ClickCease
Seleziona Pagina

Ti senti:

  • Infiammazione nell'intestino?
  • Dolore dal lato sinistro sotto la cassa toracica?
  • Un senso di pienezza dopo 1-4 ore dopo aver mangiato?
  • Eccessivo eruttazione, bruciore o eruttazione dopo aver mangiato?
  • Uso eccessivo di antiacidi?

Se si verifica una di queste situazioni, è possibile che si verifichi la malattia di Crohn e in che modo influisce sul sistema intestinale.

Il corpo umano e il microbioma intestinale hanno una connessione meravigliosa in quanto aiutano a bilanciarsi a vicenda. Il corpo umano protegge gli organi e i sistemi da fattori dannosi che provengono dall'esterno, mentre gli organi e i sistemi aiutano a garantire il corretto funzionamento del corpo. Con il sistema intestinale, aiuta il corpo fornendo cibo da digerire e può aiutare a trasferire gli ormoni dall'intestino al cervello. Anche se l'intestino può aiutare a garantire il corretto funzionamento del corpo, può essere soggetto a disfunzioni dovute a fattori che possono danneggiare il sistema intestinale. L'infiammazione, la permeabilità intestinale e altri fattori dannosi possono causare il malfunzionamento dell'intestino. Può causare molti problemi che possono danneggiare il corpo e, se non viene curato, può trasformarsi in malattie croniche.

La malattia di Crohn e The Gut

A recente studio pubblicato nel 2019, i ricercatori hanno scoperto che esiste un legame critico tra IL-1ɑ (interleuchina-1ɑ) e il microbioma intestinale. Che cos'è IL-1ɑ è che è una proteina che controlla l'infiammazione dell'intestino. I ricercatori sono rimasti scioccati da queste informazioni e sono stati in grado di scoprire che bloccando la proteina IL-1ɑ poiché è una proteina pro-infiammatoria nell'intestino, può causare una riduzione significativa della gravità dell'infiammazione intestinale della malattia di Crohn.

La foto degli organi interni è sul corpo delle donne su sfondo grigio, Viscera on Human

Sorprendentemente ci sono ulteriori ricerche e informazioni sugli effetti del trattamento anti-ILalpha per aiutare il corpo. La ricerca mostra che uno studio veniva controllato modificando l'ecosistema microbico intestinale e persino correggendo la disbiosi della mucosa. Ciò che fa questo trattamento è che diminuisce il rapporto tra Proteobatteri e Bacteroidetes, riducendo al contempo le specie di Helicobacter e aumentando Mucispirillum schaedleri e Lactobacillus salivarus. Con queste modificazioni della microflora collegate, possono fornire effetti biologici simili che gli steroidi sono stati in grado di produrre nel corpo, considerando quindi il gold standard per il trattamento.

Con questi risultati, mostrano la diversità e l'equilibrio di come il microbioma intestinale svolge un ruolo enorme non solo nella salute gastrointestinale, ma anche nella salute del sistema immunitario e nella risposta infiammatoria nel corpo. Nonostante questo studio è stato testato su argomenti e sono ancora necessarie ulteriori ricerche, dà a molti ricercatori la speranza di trovare alcuni obiettivi terapeutici per tutti i pazienti che potrebbero soffrire di una di queste condizioni deliberative. I risultati possono fornire la logica per i ricercatori medici di aiutare a condurre una sperimentazione clinica per bloccare IL-1ɑ per i pazienti con IBD.

Studi sulla malattia di Crohn

Studi hanno dimostrato che l'IBD, la malattia di Crohn e la colite ulcerosa, sono condizioni autoimmuni che causano molteplici fattori scatenanti che stimolano cronicamente il sistema immunitario per un lungo periodo nel corpo. Queste condizioni autoimmuni possono causare il sovraccarico del sistema immunitario e impedirne il corretto funzionamento. Ciò che viene fornito con queste condizioni autoimmuni è l'infiammazione cronica. L'infiammazione cronica è diventata il risultato della perdita di funzione, portando così il corpo ad avere disturbi gastrointestinali cronici.

Questi possono essere caratterizzati da diarrea, forte dolore addominale e altre manifestazioni paralizzanti che possono influenzare notevolmente la qualità della vita del paziente e la salute e il benessere generale. Studi hanno dimostrato che non sorprende che la composizione microbica del tratto gastrointestinale possa svolgere un ruolo enorme nello sviluppo dell'IBD. Gli studi hanno trovato che lo squilibrio o la disbiosi sono associati ad un aumento dell'infiammazione intestinale che può causare IBD. La ricerca ha dimostrato che il microbioma intestinale può influire notevolmente sulla salute immunitaria del corpo poiché il 70% del sistema immunitario si trova all'interno del tratto gastrointestinale.

Gli studi hanno dimostrato che ci sono eventi, sia chimici che molecolari, che possono spostare il microbioma ed esacerbare l'attività della malattia nei pazienti con IBD. Sebbene vi sia un contrasto per i microbiomi intestinali di individui sani che si dimostrano molto più stabili. Inoltre, la scienza mostra che E. coli può proliferare in IBD durante le riacutizzazioni nel corpo. Quando ciò accade, può ulteriormente contribuire ai sintomi del paziente e alla progressione della malattia.

Quando una persona sta cercando di diventare più sana, il modo migliore per farlo è evitare cibi pro-infiammatori che possono causare infiammazione dell'intestino. Gli studi hanno trovato che alimenti trasformati, zuccheri e grassi trans possono causare infiammazioni. Il modo migliore per essere sani è aumentare l'assunzione di una dieta antinfiammatoria ricca di antiossidanti, con alti omega-3 e un alto dosaggio di integratori prebiotici e probiotici. Con queste opzioni salutari, possono aiutare con la risposta infiammatoria all'interno del tratto gastrointestinale per aiutare a ridurre le riacutizzazioni di IBD. Con alcuni batteriofagi, è stato dimostrato che infettano e inibiscono la crescita di E. coli, che sorprendentemente ha anche dimostrato di aiutare a ridurre i sintomi e può anche potenzialmente rallentare il progresso dell'IBD.

Conclusione

Con sempre più ricerche che scoprono il legame tra la malattia di Crohn e il sistema intestinale è davvero notevole poiché ricercatori e scienziati stanno trovando il modo di calmarsi e persino di prevenire l'infiammazione. Mangiando cibi sani e nutrienti che contengono antiossidanti e proprietà antinfiammatorie può aiutare il corpo a smorzare gli effetti dell'infiammazione e migliorare la salute e il benessere generale del corpo. Alcuni prodotti sono qui per aiutare il corpo e fornire supporto al sistema gastrointestinale.

Lo scopo delle nostre informazioni è limitato a problemi di chiropratica, muscoloscheletrici e di salute nervosa o articoli, argomenti e discussioni di medicina funzionale. Utilizziamo protocolli sanitari funzionali per il trattamento di lesioni o disturbi del sistema muscoloscheletrico. Il nostro ufficio ha fatto un ragionevole tentativo di fornire citazioni di supporto e ha identificato gli studi di ricerca pertinenti o studi a supporto dei nostri posti. Facciamo anche copie degli studi di ricerca di supporto disponibili al consiglio e / o al pubblico su richiesta. Per discutere ulteriormente l'argomento di cui sopra, non esitate a chiedere al Dr. Alex Jimenez o contattarci al numero 915-850-0900.


Riferimenti:

Jurgelewicz, Michael. "Un nuovo studio dimostra una dieta a digiuno che riduce la patologia infiammatoria intestinale". Disegni per la salute, 15 marzo 2019, blog.designsforhealth.com/node/974.

Jurgelewicz, Michael. "Un nuovo studio dimostra che i pazienti con malattia infiammatoria intestinale possono raggiungere la remissione con la dieta da soli." Disegni per la salute, 4 gennaio 2018, blog.designsforhealth.com/si-42214/new-study-demonstrates-patients-with-inflammatory-bowel-disease-can-reach-remission-with-diet-alone.

Jurgelewicz, Michael. "Nuovo studio identifica come il microbioma viene interrotto nella malattia infiammatoria intestinale". Disegni per la salute, 7 giugno 2019, blog.designsforhealth.com/node/1036.

Matsuoka, Katsuyoshi e Takanori Kanai. "Il microbiota intestinale e la malattia infiammatoria intestinale". Seminari di immunopatologia, Springer Berlin Heidelberg, gennaio 2015, www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC4281375/.

Menghini, Paola, et al. "La neutralizzazione dell'IL-1α migliora l'ideite simil-malattia di Crohn mediante alterazioni funzionali del microbioma intestinale." PNAS, National Academy of Sciences, 26 dicembre 2019, www.pnas.org/content/116/52/26717.

staff, Science X. "I ricercatori scoprono un collegamento critico al controllo dell'infiammazione nella malattia di Crohn." Medical Xpress - Progressi nella ricerca medica e notizie sulla salute, Medical Xpress, 16 dicembre 2019, medicalxpress.com/news/2019-12-critical-link-inflammation-crohn-disease.html?utm_source=nwletter&utm_medium=email&utm_campaign=daily-nwletter.

Team, DFH. "Scoperta di un legame critico tra Crohn e il microbioma intestinale." Disegni per la salute, 5 marzo 2020, blog.designsforhealth.com/node/1208.


Benessere integrativo moderno Esse Quam Videri

L'Università offre una vasta gamma di professioni mediche per la medicina funzionale e integrativa. Il loro obiettivo è quello di informare le persone che vogliono fare la differenza nei campi medici funzionali con informazioni consapevoli che possono fornire.