ClickCease
+ 1-915-850-0900 spinedoctors@gmail.com
Seleziona Pagina
I marker di sangue possono prevedere il tempo di recupero delle concussioni

I marker di sangue possono prevedere il tempo di recupero delle concussioni

Commozioni cerebrali, o ferite alla testa, sono considerate alcune delle lesioni sportive più comuni. Gli atleti possono subire traumi cranici a causa di una serie di infortuni e incidenti legati al loro sport specifico. Mentre ci sono vari sintomi che possono caratterizzare la presenza di una commozione cerebrale, recenti studi hanno trovato che alcuni marcatori nel sangue possono prevedere il recupero di un atleta da un trauma cranico.

I ricercatori del National Institutes of Health hanno scoperto che il tau delle proteine ​​del sangue potrebbe essere un nuovo importante biomarker clinico per identificare meglio gli atleti che hanno bisogno di più tempo di recupero prima di rientrare in sicurezza dopo una commozione sportiva. Lo studio di ricerca, sostenuto dall'Istituto nazionale di ricerca infermieristica o NINR, con finanziamenti aggiuntivi da parte del Eunice Kennedy Shriver National Institute of Child Health e Human Development, o NICHD, pubblicato online nel numero di gennaio di 6, 2017 di Neurologia External Web Site Policy, la rivista medica dell'Accademia Americana di Neurologia.

immagine del blog di un pulsante verde con un'icona del ricevitore del telefono e 24h sotto

Come gli indicatori di sangue possono aiutare gli atleti con una commozione cerebrale

Nonostante i milioni di commozioni sportive che si verificano ogni anno negli Stati Uniti, non esiste un test affidabile basato sul sangue per prevedere il recupero e la prontezza dell'atleta a tornare a giocare. Il nuovo studio mostra che misurare i livelli di tau potrebbe potenzialmente essere uno strumento imparziale per aiutare a prevenire gli atleti di tornare all'azione troppo presto e rischiare ulteriori lesioni neurologiche.

“Tenere gli atleti più al sicuro dalle conseguenze a lungo termine delle commozioni cerebrali è importante per giocatori, allenatori, genitori e tifosi. In futuro, questa ricerca potrebbe aiutare a sviluppare un test di laboratorio clinico affidabile e veloce in grado di identificare gli atleti a più alto rischio di sintomi cronici post-commozione cerebrale ", ha affermato Patricia A. Grady Ph.D., RN, Direttore del NINR.blog di giovane donna che punta al pulsante rosso che dice ricevere cura oggi

Gli atleti che tornano a giocare prima del pieno recupero sono ad alto rischio di sintomi a lungo termine come mal di testa, vertigini e deficit cognitivi con conseguenti commozioni cerebrali. Circa la metà degli atleti del college vede i loro sintomi post-concussivi risolvere entro 10 giorni, ma in altri, i sintomi diventano cronici.

Tau è anche collegato allo sviluppo delle malattie di Alzheimer e Parkinson ed è un marker di lesioni neuronali in seguito a gravi lesioni traumatiche al cervello.

Nello studio, condotto dalla dott.ssa Jessica Gill, NIH Lasker Clinical Research Scholar e capo della divisione NINR dell'Indagine sulla lesione cerebrale della ricerca intramurale, i ricercatori hanno valutato i cambiamenti in tau in seguito a una commozione cerebrale sportiva in atleti di sesso maschile e femminile per determinare se maggiore i livelli di tau si riferiscono a durate di recupero più lunghe.

"L'inclusione di biomarcatori oggettivi come il tau nelle decisioni di ritorno al gioco potrebbe alla fine ridurre i rischi neurologici legati a molteplici commozioni cerebrali negli atleti", ha affermato Gill.

Per misurare i livelli di tau, un gruppo di atleti di calcio, calcio, pallacanestro, hockey e lacrosse 632 dell'Università di Rochester si sono sottoposti per la prima volta al campionamento del plasma sanguigno pre-stagionale e ai test cognitivi per stabilire una linea di base. Sono stati poi seguiti durante la stagione per qualsiasi diagnosi di una commozione cerebrale, con 43 di loro a sviluppare commozioni cerebrali durante lo studio. Per fare un confronto, è stato incluso nello studio anche un gruppo di controllo di atleti di 37 che non hanno avuto commozioni cerebrali, così come un gruppo di non atleti sani 21.

A seguito di una commozione sportiva, il sangue è stato prelevato da atleti sia controllati che controllati a sei ore, 24 ore, 72 ore e sette giorni post-concussione.

Gli atleti che hanno subito un periodo di recupero più lungo prima di tornare a giocare, (più di 10 giorni post-concussione) avevano concentrazioni di tau più elevate in generale a sei, 24 e 72-ore post-concussione rispetto agli atleti che erano in grado di tornare a giocare in giorni 10 o meno. Questi cambiamenti osservati nei livelli tau si sono verificati sia negli atleti di sesso maschile che in quelli di sesso femminile, così come nei vari sport studiati.

Insieme, questi risultati indicano che i cambiamenti in tau misurati in un breve periodo di tempo entro sei ore da una commozione sportiva possono fornire informazioni cliniche oggettive per informare meglio gli atleti, i formatori e i decisori dei medici di squadra sui tempi di recupero previsti e sicuri tornare a giocare.

Ulteriori ricerche metteranno alla prova ulteriori biomarcatori di proteine ​​ed esamineranno altri risultati post-concussione.

Prevenire lesioni sportive con chiropratica

La cura chiropratica è spesso utilizzata dagli atleti per il trattamento di lesioni sportive comuni. Oltre a trattare gli effetti collaterali associati a commozioni cerebrali, chiropratica può aiutare ad alleviare il dolore al collo e il mal di schiena causato da un infortunio o incidente. La cura chiropratica può anche aiutare a prevenire gli infortuni sportivi, in quanto le regolazioni spinali e le manipolazioni manuali possono aiutare a migliorare la forza, la flessibilità e la mobilità delle strutture che circondano la colonna vertebrale, migliorando in particolare la salute e il benessere del collo e della testa.

Informazioni sull'organizzazione

Informazioni sull'Istituto nazionale di ricerca infermieristica (NINR): NINR supporta la ricerca di base e clinica che sviluppa le conoscenze per costruire le basi scientifiche per la pratica clinica, prevenire malattie e disabilità, gestire ed eliminare i sintomi causati dalla malattia e migliorare la fine della vita e le cure palliative. Per ulteriori informazioni su NINR, visitare il sito Web all'indirizzo www.ninr.nih.gov.

Informazioni sul Eunice Kennedy Shriver Istituto nazionale della salute infantile e dello sviluppo umano (NICHD): Il NICHD conduce e sostiene la ricerca negli Stati Uniti e in tutto il mondo sullo sviluppo fetale, infantile e infantile; salute materna, infantile e familiare; biologia riproduttiva e problemi demografici; e riabilitazione medica. Per maggiori informazioni visita Il sito web di NICHD.

Informazioni sugli Istituti Nazionali di Salute (NIH): NIH, l'agenzia di ricerca medica della nazione, comprende istituti e centri 27 ed è una componente del Dipartimento della salute e dei servizi umani degli Stati Uniti. NIH è l'agenzia federale principale che conduce e supporta la ricerca medica di base, clinica e traslazionale e sta studiando le cause, i trattamenti e le cure per le malattie sia comuni che rare. Per ulteriori informazioni su NIH e i suoi programmi, visita www.nih.gov.

Sourced Da: Biomarker in Blood può aiutare a predire il tempo di recupero per commozioni sportive

Diritti di copia: concussioni MedlinePlus

Per ulteriori informazioni, chiedere al dottor Jimenez o contattarci 915-850-0900 . immagine del blog di un pulsante verde con un'icona del ricevitore del telefono e 24h sotto

Di Dr. Alex Jimenez DC, CCST
Specialista di Trauma Spinale

Argomenti aggiuntivi: Dolore al collo e lesioni auto

Il dolore al collo è caratterizzato come il sintomo più prevalente dopo essere stato coinvolto in un incidente automobilistico. Durante una collisione auto, il corpo è esposto ad una molta forza di forza a causa dell'impatto ad alta velocità, causando che la testa e il collo si abbattono bruscamente avanti e indietro mentre il resto del corpo resta in posizione. Ciò spesso determina il danno o la lesione della colonna cervicale e dei suoi tessuti circostanti, portando al dolore al collo e ad altri sintomi comuni associati a disturbi correlati al colpo di frusta.

foto di blog di cartone animato grande notizie

 

ARGOMENTO DI TENDENZA: EXTRA EXTRA: Nuovo PUSH 24/7? Centro fitness

 

 

Aggiustamenti chiropratici e loro efficacia

Aggiustamenti chiropratici e loro efficacia

Aggiustamenti chiropratici e loro efficacia

La regolazione chiropratica ha diverse applicazioni. Dal trattamento del dolore cronico e delle condizioni preesistenti al dolore precoce o improvviso. Forse più citati, i malati del dolore al collo e del collo, sciatica, emicrania e altro hanno trovato sollievo dalla medicina chiropratica.

Infatti, molti medici raccomandano che i loro pazienti cercano la cura chiropratica per una varietà di condizioni prima di cercare misure più invasive come la chirurgia. Questo sentimento è stata (echeggiata dall'American Medical Association) recentemente come 2013.

immagine del blog di un uomo che viene massaggiato alla schiena da una chiropratica

Alleviare il dolore alla schiena e al collo

Approssimativamente 80% degli adulti hanno sperimentato mal di schiena ad un certo punto. (In uno studio condotto da Consumer Reports), Sono stati intervistati 14,000 malati. Nessuno di questi individui aveva subito un intervento chirurgico alla schiena di alcun tipo. Alla fine dello studio, l'aggiustamento chiropratico è stato valutato come l'opzione di trattamento n. 1.

In un simile (studio condotto dagli Annali di Medicina Interna), I pazienti 272 che presentavano il dolore al collo iniziale recente sono stati trattati utilizzando tre metodi diversi:

Farmaci
Esercizio
Regolari aggiustamenti chiropratici

Alla conclusione dello studio di dodici settimane, i pazienti sottoposti a regolari aggiustamenti di chiropratica erano due volte più probabili di essere liberi dal dolore di quelli che erano stati trattati con farmaci. (Ulteriori ricerche dimostrano) la validità delle regolazioni chiropratiche come si può facilmente vedere attraverso la risonanza magnetica (MRI).

I pazienti con dolore alle spalle spesso sperimentano una mobilità limitata nella regione della colonna vertebrale lombare che produce degenerazione e adesioni all'interno delle articolazioni delle vertebre. Quando i pazienti hanno ricevuto una scansione MRI in seguito ad una regolazione chiropratica, l'imaging ha mostrato un aumento della rottura spinale. Ciò rompe le adesioni, permette alle articolazioni di muoversi liberamente e portano ad una riduzione del dolore.

Mal di testa e cefalee

immagine del blog di uno scheletro a raggi X che afferra la nuca dolorante

Il dolore cronico della testa, incluso l'emicrania, è un'altra condizione comune che la regolazione chiropratica può fornire sollievo. Attraverso la manipolazione, la medicina chiropratica è in grado di alleviare la pressione dei nervi e di fornire sollievo. Mal di testa e malati di emicrania possono trovare sollievo a lungo termine con continui aggiustamenti, con conseguente diminuzione della gravità dei sintomi o della frequenza di insorgenza.

C'è anche una ricerca pubblicata che mostra la validità di queste opzioni di trattamento. In uno studio australiano che ha monitorato i malati di emicrania 127, quelli che hanno ricevuto regolare regolazioni chiropratiche ha riportato una diminuzione degli attacchi di emicrania e la necessità di prendere meno farmaci.

Considerando i costi crescenti dell'assistenza sanitaria, in particolare i farmaci da prescrizione, la riduzione dei costi farmaceutici può fornire ulteriori vantaggi.

Fondazione per il progresso chiropratico

A sostegno della cura chiropratica

La cura chiropratica sta diventando sempre più diffusa. Il sostegno alle ricerche mediche e alle organizzazioni come l'American Medical Association, nonché i sostenitori di alto profilo quali Tiger Woods, Jerry Rice, Aaron Rodgers hanno contribuito a portare i trattamenti nel mainstream.

Oggi la medicina chiropratica è praticata in tutto il mondo ed è una forma sempre più popolare e efficace di trattamento per una varietà di condizioni, tra cui ma non limitate a quelle sopra indicate.

(Alcune altre statistiche)

L'utilizzo di adeguamenti chiropratici per il trattamento del dolore alla schiena può aiutare a risparmiare i costi Medicare per più di $ 80 milioni all'anno.
I malati di schiena, il cui primo punto di trattamento comprendeva un medico o un chirurgo, hanno continuato a ricevere l'intervento 42.7% del tempo. Per i pazienti che cercavano prima la correzione di chiropratica, la chirurgia avvenne solo 1.5% del tempo.
I pazienti affetti da dolore cronico che hanno ricercato il trattamento tramite il controllo chiropratico hanno sperimentato una riduzione del 20% dei costi complessivi di cura.

immagine del blog di un'infografica sulla chiropratica e un maggiore miglioramento dei pazienti

È la regolazione chiropratica giusta per te?

L'efficacia dell'aggiustamento chiropratico nel trattamento delle condizioni croniche e di recente insorgenza è supportata dalla ricerca, dallo studio scientifico e da pazienti come te. Se soffri di dolore o fastidio al collo, alla schiena, alle articolazioni o altrove, contatta un chiropratico ben qualificato vicino a te.

Circa l'autore:

Il dottor Alec con Proactive Chiropractic and Rehab Center ha studiato approfonditamente anatomia umana, fisiologia, radiologia, chinesiologia e seminari post laurea su argomenti come ernia del disco, colpo di frusta, movimento funzionale, riabilitazione da incidenti automobilistici. Con oltre 10 anni di esperienza, il Dr. Alec aiuta a prendersi cura di pazienti con mal di schiena, dolore al collo, mal di testa, dolore al ginocchio, dolore alla spalla, dolore al piede, colpo di frusta, ecc. I servizi di trattamento includono: terapia di decompressione spinale, riabilitazione funzionale, tecnica di rilascio attivo , gua sha, elettrostimolazione, trazione intersegmentale, aggiustamento chiropratico pratico, aggiustamento chiropratico assistito da strumenti e riabilitazione. Il Dr. Alec è orgoglioso di fornire un trattamento personalizzato per ogni paziente, con risultati duraturi.

Sourced tramite Scoop.it da: Il dottor Alex Jimenez

Alcune persone non credono in Chiropratica Trattamento. Tuttavia, la cura chiropratica sta diventando sempre più diffusa attraverso la ricerca medica. E i massimi sostenitori, come Tiger Woods, Jerry Rice e Aaron Rodgers, hanno contribuito a portare il trattamento chiropratico nel mainstream.

I marcatori di sangue potrebbero rivelare accuratamente la balena

I marcatori di sangue potrebbero rivelare accuratamente la balena

È stato progettato un nuovo test unico in cui ha la capacità di ricercare più di marcatori 100 che potrebbero indicare la presenza di un concussione, secondo gli autori della ricerca. Negli anni precedenti, i ricercatori hanno cercato un singolo marcatore nel sangue per indicare se un individuo aveva subito un 'intonazione o meno.

"Siamo rimasti piacevolmente sorpresi quando abbiamo esaminato il modello di metaboliti (o marcatori) e abbiamo potuto identificare le persone ferite senza altre informazioni con una percentuale maggiore di 90 per cento", ha dichiarato il ricercatore capo Dr. Douglas Fraser, consulente in pediatria medicina di terapia intensiva presso l'Istituto di ricerca sulla salute dei bambini a London, Ontario.

Durante lo studio, il dott. Fraser ed i suoi colleghi hanno esaminato i giocatori di hockey teen 29 per i marcatori di commozione cerebrale. Di questi individui, alcuni avevano subito lesioni alla testa mentre altri no. Indipendentemente da ciò, tutte le persone coinvolte nello studio erano convinte delle capacità del test.

"Potrebbe avere un potenziale per la diagnosi di commozione cerebrale, ma questi sono risultati preliminari con solo i pazienti 29", ha dichiarato il Dr. John Kuluz, direttore di trauma cranico e neuro-riabilitazione presso il Nicklaus Children's Hospital di Miami. Secondo il Dr. Kuluz, il test deve prima essere convalidato in molti più pazienti prima che la sua efficacia possa essere determinata.

I marcatori di sangue potrebbero rivelare accuratamente la balena

Inoltre, ha dichiarato che questo tipo di test non è necessario da utilizzare spesso. "C'è solo un piccolo numero di pazienti in cui la diagnosi è in dubbio", ha dichiarato il dott. Kuluz. "Tuttavia, in questi casi, un tale test potrebbe essere utile", ha osservato.

Poiché diagnosticare correttamente la presenza di una commozione cerebrale dipende fortemente dall'osservazione di sintomi specifici, come vertigini, mal di testa, visione offuscata, nausea e altre complicazioni evidenti, può essere spesso difficile distinguere la causa di un individuo. Allo stesso modo, è altrettanto difficile determinare con precisione quando un individuo si è completamente ripreso da una commozione cerebrale e se è in grado di tornare alle normali attività.

"Le persone sono state alla ricerca di una o due proteine ​​galleggianti nel sangue che sono state rilasciate dal cervello dopo aver subito un infortunio", ha affermato il dott. Fraser. "Ma questo approccio non ha dato grandi risultati, probabilmente perché ogni paziente è diverso e ogni lesione è diversa. Pertanto, è probabilmente un po 'ingenuo credere che una o due proteine ​​ci forniranno la risposta di cui abbiamo bisogno ", ha concluso.

Il team di ricercatori ha ridotto i marcatori 174 a circa tra 20 e 40 specifici che potrebbero diagnosticare una concussione con un'accuratezza superiore a 90 per cento.

Innanzitutto, per diagnosticare con precisione una concussione attraverso questo processo, il sangue deve essere testato entro 72 ore dopo che l'individuo ha subito una lesione alla testa. Il rapporto è stato pubblicato nell'edizione di ottobre 2016 della rivista metabolomica.

Il test è stato sviluppato nella speranza che potesse essere una procedura ampiamente disponibile e poco costosa da utilizzare nei pronto soccorso. Inoltre, il test potrebbe essere utilizzato per valutare il processo di guarigione dell'individuo. Secondo il dott. Fraser, ha dichiarato: "Sembra che questi modelli rimangano anormali fino a tre mesi alla volta. C'è un potenziale che seguendo il profilo per un periodo di tempo può rivelare informazioni accurate relative al processo di guarigione. "

I ricercatori hanno provato l'esattezza della prova in altri gruppi, come i militari, per determinare se funziona ugualmente in adulti come avviene negli adolescenti. Hanno anche sviluppato una macchina che può eseguire rapidamente il test usando una singola goccia di sangue.

Lo studio di ricerca è stato finanziato dalla Children s Health Foundation in Canada. Gli autori hanno depositato una domanda di brevetto per il loro test.

L'importanza dei test di balbuzie

 

 

Sourced tramite Scoop.it da: www.dralexjimenez.com

Intuito

Può verificarsi una scossa a seguito di un infortunio traumatico di sport o di qualsiasi altro colpo alla testa. Mentre diversi sintomi potrebbero indicare la presenza di un intorpidimento, i sintomi possono manifestarsi in modo diverso per ciascun individuo, rendendo difficile determinare con precisione la presenza di un infortunio alla testa. Con lo sviluppo di una nuova prova, una concussione potrebbe essere diagnosticata usando una singola goccia di sangue.

Per ulteriori informazioni, non esitate a contattare il dottor Jimenez o contattarci 915-850-0900 .

Dott. Alex Jimenez

Concussioni da incidenti automobilistici

Concussioni da incidenti automobilistici

Commozioni cerebrali da incidenti automobilistici

Una commozione cerebrale è una lesione cerebrale traumatica che può alterare la normale funzione del cervello. Le commozioni cerebrali non sono solo causate da un impatto diretto alla testa, ma occasionalmente, un'improvvisa accelerazione o decelerazione della testa, come quella durante un incidente automobilistico, o un violento scuotimento della testa e della parte superiore del corpo possono anche causare un trauma cranico. Il livello di gravità di una commozione cerebrale può variare da minore

Visualizza su WordPress