ClickCease
+ 1-915-850-0900 spinedoctors@gmail.com
Seleziona Pagina

Medicina funzionale

Torna il team di medicina funzionale della clinica. La medicina funzionale è un'evoluzione nella pratica della medicina che risponde meglio alle esigenze sanitarie del 21° secolo. Spostando il tradizionale focus della pratica medica incentrato sulla malattia verso un approccio più centrato sul paziente, la medicina funzionale si rivolge all'intera persona, non solo a un insieme isolato di sintomi.

I professionisti trascorrono del tempo con i loro pazienti, ascoltando le loro storie e osservando le interazioni tra fattori genetici, ambientali e di stile di vita che possono influenzare la salute a lungo termine e le malattie croniche complesse. In questo modo, la medicina funzionale supporta l'espressione unica di salute e vitalità per ogni individuo.

Cambiando il focus della pratica medica incentrato sulla malattia in questo approccio centrato sul paziente, i nostri medici sono in grado di supportare il processo di guarigione considerando la salute e la malattia come parte di un ciclo in cui tutti i componenti del sistema biologico umano interagiscono dinamicamente con l'ambiente . Questo processo aiuta a cercare e identificare fattori genetici, stili di vita e ambientali che possono spostare la salute di una persona dalla malattia al benessere.


Gestione del cibo durante le vacanze: El Paso Back Clinic

Gestione del cibo durante le vacanze: El Paso Back Clinic

Le vacanze sono un momento meraviglioso per riunirsi con la famiglia e gli amici e festeggiare. Tuttavia, può essere un momento di eccessiva indulgenza e eccesso di cibo. Gestire le abitudini alimentari delle vacanze è realizzabile avendo opzioni che ti aiutano a fare scelte migliori in modo da poterti concedere e goderti il ​​cibo e le bevande delle feste senza esagerare. Ecco alcune tecniche per avere successo.

Gestione del cibo durante le vacanze: clinica di nutrizione funzionale chiropratica

Gestire i pasti durante le vacanze

Molte persone mangiano troppo durante le vacanze. È comprensibile come le festività natalizie significhino lasciarsi andare, rilassarsi con amici e familiari e godersi il momento sono fattori importanti nell'eccesso di cibo mentre il pilota automatico è attivato. La prossima cosa che sai, il piatto è pulito e viene aggiunto altro cibo. Si tratta di mantenere un sano equilibrio. Ecco alcuni modi per gestire i pasti durante le vacanze.

Pratica un'alimentazione consapevole

  • Non limitarti a iniziare divorante il cibo.
  • Prova a trascorrere qualche momento assaggiando il cibo.
  • Rallenta e mastica lentamente il cibo.
  • Assapora ogni boccone.

In questo modo contribuirai a ridurre la quantità di cibo che stai consumando mentre ti godi veramente il pasto.

Dai la priorità al sonno

  • Prima che inizi la stagione intensa, dormi a sufficienza.
  • Ottenere il giusto riposo renderà più facile gestire lo stress delle vacanze ed evitare malsane indulgenze.

Mangiare Trigger

  • Lo stress, troppi cocktail e il facile accesso a vari cibi possono far mangiare troppo le persone.
  • Piano come gestire i trigger alimentari.
  • Per esempio, fai un piccolo piatto e non tornare per secondi.

Prestare attenzione ai cibi e quanto

  • È facile distrarsi e perdere il conto mentre si è impegnati e si socializza.
  • La distrazione può farti mangiare più di quanto pensi.

Mangia e bevi lentamente

  • Avere quello che vuoi, ma con moderazione e consumare lentamente.
  • Presta attenzione ai segnali del tuo corpo. Potresti essere pieno prima che il piatto sia pulito.

Dolcetti di stagione

  • Questi possono essere cibi speciali che non ricevi tutti i giorni, quindi goditeli.
  • Ma cerca di mantenere la moderazione o alternare con qualcosa di sano.

Bere costantemente acqua in mezzo

  • Bevi un sorso d'acqua tra uno spuntino e l'altro.
  • Uno stomaco con acqua può frenare la fame.
  • L'abbondanza di acqua aiuta con problemi di digestione e bruciore di stomaco.

Bevande alcoliche e zuccherate moderate

  • Troppe bevande dolci e bevande alcoliche durante le vacanze aggiungono calorie vuote.
  • Prova ad andare con l'opzione più salutare o riduci lo zucchero e l'alcool.
  • Bevi un drink, poi un bicchiere d'acqua o un succo salutare, ecc.

Non andare a cena / festa affamato

Super alimenti

Aggiunta di supercibi al tuo piano nutrizionale per le vacanze per aiutare a bilanciare le indulgenze alimentari. Si tratta di alimenti con alti livelli di vitamine e sostanze nutritive, fibre alimentari che aiutano a ridurre il colesterolo e antiossidanti che combattono i radicali liberi. 

Nutrienti

  • Vitamina A – Protegge dalle infezioni e favorisce la salute degli occhi e della pelle.
  • Vitamina C - Aiuta a guarire le ferite e favorisce l'assorbimento del ferro.
  • Vitamina K – Supporta una sana digestione e la coagulazione del sangue.

I supercibi includono verdure a foglia verde scuro, noci, frutta, cioccolato fondente, olio d'oliva e pesce grasso/grasso. Ecco alcuni supercibi che puoi gustare:

Patate dolci

  • Ricco di vitamine A e C, fibre e potassio.

fagioli

  • Sono ricchi di fibre e proteine, magnesio e potassio.

Zucche

  • Ad alto contenuto di fibre e vitamina A.

Melograni

  • Ricca di flavonoidi e tannini sono una sana fonte di folato, potassio e vitamina K.

Cranberries

  • Contengono antiossidanti con proprietà antinfiammatorie che aiutano a ridurre il rischio di malattie cardiovascolari.

Castello

  • A basso contenuto di calorie.
  • Ricco di vitamine A, C e K, manganese, potassio e fibre.

Zucca invernale

  • Ricco di fibre e una grande fonte di vitamina A e carotenoidi.

pastinaca

  • Fornire fibre, vitamina C, acido folico e manganese.

Dall'infortunio medico Chiropratica e il team di medicina funzionale, buon Ringraziamento, sano e sicuro!


Nutrizione Funzionale


Referenze

Sette consigli per tenere a freno l'eccesso di cibo durante le vacanze www.mayoclinichealthsystem.org/hometown-health/ Speaking-of-health/7-tips-for-reining-in-holiday-overeating

Marrone, Tanya, et al. "Avere una stagione delle vacanze sicura per il cibo." Giornale dell'Accademia di nutrizione e dietetica vol. 117,11 (2017): 1722-1723. doi:10.1016/j.jand.2017.08.123

Diaz-Zavala, Rolando G et al. "Effetto delle festività natalizie sull'aumento di peso: una recensione narrativa". Giornale dell'obesità vol. 2017 (2017): 2085136.doi:10.1155/2017/2085136

Ottieni la tua nutrizione Superfood per una buona salute www.scripps.org/news_items/4431-get-your-superfood-nutrition-for-good-health.

Linea sanitaria, 2019; Governato dal cibo? 5 strategie per interrompere il ciclo dell'eccesso di cibo health.clevelandclinic.org/ruled-by-food-5-strategies-to-break-the-cycle-of-overeating/

Linea sanitaria, 2019; 23 cose semplici che puoi fare per smettere di mangiare troppo www.healthline.com/nutrition/how-to-stop-overeating.

Lobo, V et al. "Radicali liberi, antiossidanti e alimenti funzionali: impatto sulla salute umana". Recensioni di farmacognosia vol. 4,8 (2010): 118-26. doi:10.4103/0973-7847.70902

Che cos'è un superfood, comunque? health.clevelandclinic.org/cos'è-un-supercibo/

Fatica ed esaurimento: El Paso Back Clinic

Fatica ed esaurimento: El Paso Back Clinic

Prepararsi per le vacanze è entusiasmante ma può generare stress e ansia intensi. Ciò può far sì che le persone si sentano costantemente stanche, il che può portare ad altri problemi come problemi di sonno, annebbiamento del cervello, problemi digestivi e disordini muscolo-scheletrici. La cura chiropratica può riportare il corpo a una funzione ottimale, aumentando la circolazione, ripristinando l'allineamento della colonna vertebrale, rienergizzando la mente e il corpo e prevenendo l'affaticamento e l'esaurimento futuri.Fatica ed esaurimento: lesioni mediche chiropratiche

Esaurimento e stanchezza

Le principali cause di affaticamento e spossatezza sono stress, lavoro eccessivo, lavoro scolastico, mancanza di sonno profondo, caffeina eccessiva o altri stimolatori di energia e vacanze.

Riduzione dello stress

Lo stress è una delle principali cause di affaticamento e spossatezza.

  • Lo stress fa contrarre i muscoli, limitando la circolazione sanguigna.
  • Lo stress cronico fa sì che il sistema muscolo-scheletrico sia in uno stato di costrizione continua.
  • La tensione muscolare costante può causare lesioni e condizioni croniche che possono portare a disturbi secondari come mal di testa da tensione ed emicrania.

Sonno di qualità

Un riposo di alta qualità significa addormentarsi in modo naturale, dormire comodamente tutta la notte e svegliarsi riposati e riposati.

  • La mancanza di sonno affatica il sistema nervoso.
  • Il sonno insufficiente o le interruzioni del ciclo sonno-veglia (che possono verificarsi con il lavoro a turni o il lavoro in viaggio) possono causare stanchezza fisiologica.
  • Ciò provoca una riduzione delle capacità motorie, simile ad avere un contenuto di alcol nel sangue di 0.1.

Nutrizione

Una corretta alimentazione è fondamentale per la salute generale e la gestione dello stress. Una dieta malsana può essere la principale causa di affaticamento. Proprio come mettere il gas sbagliato nella tua auto può causare gravi problemi di stallo o arresto completo. Lo stesso vale per il corpo. Il corpo è un motore complicato che richiede carburante sano per funzionare correttamente.

  • macronutrienti (grassi, carboidrati e proteine) e Micronutrienti (vitamine e minerali) sono essenziali.

Cura chiropratica e medicina funzionale

La cura chiropratica può essere una soluzione a lungo termine per la stanchezza e l'esaurimento.

Riallineamento della colonna vertebrale

Il riallineamento spinale reimposta il corpo attraverso una migliore postura e funzione cerebrale attraverso il miglioramento della circolazione che scorre attraverso il midollo spinale.

  • Riallineamento spinale ottimale:
  • Allevia il mal di testa
  • Allevia i sintomi di disagio
  • Aumenta l'energia
  • Ripristina la gamma di movimento

Allevia la pressione sui nervi

La chiropratica rilascia la pressione sui nervi.

  • La risposta del sistema nervoso centrale al dolore, ai livelli di energia, al comfort e alla mobilità è influenzata dalla salute dei nervi.
  • Solo una quantità minima di pressione può ridurre la forza di un nervo del 90%.
  • I nervi che non funzionano correttamente hanno difficoltà a trasmettere messaggi, causando spesso dolore.

Allenta i muscoli tesi

La cura chiropratica e la massoterapia possono aiutare ad alleviare la tensione in caso di sovraccarico di lavoro muscoli.

  • La fatica e l'esaurimento possono far lavorare i muscoli più duramente/sovracompensare per cercare di mantenere l'equilibrio.
  • Nel corso del tempo, i muscoli non riescono a mantenerlo e diventano congelati e tesi.

Regolazione del sistema nervoso

La cura chiropratica può ripristinare la funzione del sistema nervoso.

  • Quando la colonna vertebrale non è correttamente allineata, gli impulsi elettrici non vengono trasmessi correttamente.
  • Gli effetti collaterali comuni includono mal di testa, problemi al collo e alla schiena e problemi digestivi.

La cura chiropratica può riportare il corpo a uno stato rinfrescato e ringiovanito. Può migliorare la circolazione, riequilibrare il corpo, aumentare i livelli di ossigeno e rafforzare il sistema immunitario.


Insufficienza surrenalica: sintomi, diagnosi e trattamento


Referenze

Azzolino, Domenico, et al. "Stato nutrizionale come mediatore della fatica e dei suoi meccanismi sottostanti nelle persone anziane". Nutrienti vol. 12,2 444. 10 febbraio 2020, doi:10.3390/nu12020444

Chaudhuri, Abhijit e Peter O Behan. "Fatica nei disturbi neurologici". Lancet (Londra, Inghilterra) vol. 363,9413 (2004): 978-88. doi:10.1016/S0140-6736(04)15794-2

Evans, William J e Charles P Lambert. "Basi fisiologiche della fatica". Rivista americana di medicina fisica e riabilitazione vol. 86,1 Suppl (2007): S29-46. doi:10.1097/phm.0b013e31802ba53c

Finsterer, Josef e Sinda Zarrouk Mahjoub. "Fatica in individui sani e malati". La rivista americana di hospice e cure palliative vol. 31,5 (2014): 562-75. doi:10.1177/1049909113494748

Rosenthal, Thomas C et al. "Fatica: una panoramica". Medico di famiglia americano vol. 78,10 (2008): 1173-9.

Il consumo di zucchero addensa la fascia: El Paso Back Clinic

Il consumo di zucchero addensa la fascia: El Paso Back Clinic

La fascia è importante per collegare il sistema muscolo-scheletrico, stabilizzare la funzione e mantenere il corpo sano ed equilibrato. Il consumo di zucchero e l'abbondanza di zucchero nel corpo che non viene bruciato influiscono direttamente negativamente sul fascia, facendogli perdere elasticità e interessando altri tessuti connettivi. L'eccesso di zucchero nel sangue porta a un processo patologico chiamato glicazione. Un effetto della glicazione è legare le molecole di zucchero alle proteine ​​fasciali, facendole addensare e irrigidire. Il corpo vede le molecole aggrovigliate come corpi estranei che avviano una risposta infiammatoria per liberarsene. Questo può portare a un'infiammazione cronica che causa vari sintomi. Il team della clinica di chiropratica e medicina funzionale di Injury Medical affronterà il dolore, il dolore e il disagio associati ai problemi della fascia.

Il consumo di zucchero ispessisce la fascia: chiropratico funzionaleTessuto miofasciale

La miofascia o fascia è uno strato di tessuto che collega e sostiene la colonna vertebrale e i muscoli. Avvolge e collega le parti interne del corpo in fasce, fondendole. Ciò garantisce che i muscoli possano muoversi liberamente senza subire attrito con altre parti del corpo.

  • La fascia è realizzata in collagene, creando una texture resistente e flessibile che fornisce tensione ed elasticità.
  • La fascia si trova intorno a muscoli, nervi, vasi sanguigni, sangue e cellule, organi e ossa.

Quando il corpo rimane o si muove secondo schemi ripetitivi, la fascia può memorizzare determinate posizioni/posture e mantenere la fascia in uno stato contratto. Ad esempio, sedersi su una postazione di lavoro fa sì che i muscoli glutei, i tendini e i legamenti si allunghino e tirino i muscoli intorno a loro. I muscoli glutei possono restringersi senza rilasciare e allenare la fascia a tornare in una posizione retratta, causando tensione e disagio miofasciale. Quando il corpo è in equilibrio/omeostasi e la fascia è sana:

  • Lo gel viscoelastico scorre senza restrizioni in tutte le direzioni.
  • La rete di fibre di collagene si muove liberamente.
  • La circolazione linfatica e sanguigna scorre correttamente.
  • Comunicazione tra le cellule, il sistema nervoso e tutti i tessuti del corpo funzionano correttamente.

In caso di lesione e attivazione del processo di guarigione, componenti specifici interagiscono con le cellule per creare le condizioni per la guarigione e generare infiammazione, consentendo alle nuove cellule di muoversi e guarire facilmente il tessuto. Un'ostruzione nella circolazione aumenta la pressione dove il fluido si trova stazionario, impedendo la comunicazione con i tessuti. A volte il processo di guarigione non si ferma e la risposta infiammatoria peggiora e può diventare cronica.

Consumo di zucchero

Molti pensano allo zucchero come caramelle, dolci, cioccolatini e dessert. Tuttavia, tutti i carboidrati sono zucchero, e mangiare troppo pane, pasta, cereali, fruttae cereali, contribuisce a un consumo molto maggiore di zucchero.

  • Gli alimenti ritenuti sani come il pane integrale, le alternative a basso contenuto di grassi e i cereali muesli hanno elevate quantità di zucchero.
  • I tessuti connettivi necessitano di collagene per il buon funzionamento delle articolazioni.
  • L'alto livello di zucchero nel sangue esacerba dolori e dolori e può portare a movimenti articolari alterati e, infine, artrite.

Problemi alla fascia

  • Flusso e mobilità alterati
  • La fascia che si è ispessita e indurita compromette la capacità di scivolamento.
  • Il corpo si sente pesante e pigro.
  • Sintomi del dolore
  • Edema
  • Scarso equilibrio
  • Nei luoghi in cui il corpo è diventato rigido e insensibile, il sistema nervoso non può trasmettere segnali così rapidamente per controllare il movimentos.
  • I muscoli possono contrarsi costantemente o avere convulsioni a causa di segnali interpretati male.
  • Una stretta catena di tessuto connettivo può distorcere lo scheletro causando un'usura più rapida delle articolazioni.

Rilascio di massaggio miofasciale chiropratico

Chiropratica il massaggio e il rilascio miofasciale apporta numerosi benefici alla salute e al benessere del corpo, tra cui:

  • Allevia gli effetti complessivi dello stress sul corpo.
  • Allevia il dolore e il dolore.
  • Aumenta la circolazione sanguigna e linfatica.
  • Migliora il recupero dei tessuti.
  • Migliora la mobilità articolare.
  • Ripristina le corrette relazioni lunghezza-tensione per il movimento dinamico.
  • Mantiene la normale lunghezza muscolare funzionale.
  • Migliora la funzione neuromuscolare.

Linee guida nutrizionali Salute fasciale


Referenze

Barros-Neto, João Araújo et al. "Stato di selenio e zinco nel dolore miofasciale cronico: concentrazioni di siero ed eritrociti e assunzione di cibo". PloS uno vol. 11,10 e0164302. 18 ottobre 2016, doi:10.1371/journal.pone.0164302

Dong, Shobin, et al. "Un modello di rete tridimensionale di fibre di collagene della matrice extracellulare per la simulazione dei comportamenti meccanici e delle microstrutture". Metodi informatici in biomeccanica e ingegneria biomedica vol. 20,9 (2017): 991-1003. doi:10.1080/10255842.2017.1321113

Mattei, Giorgio et al. "Gel ingegneristici con viscoelasticità in evoluzione nel tempo." Materiali (Basilea, Svizzera) vol. 13,2 438. 16 gen. 2020, doi:10.3390/ma13020438

Okumus, Met al. "La relazione tra oligoelementi sierici, vitamina B12, acido folico e parametri clinici nei pazienti con sindrome da dolore miofasciale". Journal of back e riabilitazione muscolo-scheletrica vol. 23,4 (2010): 187-91. doi:10.3233/BMR-2010-0264

Vlassara, Helen e Jaime Uribarri. "Prodotti finali della glicazione avanzata (AGE) e diabete: causa, effetto o entrambi?." Rapporti attuali sul diabete vol. 14,1 (2014): 453. doi:10.1007/s11892-013-0453-1

Disintossicazione renale: clinica per la schiena a El Paso

Disintossicazione renale: clinica per la schiena a El Paso

Il mantenimento della salute dei reni è importante per la salute e il benessere generale del corpo. I reni sono organi delle dimensioni di un pugno situati sotto la gabbia toracica su entrambi i lati della colonna vertebrale. Una disintossicazione renale mantiene la salute consentendo al corpo di filtrare ed espellere i rifiuti correttamente e di produrre ormoni per aiutare il corpo a funzionare al massimo delle sue potenzialità.Disintossicazione renale: clinica di medicina funzionale chiropratica

Salute dei reni

I reni svolgono diverse funzioni che includono:

  • Filtra e purifica le impurità dal sangue.
  • produce ormoni che regolano la pressione sanguigna e controllano la produzione di globuli rossi.
  • I prodotti di scarto del filtro immagazzinati nella vescica ed espulsi attraverso l'urina.
  • Filtra le tossine.
  • Espelle l'acqua in eccesso.
  • Regola i livelli di pH, sale e potassio.
  • Saldi elettroliti.
  • Attiva la vitamina D per supportare l'assorbimento corporeo del calcio per la riparazione ossea e la regolazione della funzione muscolare.

disintossicazione renale

Una misura chiave per mantenere i reni puliti e sani è impegnarsi in un piano nutrizionale sano. I medici raccomandano di implementare cambiamenti nello stile di vita per aiutare i reni a filtrare a pieno regime. Alcuni cibi possono aiutare a disintossicare i reni e promuovere la loro salute.

Semi di zucca

  • I semi di zucca possono aiutare a prevenire l'accumulo di acido urico, uno dei composti che causano i calcoli renali.

Uva

  • Questi frutti contengono un composto chiamato resveratrolo per ridurre l'infiammazione renale.

Limoni

  • I limoni aiutano con la digestione.
  • Hanno vitamina C, che rafforza il sistema immunitario e supporta i globuli bianchi per combattere le infezioni.
  • Il citrato si lega al calcio nelle urine per fermare la crescita dei cristalli di calcio, prevenendo i calcoli renali.

Carote

  • Le carote hanno beta carotene, alfa-carotene e vitamina A.
  • Antiossidanti per l'infiammazione.

Ginger

  • Lo zenzero può aiutare nel processo di scioglimento dei calcoli renali e impedisce loro di riformarsi.

Barbabietole

  • Migliora la circolazione del sangue ai reni.

Sedano

  • Il sedano ha alcalino e proprietà diuretiche per aiutare a espellere i liquidi in eccesso.
  • Ha cumarine che può aiutare ad aumentare il flusso vascolare.
  • È ricco di vitamine D, C e K.

Mele

  • Le mele contengono fibre per sbloccare le arterie, in particolare le arterie renali miglioreranno la filtrazione.

Mantieni l'idratazione

Il corpo umano è composto per quasi il 60% da acqua, con ogni organo che richiede acqua.

  • I reni (sistema di filtrazione del corpo) richiedono acqua per secernere l'urina.
  • L'urina è il prodotto di scarto primario che consente all'organismo di eliminare le sostanze indesiderate e non necessarie.
  • Basso consumo di acqua significa basso volume di urina.
  • Una bassa produzione di urina può portare a disfunzioni renali, come i calcoli renali.
  • Mantenere l'idratazione del corpo è fondamentale in modo che i reni possano eliminare a fondo i materiali di scarto in eccesso.
  • L'assunzione giornaliera raccomandata di liquidi è intorno 3.7 litri al giorno per gli uomini e 2.7 litri al giorno per le donne.

Medicina funzionale

Questo è un esempio di una pulizia renale di due giorni per aiutare a rafforzare i reni e disintossicare il corpo.

Giorno 1

Colazione

  • Frullato a base di:
  • 8 once di succo di limone fresco, zenzero e barbabietola
  • 1/4 tazza di mirtilli rossi secchi zuccherati

Pranzo

  • Frullato a base di:
  • 1 tazza di latte di mandorla
  • 1/2 tazza di tofu
  • 1/2 tazza di spinaci
  • 1/4 tazza di bacche
  • 1/2 di mela
  • Due cucchiai di semi di zucca

Dinner

  • Insalata di verdure miste grande
  • 4 once di proteine ​​magre: pollo, pesce o tofu
  • Completare con 1/2 tazza di uva
  • 1/4 tazza di arachidi

Giorno 2

Colazione

  • Frullato a base di:
  • 1 tazza di latte di soia
  • Una banana congelata
  • 1/2 tazza di spinaci
  • 1 / 2 tazza di mirtilli
  • Un cucchiaino di spirulina

Pranzo

  • Una ciotola di:
  • 1 tazza di riso Orzo
  • 1 tazza di frutta fresca
  • Due cucchiai di semi di zucca

Dinner

  • Insalata di verdure miste grande
  • 4 once di proteine ​​magre: pollo, pesce o tofu
  • Completare con 1/2 tazza di orzo cotto
  • Aggiungere il succo di limone fresco
  • 4 once ciascuno di succo di ciliegia non zuccherato e succo d'arancia

Consulta un operatore sanitario, un nutrizionista o un dietista per assicurarti che sia sicuro.


Prescrizione dietetica


Referenze

Chen, Teresa K et al. "Diagnosi e gestione della malattia renale cronica: una revisione". JAMA vol. 322,13 (2019): 1294-1304. doi:10.1001/jama.2019.14745

Den Hartogh, Danja J e Evangelia Tsiani. "Benefici per la salute del resveratrolo nelle malattie renali: prove da studi in vitro e in vivo". Nutrienti vol. 11,7 1624. 17 lug. 2019, doi:10.3390/nu11071624

nap.nationalacademies.org/read/10925/chapter/6

Pizzorno, Giuseppe. "L'epidemia di disfunzione renale, parte 1: cause". Medicina integrativa (Encinitas, California) vol. 14,6 (2015): 8-13.

Saldanha, Juliana F et al. "Resveratrolo: perché è una terapia promettente per i pazienti con malattie renali croniche?" Medicina ossidativa e longevità cellulare vol. 2013 (2013): 963217. doi:10.1155/2013/963217

Tack, Ivan MD, Ph.D. Effetti del consumo di acqua sulla funzione e l'escrezione renale. Nutrition Today: novembre 2010 – Volume 45 – Edizione 6 – p S37-S40
doi: 10.1097/NT.0b013e3181fe4376

Allenarsi per gustare le verdure: El Paso Back Clinic

Allenarsi per gustare le verdure: El Paso Back Clinic

È difficile per le persone raggiungere obiettivi di salute e fitness quando non amano mangiare le verdure. Digiuno intermittente, paleo, vegano, mediterraneo o Nuovo Nordico, quasi tutti i piani di alimentazione sana richiedono il consumo di verdure per raggiungere una salute ottimale. Tuttavia, non è mai troppo tardi per imparare a gustare le verdure. Injury Medical Chiropratica e Medicina Funzionale La clinica può consigliare modi non solo per mangiare le verdure perché sono sane, ma per goderne davvero.Allenarsi a gustare le verdure: chiropratico funzionale

Allenarsi a gustare le verdure

Le preferenze di gusto di ognuno sono diverse.

  • Molte persone sono cresciute in case dove le verdure venivano preparate in modi poco appetitosi.
  • L'ebollizione eccessiva e la cottura a vapore sono metodi di preparazione comuni con cui molti hanno avuto esperienza, inclusi broccoli, cavolfiori, asparagi e cavolini di Bruxelles, che li hanno resi insipidi, molli ed è qui che molti hanno deciso che non avrebbero mangiato questi cibi.
  • A molti non piacciono le verdure perché a molti l'hanno composti chimici che danno loro un sapore amaro.
  • Se l'assunzione di cibo è più confezionata e meno fresca, il palato di un individuo sarà più condizionato a cercare i sapori grassi e dolci degli alimenti trasformati.
  • Alcuni individui potrebbero esserlo geneticamente incline non amare le verdure.

Scopo vegetale

Le verdure sono ricche di sostanze nutritive che sono molto benefiche per il corpo.

  • Le verdure contengono antiossidanti, vitamine, minerali, fibre e fitonutrienti.
  • Questi nutrienti aiutano a mantenere la mente e il corpo sani ed evitano le carenze.
  • Le verdure aggiungono fibra che dona una sensazione di pienezza dando volume per riempire lo stomaco senza calorie aggiunte.
  • Questo controlla il bilancio energetico/calorie in entrata e calorie in uscita, che aiuta a perdere grasso corporeo senza sentirsi affamati e mantenere il peso corporeo.
  • Le verdure nutrono i batteri intestinali che aiutano il digestivo tratto.
  • Le verdure forniscono idratazione che aiuta la fibra ad eliminare i prodotti di scarto.
  • Le verdure aggiungono varietà per aiutare a mantenere un'alimentazione sana.

Branching Out

La chiave è espandersi in modo incrementale. La maggior parte delle persone avrà una o due verdure che possono tollerare. Questo potrebbe essere un punto di partenza espandendo nuove variazioni su quelle verdure tollerabili che porteranno a preferenze di gusto ampliate. Questo può essere fatto attraverso diversi metodi di cottura che includono:

Indipendentemente da dove stai iniziando, ci sono modi semplici per rendere meno intenso, più appetibile e più gradevole l'amaro vegetale che consiste in:

  • Sfida vegetale
  • Complemento Vegetale
  • Cuscino vegetale

Sfida vegetale

  • Scegli una verdura che normalmente non mangeresti e che richiede uno sforzo per provare.
  • Motivati ​​a provarlo: motivi di salute, bambini, famiglia, amici, ecc.
  • Fai un piccolo boccone; potresti odiarlo, piacergli o non ha effetto.
  • Almeno ci hai provato.
  • La ricerca suggerisce che le persone potrebbero aver bisogno di provare nuovi cibi molte volte (preparati in modo diverso) prima di tollerarli o apprezzarli.

Complemento Vegetale

  • Costruire percezione del sapore
  • Ricette ben sviluppate hanno armonia di sapori.
  • Significa abbinamento del cibo con una verdura per attivare contemporaneamente vari gusti e sapori piacevoli al palato.

Cuscino vegetale

  • Sulla lingua sono una varietà di recettori che si legano alle sostanze chimiche negli alimenti.
  • Quando questi recettori vengono attivati, inviano un segnale chimico al cervello sul gusto.
  • Le variazioni nel numero e nel tipo di recettori aiutano a sviluppare le preferenze di sapore.
  • Gusti di base: dolce, acido, piccante, salato, amaro e umami.
  • accoppiamento l'amaro con altri sapori distinti, come il dolce e il piccante, può sviluppare e cambiare la percezione del cervello di verdure insipide o amare in gustose e deliziose.
  • I cuscini per l'amarezza includono il miele, vero sciroppo d'acero, panna acida, Crema messicana, salsa piccante, oli, mandorle e burro usati in equilibrio per esaltare ed esaltare i sapori.

L'obiettivo è iniziare in piccolo e lavorare per diventare più a proprio agio sperimentando e combinando più sapori. La consultazione con un nutrizionista professionista può aiutare le persone a ottenere un piano nutrizionale sano di cui possono godere.


Suggerimento da un dietista


Referenze

Christoph, Mary J et al. "Il consumo intuitivo è associato a una maggiore assunzione di frutta e verdura tra gli adulti". Giornale di educazione alimentare e comportamento vol. 53,3 (2021): 240-245. doi:10.1016/j.jneb.2020.11.015

Melis M, Yousaf NY, Mattes MZ, Cabras T, Messana I, Crnjar R, Tomassini Barbarossa I, Tepper BJ. Percezione sensoriale della risposta proteica salivare all'astringenza in funzione del fenotipo del gusto amaro 6-n-propiltiourale (PROP). Physiol Comportamento 2017 gennaio 24; 173: 163-173.

Mennella J.A. Sviluppo delle preferenze alimentari: lezioni apprese da studi longitudinali e sperimentali. Preferire la qualità alimentare. 2006 ottobre;17(7-8):635-637.

Tordoff, Michael G e Mari A Sandell. "L'amarezza vegetale è correlata al contenuto di calcio". Appetito vol. 52,2 (2009): 498-504. doi:10.1016/j.appet.2009.01.002

Wallace, Taylor C et al. "Frutta, verdura e salute: una narrativa completa, una revisione generale della scienza e raccomandazioni per politiche pubbliche rafforzate per migliorare l'assunzione". Recensioni critiche in scienze alimentari e nutrizione vol. 60,13 (2020): 2174-2211. doi:10.1080/10408398.2019.1632258

Wieczorek, Martyna N et al. "Sapore amaro delle verdure Brassica: il ruolo di fattori genetici, recettori, isotiocianati, glucosinolati e contesto aromatico." Recensioni critiche in scienze alimentari e nutrizione vol. 58,18 (2018): 3130-3140. doi:10.1080/10408398.2017.1353478

Soffri di dolore addominale? Potrebbero essere punti trigger

Soffri di dolore addominale? Potrebbero essere punti trigger

Introduzione

Quando si tratta del busto è circondato da vari muscoli che aiutano a proteggere gli organi vitali noti come il sistema intestinale e aiutano a stabilizzare la colonna vertebrale nel corpo. I muscoli addominali sono essenziali per mantenere una buona postura e il supporto del core per molti individui. Quando attività normali o problemi cronici iniziano a interessare il corpo, anche i muscoli addominali possono essere colpiti e possono causare dolore riferito in tutta l'area del busto. Quando i muscoli addominali hanno a che fare con il dolore riferito, possono svilupparsi in punti trigger che mascherano altre condizioni croniche che colpiscono il busto e la regione toraco-lombare. L'articolo di oggi esamina i muscoli addominali e la loro funzione, come i punti trigger influiscono sull'addome e come vari trattamenti aiutano a gestire i punti trigger associati al dolore addominale. Rimandiamo i pazienti a fornitori certificati che forniscono diverse tecniche nelle terapie del dolore addominale relative ai punti trigger per aiutare molti che soffrono di sintomi simili al dolore lungo i muscoli addominali lungo il busto. Incoraggiamo i pazienti indirizzandoli ai nostri fornitori di servizi medici associati in base al loro esame quando è appropriato. Indichiamo che l'istruzione è un'ottima soluzione per porre ai nostri fornitori domande profonde e complesse su richiesta del paziente. Il Dr. Alex Jimenez, DC, nota queste informazioni solo come servizio educativo. Disclaimer

palmaris-longus-punto-di-attivazione-della-settimana_634ada9f

I muscoli addominali e la loro funzione

 

Hai problemi a spostarti? Hai avuto a che fare con spasmi muscolari lungo l'addome? Ti fa male quando starnutisci, ridi o tossisci costantemente? Tutte queste azioni che interessano i muscoli addominali potrebbero essere correlate ai punti trigger lungo i muscoli e interrompere l'area del busto. Il addome nel corpo ha vari muscoli, un organo complesso con molte funzioni che contribuiscono alla qualità della vita di una persona. I muscoli addominali hanno molte parti importanti, dal sostenere il tronco, consentire movimenti come torsioni e torsioni e mantenere in posizione gli organi del sistema intestinale attraverso la regolazione della pressione addominale interna. I muscoli addominali hanno cinque muscoli principali che lavorano insieme ai muscoli della schiena per mantenere la stabilità del corpo. Sono:

  • piramidale
  • Retto addominale
  • obliqui esterni
  • obliqui interni
  • Trasverso dell'addome

Gli studi rivelano che i muscoli addominali possono aiutare ad aumentare la stabilità della regione lombare del corpo dalle colonne vertebrali tendendo la fascia toracolombare e aumentando la pressione intra-addominale. Ciò consente al muscolo addominale di piegarsi e flettersi in diverse posizioni senza provare dolore. Tuttavia, un uso eccessivo dei muscoli addominali può portare a problemi inutili che possono interessare non solo il busto ma anche i muscoli circostanti intorno al busto.

 

In che modo i punti trigger influiscono sull'addome

 

Il libro "Dolore e disfunzione miofasciale", della dott.ssa Janet Travell, MD, ha menzionato che i sintomi addominali sono comuni e possono causare confusione diagnostica per molte persone. Poiché i muscoli addominali possono fornire stabilità al tronco del corpo quando una persona abusa dei muscoli addominali attraverso varie attività come torsioni rapide e violente della sezione centrale, sollevamento di oggetti pesanti con il nucleo invece delle gambe, esagerando con i regimi di esercizio o avendo un tosse persistente, queste varie attività potrebbero potenzialmente portare allo sviluppo di punti trigger nei muscoli addominali causando dolore all'addome e causando dolore riferito alla parte bassa della schiena. Gli studi rivelano che i punti trigger lungo i muscoli addominali si sviluppino attraverso fattori aggravanti come lo stare seduti o in piedi prolungati può far sì che i muscoli addominali diventino estremamente dolenti e iperirritabili lungo le fasce muscolari tese. Quando i punti trigger colpiscono i muscoli addominali, possono produrre dolore addominale riferito e disturbi viscerali (effetti somato-viscerali) che lavorano a stretto contatto per imitare malattie viscerali. Questo riguarda molte persone che pensano che qualcosa non va nel loro sistema intestinale, ma i loro muscoli addominali stanno causando problemi nei loro corpi.

 


Rilascio dei punti trigger nei muscoli addominali-Video

Hai avuto problemi addominali intorno al busto? Ti fa male quando ridi, tossisci o starnutisci? Senti rigidità muscolare o indolenzimento lungo gli addominali? Se hai avuto a che fare con questi sintomi per tutta la vita, potresti provare dolore addominale associato a punti trigger nel busto. Il dolore addominale è comune a molte persone e può variare da problemi intestinali o problemi muscolari che vari fattori possono causare nel busto. I problemi addominali possono persino causare confusione ai medici quando stanno diagnosticando i problemi che stanno colpendo i loro pazienti. Quando varie azioni causano dolore agli addominali, può sviluppare dolore riferito associato a punti trigger. I punti trigger si sviluppano quando il muscolo è stato abusato, creando minuscoli noduli nella fascia tesa. I punti trigger possono essere difficili da individuare ma sono curabili. Il video sopra mostra dove si trovano i punti trigger nei muscoli addominali e come rilasciarli dai muscoli addominali colpiti per fornire sollievo e ridurre gli effetti mimici del dolore viscerale-somatico.


Gestione dei punti trigger associati al dolore addominale attraverso vari trattamenti

 

Quando il dolore addominale colpisce i muscoli, i sintomi possono sviluppare punti trigger. Quando ciò accade, può portare a confusione e spesso a una diagnosi errata. Non è tutto perduto; ci sono modi per gestire i punti trigger associati al dolore addominale attraverso vari trattamenti. Gli studi rivelano che varie terapie come il dry needling combinato con le palpazioni possono ridurre i punti trigger dal causare problemi di dolore più riferiti nell'addome. Altri modi per prevenire lo sviluppo di punti trigger in futuro sono attraverso esercizi che possono aiutare a rafforzare i muscoli addominali. Esercizi come la respirazione addominale, le inclinazioni pelviche, gli addominali e persino le risate possono aiutare a rafforzare i muscoli addominali deboli e influenzare positivamente il corpo. 

 

Conclusione

Il busto ha vari muscoli, noti come muscoli addominali, che aiutano a proteggere gli organi vitali nel sistema intestinale, aiutano a stabilizzare la colonna vertebrale e mantengono una buona postura per molti individui. Vari fattori che influenzano i muscoli addominali possono portare a una diagnosi confusa, poiché potrebbe essere un problema interno o esterno. Quando i muscoli addominali sono influenzati dall'uso eccessivo di varie attività, possono svilupparsi in punti trigger nei muscoli, causando dolore viscerale riferito al busto e causare debolezza muscolare. Fortunatamente più trattamenti possono aiutare a ridurre gli effetti dei punti trigger associati al dolore addominale e possono aiutare a rafforzare il nucleo del corpo. Ciò consente all'individuo di sentirsi meglio e di considerare cosa non fare ai propri addominali.

 

Referenze

Balyan, Rohit, et al. "Dolore miofasciale della parete addominale: un'entità clinica ancora non riconosciuta". Il giornale coreano del dolore, The Korean Pain Society, ottobre 2017, www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC5665744/.

Rajkannan, Pandurangan e Rajagopalan Vijayaraghavan. "Dry Needling nel dolore cronico della parete addominale di origine incerta". Journal of Bodywork e terapie di movimento, Biblioteca nazionale di medicina degli Stati Uniti, gennaio 2019, pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/30691770/.

Seras, Kevin, et al. "Anatomia, addome e bacino, parete addominale anterolaterale". In: StatPearls [Internet]. L'isola del tesoro (FL), StatPearls Publishing, 25 luglio 2022, www.ncbi.nlm.nih.gov/books/NBK525975/.

Tesh, KM, et al. "I muscoli addominali e la stabilità vertebrale". Spina dorsale, Biblioteca nazionale di medicina degli Stati Uniti, giugno 1987, pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/2957802/.

Travell, JG, et al. Dolore miofasciale e disfunzione: il manuale del punto trigger: vol. 1: Metà superiore del corpo. Williams & Wilkins, 1999.

Disclaimer

De-stress: Clinica per la schiena chiropratica medica per lesioni

De-stress: Clinica per la schiena chiropratica medica per lesioni

I trattamenti per lo stress e l'ansia possono includere una vasta gamma di terapie, tra cui la terapia del linguaggio, le tecniche di meditazione e i farmaci. Anche la cura chiropratica, gli aggiustamenti e il massaggio sono usati come piano di trattamento per alleviare lo stress. Indipendentemente dal fatto che venga diagnosticato un disturbo d'ansia o che si stia vivendo uno stress intenso, la medicina funzionale chiropratica può affrontare i sintomi fisici per riequilibrare la mente e il corpo.De-stress: Clinica di medicina funzionale chiropratica medica per lesioni

De-stress

La salute fisica e mentale sono collegate. Lo stress e l'ansia possono causare tensione, affaticamento, mal di testa e dolori e dolori. Può rendere difficoltoso dormire e/o rilassarsi, compromettendo la salute mentale e fisica. I segni di stress includono:

  • Il livello di zucchero nel sangue cambia
  • Tutti i giorni o quasi tutti i giorni, mal di testa da tensione
  • Digrignare i denti
  • Mal di schiena
  • Tensione muscolare
  • Problemi digestivi
  • Irritazione della pelle
  • Perdita dei capelli
  • Problemi di cuore

La colonna vertebrale è il condotto per il sistema nervoso simpatico e parasimpatico.

  • Lo sistema nervoso simpatico si attiva quando il cervello pensa che debbano essere prese azioni improvvise o importanti decisioni stressanti.
  • La risposta di lotta o fuga accelera la frequenza cardiaca e rilascia adrenalina.
  • Lo sistema parasimpatico disattiva la risposta di lotta o fuga, calmando il corpo in uno stato più rilassato.

I problemi sorgono quando il sistema nervoso simpatico viene attivato ripetutamente, facendo sì che il sistema di combattimento o fuga rimanga semi-attivo. Ciò può derivare da lunghi spostamenti, ingorghi, musica ad alto volume, scadenze, pratica sportiva, prove, ecc. Il sistema nervoso parasimpatico non ha mai la possibilità di attivare e stabilizzare la mente e il corpo. Il risultato è una sensazione di costante stress e agitazione.

Cura chiropratica

La cura chiropratica per alleviare lo stress riduce gli ormoni dello stress e rilascia gli ormoni del benessere come l'ossitocina, la dopamina e la serotonina, che consentono la guarigione e aiutano il stile di vita rilassare. Gli aggiustamenti chiropratici fanno sapere al cervello che è ora di attivare il sistema nervoso parasimpatico e rilassarsi. La chiropratica aiuta:

Alleviare la tensione muscolare

  • Quando il corpo è sotto stress, i muscoli si irrigidiscono, causando disagio, dolori e dolori.
  • Lo stress continuo può portare a problemi di salute, attacchi di panico, disturbi d'ansia e depressione.
  • La chiropratica scioglie le tensioni riportando il corpo al suo naturale equilibrio.

Ripristino della funzione corporea

  • Quando lo stress si attiva, può causare disfunzione del corpo.
  • La chiropratica può aiutare a ripristinare efficacemente le funzioni corporee.
  • Regolazioni e massaggi riequilibrano la circolazione sanguigna e il flusso energetico, consentendo una chiara trasmissione del sistema nervoso.

Abbassamento della pressione sanguigna

  • La cura chiropratica ha mostrato risultati positivi nell'abbassamento della pressione sanguigna.

Migliorare la qualità del sonno

  • La cura chiropratica migliora i modelli di sonno correggendo i disallineamenti spinali.

Rilassamento crescente

  • Gli aggiustamenti chiropratici possono rilasciare e rilassare l'attività muscolare, consentendo al corpo di rilassarsi e scaricare completamente lo stress.

Voce della salute


Referenze

Jamison, J R. "Gestione dello stress: uno studio esplorativo sui pazienti chiropratici". Journal of manipolative e terapie fisiologiche vol. 23,1 (2000): 32-6. doi:10.1016/s0161-4754(00)90111-8

Kultür, Turgut, et al. "Valutazione dell'effetto del trattamento manipolativo chiropratico sullo stress ossidativo nella disfunzione dell'articolazione sacroiliaca". Giornale turco di medicina fisica e riabilitazione vol. 66,2 176-183. 18 maggio. 2020, doi:10.5606/tftrd.2020.3301

Mariotti, Agnese. "Gli effetti dello stress cronico sulla salute: nuove intuizioni sui meccanismi molecolari della comunicazione cervello-corpo". Scienza futura OA vol. 1,3 UST23. 1 novembre 2015, doi:10.4155/fso.15.21

www.nimh.nih.gov/health/publications/so-stressed-out-factsheet

Stefanaki, Charikleia, et al. "Stress cronico e disturbi della composizione corporea: implicazioni per la salute e la malattia". Ormoni (Atene, Grecia) vol. 17,1 (2018): 33-43. doi:10.1007/s42000-018-0023-7

Yaribeygi, Habib et al. "L'impatto dello stress sulla funzione corporea: una revisione." Rivista EXCLI vol. 16 1057-1072. 21 luglio 2017, doi:10.17179/excli2017-480

Il processo digestivo: Medicina Funzionale Back Clinic

Il processo digestivo: Medicina Funzionale Back Clinic

Il corpo ha bisogno di cibo per carburante, energia, crescita e riparazione. Il processo digestivo scompone il cibo in una forma che il corpo può assorbire e utilizzare come carburante. Il cibo scomposto viene assorbito nel flusso sanguigno dall'intestino tenue e le sostanze nutritive vengono trasportate alle cellule in tutto il corpo. Capire come gli organi lavorano insieme per digerire il cibo può aiutare con gli obiettivi di salute e la salute generale.Il processo digestivo: clinica di medicina funzionale chiropratica

Il processo digestivo

Gli organi dell'apparato digerente sono i seguenti:

  • Bocca
  • Esofago
  • Stomaco
  • Pancreas
  • Fegato
  • Cistifellea
  • Intestino tenue
  • Intestino crasso
  • Ano

Il processo digestivo inizia con l'anticipo del mangiare, stimolando le ghiandole della bocca a produrre saliva. Le funzioni primarie dell'apparato digerente includono:

  • Mescolare il cibo
  • Spostare il cibo attraverso il tubo digerente – peristalsi
  • La scomposizione chimica del cibo in componenti riassorbibili più piccoli.

L'apparato digerente converte il cibo nelle sue forme più semplici, che includono:

  • Glucosio – zuccheri
  • Amminoacidi – proteine
  • Acidi grassi – grassi

Una corretta digestione estrae i nutrienti dal cibo e dai liquidi per mantenere la salute e funzionare correttamente. I nutrienti includono:

  • carboidrati
  • Proteine
  • grassi
  • Vitamine
  • Minerali
  • Acqua

Bocca ed esofago

  • Il cibo viene macinato dai denti e inumidito con la saliva per essere deglutito facilmente.
  • La saliva ha anche uno speciale enzima chimico che inizia a scomporre i carboidrati in zuccheri.
  • Le contrazioni muscolari dell'esofago massaggiano il cibo nello stomaco.

Stomaco

  • Il cibo passa attraverso un piccolo anello muscolare nello stomaco.
  • Viene mescolato con sostanze chimiche gastriche.
  • Lo stomaco agita il cibo per scomporlo ulteriormente.
  • Il cibo viene quindi spremuto nella prima parte dell'intestino tenue, il duodeno.

Intestino tenue

  • Una volta nel duodeno, il cibo si mescola con più enzimi digestivi del pancreas e bile dal fegato.
  • Il cibo passa nelle parti inferiori dell'intestino tenue, chiamato il digiuno e ileo.
  • I nutrienti vengono assorbiti dall'ileo, rivestito da milioni di villi o dita filiformi che facilitano l'assorbimento.
  • Ogni villo è collegato a una maglia di capillari, che è il modo in cui i nutrienti vengono assorbiti nel flusso sanguigno.

Pancreas

  • Il pancreas è una delle ghiandole più grandi.
  • Secerne succhi digestivi e un ormone chiamato insulina.
  • L'insulina aiuta a regolare la quantità di zucchero nel sangue.
  • Problemi con la produzione di insulina può portare a condizioni come il diabete.

Fegato

Il fegato ha diversi ruoli che includono:

  • Scompone i grassi usando la bile immagazzinata nella cistifellea.
  • Elabora proteine ​​e carboidrati.
  • Filtra ed elabora impurità, farmaci e tossine.
  • Genera glucosio per energia a breve termine da composti come lattato e aminoacidi.

Intestino crasso

  • Un grande serbatoio di microbi e batteri sani vive nell'intestino crasso e svolge un ruolo importante in una sana digestione.
  • Una volta che i nutrienti sono stati assorbiti, i rifiuti vengono passati nell'intestino crasso o nell'intestino.
  • L'acqua viene rimossa e i rifiuti vengono immagazzinati nel retto.
  • Viene quindi espulso dal corpo attraverso l'ano.

Salute dell'apparato digerente

I modi per mantenere in salute il sistema digestivo e il processo digestivo includono:

Bere Più Acqua

  • L'acqua aiuta il cibo a fluire più facilmente attraverso il sistema digestivo.
  • Basse quantità di acqua/disidratazione sono cause comuni di stitichezza.

Aggiungi più fibra

  • La fibra è benefica per la digestione e aiuta con i movimenti intestinali regolari.
  • Incorpora fibre solubili e insolubili.
  • Fibra solubile si scioglie in acqua.
  • Quando la fibra solubile si dissolve, crea un gel che può migliorare la digestione.
  • Le fibre solubili possono ridurre il colesterolo e lo zucchero nel sangue.
  • Aiuta il tuo corpo a migliorare il controllo della glicemia, che può aiutare a ridurre il rischio di diabete.
  • La fibra insolubile non si scioglie in acqua.
  • La fibra insolubile attira l'acqua nelle feci, rendendole più morbide e più facili da espellere con meno sforzo per l'intestino.
  • La fibra insolubile può aiutare a promuovere la salute e la regolarità intestinale e supporta la sensibilità all'insulina che può aiutare a ridurre il rischio di diabete.

Nutrizione equilibrata

  • Mangia frutta e verdura ogni giorno.
  • Scegli i cereali integrali rispetto ai cereali lavorati.
  • Evitare gli alimenti trasformati in generale.
  • Scegli il pollame e il pesce più della carne rossa e limita le carni lavorate.
  • Riduci lo zucchero.

Mangia cibi con probiotici o usa integratori probiotici

  • I probiotici sono batteri sani che aiutano a combattere i batteri malsani nell'intestino.
  • Generano anche sostanze salutari che nutrono l'intestino.
  • Consumare probiotici dopo aver assunto antibiotici che spesso uccidono tutti i batteri nell'intestino.

Mangia consapevolmente e mastica il cibo lentamente

  • Masticare accuratamente il cibo aiuta a garantire che il corpo abbia abbastanza saliva per la digestione.
  • Masticare accuratamente il cibo facilita anche l'assorbimento nutrizionale.
  • Mangiare lentamente dà al corpo il tempo di digerire completamente.
  • Consente inoltre al corpo di inviare segnali che è pieno.

Come funziona l'apparato digerente


Referenze

GREENGARD, H. "Apparato digerente". Revisione annuale di fisiologia vol. 9 (1947): 191-224. doi:10.1146/annurev.ph.09.030147.001203

Hoyle, T. "Il sistema digestivo: collegamento tra teoria e pratica". Giornale infermieristico britannico (Mark Allen Publishing) vol. 6,22 (1997): 1285-91. doi:10.12968/bjon.1997.6.22.1285

www.merckmanuals.com/home/digestive-disorders/biology-of-the-digestive-system/overview-of-the-digestive-system

www.niddk.nih.gov/health-information/digestive-diseases/digestive-system-how-it-works

Martinsen, Tom C et al. "La filogenesi e la funzione biologica del succo gastrico: le conseguenze microbiologiche della rimozione dell'acido gastrico". Rivista internazionale di scienze molecolari vol. 20,23 6031. 29 nov. 2019, doi:10.3390/ijms20236031

Ramsay, Philip T e Aaron Carr. "Acido gastrico e fisiologia digestiva". Le cliniche chirurgiche del Nord America vol. 91,5 (2011): 977-82. doi:10.1016/j.suc.2011.06.010

La capacità del corpo di guarire: chiropratica della clinica della schiena

La capacità del corpo di guarire: chiropratica della clinica della schiena

La capacità del corpo di guarire se stesso è piuttosto notevole. Quando si presenta un infortunio o una malattia, i sistemi del corpo si attivano per affrontare il problema e ripristinarsi in salute. Le ossa della colonna vertebrale proteggono le vie di comunicazione del midollo spinale e delle radici nervose. Se il sistema nervoso subisce lesioni o è danneggiato in qualche modo, causando danni, può causare il malfunzionamento dei tessuti e degli organi in tutto il corpo. La cura chiropratica combinata con la medicina funzionale può ripristinare e migliorare le capacità di autoguarigione del corpo a livelli ottimali.La capacità del corpo di guarire è migliorata con la chiropratica

La capacità del corpo di guarire se stesso

Un corpo sano si rigenera, combatte le infezioni, cura le ferite e ripara i danni. Il corpo è in uno stato costante di rimozione dei danni e di produzione di nuovi tessuti sani.

  • Le cellule possono guarire da sole quando diventano malsane e replicarsi per sostituire le cellule ferite o danneggiate.
  • Il corpo produce nuove cellule per curare il danno se un osso si frattura o si rompe.
  • Quando la pelle viene tagliata, il sangue si coagula, bloccando l'emorragia, i globuli bianchi rimuovono le cellule ferite e morte e nuove cellule sane riparano il tessuto danneggiato.
  • Il sistema immunitario si occupa di virus, batteri e tossine.
  • Le cellule distruttori naturali riconoscono quando le cellule del corpo sono state invase da un virus e distruggono la cellula infetta.

Infiammazione

L'infiammazione è la reazione del corpo a una lesione o a un'infezione, attivando il sistema immunitario per ripristinare la salute dell'area lesa o infetta.

  • La febbre è l'aumento della temperatura del corpo a livelli che uccideranno virus e batteri.
  • L'aumento della temperatura innesca anche alcuni meccanismi cellulari che aiutano l'organismo a combattere l'infezione.

Cellule staminali

Il corpo guarisce e si rigenera attraverso cellule staminali.

  • Una volta formato il corpo, le cellule staminali embrionali scompaiono e le cellule staminali adulte prendono il sopravvento.
  • Le cellule staminali adulte si dividono, producendo una cellula staminale identica e una cellula sana e matura di un tipo specifico.
  • Ogni tipo di cellula staminale adulta può diventare solo determinati tipi di tessuto.
  • Per esempio, Cellule staminali mesenchimali può rigenerare le cellule ossee, adipose, muscolari e cartilaginee.
  • Le cellule staminali neurali aiutano a rigenerare il tessuto nervoso nel cervello e nel midollo spinale.
  • Le cellule staminali epiteliali rigenerano la pelle.
  • Le cellule staminali adulte possono riprodursi a lungo ma alla fine smettono di riprodursi in modo altrettanto efficiente.

Sistema Nervoso

Il sistema nervoso aiuta l'intero corpo a mantenere la comunicazione, utilizzando impulsi elettrici e chimici per inviare e ricevere messaggi. Il sistema reagisce ai cambiamenti all'interno e all'esterno del corpo. Infezioni, lesioni, disturbi e condizioni possono causare squilibri che causano problemi di comunicazione che possono portare a problemi di salute. Problemi comuni del sistema nervoso includono:

  • Sciatica – Pressione su un nervo o sui nervi causata da un disco scivolato, rigonfio o erniato nella colonna vertebrale o da artrite della colonna vertebrale e, talvolta, altro Fattori.
  • Mal di testa
  • Vertigini
  • Nevralgia
  • herpes zoster – Infezione dei nervi sensoriali causata dal virus varicella-zoster.
  • Ictus – Mancanza di sangue in una parte del cervello.
  • Morbo di Parkinson – La morte dei neuroni in una parte del cervello chiamata mesencefalo. I sintomi includono tremori e problemi di mobilità.
  • Epilessia – Attività elettrica anormale nel cervello che causa convulsioni.
  • Meningite – Infiammazione della membrana che ricopre il cervello.
  • La sclerosi multipla – Le guaine mieliniche che proteggono i nervi del sistema nervoso centrale si danneggiano e si deteriorano.

Cura chiropratica

Le sublussazioni sono articolazioni disallineate o danneggiate che non funzionano correttamente. Queste articolazioni possono esercitare pressione su un nervo, che interferisce con il normale funzione del sistema nervoso. La cura chiropratica può riallineare, ripristinare e mantenere la salute del sistema neuromuscolo-scheletrico per riattivare le naturali capacità di guarigione del corpo.


Trattamento chiropratico contro la paralisi cerebrale


Referenze

Haavik, Heidi, et al. "Effetti di 12 settimane di cura chiropratica sull'integrazione centrale del doppio input somatosensoriale nei pazienti con dolore cronico: uno studio preliminare". Giornale di terapie manipolative e fisiologiche vol. 40,3 (2017): 127-138. doi:10.1016/j.jmpt.2016.10.002

Lee, Courtney, et al. "Terapie mente-corpo per l'autogestione dei sintomi del dolore cronico". Medicina del dolore (Malden, Mass.) vol. 15 Suppl 1 (2014): S21-39. doi:10.1111/pme.12383

Maltese PE, Michelini S, Baronio M, Bertelli M. Fondamenti molecolari della terapia chiropratica. Acta Biomed. 2019 settembre 30;90(10-S):93-102. doi: 10.23750/abm.v90i10-S.8768. PMID: 31577263; PMCID: PMC7233649.

McSwan, Joyce, et al. "Autoguarigione: un concetto per la gestione del dolore del corpo muscoloscheletrico: prove scientifiche e modalità d'azione". Giornale di ricerca sul dolore vol. 14 2943-2958. 21 settembre 2021, doi:10.2147/JPR.S321037

Navid, Muhammad Samran et al. "Gli effetti della manipolazione spinale chiropratica sull'elaborazione centrale del dolore tonico: uno studio pilota che utilizza la tomografia elettromagnetica cerebrale a bassa risoluzione standardizzata (sLORETA)." Rapporti scientifici vol. 9,1 6925. 6 maggio. 2019, doi:10.1038/s41598-019-42984-3

Mindful Eating Healthy Food Connection: Back Clinic

Mindful Eating Healthy Food Connection: Back Clinic

Un'alimentazione consapevole implica prestare attenzione a cosa e come mangiano le persone, aiutando a diventare più consapevoli della fame naturale e dei segnali di soddisfazione del corpo. Il processo può aiutare le persone a diventare consapevoli delle ragioni alla base della loro fame e aiutare a ridurre le voglie, controllare le dimensioni delle porzioni e sviluppare abitudini alimentari sane a lungo termine.Connessione consapevole del cibo sano

Alimentazione Consapevole

È facile affrettarsi a consumare pasti e spuntini senza fermarsi a godersi l'esperienza mentre si fa rifornimento di carburante. Piace meditazione, le persone si concentrano su ciò che stanno mangiando, sul suo odore, sul sapore e sulle sensazioni corporee vissute. È un modo per controllare la mente e il corpo durante un pasto o uno spuntino. Il consumo consapevole mette l'individuo in contatto:

Benefici

Gli individui non devono andare all-in, ma possono adottare alcuni principi di rallentamento e sintonizzazione con il corpo per migliorare la salute. I vantaggi includono:

Migliore digestione

  • Rallentare e masticare correttamente il cibo lo rende più facile da digerire.

Nutrizione migliorata

  • I fast food possono causare una sensazione di lentezza e gonfiore.
  • Mangiare pasti ricchi di nutrienti fornisce più energia.
  • Una migliore alimentazione significa una migliore salute del sistema immunitario.
  • La consapevolezza rafforza le scelte più sane.

Soddisfazione dopo i pasti

  • Affrettarsi a finire un pasto significa non godere dei sapori e dei fattori di consistenza che possono generare un senso di pienezza e soddisfazione.
  • Allenare la mente e il corpo ad essere veramente soddisfatti dei pasti e degli spuntini porta a meno stress e meno brama.

Una relazione alimentare più sana

  • Il corpo ha bisogno fisiologicamente di cibo per carburante e nutrimento.
  • Gli individui sviluppano anche attaccamenti emotivi al cibo associati a esperienze e ricordi.
  • Affrontare tutti gli aspetti e le influenze nelle relazioni alimentari consente alle persone di diventare più consapevoli dei loro comportamenti, percezioni, emozioni e mentalità appresi.
  • Identifica i comportamenti che non sono utili, quindi l'individuo può lavorare per migliorarli.

Miglioramento della salute cardiometabolica

È stato dimostrato che un'alimentazione consapevole o intuitiva migliora:

  • Livelli di zucchero nel sangue nelle donne in gravidanza.
  • Marcatori infiammatori nelle donne in postmenopausa.
  • Lipidi e pressione sanguigna negli adulti in sovrappeso.

Salute del consumo di cibo

  • Metti via l'elettronica e riserva tempo e spazio solo per mangiare.
  • Mangia in un ambiente in cui sei rilassato.
  • Mangiare in macchina, davanti a un computer mentre si lavora o al telefono no prestare la massima attenzione al processo alimentare e, di conseguenza, può indurre l'individuo a mangiare di più o mangiare cibi non sani.
  • Siediti e fai alcuni respiri profondi prima di iniziare il pasto.
  • Se le emozioni si stanno esaurendo e sono orientate al mangiare, vedi se riesci a riconoscere ed esprimere quelle emozioni piuttosto che mangiarle.
  • Questo aiuterà il processo digestivo e ottenere il massimo dal pasto.
  • Mangia un tavolozza di colori, assaggia vari gusti salati, dolci, speziati e umami/salati e assumi il cibo con tutti i sensi.
  • Non mangiare una varietà di sapori a un pasto può causare la sensazione di perdere qualcosa che può portare a voglie malsane.
  • Mangia con gli altri, poiché condividere il cibo può arricchire tutti i soggetti coinvolti e aiutare a concentrarsi sull'esperienza, non sulla quantità di cibo consumato.
  • Masticare accuratamente, poiché la digestione inizia in bocca, dove gli enzimi vengono secreti nella saliva per scomporre il cibo.
  • Non masticare correttamente e ridurre il cibo può causare indigestione e altri problemi digestivi.
  • Ascolta il tuo corpo e riconosci quando ne hai avuto abbastanza o vuoi di più.
  • Aspettare cinque minuti prima di prendere un'altra porzione può aiutare il corpo a diventare più in sintonia con i segnali di fame e pienezza.

Mangia consapevolmente


Referenze

Cherpak, Christine E. "Alimentazione consapevole: una rassegna di come la triade stress-digestione-consapevolezza può modulare e migliorare la funzione gastrointestinale e digestiva". Medicina integrativa (Encinitas, California) vol. 18,4 (2019): 48-53.

Espel-Huynh, HM et al. "Una revisione narrativa del costrutto della fame edonica e della sua misurazione mediante la scala del potere del cibo". Scienza e pratica dell'obesità vol. 4,3 238-249. 28 feb. 2018, doi:10.1002/osp4.161

Grider, Hannah S et al. "L'influenza del consumo consapevole e/o degli approcci alimentari intuitivi sull'assunzione dietetica: una revisione sistematica". Giornale dell'Accademia di nutrizione e dietetica vol. 121,4 (2021): 709-727.e1. doi:10.1016/j.jand.2020.10.019

Hendrickson, Kelsie L e Erin B Rasmussen. "Mangiare in modo consapevole riduce la scelta impulsiva del cibo negli adolescenti e negli adulti". Psicologia della salute: rivista ufficiale della Divisione di Psicologia della Salute, American Psychological Association vol. 36,3 (2017): 226-235. doi:10.1037/hea0000440

Morillo Sarto, Ettore, et al. "Efficacia di un programma di alimentazione consapevole per ridurre il consumo emotivo nei pazienti che soffrono di sovrappeso o obesità nelle strutture di assistenza primaria: un protocollo di prova randomizzato a grappolo". BMJ aperto vol. 9,11 e031327. 21 nov. 2019, doi:10.1136/bmjopen-2019-031327

Nelson, Joseph B. "Mangiare consapevolmente: l'arte della presenza mentre mangi". Spettro del diabete: una pubblicazione dell'American Diabetes Association vol. 30,3 (2017): 171-174. doi:10.2337/ds17-0015

Warren, Janet Met al. "Una revisione strutturata della letteratura sul ruolo di consapevolezza, alimentazione consapevole e alimentazione intuitiva nel cambiamento dei comportamenti alimentari: efficacia e potenziali meccanismi associati". Recensioni di ricerca sulla nutrizione vol. 30,2 (2017): 272-283. doi:10.1017/S0954422417000154

Il piccolo pettorale affetto da dolore miofasciale

Il piccolo pettorale affetto da dolore miofasciale

Introduzione

Lo petto ha il muscolo grande pettorale che lavora con la metà superiore del corpo che fornisce mobilità e potenza. Il grande pettorale circonda anche la struttura scheletrica della clavicola e lavora con la colonna vertebrale toracica. Il torace consente mobilità alle braccia e stabilità alle spalle mentre si lavora insieme al spalla e i muscoli delle braccia. Molte persone utilizzano maggiormente la parte superiore del corpo quando si allenano, sollevano o trasportano oggetti da un luogo all'altro. Ciò fa sì che il muscolo venga abusato e soccomba a lesioni che possono influenzare la funzionalità del torace e invocare sintomi simili al dolore nel corpo. Uno dei muscoli del torace colpiti dal dolore sono i muscoli pettorali, in particolare il muscolo piccolo pettorale. L'articolo di oggi esamina il muscolo pettorale minore, come il dolore miofasciale colpisce il pettorale minore e come gestire il dolore miofasciale associato al pettorale minore. Indirizziamo i pazienti a fornitori certificati specializzati in terapie per il dolore toracico per aiutare molte persone che soffrono di dolore da trigger point che colpisce i muscoli minori del pettorale. Informiamo i pazienti indirizzandoli ai nostri fornitori di servizi medici associati in base al loro esame, quando appropriato. Indichiamo che l'educazione è un'ottima soluzione per porre ai nostri fornitori domande profonde e complesse su richiesta del paziente. Il Dr. Alex Jimenez, DC, nota queste informazioni solo come servizio educativo. Disclaimer

come-trattare-i-trigger-points-brachioradiale

Il muscolo piccolo pettorale

 

Hai avuto dolore nella parte alta della schiena? Ti senti come se il tuo petto fosse costantemente compresso? Senti la tensione nelle spalle che ti rende difficile raggiungere dietro la schiena? La maggior parte di questi sintomi sono segni che molti individui stanno sviluppando dolore miofasciale lungo i muscoli pettorali, in particolare il piccolo pettorale. Il muscolo pettorale minore è un sottile muscolo triangolare sotto il grande pettorale. Ha una parte cruciale del torace in quanto aiuta a stabilizzare la scapola (le scapole) ed è davanti alla parete toracica della colonna vertebrale. Il piccolo pettorale fa anche parte di gruppo dei muscoli respiratori che funziona con i polmoni. Il muscolo piccolo pettorale ha molte funzioni per le scapole, che includono:

  • Stabilizzazione
  • Depressione
  • Abduzione o Protrazione
  • Rotazione interna
  • Rotazione verso il basso

Quando i fattori ambientali iniziano a influenzare i polmoni e causano problemi respiratori nel corpo, viene coinvolto anche il gruppo muscolare respiratorio circostante, facendo piegare il corpo.

 

Dolore miofasciale che colpisce il piccolo pettorale

 

Quando i fattori ambientali iniziano a influenzare i polmoni, i muscoli respiratori si contraggono e si comprimono. Questo è solo uno dei tanti fattori che possono influenzare il muscolo piccolo pettorale. L'altro fattore è che il muscolo piccolo pettorale può essere corto nel torace e quando gli individui cercano di allungarsi dietro la schiena. Ciò fa sì che il muscolo piccolo pettorale venga allungato eccessivamente e sviluppi dolore miofasciale o punti trigger lungo le fibre muscolari. Il libro, "Dolore e disfunzione miofasciale", scritto dal Dr. Travell, MD, ha descritto il dolore del dolore miofasciale associato al piccolo pettorale come simile al dolore cardiaco. Questo è noto come dolore riferito causato dalla sindrome del dolore miofasciale e può essere un po' difficile da diagnosticare poiché può imitare altri problemi cronici. Gli studi rivelano che l'accorciamento o qualsiasi tipo di oppressione del piccolo pettorale è uno dei potenziali meccanismi biomeccanici associati a un alterato allineamento scapolare che causa dolore e compromissione del movimento della spalla. L'uso eccessivo dei muscoli pettorali minori crea piccoli noduli che possono influenzare la stabilità delle spalle e causare problemi alla schiena medio-alta nella regione toracica della colonna vertebrale.

 


 Una panoramica dei punti trigger sul piccolo pettorale - Video

Hai avuto difficoltà a raggiungere alle tue spalle? Senti il ​​tuo corpo diventare più curvo del solito? O hai avuto costantemente dolore al petto? Questi sintomi simili al dolore sono causati dal dolore miofasciale associato al muscolo piccolo pettorale. Il muscolo piccolo pettorale aiuta con la stabilità delle spalle e gli studi rivelano che quando la presenza dei punti trigger miofasciali è collegata a disturbi della spalla e della parte superiore del corpo, può aumentare il rischio di condizioni sovrapposte che i punti trigger possono imitare. I punti trigger miofasciali sono un disturbo comune in quanto possono avere un impatto significativo sulle attività quotidiane di una persona facendo sì che la fascia muscolare tesa sia tenera o ipersensibile. Quando ciò accade, può portare a problemi di squilibrio muscolare, debolezza e compromissione della funzione motoria. Per fortuna, ci sono varie tecniche che possono aiutare a ridurre i sintomi del dolore e i problemi nel muscolo piccolo pettorale, mentre gestiscono i punti trigger. Il video sopra spiega mostra per dire quando i muscoli del torace sono tesi e vari test per sapere quando i muscoli pettorali (sia minori che maggiori) sono interessati dai punti trigger.


Gestione del dolore miofacciale associato al pettorale minore

 

Quando si tratta di dolori al petto associati al dolore miofasciale lungo il piccolo pettorale, ci sono molte tecniche che possono incorporare per prevenire che il dolore miofasciale causi ulteriori danni al muscolo stesso e ai muscoli circostanti. Vari allungamenti del torace possono aiutare a sciogliere delicatamente i muscoli rigidi, riscaldare il piccolo pettorale e migliorare la mobilità del torace e delle spalle. Una postura corretta può aiutare a evitare che il corpo sia costantemente curvo e lascia che i muscoli circostanti e il piccolo pettorale si rilassino. Se il dolore è insopportabile, gli studi rivelano che trattamenti come il dry needling e le palpazioni sui muscoli pettorali minori possono aiutare a gestire il dolore causato dai punti trigger. Questo tipo di trattamento consente al muscolo di rilasciare il trigger point e, combinato con un impacco caldo o freddo, può ridurre le possibilità che il dolore miofasciale si riformi nel muscolo.

 

Conclusione

Sotto il muscolo grande pettorale, il piccolo pettorale è un sottile muscolo triangolare che aiuta a stabilizzare le scapole e si trova nella parte anteriore della parete toracica della colonna vertebrale. Questo minuscolo muscolo fa parte dei muscoli respiratori che hanno una relazione causale con i polmoni e possono soccombere a fattori ambientali che possono portare allo sviluppo di dolore miofasciale o punti trigger sul pettorale minore. Il dolore miofasciale associato al muscolo piccolo pettorale può simulare problemi cardiovascolari e invocare dolore muscolare. Fortunatamente, vari trattamenti possono aiutare ad alleviare e gestire il dolore miofasciale che si ripresenta nel piccolo pettorale.

 

Referenze

Bagcier, Fatih, et al. "Tre semplici regole nel trattamento del punto trigger del muscolo pettorale, che possono essere causa di dolore toracico: posizione, palpazione e puntura perpendicolare". Consiglio americano di medicina di famiglia, Consiglio americano di medicina di famiglia, 1 novembre 2020, www.jabfm.org/content/33/6/1031.long.

Baig, Mirza A e Bruno Bordoni. "Anatomia, spalla e arto superiore, muscoli pettorali". In: StatPearls [Internet]. L'isola del tesoro (FL), StatPearls Publishing, 11 agosto 2021, www.ncbi.nlm.nih.gov/books/NBK545241/.

Morais, Nuno e Joana Cruz. "I disturbi e il dolore correlati ai muscoli pettorali e ai movimenti della spalla: motivazione, valutazione e gestione". Fisioterapia nello Sport: Gazzetta Ufficiale dell'Associazione dei Fisioterapisti Abilitati in Medicina dello Sport, Biblioteca nazionale di medicina degli Stati Uniti, gennaio 2016, pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/26530726/.

Ribeiro, Daniel Cury, et al. "La prevalenza dei punti trigger miofasciali nei disturbi del collo e della spalla: una revisione sistematica della letteratura". Disturbi muscoloscheletrici BMC, BioMed Central, 25 luglio 2018, www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC6060458/.

Travell, JG, et al. Dolore miofasciale e disfunzione: il manuale del punto trigger: vol. 1: Metà superiore del corpo. Williams & Wilkins, 1999.

Disclaimer

Gli effetti dei punti trigger che influiscono sul torace

Gli effetti dei punti trigger che influiscono sul torace

Introduzione

Lo petto nella metà superiore del corpo comprende varie strutture che hanno ciascuna il compito di mantenere il funzionamento del corpo. Il torace ha diversi grandi muscoli che circondano la gabbia toracica e aiuta a proteggere gli organi vitali che consentono all'ospite di respirare. Gli organi essenziali protetti dalla cassa toracica e dai muscoli del torace includono il cuore e  polmoni. Questi due organi aiutano il torace con la circolazione sanguigna, la respirazione e la digestione per mantenere il corpo in movimento e funzionale. Quando lesioni o condizioni croniche iniziano a colpire il torace, possono causare la contrazione e la contrazione dei muscoli che circondano la gabbia toracica, provocando un lavoro più intenso del cuore e dei polmoni e causando varie questioni per influenzare il corpo. Questo può portare a sintomi cronici al petto e influenzare la vita di una persona. L'articolo di oggi esamina il muscolo grande pettorale del torace, come il dolore del punto trigger è associato al dolore toracico e come gestire i punti trigger nel torace. Indirizziamo i pazienti a fornitori certificati specializzati in terapie per il dolore toracico per aiutare molte persone che soffrono di dolore da trigger point che colpisce i muscoli pettorali principali. Informiamo i pazienti indirizzandoli ai nostri fornitori di servizi medici associati in base al loro esame, quando appropriato. Indichiamo che l'educazione è un'ottima soluzione per porre ai nostri fornitori domande profonde e complesse su richiesta del paziente. Il Dr. Alex Jimenez, DC, prende atto di queste informazioni solo come servizio educativo. Disclaimer

n-a_633afe48

I principali muscoli pettorali del torace

 

Hai avuto dolori al petto inspiegabili che imitano problemi cardiaci? Senti rigidità muscolare vicino alla clavicola? O i muscoli del torace si sentono più tesi e doloranti del solito? Molti di questi problemi che colpiscono il torace potrebbero derivare da punti trigger associati al torace lungo i muscoli pettorali principali. Il pettorale è il muscolo superiore e più grande nell'area anteriore della parete toracica. Questo muscolo sembra un grosso ventaglio che circonda la clavicola e lavora con il torace e le braccia per fornire mobilità e potenza alla parte superiore del corpo. Gli studi rivelano che il muscolo grande pettorale svolge un ruolo importante nei movimenti degli arti superiori. A quel punto, può aiutare con l'adduzione e la rotazione mediale del braccio, secondo il libro del Dr. Travell, MD "Dolore e disfunzione miofasciale", il muscolo pettorale lavora con il resto dei muscoli del torace mentre è assistito dal grande e piccolo rotondo, muscoli deltoidi anteriori e posteriori, muscoli sottoscapolare e tricipiti. I muscoli pettorali principali possono anche essere interessati da molteplici problemi che interessano il torace e il resto della metà superiore del corpo.

 

Trigger Point dolore associato al torace

 

Quando i muscoli pettorali principali sono interessati da vari problemi, possono imitare altre condizioni croniche che causano dolore riferito in diverse aree del corpo. Questo è noto come dolore del punto trigger e può causare profili di rischio sovrapposti sui muscoli pettorali principali che possono interessare il torace. I punti trigger sono leggermente difficili da diagnosticare poiché molti fattori, come movimenti ripetitivi o il sollevamento di oggetti pesanti, possono far sì che i muscoli interessati sviluppino piccoli nodi lungo le fibre muscolari e causino sintomi simili al dolore. Molte persone con dolori al petto spesso si lamentano che qualcosa sta colpendo il loro cuore mentre mettono le mani sul petto e strofinano delicatamente l'area interessata. Tuttavia, quando i loro medici li esaminano, il problema non sono i loro cuori ma i muscoli del torace. Gli studi rivelano che i punti trigger che colpiscono il muscolo interessato possono simulare problemi come la disfunzione cardiovascolare nel cuore. A quel punto, possono causare punti trigger attivi nel muscolo grande pettorale dolore somato-viscerale al cuore, imitando problemi cardiovascolari come l'aritmia parossistica. Può anche causare dolore viscerale-somatico dove il cuore soffre di problemi cardiovascolari che colpiscono i muscoli pettorali principali.

 


Terapia dei punti trigger sul grande pettorale-Video

Hai avuto a che fare con dolori al petto che ti fanno ingobbire? Il tuo petto sembra teso quando ti allunghi? O i muscoli del torace si sentono teneri al tatto? Questi sintomi del dolore sono causati da punti trigger che colpiscono i muscoli pettorali. I punti trigger vengono generati quando una persona abusa dei muscoli dalle attività quotidiane o soccombe a lesioni muscolari che causano dolore riferito in diverse aree del corpo. Così punti trigger che colpisce il muscolo grande pettorale può causare dolori al petto. Il video sopra spiega i muscoli pettorali e dove si trovano i punti trigger che causano dolore riferito alle spalle e al resto della metà superiore del corpo. I punti trigger associati al torace lungo i muscoli pettorali principali possono essere curati attraverso vari trattamenti e tecniche che possono ridurre i sintomi e prevenire la formazione di punti trigger lungo il muscolo interessato in futuro.


Modi per gestire i punti trigger sul petto

 

Quando i punti trigger colpiscono i muscoli pettorali principali, possono evocare sintomi simili al dolore toracico che assomigliano a un disturbo cardiovascolare. Fortunatamente, specialisti del dolore come chiropratici, massaggiatori e fisioterapisti possono utilizzare varie tecniche per ridurre il dolore causato dai punti trigger. Gli studi rivelano che quando il dolore locale e riferito colpisce il muscolo grande pettorale, più massaggi mirati ai punti trigger possono aiutare ad alleviare i sintomi che causano dolori al petto. Un altro modo in cui le persone possono gestire i punti trigger è allungare il muscolo grande pettorale per alleviare la tensione e il dolore al petto. Incorporare varie tecniche di stretching per alleviare il dolore al petto può aiutare a sciogliere i muscoli rigidi e riscaldarli prima di un allenamento vigoroso. Ciò consente ai muscoli pettorali di fornire un risultato ottimale sulla salute e il benessere di una persona.

 

Conclusione

Il grande pettorale è uno spesso muscolo a forma di ventaglio situato sul petto. Questo muscolo lavora con le spalle e la metà superiore del corpo proteggendo il cuore e i polmoni da varie lesioni e condizioni croniche. Quando questi muscoli vengono colpiti da lesioni o condizioni croniche, possono sviluppare punti trigger lungo il torace, causando dolore riferito ai muscoli pettorali principali. Ciò può portare a sintomi di dolore somato-viscerale e viscerale-somatico al petto e rendere infelici molte persone. Fortunatamente gli specialisti del dolore che possono aiutare a gestire i punti trigger lungo il muscolo interessato utilizzano varie tecniche per ridurre i sintomi e prevenire la formazione di punti trigger nel muscolo interessato. Ciò consente all'individuo di continuare con le proprie attività quotidiane senza preoccuparsi dei dolori al petto.

 

Referenze

Haładaj, Robert, et al. "Variazioni anatomiche del muscolo grande pettorale: note sul loro impatto sui modelli di innervazione del nervo pettorale e discussione sulla loro rilevanza clinica". BioMed Research International, Hindawi, 2 aprile 2019, www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC6466946/.

Moraska, Albert F, et al. "Reattività dei punti trigger miofasciali ai massaggi di rilascio dei punti trigger singoli e multipli: una prova randomizzata e controllata con placebo". Giornale americano di medicina fisica e riabilitazione, Biblioteca nazionale di medicina degli Stati Uniti, settembre 2017, www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC5561477/.

Simons, David G. "Cardiologia e punti trigger miofasciali: il contributo di Janet G. Travell". Giornale del Texas Heart Institute, Biblioteca nazionale di medicina degli Stati Uniti, 2003, www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC152827/.

Solari, Francesca e Bracken Burns. "Anatomia, torace, pettorale maggiore maggiore." In: StatPearls [Internet]. L'isola del tesoro (FL), StatPearls Publishing, 26 luglio 2021, www.ncbi.nlm.nih.gov/books/NBK525991/.

Travell, JG, et al. Dolore miofasciale e disfunzione: il manuale del punto trigger: vol. 1: Metà superiore del corpo. Williams & Wilkins, 1999.

Disclaimer

Modi per eliminare gradualmente lo zucchero: clinica per la schiena funzionale

Modi per eliminare gradualmente lo zucchero: clinica per la schiena funzionale

Lo zucchero crea una forte dipendenza carboidrato legati a obesità, diabete, disturbi metabolici e disturbi dell'umore. Gli individui pronti a eliminare gradualmente lo zucchero miglioreranno la salute generale, indipendentemente dall'età e dallo stato di salute, ma la transizione può essere difficile. Una dieta senza zucchero o povera di zuccheri può aiutare le persone con glicemia o infiammazione sistemica, inclusi pre-diabete, diabete, malattie cardiache, PCOS, squilibri ormonali e malattie autoimmuni.Modi per eliminare gradualmente lo zucchero

Eliminare gradualmente lo zucchero

Dieta a basso contenuto di zuccheri

Un piano nutrizionale a basso contenuto di zuccheri si concentra sul mantenimento di un basso livello di zucchero complessivo presa che limita lo zucchero per evitare l'instabilità della glicemia e l'infiammazione generale.

  • Ciò significa scegliere alimenti con zuccheri naturali come frutta, alcuni latticini, verdure e zuccheri naturali.
  • Ridurre e sostituire gli alimenti confezionati o preparati con zuccheri aggiunti, come la salsa di pomodoro acquistata in negozio, i salumi o i pasti surgelati.
  • Ridurre e sostituire gli alimenti trasformati come snack e fast food.
  • Ridurre il cibo del ristorante che può aggiungere zucchero per stimolare il sapore e l'appetito.

Modi consigliati

Consultare un operatore sanitario, un dietista o un nutrizionista prima di modificare la dieta, l'attività fisica o la routine di integratori.

Mangia più grassi sani

  • Il grasso sano è più soddisfacente, facendo sentire il corpo più pieno più a lungo.
  • Mangiare più grassi sani diminuisce il desiderio di zucchero e riduce sintomi di astinenza da zucchero.

I grassi sani includono:

  • Avocado
  • Noccioline, arachidi, ecc.
  • Semi
  • Olio di cocco
  • Olio extravergine d'oliva
  • Salmone, sgombro e sardine

Più sonno per bilanciare gli ormoni della fame

  • Gli studi hanno dimostrato che periodi di sonno più brevi sono associati a un indice di massa corporea elevato.
  • Non dormire a sufficienza ha un impatto negativo sugli ormoni che regolano l'appetito leptina e grelina, provocando voglie di energia istantanea che in genere deriva dagli snack a base di zucchero.
  • Si consiglia agli individui di ottenere almeno 7-9 ore per notte. Dormire a sufficienza riequilibrerà gli ormoni dell'appetito e diminuirà il desiderio di zucchero.

Gestire lo stress per controllare il mangiare emotivo

Il mangiare emotivo è comune quando si è stressati. Trovare qualcosa per distogliere la mente dalle voglie di zucchero è necessario quando si ha una giornata stressante. Ciò comprende:

Se le voglie di zucchero sono più grave, quindi si consiglia un aiuto professionale.

Bere Più Acqua

Quando la scuola, il lavoro e la vita stanno accadendo, le persone possono pensare di avere fame; però, non è la fame ma il corpo che ha bisogno di idratazione.

  • Bevi uno o due bicchieri d'acqua quando le voglie si manifestano per soddisfare la voglia.
  • Bere acqua durante il giorno aiuta a mantenere basse le voglie e aiuta con i sintomi di astinenza da zucchero.
  • Le persone che hanno difficoltà a bere acqua dovrebbero aggiungere fette di frutta, cetriolo o menta per renderlo più gradevole.
  • Prova l'acqua minerale frizzante o le acque gassate aromatizzate naturalmente.
  • Prova succhi sani, come sedano, barbabietola o succo di carota, invece dell'acqua.

Sostituti senza zucchero

Sono disponibili sostituti dello zucchero, ma non tutti vengono presi in considerazione sano.

  • Gli individui dovrebbero essere cauti nell'usare alternative senza zucchero per eliminare gradualmente lo zucchero.
  • Uno studio ha scoperto che i dolcificanti a zero calorie come l'aspartame e il sucralosio sono stati effettivamente trovati per aumentare, non diminuire, il peso.
  • Stevia e monaco frutto estratto ha dimostrato di essere sicuro e non ha effetti collaterali negativi.
  • Consultare un dietista o dietologo per determinare il più sano per te.

Cosa succede al corpo


Referenze

Azad, Meghan B et al. "Edulcoranti non nutritivi e salute cardiometabolica: una revisione sistematica e una meta-analisi di studi randomizzati controllati e studi prospettici di coorte". CMAJ : giornale della Canadian Medical Association = giornale dell'Associazione medica canadese vol. 189,28 (2017): E929-E939. doi:10.1503/cmaj.161390

Bayon, Virginie et al. "Debito del sonno e obesità". Annali di medicina vol. 46,5 (2014): 264-72. doi:10.3109/07853890.2014.931103

Di Nicolantonio, James J et al. “Dipendenza da zucchero: è reale? Una rassegna narrativa”. Rivista britannica di medicina dello sport vol. 52,14 (2018): 910-913. doi:10.1136/bjsports-2017-097971

Franklin, Jane L et al. "L'esposizione prolungata allo zucchero e/o alla caffeina produce profili comportamentali e neurochimici distinti nella corteccia orbitofrontale dei ratti: implicazioni per la funzione neurale". Proteomica vol. 16,22 (2016): 2894-2910. doi:10.1002/pmic.201600032

Freeman, Clara R et al. "Impatto dello zucchero sul corpo, sul cervello e sul comportamento". Frontiere nella bioscienza (edizione Landmark) vol. 23,12 2255-2266. 1 giugno 2018, doi:10.2741/4704

www.health.harvard.edu/heart-health/the-sweet-danger-of-sugar

Alimenti fermentati e salute dell'intestino: clinica per la schiena funzionale

Alimenti fermentati e salute dell'intestino: clinica per la schiena funzionale

Fermentazione è un processo in cui batteri e lieviti vengono utilizzati per abbattere gli alimenti. Il processo di fermentazione esiste da secoli ed è stato inizialmente prodotto per conservare gli alimenti, migliorare il sapore ed eliminare le tossine. La ricerca ha scoperto che mangiare cibi fermentati può anche aumentare i batteri/probiotici benefici nell'intestino. I professionisti della medicina funzionale raccomandano questi alimenti per i loro benefici per la salute, tra cui una migliore digestione, una maggiore immunità e perdita e mantenimento del peso.Alimenti fermentati e salute dell'intestino: clinica di medicina funzionale

Alimenti fermentati

Gli alimenti e le bevande fermentati subiscono una crescita microbica controllata e una fermentazione in cui microrganismi come lievito e batteri scompongono elementi alimentari come zuccheri/glucosio in altri prodotti come acidi organici, gas o alcol. Il processo conferisce agli alimenti fermentati un gusto, un aroma, una consistenza e un aspetto unici. Esistono diversi tipi di alimenti fermentati, tra cui:

Alimenti integrali come verdure, frutta, cereali, latticini, carne, pesce, uova, legumi, noci e semi possono subire la fermentazione. Questi alimenti sono nutrienti nella loro forma originale, ma attraverso la fermentazione possono fornire benefici per la salute probiotici e prebiotici.

Probiotici

Probiotici sono microrganismi vivi che avvantaggiano l'intestino creando un ambiente digestivo più favorevolet. Questo aiuta:

  • Digerisci il cibo più facilmente.
  • Supporta un sistema immunitario sano.
  • Supporta la salute degli organi: polmoni, organi riproduttivi, pelle.
  • Migliora l'umore.

Tuttavia, non tutti gli alimenti fermentati contengono probiotici, in particolare gli alimenti prodotti commercialmente pastorizzato, uccidendo i batteri e i benefici per la salute associati.

Prebiotici

Prebiotici sono ingredienti alimentari che i microrganismi come i batteri intestinali consumano per crescere e vivere, migliorando l'ambiente digestivo. Questi includono:

  • latte
  • Miele
  • Pomodoro
  • aglio
  • Cipolle
  • Asparagi
  • Grano
  • Orzo
  • Segale

Tuttavia, la maggior parte di frutta, verdura e legumi contengono prebiotici.

I benefici degli alimenti fermentati

I benefici per la salute degli alimenti fermentati includono un rischio ridotto di:

  • Diabete
  • Infiammazione
  • Alta pressione sanguigna
  • Le malattie cardiovascolari
  • Obesità

Sono stati inoltre collegati a:

  • Migliore gestione del peso
  • Miglioramento dell'attività cerebrale
  • Aumento della salute delle ossa
  • Recupero più rapido dopo l'esercizio e l'attività fisica

Al momento non ci sono linee guida ufficiali sulla frequenza con cui le persone dovrebbero mangiare cibi fermentati. Si consiglia di consultare un nutrizionista o un dietista per capire il miglior piano nutrizionale per l'individuo e le sue esigenze.


Scienza


Referenze

Aslam, Hajara, et al. "Cibi fermentati, intestino e salute mentale: una panoramica meccanicistica con implicazioni per depressione e ansia". Neuroscienze nutrizionali vol. 23,9 (2020): 659-671. doi:10.1080/1028415X.2018.1544332

Dimidi, Eirini, et al. "Alimenti fermentati: definizioni e caratteristiche, impatto sul microbiota intestinale ed effetti sulla salute e sulle malattie gastrointestinali". Nutrienti vol. 11,8 1806. 5 agosto 2019, doi:10.3390/nu11081806

Re, Sarah, et al. "Efficacia dei probiotici sulla durata della malattia in bambini e adulti sani che sviluppano condizioni infettive respiratorie acute comuni: una revisione sistematica e una meta-analisi". Il giornale britannico della nutrizione vol. 112,1 (2014): 41-54. doi:10.1017/S0007114514000075

Kok, Car Reen e Robert Hutkins. "Yogurt e altri alimenti fermentati come fonti di batteri che promuovono la salute". Recensioni nutrizionali vol. 76, Suppl 1 (2018): 4-15. doi:10.1093/nutrit/nuy056

Parker, Elizabeth A et al. "Probiotici e condizioni gastrointestinali: una panoramica delle prove della Cochrane Collaboration". Nutrizione (Burbank, Contea di Los Angeles, California) vol. 45 (2018): 125-134.e11. doi:10.1016/j.nut.2017.06.024

Şanlier, Nevin, et al. "Benefici per la salute degli alimenti fermentati". Recensioni critiche in scienze alimentari e nutrizione vol. 59,3 (2019): 506-527. doi:10.1080/10408398.2017.1383355

Lavorare con un nutrizionista: clinica per la schiena funzionale chiropratica

Lavorare con un nutrizionista: clinica per la schiena funzionale chiropratica

I nutrizionisti sono professionisti medici in cibo e nutrizione e lavorare individualmente per sviluppare un piano nutrizionale ottimale per il loro tipo di corpo, età e condizioni di salute. Spiegano i cibi giusti da mangiare, in che modo cibi diversi influiscono sul corpo e quali cibi evitare. Gli individui possono trarre vantaggio dal lavoro con un nutrizionista per aiutare a raggiungere uno stile di vita più sano attraverso l'istruzione e scelte sane.Team di medicina funzionale chiropratica: lavorare con un nutrizionista

Lavorare con un nutrizionista

I nutrizionisti lavorano con le persone per migliorare le loro conoscenze sulla nutrizione generale, il cibo e la salute. Il loro focus è su comportamento alimentare, che include lo sviluppo e l'attuazione di piani alimentari per migliorare l'alimentazione dell'individuo o della famiglia. I nutrizionisti lavorano in:

  • Impostazioni cliniche – ospedali, case di cura, strutture di assistenza a lungo termine, fitness e salute e cliniche chiropratiche.
  • Enti Pubblici – ASL.
  • Distretti scolastici – per quanto riguarda gli standard nutrizionali nelle scuole.
  • Affari privati – lavoro indipendente in combinazione con altri professionisti medici.
  • Ricerca – con diverse organizzazioni sanitarie e/o sportive.

Benefici

Lavorare con un nutrizionista determinerà quali fattori stanno sfidando le abitudini alimentari e i fattori scatenanti di un individuo e troverà il modo di superare tali barriere. I vantaggi includono:

  • I piani nutrizionali si basano sui bisogni nutrizionali, sulla salute attuale e sullo stile di vita.
  • I piani nutrizionali riducono le bollette della spesa.
  • Fare acquisti con un elenco specifico riduce l'extra alimenti essere acquistato.
  • Una corretta alimentazione può aiutare a gestire malattie croniche come il diabete e le malattie cardiache, combinata con un medico di base o un trattamento specialistico.
  • I nutrizionisti possono aiutare le persone che si occupano di allergie alimentari o che sono state diagnosticate potrebbero richiedere un cambiamento di dieta.
  • I nutrizionisti possono aiutare a motivare quando lottano per mantenere uno stile di vita sano.

Responsabilità e attività quotidiane

I nutrizionisti aiutano le persone a raggiungere vari obiettivi, come la perdita di peso, abitudini alimentari più sane e la gestione dello stress, e può essere responsabile di quanto segue:

  • Valutazione dei bisogni di salute.
  • Screening per il rischio nutrizionale.
  • Discutere alimentazione e abitudini alimentari.
  • Fornire risorse educative.
  • Sviluppo di piani nutrizionali personalizzati.
  • Parlare di problemi nutrizionali con le singole famiglie.
  • Discutere i piani nutrizionali con i medici di base e altri team sanitari.
  • Fornire agli individui strumenti di modifica del comportamento alimentare.
  • Adeguamento dei piani secondo necessità.
  • Monitoraggio dei progressi.
  • Trattamento delle condizioni e gestione delle malattie attraverso l'alimentazione.

Nutrizione Funzionale


Referenze

Carrard, Isabelle et al. “Un outil pour évaluer les comportements alimentaires: ESSCA” [Uno strumento per la valutazione dei comportamenti alimentari: ESSCA]. Revue medicale suisse vol. 12,511 (2016): 591-6.

Golan, M e A Weizman. "Affidabilità e validità del questionario sulle abitudini alimentari e di attività in famiglia". Rivista europea di nutrizione clinica vol. 52,10 (1998): 771-7. doi:10.1038/sj.ejcn.1600647

Greenwood, Jessica LJ, et al. “Segnale vitale di un'alimentazione sana: un nuovo strumento di valutazione dei comportamenti alimentari”. Obesità ISRN vol. 2012 734682. 22 luglio 2012, doi:10.5402/2012/734682

Kelley, Claire Pet et al. "Modifica comportamentale per la gestione dell'obesità". Assistenza primaria vol. 43,1 (2016): 159-75, x. doi:10.1016/j.pop.2015.10.004