ClickCease
+ 1-915-850-0900 spinedoctors@gmail.com
Seleziona Pagina

Imaging e diagnostica

Back Clinic Imaging & Diagnostics Team. Il Dr. Alex Jimenez lavora con i migliori diagnostici e specialisti di imaging. Nella nostra associazione, gli specialisti di imaging forniscono risultati rapidi, cortesi e di alta qualità. In collaborazione con i nostri uffici, forniamo la qualità del servizio che i nostri pazienti hanno mandato e meritano. Diagnostic Outpatient Imaging (DOI) è un centro di radiologia all'avanguardia a El Paso, TX. È l'unico centro del suo genere a El Paso, di proprietà e gestito da un radiologo.

Questo significa che quando vieni al DOI per un esame radiologico, ogni dettaglio, dalla progettazione delle stanze, alla scelta delle apparecchiature, ai tecnologi selezionati, al software che gestisce lo studio, viene accuratamente scelto o progettato dal Radiologo e non da un commercialista. La nostra nicchia di mercato è un centro di eccellenza. I nostri valori relativi alla cura del paziente sono: Crediamo nel trattare i pazienti nel modo in cui tratteremmo la nostra famiglia e faremo del nostro meglio per assicurarci che tu abbia una buona esperienza nella nostra clinica.


Stenosi spinale MRI: chiropratico della clinica della schiena

Stenosi spinale MRI: chiropratico della clinica della schiena

La stenosi spinale si verifica quando lo spazio da qualche parte lungo o all'interno della colonna vertebrale inizia a restringersi, bloccando la capacità di movimento normale/comodo e la circolazione nervosa. Può interessare diverse aree, incluso il cervicale / collo, lombare/lombare e, meno comunemente, le regioni toracica/superiore o medio-dorsale causando formicolio, intorpidimento, crampi, dolore, debolezza muscolare o una combinazione di schiena, gambe, cosce e glutei. Ci possono essere vari fattori che causano la stenosi; una corretta diagnosi è il primo passo, e dove una stenosi spinale MRI entra in gioco

Stenosi spinale MRI: Chiropratico medico di lesione

Risonanza magnetica con stenosi spinale

La stenosi può essere difficile da diagnosticare in quanto è più un sintomo/complicazione che una condizione, spesso causata da ernia del disco, speroni ossei, una condizione congenita, post-operatoria o dopo un'infezione. La risonanza magnetica/MRI è un test comune utilizzato nella diagnosi.

Diagnosi

  • Un operatore sanitario, come un chiropratico, un fisioterapista, uno specialista della colonna vertebrale o un medico, inizierà con la comprensione dei sintomi e della storia medica.
  • Verrà condotto un esame fisico per saperne di più sulla posizione, la durata, le posizioni o le attività che riducono o peggiorano i sintomi.
  • Ulteriori test includono forza muscolare, analisi del guadagno e test di equilibrio per aiutare a capire meglio da dove viene il dolore.
  • Per confermare una diagnosi, sarà necessario l'imaging per vedere cosa sta succedendo.
  • Una risonanza magnetica utilizza immagini generate al computer per produrre immagini che mostrano ossa e tessuti molli, come muscoli, nervi e tendini, e se sono compressi o irritati.
  • Un professionista sanitario e Tecnico MRI esaminerà i requisiti di sicurezza prima dell'imaging.
  • Poiché la macchina utilizza potenti magneti, non può esserci metallo sul o nel corpo, come protesi impiantate o dispositivi che includono:
  • pacemaker
  • Impianti cocleari
  • Pompe per infusione di farmaci
  • Contraccettivi intrauterini
  • Neurostimolatori
  • Clip per aneurisma intracranico
  • Stimolatori della crescita ossea
  • Un test di imaging diverso può essere utilizzato se un individuo non può avere una risonanza magnetica come a TAC.

Una risonanza magnetica può variare da alcuni minuti a un'ora o più, a seconda di quante posizioni sono necessarie per isolare la zona lesa e ottenere un'immagine nitida. Il test è indolore, ma a volte alle persone viene chiesto di mantenere una posizione specifica che potrebbe essere scomoda. Il/i tecnico/i chiederanno se c'è disagio e offriranno qualsiasi aiuto per rendere l'esperienza il più semplice possibile.

Trattamento

Non tutti i casi di stenosi causano sintomi, ma ci sono opzioni di trattamento che un operatore sanitario può raccomandare.

  • La cura conservativa è la prima raccomandazione che include chiropratica, decompressione, trazione e terapia fisica.
  • Il trattamento aumenta la forza muscolare, migliora la gamma di movimento, migliora la postura e l'equilibrio, diminuisce i sintomi di disagio e incorpora strategie per prevenire e gestire i sintomi.
  • I farmaci da prescrizione potrebbero far parte di un piano di trattamento più ampio.
  • La chirurgia potrebbe diventare un'opzione nei casi più gravi in ​​cui la cura conservativa non funziona.

Stenosi Spinale


Referenze

Database degli estratti delle recensioni degli effetti (DARE): recensioni valutate dalla qualità [Internet]. York (Regno Unito): Center for Reviews and Dissemination (Regno Unito); 1995-. Diagnosi di stenosi spinale lombare: una revisione sistematica aggiornata dell'accuratezza dei test diagnostici. 2013. Disponibile da: www.ncbi.nlm.nih.gov/books/NBK142906/

Ghadimi M, Sapra A. Controindicazioni alla risonanza magnetica. [Aggiornato 2022 maggio 8]. In: StatPearls [Internet]. Treasure Island (FL): StatPearls Publishing; 2022 gennaio-. Disponibile dal: www.ncbi.nlm.nih.gov/books/NBK551669/

Gofur EM, Singh P. Anatomia, schiena, irrorazione sanguigna del canale vertebrale. [Aggiornato 2021 luglio 26]. In: StatPearls [Internet]. Treasure Island (FL): StatPearls Publishing; 2022 gennaio-. Disponibile dal: www.ncbi.nlm.nih.gov/books/NBK541083/

Lurie, Jon e Christy Tomkins-Lane. "Gestione della stenosi spinale lombare". BMJ (Ricerca clinica ed.) vol. 352h6234. 4 gennaio 2016, doi:10.1136/bmj.h6234

Stuber, Kent, et al. "Trattamento chiropratico della stenosi spinale lombare: una revisione della letteratura". Giornale di medicina chiropratica vol. 8,2 (2009): 77-85. doi:10.1016/j.jcm.2009.02.001

Aspettative della clinica per il mal di schiena di imaging spinale

Aspettative della clinica per il mal di schiena di imaging spinale

I chiropratici e gli specialisti della colonna vertebrale utilizzano l'imaging spinale attraverso i raggi X, la risonanza magnetica o le scansioni TC per capire cosa sta causando problemi alla schiena e dolore. L'imaging è comune. Che si tratti di chiropratica o chirurgia spinale, aiutano immensamente a scoprire problemi alla schiena e consentono all'individuo di vedere cosa sta succedendo. I tipi di casi includono mal di schiena che:

  • Viene da trauma
  • Ha indugiato da quattro a sei settimane
  • È accompagnato da una storia di:
  • Cancro
  • Febbre
  • Sudorazioni notturne

I medici usano queste immagini quando diagnosticare una condizione spinale. Ecco alcuni approfondimenti sull'imaging spinale.

 

Aspettative della clinica per il mal di schiena di imaging spinale

Raggi X

I raggi X per il mal di schiena possono essere molto utili. Un La radiografia è basata sulle radiazioni e viene utilizzata per esaminare le condizioni delle strutture ossee. I raggi X sono ottimali per il tessuto osseo oi tessuti ossificati o calcificati. Funzionano al meglio con i tessuti duri, in particolare le ossa. Anche i tessuti molli come muscoli, legamenti o dischi intravertebrali non sono presenti.

Gli individui sottoposti a una radiografia alla schiena verranno scansionati da una macchina che genera un raggio. Un plettro del ricevitore registra il raggio dopo che è passato attraverso il corpo e genera un'immagine. Il completamento richiede circa cinque minuti, ma potrebbe essere più lungo a seconda del numero di immagini del medico. I raggi X sono utili per scopi assicurativi ed escludono condizioni ossee come fratture da compressione e/o speroni ossei. Le radiografie vengono ordinate per motivi specifici e spesso fanno parte di uno studio diagnostico su tutto il corpo. Ciò include la risonanza magnetica e/o la TAC.

CT Scan

CT sta per tomografia computerizzata. È una serie di raggi X che vengono digitalizzati in immagini utilizzando un computer. Il vantaggio di una scansione TC ai raggi X standard è che offre diverse viste/angolazioni del corpo e può essere in 3D. Le scansioni TC sono più spesso utilizzate in casi di traumi o in individui che hanno subito un intervento chirurgico. Occorrono circa cinque minuti. Per i raggi X, gli individui si alzano o si sdraiano sotto la macchina a raggi X mentre scansiona il corpo. Una scansione TC fa sdraiare l'individuo in una macchina circolare dall'aspetto di una ciambella che esegue la scansione mentre ruota durante l'imaging. Si consiglia agli individui di indossare abiti casual larghi e comodi. Qualche volta un colorante, o contrasto endovenoso, viene utilizzato per far risaltare i tessuti vascolari, generando immagini più chiare.

MRI

La risonanza magnetica è l'abbreviazione di imaging a risonanza magnetica. Le risonanze magnetiche utilizzano magneti per generare immagini. La risonanza magnetica viene spesso utilizzata in individui che hanno subito un intervento chirurgico. Richiedono più tempo, di solito dai 30 ai 45 minuti. Non sono ammessi oggetti metallici nella risonanza magnetica. Ai pazienti viene chiesto di rimuovere oggetti come cinture, gioielli, ecc. Il colorante a contrasto può far parte di una risonanza magnetica. La macchina è come un tunnel. Questo può diventare difficile per le persone che soffrono di claustrofobia. Consultare un medico e scoprire come mettersi a proprio agio durante il processo.

Altre forme di imaging spinale

Altre forme di imaging includono:

Navigazione CT

  • La navigazione TC mostra le scansioni TC in tempo reale durante la procedura.

fluoroscopia

  • La fluoroscopia prevede un raggio di raggi X che passa direttamente attraverso il corpo e mostra immagini dal vivo e in movimento.

Entrambi questi tipi di imaging spinale vengono utilizzati durante gli interventi chirurgici. Per alcuni casi, imaging intraoperatorio viene utilizzato. Questo tipo di imaging utilizza la robotica ad alta tecnologia per aiutare i chirurghi a navigare in spazi ristretti durante la procedura. Ciò aumenta la precisione del chirurgo e riduce le dimensioni dell'incisione.

Ultrasuono

Gli ultrasuoni possono essere utilizzati per le condizioni spinali. Questo è un test di imaging che utilizza le onde sonore per generare immagini. Tuttavia, i test di imaging utilizzati nell'imaging spinale sono principalmente raggi X e risonanza magnetica.

Appuntamento per l'imaging

Parla con il tuo medico o chiropratico in anticipo per capire cosa aspettarti durante il processo di imaging. Ti faranno sapere come prepararti ed eventuali istruzioni speciali prima dell'appuntamento. Insieme all'anamnesi e all'esame obiettivo, l'imaging spinale è una parte importante del processo diagnostico per trovare la causa del dolore e sviluppare il miglior piano di trattamento.


Composizione corporea


Effetti a breve termine del caffè e della pressione sanguigna

La caffeina nel caffè è uno stimolante o una sostanza che eccita i sistemi del corpo. Quando la caffeina viene ingerita, gli individui sperimentano un aumento dell'eccitazione, in particolare nel sistema cardiovascolare. Questa eccitazione fa sì che la frequenza cardiaca e la pressione sanguigna aumentino e poi si riducano a un livello di base per gli individui sani. Il caffè aumenta leggermente la pressione sanguigna a breve termine. Il consumo moderato di caffè è sicuro per gli individui che non hanno condizioni cardiovascolari preesistenti.

Referenze

Commissione di regolamentazione nucleare degli Stati Uniti. (maggio 2021) “Le dosi nella nostra vita quotidiana” www.nrc.gov/about-nrc/radiation/around-us/doses-daily-lives.html

Raggi X per il mal di schiena: recensioni attuali in medicina muscoloscheletrica. (Aprile 2009) "Qual è il ruolo dell'imaging nella lombalgia acuta?" www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC2697333/

Approcci diagnostici di imaging di reclami pediatrici El Paso, TX.

Approcci diagnostici di imaging di reclami pediatrici El Paso, TX.

  • Questa è una breve rassegna di alcuni dei principali disturbi pediatrici riscontrati nella pratica clinica.
  • Trauma acuto incluso trauma cranico acuto
  • Trauma non accidentale nei bambini (bambino maltrattato)
  • Reclami muscoloscheletrici (artrite idiopatica giovanile, scoliosi,
  • Neoplasie pediatriche comuni (SNC e altre)
  • Infezione
  • Malattia metabolica

Trauma acuto pediatrico:

diagnostica diagnostica pediatrica el paso, tx.
  • Ferite di FOOSH (ad es. Caduto dalla barra delle scimmie)
  • Fx Supracondylar, gomito. D / t sempre un trauma accidentale. <10 anni
  • Fx extra-articolare
  • Grado di classificazione Gartland ridotto al minimo le lesioni sottili trattate con immobilizzazione semplice vs. lussazione del gomito posteriore trattata operativamente
  • Un potenziale rischio di compromissione ischemica se la cura viene ritardata (contrattura di Volkmann)
  • L'esame radiologico è cruciale: il segno della vela e il segno del cuscinetto adiposo posteriore con la linea dell'omero anteriore non sono riusciti ad intersecare la metà dei 2/3 del Capitello.

Fx pediatrico incompleto:

diagnostica diagnostica pediatrica el paso, tx.
  • La maggior parte in <10 anni Greenstick, Torus, Plastic aka Bowing deformity
  • In genere guarire bene, trattati in modo conservativo con l'immobilizzazione
  • La deformità plastica se> 20 gradi richiede una riduzione chiusa
  • La frattura del cranio del ping pong può svilupparsi in seguito a trauma, escrezione del forcipe e complicanze del trauma della nascita. Potrebbe essere necessario valutare il neurochirurgo pediatrico
diagnostica diagnostica pediatrica el paso, tx.
  • Tipi di Salter-Harris di lesioni alla piastra di crescita fisica
  • Digitare 1-slip. ad es. Epifisi femorale a capitale scivolato. In genere non si nota alcuna frattura ossea
  • Digitare 2-M / C con una buona prognosi
  • Digitare 3- intra-articolare, comporta quindi il rischio di prematura osteoartrite e potrebbe richiedere che le cure operative d / t siano instabili
  • Digitare 4- Fx attraverso tutte le regioni relative alla physis. Prognosi sfavorevole e accorciamento degli arti
  • Digitare 5- spesso nessuna prova di effettiva frattura ossea. Scarsa prognosi d / t lesioni da schiacciamento e danno vascolare con accorciamento degli arti
  • La valutazione dell'imaging è fondamentale

Lesioni non accidentali (NAI) nei bambini

diagnostica diagnostica pediatrica el paso, tx.
  • Esistono diverse forme di abuso sui minori. L'abuso fisico può variare da lesioni della pelle a diverse MSK / lesioni sistemiche che colpiscono ossa e tessuti molli. L'imaging è fondamentale e può identificare segni precisi che allertano i fornitori di servizi medici e informare i servizi di protezione dei minori e le forze dell'ordine riguardo l'abuso fisico.
  • In un bambino: La `` sindrome del bambino scosso '' può presentarsi con segni del SNC d / lacerazione della vena a ponte immatura e ematoma subdurale che può essere fatale. L'emorragia retinica è spesso un indizio. La TC della testa è fondamentale.
  • Redk Radiological Red Flags:
  • 1) Fx osseo maggiore in un bambino molto piccolo non ambulatorio (0-12 mo)
  • 2) Costole posteriori Fx: naturalmente non si verificano mai incidenti d / t. Meccanismi più probabili: afferrare e stringere un bambino o colpire direttamente.
  • 3) Fratture multiple con differenti tassi di guarigione cronologica, cioè calli ossei che indicano un trauma fisico ripetuto
  • 4) Angolo metafisario Fx alias Manico Fx, spesso patognomonico per NAI nei bambini. Si verifica quando l'estremità colpita viene trattenuta e distorta violentemente.
  • 5) La frattura a spirale delle ossa lunghe in un bambino è un altro esempio di NAI.
  • Altri importanti indizi di NAI. Storia incoerente fornita da guardiani / tutori. Nessuna evidenza di anomalie ossee congenite / metaboliche come Osteogenesis Imperfecta o Rickets / osteomalacia ecc.
  • NB Quando i tutori del bambino dichiarano una storia che riporta cadute e incidenti in casa, è importante sapere che apparentemente la maggior parte degli incidenti / cadute in casa sono molto rari o improbabili che provocano gravi fratture ossee.
  • Segnalazione di abusi sui minori in Illinois:
  • www2.illinois.gov/dcfs/safekids/reporting/pages/index.aspx

Approccio di imaging MSK in pediatria

diagnostica diagnostica pediatrica el paso, tx.
  • Artrite idiopatica giovanile (JIA)-considerata malattia cronica M / C dell'infanzia. Clinical Dx: dolore articolare / gonfiore per 6 settimane o più in un bambino <16 anni Esistono diverse forme: Early Dx è fondamentale per prevenire complicazioni ritardate
  • Le forme più familiari di JIA:
  • 1) Malattia pauciarticolare (40%) - forma m / c di AIG. Le ragazze corrono un rischio maggiore. Si presenta come artrite in <4 articolazioni: ginocchia, caviglie, polso. Gomito. Questo tipo mostra un'alta associazione con il coinvolgimento oculare come iridociclite (25%) che può potenzialmente portare alla cecità. Labs: RF-ve, ANA positivo.
  • 2) Malattia poliarticolare (25%): RF-ve. Le ragazze sono a maggior rischio. Colpisce articolazioni piccole e grandi che spesso colpiscono la colonna vertebrale cervicale
  • 3) Forma sistemica di JIA (20%): si presenta spesso con manifestazione sistemica acuta come febbre a spillo, artralgia, mialgia, linfadeno [patogeno, epatosplenomegalia, poliserozite (versamento pericardico / pleurico). Importante Dx presenta una caratteristica evanescenza rosa salmone alle estremità e al tronco. La forma sistemica ha una netta mancanza di coinvolgimento oculare. I giunti tipicamente non scaricano erosioni rispetto ad altri tipi. Quindi la distruzione articolare non è in genere vista

Imaging in JIA

diagnostica diagnostica pediatrica el paso, tx.
  • La quadratura eccessiva della crescita eccessiva dell'osso effusivo della cartilagine della rotula / erosione ossea sovrapposta DJD
  • Le dita e le ossa lunghe si chiudono prima fisicamente / accorciamento degli arti
  • Rad DDx ginocchio / caviglia: artropatia emofilica Rx: DMARD.
  • Complicazioni possono verificarsi distruzione delle articolazioni, ritardo della crescita / accorciamento degli arti, cecità, complicazioni sistemiche, disabilità.

Neoplasie ossee maligne pediatriche più comuni

diagnostica diagnostica pediatrica el paso, tx.
  • Osteosarcoma (OSA) e sarcoma di Ewing (ES) sono le neoplasie ossee maligne primitive 1 st e 2nd M / C dell'infanzia (picco di 10-20 yo) Clinicamente: dolore osseo, cambiamento di attività, metastasi precoci, in particolare metastasi polmonari. Cattiva prognosi
  • Gli Ewing possono presentarsi con dolore osseo, febbre e infezione elevata che simula la VES / PCR. Le prime Dx con imaging e stadiazione sono cruciali.
  • Imaging di OSA e ES: radiografia, seguita da MRI, TC del torace, PET / TC. Ai raggi X: l'OSA può colpire qualsiasi osso ma più presente come neoplasie che formano osso aggressivo intorno al ginocchio (50% dei casi), specialmente come osteoide che forma una lesione aggressiva nella metafisi con periostite speculata / raggera e triangolo di Codman. Marcata invasione dei tessuti molli.
  • ES può essere presente nell'asta e mostrare una diffusione molto precoce dei tessuti molli. La risonanza magnetica è fondamentale per rivelare l'entità dell'invasione dell'osso e della ST, la RM necessaria per la pianificazione chirurgica
  • OSA & ES Rx: una combinazione di chirurgia, radioterapia, chemio. In alcuni casi vengono eseguite tecniche di salvataggio degli arti. Scarsa prognosi se rilevata in ritardo.
diagnostica diagnostica pediatrica el paso, tx.
  • Imaging del sarcoma di Ewing
  • Permeare la distrazione ossea
  • Invasione dei tessuti molli precoce ed estesa
  • Reazione periostale aggressiva con risposta laminata (buccia di cipolla)
  • Saucerizzazione dell'osso corticale (freccia arancione)
  • Una lesione è tipicamente diafisaria con un'estensione metafisaria
  • Conosciuto come tumore a cellule rotonde insieme a mieloma multiplo e linfoma

Neoplasie infantili comuni

diagnostica diagnostica pediatrica el paso, tx.
  • Neuroblastoma (NBL) Malignità M / C dell'infanzia. Deriva da cellule della cresta neurale, dette anche tumori PNET (p. Es., Gangli simpatici). La maggior parte si verifica nei bambini di età <24 mesi. Alcuni mostrano una buona prognosi, ma> 50% dei casi presenta una malattia avanzata. Il 70-80% all'età di 18 mesi o più presenta metastasi avanzate. NBL può svilupparsi nel midollo surrenale, nei gangli simpatici e in altre sedi. Si presenta come una massa addominale, vomitando. > 50% si presenta con dolore osseo d / t metastasi. Clinicamente: esame fisico, laboratori, imaging: radiografie del torace e dell'addome, TC dell'addome e del torace sono cruciali per Dx. La risonanza magnetica può aiutare. NBL può metastatizzare al cranio e infiltrare suture con una presentazione caratteristica come diastasi suturale patologica.
  • Leucemia linfoblastica acuta è il m / c malignità dell'infanzia. Patologia: infiltrazione delle cellule leucemiche del midollo osseo con conseguente dolore osseo e sostituzione di altre cellule del midollo normale con anemia, trombocitopenia, neutropenia e complicazioni associate. Le cellule leucemiche possono infiltrarsi in altri siti tra cui CNS, milza, ossa e altre regioni. Dx: CBC, livelli di lattato deidrogenasi sierica, biopsia di aspirazione del midollo osseo è la chiave. L'imaging può aiutare ma non è essenziale per la diagnosi. In radiografia, l'infiltrazione leucemica dell'osso può apparire tipicamente come bande radiotrasparenti lungo la placca di crescita fisica. Rx: chemioterapia e complicanze di trattamento
diagnostica diagnostica pediatrica el paso, tx.
  • medulloblastoma: Tumore maligno di CNS M / C nei bambini
  • La maggioranza si sviluppa prima di 10-yo
  • Posizione M / C: cervelletto e fossa posteriore
  • Istologicamente rappresenta un tumore di tipo PNET non un glioma come originariamente pensato
  • MBL, così come l'ependimoma e il linfoma del sistema nervoso centrale, possono portare a una diminuzione delle metastasi tramite CSF e rappresentano inoltre un aspetto unico che, a differenza di altri tumori del SNC, dimostra una diffusione metastatica al di fuori del SNC, m / c all'osso
  • 50% di MBL potrebbe essere completamente resecabile
  • Se Dx e il trattamento iniziano prima delle metastasi, la sopravvivenza di 5-year è 80%
  • L'imaging è fondamentale: può essere utilizzata la tomografia computerizzata, ma la modalità di imaging scelta è la risonanza magnetica che fornirà inoltre una valutazione superiore dell'intera neuroxis per le metastasi.
  • La MBL appare tipicamente come lesione eterogenea di ipo, iso e iperintenso su T1, T2 e FLAIR scansioni (immagini in alto) se paragonate al tessuto cerebrale circostante. Spesso comprimendo il ventricolo 4th con idrocefalo ostruttivo. Il tumore mostra in genere un miglioramento del contrasto su T1 + C gad (immagine in basso a sinistra). Rilasciare metastasi da MBL con T1 + C che migliora la lesione nella corda

Importanti infezioni pediatriche

diagnostica diagnostica pediatrica el paso, tx.
  • Nel neonato / bambino <1 mese: febbre> 100.4 (38 ° C) può indicare un'infezione batterica e qualche infezione virale. Strep B, Listeria, E. Coli possono portare a sepsi, meningite. Approccio: radiografia del torace, puntura lombare con coltura, emocoltura, emocromo, analisi delle urine.
  • Nei bambini piccoli, l'influenza di tipo Hemophilus di tipo B (HIB) può portare all'epiglottite una complicanza rara ma grave. L'attuale vaccino aiuta a ridurre il numero di casi di epiglottite e altre malattie correlate a HIB.
  • Parainfluenza o RSV il virus può portare a groppa o laringotracheobronchite acuta.
  • L'epiglottite e la groppa sono clinicamente Dx ma collo del tessuto molle AP e laterale radiografie sono molto utili
  • L'epiglottite si presenta con un caratteristico `` segno del pollice '' che è coerente con l'epiglottide ispessita d / t edema epiglottico. Questa può essere un'emergenza pericolosa per la vita che compromette le vie aeree (in alto a sinistra)
  • Groppa può mostrare un `` segno di un gradino '' o un `` segno di bottiglia di vino '' con ipofaringe dilatata come restringimento acuto delle vie aeree sottoglottiche all'AP e radiografia dei tessuti molli del collo laterale (in alto a destra)
  • Respiratory Syncytia Virus (RSV) e l'influenza possono portare a polmonite virale potenzialmente con complicazioni potenzialmente letali nei pazienti immunocompromessi, molto giovani e con comorbilità. CXR è fondamentale (in mezzo a sinistra)
  • Faringite streptococcica l'infezione da GABHS può portare a complicazioni acute o ritardate (ad esempio, febbre reumatica)
  • Ascesso peritonsillare (sopra a metà destra) può svilupparsi in alcuni casi ed essere complicato diffondendosi lungo i piani dei tessuti molli del collo che possono potenzialmente diffondersi in spazi sottolinguali / sottomandibolari (Ludwig Angina) quando le vie aeree devono essere controllate con l'edema della base della lingua
  • Lo sviluppo di un ascesso retrofaringeo può potenzialmente portare alla diffusione dell'infezione attraverso la fascia del collo che comunica liberamente con conseguente mediastinite necrotizzante, sindrome di Lemmier e invasione di spazi carotidi (tutti sono potenzialmente complicazioni potenzialmente letali)
  • Sindrome di Griesel- (sopra in basso a sinistra) rara complicazione di infezioni orali tonsillari / faringee regionali che possono diffondersi nello spazio prevertebrale portando a legamenti C1-2 lassità e instabilità
  • Altre infezioni importanti nei bambini sono la polmonite batterica (pneumococcica), l'infezione del tratto urinario e la pielonefrite acuta (specialmente nelle ragazze) e la meningite meningococcica
diagnostica diagnostica pediatrica el paso, tx.
  • Malattia metabolica pediatrica
  • Rachitismo: considerato osteomalacia in scheletro immaturo. La zona di calcificazione provvisoria della piastra di crescita epifisaria è particolarmente colpita
  • Presenta clinicamente con ritardo di crescita, incurvamento delle estremità, rosario rachitico, petto di piccione, costole depresse, polsi ingrossati e gonfiati e caviglie, deformità cranica
  • Patologia: Vit D e anormalità del calcio è la causa di m / c. Mancanza di esposizione al sole esp. individuo dalla pelle scura, indumenti restrittivi per esposizione leggera, allattamento al seno esclusivo prolungato, veganismo, sindromi da malassorbimento dell'intestino, danno renale e altri
  • Imaging: metafisi sfilacciata alias pennello metafisico con svasatura, allargamento del piatto di crescita, giunzione costocondrale bulbosa come un rosario rachitico, curvatura dell'estremità
  • Rx: trattare le cause sottostanti, correggere il deficit nutrizionale, ecc.

Referenze

L'addome: approccio alla diagnostica per immagini | El Paso, TX.

L'addome: approccio alla diagnostica per immagini | El Paso, TX.

 

  • La diagnosi delle malattie dell'addome può essere classificata in:
  • Anomalie del gastrointestinale tratto (esofago, stomaco, intestino tenue e crasso e appendice)
  • Anomalie degli organi digestivi accessori (disturbi epatobiliari e pancreatici)
  • Anomalie degli organi genito-urinari e riproduttivi
  • Anomalie della parete addominale e dei principali vasi
  • Questa presentazione mira a fornire la comprensione di base del generale imaging diagnostico approccio e gestione clinica appropriata dei pazienti con le più comuni malattie dell'addome
  • Modalità di imaging utilizzate durante un'indagine sui disturbi addominali:
  • Addome AP (KUB) e CXR verticale
  • Scansione TC addominale (con contrasto orale e IV e contrasto / senza contrasto)
  • Studi sul Bario GI superiore e inferiore
  • ecografia
  • Risonanza magnetica (più utilizzata come MRI epatico)
  • Enterografia ed enteroclisi RM
  • Retto MRI
  • Colangiopancreatografia endoscopica retrograda (ERCP) - per lo più patologia duttale epatobiliare e pancreatica
  • Imaging nucleare

Perché ordinare una radiografia addominale?

diagnostica per addome imaging el paso tx.

 

  • Includere una valutazione preliminare del gas intestinale in un ambiente emergente. Ad esempio, uno studio negativo in un paziente a bassa probabilità può ovviare alla necessità di una TC o di altre procedure invasive
  • Valutazione di tubi, linee e corpi estranei radiopachi radiopachi
  • Valutazione post-procedurale gas libero intraperitoneale / retroperitoneale
  • Monitoraggio della quantità di gas intestinale e risoluzione dell'ileo post-operatorio (adinamico)
  • Monitoraggio del passaggio del contrasto attraverso l'intestino
  • Studi sul transito del colon
  • Monitoraggio dei calcoli renali

 

diagnostica per addome imaging el paso tx.

 

Cosa notare in addome AP: supino vs verticale vs decubito

  • Aria libera (pneumoperitoneo)
  • Ostruzione intestinale: Anelli dilatati: SBO vs LBO (3-6-9 regola) SB-limite superiore-3-cm, LB-limite superiore-6-cm, Cieco-limite superiore-9-cm. Nota perdita di haustra, nota dilatazione (presenza) di valvule conivente (plica semilunaris) in SBO
  • SBO: notare diverse altezze dei livelli del fluido aria sull'aspetto della scala a pioli in pellicola verticale, tipico di SBO
  • Notare la scarsità di gas rettale / coloniale (evacuati) nell'SBO

 

diagnostica per addome imaging el paso tx.

 

  • Scansione TC addominale -modalità di scelta durante lo studio dei disturbi addominali acuti e cronici, specialmente negli adulti. Ad esempio, la neoplasia addominale può essere diagnosticata e messa in scena con successo fornendo informazioni cliniche per la pianificazione dell'assistenza
  • Ultrasuoni addominali, renali e pelvici può essere eseguito per aiutare la diagnosi di appendicite (specialmente nei bambini), patologia vascolare acuta e cronica, anomalie epatobiliari, patologia ostetrica e ginecologica
  • L'uso di radiazioni ionizzanti (raggi X e TC) dovrebbe essere ridotto al minimo nei bambini e in altri gruppi vulnerabili.

 

diagnostica per addome imaging el paso tx.

 

Imaging diagnostico delle principali malattie del sistema gastrointestinale

  • 1) Disturbi esofagei
  • 2) Carcinoma gastrico
  • 3) Enteropathy sensibile al glutine
  • 4) Malattia infiammatoria intestinale
  • 5) Adenocarcinoma duttale pancreatico
  • 6) Carcinoma colorettale
  • 7) Appendicite acuta
  • 8) Ostruzione dell'intestino tenue
  • 9) Volvulus

Disturbi esofagei

  • Acalasia (acalasia primaria): fallimento della peristalsi esofagea organizzata d / t alterato rilassamento dello sfintere esofageo inferiore (LOS) con marcata dilatazione dell'esofago e stasi alimentare. L'ostruzione dell'esofago distale (spesso dovuta a tumore) è stata definita "acalasia secondaria" o "pseudoacalasia. La peristalsi nel segmento distale della muscolatura liscia dell'esofago può essere persa a causa di un'anomalia del plesso di Auerbach (responsabile del rilassamento della muscolatura liscia) . Anche i neuroni vago possono essere colpiti
  • Primaria: 30 -70s, M: F uguale
  • Malattia di Chagas (infezione da Trypanosoma Cruzi) con la distruzione dei neuroni del plesso mioenterico del sistema gastrointestinale (megacolon ed esofago)
  • Tuttavia, il cuore è l'organo M / C interessato
  • Clinicamente: Disfagia sia per i solidi che per i liquidi, rispetto alla disfagia dei solidi solo nei casi di carcinoma esofageo. Dolore al torace e rigurgito. M / C carcinoma a cellule squamose del midollo esofageo in circa 5% a causa di irritazione cronica della mucosa per stasi di cibo e secrezioni. La polmonite da aspirazione può svilupparsi. Esofagite da Candida
  • Imaging: "becco di uccello" sulla parte superiore del tratto gastrointestinale deglutizione, esofago dilatato, perdita della peristalsi. Un esame endoscopico è fondamentale.
  • Rx: difficile. Calcio bloccanti (a breve termine). Dilatazione pneumatica, efficace in 85% dei pazienti con 3 -5% rischio di sanguinamento / perforazione. L'iniezione di tossina botulinica dura solo ca. 12 mesi per trattamento. Può cicatrizzare la sottomucosa portando ad un aumentato rischio di perforazione durante la miotomia successiva. Miotomia chirurgica (miotomia di Heller)
  • 10 -30% di pazienti sviluppa reflusso gastroesofageo (GERD)

 

diagnostica per addome imaging el paso tx.

 

  • Presbyesophagus: utilizzato per descrivere le manifestazioni di degenerazione della funzione motoria nell'esofago che invecchia> 80 anni A causa dell'interruzione dell'arco riflesso con ridotta sensibilità alla distensione e alterazione della peristalsi.
  • I pazienti possono lamentare disfagia o dolore toracico, ma la maggior parte sono asintomatici
  • Spasmo esofageo diffuso / distale (DES) è un disturbo della motilità dell'esofago che può apparire come un cavatappi o un esofago del rosario sulla rondine di bario.
  • 2% di dolore toracico non cardiaco
  • La manometria è il test diagnostico standard dell'oro.
diagnostica per addome imaging el paso tx.

 

  • Zenker diverticulum (ZD) pouch faringeo aka
  • Un outpouching a livello dell'ipofaringe, appena prossimale allo sfintere esofageo superiore, noto come deiscenza di Killian o triangolo di Killian
  • I pazienti sono 60-80 e presenti con disfagia, rigurgito, alitosi, sensazione di globus
  • Può complicarsi con l'aspirazione e le anomalie polmonari
  • I pazienti possono accumulare farmaci
  • ZD- è un pseudodiverticolo o un diverticolo a pulsione risultante dall'erniazione della sottomucosa attraverso la deiscenza di Killian, formando una sacca dove il cibo e altri contenuti possono accumularsi.
diagnostica per addome imaging el paso tx.

 

  • Sindrome di Mallory-Weiss si riferisce a lacrime mucose e sottomucose del plesso venoso distale esofageo associato a vomito violento / vomito e proiezione di contenuti gastrici contro l'esofago inferiore. Gli alcolisti sono particolarmente a rischio. Casi presenti con ematemesi indolore. Il trattamento è in genere di supporto.
  • Dx: l'imaging gioca un ruolo limitato, ma l'esofagramma a contrasto può mostrare alcune lacrime di mucosa riempite per contrasto (immagine in basso a destra). La TC può aiutare a escludere altre cause di emorragia gastrointestinale superiore
diagnostica per addome imaging el paso tx.

 

  • Sindrome di Boerhaave: rottura esofagea secondaria a vomito forte
  • Presentazione: M> F, vomito, dolore toracico, mediastinite, mediastino settico, pneumomediastino, pneumotorace versamento pleurico
  • In passato, era invariabilmente fatale
  • I meccanismi implicano l'espulsione forzata di contenuti gastrici, specialmente con grandi alimenti non digeriti, quando l'esofago si contrae con forza contro la glottide chiusa con 90% che si verifica lungo la parete posterolaterale sinistra
diagnostica per addome imaging el paso tx.

 

  • Ernia iatale (HH): ernia del contenuto addominale attraverso lo iato esofageo del diaframma nella cavità toracica.
  • Molti pazienti con HH sono asintomatici, ed è una scoperta incidentale. Tuttavia, i sintomi possono includere dolore epigastrico / toracico, pienezza post-prandiale, nausea e vomito
  • A volte l'HH è considerato sinonimo di malattia da reflusso gastro-esofageo (GORD), ma c'è una scarsa correlazione tra le due condizioni!
  • 2 tipi: ernia iatale scorrevole 90% e ernia rotolante (paraoesofagea) 10%. Quest'ultimo può strangolare portando a ischemia e complicazioni.
diagnostica per addome imaging el paso tx.

 

  • Leiomioma esofageo è il neoplasma benigno esofageo M / C. Spesso è grande ma non ostruttivo. I tumori stromali gastrointestinali (GIST) sono i meno comuni nell'esofago. Dovrebbe essere differenziato dai carcinomi esofagei.
  • Imaging: esofago di contrasto, rondine di bario GI superiore, scansione CT. La gastroesofagoscopia è il metodo di scelta Dx.

diagnostica per addome imaging el paso tx.

  • Carcinoma esofageo: presentato con crescente disfagia, inizialmente a solidi e progredendo a liquidi con ostruzione nei casi più avanzati
  • <1% di tutti i tumori e 4-10% di tutti i tumori gastrointestinali. È riconosciuta una preponderanza maschile con il sottotipo di cellule squamose dovuta al fumo e all'alcol. Esofago di Barrett e adenocarcinoma
  • M: F 4: 1. Gli individui neri sono più sensibili dei bianchi 2: 1. Scarsa prognosi!
  • Una rondine di bario può essere sensibile nell'identificare la massa esofageo. La gastroesofagoscopia (endoscopia) conferma la diagnosi con biopsia tissutale
  • Complessivamente la neoplasia più comune è il carcinoma gastrico di fondo 2ndary che invade l'esofago distale
  • La cellula squamosa si trova tipicamente nell'esofago medio, l'adenocarcinoma nella regione distale
diagnostica per addome imaging el paso tx.
  • Carcinoma gastrico: malignità primaria dell'epitelio gastrico. Raro prima dell'età di 40. L'età media alla diagnosi negli Stati Uniti è di anni 70 per i maschi e di anni 74 per le femmine. I paesi del Giappone, della Corea del Sud, del Cile e dell'Europa orientale hanno uno dei più alti tassi di cancro allo stomaco nel mondo. I tassi di cancro allo stomaco sono in calo in tutto il mondo. Il cancro gastrico è la causa di 5th di morte correlata al cancro. Associazione con infezione da Helicobacter pylori 60- 80%, ma solo la popolazione di 2% con H. Pyloris sviluppa il cancro allo stomaco. 8-10% ha un componente familiare ereditato.
  • Il linfoma gastrico è anche collegato all'infezione da H. Pyloris. Il tumore delle cellule stromali gastrointestinali o GIST è un'altra neoplasia che colpisce lo stomaco
  • Clinicamente: Nessun sintomo quando è superficiale e potenzialmente curabile. Fino al 50% dei pazienti può presentare reclami GI non specifici. I pazienti possono presentare anoressia e perdita di peso (95%) e dolore vaginale addominale. Nausea, vomito e sazietà precoce d / t possono verificarsi ostruzioni con tumori voluminosi o lesioni infiltranti che compromettono la distensione dello stomaco.
  • Prognosi: La maggior parte dei tumori gastrici diagnosticati in ritardo e può rivelare l'invasione locale con adenopatia regionale, fegato e diffusione mesenterica. Un tasso di sopravvivenza dell'anno 5 di 20% o inferiore. In Giappone e in Corea del Sud, i programmi di screening precoci hanno aumentato la sopravvivenza a 60%
  • Imaging: Studio del GI superiore del bario, scansione CT. L'esame endoscopico è il metodo di scelta per la diagnosi. Per quanto riguarda l'imaging, il cancro gastrico può apparire come massa esofitica (polipoide) o tipo Fungativo, tipo ulcerativo o infiltrativo / diffuso (Linitis Plastica). La tomografia computerizzata è importante per valutare l'invasione locale (nodi, mesenteri, fegato, ecc.)
diagnostica per addome imaging el paso tx.
  • Fertilità celiaca, alias non tropicale aka enteropatia sensibile al glutine: Un danno della mucosa indotto da glutine cronico autoimmune, indotto da cellule T, con conseguente perdita di villi nell'intestino tenue prossimale e malassorbimento gastrointestinale (cioè sprue). Considerato in alcuni casi di anemia sideropenica di causa indeterminata. Comune in caucasici (1 in 200) ma raro in individui asiatici e neri. Due cime: un piccolo gruppo nella prima infanzia. Tipicamente in 3rd e 4th decenni di vita.
  • Clinicamente: Il dolore addominale è il sintomo m / c, il malassorbimento di sostanze nutritive / vitamine: IDA e feci di tipo guaico-positivo, diarrea, costipazione, steatorrea, perdita di peso, osteoporosi / osteomalacia, dermatite erpetiforme. Maggiore associazione con linfoma a cellule T, maggiore associazione con carcinoma a cellule squamose esofagee, SBO
  • Dx: l'endoscopia del tratto gastrointestinale superiore con più biopsie duodenali è considerata a standard diagnostico per la celiachia. L'istologia rivela l'infiltrazione delle cellule T e linfoplasmocitosi, atrofia dei villi, cripte iperplasia, sottomucosa e serosa vengono risparmiate. Rx: eliminazione di prodotti contenenti glutine
  • Imaging: non richiesto per la Dx ma per la fluoroscopia in deglutizione del bario: atrofia della mucosa e obliterazione delle pieghe della mucosa (solo casi avanzati). La dilatazione di SB è il risultato più tipico. Nodularità del duodeno (duodeno frizzante). Inversione delle pieghe della mucosa digiunale e ileale:
  • Il digiuno assomiglia all'ileo, l'ileo assomiglia al digiuno e il duodeno sembra un inferno .
diagnostica per addome imaging el paso tx.

Malattia infiammatoria intestinale: malattia di Crohn (CD) e colite ulcerosa (UC)

  • CD: infiammazione cronica autoimmune recidivante-remittente che colpisce qualsiasi parte del tratto gastrointestinale dalla bocca all'ano, ma ad esordio più tipicamente coinvolge l'ileo terminale. Presentazione M / C: dolore addominale / crampi e diarrea. Percorso: formazione granulomata che a differenza di UC è transmurale, potenzialmente portando a stenosi. Le aree colpite dall'infiammazione sono tipicamente irregolari
  • Le complicazioni sono numerose: malassorbimento di nutrienti / vitamine (anemia, osteoporosi, ritardo dello sviluppo nei bambini, suscettibilità alla neoplasia gastrointestinale, ostruzione intestinale, formazione di fistole, manifestazioni extra-addominali: uveite, artrite, AS, eritema nodoso e altri. 10- 20% può richiedere la chirurgia addominale dopo 10-anni di CD di solito per stenosi, fistiluzazione, BO.
  • Dx: clinico, CBC, CMP, CRP, ESR, test sierologici: DDx di IBD: anticorpi anti-Saccharomyces cerevisiae (ASCA), anticorpo citoplasmatico antineutrofilo perinucleare (p-ANCA) istologicamente o nel siero. Il test della calprotectina fecale aiuta a DDx IBS e valuta la risposta al trattamento, l'attività della malattia / recidive.
  • Dx di scelta: endoscopia, ileoscopia e biopsie multiple possono rivelare cambiamenti endoscopici e istologici. Video capsula endoscopica (VCE), l'imaging può aiutare con Dx di complicanze. Rx: farmaci immunomodulatori, medicina complementare, dieta, probiotici, operativi. Nessuna cura, ma lo scopo è quello di indurre la remissione, controllare i sintomi e prevenire / curare le complicanze
  • Imaging Dx: KUB a DDx SBO, clistere di bario (singolo e doppio contrasto), piccolo intestino che segue. Risultati: salti lesioni, ulcerazioni aftose / profonde, fistole / tratti sinusali, segno di stringa, strisciante striscia di grasso spinto di LB, aspetto ciottoli d / t fessure / ulcere spingendo mucosa, scansione TC con contrasto orale e IV.
diagnostica per addome imaging el paso tx.
  • Imaging dal paziente di un Crohn che ha avuto una resezione dell'intestino tenue per ostruzione.
  • (A) La TC mostra un'infiammazione non specifica mentre
  • (B) MRE della stessa area mostra una stenosi fibrostenotica
diagnostica per addome imaging el paso tx.
  • UC: caratteristicamente coinvolge solo il colon, ma può svilupparsi anche il risucchio. L'esordio è tipicamente a 15-40s ed è più prevalente nei maschi, ma l'insorgenza dopo l'età di 50 è anche comune. Più comune in Nord America e in Europa (ipotesi di igiene). Eziologia: è coinvolta una combinazione di cambiamenti ambientali, genetici e intestinali del microbioma. Il fumo e l'appendicectomia precoce tendono a mostrare un'associazione negativa con la UC, a differenza dei CD considerati alcuni dei fattori di rischio.
  • Caratteristiche cliniche: Sanguinamento rettale (comune), diarrea, secrezione mucosa rettale, tenesmo (occasionalmente), dolore addominale inferiore e grave disidratazione da secrezione rettale purulenta (nei casi gravi, specialmente negli anziani), colite fulminante e megacolon tossico possono essere fetali ma sono rare complicazioni . Patologia: nessun granuloma. Le ulcerazioni colpiscono la mucosa e la sottomucosa. Pseudopolipi presenti come mucosa risparmiata elevata.
  • Un processo iniziale influenza sempre il retto e rimane una malattia locale (proctite) in (25%). 30% Può verificarsi un'estensione della malattia prossimale. L'UC può presentarsi come lato sinistro (55%) e pancite (10%). La maggior parte dei casi è da lieve a moderata
  • Dx: la colonscopia con ileoscopia con più biopsie conferma Dx. Labs: CBC, CRP, ESR, calprotectina fecale, Complicazioni: anemia, megacolon tossico, cancro del colon, malattia extra-colica: artrite, uveite, AS, pioderma gangrenoso, colangite sclerosante primitiva. Rx: 5-acido aminosalicilico terapia orale o rettale topica, corticosteroidi, farmaci immunomodulatori, colectomia è curativa.
  • Imaging: non richiesto per Dx ma il clistere di bario può rivelare ulcerazioni, impronte digitali, in casi avanzati perdita di haustra e restringimento del colon producendo `` colon a tubo di piombo. casi. La TC può aiutare con delle complicanze Dx. L'immagine su pellicola normale rivela il `` colon condotto '' e la sacroileite come artrite enteropatica (AS)
diagnostica per addome imaging el paso tx.
  • Carcinoma colorettale (CRC) m / c cancro del tratto gastrointestinale e il tumore maligno 2e più frequente negli adulti. Dx: endoscopia e biopsia. CT è le modalità più frequentemente utilizzate per la stadiazione. La resezione chirurgica può essere curativa sebbene il tasso di sopravvivenza a cinque anni sia 40-50% a seconda della stadiazione. Fattori di rischio: dieta a basso contenuto di fibre e di grassi e proteine ​​animali, obesità (specialmente negli uomini), colite ulcerosa cronica. Adenomi del colon (polipi). Sindromi da poliposi adenomatosa familiare (sindrome di Gardener) e sindrome di Lynch come poliposi non familiare.
  • Clinicamente: insorgenza insidiosa con alterazioni delle abitudini intestinali, sangue fresco o melena, anemia da carenza di ferro da perdita cronica di sangue occulto specialmente nei tumori del lato destro. L'ostruzione intestinale, l'intussuscezione, il sanguinamento intenso e la malattia metastatica specialmente al fegato possono essere la presentazione iniziale. Percorso: 98% sono adenocarcinomi, derivano da preesistenti adenomi del colon (polipi neoplastici) con trasformazione maligna. Il tasso di sopravvivenza a cinque anni è 40-50%, con lo stadio in atto il singolo fattore più importante che influisce sulla prognosi. Tumori rettosigmoidi M / C (55%),
  • NB Alcuni adenocarcinomi esp. i tipi mucinosi si presentano in genere in ritardo e di solito presentano una prognosi sfavorevole a causa della presentazione tardiva e della secrezione di mucin e della diffusione locale / distante
  • Imaging: il clistere di bario è sensibilità per polipi> 1 cm, contrasto singolo: 77-94%, doppio contrasto: 82-98%. La colonscopia è una modalità di scelta per la prevenzione, il rilevamento e l'identificazione del carcinoma colorettale. La TC con mezzo di contrasto viene utilizzata per la stadiazione e la valutazione della prognosi delle metastasi.
  • Screening: colonscopia: uomini 50 yo-10-anni se normali, 5-anni se polipectomia, FOB, 1st rispetto a CA iniziano la sorveglianza su 40 yo
diagnostica per addome imaging el paso tx.

 

diagnostica per addome imaging el paso tx.
  • Cancro del pancreas: adenocarcinoma epiteliale duttale (90%), prognosi molto sfavorevole con elevata mortalità. 3rd M / C cancro addominale. Il colon è #1, stomaco #2. Il tumore al pancreas rappresenta il 22% di tutti i decessi dovuti a neoplasie gastrointestinali e il 5% di tutti i decessi per cancro. 80% dei casi in 60 +. Il fumo di sigaretta è il più forte fattore di rischio ambientale, una dieta ricca di grassi e proteine ​​animali. Obesità. Storia famigliare. M / C rilevato nella testa e processo uncinato.
  • Dx: la scansione TC è fondamentale. L'invasione dell'arteria mesenterica superiore (SMA) indica una malattia non resecabile. Il 90% degli adenocarcinomi pancreatici non è resecabile a Dx. La maggior parte dei pazienti muore entro 1 anno da Dx. Clinicamente: ittero indolore, abd. Dolore, cistifellea di Courvoisier: ittero indolore e cistifellea ingrossata, sindrome di Trousseau: tromboflebite migratoria, diabete mellito di nuova insorgenza, metastasi regionali e distanti.
  • CT Dx: massa pancreatica con forte reazione desmoplastica, scarso miglioramento e attenuazione leggermente inferiore rispetto alla normale ghiandola adiacente, invasione della SMA.
diagnostica per addome imaging el paso tx.
  • Appendicite: condizione molto comune nella pratica radiologica generale ed è una delle principali cause di chirurgia addominale nei pazienti giovani
  • La TC è la modalità più sensibile per rilevare l'appendicite
  • Gli ultrasuoni dovrebbero essere impiegati nei pazienti più giovani e nei bambini
  • Le radiografie di KUB non dovrebbero svolgere alcun ruolo nella diagnosi di appendicite
  • All'imaging, l'appendicite rivela un'appendice infiammata con ispessimento della parete, ingrossamento e arenamento del grasso periappendicolare. Risultati simili di ispessimento e allargamento delle pareti sono stati notati negli Stati Uniti. Il tipico `` segno di destinazione '' è annotato sulla posizione della sonda US dell'asse corto.
  • Se l'appendice è retro-caecale di quanto gli Stati Uniti potrebbero non riuscire a fornire accurate, è possibile che sia richiesta la scansione Dx e TC
  • Rx: operativo per evitare complicazioni
diagnostica per addome imaging el paso tx.
  • Ostruzione dell'intestino tenue (SBO) -80% di tutte le ostruzioni intestinali meccaniche; il restante 20% risulta dall'ostruzione dell'intestino crasso. Ha un tasso di mortalità di 5.5%
  • M / C causa: qualsiasi Hx di precedente chirurgia addominale e aderenze
  • La presentazione classica è costipazione, aumentando la distensione addominale con nausea e vomito
  • Le radiografie sono solo 50% sensibili per SBO
  • CT dimostrerà la causa di SBO in 80% dei casi
  • Esistono criteri variabili per l'ostruzione massimale dell'intestino tenue, ma 3.5 cm è una stima conservativa dell'intestino dilatato
  • Su radiografie Abd: supino vs eretto. Intestino dilatato, valvole coniventi allungate (pieghe della mucosa), livelli alternativi di fluido aria scala a gradini Assenza di gas nel retto / colon
  • Rx: operante come "addome acuto"
diagnostica per addome imaging el paso tx.
  • Volvulus-m / c nel colon sigmoideo esp. negli anziani La ragione principale: costipazione cronica con sigmoideo ridondante che si attorciglia sul mesocolon sigmoideo. Conduce a ostruzione dell'intestino grande (LBO). Altre cause comuni: un tumore del colon. Sigmoide vs. Cieco volvolo
  • Clinicamente: segni di LBO con stitichezza, gonfiore addominale, dolore, nausea e vomito. L'esordio può essere acuto o cronico
  • Radiograficamente: perdita di haustra nel LB, distensione LB (> 6 cm), segno del chicco di caffè nella diapositiva successiva, l'estremità inferiore del volvolo punta verso il bacino
  • NB: la regola pratica per l'intestino dilatato dovrebbe essere 3-6-9 dove 3 cm SB, 6 cm LB e 9 cm Coecum
  • Rx: operativo come "addome acuto"
diagnostica per addome imaging el paso tx.

Referenze

 

Malattie dell'approccio al petto all'immagine diagnostica

Malattie dell'approccio al petto all'immagine diagnostica

Anatomia di base

  • Nota le generazioni dell'albero tracheale-bronchiale, dei lobi, dei segmenti e delle fessure. Nota lobulo polmonare secondario (1.5-2 cm), l'unità funzionale di base dei polmoni osservata con HRCT. Si noti un'importante organizzazione strutturale degli spazi alveolari con comunicazioni tra (pori di Kohn e canali di Lambert) che consentono la deriva dell'aria e con lo stesso meccanismo consentono al fluido essudativo o trasudativo di diffondersi attraverso il polmone e fermarsi alla fessura. Notare l'anatomia della pleura: parietale che è una parte della fascia endotoracica e viscerale che forma un bordo polmonare spazio pleurico in mezzo.

 

diagnostica diagnostica del torace el paso tx.

 

  • Mediastino: circondato dalla pleura e dal polmone. Ospita strutture principali contiene numerosi linfonodi (vedi diagramma che mostra i nodi mediastinici e il loro coinvolgimento nel linfoma

 

diagnostica diagnostica del torace el paso tx.

 

Approccio generale per indagare sui reclami del petto

  • Esame radiografico (radiografia del torace CXR); ottimo passo 1st. Basso costo, bassa esposizione alle radiazioni, valutazione di più reclami clinici
  • Scansione TC: TC toracica, TC ad alta risoluzione (HRCT)
  • Approccio di patologia toracica:
  • Trauma
  • Infezione
  • neoplasie
  • Edema polmonare
  • Enfisema polmonare
  • atelettasia
  • Patologia pleurica
  • mediastino

PA e CXR laterale

diagnostica diagnostica del torace el paso tx.

 

  • Possono essere utilizzate ulteriori visualizzazioni:
  • Vista lettrico: aiuta a valutare le regioni apicali
  • Viste decubito destra e sinistra: aiutano a valutare il versamento pleurico sottile, il pneumotorace e altre patologie

 

diagnostica diagnostica del torace el paso tx.

 

diagnostica diagnostica del torace el paso tx.

 

  • Viste CXR PA e laterali normali. Garantire una buona esposizione: i dischi della colonna vertebrale T e i vasi attraverso il cuore vengono visualizzati nella vista PA. Contare 9-10 costole posteriori destre per confermare uno sforzo inspiratorio adeguato. Iniziare un'indagine approfondita utilizzando il seguente approccio: sono presenti molte lesioni polmonari A-addome / diaframma, parete toracica a T, M-mediastino, polmoni L individualmente, polmoni-entrambi. Sviluppa un buon modello di ricerca

 

diagnostica diagnostica del torace el paso tx.

 

  • 1) Malattia dello spazio aereo nota come malattia alveolare polmonare? Riempimento degli alveoli del polmone, degli acini e successivamente dell'intero lobo con fluido o sostanza di qualsiasi composizione (sangue, pus, acqua, materiale proteico o persino cellule) Radiograficamente: distribuzione lobare o segmentale, noduli dello spazio aereo possono essere notati, tendenza alla coalesce, aria braccialetti e silhouette segno presente. Distribuzione del pipistrello (farfalla) annotata come in (CHF). Rapido cambiamento nel tempo, cioè aumento o diminuzione (giorni)
  • 2) Malattia interstiziale: infiltrazione di interstizio polmonare (setto alveoli, parenchima polmonare, pareti dei vasi, ecc.) Ad esempio da virus, piccoli batteri, protozoi. Anche infiltrazione da parte di cellule come cellule infiammatorie / maligne (es. Linfociti) Presentata come accentuazione di un interstizio polmonare con reticolo reticolodonodulare reticolare, nodulare e misto. Eziologie diverse: infiammatorie malattie autoimmuni, malattia polmonare fibrosante, malattia polmonare occupazionale, infezione da virus / micoplasma, tubercolosi, linfoma / leucemia da sarcoidosi e molti altri.

 

diagnostica diagnostica del torace el paso tx.

 

  • Riconoscere diversi modelli di malattia polmonare può aiutare con DDx. Massa vs consolidamento (a sinistra). Notare diversi modelli di malattia polmonare: malattia dello spazio aereo come consolidamento lobare indicativo di polmonite, consolidamento diffuso indicativo di edema polmonare. Atelettasia (collasso e perdita di volume). Modelli interstiziali di malattia polmonare: reticolare, nodulare o mista. SPN vs Consolidamenti focali multipli (noduli) che probabilmente rappresentano infiltrati di met da infiltrati settici

 

diagnostica diagnostica del torace el paso tx.

 

  • A = intraparenchimale
  • B = pleurico
  • C = extrapleura
  • Riconoscere la posizione importante delle lesioni toraciche

 

diagnostica diagnostica del torace el paso tx.

 

  • Segnali importanti: segno Silhouette: aiuto con la localizzazione e DDx. Esempio: immagine in basso a sinistra: radiopacità nel polmone destro, dove si trova? MM corretto perché il bordo destro del cuore che è adiacente al lobo medio destro non è visibile (stagliato) Bronchogrammi dell'aria: aria contenente bronchi / bronchioli circondati da fluido

 

diagnostica diagnostica del torace el paso tx.

 

Trauma toracico

  • Pneumotorace (PTX): aria (gas) nello spazio pleurico. Molte cause complicazioni:
  • Tensione PTX: aumento continuo di aria nello spazio pleurico che comprime rapidamente mediastino e polmone riducendo rapidamente il ritorno venoso al cuore. Può essere fatale se non trattato rapidamente
  • PTX spontaneo: primario (giovani adulti (30-40) soprattutto uomini alti e magri. Cause aggiuntive: sindrome di Marfan, EDS, omocistinuria, deficit di a-1 -antitripsina. Secondario: pazienti anziani con malattia parenchimale: neoplasie, ascesso, enfisema , fibrosi polmonare e nido d'ape, endometriosi catameniale PTX d / t e altri.
  • Pneumotorace traumatico: lacerazione polmonare, trauma contusivo, agopuntura iatrogena (torace, ecc.), Ecc.
  • CXR: nota la linea pleurica viscerale alias bordo polmonare. Assenza di tessuto / vasi polmonari oltre la linea pleurica viscerale. Il pneumotorace sottile può essere perso. In posizione eretta, l'aria sale e il PTX deve essere cercato in alto.
  • Fratture costali: v.common. Traumatiche o patologiche (ad es., MM, MM) I raggi X della serie di nervature non sono molto utili perché la CXR e / o la TC sono più importanti per valutare la lacerazione polmonare posttraumatica di PTX (in basso a sinistra) e un altro percorso principale

 

diagnostica diagnostica del torace el paso tx.

 

Infezione

  • Polmonite: batterica vs virale o fungina o nell'ospite immunocompromesso (es. Cryptococcus in HIV / AIDS) TBC polmonare

 

diagnostica diagnostica del torace el paso tx.

 

  • Polmonite: acquisita in comunità e acquisita in ospedale. Polmonite batterica tipica o polmonite lobare (non segmentale) con materiale purulento che riempie gli alveoli e si diffonde all'intero lobo. Organismo M / CStreptococcus Pneumonia o Pneumococcus
  • Altri: (Staph, Pseudomonas, Klebsiella specialmente negli alcolisti che potenzialmente portano a necroSIS / gangrena polmonare) Mycoplasma (20-30s) noto come polmonite a piedi, ecc.
  • Clinicamente: tosse produttiva, febbre, dolore toracico pleuritico a volte emottisi.
  • CXR: opacità confluente dello spazio aereo limitata all'intero lobo. Broncogrammi aerei. Aiuto segno sagoma con posizione.
  • Virali: l'influenza, VZV, HSV, EBV, RSV, ecc. Si presenta come una malattia polmonare interstiziale che può essere bilaterale. Può portare a compromessi respiratori
  • Polmonite atipica e polmonite fungina: micoplasma, malattia del legionario e qualche polmonite fungina / cryptococcus possono presentarsi con una malattia polmonare interstiziale.
  • Ascesso polmonare: una collezione infettiva di materiale purulento nei polmoni che spesso si necrotizza. Può portare a significative complicazioni polmonari e del sistema / pericolo di vita.
  • Su CXR o CT: collezione rotonda con bordi spessi e necrosi centrale contenente il livello del fluido aria. DDx da empiema che distorce il polmone e la base pleurica
  • Rx: antibiotici, antimicotici, agenti antivirali.
  • La polmonite deve essere seguita con ripetizione di CXR per garantire una risoluzione completa
  • La mancanza di miglioramento radiografico della polmonite può rappresentare un'immunità declinata, resistenza agli antibiotici, carcinoma polmonare sottostante o altri fattori complicanti

TB polmonare

diagnostica diagnostica del torace el paso tx.

 

  • Infezione comune in tutto il mondo (paesi del mondo 3rd). 1 nelle persone 3 in tutto il mondo è affetto da TB. La tubercolosi è causata da Mycobacterium TB o Mycobacterium Bovis. Bacillo intracellulare Il macrofago svolge un ruolo chiave.
  • TB polmonare primaria e TB post-primaria. Richiede un'esposizione ripetuta per inalazione. Nella maggior parte degli ospiti immunocompetenti, l'infezione attiva non si sviluppa
  • TB presenta come 1) cancellato dall'host, 2) soppresso in Latent Tuberculosis Infection (LTBI) 3) causa malattia attiva TB. I pazienti con LTBI non stanno diffondendo la tubercolosi.
  • Immagini: CXR, HRCT. TBC primaria: consolidamento dello spazio aereo polmonare (60%) lobi inferiori, linfoadenopatia (95% - ilare e paratracheale), versamento pleurico (10%). La diffusione della tubercolosi primaria molto probabilmente nei bambini immunocompromessi e nei bambini.
  • TBC di Milliary: disseminazione di complicanze polmonari e di sistema che può essere fatale
  • Infezione post-primaria (secondaria) o riattivazione: principalmente negli Apici e nei segmenti posteriori dei lobi superiori) PO2 alto), 40% -carta di convalescenza, malattia dello spazio aereo frammentata o confluente, fibrocalcifica. Caratteristiche latenti: calcificazioni nodali.
  • Dx: striscio e coltura di bacilli acido-acido (AFB) (espettorato). Sierologia dell'HIV in tutti i pazienti con tubercolosi e stato di HIV sconosciuto
  • Rx: regime 4-farmaco: isoniazide, rifampicina, pirazinamide e etambutolo o streptomicina.

Neoplasie polmonari (carcinoma polmonare primario vs metastasi polmonari)

  • Carcinoma polmonare: cancro m / c negli uomini e 6th tumore più frequente nelle donne. Forte associazione con l'inalazione di agenti cancerogeni. Clinicamente: scoperta tardiva, a seconda della posizione del tumore. Patologia (tipi): carcinoma a cellule piccole (SCC) vs non a piccole cellule
  • Piccola cellula: (20%) si sviluppa da cellule neuroendocrine dette Kultchitsky, quindi può secernere sostanze biologicamente attive che presentano la sindrome paraneoplastica. Tipicamente posizionato centralmente (95%) in corrispondenza o in prossimità del bronco principale / lobare. La maggior parte mostra prognosi infausta e non resecabile.
  • Cellula non-piccola: adenocarcinoma polmonare (40%) (carcinoma polmonare M / C), M / C in donne e non fumatori. Altri: cellula squamosa (può presentarsi con lesione cavitante), cellula grande e alcuni altri
  • Film normale (CXR): lesione focale nuova o ingrandita, mediastino allargato che suggerisce coinvolgimento linfonodale, versamento pleurico, atelettasia e consolidamento. SPN-may rappresenta potenziale cancro del polmone soprattutto se contiene bordi irregolari, vasi di alimentazione, pareti spesse, nei polmoni superiori. Più noduli polmonari possono rappresentare metastasi.
  • Migliore modalità: HRCT con contrasto.
  • Altre neoplasie al torace: il linfoma è comune nel torace specialmente nelle note mammarie mediastiniche e interne.
  • Le neoplasie polmonari complessive M / C sono una metastasi. Alcuni tumori mostrano una maggiore predilezione per le metastasi polmonari, p. Es., Il melanoma, ma qualsiasi tumore può metastatizzare ai polmoni. Alcuni metastasi denominati "Cannonball"
  • Rx: radiazioni, chemioterapia, resezione

 

diagnostica diagnostica del torace el paso tx.

 

  • Edema polmonare: un termine generico definisce accumulo anomalo di fluido al di fuori delle strutture vascolari. Ampiamente diviso in cardiogenico (es., CHF, rigurgito mitralico) e non cardiogeno con una moltitudine di cause (es. Sovraccarico di liquidi, post-trasfusione, cause neurologiche, ARDS, vicino a annegamento / asfissia, sovradosaggio di eroina e altri)
  • Cause: aumento della pressione idrostatica rispetto alla diminuzione della pressione oncotica.
  • Imaging: CXR e CT: tipi 2 inondazioni interstiziali e alveolari. La presentazione di immagini dipende dalle fasi
  • In CHF: Fase 1: ridistribuzione del flusso vascolare (10-18 mm Hg) nota come `` cefalizzazione '' del sistema vascolare polmonare. Fase 2: edema interstiziale (18-25 mm Hg) Edema interstiziale: cuffia peribronchiale, linee di Kerley (linee linfatiche riempite di liquido) linee A, B, C. Fase 3: edema alveolare: malattia dello spazio aereo: consolidamenti irregolari che si sviluppano in una malattia diffusa dello spazio aereo: edema del pipistrello, broncogrammi aerei
  • Rx: Obiettivi principali 3: O2 iniziale per mantenere O2 alla saturazione 90%
  • Successivo: (1) riduzione del ritorno venoso polmonare (riduzione del preload), (2) riduzione della resistenza vascolare sistemica (riduzione del carico secondario) e (3) supporto inotropico. Trattare le cause sottostanti (ad es. CHF)

 

diagnostica diagnostica del torace el paso tx.

 

  • Atelettasia polmonare: espansione incompleta del parenchima polmonare. Il termine "polmone collassato" è tipicamente riservato a quando l'intero polmone è collassato
  • 1) L'atelettasia (ostruttiva) di riassorbimento si verifica a seguito di completa ostruzione di una via aerea (ad es. Tumore, oggetti inalati, ecc.)
  • 2) L'atelettasia passiva (rilassamento) si verifica quando il contatto tra la pleura parietale e viscerale viene interrotto (versamento pleurico e pneumotorace)
  • 3) L'atelettasia compressiva si verifica come risultato di qualsiasi lesione toracica che occupa spazio, comprimendo il polmone e costringendo l'aria fuori dagli alveoli
  • 4) Atelettasia cicatriziale: si verifica in seguito a cicatrizzazione o fibrosi che riduce l'espansione polmonare come nella malattia granulomatosa, polmonite necrotizzante e fibrosi radiante
  • 5) L'atelettasia polmonare adesiva si verifica per carenza di tensioattivo e collasso alveolare
  • 6) Piastra-simile o discoidale spesso sviluppata dopo l'anestesia generale
  • 7) Caratteristiche di imaging: collasso polmonare, migrazione delle fessure polmonari, deviazione del mediastino, aumento del diaframma, iperinflazione del polmone inalterato adiacente

 

diagnostica diagnostica del torace el paso tx.

 

  • Mediastino: la patologia può essere divisa in quelli che determinano una massa focale o quelli che risultano in una malattia diffusa che coinvolge il mediastino. Inoltre, l'aria può insinuarsi nel mediastino nel pneumomediastino. La conoscenza dell'anatomia mediastinica aiuta la Dx.
  • Masse frontali mediastiniche: tiroide, timo, teratoma / tumori a cellule germinali, linfoma, linfoadenopatia, aneurisma aortico ascendente
  • Masse mediastiniche medie: linfoadenopatia, lesioni vascolari, bronchiali ecc.
  • Masse mediastiniche posteriori: tumori neurogeni, aneurismi aortici, masse esofagee, masse vertebrali, adenopatia aortica a catena

 

diagnostica diagnostica del torace el paso tx.

 

  • Enfisema polmonare: perdita di tessuto elastico normale / rinculo elastico del polmone con distruzione di capillari e setto alveolare / interstizio.
  • Distruzione del parenchima polmonare a causa di infiammazione cronica. Distruzione mediata da proteasi di elastina. Intrappolamento aereo / allargamento dello spazio aereo, iperinflazione, ipertensione polmonare e altri cambiamenti. Clinica: dispnea progressiva, irreversibile. Nel momento in cui il volume espiratorio forzato in 1 secondo (FEV1) è sceso a 50%, il paziente rimane senza fiato dopo uno sforzo minimo e si adatta allo stile di vita.
  • La BPCO è la terza causa principale di morte globale. Colpisce 1.4% di adulti negli Stati Uniti. M: F = 1: 0.9. Pts 45 anni e più vecchi
  • Cause: fumo e deficit di a-1-antitripsina (suddiviso in centrilobulare (fumo) e panacinar.
  • Imaging; segni di iperinflazione, intrappolamento aereo, bolle, ipertensione polmonare.

 

diagnostica diagnostica del torace el paso tx.

 

Trauma cranico e altri approcci di imaging di patologia intra-cranica

Trauma cranico e altri approcci di imaging di patologia intra-cranica

Trauma cranico: fratture craniche

testa trauma imaging el paso tx.
  • SKULL FX: COMUNE NELLE IMPOSTAZIONI DI LESIONI TESTE. SKULL FX OFTEN POINT AD ALTRI FATTORI COMPLICATIVI: INTRA-CRANIALHEMORRHAGING, LESIONI DEL CERVELLO TRAUMATICO CHIUSO E ALTRE COMPLICAZIONI GRAVI
  • I RAGGI X SKULL SONO VIRTUALMENTE OBSOLETI NELLA VALUTAZIONE DI LESIONI DI TESTA. LA SCANNING CT W / O CONTRAST È IL PIÙ IMPORTANTE PASSO INIZIALE NELLA VALUTAZIONE DELLA TESTA ACUTA TRAUMA. MRI HASA POVERA CAPACITÀ DI RIVELARE LE FRATTURE DEL CRANIO E NON TIPO UTILIZZATO PER UNA DX INIZIALE DI TESTA ACUTA TRAUMA.
  • SKULL FX SONO IDENTIFICATI COME FXS DI SKULL VAULT, SKULL BASE E SKELETON FACCIALE, OGNI ASSOCIAZIONE CON SPECIFICHE CARATTERISTICHE E AIUTO A COMPLICARE PREDICATO.
  • LINEAR SKULL FX: SKULL VAULT. M / C FX. LA SCANSIONE DI CT È LA CHIAVE PER VALUTARE L'EMORRAGO ARTERIALE -TRADURALE
  • X-RAY DDX: SUTURE VS. LINEAR SKULL FX. FX È PIÙ SOTTILE, PIÙ NERO, PIÙ LUCENTE, CROSSESSUTURE, SCANALATURE VASCOLARI, ASSENZA DI RACCOMANDAZIONI
  • RX: SE NESSUN SBRINAMENTO INTRACRANICO CHE NESSUN TRATTAMENTO. CURA NEUROSURGICA SE IL BLEEDSDETECTED DA CT SCANNING
testa trauma imaging el paso tx.
  • FX DEPRESSO SKULL: 75% NELLA VOLTA. POSSONO ESSERE MORTALI. CONSIDERATO UN OPEN FX. LA MAGGIOR PARTE DEI CASI HA BISOGNO DI NEUROSURGICALEXPLORAZIONE SOPRATTUTTO IFFRAGAMENTI DEPRESSI> 1-CM.COMPLICATIONS: LESIONI VASCOLARI / HEMATOMAS, PNEUMOCEPHALUS, MENINGITE, TBI, CSF LEAK, HERNIATION DEL CERVELLO ECC.
  • IMAGING: CT SCANNING W / O CONTRAST
testa trauma imaging el paso tx.
  • BASILAR SKULL FX: PU ESSERE MORTALE. SPESSO INSIEME AD ALTRI PRINCIPALI TRAUMI DELLA TESTA DELLA VOLTA E DELLO SCHELETRO FACCIALE, SPESSO CON TBI E GRANDI EMORRAGGI INTRACRANICHE. SPESSO SI VERIFICANO COME EFFETTO DELLA FASCIA DI TESTA DI IMPATTO E DI TENSIONE MECCANICA ATTRAVERSO LE OSSA OCCIPUTI E TEMPORALI ATTRAVERSO LO SFENOIDE E ALTRE BASE DELLE OSSA DEL CRANIO. CLINICAMENTE: OCCHI DA CORSA, SEGNO DI BATTAGLIA, CSFRHINO / OTORREA.

Fratture facciali

testa trauma imaging el paso tx.
  • Ossa NASALI FX: 45% DELL'IMPATTO DI ALLFACEFXM / C È LATERALE (FIST BLOW ETC.) SE UNDISPLACEDNO TRATTAMENTO, SE SPOSTATO PU MAY COMPORTARE IL FLUSSO DELL'ARIA E IL PASSAGGIO RESPIRATORIO, PU MAY ESSERE COLLEGATO AD ALTRI DANNI ALLE FACCIA / CRANIO. RAGGI X 80% SENSIBILE, SEGUITO DA LESIONI INCOMPLEX DI CT.
  • FX ORBITAL OUT: INFORTUNIO COMUNE D / T IMPATTO SUL GLOBO E / O SULL'OSSO ORBITALE. FX DEL PAVIMENTO ORBITALE SENO INTOMASSILLARE VS. PARETE MEDIALE NEL SENO ETMOIDE. COMPLICANZE: RETTO INFERIORE M INTRAPPATO, GRASSO PROLASSORBITALE, TESSUTI MOLLI E EMORRAGGI E DANNI DEL NERVO OTTICO. RX: LE PREOCCUPAZIONI DI LESIONI GLOBALI SONO IMPORTANTI, GENERALMENTE TRATTATE IN MODO CONSERVATIVO SE NON SONO PRESENTI COMPLICAZIONI
testa trauma imaging el paso tx.
  • TRIPOD FX: 2ND M / C FACIAL FX # DOPO NASALE (40% DI MIDFACEFX) FX-ZIGOMATICARCH A 3 PUNTI, PROCESSO ORBITALE DELL'OSSO ZIGOMATICO E LATO DELLA PARETE DEL SENO MASCELLARE, PROCESSO MASCELLARE DELL'OSSO ZIGOMATICO. LA SCANSIONE TC È PIÙ INFORMATIVA DEI RAGGI X (VISTA DELL'ACQUA).
  • FX LEFORT: SERIE FX COMPORTA SEMPRE PIASTRE PTERYGOID, MENTALMENTE SEPARATAMENTE E PROCESSO ALVEOLARE CON DENTI DAL CRANIO. PREOCCUPAZIONI: AERWAY, EMOSTASI, LESIONI NERVE. È RICHIESTA LA SCANSIONE DI CT. POTENZIALE RISCHIO DI BASILAR SKULL FX
testa trauma imaging el paso tx.
  • FX PING-PONG:ESCLUSIVAMENTE NEI NEONATI. UNA DEPRESSIONE FOCALE DI FX D / T INCOMPLETA: CONSEGNA DI PINZE, LAVORO DIFFICILE ETC. MICROFRATTURAZIONE FOCALTRABECOLARE CHE LASCIA LA DEPRESSIONE COME APING-PONG. LA DX È PRINCIPALMENTE CLINICA VEDUTA COME DIFETTO FOCALE `` DEPRESSIONE '' NEL CRANIO. TIPICAMENTE NEUROLOGICAMENTE INTATTO. LA TC PU AIUTARE SE SI SOSPETTONO LESIONI CEREBRALI. RX: OSSERVAZIONALE VS. CHIRURGIA IN LESIONI COMPLICATE. SEGNALATA LA RIMODELLAZIONE SPONTANEA
testa trauma imaging el paso tx.
  • CISTANTE LEPTOMENINGEAL (GROWING SKULL FX) - SONO UNA FRATTURA DI CRANIO ALLARGITANTE CHE SVILUPPA AD ADEGUATA AD ENCEFALOMALACIA POSTTRAUMATICA
  • NON È UN CISTORE, MA UN'ESTENSIONE DELLA TEFALOMALACIA CHE HA VISTO ALCUNI MESI POST-TRAUMA CON PRECEDENTE CRANIO FX SEGUITO DALL'ERNAZIONE DEI MENINGES E DELLA BRAIA ADIACENTE CON LE PULSATIONS DEL CSF. CT È MIGLIORE ATDX QUESTA PATOLOGIA. INDICA: FX DI CRESCITA E ENCEFALOMALACIA ADIACENTE COME FOCALHYATTIVITÀ DI LESIONE.
  • CLINICAMENTE: INGRANDIMENTO CALVARICO PALVABILE, DOLORE, SEGNI / SEIZURE NEUROLOGICI. RX: LA CONSULTA NEUROSURGICA È RICHIESTA
  • DDX: INFILTRATING CELLS / METS / OTHER NEOPLASMSINTO SUTURES, EG, INFECTION ETC.
testa trauma imaging el paso tx.
  • FXS MANDIBOLARI: COMUNE. INTRA-ORALEXTENSION OPEN FX D / T POTENZIALMENTE CONSIDERATA. 40% FOCAL BREAK DESCRIZIONABILE ESSERE UN ANELLO. MECCANISMO M / C DI IMPATTO DIRETTO (ASSALTO)
  • FX NEOPLASMI OSSEA PATOLOGICI D / T, INFEZIONI ECC. IATROGENICO DURANTE LA CHIRURGIA ORALE (ESTRAZIONE DEL DENTE)
  • IMAGING: MANDIBLE X-RAYS, PANOREX, CT SCANNING ESP. IN CASI DI TRAUMA ASSOCIATA / TESTA DI TESTA
  • COMPLICAZIONI: L'OSTRUZIONE DELLA VIA AEREA, L'EMOSTASI È UNA MAGGIORE CONSIDERAZIONE, DANNI ALLA MANDIBOLARE N, OSTEOMIELITE / CELLULITE E POTENZIALE DIFFUSIONE ATTRAVERSO IL PAVIMENTO DELLA BOCCA (LUDWIGANGINA) E IL COLLO DEI TESSUTI MORBIDI FASCIALI INTOMEDIASTINUM. NON PUO 'ESSERE NEGATO D / T ALTI TASSI DI MORTALITÀ.
  • RX: CONSERVATIVO VS. OPERATIVA

Emorragia intracranica acuta

testa trauma imaging el paso tx.
  • EPI AKA EXTRADURAL: (EDH) RAPIMENTO TRAUMATICO DELLE ARTERIE MENINGEALI (MMA CLASSIC) CON EMATOMA IN RAPIDA FORMAZIONE TRA IL CRANIO INTERNO E LA DURA ESTERNA. LA SCANSIONE TC È LA CHIAVE DEL DX: SI PRESENTA COME RACCOLTA BICONVEX DI SANGUE ACUTO (IPERDENSO) CHE NON INCROCE E AIUTA CON DDX DI UN EMATOMA SUBDURALE. CLINICAMENTE: HA, EPISODIO LUCIDO INIZIALMENTE E DETERIORANTE IN POCHE ORE.COMPLICAZIONI: ERNAZIONE CEREBRALE, PALSIA CN. O / UNA BUONA PROGNOSI SE EVACUATA RAPIDAMENTE.
  • HEMATOMA SUBDURALE (SDH): RAPTURE DI BRIDGINGVEINS TRA DURA INTERNA E ARACNOIDE. SANGUE LENTO MA PROGRESSIVO. PUO 'INFLUENZARE PARTICOLARMENTE I GIOVANI E GLI ANZIANI E IN TUTTE LE ETÀ (MVA, CADUTE ECC.) POSSONO SVILUPPARE NELLA "SINDROME DEL BAMBINO SCOSSO". Il DX PUO 'ESSERE RITARDATO E PEGGIORARE LA PROGNOSI CON ALTE FATALITÀ. NEI TRAUMI DELLA TESTA ANZIANI POSSONO ESSERE MINORI O NON RICHIAMATI. L'IMMAGINE PRECOCE CON CT È FONDAMENTALE. SI PRESENTA COME COLLEZIONE A FORMA DI CRESCENTE CHE PUO 'INCROCIARE SUTURE MA FERMARSI A RIFLESSIONI DURALI. DIVERSA ATTENUAZIONE SU CT D / T DIVERSE FASI DELLA DECOMPOSIZIONE DEL SANGUE: ACUTA, SUBACUTA, E CRONICA. POSSONO FORMARE UNA COLLEZIONE CRONICA-CISTICHIGROMA. CLINICAMENTE: PRESENTAZIONE VARIABILE, 45-60% PRESENTE CON STATO DEL CNS MOLTO DEPRESSO, DISUGUAGLIANZA PUPILLARE. SPESSO CON CONTUSIONE CEREBRALE INIZIALE, POI UN EPISODIO LUCIDO PRIMA DI DETERIORARE SEVERAMENTE. NEL 30% DEI CASI DI LESIONI CEREBRALI FATALI I PAZIENTI HANNO AVUTO SDH. RX: NEUROSURGICO URGENTE.
testa trauma imaging el paso tx.
  • EMORRAGIA SUBARACNOIDE (SAH): SANGUE NELLO SPAZIO SUBARACNOIDE COME RISULTATO DI EZIOLOGIA TRAUMATICA O NON TRAUMATICA: ANEURISMI DI BACCHE INTORNO AL CERCHIO DI WILLIS, 3% DI COLPI, 5% DI COLPI FETALI. HEADACHE DESCRITTO COME UNA `` PEGGIOR VITA HA ''. I CROLLI DI PT POSSONO O NON POSSONO RIGUARDARE LA CONSAPEVOLEZZA. PATOGIA: SANGUE DIFFUSO NELLO SPAZIO 1) CISTERNA SOPRASELLARE CON ESTENSIONE PERIFERICA DIFFUSA, 2) SPERIMENTALE, 3) CISTERNE BASALI. IL SANGUE FUORIUSCITO NELLO SPAZIO SA LA PRESSIONE SOTTERRANEA INDUCA UN AUMENTO GLOBALE DELLA PRESSIONE INTRACRANICA, L'ISCHEMIA GLOBALE ACUTA PEGGIORATA DA VASOSPASMO E ALTRI CAMBIAMENTI.
  • DX: IMAGING: SCANSIONE URGENT CT CON CONTRASTO, ANGIOGRAFIA CT PU HEL AIUTARE A DISATTIVARE 99% DI SAH. LUNGO PUNCTUREMAY AIUTA IN PRESENTAZIONE RITARDATA. DOPO INIZIALE DX: MR ANGIOGRAFIA AIUTA A TROVARE LA CAUSA E ALTRE CARATTERISTICHE IMPORTANTI
  • CARATTERISTICHE IMMAGINANTI: IL SANGUE ACUTO È IPERDENSO SU CT. TROVATO IN DIFFERENZIALI: PERIMESENCEPHALIC, SUPRASELLA, BASAL, VENTRICLES,
  • RX: MEDICINALI ANTIHIPERTENSIVI INTRAVENI, AGENTI OSMOTICI (MANNITOL) PER DECREASEICP. CLIPPING NEUROSURGICO E ALTRI APPROCCI.

Neoplasie del SNC: benigne contro maligne

testa trauma imaging el paso tx.
  • TUMORI DEL CERVELLO RAPPRESENTA 2% DI TUTTI I TUMORI. UN TERZO SONO MALIGNE, DI CUI LE LESIONI DEL CERVELLO METASTATICO SONO I PIÙ COMUNI
  • CLINICAMENTE PRESENTE CON ANOMALIE LOCALI DEL CNS, ICP AUMENTATO, SANGUE INTRACEREBRALE ETC. SINDROMI FAMILIARI: VON-HIPPEL-LANDAU, SCLEROSI TUBEROSA, SINDROME DI TURCOT, NF1 e NF2 AUMENTANO IL RISCHIO. NEI BAMBINI: ASTROCITOMI M / C, EPENDIMOMI, PNETNEOPLASMI (ES. MEDULLOBLASTOMA) ECC. DX: BASATO SU CHI CLASSIFICAZIONE.
  • ADULTI: M / C NEOPLASMO BENIGNA: MENINGIOMA. M / C PRIMARIO: GLIOBLASTOMA MULTIFORME (GBM) METSE PARTICOLARMENTE DA POLMONE, MELANOMA E SENO ALTRI: LINFOMA DEL CNS
  • L'IMMAGINE È CRUCIALE: I SINTOMI INIZIALI POSSONO ESSERE PRESENTI COME SEQUESTRO, ICP FIRMA HA. VALUTATO DA CT E MRI CON IV GADOLINIUM.
  • L'IMMAGINE DETERMINA: INTRA-AXIAL VS. EXTRA-AXIALNEOPLASMS. METS DA NEOPLASMS DEL CERVELLO PRIMARIO MAYO CCUR VIA CSF E INVASIONE DELLE NAVI LOCALI
  • NOTA AXIAL CT SLICE OF MENINGIOMA CON AVANCONTRAST ENHANCEMENT.
  • LA MIA ASSIALE SULLA SEQUENZA DI FLAIR PULSE HA RIVELATO LA NEOPLASMA ESTENSIVA E L'EDEMA CITOTOSSICO MARCATO DEL CERVELLO CARATTERISTICO DEL GRAVI IV GLIOMA (GBM) CON PROGNOSI MOLTO POVERA. SOPRA LONTANA IMMAGINE: ASSIALE MRI FLAIR: CERVELLO METASTASI DA CANCRO AL SENO. MELANOMA È METASTASIZES COMUNE AL CERVELLO (VEDI CAMPIONE CAMPIONE) LA MRI PU BE ESSERE DIAGNOSTICA D / T SEGNALE ALTO SU T1 E CONTRASTO DI ENHANCEMENT.
  • RX: LE TECNICHE NEUROCHIRURGICHE, RADIAZIONI, CHEMIOTERAPIA, IMMUNOTERAPIA SONO EMERGENTI

Patologia infiammatoria del CNS

testa trauma imaging el paso tx.

CNS infezioni

  • BATTERICA
  • micobatteri
  • FUNGAL
  • VIRALE
  • PARASSITA
Perché i chiropratici usano i raggi X come strumento diagnostico per il trattamento

Perché i chiropratici usano i raggi X come strumento diagnostico per il trattamento

La maggior parte degli operatori sanitari utilizza radiografie come strumento diagnostico per trattare una varietà di reclami dei pazienti, compresi i chiropratici. Possono aiutare i medici a identificare la fonte di un problema o se c'è qualcosa di più in corso. I raggi X possono anche aiutare i chiropratici a determinare la migliore linea d'azione per il trattamento. Per saperne di più, diamo un'occhiata più da vicino a cosa sono e come vengono utilizzati nella maggior parte degli uffici di chiropratica.

Cosa sono i raggi X?

Una radiografia è una forma molto vigorosa di radiazione elettromagnetica simile alle onde radio, alla radiazione ultravioletta, alle microonde o alla luce visibile utilizzata per visualizzare la composizione interna di una persona o di una cosa. Un raggio è focalizzato su una parte specifica del corpo di una persona, come la schiena, produce un'immagine digitale del scheletrico struttura.

Il raggio passa facilmente attraverso la pelle e altri tessuti molli, ma non è in grado di attraversare ossa e denti. I tessuti molli più densi, come organi, legamenti e muscoli, saranno visibili, ma verranno catturati in tonalità di grigio. Aree come l'intestino o i polmoni appaiono sulla pellicola come nere.

L'uso della radiografia chiropratica

I raggi X chiropratici forniscono informazioni vitali che possono influenzare il modo in cui il chiropratico sceglie di trattare un paziente. In alcuni casi, la cura chiropratica o la manipolazione spinale possono non essere una linea di condotta appropriata in quel momento, e il paziente può essere avviato su una terapia diversa e più delicata.

Altre volte, può mostrare al chiropratico come procedere nel trattamento del paziente. In breve, i pazienti possono ricevere cure migliori, più a tutto tondo, che possono facilitare meglio la loro guarigione e la gestione del dolore.

Alcuni dei vantaggi di raggi x chiropratici includono:

  • Identificare una condizione o un sintomo, come un tumore o una lesione spinale, che fornirebbe una ragione medica per cui non si dovrebbe fare un corso specifico di cure.
  • Ottenere importanti informazioni biomeccaniche che possono aiutare a guidare il trattamento.
  • Per rimanere informato e mantenere una registrazione del processo degenerativo di un paziente.
  • Aiuta a identificare le anomalie della colonna vertebrale e delle articolazioni che possono influire sul trattamento.
  • Permette ai pazienti di comprendere meglio le loro condizioni e il piano di trattamento, consentendo loro di assumere la proprietà del processo e di essere maggiormente coinvolti nella terapia e nella guarigione.
i raggi X come strumento diagnostico el paso tx.

Che cosa cerca un chiropratico in una pellicola a raggi X?

Quando chiropratico prende una radiografia di un paziente, stanno cercando cose in diverse aree particolari. La prima cosa che controllano è assicurarsi che non vi siano dislocazioni, fratture, cancro, infezioni, tumori o altre condizioni potenzialmente pericolose.

Quindi cercano l'altezza del disco e altri segni di degenerazione del disco, densità ossea, speroni ossei, spazi articolari e allineamento. Ciò consente loro di identificare condizioni come la scoliosi e altre condizioni che possono richiedere specifiche forme di trattamento.

Molti chiropratici preferiscono che il paziente sia in una posizione di carico durante l'assunzione raggi x spinali. Questo differisce dalla maggior parte delle strutture mediche che hanno il paziente sdraiarsi.

Il vantaggio delle radiografie sotto carico come strumento diagnostico è che consente di misurare, ad esempio, il deficit di lunghezza delle gambe, la scoliosi e il restringimento dello spazio articolare. Può anche mostrare che alcune ossa, come la tibia e il perone, si stanno separando, il che può essere un'indicazione di un tendine lacerato o di un problema con l'articolazione. Una radiografia senza carico non può fornire la stessa prospettiva e gli indizi vitali sulle condizioni di un paziente possono essere persi.

Trattamento del dolore alla spalla

Artrite e trauma del polso / mano: diagnostica per immagini | El Paso, TX.

Artrite e trauma del polso / mano: diagnostica per immagini | El Paso, TX.

Trauma al polso e alla mano

  • Raggio distale e fratture ulnari (Colles, Smith's, Barton's, Chauffeur's, DiePunch) - complicate da Fx stiloide ulnare al 50%, percorso TFC, dislocazione DRUJ, dissociazione scapholunate lig, dislocazione semilunare / perilunata)
  • Frattura e lussazioni delle ossa carpali (scafoide, triquetrum, Fx amato e lussazione lunare / perilunata)
  • Dissociazione dei legamenti (dissociazione di Scapholunate, instabilità lunotriquetale)
  • Fratture metacarpali e falangee (lesioni di Bennett, Rolando, Game keeperFx / Stener, Boxer Fx)
  • Pediatrico infortunio al polso (Green-stick Fx, Torus Fx, inchinatura / deformità plastica, lesioni Salter-Harris)
  • In tutti i casi, è richiesto il referto chirurgico ortopedico della mano
diagnostica del polso a mano imaging el paso tx.
  • Colles fx: m / cd / t FOOSH + pronazione. m / c inOSP / donne anziane. Raro negli uomini e, se necessario, DEXA per evitare Fx dell'anca ecc. Giovani punti: traumi ad alta energia. Tipicamente extra-articolari.50% -cases mostra Ulna styloid (US) Fx.
  • Complicazioni: forchetta da tavola deformata, CRPS, DJD, intrappolamento nervoso.
  • Imaging: x-rad è sufficiente, CT in complesso Fx, RM aiuta con le lacrime del legamento e TFC.
  • Rx: se l'accorciamento extra-articolare e <5 mm del radio distale e un'angolazione dorsale <5 gradi, la riduzione chiusa + colata è sufficiente. ORIF in casi complessi.
  • Immagine Dx: impattazione / accorciamento rad distale, angolazione dorsale del frammento distale, esaminare attentamente se estensione intra-articolare, 50% US Fx
diagnostica del polso a mano imaging el paso tx.
  • Smith Fx: Goyrand nella letteratura francese. Considerato come Colles invertito, altrimenti quasi identico, vale a dire 85% extra-articolare, 50% US Fx, OSP / donne anziane, giovane trauma ad alto potenziale energetico. Differenze: meccanismo FOOSH con polso flesso quindi m. Meno frequente.
  • Passi di imaging: (vedi Colles Fx) C
  • Complicazioni: simile a Colles Fx
  • Rad Dx: 85% extra-articolare con angolazione volare (anteriore) del frammento distale, accorciamento radiale. Esaminare attentamente la rottura corticale sospettando l'estensione intra-articolare che può essere denominata come tipo Smith 2 o Reversed Barton Fx (successivo)
  • Rx: approccio simile a Colles.
diagnostica del polso a mano imaging el paso tx.
  • Barton fx: FOOSH, impattazione del radio distale simile a Colles ma la linea Fx si estende dall'aspetto radiale dorsale nell'articolazione radiocarpale risultante con slittamento / dislocazione dorsale del carpo.
  • Imaging: 1st sept radiografia x spesso con CT per esaminare l'estensione Fx intra-articolare e pianificazione operativa
  • Rad Dx: raggio distale Fx che si estende dalla dorsale all'articolazione radiocarpale con un grado variabile di spostamento, lo scivolamento prossimale del carpo
  • Se la linea Fx si estende dall'aspetto volar nell'articolazione del polso denominata Reversed Barton aka Smith tipo 2 (sopra l'immagine in basso)
  • complicazioni: simile a tutto il raggio distale Fx
  • Rx: operativo con ORIF
diagnostica del polso a mano imaging el paso tx.
  • Fx chauffeur / backfire Fx aka Hutchinson Fx: Fx intra-articolare di styloid radiale. Il nome deriva dal momento in cui l'auto doveva essere avviata con a cura manovella che potrebbe ritorcersi contro l'induzione della dorsiflessione e della deviazione radiale del polso.
  • Imaging: la radiografia x è sufficiente. La TC può essere utile se Fx non viene facilmente mostrato dai raggi X.
  • Complicazioni: non sindacalizzazione, malunion, DJD, dissociazione scapholunate, dislocazione lunare / perilunata
  • Rx: operante con lagscrewin percutaneo in tutti i casi d / t di natura intraarticolare
diagnostica del polso a mano imaging el paso tx.
  • Die-Punch Fx: impaction Fx dall'osso Lunate nella fossa distale articolare del raggio. IntraarticularFx. Deriva il suo nome da una tecnica per modellare (impressionare) un buco nella lavorazione industriale "die-punch". Ferita di FOOSH.
  • Imaging: 1st step radiografico, può essere equivoco d / t depressione sottile della fossa Lunate, quindi la scansione CT è più informativo.
  • Rad Dx: regione colpita dalla fossa lunare con estensione Fx intraarticolare. Questo può presentarsi come Fxarticular Fx comminuted del Distal Radius.
  • Rx: fx intra-articolare operativo d / t
diagnostica del polso a mano imaging el paso tx.

Costruisci archi di Gilula quando valuti ferite carpali. Un passo importante richiesto per evitare la mancanza di sottili cambiamenti nell'allineamento carpale e nella continuità corticale

diagnostica del polso a mano imaging el paso tx.
  • Scafoide Fx: m / c Fx osso carpale. D / tFOOSH polso esteso radialmente deviato. La posizione di Fx è molto importante per la prognosi: posizione Waist-m / c (70%). Potrebbe avere 70-100% di possibilità di AVN. Asta prossimale Fx: 20-30% ad alto rischio di non unione. Il polo distale-10% mostra una prognosi migliore. Il polo distale Fx è m / c nei bambini. Segno clinico chiave; dolore nella tabacchiera.
  • Imaging: 1st step-x-radiography ma il 15-20% ha mancato il d / t Fx occulto. Viste speciali richieste. Quindi la risonanza magnetica è la più sensibile e specifica per la Fx occulta precoce. La scintigrafia ossea ha una specificità e sensibilità del 98/100% esp. 2-3 giorni dopo l'inizio. Key rad. Dx: linea Fx se evidente, spostamento e oscuramento del cuscinetto adiposo scafoide (navicolare), esaminare la dissociazione dello scafoide. Se l'osso prossimale appare sclerotico-AVN si è verificato. Risonanza magnetica: basso su T1 e alto su T2 / STIR / FSPD edema osseo d / t, si può notare una linea di segnale Fx bassa.
  • Rx: il cast di Spica deve essere applicato se clinicamente sospettato anche senza risultati radiografici. Per il girovita in vita per 3-mo per l'immobilizzazione del polo 5-mo. ORIF o pinning percutaneo con una vite di Herbert.

Dissociazione dei legamenti di Scapholunate

diagnostica del polso a mano imaging el paso tx.
  • Polso SNAC: collasso avanzato non consolidato dello scafoide. Spesso d / t non unione e dissociazione dei legamenti scapholunati (SLL) con DMD radiocarpale e intercarpale progressivo. Il frammento di scafoide prossimale è attaccato a Lunate con il segno dell'anello di dissociazione distale e rotante sui raggi X.
  • Il polso SNAC può spesso risultare in DISI
  • Rx: DJD progressivo può portare all'artrodesi a quattro angoli
diagnostica del polso a mano imaging el paso tx.
  • Crollo avanzato di Scapholunate (polso SLAC): Dissociazione SLL con DJD intercarpale e radiocarpale progressivo e dislocazione carpale volare o dorsale (DISI & VISI). Cause: trauma, CPPD, DJD, malattia di Kienboch (AVN di Lunate), Preiserdisease (AVN di scafoide).
  • La dissociazione SLL porterà a Dorsal o VolarIntercarlate, ovvero Instabilità segmentale intercarpal (DISIOR VISI).
  • Rad Dx: Dx causa sottostante. I raggi X dimostrano l'angolazione dorsale o volare del Lunate con angolo scapolunato aumentato o diminuito nella vista laterale. Vista frontale: segno di Terry Thomas o allargamento della distanza scapolunata 3-4-mm come limite superiore del normale.
  • La risonanza magnetica può aiutare con la valutazione dei legamenti e la pianificazione pre-chirurgica
  • Rx: spesso operativo con DJD in ritardo. Artrodesi a quattro angoli
diagnostica del polso a mano imaging el paso tx.
  • Triquetrum Fx: 2 ° m / c osso carpale Fx. L'aspetto dorsale M / C è avulso dal legamento radiocarpale dorsale duro. Causa: FOOSH.
  • Imaging: è sufficiente la serie di radiografie da polso. Meglio rivelato nella vista laterale come un frammento osseo avulso adiacente al dorso del Triquetrum. La TC può essere d'aiuto se radiograficamente equivoca.
  • Rx: cura conservativa
  • Complicazioni: rare, possono persistere come dolore sul dorso del polso
diagnostica del polso a mano imaging el paso tx.
  • gancio dell'Hamate Fx: m / c si verifica in battute sportive (cricket, baseball, hockey, impatto da una mazza da golf, ecc.) 2% di carpusFx.
  • Imaging: la radiografia x può non riuscire a rilevare un Fx a meno che non venga utilizzata la "vista carpale tunnel". La TC può essere d'aiuto se i raggi X non sono soddisfacenti.
  • Clinicamente: dolore, test di trazione positivo, presa debole e dolorosa. Ulnare profondo n. Il ramo può essere interessato all'interno del canale Guyon.
  • Rx: di solito non operatorio, ma la non unione cronica può richiedere un'asportazione.
  • DDx: hamate bipartito
diagnostica del polso a mano imaging el paso tx.
  • Lunate vs Perilunate dislocazione: Lunate è m / c osso carpale lussato. Infortunio carpale generale raro. Tuttavia, spesso mancato!
  • Si verifica con FOOSH e polso esteso e ulnare deviato. Imaging: 1st step x-rays. Se si sta seguendo o si richiede una valutazione TC più complessa per le lesioni.
  • Key Rad DDx: DDx Lunate da dislocazione perilunata. Dislocazione del semilunare: il semilunare ha perso il contatto con il raggio distale `` tazza da tè versata '' sul lato. Dislocazione perilunata: Lunate mantiene il suo contatto con il radio distale nonostante la lussazione del capitello dorsale. La dislocazione lunare viene inoltre aiutata a identificare un `` segno a torta '' d / t Lunate che si sovrappone alla Capitate
  • Rx: riduzione di emergenza e riparazione chirurgica dei legamenti strappati

Lesioni metacarpali e falangee

diagnostica del polso a mano imaging el paso tx.
  • Bennett Fx: Fx di tipo di impatto intra-articolare ma noncommesso della base dell'osso 1st MC del pollice. La radiografia X è sufficiente.
  • Rad Dx: frammento triangolare caratteristico dell'osso sull'aspetto ulnare dell'MCase 1st, spesso con sublussazione radiale dell'aspetto radiale rimanente dell'1st MC
  • Complicazioni: DJD, non sindacato, ecc.
  • Rx: incline all'instabilità / non unione che richiede un intervento chirurgico
  • Rolando Fx: aka comminuted Bennett con Y o T-configuration. Lesione più complessa. È instabile e richiede cure operative
diagnostica del polso a mano imaging el paso tx.
  • Pollice di gioco: tradizionalmente descritta come una lacerazione cronica del legamento collaterale ulnare (mediale) al 1stMCP nei guardiacaccia inglesi che eseguivano torsioni / uccisioni del collo di selvaggina di piccole dimensioni. Una lesione acuta può anche essere chiamata pollice dello sciatore. Questa lesione può essere legamentosa con una frattura e una lesione da avulsione alla base della prima falange prossimale.
  • Complicazione: Lesione di Stener o spostamento del legamento strappato sul muscolo del pollicis dell'adduttore che non può guarire senza la riparazione chirurgica. È richiesto MRI Dx.
  • Evita le visualizzazioni del pollice che possono indurre un Stenerlesion
  • Imaging: radiografia x seguita da risonanza magnetica per Dx Stenerlesion. MSK US può essere utilizzato se la risonanza magnetica non è disponibile.
  • Lesione di Stener su MRI e MSUS: il moncone collaterale ulnare è più superficiale rispetto all'aponeurosi dell'adduttore del pollice e appare come un moncone simile a una massa a basso segnale che forma il cosiddetto "yo-yo sul segno della corda" riportato sia su MRI che su MSK US.
  • Rx: spesso operativo
diagnostica del polso a mano imaging el paso tx.
  • Boxer Fx: m / c MC Fx. Un Fx extra-articolare solitamente non sminuzzato o minimizzato a m / c l'5th e talvolta la giunzione XnUMXth MC-testa-testa (occasionalmente attraverso l'albero) con conseguente angolazione della testa volar. Meccanismo: impatto diretto come nel caso del pugno chiuso che punzonatura della superficie dura (ad es. Ossa facciali / punzonatura delle pareti), quindi 4% nei giovani maschi.
  • Imaging: la serie di radiografie manuali è sufficiente
  • Rad Dx: Linea Fx trasversale o obliqua tramite MCneck con angolazione della testa volar. Valutare il grado di spostamento, fondamentale per segnalare.
  • Rx: tipicamente non operatorio con stecca per grondaia a braccio corto e dita flesse. (www.aafp.org/afp/2009/0101/p16.html)
  • NB Se lo stesso meccanismo frattura 2ndand 3d MC nella stessa area anatomica, potrebbe richiedere un intervento chirurgico.
diagnostica del polso a mano imaging el paso tx.
  • Mano falangea Fx: m / c skeleton Fx (10% di tutti gli Fx). Gli infortuni sportivi e industriali dominano
  • Imaging: la radiografia x con le serie manuali o le visualizzazioni PA / dito laterale sarà sufficiente
  • Rad Dx: se la falange prossimale Fx, il frammento distale è angolato volarmente con il frammento prossimale dorsalmente. La falange distale può essere angolata dorsalmente. Osservazione chiave: lesione del letto ungueale, che considerava un Fx aperto con rischio di infezione.
  • Rx: se <10 gradi di angolazione-buddy-taping con riabilitazione del movimento. CRPP vs. ORIF può essere considerato in casi complessi: rinvio a chirurgo ortopedico della mano
  • Complicazione: perdita di movimento, necrosi, infezione. Risultato con amputazione
  • Per ulteriori lesioni comuni: PIP è m / c lussazione articolare. Barretta di muggine (Baseball), dito di Jersey e altre lesioni si riferiscono a:
  • www.aafp.org/afp/2012/0415/p805.html

 

diagnostica del polso a mano imaging el paso tx.

 

  • Felon: infezione settica della polpa delle dita in genere con Staph.Aureus. Cause: puntura dell'ago (diabetici), paronichia, schegge unghie, ecc. M / c in indice e pollice, che si presentano con dolore, gonfiore, ecc.
  • D / t anatomia specifica della polpa l'infezione> gonfiore porta alla sindrome del compartimento pulpare-pressione e necrosi.
  • Rx: operativo con incisione distale a DIP, irrigazione / debridement

Infortunio al polso pediatrico

diagnostica del polso a mano imaging el paso tx.
  • Fx incompleto: Greenstick Fx, Torus (Buckle) Fx, Bowing (Plastic) deformity / Fx. D / t FOSH, es. cadde dalla barra delle scimmie. m / c colpisce <10 anni.
  • Diagnosi dell'imaging chiave: grado di angolazione / dislocazione, danno della piastra di crescita epifisaria (classificazione Salter-Harris)
  • Rx: solitamente non operativo (riduzione e fusione chiuse)
diagnostica del polso a mano imaging el paso tx.
  • Instabilità del giunto radioulnare distale (DRUJ )-lesione comune a seguito di trauma come in FOOSH con iperestensione del polso e rotazione e rottura dei legamenti DRUJ e del complesso TFC. Si deve notare l'avulsione dello stiloide ulnare con lo spostamento dorsale o volare dell'ulnare distale.
  • Passi di imaging: i raggi X inizialmente, la risonanza magnetica può identificare i legamenti e il danno TFC, MSKUScan aiuta a lacerare i legamenti.
  • Nota: isolato DRUJ volar (immagine in alto) e dorsale (immagine in basso) dislocazione.

Artrite del polso e della mano

diagnostica del polso a mano imaging el paso tx.
  • Il polso DJD-tipicamente è secondario a trauma, dissociazione scapolunata, SLAC, polso SNAC, CPPD, Keinboch o Preiser e altri.
  • Può portare a importanti perdite funzionali
  • Imaging: si presenta tipicamente come JSL radiocarpale, sclerosi subcondrale, osteofitosi, cisti subcorticali e corpi sciolti. Tipicamente aggiuntivo induce la degenerazione intercarpale e in particolare l'articolazione Tri-scaphe.
  • La risonanza magnetica può essere utile per il riconoscimento precoce della dissociazione dello scapolunato, l'AVN di Lunate / Navicular.
  • Rx: conservativo vs. operativo.
diagnostica del polso a mano imaging el paso tx.
  • DJD Hand: Estremamente comune. Vero OA primario. MCP-mai influenzato senza DIP e PIP
  • Se l'MCP OA isolato viene notato, considerare CPPD ed emocromatosi (osteofiti simili a uncini)
  • Clinicamente:
  • Femmine di mezza età
  • Tipicamente indolore eccetto 1st CMC OA
  • Nodi DIP-Heberden, nodi PIP-Bouchard
  • OA erosiva (talvolta chiamata OA infiammatoria )
  • Spettro di OA ma che produce erosioni centrali prossimali in corrispondenza di DIP e PIP con un aspetto molto caratteristico ad `` ali di gabbiano ''. Nessuna infiammazione sistemica (no CRP, RF, Anti-CCP Ab) tipicamente nelle donne di mezza età / anziane, come Hand OA, spesso osservata nelle famiglie

Artrite reumatoide

diagnostica del polso a mano imaging el paso tx.

 

diagnostica del polso a mano imaging el paso tx.
  • Artrite reumatoide (RA) -Malattia infiammatoria sistemica cronica di eziologia sconosciuta, che colpisce le articolazioni sinoviali, i tendini con coinvolgimento sistemico multiplo (polmone, CVS, oculare, pelle, ecc.) Patologia: Cellula T> Macrofago / APC> processo autoimmune mediato con conseguente formazione di pannus e distruzione graduale della ST , cartilagine, ossa e altri tessuti. 3% femmine VS 1% maschi. Trigger ambientali: infezioni, traumi, fumo e altri in un individuo geneticamente suscettibile. Il 20-30% può essere disabilitato dopo 10 anni.
  • Dx: clinica, laboratorio, imaging Poliartrite simmetrica esp. in MCP, polsi (2 ° e 3 ° MCP)
diagnostica del polso a mano imaging el paso tx.

 

The Elbow: Diagnostic Imaging Approach | El Paso, TX.

The Elbow: Diagnostic Imaging Approach | El Paso, TX.

Trauma acuto del gomito

  • Negli adulti: Testa radiale Fx è il m / c (33%) e rappresenta 1.5-4% di tutte le fratture. Eziologia: FOOSH con pronazione dell'avambraccio. Lesioni associate: gomito collaterale legamenti lacrime. EssexLoprestiFx con strappo e dislocazione della membrana interossea del Distal Radio-Ulnar Joint (DRUJ)
  • Terribile triade: della testa radiale Fx, dislocazione del gomito e processo Coronoide Fx (tipicamente mosso dal Brachialis M)
  • Imaging: il passo di 1st è la radiografia x con la serie del gomito, la TC può aiutare nei casi complessi, con lesioni legamentose al MRI.
  • Nei bambini: Fx Supracondylar dell'omero distale rappresenta il 90% dei traumi acuti. È sempre un trauma accidentale con FOOSH e gomito esteso, raramente <5% con gomito flesso. La maggior parte dell'Fx sopracondilare si verifica nei bambini <10 anni Maschi> femmine. Complicazioni: malunione in cubitus varus aka deformità Gunstock, lesioni vascolari e sindrome compartimentale ischemica acuta con contrattura di Volkmann
  • Imaging: 1st step x-radiography può essere sufficiente. CT occasionalmente utilizzato in casi complessi.

 

gomito di imaging el paso tx.

 

  • Testa radiale (RH) Fx: la classificazione Mason aiuta a determinare il grado di complessità e le modalità di trattamento
  • Digitare 1- undisplaced è il m / c e stabile contenuta dai legamenti. Sulle radiografie può essere molto sottile e la valutazione di cuscinetti anormali del gomito è fondamentale e spesso l'unico indizio diagnostico
  • Tipo 2- spostato di 2 mm o> con blocco rotante
  • Tipo 3- sminuzzato> 2-3 frammenti e
  • Type4 viene presentato con RH fx, lussazione posteriore del gomito e talvolta frattura del processo coronoide spesso d / t Brachialis M avulsione
  • Rx: tipo 1 gestito non operativamente da immobilizzazione e riabilitazione del movimento. Digitare 2- ORIF se il blocco di rotazione. Digitare 3 e 4, la resezione ORIF e RH o l'artroplastica RH

 

  • Nota pad grasso anteriore anormalmente spostato (freccia arancione) e l'emergere del pad grasso posteriore (freccia verde) che di solito è profondo nella fossa olecranica e non visto a meno di emartro acuta o altri segni di versamento di solfato sono segni più affidabili di intra-articolare gomito Fx

 

gomito di imaging el paso tx.

 

  • Mason tipo 1 RH Fx può essere v. sottile e mancato. La ricerca radiografica dovrebbe comportare una valutazione attenta dei segni positivi del cuscinetto adiposo. Notare lo spostamento del cuscinetto adiposo anteriore noto anche come segno della vela e la presenza del cuscinetto adiposo posteriore d / t sanguinamento acuto

 

gomito di imaging el paso tx.

 

gomito di imaging el paso tx.

 

  • Frattura-lussazioni di Monteggia: prox 1 / 3albero interno Fx. con concomitante dislocazione di PRUJ (testa radiale). FOOSH infortunio. Bambini4-12 yo Poco frequente negli adulti.
  • I raggi X rivelano prontamente Fx ulnare, ma la lussazione radiale della testa può essere sottile e occasionalmente mancata. Questa è una lesione grave che porta alla disabilità del gomito se Dx ha ritardato le settimane 2-3 o se non è stato trattato. I raggi X sono in genere sufficienti: Rx: casting vs. operativo.

 

gomito di imaging el paso tx.

 

gomito di imaging el paso tx.

 

gomito di imaging el paso tx.
  • Supracondylar Fx: questo è il M / C gomito Fx nei bambini.
  • Soprattutto, i tipi non spostati 1 (in alto a destra) sono difficili da Dx. Anormalità di "cuscinetti adiposi" e linea anteriore omerale e disturbo della linea di radiocapitella sono spesso più affidabili
  • Il tipo 3 presenta un rischio particolarmente elevato per la contrattura di Volkmann (necrosi ischemica vascolare del compartimento anteriore del muscolo dell'avambraccio

 

gomito di imaging el paso tx.

 

gomito di imaging el paso tx.

 

Denunce di gomito in un giovane atleta

gomito di imaging el paso tx.

 

  • Epicondyle Fx: danno pediatrico comune, circa 10%. Essenzialmente un Fx di avulsione e una lacerazione di MUCL. L'epicondilo mediale è m / c Fx. FOOSH è il meccanismo m / c.M> F. Se minimamente dislocati o non sistemati possono essere trattati con il casting esp. nel braccio non dominante. Se spostato come in questo caso, richiede ORIF.
  • L'Fx avulsivo epicondilo mediale in un giovane lanciatore di baseball è stato coniato come `` gomito della piccola lega '' negli anni '60 e ora dovrebbe essere evitato per evitare confusione
  • OCD del Capitellum è una lesione atletica comune indotta da compressioni / flessioni ripetute. Il disturbo ossessivo compulsivo deve essere DDx derivante dalla malattia di Panner o dall'osteocondrite tipica dei pazienti più giovani
  • La difficoltà nella diagnosi può derivare dalla multipleapofisi del gomito (vedi CRITOE)
  • Imaging: 1st step: raggi X seguiti da MRI e MRarthrogramme se indicato.
  • La TC può aiutare nella valutazione di lesioni complesse. La risonanza magnetica e l'MSKUS possono aiutare con lesioni ai legamenti.

Artrite del gomito

gomito di imaging el paso tx.

 

  • DJD del gomito è raro e tipicamente 2nd a trauma, occupazione, CPPD, DOC del Capitellum o altra patologia. Clinicamente: dolore, esp ridotto ROM in braccio dominante, deterioramento di ADL. Perdita della flessione e dell'estensione del terminale. 50% sviluppa una neuropatia ulnarcompressiva. Rx: rimozione conservativa, artroscopica debridement / osteofiti, rilascio capsulare. Nei pazienti più anziani e nei pazienti non attivi può essere utilizzata l'artroplastica totale del gomito (TEA)
  • Imaging: la radiografia x è sufficiente, CT aiuta con la pianificazione preoperatoria

 

gomito di imaging el paso tx.

 

  • Artrite infiammatoria: RA del gomito è frequente (20-50%) e distruttiva sinovite d / t, pannus, osso / cartilagine e distruzione / lassità legamentosa. Clinicamente: inizia dopo la comparsa dei sintomi alle mani con gonfiore simmetrico, dolore, ROM ridotto, contrattura in flessione. Si può notare la presenza di noduli reumatoidi lungo l'olecrano e l'avambraccio posteriore. Rx: DMARD, riparazione tendini operativa.
  • Imaging: radiografia x con versamento precoce non specifico (cuscinetti adiposi), in seguito: erosioni, JSL simmetrico, osteopenia. MSK USA aiuta all'inizio Dx. La risonanza magnetica rivela sinovite; l'edema osseo si correla con i reperti radiografici pre-erosivi, l'enhancement sinoviale su FS T1 + C.
  • Artrite gottosa: può colpire il gomito ma meno che negli arti inferiori. Borsite dell'olecrano che causa un `` segno solare in aumento '' sui raggi X con o senza erosioni ossee. Aspirazione e microscopia polarizzata che rivelano cristalli di urato monosodico birifrangenti a forma di ago. Rx: colchicina, altri medicinali.
  • Artrite settica: prendere in considerazione le persone con diabete, tossicodipendenti, AR concomitante, pazienti con tubercolosi attiva, gonococco nei giovani adulti. Clinicamente si presenta come monoartrite con o senza segni costituzionali. Raggi X: scarsa rilevazione nelle prime fasi. Gli Stati Uniti possono mostrare effusione e alto Doppler.MRI: versamento, edema osseo. Anche la scintigrafia ossea può essere d'aiuto. Labs: CBC, ESR, CRP. L'artrocentesi diagnostica con colorazione e cultura del grammo è fondamentale. Rx: antibiotici Prompt IV

 

gomito di imaging el paso tx.

 

  • Artrite idiopatica giovanile (JIA) ha considerato la malattia cronica M / C dell'infanzia e ha preceduto la rara malattia infiammatoria intestinale. Dx è clinico e di imaging: Criteri: dolore alle articolazioni e gonfiore in un bambino di 0-16 anni per 6 settimane o più. Esistono molte forme M / C pauciarticolare (oligoarticolare) 40%, F> M, associate a coinvolgimento oculare (iridociclite) e potenziale cecità. Forme poliarticolari e sistemiche.
  • Il gomito è frequentemente colpito insieme al ginocchio, ai polsi e alle mani, specialmente nel dz poliarticolare.
  • Labs: ESR / CRP RF-VE nella maggior parte dei casi
  • Imaging: le prime radiografie non sono specifiche. In seguito: erosione ossea, distruzione della cartilagine articolare, crescita eccessiva delle epifisi articolari, chiusura precoce della fisi. Caratteristiche ritardate: 2nd DJD, anchilosi articolare.DDx: artropatia emofilica. Le radiografie cervicali sono cruciali.
  • Rx: DMARD, cura conservativa

Patologie varie

gomito di imaging el paso tx.

 

  • Processo sopracondilare: 2% della popolazione. Descritto da Sir JohnStruthers in 1854. La banda fibrosa (legamento degli struthers) può portare alla compressione della mediana N. DDx dell'osteocondroma che tipicamente punta lontano dall'articolazione
  • Condrometaplasia sinoviale primaria (Sindrome di Reichel): metaplasia anormale delle cellule sinoviali che perdono cartilagine nell'articolazione causando potenzialmente DJD, erosione ossea estrinseca, sinovite, compressioni nervose ecc. Rimozione chirurgica. Imaging: più corpi sciolti osseocartilaginei di dimensioni relativamente uguali nella cavità articolareDDx con DJD e 2 ° osteocondromatosi. Segnale MRI basso su T1 e T2 con potenziale versamento articolare. In un'articolazione tesa come il gomito può presentarsi con una grande distensione articolare
  • Malattia di Panner: osteocondrosi del Capitello tipicamente in un giovane atleta di 5-10 anni DDX da DOC del Capitello (discusso) che si manifesta negli adolescenti Clinicamente: dolore durante l'attività. Il recupero avviene nella maggior parte dei casi mediante guarigione spontanea. Imaging: i raggi X rivelano la sclerosi e una leggera frammentazione del capitello senza corpo sciolto. MRI: segnale T1 basso e alto T2 nell'intero Capitello.
  • Miosite Ossificance:

Neoplasie dei tessuti molli e delle ossa del gomito

gomito di imaging el paso tx.

  • lipoma: intramuscolare, sottocutaneo. Le neoplasie dei tessuti molli più comuni. Composto da grasso ma un numero sostanziale può essere sottoposto a grasso necrosi-calcificazione-fibrosi. In genere rimane benigno. Occasionalmente difficile da DDx da un liposarcoma ben differenziato. Imaging: radiografia x: lesione radiotrasparente ben circoscritta con o senza calcificazione. Gli Stati Uniti e la risonanza magnetica sono importanti. Su MRIT1alta, T2 bassa SI.
  • emangioma: lesione vascolare benigna, spesso composta da più canali vascolari. Capillare vs. cavernoso. Più comune nei bambini, ma si trova a qualsiasi età. Può spesso formare fleboliti (calcificazione). Imaging: i raggi X rivelano la massa di tessuto molle contenente fleboliti. MRI: segnale T1-alto o variabile. Segnale T2 alto in aree di flusso lento. Segno di `` sacco di vermi ''. È meglio evitare la biopsia. Rx: difficile: escissione locale vs. embolizzazione vs. osservazione. Ricorrenza elevata.
  • Tumore della guaina del nervo periferico (PNST): benigno vs.malignante. Maggiore incidenza in NF1 con un rischio più elevato di PNST maligno. PNST benigno: Schwannoma vs. Neurofibroma. Nervi spinali e periferici. Istologia: cellule di Schwann intervallate da fibroblasti e vasi.Clinicamente: punti in 20 e 30, massa palpabile con o senza pressione locale. Imaging: MRI: T1: segno di divisione del grasso, T2: segno di destinazione. Miglioramento T1 + C
  • Soffici sarcomi dei tessuti: MFH, sarcoma sinoviale, (discusso), liposarcoma (più frequente nel retroperitoneo) Dx: risonanza magnetica. Clinicamente: Dx è ritardato d / t massa di ingrandimento indolore, spesso ignorata. La massa clinicamente palpabile merita l'esame RM, gli Stati Uniti potrebbero essere utili. La biopsia conferma Dx.
  • Neoplasie ossee maligne: Bambini: OSA, sarcoma di Ewing (discusso) Adulti: Mets, mieloma (discusso)

Il gomito

 

Approccio diagnostico per imaging a spalla | El Paso, TX.

Approccio diagnostico per imaging a spalla | El Paso, TX.

Panoramica dell'anatomia della spalla

spalla imaging el paso tx.

Trauma acuto

  • Fx omerale prossimale account per 4-6% di tutti gli Fx. Fx osteoporotico (OSP) in> 60 yo associato a trauma minimo con F: M 2: rapporto 1. Nei giovani pazienti predomina il trauma acuto ad alta energia.
  • Complicazioni: testa omerale AVN, paralisi ascellare N.
  • Classificazione Neer: considera le fratture lungo 4 linee anatomiche con o senza spostamento> 1 cm e angolazione di 45 gradi
  • Una parte Neer Fx- nessuno spostamento o minimo <1 cm / 45 gradi. Può interessare 1-4 linee e M / C a maggiore tuberosità. L'80% dell'Fx prossimale dell'omero sono Neer in una parte.
  • Fx in due parti: La parte 1 è spostata> 1-cm / 45-gradi. m / c coinvolge il collo chirurgico
  • Fx in tre parti: Le parti 2 sono spostate> 1-cm / 45-gradi.
  • Fx in quattro parti: tutte le 4 parti possono essere spostate. Non comune <1%
  • Imaging: 1st step-radiography, CT può essere utilizzato in casi più complessi. Rinvio ortopedico
  • Management: Neer Fx monocomponente è trattato con Immobilizzazione a fionda e riabilitazione progressiva
  • La stragrande maggioranza di Fx negli anziani è trattata in modo non operatorio
  • I pazienti più giovani (40-65) possono occasionalmente richiedere l'emiartroplastica se 3 o 4-parte Neer Fx sono presenti. Maggior rischio di AVN

Fratture dell'omero prossimale

spalla imaging el paso tx.
  • Nota: Immagine a sinistra: Fx che coinvolge il collo anatomico e la grande tuberosità con uno spostamento minimo <1 cm / 45 gradi, quindi Dx come Fx in una parte. Immagine a destra: piccola avulsione Fx della grande tuberosità con spostamento significativo (> 45 gradi e 1 cm) quindi Dx come Fx in due parti
spalla imaging el paso tx.
  • Nota: Neer Fx in tre parti (sinistra) e Neer Fx in quattro parti (destra)> Gestione: operativa nella maggior parte dei casi nei pazienti più giovani (40-65)
spalla imaging el paso tx.

Lussazione della spalla o dislocazione dell'articolazione gleno-omerale (GHJD)

  • Si riferisce alla completa separazione dell'omero dalla scapola glenoidea. In 20-40s M: F 9: rapporto 1, in60-80S M: F 3: 1
  • Anatomia: Spalla la stabilità è sacrificata per la mobilità e il GHJD complessivo è il m / c tra le grandi articolazioni del corpo
  • Cadute protettive (p. Es., FOOSH) e MVA sono cause m / c. GHJ è più vulnerabile in rapimento, estensione e rotazione esterna. Fattori anatomici: glenoide superficiale, capsula antinferiore lassata e legamenti GH. GHJD indurrà una grave lacerazione delle principali restrizioni GHJ. Le lesioni ossee e labrali associate sono comuni e possono portare a instabilità cronica, DJD e cambiamenti funzionali
  • Tipi 3: GHJD anteriore (95%)
  • GHJD posteriore (4%) specialmente associato a crisi epilettiche, elettrocuzione e occorrenza b / l
  • GHJD inferiore aka Laxatio Erecta (<1%) associato a traumi gravi
  • Clinicamente: L'AGHJD si presenta con dolore severo, il braccio è ruotato esternamente e addotto, grave limitazione del movimento. GHJD può persistere come dislocazione cronica.
  • Management: rapida riduzione della DE in anestesia o sedazione intensa con l'immagine in alto della tecnica Kocher (non utilizzata), metodo di rotazione esterna (centrale) o tecnica Milch (può essere utilizzata senza anestesia) e pochi altri metodi. Il ritardo nella riduzione è correlato a un maggior rischio di complicazioni immediate ea lungo termine
spalla imaging el paso tx.

Approccio alla diagnostica per immagini

  • La radiografia della serie di spalle è sufficiente. L'imaging aggiuntivo con TC e MRI può essere utile per la patologia ossea, cartilaginea, labrale / legamentosa di Dx
  • GHJD anteriore (95%). La posizione subcoracoide (in alto a destra) dell'omero è il m / c
  • Il GHJD anteriore può anche presentarsi come subglenoide (in basso a sinistra) e raramente come subclavicolare
  • La chiave per la ricerca radiografica è la valutazione delle lesioni associate a Bankart e Hill-Sachs
spalla imaging el paso tx.

Bankart Lesion

spalla imaging el paso tx.
  • Si verifica durante l'anca GHJD d / t dell'impatto della testa nella glenoide antero-inferiore. Esistono delle variazioni (vedi la prossima diapositiva). BonyBankart può essere visto sui raggi X. Il cosiddetto tessuto molle Bankart richiede la risonanza magnetica. Cartilagine (morbida) Bankart è il m / c.
  • La deformità di Hill-Sachs aka Hatchet (postreduction della freccia) si verifica durante lo stesso meccanismo di Bankart, cioè compressione e impattazione dell'aspetto posterolaterale della testa contro l'Fx a forma di cuneo producendo glenoide. La lesione Hill-Sachs può predisporre a GHJD ricorrente / cronico.
  • La lesione di Bankart può guarire, ma talvolta sono necessari ancore da sutura operative
  • L'artrogramma TC e la risonanza magnetica possono essere utili

Tipi di lesioni di Bankart

spalla imaging el paso tx.
  • Nota i diversi tipi di lesione di Bankart. Onlyosseous Bankart può essere visto radiograficamente. Bankart dei tessuti molli richiede risonanza magnetica con e senza gadolinio intrarticolare (artrogramma).

Dislocazione posteriore

spalla imaging el paso tx.
  • Nota: GHJD posteriore con i suoi segni caratteristici:
  • Trough segno aka reverse Hill-Sachs. Si verifica d / t impattazione della testa anterolaterale Fx
  • Segno di bordo: si verifica solo nella posizione posteriore della testa di PGHJD d / t e della testa anteriore glenoideo-omerale a distanza della testa 6-mm o superiore
  • Segno della lampadina: d / t rotazione interna acuta dell'omero (testa)

GHJD inferiore

spalla imaging el paso tx.
  • GHJD inferiore aka Laxatio Erecta
  • Iperabduzione severa e spostamento inferiore dell'omero. Maggiori possibilità di gravi lesioni neurovascolari e Fx acromiale
  • Il braccio lussato viene iperradosso e fissato con il gomito flesso e il braccio sopra la testa

Dislocazione ACJ (ACJD)

spalla imaging el paso tx.
  • ACJD: lesioni comuni, 9% delle lesioni dei cingoli scapolari, esp. negli atleti di sesso maschile da un colpo diretto
  • La classificazione Rockwood (a sinistra) valuta lo strappo dei legamenti AC e CC e dei muscoli regionali
  • Digitare1, 2, 3 tra m / c
  • Digitare 1: distorsione di ACL senza lacrimazione
  • Digitare 2: lacerazione di ACL e distorsione di CCL
  • Tipo 3: lacrima di AC e CCL. La clavicola è sollevata sopra l'acromion. Se <2 cm buoni risultati con Rx conservativo.
  • Imaging: radiografia x con viste ACJ b / l con e senza pesi per confrontare entrambi gli ACJ. In casi complessi, la scansione TC esp. se Fx è considerato
  • Gestione: tipo 3 (> 2 cm) e tipi 4-6 operativo

Digitare 3 ACJ Separation

spalla imaging el paso tx.
  • Digitare 3 ACJ separazione (in alto a sinistra)
  • ACJD più significativo (immagini di fondo) con segno clinico dell'acromion sotto la pelle e ORIF risultante

Patologia della cuffia dei rotatori (RCM)

spalla imaging el paso tx.
  • Tendinopatia RCM: degenerazione collagena di RCM in particolare Supraspinatus M. tendine (SSMT) d / t overuse / degenerazione-micro lacrimazione con sostituzione collagena. La sindrome da impingement è una causa estrinseca di 2nd. Presentato clinicamente come dolore e ROM limitato
  • Imaging Dx: MSK USA può essere accurato come la risonanza magnetica e, in alcuni casi, migliore valutazione dinamica d / t v efficace
  • L'indizio chiave della risonanza magnetica è un SSMT disomogeneo ispessito con un segnale aumentato su tutte le sequenze di impulsi d / t degenerazione grassa e infiammazione (immagini a sinistra: T1 e T2 FS)
  • Risultati MSKUS: ispessimento della sostanza SSMT con un cambiamento nella normale ecogenicità MSKUS è buono per DDx con lacrime SSMT. I vantaggi degli Stati Uniti sono che consente la valutazione dinamica delle strutture dolorose
spalla imaging el paso tx.
  • Lacrima parziale di SSMT: la rottura parziale (incompleta) dell'SSMT può verificarsi a livello della superficie della borsa e dell'articolazione o interstiziale, cioè intra-sostanza / non comunicante. Eziologia: impingement sub-acromiale, tensione acuta e tendinosi cronica da microtraumi
  • Clinicamente: dolore su abd e flessione, test di impingement, test Hawkins-Kennedy, ecc. Perle: le lacrime parziali possono essere più dolorose delle lacrime complete
  • Imaging Dx: MSKUS è buono quanto la risonanza magnetica (alcuni studi hanno indicato che MSKUS è superiore alla RM). Risultati della risonanza magnetica chiave: lacerazione / lacerazione incompleta di SSMT riempita con tessuto fluido di granulazione +/-
  • MSKUS: diminuzione dell'ecogenicità dell'SSMT, assottigliamento e lacerazione parziale riempita di liquido (frecce di aree anecoiche). Perso convessità di borsal tendine o interfaccia articolare.
spalla imaging el paso tx.
  • Pieno spessore SSMT (rot cuff): degenerazione / strappo del polsino della putrefazione. 2nd al conflitto da acromion Hooked, overuse overhead o trauma acuto. 7-25% di dolore alla spalla nella popolazione generale. Clinicamente: dolore nei test di impingement.
  • Imaging Dx: MSKUS è buono quanto MRI.Limitazioni: scarsa Dx della patologia labrale. Chiave USDx: interruzione del tendine focale, gap anecoico (riempito di liquido), tendine ipoecogeno, retrazione del tendine, segno di cartilagine scoperto (in basso a sinistra, A: US B: RM)
  • Risonanza magnetica: tasto Dx: lacerazione inserzionale che si estende attraverso l'intera mezzaluna SSMT, retrazione con degenerazione grassa dell'SSMT e del muscolo. Se la retrazione è a ore 12 o superiore (immagini in alto), potrebbe non essere ancorata operativamente
spalla imaging el paso tx.
  • Tendinite calcifica della cuffia dei rotatori (RTC): di solito cristalli di HADD di calcio d / t. Le donne di mezza età sono le più colpite. Varia da reperto di imaging asintomatico a grave artropatia distruttiva o spalla di Milwaukee (poco frequente)
  • HADD ha fasi patologiche 3: formazione a riposo-riassorbimento. Dolore lieve-moderato esp. in fase di riposo.
  • Imaging: radiografia x: mineralizzazione ovoidale omogenea all'interno di RTCMT, m / c in SSMT. Risonanza magnetica: segnale ovoidale / globulare diminuito su tutte le sequenze di impulsi spesso con edema circostante (in basso a sinistra)
  • Rx: si verifica l'auto-risoluzione. Casi avanzati: aspirazione operativa, ecc.

Lesioni / lacrime del Labro anteriore anteriore al posteriore (SLAP)

spalla imaging el paso tx.
  • SLAP lacrime: FOOSH e sport da lancio o instabilità cronica della spalla, ovvero instabilità multidirezionale della spalla (in 20%). Esistono 1-9 di tipo ma M / C sono tipo 1-4
  • In tutti i tipi 4 il labrum superiore è affetto da o ancoraggio lacrimale (vedi foto). Clinicamente: dolore, limitazione dell'AROM con test di compressione attivi, tipicamente risultati non specifici che imitano la RTCpathology
  • L'imaging è fondamentale: la migliore immagine è MRI artrografia. Segni chiave: segnale fluido lineare iperintenso entro il labrum superiore +/- che si estende lungo l'LHBT sull'imaging sensibile al grasso soppresso e l'artrogramma FS T1. Meglio osservato su fette di corona.
  • Rx: piccole lacrime possono guarire, ma le lacrime instabili richiedono cure operative.
  • Chiave DDx: varianti anatomiche come il complesso Buford e il forame Sub-labrale
spalla imaging el paso tx.
  • SLAP lacrima con una cisti paralabrale (in basso a destra)
  • Variante normale DDx: forame sub labrale (in basso a sinistra) nota: artrografia MR con contrasto sottoquotando il labrum ma senza estendersi posteriormente all'LHBT

Artrite della spalla

spalla imaging el paso tx.
  • GHJ DJD: di solito associato a una causa 2nd: trauma, instabilità, AVN, CPPD, ecc. Presentato con dolore, crepiti e diminuzione della ROM / funzione. Può essere presente una malattia associata all'RTC. Imaging; la radiografia x è sufficiente e fornisce una pianificazione di classificazione / cura. Principali risultati: restringimento articolare, osteofitosi, esp. alla testa medio-inferiore (freccia arancione), sclerosi / cisti subcondrale. Spesso si nota una migrazione della testa superiore alla malattia da RTC.
  • ACJ OA: comune e tipicamente primario con l'invecchiamento. Presenta perdita di ACJ e osteofiti. Gli osteofiti lungo la superficie inferiore degli `` osteofiti del guscio '' ACJ (freccia blu) possono portare allo strappo muscolare RTC. La borsite regionale è un'altra caratteristica clinica dell'artrosi ACJ.
  • Gestione: generalmente conservativa a seconda dei segni / sintomi clinici
spalla imaging el paso tx.
  • Artrite reumatoide GHJ: L'AR è una malattia infiammatoria multisistemica che colpisce più articolazioni rivestite dalla sinovia. GHJ RA è comune (m / c grandi articolazioni in ginocchia / spalle AR). Clinicamente: dolore, ROM e instabilità limitati, debolezza / atrofia muscolare. Mani, piedi, polsi e m / c sono interessati. Imaging: la radiografia X rivela erosioni periarticolari, perdita di spazio articolare uniforme, osteoporosi iuxta-articolare, sublussazioni e gonfiore dei tessuti molli. La risonanza magnetica può aiutare a rilevare la lacrimazione e l'instabilità dell'RTC comunemente associate. I primi cambiamenti possono essere rilevati da MSKUS esp. con l'uso del power Doppler che indica iperemia / infiammazione.
  • Nota: la radiografia della spalla a L rivela la distruzione della cartilagine e la perdita simmetrica delle articolazioni, le multiple erosioni e la probabile perdita di supporto RTCM con migrazione della testa superiore, presenza di effusione ST.
  • Nota: Fogli di RNA coronali e assiali PDFS di GHJ RA che indicano marcato versamento infiammatorio articolare, erosione / edema osseo, formazione del pannicolo sinoviale e probabile rottura in RTC m. Gestione: referenza reumatologica e farmacoterapia con DMARD. Assistenza operativa come riparazione RTC. 10% dei pazienti è disabilitato d / t RA
spalla imaging el paso tx.
  • Osteoartropatia neuropatica aka spalla di Charcot: d / t danno periarticolare neurovascolare e neurale. Esistono molteplici cause.M / c si sviluppa nei diabetici a metà del piede. Spalla Charcot è m / c in Siringomielia (25%), trauma paralisi, SM, ecc. Dx: clinica (50% dolore / gonfiore 50% distruzione indolore). L'imaging è fondamentale. La radiografia X è sufficiente in casi consolidati, ma la Dx precoce è una sfida. La risonanza magnetica può aiutare con le prime Dx e le complicanze ritardate. Rad Dx: Spalla Charcot è presentata come un'artropatia distruttiva di tipo atrofico con testa omerale che appare come amputata chirurgicamente insieme a detriti intra-articolari, densità, distensione, dislocazione e altre caratteristiche chiave
spalla imaging el paso tx.
  • Spalla settica: la spalla è il 3 ° m / c dopo ginocchio> fianchi. Pazienti a rischio: diabetici, pazienti con artrite reumatoide, immunocompromessi, consumatori di droghe EV, cateteri a permanenza, ecc. Vie: diffusione adiacente ematogena (m / c), inoculazione diretta (iatrogena, trauma ecc.) (Es. OM). Staph. Aureus (> 50%) m / c.
  • Clinicamente: dolore alle articolazioni e dec. ROM, febbre 60% solo, tossiemia, inc. ESR / CRP. Dx: imaging e aspirazione / coltura articolare. RadDx: radiografie precoci spesso insignificanti tranne versamento ST / oscuramento dei piani adiposi, allargamento articolare. Più tardi 7-12 giorni osteopenia irregolare, riassorbimento osseo mangiato dalle tarme / permeabile, distruzione articolare, restringimento articolare. Può progredire fino a gravi distruzioni articolari e anchilosi. I primi antibiotici Dx e IV sono cruciali anche prima della coltura. Irrigazione operativa e drenaggio articolare in alcuni casi. Sono possibili complicazioni esp. se Rx è ritardato. MSKUS con aspirazione dell'ago può aiutare. Nota: (immagine in alto) allargamento articolare non traumatico con spostamento inferolaterale della testa d / t settico A dx: mediante agoaspirazione Stafilococco. Aures.

Osteonecrosi ischemica

spalla imaging el paso tx.
  • Osteonecrosi ischemica della testa omerale possono verificarsi traumi d / t (Neer in quattro parti Fx), steroidi, lupus, anemia falciforme, alcolismo, diabete e molte altre condizioni. L'imaging è fondamentale: la risonanza magnetica rileva i primi cambiamenti come l'edema intraosseo. Le caratteristiche dei raggi X sono tardive, presentate come un collasso dell'osso subcondrale con segno di sclerosi `` cappello di neve '', frammentazione e grave DJD progressiva
  • Gestione: referto ortopedico, decompressione del nucleo nei primi casi, emiartroplastica in artroplastica moderata e totale nei casi più gravi.

Neoplasie della spalla

spalla imaging el paso tx.
  • Negli adulti> 40 anni, bone Mets d / t polmone, seno, cellule renali, tiroide CA e prostata sono le cause m / c. Clinicamente: può simulare un dolore simile a RTC / cambiamenti articolari. Dovrebbe essere valutato attentamente. Chiave per Dx: Hx, PE e Imaging specialmente in punti con primaria nota
  • Imaging: 1st step radiografico, risonanza magnetica può aiutare, Tc99bone scintigrafia aiuta a rilevare la malattia regionale e distante. Caratteristiche dei raggi X: cambiamenti litici distruttivi tipicamente in omero prox (midollo rosso) con o senza percorso Fx. DDx: Mets, MM, linfoma
  • Clinicamente: dolore notturno, dolore a riposo, ecc. Test di laboratorio: senza ricompensa, nei casi gravi si può notare ipercalcemia.
spalla imaging el paso tx.
  • Neoplasie delle ossa maligne primarie (spalla) Adulti: M. mieloma o plasmocitoma solitario, condrosarcoma può trasformarsi da un encondroma e alcuni altri. Nei bambini / adolescenti: OSA vs Ewing s
  • Neoplasie benigne primarie (spalla). Adulti: encondroma (pazienti nel loro 20-30s) GCT. Nei bambini: cisti ossea semplice (cisti dell'osso unicamerale), osteocondroma, cisti ossea aneurismatica, condroblastoma (Rare)
  • Imaging: 1st step x-radiography
  • La risonanza magnetica è essenziale per Dx. Soprattutto nei casi di neoplasie maligne primarie Valutare l'estensione, l'invasione dei tessuti molli, la pianificazione preoperatoria, la stadiazione, ecc.
Diagnosi e gestione dell'artrite reumatoide

Diagnosi e gestione dell'artrite reumatoide

Circa 1.5 milioni di persone negli Stati Uniti hanno l'artrite reumatoide. Artrite reumatoideo RA, è una malattia cronica e autoimmune caratterizzata da dolore e infiammazione delle articolazioni. Con RA, il sistema immunitario, che protegge il nostro benessere attaccando sostanze estranee come batteri e virus, attacca erroneamente le articolazioni. L'artrite reumatoide colpisce più comunemente le articolazioni di mani, piedi, polsi, gomiti, ginocchia e caviglie. Molti operatori sanitari raccomandano diagnosi precoce e trattamento della RA.  

Astratto

  L'artrite reumatoide è l'artrite infiammatoria sistemica più comunemente diagnosticata. Le donne, i fumatori e le persone con una storia familiare della malattia sono più spesso colpite. I criteri per la diagnosi includono avere almeno un'articolazione con un gonfiore definito che non è spiegato da un'altra malattia. La probabilità di una diagnosi di artrite reumatoide aumenta con il numero di piccole articolazioni coinvolte. In un paziente con artrite infiammatoria, la presenza di un fattore reumatoide o di un anticorpo anti-proteina citrullinata, o un elevato livello di proteina C-reattiva o velocità di eritrosedimentazione suggerisce una diagnosi di artrite reumatoide. La valutazione iniziale di laboratorio dovrebbe includere anche l'emocromo completo con differenziale e la valutazione della funzionalità renale ed epatica. I pazienti che assumono agenti biologici devono essere testati per l'epatite B, l'epatite C e la tubercolosi. Una diagnosi precoce dell'artrite reumatoide consente un trattamento più precoce con agenti antireumatici modificanti la malattia. Le combinazioni di farmaci sono spesso utilizzate per controllare la malattia. Il metotrexato è in genere il farmaco di prima linea per l'artrite reumatoide. Gli agenti biologici, come gli inibitori del fattore di necrosi tumorale, sono generalmente considerati agenti di seconda linea o possono essere aggiunti per la duplice terapia. Gli obiettivi del trattamento includono la riduzione al minimo del dolore e del gonfiore articolare, la prevenzione del danno radiografico e della deformità visibile e la continuazione del lavoro e delle attività personali. La sostituzione dell'articolazione è indicata per i pazienti con grave danno articolare i cui sintomi sono scarsamente controllati dalla gestione medica. (Am Fam Physician. 2011; 84 (11): 1245-1252. Copyright 2011 American Academy of Family Physicians.) L'artrite reumatoide (AR) è l'artrite infiammatoria più comune, con una prevalenza a vita fino al 1 per cento in tutto il mondo.1 Insorgenza può verificarsi a qualsiasi età, ma picchi tra 30 e 50 anni.2 La disabilità è comune e significativa. In una grande coorte negli Stati Uniti, la percentuale di 35 di pazienti con AR ha avuto disabilità di lavoro dopo anni 10. 3  

Eziologia e fisiopatologia

  Come molte malattie autoimmuni, l'eziologia dell'AR è multifattoriale. La suscettibilità genetica è evidente negli studi sul clustering familiare e sui gemelli monozigoti, con il 50% del rischio di AR attribuibile a fattori genetici.4 Le associazioni genetiche per l'AR includono l'antigene leucocitario umano-DR45 e -DRB1 e una varietà di alleli chiamati epitopo condiviso.6,7, 4 Studi di associazione su tutto il genoma hanno identificato firme genetiche aggiuntive che aumentano il rischio di AR e altre malattie autoimmuni, tra cui il gene STAT40 e il locus CD5 Il fumo è il principale fattore scatenante ambientale per RA, specialmente in quelli con una predisposizione genetica.8 Sebbene le infezioni può smascherare una risposta autoimmune, nessun particolare agente patogeno ha dimostrato di causare RA.9 L'AR è caratterizzato da vie infiammatorie che portano alla proliferazione delle cellule sinoviali nelle articolazioni. La successiva formazione di pannus può portare alla distruzione della cartilagine sottostante e alle erosioni ossee. La sovrapproduzione di citochine pro-infiammatorie, incluso il fattore di necrosi tumorale (TNF) e l'interleuchina-6, guida il processo distruttivo.10  

Fattori di rischio

  L'età avanzata, una storia familiare della malattia e il sesso femminile sono associati a un aumento del rischio di AR, sebbene il differenziale di sesso sia meno evidente nei pazienti più anziani.1 Sia il fumo di sigaretta attuale che quello precedente aumenta il rischio di AR (rischio relativo [RR] = 1.4, fino a 2.2 per fumatori con più di 40 pacchetti all'anno) .11 La gravidanza spesso causa la remissione dell'AR, probabilmente a causa della tolleranza immunologica.12 La parità può avere un impatto duraturo; È meno probabile che l'AR venga diagnosticata nelle donne paro rispetto alle donne nullipare (RR = 0.61) .13,14 L'allattamento al seno riduce il rischio di AR (RR = 0.5 nelle donne che allattano al seno per almeno 24 mesi), mentre il menarca precoce (RR = 1.3 per quelli con menarca a 10 anni o più giovani) e periodi mestruali molto irregolari (RR = 1.5) aumentano il rischio.14 L'uso di pillole contraccettive orali o vitamina E non influisce sul rischio di AR.15   image-16.png

Diagnosi

   

Presentazione tipica

  I pazienti con AR presentano tipicamente dolore e rigidità in più articolazioni. I polsi, le articolazioni interfalangee prossimali e le articolazioni metacarpo-falangee sono più comunemente coinvolti. La rigidità mattutina della durata di più di un'ora suggerisce un'eziologia infiammatoria. Il gonfiore paludoso dovuto alla sinovite può essere visibile (Figura 1), o un leggero ispessimento sinoviale può essere palpabile all'esame congiunto. I pazienti possono anche presentare artralgie più indolenti prima dell'inizio del gonfiore articolare clinicamente apparente. Sintomi sistemici di affaticamento, perdita di peso e febbre di basso grado possono verificarsi con la malattia attiva.  

Criteri diagnostici

  Nel 2010, l'American College of Rheumatology e la European League Against Rheumatism hanno collaborato per creare nuovi criteri di classificazione per l'AR (Tabella 1) .16 I nuovi criteri sono uno sforzo per diagnosticare l'AR in anticipo nei pazienti che potrebbero non soddisfare la classificazione dell'American College of Rheumatology del 1987 criteri. I criteri del 2010 non includono la presenza di noduli reumatoidi o cambiamenti erosivi radiografici, entrambi meno probabili nell'AR precoce. Anche l'artrite simmetrica non è richiesta nei criteri del 2010, consentendo una presentazione asimmetrica precoce. Inoltre, i ricercatori olandesi hanno sviluppato e convalidato una regola di previsione clinica per l'AR (Tabella 2) .17,18 Lo scopo di questa regola è di aiutare a identificare i pazienti con artrite indifferenziata che ha maggiori probabilità di progredire in AR e di guidare il follow- su e rinvio.  

Test diagnostici

  Le malattie autoimmuni come l'AR sono spesso caratterizzate dalla presenza di autoanticorpi. Il fattore reumatoide non è specifico per l'AR e può essere presente in pazienti con altre malattie, come l'epatite C, e negli anziani sani. L'anticorpo proteico anti-citrullinato è più specifico per l'AR e può svolgere un ruolo nella patogenesi della malattia.6 Circa il 50-80% delle persone con AR ha il fattore reumatoide, l'anticorpo anti-proteina citrullinato o entrambi.10 I pazienti con AR possono avere un risultato positivo del test degli anticorpi antinucleari e il test è di importanza prognostica nelle forme giovanili di questa malattia.19 I livelli di proteina C-reattiva e la velocità di sedimentazione degli eritrociti sono spesso aumentati con l'AR attivo, e questi reagenti di fase acuta fanno parte del nuovo Criteri di classificazione dell'AR.16 I livelli di proteina C-reattiva e la velocità di eritrosedimentazione possono essere utilizzati anche per seguire l'attività della malattia e la risposta ai farmaci. L'emocromo completo al basale con differenziale e la valutazione della funzionalità renale ed epatica sono utili perché i risultati possono influenzare le opzioni di trattamento (p. Es., A un paziente con insufficienza renale o trombocitopenia significativa probabilmente non verrà prescritto un farmaco antinfiammatorio non steroideo [FANS]). Una lieve anemia da malattia cronica si verifica nel 33-60% di tutti i pazienti con AR, 20 sebbene nei pazienti che assumono corticosteroidi o FANS dovrebbe essere considerata anche una perdita di sangue gastrointestinale. Il metotrexato è controindicato nei pazienti con malattia epatica, come l'epatite C, e nei pazienti con insufficienza renale significativa.21 La terapia biologica, come un inibitore del TNF, richiede un test alla tubercolina negativo o un trattamento per la tubercolosi latente. La riattivazione dell'epatite B può verificarsi anche con l'uso di inibitori del TNF.22 È necessario eseguire radiografie di mani e piedi per valutare i caratteristici cambiamenti erosivi periarticolari, che possono essere indicativi di un sottotipo di AR più aggressivo.10  

Diagnosi differenziale

  I reperti cutanei suggeriscono lupus eritematoso sistemico, sclerosi sistemica o artrite psoriasica. La polimialgia reumatica deve essere presa in considerazione in un paziente anziano con sintomi principalmente alla spalla e all'anca e al paziente devono essere poste domande relative all'arterite temporale associata. La radiografia del torace è utile per valutare la sarcoidosi come eziologia dell'artrite. I pazienti con sintomi infiammatori alla schiena, una storia di malattia infiammatoria intestinale o malattie infiammatorie degli occhi possono avere spondiloartropatia. Le persone con meno di sei settimane di sintomi possono avere un processo virale, come il parvovirus. Episodi ricorrenti di autolimitazione di gonfiore articolare acuto suggeriscono artropatia da cristalli e l'artrocentesi deve essere eseguita per valutare i cristalli di urato monoidrato monosodico o pirofosfato diidrato di calcio. La presenza di numerosi punti trigger miofasciali e sintomi somatici può suggerire la fibromialgia, che può coesistere con l'AR. Per aiutare a guidare la diagnosi e determinare la strategia di trattamento, i pazienti con artrite infiammatoria dovrebbero essere prontamente indirizzati a un subspecialista di reumatologia.16,17  
Dr Jimenez White Coat
L'artrite reumatoide, o RA, è il tipo più comune di artrite. L'AR è una malattia autoimmune, causata quando il sistema immunitario, il sistema di difesa del corpo umano, attacca le proprie cellule e tessuti, in particolare le articolazioni. L'artrite reumatoide è spesso identificata da sintomi di dolore e infiammazione, che spesso colpiscono le piccole articolazioni delle mani, dei polsi e dei piedi. Secondo molti operatori sanitari, la diagnosi precoce e il trattamento dell'AR sono essenziali per prevenire ulteriori danni articolari e ridurre i sintomi dolorosi. Dr. Alex Jimenez DC, CCST Insight
 

Trattamento

  Dopo la diagnosi di RA e una valutazione iniziale eseguita, dovrebbe iniziare il trattamento. Le linee guida recenti hanno affrontato la gestione di RA, 21,22 ma la preferenza del paziente svolge anche un ruolo importante. Ci sono considerazioni speciali per le donne in età fertile perché molti farmaci hanno effetti deleteri sulla gravidanza. Gli obiettivi della terapia comprendono la riduzione al minimo del dolore articolare e del gonfiore, la prevenzione della deformità (come la deviazione ulnare) e il danno radiografico (come le erosioni), il mantenimento della qualità della vita (personale e lavorativa) e il controllo delle manifestazioni extra-articolari. I farmaci antireumatici modificanti la malattia (DMARD) sono il cardine della terapia RA.  

DMARD

  I DMARD possono essere biologici o non biologici (Tabella 3) .23 Gli agenti biologici includono anticorpi monoclonali e recettori ricombinanti per bloccare le citochine che promuovono la cascata infiammatoria responsabile dei sintomi dell'AR. Il metotrexato è raccomandato come trattamento di prima linea nei pazienti con AR attiva, a meno che non sia controindicato o non tollerato.21 Leflunomide (Arava) può essere utilizzata come alternativa al metotrexato, sebbene gli effetti avversi gastrointestinali siano più comuni. Sulfasalazina (Azulfidine) o idrossiclorochina (Plaquenil) pro-infiammatori come monoterapia in pazienti con bassa attività di malattia o senza caratteristiche prognostiche sfavorevoli (p. Es., RA sieronegativa, non erosiva) .21,22 La terapia combinata con due o più DMARD è più efficace rispetto alla monoterapia; tuttavia, anche gli effetti avversi possono essere maggiori.24 Se l'AR non è ben controllata con un DMARD non biologico, si dovrebbe iniziare un DMARD biologico.21,22 Gli inibitori del TNF sono la terapia biologica di prima linea e sono i più studiati di questi agenti. Se gli inibitori del TNF sono inefficaci, possono essere prese in considerazione ulteriori terapie biologiche. L'uso simultaneo di più di una terapia biologica (p. Es., Adalimumab [Humira] con abatacept [Orencia]) non è raccomandato a causa di un tasso inaccettabile di effetti avversi.21  

FANS e corticosteroidi

  La terapia farmacologica per RA può coinvolgere i FANS e i corticosteroidi per via orale, intramuscolare o intraarticolare per il controllo del dolore e dell'infiammazione. Idealmente, i FANS e i corticosteroidi sono usati solo per la gestione a breve termine. I DMARD sono la terapia preferita.21,22  

Terapie complementari

  Interventi dietetici, comprese diete vegetariane e mediterranee, sono stati studiati nel trattamento dell'AR senza prove convincenti di beneficio.25,26 Nonostante alcuni risultati favorevoli, c'è una mancanza di prove per l'efficacia dell'agopuntura negli studi controllati con placebo sui pazienti. con RA.27,28 Inoltre, la termoterapia e gli ultrasuoni terapeutici per l'AR non sono stati studiati adeguatamente.29,30 Una revisione Cochrane dei trattamenti a base di erbe per l'AR ha concluso che l'acido gamma-linolenico (da enotera o olio di semi di ribes nero) e Tripterygium wilfordii (thunder god vine) hanno potenziali benefici.31 È importante informare i pazienti che sono stati segnalati effetti avversi gravi con l'uso della terapia a base di erbe.31  

Esercizio fisico e terapia fisica

  I risultati di studi randomizzati controllati supportano l'esercizio fisico per migliorare la qualità della vita e la forza muscolare nei pazienti con RA.32,33 Non è stato dimostrato che gli esercizi di allenamento abbiano effetti deleteri sull'attività della malattia RA, sui punteggi del dolore o sui danni alle articolazioni radiografiche. 34 Tai il chi ha dimostrato di migliorare il range di movimento della caviglia in persone con AR, sebbene gli studi randomizzati siano limitati. 35 Sono in corso studi randomizzati controllati su Iyengar yoga in giovani adulti con AR. 36  

Durata del trattamento

  La remissione è ottenibile nel 10-50% dei pazienti con AR, a seconda di come viene definita la remissione e dell'intensità della terapia.10 La remissione è più probabile nei maschi, nei non fumatori, nelle persone di età inferiore ai 40 anni e in quelli con malattia ad esordio tardivo ( pazienti di età superiore ai 65 anni), con una durata della malattia più breve, con attività della malattia più lieve, senza reagenti della fase acuta elevati e senza risultati positivi di fattore reumatoide o anticorpi anti-proteina citrullinata.37 Dopo che la malattia è controllata, i dosaggi dei farmaci possono essere cautamente ridotti all'importo minimo necessario. I pazienti richiederanno un monitoraggio frequente per garantire sintomi stabili e si raccomanda un rapido aumento dei farmaci in caso di riacutizzazioni della malattia  

Sostituzione delle articolazioni

  La sostituzione articolare è indicata quando c'è un grave danno articolare e un controllo insoddisfacente dei sintomi con la gestione medica. I risultati a lungo termine sono di supporto, con solo 4 a 13 per cento di protesi articolari di grandi dimensioni che richiedono una revisione entro gli anni 10.38 L'anca e il ginocchio sono le articolazioni più comunemente sostituite.  

Monitoraggio a lungo termine

  Sebbene l'AR sia considerata una malattia delle articolazioni, è anche una malattia sistemica in grado di coinvolgere più sistemi di organi. Le manifestazioni extra-articolari dell'AR sono incluse nella Tabella 4.1,2,10 I pazienti con AR hanno un duplice aumento del rischio di linfoma, che si pensa sia causato dal processo infiammatorio sottostante e non una conseguenza del trattamento medico.39 Pazienti con L'AR è anche a maggior rischio di malattia coronarica e i medici dovrebbero collaborare con i pazienti per modificare i fattori di rischio, come fumo, ipertensione e colesterolo alto.40,41 Insufficienza cardiaca congestizia di classe III o IV (CHF) è un controindicazione per l'uso di inibitori del TNF, che possono peggiorare gli esiti di CHF.21 Nei pazienti con AR e neoplasie, è necessaria cautela con l'uso continuato dei DMARD, in particolare gli inibitori del TNF. DMARD biologici, metotrexato e leflunomide non devono essere iniziati in pazienti con herpes zoster attivo, infezione fungina significativa o infezione batterica che richiede antibiotici.21 Le complicanze dell'AR e dei suoi trattamenti sono elencate nella Tabella 5.1,2,10  

Prognosi

  I pazienti con AR vivono da tre a 12 in meno rispetto alla popolazione generale. 40 L'aumento della mortalità in questi pazienti è principalmente dovuto a malattie cardiovascolari accelerate, specialmente in quelle con alta attività della malattia e infiammazione cronica. Le terapie biologiche relativamente nuove possono invertire la progressione dell'aterosclerosi ed estendere la vita a quelle con RA.41 Origine dei dati: Una ricerca PubMed è stata completata in Clinical Queries utilizzando i termini chiave artrite reumatoide, manifestazioni extra-articolari e agenti antireumatici modificanti la malattia. La ricerca includeva meta-analisi, studi randomizzati controllati, studi clinici e revisioni. Sono stati anche cercati l'Agenzia per la ricerca sanitaria e rapporti di prova di qualità, prove cliniche, il database Cochrane, prova essenziale e UpToDate. Data di ricerca: settembre 20, 2010. Divulgazione dell'autore: Nessuna affiliazione finanziaria rilevante da divulgare. In conclusione, l'artrite reumatoide è una malattia autoimmune cronica che causa sintomi dolorosi, come dolore e disagio, infiammazione e gonfiore delle articolazioni, tra gli altri. Il danno articolare caratterizzato come RA è simmetrico, il che significa che generalmente colpisce entrambi i lati del corpo. La diagnosi precoce è essenziale per il trattamento dell'AR. Lo scopo delle nostre informazioni è limitato ai problemi di salute della colonna vertebrale e della chiropratica. Per discutere l'argomento, non esitate a chiedere al Dr. Jimenez o contattarci a 915-850-0900 . A cura del Dr. Alex Jimenez Pulsante Green Call Now H .png
luminoso
Referenze

1. Eziologia e patogenesi dell'artrite reumatoide. In: Firestein GS, Kelley WN, eds. Kelley's Textbook of Rheu- matology. 8a ed. Philadelphia, Pa .: Saunders / Elsevier; 2009: 1035-1086.
2. Bathon J, Tehlirian C. Artrite reumatoide clinica e
manifestazioni di laboratorio. In: Klippel JH, Stone JH, Crofford LJ, e altri, eds. Primer sulle malattie reumatiche. 13th ed. New York, NY: Springer; 2008: 114-121.
3. Allaire S, Wolfe F, Niu J, et al. Fattori di rischio attuali per disabilità lavorativa associata all'artrite reumatoide. Artrite Rheum. 2009; 61 (3): 321-328.
4. MacGregor AJ, Snieder H, Rigby AS, et al. Caratterizzazione del contributo genetico quantitativo all'artrite reumatoide utilizzando i dati dei gemelli. Artrite Rheum. 2000; 43 (1): 30-37.
5. Orozco G, Barton A. Aggiornamento sui fattori di rischio genetico per l'artrite reumatoide. Esperto Rev Clin Immunol. 2010; 6 (1): 61-75.
6. Balsa A, Cabezo? N A, Orozco G, et al. Influenza degli alleli HLA DRB1 nella suscettibilità dell'artrite reumatoide e nella regolazione degli anticorpi contro le proteine ​​citrullinate e il fattore reumatoide. Artrite Res Ther. 2010; 12 (2): R62.
7. McClure A, Lunt M, Eyre S, et al. Indagare la possibilità di screening genetico / test per la suscettibilità all'AR usando combinazioni di cinque loci di rischio confermati. Rheuma-tology (Oxford). 2009; 48 (11): 1369-1374.
8. Bang SY, Lee KH, Cho SK, et al. Il fumo aumenta la suscettibilità dell'artrite reumatoide nei soggetti portatori dell'epitelio condiviso HLA-DRB1, indipendentemente dal fattore reumatoide o dallo stato anticorpale anticorpale del peptide citrullinato. Artrite Rheum. 2010; 62 (2): 369-377.
9. Wilder RL, Crofford LJ. Gli agenti infettivi causano l'artrite reumatoide? Clin Orthop Relat Res. 1991; (265): 36-41.
10. Scott DL, Wolfe F, Huizinga TW. Artrite reumatoide. Lancetta. 2010; 376 (9746): 1094-1108.
11. Costenbader KH, Feskanich D, Mandl LA, et al. Intensità, durata e cessazione del fumo e rischio di artrite reumatoide nelle donne. Am J Med. 2006; 119 (6): 503.e1-e9.
12. Kaaja RJ, Greer IA. Manifestazioni di malattie croniche durante la gravidanza. JAMA. 2005; 294 (21): 2751-2757.
13. Guthrie KA, Dugowson CE, Voigt LF, et al. Il pregio
nancy fornisce protezione da vaccino contro reumatismi
toid artrite? Artrite Rheum. 2010; 62 (7): 1842-1848.
14. Karlson EW, Mandl LA, Hankinson SE, et al. L'allattamento al seno e altri fattori riproduttivi influenzano il rischio futuro di artrite reumatoide? Risultati dello studio sulla salute degli infermieri. Artrite reumata. 2004; 50 (11): 3458-3467.
15. Karlson EW, Shadick NA, Cook NR, et al. Vitamina E nella prevenzione primaria dell'artrite reumatoide: lo studio sulla salute delle donne. Artrite reumata. 2008; 59 (11):
1589-1595.
16. Aletaha D, Neogi T, Silman AJ, et al. 2010 reumatoide
Criteri di classificazione dell'artrite: una American College of Rheumatology / European League Against Rheumatism, iniziativa collaborativa [la correzione pubblicata appare in Ann Rheum Dis. 2010; 69 (10): 1892]. Ann Rheum Dis. 2010; 69 (9): 1580-1588.
17. van der Helm-van Mil AH, le Cessie S, van Dongen H, et al. Una regola di previsione per l'esito della malattia in pazienti con artrite indifferenziata di recente insorgenza. Artrite Rheum. 2007; 56 (2): 433-440.
18. Mochan E, Ebell MH. Prevedendo il rischio di artrite reumatoide negli adulti con artrite indifferenziata. Sono Fam Physician. 2008; 77 (10): 1451-1453.
19. Ravelli A, Felici E, Magni-Manzoni S, et al. I pazienti con artrite idiopatica giovanile positiva anticorpo antinucleare costituiscono un sottogruppo omogeneo indipendentemente dal decorso della malattia articolare. Artrite Rheum. 2005; 52 (3): 826-832.
20. Wilson A, Yu HT, Goodlyugh LT, et al. Prevalenza e risultati dell'anemia nell'artrite reumatoide. Am J Med. 2004; 116 (suppl 7A): 50S-57S.
21. Saag KG, Teng GG, Patkar NM, et al. Raccomandazioni 2008 dell'American College of Rheumatology per l'uso di farmaci antireumatici non biologici e biologicamente modificanti nell'artrite reumatoide. Artrite Rheum. 2008; 59 (6): 762-784.
22. Deighton C, O'Mahony R, Tosh J, et al .; Gruppo di sviluppo delle linee guida. Gestione dell'artrite reumatoide: sintesi della guida NICE. BMJ. 2009; 338: b702.
23. AHRQ. Scelta di farmaci per l'artrite reumatoide. 9 aprile 2008. www.efficacehealthcare.ahrq.gov/ ehc / products / 14/85 / RheumArthritisClinicianGuide.pdf. Accesso 23 giugno 2011.
24. Choy EH, Smith C, Dore? CJ, et al. Una meta-analisi dell'efficacia e della tossicità della combinazione di farmaci anti-reumatici modificanti la malattia nell'artrite reumatoide basata sul ritiro del paziente. Reumatologia (Oxford). 2005; 4 4 (11): 1414-1421.
25. Smedslund G, Byfuglien MG, Olsen SU, et al. Efficacia e sicurezza degli interventi dietetici per l'artrite reumatoide. J Am Diet Assoc. 2010; 110 (5): 727-735.
26. Hagen KB, Byfuglien MG, Falzon L, et al. Interventi dietetici per l'artrite reumatoide. Database Cochrane Syst Rev. 2009; 21 (1): CD006400.
27. Wang C, Pablo P, Chen X, et al. Agopuntura per alleviare il dolore nei pazienti con artrite reumatoide: una revisione sistematica. Artrite Rheum. 2008; 59 (9): 1249-1256.
28. Kelly RB. Agopuntura per il dolore. Sono un medico di famiglia. 2009; 80 (5): 481-484.
29. Robinson V, Brosseau L, Casimiro L, et al. Termoterapico per il trattamento dell'artrite reumatoide. Cochrane Data base Syst Rev. 2002; 2 (2): CD002826.
30. Casimiro L, Brosseau L, Robinson V, et al. Ultrasuoni terapeutici per il trattamento dell'artrite reumatoide. Database Cochrane Syst Rev. 2002; 3 (3): CD003787.
31. Cameron M, Gagnier JJ, Chrubasik S. terapia a base di erbe per il trattamento dell'artrite reumatoide. Database Cochrane Syst Rev. 2011; (2): CD002948.
32. Brodin N, Eurenius E, Jensen I, et al. Coaching pazienti con artrite reumatoide precoce a sana attività fisica. Artrite Rheum. 2008; 59 (3): 325-331.
33. Baillet A, Payraud E, Niderprim VA, et al. Un programma di esercizi dinamici per migliorare la disabilità dei pazienti nell'artrite reumatoide: uno studio prospettico randomizzato controllato. Reumatologia (Oxford). 2009; 48 (4): 410-415.
34. Hurkmans E, van der Giesen FJ, Vliet Vlieland TP, et al. Programmi di esercizi dinamici (capacità aerobica e / o allenamento della forza muscolare) in pazienti con artrite reumatoide. Database Cochrane Syst Rev. 2009; (4): CD006853.
35. Han A, Robinson V, Judd M, et al. Tai chi per il trattamento dell'artrite reumatoide. Database Cochrane Syst Rev. 2004; (3): CD004849.
36. Evans S, Cousins ​​L, Tsao JC, et al. Uno studio controllato randomizzato che esamina lo yoga Iyengar per giovani adulti affetti da artrite reumatoide. Trials. 2011; 12: 19.
37. Katchamart W, Johnson S, Lin HJ, et al. Predittori per la remissione nei pazienti con artrite reumatoide: una revisione sistematica. Arthritis Care Res (Hoboken). 2010; 62 (8): 1128-1143.
38. Wolfe F, Zwillich SH. I risultati a lungo termine dell'artrite reumatoide: uno studio prospettico longitudinale di 23-anno della sostituzione totale dell'articolazione e dei suoi predittori nei pazienti 1,600 con artrite reumatoide. Artrite Rheum. 1998; 41 (6): 1072-1082.
39. Baecklund E, Iliadou A, Askling J, et al. Associazione di infiammazione cronica, non il suo trattamento, con aumento del rischio di linfoma nell'artrite reumatoide. Artrite Rheum. 2006; 54 (3): 692-701.
40. Friedewald VE, Ganz P, Kremer JM, et al. Consenso dell'editore AJC: artrite reumatoide e malattia cardiovascolare aterosclerotica. Sono J Cardiol. 2010; 106 (3): 442-447.
41. Atzeni F, Turiel M, Caporali R, et al. L'effetto della terapia farmacologica sul sistema cardiovascolare di pazienti con malattie reumatiche sistemiche. Autoimmun Rev. 2010; 9 (12): 835-839.

Chiudi fisarmonica
Artrite e trauma di imaging diagnostico alla caviglia e ai piedi II | El Paso, TX.

Artrite e trauma di imaging diagnostico alla caviglia e ai piedi II | El Paso, TX.

Frattura-lussazione di Lisfranc

artrite alla caviglia e trauma el paso tx.
  • Dislocazione M / C del piede all'articolazione tarsale-metatarsale (articolazione di Lisfranc). Impatto diretto o atterraggio e plantare o dorsale che flettono il piede. Il legamento di Lisfranc che tiene 2nd MT base e 1st Cu è strappato. Manifesti con o senza frattura-avulsione.
  • Imaging: 1a fase: radiografia del piede nella maggior parte dei casi sufficiente a Dx. MSK US può aiutare: mostra Cu1-Cu2 interrotto. Legamento e spazio allargato> 2.5 mm. La risonanza magnetica può aiutare ma non essenziale. Ausili visivi portanti Dx.
  • Tipi 2: omolaterali (1st MTP congiunto in contatto) e divergenti (2-5 MT spostato lateralmente e 1st MT medialmente)
  • Gestione: la fissazione operativa è fondamentale
  • NB La lussazione atraumatica di Lisfranc è una frequente complicazione di un piede diabetico di Charcot

Infortuni osteocondrali dell'astragalo (OCD)

artrite alla caviglia e trauma el paso tx.
  • Comune. Trovato non traumatico nella cupola talare superiore-mediale. Traumatico può influenzare la cupola supero-laterale.
  • Clinicamente: dolore / effusione / blocco. L'imaging è fondamentale.
  • Passo 1st: la radiografia può rivelare concavità / alone radiotrasparente focale, frammento.
  • MRI utile esp. se il DOC è cartilagineo e per dimostrare l'edema osseo.
  • Gestione: non operativa: cast a gamba tesa / immonbilization-4-6 wk. operativo: rimozione arthrocsopic.
  • Complicazioni: premessa 2nd DJD

Lesioni metatarsali

artrite alla caviglia e trauma el paso tx.
  • Le fratture acute e da stress sono comuni: m / c 5 ° MT e 2 °, 3 ° MT.
  • Jones Fx: Fx extra-articolare della metafisi prossimale dell'5th MT. Prone a non-unione. Spesso fissato operativamente.
  • Pseudo-Jones: Avulsione intra-articolare del 5 ° MT stiloide / base per contrazione eccentrica di Peroneo Brevis M. Gestito in modo conservativo: immobilizzazione con calco. Sia Jones che Pseudo-Jones Dx mediante radiografia in serie a piedi.
  • Stress Fx. Calcaneus, 2nd, 3rd, 5th MTs. Caricamento ripetuto (in corso) o "Piede di marcia" 2nd / 3rd MT. Clinicamente: dolore all'attività, ridotto dal riposo. Dx: raggi x spesso poco gratificanti in precedenza. MRI o MSK USA possono essere d'aiuto. Gestito: conservativo. complicazioni; progredire in Fx completo
  • Punta di tappeto erboso: iperestensione atletica comune di 1st MTP-sesamoid/ plantare il complesso della piastra è lacerante. 1st MTP instabile / libero. Gestito operativamente

Artrite del piede e della caviglia

artrite alla caviglia e trauma el paso tx.
  • DJD della caviglia: non comune un OA primario. Generalmente si sviluppa come 2nd a trauma / AVN, RA, CPPD, artropatia emofilica, artrite idiopatica giovanile, ecc. Si manifesta come DJD: osteofiti, JSL, cisti subcondrali tutti visti su raggi X
  • Artrite infiammatoria: RA potrebbe svilupparsi nel caviglia o qualsiasi articolazione sinoviale. In genere si presenta inizialmente con mani / piedi RA simmetrici (2nd, 3rd MCP, polsi, MTP in piedi) solitamente con erosione, JSL uniforme, osteopenia iuxta-articolare e sublussazioni ritardate.
  • Spondiloartropatie HLA-B27: comunemente colpiscono gli arti inferiori: tallone, caviglia esp in Reattivo (Reiter). La proliferazione ossea erosiva-produttiva è una Dx cruciale.
  • Artrite gottosa: comune negli arti inferiori. Caviglie, piedi medio-piedi esp 1st MTP. Esordio iniziale: artrite gottosa acuta con effusione ST e assenza di erosioni / tophi. Gola topica cronica: erosioni perforate peri-articolari, intra-ossee con bordi sporgenti, nessuna iniziale JSL / osteopenia, ST. Tophi può essere visto.
  • Artropatia varie: PVNS. Non comune. Colpisce 3-4th decenni di vita. Il risultato della proliferazione sinoviale con macrofagi e cellule giganti multi-nucleate piene di emosiderina e accumulo di grasso può portare a infiammazioni, danni alla cartilagine, erosioni ossee estrinseche. Dx: i raggi X sono insensibilità, modalità di scelta RM. Biopsia sinoviale. Gestione: operativa, può essere difficile.

Osteoartropatia neuropatica

artrite alla caviglia e trauma el paso tx.
  • (L'articolazione di Charcot) Epidemia comune e in aumento d / t nel tipo 2 DM. Può presentarsi inizialmente con dolore (50% dei casi) e artropatia distruttiva indolore come manifestazione tardiva. Early Dx: ritardato. L'imaging è cruciale: i raggi X: inizialmente non ricompensati, si osserva un po 'di effusione di SF. La risonanza magnetica aiuta a scaricare in anticipo Dx e alle estremità. Late Dx: dislocazioni irreversibili, collasso, disabilità. Nota: dislocazione di Lisfrance in comune di Charcot
  • M / C metà del piede (articolazione TM) in 40% dei casi, caviglia 15%. Progressione: piede con fondo a punta, ulcerazioni, infezioni, aumento della morbilità e mortalità.
  • Early Dx: da MRI è cruciale. Sospettarlo in pazienti con tipo 2 DM, specialmente se riferito a dolore alla gamba / caviglia non traumatico precoce.

Imaging della caviglia e del piede

 

Come l'artrite può colpire il ginocchio

Come l'artrite può colpire il ginocchio

L'artrite è caratterizzata come l'infiammazione di una o più articolazioni. I sintomi più comuni dell'artrite includono dolore e disagio, gonfiore, infiammazione e rigidità, tra gli altri. L'artrite può colpire qualsiasi articolazione del corpo umano, tuttavia, si sviluppa comunemente nel ginocchio. L'artrite al ginocchio può rendere difficili le attività fisiche quotidiane. I tipi più diffusi di artrite sono l'artrosi e l'artrite reumatoide, sebbene esistano ben oltre 100 forme distinte di artrite, che colpiscono allo stesso modo bambini e adulti. Sebbene non esista una cura per l'artrite, molti approcci terapeutici possono aiutare a curarne i sintomi artrite al ginocchio.

 

Anatomia del ginocchio

Il ginocchio è l'articolazione più grande e più forte del corpo umano. È costituito dall'estremità inferiore del femore, o dal femore, dall'estremità superiore dello stinco o della tibia e dalla rotula o dalla rotula. Le estremità delle tre ossa sono ricoperte di cartilagine articolare, una struttura liscia e scivolosa che protegge e ammortizza le ossa quando si piega e si raddrizza il ginocchio.

Due parti di cartilagine a forma di cuneo, note come menisco, funzionano come ammortizzatori tra le ossa del ginocchio per aiutare ad attutire l'articolazione e fornire stabilità. L'articolazione del ginocchio è anche circondata da un sottile rivestimento noto come membrana sinoviale. Questa membrana rilascia un fluido che lubrifica la cartilagine e aiuta anche a ridurre l'attrito nel ginocchio. I tipi significativi di artrite che colpiscono il ginocchio includono artrosi, artrite reumatoide e artrite post-traumatica.

 

L'osteoartrite

L'osteoartrite è il tipo più comune di artrite che colpisce l'articolazione del ginocchio. Questa forma di artrite è un problema di salute degenerativo e di usura che si verifica più comunemente nelle persone di età pari o superiore a 50 anni, tuttavia, può svilupparsi anche nei giovani.

Nell'osteoartrosi, la cartilagine dell'articolazione del ginocchio si consuma gradualmente. Man mano che la cartilagine si consuma, la distanza tra le ossa diminuisce. Ciò può provocare sfregamento osseo e può creare speroni ossei dolorosi. L'osteoartrite si sviluppa generalmente lentamente ma il dolore può peggiorare nel tempo.

 

Artrite reumatoide

L'artrite reumatoide è un problema di salute cronico che colpisce più articolazioni in tutto il corpo, in particolare l'articolazione del ginocchio. L'AR è anche simmetrica, il che significa che spesso colpisce la stessa articolazione su ciascun lato del corpo umano.

Nell'artrite reumatoide, la membrana sinoviale che copre l'articolazione del ginocchio si infiamma e si gonfia, causando dolore, disagio e rigidità al ginocchio. L'AR è una malattia autoimmune, il che significa che il sistema immunitario attacca i propri tessuti molli. Il sistema immunitario attacca i tessuti sani, inclusi tendini, legamenti e cartilagine, oltre ad ammorbidire l'osso.

 

Artrite post-traumatica

L'artrite post-traumatica è una forma di artrite che si sviluppa dopo un danno o una lesione al ginocchio. Ad esempio, l'articolazione del ginocchio può essere danneggiata da un osso rotto o frattura e provocare artrite post-traumatica anni dopo la lesione iniziale. Le lacrime del menisco e le lesioni ai legamenti possono causare un'ulteriore usura dell'articolazione del ginocchio, che nel tempo può portare ad artrite e altri problemi.

 

Sintomi di artrite al ginocchio

I sintomi più comuni dell'artrite al ginocchio includono dolore e fastidio, infiammazione, gonfiore e rigidità. Sebbene sia probabile un esordio improvviso, i sintomi dolorosi generalmente si sviluppano gradualmente nel tempo. Ulteriori sintomi di artrite al ginocchio possono essere riconosciuti come segue:

 

  • L'articolazione può diventare rigida e gonfia, rendendo difficile piegare e raddrizzare il ginocchio.
  • Gonfiore e infiammazione possono essere peggiori al mattino, o seduti o riposati.
  • L'attività vigorosa potrebbe causare il riacutizzarsi del dolore.
  • Frammenti sciolti di cartilagine e altri tessuti molli possono interferire con il movimento regolare delle articolazioni, causando il blocco o l'aderenza del ginocchio al movimento. Potrebbe anche scricchiolare, fare clic, scattare o fare un suono stridente, noto come crepitio.
  • Il dolore può causare senso di affaticamento o cedimento del ginocchio.
  • Molte persone con artrite possono anche descrivere un aumento del dolore alle articolazioni con il tempo piovoso e i cambiamenti climatici.

 

 

Diagnosi per l'artrite del ginocchio

Durante l'appuntamento del paziente per la diagnosi di artrite al ginocchio, l'operatore sanitario parlerà dei sintomi e della storia medica, oltre a condurre un esame fisico. Il medico può anche ordinare test diagnostici per immagini, come raggi X, risonanza magnetica o esami del sangue per ulteriori diagnosi. Durante l'esame obiettivo, il medico cercherà:

 

  • Infiammazione, gonfiore, calore o arrossamento delle articolazioni
  • Tenerezza intorno all'articolazione del ginocchio
  • Assortimento di movimento passivo e attivo
  • Instabilità dell'articolazione del ginocchio
  • Crepitio, la sensazione di grattugiare all'interno dell'articolazione, con movimento
  • Dolore quando il peso è posizionato sul ginocchio
  • Problemi con andatura, o modo di camminare
  • Eventuali segni di danni o lesioni a muscoli, tendini e legamenti che circondano l'articolazione del ginocchio
  • Coinvolgimento di articolazioni addizionali (un indicatore dell'artrite reumatoide)

 

Test diagnostici di imaging

 

  • Radiografie. Questi test diagnostici di imaging producono immagini di strutture compatte, come le ossa. Possono aiutare a distinguere tra varie forme di artrite. I raggi X per l'artrite del ginocchio possono dimostrare una porzione della distanza articolare, i cambiamenti nell'osso e la formazione di speroni ossei, noti come osteofiti.
  • Test aggiuntivi A volte, per accertare le condizioni dell'osso e dei tessuti molli del ginocchio, sono necessarie la risonanza magnetica o la risonanza magnetica, le scansioni, la tomografia computerizzata o la TC, le scansioni o le scansioni ossee.

 

Analisi del sangue

Il medico può anche consigliarti degli esami del sangue per determinare il tipo di artrite che hai. Con alcuni tipi di artrite, come l'artrite reumatoide, gli esami del sangue possono aiutare con la corretta identificazione della malattia.

 

Dr Jimenez White Coat
Sebbene l'articolazione del ginocchio sia una delle articolazioni più forti e più grandi del corpo umano, è spesso incline a subire danni o lesioni, risultando in una varietà di condizioni. Inoltre, tuttavia, altri problemi di salute, come l'artrite, possono influire sull'articolazione del ginocchio. In rete per la maggior parte delle assicurazioni di El Paso, TX, la cura chiropratica può aiutare ad alleviare i sintomi dolorosi associati all'artrite del ginocchio, tra gli altri problemi di salute. Dr. Alex Jimenez DC, CCST Insight

ï ¿½

Trattamento per l'artrite al ginocchio

 

Trattamento non chirurgico

Gli approcci terapeutici non chirurgici sono spesso raccomandati prima di considerare il trattamento chirurgico per l'artrite del ginocchio. Gli operatori sanitari possono raccomandare una varietà di opzioni di trattamento, tra cui la cura chiropratica, la terapia fisica e le modifiche dello stile di vita, tra le altre.

ï ¿½ Modifiche allo stile di vita Alcune modifiche dello stile di vita possono aiutare a proteggere l'articolazione del ginocchio e impedire il progresso dell'artrite. Ridurre al minimo le attività fisiche che aggravano la condizione, metterà meno sforzo sul ginocchio. Perdere peso può anche aiutare a ridurre lo stress e la pressione sull'articolazione del ginocchio, causando sintomi meno dolorosi e una maggiore funzionalità.

ï ¿½ Cura chiropratica e terapia fisica.La cura chiropratica utilizza aggiustamenti chiropratici per tutto il corpo per ripristinare con attenzione eventuali disallineamenti o sublussazioni della colonna vertebrale che potrebbero causare sintomi, inclusa l'artrite. Il medico può anche raccomandare la terapia fisica per creare un programma di esercizi e attività fisica personalizzato per le esigenze di ogni paziente. Esercizi specifici aiuteranno ad aumentare la gamma di movimento e resistenza, oltre a rafforzare i muscoli degli arti inferiori.

ï ¿½ Ausili. L'uso di dispositivi di assistenza, come un bastone, scarpe o inserti che assorbono gli urti, o un tutore o una ginocchiera, può ridurre i sintomi dolorosi. Un tutore aiuta con la funzione e la stabilità e può essere particolarmente utile se l'artrite si basa su un lato del ginocchio. Esistono due tipi di parentesi che vengono spesso utilizzati per l'artrite del ginocchio: un tutore "scaricatore" sposta il peso dalla sezione interessata del ginocchio, mentre un tutore di "supporto" aiuta a sostenere l'intero carico del ginocchio.

ï ¿½ Farmaci e / o farmaci. Diversi tipi di farmaci sono utili nel trattamento dell'artrite del ginocchio. Dal momento che le persone rispondono in modo diverso ai farmaci, il medico lavorerà a stretto contatto con voi per determinare i farmaci e i dosaggi che sono sicuri ed efficaci per voi.

 

Trattamento chirurgico

L'operatore sanitario può raccomandare un trattamento chirurgico se l'artrite al ginocchio del paziente causa una grave disabilità e solo se il problema non viene risolto con un trattamento non chirurgico. Come tutti gli interventi chirurgici, ci sono alcuni rischi e complicazioni con il trattamento chirurgico per l'artrite del ginocchio. Il medico discuterà i possibili problemi con il paziente.

ï ¿½ Artroscopia. Durante l'artroscopia, i medici usano strumenti e piccole incisioni per diagnosticare e trattare i problemi dell'articolazione del ginocchio. La chirurgia artroscopica non viene frequentemente utilizzata nel trattamento dell'artrite del ginocchio. Nei casi in cui l'osteoartrite è accompagnata da una lesione meniscale degenerativa, la chirurgia artroscopica può essere utile per trattare il menisco lacerato.

ï ¿½ Innesto di cartilagine Il normale tessuto cartilagineo può essere prelevato da una banca di tessuti o attraverso una parte diversa del ginocchio per riempire un foro nella cartilagine articolare. Questo processo è in genere considerato solo per i pazienti più giovani.

ï ¿½ Sinoviectomia. Il rivestimento danneggiato dall'artrite reumatoide viene eliminato per ridurre gonfiore e dolore.

ï ¿½ Osteotomia. In un'osteotomia del ginocchio, la tibia (tibia) o il femore (femore) vengono tagliati, quindi rimodellati per alleviare lo stress e la pressione sull'articolazione del ginocchio. L'osteotomia del ginocchio viene utilizzata quando l'artrosi in stadio iniziale ha danneggiato un aspetto dell'articolazione del ginocchio. Modificando la distribuzione del peso, questo può alleviare e migliorare la funzione del ginocchio.

ï ¿½ Sostituzione totale o parziale del ginocchio (artroplastica).Il medico rimuoverà l'osso e la cartilagine danneggiati, quindi posizionerà nuove superfici di plastica o metallo per ripristinare la funzione del ginocchio e delle sue strutture circostanti.

A seguito di qualsiasi tipo di intervento chirurgico per l'artrosi del ginocchio comporterà un periodo di recupero. Il tempo di recupero e la riabilitazione dipenderanno dal tipo di intervento chirurgico eseguito. È essenziale parlare con il tuo medico per determinare la migliore opzione di trattamento per la tua artrite al ginocchio. Lo scopo delle nostre informazioni è limitato ai problemi di salute della colonna vertebrale e della chiropratica. Per discutere l'argomento, non esitate a chiedere al Dr. Jimenez o contattarci a 915-850-0900 .

A cura del Dr. Alex Jimenez

 

Pulsante Green Call Now H .png
ï ¿½

Discussione aggiuntiva sull'argomento: alleviare il dolore al ginocchio senza chirurgia

Il dolore al ginocchio è un sintomo ben noto che può verificarsi a causa di una varietà di lesioni al ginocchio e / o condizioni, tra cui lesioni sportive. Il ginocchio è una delle articolazioni più complesse del corpo umano in quanto è costituito dall'intersezione di quattro ossa, quattro legamenti, vari tendini, due menischi e cartilagine. Secondo l'American Academy of Family Physicians, le cause più comuni di dolore al ginocchio sono la sublussazione patellare, la tendinite rotulea o il ginocchio del saltatore e la malattia di Osgood-Schlatter. Anche se il dolore al ginocchio è più probabile che si verifichi nelle persone sopra 60 anni, il dolore al ginocchio può verificarsi anche nei bambini e negli adolescenti. Il dolore al ginocchio può essere trattato a casa seguendo i metodi del RISO, tuttavia, gravi lesioni al ginocchio possono richiedere cure mediche immediate, inclusa la cura chiropratica.

 

foto di blog del fumetto carta ragazzo

EXTRA EXTRA | ARGOMENTO IMPORTANTE: El Paso, TX Chiropratico consigliato

ï ¿½
La scienza basilare del ginocchio umano Struttura, composizione e funzione dei menischi

La scienza basilare del ginocchio umano Struttura, composizione e funzione dei menischi

Lo ginocchio è una delle articolazioni più complesse del corpo umano, costituita dal femore, dal femore, dallo stinco o dalla tibia e dalla rotula o dalla rotula, tra gli altri tessuti molli. I tendini collegano le ossa ai muscoli mentre i legamenti connettono le ossa dell'articolazione del ginocchio. Due pezzi di cartilagine a forma di cuneo, conosciuti come il menisco, forniscono stabilità all'articolazione del ginocchio. Lo scopo dell'articolo qui sotto è quello di dimostrare e discutere l'anatomia dell'articolazione del ginocchio e dei suoi tessuti molli circostanti.

 

Astratto

 

  • Background: Le informazioni riguardanti la struttura, la composizione e la funzione dei menischi del ginocchio sono state sparse in più fonti e campi. Questa recensione contiene una descrizione concisa e dettagliata dei menischi del ginocchio che include anatomia, etimologia, filogenesi, ultrastruttura e biochimica, anatomia vascolare e neuroanatomia, funzione biomeccanica, maturazione e invecchiamento e modalità di imaging.
  • Acquisizione di prove: Una ricerca bibliografica è stata eseguita da una revisione di articoli PubMed e OVID pubblicati da 1858 a 2011.
  • risultati: Questo studio evidenzia le caratteristiche strutturali, compositive e funzionali dei menischi, che possono essere rilevanti per le presentazioni cliniche, la diagnosi e le riparazioni chirurgiche.
  • Conclusioni: Una comprensione della normale anatomia e della biomeccanica dei menischi è un prerequisito necessario per comprendere la patogenesi dei disturbi che coinvolgono il ginocchio.
  • parole chiave: ginocchio, menisco, anatomia, funzione

 

Introduzione

 

Una volta descritti come un residuo embrionale privo di funzione, 162 i menischi sono ora noti per essere vitali per la normale funzione e la salute a lungo termine dell'articolazione del ginocchio. e nutrizione all'articolazione del ginocchio.4,91,152,153

 

Le lesioni ai menischi sono riconosciute come causa di una significativa morbidità muscolo-scheletrica. La struttura unica e complessa del menisco rende il trattamento e la riparazione impegnativi per il paziente, il chirurgo e il fisioterapista. Inoltre, il danno a lungo termine può portare a cambiamenti degenerativi delle articolazioni come la formazione di osteofiti, la degenerazione della cartilagine articolare, il restringimento dello spazio articolare e l'osteoartrite sintomatica.36,45,92 La conservazione del menisco dipende dal mantenimento della loro composizione e organizzazione distintive.

 

Anatomia dei Menisci

 

Etimologia meniscale

 

La parola menisco deriva dalla parola greca m? Niskos, che significa "mezzaluna", diminutivo di m? N ?, che significa "luna".

 

Filogenesi meniscale e anatomia comparata

 

Gli ominidi presentano caratteristiche anatomiche e funzionali simili, tra cui un femore distale bicondilare, legamenti crociato intra-articolari, menischi e collaterali asimmetrici.40,66 Queste caratteristiche morfologiche simili riflettono un lignaggio genetico condiviso che può essere ricondotto a più di 300 milioni di anni.40,66,119

 

Nella stirpe dei primati che conduce all'uomo, gli ominidi si sono evoluti in posizione bipede circa 3-4 milioni di anni fa, e da 1.3 milioni di anni è stata stabilita la moderna articolazione femoro-rotulea (con una sfaccettatura rotuleo laterale più lunga e troclea femorale laterale corrispondente). ha studiato la transizione dal bipedismo occasionale al bipedismo permanente e ha osservato che i primati contengono un menisco fibrocartilagineo mediale e laterale, con il menisco mediale morfologicamente simile in tutti i primati (a forma di mezzaluna con 164 inserzioni tibiali) .2 Al contrario, il menisco laterale è stato osservato essere più variabile nella forma. Unica nell'Homo sapiens è la presenza di 163 inserzioni tibiali 2 anteriore e 1 posteriore che indicano una pratica abituale dei movimenti di estensione completa dell'articolazione del ginocchio durante le fasi di appoggio e oscillazione della deambulazione bipede.1

 

Embriologia e sviluppo

 

La forma caratteristica dei menischi laterale e mediale è raggiunta tra la 8th e la 10th settimana di gestazione. 53,60 Derivano da una condensazione dello strato intermedio di tessuto mesenchimale per formare attaccamenti alla capsula articolare circostante. 31,87,110 I menisco in via di sviluppo sono altamente cellulari e vascolare, con l'apporto di sangue che entra dalla periferia e si estende attraverso l'intera larghezza dei menischi.31 Mentre il feto continua a svilupparsi, vi è una graduale diminuzione della cellularità dei menischi con un concomitante aumento del contenuto di collagene in una circonferenziale disposizione.30,31 Il movimento articolare e lo stress postnatale del peso sono fattori importanti nel determinare l'orientamento delle fibre di collagene. Dall'età adulta, solo il 10% periferico a 30% ha un apporto di sangue.12,31

 

Nonostante questi cambiamenti istologici, la proporzione del plateau tibiale coperta dal corrispondente menisco è relativamente costante durante lo sviluppo fetale, con i menischi mediale e laterale che coprono approssimativamente 60% e 80% delle aree superficiali, rispettivamente.31

 

Corso di anatomia

 

Esame lordo del menisco del ginocchio rivela un tessuto liscio e lubrificato (Figura 1). Si tratta di cunei a forma di mezzaluna di fibrocartilagine situati sugli aspetti mediale e laterale dell'articolazione del ginocchio (Figura 2A). Il bordo periferico, vascolare (noto anche come zona rossa) di ciascun menisco è spesso, convesso e attaccato alla capsula articolare. Il bordo più interno (noto anche come zona bianca) si assottiglia verso un sottile bordo libero. Le superfici superiori dei menischi sono concave, consentendo un'articolazione efficace con i rispettivi condili femorali convessi. Le superfici inferiori sono piatte per accogliere il piatto tibiale (Figura 1) .28,175

 

image-7.png

 

 

Menisco mediale Il menisco mediano semicircolare misura circa 35 mm di diametro (anteriore a posteriore) ed è significativamente più ampio posteriormente di quanto non sia anteriormente. 175 Il corno anteriore è attaccato all'altopiano della tibia vicino alla fossa intercondilare anteriore al legamento crociato anteriore (LCA). Vi è una variabilità significativa nella posizione di attacco del corno anteriore del menisco mediale. Il corno posteriore è attaccato alla fossa intercondiloidea posteriore della tibia tra il menisco laterale e il legamento crociato posteriore (PCL; Figure 1 e and2B) .2B). Johnson e altri hanno riesaminato i siti di inserzione tibiale dei menischi e le loro relazioni topografiche ai punti di riferimento anatomici circostanti del ginocchio. 82 Hanno trovato che i siti di inserimento del corno anteriore e posteriore del menisco mediale erano più grandi di quelli del menisco laterale. L'area del sito di inserzione del corno anteriore del menisco mediale era la più ampia in assoluto, misurando 61.4 mm2, mentre il corno posteriore del menisco laterale era il più piccolo, a 28.5 mm2.82

 

La porzione tibiale dell'attacco capsulare è il legamento coronarico. Nel suo punto medio, il menisco mediale è più saldamente attaccato al femore attraverso una condensazione nella capsula articolare nota come legamento collaterale mediale profondo.175 Il legamento trasversale, o intermeniscale, è una fascia fibrosa di tessuto che collega il corno anteriore del menisco mediale al corno anteriore del menisco laterale (Figure 1 e and2A2A).

 

Menisco laterale. Il menisco laterale è quasi circolare, con una larghezza approssimativamente uniforme da anteriore a posteriore (Figure 1 e and2A) .2A). Occupa una porzione maggiore (~ 80%) della superficie articolare rispetto al menisco mediale (~ 60%) ed è più mobile.10,31,165 Entrambe le corna del menisco laterale sono attaccate alla tibia. L'inserzione del corno anteriore del menisco laterale si trova anteriormente all'eminenza intercondiloidea e adiacente all'ampio sito di attacco dell'ACL (Figura 2B) .9,83 Il corno posteriore del menisco laterale si inserisce posteriormente alla colonna tibiale laterale e appena anteriore a l'inserimento del corno posteriore del menisco mediale (Figura 2B) .83 Il menisco laterale è attaccato vagamente al legamento capsulare; tuttavia, queste fibre non si attaccano al legamento collaterale laterale. Il corno posteriore del menisco laterale si attacca all'aspetto interno del condilo mediale del femore attraverso i legamenti meniscofemoral anteriore e posteriore di Humphrey e Wrisberg, rispettivamente, che hanno origine vicino all'origine del PCL (Figure 1 e and22) .75

 

Legamenti meniscofemoral. La letteratura riporta significative incongruenze nella presenza e dimensione dei legamenti meniscofemorali del menisco laterale. Potrebbe non essercene nessuno, 1, 2 o 4.? Quando presenti, questi legamenti accessori sono trasversali dal corno posteriore del menisco laterale all'aspetto laterale del condilo femorale mediale. Si inseriscono immediatamente adiacente all'attacco femorale del PCL (Figure 1 e e 22).

 

In una serie di studi, Harner et al. Hanno misurato l'area della sezione trasversale dei legamenti e hanno rilevato che il legamento meniscofemorale mediava il 20% della dimensione del PCL (range, 7% -35%). 69,70 Tuttavia, la dimensione del la sola area inserzionale senza conoscenza dell'angolo inserzionale o della densità del collagene non indica la loro forza relativa. 115 La funzione di questi legamenti rimane sconosciuta; possono tirare il corno posteriore del menisco laterale in una direzione anteriore per aumentare la congruità della fossa meniscotibiale e il condilo femorale laterale.75

 

Ultrastruttura e biochimica

 

Matrice extracellulare

 

Il menisco è una matrice extracellulare densa (ECM) composta principalmente da acqua (72%) e collagene (22%), interposta con le cellule.9,55,56,77 Proteoglicani, proteine ​​non collagene e glicoproteine ​​rappresentano il peso a secco rimanente. Le cellule meniscali sintetizzano e mantengono l'ECM, che determina le proprietà del materiale del tessuto.

 

Le cellule dei menischi sono indicate come fibrocondrociti perché sembrano essere una miscela di fibroblasti e condrociti.111,177 Le cellule nello strato più superficiale dei menischi sono fusiformi o fusiformi (più fibroblastici), mentre le cellule si trovano più in profondità nel il menisco è ovoidale o poligonale (più condrocitario) .55,56,178 La morfologia cellulare non differisce tra le posizioni periferiche e centrali nei menischi.56

 

Entrambi i tipi di cellule contengono abbondante reticolo endoplasmatico e complesso di Golgi. I mitocondri vengono solo occasionalmente visualizzati, suggerendo che la via principale per la produzione di energia dei fibrocondrociti nel loro ambiente avascolare è probabilmente la glicolisi anaerobica.112

 

Acqua

 

Nei normali menischi sani, il fluido tissutale rappresenta 65% a 70% del peso totale. La maggior parte dell'acqua viene trattenuta all'interno del tessuto nei domini solventi dei proteoglicani. Il contenuto di acqua del tessuto meniscale è più alto nelle aree posteriori rispetto alle aree centrale o anteriore; campioni di tessuto da strati superficiali e più profondi hanno contenuti simili.135

 

Sono necessarie grandi pressioni idrauliche per superare la resistenza di attrito di forzare il flusso di fluido attraverso il tessuto meniscale. Pertanto, le interazioni tra l'acqua e la struttura macromolecolare della matrice influenzano significativamente le proprietà viscoelastiche del tessuto.

 

collageni

 

I collageni sono i principali responsabili della resistenza alla tensione dei menischi; essi contribuiscono fino al 75% del peso secco dell'ECM.77 L'ECM è composto principalmente da collagene di tipo I (90% peso secco) con quantità variabili di tipi II, III, V e VI.43,44,80,112,181 La predominanza del tipo I il collagene distingue la fibrocartilagine dei menischi dalla cartilagine articolare (ialina). I collageni sono fortemente reticolati da idrossilpiridinio aldeidi. 44

 

La disposizione delle fibre di collagene è ideale per trasferire un carico di compressione verticale in sollecitazioni circonferenziali a cerchio (Figura 3) .57 Le fibre di collagene di tipo I sono orientate circonferenzialmente negli strati più profondi del menisco, parallelamente al bordo periferico. Queste fibre fondono le connessioni legamentose delle corna meniscali alla superficie articolare tibiale (Figura 3) .10,27,49,156 Nella regione più superficiale dei menischi, le fibre di tipo I sono orientate in una direzione più radiale. Anche le fibre di legatura orientate radialmente sono presenti nella zona profonda e sono intervallate o intrecciate tra le fibre circonferenziali per fornire integrità strutturale (Figura 3). # Nell'ECM dei menischi umani sono presenti detriti lipidici e corpi calcificati.54 I corpi calcificati contengono lunghi e sottili cristalli di fosforo, calcio e magnesio all'analisi roentgenografica con sonda elettronica.54 La funzione di questi cristalli non è completamente compresa, ma si ritiene che possano svolgere un ruolo nell'infiammazione articolare acuta e nelle artropatie distruttive.

 

 

Le proteine ​​a matrice non collagena, come la fibronectina, contribuiscono con 8% a 13% del peso secco organico. La fibronectina è coinvolta in molti processi cellulari, tra cui la riparazione dei tessuti, l'embriogenesi, la coagulazione del sangue e la migrazione / adesione cellulare. L'elastina forma meno del 0.6% del peso secco del menisco; la sua localizzazione ultrastrutturale non è chiara. È probabile che interagisca direttamente con il collagene per fornire resilienza al tessuto. **

 

proteoglicani

 

Situato all'interno di una sottile rete di fibrille di collagene, i proteoglicani sono molecole idrofiliche di grandi dimensioni caricate negativamente, che contribuiscono con 1% a 2% di peso secco. 58 Sono costituite da una proteina centrale con 1 o più catene di glicosaminoglicani associate in modo covalente (Figura 4) .122 La dimensione di queste molecole è ulteriormente aumentata dall'interazione specifica con l'acido ialuronico. 67,72 La quantità di proteoglicani nel menisco è di un ottavo rispetto alla cartilagine articolare, 2,3 e ci possono essere variazioni considerevoli a seconda del sito del campione e dell'età di il paziente.49

 

 

In virtù della loro struttura specializzata, dell'elevata densità di carica fissa e delle forze di repulsione carica-carica, i proteoglicani nell'ECM sono responsabili dell'idratazione e forniscono al tessuto un'elevata capacità di resistere ai carichi di compressione. il menisco è costituito da condroitina-6-solfato (40%), condroitina-4-solfato (dal 10% al 20%), dermatan solfato (dal 20% al 30%) e cheratina solfato (15%; Figura 4) .65,77,99,159 , 58,77 Le concentrazioni più elevate di glicosaminoglicani si trovano nelle corna meniscali e nella metà interna dei menischi nelle aree portanti primarie.XNUMX

 

Aggrecan è il principale proteoglicano trovato nei menischi umani ed è in gran parte responsabile delle loro proprietà viscoelastiche compressive (Figura 5). I proteoglicani più piccoli, come decorin, biglycan e fibromodulina, si trovano in quantità minori.124,151 L'esosamina contribuisce 1% al peso secco di ECM.57,74 Le funzioni precise di ciascuno di questi piccoli proteoglicani sul menisco non sono state ancora completamente chiarite.

 

 

Glicoproteine ​​a matrice

 

La cartilagine meniscale contiene una gamma di glicoproteine ​​della matrice, le cui identità e funzioni devono ancora essere determinate. L'elettroforesi e la successiva colorazione dei gel di poliacrilammide rivelano bande con pesi molecolari che variano da pochi kilodaltons a più di 200 kDa.112 Queste molecole di matrice includono le proteine ​​di collegamento che stabilizzano gli aggregati di acido ialuronico proteoglicano e una proteina di 116 kDa di funzione sconosciuta.46 Questa proteina risiede nella matrice sotto forma di complesso di legami disolfuro ad alto peso molecolare.46 Studi di immunolocalizzazione suggeriscono che si trova prevalentemente intorno ai fasci di collagene nella matrice interterritoriale.47

 

Le glicoproteine ​​adesive costituiscono un sottogruppo delle glicoproteine ​​della matrice. Queste macromolecole sono parzialmente responsabili del legame con altre molecole e / o cellule della matrice. Tali molecole di adesione intermolecolari sono quindi componenti importanti nell'organizzazione supramolecolare delle molecole extracellulari del menisco.150 Sono state identificate tre molecole all'interno del menisco: collagene di tipo VI, fibronectina e trombospondina.112,118,181

 

Anatomia vascolare

 

Il menisco è una struttura relativamente avascolare con un limitato apporto di sangue periferico. Le arterie mediali, laterali e mediamente geniculate (che si dipartono dall'arteria poplitea) forniscono la vascolarizzazione maggiore agli aspetti inferiori e superiori di ciascun menisco (Figura 5). 9,12,33-35,148 L'arteria geniculata media è un piccolo ramo posteriore che perfora il legamento popliteo obliquo all'angolo posteromediale dell'articolazione tibiofemorale. Una rete capillare premeniscale derivante dai rami di queste arterie ha origine all'interno dei tessuti sinoviali e capsulari del ginocchio lungo la periferia dei menischi. Il 10% periferico a 30% del margine del menisco mediale e il 10% a 25% del menisco laterale sono relativamente ben vascolarizzati, con importanti implicazioni per la guarigione del menisco (Figura 6) .12,33,68 I vasi endoligamentosi delle corna anteriori e posteriori viaggiano a breve distanza nella sostanza dei menischi e forma dei cappi terminali, fornendo una via diretta per il nutrimento.33 La porzione rimanente di ciascun menisco (65% a 75%) riceve nutrimento dal liquido sinoviale tramite diffusione o pompaggio meccanico (cioè, movimento articolare) .116,120

 

 

Bird e Sweet esaminarono i menischi di animali e umani usando l'elettronica a scansione e la microscopia ottica. 23,24 Osservarono strutture simili a canali che si aprivano in profondità nella superficie dei menischi. Questi canali possono svolgere un ruolo nel trasporto di liquidi all'interno del menisco e possono trasportare nutrienti dal liquido sinoviale e dai vasi sanguigni alle sezioni avascolari del menisco.23,24 Tuttavia, sono necessari ulteriori studi per chiarire l'esatto meccanismo con cui fornisce il movimento meccanico nutrizione alla porzione avascolare dei menischi.

 

Neuroanatomy

 

L'articolazione del ginocchio è innervata dal ramo articolare posteriore del nervo tibiale posteriore e dai rami terminali dell'otturatore e dei nervi femorali. La porzione laterale della capsula è innervata dal ricorrente ramo peroneo del nervo peroneo comune. Queste fibre nervose penetrano nella capsula e seguono l'apporto vascolare alla porzione periferica dei menischi e le corna anteriori e posteriori, dove è concentrata la maggior parte delle fibre nervose.52,90 Il terzo esterno del corpo del menisco è più densamente innervato rispetto al Terzo medio. 183,184 Durante gli estremi di flessione e estensione del ginocchio, le corna meniscali sono stressate e l'input afferente è probabilmente maggiore in queste posizioni estreme.183,184

 

I meccanocettori all'interno dei menischi funzionano come trasduttori, convertendo lo stimolo fisico di tensione e compressione in uno specifico impulso nervoso elettrico. Studi sui menischi umani hanno identificato 3 meccanorecettori morfologicamente distinti: terminazioni Ruffini, corpuscoli paciniani e organi tendinei del Golgi. I meccanocettori di tipo I (Ruffini) sono a bassa soglia e si adattano lentamente ai cambiamenti nella deformazione e pressione articolare. I meccanocettori di tipo II (Paciniano) sono a bassa soglia e si adattano rapidamente ai cambiamenti di tensione. Il tipo III (Golgi) sono meccanocettori ad alta soglia, che segnalano quando l'articolazione del ginocchio si avvicina al range di movimento terminale e sono associati all'inibizione neuromuscolare. Questi elementi neurali sono stati trovati in maggiore concentrazione nelle corna meniscali, in particolare nel corno posteriore.

 

Le componenti asimmetriche del ginocchio agiscono di concerto come un tipo di trasmissione biologica che accetta, trasferisce e dissipa i carichi lungo il femore, la tibia, la rotula e il femore.41 I legamenti agiscono come un collegamento adattivo, con i menischi che rappresentano i cuscinetti mobili. Diversi studi hanno riportato che vari componenti intra-articolari del ginocchio sono sensoriali, in grado di generare segnali neurosensoriali che raggiungono livelli spinali, cerebellari e superiori del sistema nervoso centrale. Si ritiene che questi segnali neurosensoriali determinino la percezione cosciente e siano importanti per la normale funzione dell'articolazione del ginocchio e per il mantenimento dell'omeostasi dei tessuti.42

Dr Jimenez White Coat

Il menisco è la cartilagine che fornisce integrità strutturale e funzionale al ginocchio. I menischi sono due cuscinetti di tessuto fibrocartilagineo che diffondono l'attrito nell'articolazione del ginocchio quando subiscono tensioni e torsioni tra lo stinco, o la tibia e l'osso della coscia o il femore. La comprensione dell'anatomia e della biomeccanica dell'articolazione del ginocchio è essenziale per la comprensione delle lesioni e / o delle condizioni del ginocchio. Dr. Alex Jimenez DC, CCST Insight

ï ¿½

Funzione biomeccanica

 

La funzione biomeccanica del menisco è un riflesso dell'anatomia macroscopica e ultrastrutturale e della sua relazione con le strutture intra-articolari ed extra-articolari circostanti. I menischi svolgono molte importanti funzioni biomeccaniche. Contribuiscono alla trasmissione del carico, all'assorbimento degli urti, 10,49,94,96,170 stabilità, 51,100,101,109,155 nutrizione, 23,24,84,141 lubrificazione articolare, 102-104,141 e propriocezione.5,15,81,88,115,147 Servono anche a diminuire il contatto sollecita e aumenta l'area di contatto e la congruità del ginocchio. 91,172

 

Cinematica meniscale

 

In uno studio sulla funzione legamentosa, Brantigan e Voshell hanno riportato che il menisco mediale si muoveva in media di 2 mm, mentre il menisco laterale era notevolmente più mobile con circa 10 mm di spostamento antero-posteriore durante la flessione.25 Allo stesso modo, DePalma ha riferito che il menisco mediale subisce 3 mm di spostamento antero-posteriore, mentre il menisco laterale si muove di 9 mm durante la flessione.37 In uno studio che utilizzava 5 ginocchia cadaveriche, Thompson et al hanno riportato che l'escursione mediale media era di 5.1 mm (media delle corna anteriori e posteriori) e escursione laterale media, 11.2 mm, lungo la superficie articolare tibiale (Figura 7) .165 I risultati di questi studi confermano una differenza significativa nel movimento segmentale tra i menischi mediale e laterale. Il rapporto del menisco laterale del corno anteriore e posteriore è inferiore e indica che il menisco si muove di più come una singola unità.165 In alternativa, il menisco mediale (nel suo insieme) si muove meno del menisco laterale, mostrando una maggiore escursione differenziale del corno anteriore a quello posteriore. Thompson et al hanno scoperto che l'area di minor movimento meniscale è l'angolo mediale posteriore, dove il menisco è vincolato dal suo attaccamento al piatto tibiale dalla porzione meniscotibiale del legamento obliquo posteriore, che è stato segnalato come più soggetto a lesioni. 143,165 Una riduzione del movimento del corno posteriore del menisco mediale è un potenziale meccanismo di rottura del menisco, con un conseguente "intrappolamento" della fibrocartilagine tra il condilo femorale e il piatto tibiale durante la flessione completa. La maggiore differenza tra l'escursione del corno anteriore e quella posteriore può esporre il menisco mediale a un maggior rischio di lesioni.165

 

 

Il differenziale del corno anteriore rispetto al movimento del corno posteriore consente ai menischi di assumere un raggio decrescente con flessione, che è correlato al raggio di curvatura dei condili femorali posteriori.165 Questo cambiamento di raggio consente al menisco di mantenere il contatto con la superficie articolata di sia il femore che la tibia durante la flessione.

 

Carica trasmissione

 

La funzione dei menischi è stata inferita clinicamente dai cambiamenti degenerativi che accompagnano la sua rimozione. Fairbank ha descritto l'aumentata incidenza e prevedibili alterazioni degenerative delle superfici articolari in ginocchio completamente meniscectomizzate.45 Da questo primo lavoro, numerosi studi hanno confermato questi risultati e hanno ulteriormente stabilito l'importante ruolo del menisco come struttura protettiva e portante.

 

Il sollevamento pesi produce forze assiali attraverso il ginocchio, che comprimono i menischi, determinando tensioni circolari (circonferenziali). 170 Le tensioni circolari vengono generate come forze assiali e convertite in tensioni di trazione lungo le fibre di collagene circonferenziali del menisco (Figura 8). Attacchi saldi da parte dei legamenti inserzionali anteriori e posteriori impediscono al menisco di estrudere perifericamente durante il carico.94 Studi di Seedhom e Hargreaves hanno riportato che il 70% del carico nel compartimento laterale e il 50% del carico nel compartimento mediale è trasmesso attraverso il menisci.153 I menischi trasmettono il 50% del carico di compressione attraverso le corna posteriori in estensione, con una trasmissione dell'85% a 90 ° di flessione.172 Radin et al hanno dimostrato che questi carichi sono ben distribuiti quando i menischi sono intatti.137 Tuttavia, la rimozione del il menisco mediale determina una riduzione dal 50% al 70% dell'area di contatto del condilo femorale e un aumento del 100% dello stress da contatto.4,50,91 La meniscectomia laterale totale determina una diminuzione dal 40% al 50% dell'area di contatto e aumenta lo stress da contatto in la componente laterale dal 200% al 300% del normale.18,50,76,91 Ciò aumenta significativamente il carico per unità di area e può contribuire a un danno e alla degenerazione della cartilagine articolare accelerata.45,85

 

 

Assorbimento di urti

 

I menischi giocano un ruolo fondamentale nell'attenuare le onde d'urto intermittenti generate dal carico impulsivo del ginocchio con normale andatura. 94,96,153 Voloshin e Wosk hanno dimostrato che il ginocchio normale ha una capacità di assorbimento degli urti di 20% superiore alle ginocchia sottoposte a meniscectomia.170 Poiché l'incapacità di un sistema articolare di assorbire lo shock è stata implicata nello sviluppo dell'osteoartrite, il menisco sembrerebbe svolgere un ruolo importante nel mantenimento della salute dell'articolazione del ginocchio.138

 

Stabilità congiunta

 

La struttura geometrica dei menischi fornisce un ruolo importante nel mantenimento della congruità e della stabilità articolare. La superficie superiore di ciascun menisco è concava, consentendo un'articolazione efficace tra i condili femorali convessi e il piatto piatto tibiale. Quando il menisco è intatto, il carico assiale del ginocchio ha una funzione di stabilizzazione multidirezionale, che limita il movimento in eccesso in tutte le direzioni.9

 

Markolf e colleghi hanno affrontato l'effetto della meniscectomia sulla lassità antero-posteriore e rotazionale del ginocchio. La meniscectomia mediale nel ginocchio con ACL intatto ha scarso effetto sul movimento antero-posteriore, ma nel ginocchio con deficit di ACL, si traduce in un aumento della traslazione tibiale antero-posteriore fino al 58% a 90o di flessione.109 Shoemaker e Markolf hanno dimostrato che il corno posteriore del menisco mediale è la struttura più importante che resiste a una forza tibiale anteriore nel ginocchio con deficit di ACL.155 Allen et al hanno mostrato che la forza risultante nel menisco mediale del ginocchio con deficit di ACL è aumentata del 52% in estensione completa e del 197% a 60 ° di flessione sotto un carico tibiale anteriore 134-N.7 I grandi cambiamenti nella cinematica dovuti alla meniscectomia mediale nel ginocchio con deficit di ACL confermano l'importante ruolo del menisco mediale nella stabilità del ginocchio. Recentemente, Musahl et al hanno riferito che il menisco laterale gioca un ruolo nella traslazione tibiale anteriore durante la manovra di spostamento del perno.123

 

Nutrizione e lubrificazione articolari

 

I menischi possono anche svolgere un ruolo nella nutrizione e nella lubrificazione dell'articolazione del ginocchio. La meccanica di questa lubrificazione rimane sconosciuta; i menischi possono comprimere il liquido sinoviale nella cartilagine articolare, che riduce le forze di attrito durante il sollevamento del peso. 13

 

Esiste un sistema di microcanali all'interno del menisco situato vicino ai vasi sanguigni, che comunica con la cavità sinoviale; questi possono fornire un trasporto fluido per la nutrizione e la lubrificazione articolare. 23,24

 

propriocezione

 

La percezione del movimento e della posizione articolari (propriocezione) è mediata da meccanocettori che trasducono la deformazione meccanica in segnali neurali elettrici. Meccanorecettori sono stati identificati nelle corna anteriore e posteriore dei menischi.I meccanocettori ad adattamento rapido, come i corpuscoli Paciniani, sono pensati per mediare la sensazione di movimento articolare e recettori ad adattamento lento, come le terminazioni Ruffini e il tendine del Golgi si ritiene che gli organi mediano la sensazione di posizione articolare. 140 L'identificazione di questi elementi neurali (localizzati principalmente nel terzo medio ed esterno del menisco) indica che i menischi sono in grado di rilevare le informazioni propriocettive nell'articolazione del ginocchio, giocando così un importante ruolo afferente nel meccanismo di feedback sensoriale del ginocchio.61,88,90,158,169

 

Maturazione e invecchiamento del menisco

 

La microanatomia del menisco è complessa e certamente dimostra cambiamenti senescenti. Con l'avanzare dell'età, il menisco diventa più rigido, perde elasticità e diventa giallo.78,95 Microscopicamente, vi è una graduale perdita di elementi cellulari con spazi vuoti e un aumento del tessuto fibroso rispetto al tessuto elastico.74 Queste aree cistiche possono iniziare una lacrima e con una forza di torsione dal condilo femorale, gli strati superficiali del menisco possono staccarsi dallo strato profondo all'interfaccia del cambiamento degenerativo cistico, producendo una rottura orizzontale della scissione. Il taglio tra questi strati può causare dolore. Il menisco lacerato può ferire direttamente la cartilagine articolare soprastante. 74,95

 

Ghosh e Taylor hanno scoperto che la concentrazione di collagene è aumentata dalla nascita a 30 anni ed è rimasta costante fino all'età di 80 anni, dopodiché si è verificato un calo.58 Le proteine ​​della matrice non collagena hanno mostrato i cambiamenti più profondi, diminuendo dal 21.9% all'1.0% (peso secco) nei neonati all'8.1% 0.8% di età compresa tra 30 e 70 anni.80 Dopo i 70 anni di età, i livelli di proteine ​​della matrice non collagena sono aumentati all'11.6% 1.3%. Peters e Smillie hanno osservato un aumento dell'esosamina e dell'acido uronico con l'età.131

 

McNicol e Roughley hanno studiato la variazione dei proteoglicani meniscali nell'invecchiamento113; sono state osservate piccole differenze di estraibilità e dimensioni idrodinamiche. Le proporzioni di cheratina solfato rispetto a condroitina-6-solfato aumentavano con l'invecchiamento.146

 

Petersen e Tillmann hanno studiato immunoistochimicamente i menischi umani (che vanno da 22 settimane di gestazione a 80 anni), osservando la differenziazione dei vasi sanguigni e dei vasi linfatici in 20 cadaveri umani. Al momento della nascita, quasi l'intero menisco era vascolarizzato. Nel secondo anno di vita si è sviluppata un'area avascolare nella circonferenza interna. Nella seconda decade, i vasi sanguigni erano presenti nel terzo periferico. Dopo i 50 anni di età, solo il quarto periferico della base meniscale era vascolarizzato. Il tessuto connettivo denso dell'inserzione è stato vascolarizzato ma non la fibrocartilagine dell'inserzione. I vasi sanguigni erano accompagnati da vasi linfatici in tutte le aree .

 

Arnoczky ha suggerito che il peso corporeo e il movimento articolare del ginocchio possono eliminare i vasi sanguigni negli aspetti interiori e mediani del menisco.9 La nutrizione del tessuto meniscale avviene attraverso la perfusione dai vasi sanguigni e attraverso la diffusione dal liquido sinoviale. Un requisito per la nutrizione attraverso la diffusione è il carico intermittente e il rilascio sulle superfici articolari, stressato dal peso corporeo e dalle forze muscolari. 130 Il meccanismo è paragonabile alla nutrizione della cartilagine articolare. 22

 

Imaging a risonanza magnetica del menisco

 

La risonanza magnetica (MRI) è uno strumento diagnostico non invasivo utilizzato nella valutazione, nella diagnosi e nel monitoraggio dei menischi. La risonanza magnetica è ampiamente accettata come modalità di imaging ottimale grazie al contrasto dei tessuti molli superiore.

 

Sulla risonanza magnetica trasversale, il menisco normale appare come una struttura triangolare uniforme a basso segnale (scuro) (Figura 9). Una lacrima meniscale è identificata dalla presenza di un aumento del segnale intrameniscale che si estende alla superficie di questa struttura.

 

 

Diversi studi hanno valutato l'utilità clinica della risonanza magnetica per le lacrime del menisco. In generale, la risonanza magnetica è altamente sensibile e specifica per le lacrime del menisco. La sensibilità della risonanza magnetica nella rilevazione delle lesioni meniscali varia da 70% a 98% e la specificità, da 74% a 98% .48,62,105,107,117 La risonanza magnetica dei pazienti 1014 prima di un esame artroscopico ha avuto un'accuratezza di 89% per patologia del menisco mediale e 88% per il menisco laterale.48 Una meta-analisi di pazienti 2000 con una risonanza magnetica e un esame artroscopico ha rilevato 88% di sensibilità e 94% di precisione per le lesioni meniscali.105,107

 

Ci sono state discrepanze tra le diagnosi di risonanza magnetica e la patologia identificata durante l'esame artroscopico. Justice e Quinn hanno riportato discrepanze nella diagnosi di 66 dei 561 pazienti (12%). 86 In uno studio su 92 pazienti, discrepanze tra la risonanza magnetica e diagnosi artroscopiche sono state osservate in 22 dei 349 (6%) casi.106 Miller ha condotto uno studio prospettico in singolo cieco confrontando gli esami clinici e la risonanza magnetica in 57 esami del ginocchio.117 Non ha trovato differenze significative nella sensibilità tra l'esame clinico e la risonanza magnetica (80.7 % e 73.7%, rispettivamente). Shepard et al hanno valutato l'accuratezza della risonanza magnetica nel rilevare lesioni clinicamente significative del corno anteriore del menisco in 947 risonanze magnetiche consecutive del ginocchio154 e hanno riscontrato un tasso di falsi positivi del 74%. L'aumento dell'intensità del segnale nel corno anteriore non indica necessariamente una lesione clinicamente significativa.154

 

Conclusioni

 

I menischi dell'articolazione del ginocchio sono cunei a forma di mezzaluna di fibrocartilagine che forniscono una maggiore stabilità all'articolazione femorotibiale, distribuiscono il carico assiale, assorbono lo shock e forniscono lubrificazione all'articolazione del ginocchio. Le lesioni ai menischi sono riconosciute come causa di una significativa morbidità muscolo-scheletrica. La conservazione dei menischi dipende fortemente dal mantenimento della sua composizione e organizzazione distintive.

 

Ringraziamenti

 

Ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC3435920/

 

Le note

 

Ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC3435920/

 

In conclusione, il ginocchio è l'articolazione più grande e complessa del corpo umano. Tuttavia, poiché il ginocchio può essere comunemente danneggiato a seguito di una lesione e / o di una condizione, è essenziale comprendere l'anatomia dell'articolazione del ginocchio affinché i pazienti possano ricevere un trattamento adeguato. Lo scopo delle nostre informazioni è limitato alla chiropratica e problemi di salute della colonna vertebrale. Per discutere l'argomento, non esitate a chiedere al Dr. Jimenez o contattarci a 915-850-0900 .

 

A cura di Dr. Alex Jimenez

 

Pulsante Green Call Now H .png

 

Discussione aggiuntiva sull'argomento: alleviare il dolore al ginocchio senza chirurgia

 

Il dolore al ginocchio è un sintomo ben noto che può verificarsi a causa di una varietà di lesioni al ginocchio e / o condizioni, tra cui lesioni sportive. Il ginocchio è una delle articolazioni più complesse del corpo umano in quanto è costituito dall'intersezione di quattro ossa, quattro legamenti, vari tendini, due menischi e cartilagine. Secondo l'American Academy of Family Physicians, le cause più comuni di dolore al ginocchio sono la sublussazione patellare, la tendinite rotulea o il ginocchio del saltatore e la malattia di Osgood-Schlatter. Anche se il dolore al ginocchio è più probabile che si verifichi nelle persone sopra 60 anni, il dolore al ginocchio può verificarsi anche nei bambini e negli adolescenti. Il dolore al ginocchio può essere trattato a casa seguendo i metodi del RISO, tuttavia, gravi lesioni al ginocchio possono richiedere cure mediche immediate, inclusa la cura chiropratica.

 

foto di blog del fumetto carta ragazzo

 

EXTRA EXTRA | ARGOMENTO IMPORTANTE: El Paso, TX Chiropratico consigliato

luminoso
Referenze
1. Adams ME, Hukins DWL. La matrice extracellulare del menisco. In: Mow VC, Arnoczky SP, Jackson DW, editori. eds. Menisco del ginocchio: basi e basi cliniche. New York, NY: Raven Press; 1992: 15-282016
2. Adams ME, McDevitt CA, Ho A, Muir H. Isolamento e caratterizzazione di proteoglicani ad alta densità di galleggiamento da menischi semilunariJ Bone Joint Surg Am. 1986;68: 55-64 [PubMed]
3. Adams ME, Muir H. I glicosaminoglicani dei menis caniniBiochem J. 1981;197: 385-389 [Articolo gratuito di PMC] [PubMed]
4. Ahmed AM, Burke DL. Misurazione in vitro della distribuzione della pressione statica nelle articolazioni sinoviali: parte I. Superficie tibiale del ginocchioJ Biomech Eng. 1983;185: 290-294 [PubMed]
5. Akgun U, Kogaoglu B, Orhan EK, Baslo MB, Karahan M. Possibile via riflessa tra menisco mediale e muscolo semi-membranoso: uno studio sperimentale su conigliKnee Surg Sports traumatologia Arthrosc. 2008;16(9): 809-814 [PubMed]
6. Alberts B, Johnson A, Lewis J, Raff M, Roberts K, Walter P. Biologia molecolare della cellula. 4th ed. Bethesda, MD: Centro nazionale per le informazioni sulle biotecnologie; 2002
7. Allen CR, Wong EK, Livesay GA, Sakane M, Fu FH, Woo SL. Importanza del menisco mediale nel ginocchio anteriore carente di legamenti crociatiJ Orthop Res. 2000;18(1): 109-115 [PubMed]
8. Arnoczky SP. Costruire un menisco: considerazioni biologicheClin Orthop Relat Res. 1999;367S: 244-253[PubMed]
9. Arnoczky SP. Anatomia macroscopica e vascolare del menisco e suo ruolo nella guarigione, rigenerazione e rimodellamento del menisco. In: Mow VC, Arnoczky SP, Jackson DW, editori. , eds. Menisco del ginocchio: basi e basi cliniche. New York, NY: Raven Press; 1992: 1-14
10 Arnoczky SP, Adams ME, DeHaven KE, Eyre DR, Mow VC. Il menisco. In: Woo SL-Y, Buckwalter J, editori. , eds. Lesioni e riparazioni di tessuti molli muscolo-scheletrici. Park Ridge, IL: American Academy of Orthopaedic Surgeons; 1987: 487-537
11 Arnoczky SP, Warren RF. Anatomia dei legamenti crociati. In: Feagin JA, editore. , ed. I legamenti cruciali. New York, NY: Churchill Livingstone; 1988: 179-195
12 Arnoczky SP, Warren RF. Microvasculatura del menisco umanoAm J Sports Med. 1982;10: 90-95[PubMed]
13 Arnoczky SP, Warren RF, Spivak JM. Riparazione del menisco mediante coagulazione di fibrina esogena: uno studio sperimentale sui caniJ Bone Joint Surg Am. 1988;70: 1209-1217 [PubMed]
14 Aspden RM, Yarker YE, Hukins DWL. Orientamenti del collagene nel menisco dell'articolazione del ginocchioJ Anat. 1985;140: 371. [Articolo gratuito di PMC] [PubMed]
15 Assimakopoulos AP, Katonis PG, Agapitos MV, Exarchou EI. Le innervazioni del menisco umanoClin Orthop Relat Res. 1992;275: 232-236 [PubMed]
16 Atencia LJ, McDevitt CA, Nile WB, Sokoloff L. Contenuto di cartilagine di un cane immaturoConnect Tissue Res. 1989;18: 235-242 [PubMed]
17 Athanasiou KA, Sanchez-Adams J. Progettare il Menisco del ginocchio. San Rafael, CA: Morgan & Claypool Publishers; 2009
18 Baratz ME, Fu FH, Mengato R. Lacrime del menisco: l'effetto della meniscectomia e della riparazione delle aree di contatto intraarticolare e dello stress nel ginocchio umano. Un rapporto preliminareAm J Sports Med. 1986;14: 270-275 [PubMed]
19 Barrack RL, Skinner HB, Buckley SL. Propriocezione nel ginocchio carente del crociato anterioreAm J Sports Med. 1989;17: 1-6 [PubMed]
20 Beaufils P, Verdonk R, editori. , eds. Il menisco. Heidelberg, Germania: Springer-Verlag; 2010
21 Beaupre A, Choukroun R, Guidouin R, Carneau R, Gerardin H. Menisco del ginocchio: correlazione tra microstruttura e biomeccanicaClin Orthop Relat Res. 1986;208: 72-75 [PubMed]
22 Benninghoff A. Form und Bau der Gelenkknorpel in ihren Beziehungen zur Funktion. Erste Mitteilung: Die models des chalets und exhalthalten Faktoren des KnorpelreliefsZ Anat Entwickl Gesch. 1925;76: 4263
23 Bird MDT, Sweet MBE. Canali del menisco semilunare: breve relazioneJ Bone Joint Surg Br. 1988;70: 839. [PubMed]
24 Bird MDT, Sweet MBE. Un sistema di canali nei menischi semilunariAnn Rheum Dis. 1987;46: 670-673 [Articolo gratuito di PMC] [PubMed]
25 Brantigan OC, Voshell AF. La meccanica dei legamenti e dei menischi dell'articolazione del ginocchioJ Bone Joint Surg Am. 1941;23: 44-66
26 Brindle T, Nyland J, Johnson DL. Il menisco: revisione dei principi di base con applicazione alla chirurgia e alla riabilitazioneJ Athl Train. 2001;32(2): 160-169 [Articolo gratuito di PMC] [PubMed]
27 Bullough PG, Munuera L, Murphy J, et al. La forza dei menischi del ginocchio in relazione alla loro struttura fineJ Bone Joint Surg Br. 1979;52: 564-570 [PubMed]
28 Bullough PG, Vosburgh F, Arnoczky SP, et al. I menischi del ginocchio. In: Insall JN, editor. , ed. Chirurgia del ginocchio. New York, NY: Churchill Livingstone; 1984: 135-149
29 Burr DB, Radin EL. La funzione meniscale e l'importanza della rigenerazione meniscale nella prevenzione dell'osteoartrosi compartimentale tardivaClin Orthop Relat Res. 1982;171: 121-126 [PubMed]
30 Carney SL, Muir H. La struttura e la funzione dei proteoglicani cartilagineiPhysiol Rev. 1988;68: 858-910 [PubMed]
31 Clark CR, Ogden JA. Sviluppo dei menischi dell'articolazione del ginocchio umanoJ Bone Joint Surg Am. 1983;65: 530 [PubMed]
32 Clark FJ, Horsh KW, Bach SM, Larson GF. Contributi dei recettori cutanei e articolari al senso statico di posizione del ginocchio nell'uomoJ Neurophysiol. 1979;42: 877-888 [PubMed]
33 Danzig L, Resnik D, Gonsalves M, Akeson WH. Rifornimento di sangue al menisco normale e anormale del ginocchio umanoClin Orthop Relat Res. 1983;172: 271-276 [PubMed]
34 Davies D, Edwards D. La fornitura vascolare e nervosa del menisco umanoAm R Coll Surg Engl. 1948;2: 142-156
35 Giorno B, Mackenzie WG, Shim SS, Leung G. La fornitura vascolare e nervosa del menisco umanoArtroscopia. 1985;1: 58-62 [PubMed]
36 DeHaven KE. Meniscectomia versus riparazione: esperienza clinica. In: Mow VC, Arnoczky SP, Jackson DW, editori. , eds. Menisco del ginocchio: basi e basi cliniche. New York, NY: Raven Press; 1992: 131-139
37 DePalma AF. Malattie del ginocchio. Philadelphia, PA: JB Lippincott Co; 1954
38 De Smet AA, Graf BK. Lacerazioni del menisco mancate durante l'imaging RM: rapporto con gli schemi del menisco meniscale e le lacrime del legamento crociato anterioreAJR Am J Roentgenol. 1994;162: 905-911 [PubMed]
39 De Smet AA, Norris MA, Yandow DR, et al. Diagnosi RM delle lesioni meniscali del ginocchio: importanza dell'elevato segnale nel menisco che si estende alla superficieAJR Am J Roentgenol. 1993;161: 101-107[PubMed]
40 Colorante SF. Caratteristiche morfologiche funzionali del ginocchio umano: una prospettiva evolutivaClin Orthop Relat Res. 2003;410: 19-24 [PubMed]
41 Colorante SF. Il ginocchio come una trasmissione biologica con un involucro di funzione: una teoriaClin Orthop Relat Res. 1996;325: 10-18 [PubMed]
42 Dye SF, Vaupel GL, Dye CC. Mappatura neurosensoriale cosciente delle strutture interne del ginocchio umano senza anestesia intraarticolareAm J Sports Med. 1998;26(6): 773-777 [PubMed]
43 Eyre DR, Koob TJ, Chun LE. Biochimica del menisco: profilo unico dei tipi di collagene e variazioni nella composizione dipendenti dal sitoOrthop Trans. 1983;8: 56
44 Eyre DR, Wu JJ. Collagene di fibrocartilagine: un fenotipo molecolare distintivo nel menisco bovinoFEBS Lett. 1983;158: 265. [PubMed]
45 Fairbank TJ. Cambiamenti alle articolazioni del ginocchio dopo la meniscectomiaJ Bone Joint Surg Br. 1948;30: 664-670[PubMed]
46 Fife RS. Identificazione delle proteine ​​di collegamento e una proteina della matrice 116,000-dalton nel menisco caninoArch Biochem Biophys. 1985;240: 682. [PubMed]
47 Fife RS, Hook GL, Brandt KD. Localizzazione topografica di una proteina 116,000 dalton nella cartilagineJ Histochem Cytochem. 1985;33: 127. [PubMed]
48 Fischer SP, Fox JM, Del Pizzo W, et al. Precisione delle diagnosi da risonanza magnetica del ginocchio: un'analisi multicentrica su mille e quattordici pazientiJ Bone Joint Surg Am. 1991;73: 2-10[PubMed]
49 Fithian DC, Kelly MA, Mow VC. Proprietà materiali e relazioni struttura-funzione nei menischiClin Orthop Relat Res. 1990;252: 19-31 [PubMed]
50 Fukubayashi T, Kurosawa H. L'area di contatto e il modello di distribuzione della pressione del ginocchio: uno studio delle articolazioni del ginocchio normali e osteoartriticheActa Orthop Scand. 1980;51: 871-879 [PubMed]
51 Fukubayashi T, Torzilli PA, Sherman MF, Warren RF. Un'analisi biomeccanica in vivo del movimento antero-posteriore del ginocchio, rotazione e coppia di spostamento tibialeJ Bone Joint Surg Am. 1982;64: 258-264 [PubMed]
52 Gardner E. Le innervazioni dell'articolazione del ginocchioAnat Rec. 1948;101: 109-130 [PubMed]
53 Gardner E, O Rahilly R. Lo sviluppo precoce dell'articolazione del ginocchio negli embrioni umani in scenaJ Anat. 1968;102: 289-299 [Articolo gratuito di PMC] [PubMed]
54 Ghadially FN, LaLonde JMA. Detriti lipidici intramatrici e bodes calcificati nelle cartilagini semilunari umaneJ Anat. 1981;132: 481. [Articolo gratuito di PMC] [PubMed]
55 Ghadially FN, LaLonde JMA, Wedge JH. Ultrastruttura di menischi normali e lacerati dell'articolazione del ginocchio umanoJ Anat. 1983;136: 773-791 [Articolo gratuito di PMC] [PubMed]
56 Ghadially FN, Thomas I, Yong N, LaLonde JMA. Ultrastruttura della cartilagine di coniglio semilunareJ Anat. 1978;125: 499. [Articolo gratuito di PMC] [PubMed]
57 Ghosh P, Ingman AM, Taylor TK. Variazioni di collagene, proteine ​​non collagene ed esosamina in menischi derivati ​​da articolazioni artritiche artritiche osteoartritiche e reumatoidiJ Rheumatol. 1975;2: 100-107[PubMed]
58 Ghosh P, Taylor TKF. Il menisco dell'articolazione del ginocchio: una fibrocartilagine di qualche distinzioneClin Orthop Relat Res. 1987;224: 52-63 [PubMed]
59 Ghosh P, Taylor TKF, Pettit GD, Horsburgh BA, Bellenger CR. Effetto dell'immobilizzazione postoperatoria sulla cartilagine semilunare della ricrescita del ginocchio: uno studio sperimentaleJ Orthop Res. 1983;1: 153.[PubMed]
60 Gray DJ, Gardner E. Sviluppo prenatale del ginocchio umano e articolazioni del perone tibiale superioreAm J Anat. 1950;86: 235-288 [PubMed]
61 Gray JC. Anatomia neurale e vascolare dei menischi del ginocchio umanoJ Orthop Sports Phys Ther. 1999;29(1): 23-30 [PubMed]
62 Gray SD, Kaplan PA, Dussault RG. Imaging of the knee: stato attualeOrthop Clin North Am. 1997;28: 643-658 [PubMed]
63 Greis PE, Bardana DD, Holmstrom MC, Burks RT. Lesione meniscale: I. Scienza di base e valutazioneJ Am Acad Orthop Surg. 2002;10: 168-176 [PubMed]
64 Gronblad M, Korkala O, Liesi P, Karaharju E. Innervazione della membrana sinoviale e del meniscoActa Orthop Scand. 1985;56: 484-486 [PubMed]
65 Habuchi H, Yamagata T, Iwata H, Suzuki S. La presenza di un'ampia varietà di copolimeri di dermatan solfato-condroitina solfato nella cartilagine fibrosaJ Biol Chem. 1973;248: 6019-6028 [PubMed]
66 Haines RW. L'articolazione del ginocchio tetrapodeJ Anat. 1942;76: 270-301 [Articolo gratuito di PMC] [PubMed]
67 Hardingham TE, Muir H. Legame degli oligosaccaridi dell'acido ialuronico ai proteoglicaniBiochem J. 1973;135 (4): 905-908 [Articolo gratuito di PMC] [PubMed]
68 Harner CD, Janaushek MA, Kanamori A, Yagi AKM, Vogrin TM, Woo SL. Analisi biomeccanica di una ricostruzione del legamento crociato posteriore a doppio fascioAm J Sports Med. 2000;28: 144-151 [PubMed]
69 Harner CD, Kusayama T, Carlin G, et al. Proprietà strutturali e meccaniche del legamento crociato posteriore umano e legamenti meniscofemoral. In: Transazioni della 40th Annual Meeting della Orthopedic Research Society; 1992
70 Harner CD, Livesgay GA, Choi NY, et al. Valutazione delle dimensioni e forme dei legamenti crociati anteriori e posteriori umani: uno studio comparativoTrans Orthop Res Soc. 1992;17: 123
71 Hascall VC. Interazione di proteoglicani cartilaginei con acido ialuronicoJ Supramol Struct. 1977;7: 101-120 [PubMed]
72 Hascall VC, Heineg rd D. Aggregazione di proteoglicani cartilaginei: I. Il ruolo dell'acido ialuronicoJ Biol Chem. 1974;249(13): 4205-4256 [PubMed]
73 Heinegard D, Oldberg A. Struttura e biologia delle macromolecole non collagene della cartilagine e della matrice osseaFASEB J. 1989;3: 2042-2051 [PubMed]
74 Helfet AJ. Artrosi del ginocchio e suo arresto precoceCorso istruttivo Lect. 1971;20: 219-230
75 Heller L, Langman J. I legamenti meniscofemoral del ginocchio umanoJ Bone Joing Surg Br. 1964;46: 307-313 [PubMed]
76 Henning CE, Lynch MA, Clark JR. Vascolarizzazione per la guarigione delle riparazioni meniscaliArtroscopia. 1987;3: 13-18 [PubMed]
77 Herwig J, Egner E, Buddecke E. Cambiamenti chimici dell'articolazione del ginocchio umano in vari stadi di degenerazioneAnn Rheum Dis. 1984;43: 635-640 [Articolo gratuito di PMC] [PubMed]
78 H pker WW, Angres G, Klingel K, Komitowksi D, Schuchardt E. Cambiamenti del compartimento di elastina nel menisco umanoVirchows Arch A Pathol Anat Histopathol. 1986;408: 575-592 [PubMed]
79 Humphry GM. Un trattato sullo scheletro umano Compreso i giunti. Cambridge, Regno Unito: Macmillan; 1858: 545-546
80 Ingman AM, Ghosh P, Taylor TKF. Variazione delle proteine ​​collagene e non collagene dell'articolazione dell'articolazione del ginocchio umano con età e degenerazionegerontologia. 1974;20: 212-233 [PubMed]
81 Jerosch J, Prymka M, Castro WH. Propriocezione delle articolazioni del ginocchio con una lesione del menisco medialeActa Orthop Belg. 1996;62(1): 41-45 [PubMed]
82 Johnson DL, Swenson TD, Harner CD. Trapianto meniscale artroscopico: considerazioni anatomiche e tecniche. Presentato a: XIX incontro annuale della American Orthopedic Society for Sports Medicine; Luglio 12-14, 1993; Sun Valley, ID
83 Johnson DL, Swenson TM, Livesay GA, Aizawa H, Fu FH, Harner CD. Anatomia del sito di inserzione dei menischi umani: anatomia grossolana, artroscopica e topografica come base per il trapianto del meniscoArtroscopia. 1995;11: 386-394 [PubMed]
84 Johnson RJ, Pope MH. Anatomia funzionale del menisco. in: Simposio sulla ricostruzione del ginocchio dell'American Academy of Orthopaedic Surgeons. St Louis, MO: Mosby; 1978: 3
85 Jones RE, Smith EC, Reisch JS. Effetti della meniscectomia mediale in pazienti di età superiore ai quarant'anniJ Bone Joint Surg Am. 1978;60: 783-786 [PubMed]
86 Giustizia WW, Quinn SF. Modelli di errore nella valutazione dell'imaging RM dei menischi del ginocchioRadiologia. 1995;196: 617-621 [PubMed]
87 Kaplan EB. L'embriologia dei menischi dell'articolazione del ginocchioBull Hosp Joint Dis. 1955;6: 111-124[PubMed]
88 Karahan M, Kocaoglu B, Cabukoglu C, Akgun U, Nuran R. Effetto della meniscectomia mediale parziale sulla funzione propriocettiva del ginocchioArch Orthop Trauma Surg. 2010;130: 427-431 [PubMed]
89 Kempson GE, Tuke MA, Dingle JT, Barrett AJ, Horsfield PH. Gli effetti degli enzimi proteolitici sulle proprietà meccaniche della cartilagine articolare umana adultaBiochim Biophys Acta. 1976;428(3): 741-760[PubMed]
90 Kennedy JC, Alexander IJ, Hayes KC. Fornitura nervosa del ginocchio umano e sua importanza funzionaleAm J Sports Med. 1982;10: 329-335 [PubMed]
91 Kettelkamp DB, Jacobs AW. Area di contatto tibiofemorale: determinazione e implicazioniJ Bone Joint Surg Am. 1972;54: 349-356 [PubMed]
92 Re D. La funzione delle cartilagini semilunariJ Bone Joint Surg Br. 1936;18: 1069-1076
93 Kohn D, Moreno B. Anatomia dell'inserzione del menisco come base per la sostituzione del menisco: uno studio cadaverica morfologicoArtroscopia. 1995;11: 96-103 [PubMed]
94 Krause WR, Pope MH, Johnson RJ, Wilder DG. Cambiamenti meccanici nel ginocchio dopo la meniscectomiaJ Bone Joint Surg Am. 1976;58: 599-604 [PubMed]
95 Kulkarni VV, Chand K. Anatomia patologica del menisco di invecchiamentoActa Orthop Scand. 1975;46: 135-140 [PubMed]
96 Kurosawa H, Fukubayashi T, Nakajima H. Modalità portante dell'articolazione del ginocchio: comportamento fisico dell'articolazione del ginocchio con o senza meniscoClin Orthop Relat Res. 1980;149: 283-290 [PubMed]
97 LaPrade RF, Burnett QM, II, Veenstra MA, et al. La prevalenza di reperti anormali di risonanza magnetica in ginocchia asintomatiche: correlazione tra risonanza magnetica e reperto artroscopico nelle ginocchia sintomaticheAm J Sports Med. 1994;22: 739-745 [PubMed]
98 Ultimo RJ. Alcuni dettagli anatomici dell'articolazione del ginocchioJ Bone Joint Surg Br. 1948;30: 368-688 [PubMed]
99 Lehtonen A, Viljanto J, K rkk inen J. I mucopolisaccaridi dei dischi intervertebrali umani erniati e delle cartilagini semilunariActa Chir Scand. 1967;133(4): 303-306 [PubMed]
100 Levy IM, Torzilli PA, Warren RF. L'effetto della meniscectomia laterale sul movimento del ginocchioJ Bone Joint Surg Am. 1989;71: 401-406 [PubMed]
101 Levy IM, Torzilli PA, Warren RF. L'effetto della meniscectomia mediale sul movimento antero-posteriore del ginocchioJ Bone Joint Surg Am. 1982;64: 883-888 [PubMed]
102 MacConaill MA. La funzione delle fibrocartilagie intra-articolari con particolare riferimento al ginocchio e alle articolazioni radio-ulnari inferioriJ Anat. 1932;6: 210-227 [Articolo gratuito di PMC] [PubMed]
103 MacConaill MA. I movimenti di ossa e articolazioni: III. Il liquido sinoviale e i suoi assistentiJ Bone Joint Surg Br. 1950;32: 244. [PubMed]
104 MacConaill MA. Studi nella meccanica delle articolazioni sinoviali: II. Spostamenti sulle superfici articolari e significato delle articolazioni della sellaIr J Med Sci. 1946;6: 223-235 [PubMed]
105 Mackenzie R, Dixon AK, Keene GS, et al. Imaging a risonanza magnetica del ginocchio: valutazione dell'efficaciaClin Radiol. 1996;41: 245-250 [PubMed]
106 Mackenzie R, Keene GS, Lomas DJ, Dixon AK. Errori alla risonanza magnetica del ginocchio: vero o falso? Br J Radiol. 1995;68: 1045-1051 [PubMed]
107 Mackenzie R, Palmer CR, Lomas DJ, et al. Imaging a risonanza magnetica del ginocchio: studi prestazionali diagnosticiClin Radiol. 1996;51: 251-257 [PubMed]
108 Markolf KL, Bargar WL, Shoemaker SC, Amstutz HC. Il ruolo del carico articolare nell'instabilità del ginocchioJ Bone Joint Surg Am. 1981;63: 570-585 [PubMed]
109 Markolf KL, Mensch JS, Amstutz HC. Rigidità e lassità del ginocchio: i contributi delle strutture di supportoJ Bone Joint Surg Am. 1976;58: 583-597 [PubMed]
110 McDermott LJ. Sviluppo dell'articolazione del ginocchio umanoArch Surg. 1943;46: 705-719
111 McDevitt CA, Miller RR, Sprindler KP. L'interazione tra cellule e matrice cellulare del menisco. In: Mow VC, Arnoczky SP, Jackson DW, editori. , eds. Menisco del ginocchio: basi e basi cliniche. New York, NY: Raven Press; 1992: 29-36
112 McDevitt CA, Webber RJ. Ultrastruttura e biochimica della cartilagine meniscaleClin Orthop Relat Res. 1990;252: 8-18 [PubMed]
113 McNicol D, Roughley PJ. Estrazione e caratterizzazione del proteoglicano dal menisco umanoBiochem J. 1980;185: 705. [Articolo gratuito di PMC] [PubMed]
114 Merkel KHH. La superficie del menisco umano e le sue alterazioni dell'invecchiamento durante l'età: un esame microscopico elettronico a scansione e trasmissione (SEM, TEM)Arch Orthop Trauma Surg. 1980;97: 185-191 [PubMed]
115 Messner K, Gao J. I menischi dell'articolazione del ginocchio: caratteristiche anatomiche e funzionali e un razionale per il trattamento clinicoJ Anat. 1998;193: 161-178 [Articolo gratuito di PMC] [PubMed]
116 Meyers E, Zhu W, Mow V. Proprietà viscoelastiche della cartilagine articolare e del menisco. In: Nimni M, editore. , ed. Collagene: chimica, biologia e biotecnologia. Boca Raton, FL: CRC; 1988
117 Miller GK. Uno studio prospettico che confronta l'accuratezza della diagnosi clinica della rottura del menisco con la risonanza magnetica e il suo effetto sull'esito clinicoArtroscopia. 1996;12: 406-413 [PubMed]
118 Miller GK, McDevitt CA. La presenza di trombospondina nel legamento, menisco e disco intervertebraleGlicoconiugato J. 1988;5: 312
119 Mossman DJ, Sargeant WAS. Le orme di animali estintiSci Am. 1983;250: 78-79
120 Mow V, Fithian D, Kelly M. Fondamenti della cartilagine articolare e della biomeccanica del menisco. In: Ewing JW, editore. , ed. Funzione articolare della cartilagine e del ginocchio: scienza di base e artroscopia. New York, NY: Raven Press; 1989: 1-18
121 Mow VC, Holmes MH, Lai WM. Trasporto fluido e proprietà meccaniche o cartilagine articolare: una revisioneJ Biomech. 1984;17: 377. [PubMed]
122 Muir H. La struttura e il metabolismo dei mucopolisaccaridi (glicosaminoglicani) e il problema delle mucopolisaccaridosiAm J Med. 1969;47 (5): 673-690 [PubMed]
123 Musahl V, Citak M, O Loughlin PF, Choi D, Bedi A, Pearle AD. L'effetto della meniscectomia mediale rispetto a quella laterale sulla stabilità del ginocchio carente del legamento crociato anterioreAm J Sports Med. 2010;38(8): 1591-1597 [PubMed]
124 Nakano T, Dodd CM, Scott PG. Glicosaminoglicani e proteoglicani da diverse zone del menisco del ginocchio porcinoJ Orthop Res. 1997;15: 213-222 [PubMed]
125 Newton RA. Contributi del recettore congiunto alle risposte riflessive e cinestetichePhys Ther. 1982;62: 22-29 [PubMed]
126 O Connor BL. La struttura istologica del ginocchio cane menischi con commenti sul suo possibile significatoAm J Anat. 1976;147: 407-417 [PubMed]
127 O'Connor BL, McConnaughey JS. La struttura e l'innervazione dei menischi del ginocchio del gatto e la loro relazione con un'ipotesi sensoriale di funzione meniscaleAm J Anat. 1978;153: 431-442 [PubMed]
128 Oretorp N, Gillquist J, Liljedahl SO. Risultati a lungo termine di chirurgia per instabilità rotatoria anteromediale non acuta del ginocchioActa Orthop Scand. 1979;50: 329-336 [PubMed]
129 Pagnani MJ, Warren RF, Arnoczky SP, Wickiewicz TL. Anatomia del ginocchio. In: Nicholas JA, Hershman EB, editori. , eds. The Lower Extremity and Spine in Sports Medicine. 2nd ed. St Louis, MO: Mosby; 1995: 581-614
130 Pauwels F. [Effetti dello sviluppo dell'adattamento funzionale dell'osso]Anat Anz. 1976;139: 213-220[PubMed]
131 Peters TJ, Smillie IS. Studi sulla composizione chimica dei menischi dell'articolazione del ginocchio con particolare riferimento alla lesione orizzontale del clivaggioClin Orthop Relat Res. 1972;86: 245-252 [PubMed]
132 Petersen W, Tillmann B. Struttura fibrillare collagene dell'articolazione del ginocchio umanoAnat Embryol (Berl). 1998;197: 317-324 [PubMed]
133 Poynton AR, Javadpour SM, Finegan PJ, O'Brien M. I legamenti meniscofemoral del ginocchioJ Bone Joint Surg Br. 1997;79: 327-330 [PubMed]
134 Preuschoft H, Tardieu C. Ragioni biomeccaniche della morfologia divergente dell'articolazione del ginocchio e della sutura epifisaria distale negli ominoidiFolia Primatol (Basel). 1996;66: 82-92 [PubMed]
135 Proctor CS, Schmidt MB, Whipple RR, Kelly MA, Mow VC. Proprietà del materiale del normale menisco bovino medialeJ Orthop Res. 1989;7: 771-782 [PubMed]
136 Proske U, Schaible H, Schmidt RF. Recettori articolari e kinanestesiaExp Brain Res. 1988;72: 219-224 [PubMed]
137 Radin EL, de Lamotte F, Maquet P. Ruolo dei menischi nella distribuzione dello stress nel ginocchioClin Orthop Relat Res. 1984;185: 290-294 [PubMed]
138 Radin EL, Rose RM. Ruolo dell'osso subcondrale nell'iniziazione e nella progressione del danno cartilagineoClin Orthop Relat Res. 1986;213: 34-40 [PubMed]
139 Raszeja F. Untersuchungen Bber Entstehung und feinen Bau des KniegelenkmeniskusBruns Beitr klin Chir. 1938;167: 371-387
140 Reider B, Arcand MA, Diehl LH, et al. Propriocezione del ginocchio prima e dopo la ricostruzione del legamento crociato anterioreArtroscopia. 2003;19(1): 2-12 [PubMed]
141 Renstrom P, Johnson RJ. Anatomia e biomeccanica dei menischiClin Sports Med. 1990;9: 523-538 [PubMed]
142 Retterer E. De la forme et des connexions que presentment les fibro-cartilages du genou chez quelques singes d AfriqueCr Soc Biol. 1907;63: 20-25
143 Ricklin P, Ruttimann A, Del Bouno MS. Diagnosi, diagnosi differenziale e terapia. 2nd ed. Stoccarda, Germania: Verlag Georg Thieme; 1983
144 Rodkey WG. Biologia di base del menisco e risposta alla ferita. In: Prezzo CT, editore. , ed. Conferenze del corso di istruzione 2000. Rosemont, IL: American Academy of Orthopaedic Surgeons; 2000: 189-193 [PubMed]
145 Rosenberg LC, Buckwalter JA, Coutts R, Hunziker E, Mow VC. Cartilagine articolare. In: Woo SLY, Buckwalter JA, editori. , eds. Lesioni e riparazioni dei tessuti molli muscolo-scheletrici. Park Ridge, IL: American Academy of Orthopedic Surgeon; 1988: 401
146 Roughley PJ. Cambiamenti nella struttura del proteoglicano cartilagine durante l'invecchiamento: origine ed effetti: una revisioneAzioni degli agenti. 1986;518: 19 [PubMed]
147 Saygi B, Yildirim Y, Berker N, Ofluoglu D, Karadag-Saygi E, Karahan M. Valutazione della funzione neurosensoriale del menisco mediale nell'uomoArtroscopia. 2005;21(12): 1468-1472 [PubMed]
148 Scapinelli R. Studi sulla vascolarizzazione dell'articolazione del ginocchio umanoActa Anat. 1968;70: 305-331[PubMed]
149 Schutte MJ, Dabezius EJ, Zimny ​​ML, Happe LT. Anatomia neurale del legamento crociato anteriore umanoJ Bone Joint Surg Am. 1987;69: 243-247 [PubMed]
150 Scott JE. Organizzazione supramolecolare di glicosaminoglicani a matrice extracellulare, in vitro e nei tessutiFASEB J. 1992;6: 2639-2645 [PubMed]
151 Scott PG, Nakano T, Dodd CM. Isolamento e caratterizzazione di piccoli proteoglicani da diverse zone del menisco del ginocchio porcinoBiochim Biophys Acta. 1997;1336: 254-262 [PubMed]
152 BB di Seedhom. Funzione portante dei menischiFisioterapia. 1976;62(7): 223. [PubMed]
153 Seedhom BB, Hargreaves DJ. Trasmissione del carico nell'articolazione del ginocchio con particolare riferimento al ruolo nei menischi: parte II. Risultati sperimentali, discussioni e conclusioniEng Med. 1979;8: 220-228
154 Shepard MF, Hunter DM, Davies MR, Shapiro MS, Seeger LL. Il significato clinico delle lesioni meniscali del corno anteriore diagnosticate su immagini di risonanza magneticaAm J Sports Med. 2002;30(2): 189-192[PubMed]
155 Shoemaker SC, Markolf KL. Il ruolo del menisco nella stabilità antero-posteriore del ginocchio carportato anteriore carente: effetti dell'escissione parziale rispetto a quella totaleJ Bone Joint Surg Am. 1986;68(1): 71-79 [PubMed]
156 Skaags DL, Mow VC. Funzione delle fibre del legame radiale nel meniscoTrans Orthop Res Soc. 1990;15: 248
157 Skinner HB, Barrack RL. Rilevamento della posizione articolare nell'articolazione del ginocchio normale e patologicaJ Electromyogr Kinesiol. 1991;1(3): 180-190 [PubMed]
158 Skinner HB, Barrack RL, Cook SD. Declino legato all'età nella propriocezioneClin Orthop Relat Res. 1984;184: 208-211 [PubMed]
159 Solheim K. Glicosaminoglicani, idrossiprolina, calcio e fosforo nelle fratture da guarigioneActa Univ Lund. 1965;28: 1-22
160 Spilker RL, Donzelli PS. Un modello bifasico ad elementi finiti del menisco per analisi sforzo-deformazione. In: Mow VC, Arnoczky SP, Jackson DW, editori. , eds. Menisco del ginocchio: basi e basi cliniche. New York, NY: Raven Press; 1992: 91-106
161 Spilker RL, Donzelli PS, Mow VC. Un modello ad elementi finiti bifasico trasversalmente isotropico del meniscoJ Biomeccanica. 1992;25: 1027-1045 [PubMed]
162 Sutton JB. Legamenti: la loro natura e morfologia. 2nd ed. Londra: HK Lewis; 1897
163 Tardieu C. Ontogenesi e filogenesi dei caratteri femoro-tibiali negli umani e fossili di ominidi: influenza funzionale e determinismo geneticoAm J Phys Anthropol. 1999;110: 365-377 [PubMed]
164 Tardieu C, Dupont JY. L'origine della displasia trocleare femorale: anatomia comparativa, evoluzione e crescita dell'articolazione femoro-rotuleaRev Chir Orthop Reparatrice Appar Mot. 2001;87: 373-383 [PubMed]
165 Thompson WO, Thaete FL, Fu FH, Dye SF. Dinamica del menisco tibiale mediante ricostruzione tridimensionale della risonanza magneticaAm J Sports Med. 1991;19: 210-216 [PubMed]
166 Tissakht M, Ahmed AM. Caratteristiche tensio-deformazione tensionale del materiale meniscale umanoJ Biomech. 1995;28: 411-422 [PubMed]
167 Tobler T. Zur normalen und pathologischen Histologie des KniegelenkmeniscusArch Klin Chir. 1933;177: 483-495
168 Vallois H. Etude anatomique de l articulation du genou chez les primates. Montpelier, Francia: L Abeille; 1914
169 Verdonk R, Aagaard H. Funzione del menisco normale e conseguenze della resezione meniscaleScand J Med Sci Sports. 1999;9(3): 134-140 [PubMed]
170 Voloshin AS, Wosk J. Assorbimento degli urti delle ginocchia meniscectomizzate e dolorose: uno studio comparativo in vivoJ Biomed Eng. 1983;5: 157-161 [PubMed]
171 Wagner HJ. Die kollagenfaserarchitecktur der menisken des menschlichen kniegelenkesZ Mikrosk Anat Forsch. 1976;90: 302. [PubMed]
172 Walker PS, Erkman MJ. Il ruolo del menisco in forza di trasmissione attraverso il ginocchioClin Orthop Relat Res. 1975;109: 184-192 [PubMed]
173 Wan ACT, Felle P. I legamenti menisco-femoraliClin Anat. 1995;8: 323-326 [PubMed]
174 Warren PJ, Olanlokun TK, Cobb AG, Bentley G. Propriocezione dopo artroplastica del ginocchio: l'influenza della progettazione protesicaClin Orthop Relat Res. 1993;297: 182-187 [PubMed]
175 Warren RF, Arnoczky SP, Wickiewiez TL. Anatomia del ginocchio. In: Nicholas JA, Hershman EB, editori. , eds. The Lower Extremity and Spine in Sports Medicine. St Louis: Mosby; 1986: 657-694
176 Watanabe AT, Carter BC, Teitelbaum GP, et al. Trappole comuni nella risonanza magnetica del ginocchioJ Bone Joint Surg Am. 1989;71: 857-862 [PubMed]
177 Webber RJ, Norby DP, Malemud CJ, Goldberg VM, Moskowitz RW. Caratterizzazione di proteoglicani recentemente sintetizzati da menisco di coniglio in coltura d'organoBiochem J. 1984;221(3): 875-884 [Articolo gratuito di PMC] [PubMed]
178 Webber RJ, York JL, Vanderschildren JL, Hough AJ. Un modello di coltura d'organo per l'analisi della riparazione della ferita del menisco dell'articolazione del ginocchio fibrocartilagineoAm J Sports Med. 1989;17: 393-400 [PubMed]
179 Wilson AS, Legg PG, McNeu JC. Studi sulle innervazioni del menisco mediale nell'articolazione del ginocchio umanoAnat Rec. 1969;165: 485-492 [PubMed]
180 Wirth CJ. Il menisco: struttura, morfologia e funzioneGinocchio. 1996;3: 57-58
181 Wu JJ, Eyre DR, Slayter HS. Tipo VI collagene del disco intervertebrale: biochimica ed elettrone caratterizzazione microscopica della proteina nativaBiochem J. 1987;248: 373. [Articolo gratuito di PMC] [PubMed]
182 Yasui K. Architettura tridimensionale dei normali menischi umaniJ Jpn Ortho Assoc. 1978;52: 391
183 Zimny ​​ML. Meccanocettori nei tessuti articolariAm J Anat. 1988;64: 883-888
184 Zimny ​​ML, Albright DJ, Dabezies E. Meccanocettori nel menisco mediale umanoActa Anat. 1988;133: 35-40 [PubMed]
185 Zivanovic S. Legamenti menisco-meniscali dell'articolazione del ginocchio umanoAnat Anz. 1974;145: 35-42[PubMed]
Chiudi fisarmonica

Artrite e trauma di imaging diagnostico alla caviglia e ai piedi I | El Paso, TX.

Artrite e trauma di imaging diagnostico alla caviglia e ai piedi I | El Paso, TX.

Fratture alla caviglia

  • 10% di tutte le fratture. 2nd m / c dopo il collo del femore Fx. Demografia: giovani maschi attivi e femmine osteoporotiche più anziane
  • Fx stabile: la prognosi generale è buona
  • Fx instabile: richiede ORIF. 15% -20% di probabilità di 2nd OA.
  • Il ruolo dell'imaging è determinare la complessità, la stabilità e la pianificazione dell'assistenza (es. Operativa vs. conservativa)
  • La classificazione di Weber considera la lacerazione della distesa tibiale-fibulare distale e la potenziale instabilità
  • Weber A - sotto syndesmosis. Stabile, tipicamente avulsione del malleolo distale fibulare
  • Weber B - a livello di syndesmosis: può essere al di fuori della syndesmosis e syndesmosis stabile o lacerante e instabile
  • Weber C - sopra la syndesmosis. Lacerazione sempre instabile del syndesmosis
  • Variazioni di fratture possono coinvolgere la posizione / ruolo dell'osso talus durante Fx (ad esempio, abduzione, adduzione, rotazione, ecc.) Questo è noto come classificazione Lauge-Hanson

Sindesmosi tibiofibolare e stabilità della caviglia

artrite alla caviglia e trauma el paso tx.

Precisione clinica Dx

artrite alla caviglia e trauma el paso tx.

Viste da mortasa e AP

artrite alla caviglia e trauma el paso tx.

Viste AP, mediale obliqua e laterale

artrite alla caviglia e trauma el paso tx.
  • Rivela Fx infrasyndesmotic di malleolo fibular (Weber A)
  • Infortunio stabile
  • È possibile utilizzare la cura conservativa sotto forma di scarpa da passeggio / stivale a gamba corta. Buona guarigione. Se non ci sono prove di lesioni osteocondrali, possibilità relativamente basse di OA post-traumatica
  • Non sono richieste ulteriori immagini. La risonanza magnetica può aiutare a rivelare la contusione ossea e il danno osteocondrale

Weber B a livello di Syndesmosis

artrite alla caviglia e trauma el paso tx.
  • Può essere stabile o instabile. In alcune occasioni, la decisione viene presa durante l'esplorazione operativa.
  • La scansione TC può aiutare con un'ulteriore valutazione
  • Gestione: dipende dalla stabilità. Stabilizzazione aggiuntiva necessaria se si rompe la sinmosi

Weber C

artrite alla caviglia e trauma el paso tx.
  • Viste AP, mediale obliqua e laterale rivelano Weber C - lesione soprasincendmotica con anormale allargamento dell'articolazione t / t della sinensmosi fib-tib. Lesione molto instabile.
  • Occasionalmente, quando Weber C Fx posizionava 6-cm dalla punta del malleolo laterale, può essere definito come la caviglia di Pott Fx (nome dopo Percival Pott che ha proposto la classificazione originale delle fratture della caviglia in base alla loro stabilità e al loro grado di rotazione). Il termine è un po 'obsoleto.
  • Gestione: operativa con stabilizzazione aggiuntiva della syndesmosis

Frattura di Maisonneuve

artrite alla caviglia e trauma el paso tx.
  • Spesso frattura a spirale del perone prossimale combinato con una lesione instabile alla caviglia
  • Nessuna frattura immediata alla caviglia è rilevata radiograficamente, quindi può essere sfuggita alla vista della caviglia e richiedere la visione della tibia e del perone
  • Caratteristiche di Rad: allargamento della distorsione alla caviglia d / t, e talvolta deltoide, rottura del legamento. La membrana interossea viene strappata con Fx prossimale fibulare causata dalla pronazione con forza di rotazione esterna
  • Gestione: operativa

Bimalleolar e Trimalleolar Fx

artrite alla caviglia e trauma el paso tx.
  • Sopra le immagini superiori Bimalleolar Fx v. Instabile, il risultato di pronazione e abduzione / rotazione esterna. Rx: ORIF.
  • Trimalleolar Fx: 3-parti caviglia Fx. Malleolo mediale e laterale e avulsione dell'aspetto posteriore del plafond tibiale. Più instabile Rx: operativo

Tillaux Fx

artrite alla caviglia e trauma el paso tx.
  • Fx pediatrico che colpisce il bambino più grande quando il lato mediale della fisi è chiuso o in procinto di chiudersi con il lato laterale fino all'apertura. Avulsione dal legamento tibi-fibulare anteriore. Complicazioni: 2nd OA secco / prematuro. Rx: può essere conservativo se stabile mediante immobilizzazione dell'avvio.

Lesioni della piastra di crescita pediatrica

artrite alla caviglia e trauma el paso tx.
  • La classificazione Salter-Harris aiuta a diagnosticare e prognosticare lesioni fisiche.
  • Mnemonico utile: SALTR
  • S: digitare 1-slip attraverso la piastra di crescita
  • A: digita 2 sopra, Fx si estende nella metafisi
  • L: il tipo 3-inferiore, intra-articolare Fx si estende attraverso l'epifisi
  • T: type4, "through" Fx si estende attraverso tutti: physis, metaphysis ed epifisi.
  • R: digita 5, "rovinato". Danneggia la lesione da physis portando alla completa morte del piatto di crescita
  • Digitare 1 e 5: presenti senza fratture
  • Digitare 2: ha la prognosi migliore e considerata la più comune.
  • Gestione: riferimento a un chirurgo ortopedico pediatrico
  • Complicazioni: chiusura precoce di physis, accorciamento degli arti, OA prematura e altri.

Frattura di Calcanea

artrite alla caviglia e trauma el paso tx.
  • Fx tarsale più frequente. 17% aperto Fx
  • Meccanismi: carico assiale (Fx intraarticolare in articolazioni sottotarale e calcagno-cuboide nei casi di 75%). Avulsione mediante tendine di Achille (m / c nell'osso osteoporotico). Stress (affaticamento) Fx.
  • Fx intra-articolare porta una prognosi sfavorevole. Tipicamente sminuzzato. Rx: operativo.
  • Fx intra-articolare calcaneale B / I con associata compressione vertebra Fx con associata compressione vertebrale Fx (T10-L2) spesso definito Casanova aka Don Juan (Lover's) fx.
  • Imaging: radiografia x con aggiunta di "vista del tacco" 1st step. La scansione TC è la soluzione migliore per la pianificazione Dx e preoperatoria.
  • Radiografia: angolo di Bohler (<20 gradi) angolo di Gissane> 130 gradi. Indicare Calcan, Fx.

Tarsal Bones

artrite alla caviglia e trauma el paso tx.
  • L'osso tarsale fratturato M / C è l'astragalo. Zona M / C: collo di talamo (30-50%). Meccanismo: carico assiale in dorsiflessione. Complicazioni: osteonecrosi ischemica (AVN) dell'astragalo. Prematura (2nd OA). Imaging: 1st step: radiografie, CT può essere utile con ulteriori delineazioni
  • La classificazione di Hawkins aiuta con Dx, prognosi e trattamento. "Il segno di Hawkins" su pellicola normale / scansione TC può aiutare con AVN Dx. (sopra le frecce blu indicano una buona prognosi d / t linea radiotrasparente che indica l'assenza di AVN perché l'osso è vascolarizzato e quindi riassorbito)
  • Rx: Tipo 1: conservativo con lancio gamba corto o avvio (rischio di AVN-0-15%), Tipo 2-4-ORIF (rischio di AVN 50% -100%)

Imaging della caviglia e del piede