ClickCease
+ 1-915-850-0900 spinedoctors@gmail.com
Seleziona Pagina

Dolore all'anca e disturbi

Team per il dolore e i disturbi dell'anca della clinica alla schiena. Questi tipi di disturbi sono disturbi comuni che possono essere causati da una varietà di problemi. La posizione precisa del dolore all'anca può fornire maggiori informazioni sulla causa sottostante. L'articolazione dell'anca da sola tende a provocare dolore all'interno della zona dell'anca o dell'inguine. Il dolore all'esterno, alla parte superiore della coscia o al gluteo esterno è solitamente causato da disturbi/problemi a muscoli, legamenti, tendini e tessuti molli che circondano l'articolazione dell'anca. Il dolore all'anca può anche essere causato da malattie e condizioni in altre aree del corpo, ad esempio la parte bassa della schiena. La prima cosa è identificare da dove viene il dolore.

Il fattore distintivo più importante è scoprire se l'anca è la causa del dolore. Quando il dolore all'anca proviene da muscoli, tendini o lesioni ai legamenti, in genere deriva da un uso eccessivo o Repetitive Strain Injury (RSI). Ciò deriva dall'uso eccessivo dei muscoli dell'anca nel corpo, ad esempio tendinite dell'ileopsoas. Questo può derivare da irritazioni ai tendini e ai legamenti, che in genere sono coinvolte nella sindrome dell'anca che si spezza. Può provenire dall'interno dell'articolazione più caratteristica dell'artrosi dell'anca. Ciascuno di questi tipi di dolore si presenta in modi leggermente diversi, che è quindi la parte più importante nella diagnosi della causa.


La guida completa all'anca lussata: cause e soluzioni

La guida completa all'anca lussata: cause e soluzioni

Conoscere le opzioni di trattamento per un’anca lussata può aiutare le persone ad accelerare la riabilitazione e il recupero?

La guida completa all'anca lussata: cause e soluzioni

Anca lussata

Un'anca lussata è una lesione rara ma può verificarsi a causa di un trauma o in seguito a un intervento di sostituzione dell'anca. Di solito si verifica dopo un grave trauma, incluso collisioni con veicoli a motore, cadute e talvolta infortuni sportivi. (Caylyne Arnold et al., 2017) Un'anca lussata può verificarsi anche dopo un intervento di sostituzione dell'anca. Insieme alla lussazione possono verificarsi altre lesioni come strappi dei legamenti, danni alla cartilagine e fratture ossee. La maggior parte delle lussazioni dell'anca vengono trattate con una procedura di riduzione dell'articolazione che ripristina la sfera nell'incavo. Di solito viene eseguito con sedazione o anestesia generale. La riabilitazione richiede tempo e potrebbero volerci alcuni mesi prima del completo recupero. La terapia fisica può aiutare a ripristinare il movimento e la forza dell’anca.

Cos'è?

Se l'anca è lussata solo parzialmente, si parla di sublussazione dell'anca. Quando ciò accade, la testa dell’articolazione dell’anca fuoriesce solo parzialmente dall’alveolo. Un'anca lussata si verifica quando la testa o la palla dell'articolazione si sposta o fuoriesce dall'orbita. Poiché un’anca artificiale è diversa da un’articolazione dell’anca normale, il rischio di lussazione aumenta dopo la sostituzione dell’articolazione. Uno studio ha rilevato che circa il 2% delle persone sottoposte a sostituzione totale dell’anca subirà una lussazione dell’anca entro un anno, con un rischio cumulativo che aumenta di circa l’1% in cinque anni. (Jens Dargel et al., 2014) Tuttavia, le nuove protesi tecnologiche e le tecniche chirurgiche stanno rendendo questo fenomeno meno comune.

Anatomia dell'anca

  • L’articolazione sferica dell’anca è chiamata articolazione femoro-acetabolare.
  • L'orbita è chiamata acetabolo.
  • La palla è chiamata testa del femore.

L’anatomia ossea e i legamenti, i muscoli e i tendini forti aiutano a creare un’articolazione stabile. Perché si verifichi una lussazione dell’anca è necessario applicare una forza significativa all’articolazione. Alcuni individui riferiscono di avvertire una sensazione di schiocco dell'anca. Di solito non si tratta di una lussazione dell'anca, ma indica un disturbo diverso noto come sindrome dell'anca che si spezza. (Paul Walker et al., 2021)

Lussazione dell'anca posteriore

  • Circa il 90% delle lussazioni dell'anca sono posteriori.
  • In questo tipo, la palla viene spinta all'indietro dalla presa.
  • Le lussazioni posteriori possono provocare lesioni o irritazioni al nervo sciatico. (R Cornovaglia, TE Radomisli 2000)

Lussazione dell'anca anteriore

  • Le lussazioni anteriori sono meno comuni.
  • In questo tipo di infortunio, la palla viene espulsa dalla presa.

Sublussazione dell'anca

  • Una sublussazione dell'anca si verifica quando la palla dell'articolazione dell'anca inizia a fuoriuscire parzialmente dall'alveolo.
  • Conosciuta anche come lussazione parziale, può trasformarsi in un'articolazione dell'anca completamente lussata se non viene lasciata guarire correttamente.

Sintomi

I sintomi possono includere:

  • La gamba è in una posizione anomala.
  • Difficoltà a muoversi.
  • Forte dolore all'anca.
  • Incapacità di sopportare il peso.
  • La lombalgia meccanica può creare confusione quando si effettua una diagnosi corretta.
  • Con una lussazione posteriore, il ginocchio e il piede verranno ruotati verso la linea mediana del corpo.
  • Una lussazione anteriore ruoterà il ginocchio e il piede lontano dalla linea mediana. (Accademia americana dei chirurghi ortopedici. 2021)

Cause

Una lussazione può causare danni alle strutture che trattengono la palla nell’alloggiamento e può includere:

  • Danno alla cartilagine dell’articolazione –
  • Lacrime nel labbro e nei legamenti.
  • Fratture dell'osso nell'articolazione.
  • Lesioni ai vasi che forniscono sangue possono successivamente portare alla necrosi avascolare o all'osteonecrosi dell'anca. (Patrick Kellam, Robert F. Ostrum 2016)
  • Una lussazione dell’anca aumenta il rischio di sviluppare artrite articolare in seguito all’infortunio e può aumentare il rischio di aver bisogno di una sostituzione dell’anca più avanti nella vita. (Hsuan-Hsiao Ma et al., 2020)

Lussazione evolutiva dell'anca

  • Alcuni bambini nascono con lussazione dello sviluppo dell'anca o DDH.
  • I bambini affetti da DDH hanno articolazioni dell’anca che non si sono formate correttamente durante lo sviluppo.
  • Ciò provoca un adattamento allentato nella presa.
  • In alcuni casi, l’articolazione dell’anca è completamente lussata.
  • In altri, è incline a dislocarsi.
  • Nei casi più lievi, l’articolazione è allentata ma non soggetta a lussazione. (Accademia americana dei chirurghi ortopedici. 2022)

Trattamento

La riduzione articolare è il modo più comune per trattare un’anca lussata. La procedura riposiziona la sfera nell'alveolo e viene solitamente eseguita con sedazione o in anestesia generale. Il riposizionamento di un'anca richiede una forza significativa. Una lussazione dell'anca è considerata un'emergenza e la riduzione deve essere eseguita immediatamente dopo la lussazione per prevenire complicazioni permanenti e trattamenti invasivi. (Caylyne Arnold et al., 2017)

  • Una volta che la palla è tornata nella presa, l'operatore sanitario cercherà lesioni alle ossa, alla cartilagine e ai legamenti.
  • A seconda di ciò che rileva l’operatore sanitario, potrebbe essere necessario un ulteriore trattamento.
  • Potrebbe essere necessario riparare ossa fratturate o rotte per mantenere la palla all'interno della presa.
  • Potrebbe essere necessario rimuovere la cartilagine danneggiata.

Chirurgia

Potrebbe essere necessario un intervento chirurgico per riportare l’articolazione nella sua posizione normale. L’artroscopia dell’anca può ridurre al minimo l’invasività di alcune procedure. Un chirurgo inserisce una telecamera microscopica nell'articolazione dell'anca per aiutare il chirurgo a riparare la lesione utilizzando strumenti inseriti attraverso altre piccole incisioni.

L'intervento di sostituzione dell'anca sostituisce la sfera e l'incavo, una procedura chirurgica ortopedica comune e di successo. Questo intervento può essere eseguito per vari motivi, tra cui traumi o artrite, poiché è comune sviluppare precocemente l'artrite dell'anca dopo questo tipo di trauma. Questo è il motivo per cui molti che hanno una lussazione alla fine necessitano di un intervento di sostituzione dell’anca. Essendo un intervento chirurgico importante, non è privo di rischi. Le possibili complicazioni includono:

  • Infezione
  • Mobilizzazione asettica (la mobilizzazione dell'articolazione senza infezione)
  • Lussazione dell'anca

Recupero

Il recupero da una lussazione dell’anca è un processo lungo. Gli individui dovranno camminare con le stampelle o altri dispositivi all'inizio del recupero. La terapia fisica migliorerà la gamma di movimento e rafforzerà i muscoli attorno all’anca. Il tempo di recupero dipenderà dalla presenza di altre lesioni, come fratture o strappi. Se l'articolazione dell'anca è stata ridotta e non si sono verificati altri infortuni, potrebbero essere necessarie dalle sei alle dieci settimane per recuperare fino al punto in cui è possibile posizionare il peso sulla gamba. Potrebbero essere necessari dai due ai tre mesi per un recupero completo. Mantenere il peso lontano dalla gamba è importante finché il chirurgo o il fisioterapista non danno il via libera. La clinica di medicina funzionale e chiropratica per lesioni mediche lavorerà con il fornitore sanitario primario di un individuo e altri chirurghi o specialisti per sviluppare un piano di trattamento personalizzato ottimale.


Soluzioni chiropratiche per l'osteoartrosi


Riferimenti

Arnold, C., Fayos, Z., Bruner, D., Arnold, D., Gupta, N. e Nusbaum, J. (2017). Gestione delle lussazioni dell'anca, del ginocchio e della caviglia nel pronto soccorso [digest]. Pratica della medicina d'urgenza, 19 (12 punti suppl e perle), 1–2.

Dargel, J., Oppermann, J., Brüggemann, GP, & Eysel, P. (2014). Lussazione a seguito di sostituzione totale dell'anca. Deutsches Arzteblatt internazionale, 111(51-52), 884–890. doi.org/10.3238/arztebl.2014.0884

Walker, P., Ellis, E., Scofield, J., Kongchum, T., Sherman, WF e Kaye, AD (2021). Sindrome dell'anca che si spezza: un aggiornamento completo. Revisioni ortopediche, 13(2), 25088. doi.org/10.52965/001c.25088

Cornovaglia, R. e Radomisli, TE (2000). Lesione nervosa nella lussazione traumatica dell'anca. Ortopedia clinica e ricerca correlata, (377), 84–91. doi.org/10.1097/00003086-200008000-00012

Accademia americana dei chirurghi ortopedici. (2021). Lussazione dell'anca. orthoinfo.aaos.org/en/diseases–conditions/hip-dislocation

Kellam, P. e Ostrum, RF (2016). Revisione sistematica e meta-analisi della necrosi avascolare e dell'artrite post-traumatica dopo lussazione traumatica dell'anca. Giornale di trauma ortopedico, 30(1), 10-16. doi.org/10.1097/BOT.0000000000000419

Ma, HH, Huang, CC, Pai, FY, Chang, MC, Chen, WM e Huang, TF (2020). Risultati a lungo termine nei pazienti con frattura-lussazione traumatica dell'anca: importanti fattori prognostici. Giornale dell'Associazione medica cinese: JCMA, ​​83(7), 686–689. doi.org/10.1097/JCMA.0000000000000366

Accademia americana dei chirurghi ortopedici. (2022). Lussazione dello sviluppo (displasia) dell'anca (DDH). orthoinfo.aaos.org/en/diseases–conditions/developmental-dislocation-dysplasia-of-the-hip-ddh/

Nastro kinesiologico per il dolore dell'articolazione sacroiliaca: sollievo e gestione

Nastro kinesiologico per il dolore dell'articolazione sacroiliaca: sollievo e gestione

Per le persone che soffrono di disfunzione e dolore dell'articolazione sacroiliaca/SIJ, l'applicazione del nastro kinesiologico potrebbe aiutare a portare sollievo e a gestire i sintomi?

Nastro kinesiologico per il dolore dell'articolazione sacroiliaca: sollievo e gestione

Nastro kinesiologico per dolore all'articolazione sacroiliaca

Un disturbo lombare comune durante la gravidanza. Il dolore si manifesta solitamente su uno o entrambi i lati della schiena, appena sopra i glutei, va e viene e può limitare la capacità di piegarsi, sedersi e svolgere varie attività fisiche. (Moayad Al-Subahi et al., 2017) Il nastro terapeutico fornisce supporto consentendo il movimento e può aiutare a trattare e gestire il dolore all'articolazione sacroiliaca/SIJ:

  • Diminuzione degli spasmi muscolari.
  • Facilitare la funzione muscolare.
  • Aumento della circolazione sanguigna verso e attorno alla sede del dolore.
  • Diminuzione dei punti trigger muscolari.

Meccanismo

Alcuni studi hanno scoperto che il taping dell’articolazione sacroiliaca presenta vantaggi che includono:

  1. Una teoria è che aiuta a sollevare e trattenere i tessuti sovrastanti dall’articolazione SI, il che aiuta a ridurre la pressione attorno ad essa.
  2. Un'altra teoria è che il sollevamento dei tessuti aiuta a creare un differenziale di pressione sotto il nastro, come una decompressione non chirurgica, consentendo una maggiore circolazione ai tessuti che circondano l'articolazione sacroiliaca.
  3. Questo inonda l'area di sangue e sostanze nutritive, creando un ambiente di guarigione ottimale.

Applicazioni

Un'articolazione sacroiliaca sui lati destro e sinistro collega il bacino all'osso sacro o alla parte più bassa della colonna vertebrale. Per applicare correttamente il nastro kinesiologico, individuare la parte più bassa della schiena all'interno dell'area pelvica. (Francisco Selva et al., 2019) Chiedi aiuto a un amico o un familiare se non riesci a raggiungere la zona.

Immagine del blog che tratta il diagramma sacroiliacoPassaggi di registrazione:

  • Taglia tre strisce di nastro, ciascuna lunga da 4 a 6 pollici.
  • Sedersi su una sedia e piegare leggermente il corpo in avanti.
  • Se qualcuno ti sta aiutando, puoi alzarti e piegarti leggermente in avanti.
  • Rimuovi la striscia di sollevamento al centro e allunga il nastro per esporre diversi centimetri, lasciando le estremità coperte.
  • Applicare il nastro esposto ad angolo sopra l'articolazione sacroiliaca, come se si tracciasse la prima linea di una X, appena sopra i glutei, con il nastro completamente teso.
  • Staccare le strisce staccabili dalle estremità e farle aderire senza allungarle.
  • Ripetere i passaggi dell'applicazione con una seconda striscia, aderendo con un angolo di 45 gradi alla prima striscia, formando una X sopra l'articolazione sacroiliaca.
  • Ripeti l'operazione con l'ultima striscia orizzontalmente attraverso la X ricavata dai primi due pezzi.
  • Dovrebbe esserci un nastro a forma di stella sopra l'articolazione sacroiliaca.
  1. Il nastro kinesiologico può rimanere sull'articolazione sacroiliaca per tre o cinque giorni.
  2. Fai attenzione ai segni di irritazione attorno al nastro.
  3. Rimuovi il nastro se la pelle si irrita e consulta il tuo medico di base, il fisioterapista o il chiropratico per altre opzioni di trattamento.
  4. Alcuni individui con condizioni specifiche dovrebbero evitare di utilizzare il nastro e ottenere conferma che sia sicuro.
  5. Gli individui con grave dolore sacroiliaco in cui l'autogestione non funziona dovrebbero consultare un operatore sanitario, un fisioterapista e/o un chiropratico per una valutazione e per apprendere esercizi terapeutici e trattamenti per aiutare a gestire la condizione.

Sciatica durante la gravidanza


Riferimenti

Al-Subahi, M., Alayat, M., Alshehri, MA, Helal, O., Alhasan, H., Alalawi, A., Takrouni, A., & Alfaqeh, A. (2017). L'efficacia degli interventi fisioterapici per la disfunzione dell'articolazione sacroiliaca: una revisione sistematica. Giornale di scienza della terapia fisica, 29(9), 1689–1694. doi.org/10.1589/jpts.29.1689

Do-Yun Shin e Ju-Young Heo. (2017). Gli effetti del kinesiotaping applicato sull'erettore della colonna vertebrale e sull'articolazione sacroiliaca sulla flessibilità lombare. Il giornale della terapia fisica coreana, 307-315. doi.org/https://doi.org/10.18857/jkpt.2017.29.6.307

Selva, F., Pardo, A., Aguado, X., Montava, I., Gil-Santos, L., & Barrios, C. (2019). Uno studio sulla riproducibilità delle applicazioni del nastro kinesiologico: revisione, affidabilità e validità. Disturbi muscoloscheletrici BMC, 20(1), 153. doi.org/10.1186/s12891-019-2533-0

Scopri le soluzioni non chirurgiche per il dolore all'anca e la fascite plantare

Scopri le soluzioni non chirurgiche per il dolore all'anca e la fascite plantare

I pazienti con fascite plantare possono incorporare trattamenti non chirurgici per ridurre il dolore all’anca e ripristinare la mobilità?

Introduzione

Tutti sono costantemente in piedi poiché ciò aiuta le persone a rimanere mobili e consente loro di spostarsi da un luogo all'altro. Molte persone sono costantemente in piedi dall’infanzia all’età adulta. Questo perché i piedi fanno parte delle estremità muscoloscheletriche inferiori che stabilizzano i fianchi e consentono la funzione sensomotoria di gambe, cosce e polpacci. I piedi hanno anche vari muscoli, tendini e legamenti che circondano la struttura scheletrica per prevenire dolore e disagio. Tuttavia, quando movimenti ripetitivi o lesioni iniziano a colpire i piedi, possono portare alla fascite plantare e, nel tempo, causare profili di rischio sovrapposti che portano al dolore all’anca. Quando le persone sperimentano queste condizioni simili al dolore, ciò può influenzare in modo significativo le loro attività quotidiane e la qualità generale della vita. Quando ciò accade, molte persone cercano vari trattamenti per ridurre i sintomi simili al dolore causati dalla fascite plantare e ripristinare la mobilità dell’anca. L'articolo di oggi esamina come la fascite plantare sia correlata al dolore all'anca, alla connessione tra i piedi e i fianchi e come esistano soluzioni non chirurgiche per ridurre la fascite plantare. Parliamo con fornitori medici certificati che consolidano le informazioni dei nostri pazienti per valutare come mitigare la fascite plantare e ripristinare la mobilità dell'anca. Informiamo e guidiamo inoltre i pazienti su come numerosi trattamenti non chirurgici possano aiutare a rafforzare i muscoli deboli associati alla fascite plantare e aiutare a ripristinare la stabilizzazione dal dolore all'anca. Incoraggiamo i nostri pazienti a porre ai loro fornitori medici associati domande complesse e importanti sull'integrazione di piccoli cambiamenti per ridurre gli effetti simili al dolore causati dalla fascite plantare. Il Dr. Jimenez, DC, include queste informazioni come servizio accademico. Negazione di responsabilità.

 

Come la fascite plantare è correlata al dolore all'anca

Provi costantemente dolore ai talloni dopo una lunga camminata? Senti rigidità ai fianchi durante lo stretching? Oppure senti che le tue scarpe causano tensione e dolore ai piedi e ai polpacci? Spesso, molti di questi scenari simili al dolore sono dovuti a persone che soffrono di fascite plantare, caratterizzata da dolore al tallone dovuto a infiammazione o irritazione degenerativa della fascia plantare, una fascia di tessuti spessi che corre lungo la parte inferiore del piede e si collega al piede. dal calcagno alle dita degli arti inferiori. Questa fascia di tessuti svolge un ruolo essenziale nel corpo, fornendo la normale biomeccanica del piede, sostenendo l'arco plantare e favorendo l'assorbimento degli urti. (Buchanan et al., 2024) La fascite plantare può compromettere la stabilità degli arti inferiori poiché il dolore colpisce i piedi e provoca dolore all'anca.

 

 

Quindi, come si correla la fascite plantare con il dolore all’anca? Con la fascite plantare, molte persone avvertono dolore ai piedi. Può portare a una postura anomala del piede, debolezza muscolare degli arti inferiori e stress muscolare che può ridurre la stabilità delle gambe e dei muscoli dell’anca. (Lee et al., 2022) Con il dolore all'anca, molte persone possono sperimentare una disfunzione dell'andatura che causa debolezza muscolare negli arti inferiori e fa sì che i muscoli accessori svolgano il lavoro dei muscoli primari. A quel punto, questo costringe le persone a grattare il terreno quando camminano. (Ahuja et al., 2020) Questo perché condizioni normali come l'invecchiamento naturale, l'uso eccessivo dei muscoli o i traumi possono causare sintomi simili al dolore ai fianchi, incluso disagio alle cosce, all'inguine e alla regione dei glutei, rigidità articolare e ridotta libertà di movimento. Il dolore all’anca può causare profili di rischio sovrapposti che possono includere sforzi ripetitivi sui piedi, portando così a sintomi di dolori da acuti a sordi al tallone.

 

La connessione tra i piedi e i fianchi

È importante capire che i problemi ai piedi come la fascite plantare possono colpire i fianchi e viceversa, poiché entrambe le regioni del corpo hanno una bella relazione all’interno del sistema muscolo-scheletrico. La fascite plantare sui piedi può alterare la funzione dell'andatura, portando potenzialmente a dolore all'anca nel tempo. Ciò è dovuto a molti fattori ambientali che nel tempo possono influenzare i fianchi e i piedi, portando alla fascite plantare correlata al dolore all’anca. Dalle attività di carico eccessivo ai microtraumi ai fianchi o alla fascia plantare, molte persone spesso cercano un trattamento per ridurre gli effetti della fascite plantare correlata al dolore all'anca, affrontando il modo in cui l'ampiezza di movimento influenza la flessione plantare e il carico sulla forza. -le strutture superficiali plantari assorbenti potrebbero essere un buon punto di partenza nella prevenzione e nel trattamento della fascite plantare correlata al dolore all'anca. (Hamstra-Wright et al., 2021)

 


Cos'è la fascite plantare?-Video


Soluzioni non chirurgiche per ridurre la fascite plantare

Quando si tratta di ridurre la fascite plantare nel corpo, molte persone cercano trattamenti non chirurgici che possano alleviare il dolore causato dalla fascia plantare. I trattamenti non chirurgici sono economici e possono ridurre il dolore causato dalla fascite plantare e i sintomi associati, come il dolore all’anca. Alcuni dei benefici dei trattamenti non chirurgici sono promettenti, poiché presentano un basso rischio di complicanze, una buona accessibilità e persino un’elevata capacità di alleviare il carico meccanico sulla fascia plantare durante lo svolgimento di attività regolari. (Schuitema et al., 2020) Alcuni dei trattamenti non chirurgici che molte persone possono incorporare includono:

  • Esercizi di stretching
  • Dispositivi ortotici
  • Cura chiropratica
  • Massoterapia
  • Agopuntura/elettroagopuntura
  • Decompressione spinale

 

Questi trattamenti non chirurgici non solo aiutano a ridurre la fascite plantare, ma aiutano anche ad alleviare il dolore all’anca. Ad esempio, la decompressione spinale può aiutare a ripristinare la mobilità dell’anca allungando la colonna lombare e alleviando l’intorpidimento degli arti inferiori, rafforzando al tempo stesso i muscoli tesi. (Takagi et al., 2023). L'elettroagopuntura può stimolare i punti terapeutici del corpo a rilasciare endorfine dalle estremità inferiori per ridurre l'infiammazione della fascia plantare. (Wang et al., 2019) Quando le persone iniziano a fare piccoli cambiamenti nella loro routine, come indossare calzature adeguate e non trasportare o sollevare oggetti pesanti, può fare molto per prevenire che la fascite plantare e il dolore all'anca si ripresentino. Avere un piano di trattamento personalizzato può garantire a molte persone che cercano trattamenti non chirurgici di ottenere risultati migliori sulla loro salute e mobilità, prevenendo complicazioni a lungo termine. 

 


Riferimenti

Ahuja, V., Thapa, D., Patial, S., Chander, A., & Ahuja, A. (2020). Dolore cronico all'anca negli adulti: conoscenze attuali e prospettive future. J Anesthesiol Clin Pharmacol, 36(4), 450-457. doi.org/10.4103/joacp.JOACP_170_19

Buchanan, BK, Sina, RE e Kushner, D. (2024). Fascite plantare. In StatPerle. www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/28613727

Hamstra-Wright, KL, Huxel Bliven, KC, Bay, RC e Aydemir, B. (2021). Fattori di rischio per la fascite plantare in individui fisicamente attivi: una revisione sistematica e una meta-analisi. Sport Salute, 13(3), 296-303. doi.org/10.1177/1941738120970976

Lee, JH, Shin, KH, Jung, TS e Jang, WY (2022). Prestazioni muscolari degli arti inferiori e pressione del piede in pazienti affetti da fascite plantare con e senza postura del piede piatto. Int J Environ Res Sanità pubblica, 20(1). doi.org/10.3390/ijerph20010087

Schuitema, D., Greve, C., Postema, K., Dekker, R., & Hijmans, JM (2020). Efficacia del trattamento meccanico per la fascite plantare: una revisione sistematica. J Sport Riabilitazione, 29(5), 657-674. doi.org/10.1123/jsr.2019-0036

Takagi, Y., Yamada, H., Ebara, H., Hayashi, H., Inatani, H., Toyooka, K., Mori, A., Kitano, Y., Nakanami, A., Kagechika, K., Yahata, T. e Tsuchiya, H. (2023). Decompressione per stenosi spinale lombare nel sito di inserimento del catetere intratecale durante la terapia intratecale con baclofene: un caso clinico. Rappresentante del caso J Med, 17(1), 239. doi.org/10.1186/s13256-023-03959-1

Wang, W., Liu, Y., Zhao, J., Jiao, R., & Liu, Z. (2019). Elettroagopuntura versus agopuntura manuale nel trattamento della sindrome dolorosa del tallone plantare: protocollo di studio per un prossimo studio randomizzato e controllato. BMJ Aperto, 9(4), e026147. doi.org/10.1136/bmjopen-2018-026147

Negazione di responsabilità

I vantaggi dell'uso dell'elettroagopuntura per l'osteoartrosi

I vantaggi dell'uso dell'elettroagopuntura per l'osteoartrosi

Le persone affette da osteoartrite possono trovare il sollievo che meritano attraverso l’elettroagopuntura per ripristinare la mobilità del ginocchio e dell’anca?

Introduzione

Gli arti inferiori forniscono movimento e stabilità al corpo, consentendo alle persone di essere in movimento. I fianchi, la parte bassa della schiena, le ginocchia e i piedi hanno ciascuno una funzione da svolgere e quando i problemi traumatici iniziano a colpire le strutture spinali, possono causare la comparsa di numerosi sintomi e causare sintomi simili al dolore. Inoltre, i fattori degenerativi sono naturali per le articolazioni degli arti inferiori poiché molte persone eseguono movimenti ripetitivi sul proprio corpo che portano al processo degenerativo. Uno dei problemi degenerativi più comuni che colpiscono gli arti inferiori è l’artrosi, che può far sentire infelici molte persone. L'articolo di oggi esamina come l'artrosi colpisce gli arti inferiori e come trattamenti come l'elettroagopuntura riducono l'infiammazione associata all'osteoartrosi e ripristinano la mobilità del ginocchio e dell'anca. Parliamo con operatori sanitari certificati che consolidano le informazioni dei nostri pazienti per comprendere meglio come l'artrosi colpisce gli arti inferiori. Informiamo e guidiamo inoltre i pazienti su come la terapia con elettroagopuntura può aiutare a ridurre gli effetti infiammatori dell'osteoartrosi che colpisce le anche e le ginocchia. Incoraggiamo i nostri pazienti a porre ai loro fornitori medici associati domande complesse e importanti sulla riduzione della progressione dell'osteoartrosi attraverso trattamenti non chirurgici. Il Dr. Jimenez, DC, include queste informazioni come servizio accademico. Negazione di responsabilità.

Artrosi che colpisce gli arti inferiori

Hai avuto a che fare con rigidità alle ginocchia, ai fianchi e alla parte bassa della schiena la mattina? Ti senti come se barcollassi un po' troppo quando cammini? Oppure pensi che irradi calore e gonfiore alle ginocchia? Quando le persone avvertono questi problemi di dolore infiammatorio alle articolazioni, è dovuto all’osteoartrite, una malattia degenerativa delle articolazioni che colpisce la cartilagine tra le ossa e i componenti dei tessuti che circondano l’articolazione. L’artrosi è multifattoriale, nel senso che può essere idiopatica o secondaria se influenzata da fattori ereditari. (Bliddal, 2020) Le zone più comuni in cui le persone soffrono di osteoartrite sono la parte bassa della schiena, le mani, i fianchi e, più comunemente, le ginocchia. Alcuni dei principali fattori ambientali che contribuiscono allo sviluppo dell’osteoartrosi includono:

  • Obesità
  • Età
  • Movimenti ripetitivi
  • Storia famigliare
  • Infortuni

Quando le persone soffrono di osteoartrite, i fattori ambientali possono portare a un sovraccarico di peso sulle articolazioni, che provoca compressione e infiammazione. (Nedunchezhiyan et al., 2022

 

 

Quando l’infiammazione è associata all’osteoartrosi, può causare gonfiore delle articolazioni e dei tessuti muscolari circostanti e sensazione di calore al tatto. Allo stesso tempo, l’artrosi è una delle principali cause di disabilità che può diventare un problema socioeconomico per molte persone. (Yao et al., 2023) Questo perché molti individui affetti da osteoartrite presentano comorbilità associate agli effetti delle citochine infiammatorie, che possono renderli fisicamente inattivi e infelici. (Katz et al., 2021) Esistono tuttavia diversi modi per ridurre la progressione dell'artrosi e ridurre gli effetti infiammatori sulle articolazioni. 

 

L'elettroagopuntura riduce l'infiammazione associata all'osteoartrite

Quando si tratta di ridurre l’infiammazione associata all’osteoartrite, molte persone cercano trattamenti chirurgici e non chirurgici che possono aiutare a ridurre la progressione di questa malattia degenerativa delle articolazioni. Molte persone fanno l'acquaterapia per alleviare la pressione sulle articolazioni e migliorare la loro mobilità. Allo stesso tempo, altri utilizzano la decompressione spinale per creare una pressione negativa sullo spazio articolare. Tuttavia, molte persone hanno scoperto che l’elettroagopuntura può aiutare a ridurre gli effetti infiammatori dell’osteoartrosi. L'elettroagopuntura combina la stimolazione elettrica dei nervi e l'agopuntura da parte di professionisti altamente qualificati che possono aiutare a ridurre l'intensità del dolore nelle articolazioni e fornire funzionalità. (Wu et al., 2020) Inoltre, poiché l'artrosi è associata all'infiammazione, l'elettroagopuntura può favorire la circolazione sanguigna, la regolazione della tensione muscolare sulle articolazioni e migliorare la mobilità. (Zhang et al., 2023)

 

Elettroagopuntura per ripristinare la mobilità del ginocchio e dell'anca

L'elettroagopuntura può aiutare con la mobilità dell'anca e del ginocchio poiché questo trattamento non chirurgico aiuta a promuovere la limitazione del dolore e l'atrofia muscolare dovuta al sovraccarico biomeccanico, migliorando così la viscoelasticità della cartilagine. (Shi et al., 2020) Ciò consente alle articolazioni di mantenere la mobilità nelle anche, nelle ginocchia e nella parte bassa della schiena. Quando le persone si sottopongono a un trattamento consecutivo per l’osteoporosi, possono recuperare la forza muscolare nel tempo per ripristinare la mobilità e ridurre la progressione dell’osteoartrosi. (Xu et al., 2020) In questo modo, molte persone possono trovare il sollievo che cercano con l'elettroagopuntura, che può consentire loro di apportare piccoli cambiamenti nella loro routine quotidiana per garantire di poter funzionare durante il giorno. 


Cura chiropratica per l'instabilità delle gambe - Video


Riferimenti

Bliddal, H. (2020). [Definizione, patologia e patogenesi dell'osteoartrosi]. Ugeskr Laeger, 182(42). www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/33046193

Katz, JN, Arant, KR e Loeser, RF (2021). Diagnosi e trattamento dell'artrosi dell'anca e del ginocchio: una revisione. JAMA, 325(6), 568-578. doi.org/10.1001/jama.2020.22171

Nedunchezhiyan, U., Varughese, I., Sun, AR, Wu, X., Crawford, R., & Prasadam, I. (2022). Obesità, infiammazione e sistema immunitario nell'osteoartrosi. Immunol anteriore, 13 907750. doi.org/10.3389/fimmu.2022.907750

Shi, X., Yu, W., Wang, T., Battulga, O., Wang, C., Shu, Q., Yang, X., Liu, C., & Guo, C. (2020). L’elettroagopuntura allevia la degradazione della cartilagine: miglioramento della biomeccanica della cartilagine attraverso il sollievo dal dolore e il potenziamento della funzione muscolare in un modello di coniglio di osteoartrosi del ginocchio. Farmacotera Biomed, 123 109724. doi.org/10.1016/j.biopha.2019.109724

Wu, SY, Lin, CH, Chang, NJ, Hu, WL, Hung, YC, Tsao, Y. e Kuo, CA (2020). Effetto combinato dell'agopuntura laser e dell'elettroagopuntura nei pazienti con osteoartrosi del ginocchio: un protocollo per uno studio randomizzato e controllato. Medicina (Baltimora), 99(12), e19541. doi.org/10.1097/MD.0000000000019541

Xu, H., Kang, B., Li, Y., Xie, J., Sun, S., Zhong, S., Gao, C., Xu, X., Zhao, C., Qiu, G., e Xiao, L. (2020). Utilizzo dell'elettroagopuntura per recuperare la forza muscolare in pazienti con osteoartrite del ginocchio dopo artroplastica totale del ginocchio: un protocollo di studio per uno studio in doppio cieco, randomizzato e controllato con placebo. trials, 21(1), 705. doi.org/10.1186/s13063-020-04601-x

Yao, Q., Wu, X., Tao, C., Gong, W., Chen, M., Qu, M., Zhong, Y., He, T., Chen, S., & Xiao, G. (2023). Artrosi: vie di segnalazione patogene e bersagli terapeutici. Obiettivo di trasduzione del segnale lì, 8(1), 56. doi.org/10.1038/s41392-023-01330-w

Zhang, W., Zhang, L., Yang, S., Wen, B., Chen, J., & Chang, J. (2023). L'elettroagopuntura migliora l'artrosi del ginocchio nei ratti inibendo l'inflammasoma NLRP3 e riducendo la piroptosi. Mol dolore, 19 17448069221147792. doi.org/10.1177/17448069221147792

Negazione di responsabilità

Decompressione spinale: come alleviare facilmente il dolore all'anca

Decompressione spinale: come alleviare facilmente il dolore all'anca

Le persone che soffrono di dolore all'anca possono trovare il sollievo che cercano dalla decompressione spinale per ridurre il dolore alla sciatica?

Introduzione

Quando si tratta di persone che fanno movimenti quotidiani, il corpo può trovarsi in posizioni strane senza dolore o disagio. Pertanto, le persone possono stare in piedi o sedute per periodi prolungati e sentirsi bene quando svolgono attività faticose. Tuttavia, con l’invecchiamento del corpo, i muscoli e i legamenti circostanti possono diventare deboli e tesi, mentre le articolazioni e i dischi spinali iniziano a essere compressi e a usurarsi. Questo perché molti individui eseguono movimenti ripetitivi sul proprio corpo che causano sintomi simili al dolore alla schiena, ai fianchi, al collo e alle estremità del corpo, portando a dolore riferito in diverse parti del corpo. Quando gli individui avvertono dolore muscoloscheletrico nel loro corpo, ciò può causare profili di rischio sovrapposti che possono ostacolare l’individuo e renderlo infelice. Inoltre, quando le persone avvertono dolore muscoloscheletrico nel loro corpo, molti cercheranno un trattamento per ridurre i sintomi simili al dolore associati al dolore muscoloscheletrico. L'articolo di oggi esaminerà un tipo di dolore muscoloscheletrico ai fianchi, come può causare problemi simili al dolore alla sciatica e come trattamenti come la decompressione possono ridurre gli effetti simili al dolore del dolore all'anca correlato alla sciatica. Parliamo con fornitori medici certificati che consolidano le informazioni dei nostri pazienti per fornire numerosi trattamenti per alleviare il dolore all'anca associato alla sciatica. Inoltre informiamo e guidiamo i pazienti su come la decompressione può aiutare a ridurre i sintomi simili al dolore come la sciatica e a ripristinare la mobilità dell'anca. Incoraggiamo i nostri pazienti a porre ai loro fornitori medici associati domande complesse e importanti sui sintomi simili al dolore che sperimentano a causa del dolore all'anca. Il Dr. Jimenez, DC, incorpora queste informazioni come servizio accademico. Negazione di responsabilità.

 

Dolore all'anca associato alla sciatica

Provi spesso rigidità nella parte bassa della schiena e nei fianchi dopo essere rimasto seduto per un periodo eccessivo? Che ne dici di sentire un dolore irradiato che scende dalla parte bassa della schiena fino alle gambe? Oppure pensi che i muscoli delle anche e delle cosce diventino tesi e deboli, compromettendo la stabilità della tua andatura? Molte persone che soffrono di questi problemi simili al dolore soffrono di dolore all'anca e può essere un problema se non viene trattato nel tempo. Poiché il dolore all’anca è una condizione comune e invalidante difficile da diagnosticare, molti individui spesso esprimono dolore localizzato in una delle tre regioni anatomiche: le sezioni anteriore, posteriore e laterale dell’anca. (Wilson e Furukawa, 2014) Quando le persone hanno a che fare con dolore all'anca, sperimentano anche dolore riferito nella parte bassa della schiena, che li rende angosciati e infelici. Allo stesso tempo, semplici movimenti ordinari come sedersi o stare in piedi possono influenzare i muscoli e i legamenti che circondano i fianchi e possono essere dannosi. Ciò può causare dolore all'anca riferito alla colonna lombare e problemi alla colonna vertebrale, che quindi causano problemi muscoloscheletrici agli arti inferiori. (Lee et al., 2018

 

 

Quindi, in che modo il dolore all’anca potrebbe essere associato alla sciatica e causare dolore in molte estremità inferiori? Le aree dell'anca nel sistema muscoloscheletrico hanno numerosi muscoli che circondano l'area dell'osso pelvico che possono diventare tesi e deboli, causando dolore muscoloscheletrico riferito da problemi intrapelvici e ginecologici. (Ciambellano, 2021) Ciò significa che i disturbi muscoloscheletrici come le sindromi del piriforme associate al dolore all'anca possono portare alla sciatica. Il nervo sciatico scende dalla regione lombare, dai glutei e dietro la gamba. Quando una persona ha a che fare con la sciatica e si rivolge al proprio medico di base per farsi curare il dolore, i medici eseguiranno un esame fisico per vedere quali fattori stanno causando il dolore. Alcuni dei risultati più comuni durante un esame fisico erano dolorabilità e palpazione della grande incisura sciatica e la riproduzione del dolore lungo i fianchi. (Figlio e Lee, 2022) Ciò provoca sintomi associati correlati alla sciatica e al dolore all'anca, tra cui:

  • Sensazioni di formicolio/intorpidimento
  • Tenerezza muscolare
  • Dolore stando seduti o in piedi
  • Disagio

 


Il movimento è la chiave della guarigione? Video


Decompressione spinale che riduce il dolore all'anca

Tuttavia, molte persone troveranno trattamenti non chirurgici per aiutare a ridurre la sciatica associata al dolore all’anca. I trattamenti non chirurgici sono personalizzati in base al dolore di una persona e sono economici pur essendo delicati sulla colonna vertebrale. La decompressione spinale può aiutare a ridurre il dolore all’anca associato alla sciatica. La decompressione sulla colonna vertebrale consente una trazione delicata per allungare i muscoli deboli lungo la parte bassa della schiena e i fianchi mentre i dischi spinali subiscono una pressione negativa. Quando una persona ha a che fare con il dolore alla sciatica associato al dolore all'anca e prova la decompressione per la prima volta, gli viene fornito il sollievo che merita. (Crisp et al., 1955)

 

 

Inoltre, molte persone che incorporano la decompressione per il dolore all'anca possono iniziare a sentirne gli effetti poiché aiuta a migliorare la circolazione del flusso sanguigno verso i fianchi per avviare il naturale processo di guarigione. (Hua et al., 2019) Quando le persone iniziano a incorporare la decompressione per il dolore all'anca, possono rilassarsi poiché sentono che tutti i dolori e il dolore scompaiono gradualmente man mano che la mobilità e la rotazione vengono ripristinate negli arti inferiori.

 


Riferimenti

Chamberlain, R. (2021). Dolore all'anca negli adulti: valutazione e diagnosi differenziale. Medico di famiglia americano, 103(2), 81-89. www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/33448767

www.aafp.org/pubs/afp/issues/2021/0115/p81.pdf

Crisp, EJ, Cyriax, JH e Christie, BG (1955). Discussione sul trattamento del mal di schiena mediante trazione. Proc R Soc Med, 48(10), 805-814. www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/13266831

www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC1919242/pdf/procrsmed00390-0081.pdf

Hua, KC, Yang, XG, Feng, JT, Wang, F., Yang, L., Zhang, H., & Hu, YC (2019). L'efficacia e la sicurezza della decompressione centrale per il trattamento della necrosi della testa del femore: una revisione sistematica e una meta-analisi. J Orthop Surg Res, 14(1), 306. doi.org/10.1186/s13018-019-1359-7

Lee, YJ, Kim, SH, Chung, SW, Lee, YK e Koo, KH (2018). Cause di dolore cronico all'anca non diagnosticato o diagnosticato erroneamente dai medici di base in pazienti giovani adulti: uno studio descrittivo retrospettivo. J Korean Med Sci, 33(52), e339. doi.org/10.3346/jkms.2018.33.e339

Figlio, BC e Lee, C. (2022). Sindrome del piriforme (intrappolamento del nervo sciatico) associata alla variazione del nervo sciatico di tipo C: una relazione di due casi e una revisione della letteratura. Neurotrauma J coreano, 18(2), 434-443. doi.org/10.13004/kjnt.2022.18.e29

Wilson, JJ e Furukawa, M. (2014). Valutazione del paziente con dolore all'anca. Medico di famiglia americano, 89(1), 27-34. www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/24444505

www.aafp.org/pubs/afp/issues/2014/0101/p27.pdf

 

Negazione di responsabilità

I benefici dell'agopuntura per alleviare il dolore pelvico

I benefici dell'agopuntura per alleviare il dolore pelvico

Per le persone che soffrono di dolore pelvico, l’utilizzo dell’agopuntura può aiutare ad alleviare e ridurre la lombalgia?

Introduzione

Nel sistema muscolo-scheletrico, le parti superiore e inferiore del corpo hanno il compito di consentire all'ospite di muoversi. Le parti inferiori del corpo forniscono stabilità e mantengono una postura corretta, che può aiutare i muscoli circostanti a essere forti e proteggere gli organi vitali. Le articolazioni scheletriche del corpo aiutano a garantire che il peso corporeo della persona sia distribuito uniformemente. Per il sistema muscolo-scheletrico, la regione pelvica nella parte inferiore del corpo aiuta con la stabilizzazione e fornisce la normale funzione urinaria al corpo. Tuttavia, quando fattori normali e traumatici iniziano a influenzare le parti inferiori del corpo, ciò può portare a problemi simili al dolore che possono causare dolore viscerale riferito alla parte bassa della schiena e può far credere a molte persone di soffrire di mal di schiena. , che è uno dei sintomi associati al dolore pelvico. Quando molte persone avvertono dolore pelvico associato a lombalgia, molti sceglieranno di cercare un trattamento per ridurre i sintomi simili al dolore e ripristinare la funzione corporea. L’articolo di oggi esamina come il dolore pelvico è associato alla lombalgia e come trattamenti come l’agopuntura possono aiutare a ridurre il dolore pelvico associato alla lombalgia e fornire sollievo. Parliamo con fornitori medici certificati che incorporano le informazioni dei nostri pazienti per fornire vari trattamenti per alleviare la lombalgia correlata al dolore pelvico. Informiamo inoltre i pazienti su come le terapie non chirurgiche come l'agopuntura possono aiutare a ridurre gli effetti del dolore pelvico. Incoraggiamo i nostri pazienti a porre domande complesse ai nostri fornitori medici associati sui sintomi simili al dolore che stanno sperimentando, correlati al dolore pelvico che causa anche problemi alla parte bassa della schiena. Il dottor Alex Jimenez, D.C., utilizza queste informazioni come servizio accademico. Negazione di responsabilità.

 

In che modo il dolore pelvico è associato alla lombalgia?

Hai provato un dolore lancinante dovuto a una posizione seduta eccessiva che causa dolore alla parte bassa della schiena o alla regione pelvica? Senti rigidità nella parte bassa della schiena e nella regione pelvica a causa di una cattiva postura? Oppure avverti crampi intensi intorno alla zona pelvica? Quando molte persone affrontano questi problemi simili al dolore, ciò è correlato al dolore pelvico. Ora, il dolore pelvico è un dolore comune, invalidante e persistente, associato a comorbidità multifattoriali e spesso a dolore centralizzato. (Dydyk e Gupta, 2023) Allo stesso tempo, il dolore pelvico è una sfida da diagnosticare perché è multifattoriale e condivide le numerose radici nervose che si estendono e si intrecciano con la regione lombare. A questo punto, ciò causa dolore riferito alla parte bassa della schiena e fa sì che molte persone pensino di provare dolore lombare quando, in realtà, hanno a che fare con dolore pelvico. Ciò è dovuto all’indebolimento dei muscoli del pavimento pelvico, che può portare molti individui a sviluppare una postura scorretta, portando nel tempo a lombalgia.

 

Inoltre, quando la regione pelvica è disallineata a causa di movimenti ripetitivi che causano dolore lombare, può causare uno stiramento eccessivo e un allentamento dei muscoli circostanti attorno alle articolazioni sacroiliache. (Mutaguchi et al., 2022) Quando ciò accade, i muscoli circostanti che circondano i fianchi e la parte bassa della schiena possono indebolirsi, portando all'inclinazione pelvica anteriore e causando alterazioni all'area lombopelvica. 

 

Poiché l’area lombopelvica si trova nelle porzioni inferiori del corpo, può causare alterazioni alla struttura scheletrica del corpo, portando a mal di schiena. Quando un numero crescente di individui affronta la deformità spinale, manterrà una posizione eretta impedendo alla gravità centrale di spostarsi in avanti utilizzando i muscoli pelvici per compensare il proprio peso. (Muratta et al., 2023) Quando ciò accade, i muscoli centrali circostanti e i muscoli della schiena si allungano eccessivamente, il che fa sì che i muscoli accessori producano più energia e svolgano il lavoro dei muscoli primari. Ciò causa problemi urinari e muscolari che causano dolore riferito al pomodoro-viscerale nel sistema muscolo-scheletrico. Tuttavia, esistono numerosi modi per ridurre il dolore pelvico associato alla lombalgia ripristinando al tempo stesso la funzione pelvica e ripristinando la forza muscolare nei muscoli centrali circostanti nella regione pelvica.

 


Il movimento è la chiave per la guarigione - Video

Hai riscontrato rigidità muscolare attorno ai fianchi, alla parte bassa della schiena o alla regione pelvica? Hai la sensazione di avere un range di movimento limitato al mattino, per poi sentirti meglio durante il giorno? Oppure soffri di problemi alla vescica correlati alla lombalgia? Molti di questi scenari simili al dolore sono associati al dolore pelvico e possono causare problemi comuni di mal di schiena che fanno sì che molte persone siano curve e soffrano costantemente. Poiché il dolore pelvico è un disturbo muscoloscheletrico multifattoriale, può essere associato a comorbidità che possono causare problemi alla regione lombare della colonna vertebrale e influenzare la mobilità del corpo. Tuttavia, numerosi trattamenti possono ridurre gli effetti del dolore pelvico e ripristinare la mobilità della parte bassa della schiena nel corpo. Quando si tratta di cercare trattamenti, molte persone cercheranno terapie convenienti e che possano aiutare a ridurre il dolore riferito associato alla lombalgia e al dolore pelvico. Il video qui sopra mostra come i trattamenti non chirurgici possono aiutare a ripristinare la mobilità degli arti inferiori.


Agopuntura per la lombalgia e la lombalgia

Quando si tratta di trattamenti non chirurgici, molte persone cercheranno trattamenti economicamente vantaggiosi. Trattamenti come la cura chiropratica, la decompressione spinale e la massoterapia possono aiutare a ridurre la lombalgia, ma per il dolore pelvico molte persone cercheranno l'agopuntura. L'agopuntura è una pratica medica eseguita da un professionista altamente qualificato che utilizza aghi solidi ma sottili in aree specifiche del corpo. Quindi, per le persone che soffrono di dolore pelvico, l’agopuntura può aiutare a ripristinare l’equilibrio energetico associato agli organi interni che causano il dolore. (Yang et al., 2022) L'agopuntura può aiutare a ripristinare la potenza nella regione pelvica reindirizzando l'energia verso il corpo e aiutando a ridurre disabilità e disturbi funzionali. (Pan et al., 2023) L'agopuntura può ridurre al minimo la lombalgia selezionando determinati punti trigger che possono influenzare le aree tra i fianchi e la schiena per sbloccare la circolazione al muscolo. (Sudhakaran, 2021) Quando molte persone iniziano a incorporare l'agopuntura come parte del loro piano di trattamento personalizzato, possono utilizzarla con altre terapie per sentirsi meglio e migliorare la propria salute.

 


Riferimenti

Dydyk, A. M. e Gupta, N. (2023). Dolore pelvico cronico. In StatPerle. www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/32119472

Murata, S., Hashizume, H., Tsutsui, S., Oka, H., Teraguchi, M., Ishomoto, Y., Nagata, K., Takami, M., Iwasaki, H., Minamide, A., Nakagawa, Y., Tanaka, S., Yoshimura, N., Yoshida, M., & Yamada, H. (2023). Compensazione pelvica che accompagna il disallineamento della colonna vertebrale e fattori correlati al dolore alla schiena in una popolazione generale: lo studio della colonna vertebrale di Wakayama. Sci Rep, 13(1), 11862. doi.org/10.1038/s41598-023-39044-2

Mutaguchi, M., Murayama, R., Takeishi, Y., Kawajiri, M., Yoshida, A., Nakamura, Y., Yoshizawa, T., & Yoshida, M. (2022). Relazione tra lombalgia e incontinenza urinaria da stress a 3 mesi dopo il parto. Scoperta della droga lì, 16(1), 23-29. doi.org/10.5582/ddt.2022.01015

Pan, J., Jin, S., Xie, Q., Wang, Y., Wu, Z., Sun, J., Guo, T. P., & Zhang, D. (2023). Agopuntura per prostatite cronica o sindrome da dolore pelvico cronico: una revisione sistematica aggiornata e una meta-analisi. Gestione del dolore, 2023 7754876. doi.org/10.1155/2023/7754876

Sudhakaran, P. (2021). Agopuntura per la lombalgia. Med Agopuntura, 33(3), 219-225. doi.org/10.1089/acu.2020.1499

Yang, J., Wang, Y., Xu, J., Ou, Z., Yue, T., Mao, Z., Lin, Y., Wang, T., Shen, Z., & Dong, W. (2022). Agopuntura per il dolore lombare e/o pelvico durante la gravidanza: una revisione sistematica e una meta-analisi di studi randomizzati e controllati. BMJ Aperto, 12(12), e056878. doi.org/10.1136/bmjopen-2021-056878

Negazione di responsabilità

Cosa devi sapere sui muscoli del piccolo gluteo

Cosa devi sapere sui muscoli del piccolo gluteo

Per le persone che avvertono dolore al minimo gluteo e non sono sicure da dove iniziare ad affrontarlo, un fisioterapista, un chiropratico o un medico generico può aiutare a diagnosticare il dolore agli arti inferiori e sviluppare un piano di trattamento appropriato?

 

Cosa devi sapere sui muscoli del piccolo gluteo

Muscoli del minimo gluteo

Il minimo gluteo è il muscolo più piccolo dei muscoli glutei. Combinati con il grande gluteo e il medio gluteo, questi muscoli formano i glutei. I glutei aiutano a modellare i glutei, stabilizzare i fianchi, ruotare le gambe e sollevare le cosce. Il piccolo e il medio gluteo supportano specificamente la capacità del grande gluteo di sollevare la gamba lateralmente e ruotare la coscia verso l'interno. (ScienceDirect. 2011)

Anatomia

  • I muscoli del piccolo gluteo sono triangolari e si trovano sotto il medio gluteo vicino ai rotatori delle articolazioni dell'anca. I muscoli iniziano nella regione iliaca inferiore, l'area superiore e più grande dell'osso dell'anca che costituisce il bacino e si attacca al femore/coscia.
  • Le fibre della parte superiore del muscolo sono spesse e compatte, mentre le fibre inferiori sono piatte e distese.
  • I nervi glutei superiori e i vasi sanguigni separano il minimo e il medio gluteo.
  • I muscoli glutei medi iniziare dalla regione iliaca superiore, che copre interamente il muscolo piccolo gluteo. La posizione dei muscoli del piccolo gluteo avvolge l'incisura sciatica o l'area del bacino che ospita il muscolo piriforme, vena glutea superiore e arteria glutea superiore, che forniscono una certa protezione.

Funzione

Il movimento dipende dalla posizione del femore. La funzione del muscolo piccolo gluteo è quella di:

  1. flettere
  2. Ruota
  3. Stabilizzare
  • Quando la coscia è estesa, aiuta ad rapire o allontanare la gamba dal corpo.
  • Quando le ossa dell'anca sono flesse, il piccolo gluteo ruota la coscia verso l'interno con l'aiuto del medio gluteo.
  • I movimenti si eseguono con il supporto delle fibre muscolari, che si contraggono per muovere la coscia in entrambe le direzioni. (ScienceDirect. 2011)
  • Il piccolo e il medio gluteo stabilizzano anche le anche e il bacino durante il movimento e a riposo.

Condizioni associate

Una delle lesioni più comuni è l’usura e lo strappo dei muscoli, che può causare dolore sopra e attorno al grande trocantere. Questo è noto come sindrome del dolore trocanterico maggiore o GTPS, una condizione solitamente causata da una tendinopatia del medio o del minimo gluteo, che può includere l'infiammazione delle borse circostanti. (Diane Reid. 2016) Per una lesione del piccolo gluteo, il dolore/sensazioni si avvertiranno all'esterno dell'anca, soprattutto quando si rotola o si applica peso sul lato interessato. Uno strappo può verificarsi all'improvviso senza che alcuna attività particolare causi lo strappo oltre al normale utilizzo e allo stress sul muscolo. Le attività fisiche come camminare possono essere dolorose.

Reinserimento

Il trattamento dipende dalla gravità della condizione. Di solito, il riposo, il ghiaccio e i farmaci da banco possono aiutare a ridurre i sintomi del gonfiore e del dolore. Per i sintomi del dolore che non diminuiscono, si consiglia di consultare un operatore sanitario che possa eseguire una risonanza magnetica o una radiografia per vedere le condizioni del muscolo ed escludere altre cause di dolore. L’operatore sanitario indirizzerà il paziente a a squadra di terapia fisica che può valutare la forza del minimo gluteo e fornire un elenco di esercizi e allungamenti per aiutare a riparare il muscolo condizionando i muscoli circostanti. (SportRec. 2017) A seconda del livello di dolore, a volte l'operatore sanitario prescriverà un'iniezione di cortisone nel muscolo gluteo minimo in combinazione con la terapia fisica. Ciò contribuirà ad alleviare il dolore in modo che gli esercizi di fisioterapia possano essere eseguiti comodamente, consentendo al muscolo gluteo massimo di guarire e rafforzarsi correttamente. (Julie M. Labrosse et al., 2010)


La scienza del movimento Cura chiropratica


Riferimenti

ScienceDirect. (2011). Muscolo del piccolo gluteo.

Reid D. (2016). La gestione della sindrome del dolore trocanterico maggiore: una revisione sistematica della letteratura. Giornale di ortopedia, 13(1), 15–28. doi.org/10.1016/j.jor.2015.12.006

SportRec. (2017). Esercizi di fisioterapia per il minimo gluteo.

Labrosse, JM, Cardinale, E., Leduc, BE, Duranceau, J., Rémillard, J., Bureau, NJ, Belblidia, A., & Brassard, P. (2010). Efficacia dell'iniezione di corticosteroidi ecoguidata per il trattamento della tendinopatia del gluteo medio. AJR. Giornale americano di roentgenology, 194(1), 202–206. doi.org/10.2214/AJR.08.1215