Fare clic su Fraud Monitoring
Seleziona Pagina

Ti senti:

  • Traballante, nervoso o tremore?
  • Mal di stomaco, bruciore o dolore 1-4 ore dopo aver mangiato?
  • Agitato, facilmente turbato, nervoso?
  • Scemo se mancano i pasti?
  • I problemi digestivi si placano con il riposo e il rilassamento?

Se si verifica una di queste situazioni, è possibile che si verifichi un attacco di istamina al sistema immunitario.

Durante una risposta allergica, il sistema immunitario inizia a reagire rilasciando vari composti immunitari per proteggersi da sostanze estranee che si identificano come dannose. Uno di questi composti immunitari, noto come istamina, è comunemente presente in una varietà di alimenti. Quando l'istamina è elevata nel corpo, è a causa di un'elevata assunzione dietetica o dell'incapacità di scomporla, quindi le persone possono manifestare sintomi allergici da una reazione di istamina.

Che cos'è l'istamina?

istamina

Istamina è un composto che si forma attraverso il metabolismo di specifici aminoacidi nel sistema immunitario. Esistono vari livelli di istamina che si trovano naturalmente negli alimenti che le persone consumano. Inoltre è prodotto dall'organismo in cui si trova in cellule immunitarie specifiche, tra cui mastociti e basofili. Durante una risposta allergica e altra risposta immunitaria, l'istamina viene rilasciata da queste cellule e il consumo di grandi quantità di istamina superiore a 100 mg può provocare una lieve reazione avversa. Studi hanno dimostrato che se l'istamina viene consumata in quantità superiore a 1000 mg, può portare a intossicazione da istamina o avvelenamento da istamina.

Che cos'è l'intolleranza all'istamina?

In condizioni normali, l'istamina viene rilasciata nel corpo o ingerita attraverso il cibo e viene scomposta da due enzimi: HNMT (istamina-N-metiltransferasi) e DAO (diammina ossidasi). Alti livelli di istamina possono verificarsi in soggetti con ridotta attività di questi enzimi. Quando i livelli di istamina sono aumentati o la capacità di abbattere l'istamina è compromessa, le persone possono sperimentare intolleranza all'istamina, che generalmente si presenterà come una reazione allergica al sistema immunitario.

Quali sono le cause dell'intolleranza all'istamina?

Individui specifici possono avere una maggiore sensibilità alle ammine biogeniche come l'istamina. Alcuni fattori sono stati associati ad un aumentato rischio di intolleranza all'istamina, tra cui:

  • Condizioni gastrointestinali (morbo di Crohn, ulcere gastriche e del colon, gastrite, sindrome dell'intestino irritabile)
  • Alcune condizioni di salute (malattia coronarica, ipertensione, malattie respiratorie)
  • Carenza di vitamina B12
  • Alcuni farmaci che inibiscono l'attività degli enzimi che degradano l'istamina (acetilcisteina, metamizolo, metoclopramide, metronidazolo, verapamil)

csm_Histaminintoleranz_Abb2_englisch_NS-Mappe_1204883ba1

Le condizioni dei mastociti possono aumentare la secrezione di istamina. Poiché i mastociti si trovano in tutto il corpo, sono coinvolti con la risposta immunitaria innata oltre ad essere la fonte primaria di istamina nell'intestino. Studi mostrano che quando specifici recettori immunitari rilevano una sostanza estranea nel corpo, i mastociti secernono composti infiammatori come l'istamina come risposta protettiva. L'attivazione dei mastociti è caratterizzata dall'aumento dei livelli di istamina nel plasma e nelle urine e da un aumento del metabolita dell'istamina nelle urine. Diverse condizioni sono associate all'attivazione dei mastociti, tra cui:

  • Allergie che sono mediate dalle IgE (immunoglobuline-E) e altre ipersensibilità
  • Condizioni atopiche
  • mastocitosi
  • Disturbi dei mastociti primari

Segni e sintomi di intolleranza all'istamina

Con sintomi di intolleranza all'istamina presentato come una risposta allergica, alcuni dei segni e sintomi includono:

  • Aritmia
  • Asma
  • Diarrea
  • Flushing
  • Mal di testa
  • Ipotensione
  • Sintomi di rinocongiuntivite (congestione nasale, gocciolamento post-nasale, starnuti)
  • Prurito (prurito della pelle)
  • Orticaria (orticaria)

Dieta senza istamina

Con supporto dietetico per intolleranza all'istamina, può comportare una dieta priva di istamina. Gli studi hanno esaminato gli effetti dell'intervento dietetico senza istamina di quattro settimane sugli individui 22 che hanno CU (orticaria cronica). L'orticaria cronica è una condizione comune della pelle caratterizzata da episodi di segni rossi e gonfiore che durano più di sei settimane sul corpo.

Uno studio trovato che quando viene confrontato con il basale, i livelli plasmatici di istamina erano significativamente ridotti seguendo la dieta. Inoltre, USS (punteggio di gravità dell'orticaria) e (UAS), entrambi sono diminuiti dopo l'intervento. Significa che una dieta priva di istamina può aiutare a migliorare i sintomi associati all'assunzione di istamina nella dieta o all'intolleranza all'istamina come l'orticaria cronica nel corpo.

ricchi di istamina-alimenti-High-istamina-food-list-Conners-clinica

La ricerca mostra anche che quando le persone seguono una dieta a ridotto contenuto di istamina, può aumentare i livelli dell'enzima DAO. La ricerca ha anche dimostrato che quando gli individui seguivano la dieta a ridotto contenuto di istamina per una media di 13 mesi, i livelli aumentati di DAO erano correlati con il grado di conformità alla dieta. Quando vengono eliminati alimenti ricchi di istamina e di istamina, i livelli di tolleranza dell'individuo possono essere determinati reintroducendo lentamente gli alimenti per verificare la presenza di potenziali reazioni.

Alcuni alimenti possono aumentare i livelli di istamina fornendo una fonte dietetica o liberando istamina nel corpo. Gli studi hanno scoperto che è essenziale notare che livelli diversi di istamina si trovano in vari alimenti e che i livelli possono variare in base alla maturità, alla conservazione e alla lavorazione del cibo.

Ecco gli alimenti ad alta istamina da evitare con una dieta priva di istamina. Loro sono:

  • Formaggio stagionato (cheddar, gouda, parmigiano)
  • Alcol (birra, champagne, vino)
  • Alcuni prodotti (avocado, melanzane, spinaci, pomodoro)
  • Salumi (salsiccia fermentata, salame)
  • Verdure fermentate (crauti)
  • Prodotti ittici (acciughe essiccate, salsa di pesce)

Ecco gli alimenti che liberano l'istamina da evitare anche con una dieta priva di istamina. Loro sono:

  • Alcuni frutti (agrumi, ananas, banana, fragole, papaia)
  • Cacao
  • Albumi
  • Additivi alimentari (coloranti, aromi, conservanti, stabilizzanti)
  • Legumi
  • Liquirizia

altre considerazioni

Con metodi che circondano le preparazioni alimentari che dovrebbe essere considerato, i ricercatori hanno suggerito che le persone dovrebbero consumare cibi freschi e bolliti anziché fritti o grigliati possono aiutare a ridurre l'assunzione di ammine biogeniche come l'istamina. Studi hanno dimostrato che gli alimenti avariati hanno livelli elevati di istamina, quindi è essenziale essere consapevoli quando si consumano gli avanzi, in particolare i pesci rimasti. Ci sono alcune persone con intolleranza all'istamina che possono trarre beneficio dall'assunzione di farmaci antistaminici o da un supplemento DAO. Ci sono anche alcuni nutrienti, tra cui rame, vitamina B6 e vitamina C che possono aiutare a sostenere la degradazione dell'istamina.

Conclusione

Quando il corpo soffre di una risposta allergica, il suo 'sistema immunitario inizia a reagire inviando vari composti immunitari che attaccano sostanze estranee dannose. L'istamina è uno dei composti immunitari che viene prodotto e scomposto in HNMT e DAO. L'istamina può anche scatenare un attacco d'asma agli individui, mentre alcuni alimenti possono contenere proprietà altamente istaminiche e che liberano l'istamina che possono essere dannose nel corpo. Alcuni prodotti utilizzare una formula avanzata che aiuta a supportare il sistema immunitario, agisce sugli aminoacidi e supporta i processi antiossidanti per assicurarsi che il corpo funzioni correttamente.

Lo scopo delle nostre informazioni è limitato a problemi di chiropratica, muscoloscheletrici e di salute nervosa o articoli, argomenti e discussioni di medicina funzionale. Utilizziamo protocolli sanitari funzionali per il trattamento di lesioni o disturbi del sistema muscoloscheletrico. Il nostro ufficio ha fatto un ragionevole tentativo di fornire citazioni di supporto e ha identificato gli studi di ricerca pertinenti o studi a supporto dei nostri posti. Facciamo anche copie degli studi di ricerca di supporto disponibili al consiglio e / o al pubblico su richiesta. Per discutere ulteriormente l'argomento di cui sopra, non esitate a chiedere al Dr. Alex Jimenez o contattarci al numero 915-850-0900.


Riferimenti:

Martin, San Mauro, et al. "Intolleranza all'istamina e gestione dietetica: una revisione completa." Adrianaduelo, 31 agosto 2016, www.adrianaduelo.com/wp-content/uploads/2016/09/2016_Histamine-intolerance-and-dietary-management.pdf.

Chung, Bo Young, et al. "Effetto di diversi metodi di cottura sui livelli di istamina negli alimenti selezionati." Annali di dermatologia, The Korean Dermatological Association; The Korean Society for Investigative Dermatology, Dec. 2017, www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC5705351/.

Dougherty, Joseph M. "Allergy". StatPearls [Internet]., US National Library of Medicine, 28 July 2019, www.ncbi.nlm.nih.gov/books/NBK545237/.

Fong, Michael. "Istologia, mastociti." StatPearls [Internet]., Biblioteca nazionale americana di medicina, 20 settembre 2019, www.ncbi.nlm.nih.gov/books/NBK499904/.

Lackner, Sonja, et al. "Dieta ridotta dall'istamina e aumento della diammina ossidasi sierica correlata alla conformità dietetica nell'intolleranza all'istamina." European Journal of Clinical Nutrition, US National Library of Medicine, Jan. 2019, www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/30022117.

Maintz, Laura e Natalija Novak. "Intolleranza all'istamina e all'istamina." OUP Academic, Oxford University Press, 1 May 2007, academic.oup.com/ajcn/article/85/5/1185/4633007.

Reese, Imke, et al. "Linee guida tedesche per la gestione delle reazioni avverse all'istamina ingerita: linee guida della Società tedesca per allergologia e immunologia clinica (DGAKI), Società tedesca per allergologia pediatrica e medicina ambientale (GPA), Associazione tedesca di allergologi (AeDA), e la Società svizzera di allergologia e immunologia (SGAI). ” Allergo Journal International, Springer Medizin, 2017, www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC5346110/.

Figlio, Jee Hee, et al. "Una dieta priva di istamina è utile per il trattamento di pazienti adulti con orticaria spontanea cronica." Annali di dermatologia, The Korean Dermatological Association; The Korean Society for Investigative Dermatology, Apr. 2018, www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC5839887/.

Sánchez-Pérez, Sònia, et al. "Ammine biogeniche negli alimenti di origine vegetale: sono spesso sottovalutate nelle diete a basso contenuto di istamina?" Alimenti (Basilea, Svizzera), MDPI, 14 Dec. 2018, www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC6306728/.

Sconosciuto, Sconosciuto. "Intolleranza all'istamina e dieta: cosa dovresti sapere." Fullscript, 11 Nov. 2019, fullscript.com/blog/histamine-intolerance.