli migliora la postura, aiutando ad alleviare problemi e dolori alla schiena. Tuttavia, si consiglia di parlare con un medico prima di iniziare un regime di plank se è presente mal di schiena. Se eseguiti in modo errato, potrebbero aggravare i muscoli della schiena.

Forma corretta

Scegli un'area libera da mobili dove tutto il corpo può distendersi. Segui questi passi:

  • Inizia con le mani e le ginocchia sul pavimento.
  • Allunga le gambe all'indietro mantenendo i gomiti direttamente sotto le spalle e i polsi sotto i gomiti.
  • Tieni la testa bassa, guardando lo spazio appena sopra le mani.
  • Coinvolgi gli addominali e mantieni il corpo rigido.
  • Immagina una linea perfettamente dritta dal collo alle dita dei piedi.
  • Mantieni la posizione da 10 a 60 secondi, a seconda del livello di forma fisica.
  • Abbassa delicatamente il corpo sul pavimento.
  • Assicurati di non curvare la schiena poiché curvare significa che i muscoli addominali sono impegnati e inclinare la testa verso l'alto può affaticare il collo.
  • Entrambi possono portare a lesioni, motivo per cui è essenziale mantenere una forma corretta.

Variazioni della plancia

Ci sono variazioni di questo esercizio per diversi livelli di forma fisica. Una volta che il plank modificato e completo è stato padroneggiato, vari plank possono colpire altre aree del corpo. Questi includono:

Plancia laterale

  • Questi comportano lo spostamento del peso su un avambraccio mentre si estende l'altro braccio in aria.

Plank a un braccio

  • Questi comportano il sollevamento di una mano da terra, quindi l'alternanza.

Plank a una gamba

Plancia da passeggio

Plancia inversa

Chiunque può lavorare fino a un plank a qualsiasi età ea qualsiasi livello di forma fisica; ci vuole solo tempo. Una volta raggiunto, è un ottimo modo per mantenere forte il nucleo del corpo, sano e aiuta a prevenire problemi alla schiena.


Composizione corporea


Alza laterale della fascia

Il alzata banda laterale è un ottimo allenamento per le spalle. Funziona il deltoide laterale, deltoide anteriore e dentato anteriore.

  • Afferrare una fascia in una mano.
  • Fai un passo sull'estremità libera con il piede opposto.
  • Mano destra e piede sinistro e viceversa.
  • Estendi e solleva lentamente il braccio finché non sono paralleli al pavimento.
  • Abbassa le braccia allo stesso modo.
  • Se le spalle sono sane e abbastanza forti, prova ad aggiungere manubri o kettlebell per aumentare la resistenza.
Referenze

Calatayud, Joaquín et al. "Tollerabilità e attività muscolare degli esercizi muscolari di base nella lombalgia cronica". Rivista internazionale di ricerca ambientale e salute pubblica vol. 16,19 3509. 20 settembre 2019, doi:10.3390/ijerph16193509

Organizzazione mondiale della Sanità. (2013) "Lombalgia". https://www.who.int/medicines/areas/priority_medicines/Ch6_24LBP.pdf

Youdas, James W et al. "Grandezza dell'attivazione muscolare degli stabilizzatori della colonna vertebrale in adulti sani durante esercizi di plank del gomito prono con e senza una palla fitness". Teoria e pratica della fisioterapia vol. 34,3 (2018): 212-222. doi:10.1080/09593985.2017.1377792

Movimenti quotidiani

Movimenti quotidiani

La postura è il modo in cui teniamo i nostri corpi stando in piedi, seduti o sdraiati. Una postura sana è il corretto allineamento del corpo supportato dalla giusta quantità di tensione muscolare. I nostri movimenti e le nostre attività quotidiane influenzano l'allineamento del corpo. Uno squilibrio posturale può avere un impatto sulla salute del corpo in vari modi. Può causare:

  • Dolore generale
  • Mal di schiena
  • Dolore muscolare
  • stanchezza
  • Problemi digestivi
  • Scarsa autostima

Una postura scorretta può aumentare il rischio di disfunzione spinale, degenerazione articolare, stress articolare e muscolare, con conseguenti danni permanenti se non trattata. Il modo migliore per prevenire gli squilibri posturali è essere consapevoli delle cause utilizzando adeguate strategie ergonomiche e di movimento che possono aiutare a evitare questi problemi. Una volta comprese le cattive abitudini, i comportamenti e le attività quotidiane, è molto più facile prevenirli e correggerli.

Movimenti quotidiani

La postura quotidiana è importante

Muscoli specifici mantengono la postura del corpo, quindi non dobbiamo pensarci e adattarci costantemente. I gruppi muscolari, compresi i muscoli posteriori della coscia e i grandi muscoli della schiena, sono essenziali per mantenere posizioni sane. Quando i muscoli funzionano correttamente, il muscoli posturali impedire alla gravità di spingere il corpo in avanti. I muscoli posturali mantengono anche l'equilibrio durante il movimento. Una postura sana riduce la tensione sui muscoli e sui legamenti di supporto durante i movimenti quotidiani e le attività di carico. Assumere una postura sana aiuta:

  • Mantieni le ossa e le articolazioni in un corretto allineamento in modo che i muscoli funzionino correttamente.
  • Diminuire l'usura anormale delle articolazioni con conseguente artrite degenerativa e dolore articolare.
  • Ridurre lo stress sui legamenti che tengono insieme le articolazioni spinali, prevenendo lesioni.
  • Consenti ai muscoli di lavorare in modo più efficiente.
  • Il corpo esercita meno energia.
  • Prevenire l'affaticamento muscolare e il dolore muscolare.
  • Prevenire l'affaticamento muscolare e i disturbi da uso eccessivo.

Postura malsana

Una postura malsana si verifica quando il corpo si siede o sta in piedi con la colonna vertebrale in una posizione anormale. Quando un individuo pratica una postura malsana per un lungo periodo, porta progressivamente a muscoli e legamenti che si allungano e si indeboliscono, mentre altri diventano corti e tesi. Questo crea uno squilibrio fisico che porta ad anomalie posturali come:

  • spalle arrotondate
  • Postura della testa in avanti
  • Cifosi toracica o schiena curva
  • Lordosi lombare
  • Swayback
  • Mobilità limitata
  • Aumenta il rischio di lesioni

Le nostre iniziative

Abitudini

  • Gli individui possono iniziare a sviluppare abitudini malsane che influiscono negativamente sulla loro postura, come camminare con la testa guardando verso terra. Questo sposta il corpo fuori allineamento.

Seduto troppo a lungo

  • Trascorrere troppo tempo seduto anche con la postura corretta avrà un impatto sulla colonna vertebrale e sui muscoli. Indebolisce i muscoli, i legamenti e gli addominali.

Peso

  • Portare un peso extra può costringere la colonna vertebrale in una posizione scomoda. Questo è vero per gli individui con la pancia piatta, poiché tira in avanti la parte bassa della schiena, aumentando il rischio di lordosi lombare.

Dieta malsana

  • Se la colonna vertebrale non ha accesso alle vitamine e ai nutrienti di cui ha bisogno, può faticare a mantenere la sua forza e flessibilità. È anche più difficile per il corpo riparare i danni ai muscoli e ai legamenti della colonna vertebrale.

Abbigliamento e calzature

  • Abbigliamento e calzature possono influire sulla postura.
  • Tacchi alti, scarpe poco aderenti, jeans cadenti, cinture larghe, giacche pesanti e altri oggetti possono... forzare la colonna vertebrale in una posizione innaturale.
  • Questi vanno bene da indossare per brevi periodi, ma evita di indossarli giorno dopo giorno.

Trattamento

I chiropratici sono specializzati in problemi che interessano la colonna vertebrale, in particolare la postura. Essi possono:

  • Eseguire un esame posturale che includa una valutazione completa del sistema muscolo-scheletrico per identificare eventuali disallineamenti articolari e problemi che interessano i tessuti molli.
  • Eseguire le regolazioni dei giunti disallineati utilizzando varie tecniche.
  • Consiglia tratti per allentare/allungare i muscoli tesi e rafforzare quelli deboli, portando a miglioramenti. Un chiropratico svilupperà un regime di stretching efficace per colpire i muscoli corretti.
  • raccomandare consigli nutrizionali, esercizio fisico e aggiustamenti delle abitudini quotidiane.

Composizione corporea


Insulino-resistenza

Gli individui che stanno seduti per lunghi periodi, non si allenano e non seguono la loro dieta possono sperimentare la resistenza all'insulina. L'insulino-resistenza si verifica quando l'insulina non riesce a trasportare l'eccesso di zucchero nel sangue dal sangue ai muscoli. Uno studio ha scoperto che le donne che sedevano per otto ore al giorno avevano una maggiore probabilità di sviluppare il diabete. Gli individui con diabete tendono ad avere più grasso all'interno dei loro corpi, in particolare grasso viscerale, aumentando il potenziale di resistenza all'insulina. Gli individui con diabete sperimentano una più rapida perdita di massa muscolare con l'avanzare dell'età, intensificando ulteriormente i sintomi e il deterioramento della composizione corporea.

Referenze

Feldman, Anatol G. "La relazione tra stabilità posturale e di movimento". Progressi in medicina sperimentale e biologia vol. 957 (2016): 105-120. doi:10.1007/978-3-319-47313-0_6

Jaromi, Melinda et al. "Formazione sul trattamento e sull'ergonomia del dolore lombare correlato al lavoro e dei problemi di postura del corpo per gli infermieri". Rivista di infermieristica clinica vol. 21,11-12 (2012): 1776-84. doi:10.1111/j.1365-2702.2012.04089.x

Jung, Suk Hwa et al. "La massa grassa viscerale ha associazioni più forti con diabete e prediabete rispetto ad altri indicatori antropometrici di obesità tra gli adulti coreani". Rivista medica Yonsei vol. 57,3 (2016): 674-80. doi:10.3349/ymj.2016.57.3.674

Pope, Malcolm H et al. "Ergonomia della colonna vertebrale". Revisione annuale dell'ingegneria biomedica vol. 4 (2002): 49-68. doi:10.1146/annurev.bioeng.4.092101.122107