ClickCease
+ 1-915-850-0900 spinedoctors@gmail.com
Seleziona Pagina
T-Bone impatto laterale veicolo collisione lesioni chiropratica

T-Bone impatto laterale veicolo collisione lesioni chiropratica

Gli incidenti/collisioni con le ossa a T, noti anche come impatti laterali o collisioni laterali in cui la parte anteriore di un'auto va a sbattere contro il lato di un'altra, possono provocare lesioni gravi e tendono ad avere un effetto più devastante sul corpo. Le collisioni con impatto laterale rappresentano il 24% dei decessi di conducenti o passeggeri; anche a 30 mph, gli impatti laterali causano regolarmente lesioni agli occupanti dell'auto colpita. I veicoli moderni hanno molte caratteristiche di sicurezza, tra cui caratteristiche della cintura di sicurezza, airbag e sistemi di prevenzione delle collisioni che proteggono guidatori e passeggeri da collisioni anteriori e posteriori; tuttavia, quando si tratta di impatto laterale, gli occupanti tendono a non essere protetti.

Chiropratico con lesioni da collisione d'auto con impatto laterale T-Bone

Cause di collisione laterale con osso a T

Gli incidenti con l'osso T di solito si verificano agli incroci. Le solite cause di incidenti con l'osso T coinvolgono qualcuno che non riesce a cedere il diritto di precedenza. Le cause più comuni includono:

  • Un guidatore compie una svolta a sinistra rischiosa a un incrocio, credendo che l'altra/e macchina/e si fermeranno.
  • Un guidatore decide di far correre un semaforo rosso andando a sbattere contro un veicolo che svolta a sinistra.
  • Un conducente attraversa un segnale di stop, va a sbattere contro un veicolo o viene sbattuto.
  • Guida distratta.
  • Equipaggiamento automobilistico difettoso come freni difettosi.

Infortuni

Le lesioni da collisione con l'osso T includono testa, collo, braccia, spalle, petto, costole, addominalibacino, gambe e piedi:

  • abrasioni
  • lividi
  • Tagli
  • Squarci
  • Ceppi dei tessuti molli
  • Colpo di frusta
  • Danno al nervo
  • dislocazioni
  • fratture
  • Danno interno agli organi
  • commozioni
  • Trauma cerebrale
  • Paralisi parziale o completa

Lesioni alla schiena può danneggiare il midollo spinale causando ernie del disco, sciatica e dolore cronico che può irradiarsi al resto del corpo.

Trattamento e recupero

Gli individui hanno tempi di recupero diversi e dipendono dalla gravità della lesione e da eventuali condizioni preesistenti. Lesioni cerebrali e problemi alla colonna vertebrale possono richiedere mesi per riprendersi completamente. Le fratture poste in un gesso duro o morbido per guarire per settimane o mesi possono portare all'atrofia muscolare. Il massaggio terapeutico chiropratico e la decompressione rafforzano la debolezza muscolare, ripristinano e riallineano la colonna vertebrale, migliorano la gamma di movimento/movimento, rafforzano la presa e alleviano il dolore.


Il neurochirurgo spiega DRX9000


Referenze

Gierczycka, Donata e Duane Cronin. "Importanza delle condizioni al contorno dell'impatto e della posizione del braccio prima dell'incidente per la previsione della risposta toracica agli impatti del pendolo, della slitta laterale e del veicolo vicino al lato". Metodi informatici in biomeccanica e ingegneria biomedica vol. 24,14 (2021): 1531-1544. doi:10.1080/10255842.2021.1900132

Hu, Jun Mei, et al. "Il dolore cronico diffuso dopo la collisione di un veicolo a motore si verifica in genere attraverso lo sviluppo immediato e il mancato recupero: risultati di uno studio di coorte basato sul pronto soccorso". Dolore vol. 157,2 (2016): 438-444. doi:10.1097/j.pain.0000000000000388

Lidbe, Abhay, et al. "Le classificazioni di sicurezza dei veicoli NHTSA influiscono sugli esiti degli incidenti con impatto laterale?" Giornale di ricerca sulla sicurezza vol. 73 (2020): 1-7. doi:10.1016/j.jsr.2020.02.001

Mikhail, J N. "Incidenti di veicoli a motore a impatto laterale: modelli di lesioni". Rivista internazionale di infermieristica traumatologica vol. 1,3 (1995): 64-9. doi:10.1016/s1075-4210(05)80041-0

Shaw, Greg et al. "Risposta toracica PMHS a impatto laterale con un airbag di grande volume." Prevenzione degli incidenti stradali vol. 15,1 (2014): 40-7. doi:10.1080/15389588.2013.792109

Clinica chiropratica per il condizionamento delle cheerleader

Clinica chiropratica per il condizionamento delle cheerleader

Le cheerleading e la ginnastica e le acrobazie fisicamente intense mettono il corpo e i sistemi muscolo-scheletrici dei partecipanti a un rischio maggiore di lesioni. Una mossa sbagliata o una caduta con un'angolazione sbagliata possono causare danni permanenti. Le cheerleader devono seguire una dieta equilibrata e mantenere la forma fisica, la forza, la resistenza e la flessibilità per essere delle cheerleader di successo. Cil condizionamento inerente costruisce la muscolatura e la forza della colonna vertebrale per ridurre il rischio e prevenire lesioni.

Chiropratico di condizionamento cheerleader

Condizionamento da cheerleader

Le cheerleader devono avere un solido sistema muscolo-scheletrico per garantire la loro sicurezza e quella delle loro squadre. Gli allenamenti includono esercizi cardio, allenamento per la forza e flessibilità.

Riscaldamento

  • Prima di qualsiasi allenamento, i muscoli devono essere riscaldati.
  • Trascorri cinque minuti saltando la corda, correndo sul posto, correndo su un tapis roulant o facendo qualsiasi attività leggera per aumentare la frequenza cardiaca.
  • Dopo che i muscoli si sono riscaldati, allungare tutti i principali gruppi muscolari.

Cardio

Forza di formazione

L'esecuzione di sollevamenti di coppia, piramidi e lanci di canestri richiede muscoli forti.

  • Concentrati su spalle, braccia, schiena, core e gambe.
  • Allenamenti di forza può essere fatto con attrezzature per esercizi o peso corporeo.
  • Gli allenamenti a corpo libero includono flessioni, addominali, sollevamenti delle gambe del partner, squat e affondi.
  • Esegui da 10 a 12 ripetizioni ciascuna, lavorando fino a 75-100 ripetizioni.

Flessibilità

  • Il condizionamento da cheerleader si concentra su muscoli posteriori della coscia, quadricipiti, glutei, addominali, petto, spalle, schiena e pettorali.
  • Yoga, Pilates o stretching regolare a casa aumenteranno la flessibilità.
  • Incorporare si estende che si concentrano sui principali gruppi muscolari.
  • Allungare alla fine dell'allenamento.

Allenamento dell'equilibrio

L'equilibrio è essenziale.

  • È qui che lo yoga può migliorare l'equilibrio.
  • STIMA SMART DI albero posa stando in piedi sul piede destro e la gamba sinistra piegata sul ginocchio destro.
  • La coscia sinistra dovrebbe essere parallela al suolo.
  • Alza le braccia sopra la testa e fai un movimento a V tenendo i muscoli addominali contratti.
  • Equilibrio fino a un minuto.
  • Passa all'altro piede.
  • Una volta che l'equilibrio è padroneggiato a terra, prova a bilanciarti su un cuscino per aggiungere instabilità.
  • Ripeti da tre a cinque volte su ciascun piede.

Lesioni comuni

Le lesioni comuni includono:

  • Lesioni alle mani e alle dita.
  • Distorsioni legamentose alle ginocchia e alle caviglie.
  • Ceppi muscolari dell'anca, della parte bassa della schiena e delle gambe.

Lesioni da uso eccessivo

  • Il cheerleading sta diventando uno sport per tutto l'anno.
  • A cominciare dalle prove in primavera.
  • Le squadre possono organizzare o partecipare a campi di cheerleader estivi organizzati per apprendere nuove abilità, migliorare le abilità e creare routine per la competizione.
  • L'allenamento continuo e le competizioni aumentano la possibilità di infortuni da uso eccessivo.
  • I polsi, i gomiti, le ginocchia e le caviglie possono essere feriti da stress ripetitivo.

Le lesioni più gravi sono:

  • Il rotolamento ripetitivo esercita una pressione significativa sulla colonna vertebrale e può causare fratture da stress.
  • Lussazione della spalla o del gomito.

Cause di lesioni

  • Mancanza di forza di braccia e spalle, piedi e caviglie.
  • Poca o nessuna forza del core e dell'addome.
  • Problemi di flessibilità.
  • Condizionamento improprio.
  • Dieta malsana.
  • Esecuzione di abilità avanzate per il livello attuale della cheerleader.

Miglioramento chiropratico

La cura chiropratica può curare le lesioni e rafforzare il sistema muscolo-scheletrico del corpo per prevenire lesioni. L'obiettivo della chiropratica è la prestazione corporea ottimale ridistribuendo la circolazione sanguigna, il flusso di energia nervosa, il corretto posizionamento muscolare e l'allineamento scheletrico. Molte squadre di cheerleader stanno incorporando la chiropratica. Injury Medical Chiropratica e Medicina Funzionale Clinica è anche specializzata nella riabilitazione della medicina sportiva, nell'allenamento della forza, nell'alimentazione e nel coaching sanitario.


Allenamento per l'allenamento della forza da cheerleader


Referenze

Boden, Barry P e Christopher G. Jarvis. "Lesioni spinali nello sport". Cliniche neurologiche vol. 26,1 (2008): 63-78; viii. doi:10.1016/j.ncl.2007.12.005

Minatori, Andrew L. "Trattamento chiropratico e miglioramento delle prestazioni sportive: una revisione della letteratura narrativa". Il giornale della Canadian Chiropractic Association vol. 54,4 (2010): 210-21.

Mueller, Frederick O. "Lesioni e sicurezza da cheerleading". Giornale di preparazione atletica vol. 44,6 (2009): 565-6. doi:10.4085/1062-6050-44.6.565

Pang, Yanbin, et al. "Esaurimento prematuro delle cellule stromali mesenchimali da pazienti con sindrome mielodisplastica". Rivista americana di ricerca traslazionale vol. 9,7 3462-3468. 15 luglio 2017

Wan, Jing-Jing, et al. "Affaticamento muscolare: comprensione generale e trattamento." Medicina sperimentale e molecolare vol. 49,10 e384. 6 ottobre 2017, doi:10.1038/emm.2017.194

Diarrea, mal di schiena e cure mediche chiropratiche

Diarrea, mal di schiena e cure mediche chiropratiche

L'esperienza di lombalgia e diarrea può essere un sintomo di a riflesso viscerosomatico, riflesso somatoviscerale, o una combinazione. Un riflesso è una risposta involontaria alla stimolazione del sistema nervoso. Un medico che picchietta sotto il ginocchio fa muovere il piede in avanti è un semplice esempio di riflesso. Questo è un riflesso somatoviscerale o del corpo. Il mal di schiena potrebbe derivare da una postura scomoda, da movimenti ripetitivi come piegarsi o torcersi o da lesioni che colpiscono la colonna vertebrale. Gli effetti potrebbero causare compressione e danni ai nervi che possono causare l'emissione di segnali interpretati erroneamente che incidono/danneggiano la funzione degli organi interni, causando dolore e altri sintomi.

Tuttavia, il danno causato ai nervi d'organo compressi/lesionati può anche causare sintomi di mal di schiena. Questo è un riflesso viscerosomatico o del corpo d'organo. Uno studio ha scoperto che un gruppo di pazienti chiropratici che si occupavano di lombalgia aveva anche un aumento dei problemi intestinali, anche se non esisteva una causa, un collegamento o un'associazione specifici tra i due. Il mal di schiena e la diarrea possono essere completamente estranei, ma se i sintomi si ripresentano, c'è una maggiore possibilità di un problema medico sottostante.

Diarrea e mal di schiena: cure mediche chiropratiche

Medicina chiropratica

La medicina chiropratica si basa sul controllo del sistema nervoso degli organi del corpo, i cui segnali impulsivi viaggiano attraverso il midollo spinale. Sistemi corporei includono l' muscoli, ossa e tutti gli organi. Eventuali problemi con la colonna vertebrale e/o le alterazioni nervose dovute alla normale usura, lesioni o infezioni possono influire sulle trasmissioni del segnale che possono alterare le funzioni del sistema. La conduzione nervosa alterata può avere un impatto sulla salute generale ed è indicata come vie riflesse nel sistema nervoso. Un riflesso somatoviscerale è il punto in cui il sistema muscolo-scheletrico provoca un'alterata conduzione nervosa creando disfunzioni e/o malattie del sistema d'organo. La diarrea causata dal mal di schiena è un esempio.

Cause di mal di schiena e diarrea

Appendicite

L'appendice si estende dal colon nell'addome inferiore destro. L'appendicite è un'infiammazione dell'appendice. Il dolore di solito appare vicino all'ombelico e si diffonde sul lato destro dello stomaco. L'appendice di alcuni individui si estende dietro il colon, che può anche causare lombalgia. I sintomi includono:

  • Perdita di appetito
  • Incapacità di scaricare il gas
  • Costipazione
  • Dolore addominale: da moderato a grave
  • Diarrea
  • Febbre
  • Nausea
  • vomito

L'appendicite può essere pericolosa per la vita e richiede un trattamento immediato; se non trattata, la condizione può peggiorare in poche ore, causando una rottura che può fuoriuscire attraverso la cavità addominale.

Impattazione fecale

Il fecaloma è costituito da feci che sono diventate dure, secche e bloccate nel retto e possono causare dolore e pressione addominale e lombare. È comunemente causato da costipazione cronica, che può essere associato a disidratazione, mancanza di fibre, inattività fisica, effetti collaterali dei farmaci o uso a lungo termine di lassativi. L'assunzione di lassativi per lungo tempo può causare l'interruzione dell'evacuazione automatica dell'intestino. Sebbene la condizione sia comune negli individui più anziani, può accadere a individui di qualsiasi età che soffrono di stitichezza cronica. I sintomi possono includere:

  • Gonfiore
  • Crampi
  • Pressione vescicale
  • Incontinenza della vescica
  • Perdita o diarrea improvvisa dopo costipazione a lungo termine.
  • Sanguinamento rettale

Artrite enteropatica

Artrite enteropatica è un'artrite infiammatoria cronica associata a malattia infiammatoria intestinale o IBD. I tipi includono:

  • La colite ulcerosa
  • Malattia di Crohn

Diverse malattie artritiche come la spondilite anchilosante e l'artrite psoriasica possono causare sintomi come diarrea e dolore addominale o essere associate allo sviluppo di malattie infiammatorie intestinali. I sintomi variabili dipendono dalla malattia intestinale e dal tipo di artrite e includono:

  • stanchezza
  • Crampi
  • Il dolore alle articolazioni
  • Rigidità articolare
  • Perdita di appetito
  • Diarrea sanguinolenta

Cancro del pancreas

I sintomi del cancro del pancreas variano a seconda del tipo, della posizione e dello stadio del cancro. Tumori del pancreas nelle prime fasi di solito non causano segni o sintomi. I possibili sintomi possono includere:

  • Dolore addominale
  • Mal di schiena
  • Scarso appetito
  • Perdita di peso
  • urine scure
  • Diarrea
  • Nausea
  • vomito
  • L'ittero

La chiropratica è l'ideale per affrontare i problemi di riflesso. Un medico chiropratico regola la colonna vertebrale per migliorare l'allineamento, il movimento articolare e la trasmissione dell'energia nervosa, migliorando la circolazione nervosa/il flusso del segnale, che può aiutare con condizioni di salute non correlate. Un chiropratico individuerà eventuali aree di disallineamento spinale; una volta individuato, un piano di trattamento personalizzato restituirà il corretto allineamento della colonna vertebrale, consentendo al sistema nervoso di tornare alla funzione ottimale.


Decompressione spinale non chirurgica


Referenze

www.arthritis.org/diseases/infiammatori-intestinale-malattia

www.mayoclinic.org/diseases-conditions/pancreatitis/symptoms-causes/syc-20360227

www.thieme-connect.de/products/ejournals/abstract/10.1055/s-0032-1301760

Sengupta, Jyoti N. "Dolore viscerale: il meccanismo neurofisiologico". Manuale di farmacologia sperimentale,194 (2009): 31-74. doi:10.1007/978-3-540-79090-7_2

Walden, Anna L et al. "Sintomi vescicali e intestinali tra gli adulti che presentano dolore lombare in una clinica chiropratica accademica: risultati di uno studio preliminare". Giornale di medicina chiropratica vol. 13,3 (2014): 178-87. doi:10.1016/j.jcm.2014.07.006

Wood, Jackie D. "Neurofisiologia dei disturbi gastrointestinali funzionali". Rivista mondiale di gastroenterologia vol. 13,9 (2007): 1313-32. doi:10.3748/wjg.v13.i9.1313

Sintomi di dolore fisico da stress post-traumatico dopo un incidente automobilistico

Sintomi di dolore fisico da stress post-traumatico dopo un incidente automobilistico

Gli incidenti automobilistici e gli incidenti provocano in pochi secondi traumi significativi che cambiano completamente la vita di un individuo. Le lesioni gravi includono lesioni cerebrali traumatiche, danni al midollo spinale, fratture e amputazioni. Molte persone sperimentano disturbo post-traumatico da stress – PTSD dopo una collisione con un veicolo; anche un piccolo incidente può causare sintomi di traumi emotivi. Il disturbo da stress post-traumatico si presenta comunemente con altri sintomi che vanno dalla depressione alle malattie cardiache e il sintomo più frequente è il dolore fisico. La decompressione chiropratica, la terapia fisica e il massaggio terapeutico possono aiutare ad alleviare il dolore fisico.

Sintomi di dolore fisico da stress post-traumatico

Dolore fisico da stress post-traumatico

Il trauma fisico può causare effetti fisici immediati e lesioni, nonché sintomi fisici che si presentano in seguito.

Sintomi

  • Flashback o rivivere l'incidente della collisione.
  • Disturbi del sonno.
  • Incubi sul relitto.
  • Fatica.
  • Problemi di memoria e concentrazione.
  • Ipereccitazione.
  • Paura.
  • Ansia.
  • Irritabilità o rabbia.
  • Evitare di guidare o guidare un veicolo.
  • Cercare di non parlare o pensare all'incidente o all'incidente con amici, familiari, luoghi o qualsiasi cosa associata al trauma.
  • Evitare le attività.
  • Intorpidimento emotivo.
  • Distacco.

Tutti possono generare tensione muscolare fisica e stress cronico, portando a mal di testa, emicrania, mal di schiena, mal di stomaco e dolori muscolari. I sintomi del dolore fisico a lungo termine possono trasformare il dolore cronico e la dipendenza dai farmaci in un circolo vizioso.

Terapia chiropratica

La cura chiropratica diagnostica e cura i disturbi del sistema muscoloscheletrico. Si raccomanda il trattamento chiropratico per alleviare i sintomi fisici del disturbo da stress post-traumatico. Il trauma fa sì che gli individui immagazzinino intense emozioni nei loro corpi. La manipolazione e la decompressione chiropratica rilasciano la tensione nei muscoli causata dal trauma e dallo stress emotivo. Le regolazioni ripristinano l'allineamento del corpo e aprono la circolazione del sistema nervoso, consentendo ai segnali di fluire liberamente, portando a una connessione mente-corpo più sana.


Terapia di decompressione spinale non chirurgica


Referenze

Beck, J Gayle e Scott F Coffey. "Valutazione e trattamento del disturbo da stress post-traumatico dopo una collisione con un veicolo a motore: risultati empirici e osservazioni cliniche". Psicologia professionale, ricerca e pratica vol. 38,6 (2007): 629-639. doi:10.1037/0735-7028.38.6.629

Elder, Carlo et al. "Efficacia comparativa delle cure abituali con o senza cure chiropratiche in pazienti con dolore muscoloscheletrico ricorrente alla schiena e al collo". Giornale di medicina interna generale vol. 33,9 (2018): 1469-1477. doi:10.1007/s11606-018-4539-y

www.nimh.nih.gov/health/topics/post-traumatic-stress-disorder-ptsd

Hu, Jun Mei, et al. "Il dolore cronico diffuso dopo la collisione di un veicolo a motore si verifica in genere attraverso lo sviluppo immediato e il mancato recupero: risultati di uno studio di coorte basato sul pronto soccorso". Dolore vol. 157,2 (2016): 438-444. doi:10.1097/j.pain.0000000000000388

Come la dieta e gli integratori alimentari influiscono sul dolore cronico

Come la dieta e gli integratori alimentari influiscono sul dolore cronico

La nutrizione è il modo in cui il corpo utilizza il cibo consumato. L'alimentazione gioca un ruolo nel dolore cronico; i comportamenti legati allo stile di vita possono influenzare il modo in cui il cibo contribuisce a malattie/malattie. Una causa comune di dolore cronico è infiammazione sistemica cronica. L'infiammazione gioca un ruolo in molte condizioni di malattie croniche, tra cui diabete, malattie cardiache e cancro. La riduzione dell'infiammazione può essere ottenuta regolando la dieta per riportare le persone a sentirsi meglio rapidamente e per aiutarle a mantenere e migliorare la loro salute generale. Injury Medical Chiropratica e Medicina Funzionale Clinica offrono una guida dietetica e integratori alimentari come parte di un piano di trattamento personalizzato.

Come la dieta e gli integratori alimentari influiscono sul dolore cronico

Infiammazione

Lo scopo della risposta infiammatoria include:

  • Isolare i batteri pericolosi, i virus o le cellule danneggiate.
  • Elimina le cellule morte e altre sostanze dannose.
  • Avviare il processo di riparazione/guarigione.

Tipi di infiammazione

  • Infiammazione localizzata si verifica nel sito di una lesione o di un'infezione.
  • Una distorsione alla caviglia che diventa gonfia e dolorosa o un taglio che si infetta e diventa rosso e gonfio sono esempi di infiammazione localizzata.
  • Infiammazione sistemica avviene in tutto il corpo. Fattori esterni possono scatenare questo tipo di infiammazione.
  • Infezioni virali e batteriche.
  • Allergeni o tossine negli alimenti e nell'ambiente.
  • Sigarette
  • Consumo di alcool
  • Può anche essere innescato da fattori interni, tra cui:
  • Stress
  • Obesità
  • Condizioni autoimmuni
  • Variazioni genetiche

Ottimizzazione dell'effetto di integratori alimentari e dietetici sul dolore cronico

Il corpo ha bisogno di proteine, carboidrati, grassi, fibre, vitamine e minerali per la salute e la prevenzione delle malattie croniche.

  • L'assunzione dietetica può migliorare la funzione del sistema nervoso, del sistema immunitario e del sistema endocrino che colpisce direttamente i sintomi e gli episodi del dolore.
  • Perdere peso diminuisce la pressione aggiunta sulle articolazioni e riduce infiammazione.
  • L'assunzione dietetica e lo stato di peso influiscono sul rischio e/o sulla gravità di altre malattie croniche che includono:
  • Le malattie cardiovascolari
  • Diabete
  • Ansia
  • Depressione
  • Spesso si verificano contemporaneamente al dolore cronico.

Modifica della dieta prescritta, noto anche come terapia dietetica include:

  • Modifica dell'intera dieta.
  • Integrare la dieta con nutrienti specifici.
  • Cambiare i modelli dietetici per indurre uno stato di digiuno.

I vantaggi includono:

  • Riduzione delle calorie
  • Antiossidanti aumentati
  • Integrazione di prebiotici per la salute gastrointestinale.

Questi approcci hanno un impatto positivo comorbidità del dolore cronico e promuovere guadagni secondari, tra cui:

  • Alleviamento e gestione del dolore.
  • Una promozione positiva della salute e del benessere.
  • Riduzioni di comorbidità come obesità e malattie cardiovascolari.
  • Ridurre i costi sanitari.

Integratori di vitamine e minerali

La dieta e gli integratori alimentari forniscono nutrienti essenziali aggiunti a un corpo danneggiato, infiammato o ferito. Gli integratori alimentari migliorano la salute e il benessere generale.

  • Vitamina D e calcio le compresse aiutano a mantenere una salute ottimale delle ossa, poiché possono portare a bassi livelli di vitamina D mal di schiena.
  • Gli acidi grassi Omega-3 aiutano a ridurre l'infiammazione.
  • Vitamine E e C, combinati con rame, aiutano con la produzione di sangue, la riparazione dei tessuti e la salute del cervello e della pelle.
  • Acido folico può aiutare con dolori articolari e miofasciali.
  • B Vitamine può aiutare con il dolore e prevenire la disfunzione epatica.

Gli integratori alimentari supportano il corpo fino alla corretta guarigione del corpo e/o degli organi. Il recupero da un infortunio potrebbe causare stress corporeo che può interferire con il processo di guarigione. La dieta e gli integratori alimentari accelerano il processo di guarigione e recupero:

  • Aiutare a superare le carenze alimentari.
  • Miglioramento della funzione del sistema immunitario.
  • Tossine disintossicanti.
  • Contengono antiossidanti che aiutano il corpo a rimanere libero dalle tossine.

La chiropratica ripristina e riallinea il corpo incorporando integratori per nutrire i tessuti del corpo e recuperare in modo ottimale dalle lesioni.


Nutrizione corporea


Referenze

Dragan, Simona, et al. "Schemi alimentari e interventi per alleviare il dolore cronico". Nutrienti vol. 12,9 2510. 19 agosto 2020, doi:10.3390/nu12092510

Lee, Mi Kyung, et al. "L'uso della guida nutrizionale nella gestione del paziente chiropratico: un'indagine su 333 chiropratici della rete di ricerca pratica ACORN". Chiropratica e terapie manuali vol. 26 7. 20 feb. 2018, doi:10.1186/s12998-018-0175-1

Li, Chuan, et al. "Polarizzazione dei macrofagi e meta-infiammazione". Ricerca traslazionale: il giornale di laboratorio e medicina clinica vol. 191 (2018): 29-44. doi:10.1016/j.trsl.2017.10.004

Alimentazione e dolore cronico www.iasp-pain.org/resources/fact-sheets/nutrition-and-chronic-pain/

Pahwa R, Goyal A, Jialal I. Infiammazione cronica. [Aggiornato 2021 settembre 28]. In: StatPearls [Internet]. Treasure Island (FL): StatPearls Publishing; 2022 gennaio-. Disponibile dal: www.ncbi.nlm.nih.gov/books/NBK493173/

Problemi alle orecchie: Chiropratico con connessione dorsale

Problemi alle orecchie: Chiropratico con connessione dorsale

Problemi alle orecchie come ostruzioni o congestione possono causare irritazione e dolore, oltre a sintomi come vertigini, fastidio all'orecchio, mal di testa e dolore al seno che possono portare a infezioni. Questa condizione può verificarsi a chiunque, ma è prevalente nei bambini, nelle persone che vivono in alta quota e nelle persone che soffrono di allergie. I disallineamenti spinali possono causare interferenze al sistema nervoso che possono creare problemi in altre parti del corpo, come le orecchie.

Problemi all'orecchio: Chiropratico di connessione della colonna vertebrale

Se c'è un disallineamento del collo e una trasmissione del segnale del nervo o dei nervi schiacciati e aggrovigliati può non funzionare correttamente o interrompere i messaggi interrompendo il processo di drenando il tromba d'Eustachio. Questo crea un accumulo di batteri e liquidi, che possono causare dolore e pressione. Il trattamento di decompressione chiropratica utilizza una delicata manipolazione del rachide cervicale per rilasciare la pressione che colpisce l'orecchio.

Problemi alle orecchie

Batteri o virus causano infezioni dell'orecchio nell'orecchio medio. L'infezione spesso deriva da un'altra malattia come raffreddore, mal di gola, influenza, malattia respiratoria, o allergie che causano congestione e gonfiore dei passaggi nasali, della gola e delle trombe di Eustachio.

Trombe di Eustachio

Le funzioni dei tubi includono:

  • Regolazione della pressione dell'aria nell'orecchio medio
  • Fornire aria fresca nell'orecchio
  • Scolare l'orecchio medio

Le trombe di Eustachio sono due canali che collegano l'orecchio medio alla gola e alla cavità nasale, noti come il rinofaringe. (Le trombe di Eustachio sono più strette nei bambini, il che le rende difficili da drenare e ha maggiori probabilità di intasarsi.) Quando il rivestimento di questi canali viene sollecitato, possono infiammarsi/gonfiarsi, bloccarsi o riempirsi di liquido causando pressione e dolore eccessivi. Questo fluido può essere infettato e causare sintomi di infezione all'orecchio.

Se il problema dell'orecchio è collegato a un disallineamento del rachide cervicale, possono verificarsi i seguenti sintomi:

  • Perdita dell'udito
  • Acufene
  • Vertigine
  • Pienezza uditiva è la sensazione di un orecchio tappato o pieno
  • Problemi di equilibrio
  • Problemi di coordinamento
  • Frequenti mal di testa
  • Nausea
  • vomito
  • Potrebbero indicare episodi frequenti che provocano vertigini e ronzio nelle orecchie la malattia di Meniere, che influisce sull'equilibrio e sulla funzione dell'orecchio interno.

Infezioni dell'orecchio medio

I tipi di infezione dell'orecchio medio includono:

Otite media acuta

  • Questo tipo di infezione si verifica all'improvviso.
  • Provoca gonfiore e arrossamento.
  • Liquido e pus rimangono intrappolati sotto il timpano/membrana timpanica.
  • Possono manifestarsi febbre e dolore alle orecchie.

Otite media cronica

  • Questo tipo si verifica frequentemente o non scompare e può richiedere mesi o anni.
  • Questo tipo di solito non è doloroso.
  • Il condotto uditivo potrebbe avere del liquido che fuoriesce.
  • Può essere accompagnato da un foro che si forma nel timpano e dalla perdita dell'udito.

Otite media con versamento

  • Chiamato anche otite media sierosa.
  • Liquido o versamento e muco si accumulano nell'orecchio medio dopo che l'infezione è passata.
  • Può sembrare che l'orecchio sia pieno.
  • Questo può andare avanti per mesi.
  • Può influenzare l'udito.

Otite media cronica con versamento

  • Il liquido/versamento rimane nell'orecchio medio per un tempo prolungato.
  • Può accumularsi più e più volte, nonostante nessuna infezione.
  • Può anche influenzare l'udito.

Il disallineamento del rachide cervicale superiore può causare una flessione dei muscoli goffa/irregolare, interrompendo l'apertura e la chiusura delle tube di Eustachio e il loro posizionamento. Ciò provoca spesso infiammazione lungo il canale di Eustachio, la parte superiore della gola e la cavità nasale. Se non trattata, l'infiammazione può trasformarsi in un'infezione, causando gonfiore e/o accumulo di liquidi nell'orecchio interno e medio. I sintomi comuni delle infezioni dell'orecchio medio negli adulti includono:

  • Dolore in una o entrambe le orecchie
  • L'udito è attutito
  • Gola infiammata
  • Drenaggio fluido dall'orecchio

Riallineamento chiropratico

I trattamenti sono utili per le persone che vogliono ridurre l'assunzione di antibiotici, che possono ridurre al minimo l'immunità distruggendo i batteri sani nell'intestino. La chiropratica è un modo semplice ed efficace per trattare i problemi alle orecchie. Il riallineamento delle vertebre allevia l'infiammazione/gonfiore dei tessuti attorno alla tromba di Eustachio per consentire il drenaggio, alleviare la pressione e ripristinare la salute.


Chiropratico di decompressione spinale


Referenze

Collins, Rachele, et al. "Paralisi da un'infezione all'orecchio: un caso grave di otite esterna che porta alla sindrome acuta del midollo cervicale". Case report BMJ vol. 14,12 e245594. 1 dicembre 2021, doi:10.1136/bcr-2021-245594

Harmes, Kathryn Met al. "Otite media: diagnosi e trattamento". medico di famiglia americano vol. 88,7 (2013): 435-40.

Laulajainen Hongisto, Anu et al. "Otite media acuta grave e mastoidite acuta negli adulti". Il giornale di otologia avanzata internazionale vol. 12,3 (2016): 224-230. doi:10.5152/iao.2016.2620

Murphy, DR. "Riabilitazione chiropratica del rachide cervicale". Giornale di terapie manipolative e fisiologiche vol. 23,6 (2000): 404-8. doi:10.1067/mmt.2000.108143

Polkinghorn, B S. "Trattamento delle sporgenze del disco cervicale tramite aggiustamento chiropratico strumentale". Giornale di terapie manipolative e fisiologiche vol. 21,2 (1998): 114-21.

Problemi di gonfiore dell'intestino viscerosomatico

Problemi di gonfiore dell'intestino viscerosomatico

Gonfiore viscerosomatico dell'intestino: Tutti hanno batteri sani nell'intestino, ma possono perdere l'equilibrio con batteri malsani che iniziano a prendere il sopravvento. Stress, virus e antibiotici possono alterare i livelli di batteri sani. L'equilibrio batterico noto come microbioma nell'intestino è un fattore essenziale per il benessere del corpo. La connessione tra la salute intestinale e quella generale è importante poiché l'intestino è responsabile della produzione serotonina, una sostanza chimica primaria necessaria per il benessere emotivo. UN riflesso viscerosomatico è uno o più organi che provocano la comparsa del dolore nell'area in cui si trova l'organo danneggiato, infetto o disfunzionale o, come indicato, dolore in altre aree del corpo. Lo stress e i cibi malsani contribuiscono all'aumento di peso, allo stress degli organi e al dolore cronico.

Gonfiore viscerosomatico dell'intestino

Gonfiore viscerosomatico dell'intestino

Gonfiore

Il gonfiore è la sensazione di pressione o gas nell'addome. Distensione si riferisce all'espansione fisica dell'addome. Tuttavia, questi sintomi possono presentarsi separatamente o in combinazione. Il gonfiore può essere un sintomo di per sé, ma spesso si presenta insieme ad altri disturbi gastrointestinali come:

Dopo aver mangiato, flatulenza, eruttazione, gonfiore e distensione sono una parte normale del processo digestivo. Questi problemi non sono considerati problemi finché non causano dolore e/o interrompono la vita di tutti i giorni.

Stress

Lo stress può causare infiammazioni nel tratto digestivo, aumentare i recettori del dolore e gonfiore dovuto allo stress. Lo stress può interrompere il normale microbioma, creando intestino disbiosi e proliferazione batterica. Questo può portare a problemi digestivi e sintomi che includono gonfiore. Questo può essere in parte dovuto alla produzione eccessiva di gas che causa la sensazione di gonfiore e distensione fisica combinata con lo stress, creando una maggiore percezione del gonfiore.

Gli alimenti possono causare infiammazioni

Prodotti animali può causare infiammazioni perché carne, pollame e pesce contengono endotossine/lipopolisaccaridi si trova nella membrana esterna delle cellule batteriche. Questi composti sono classificati come tossine in quanto possono causare problemi di salute. Indipendentemente dal modo in cui questi alimenti vengono cucinati o preparati, le endotossine sono ancora presenti, assorbite nel corpo e possono innescare risposte immunitarie come l'infiammazione. Uova possono causare infiammazioni perché contengono alti livelli di colesterolo e acido arachidonico, che è un acido che fa parte della risposta infiammatoria. Anche l'eccesso di colesterolo nel sangue può scatenare l'infiammazione.

Latticini può anche innescare la risposta infiammatoria in individui che non producono il enzima lattasi, che scompone il lattosio nei latticini, sono intolleranti alla caseina e al siero di latte, due proteine ​​del latte vaccino, o agli ormoni e agli antibiotici somministrati alle mucche per stimolare la produzione di latte e prevenire le infezioni. Il consumo di latticini è stato collegato a un aumentato rischio di cancro e condizioni infiammatorie che includono:

  • Acne
  • Asma
  • Diabete di tipo 1
  • Artrite
  • La sclerosi multipla

Altre cause di gonfiore

Altre condizioni di salute possono presentarsi con gonfiore e distensione dell'intestino viscerale. Ciò include disturbi e altre cause sottostanti che includono:

  • Farmaci
  • Obesità
  • Ipotiroidismo
  • mestruazione
  • Cisti ovariche
  • Diabete di tipo 2
  • autoimmunità

I disturbi muscoloscheletrici possono aumentare il gonfiore e la distensione addominale e possono essere scatenati dallo stress. Due includono:

Disfunzione muscolare addominale

  • Si tratta di contrazioni anormali del diaframma e dei muscoli della pancia che possono verificarsi dopo aver mangiato e che possono causare al sistema nervoso un senso di gonfiore.
  • Questo riflesso viscerosomatico porta a posture malsane e all'allargamento dei muscoli addominali che possono peggiorare le sensazioni di gonfiore.
  • esercizi può essere raccomandato per riqualificare i muscoli a contrarsi, di solito dopo aver mangiato, il che può aiutare a ridurre il gonfiore.

Disfunzione del pavimento pelvico

  • Le situazioni stressanti causano naturalmente un irrigidimento dei muscoli, portando ad un aumento delle contrazioni muscoli del pavimento pelvico.
  • Questi muscoli controllano la vescica, l'intestino e la funzione sessuale.
  • Muscoli eccessivamente contratti/tirati può creare una condizione nota come disfunzione del pavimento pelvico ad alto tono.
  • Il contrario può accadere quando i muscoli del pavimento pelvico diventano troppo rilassati. Questo può rendere difficile avere movimenti intestinali regolari.
  • Un tono aumentato e/o muscoli eccessivamente rilassati possono portare a vari sintomi, incluso il gonfiore.

Chiropratica e coaching della salute

Il sistema nervoso controlla il processo digestivo. Allineare correttamente la colonna vertebrale rilascia lo stress e la tensione su ossa, muscoli e nervi per funzionare correttamente. Gli aggiustamenti chiropratici del corpo, gli aggiustamenti della dieta/stile di vita, le raccomandazioni supplementari e gli esercizi possono ridurre le cause alla base del gonfiore intestinale viscerosomatico. Problemi digestivi come:

  • Bruciore di stomaco cronico
  • Gas
  • Costipazione
  • Diarrea
  • Gonfiore
  • Sindrome del colon irritabile

La chiropratica offre un approccio senza farmaci per il trattamento dei problemi digestivi.


Descompressione Espinal DRX9000


Referenze

Dragan, Simona, et al. "Schemi alimentari e interventi per alleviare il dolore cronico". Nutrienti vol. 12,9 2510. 19 agosto 2020, doi:10.3390/nu12092510

Fifi, Amanda C e Kathleen F Holton. "Cibo nel dolore cronico: amico o nemico?." Nutrienti vol. 12,8 2473. 17 ago. 2020, doi:10.3390/nu12082473

Lacy, Brian E et al. "Gestione della distensione addominale cronica e del gonfiore". Gastroenterologia clinica ed epatologia: la rivista ufficiale di pratica clinica dell'American Gastroenterological Association vol. 19,2 (2021): 219-231.e1. doi:10.1016/j.cgh.2020.03.056

Mari, Amir et al. "Gonfiore e distensione addominale: approccio e gestione clinica". I progressi nella terapia vol. 36,5 (2019): 1075-1084. doi:10.1007/s12325-019-00924-7

Riso, Amanda D et al. "Diminuzione delle ostruzioni intestinali ricorrenti, miglioramento della qualità della vita con la fisioterapia: studio controllato". Rivista mondiale di gastroenterologia vol. 24,19 (2018): 2108-2119. doi:10.3748/wjg.v24.i19.2108

Condizioni della colonna vertebrale e diabete

Condizioni della colonna vertebrale e diabete

Condizioni della colonna vertebrale e diabete: Il diabete non controllato può devastare più sistemi di organi, tra cui:

Il diabete e gravi fluttuazioni di zucchero nel sangue possono portare a mal di schiena e condizioni spinali. Gli impatti negativi sul corpo del diabete possono essere distruttivi in ​​quanto è uno stato di infiammazione cronica.

Condizioni della colonna vertebrale e diabete

Condizioni della colonna vertebrale e diabete

Condizioni spinali oggetto di ricerca e loro legame con il diabete può influenzare ogni condizione e il suo sviluppo in modo diverso.

Stenosi Spinale

  • La stenosi spinale è quando le aperture della colonna vertebrale forami iniziano a restringersi e restringersi, facendo sì che le radici nervose che si diramano dal midollo spinale abbiano meno spazio per funzionare.
  • La stenosi può comprimere uno o più nervi spinali lombari.
  • Possono iniziare a presentarsi dolore, formicolio, debolezza e/o intorpidimento alle gambe.

Ascesso epidurale spinale

  • Ascesso epidurale spinale è un'infezione tra le ossa vertebrali e la membrana del midollo spinale.
  • Il diabete aumenta il rischio di infezione e aumenta il rischio di sviluppare un ascesso.
  • Anche l'ipertensione e l'obesità possono aumentare il rischio di infezione.

Degenerazione del disco lombare

  • La parte posteriore contiene dischi spinali tra ogni vertebra che sono gli ammortizzatori.
  • La degenerazione del disco lombare si verifica quando uno o più dischi iniziano a rompersi.
  • Il deterioramento del disco provoca cambiamenti nella struttura lombare/lombare.
  • La degenerazione provoca anche mal di schiena.

La degenerazione del disco è una parte normale dell'invecchiamento ed è prevista. Tuttavia, coloro che hanno convissuto con il diabete per oltre dieci anni hanno un rischio maggiore di sviluppare una degenerazione avanzata del disco lombare. Per prevenire la degenerazione del disco e/o ridurre al minimo gli effetti negativi, è essenziale mantenere i livelli di zucchero nel sangue.

Osteomielite vertebrale

  • Osteomielite vertebrale è una rara infezione spinale risultante da una lesione spinale o da una/e complicanza/e post-chirurgica.
  • È un'infezione batterica che può viaggiare alla colonna vertebrale da un'altra posizione.
  • Il diabete aumenta la suscettibilità alle infezioni.
  • Ad esempio, un individuo con diabete potrebbe avere un'ulcera al piede, mal di schiena e febbre, sintomi che potrebbero indicare lo sviluppo di osteomielite vertebrale.

Chiropratica e terapia decompressiva

La decompressione spinale è un'efficace tecnica non chirurgica che può alleviare il mal di schiena, il dolore alle gambe e i sintomi associati a condizioni e disturbi della colonna vertebrale. Funziona creando delicatamente forza di trazione/trazione con un lettino di decompressione meccanico specializzato combinato con massaggio chiropratico e regolazioni. I vantaggi includono:

Sollievo dal dolore

  • La decompressione allevia la tensione nei muscoli contratti, spasmi o feriti.
  • Stimola il sistema nervoso a rilasciare segnali chimici che alleviano il dolore.

Cura i tessuti del disco spinale

  • La decompressione crea una forza di vuoto sui dischi spinali, aiutando a far circolare i fluidi, le cellule e altre sostanze di cui hanno tanto bisogno nel tessuto o nei tessuti danneggiati.

Ripristina il disco spinale e l'allineamento articolare

  • Stress, cattiva postura, scarsa meccanica del corpo e altri fattori possono causare lo spostamento delle articolazioni o l'ernia dei dischi.
  • La forza del vuoto aiuta a riallineare le articolazioni e i dischi.
  • Previene ulteriori dolori e infiammazioni.
  • Ripristina mobilità e funzionalità.

Allevia la pressione sui nervi

  • I nervi spinali possono essere pizzicati quando dischi, ossa o altri tessuti comprimono i piccoli spazi causando infiammazione e dolore.
  • La decompressione non chirurgica aumenta lo spazio intorno ai nervi, consentendo ai nervi di guarire.

Offerta clinica di Chiropratica e Medicina Funzionale medica decompressione spinale come uno dei tanti approcci terapeutici per ripristinare un'elevata qualità della vita.


Tabella di decompressione DOC


Referenze

Anekstein, Yoram, et al. "Il diabete mellito come fattore di rischio per lo sviluppo di stenosi spinale lombare". Il giornale dell'Associazione medica israeliana: IMAJ vol. 12,1 (2010): 16-20.

Eivazi, Maghsoud e Laleh Abadi. "Lombalgia nel diabete mellito e importanza dell'approccio preventivo". Prospettive di promozione della salute vol. 2,1 80-8. 1 luglio 2012, doi:10.5681/hpp.2012.010

Heuch, Ingrid et al. "Associazioni tra livelli sierici di lipidi e lombalgia cronica". Epidemiologia (Cambridge, Mass.) vol. 21,6 (2010): 837-41. doi:10.1097/EDE.0b013e3181f20808

Rinaldo, Lorenzo, et al. "Diabete e mal di schiena: i marcatori della progressione della malattia del diabete sono associati al mal di schiena cronico". Diabete clinico: una pubblicazione dell'American Diabetes Association vol. 35,3 (2017): 126-131. doi:10.2337/cd16-0011

Nutrizione di decompressione spinale

Nutrizione di decompressione spinale

La decompressione spinale non chirurgica allevia il dolore correlato a condizioni, lesioni e disturbi della colonna vertebrale, fornendo un'opzione di trattamento alternativa comoda e conveniente a procedure chirurgiche costose e invasive. La decompressione spinale non chirurgica può anche alleviare il dolore associato alla riabilitazione post-chirurgica. Una chiave per risultati positivi è l'inclusione di componenti aggiuntivi del trattamento che includono la nutrizione con decompressione spinale.

Nutrizione di decompressione spinale

Nutrizione di decompressione spinale

Una corretta alimentazione e una dieta equilibrata sono elementi essenziali della salute generale. Gli individui che soffrono di ernia del disco, rigonfiamento del disco, degenerazione del disco, sciatica e dolore cronico alla zona lombare e al collo sono spesso carenti di vitamine e minerali, causando infiammazione e dolore. Queste carenze possono causare o esacerbare il dolore e prevenire o rallentare la guarigione. Le ossa, i muscoli e altre strutture della colonna vertebrale hanno bisogno di un'alimentazione adeguata per essere abbastanza forti da sostenere il corpo e svolgere le funzioni in modo ottimale. Un allenatore sanitario e un nutrizionista possono consigliare la dieta e gli integratori adeguati per accelerare la guarigione, a seconda del paziente, delle circostanze e della situazione individuale. Una dieta non infiammatoria può fare una grande differenza nei sintomi dei pazienti e nell'efficacia di terapia di decompressione.

I cibi giusti

Seguire una dieta equilibrata con la giusta quantità e varietà di vitamine e sostanze nutritive può ridurre i problemi alla schiena nutrendo le ossa, i muscoli, i dischi e altre strutture della colonna vertebrale. Mentre una dieta sana richiede varie vitamine e sostanze nutritive, diverse scelte salutari possono avvantaggiare direttamente la colonna vertebrale. Innanzitutto è:

Riduzione di zucchero e nitrati

  • Le diete ricche di zuccheri mancano dei nutrienti necessari per prevenirne il rilascio mediatori infiammatori.
  • L'individuo medio consuma circa 100 libbre di zucchero all'anno.
  • I cibi da dessert sono ricchi acidi grassi, che aumentano l'infiammazione.
  • Qualsiasi alimento contenente sciroppo di mais ad alto contenuto di fruttosio come condimenti per insalata e bibite.
  • Alimenti trasformati ricchi di nitrati come hot dog, salsicce e carni per il pranzo.

Super alimenti

Aumenta la guarigione della colonna vertebrale a livello cellulare con i superfood che includono:

  • Mollusco – gamberi, granchi, gamberi e ostriche.
  • Verdure verde scuro – spinaci, asparagi, cavoli e cavoli.
  • Frutta e verdura rossa – peperoni rossi, barbabietole, frutti di bosco scuri come more e mirtilli.
  • Avocado
  • Olio d'oliva
  • Olive nere.
  • Cipolle rosse e mele.
  • semi di lino, semi di chia, granie noci.
  • fagioli – fagioli marini, fagioli rossi, semi di soia.
  • Pesce d'acqua fredda: sardine, sgombri, salmone, acciughe e aringhe.
  • Zucca invernale.
  • Acqua – mantenere l'idratazione è importante per reidratare i dischi degenerati e secchi.

Nutrizione pre-decompressiva spinale

Il corpo umano è stato creato per guarire se stesso; tuttavia, ottenere la corretta alimentazione può essere difficile poiché la circolazione è ostacolata/bloccata quando si attraversa un infortunio alla schiena o una condizione della colonna vertebrale. Mangiare e/o integrare con nutrienti e minerali essenziali potrebbe essere raccomandato per incoraggiare e coinvolgere il processo di guarigione. L'uso dei nutrienti per migliorare il recupero e la guarigione è noto come immunonutrizione. La pre-decompressione consente ai tessuti di iniziare la guarigione. Quindi il team di salute chiropratica può preparare i tessuti per decompressione attraverso il massaggio terapeutico, il calore, la terapia laser a basso livello e gli ultrasuoni.


DRX9000 spiegato da un neurochirurgo


Referenze

Calder, Philip C. "Acidi grassi e infiammazione: l'avanguardia tra cibo e farmaci". Rivista europea di farmacologia vol. 668 Suppl 1 (2011): S50-8. doi:10.1016/j.ejphar.2011.05.085

Gay R. "Tutto sulla terapia di decompressione spinale". Salute della colonna vertebrale. www.spine-health.com/treatment/chiropractic/all-about-spinal-decompression-therapy. Pubblicato a settembre 2013. Accesso ad aprile 2015.

InformedHealth.org [Internet]. Colonia, Germania: Istituto per la qualità e l'efficienza nell'assistenza sanitaria (IQWiG); 2006-. Cos'è l'infiammazione? 2010 novembre 23 [Aggiornato 2018 febbraio 22]. Disponibile dal: www.ncbi.nlm.nih.gov/books/NBK279298/

Innes, Jacqueline K e Philip C Calder. "Acidi grassi Omega-6 e infiammazione". Prostaglandine, leucotrieni e acidi grassi essenziali vol. 132 (2018): 41-48. doi:10.1016/j.plefa.2018.03.004

Dieta anti-infiammatoria della spondilite

Dieta anti-infiammatoria della spondilite

Dieta anti-infiammatoria della spondilite: Agli individui che hanno una condizione di mal di schiena cronico può essere raccomandato di fondere due o più vertebre per correggere il problema/i e alleviare il dolore. Tuttavia, una forma di artrite spinale infiammatoria possono causare la fusione delle vertebre da sole, nota come spondilite anchilosante. Un modo consigliato per alleviare il dolore è seguire una dieta antinfiammatoria. Gli studi hanno dimostrato che una dieta a basso contenuto infiammatorio può aiutare a migliorare anchilosante sintomi.

Dieta anti-infiammatoria della spondilite

Dieta anti-infiammatoria della spondilite

La spondilite anchilosante è una malattia infiammatoria progressiva che colpisce principalmente la colonna vertebrale; tuttavia, i sintomi individuali variano. I sintomi includono rigidità e dolore al collo, ai fianchi, alla parte bassa della schiena e affaticamento. Non esiste un significato preciso del modello:

  • I sintomi possono migliorare.
  • I sintomi possono peggiorare o divampare.
  • I sintomi possono fermarsi per un periodo di tempo.

Le donne sono colpite più spesso degli uomini senza una causa nota. Non esiste una cura per la spondilite anchilosante, ma i trattamenti e la cura di sé possono rallentare la progressione della malattia e aiutare a gestire i sintomi.

Dieta e infiammazione

La dieta non è la causa principale delle malattie infiammatorie, ma il mangiare cibi che provocano infiammazione può peggiorare i sintomi. Ridurre l'infiammazione può aiutare ad alleviare il dolore.

  • Si consiglia di eliminare gli alimenti che causano o aumentano l'infiammazione per aiutare il corpo a diventare più forte e gestire i sintomi.
  • Un altro modo è incorporare spondilite cibi antinfiammatori.
  • Professionisti di medicina funzionale può aiutare a guidare le persone a massimizzare una sana alimentazione e usarla per ridurre il dolore e i sintomi.
  • Se un individuo ha una predisposizione genetica, la sua dieta può essere cruciale per calmare i sintomi e aiutare a capovolgere la malattia autoimmune.

Una dieta anti-infiammatoria per la spondilite dovrebbe essere ricca di verdure, frutta, cereali integrali e acidi grassi omega-3. Le prove mostrano che una dieta povera di amidi può portare a una minore attività della spondilite anchilosante. L'amido basso può anche aiutare a limitare la presenza di Klebsiella pneumoniae, un batterio che si nutre di amido ed è un noto fattore scatenante per l'insorgenza e lo sviluppo della spondilite anchilosante.

Cibi Da Mangiare

verdure a foglia verde

  • Questi includono spinaci, cavoli, bietole e cavolo cappuccio contenenti magnesio e polifenoli che riducono l'infiammazione.
  • Questi possono essere crudi o cotti con aglio e olio d'oliva aggiunti per massimizzare i benefici.

Verdure crocifere

  • Questi contengono sulforafano, an antiossidante che include cavolfiore di broccoli e può essere consumato crudo o cotto, arrostito con olio d'oliva, saltato e saltato in padella.

Verdure Allium

  • Questi contengono composti solforici e quercetina, a flavonoidi che aiuta a ridurre l'infiammazione.
  • Questi includono cipolle rosse e gialle, porri, aglio e scalogno.
  • Possono essere consumati crudi o cotti in insalata, saltati in padella e panini.

Bacche

  • Questi contengono antociani, un flavonoide antiossidante e altri antiossidanti e polifenoli che aiutano con l'infiammazione.
  • Questi includono fragole, lamponi, mirtilli, more e possono essere consumati crudi, in frullati, in insalata, con farina d'avena o mescolati in yogurt non zuccherato.

Frutta

  • Alcuni frutti contengono quercetina e polifenoli per aiutare con l'infiammazione.
  • Questi includono mele, ciliegie, arance.

Oli sani

  • Contenere oleocanthal che agisce in modo simile ai farmaci antinfiammatori non steroidei e contiene vari antiossidanti.
  • Questi includono olio d'oliva per la cottura a fuoco basso e olio di avocado per la cottura a fuoco alto per sostituire burro e margarina.
  • Può essere servito in condimenti e spruzzato sui cibi.

Noci e semi

  • Questi contengono acido alfa-linolenico, che è un tipo di acido grasso omega-3.
  • Gli esempi includono noci, mandorle, arachidi, pistacchi, semi di chia e semi di lino macinati.
  • Questi possono essere serviti come spuntini, insalate, mescolati in contorni, guarnizioni o aggiunti a yogurt o farina d'avena non zuccherati.

Pesce grasso

  • Gli acidi grassi Omega-3 aiutano a ridurre l'infiammazione.
  • Gli esempi includono salmone, merluzzo, trota iridea, sgombro e sardine.
  • Questi possono essere cotti al forno, saltati in padella, alla griglia, mescolati in insalate e saltati in padella.

Evita questi alimenti

Quando si apportano modifiche allo stile di vita per una spondilite dieta antinfiammatoria, concentrarsi sulla riduzione o la rimozione di alimenti trasformati e grassi saturi. Questi includono:

  • Zuccheri da tutte le fonti come bibite gassate, bevande zuccherate, frullati, caramelle e dessert.
  • Grassi trans, come quelli nei cibi fritti come patatine e patatine fritte.
  • Amidi, come quelli che si trovano nelle patate.
  • Carboidrati raffinati, cereali trasformati che includono pane bianco e dolci.
  • Carne rossa.
  • Glutine.
  • Dairy.
  • Uova.

Gli individui potrebbero non essere sintomatici con determinati alimenti, ma ciò non significa che gli alimenti debbano essere consumati. Glutine, latticini e uova possono causare potenziali problemi poiché compromettono l'intestino e il sistema immunitario. Questi possono ritardare la guarigione o la remissione dell'individuo.


Composizione corporea


Cosa succede al corpo quando si mangia la frutta

La frutta è composta da zucchero semplice chiamato fruttosio, fornendo al corpo una fonte di energia di carboidrati. Lo zucchero naturale che il corpo ottiene da un frutto non è la stessa cosa del fruttosio trasformato aggiunto a prodotti trasformati come sciroppo di mais fruttosio. I prodotti trasformati sono in genere pieni di calorie vuote e pochissime sostanze nutritive. Quando il corpo ha frutta, il fegato elabora il fruttosio prima di essere assorbito attraverso l'intestino tenue. Research mostra che esporre l'intestino a cibi più ricchi di fibre come la frutta aiuta l'intestino a raggiungere una condizione anti-obesità aumentando i batteri buoni e riducendo il batteri obesi. I nutrienti essenziali della frutta includono:

  • Folati
  • Vitamina C
  • Vitamina B1

USDA consiglia di preparare metà di ogni pasto/piatto a base di frutta e verdura.

Referenze

Editoria sanitaria di Harvard. (16 novembre 2021) "Cibi che combattono l'infiammazione". www.health.harvard.edu/staying-healthy/foods-that-fight-inflammation

Macfarlane, Tatiana V et al. "Relazione tra dieta e spondilite anchilosante: una revisione sistematica". Rivista europea di reumatologia vol. 5,1 (2018): 45-52. doi:10.5152/eurjrheum.2017.16103

Nielsen, Forrest H. "Carenza di magnesio e aumento dell'infiammazione: prospettive attuali". Giornale di ricerca sull'infiammazione vol. 11 25-34. 18 gennaio 2018, doi:10.2147/JIR.S136742

Rashid T, Wilson C, Ebringer A. Il legame tra spondilite anchilosante, morbo di Crohn, Klebsiella e consumo di amido. Clin Dev Immunol. 2013;2013:872632. doi: 10.1155/2013/872632.

Sharma, Satya Pet et al. "Effetti paradossali della frutta sull'obesità". Nutrienti vol. 8,10 633. 14 ottobre 2016, doi:10.3390/nu8100633

van Buul, Vincent J et al. "Idee sbagliate sugli zuccheri contenenti fruttosio e sul loro ruolo nell'epidemia di obesità". Recensioni di ricerca sulla nutrizione vol. 27,1 (2014): 119-30. doi:10.1017/S0954422414000067

Nutrizione muscoloscheletrica

Nutrizione muscoloscheletrica

Nutrizione muscoloscheletrica: Muscoloscheletrico le condizioni sono non comunicabile condizioni/disturbi e sono le condizioni più comuni trattate da chiropratici e fisioterapisti. Pratiche di stile di vita malsane come il fumo, una dieta malsana e poco o nessun esercizio o attività fisica hanno un impatto sui disturbi muscoloscheletrici e rimangono le cause più comuni di disabilità fisica e dolore. Le condizioni muscoloscheletriche includono:

  • Mal di schiena
  • Sindrome del Tunnel Carpale
  • Tendinite – infiammazione dei tessuti fibrosi che collegano i muscoli alle ossa.
  • Artrite reumatoide
  • L'osteoartrite
  • Fratture ossee
  • fibromialgia

Nutrizione muscoloscheletrica

La mancanza di nutrienti adeguati aumenta il rischio di malattie ossee, muscolari e articolari. Una dieta corretta combinata con il rafforzamento e lo stretching aiuterà a recuperare le lesioni e aiuterà a prevenire disturbi, lesioni e dolore. Per esempio, un consumo inadeguato di calcio e vitamina D può portare all'osteoporosi. Entrambi i nutrienti sono necessari per la salute muscolo-scheletrica. Il calcio aiuta a costruire il tessuto osseo e la vitamina D favorisce l'assorbimento del calcio.

Nutrizione muscoloscheletrica

Anche le persone fisicamente attive e sane possono subire un'assunzione nutrizionale inadeguata, aumentando il rischio di lesioni dovute ai suoi effetti sulla riabilitazione e sul recupero. Esistono meccanismi per un'assunzione insufficiente di nutrienti che possono portare a lesioni muscolari.

  • L'allenamento intenso provoca la rottura del muscolo scheletrico che può peggiorare a causa di una scarsa assunzione di proteine ​​nella dieta.
  • Non idratare il corpo può compromettere il flusso sanguigno ai muscoli che lavorano, aumentando il rischio di lesioni e altro problemi di salute.
  • L'idratazione influenza la quantità e la composizione del liquido articolare e aiuta a mantenere cartilagine articolare.
  • Carenze di nutrienti come:
  • Potassio
  • Ferro
  • Zinco
  • Magnesio
  • cromo
  • Rame
  • Vitamine
  • La mancanza di micronutrienti e il loro ruolo nel metabolismo osseo e muscolare aumenta il rischio di lesioni e lo sviluppo di patologie muscoloscheletriche.

Salute generale

Il tessuto connettivo tiene unite le ossa e i muscoli del corpo ed è essenziale per l'integrità delle articolazioni. Gli atleti e le persone con lavori e stili di vita fisicamente impegnativi devono prendersi cura dei propri tessuti connettivi per prevenire il degrado, le lesioni e le condizioni articolari, come l'artrite e le lesioni ai tendini. Si consiglia di seguire una dieta che sia:

Una corretta alimentazione aiuterà il corpo a costruire, riparare e mantenere sano il tessuto connettivo. Cose come:

Il raggiungimento di una salute ottimale richiede scelte di vita sane a XNUMX gradi e un'alimentazione muscolo-scheletrica.


Composizione corporea


supercibi

Molti cibi ricchi di nutrienti può essere incorporato nella dieta di un individuo per migliorare il benessere generale. supercibi sono ricchi di antiossidanti e contengono grandi quantità di vitamine e minerali. Un superfood è un alimento ricco di composti benefici per la salute di un individuo. Questi composti includono:

  • phytochemicals – includono antiossidanti come i polifenoli che forniscono proprietà antinfiammatorie.
  • Fibra
  • Gli acidi grassi Omega-3

I superfood sono riconosciuti dalle linee guida nutrizionali nazionali come Powerhouse frutta e verdura o PFV. Gli antiossidanti riducono i radicali liberi e prevengono e riparano i danni causati da lo stress ossidativo. Lo stress ossidativo si verifica quando i radicali liberi si accumulano nel corpo e possono portare a malattie croniche e degenerative come l'artrite, le malattie cardiovascolari e il cancro. Una dieta ricca di antiossidanti può accelerare i tempi di recupero da infortuni, malattie e attività fisica/stress indotto dall'esercizio.

Gli antociani sono un tipo di polifenoli che diventano antiossidanti che aiutano a ridurre l'incidenza di malattie croniche. Sono diversi tipi di pigmenti presenti nelle piante, che conferiscono a frutta e verdura i loro colori vivaci. Questi includono:

  • Fagioli neri
  • Bacche
  • Ciliegie
  • Melograni
  • Pesche
  • Melanzana
  • Patate dolci viola

Una dieta ricca di antociani può ridurre lo stress ossidativo e l'infiammazione, aiutare a prevenire le malattie cardiovascolari e controllare e prevenire il diabete.

Referenze

Craddock, Joel C, et al. "Nutrizione vegetariana e onnivora: confronto delle prestazioni fisiche". Rivista internazionale di nutrizione sportiva e metabolismo dell'esercizio vol. 26,3 (2016): 212-20. doi:10.1123/ijsnem.2015-0231

Mendonça, Carolina Rodrigues et al. "Effetti degli interventi nutrizionali nel controllo del dolore muscoloscheletrico: una revisione integrativa". Nutrienti vol. 12,10 3075. 9 ottobre 2020, doi:10.3390/nu12103075

Sale, Craig e Kirsty Jayne Elliott-Sale. "Nutrizione e salute delle ossa degli atleti". Medicina dello sport (Auckland, NZ) vol. 49, Suppl 2 (2019): 139-151. doi:10.1007/s40279-019-01161-2

Slavin, Joanne L e Beate Lloyd. "Benefici per la salute di frutta e verdura." Progressi nella nutrizione (Bethesda, Md.) vol. 3,4 506-16. 1 luglio 2012, doi:10.3945/an.112.002154

Tucker, KL et al. "L'assunzione di potassio, magnesio e frutta e verdura è associata a una maggiore densità minerale ossea negli uomini e nelle donne anziani". Il giornale americano di nutrizione clinica vol. 69,4 (1999): 727-36. doi:10.1093/ajcn/69.4.727

Atleti Chiropratici Sportivi

Atleti Chiropratici Sportivi

Atleti di chiropratica sportiva: Un chiropratico sportivo è uno specialista che lavora con gli atleti per migliorare le loro prestazioni. Questi medici sono specializzati nella valutazione e nel trattamento degli infortuni sportivi. Il trattamento previene anche danni/lesioni future fornendo un programma personalizzato di riabilitazione, rafforzamento, flessibilità e mobilità, che include:

  • Prescrizione dell'esercizio
  • Raccomandazioni ergonomiche
  • Coaching/consulenza sanitaria
  • Massaggio terapeutico sportivo

La chiropratica sportiva si occupa della prevenzione, della diagnosi e del trattamento di lesioni a base di atleti di sport a muscoli, tendini, legamenti e articolazioni. I chiropratici sportivi hanno una formazione approfondita nella valutazione dei problemi muscolo-scheletrici legati all'uso eccessivo della partecipazione sportiva. La diagnosi si acquisisce attraverso:

Atleti Chiropratici Sportivi

Atleti Chiropratici Sportivi

I chiropratici sono maestri del corpo umano e addestrati all'uso di strumenti diagnostici avanzati. Un chiropratico sportivo valuta gli individui di tutti i livelli di sport e fitness, tra cui:

  • Atleti – professionisti o ricreativi
  • Guerrieri del fine settimana
  • Personale militare

L'obiettivo è identificare i problemi muscolo-scheletrici legati all'attività sportiva o all'abuso, alleviare il dolore, riabilitare e rafforzare per prevenire futuri infortuni. Possono diagnosticare e trattare lesioni legate allo sport da comuni lesioni da uso eccessivo come:

  • Dolore all'anca dovuto alla corsa frequente sul marciapiede.
  • Dolore alla spalla causato da danni causati da continui lanci o colpi sopra la testa.
  • Problemi alla zona lombare e alle gambe dovute a torsioni, piegamenti, salti e allungamenti.

Equilibrio

Gli atleti hanno bisogno di un sano equilibrio tra resistenza, forza e struttura. Attraverso l'allenamento biomeccanico, la chiropratica sportiva ripristina il naturale equilibrio e il corretto funzionamento del corpo. L'obiettivo è quello di coinvolgere nuovamente l'atleta e proteggerlo da ulteriori infortuni e giocare senza problemi o limitazioni. Gli atleti di chiropratica sportiva possono tornare in breve tempo da infortuni che includono:

  • ACL strappati
  • Distorsione MCL
  • Distorsione alla caviglia
  • Tendonite di Achille
  • Rottura della cuffia dei rotatori
  • Ceppi del quadricipite
  • Ceppi posteriori della coscia
  • Shin Splints
  • Ernia sportiva
  • Dolore Cervicale
  • Dolore alla schiena
  • spondilolistesi

Regime di prevenzione

Possono consigliare programmi di prevenzione per prevenire potenziali problemi prima che un atleta si faccia male. A chiropratico rileverà lo sviluppo di squilibri muscolari prima che si trasformino in una condizione cronica che può causare danni al resto del corpo. Ulteriori terapie includono:

  • Massaggio
  • Trattamenti caldo/freddo
  • Terapia ad ultrasuoni
  • Terapia laser di basso livello

Regolazioni, stretching, core training, massaggio sportivo terapeutico, coaching sanitario e consulenza nutrizionale rafforzeranno il corpo, consentendo di svolgere attività fisiche e sport a livelli ottimali.


Composizione corporea


Prestazioni sportive

Lavorare con gli atleti di chiropratica sportiva significa raggiungere un equilibrio di massa magra per mantenere le prestazioni sportive e ridurre il rischio di infortuni. Atleti, medici e allenatori monitorano i guadagni nel tempo per massimizzare le prestazioni e osservare i segni di potenziali lesioni. Un metodo di monitoraggio per potenziali lesioni è il Analisi ECW/TBW. Quando ci si allena e si fa sport, il corpo è sotto stress fisico. La giusta quantità di riposo e recupero è necessaria per consentire ai muscoli di recuperare e ricrescere. L'infiammazione si riflette nell'ECW/TBW monitorando i cambiamenti nel tempo. Un aumento costante può indicare un segno di sovrallenamento o recupero improprio. Il monitoraggio di questa progressione può avvisare medici e allenatori che un atleta ha bisogno di un allenamento meno intenso o di un recupero più lungo per ridurre il rischio di lesioni da sovrallenamento.

Referenze

Corcoran, Kelsey L et al. "Associazione tra uso chiropratico e ricezione di oppioidi tra i pazienti con dolore spinale: una revisione sistematica e una meta-analisi". Medicina del dolore (Malden, Mass.) vol. 21,2 (2020): e139-e145. doi:10.1093/pm/pnz219

Naqvi U, Sherman Al. Classificazione della forza muscolare. [Aggiornato 2021 settembre 2]. In: StatPearls [Internet]. Treasure Island (FL): StatPearls Publishing; 2022 gennaio-. Disponibile dal: www.ncbi.nlm.nih.gov/books/NBK436008/

Nelson, Luca et al. "Uno studio descrittivo di chiropratici sportivi con una qualifica di International Chiropractic Sports Science Practitioner: un'indagine trasversale." Chiropratica e terapie manuali vol. 29,1 51. 13 dic. 2021, doi:10.1186/s12998-021-00405-1

Williams, Sean et al. "Kinesio taping nel trattamento e nella prevenzione degli infortuni sportivi: una meta-analisi delle prove per la sua efficacia." Medicina dello sport (Auckland, NZ) vol. 42,2 (2012): 153-64. doi:10.2165/11594960-000000000-00000

Benessere e salute chiropratica

Benessere e salute chiropratica

Quando le persone pensano al benessere e alla salute, di solito pensano a un controllo con il proprio medico. Tuttavia, il trattamento benessere con la chiropratica è molto più proattivo. La chiropratica si concentra sul mantenimento del corretto funzionamento del corpo e sul consentire alle sue proprietà curative naturali di attivarsi e svolgere il proprio lavoro. Controlli chiropratici per garantire che la colonna vertebrale sia allineata correttamente e correggere eventuali sublussazioni/disallineamento prima che si manifesti il ​​dolore. Il dolore è uno degli avvertimenti del corpo che qualcosa non va. La cura del benessere chiropratica mira a catturare e correggere eventuali problemi prima che diventino un problema, mantenendo il sistema nervoso centrale in ottima forma, aumentando la forza del sistema immunitario, rendendo il corpo più sano.

Benessere e salute chiropratica

La chiropratica aumenta i livelli di benessere e salute

Il livello di salute di base del corpo può essere migliorato. Gli individui possono sentire che stanno adempiendo alle proprie responsabilità e mantenendo la salute impegnandosi in esercizio fisico e seguendo una dieta sana. Si ritiene che lo stile di vita sia in gran parte la misura della capacità di un individuo di mantenere la propria salute, senza rendersi conto che il benessere e la salute ottimali possono essere aumentati attraverso la chiropratica, il supplemento ideale per una vita sana. La chiropratica migliora le funzioni dei processi corporei:

  • Circolazione in aumento.
  • Facilitare la disintossicazione.
  • Bilanciare la distribuzione di ormoni e nutrienti.
  • Regolazione del ritmo del cuore.
  • Calmante il sistema nervoso.
  • Maggiore mobilità.
  • Dolore diminuito.
  • Migliore flessibilità

La chiropratica funge da trattamento di supporto per altri tipi di cure terapeutiche come la terapia fisica e la massoterapia.

Migliora le prestazioni fisiche

Un chiropratico consiglierà aggiustamenti, manipolazione muscolare manuale, manipolazione dei tessuti e massaggi personalizzati per le esigenze del corpo, concentrandosi in particolare sul riallineamento a lungo termine. Una varietà di trattamenti aiuta a migliorare la struttura del corpo, l'allineamento e il flusso di energia. La chiropratica fa una differenza significativa in:

  • Resistenza
  • Esplosività
  • Flessibilità
  • Velocità
  • Mobilità
  • Adattabilità

Chiropratica anche:

  • Riallinea articolazioni e ossa.
  • Decomprime i nervi.
  • Rilascia muscoli, tendini e legamenti.
  • Disintossica le zone stagnanti del corpo.

La chiropratica è il complemento perfetto per aumentare le prestazioni, il benessere e la salute aumentando la salute e l'allineamento del corpo fisico e del flusso di energia. 

Migliora la salute mentale

La chiropratica giova anche alla salute mentale. La mente è controllata dal sistema nervoso centrale o SNC ed è direttamente influenzata dal trattamento chiropratico. Con la manipolazione pratica, le regolazioni o la trazione, le ossa e le articolazioni tornano verso un allineamento ottimale, facendo sì che la struttura del sistema nervoso si muova verso la capacità e l'efficienza ottimali. I canali nervosi e i fasci possono decomprimersi, ammaccarsi e schiacciarsi. Il flusso degli impulsi elettrici è regolato all'interno del corpo attraverso il sistema nervoso. Le prestazioni cognitive vengono migliorate dal miglioramento della comunicazione attraverso il sistema nervoso centrale e periferico. Le prestazioni mentali sono supportate anche dall'afflusso di liquido cerebrospinale/CSF. Il liquido cerebrospinale rimuove i rifiuti e le tossine dal cervello e fornisce al cervello ossigeno e sostanze nutritive. Il liquido cerebrospinale inonda il cervello dopo un aggiustamento chiropratico.  

Migliora la funzione del sistema immunitario

La chiropratica migliora la funzione del sistema immunitario aumentando la circolazione di energia, la circolazione sanguigna e flusso linfatico. Il trattamento combatte il ristagno consentendo al corpo di eliminare le tossine e i rifiuti accumulati nelle articolazioni, nei tessuti e negli organi vicini. Chiropratica scioglie le aree del corpo che sono state compresse, schiacciate, tese e divise a causa di disallineamento, mancanza di attività fisica/esercizio o rigidità e lesioni. Ciò consente al flusso del fluido linfatico e dei globuli bianchi di regolare le aree che in precedenza potevano essere di difficile accesso. Questo aiuta ad aumentare la capacità del sistema immunitario di combattere le infezioni.


Composizione corporea


Prendi più sonno

Il sonno è un forte regolatore di funzioni del sistema immunitario e opera per migliorare il sistema immunitario adattivo. Quando il corpo viene privato di un sonno adeguato, diventa più suscettibile a vari agenti infettivi. La privazione del sonno indebolisce il corpo rendendo più difficile il recupero infezioni da batteri o virus. Quando il corpo dorme, utilizza il tempo per rafforzare il sistema immunitario e spostare le cellule T ai linfonodi. Questi sono i vasi del sistema immunitario responsabili del filtraggio delle sostanze nocive. Le cellule T producono citochine attivate quando c'è un'infiammazione nel corpo o sotto stress. Un sonno inadeguato fa diminuire la produzione di citochine, causando danni al sistema immunitario.

Referenze

Besedovsky, Luciana et al. "Sonno e funzione immunitaria". Pflugers Archiv: rivista europea di fisiologia vol. 463,1 (2012): 121-37. doi:10.1007/s00424-011-1044-0

Goncalves, Guillaume et al. "Effetto del trattamento chiropratico sulla prevenzione primaria o secondaria precoce: una revisione sistematica con un approccio pedagogico." Chiropratica e terapie manuali vol. 26 10. 5 aprile 2018, doi:10.1186/s12998-018-0179-x

Iben, Axén, et al. “Cura di mantenimento chiropratica: cosa c'è di nuovo? Una revisione sistematica della letteratura." Chiropratica e terapie manuali vol. 27 63. 21 nov. 2019, doi:10.1186/s12998-019-0283-6

Vining, Robert et al. "Effetti della cura chiropratica su forza, equilibrio e resistenza nel personale militare statunitense in servizio attivo con lombalgia: uno studio controllato randomizzato". Giornale di medicina alternativa e complementare (New York, NY) vol. 26,7 (2020): 592-601. doi:10.1089/acm.2020.0107

Dieta chiropratica anti-infiammatoria

Dieta chiropratica anti-infiammatoria

I chiropratici comprendono la necessità di trattare tutto il corpo per ridurre e alleviare il dolore. Molti tipi di dolore sono causati dall'infiammazione. L'infiammazione è una risposta naturale e salutare al danno; tuttavia, l'infiammazione cronica non lo è. L'infiammazione cronica di basso grado può portare a problemi di salute come obesità, diabete, artrite, demenza, malattie cardiache, ictus e cancro. Se non trattata, l'infiammazione cronica può diffondersi in tutto il corpo, causando dolore e aggravamento. Quando si tratta di salute nutrizionale, gli alimenti possono peggiorare il dolore cronico. Chiropratici e medici raccomandano una dieta antinfiammatoria per il dolore cronico.

Dieta chiropratica anti-infiammatoria

Dieta antinfiammatoria

Quando il corpo viene ferito, il sistema nervoso invia segnali al sistema immunitario per inviare sostanze chimiche e nuovi globuli rossi e bianchi necessari per la guarigione. Il sistema immunitario funziona correttamente quando combatte le infezioni attivandosi quando il corpo riconosce qualcosa di estraneo che entra nel sistema. Potrebbe trattarsi di polline delle piante, sostanze chimiche o microbi invasori. Gli studi dimostrano che le persone ottengono il 50 percento delle loro calorie da zucchero, farina bianca, olio vegetale e oli di semi industriali. Questi alimenti sono noti per aumentare l'infiammazione nel corpo. Mangiare cibi che attivano il sistema immunitario, come le farine bianche raffinate o lo zucchero, crea un'infiammazione che non si spegne perché le informazioni inviate segnalano costantemente una lesione che esacerba l'infiammazione e il dolore.

Alimenti che causano infiammazione

I seguenti alimenti dovrebbero essere evitati o limitati il ​​più possibile:

  • Bevande zuccherate e bibite gassate.
  • Margarina e lardo.
  • Glutine e pasta bianca.
  • Carboidrati raffinati in pane bianco e pasticceria.
  • Carne lavorata come salsicce e hot dog.
  • Carni rosse come bistecche e hamburger.
  • Cibi fritti ad alto contenuto di grassi trans, come patatine e patatine fritte.
  • Alcool eccessivo.

Alcuni di questi alimenti sono stati associati a malattie croniche che includono:

  • Diabete di tipo 2
  • Malattia del cuore
  • Artrite reumatoide
  • Morbo di Crohn
  • Psoriasi
  • Tutti sono legati a infiammazione cronica.

Possono contribuire all'aumento di peso in eccesso, un altro fattore di rischio per l'infiammazione.

Alimenti consigliati per una dieta antinfiammatoria

Gli alimenti che dovrebbero essere inclusi nella dieta per la riduzione dell'infiammazione includono:

  • Cioccolato fondente.
  • Vino rosso con moderazione.
  • Noci come noci e mandorle.
  • Frutta come mirtilli, arance, fragole e ciliegie.
  • Verdure a foglia verde come broccoli, cavoli e spinaci.
  • Pesce ricco di omega 3 come salmone, tonno, sardine e sgombro.
  • Olio d'oliva.
  • Tè verde.
  • È stato scoperto che il caffè contiene composti antinfiammatori che può fornire una certa protezione con moderazione poiché è ricco di caffeina.

Gli alimenti ricchi di antiossidanti naturali includono mele e mirtilli. Gli antiossidanti sono molecole reattive che possono ridurre il numero di radicali liberi nella dieta. Un radicale libero è una molecola che ha il potenziale di alterare e danneggiare le cellule del corpo. Le cellule danneggiate aumentano il rischio di sviluppo di malattie.

Sollievo dall'infiammazione chiropratica

La fisioterapia chiropratica rafforza il corpo rafforzando il sistema immunitario rimuovendo qualsiasi blocco. Ciò mantiene il flusso naturale di sangue e sostanze nutritive in tutto il corpo, aumentando le difese del sistema immunitario. Passare a una dieta anti-infiammatoria può aiutare a rafforzare il sistema immunitario, ma può essere un adattamento difficile. Discutere le opzioni disponibili per gestire il sollievo dal dolore e l'infiammazione.


Composizione corporea


I muscoli non sono solo per gli atleti

Molte persone pensano che il guadagno muscolare sia necessario solo per gli atleti. Non tutti vogliono essere muscolosi, ma tutti devono essere in grado di combattere la malattia da infezione/i. I muscoli sono costituiti principalmente da acqua e proteine. Le proteine ​​sono un macronutriente essenziale di cui il corpo ha bisogno per funzionare correttamente. Quando il corpo entra in uno stato di stress come quello di ammalarsi, il fabbisogno proteico del corpo aumenta improvvisamente fino a quattro volte la quantità normalmente richiesta. Se il corpo non ottiene le proteine ​​necessarie dal cibo, inizierà a prendere ciò di cui ha bisogno dai muscoli e inizierà a scomporli. Se i muscoli non sono sufficientemente sviluppati o sottosviluppati, il corpo si riduce nella sua capacità e forza di combattere le infezioni e aumenta le possibilità per quelle future.

Referenze

Haß, Ulrike et al. "Diete antinfiammatorie e stanchezza". Nutrienti vol. 11,10 2315. 30 set. 2019, doi:10.3390/nu11102315

Owczarek, Danuta et al. "Dieta e fattori nutrizionali nelle malattie infiammatorie intestinali". Rivista mondiale di gastroenterologia vol. 22,3 (2016): 895-905. doi:10.3748/wjg.v22.i3.895

Sears, Barry. "Diete antinfiammatorie". Giornale dell'American College of Nutrition vol. 34 Suppl 1 (2015): 14-21. doi:10.1080/07315724.2015.1080105

Chiropratico in gravidanza

Chiropratico in gravidanza

Con una pancia in crescita e cambiamenti nel tessuto connettivo, molte donne incinte non sono in grado di stare comode. Un chiropratico in gravidanza è sicuro ed efficace nell'aiutare a gestire il dolore alla schiena, ai fianchi, alle gambe, alle articolazioni e a stabilire l'equilibrio pelvico. Questo può fornire al bambino lo spazio per crescere e muoversi durante la gravidanza e portare a un travaglio e un parto più veloci e più facili. Sollievo e una migliore gestione dei sintomi sono possibili con un chiropratico in gravidanza.

Chiropratico in gravidanza

La chiropratica è sicura durante la gravidanza

Prima di intraprendere qualsiasi trattamento durante la gravidanza, consultare un medico. Per la maggior parte, la chiropratica non invasiva è considerata sicura per gravidanze sane, a basso rischio e anche ad alto rischio, una volta autorizzate da un medico. Poiché le donne in gravidanza non possono assumere farmaci o sottoporsi ad altre opzioni di trattamento invasivo per il dolore, il trattamento chiropratico è raccomandato per i muscoli doloranti e tesi, l'irritabilità e la gestione del dolore.

Come può aiutare un chiropratico in gravidanza

Ciò che un chiropratico può offrire include:

  • Ripristina l'equilibrio pelvico.
  • Migliora i meccanismi per stare in piedi, seduti e camminare che altrimenti potrebbero causare dolore.
  • Gestione del dolore attraverso massaggi terapeutici e aggiustamenti.
  • L'allineamento spinale è ripristinato.
  • Sangue migliorato perfusione.
  • I livelli di energia migliorano.
  • Ridurre i sintomi della nausea.
  • Migliore posizionamento e movimento per il bambino.
  • Ottimizza la posizione pelvica per consentire un parto più facile; prova indica un tempo di lavoro più breve grazie a una posizione pelvica ottimale.

Appuntamento in clinica

Il chiropratico della gravidanza inizia con una consultazione iniziale. Qui il paziente pone domande, discute eventuali dubbi, insieme a una valutazione completa della storia medica. Suggeriranno varie opzioni di trattamento per riportare il corpo al suo equilibrio ottimale. Il chiropratico monitorerà continuamente il paziente per adattare i trattamenti alle sue esigenze specifiche e ottenere il massimo sollievo.


Composizione corporea


Impatto dell'allattamento al seno e della composizione corporea

Si scopre che l'allattamento al seno e la perdita di peso stanno dimostrando che potrebbe esserci una relazione. UN studio suggerito che l'allattamento al seno potrebbe eliminare l'aumento di peso durante sei mesi. Questi risultati sono confermati da un altro studio confronto della perdita di grasso corporeo tra madri che allattano esclusivamente al seno e che allattano misti. I ricercatori hanno scoperto che l'allattamento esclusivo al seno favorisce una perdita di grasso corporeo più significativa rispetto all'alimentazione mista tra le madri durante le prime 12 settimane dopo il parto. Una perdita di peso di circa mezzo chilo a settimana tra le 4 e le 14 settimane dopo il parto in donne in sovrappeso che allattavano esclusivamente l'allattamento al seno ha mostrato nessun effetto negativo sulla crescita e lo sviluppo dei loro neonati.

Referenze

Bernard, Maria e Peter Tuchin. "Gestione chiropratica del dolore lombopelvico correlato alla gravidanza: un caso di studio". Rivista di medicina chiropratica vol. 15,2 (2016): 129-33. doi:10.1016/j.jcm.2016.04.003

Borggren, Cara L. "Gravidanza e chiropratica: una revisione narrativa della letteratura". Rivista di medicina chiropratica vol. 6,2 (2007): 70-4. doi:10.1016/j.jcme.2007.04.004

Weis, Carol Ann et al. "Cura chiropratica per adulti con lombalgia correlata alla gravidanza, dolore alla cintura pelvica o dolore combinato: una revisione sistematica". Journal of manipolative e terapie fisiologiche vol. 43,7 (2020): 714-731. doi:10.1016/j.jmpt.2020.05.005